close

Enter

Log in using OpenID

Catalogo generale - Formazione e Nutrizione

embedDownload
CATALOGO 2015
DI ALTA FORMAZIONE
Educazione Continua in Medicina
Per la Tutela e la Prevenzione della Salute individuale e collettiva
E.C.M.
Commissione Nazionale Formazione Continua
Centro Studi Campanile
Organizzazione di convegni e corsi di formazione
Via G. Parini, 13/A - 70020 Cassano delle Murge (Ba)
Tel. e fax 080.3072210 • Mob. 3358328394
www.formazionenutrizione.it
[email protected]
OBIETTIVI DELLA FORMAZIONE CONTINUA:
• Acquisire nuove conoscenze, abilità e attitudini utili
a una pratica competente ed esperta;
• Aggiornare le proprie competenze che permettano
al professionista di eseguire meglio il lavoro che svolge,
migliorando lo sviluppo e la crescita dell'individuo
nella sua globalità.
L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE CONTINUA
Cos’è la formazione continua? Perché è necessario formarsi? Perché seguire corsi ECM?”. Sono alcune delle domande che
mi pongono in qualità di formatore. Voglio condividere con voi alcune riflessioni sul significato di “educazione continua
in medicina (ECM)”, di “formazione permanente”.
I destinatari della Formazione Continua sono tutti i professionisti sanitari, come il biologo nutrizionista, che direttamente
operano nell'ambito della tutela e della prevenzione della salute individuale e collettiva.
È un metodo di formazione e uno strumento di attestazione della propria costante riqualificazione professionale (Fonte
AGENAS). Quello della formazione continua, è un segmento, nell’ambito dell’Educazione Degli Adulti (EDA), del LifeLong
Learning (LLL), apprendimento permanente durante tutto l’arco della vita.
Anche l’articolo 9, comma 1 del Codice deontologico della Professione di Biologo afferma che “...ogni Biologo ha
l’obbligo di curare il continuo e costante aggiornamento della propria competenza professionale anche in materia deontologica e disciplinare”.
L’aggiornamento o formazione continua dura l’intera vita e fornisce gli strumenti per rispondere sia ai bisogni dei clienti,
sia al proprio sviluppo professionale e personale, attraverso il pensiero complesso, che interseca sapere umanistico e
sapere scientifico.
Pensiero complesso che interconnette, contestualizza, globalizza saperi frammentati, che ricerca sempre le relazioni e
retroazioni tra ogni fenomeno e il suo contesto. Sviluppare l’attitudine a contestualizzare e globalizzare i saperi diviene
un imperativo dell’educazione. Si tratta di apprendere a vivere, di apprendere a trasformare le informazioni in conoscenza e la conoscenza in sapienza. (Edgar Morin).
La formazione continua ha l'obiettivo di acquisire nuove conoscenze, abilità e attitudini utili a una pratica competente ed
esperta; di aggiornare le proprie competenze che permettano al professionista di eseguire meglio il lavoro che svolge,
migliorando lo sviluppo e la crescita dell'individuo nella sua globalità.
La formazione deve rendere consapevoli della necessità di UN CAMBIAMENTO e delle difficoltà che noi stessi poniamo a
tale processo (ostacolo al cambiamento)! La formazione è esercizio al dubbio, lievito di ogni attività critica. Non è rinchiusa in schemi fissi.
Il formatore mette a disposizione degli altri le proprie esperienze, condivide e si confronta, attiva relazioni, spinge al
confronto, apre alla comunicazione, sostiene il dialogo, conosce il territorio, condivide il sapere e permette la crescita del
gruppo. Possiamo indicare almeno due obiettivi della formazione:
1. pensare a pensare,
2. coinvolgere quante più persone possibili.
“È meglio una testa ben fatta che una testa ben piena ” (M. Montaigne, 1600). Una testa ben fatta “significa che invece di
accumulare sterilmente il sapere, è molto più importante disporre allo stesso tempo di:
- un’attitudine generale a porre e a trattare i problemi;
- principi organizzatori che permettono di collegare i saperi e di dare loro un senso. (Edgar Morin, La testa ben fatta, 1999)
D’altronde è offensivo per i partecipanti che il formatore riduca l’uditorio ad una scatola vuota da riempire con regole e
formule da eseguire. La formazione non è insegnamento ma dono, gratuità, elargizione di una ricchezza che ciascuno ha
in sé. Nei percorsi formativi che organizzo, propongo non solo strumenti utili alla pratica professionale quotidiana, ma
anche riflessioni, esperienze, confronto per avviare, con le persone che si incontrano, nuovi pensieri e nuove azioni.
