close

Enter

Log in using OpenID

Carta dei Servizi - Pediatria application | PDF

embedDownload
CARTA DEI SERVIZI
Regione Veneto
UNITÀ OPERATIVA SEMPLICE DI
PEDIATRIA e NIDO
Ospedale del Cadore
Struttura
Sistema di gestione per la Qualità
Carta dei servizi
Ospedale di Pieve di Cadore
Unità operativa/servizio
Pediatria e Nido
Dipartimento
Direttore
Documento emesso il
dott. Luigi Memo
21/02/2014
Rev. 2
Redazione
Gruppo lavoro
IC Topran d’Agata Elena
Inf. Pelizzon Manuela
Iter di approvazione
Verifica
Servizio qualità
dr.ssa. A. Da Ronchi
URP
Patrizia Milani
Salute della
Donna e del
Bambino
Approvazione
Direzione di Struttura
dott. R. Zanella
Direttore UO
dott. Luigi Memo
Pagina 1 di 13
INDICE
Premessa
Pag. 3
Presentazione
Pag. 3
Progetti in corso
Pag. 3
Di cosa ci occupiamo
Pag. 4
Caratteristiche del reparto
Pag. 4
Il Nido
Pag. 6
Prestazioni ambulatoriali
Pag. 7
Osservazione protetta o Astanteria Pediatrica
Pag. 7
Il ricovero
Pag. 8
Orari di visita ai bambini
Pag. 8
Orari ricevimento dei Medici
Pag. 8
Le attività giornaliere dei bambini
Pag. 9
La dimissione
Pag. 9
Come contattarci
Pag. 10
Gli Operatori
Pag. 10
Come arrivare alla struttura
Pag. 11
Segnalazioni
Pag. 12
Riservatezza
Pag. 12
Aggiornamenti
Pag. 12
Diritti e doveri dei piccoli pazienti
Pag. 13
Pagina 2 di 13
PREMESSA
La presente carta dei servizi, redatta in coerenza con i principi e i contenuti definiti nella Carta dei
Servizi dell’Azienda ULSS n. 1, è rivolta agli utenti allo scopo di fornire loro indicazioni
relativamente a servizi erogati, modalità di accesso alle prestazioni, riferimenti logistici, personale
dell'Unità Operativa, modalità per la segnalazione di eventuali reclami e/o suggerimenti e altro.
PRESENTAZIONE
Questa struttura fa parte dell’UOC di Pediatria dell’ULSS n. 1 Belluno, ed ha, come obiettivo
principale, fornire assistenza a bambini e adolescenti in età compresa fra 0 e 15 anni.
L’unità Operativa Assistenziale eroga prestazioni in regime di ricovero ordinario, di Osservazione
Protetta e attività ambulatoriale.
L’assistenza ai neonati sani è assicurata nell’ambito del NIDO, strettamente collegato all’Ostetricia,
accoglie il neonato dal momento della nascita alla dimissione della madre e del piccolo. Per
l’assistenza al neonato patologico il riferimento è la Sezione neonatale (prime cure) del reparto di
Pediatria, la Patologia Neonatale dell’Ospedale di Belluno, o le Patologie Neonatali di Treviso e
Padova che costituiscono i centri di riferimento per l’intera Provincia.
Presso l’Unità Operativa di Pediatria nelle ore diurne, (h 8 -20), si effettuano consulenze
specialistiche per il Pronto Soccorso con eventuale trattamento di Osservazione Protetta, per un
massimo di 24 ore, oppure Ricoveri Ordinari di più giornate.
Nelle ore notturne (dalle h 20 alle h 8) dal Lunedì alla Domenica è prevista, in caso di
urgenze/emergenze, una Pronta Disponibilità del medico Pediatra, con la costante presenza
dell’Anestesista di Turno e comunque con costante riferimento alla Pediatria dell’Ospedale di
Belluno.
L’area di degenza pediatrica può accogliere anche bambini con patologie Chirurgiche al fine di
garantire un ambiente dedicato e consono alle loro esigenze.
