close

Enter

Log in using OpenID

b set 2010 - Rotary Club Vercelli

embedDownload
ROTARY CLUB VERCELLI
Anno Rotariano 2013/2014 (59° dalla fondazione)
ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2031
Notiziario n°1376 - gennaio 2014
CIRCOLARE INTERNA
Segreteria: Piazzetta Pugliese Levi n. 3 - Tel. e Fax 0161.255020
email: [email protected]
Orario ufficio di segreteria: lunedì, martedì, giovedì: 9,30-12,00
http://www.rotaryvercelli.it
Riunioni conviviali (ore 20) e non conviviali (ore 19): Circolo Ricreativo, Via G. Ferraris, 52 - Tel. 0161.250962
IL CONSIGLIO DIRETTIVO
Presidente
Willy Materi
Past President
Giorgio Delleani
Presidente eletto
Riccardo Massa
1° Vice Presidente
Riccardo Massa
Presidente Designato Mauro Pigino
2° Vice Presidente
Ermanno Bassi
Formatore del Club Ermanno Bassi
Segretario
Luigi Omodei Zorini
Aiuto Segretario
Benedetta Delleani
Tesoriere
Prefetto
Carlo Ricci
Aiuto Prefetto
Alessandro Scheda
Consiglieri: Francesco Boggia, Alberto
Coggiola, Pietro Isacco, Paoletta Picco,
Paolo Pomati, Luca Villani
Consiglieri con incarichi distrettuali:
Past Governor Ermanno Bassi,
Fellowship - Filatelia
Alberto Coggiola: Nuove generazioni
Assistente del Governatore Gruppo Alpi
Centrali:
Giorgio Delleani
I CLUB CONTATTO
Rotary C. di Nîmes (Francia) Distr. 1760
Rotary C. di Dortmund (Germania) Distr. 1900
COMMISSIONI ORDINARIE
SOTTOCOMMISSIONI
AMMINISTRAZIONE DEL CLUB
Riccardo Massa
Presidente
Francesco Boggia
Vice Presidente
Presidente uscente Mauro Pigino
Membro
DIVULGAZIONE MEZZO STAMPA E WEB
Paolo Pomati
Presidente
Vice Presidente Luca Villani
Membri
Massimo Materi, Chiara Conti
EFFETTIVO ED ESPANSIONE
Alberto Coggiola
Presidente
Alessandro Scheda
Vice Presidente
Presidente uscente Benedetta Delleani
Membro
Roberto Minoli
RELAZIONI PUBBLICHE
Luigi Omodei Zorini
Presidente
Vice Presidente
Mauro Aguggia
Presidente uscente Paolo Pomati
PROGETTI
Presidente
Vice Presidente
Presidente uscente
Membri
Luca Villani
Mauro Greppi
Roberto Santarella
Alberto Coggiola
FONDAZIONE ROTARY
Presidente
Benedetta Delleani
Vice Presidente Mauro Greppi
Presidente uscente Enrico Degara
Membro
Luigi Omodei Zorini
PROGRAMMAZIONE EVENTI DEL CLUB
Paoletta Picco
Presidente
Vice Presidente Roberto Vancetti
Membri
Dario Cena, Riccardo Massa
ROTARACT CLUB VERCELLI
Distretto 2031
Il Consiglio Direttivo
Presidente
Antonio Omodei Zorini
Past President Paolo Ferro
Segretario
Francesca Ferrauto
Tesoriere
Sergio Omodei Zorini
Prefetto
Elisa Vigino
Consiglieri
Silvia Isacco, Federico Coppo,
Alberto Cambieri
INTERACT CLUB VERCELLI
Distretto 2031
Il Consiglio Direttivo
Benedetta Mayer
Presidente
Vice Presidente
Beatrice Burdisso
Segretario
Marta Panero
Tesoriere
Simone Ardizzone
Prefetto
Emiliano Reverchon
Consiglieri
Elisa Bonzano,
Federica Burdisso
MOTTO DEL CLUB 2013-2014: “VIVACIZZA PARTECIPANDO”
i prossimi appuntamenti
LE NOSTRE RIUNIONI
Ogni socio è caldamente pregato di voler informare la segreteria della
propria partecipazione e di quella di eventuali suoi ospiti alle conviviali
del Club, almeno due giorni prima della data di svolgimento delle riunioni.
