close

Enter

Log in using OpenID

attualità - Stampare

embedDownload
saggio
In caso di mancato recapito inviare al CPO di Sondrio Anno XXXIIII - N. 7-8 - 15 luglio / 15 settembre 2014
copia
TECNOLOGIE DELLA STAMPA E DELLA COMUNICAZIONE
www.stampare-magazine.it
7-8
Anno XXXIIII - n. 7-8
luglio - settembre 2014
8
La rivista tratta tutte le
tecniche di pre e dopo
stampa, stampa offset,
digitale, serigrafica,
tampografica per
impressione su carta,
cartoncino e tessuto.
La nostra società
edita anche F&C
magazine, rivista
di tecnologie e
personalizzazione
dell’imballaggio
20
direttore responsabile
Roberto Fronzuti
vice direttore
Giovanni Abruzzo
caporedattore
Daniele Buonamici
direzione,
amministrazione
e pubblicità
Via Conte Rosso, 1
20134 Milano - Italy
Tel. 02/36504509 (r.a.)
[email protected]
IMPAGINAZIONE
Esteban Quezada
STAMPA
Tipografia Colorshade
Autorizzazione Tribunale
di Milano n. 98 del 1-3-1980
Abbonamenti:
digitale 40,00 Euro
Italia 80,00 euro
Abbonamento
“sostenitore” 150,00 euro
Paesi Comunitari
100,00 euro
Estero 150,00 euro
26
32
35
n. 7-8 sommario
7
editoriale
8
12
14
Servizi e Interviste
Imballaggi con la forza d'impatto
di un meteorite
Conferenza Digital Textile 2014 a Milano
Una nuova definizione per le "etichette"
20
22
23
26
28
Nuove tecnologie
Apogee 9, il principale hub produttivo
per l'industria grafica
Un nuovo materiale autoadesivo
Un nuovo marchio per i dispositivi
di Protezione
Soluzioni tecnologiche per professionisti
La macchina per etichette più avanzate
a Labelexpo
35
Attualità
L'assemblea annuale delle associazioni
del settore
La 34esima edizione dei Finat
Label Awards
Appuntamento interessante per parlare
delle tecniche di stampa
40
Mondo grafico
27
42
46
50
51
Ruriche
Appuntamenti fieristici
Carta&cartoni
Inserzioni e piccola pubblicità
Panorama del settore grafico
Elenco delle categorie merceologiche
30
32
editoriale
Questa Europa nata imperfetta
non ha più senso
di Roberto Fronzuti
La Bce, la banca europea presieduta da Mario
Draghi, per statuto, non può finanziare gli stati
dell’Unione Europea, ma può concederli alle
banche. Una volta messi in cassaforte centinaia di
miliardi di euro, il sistema bancario li presta alle
Regioni, alle province e ai comuni a tassi onerosi.
Le banche italiane prendono in prestito i capitali
dalla Bce allo 0.15%. Con i soldi presi a credito
dalla Bce, i cosiddetti istituti di credito italiani
acquistano i buoni del tesoro decennali, che in
alcuni momenti, hanno reso anche il 5%.
Le banche finanziano gli enti pubblici a tassi
vicini all’usura (un comune della provincia di
Milano di poco inferiore ai 15mila abitanti, paga
100mila euro di interessi all’anno sulla cosiddetta
anticipazione di cassa (quello che comunemente
viene chiamato il fido di conto corrente) più gli
oneri finanziari sui mutui stipulati per opere
pubbliche (altre centinaia di milioni di euro).
Questa è pura follia.
Viceversa, se la Bce dovesse finanziare
direttamente lo stato italiano allo 0.15%, il governo
risparmierebbe 80 miliardi all’anno. Il Giappone,
che ha un debito pubblico doppio rispetto al
nostro, non ha il problema dello spread, perché i
titoli di stato li comprano gli stessi giapponesi con
interesse poco superore al 2%.
Il debito nei confronti dei propri cittadini non
fa paura; non si è esposti alla speculazione dei
cosiddetti mercati.
L’Italia ha una ricchezza che ammonta a oltre
quattro volte il debito pubblico; i governanti di
casa nostra, dovrebbero fare come il Giappone:
incentivare gli italiani a comprare il nostro Debito.
L’altra assurda anomalia dell’Europa è la doppia
sede parlamentare: Bruxelles e Strasburgo. Se tale
stranezza l’avessimo concepita noi italici (una sede
a Roma e una a Milano) avrebbero detto che siamo
i soliti simpatici pasticcioni. Ma è davvero singolare
che nessuno s’indigni per i miliardi buttati via per
questo “doppione”; per il fatto che a scadenze
determinate il personale deve spostarsi da una
sede parlamentare all’altra, con conseguente
passaggio di montagne di valigie piene di
documenti e di trasferte pagate agli “onorevoli”.
Il tutto a spese dei contribuenti europei, italiani
compresi. E che dire degli agricoltori italiani che
sono perseguitati dalle multe sulle quote latte,
non essendoci più in Italia la libertà di mungere
le mucche? Con queste premesse, ci chiediamo,
una simile Europa, con le sue anomalie, con i
cattivi esempi di spreco, come possa essere il “faro
che illumina il nostro cammino”, lo strumento
che ci consente di risolvere i problemi. I nostri
lettori conoscono le posizioni più volte espresse
sull’euro. Siamo convinti che neanche i più
accreditati economisti siano in grado di prevedere
le conseguenze che potrebbero scaturire, dalla
nostra uscita dall’euro.
Ma siamo certi del fatto che questi dodici anni
di “euro” hanno ridotto l’Italia alla miseria, con
il debito pubblico che cresce a dismisura, la
produzione industriale che arretra e con la
disoccupazione arrivata a livelli mai raggiunti, dal
dopoguerra ad oggi. E allora che fare? Cambiare
profondamente questa Europa! L’alternativa è
far tornare tutti insieme, i paesi dell’Unione, alle
monete nazionali, ripristinando la situazione in
essere, prima della entrata in vigore della moneta
unica, lasciando validi i trattati economici e la
libera circolazione.
8
servizi e interviste
Imballaggi con
la forza d'impatto
di un meteorite
Non solo perché Ar Packaging
Group ha ottenuto l’importante
riconoscimento “Packaging Printer
of the Year 2013”, ma
Design esclusivo per un perché i suoi standard
in fatto di design,
astuccio pieghevole e finitura e tecnologia
produzione efficiente per di produzione
risultati eccezionali stanno imponendo
nuovi standard al
Philipp Eißner,
settore: astucci pieghevoli insoliti
Group Innovation
ed estremamente funzionali
Manager presso
abbinati a un processo produttivo
Ar Packaging Group
automatizzato. Quando un astuccio
pieghevole è più di quello che
sembra? Quando è una scatola
poligonale creata con un processo
produttivo automatizzato che si
distingue veramente dagli altri.
Immaginate di eliminare le costose
operazioni manuali,
pur continuando
ad avvalervi di
tutti gli effetti della
finitura. Questo è
esattamente ciò che
Philipp Eißner, Group
Innovation Manager
presso Ar Packaging
Group, ha ottenuto
con il progetto
“Meteor”, realizzato
per mostrare le
straordinarie capacità
di AR Packaging
insieme a Sappi
Fine Paper Europe
e ad altri partner
PrintCity. Il progetto ha
dimostrato che un’idea
che inizialmente
poteva apparire
contraddittoria, ha aperto di fatto una
nuova strada verso il successo.
Il produttore di carta Sappi, Philipp
Eißner di Ar Packaging Group e altri
partner PrintCity hanno implementato
il progetto per l’imballaggio “Meteor”
per realizzare la confezione di
un prodotto fittizio di cioccolato,
presentata poi pubblicamente per la
prima volta al Packaging Inspiration
Forum, dove ha riscosso grande
successo. Sappi, il cui cartoncino Sbs
Algro Design è stato utilizzato per
due dei quattro tipi di imballaggio
compresi nel progetto, ha fornito il
cartoncino bianco in pura cellulosa
che consente una finitura di
stampa di alta qualità. Inoltre, la
capacità di utilizzare un cartoncino
di peso inferiore riduce il volume
da trasportare, pur mantenendo
la rigidità della scatola necessaria
per proteggere il prodotto in essa
contenuto.
L’obiettivo principale del progetto era
dimostrare ai creativi, ai produttori di
imballaggi e ai proprietari dei marchi
che una produzione in linea efficiente
e la massima gamma di effetti speciali
di finitura non si escludono a vicenda,
ma sono invece perfettamente
complementari. Il nucleo centrale
servizi e interviste
del progetto è stata una macchina
da stampa in grado di eseguire tutte
le operazioni necessarie su una linea
di produzione, che operava a turni.
“Siamo stati fortunati ad avere avuto la
possibilità di lavorare con una Gallus
ICS 670 appositamente configurata. I
diversi moduli soddisfano la richiesta
crescente di imballaggi a basso
costo di produzione, ma con finitura
accurata”, spiega Philipp Eißner.
Questo nuovo metodo di produzione
consente di ottenere un livello
qualitativo associato in passato
solo alla rotocalco e costituisce al
contempo un’opzione interessante per
tirature molto più limitate rispetto alla
rotocalco. La Gallus ICS 670 è dotata
di sette piattaforme “easy value add”
che consentono cambi di processo
veloci, cinque moduli flexo, moduli
di stampa a caldo e a freddo, unità di
taglio in linea, stazione di goffratura
e punzonatura in linea, stazione di
rimozione degli sfridi in linea e barra
di scarico. “Ci siamo concentrati sul
campione e abbiamo adoperato
l’intera gamma di effetti di finitura”,
afferma Philipp Eißner con un sorriso
soddisfatto. Per questo progetto
sono stati utilizzati lamina olografica
a freddo, due tipi diversi di lamina
a caldo, due vernici pigmentate,
verniciatura UV e un materiale a
dispersione morbido tattile, insieme
a diversi lavori di finitura con rilievo
a secco, fustellatura e scanalatura in
un’unica operazione in linea.
La sfida ingegneristica per questo
progetto è stata progettare dei
bordi netti con motivi che potessero
essere definiti utilizzando la finitura
a caldo e a freddo, la goffratura e gli
effetti delle vernici. I progetti finiti
sono stati visualizzati a monitor,
utilizzando Esko Visualizer, una
soluzione di visualizzazione 3D,
utilizzata dal cliente e dall’intero
team di produzione per finalizzare il
9
10
servizi e interviste
progetto senza realizzare
un oggetto fisico. Anche in
questa fase digitale, le parti
coinvolte hanno esaminato
e modificato l’interazione
delle singole finiture, ne
hanno visualizzato l’aspetto
in diverse condizioni di
luminosità ambientale
e quindi determinato le
specifiche tecniche più
appropriate per il prodotto
finale.
La speciale forma
dell’imballaggio con la
sua filigrana, i lati dal
taglio diritto, smussati
verso l’interno, ricorda
le sfaccettature di un
diamante o un meteorite
che cade dal cielo e
valorizza al massimo l’effetto
delle finiture riflettenti. La forma
poligonale rende la scatola
estremamente stabile e consente di
utilizzare un cartoncino più leggero.
