close

Enter

Log in using OpenID

cronaca delle scorse riunioni

embedDownload
ROTARY CLUB VERCELLI
Anno Rotariano 2013/2014 (59° dalla fondazione)
ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2031
Notiziario n°1379 - aprile 2014
CIRCOLARE INTERNA
Segreteria: Piazzetta Pugliese Levi n. 3 - Tel. e Fax 0161.255020
email: [email protected]
Orario ufficio di segreteria: lunedì, martedì, giovedì: 9,30-12,00
Riunioni conviviali (ore 20) e non conviviali (ore 19): Circolo Ricreativo, Via G. Ferraris, 52 - Tel. 0161.250962
http://www.rotaryvercelli.it
IL CONSIGLIO DIRETTIVO
Presidente
Willy Materi
Past President
Giorgio Delleani
Presidente eletto
Riccardo Massa
1° Vice Presidente
Riccardo Massa
Presidente Designato Mauro Pigino
2° Vice Presidente
Ermanno Bassi
Formatore del Club Ermanno Bassi
Segretario
Luigi Omodei Zorini
Aiuto Segretario
Benedetta Delleani
Tesoriere
Ermanno Bassi
Prefetto
Carlo Ricci
Aiuto Prefetto
Alessandro Scheda
Consiglieri: Francesco Boggia, Alberto
Coggiola, Pietro Isacco, Paoletta Picco,
Paolo Pomati, Luca Villani
Consiglieri con incarichi distrettuali:
Past Governor Ermanno Bassi,
Fellowship - Filatelia
Alberto Coggiola: Nuove generazioni
Assistente del Governatore Gruppo Alpi
Centrali:
Giorgio Delleani
I CLUB CONTATTO
Rotary C. di Nîmes (Francia) Distr. 1760
Rotary C. di Dortmund (Germania) Distr. 1900
COMMISSIONI ORDINARIE
AMMINISTRAZIONE DEL CLUB
Riccardo Massa
Presidente
Francesco Boggia
Vice Presidente
Presidente uscente Mauro Pigino
Membro
EFFETTIVO ED ESPANSIONE
Alberto Coggiola
Presidente
Alessandro Scheda
Vice Presidente
Presidente uscente Benedetta Delleani
Membro
Roberto Minoli
RELAZIONI PUBBLICHE
Luigi Omodei Zorini
Presidente
Vice Presidente
Mauro Aguggia
Presidente uscente Paolo Pomati
PROGETTI
Presidente
Vice Presidente
Presidente uscente
Membri
Luca Villani
Mauro Greppi
Roberto Santarella
Alberto Coggiola
FONDAZIONE ROTARY
Presidente
Benedetta Delleani
Vice Presidente Mauro Greppi
Presidente uscente Enrico Degara
Membro
Luigi Omodei Zorini
SOTTOCOMMISSIONI
DIVULGAZIONE MEZZO STAMPA E WEB
Paolo Pomati
Presidente
Vice Presidente Luca Villani
Membri
Massimo Materi, Chiara Conti
PROGRAMMAZIONE EVENTI DEL CLUB
Paoletta Picco
Presidente
Vice Presidente Roberto Vancetti
Dario Cena, Riccardo Massa
Membri
ROTARACT CLUB VERCELLI
Distretto 2031
Il Consiglio Direttivo
Presidente
Antonio Omodei Zorini
Past President Paolo Ferro
Segretario
Francesca Ferrauto
Tesoriere
Sergio Omodei Zorini
Prefetto
Elisa Vigino
Consiglieri
Silvia Isacco, Federico Coppo,
Alberto Cambieri
INTERACT CLUB VERCELLI
Distretto 2031
Il Consiglio Direttivo
Benedetta Mayer
Presidente
Vice Presidente
Beatrice Burdisso
Segretario
Marta Panero
Tesoriere
Simone Ardizzone
Prefetto
Emiliano Reverchon
Consiglieri
Elisa Bonzano,
Federica Burdisso
MOTTO DEL CLUB 2013-2014: “VIVACIZZA PARTECIPANDO”
i prossimi appuntamenti
LE NOSTRE RIUNIONI
6 maggio
13 maggio
17 maggio
20 maggio
27 maggio
Ogni socio è caldamente pregato di voler informare la segreteria della
propria partecipazione e di quella di eventuali suoi ospiti alle conviviali
del Club, almeno due giorni prima della data di svolgimento delle riunioni.