Per quanto precede, la segreteria non effettuerà più telefonate per
raccogliere le adesioni dei soci.
4 febbraio
ore 19,30 - Circolo Ricreativo - Aperi-cena, aperta ai familiari - Relatore, dott. Massimiliano Caldera
responsabile della tutela territoriale della Diocesi di Vercelli e vicedirettore dell’Armeria Reale,
sul tema “Aspetti e problemi riguardanti il restauro dei beni culturali”
11 febbraio
ore 18,00 - P. Pugliese Levi n.3 - Consiglio Direttivo
ore 19,00 - Circolo Ricreativo - Riunione non conviviale
18 febbario
ore 19,45 - Interclub cittadino (con Rotary Club S. Andrea, Lions, Kiwanis, Soroptimist e Panatlhon),
aperta ai familiari, presso il ristorante pasticceria Twenty in via XX settembre n. 20 a Vercelli Relatore Rinaldo (Dindo) Capello sul tema “24 ore di Le Mans - La mia esperienza”
25 febbraio
ore 19,00 - Circolo Ricreativo - Riunione non conviviale
i prossimi appuntamenti
CHI E’ MASSIMILIANO CALDERA RELATORE DELL’APERI-CENA DEL 4 FEBBRAIO
PRESSO IL CIRCOLO RICREATIVO
Massimiliano Caldera ha conseguito la laurea e il dottorato di ricerca in storia dell’arte presso l’Università degli Studi di Torino, occupandosi degli scambi figurativi tra Liguria, Lombardia, Piemonte e il mondo
oltralpino nel XV secolo. Dal 2004 è in servizio presso questa Soprintendenza, dove attualmente ricopre l’incarico di responsabile della tutela territoriale della diocesi di Vercelli e di vicedirettore dell’Armeria
Reale. Ha seguito alcuni importanti interventi di restauro nel Sacro
Monte e alla Pinacoteca di Varallo, nel Museo Borgogna e nella chiesa
di San Marco a Vercelli.
[email protected]
CHI E’ RINALDO (DINDO) CAPELLO RELATORE DELL’INTERCLUB DEL 18 FEBBRAIO
PRESSO IL RISTORANTE PASTICCERIA TWENTY
Rinaldo Capello (Asti, 17 giugno 1964) è un pilota automobilistico italiano. Meglio conosciuto con il soprannome di Dindo, è un pilota specializzato nelle corse di durata come la 24 Ore di Le Mans, il campionato American Le Mans Series e il campionato Le Mans Series.
Biografia
Rinaldo Capello ha vinto tre volte la prestigiosa corsa di durata 24 Ore
di Le Mans nel 2003 su Bentley Speed 8, nel 2004 su Audi R8 Sport e
nel 2008 su Audi R10. Inoltre è giunto 6 volte a podio: secondo nel
2001, 2002 e nel 2012 e terzo nel 2000, 2006 e 2009 sempre su Audi.
Capello cominciò la sua carriera nel 1976 sui kart. Nel 1983 ottiene un
posto di pilota ufficiale nel campionato Formula Fiat Abarth. Vince il
Campionato Italiano di Superturismo nel 1990 su Volkswagen Golf, una prestazione che ripete nel 1996 ma al volante
di una Audi A4. Comincia la sua carriera di pilota di gare endurance nel 1997 con una vittoria alle 6 Ore di Vallelunga.
Nel 1998 partecipa per la prima volta alla 24 Ore di Le Mans pilotando una McLaren F1 GTR del Team GTC.
Il suo palmares annovera diverse vittorie nell’American Le Mans Series, campionato che vince nel 2006 su Audi R10.