“Questo design dà un contributo
importante alla riduzione dei costi
e alla sostenibilità ambientale”,
spiega Eißner. Questo approccio si
discosta significativamente dalle
pratiche comuni di molte società
di prodotti di marca che spesso
preferiscono una scatola rettangolare
tradizionale per motivi di trasporto e
di logistica. È la dimostrazione che i
proprietari dei marchi non si devono
necessariamente accontentare di
scatole “comuni”, ma possono trarre
vantaggio da questi sofisticati processi
di produzione per attirare l’attenzione
servizi e interviste
sugli scaffali senza spendere troppo.
Un altro vantaggio, rilevante in
particolare per le confezioni ad
uso alimentare, è che le scatole
fatte con il cartoncino patinato
bianco lucido Algro Design, con
grammatura di 350 g/m2 soddisfano
tutte le regolamentazioni sui generi
alimentari. Ottenuto da fibra vergine,
Algro Design presenta un grado
elevato di neutralità olfattiva e di
gusto che lo rende ideale per il
confezionamento a contatto diretto
con i generi alimentari o con altri
prodotti sensibili.
Una stella splendente
per una maggiore
notorietà del marchio
“La confezione Meteor aumenta la
notorietà del marchio e rafforza il
valore percepito e l’apprezzamento
del prodotto contenuto nella
confezione. La confezione deve
attirare l’attenzione dei clienti con
tutti i loro sensi, proprio come fa
Meteor!”, conferma Lars Scheidweiler,
Product Group Manager for Rigid
Packaging di Sappi. Per il produttore
leader di cartone, il progetto Meteor
è un esempio ideale di confezione dal
design unico a valore aggiunto che
stabilisce nuovi parametri per il futuro
degli astucci pieghevoli di alta qualità.
Nonostante la forma insolita,
l’imballaggio Meteor è assemblabile,
riempibile e distribuibile come una
normale confezione, in grandi e
piccole quantità e a tutte le velocità.
Si possono anche integrare finestre
per assicurare visibilità al prodotto
all’interno della confezione. Grazie
al suo aspetto, questo imballaggio
produce un forte impatto sugli scaffali
di un negozio, con quattro diverse
sfaccettature visibili solo frontalmente
e la curvatura concava della scatola.
“La bianchezza estrema di Algro
Design si traduce in forti contrasti
cromatici molto nitidi. Il gioco di luce
e ombra è evidenziato con maggiore
chiarezza”, spiega Philipp Eißner. Per
ottenere questo effetto usando un
altro cartoncino, si dovrebbe utilizzare
dell’inchiostro bianco, alternativa
che comporterebbe comunque
costi maggiori e potrebbe causare la
migrazione di sostanze indesiderate
all’interno della confezione.
Qualità alle stelle
L’esperimento Meteor è stato un
successo da tutti punti di vista.
Dimostra la capacità di tenere sotto
controllo i costi di produzione,
creando allo stesso tempo un
imballaggio accuratamente rifinito
con una forma insolita e un alto
grado di richiamo per il cliente.
Ora spetta alle società di prodotti
di marca, ai designer grafici e ai
creatori di imballaggi trasferire questa
idea in altri segmenti di mercato
quali i contenitori per bevande e le
confezioni per cosmetici. Una forma
insolita, eppure efficiente, e la sua
implementazione automatizzata nella
produzione aprono le porte a nuove
opzioni per imballaggi specifici per
il cliente o addirittura personalizzati.
Il progetto fornisce la prova
inequivocabile che i flussi di lavoro
standardizzati possono essere utilizzati
per imballaggi di forma insolita,
senza scendere a compromessi con la
qualità.
Con coraggio verso nuovi
orizzonti ...
I proprietari di marchi più impavidi
potranno così lasciarsi alle spalle il
principio “Quadrato e pratico è bello”
ed entrare in una nuova dimensione
in cui gli scaffali della distribuzione
globale sono popolati da imballaggi
attraenti e unici, ispirati dal progetto
Meteor. www.sappi.com.
11
12
servizi e interviste
Conferenza Digital
Textile 2014 a Milano
Il 2 ottobre 2014, presso il Grand Hotel
Villa Torretta a Milano, Fespa terrà
la quarta edizione della Conferenza
Digital Textile.
A questa conferenza della durata
di 1 giorno interverranno esperti
internazionali nel settore del
tessile digitale che condivideranno
con i partecipanti conoscenze ed
esperienze,
Il rinnovato interesse nel compresi case
tessile digitale si rispecchia study di stampatori
nell'evento formativo Fespa e utenti finali.
La conferenza
Digital Textile 2014, sponsorizzata
da MS Italy e Kiian e in partnership
di abbigliamento, tessili per interni
e applicazioni per supporti morbidi.
Le sessioni si incentrano su ricerche
di mercato esclusive su argomenti
quali: trasferimento o stampa diretta;
tecnologia e software; i mercati
della moda e degli interni. I seminari
verranno presentati simultaneamente
in inglese e italiano.
La scelta di Milano come sede
dell’evento rispecchia l’importanza
di questa regione come centro
europeo della produzione tessile e di
abbigliamento.
Per partecipare alla conferenza della
durata di 1 giorno è possibile usufruire
subito dell’offerta early bird* al prezzo
di € 75 per i membri di associazioni
FESPA e di € 100 per non membri.
L’evento sarà aperto a tutti coloro
che operano nel settore dell’imaging
con Siotec, l’associazione FESPA
italiana, fornirà agli stampatori
tessili l’opportunità di approfondire
la direzione futura del settore e di
acquisire utili consigli pratici.
Verrà preso in esame l’intero settore
tessile compresi i segmenti di prodotti
promozionali, decorazione tessile e
e che sono interessati alla stampa
tessile digitale. I partecipanti potranno
accedere a tutte le sessioni della
conferenza. È inoltre incluso il pranzo,
un aperitivo di networking e ingresso
gratuito alla conferenza Sitec del 1°
ottobre 2014.
www.fespa.com
Il Grand Hotel
Villa Torretta
a Milano dove si terrà
la quarta edizione
della conferenza
Digital Textile
14
servizi e interviste
Una nuova definizione
per le "etichette"
Il settore delle etichette non
rappresenta più una nicchia isolata e
ben definita nel più vasto settore della
stampa di imballaggi. Dispone di un
nuovo profilo più ampio in qualità di
fornitore di decorazioni di prodotti,
identità del marchio, dati sui prodotti,
interazioni con smartphone, dati di
tracciabilità e autenticazione relativi
all’imballaggio. I membri di Finat,
Il congresso Finat affronta l’associazione
commerciale
il temadelle influenze internazionale
e delle tecnologie per le etichette
in evoluzione autoadesive e i
settori correlati, si
sono riuniti a giugno a Montecarlo per
il loro congresso annuo, per trattare
l’argomento centrale della “lotta per
farsi vedere a scaffale”.
Il moderatore del congresso Marc
Büttgenbach (DE), direttore mondiale
alle vendite per Bizerba Labels
and Consumables, ha presentato il
relatore principale - Rik Olthof (NL),
che si occupa di strategie del marchio
presso la società di consulenza di
progettazione di imballaggi e identità
del marchio Cartils.
L’essenza del marchio
Olthof ha spiegato l’essenza del
marchio, dimostrando quanto sia
importante l’aspetto di un prodotto
per risaltare sullo scaffale. La chiave
per il successo è garantire impatto
e visibilità ai prodotti in numerosi
ambienti, dai supermercati (dove
attualmente il consumatore trascorre
in media solo 20 minuti, e per tale
motivo la capacità di farsi notare
sullo scaffale risulta essenziale per le
decisioni di acquisto) fino a club e bar.
Olthof ha identificato diversi marchi
Kurt Walker
iconici come Nike, Lamborghini e
Smirnoff, le cui strategie di marca
si sono rivelate chiaramente un
successo.
Vi sono cinque pilastri che definiscono
un’identità del marchio di successo.
La forma, che presenta il carattere
del prodotto; il colore, che risveglia le
nostre emozioni; l’uso di un linguaggio
visivo esclusivo che conferma
l’autenticità; i testimonial che
sottolineano la qualità, l’autorevolezza
di un prodotto, e attraverso la finitura
dell’imballaggio, il riconoscimento del
prodotto come marchio prestigioso
internazionale e ispiratore.
Uno sguardo al settore delle etichette
Il punto successivo trattato è stata
la panoramica degli andamenti nei
settori delle etichette francesi, offerta
da Dominique Durant-des-Aulnois
(FR), attualmente vicepresidente
dell’associazione francese delle
etichette, Unfea, e dal direttore
generale dell’azienda produttrice
di etichette Paragon Identification,
assistiti dal noto giornalista,
consulente ed editore del settore
delle etichette, John Penhallow (FR).
Il settore delle etichette autoadesive
in Francia comprende circa 400
stabilimenti di produzione e 7.000
dipendenti, principalmente PMI,
abbastanza disperse dal punto di
vista geografico. La maggior parte
16
servizi e interviste
dei trasformatori di etichette Unfea
ha registrato un sensibile incremento
nelle vendite, alimentato dall’esigenza
di differenziarsi, di esportare verso
altre regioni e di innovare. La
burocrazia in continuo aumento
nell’UE in relazione ai contenuti delle
etichette, potrebbe in effetti costituire
“il via libera per i trasformatori di
etichette”.
Questa presentazione ha preceduto
il discorso di Jules Lejeune (NL),
che ha visto la partecipazione di
rappresentanti di L’Oréal, Lego, Reckitt
Benckiser e G3 Enterprises.
La cerimonia di assegnazione dei
premi di settore ha segnato la
conclusione dei lavori della prima
giornata. Quest’anno si è festeggiato
il successo non solo del concorso
per etichette Finat e del concorso
per il logo del congresso, ma anche
dei nuovi premi per il riciclo per cui
Unilever si è aggiudicata il primo
direttore generale di Finat, che ha
offerto la sua presentazione a 360º
del settore delle etichette, compresi
gli andamenti e le forze soggiacenti al
settore nel complesso e per i membri
aderenti.
Sono seguite due utili tavole rotonde.
Durante la prima, i rappresentanti
di attori fondamentali della supply
chain internazionale del settore –
Krones, Avery Dennison e Karlville
Development- si sono riuniti per
discutere dell’argomento della “lotta
delle tecnologie di decorazione”.
Quindi è giunto il momento di
ascoltare il punto di vista dei
proprietari dei marchi sul “futuro
della decorazione di prodotti”
attraverso una seconda tavola rotonda
premio assoluto come impresa
utilizzatrice e Hagmaier Etiketten &
Druck il primo premio assoluto come
trasformatore di etichette.
