close

Enter

Log in using OpenID

Bonelli:«Oncologia non verrà chiusa»

embedDownload
SALUZZO
SANITÀ | LA REPLICA DELL’ASL ALLA PETIZIONE DEI PAZIENTI
Giovedì 15 maggio 2014
7
SENTENZA | LA TRAGEDIA 7 ANNI FA
Bonelli: «Oncologia Ale e Marta,rimborsi
non verrà chiusa»
all’assicurazione
SALUZZO | Oncologia non è a rischio. È la replica di Gianni Bonelli, direttore generale dell'Asl
Cn1, alla petizione consegnata nei giorni scorsi alla direzione sanitaria da centinaia di pazienti e cittadini a Saluzzo circa il presunto rischio di una sospensione del servizio e una chiusura del reparto
nei prossimi mesi.
«Tutte le preoccupazioni contenute nella lettera dice Bonelli -, sono destituite di qualsiasi fondamento. Vi sono stati momenti di difficoltà a seguito
di dimissioni e pensionamenti di personale medico, a fronte dei quali abbiamo però attivato le procedure per le sostituzioni: sono arrivati due nuovi
medic. Stiamo inoltre per pubblicare l'avviso di
concorso per il direttore di Struttura». Bonelli respinge anche le dichiarazioni sul fatto che “non ci
siano indirizzi da parte della Direzione dell'Asl”,
così come l'eventualità della cessazione o riduzione sostanziale del servizio. «Lavoriamo per la
sempre maggiore integrazione tra Savigliano e Saluzzo - conclude Bonelli -, cioè di quelle che consideriamo due sedi di un unico ospedale, per garantire risposte efficaci ai bisogni di salute degli assisti-
ti del territorio di riferimento. La diffusione di ipotesi e di notizie false o denigratorie mina alla base il
rapporto di fiducia del cittadino-utente con l'Asl e
ostacola il processo di trasformazione in corso per
l'ospedale di Saluzo. A Saluzzo l'attività, anche
quella oncologica, continua. Nell'ultimo anno abbiamo istituito la Ventiloterapia, attivato i letti di
continuità assistenziale a valenza sanitaria e rafforzato l'attività di diabetologia, creando le condizioni per dare un presente e un futuro all'ospedale».
USTIONATO NELL’INCENDIO
Grave un bracciante
SALUZZO | Un bracciante agricolo di nazionalità indiana, 46 anni, è rimasto ustionato in modo
grave in seguito all’incendio dell’abitazione, in località Colombaro dei Rossi. È accaduto tra venerdì e sabato. Determinante l’intervento di vigili
del fuoco e 118. Secondo le prime ricostruzioni
l’uomo avrebbe cercato di accendere una stufa con
un flacone di benzina.
Bottega scuola in 23 aziende
SALUZZO | Ha riscosso un
grande successo sul territorio
saluzzese, decisamente superiore alle aspettative, il progetto
“Bottega scuola”. Un'iniziativa
concreta, nell'ambito delle Politiche attive del Lavoro, che prevede l'attivazione di una serie di
tirocini retribuiti, favorendo anche l'incontro sul territorio tra
domanda e offerta di lavoro. Il
progetto nell'area saluzzese
(città, valli e pianura) è gestito
dal Comune, ma coinvolge
complessivamente anche i comuni di Savigliano e Fossano, la
presidenza del Consiglio dei
Ministri, la Regione Piemonte,
la Provincia di Cuneo, la Camera di Commercio di Cuneo, il
Centro per l'Impiego ed il CnosFap. Il bando prevede in tutto, in
provincia di Cuneo, l'inserimento formativo (di 3 mesi rinnovabili di altri 3) di 32 giovani disoccupati tra i 18 e i 29 anni. I tirocinanti vengono retribuiti con
un rimborso mensile di 530 euro, mentre le aziende ricevono
300 euro al mese per il tutoraggio. Nell'area saluzzese, sono
ben 23 le ditte aderenti al progetto, per un totale di 11 tirocini al
momento attivabili. Tuttavia, alla luce dell'elevato numero di
domande, nettamente superiore
a quello delle aree saviglianesi e
fossanesi, i fondi a disposizione
potrebbero aumentare, anche
con il coinvolgimento della fondazione Crs, per arrivare quindi
al soddisfacimento di tutte le richieste.
I responsabili del progetto Bottega scuola
«Abbiamo avuto una grande risposta del territorio - ha sottolineato l'assessore comunale al
Welfare Alida Anelli -, segno
che abbiamo lavorato bene,
coinvolgendo tutti i canali di-
sponibili. A questo proposito,
intendo ringraziare il Centro per
l'Impiego e il Cnos di Saluzzo
per l'impegno profuso».
MPel
SALUZZO | Una tragedia che
ha segnato Saluzzo. Sette anni
fa, alla festa dei ragazzi del 25
aprile in pieno corso al Foro
boario, Alessandro Simonetta e
Marta Panero, 14 e 13 anni, perdevano la vita dopo una corsa in
scooter finita contro una catasta
di pali. Ora è arrivata la sentenza che riconosce all’Axa – l’assicurazione del motorino di un
coetaneo di Ale – di chiedere il