La formazione è:
• Popolare: o arriva alla gente e serve alla comunità o è inutile;
• Globale: interessa tutti;
• Etica: non basta che non faccia male, deve avviare pensieri e attività per portare l’altro al cambiamento;
• Verificabile: è doveroso monitorare e supervisionare i processi formativi;
• A due piani: personale e professionale, la crescita e l’approfondimento dell’uno sono legati a quelli dell’altro;
• Non a saldo: casuale, euforica, la formazione a saldo dà l’illusione dell’affare, del benessere immediato.
• Individualizzante e non individualista: significa esprimere la nostra unicità. (Lizia Dagostino).
Formazione è percorrere insieme un tratto di strada con l’altro, con gli altri.
Bibliografia
Lizia Dagostino, Riflessioni sulla Formazione, Corso Formazione Formatori, Lecce, ABAP, 2006
Lizia Dagostino, La formazione per i biologi nutrizionisti, Articolo pubblicato su “Biologando”, ABAP, N. 2-3/2006
Edgar Morin, La testa ben fatta, Raffaella Cortina Editore, 1999
INDICE DEI CORSI
FEBBRAIO 2015
• Corso di Aggiornamento Teorico-Pratico di 1° livello.
Valutazione della composizione corporea tramite
bioimpedenziometria
Ancona, 27, 28 Febbraio 2015 (crediti proposti N. 17.3)
MARZO 2015
• Corso di aggiornamento
Tiroide: ghiandola sottovalutata. Alimentazione e
integrazione nutrizionale
Bari, 13,14,15 Marzo 2015 (crediti proposti 23.5).
Lo stesso corso sarà ripetuto a Napoli, Novembre 2015
• Corso di aggiornamento di 1° livello
Nutrizione Applicata: Alimenti e Integrazione
nutrizionale,
Bologna, 6, 7, 27, 28 Marzo 2015 (crediti proposti 29.3)
APRILE 2015
• Corso di formazione teorico-pratico di 4° livello,
Sistema matrice e detossificazione.
Uso dell’Integrazione nutrizionale
Bari, 11, 12 Aprile 2015 (crediti proposti 23).
Lo stesso corso sarà ripetuto a Napoli, Ottobre 2015
• Corso di specializzazione di 4° Livello,
Costituzioni, Metabolismo, PNEI.
Aspetti neuroendocrini e metabolici
Bari, 17, 18 Aprile 2015 (crediti proposti 18)
MAGGIO 2015
• Corso di specializzazione L’oligoterapia di Ménétrier
Bari, 9 Maggio 2015 (crediti proposti 9)
GIUGNO 2015
• Corso di formazione teorico-pratico di 3° livello,
La donna in età fertile e in menopausa. Nutrizione
Applicata. Alimenti e Integrazione nutrizionale.
Bari, 5, 6 Giugno 2015 (crediti proposti 18).
SETTEMBRE 2015
Corso di aggiornamento di 2° livello
Gli esami di laboratorio applicati alla Nutrizione
Bari, 18, 19 Settembre 2015.
Nota: I corsi possono subire variazioni di date, di docenti, di
programma. Sarà cura dell’organizzazione informare i partecipanti.
Corso di Formazione teorico-pratico di 1° livello,
Strategie di Comunicazione e Relazione Efficace con
il Cliente/Paziente. La comunicazione generativa
come strumento di costruzione della relazione
Nutrizionista-Paziente
Bari, 26, 27 Sette mbre 2015 (crediti proposti 20)
OTTOBRE 2015
• Corso di Formazione Teorico-Pratico di 1° Livello,
Aspetti teorico-pratici relativi alla professione di
Biologo Nutrizionista. Valutazione dei fabbisogni
energetico-nutrizionali e della composizione
Corporea. Linee guida per la determinazione della
dieta ottimale nel singolo individuo
Bari, 2, 3, 10, 16, 17, 24, 31 Ottobre 2015 (crediti proposti 50)
NOVEMBRE 2015
• Corso di aggiornamento di 1° livello,
Gli esami di laboratorio applicati alla Nutrizione
Bari, 13, 14, 15 Novembre 2015 (crediti proposti 21)
• Corso di Formazione Teorico-Pratico di 2° Livello,
Cibo, ormoni e benessere psico-fisico. La gestione del
cliente in condizioni non fisiologiche. Prevenzione ed
educazione come atto professionale unitario
Bari, 27, 28 Novembre, 11, 12 Dicembre 2015
(crediti proposti 30)
In programmazione 2015-2016
Corso di aggiornamento Nutrizione Applicata in Età
Pediatrica, Bari
Corso di aggiornamento in Fitness, sport amatoriale e
agonistico: Fisiologia, alimentazione ed integrazione
nutrizionale, Lecce
Corso di Aggiornamento Teorico-Pratico di 1° livello.