“Innovazione per ottenere profitto”
Il giorno successivo, è stato affrontato
l’argomento dell’“innovazione per
maggiori profitti di etichettatura e
imballaggi” da parte di Mike Ferrari,
fondatore e presidente di Ferrari
Innovation Solutoins, e per 32 anni
figura chiave della direzione di Procter
& Gamble. Ferrari ha illustrato la sua
esposizione con numerosi esempi
interessanti di come il viaggio
dell’acquirente stia cambiando e
in che modo anche le soluzioni
per coinvolgere l’acquirente stiano
18
servizi e interviste
evolvendo. “Se le persone vivono
in un mondo virtuale”, ha affermato
Ferrari, “come possiamo spingerli
ad acquistare prodotti nel mondo
REALE?”. Il “primo momento della
verità” per P&G - il primo contatto
visivo con un prodotto imballato sullo
scaffale di un negozio - rappresenta
un discorso diverso quando il
70% delle decisioni di acquisto
non viene più fatto in negozio e
quando i sei miliardi di cellulari
presenti al mondo interagiscono
con funzionalità intelligenti sugli
imballaggi. Oggigiorno il primo
messaggio di vendita di un prodotto
potrebbe andare dal messaggio su
Facebook di un amico a un coupon
stampabile che genera una fermata
per l’acquisto in negozio. È un segno
del tempo in cui viviamo il fatto che
il direttore di Procter & Gamble abbia
stimato durante la discussione dei
risultati finanziari dello scorso anno
che l’azienda spenda ora fino al 35%
del proprio budget per il marketing
attraverso supporti digitali. La chiave
per garantire il successo del marchio
resta tuttavia l’esperienza diretta
del prodotto da parte dei clienti, e
qualora l’esperienza sia positiva, nella
reiterazione dell’acquisto.
La produzione di massa ha generato la
personalizzazione di massa - come le
bottiglie di Coca Cola “personalizzate”
che riportano nomi maschili e
femminili popolari, che hanno
adornato gli scaffali dei negozi in 32
paesi in Europa e che rappresentano
la più lunga tiratura di stampa
di confezionamento digitale mai
effettuata.
Quindi, quali sono le opportunità
in questo nuovo mondo per il
trasformatore di etichette, si è chiesto
Ferrari? Il primo punto è di essere
orientati all’acquirente/consumatore.
L’esigenza di tenere in considerazione
il viaggio dell’acquirente oltre lo
scaffale del negozio si è piazzata
al secondo posto. Gli stampatori di
etichette dovrebbero ridefinire il loro
ruolo in termini più ampi – in quanto
fornitori di soluzioni e aziende di
marketing. Tali elementi, ha spiegato
Ferrari, rappresentano la strada per
“imballaggi che creino profitto”.
Una delle strade che i membri di
Finat stanno seguendo in numero
sempre maggiore è la creazione di
elettronica stampata. Il Centre for
Process Innovation (Cpi) del Regno
Unito è un consorzio di importanti
aziende che si dedica alla creazione
di una supply chain nel Regno Unito
per consentire l’adozione diffusa
di dispositivi Nfc a basso costo
usando elettronica stampabile e sta
attualmente gestendo un progetto
volto a consentire agli smartphone
di connettersi con etichette e altri
elementi degli imballaggi e altri
documenti. Alan McClelland (Regno
Unito), direttore dello sviluppo
commerciale presso Cpi, ha dimostrato
che, sebbene l’elettronica stampata
rappresenti una funzionalità che
interessa moltissime altre applicazioni
oltre alle etichette, l’imballaggio può
utilizzare con successo l’elettronica
stampata per garantire funzionalità
di marchio interattive e “intelligenti”,
elementi vistosi sulla confezione;
funzioni di tracciabilità, nuovi ordini
degli stock, anticontraffazione e
antimanomissione. Purtroppo,
la natura della supply chain di
imballaggio intelligente ha creato
un vero e proprio problema nel
trattamento preferenziale dello
sviluppo commerciale di questa
tecnologia estremamente versatile
perché i proprietari dei marchi, i
rivenditori, i produttori farmaceutici
e altri importanti fornitori non sono
disposti a investire fino a quando la
tecnologia non sarà disponibile.
www.finat.con
20
nuove tecnologie
Apogee 9, il principale
hub produttivo per
l'industria grafica
L'Agfa Graphics ha introdotto oggi
Apogee 9, il flusso di lavoro basato su Pdf
che funziona come hub produttivo per la
riproduzione grafica, include le funzioni
per la stampa commerciale e quelle per
la stampa digitale di grande formato. In
grado di pilotare direttamente un’ampia
gamma di dispositivi
L'ultima versione è in grado di output e di
di controllare CtP, supportare numerosi strumenti
e funzionalità
la stampa digitale e fornire integrate, come il
una resa ottimale per nesting e il tiling,
le applicazioni del oltre che di un
segmento Sign & Display nuovo sistema
brevettato per
la gestione del colore, Apogee 9 è
concepito per aiutare gli stampatori
commerciali a fornire valore aggiunto ai
propri clienti.
“Con l’hub produttivo Apogee 9, gli
stampatori commerciali possono
automatizzare il proprio flusso di lavoro,
espandendosi nel mercato inkjet di
grande formato”, ha dichiarato Andy
Grant, Global Head of Software, Agfa
Graphics. “Da adesso Apogee 9 unisce
i tipici lavori di grande formato e le
potenti funzioni di prestampa esistenti
in un unico flusso di lavoro basato su
Pdf. Fornendo maggiore flessibilità e
integrazione agli stampatori, affinché
possano rimanere competitivi con
prodotti a valore aggiunto come banner
e poster”.
Con l'Appe 3.4, Apogee 9 include
l’ultima tecnologia di base Adobe, per
l’elaborazione di grafiche complesse;
inoltre, grazie all’Html5, il nuovo portale
WebApproval per la presentazione
e l’approvazione delle pagine può
adesso essere utilizzato su tablet e altri
dispositivi mobili. Apogee 9 include
un unico motore di imposizione di
terza generazione Agfa Graphics, con
caratteristiche dedicate per le macchine
rotative.
www.agfa.com
22
nuove tecnologie
Un nuovo materiale
autoadesivo
La Herma presenta ora una speciale
gamma di materiali denominata
“Inkprint”. Questi materiali adesivi
consentono agli stampatori di
realizzare con stampanti inkjet, con
inchiostri a base d’acqua, piccole e
piccolissime tirature, in modo molto
conveniente in termini di costi.
Infatti, mentre per gli inchiostri UV,
nella maggior parte dei casi, sono
sufficienti materiali
L'adesivo multistrato autoadesivi
Herma 62Gpt, dischiude un tradizionali,
amplissimo spettro l’inchiostro ad
acqua richiede un
di applicazioni materiale cartaceo
speciale, in grado
di assorbire meglio l’inchiostro.
Le due qualità del nuovo
per la tecnologia ultrarapida Memjet,
che con la sua testina di stampa fissa,
larga quanto la pagina da stampare,
unisce i vantaggi di una stampante
a getto d’inchiostro a quelli di una
stampante a foglio.
Persino a velocità di oltre 300
millimetri al secondo è possibile
stampare, in combinazione con il
nuovo assortimento Hermainkprint,
immagini, codici o simboli
identificativi con la massima
precisione e senza deformazioni.
Adesivo a bassa migrazione
Entrambi i prodotti sono dotati del
versatile adesivo Herma 62Gpt. La sua
tecnologia multistrato dischiude alle
etichette vasti campi di applicazione,
garantendo allo stesso tempo
eccellenti proprietà di lavorazione
e un convincente rapporto prezzo/
prestazioni. Il suo ambito di impiego
spazia dalle
etichette per la
logistica, fino
all’etichettatura
di imballaggi
per alimenti
umidi e freddi.
L’adesivo è
caratterizzato
inoltre
dall’assenza di
migrazione, che
gli ha permesso
di ottenere la
HERMAinkprint consente di stampare, con inchiostro ad acqua
certificazione
e quindi a costi molto convenienti, etichette di elevato pregio in
Isega per il
piccoli quantitativi. Nell’immagine: bobine del nuovo materiale
contatto diretto
auto­adesivo nella produzione Herma
su alimenti
secchi, umidi e grassi (fattore di
assortimento, Hermainkprint glossy
correzione 2). La combinazione con
(tipo 211) e Hermainkprint matt (tipo
glassine gialla per le bobine (tipo
137), forniscono risultati di stampa
523) e il liner in carta kraft bianco
eccellenti sule stampanti Inkjet
per produzioni a foglio (tipo 512)
comunemente disponibili sul mercato
garantiscono al materiale ottime
(ad esempio Canon, Epson, HP ecc.)
propietà di fustellatura in rotativa e in
sia per la stampa a foglio, sia per la
piana.
stampa in rotativa.
www.herma.com
Sono inoltre perfettamente indicati
nuove tecnologie
La Mewa eleva il profilo della sua
offerta di dispositivi per la protezione
individuale: in futuro la gamma di DPI
di qualità verrà presentata con il nome
“World Wide Work by MEWA”. E il nome
è programmatico: con i suoi numerosi
marchi internazionali di calzature
di sicurezza e guanti, l’azienda
intende offrire al mondo del lavoro,
sia nell’industria che nel commercio,
una gamma di prodotti ancora più
specifici, migliori e adatti a qualsiasi
esigenza.
“Con il marchio World Wide Work la
Mewa presenta un’offerta talmente
completa e articolata, da non lasciare
insoddisfatta nessuna richiesta. Nel
catalogo i clienti troveranno il meglio
dell’offerta del mercato mondiale,
presentata in modo chiaro e sintetico“,
spiega Margharet Feldgiebel,
responsabile della Divisione Dispositivi
per la Protezione Individuale MEWA.
Per essere in grado di soddisfare
23
Un nuovo marchio per i
dispositivi di Protezione
in modo ottimale le necessità del
multiforme mondo del lavoro, l’offerta
è stata ulteriormente ampliata.
Grande varietà di prodotti a
portata di mano
L’offerta MEWA di prodotti a marchio
“World Wide Work” si avvale di una
rete internazionale di oltre 250 noti
produttori. Margharet Feldgiebel
ne riassume i
La gamma di Dpi di qualità
vantaggi: “Oltre
verrà presentata con il nome
60.000 clienti in
15 paesi europei
"World Wide Work by Mewa"
apprezzano
l’assortimento moderno dei nostri
prodotti e il servizio di consulenza.
Possono anche contare su una
perfetta tempistica di consegna".
Con il marchio “World Wide
Work“ l’azienda intende
24
nuove tecnologie
contemporaneamente differenziare in modo netto i
prodotti in vendita dall’attività di gestione di servizi
tessili.
Il nome MEWA è strettamente legato alla nostra
tradizionale attività di gestione di prodotti tessili:
abbigliamento professionale e panni” - spiega
Jürgen Gerdum, del consiglio direttivo Clienti &
Organizzazione del Gruppo MEWA.
"Con il marchio World Wide Work by Mewa offre
ai nostri clienti un marchio ben definito che
caratterizza la vendita dei dispositivi di protezione
individuale.
Contemporaneamente, i clienti continuano a
beneficiare dell’affidabilità e della competenza
logistica MEWA".
Il 1°settembre 2014 uscirà il nuovo Catalogo di
Dispositivi Individuali, con il nuovo marchio World
Wide Work by MEWA ed un nuovo look.
www.mewa.it
26
nuove tecnologie
Soluzioni tecnologiche
per professionisti
Sempre alla ricerca di soluzioni
tecnologiche in grado di soddisfare le
esigenze dei professionisti delle Arti
Grafiche, la Neopost Pfs ha stretto
una partnership con l'azienda italiana
Petratto, per l inserimento nella
gamma della linea di cordonatricipiegatrici “Bat” di nuova generazione.
