close

Enter

Log in using OpenID

bando - Regione Calabria

embedDownload
Stazione Unica Appaltante Comunale
Prot. Gen. n.90459 del 21.11.2014
COMUNE DI CATANZARO
STAZIONE UNICA APPALTANTE COMUNALE
BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA
OGGETTO: Appalto integrato. Lavori e progettazione definitiva ed esecutiva dei lavori di
consolidamento e ripristino dell’agibilità della scuola Materna ed Elementare di via Forni –Loc.
Fortuna. CIG:59831191FE – CUP:D61E14000240004 ”.
SEZIONE I AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE
I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL’AMMINISTRAZIONE
AGGIUDICATRICE
Comune di Catanzaro – Settore Settore Gestione del Territorio
Indirizzo: Via G. Iannoni, 68 – 88100 Catanzaro - Italia
Indirizzo Internet : : www.comunecatanzaro.it
Punti di contatto per informazioni di carattere tecnico:Il RUP Geom. Giuseppe Mancuso TF.:
+39.0961.881232 e-mail: [email protected] –
Pec: giusepe.mancusòcertificata.couneatanzaro.it
I.2) INDIRIZZO AL QUALE INVIARE LE OFFERTE E LE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE
Denominazione: Stazione Unica Appaltante Comunale
Indirizzo: Via G. Iannoni, 68 – 88100 Catanzaro – Italia
Tel.0961-881387-PEC:[email protected]
IndirizzoInternet : www.comunecatanzaro.it
Punti di contatto per informazioni in ordine alla gara: Dott. Giuseppe Arnò –
TF.: +39.0961.881387 email :[email protected]
I.3) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE: autorità locale.
I.4) PRINCIPALI SETTORI DI ATTIVITA’: Servizi generali delle amministrazioni pubbliche
SEZIONE II: OGGETTO DELL’APPALTO (PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE)
II.1) Descrizione
II.1.1) DENOMINAZIONE CONFERITA ALL’APPALTO DALL’AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE:
Questa Amministrazione indice, ai sensi dell’art.55 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i.,procedura aperta per
l’affidamento dei lavori in oggetto, mediante appalto integrato in base a quanto disposto dall' art. 53 comma
2 letto c) Decreto Legislativo n.163/2006 e s.m.i .. e dall'art. 168 del D.P.R. 207/2010 e dell’at. 9 della legge
n.164 dell’11.11.2014 (sbocca Italia).. La gara è effettuata sulla base di un progetto preliminare redatto
secondo quanto disciplinato dagli art. 17 e seguenti del DPR n. 207/2010 e s.m.i.. L'appalto sarà
aggiudicato, secondo il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa art 83 D. Lgs. n.163/2006 e
secondo i criteri e le modalità indicate nel disciplinare allegato al presente bando per farne parte integrante e
sostanziale.. Si procederà alla verifica delle anomalie, ai sensi degli articoli.86 comma 2,87 e 88 D. Lgs
n.163/2006 e s.m.i.
II.1.2) TIPO DI APPALTO E LUOGO DI ESECUZIONE: lavori e servizi-progettazione ed esecuzione ex art.
53, comma 2, lett. c) d.lgs. n. 163/2006 e s.m.i. Comune di Catanzaro (CZ).
II.1.3) INFORMAZIONI SUGLI APPALTI PUBBLICI: l’avviso riguarda un appalto pubblico
II.1.4) BREVE DESCRIZIONE DELL’APPALTO: l’appalto ha per oggetto la progettazione definitiva ed
esecutiva, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, la realizzazione dei lavori a CORPO di:
Stazione Unica Appaltante Comunale
lavori di consolidamento e ripristino dell’agibilità della scuola Materna ed Elementare di via Forni –
Loc. Fortuna”.
II.1.5) DIVISIONE IN LOTTI:
sì
no
II.1.6) AMMISSIBILITÀ DI VARIANTI:
sì
no
Non sono ammesse varianti rispetto ai vincoli imposti dal progetto preliminare posto a base
dell’affidamento,nel mentre sono previste tutte le varianti migliorative delle performance funzionali ed
architettoniche, strutturali ed impiantistiche anche in materia di maggior risparmio energetico, minori costi
di gestione,maggiore compatibilità ambientale,minore incidenza degli interventi di manutenzione,come da
criteri determinati per l’attribuzione del punteggio tecnico.