PROGETTI IN CORSO
1. Dal mese di Ottobre 2009 è in opera
un progetto di intrattenimento nato dalla
collaborazione con l’associazione di volontariato “Dottor Clown”. Questo appuntamento si
svolge 1 volta a settimana, solitamente il Giovedì, dalle h 16,30 alle 18,30. I Volontari
operano all’interno del reparto ma anche nelle zone di attesa ambulatoriale. In
concomitanza di questo evento c’è un ambulatorio del controllo crescita nato per agevolare
i genitori che lavorano nelle fasce giornaliere 8.00 -17.00.
2. Dal mese di Giugno 2010 è stato attivato un corso permanente di “MASSAGGIO
INFANTILE”. Questo corso è tenuto da Operatori professionali diplomati AIMI della
Pediatria e si tiene nei locali della Fisioterapia presso lo stabile adiacente all’Ospedale di
Pieve di Cadore. Il Corso consiste in 5 sedute a cadenza settimanale, di durata ognuna di
circa h1.30 con uno o entrambi i genitori (a loro scelta). In tale sede, oltre alle tecniche di
massaggio, viene rafforzata l’importanza del contatto fisico come fonte di benessere per il
bimbo ed il genitore e come ispirazione per una maggior sintonia emotiva tra i due.
3. Si sta iniziando un percorso formativo ed informativo che vorrebbe accompagnare la
famiglia dal momento del concepimento fino allo svezzamento del bambino. Si parlerà di
Imprinting, di Rooming-in, di Allattamento e Svezzamento il tutto improntato ad una
continuità ed omogeneità informativa.
Pagina 3 di 13
4. Sono iniziati con dicembre 2010 i corsi sull’importanza del portare e l’utilizzo della fascia.
Promossi già in sede del “Corso di preparazione alla nascita”, sono tenuti da personale
della nostra equipe qualificato e motivato, con l’intenzione di stimolare più possibile il
rapporto genitore-figlio al fine di una crescita equilibrata e serena del bambino.
DI COSA CI OCCUPIAMO
•
L’Unità Operativa ha parte attiva nel primo intervento a qualsiasi bambino patologico da 0
a 15 anni, che accede al Pronto Soccorso, che nasce in Sala Parto o in Sala Operatoria.
•
Ospita tutte le Astanterie Pediatriche sottoforma di Osservazioni Protette, i Ricoveri
Ordinari ed i ricoveri di Chirurgia Pediatrica.
•
È responsabile dell’assistenza al neonato sano fino alla dimissione sua e della madre e
interviene con diagnosi e cura del neonato patologico avvalendosi dei riferimenti
Provinciali e Regionali di supporto Neonatale.
•
Il regime di Ricovero è strutturato per patologie acute e per il controllo e la terapia delle
patologie croniche anche come supporto locale per pazienti in cura specialistica in
ospedali specializzati ma lontani.
•
Tutte le mattine, alle ore 8.00, dedichiamo uno spazio per i prelievi ematici dei bambini
che accedono al Laboratorio Analisi come Pazienti Esterni.
•
Diamo assistenza Ambulatoriale ai Bimbi Oncologici che necessitano di controlli ematici
frequenti e sono portatori di CVC, eseguiamo quindi i lavaggi CVC e medicazioni
periodiche.
•
Organizziamo Corsi di Massaggio Infantile e Corsi sull’uso della fascia e sul portare tenuti
da istruttori interni autorizzati.
•
Promuoviamo l’allattamento al seno in sede di ricovero e nei controlli di crescita.
•
Promuoviamo, nelle giornate di degenza al nido, l’importanza del portare il bambino come
rinforzo della relazione madre-figlio e organizziamo dei corsi sui metodi del portare e l’uso
della fascia nelle varie fasi di crescita del bambino.
LE CARATTERISTICHE DEL REPARTO
Siamo collocati al 1° piano ala Est. Si accede tram ite la portineria, corridoio a sx (verso il Servizio
Cardiologico) e salendo al 1° piano con scala o asc ensore montalettighe. Il Reparto è stato
completamente rinnovato sia nella struttura che nella tecnologia nell’anno 2010, ed è strutturato
per essere confortevole e famigliare per i piccoli ospiti.
Le pareti sono completamente lavabili e con grandi disegni di cieli, nuvole, arcobaleni e prati fioriti.