Valutazione della composizione corporea tramite
bioimpedenziometria, Foggia
Corso di Aggiornamento Teorico-Pratico di 2° livello
Valutazione della composizione corporea tramite
bioimpedenziometria, Foggia
Corso di aggiornamento teorico-pratico di 2° livello, Patologie
renali su base autoimmunitaria e diagnostica di
laboratorio, Bari
Corso di Aggiornamento Parassitosi intestinali umane,
diagnosi, esami di laboratorio e terapia, Bari.
VALUTAZIONE DELLA COMPOSIZIONE
CORPOREA TRAMITE BIOIMPEDENZIOMETRIA
Corso di Aggiornamento Teorico-Pratico di 1° livello
Ancona, 27, 28 Febbraio 2015
Numero crediti proposti: 17.3 ECM
INTRODUZIONE
La valutazione dello stato di nutrizione su gruppi di popolazione e su singolo paziente consente di rilevare la prevalenza e/o
l’incidenza della malnutrizione, sia per difetto (iponutrizione)
che per eccesso (ipernutrizione).
La bioimpedenziometria permette un’analisi diretta della
qualità dei tessuti, evidenziando lo stato reale d’idratazione e
nutrizionale del soggetto in modo da avere una panoramica
completa della composizione corporea della persona in
esame; permette di valutare le variazioni di peso indipendenti
dalla massa grassa.
La BIA rappresenta non solo un metodo di valutazione e
monitoraggio dello stato nutrizionale ma anche uno strumento per rendere l’utente consapevole del proprio stato per
motivarlo nel percorso dietetico.
Argomenti che verranno trattati:
-Conoscenza del peso corporeo e dei suoi componenti;
- Omeostasi idrica ed elettrolitica;
- Potenziale di membrana e funzione degli elettroliti;
- Cenni sul mesenchima, suoi componenti e sue possibili
alterazioni;
- Monitoraggio del peso corporeo e delle sue variazioni: la
gestione dell’utente/paziente
OBIETTIVO
Saper interpretare i dati di misurazione ottenuti del bioimpedenziometro, con l’obiettivo finale di definire un piano
alimentare costruito sulle reali esigenze nutrizionali ed
energetiche dell’utente.
CONOSCENZE DI BASE:
Per poter accedere a questo corso è necessario avere conoscenze di base relative alla fisiologia e valutazione della composizione corporea; fabbisogni nutritivi e energetici dell’organismo
umano; conoscenza delle linee guida per una sana e corretta
alimentazione; principi generali per impostare uno schema
dietetico.