Per quanto precede, la segreteria non effettuerà più telefonate per
raccogliere le adesioni dei soci.
ore 20,00 - Circolo Ricreativo - Riunione conviviale, aperta ai familiari, relatore prof. Vincenzo Rocchetti
(EPIGEL come sostituto della pelle e gengiva)
ore 18,30 - Museo Leone - Riunione non conviviale, aperta ai familiari, con consegna assegno
a Luca Brusotto per il restauro del bassorilievo all’entrata
Incontro a Dortmund per il 60° compleanno della fondazione del Club
ore 17,00 - Empfang im Foyer des Casinosaals-Begrung duch den Prasidenten-Klavierkonzert-Grubworte;
ore 20,00 - Gala-Dinner mit Unterhaltung;
ore 23,00 - Ausklang an der Bar;
ore 19,00 - P.tta Pugliese Levi 3- Consiglio Direttivo;
ore 19,30 - Circolo Ricreativo - Aperi-cena, aperta ai familiari, relatrici Maria Grazia Ferrari
e Veronica Sfondrini sul tema “restauro complesso di una tela del ‘600”
ore 19,00 - Circolo Ricreativo - Riunione non conviviale, aperta ai familiari
i prossimi appuntamenti
LE RIUNIONI DEL ROTARY S. ANDREA
7 maggio
14 maggio
21 maggio
30 maggio
ore 20 - Circolo Ricreativo - Conviviale con relazione del Dott. Nando Brunetti, psichiatra (tema da precisare).
Invito esteso alla Signore
ore 19,30 - Circolo Ricreativo - Aperitivo
ore 20 - sede da precisare - Conviviale con degustazioni, animata dal Birrificio S. Andrea.
Invito esteso alla Signore
(venerdì) - ore 21 - Teatro Civico - “Paul Harris and friends... la società civile che avanza” Musical sulla storia del Rotary a cura di Felice Notarianni e Daniela Tricerri,
con la partecipazione delle allieve dell’Accademia Free body.
Devoluzione del ricavato all’Associazione Italiana Malattie di Alzheimer (AIMA)
CHI E’ CHE VINCENZO ROCCHETTI RELATORE DELLA CONVIVIALE,
APERTA AI FAMILIARI, DEL 6 MAGGIO
l’insegnamento Malattie Odontostomatologiche. L’attività clinica
assistenziale quotidiana del Prof. Rocchetti verte principalmente
sulla parodontologia, implantologia, protesi, chirurgia e patologia orale, inoltre si occupa in ambiente protetto presso la sede
dell’Azienda Ospedaliero Universitaria dell’Ospedale Maggiore
della carità della chirurgia orale sui pazienti a rischio e riabilitandoli successivamente protesicamente. Nel 2010 da vita con altri
colleghi ricercatori ad uno spin-off accademico universitario costituendo una srl dal nome Epinova Biotech divenendo poi startup
con l’intendo di produrre della pelle e della gengiva artificiale registrando il brevetto. Tale ricerca riscuote fin dalle prime manifestazioni scientifico culturali notevole successo ed interesse. Nel
2011 vince il premio città di Novara per l’innovazione e la tecnologia, nel 2012 viene premiato come migliore spin-off accademico e a settembre del 2013 vince il premio Gaetano Marzotto massima onorificenza nazionale portando nelle casse della società Epinova Biotech 100.000 euro. E’ autore di oltre 110 pubblicazioni edite a stampa su riviste nazionali ed internazionali, inoltre ha
partecipato come relatore e moderatore a numerosi congressi e
convegni nazionali ed internazionali.