II.1.7)VOCABOLARIO COMUNE PER GLI APPALTI (CPV): 45223200-8
II.1.8) INFORMAZIONI RELATIVE ALL’ACCORDO SUGLI APPALTI PUBBLICI (AAP):l’appalto non è
disciplinato dall’accordo sugli ap palti pubblici (AAP).
II.2) QUANTITATIVO O ENTITÀ DELL’APPALTO INTERAMENTE A CORPO
II.2.1) QUANTITATIVO ENTITÀ TOTALE: Importo a base di gara, IVA esclusa, Euro: 2.246.831,710 di
cui:
 €.2.035.210.00 per lavori "a corpo",(soggetti a ribasso) al netto degli oneri di sicurezza e delle spese
di progettazione;
 €.252.127,42 per spese di progettazione definitiva, esecutiva e coordinamento della
sicurezza in
fase di progettazione, soggetti a ribasso di gara ;
 €. 70.000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso
Categorie e Classifiche delle opere :
Dalla relazione generale del Progetto Preliminare , dal Capitolato Speciale Prestazionale e dagli elaborati
tecnici si evincono, per l'intervento le seguenti categorie e classificazioni:
IMPORTO
LAVORAZIONE
CATEG.
EDIFICI CIVILI E
INDUSTRIALI
OG1
IMPIANTI TECNOLOGICI
OG11
CLASSE
%
IN EURO
65,347%
1.329.949,00
Prevalente
subappaltabile
al 30%
34,653%
705.261,00
Scorporabile
e subappaltabi
le
III
II
Tipologia
Requisiti relativi alla progettazione:corrispondenze classe e categorie
Le classi e categorie dei lavori oggetto di progettazione definitiva ed esecutiva,individuate con riferimento
alle elencazioni di cui all’art.14 della legge 2 marzo 1949 n.143,sono riportate nella seguente tabella:
Stazione Unica Appaltante Comunale
Oggetto
Edifici civili, industriali.scuole,ecc.
Impianti tecnologici
classe
I
III
categoria
b
a-b-c
Importo lavori
Euro 1.329.949,00
Euro 705.261,00
Le caratteristiche generali dell’opera, la natura e l’entità delle prestazioni con riferimento alla normativa che
le prescrive, sono specificatamente indicate nel capitolato, nel disciplinare e negli elaborati tecnici del
progetto preliminare allegato al bando
II.2.2) OPZIONI:
II.3)Luogo.,durata dell’appalto o termine di esecuzione




SÌ
NO
Il luogo di esecuzione dell’appalto è in Catanzaro
Il sistema di realizzazione di lavori è a corpo
Per la progettazione esecutiva: giorni 30 naturali e consecutivi decorrenti dall’ordine di servizio del
R.U.P. di avvio della progettazione;
Per i lavori: nel termine proposto dall'aggiudicatario e comunque non superiore a quelli indicati nel
capitolato di gara(trecentosessanta giorni ),naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di
consegna dei lavori.
Termini di esecuzione del Contratto






Ai sensi di quanto disciplinato dall'art. 168 del D.P.R. 207/2010, entro dieci giorni dall'aggiudicazione
definitiva, il R. U. P. avvierà le procedure per l'acquisizione dei necessari eventuali pareri e per
l'approvazione del progetto definitivo presentato in sede di gara. In tale fase l'affidatario provvederà, ove
necessario, ad adeguare il progetto definitivo alle eventuali prescrizioni susseguenti ai suddetti pareri,
senza che ciò comporti alcun compenso aggiuntivo a favore dello stesso. Il progetto definitivo, provvisto
dei pareri di rito, sarà sottoposto a verifica, ex art. 44 e segg. del D.P.R. 207/2010, e, successivamente,
approvato dalla Stazione Appaltante.
Qualora l'affidatario non adegui il progetto definitivo entro trenta giorni dalla comunicazione del R.U.P.