Il brand Petratto, coerentemente con
gli altri marchi che compongono la
gamma Pfs, si
Print finishing solutions contraddistingue
allarga la gamma di prodotti per l’eccellenza
con l'inserimento e l’affidabilità
del brand italiano Petratto della costruzione,
per la perfezione
della finitura e per la semplicità di
settaggio macchina. La linea “Bat” si
rivolge a stampatori professionisti e
si adatta ad entrambe le tecnologia
di stampa, (digitale e offset),
fornendo una duplice risposta alle
necessità dei clienti. Le cordonatricipiegatrici “Bat” sono alimentate
ad aspirazione tramite mettifoglio
ad altapila, cordonano a battura e
sono configurabili con un modulo
di piega fino a tre tasche, oltre che
con lo strumento di perforazione
circolare interrotta e con il coltello
di cordonatura speciale per stampe
digitali. MiniBat 2, MiniBat Plus e
Batfold, cos come i loro moduli
opzionali, saranno vendute dalla forza
vendita diretta Neopost PFS su tutto
il territorio nazionale e sarà possibile
averle anche tramite la formula di
noleggio operativo offerta tramite
Neopost Rental Italia.
appuntamenti f ieristici
2014
24-26 marzo
Munich - Germania
ice europe
www.ice-x.com
3-6 settembre
Jakarta - Indonesia
indoprint
www.indoprint.net
13-16 aprile
Dubai - Emirati Arabi Uniti
gulf print & pack 2015
www.gulfprintpack.com
9-12 settembre
Nairobi - Kenya
east 2014 afripack
www.ipackima.it
19-23 maggio
Milano - Fiera Rho - Milano
ipack-ima 2015
www.ipack-ima.it
17-20 settembre Sorrento - Italia
congresso ecma
www.ecmaprocartoncongress.com
19-23 maggio
Milano - Fiera Rho - Milano
grafitalia
www.grafitalia.it
13-15 ottobre
Amsterdam - Olanda
WORLD PUBLISHING EXPO
www.wan-ifra.org
29 sett - 2 ott.
Bruxelles - Belgium
LABELEXPO EUROPE
www.labelexpo-europe.com
4-6 novembre
Stoccarda - Germania
vision
www.vision-messe.de
14-17 novembre Shanghai - Cina
all in print
www.allinprint.com
2015
24-26 marzo
Dubai - Emirati Arabi Uniti
sgi dubai 2015
www.signmiddleeast.com
2016
31 mag.-10 giu.
Düsseldorf - Germania
drupa
www.drupa.com
28
nuove tecnologie
Le macchine per etichette
più avanzate a Labelexpo
La Cartes, alla fiera Labelexpo di
Chicago, presenterà le macchine più
avanzate e le ultime innovazioni nella
stampa serigrafica, hot stamping,
flexo, rotary diecutting, flat bed diecutting e Laser converting.
Questa azienda italiana, attenta alle
esigenze dei produttori di etichette
in bobina, da sempre mette a loro
disposizione tutta
La filosofia produttiva, la sua esperienza
ha seguito i cambiamenti ed il suo impegno
del mercato in cui sono generando
richieste flessibilità e consistenti
versatilità a 360 gradi successi sul
mercato mondiale,
anche presso i clienti più esigenti
con i quali la Cartes è orgogliosa di
collaborare.
In questo quadro, la Cartes si
propone come partner primario per
permettere ai produttori di etichette
di innovarsi ed assecondare le
richeste di qualsiasi settore e presenta
una versione altamente tecnologica
della sua già affermata serie GT, in
cui la forte meccanica si integra
perfettamente con l’elettronica
avanzata ed i software intuitivi e
completi, per ottenere la massima
precisione di stampa. Grazie a questo
connubio vincente, è nata la nuova
serie GT, l’unica linea di stampa per
etichette in bobina in cui i parametri
di ogni lavorazione vengono salvati
nel computer di bordo per essere
rapidamente riutilizzati, garantendo
un’estrema velocità nell’avviamento
degli ordini più frequenti.
Inoltre, per rendere ancora più
attraente e polivalente la serie GT, la
Cartes propone una nuova versione
dell’unità di fustellatura semirotativa
La filosofia produttiva, ha seguito
i cambiamenti del mercato in cui
sono richieste flessibilità e versatilità
a 360 gradi: oggi infatti, la maggior
parte degli etichettifici del mondo,
deve adattarsi a produrre grandi e
piccole tirature di alta qualità, molto
diversificate e con tempi di consegna
estremamente brevi che impongono
rapidità nel set-up e velocità di
produzione.
con caratteristiche sorprendenti.
La serie GT è senza dubbio la più
completa e versatile, non solo per il
finissaggio di etichette autoadesive
prestampate, ma anche per creare
ex-novo etichette di grande pregio,
ponendosi come strumento
fondamentale per realizzare i progetti
più fantasiosi e particolari di ogni
produttore di etichette.
www.cartes.it
30
attualità
L'assemblea annuale delle
associazioni del settore
Si è svolta a Milano l'Assemblea
pubblica della Federazione della
Filiera della Carta e della Grafica, che
rappresenta i comparti industriali di
Assografici (grafica e cartotecnica),
Assocarta (carta) e Acimga (macchine
per la grafica e cartotecnica); una
filiera che consta di più di 20.000
aziende con circa 180.000 addetti ed
un fatturato di 23 miliardi di euro pari
all 1,5% del Pil
Il piacere di voltare pagina: il italiano.
libro di carta nell'era digitale In apertura dei
lavori il Presidente
della Federazione Paolo Culicchi
ha illustrato i dati congiunturali dei
comparti industriali rappresentati,
Il presidente
della Federazione
Paolo Culicchi
evidenziando che nonostante il
leggero ottimismo di fine 2013, il
2014 non ha ancora interrotto il trend
negativo degli ultimi semestri, con
gli opportuni distinguo che vedono
il comparto grafico maggiormente
caratterizzato da una situazione di
difficoltà e persistenti negatività
rispetto agli altri.
Un quadro che evidenzia la grande
difficoltà di settori con scarsa apertura
al commercio internazionale e legati
a consumi non considerati primari all
interno di un periodo congiunturale
sfavorevole. Il rilancio potrebbe
essere legato ad alcune iniziative,
più volte ribadite nelle opportune
sedi istituzionali, come la detrazione
della spesa per l'acquisto di libri e
abbonamenti a quotidiani e periodici,
la detassazione della pubblicità
incrementale, un sostegno all industria
manifatturiera con una riduzione dei
costi energetici.
Se la riduzione dei consumi interni
pesa sull andamento congiunturale,
il fenomeno della digitalizzazione
può portare anche a profondi
cambiamenti strutturali, le cui
ripercussioni potrebbero produrre
effetti ad oggi complessivamente non
dimensionabili. E su questo
aspetto che si è focalizzata
la ricerca condotta da
Ipsos e illustrata da Nando
Pagnoncelli, direttore dell
Istituto di Ricerca.
La ricerca "Il piacere di
voltare pagina: il libro di
carta nell'era digitale"
ha infatti indagato
l'incidenza del processo di
digitalizzazione sui libri,
evidenziando in linea
generale l'assenza di visioni
apocalittiche per il futuro.
Infatti, non solo i principali
fattori che incidono sulla
riduzione dei volumi di
prodotti stampati sono correlati
ad aspetti diversi dallo sviluppo
dei media digitali, ma il nostro
Paese è altresì connotato da alcuni
specifici trend, quali l'elevato tasso di
invecchiamento della popolazione,
il basso tasso di istruzione e la scarsa
abitudine alla lettura che rallentano
inevitabilmente l'affermazione del
processo di digitalizzazione.
attualità
31
La carta quindi non scomparirà,
anzi il libro è tuttora preferito all
e-book. Saranno comunque gli
imprenditori del settore a dovere
dare un ruolo nuovo al prodotto,
sia nei contenuti, sia nella
confezione e nell uso.
Un fenomeno quindi che
rappresenta più una sfida che
non una minaccia.
Partendo dalla ricerca illustrata,
Andrea Biondi, giornalista de
Il Sole 24 Ore, ha coordinato
la successiva tavola rotonda
per raccogliere il punto di vista
dei Presidenti di Assografici,
Giovanni Battista Colombo, di
Assocarta, Paolo Culicchi, di
Acimga, Marco Calcagni, di Aie,
Marco Polillo e di Anes, Antonio
Greco.
Oltre ad evidenziare gli elementi
che incidono pesantemente
sull attuale quadro, quali i bassi
tassi di lettura e la riduzione
degli investimenti pubblicitari
sui media cartacei, le misure
ritenute da tutti necessarie per
una rinnovata spinta alla crescita
si riconducono al sostegno
mirato da parte del pubblico,
all accelerazione del cambio
generazionale e della riduzione
del gap digitale nelle aziende,
alla realizzazione di contenuti di
qualità, alla migliore promozione
degli aspetti di sostenibilità e
riciclabilità della carta.
L’espositore per banner
prodotto in cartone ecosostenibile
La tecnologia di stampa incontra l´eco-creatività!
Stampiamo con responsabilità nei confronti dell´ambiente. Per la stampa del banner scegliamo la tecnologia ecosostenibile della HP Latex. Con gli inchiostri Latex a
base d´acqua rendiamo possibili stampe durature e resistenti senza alcun rischio per
l´ambiente e la salute.
LUTA!
NOVITÀ ASSO
BILE
BASE STAMPA
www.greenboarder.it
100% CARTONE 100% RICICLABILE 100% MADE IN ITALY
32
attualità
La 34esima edizione
dei Finat Label Awards
La Finat, l’associazione internazionale
del settore delle etichette autoadesive,
ha annunciato i vincitori del
trentaquattresimo concorso dedicato
alla realizzazione di etichette.
Palcoscenico della cerimonia di
premiazione è stato il congresso
annuale Finat tenutosi nel Principato
di Monaco. Sono state presentate
241 candidature
Prestazioni eccezionali in rappresentanza
in termini di di 49 aziende
design e tecnologia provenienti da
25 paesi, incluse
le new entry
di quest’anno: l’Isola di Riunione e
la Lettonia. Come di consueto, le
candidature sono state di elevatissimo
livello qualitativo.
Presidente della giuria è stato Mike
Fairley (Regno Unito), in sostituzione
di Tony White, che non è potuto essere
presente per motivi di salute. Al suo
fianco, gli abituali componenti della
giuria: Murat Sipahioglu (Turchia),
Steve Wood (Regno Unito) e Rik Olthof
(Cartils, Paesi Bassi). Quest’anno sono
stati coadiuvati da Bill Bruce (editor
foodbev.com) e Bernard Plat, ex
presidente dell’associazione francese
delle etichette Unfea.
Impressioni della giuria
sulla partecipazione
“Lavorare e scambiare
opinioni con gli altri
esperti è stata una preziosa
opportunità per conoscere
meglio il settore delle
etichette e le persone che
vi operano” ha spiegato
Mike Fairley. “È sempre
difficile scegliere un’etichetta
piuttosto che un’altra,
e motivare la scelta. Ma
vedere alcune delle migliori
etichette prodotte, offre
una preziosa panoramica
sui risultati ai quali sono
in grado di arrivare gli
stampatori quando danno
attualità
33
il meglio di sé. È molto stimolante
vedere e capire la quantità di lavoro,
la competenza e gli sforzi necessari
per realizzare un’etichetta con oltre
12 passaggi di stampa e produzione.
Detto ciò, va precisato che un’etichetta
realizzata con soli due o tre colori
e processi può avere un impatto
altrettanto dinamico” ha concluso.