Professore Vincenzo Rocchetti Medico Chirurgo Specialista in Odontostomatologia
conseguita presso l'Università
degli Studi di Ancona vi si specializza con 50/50 e lode discutendo la tesi sperimentale dal titolo “Variazioni della resistenza
all’usura di materiali da ricostruzione”, oggetto di una pubblicazione a stampa. L’interesse
scientifico del Prof.. Rocchetti si è rivolto in più ambiti disciplinari: studio dei materiali dentali per la conservativa e la protesi, la
parodontologia sull’effetto della nicotina sulla produzione di gelatinasi B (MMP-9) in cheratinociti della mucosa orale, implantologia e implantoprotesi il carico immediato implantare ed il carico postestrattivo immediato implantare, la posturologia neuro
mio funzionale. E’ titolare dei seguenti insegnamenti: nel Corso di
Laurea in Igienista Dentale: affidamento dell’insegnamento Malattie Odontostomatologiche, di Parodontologia ed Implantologia.
Nel Corso di Laurea in Scienza Infermieristica: affidamento del-
CHI SONO MARIA GRAZIA FERRARI E VERONICA SFONDRINI
CHE CI TERRANNO COMPAGNIA ALL’APERI-CENA, APERTA AI FAMILIARI, DEL 20 MAGGIO
Maria Grazia Ferrari e Veronica Sfondrini operano nel settore della conservazione e restauro di beni culturali sia per committente pubbliche che private.
I lavori di restauro eseguiti sui Beni Tutelati rispettano i criteri filologici e le metodologie riconosciute dalle Soprintendenze competenti preposte all’Alta Sorveglianza.
Il loro organico si avvale di collaboratori con esperienza nel settore, affiancando alle attività di restauro sui cantieri ed in laboratorio, quelle di realizzazione di indagini stratigrafiche e diagnostiche, di consulenza specializzata nelle progettazione e direzione operativa in appalti pubblici su opere tutelate.
2
In laboratorio si occupano di, tavole e tele antiche e moderne, opere contemporanee polimateriche, sculture policrome, cornici e materiale
cartaceo (stampe, disegni). Tra i lavori realizzati in laboratorio su opere mobili si ricordano
dipinti, cornici, icone e sculture.
In cantiere sono specializzate nel restauro di
affreschi, pietre, cotti, ceramiche e materiale
lapideo.
Tra gli ultimi lavori realizzati si ricorda il recupero degli affreschi all’interno della chiesa di
Quinto Vercellese, il restauro conservativo del
campanile di santa Maria di Lucedio e il recupero di decorazioni all’interno delle stanze di
Sandigliano.
cronaca degli scorsi consigli direttivi
SINTESI DEI LAVORI - CONSIGLIO DEL 15 APRILE
Il Consiglio ha pure deliberato l’assegnazione di un contributo
per la “Missione Ospedale B.M.C.” in Uganda, come proposto
dal socio Franco Coggiola.
Infine, su proposta del consigliere Carlo Ricci, è stato assegnato
un piccolo contributo per il premio “Tim Builder” destinato ad
un torneo di bambini, e, anche per il fatto che è stato approvato
il progetto di microcredito proposto dal ns. Club, il consigliere
Giorgio Delleani ha ricordato che occorre inviare il contributo
del Rotary Club Vercelli al progetto distrettuale del microcredito.
Il presidente Willy Materi ha illustrato il calendario del mese di
maggio, sottolineando in particolare che l’aperitivo del giorno
13 sarà anticipato alle 18,30 e si terrà al Museo Leone (in tale
occasione sarà consegnato al Direttore del Museo il contributo
del Club per il restauro dei plastici).