Con questa vettura è stato a lungo in testa nell’edizione della 24 Ore di Le Mans 2007, ma è stato costretto a ritirarsi a
meno di 8 ore dall’arrivo mentre con la sua Audi era in testa dall’inizio della corsa, per una clamorosa uscita di pista
causata dal distacco di una ruota mal avvitata. Nel 2008 ha vinto la 24 Ore di Le Mans pilotando l’Audi R10. Nel 2009
ha vinto la 12 Ore di Sebring con la debuttante Audi R15, con la stessa vettura è poi arrivato 3º a Le Mans.
2
cronaca delle scorse riunioni
APERI-CENA APERTA AI FAMILIARI DEL 3 DICEMBRE (2877) - CIRCOLO RICREATIVO
Ha presieduto:
Relatore:
Soci Presenti:
Ospiti di Soci:
Ospiti del Club:
Il Presidente Willy Materi
Alberto Bertone
Aguggia M., Ajmino e Signora, Boggia, Coggiola A., Delleani B., Delleani G. e Signora, Finassi,
Greppi M., Massa e Signora, Materi W. e Signora, Materi M. e Signora, Migliau e Signora, Moroni,
Omodei Zorini, Picco, Pretti F. e Signora, Pretti M., Ventura, Viazzo A. e Coniuge
Dott. Paolo Baldini e Signora, Materi Cristiana ospiti di Materi W., Dott. Pretti ospite di Pretti F..
Arch. Bice Sartoris
Piacevole e interessante è stato l’intervento del dott. Alberto
Bertone sulla vita cittadina tra fine ottocento e inizio novecento, con la precisazione che il suo libro non pretende di
essere un saggio storico ma costituisce una rassegna di vicende tratte dalle cronache dell’epoca e abbinate alle immagini delle cartoline illustrate.
Dopo aver premesso che i giornali vercellesi erano “La Sesia” (liberal-progressista) e la “Nuova gazzetta vercellese”
(“braccio armato” di Piero Lucca, uomo forte e di rilievo in
città), ha citato i I temi sviluppati nella sua opera, ossia
quelli tipici della vita dell’epoca: monumenti, invenzioni, vita sociale, vicende sportive, fatti di sangue e di malavita, amori effimeri e via del peccato (via del Gallo).
Ha ricordato, tra l’altro, che:
- le principali invenzioni erano il telefono, la luce elettrica, i
primi aerei (primo volo nel 1903);
- i principali mezzi di trasporto erano i treni e i tramway;
- l’attività sportiva consisteva nella Pro Vercelli, nei corridori pedestri, nelle gare “Audax” e nel tennis;
- la vita sociale era molto attiva e vi erano in città molti circoli privati (nove nel 1903) e “café chantant”, con numerose veglie danzanti;
- vi erano vari episodi di malavita, fatti di sangue, duelli, e,
in particolare, diversi appellativi in uso per chi doveva partecipare ad un duello: “vile” era chi non accettava la sfida,
“fellone” era chi accettava però non si presentava.
In conclusione, preannunciando la prossima presentazione di un suo nuovo libro, il relatore ha ricordato che il valoroso Edoardo Brunetta d’Usseaux, del Reggimento Nizza
Cavalleria, è perito nello scontro di Borgovercelli il 22
maggio 1859.
Il Relatore Bertone durante la sua esposizione
I Soci durante la serata
3
cronaca delle scorse riunioni
APERI-CENA APERTA AI FAMILIARI DEL 10 DICEMBRE (2878)
CIRCOLO RICREATIVO
Ha presieduto:
Relatore:
Soci Presenti:
Presentazione nuovo Socio:
Ospiti del Presidente:
Il Presidente Willy Materi
Pino Marcone con tre figuranti
Aguggia M., Boggia, Carenzo A.,Coggiola F., Degara, Finassi, Massa e Signora, Materi W.
e Signora, Materi M., Migliau e Signora, Omodei Zorini, Picco, Pigino, Tasso, Trivi, Vancetti
Simone Rosazza Giangros
Erica Roveglia, Elisabetta Manachino, Paolo Baldini, Franca Segre, Marco Lesca,
Giulia Arini, Nella Mortara, Italo Monetti, Simona Corino, Giulia Monetti, Pietro Bellardone,
Gianpiero Boschetti e Signora
Ricco di riferimenti linguistici sulle origini delle parole,
dei modi di dire e dei proverbi del nostro dialetto è stato
l’apericena con Pino Marcone e tre figuranti della sua
compagnia di teatro dialettale.