rimborso per i danni liquidati
alla famiglia.
La somma in ballo è di 343 mila euro. Secondo il giudice
Marco Lombardo va ripartita in
misura uguale tra il Comune di
Saluzzo in quanto titolare della
strada e - parzialmente - dell’appezzamento di terreno su
cui si trovavano i pali, la ditta
proprietaria dei pali, i genitori
del conducente il ciclomotore
(per la responsabilità nell’uscita di strada a velocità elevata) e
il proprietario dello scooter risultato “potenziato” e non omologato al trasporto di due
persone.
Il Consorzio agrario, proprietario di un’altra parte del terreno
al centro della vicenda, ha già
risarcito la sua quota.
Per il papà di Alessandro, Francesco Simonetta, «questo caso
dimostra come il fattore umano
non conti nulla».
Vien da pensare, la beffa oltre il
danno. E ha dato incarico al suo
legale, l’avvocato Michele
Cammarata di Parma, di valutare il ricorso in Appello, non appena sarà notificata la sentenza.
«Ha ragione Simonetta ad essere amareggiato – dice l’avvocato Cammarata – anche perché
Ale Simonetta e Marta Panero
in passato ci sono state sentenze, in merito alle legittime richieste della famiglia, di ben altro segno».
Sentenze che riconoscevano il
diritto al risarcimento.
«A tale riguardo aspettiamo che
si pronunci – su questo filone diverso dalla vicenda dell’assicurazione – la Corte d’appello di
Torino il prossimo 30 maggio».
RC
FESTA DEL CNOS - FAP ALL’ORATORIO DON BOSCO
SALUZZO | Mercoledì i ragazzi del centro di
formazione professionale Cnos-Fap di Saluzzo
e Savigliano (erano presenti anche alcuni ragazzi di Fossano) si sono ritrovati all'oratorio don
Bosco per l'annuale festa del Centro. I ragazzi
sono stati accolti dal responsabile dell'oratorio,
don Marco Gallo, e dal presidente degli exAllievi Mike Bianco. A celebrare la messa è stato il
direttore del Cnos, don Gabriele Miglietta. Poi
spazio ai tornei sportivi.
[Foto di Cesare Fea]
LUNEDI POMERIGGIO A TORINO
DEI VINI E DEI SAPORI
“Il Marinaio” di Fulvia Viola
presentato al Maggio dei libri
“Il Marinaio” della scrittrice saluzzese
Fulvia Viola Barbero è stato selezionato
per la manifestazione culturale “Il Maggio dei libri” di Torino. Lunedì 19 l'autrice lo presenterà in modo suggestivo
su un tram d'epoca, risalente agli anni
'20, che partirà dalla zona vicino all'imbarco dei Murazzi alle 15,30 (vicino al
monumento di Garibaldi) per rientrare
nelle stesso luogo mezz'ora dopo.
Il libro, edito da Fusta, narra la vicenda
di Remo Viola, padre dell'autrice, che
sopravvive alla deportazione, ma che
dopo la Liberazione, assieme agli altri
ex internati, ritorna alla anonima quotidianità, cercando quasi di
passare inosservato per non infastidire l'opinione pubblica con i fantasmi di una prigionia scomoda.
CONTRATTO
di Casale Claudio & s.n.c
CONSULENZA GRATUITA
SULLA DECORAZIONE
DEI VOSTRI LOCALI
ED AMBIENTAZIONI
PRODOTTI ECOLOGICI
MANTA- Via Unità d’Italia,15
Cell.347.2999356 - tel.0175.86362 - 0175.289351
fax 0175.730093
Casa Contratto, dal 1876, ha sede nel cuore di Canelli. Gli edifici sono in raffinato Stile Liberty, il periodo architettonico in cui il nome Contratto si affermò e divenne
celebre in tutto il mondo.
Le cantine Contratto sono state scavate nel tufo a 32 metri di profondità, nel cuore della collina che domina Canelli. E' nella maestosa imponenza di queste "cattedrali" sotterranee che nasce la leggenda del metodo classico e di Casa Contratto, primo produttore in Italia a produrre un “Millesimato” nel 1917.
Oggi la CONTRATTO è entrata in una nuova era. Giorgio
Rivetti ed il team de LA SPINETTA, con la straordinaria
passione per la qualità che li contraddistingue, sono impegnati a mantenere e ulteriormente migliorare la qualità degli Spumanti Contratto. La gamma è composta da
sei vini diversi che portano i loro vecchi nomi ma molto
superiori in qualità e con nuovi
look e confezioni.
- Il Millesimato Extra Brut,
80% Pinot Nero
e 20% Chardonnay,
- il For
England Pas
Dosè Blanc de
Noir, 100 % Pinot Nero,
- il For
England Brut
Rosè, 100 % Pinot Nero,
tutti prodotti affinati 30 mesi sui lieviti nelle storiche
Cantine Contratto.
Potranno essere degustati in un grande aperitivo
Venerdì 16 maggio dalle ore 18,30
Presso il VILLAGE ART CAFE' di Savigliano
Via Tapparelli d’Azeglio, 6 | Savigliano (CN) | Tel. 0172.71.30.53 | [email protected] | www.lemarne.it
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
214 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content