Il Consiglio ha deliberato di devolvere una parte del ricavato
proveniente dalla donazione Biondi alla “San Vincenzo” di Vercelli, al fine di contribuire all’acquisto di un motocoltivatore
per la coltivazione degli orti da parte delle persone disagiate.
cronaca delle scorse riunioni
CONVIVIALE, APERTA AI FAMILIARI, DEL 4 MARZO (2887)-RISTORANTE “LA RADA” DI LIGNANA
Ha presieduto:
Il Presidente Willy Materi
Soci Presenti:
Aguggia L. e Signora, Aguggia M. e
Signora, Ajmino e Signora, Buslacchi,
Carenzo A. e Signora, Coggiola A., Corte,
D’Addato e Signora, Delleani B.,
Delleani G. e Signora, Finassi, Isacco e
Signora, Massa e Signora, Materi W. e
Signora, Materi M., Migliau e Signora,
Moroni, Omodei Z. e Signora, Pavese e
Coniuge, Ricci, Rosazza, Rosso e
Signora, Tasso e Signora, Vandone,
Viazzo A. e Coniuge, Villani L. e Signora
I Soci durante la serata
3
cronaca delle scorse riunioni
La conviviale di carnevale presso il ristorante “La Rada” di Lignana ha visto la presenza di un gran numero di Soci che
hanno occupato tutta la sala.
La cena si è articolata con le specialità di mare e le portate a
base di pesce rivisitate dallo chef Gianluca Boda, che, utilizzando ingredienti di prima scelta lavorati in loco, ha deliziato
il palato dei commensali.
La buona cucina, accompagnata da un buona selezione di vini
bianchi e rossi prevalentemente italiani, ha consentito ai Soci di
trascorrere qualche ora in una piacevole atmosfera d’amicizia.
I Soci durante la serata
RIUNIONE NON CONVIVIALE DELL’11 MARZO (2888)- CIRCOLO RICREATIVO
Ha presieduto:
Il Presidente Willy Materi
Soci Presenti:
Boggia, Coggiola A., Delleani B., Delleani G., Isacco, Massa, Materi W., Moroni, Pagni Anna, Picco,
Ricci, Rubini, Secondo, Vancetti, Ventura
RIUNIONE CONVIVIALE, APERTA AI FAMILIARI DEL 18 MARZO (2889)- CIRCOLO RICREATIVO
Ha presieduto
per il nostro Club:
il Presidente Willy Materi
Relatore:
Angelica Musy
Soci Presenti:
Bagliani Massimo e Signora, Bassi, Beccaro e Signora, Boggia e Signora, Buslacchi, Carrà, Coggiola
A., D’Addato e Signora, Delleani B., Delleani G., Finassi, Greppi M., Isacco e Signora, Massa e
Signora, Materi W. e Signora, Materi M., Migliaue Signora, Minoli, Omodei Z. e Signora, Pagni
Anna, Piazza e Signora, Picco, Pomati, Ricci, Rosso e Signora, Vernetti
Ospiti del Club:
Bianca Gardella Tedeschi, Paolo Garbarino, Cesare Emanuel, Prof. Valeria Balboni e n.4 hostess
dell’Istituto Lanino di Vercelli.
Ospiti di Soci:
Paolo Baldini, D.ssa Petrino e Coniuge, Rinaldo e Tilde Arginati, ospiti di Willy Materi
Molto coinvolgente è stata la conferenza di Angelica Musy nell’aula
magna del Dipartimento Studi Umanistici dell’Università Amedeo Avogadro, di cui pubblichiamo una sintesi:
Essendo molto impegnato, passava poco tempo in famiglia, ma
erano molto dense d’affetto le ore trascorse con le figlie nei fine
settimana, essendo un padre e un marito molto affettuoso.
Alberto racchiudeva in sé molte forme di intelligenza (logica,
personale, fisica e morale) unitamente a tratti peculiari del suo
carattere quali la gentilezza, il rispetto degli altri e l’integrità.
Aveva lasciato un ricordo positivo anche nel suo maestro dei
Fratelli delle Scuole Cristiane, Fratel Enrico Trisoglio, che ne ricorda ancora il profilo di compostezza e dinamismo, accompagnato da un sorriso schietto e cordiale, con una particolare intelligenza unita alla dedizione al bene comune.