La citazione delle varie espressioni dialettali (con traduzione simultanea in italiano) ha preso spunto da vari
momenti della vita di ogni giorno, con specifici riferimenti alle tradizioni, agli usi e ai costumi dei paesi del
vercellese, con quel giusto pizzico d’ironia e di spiritosità che serve a condire in modo piacevole qualsiasi argomento.
La trattazione di Pino Marcone, con alcuni brani letti dai
figuranti, è stata inframmezzata da alcune scenette di
grande comicità recitate dai figuranti stessi.
Al termine della serata, prendendo spunto da una domanda formulata da un socio, Pino Marcone ha confermato che, purtroppo, il dialetto è rimasto in uso solo in
alcune insegne commerciali (trattorie, osterie, ecc.) ma,
non essendo più praticato dalle nuove generazioni, è destinato a finire, venendosi così a perdere un patrimonio
culturale di grande importanza.
Il Relatore Marcone durante la sua esposizione
I Soci partecipanti alla serata
4
cronaca delle scorse riunioni
RIUNIONE CONVIVIALE APERTA AI FAMILIARI DEDICATA AGLI AUGURI DI NATALE
DEL 17 DICEMBRE (2879)- SEMINARIO ARCIVESCOVILE
Ha presieduto:
Soci Onorari:
Ospiti del Club:
Soci Presenti:
Nuovi Soci Presentati:
Ospiti di Soci:
Rotariano in visita:
Il Presidente Willy Materi
Prof. Carlo Sarasso Past Governor e Signora;
Mons. Can. Giuseppe Cavallone; Avv.Gianni Ruffino Presidente R.C. Vercelli Sant’Andrea e Signora,
Dr Massimo Accorsero Presidente R.C. Viverone Lago, Signora Carla Passerini, Signora Licia Vandone,
Signora Germana Emanuelli
Aguggia M.e Signora, Ajmino e Signora, Bassi, Beccaro e Signora, Boggia e Signora, Carenzo A.
e Signora, Cena e Signora, Cerutti e Signora, Coggiola A.,Coggiola F. e Signora, Conti G. e Signora,
Corte e Signora, D’Addato e Signora, Degara, Delleani B., Delleani G. e Signora, Finassi e Signora,
Fossale e Signora, Gallo e Signora, Greppi M. e Signora, Signora Isacco, Massa e Signora, Materi W.
e Signora, Materi M., Migliau e Signora, Milano, Minoli, Moroni, Omodei Zorini e Signora, Pagni,
Piazza e Signora, Piccioni, Picco, Pomati, Prando, Pretti e Signora, Pretti M., Provera e Signora,
Reverchon E., Ricci, Rognoni, Rosso e Signora, Santoro e Signora, Sassi, Stringi, Tasso e Signora,
Trivi, Vancetti e Signora, Vandone e Signora, Ventura, Villani L. e Signora
Dott. Massimo Bagliani, Arch. Guido Carrà, Dott.ssa Anna Pagni, Dott.ssa Chiara Pavese
Dott.ssa Sabrina Corte e Dr. Carlo Bagliani Ospiti di Corte, Marinella Moroni e Cristiano Ponzi ospiti di
Moroni, Signora Mariuccia Pomati ospite di Pomati, Signora Martina Piccioni ospite di Piccioni
Dr Fabrizio Ruffino R.C. Santhià-Crescentino
Il 17 dicembre, nel salone San Carlo del Seminario di
Vercelli, si è tenuta la serata conviviale degli auguri
natalizi con la partecipazione di quasi 130 persone
(soci del Rotary, Rotaract e Interact, ospiti e invitati).