La sala giochi è attrezzata con arredi ecologici, munita di giochi e libri per le varie fasce di età
contiene una tv con megaschermo e DVD per filmati e Cartoni animati molto graditi ai piccolini.
Inoltre anche le stanze di degenza sono fornite di TV e citofoni comunicanti con il Personale.
Alla porta di entrata (porta antincendio chiusa) si trova una sala d’attesa con finestra sul Nido ed
una porta di comunicazione con il Reparto Ostetrico. Tale Sala è fornita di giochi per i piccolini e di
campanello per segnalare la presenza in attesa degli utenti.
Pagina 4 di 13
Strutturalmente abbiamo:
1. Isola Neonatale per le prime cure al neonato patologico, munito di n. 1 postazione fornita di
1 termoculla e 1 lampada per fototerapia, Monitor per i parametri vitali, pulsossimetro, e
Pompa Infusionale.
2. “Ambulatorio medicheria” attrezzato per l’urgenza, con postazione pc ed armadio
farmaceutico. Monitor parametri vitali, pulsossimetro, pompa infusionale e carrello di prima
emergenza.
3. Studio per i Medici munito di PC con archivio cartelle.
4. n. 3 Stanze di degenza doppie con bagno, per ospitare o bambini o lattanti poiché i letti
sono adattabili all’età dei bimbi. Tali stanze, essendo munite di bagno, possono essere
adibite tutte ad isolamento infettivo per le patologie del caso.
5. Segreteria con archivio, documentazione di accreditamento, postazione pc, fax e
fotocopiatrice.
6. Cucina di reparto per la preparazione del latte e delle pappe per i lattanti.
7. Magazzino guardaroba ed archivio prestazioni.
8. Sala giochi per l’intrattenimento dei bambini.
foto1. Sala giochi
foto 2. Stanza degenza bambini.
Pagina 5 di 13
foto3. Reparto- corridoio
Il NIDO
Il Nido è operativo 24 ore su 24 con personale dedicato e specializzato nelle cure al Neonato sano.
Completamente ristrutturato, è fornito di :
1 Una zona allattamento riservata alle mamme.
2 Una zona di cure dove le mamme possono accedere per cominciare ad accudire i loro piccoli
con l’assistenza del Personale.
Una vetrata sull’esterno consente la visione diurna ai famigliari dei piccoli. Presso il NIDO, nelle
prime ore di vita dei bimbi, vengono effettuati i test metabolici e gli screening neonatali per quanto
riguarda malattie genetiche e malattie rare, come previsto dai progetti regionali.
Alle neomamme vengono insegnate le cure igieniche al neonato, il bagnetto, la cura del cordone
ombelicale, le istruzioni di base per un buon allattamento, l’importanza del contatto fisico e del
massaggio.
Pagina 6 di 13
foto 4. Nido
PRESTAZIONI AMBULATORIALI
Le prestazioni ambulatoriali si eseguono previo appuntamento telefonico al n. 0435 341246 dal
Lunedì al Venerdì dalle h 11,30 alle h 12,30. Prima di recarsi in ambulatorio bisogna passare
all’ufficio cassa, all’entrata dell’ospedale, per espletare la parte economico-burocratica. Muniti della
ricevuta ci si reca in ambulatorio, si comunica la propria presenza e si attende la chiamata
dell’infermiera. Il bimbo verrà visitato quanto prima.
I tempi di attesa per gli appuntamenti in ambulatorio sono di max. 5 giorni.
L’OSSERVAZIONE PROTETTA O ASTANTERIA PEDIATRICA
Dopo l’accesso al Pronto Soccorso il bimbo viene inviato al Pediatra per consulenza. Qualora il
medico prescriva degli esami urgenti o voglia tenerlo in osservazione alcune ore, max. 24 h, si
attiva la modalità di astanteria pediatrica detta Osservazione Protetta.
L’Osservazione protetta viene effettuata in reparto pediatrico, con letto di degenza e vitto, per un
massimo di 24 ore previa attivazione obbligatoria del Pronto Soccorso. Responsabile di questa
degenza è il Medico Pediatra, mentre per la parte assistenziale, la competenza è del personale
Infermieristico della Pediatria. Durante queste ore il bimbo viene monitorato nelle sue funzioni
vitali, si eseguono esami urgenti necessari ed eventuali terapie prescritte.