Vorrei anche raccontare cos’è successo dopo il 21 marzo 2012
(giorno dell’aggressione): c’è stato un attentato alla famiglia
e un susseguirsi di turbolenze e di grande confusione, in
quanto la nostra vita era stata sconvolta, ma è stato comun-
Mio marito, prof. avv. Alberto Musy, era abituato. per sua natura e per sua formazione, a lavorare molto e spendere bene i
propri talenti, avendo conseguito traguardi di rilievo nella sua
carriera di docente universitario (sia in Italia che all’estero) e
di avvocato professionista che ha cambiato radicalmente lo
studio ereditato dal padre a Torino, organizzando il lavoro con
12 professionisti specializzati nelle varie discipline del diritto.
Inoltre, dando seguito con entusiasmo e con impegno ad una
passione politica iniziata al Centro Einaudi ma rimasta latente, si era candidato a Sindaco di Torino nel 2011 con l’UDC,
riuscendo ad essere eletto come consigliere.
4
cronaca delle scorse riunioni
que un cammino per capire cosa stava succedendo e come adattarsi alla situazione. Fummo toccati sul vivo da una tragica vicenda che era lontana dal vissuto della famiglia Musy e
ci catapultò in un mondo a noi sconosciuto (indagini degli
inquirenti, colloqui con i medici che si occupavano dei traumi al cervello, ecc.).
Allo stesso tempo molte persone cercavano di partecipare a vario titolo al nostro dramma, ma c’era la necessità di riconosce-
ché volevo fare qualcosa per la mia città. Occorreva un macchinario per la prognosi degli stati comatosi, anche se non esisteva
un protocollo specifico per seguire questi ammalati negli anni.
Con il contributo dei lettori de “La Stampa” e di “Specchio dei
Tempi” sono stati raccolti, in 20 giorni, 200.000 Euro, utilizzati per rendere disponibile il macchinario presso la “Città della
Salute” dell’Ospedale Molinette.
Io non avevo grandi mezzi, avevo la mia faccia.
I Soci durante la serata
La relatrice Angelica Musy con il Presidente Materi
re con serenità le espressioni genuine d’affetto e d’amore rispetto ai consigli inopportuni.
Cercavamo tranquillità, ed è stato molto difficile spiegare alle
mie figlie cosa stesse succedendo, ma dissi loro tutta la verità,
ossia che il padre era stato aggredito.
Io pensai che l’atto subito venisse dal male e che chi avesse
compiuto tale atto si fosse messo dalla parte del torto.
Mi occupai delle figlie e della salute di Alberto, e desideravo
qualsiasi cosa potesse venir fuori da questa storia, perché, comunque, sarebbe stata l’ultima cosa che avrei potuto vivere con
mio marito.
Nel “Centro del risveglio” di Fontanellato (PR) mi resi subito
conto che in Piemonte non era disponibile una struttura di
quel tipo.
Prima dell’estate 2013 ho vissuto un periodo di eccessiva calma, mi sentivo come se stessi affrontando una traversata in un
deserto, bevevo molta acqua, pregavo molto, e chiedevo di pregare a chiunque mi vedesse.
Alberto sembrava sempre addormentato, e anche se la prognosi
non faceva sperare in un risveglio, le mie bambine parlavano
sempre con il padre.
Quando tornai a Torino scrissi all’Arcivescovo e al Sindaco, pur
avendone solo una conoscenza superficiale, e ne ebbi un’immediata risposta. Chiesi che qualcuno si facesse avanti, anche in
forma anonima. Venne celebrata una S. Messa da Mons. Nosiglia
e venne organizzata un’adunata di piazza, con una partecipazione molto sincera di tante persone. Si trattava di trovare una
struttura specializzata nella lungodegenza vicina a Torino, per-
In famiglia andammo poi avanti con la turbolenza in una situazione di continuità che poteva andare avanti per 20 anni, se
si considera che il vicino di stanza di mio marito era lì da 18
anni per un incidente in moto. Questa continuità gravosa faceva parte della nostra storia.