, non si addiverrà alla stipula del contratto, si procederà all'annullamento dell'aggiudicazione definitiva
ed all’escussione della polizza fidejussoria. Si procederà all'interpello progressivo dei soggetti che hanno
partecipato alla procedura di gara, al fine di procedere ad una nuova aggiudicazione;
Fermo restando quanto indicato al primo capoverso dopo la stipula del contratto, a seguito di Ordine di
Servizio, disposto dal R. U. P. , l'affidatario darà inizio alla redazione del progetto esecutivo, che dovrà
essere completata entro il termine di trenta giorni, secondo quanto disciplinato dagli artt. 33 e sego del
D.P.R. n.207/201O, nonché alla relativa consegna alla stazione appaltante, per l'approvazione.
Il progetto esecutivo presentato, sarà sottoposto a verifica da parte della stazione appaltante giusta
quanto disciplinato dalla normativa sui lavori pubblici vigente.
Il progetto esecutivo, non può prevedere alcuna variazione alla qualità ed alle quantità delle lavorazioni
previste nel progetto definitivo presentato come offerta in sede di gara, salvo quanto disposto dai commi
4 e 5 dell'art. 168 del D.P.R. 207/2010 e smi
Tutte le spese contrattuali conseguenti saranno a carico dell’impresa aggiudicataria
SEZIONE III:INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO E TECNICO
III.1) Condizioni relative all’appalto
III.1.1) CAUZIONI E GARANZIE RICHIESTE:
Per i concorrenti:
a)
garanzia provvisoria, a pena di esclusione, di €.42.936,63 intestata a Comune di Catanzaro (2%
dell’importo dell’appalto), ex art. 75 del d.lgs. n. 163 del 2006, mediante fideiussione conforme allo
schema 1.1 approvato con d.m. n. 123 del 2004, integrata dalla clausola esplicita di rinuncia
all'eccezione di cui all'articolo 1957, comma 2, del codice civile;
Stazione Unica Appaltante Comunale
b)
dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa, a pena di esclusione, dal fideiussore e corredata da copia
fotostatica non autenticata del documento di identità, che comprovi il potere di impegnare con la
sottoscrizione la società fideiussore nei confronti della Stazione Appaltante per la tipologia dei lavori
ed importi richiesti.
Per l’aggiudicatario:
1) garanzia fideiussoria definitiva non inferiore al 10% dell’importo del contratto, incrementabile in
funzione dell’offerta, ex art. 113 del d.lgs. n. 163 del 2006, mediante fideiussione conforme allo
schema 1.2 approvato con d.m. n. 123 del 2004, integrata dalla clausola esplicita di rinuncia
all'eccezione di cui all'articolo 1957, comma 2, del codice civile;
2) polizza assicurativa per rischi di esecuzione (C.A.R.) per un importo non inferiore all’importo del
contratto, e per responsabilità civile per danni a terzi (R.C.T.) per un importo di €. 517.000,00 ex
art. 129, comma 1, D.lgs. n. 163/2006 e s.m., conforme allo schema 2.3 approvato con d.m. n. 123
del 2004;
3) polizza assicurativa per responsabilità nella progettazione definitiva ed esecutiva ex art. 111,
comma 1, D.Lgs. n. 163/2006 e s.m., conforme allo schema 2.2 approvato con d.m. n. 123
del
2004, per un massimale non inferiore ad 1 milione di euro;
Importi della garanzia provvisoria di cui alla lettera a) e della garanzia fideiussoria definitiva di cui
al
numero 1), ridotti del 50% per i concorrenti in possesso della certificazione del sistema di qualità
della serie europea ISO 9001:2000, o della dichiarazione della presenza di elementi significativi e
tra loro correlati del sistema di qualità, in corso di validità.
III.1.2) PRINCIPALI MODALITÀ DI FINANZIAMENTO E DI PAGAMENTO
a) finanziamento: Cassa DD.PP.
b) I pagamenti per gli stati di avanzamento saranno effettuati secondo le modalità stabilite dall’Ente
erogante il finanziamento e da quanto previsto dal disciplinare e dal capitolato speciale di appalto,
che sono parti integranti e sostanziali del presente bando di gara.
c) La stazione appaltante potrà, su richiesta dei progettisti provvedere al pagamento delle parcelle
afferenti la progettazione definitiva ed esecutiva senza che la ditta aggiudicataria abbia nulla da
contestare.