Il Presidente Willy Materi ha rivolto ai presenti un saluto e un pensiero augurale, dando quindi la parola a
mons. Giuseppe Cavallone che ha ringraziato per
l’invito e ha provveduto alla benedizione del cibo.
Durante una pausa della cena sono stati presentati i
nuovi soci Rotary: Massimo Bagliani, Guido Carrà,
Anna Pagni e Chiara Pavese.
La cena, caratterizzata da un menù raffinato e da un
servizio elegante, si è svolta in un clima festoso e amichevole, vivacizzato dalla presenza di tanti giovani.
Willy e Nicole Materi hanno donato un oggetto augurale a tutti i presenti e, al momento del caffè e del
“dulcis in fundo”, serviti nella sala S. Eusebio, i giovani del Rotaract e dell’Interact hanno provveduto a
raccogliere offerte per i loro service mettendo a disposizione pandori, vino e risotti confezionati.
I Soci durante la serata
5
notizie
OBIETTIVI E PROGETTI 2014 DELL' INTERACT CLUB
Il rinato Club Interact di Vercelli ha iniziato un programma ricco di
eventi e di progetti ai quali stanno collaborando molto assiduamente e con molto impegno tutti i soci; il service del Club è la raccolta
fondi in favore del Pronto Soccorso di Vercelli: si tratta dell’acquisto di un sistema di analgesia con protossido, per procedure e manovre, per garantire a tutti, bambini e adulti, un Pronto Soccorso
senza dolore del costo 1500 euro.
Gli Interactiani hanno partecipato attivamente e con entusiasmo alla
raccolta fondi, omaggiando i vercellesi di risotti pronti aromatizzati,
avvenuta in primo luogo nel periodo natalizio nel centro città per
poi continuare, non solo nelle famiglie dei singoli soci, ma anche in
altre occasioni organizzate successivamente a gennaio e continuerà
fino al 21 febbraio, quando sarà consegnato il ricavato alla Dott.
Roberta Petrino, primario del Pronto Soccorso dell’Ospedale
Sant’Andrea di Vercelli.
Il ricavato che il Club si è proposto di raccogliere è molto ambizioso, tenendo anche presente che l’Interact è ancora molto giovane
ed è il suo primo service, pertanto i soci stanno lavorando con
molta determinazione e tenacia al fine di raggiungerlo.
• Auguri agli amici che compiono gli anni
Massimo Bagliani il 04/01; Alessandro Pagni il 07/01; Claudio Gabutti
l’11/01; Antonio Moroni il 14/01; Maria Ausilia Bellotti il 17/01;
Enrico Reverchon il 26/01; Francesco Coggiola il 27/01.
Fiorenzo Tasso il 02/02; Paolo Gallo il 07/02; Giovanni Milano
l’11/02; Luca Migliau il 21/02; Giuseppe Stringi il 28/02.
Sono a disposizione presso la segreteria le TESSERE 2013-2014.
I Soci possono ritirarla nell’orario di apertura di lunedì, martedì e
giovedì dalle ore 9,30 alle ore 12.
la lettera del Governatore
LETTERA DI GENNAIO 2014
IL PROBLEMA DELL’ EFFETTIVO
minima parte transitano poi nei nostri Club Rotary, vanificando anni di lavoro e di sforzi che abbiamo investito sulla loro crescita e formazione”.
Continua Arezzo: “Valutiamo la fattibilità di un e-Club che riunisca gli ex
Alumni del Distretto (ex rotaractiani, ex borsisti e via dicendo). Molti di loro
infatti non sono disponibili a transitare nel Rotary o per problemi economici
o per pressanti impegni lavorativi che non permettono loro di liberarsi ad orari definiti. Un e-Club verrebbe incontro a queste esigenze intanto limitando
al minimo i costi, non essendo previsti incontri e quindi eliminando i costi
dei pasti; e poi permettendo, con le riunioni on line, una assoluta flessibilità
di luogo e di orario. Un e-Club inoltre può riunire soci sparsi su tutto il Distretto, ovviando alla difficoltà di trovare 20-25 Alumni nella stessa città. I soci dell’e- Club potrebbero, dopo qualche anno, transitare in un più tradizionale Rotary Club, una volta superati i problemi ostativi iniziali. Nel caso si individuassero più Alumni nella stessa città, si potrebbe prendere in considerazione anche la fattibilità di un Club Satellite, anche questo a costi ridotti,
maggiore flessibilità e la possibilità di transitare poi nel Club Sponsor”.