Il meglio dell’evento e i
vincitori dei gruppi
I premi Best in Show e per il gruppo
Processi di stampa sono stati assegnati
a Multi Labels, Regno Unito, per
l’etichetta “The Irishman Single Malt”.
Questa etichetta ha ricevuto punteggi
elevati sia dal punto di vista tecnico
che del design. A prima vista sembra
semplice da produrre, ma la realtà è
diversa. Il generoso impiego di una
delicata stampa a caldo nella firma e
nelle aree in negativo è degno di nota.
Il fatto che siano stati usati 10 colori
34
attualità
per ottenere il risultato finale, insieme
alla goffratura e al rivestimento in
un unico passaggio, testimonia il
livello di controllo necessario per
produrre questa etichetta nel rispetto
di uno standard così elevato. Una
combinazione dei migliori attributi
della flessografia e della serigrafia
ha prodotto il risultato che merita di
essere premiato come Best in Show.
Vincitrice nel gruppo Marketing/
Impiego-finale è Collotype Labels,
Griffith, Australia, con De Bortoli Wines
– La Bohème. Si tratta di una bellissima
etichetta il cui tema è l’opera lirica.
La complessità dei fiori attorno alla
figura centrale aggiunge un’ulteriore
profondità al risultato finale. Il colore
camoscio che fa da cornice racchiude
molto bene la figura principale. I sei
colori sono stati stampati in offset e
rifiniti con una verniciatura satinata.
Il premio per il gruppo Non-adesive
è stato vinto da Masterpress S.A.,
Polonia, con Heineken The Future
– Limited Edition. Un’etichetta che
attrae immediatamente l’attenzione
con un’abbondanza di stelle!
L’impiego di lamina argentata la fa
risaltare sulla bottiglia. Il ricorso a 9
colori, flessografia UV e a solvente e
rotocalco ne fa un’etichetta complessa
da stampare.
La vincitrice del gruppo Innovazione
è stata Schreiner Group GmbH &
Co. KG, Germania, con l’etichetta
Pharma-Tac Plus. Di consueto,
le candidate in questa categoria
presentano caratteristiche complesse,
e questa etichetta non è stata
un’eccezione: in pratica si tratta di una
combinazione di libretto informativo
con due parti staccabili per finalità
di documentazione e un solido
gancio che consente di appendere
il flacone. Realizzata usando 9 colori
e una combinazione di processi di
stampa, questa etichetta offre una
soluzione al problema della fornitura
di informazioni con la flebo.
attualità
Il 26 e 27 giugno la Koenig & Bauer AG
(KBA) ha fornito nel suo stabilimento
offset a foglio di Radebeul, a oltre 250
stampatori specializzati provenienti
da 22 paesi, informazioni su temi
di grande attualità incentrati sulla
stampa commerciale. Dopo la
Open House, che si è svolta a metà
maggio e aveva come oggetto le
attuali tendenze nella stampa di
imballaggi, questa è stata la seconda
manifestazione per clienti, dal forte
richiamo internazionale, organizzata
dall’importante costruttore di
macchine da stampa. Il primo giorno
è stato dedicato alla teoria. Il secondo
giorno i partecipanti hanno potuto
scegliere, a seconda dei loro interessi,
tra diverse dimostrazioni di stampa
nei settori stampa in bianca e volta,
On Demand Printing, produzione di
massa e finitura.
La relazione chiave ispiratrice è
stata tenuta da Martin Wenk, socio
amministratore dell’agenzia di
35
Appuntamento interessante
per parlare delle tecniche
di stampa
comunicazione Jung di Matt/Neckar
a Stoccarda. In un modo creativo e
divertente egli ha mostrato come
nell’odierno mondo dei media la
comunicazione stampata e di marchio
debba sorprendere e convincere
per incidere: ”La buona pubblicità
funziona proprio
Temi di grande attualità per
come l’idea di
stampatori commerciali alla
maggior successo
KBA di Radbeul
di tutti i tempi– il
cavallo di Troia:
Arriva in una bella confezione sotto
forma di regalo, ma l’obiettivo di
fondo è la conquista.“ Martin Wenk
ha squarciato un velo su una società
dei consumi ricca di emozioni, e ha
dimostrato con l’aiuto di esempi
36
attualità
concreti quello che conta nella
pubblicità.
Anja Hagedorn del reparto marketing
prodotti della KBA, si è occupata del
tema della flessibilità nella stampa.
Con i loro diversi pacchetti di
equipaggiamento anche le macchine
offset a foglio Rapida raggiungono
questa versatilità. Oltre ai materiali
standard, (di norma da 0,06 fino a
0,6 mm) esse riescono a stampare
supporti sottili (da 0,04 mm) fino al
cartone spesso, a quello pressato e
al microonda (da 1,2 fino a 1,6 mm).
possibili applicazioni mettendole
a confronto sulla base di criteri di
rilevanza nella quotidianità come i
costi degli stampi per fustellatura, la
flessibilità, il comfort nel comando,
la precisione di messa a registro e la
resistenza alla tiratura.
Gli effetti sensoriali rendono un
prodotto stampato inconfondibile
e inducono a guardarlo, toccarlo o
annusarlo. I media stampati dalla
finitura raffinata ispirano i consumatori
soprattutto al dialogo auspicato. Per
molte possibilità di finitura come gli
Nella KBA MetalPrint i gruppi Rapida
si utilizzano perfino nella stampa su
metallo.
Le KBA Rapida si possono
equipaggiare in modo molto flessibile
anche per la finitura in linea. Le
soluzioni Rsp della Cito offrono,
ad esempio, tutte le possibilità per
cordonare, fustellare e perforare. Si
possono impiegare nei gruppi di
stampa e nella torre di verniciatura.
Anja Hagedorn ha presentato le
effetti Drip Off, le sensazioni tattili o
quelle profumate è sufficiente una
torre di verniciatura oppure un gruppo
di stampa libero in combinazione con
una torre di verniciatura. Nell’ambito
della finitura in linea la KBA ha molta
esperienza, e con le sue macchine
Rapida ha spesso creato nuove
tendenze. Un esempio è stato il
processo ibrido con la contemporanea
applicazione di vernici a base oleosa
e a tempra UV per prodotti ad alta
attualità
finitura nato poco dopo l’inizio del
terzo millennio.
Nella sua relazione Jens Baumann, del
reparto KBA marketing prodotti, si è
occupato dell’argomento prestazioni
nella stampa commerciale. Che
è molto di più che solo velocità.
Alla performance nella stampa
commerciale contribuiscono anche
la perfezione nel rovesciamento
del foglio, i rapidi cambi ordine
e la finitura veloce grazie ad una
essiccazione efficiente – il tutto a costi
possibilmente bassi. E le macchine
da stampa commerciale Rapida sono
state progettate a questo scopo: dal
rovesciamento rapido con prestazioni
fino a 18.000 fogli/h all’uscita AirTronic
e il cambio simultaneo delle lastre
(DriveTronic SPC) fino a nuovi processi
di essiccazione come HR-UV e LED-UV.
Questi ultimi offrono spunti
interessanti per ottimizzare i costi di
investimento con tempi di consegna
brevi: per le macchine da stampa a
quattro o a otto colori convenzionali
gli investimenti sono quelli più esigui.
Ma i prodotti non possono essere
sottoposti a finitura immediata. Se
si investe in macchine a quattro o a
otto colori con torre di verniciatura ed
essiccazione prima di rovesciamento
e uscita, aumentano si i costi di
acquisto, però la finitura diventa
possibile immediatamente. Con forni
HR-UV prima del rovesciamento
o nell’uscita, la spesa rispetto alle
macchine convenzionali aumenta
solo moderatamente, perché non
servono torri di verniciatura e di
essiccazione. E i prodotti si possono
comunque finire immediatamente.
Un processo promettente per il
futuro è il LED-UV. I forni LED-UV
riducono decisamente il consumo di
energia, e in modo sostenibile. Inoltre
hanno una lunga durata, richiedono
poca manutenzione e presentano
37
38
attualità
numerosi altri vantaggi. Sulla base
della struttura degli ordini e un
concomitante calcolo dei costi, ogni
azienda dovrebbe cercare la soluzione
ottimale individuale.
Sascha Fischer, responsabile di KBA
Complete Services & Key Account
Manager Europa, ha riferito, all’insegna
della parola d’ordine "Efficiency“,
sull’aumento dell’efficacia grazie a
collegamento in rete, pianificazione/
controllo della produzione e
ottimizzazione dei processi. Sotto
il termine Complete Services la
KBA propone soluzioni integrate
e tecnologie di automazione „Best
in Class“, nonché servizi completi
di consulenza. E la KBA lo fa, se
necessario, coinvolgendo partner
tecnologici come Kodak, Optimus,
Printplus, Logica, MBO, ClimatePartner,
IPM, Perfecta, Montex, Müller Martini
e altri.
Prima assoluta: LED-UV anche
nel formato grande
Al centro dell’attenzione durante
le dimostrazioni di stampa c’erano
applicazioni di stampa commerciale
tipiche, con uno sguardo particolare
rivolto all’economicità, l’efficienza,
la finitura e l’innovazione. Con una
Rapida 106 a dieci colori sono state
prodotte prima una segnatura di
un libro da cucina e poi una forma
composta con cambio rapido. Poi sono
seguiti quattro poster in quadricromia,
prodotti alternativamente, con
cambio, con i primi quattro e gli ultimi
quattro gruppi di stampa.
A produzione in corso gli altri
gruppi sono stati attrezzati
mediante Flying JobChange
per l’ordine successivo e poi
cambiati “al volo”.
Su una Rapida 105 a otto
colori, invece, il tema sono
stati Processi di essiccazione
UV innovativi. Per consentire
agli specialisti un utile
confronto diretto, è stato
prodotto ed essiccato un
soggetto con HR-UV e LEDUV. La colorimetria inline con
regolazione del bilanciamento
dei grigi secondo System
Brunner è stata un’ulteriore
highlight su questa macchina.
Le dimostrazioni nel
formato grande erano rivolte al tema
“Produzione di massa”.
Su una Rapida 145 a sei colori con
torre di verniciatura e prolungamento
dell’uscita sono state prodotte tipiche
forme da libro e calendario su carta da
stampa di illustrazioni satinata.
L’essiccazione dei colori è stata
realizzata (per la prima volta nel
formato grande!) mediante un forno
intermedio LED-UV.
Successivamente i fogli sono stati
nobilitati con vernice a dispersione
opaca – e dopo un cambio del tipo
di vernice con vernice UV brillante.
Nella stessa sala da stampa, di fronte,
una Rapida 145 a cinque colori, con
equipaggiamento per vernice, ha
prodotto una brossura in diverse
lingue.
Grazie a Flying JobChange le forme
attualità
del nero tra il primo e il secondo
gruppo sono state cambiate durante
la produzione, e le diverse versioni
linguistiche sono state prodotte senza
arresto macchina dopo l’inserimento e
il disinserimento dei rispettivi gruppi
di stampa.
Così le due macchine hanno
dimostrato il loro elevato rendimento
nella tiratura di produzione di 17.000
fogli/h.
Anche per la Rapida 75 nel mezzo
formato sono disponibili forni LEDUV. Su una macchina a cinque colori
la KBA ha presentato la produzione
veloce e la lavorazione sull’esempio di
una forma per cartoline postali.