III.1.3)SOGGETTI AMMESSI ALLA PROCEDURA E FORMA GIURIDICA CHE DOVRÀ
ASSUMERE IL RAGGRUPPAMENTO AGGIUDICATARIO DELL’APPALTO:
Possono presentare offerta i soggetti singoli,consorziati o temporaneamente raggruppati ai sensi dell’art.34 e
nelle forme di cui agli artt. 35,36 e 37 del D. Lgs. n.163/2006.Tutte le forme giuridiche previste
dall’ordinamento. E’ ammesso l’avvalimento ai sensi del’art. 49 del D.Lgs. n.163/2006 e dell’art.88 del
D.P.R. 207/2010,alle condizioni previste dal disciplinare di gara.
Detti soggetti devono possedere i requisiti previsti dall’art.38 del D.Lgs. n.163/2006 e s.m.i.
I concorrenti dovranno dimostrare, a pena di esclusione dalla gara, di aver versato all’A.N.A.C.( EX AVCP) la
somma di € 140,00 ( diconsi centoquaranta/00) con le modalità previste dalla deliberazione dell’autorità
del 26.01.2006 e s. m. i..
III.1.4) ALTRE CONDIZIONI PARTICOLARI CUI È SOGGETTA LA REALIZZAZIONE DELL’APPALTO:SÌ NO
È PREVISTA UNA PENALE GIORNALIERA PARI ALLO 0,1 PER MILLE DELL’AMMONTARE NETTO DELL’APPALTO
III.2.1) SITUAZIONE PERSONALE DEGLI OPERATORI, INCLUSI I REQUISITI RELATIVI ALL’ISCRIZIONE
NELL’ALBO PROFESSIONALE O NEL REGISTRO COMMERCIALE
Dichiarazioni sostitutive ai sensi del D.P.R. n. 445 del 2000, in conformità al disciplinare di gara, indicanti:
1) iscrizione alla C.C.I.A.A. o altro registro ufficiale per i concorrenti stabiliti in altri paesi della U.E.;
2) assenza delle cause di esclusione di cui all’art. 38, comma 1, del d.lgs. n. 163 del 2006 e s.m.i.. In tal senso
il concorrente dovrà dichiarare, a pena di esclusione, che non si trova in nessuna delle seguenti situazioni:
a) fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo, o altro procedimento per una di tali
Stazione Unica Appaltante Comunale
situazioni;
b) pendenza procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all'art. 3 della
legge n. 1423 del 1956, o di una delle cause ostative previste dall'art. 10 della legge n. 575 del
1965;
c) sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto
irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'art. 444 c.p.c., per
reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale, anche
per soggetti cessati dalla carica nell’anno precedente la pubblicazione del bando;
d) violazione del divieto di intestazione fiduciaria posto all'art. 17 della legge n. 55 del 1990;
e) violazioni gravi definitivamente accertate alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo
derivante dai rapporti di lavoro;
f) grave negligenza o malafede nell'esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione appaltante che
bandisce la gara; o che hanno commesso un errore grave nell'esercizio della loro attività
professionale;
g) violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle
imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti;
h) false dichiarazioni, nell'anno antecedente la pubblicazione del bando di gara, in merito ai requisiti e
alle condizioni rilevanti per la partecipazione alle procedure di gara e per l’affidamento dei
subappalti;
i) violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e
assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti;
l) mancata ottemperanza alle norma che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla legge
n. 68 del 1999;
m) applicazione della sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2, lettera c), del decreto
legislativo dell'8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la
pubblica amministrazione, compresi i provvedimenti interdittivi di cui all’ art. 14 del D.Lgs
81/2008;
m-bis) iscrizione, ai sensi dell'articolo 40, comma 9-quater, nel casellario informatico di cui all'articolo
7, comma 10, per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione ai fini del rilascio
dell'attestazione SOA;
m-ter) di cui alla precedente lettera b) che, pur essendo stati vittime dei reati previsti e puniti dagli
articoli 317 (concussione) e 629 (estorsione) del codice penale aggravati ai sensi dell’articolo 7 del
decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n.