Al termine il bimbo viene dimesso con consulenza e rinviato al Pronto Soccorso per la chiusura
della pratica burocratica.
Pagina 7 di 13
IL RICOVERO
I pazienti posso accedere al reparto sia in regime ambulatoriale, sia di ricovero nelle sua varie
modalità (ricovero ordinario o urgente da Pronto Soccorso), su proposta di un Medico dell’Unità
Operativa o di un Medico di Base, od ancora, per trasferimento concordato da altro Ospedale o da
altra Unità Operativa. Il paziente che segue una terapia o una dieta speciale a domicilio, deve
renderla nota al Medico o all’Infermiera professionale al momento del ricovero, così come produrre
tutta l’eventuale documentazione medica in suo possesso.
Per i bimbi più piccoli è consigliabile la presenza continua di un famigliare, possibilmente un
genitore, i quali hanno accesso al reparto in qualsiasi momento della giornata.
Per tutti gli altri famigliari e visitatori è obbligatorio il rispetto degli orari sottoscritti.
• Orari di visita ai degenti:
Lunedì
-
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
-
-
-
-
-
10.30 - 11.30
14.30 - 16.00 14.30 - 16.00 14.30 - 16.00 14.30 - 16.00 14.30 - 16.00 14.30 - 16.00 14.30 - 16.00
18.30 - 20.00 18.30 - 20.00 18.30 - 20.00 18.30 - 20.00 18.30 - 20.00 18.30 - 20.00 18.30 - 20.00
• Orari di ricevimento:
I genitori potranno essere ricevuti dal Direttore e dai Medici del reparto nei seguenti orari:
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
10,30 -12,00 10,30 -12,00 10,30 - 12,00 10,30 - 12,00 10,30 -12,00 10,30 - 12,00 10,30 - 12,00
16,30 -18,00 16,30 - 18,00 16,30 - 18,00 16,30 - 18,00 16,30 - 18,00 16,30 - 18,00 16,30 - 18,00
Pagina 8 di 13
Le attività giornaliere dei bimbi sono così distribuite:
h 7.00
Inizia la giornata
h 7.15
Tutti a lavarsi mentre gli operatori riordinano e puliscono le stanze.
h 7.30
Prelievi ematici ai bimbi ricoverati ed in osservazione.
h 8.00
Colazione per tutti
h 8.30
Visita Medica
h 9.00
Giocare, disegnare, studiare, leggere o altro
h 11.00
Lavarsi le mani e Pranzare
h 12.30
Riposo
h 14.00
Misurazione della temperatura corporea
poi
Giocare, disegnare, studiare …….
h 16.30
Merenda
h 17.30
Visita Medica
h 18.30
Si cena
h 20.30
Lavarsi denti, culetto e piedini e prepararsi per la notte
h 21.00
Ultimo latte della giornata e poi si dorme.
BUONANOTTE
NB Queste stesse informazioni per i più piccoli sono collocate nelle stanze di degenza
LA DIMISSIONE
Alla dimissione del bimbo viene consegnata ai genitori la lettera per il Medico Curante contenente
la relazione Clinica e l’eventuale terapia da seguire a domicilio.
Questa relazione contiene i principali dati clinici che hanno caratterizzato il ricovero, le indicazioni
sul modello di vita e sulla dieta da seguire, lo schema di follow-up previsto e le date di esami e
controlli già programmati.
Viene attivata la dimissione protetta per pazienti con particolari condizioni socio-ambientali e
sanitarie.
Il Medico Pediatra avrà inoltre cura di compilare le ricette per i farmaci domiciliari e le impegnative
per gli esami o visite programmati.