Dopo la stampa del dorso con
essiccazione LED dopo il quinto
gruppo di stampa, è stata eseguita
subito la stampa dei lati frontali –
inclusa la perforazione in linea, in
modo da poter staccare le singole
cartoline comodamente dal foglio.
Su una Rapida 106 a sei colori,
equipaggiata con un forno KBA
VariDry HR-UV e dispositivo di
impressione a freddo su pellicola,
sono state prodotte copertine di alta
qualità di una rivista che sono poi
state nobilitate con pellicola a freddo
nonché vernice UV ad alta brillantezza.
Un’altra Rapida 106 lavorava con
prestazioni massime di 20.000 fogli/h.
Su quasi tutte le macchine della
dimostrazione sono stati impiegati
QualiTronic ColorControl (regolazione
inline dell’inchiostrazione), QualiTronic
InstrumentFlight (regolazione
inline del bilanciamento dei grigi) e
QualiTronic PDF (controllo PDF inline),
dunque sistemi modernissimi per
l’assicurazione della qualità.
www.kba.com
39
40
mondo grafico
L’innovativo CtP 16
pagine Avalon
N16-80 XT
L’Agfa Graphics ha annunciato
l’introduzione del nuovo modello
di CtP 16 pagine di fascia alta
denominato Avalon N16-80 XT.
Il nuovo modello viene proposto
come soluzione completamente
configurabile, basato su tecnologia
collaudata di Agfa Graphics,
assicurando un’affidabilità costante.
Avalon N16-80 XT offre un’elevata
velocità e una superba qualità di
riproduzione dell’immagine per il
mercato di alta produttività e qualità,
incluso il mercato della stampa per
imballaggi.
“Avalon N16-80 XT si aggiunge alla
nostra offerta nel segmento di fascia
alta”, ha affermato Bruno Lepage,
Marketing Product Manager CtP
Equipment Commercial & Packaging,
Agfa Graphics. “Sia per la qualità
che per la velocità di scrittura; è una
soluzione molto attraente per le
grandi aziende di stampa commerciale
e di imballaggio. Dato che il CtP
supporta anche i formati speciali
delle più recenti macchine da stampa,
risulta perfetto per il segmento delle
16 pagine.”
Tutti i modelli Avalon si integrano
perfettamente con il flusso di lavoro
Apogee di Agfa Graphics, basato su
PDF; fornisce un controllo automatico
e di alta qualità della produzione
di lastre per i settori della stampa
editoriale, commerciale e per
imballaggi.
“Sbarca in Italia”
uno dei maggiori
produttori
d’inchiostri
Dal 1970 la Chimigraf produce
inchiostri: inchiostri ad acqua, solvente
ed UV per la stampa flessografica,
digitale (inkjet), nonché dispersioni
pigmentate solide e prodotti ausiliari
per lo stampatore. Con sede a Rubì,
Barcellona, vende in oltre 60 paesi e
mondo grafico
dispone di stabilimenti in Spagna,
Portogallo e Francia, producendo
annualmente circa 12.000
tonnellate di inchiostro liquido
e posizionandosi al 17° posto a
livello mondiale tra i produttori di
inchiostro.
Dall’inizio di quest’anno la
Chimigraf si è organizzata
per seguire anche il mercato
italiano. Con una sede ad Anzola
dell’Emilia, a due passi da Bologna,
Chimigraf Italia SRL supporta, sia
per gli aspetti commerciali che per
quelli tecnici, una rete di agenti in
grado di coprire le esigenze degli
stampatori flessografici e rotocalco
di tutta Italia.
La Chimigraf, al contrario di altre
multinazionali, è esclusivamente
concentrata nel settore delle
Arti Grafiche e dell’imballaggio,
dove può vantare un’esperienza
e una cura uniche nel seguire
le esigenze dei propri clienti. La
lunga esperienza e la serie di
riconoscimenti internazionali
rendono Chimigraf il partner
ideale per affrontare la continua
evoluzione del settore, in
particolare nell’ambito della
stampa del cartone ondulato e dei
prodotti destinati al contatto con
alimenti.
41
42
carta&cartoni
Prezzi all'ingrosso delle carte e dei cartoni a Milano nel mese di gennaio 2014
prodotti
gennaio '14
da euro
a euro
variazione % su
dic.' 13
gen. '13
Carta per giornali, cataloghi e GDO, in bobine:
10 calandrata per giornali quotidiani, 45 g/mq (2) 15 calandrata per giornali quotidiani migliorata 45 g/mq
20 bianca calandrata SC A, 56/60 g/mq 21 bianca calandrata SC B, 56/60 g/mq 30 patinatino LWC, rotocalco 60 g/mq 40 patinatino LWC, rotooffset 60 g/mq t
t
t
t
t
t
-
- 610,00 560,00 690,00 670,00 -
-
630,00 580,00 710,00 690,00 -- -- 0,00 0,00 0,00 0,00 --0,00
0,00
0,00
0,00
Carta naturale da stampa in fogli:
50 con legno da 80 a 140 g/mq (5) 60 senza legno da 80 a 140 g/mq (5) 70 sopraffina, bianchissima, opalino gelatinato 100 riciclata da 60 g/mq, bianco elrepho super. a 60% Carta per moduli meccanografici, in bobine:
110 senza legno 60 g/mq 118 senza legno per laser o c.r. 80/90 g
t
t
t
t
810,00 840,00 1.610,00
750,00 820,00 860,00 1.640,00
790,00 0,00 0,00 0,00 0,00 -1,21
-3,41
-1,22
4,76
t
t
790,00 790,00 800,00 800,00 0,00 0,00 -4,79
-3,05
Carta patinata da stampa:
160 con legno in fogli da 80 a 140 g/mq 170 con legno in bobina rotooffset da 80 a 140 g/mq 180 senza legno in fogli da 115 a 200 g/mq 190 senza legno in bobina rotooffset da 115 a 200 g/mq t
t
t
t
800,00 700,00 800,00 700,00 840,00 720,00 840,00 730,00 0,00 0,00 0,00 0,00 3,80
0,00
0,61
0,70
Carta monopatinata da stampa in fogli:
200 con legno 210 senza legno 230 per etichetta antispappolo 240 per affissi retrobianco/retroblu t
t
t
t
1.000,00
1.000,00
1.700,00
1.150,00 1.050,00
1.050,00
1.750,00
1.200,00
0,00 0,00 0,00 0,00 0,00
0,00
0,00
0,00
1.300,00
1.350,00
1.350,00
1.400,00
0,00 0,00 0,00
0,00
1.720,00
2.370,00
2.170,00 2.000,00
1.740,00
2.395,00
2.200,00
2.040,00
0,00 0,00 0,00 0,00 -1,14
-0,83
-0,91
-0,98
Carta per copiatrici e stampanti da 80 g/mq, in risme da 500 fogii - formato UNI A4 - kg 2,5 per risma
300 tipo "A" - Brightness > 109 (*) alla risma 3,15 3,80 -0,71 310 tipo "B" - Brightness > 104 (*) alla risma 2,80 3,60 -0,78 320 tipo "C" - Brightness > 99 (*) alla risma 2,40 3,20 -0,88 322 tipo "riciclato" alla risma 2,75 3,35 0,00 -3,47
-4,48
-5,41
-3,17
Carta autocopiante chimica bianca, base 55 g/mq
330 trasmittente CB in bobine 340 trasmittente CB in risme 350 intermedia CFB in bobine 360 intermedia CFB in risme 370 ricevente CF in bobine 380 ricevente CF in risme 0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Carta patinata classica da stampa in fogli:
250 senza legno fino a 200 g/mq t
251 senza legno spessorata mano 1,3 t
Carta cast coated in fogli:
260 folding bianco monolucido da 240 g/mq ed oltre t
270 bianca da 80 a 120 g/mq per uso etichette t
275 bianca da 80 a 120 g/mq per avvolgimento/rivestimento t
280 cover bianco monolucido da 180 g/mq ed oltre t
t
t
t
t
t
t
1.450,00
2.360,00
1.810,00
3.460,00
1.240,00
1.850,00
1.620,00
2.610,00
2.010,00
3.710,00
1.320,00
2.070,00
0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 carta&cartoni
Carta autoadesiva bianca, adesivo permanente:
391 naturale pura cell. 80 g supporto glassine 62 g in bobina 392 vellum pura cell. 80 g supporto glassine 78 g in bobina 393 vellum pura cell. 80 g supp. monopatinato 80 g in fogli 394 monopatinata 80 g supporto glassine 62 g in bobina 395 monopatinata 80 g supporto monopatinato 62 g in fogli 396 termica eco supporto glassine 60 g in bobina 397 vellum lisciato 70 g supporto monopatinato 58 g in bobina Carta velina monolucida da involgere in fogli:
410 economica 30/32 g/mq 415 standard 25/27 g/mq 420 fine 20/22 g/mq 430 extra 18/20 g/mq Carta pergamena vegetale e surrogati in fogli:
460 carta antigrasso vegetale (greaseproof) (kit test 8) 40/60g/mq
Carta da banco in fogli:
470 kraft bianco lisciato da 45/60 g/mq politenato
475 bianca monolucida da 45/60 g/mq accoppiata HDPE 496 bianca riciclata da 45/60 g/mq accoppiata HDPE
Carta calandrata in bobine:
500 pelle aglio da 45/50 g/mq 520 pergamyn argenteo da 40/45 g/mq 530 smaltata da 40 g/mq ed oltre Carta da involgere e da imballo in fogli: (1)
540 camoscio 60/100 g/mq 550 sealing medio monolucido 560 kraft avana extra monolucido, sealing extra Carta da involgere e da imballo in bobine:
570 kraft bianco monolucido fibra lunga 60/130 g/mq 580 kraft bianco polietilenato da 45/60 g/mq 590 kraft bianco fibra corta per alimenti 50/80 g/mq
Carta tissue in grandi bobine:
601 ovatta pura cellulosa base 16/40 g/mq Carta per sacchi uso industriale e sacchetti in bobina:
615 kraft bianco da 70 a 95 g/mq
625 kraft avana da 70 a 95 g/mq
630 kraft avana monolucido da 40 a 45 g/mq
640 kraft bianco monolucido da 40 a 45 g/mq Carta per ondulatori in bobine (secondo norme Gifco):
670 T = testliner avana 680 TB = testliner bianco 690 L = liner avana 710 K = kraftliner avana 150 g (10) 720 KB = kraftliner bianco 125 g 730 F = fluting/camoscio 740 M = medium 745 US = uso semichimica 750 S = semichimica 760 SE = semichimica scandinava 1000 mq
1000 mq
1000 mq
1000 mq
1000 mq
1000 mq
1000 mq
43
470,00 515,00 540,00 530,00 560,00 550,00 475,00 485,00 530,00 555,00 545,00 570,00 560,00 480,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
t
t
t
t
620,00 1.100,00 1.480,00 1.550,00 630,00 1.120,00 1.500,00
1.570,00