203, (agevolazioni attività di associazione mafiose) non risultino aver denunciato i fatti all’autorità
giudiziaria, salvo che ricorrano i casi previsti dall’articolo 4, primo comma, della legge 24
novembre 1981, n. 689. La circostanza di cui al primo periodo deve emergere dagli indizi a base
della richiesta di rinvio a giudizio formulata nei confronti dell’imputato nell'anno antecedente alla
pubblicazione del bando e deve essere comunicata, unitamente alle generalità del soggetto che ha
omesso la predetta denuncia, dal procuratore della Repubblica procedente all’Autorità di cui
all’articolo 6, la quale cura la pubblicazione della comunicazione sul sito dell’Osservatorio;
m-quater) trovarsi, rispetto ad un altro partecipante alla medesima procedura di affidamento, in una
situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile o in una qualsiasi relazione, anche di
fatto, se la situazione di controllo o la relazione comporti che le offerte sono imputabili ad un unico
centro decisionale, in tal senso il concorrente dovrà dichiarare alternativamente:
a) di non trovarsi in alcuna situazione di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile con
alcun soggetto, e di aver formulato l’offerta autonomamente;
b) di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si
trovano, rispetto al concorrente, in una delle situazioni di controllo di cui all’articolo 2359 del
Stazione Unica Appaltante Comunale
codice civile, e di aver formulato l’offerta autonomamente;
c) di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano,
rispetto al concorrente, in situazione di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile, e di
aver formulato l’offerta autonomamente;
m-quinques) di essere a conoscenza del protocollo di intesa sottoscritto tra la Prefettura di
Catanzaro e l’Amm.ne Comunale in data 15/05/2012 relativo alla “prevenzione dei tentativi di
infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti pubblici e delle concessioni di
lavori pubblici”,e degli obblighi ivi contenuti a carico dell’Amm.ne e dell’eventuale
aggiudicatario,impegnandosi ad accettarli ed a farli accettare incondizionatamente per sé e per
gli eventuali subappaltatori,essendo consapevole ed accettando che le clausole indicate nel
predetto protocollo d’intesa saranno inserite nel contratto di appalto.
III.2.2) CAPACITÀ ECONOMICA E FINANZIARIA: non richiesta
III.2.3) CAPACITÀ TECNICA
E’ richiesta per l’esecuzione dei lavori, idonea attestazione SOA, ai sensi del DPR 207/2010, in corso di validi
tà
alla data della gara, adegata all’importo posto a base dell’appalto, posseduta con riferimento:
alle categorie OG1 CLASSE III ed OG11 CLASSE II
Per la progettazione definitiva ed esecutiva dei lavori sono necessari i requisiti di ordine speciale dettaglia
-ti nel disciplinare.
E’ ammesso l’ avvalimento ai sensi dell’art. 49 del d.lgs. n. 163 del 2006 e s.m.i. e dell’art. 88 del d.p.r.
207/2010.
III.2.4) SOPRALLUOGO
SÌ
NO
I concorrenti interessati a partecipare all’appalto dovranno dare prova dell’effettuato sopralluogo sui luoghi
di esecuzione dei lavori e della presa visione degli elaborati tecnici,allegando alla documentazione di gara
apposita attestazione come da modello rilasciata dall’Ufficio competente di cui al punto I.1. Il sopralluogo
sarà possibile nei giorni di Lunedì e Mercoledì dalle ore 9.00 alle 12.00 fino al 17/12/2014 e riservato solo
ad Amministratori o Direttori Tecnici,ovvero da un soggetto munito di delega al compimento
dell’operazione da parte del legale rappresentante.
Di tale sopralluogo sarà rilasciato verbale a firma congiunta,in duplice copia(uno per l’impresa,uno per la
stazione appaltante.
SEZIONE IV: PROCEDURE
IV.1) TIPO DI PROCEDURA: aperta.
IV.2) Criterio di aggiudicazione : L'appalto sarà aggiudicato con il criterio dell' "offerta economicamente più
vantaggiosa" ai sensi del D.P.R. n.207/2010 e degli artt. 83 e 84 del D.L.vo n.163/2006 e s.m.i. da valutarsi
sulla base dei criteri di valutazione in ordine decrescente di priorità:
1) Valore tecnico, estetico e funzionale dell’opera
punti 65;
2) Tempo di esecuzione dei lavori
punti 15;
3) Prezzo offerto
punti 20.