Pagina 9 di 13
COME CONTATTARCI
Segreteria tel. 0435 341246
Fax 0435 341247
Studio Medici tel. 0435 341250
e-mail [email protected]
OPERATORI
Nominativo:
Dott. Luigi Memo
Dott. Calgaro Giorgio
Dott.ssa Coletta Simone
Dott.ssa De Stefano Michela
Dott. Distefano Salvatore
Dott.ssa Maria Marcella Orrù
Topran Elena
Pediatria:
Filomena Del Prete
Da Rin Marisa
De Riva Elena
Meres Isabella
Pellizzon Manuela
Nido:
Scarsi Stefania
Galvan Laura
Gerotto Annalisa
Giacchetti Celsa
Mastrapasqua Saveria
Pezzutto Patrizia
Operatrici:
Crepaz Antonietta
Franchina Laura
Soppelsa Maria
Tabacchi Annamaria
Funzione:
Direttore
Dirigente Medico a contratto libero professionale
Dirigente Medico
Dirigente Medico
Dirigente Medico a contratto libero professionale
Dirigente Medico
Infermiera Coordinatrice
Infermiera Pediatrica
Infermiera Pediatrica
Infermiera
Infermiera Pediatrica
Infermiera
Infermiera Pediatrica
Puericultrice
Puericultrice
Infermiera Pediatrica
Puericultrice
Puericultrice
(part/time)
(part/time)
( part/time )
(Nido)
(Nido)
(Nido)
(Nido)
Operatore Socio Sanitaria ( part/time )
Ausiliaria Socio Sanitaria ( part/time )
Ausiliaria Socio Sanitaria ( part/time )
Ausiliaria
Pagina 10 di 13
COME ARRIVARE ALLA STRUTTURA
Ospedale di Pieve di Cadore - Sede: via Colonie, 1
32044 Pieve di Cadore
posizione 102-Ospedale Pieve di Cadore
In automobile
www.autostrade.it
Da Belluno SS 51 Alemagna.
Dall’Agordino SR 203 – 204 e poi SS 51 Alemagna.
Dal Feltrino SS 50 poi SS51 Alemagna.
Da Venezia Autostrada A27 uscita a Pian di Vedova poi SS 51 Alemagna.
In autobus
www.dolomitibus.it
Dalla stazione ferroviaria di Calalzo - linea per Pieve di Cadore/Cortina oppure
Calalzo/Belluno.
Dalla Stazione di Belluno – linea Belluno/Calalzo – fermata Pieve di Cadore.
Da Cortina – linea Cortina/Calalzo fermata Pieve di Cadore.
Dal Complico – linea Pedola/Santo Stefano/Calalzo /Belluno fermata Pieve di Cadore.
Da Sappada – linea Sappada/Santo Stefano/Calalzo/Belluno fermata Pieve di Cadore.
Da Auronzo – linea Auronzo/Calalzo/Belluno fermata Pieve di Cadore.
In treno
www.trenitalia.com
La stazione ferroviaria più vicina è quella di Calalzo a circa 3 km di distanza con
collegamenti continui di Autobus, linee per Cortina e Belluno.
Posteggio taxi di fronte all'ingresso principale - telefono taxi 336524094 Fop – 3480590240
Coldebella.
Fermata Autobus in Centro a Pieve di Cadore.
Posteggio Auto fronte Ospedale.
Pagina 11 di 13
SEGNALAZIONI
L'Unità Operativa (o il Servizio) garantisce la funzione di tutela nei confronti del cittadino anche
attraverso la possibilità di presentare osservazioni, opposizioni e reclami (segnalazioni) che
rilevano situazioni di disservizio e atti o comportamenti con i quali si nega o si limita la fruibilità
delle prestazioni, anche rispetto a quanto contenuto nella presente Guida ai servizi.
Il cittadino che intenda inoltrare una segnalazione (compresi i suggerimenti, le proposte e gli
apprezzamenti) può procedere nei seguenti modi:
Segnalazione scritta
È possibile compilare l'apposita scheda (disponibile presso tutte le Unità Operative e i Servizi )
oppure scrivere una lettera.
La scheda o la lettera possono essere spedite per posta: “Al Direttore Generale dell'ULSS 1 - via
Feltre, 57 - 32100 - Belluno", oppure consegnate direttamente al personale dell'Unità Operativa (o
del Servizio), che provvederà all’inoltro alla Direzione Generale.
Le segnalazioni possono anche essere inviate via fax allo 0437 27717 o via E-mail all’indirizzo:
[email protected] .
È anche possibile recarsi di persona all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) per compilare, con
l’assistenza di un operatore, la scheda di segnalazione.