0,00 0,00 0,00 0,00 3,31
1,83
1,36
1,30
t
1.550,00 1.630,00
0,00 0,00
t
t
t
1.370,00 1.250,00
950,00
1.420,00
1.300,00
1.050,00
-2,11 -2,11
0,00 0,00
0,00 0,00
t
t
t
1.280,00 1.550,00 1.530,00 1.330,00
1.600,00
1.580,00
0,00 0,00
0,00 -3,08
0,00 -3,12
t
t
t
640,00 830,00 1.160,00
660,00
870,00 1.200,00
0,00 1,56
0,00 0,00
0,00 1,29
t
t
t
1.050,00
1.250,00
890,00 1.100,00
1.300,00
920,00
0,00 0,00
-3,77 -3,77
-1,63 -1,63
t
965,00
985,00
-2,01 -1,52
t
t
t
t
-630,00
840,00 960,00 -700,00
880,00
1.010,00
t
t
t
t
t
t
t
t
t
t
395,00 490,00 495,00 570,00 800,00 345,00 365,00 425,00 660,00 740,00 430,00
500,00
505,00
600,00
830,00
360,00
375,00
460,00
670,00
750,00
--0,58
-1,99
--2,99 -1,99
3,13 0,00 1,01 -5,26 -2,40 0,00 0,00 2,91 0,00 0,00
17,02
3,13
9,89
-7,14
-1,21
16,53
12,12
19,59
8,13
2,76
44
carta&cartoni
Cartoncini patinati in fogli, base 300 g/mq:
782 GD base macero, retro grigio/avana
811 GT base macero, retro bianco/kraft
835 SUS bianco kraft di cellulosa 851 GC fibra CMT, altospessore
855 SBS bianco bianco di cellulosa 860 MW bianco grigio per accoppiamento 180/230 g/mq in bobine t
t
t
t
t
t
660,00
680,00
1.095,00 1.220,00
1.580,00 670,00 710,00
725,00
1.220,00
1.300,00
1.700,00
735,00
--0,00
-0,00
0,00
--0,00
-0,00
3,69
Cartoni in fogli:
865 grigio per interfalde (4) (allestito ad angoli vivi)
891 GK grigio/grigio 900 bianco grigio andante non patinato 910 bianco bianco andante non patinato t
t
t
t
400,00
420,00
530,00
565,00 420,00
470,00
550,00
580,00
0,00
-0,00
0,00
0,00
-0,00
0,00
Cartone in bobina o in rotelle:
925 cartone per tubi da 250 a 300 joule/mq 935 cartone per tubi da 400 a 500 joule/mq 945 cartone per tubi oltre 700 joule/mq t
t
t
350,00 430,00 585,00 380,00
470,00
685,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
1,60
Rilevazione dei prezzi all'ingrosso di carte da macero sulla piazza di Milano nel mese di
settembre 2013
prodotti
gennaio '14
da euro
a euro
variazione % su
dic.' 13
gen. '13
Gruppo A "Qualità ordinarie":
120
130 145 150 160 162 1.01 Carta e cartone misti, non selezionati, provenienti
da raccolta differenziata su superficie pubblica e privata
priva di materiali inutilizzabili 1.02 Carte e cartoni misti (selezionati) 1.04 Carta e cartone ondulato di supermercati 1.05 Contenitori ondulati vecchi 1.06 Riviste invendute 1.11 Carta grafica selezionata da disinchiostrazione (2) t
t
t
t
t
t
31,00
56,00 67,00 80,00 61,00 76,00 36,00 0,00
61,00 0,00
72,00 0,00
85,00 0,00
71,00 0,00
86,00 0,00
3,80
1,74
2,96
3,77
1,54
1,25
2.02 Giornali invenduti 2.04 Refili bianchi densamente stampati 2.03.01 Refili bianchi leggermente stampati senza colla t
t t
62,00 60,00 85,00 72,00
70,00
95,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Gruppo C "Qualità superiori":
200 2.05 Carta da ufficio selezionata 210 3.01 Refili di stampati misti, poco colorati, senza pasta di legno
220 3.05 Archivio bianco senza pasta di legno 230 3.06 Moduli commerciali bianchi 250 3.14 Carta da giornale bianca 260 3.15.01 Carta bianca a base di pasta meccan. cont. carta patinata
270 3.17 Refili bianchi 280 3.18 Refili bianchi senza pasta legno t
t
t
t
t
t
t
t
135,00 115,00 165,00 205,00 180,00 180,00 260,00 290,00 145,00
125,00
175,00
215,00
190,00
190,00
280,00
310,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Gruppo D "Carta kraft":
290 4.03 Cartone ondulato kraft di seconda qualità 300 4.02 Cartone ondulato kraft di prima qualità 310 4.01 Refili nuovi di cartone ondulato t
t
t
113,00 123,00 103,00 123,00
133,00
113,00
0,00
0,00
0,00
5,36
4,92
11,34
Gruppo B "Qualità media":
170 190 195 46
piccola pubblicità
MACCHINE TIPOGRAFICHE
hashimoto
bicolore
in
vendita
reversibile,
formato
56x40, bagnatura ad Alcoolor €
13.000. Tel. 011/9367912, cell.
335/5265621
(04/14)
vendesi tipografica Heidelberg SBDZ anno
1965 formato 56x82 Tel. 02/93257152 - email
[email protected]
(01/14)
vendesi tipografica Heidelberg SBDZ anno
1970 formato 64x89 Tel. 02/93257152 - email
[email protected]
(01/14)
vendiamo a causa della chiusura attività 3
macchine per stampa a caldo: Saroglia 52x72
€ 10.000, Albert 74x110 € 15.000, Heidelberg
56x77 € 20.000. Tel. 02/9085500 (03/13)
Vendo macchine tipografiche Heidelberg vari
tipi e formati anche con trasformazione per la
fustellatura e stampa a caldo. Inoltre forniamo
assistenza, trasporti e pezzi di ricambio per
sudette macchinari. Tel. 02 9374258 - Fax 02
93570464 - mail. [email protected]
(02/13)
MACCHINE OFFSET
harris aurelia 62 matr. 32013, cm. 64x92,
anno 1972/73, con tre cilindri cromati a nuovo,
revisionata nel 2008, vendo a euro 29.500,00.
Tel. 02/83417216
(04/14)
hp indigo press 3050 macchina digitale
offset, 4 colori, anno 2005. E-mail: techprint.
Azienda leader
a livello mondiale
nella produzione di lamierini
e attrezzature per macchine
da stampa, seleziona candidati
per la posizione di
addetto alle vendite
per la filiare italiana
Vi preghiamo di inviare curriculum a:
R.F. Editore - sigla 101
Via Conte Rosso, 1
20134 Milano
[email protected]
piccola pubblicità
47
corto, contacopie elettronico, carrello uscita,
messa a punto, vendo a euro 16.500,00. Tel.
02/83417216.
(04/14)
piegatrice Bonelli tipo 92/42 SS/MR, matr.
83142, cm. 92x130, con mettifoglio rotary,
carrello uscita, contacopie elettronico, 4T + 1K
+ 1K + 1K = 32°, funzionante, vendo a euro
6.000,00. Tel. 02/83417216.
(04/14)
raccoglitrice
Nekar 10 completa di
pareggiatore, matr. D0681, formato massimo
cm. 32x46, 10 stazioni oppure 5 stazioni cm.
64x46, funzionante, vendo a euro 11.500,00. Tel.
02/83417216
(04/14)
tagliacarte Tranklein luce 89 ST, piano
soffiante, 2 coppie di fotocellule, dispositivo
elettronico taglio simultaneo, 1 lama montata
ed 1 di scorta, ripari, revisionata, vendo a euro
9.000,00. Tel. 02/83417216 (04/14)
tagliacarte Mandelli 115 HY, matr. 18209,
con pressino oleodinamico, computer ETA
II°, piano soffiante, 4 coppie di fotocellule,
dispositivo elettronico taglio simultaneo, 1
lama montata ed 1 di scorta, ripari, revisionata,
vendo a euro 15.500,00
(04/14)
[email protected]
(04/14)
heidelberg gto 52 zp 2 colori, f.to 36x52,
bagnatura c/frigo, con gruppo di numerazione
e perforazione. E-mail: [email protected]
com
(04/14)
100x140 cm, Tel.
[email protected]
02/93257152
- email
(01/14)
vendesi macchina offset quattro colori
Shinohara 52-4 anno 2006 formato 36x52 cm,
Tel. 02/93257152 - email [email protected]
(01/14)
heidelberg gto 46 1 colore, f.to 32x46, con
numerazione e perforazione. E-mail: techprint.
[email protected]
(04/14)
legatoria e
cartotecnica
heidelberg kor f.to 40x57, cabina lunga, matr.
35360. E-mail: [email protected] (04/14)
macchina speciale per bugiardini, revisionata,
euro 2.000,00. Tel. 02 83417216
(04/13)
roland favorit 50x70, con gruppo vernice
U.V. Giardina GST 801/2. E-mail: techprint.
[email protected]
(04/14)
vendesi macchina offset sei colori anno 2002
Komori LS 640 P 2+4 formato 72x102 cm, Tel.
02/93257152 - email [email protected] (01/14)
vendesi Roland 906-6LV anno 2000 formato
piegatrice MBO T52/4K, matr. 81015780,
cm 52x74, con 4 tasche + 1 K elettronico,
mettifoglio rotary, revisionata, vendo a euro
12.500,00. Tel. 02/83417216
(04/14)
piegatrici MBO K 55/4KL, matr. 61861103,
serie 87059976, cm. 55x82, anno 1987, mod.
4T + K + K elettronico, mettifoglio rotary
Tagliacarte Polar 115 CE, matr. 4232525
con computer E.G. Control, piano soffiante,
4 coppie di fotocellule, dispositivo elettronico
taglio simultaneo, 1 lama montata + 1 di
scorta, ripari, funzionanti e in ottimo stato Tagliacarta Mandelli LMM, tipo 82/EA, matr.
14404, piano soffiante, 2 coppie di fotocellule,
dispositivo elettronico taglio simultaneo, 1
lama montata + 1 di scorta, ripari, revisionata
- Tranklein luce 89 ST, piano soffiante, 2 coppie
di fotocellule, dispositivo elettronico taglio
simultaneo, 1 lama montata + 1 di scorta,
ripari, revisionato - Piegatrice MBO T52/4K,
matr. 81015780, cm. 52x74, con 4 tasche + 1
kit elettronico, mettifoglio rotary, revisionata Piegatrice MBO K 55/4KL, matr 61861103, serie
87059976, cm. 55x82, anno 1987, mod. 4T+K+K
elettronico, mettifoglio rotary corto, contacopie
elettronico, carrello uscita, messa a punto Piegatrice Bonelli tipo 92/42 SS/MR, matr.
83142, cm. 92x130, con mettifoglio rotary,
carrello
uscita,
contacopie
elettronico,
4T+1K+1K+1K = 32°, funzionante - Piegatrice
Baumfolder modello 420, serie 400 A, matr. XBA
186, cm 51 x 74, 4T 1° elemento, 4T 2° elemento,
contacopie elettronico, carrello uscita, messa
a punto - Piegatrice Herzog-Heymann, matr.
S18-386, anno 1981, cm. 44x64, mettifoglio
pila piana, contacopie elettronico, raccolta
all'uscita, 2 pieghe parallele, revisionata. Per
informazioni 02 83417216 (02/12)
tagliacarte Tranklein luce 89 ST, piano
soffiante, 2 coppie di fotocellule, dispositivo
elettrico taglio simultaneo, 1 lama montata ed 1
di scorta, ripari, revisionata, euro 9.000,00. Tel.