Le informazioni inerenti i sub – criteri, i criteri di valutazione e di attribuzione del punteggio sono
contenute nel Disciplinare di gara.
IIV.4) INFORMAZIONE DI CARATTERE AMMINISTRATIVO
Informazioni di carattere amministrativo.
IV.3.1) NUMERO DI RIFERIMENTO ATTRIBUITO AL DOSSIER DALL’AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE:CIG:59831191FE – CUP:D61E14000240004
IV.3.2) Pubblicazioni relative allo stesso appalto
sì
no
IV.3.3) Condizioni per ottenere il capitolato speciale e la documentazione complementare:
Stazione Unica Appaltante Comunale
a) eventuali richieste di chiarimenti o quesiti procedurali potranno essere inoltrati esclusivamente a mezzo
fax al n. +39 0961/881264 o tramite PEC all’indirizzo ufficio [email protected] entro e non
oltre il 15/12/2014. Le richieste che perverranno successivamente a tale data non saranno prese
in considerazione;tali richieste dovranno riportare il nominativo del mittente ed il numero del fax e/o l’indirizzo della posta elettronica certificata (PEC),le domande pervenute fuori termine e/o senza l’indicazione
del mittente e/o numero di fax e/o Pec cui inoltrare la risposta non saranno prese in considerazione.
b) Si precisa che,al fine di consentire un’ampia partecipazione tra i concorrenti,le risposte ai quesiti
saranno pubblicati in forma anonima sul sito internet dell’Ente aggiudicatario all’indirizzo:
www.comunecatanzaro.it entro gg. 3 (tre) dalla ricezione dei quesiti e/o informazioni;
c) Le risposte ai quesiti pubblicati sul sito internet valgono ad integrare a tutti gli effetti la lex di gara,pertanto i concorrenti sono invitati a controllare la citata pagina del web per acquisire importanti informazioni
complementari sulla procedura in oggetto sino al 19/12/2014
Ai sensi e per effetto dell’art.10,comma 8 e 9 del D.Lgs. n.163/2006 e smi, il Responsabile del
Procedimento è il Geom. Giuseppe Mancuso.
Il presente bando di gara con tutti gli allegati (disciplinare di gara ,il capitolato prestazionale,lo schema di
contratto e gli elaborati tecnici del progetto preliminare) sono disponibili sul seguente sito:
www.comunecatanzaro.it i e presso l’Ufficio del RUP.
IV.3.4) Termine ultimo per il ricevimento delle offerte :
I soggetti di cui all’art. 34 D. Leg.vo 163/06 in possesso dei requisiti previsti dalla normativa
vigente possono far pervenire al Protocollo del Comune di Catanzaro - Stazione Unica Appaltante
Comunale,con libertà di mezzi,offerta entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 22.12.2014 (termine
perentorio) ,pena esclusione dalla gara. Sulla busta, ben chiusa,sigillata e controfirmata sui lembi di
chiusura, dovrà chiaramente essere indicato l’oggetto dell’appalto ed il mittente. In caso di spedizione a mezzo
servizio postale, non farà fede il timbro di spedizione, ma la data e l’ora d’arrivo apposta dall’addetto al
protocollo comunale. Il recapito tempestivo ed integro dei plichi, indipendentemente dalla modalità di recapito
utilizzata, rimane ad esclusivo rischio dei concorrenti.
IV.3.5) Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte: Italiano
IV.3.6) Periodo minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta:giorni: 180 (dal
termine ultimo per il ricevimento delle offerte)
IV.3.7) Modalità di apertura della documentazione amministrativa:giorno 23/12/2014 alle ore 9:30
Luogo: Sala Concerti Palazzo De Nobili via Jannoni,68 - 88100 Catanzaro –
Persone ammesse ad assistere all’apertura delle offerte economiche:
sì
no
Rappresentanti dei concorrenti, in numero massimo di una persone per ciascuno;i soggetti muniti di delega o
procura, o dotati di rappresentanza legale o direttori tecnici dei concorrenti, come risultanti dalla
documentazione presentata, possono chiedere di verbalizzare le proprie osservazioni.
SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI
V.1) Trattasi di un appalto periodico:
sì
V.2) Appalto connesso ad un progetto/programma finanziato da fondi comunitari: no sì
V.3) Informazioni complementari: Informazioni complementari
no
no
a) Determinazione Dirigenziale n° 3580 del 31.10.2014;
b) La capacità tecnica che il concorrente deve possedere sono indicati nel disciplinare di gara che è
parte integrante e sostanziale
c) controversie:tutte le controversie derivanti dal contratto,previo esperimento dei tentativi di
transazione e di accordo bonario ai sensi rispettivamente degli articoli 239del decreto legislativo
n.
Stazione Unica Appaltante Comunale
163 del 2006,qualora non risolte, saranno deferite alla competenza dell'Autorità giudiziaria del
Foro di Catanzaro, con esclusione della giurisdizione arbitrale;
d) la Stazione appaltante si avvale della facoltà di cui all'articolo 140, commi 1 e 2, del d.lgs. n.
163/2006 per cui in caso di fallimento dell'appaltatore o di risoluzione del contratto,per grave in
adempimento del medesimo, saranno interpellati progressivamente gli operatori economici che
hanno partecipato all'originaria procedura di gara, risultanti dalla relativa graduatoria,se ancora
in possesso dei necessari requisiti, al fine di stipulare un nuovo contratto per l'affidamento del
completamento dei lavori; l'interpello avverrà in ordine decrescente a partire dall'operatore
economico che ha formulato la prima migliore offerta originariamente ammessa, escluso
l'originario aggiudicatario; l'affidamento all'operatore economico supplente avviene alle
medesime condizioni economiche già proposte dallo stesso in sede di offerta, sino al quinto
migliore offerente in sede di gara. Qualora l'offerta dell'operatore economico supplente fosse
stata superiore alla soglia di anomalia di cui all'articolo 86, comma l, del decreto legislativo n.
163 del 2006, l'affidamento è subordinato alla verifica della congruità dei prezzi di cui
all'articolo 87 del citato decreto legislativo n. 163 del 2006, con le modalità indicate in
precedenza, qualora tale verifica non sia già stata conclusa positivamente in precedenza;
f) trattamento dati personali: ai sensi dell'articolo 13 del decreto legislativo n. 196 /2003 e s.m.i.,
in relazione ai dati personali il cui conferimento è richiesto ai fini della gara, si informa che:
e) che titolare del trattamento, nonché responsabile unico del procedimento è il geom. Giuseppe
Mancuso.
f) il trattamento dei dati avviene ai soli fini dello svolgimento della alla gara e per i procedimenti
amministrativi e giurisdizionali conseguenti, nel rispetto del segreto aziendale e industriale;
f.1) il trattamento è realizzato per mezzo delle operazioni o complesso di operazioni di cui
all'articolo 4,c. l,lett.a),del decreto legislativo n.196 del 2003,con o senza l'ausilio di strumenti
elettronici comunque o comunque automatizzati, mediante procedure idonee a garantirne la
riservatezza, e sono effettuate dagli incaricati al trattamento di dati personali a ciò autorizzati
dal titolare del trattamento;
f.2) i dati personali conferiti, anche giudiziari, il cui trattamento è autorizzato ai sensi del
provvedimento del garante n. 7/2004, sono trattati in misura non eccedente e pertinente ai soli
fini dell'attività sopra indicata e l'eventuale rifiuto da parte dell'interessato di conferirli
comporta l'impossibilità di partecipazione alla gara stessa;
f.3) i dati possono venire a conoscenza degli incaricati autorizzati dal titolare e dei componenti della
commissione di gara, possono essere comunicati ai soggetti cui la comunicazione sia
obbligatoria per legge o regolamento o a soggetti cui la comunicazione sia necessaria in caso di
contenzioso;
f.4) i dati non vengono diffusi, salvo quelli dei quali la pubblicazione sia obbligatoria per legge;
f.5) l'interessato che abbia conferito dati personali può esercitare i diritti di cui all'articolo 13 del
predetto decreto legislativo n.196 del 2003;
f.7) con la partecipazione l'interessato consente espressamente,senza necessità di ulteriore adempimento, al trattamento dei dati personali nei limiti e alle condizioni di cui alla presente lettera
d);
g) norme richiamate: fanno parte integrante del presente bando:
- il disciplinare di gara,capitolato speciale e lo schema di contratto;
- il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163;
- i regolamenti di attuazione approvati con D.P.R. n. 207/2010 e 25/01/ 2000, n. 34,in quanto
applicabili;
- il capitolato generale d'appalto, approvato con decreto ministeriale 19/04/ 2000, n.145,
per quanto non previsto dal Capitolato speciale d'appalto;
Stazione Unica Appaltante Comunale
- Ai sensi della legge n.136/2010 l’operatore economico è tenuto ad assumere gli obblighi di
tracciabilità dei flussi finanziari;
- l’operatore economico è tenuto a dichiarare ,ai sensi del D.P.R. n.445/2000,di essere a
conoscenza di tutte le norme pattizie di cui al Protocollo di legalità sottoscritto il 15.05.2012 tra l
a Prefettura di Catanzaro e il Comune di Catanzaro (tra l’altro consultabile al sito htpp://www.