Mentre tutto quanto detto rappresenta un auspicio e un impegno per il
futuro, desidero segnalare un’altra splendida nascita - dopo quella del Settimo Torinese - nel nostro Distretto: l’Interact Club di Chivasso, che ha ricevuto la Carta il 12 dicembre, grazie alla passione e al lavoro del Club padrino e del suo Presidente Roberto Germanetti, del Rotaract locale, dei ragazzi coinvolti, dell’RD Stefano Ginex, di Anna Rita Rosa.
E anche da Torino, in questo inizio 2014, potrebbe venire una bella
sorpresa. Cogliamo questi segni di speranza!
Sergio
Care Rotariane, Cari Rotariani,
Gennaio, mese della Consapevolezza del Rotary, mi dà l’occasione per
tracciare un bilancio dello “stato di salute” del nostro Distretto, avendo completato - tra il 1° luglio e il 10 dicembre 2013, secondo il calendario previsto
- le visite ai 51 Club: un ringraziamento a tutti per l’accoglienza che mi avete
riservato, un ringraziamento speciale ad alcuni per la particolare sintonia.
La situazione è abbastanza variegata: ci sono Club “in piedi” e Club
“seduti”, ci sono Club in cui la valenza dei services è palpabile e altri per i
quali prevale nettamente la dimensione conviviale, ci sono Club con forte
senso di identità rotariana (molti di questi in provincia e nella cintura, ma
per la verità anche diversi a Torino città) ed altri che sembrano aver smarrito il filo dell’appartenenza.
E’ un quadro in chiaro-scuro, con elementi incoraggianti da un lato (la
vivacità e il dinamismo negli ideali e nell’azione) e preoccupanti da un altro
(la “stanchezza”, il senso della routine, le divisioni interne). In tutti i Club mi
sono posto in ascolto, a tutti ho - molto umilmente - fornito qualche spunto
di riflessione, anche in chiave comparativa, facendo circolare le “migliori
pratiche” viste all’opera. Un aspetto accomuna quasi tutti i Club: la riduzione
dell’effettivo. Nelle parole di Francesco Arezzo, Responsabile per la Zona 12
(cui appartiene l’Italia) della Task Force e-Club e Social Networks, “l’effettivo
è uno dei problemi di più grande attualità a tutti i livelli per i Club Service di
oggi: si assiste ad una diminuzione sia a livello locale sia a livello internazionale. E il Rotary purtroppo non fa eccezione. Questo momento storico vede i
Club italiani in netta contrazione e l’effettivo globale, stagnante da diversi anni, tende negli ultimi mesi addirittura a diminuire”.
L’Italia perde circa 1.000 soci all’anno (su 40.000 totali), il nostro Distretto circa 100 (su 2.500 totali): una emorragia che, accanto alle cause
tradizionali di uscita (decessi, malattie, trasferimenti, disaffezione), annovera da qualche tempo anche la motivazione economica, accentuatasi in
questo periodo di prolungata crisi.
Oltre alle 4 vie di azione (mantenimento dei soci esistenti, ingresso
delle donne, creazione di nuovi Club, costituzione di Club di soli giovani),
si immaginano anche modalità “innovative”: gli e-Club e i Club Satelliti. Ancora nelle parole di Arezzo: “Accanto al problema dell’effettivo abbiamo un
problema di mancata conservazione all’interno della nostra compagine di
troppi ragazzi provenienti dai Club giovanili. Gli ex rotaractiani, gli ex borsisti, gli ex partecipanti ai Gruppi di Studio o alle Borse per la Pace solo in
6
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
619 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content