L'URP provvederà a gestire la procedura di reclamo e a darne riscontro all'interessato.
Segnalazione orale
È possibile contattare l'URP telefonando al numero verde 800857039 oppure allo 0437 516797/98.
Regolamentazione
La procedura e le modalità di presentazione delle segnalazioni sono definiti dal Regolamento di
Pubblica Tutela, disponibile presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico e contenuto nella Carta dei
Servizi dell'ULSS 1 Belluno consultabile all'indirizzo Internet www.ulss.belluno.it.
RISERVATEZZA
Tutela dei dati personali
Ai sensi D.Lgs. 196/2003 il Direttore di questa Unità Operativa è il responsabile del trattamento dei
dati personali su delega del titolare; garantisce di rispettare e far rispettare le regole di segretezza
e riservatezza dei dati sensibili relativi ai destinatari della prestazione e dei servizi erogati. Per
ulteriori informazioni relativamente alle modalità di trattamento dei dati personali è possibile
rivolgersi al Servizio Convenzioni della ULSS n. 1 di Belluno (via Feltre, 57 - 32100 - Belluno - tel.
0437-5 / Fax: 0437-516799).
AGGIORNAMENTI
La versione più aggiornata di questa Carta dei Servizi è disponibile sul sito Internet aziendale:
http://www.ulss.belluno.it
Pagina 12 di 13
DIRITTI E DOVERI DEI PICCOLI PAZIENTI
Riportiamo la Carta dei Diritti del Bambino in Ospedale redatta nel 1988 dalla European Association for
Children in Hospital (EACH) che ha recepito una Risoluzione del Parlamento Europeo del 1986. Questo
testo rappresenta il manifesto al quale si ispirano tutte le associazioni che negli ospedali svolgono attività per
sostenere i bambini e le loro famiglie.
1. Il bambino deve essere ricoverato in ospedale soltanto se l’assistenza di cui ha bisogno non
può essere prestata altrettanto bene a casa o in trattamento ambulatoriale.
2. Il bambino in ospedale ha il diritto di avere accanto a sé in ogni momento i genitori o un loro
sostituto.
3. L’ospedale deve offrire facilitazioni a tutti i genitori che devono essere aiutati e incoraggiati a
restare. I genitori non devono incorrere in spese aggiuntive o subire perdita o riduzione di
salario. Per partecipare attivamente all’assistenza del loro bambino i genitori devono essere
informati sull’organizzazione del reparto e incoraggiati a parteciparvi attivamente.
4. Il bambino e i genitori hanno il diritto di essere informati in modo adeguato all’età e alla loro
capacità di comprensione. Occorre fare quanto possibile per mitigare il loro stress fisico ed
emotivo.
5. Il bambino e i suoi genitori hanno il diritto di essere informati e coinvolti nelle decisioni relative
al trattamento medico. Ogni bambino deve essere protetto da indagini e terapie mediche non
necessarie.
6. Il bambino deve essere assistito insieme ad altri bambini con le stesse caratteristiche
psicologiche e non deve essere ricoverato in reparti per adulti. Non deve essere posto un limite
all’età dei visitatori.
7. Il bambino deve avere piena possibilità di gioco, ricreazione e studio adatta alla sua età e
condizione, ed essere ricoverato in un ambiente strutturato arredato e fornito di personale
adeguatamente preparato.
8. Il bambino deve essere assistito da personale con preparazione adeguata a rispondere alle
necessità fisiche, emotive e psichiche del bambino e della sua famiglia.
9. Deve essere assicurata la continuità dell’assistenza da parte dell’équipe ospedaliera.
10. Il bambino deve essere trattato con tatto e comprensione e la sua intimità deve essere
rispettata in ogni momento.
La carta dei diritti e dei doveri dei pazienti e dei loro congiunti è disponibile a questo indirizzo:
http://www.abio.org/campagne_carta_diritti.asp
SINTESI DELLE MODIFICHE
Rev.
0
1
2
Data
16/10/2009
31.05.2011
21/02/2014
Descrizione modifiche
Prima Emissione
Aggiornamento dei dati
Aggiornamento dei dati con la revisione in base al format aziendale
Pagina 13 di 13
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
572 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content