CORSO DI AGGIORNAMENTO
TEORICO-PRATICO DI 2° LIVELLO (2015)
Si affronteranno temi relativi a
- Approfondimenti sul mesenchima e suoi componenti;
- Approfondimenti sulle condizioni che portano ad
un’alterazione del mesenchima e possibili conseguenze
sull’omeostasi dell’organismo umano;
- Cenni sui terreni costituzionali;
- Problematiche ormonali femminili, dismetabolismi
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Campanile Maria
Biologa, Formatrice, Bari
Di Natale Angela
Biologo Nutrizionista, Esperta di Bioimpedenziometria, Bari
Linardelli Stefania
Biologo Nutrizionista, Ancona
RELATORI
Di Natale Angela
Biologo Nutrizionista, Esperta di Bioimpedenziometria, Bari
Tommasi Francesca
Biologo Nutrizionista, Esperta di Bioimpedenziometria, Bari
NUMERO ORE: 14 ore
DESTINATARI: Biologi, Medici
NUMERO PARTECIPANTI: 20 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Ancona, Grand Hotel Passetto, Via Thaon de Revel, 1
PROGRAMMA
Venerdì, 27 Febbraio 2015
Relatore: Angela Di Natale
14.30-15.00 Registrazione partecipanti
15,00-17.00 La bioimpedenziometria: significato, applicazioni
17.00-17.15 Pausa caffè
17.15-20.00 Dalla valutazione quantitativa all’analisi qualitativa della composizione corporea
Sabato, 28 Febbraio 2015
Relatori: Angela Di Natale , Francesca Tommasi
9.00-11.00
Valutazione della composizione corporea: parametri impedenziometrici
e biochimici
11.00-11.15 Pausa caffè
11.15-13.15 L'analisi di impedenza bioelettrica. Analisi Vettoriale e stime Interpretazione dei dati
di bioimpedenza tramite presentazione di casi clinici
13.15-14.15 Pausa Pranzo
14.15-19.00 Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
Esercitazione pratica. Gruppi di lavoro su casi simulati con interpretazione dei dati di
bioimpedenza
NUTRIZIONE APPLICATA:
ALIMENTI E INTEGRAZIONE NUTRIZIONALE
Corso di aggiornamento di 1° livello
Bologna, 6, 7, 27, 28 Marzo 2015
Numero crediti proposti: 29.3 ECM
OBIETTIVI
Fornire un bagaglio di conoscenze tecnico-scientifiche di base
nell’ambito del corretto uso degli integratori derivanti dalle
piante medicinali e loro prodotti (olii essenziali, macerati
glicerinati, tinture madri, estratti secchi e fluidi).
Approfondire il concetto di detossinazione della matrice e degli
organi emuntori.
Valutare gli interventi alimentari per le diverse alterazioni
metaboliche, indicando sia gli alimenti più opportuni sia
eventuali integratori nutrizionali.
Rispondere alla sempre maggiore richiesta di formazione da
parte di Biologi/Medici Nutrizionisti e ed altri operatori del
settore nell’ambito del supporto nutrizionale, in particolare
quello della fitoterapia.
Rispondere alle esigenze di aggiornamento previste per legge
per questi professionisti.
Durante il corso verranno discussi i seguenti temi
sull’alimentazione:
- Integrazione alimentare
- Acidosi e alimentazione
- Alimentazione e recupero delle performances o prestazioni
atletiche
- Allergie ambientali e reazioni crociate con gli alimenti
- Alimentazione ed integrazione delle ghiandole surrenali
e tiroide
- Cenni sulle malattie autoimmuni. La fibromialgia
- Alimentazione ed integrazione nella Leaky Gut Syndrome e
patologie correlate, nelle distiroiditi, nei disordini ormonali
femminili e nelle problematiche osteo-articolari e forme
infiammatorie.
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Abbiati Ezio M.
Medico, Specialista in Endocrinologia, Esperto di Fitoterapia
Applicata, Milano
Caliendo Massimo
Biologo Nutrizionista, Esperto in Nutrizione Sportiva e
Fitoterapia, Bergamo,
Campanile Maria
Biologa, Formatrice, Bari
RELATORI
Abbiati Ezio M.
Medico, Specialista in Endocrinologia, Esperto di Fitoterapia
Applicata, Milano
Caliendo Massimo,
Biologo Nutrizionista, Esperto in Nutrizione Sportiva e
Fitoterapia, Bergamo
Campanile Maria
Biologa Nutrizionista, Formatrice, Bari
NUMERO ORE: 26 ore, 2 week-end
DESTINATARI: Biologi Nutrizionisti, Medici, Farmacisti,
Dietisti, Operatori del settore
NUMERO PARTECIPANTI: 40 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Camplus Living Bononia, Via Sante Vincenzi 49,
40138 Bologna Tel. +39 051 0393535,
[email protected], www.camplusliving.it
Convenzione per il pernottamento
PROGRAMMA
Relatori: Massimo Caliendo, Maria Campanile, Ezio Abbiati
Venerdì, 6 Marzo 2015
14.00-14.30 Registrazione partecipanti
14.30-15.30 La Galenica. L’uso tradizionale delle piante medicinali.
15.30-16.30 Detossificazione e piante medicinali utili. Riequilibrio degli organi emuntori:
intestino, pelle, polmoni, reni.