Il 22 ottobre 2013, senza che potessimo aspettarcelo, la vita di
Alberto ebbe termine per un’insufficienza respiratoria.
Dovendo aspettare una settimana per il funerale, pensammo
cosa fare e lanciammo una raccolta di fondi per quelle famiglie
che, come noi, erano in sofferenza.
C’è qualcuno che per l’indisponibilità di una piccola somma
non riesce a pagare la rata del mutuo e vi sono comunque tanti
altri tipi di difficoltà e sofferenze.
In due mesi riuscimmo a raccogliere 80.000 Euro con tante piccole donazioni, anche di persone che non conoscevo e che hanno voluto partecipare in qualche modo.
Una parte dei fondi sono stati consegnati all’Arcivescovo di Torino e l’altra parte è stata destinata al Fondo “Alberto e Angelica
Musy” che verrà formalmente costituito il 20 marzo prossimo
presso l’ “Ufficio Pio” (istituzione laica della Compagnia di San
Paolo) a cui hanno aderito anche mons. Nosiglia e la mamma di
Mario Calabresi. Uno dei progetti del Fondo è il finanziamento di
un Polo Universitario all’interno del carcere, a favore di quelle
persone che, al di là della loro condizione iniziale, hanno voluto
rimettersi in piedi, come abbiamo voluto rometterci in piedi noi.
Intendo ricordare Alberto, sì, ma anche valorizzare il suo e il
nostro spirito, con l’intenzione di impegnarmi per il fondo al
fine di fare qualcosa di estremo per me e per le nostre figlie.
5
cronaca delle scorse riunioni
RIUNIONE NON
CONVIVIALE DEL
RIUNIONE NON CONVIVIALE DEL 25 MARZO (2890)- CIRCOLO RICREATIVO
Ha presieduto:
Il Presidente Willy Materi
Soci Presenti:
Aguggia M., Boggia, Corte, Delleani B., Delleani G., Isacco, Massa, Materi W., Minoli,
Moroni, Omodezi Z., Picco, Provera, Rosazza, Rosso, Santoro, Ventura, Vernetti, Villani L.
notizie
• Nostri soci presso altri club
Giorgio Delleani e Riccardo Massa al Sipe il 09/03; Benedetta
Delleani il 20/03 presso R.C. Viverone Lago.
• Auguri agli amici che compiono gli anni
Simone Rosazza Giangros il 05/04; Lorenzo Piccioni il 07/04;
Marco Buslacchi l’08/04; Paoletta Picco l’11/04; Mauro
Aguggia e Michele Pretti il 17/04; Luca Villani il 18/04;
Alessandro Scheda e Fulvio Vernetti il 22/04; Piergiorgio
Fossale e Paolo Reverchon il 25/04; Carlo Trivi il 27/04; Fulvio
Rubini il 29/04; Alberto Rosso il 30/04.
Carlo Ricci il 03/05; Guido Carra’ il 13/05; Francesco D’Addato
il 19/05; Vittorino Prando il 23/05.
Si ricorda a tutti i Soci, per chi non avesse ancora provveduto,
che è a disposizione presso la segreteria il Cd musicale per la
Polio+.
Sono a disposizione presso la segreteria le TESSERE 20132014. I Soci possono ritirarla nell’orario di apertura di
lunedì, martedì e giovedì dalle ore 9,30 alle ore 12.
la lettera del Governatore
LETTERA DI APRILE 2014
ANCORA SUL TEMA DELL’EFFETTIVO
Care Rotariane, Cari Rotariani,
Torno sul tema dell’ effettivo, per portare a conoscenza di tutti i contenuti del Seminario Distrettuale in argomento, svoltosi nella suggestiva
location della Chiesa di Santa Maria degli Angeli, sede del RC Chivasso, il
5 aprile 2014, con la partecipazione di una ottantina di soci. Rivolgo innanzitutto un sentito grazie agli amici del locale club e al neo-Segretario
Distrettuale Francesco Zito, per l’organizzazione.