02 83417216
(04/13)
tagliacarte polar 76. E-mail: techprint.
[email protected]
(04/14)
48
piccola pubblicità
tagliacarte wholemberg 76 con
programma EG Control. E-mail: techprint.
[email protected]
(04/14)
tagliacarte ftp 115, mod. FA 115 M5,
anno 2006. E-mail: [email protected]
(04/14)
Vendesi autoplatina Bobst 1420 e formato
102x142 cm; anno 1972 in produzione. Cell.
335 415885
(02/13)
vendesi macchina per legatoria Hoerauf
BDM60 anno 1960. Tel. 02/93257152 - e-mail:
[email protected]
(01/14)
vendesi
una taglierina moduli continui
standard Muller mod. 6609 euro 3.000,00 + IVA.
Tel. 02/2685871 - fax. 02/26858777 - trasma@
trasma.it
(10/12)
vendesi una taglierina moduli continui
standard completa di tappeto di raccolta
Muller mod. 6611+6624 euro 5.000,00 + IVA.
Tel. 02/2685871 - fax. 02/26858777 - trasma@
trasma.it
(10/12)
MACCHINE DA STAMPA
FLEXOGRAFICA
stampa
flessografica
manzoni
nesaflex 500A usata,
in ottime condizioni di
manutenzione in quanto
usata molto poco.
Possibilità di stampa:
6+0, 5+1, 4+2, 3+3,
anno di costruzione
2006. E-mail: info@
germanplast.com.
(04/14)
GE121 OMAT DERTHONA 4 colori (4+0 - 2+23+1), passaggio film 770 mm., larghezza utile
750 mm. corredata da 55 cilindri stampa: 4x2528-30-33-37-40-42-46-48-50-56-60+2x80-91100+1x54. Miscelazione automatica del colore,
quadro ed impianto elettrico nuovo, motore in
c.a. con inverter. Rivisionata 2011. Buona tenuta
registri. euro 12.000,00. Tel. 328/8436156 [email protected]
(10/13)
prestampa
agfa Accuset 800 plus, vendo a euro 1.800,00.
Tel. 340/5691820. (10/12)
bromografo E75 Recordgraf 50x70, vendo
a euro 800,00. Tel. 340/5691820. (10/12)
sviluppatrice Grun Jensen 400, matricola
9171, anno 2006, vendo a euro 700,00. Tel.
340/5691820. (10/12)
plotter - stampanti
plotter HP DesignJet 5500 PS, perfettamente
funzionante, vendo a euro 1.500,00. Tel.
340/5691820.
(10/12)
stampante Risograph modello GR3770,
perfettamente funzionante, vendo a euro
350,00. Tel. 340/5691820
(10/12)
stampante OKI ES 3640 PRO, ottimo stato,
vendo a euro 1.950,00. Tel. 340/5691820. (10/12)
lavoro offerte
azienda leader mondiale nella produzione
di materiali di consumo per la cartotecnica,
fustellatura e stampa, ricerca agenti commerciali
introdotti nel settore, automuniti per le seguenti
regioni: Lombardia - Liguria - Piemonte. Riservate
ottime provvigioni ed esclusiva di vendita. Tel.
040/2036176 - [email protected]
(10/12)
varie
cercasi urgentemente per nostri clienti esteri:
Roland 201, 202, Roland Favorit 50x70, Roland
Ultra 4 colori misure 89x127, Roland Ultra
2 Colori Size 100x140, Roland Ultra 4 Colori
Size 100x140, Roland Rekord 70x100 Serie
Blue, Grigia Mono, B-Colore, 4 Colori, Parva 1,
Parva 2, Parva 2c, Parva 2b, Heidelberg Sorm,
60
piccola pubblicità
pubblicità
49
VOLETEpiccola
VENDERE
O COMPRARE
UN'AZIENDA GRAFICA?
e rulli colori con basamento SarogliaSord, Sork, Sors, Speed Master 102z
COLLABORATORI?
Raccoglitore
pellicole - Lavarulli
due colori, Sm 102v 4 Colori,CERCATE
Solna
125, 164 Tagliacarta Polar, Omac, Ftp
da 160 Sviluppatrici pellicole Avete
bisognoMacchina
di procacciatori
di lavoro
in Milano?
Luce 70,80,90,103,107,115
Piegatrice
fotografica
focus
per
Stahl, Mbo Misura 50x70,
66x88, difotolito
- Accoppiatrice
usata dei
140x140
Necessitate
una stima,
di una perizia
vostri
70x100, Incollatrice Sulbymacchinari,
1,2,3 - Tel. della
semiautomatica
Grassi - Tavoli luminosi
vostra attività?
0039-3382344683 - shahidhamid65@
in vari formati - Nr 2 Avvolgitori per
yahoo.it
(02/12)studio
bancali
- Legatrice -nella
Nastratrice Il nostro
è specializzato
Cucitrice
a filo punto
metallico.
IBS
compra-vendita
di aziende
grafiche;
può offrirvi
cercasi da tipografie di tutta
- via dell'Artigianato,
questi ed altriGROUP
servizi,SRL
assicurandovi
la massima
Italia macchine da stampa offset,
13 - 25030 Orzivecchi (BS) - tel.
riservatezza.
pianocilindriche Heidelberg,
Stahl,
030/7750502 - Fax 030/7750912
ricerca di potenziali clienti viene svolta
tagliacarte Polar. Ottima La
valutazioni
(02/12)
e ritiro immediato. MGattraverso
Macchine questa rivista e i maggiori quotidiani
ed economici.
Grafiche - Sergio Filibertinazionali
- Piano did'informazione
vendo tagliacarte
Omac luce 2 metri,
Monolo 17 - 13060 - sergio.filiberti@
con programmazione, tavolo soffiante
alice.it
(02/12) CONSULENZA
e lame di ricambio perPER
8.000,00 euro,
prezzo macchina somtante e caricata
E333/17
vendesi fascicolatrice a 12 stazioniRISTRUTTURAZIONI
su camion. Per informazioni tel.
Duplo DC 1200. Pressa a caldo
11873
(09/12)
RICONVERSIONE CICLI PRODUTTIVI
semiautomatica Cicrespi mod. C1013.
Telefonare a Domenico Cuccio vendesi un aspiratore refil Muller
SGP Stilgrafica PubblicitariaInternational
- via P. Media
via nuovo,
Conte Rosso,
1 - 20134+Milano
mod.Srl
6852
euro 6.000,00
IVA. Veronese 52 - 10148 Torino TO - Tel.
Tel. 02/36504509
Tel. 02/2685871
- fax. 02/26858777 - mail: [email protected]
011 2205857 - Fax. 011 2205857 [email protected]
Cell. 333 6280411
(02/13)
(10/12)
Colori Size 100x140, Roland Ultra 4 Colori Size
100x140, Roland Rekord 70x100 Serie Blue,
Grigia Mono, B-Colore, 4 Colori, Parva 1, Parva2,
Parva2c, Parva2b, Heidelberg Sorm, Sord, Sork,
Sors, Speed Master102z Due Colori, Sm102v 4
Colori, Solna 125, 164 Tagliacarta Polar, Omac,
Ftp luce 70,80,90,103,107,115 Piegatrice
Stahl, Mbo Misura 50x70, 66x88 70x100,
Incollatrice Sulby 1,2,3 - Tel. 0039-3382344683
- [email protected]
(02/12)
cercasi da tipografie in tutta Italia macchine
da stampa offset, pianocilindriche Heidelberg,
Stahl, tagliacarte Polar. Ottima valutazioni
e ritiro immediato. MG Macchine Grafiche Sergio Filiberti - Piana di Monolo 17 - 13060
Roasio VC - cell. 333-1711873 - Fax 016387247
- [email protected]
(02/12)
finestratrice automatica €15000.00; muletto
vendesi plastificatrice Paperplast,
vendesi un
merger Muller
mod. 6819, simile
€10000.00;
fustellatrice
automatica
modalità
Antara
K140,
film
1.500,00
euro + IVA. fustellatrice
Tel. 02/2685871manuale
Vendesi incollatrice Vega-Junior 107 Bobst
€15000.00;
termoadesivo
o con funzionante
colla a parte, 80x60
fax. 02/26858777
macchine d'epoca
pedalina
€7000.00; - [email protected]
fustellatrice manuale
anno 1987 formato
massimo
(10/12)€15000.00 - Tel. 02.90722461 –
con piatto distribuzione
e rulli
colori 140x140
con
90x128
formato minimo pellicole
43x55 cm; Antonio Bambacigno Arti Grafiche 3G, via F.lli
basamento cm,
Saroglia-Raccoglitore
vendesi
un sbobinatore
120/180 mt/
macchine
da stampa offset
bicolore Rosselli
- lavarulli da
160 Sviluppatrici
pellicole
25, 20090
Pieve Emanuele
(MI) – fax
- Macchina fotografica
per fotolito15415,
min Orion mod.
NTU, 8.000,00 euro +
02.90722462
– [email protected]
Roland RZ focus
K2, matricola
Accoppiatriceformato
usata 140x140
semiautomatica
IVA. Tel. 02/2685871 - fax 02/26858777
carta 61x84
cm, bagnatura
Grassi - Tavoli
luminosi
in vari
in ottime condizioni, parco
macchine
- [email protected]
(10/12)
ad acqua.
Contatto:
Sig.formati
Pincelli -cell. Vendo,
Nr. 2 Avvolgitori
per bancali
- legatrice
per stampa serigrafica completo di accessori:
346 0151840
e tel.
06 41299016
Nastratrice - (02/13)
Cucitrice a filo punto metallico.
forno
di due
asciugatura
Infradryertappeto
vendesi
sistemi di imbustamento
IBS GROUP SRl - via dell'Artigianato, 13 300x100
cm; macchina
serigrafica
GTO,
a 8 stazioni
Buhrs mod.
BB 300
e form.
25030 Orzivecchi
(BS) - tel. 030/7750502 35x55,
da lavaggio- efax.
sviluppo
BB completa;
300 Solo. vasca
Tel. 02/2685871
vendesi incollatrice Vega-Junior
Fax 030/7750912
(02/12)
telai ad acqua form. max quadro 70x100 cm;
02/26858777 - [email protected]
107 - macchine d'epoca pedalina
torchio Copy Unit luxdryer form. 60x80. Tel.
(10/12)
funzionante
distribuzione 02.36504509
Vendesi Roland
Ultra con
128 piatto
a € 15000.00;
Questa rubrica è
riservata agli abbonati
in regola con il
Questa rubrica è
versamento
della
riservata
agli abbonati
quotainannuale.
regola con il
versamento della quota
I fruitori
di questa
annuale.
rubricaI fruitori
sono pregati
di questa
rubrica sono pregati
di comunicate
di comunicare
tempestivamente
tempestivamente
l'avvenuta
vendita
l’avvenuta vendita
dei macchianri
offertiofferti
dei macchinari
all'indirizzo
e-mail:
all’indirizzo
e-mail:
[email protected]
[email protected]
Dagli annunci
Dagli annunci
gratuiti sono esclusi i
gratuticommercianti
sono esclusidi
macchine
grafiche,
i commercianti di
ai quali sono riservati
macchine
grafiche, ai
gli spazi contornati a
quali sono
riservati
pagamento.
gli spazi contornati a
pagamento.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
5 223 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content