16.30-16.45 Pausa caffè
16.45-17.45 Riequilibrio degli organi emuntori: intestino, pelle, polmoni, reni.
17.45-18.45 Scelta dell’alimentazione appropriata nella detossificazione. Uso corretto delle piante medicinali in un
contesto di medicina globale.
18.45-20.30 Parte pratica: simulazioni, lavori di gruppo. Discussione interattiva
Sabato, 7 Marzo 2015
9.00-11.00 Il tubo digerente – Leaky Gut Syndrome. La disbiosi intestinale e la candidosi.
Uso delle piante medicinali per la correzione degli squilibri alimentari
11.00-11.15 Pausa caffè
11.15-13.00 Il tubo digerente – Leaky Gut Syndrome. La disbiosi intestinale e la candidosi.
Uso delle piante medicinali per la correzione degli squilibri alimentari
13.00-14.30 Pausa pranzo
14.30-17.00 La sindrome metabolica. Il Diabete
17.00-18.30 Parte pratica: simulazioni, lavori di gruppo. Discussione interattiva
Venerdì, 27 Marzo 2015
15.00-16.30 Le distiroiditi: iper e ipotiroidismo. Uso alternativo di piante medicinali
16.30-16.45 Pausa caffè
16.45-18.00 Il Sistema endocrino: i problemi ormonali femminili e maschili
L’iperestrogenia relativa e sue implicanze
18.00-19.00 Parte pratica: simulazioni, lavori di gruppo. Discussione interattiva
Sabato, 28 Marzo 2015
9.00-11.00 Problematiche osteo-articolari e forme infiammatorie: dalla integrazione nutrizionale
una risposta molto efficace.
11.00-11.15 Pausa caffè
11.15-13.00 Il Sistema Nervoso e le piante medicinali consigliate: Depressioni, Ansia
13.00-14.00 Pausa pranzo
14.00-15.30 Cenni sulle malattie autoimmuni. La fibromi algia
15.30-17.00 Il sistema circolatorio
17.00-18.30 Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
Parte pratica: simulazioni, lavori di gruppo. Discussione interattiva
TIROIDE: GHIANDOLA SOTTOVALUTATA.
ALIMENTAZIONE E INTEGRAZIONE NUTRIZIONALE
Corso di aggiornamento
Bari, 13, 14, 15 Marzo 2015
Numero crediti proposti: 23.5 ECM
INTRODUZIONE
“La carenza di iodio, uno dei più gravi problemi di salute
pubblica secondo stime dell’Organizzazione Mondiale della
Sanità, si traduce in diverse patologie, più o meno gravi a
seconda dell’età e del sesso, come l’iper o l’ipoproduzione di
ormone tiroideo da parte della ghiandola. Una carenza di
ormone tiroideo durante la vita fetale e neo natale può avere
effetti diversi fino all’arresto irreversibile della maturazione
dell’encefalo con gravi conseguenze sullo sviluppo intellettivo
configurando ritardo mentale, sordomutismo e paralisi
spastica…” (http://www.epicentro.iss.it/problemi/Tiroide/tiroide.asp).
Gli ultimi dati dell’OSNAMI (Osservatorio Nazionale per il
monitoraggio della iodoprofilassi in Italia) mostrano il persistere di una condizione di iodocarenza lieve o moderata nel nostro
Paese. Le patologie della tiroide sono frequenti nella popolazione generale, soprattutto tra le donne, e possono colpire tutte le
età, compresa l’età fetale e neonatale. È stato stimato che in
Italia circa 6 milioni di persone soffrono di gozzo ovvero più del
10% della popolazione (Fonte http://www.salute.gov.it).
In occasione della 5° Edizione della Settimana Mondiale della
Tiroide (19-25 Maggio 2015) si propone questo corso per un
approfondimento sulla tiroide (ipo – ipertoridismo e tiroiditi
autoimmuni).
Da un punto di vista clinico le disfunzioni della ghiandola
tiroidea si possono manifestare con segni e sintomi dell’iper- o
dell’ipotiroidismo, pertanto è necessario eseguire una attenta
anamnesi. Il dosaggio di alcuni parametri, come ad esempio
TSH, FT3, FT4, T3 reverse, serve a valutare la funzionalità tiroidea
e/o i sintomi di ipertiroidismo o ipotiroidismo. Molti tipi di
farmaci (ad esempio i protettori gastrici, la terapia sostitutiva
con ormoni tiroidei), condizioni patologiche come stress
eccessivo e malattie acute, possono alterare i risultati dell’esame di funzionalità tiroidea.