prefettura.it/Catanzaro) e di obbligarsi rispettarle.
l) I titolari o i Legali Rappresentanti degli operatori economici che intendono partecipare alla
presente gara dovranno aggiornare il proprio indirizzo di posta elettronica indicando l’indirizzo
di posta elettronica certificata (PEC) e dovranno essere in possesso di un certificato di firma
digitale in corso di validità rilasciato da un organismo incluso nell’elenco pubblico
dei certificatori,previsto dall’art.29,comma 1 del D. Lgs. n.82/2005 tenuto dal CNIPA (Digit PA).
m) riserva di aggiudicazione: la stazione appaltante si riserva di differire, spostare o revocare il
presente procedimento di gara, senza alcun diritto dei concorrenti a rimborso spese o
quant'altro.
n) La gara è regolata, oltre che dai sopracitati documenti:
 Dalla Direttiva 2004/18/2004/CE del parlamento Europeo e del Consiglio del 31.03.2004,relativa al
Coordinamento delle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici,forniture e servizi;
 Dal D. Lgs.12 aprile 2006,n°163 “Codice dei contratti pubblici relativa lavori,forniture e servizi;
 Dal D.P.R. del 05/03/2010 N.207;
- Dal D. Lgs 81del 9.4.2008;
- Dalle altre disposizioni normative in materia in quanto applicabili e compatibili.
o) Per le offerte anomale si procederà alla verifica come specificato nel disciplinare di gara.
p) Si procederà all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia ritenuta
congrua e conveniente;
q) obbligo di indicazione di subappalto di parti di lavori che si intendono subappaltare (art. 118, d.lgs. n.
163 del 2006 e s.m.i.);
r) In caso di offerte uguali si procederà mediante sorteggio;
s) Validazione progetto esecutivo avvenuta in data 05/11/2014 col prot. n°86049
t) la presentazione di offerte condizionate, plurime o in aumento rispetto all’importo a base di
gara costituisce causa di esclusione;
VI. Procedure di ricorso
VI.1 Organo competente per le procedure di ricorso: T.A.R. Catanzaro –Sezione di Catanzaro via A. De
Gasperi Sezione di Catanzaro n.76/B.
VI.2 Termini di ricorso:
VI.2.1 Entro trenta giorni dalla conoscenza del provvedimento di esclusione potrà essere presentato ricorso al
T.A.R. Calabria – Sezione di Catanzaro via A. De Gasperi n.76/B.
VI.2.2 Entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento di aggiudicazione potrà essere presenta ricorso
T.A.R. Catanzaro – via A. De Gasperi Sezione di Catanzaro n.76/B.
VI.2.3 V.2.3 Tutte le controversie derivanti dal contratto sono deferite al Foro di Catanzaro,con esclusione della
competenza arbitrale.
Il bando di gara pubblicato on-line, all’ all’Albo Pretorio di questo
www.comunecatanzaro.it, e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
L Responsabile della SUAC
Dott. Giuseppe Arnò
e
IL RUP
Geom. Giuseppe Mancuso
Firma ai sensi dell’art.1 comma 87 legge 549/95
Ente,sui
siti
IL DIRIGENTE
Arch. Carolina Ritrovato
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
106 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content