Al Seminario ho riportato quanto discusso in un precedente workshop sul medesimo soggetto, tenutosi a Bologna il 9 febbraio, convocato
dal RI Board Director Jacques Di Costanzo, coadiuvato da Jean-Marie
Poinsard, rivolto a tutti i DG italiani oltre che a Gianni Montalenti nella
sua veste di responsabile della Task Force “New Generations”. Dopo aver
presentato diverse statistiche sull’andamento della membership nel mondo, nella Zona 12 (Italia) e nel nostro Distretto, tutte mostranti una tendenza al calo, ed aver illustrato la “novità” dei club satelliti, si è aperto un
vivace dibattito, cui hanno contribuito - tra gli altri - il DGE Ilario Viano, il
DGN Massimo Tosetti, l’RD Rotaract Jonathan Bessone e l’RD Interact Stefano Ginex.
Le modalità / idee / proposte per accrescere l’effettivo (con vario
grado di condivisione) si possono sintetizzare nelle seguenti:
- creazione di nuovi club (forse ce n’è uno in arrivo nel nostro Distretto);
- facilitazioni all’ingresso dei giovani (per es. riduzione della quota
per i primi anni);
- apertura di club satelliti (club previsti dall’ultimo Consiglio di Legislazione e consistenti in un aggregato di minimo 8 soci, sotto la guida di
un club padrino, con costi ridotti, maggiore flessibilità operativa e possibilità di transitare poi nel club sponsor. Particolarmente adatti a intercettare ex-rotaractiani e giovani in genere);
- azione più incisiva per favorire l’entrata di donne, attualmente rappresentanti solo il 12% dell’effettivo del Distretto;
6
- inserimento di familiari (il Presidente Internazionale incoming
spinge per l’ingresso delle consorti/dei consorti a pieno titolo);
- “porta un amico” (conviviale nella quale si chiede ad ogni socio di
invitare un amico/una amica non del Rotary, per far apprezzare lo spirito
e i principi della nostra Associazione);
- aumento dell’età Rotaract fino a 35 anni (per ridurre il tasso di abbandono di molti rotaractiani che non se la sentirebbero a 30 anni di entrare in un club Rotary e si allontanerebbero così definitivamente dalla famiglia rotariana);
- creazione di e-club (modalità di adesione e di “riunione virtuale” al
passo con i tempi, per venire incontro ai tanti giovani e meno giovani che
si spostano frequentemente nel loro lavoro e che si “connettono” via internet, limitando al minimo i costi);
- ricerca e inserimento di potenziali soci/socie in professioni scarsamente rappresentate nei nostri organici (esempio per tutti, gli insegnanti
della scuola);
- club come elemento di attrazione (qui c’è tanto da fare, sia in termini di “vivacità e stimolo culturale” delle conviviali, sia in termini di
“comunicazione” più efficace dei nostri services, sia ancora attribuendo
da subito ai nuovi soci compiti e responsabilità nella gestione del club e
dei progetti di volontariato);
- “quantità” non a scapito della “qualità” (individuato un potenziale
socio, occorre valutare il suo profilo personale e professionale e le motivazioni del suo interesse ad aderire. Occorre “pre-formarlo”, con le modalità che si ritiene più opportune, affinchè abbia una idea sufficientemente precisa e corretta di che cosa vuole dire “essere rotariani”).
E, per finire, una bella notizia: il prossimo 8 maggio riceverà la Carta
il neo-nato Club Interact Torino Nord-Est, grazie alla passione e al lavoro
di Liliana Remolit, Michele Porfido e tanti ragazzi e ragazze. Festeggiamo
dunque il raddoppio del numero di club Interact nel Distretto 2031 quest’anno: da 3 a 6!
Sergio
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
661 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content