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Caliendo Massimo
Biologo Nutrizionista, Esperto in Nutrizione Sportiva e
Fitoterapia, Bergamo,
Campanile Maria
Biologa, Formatrice, Bari
RELATORI
Caliendo Massimo
Biologo Nutrizionista, Esperto in Nutrizione Sportiva e
Fitoterapia, Bergamo
Cavanna Ferruccio
Biologo laboratorista, CAM-Monza
NUMERO ORE: 18
DESTINATARI: Biologi, Medici, Tecnici sanitari di laboratorio
biomedico
NUMERO PARTECIPANTI: 30 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Hotel Rodò, C.so A. De Gasperi, 308 Bari
PROGRAMMA
Relatori: Massimo Caliendo, Ferruccio Cavanna
Venerdì , 13 Marzo 2015
Ore 14.00-14.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30-16.00 Anatomia, fisiologia e biochimica della tiroide
Ore 16.00-16.15 Pausa caffè
Ore 16.15-19.15 Approccio alle disfunzioni tiroidee: ipotiroidismi e ipertiroidismi clinici e subclinici
Sabato, 14 Marzo 2015
Ore 9.00-10.45
Approccio alle disfunzioni tiroidee: le tiroiditi
Ore 10.45-11.00 Pausa caffè
Ore 11.00-13.00 Interazione tra ormoni tiroidei, surrenalici e sessuali
Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo
Ore 14.00-15.00 I segni clinici e subclinici di ipotiroidismo, ipertiroidismo e tiroiditi
Ore 15.00-17.00 Gli esami di laboratorio e loro significato. TSH: utilità, metodi di dosaggio, intervalli di riferimento,
farmaci interferenti, FT3, FT4, rT3, tireoglobulina e calcitonina, paratormone.
Anticorpi anti tireoperossidasi, anti tireoglobulina, anti recettori del TSH
Ore 17.00-19.00 Parte pratica: Simulazione in piccoli gruppi. Interpretazione dei dati di laboratorio
Domenica, 15 Marzo 2015
Ore 9.00-9.30
Tiroide e Gravidanza
Ore 9.30-11.00
Scelta dell’alimentazione appropriata e integrazione nutrizionale
Ore 11.00-11.15 Pausa caffè
Ore 11.15-13.00 Scelta dell’alimentazione appropriata e integrazione nutrizionale
Ore 13.00-15.00 Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
Parte pratica: Simulazione in piccoli gruppi.
SISTEMA MATRICE E DETOSSIFICAZIONE
USO DELL’INTEGRAZIONE NUTRIZIONALE
Corso di Formazione Teorico-Pratico di 4° Livello
Bari, 11, 12 Aprile 2015
Numero crediti proposti: 23 ECM
RELAZIONALE
Nel 1975, Alfred Pischinger, professore di Istologia all’Università
di Vienna, definisce il concetto di matrice interstiziale o
mesenchima come uno spazio extracellulare costituito da
tessuto connettivo, vasi, nervi, collagene, una struttura anatomico-funzionale, sede di scambi e di regolazione neurovegetativa,
metabolica e immunitaria. L’organismo umano produce
continuamente tossine che provengono principalmente dal
metabolismo cellulare (tossine endogene) ma anche
dall’esterno, ad esempio virus, batteri, farmaci, metalli pesanti,
varie sostanze chimiche, ecc. (tossine esogene). Le tossine,
convogliate nel sistema matrice, vengono rimosse dai tessuti di
deposito ed eliminate attraverso gli organi emuntori primari
(rene, fegato e cistifellea) ed accessori (intestino, apparato
respiratorio, cute).
L’attività fisiologica dell’organismo consente un equilibrato
processo di eliminazione delle tossine e dei prodotti di rifiuto
garantendo benessere e salute.
Un sovraccarico dell’introduzione di prodotti, fonti di scorie e
tossine, una ridotta capacità catabolica o un difetto del funzionamento dei sistemi depuratavi comportano un sovraccarico
patologico e la possibile insorgenza di veri e propri stati
patologici.
Per questo, prima di dare un piano alimentare, è necessario
valutare lo stato nutrizionale del paziente, attraverso vari
strumenti (BIA, analisi cliniche, anamnesi) ed eventualmente,
cominciare il percorso di educazione nutrizionale con la disintossicazione del sistema matrice e organi emuntori.
Ciò ci permetterà di agire sulla prevenzione e quindi sulla tutela del
benessere psico-fisico della persona.
Al riequilibrio di tali condizioni possono venire in supporto presidi
nutrizionali di vario tipo e regole igienicocomportamentali come la
riduzione dell’introduzione di alimenti non idonei, la giusta
valutazione delle ottimali combinazioni alimentari o l’introduzione di
veri e propri integratori nutrizionali.
OBIETTIVI
“Promuovere una educazione alla salute” e una “medicina
della persona”, intesa come unità psicofisica.
Nello specifico, il corso di specializzazione di secondo livello, o
di alta formazione, intende fornire conoscenze
e competenze tecnico-scientifiche:
• sul sistema matrice e sua fisiologia,
• sui meccanismi di detossificazione del mesenchima e suo
riequilibrio
• Riequilibrio dell’organismo umano con gli alimenti ed
eventuale integrazione nutrizionale
• Conoscenza di piante medicinali utili alla detossificazione
del sistema matrice ed organi emuntori
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Campanile Maria
Biologa Nutrizionista, Formatrice, Bari, Componente Consiglio
Nazionale dei Biologi
Origlia Caterina
Medico Specialista in Medicina Interna, Esperta di Terapia
Olistica
RELATORI
Origlia Caterina
Medico Specialista in Medicina Interna, Esperta di Terapia
Olistica
NUMERO ORE: 16 ore
DESTINATARI: Biologi, Medici
NUMERO PARTECIPANTI: 30 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Hotel Rodò, C.so A. De Gasperi, 308 Bari
PROGRAMMA
Relatore: Caterina Origlia
Sabato, 11 Aprile 2015
Ore 8.30-9.00
Registrazione dei partecipanti
Ore 9.00-10.00
Fisiologia del sistema matrice. Alcalinità-acidità della matrice nelle 24 ore:
variazioni fisiologiche.
Ore 10.00-11.00 Valutazione dei sistemi emuntori renali, polmonari, intestinali, cutanei ed intraextracellulari
Ore 11.00-11.15 Pausa caffè
Ore 11.15-13.00 Meccanismi di detossificazione del mesenchima e suo riequilibrio
(Interventi sul pensiero; Interventi biochimici di regolazione fisiologica con gli alimenti e
l’integrazione nutrizionale). Cenni sul significato di terreno.
Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo
Ore 14.00-16.00 Il perché dell’integrazione nutrizionale. Fitoterapia, oligoterapia, probiotici, aminoacidi, acidi grassi
essenziali. Uso corretto delle piante medicinali in un contesto di medicina globale.
Interazione piante medicinali-alimenti, piante medicinalifarmaci, interazione tra piante medicinali.
Profilo energetico delle principali piante medicinali. Ormesi e xenormesi
Ore 16.00-18.00 Parte pratica: simulazioni, lavori di gruppo. Discussione interattiva
Domenica, 12 Aprile 2015
Ore 9.00-10.45
Approccio alle disfunzioni tiroidee: le tiroiditi
Ore 10.45-11.00 Pausa caffè
Ore 11.00-13.00 Interazione tra ormoni tiroidei, surrenalici e sessuali
Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo
Ore 14.00-15.00 I segni clinici e subclinici di ipotiroidismo, ipertiroidismo e tiroiditi
Ore 15.00-17.00 Gli esami di laboratorio e loro significato. TSH: utilità, metodi di dosaggio, intervalli di riferimento,
farmaci interferenti, FT3, FT4, rT3, tireoglobulina e calcitonina, paratormone.
Anticorpi anti tireoperossidasi, anti tireoglobulina, anti recettori del TSH
Ore 15.00-17.00 Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
Parte pratica: Simulazione in piccoli gruppi. Interpretazione dei dati di laboratorio
COSTITUZIONI, METABOLISMO, PNEI
ASPETTI NEUROENDOCRINI E METABOLICI
Corso di Specializzazione di 4° Livello
Bari, 17, 18 Aprile 2015
Numero crediti proposti: 18 ECM
RELAZIONALE
Si definisce terreno la predisposizione individuale, sia ereditata che
acquisita, verso determinate alterazioni funzionali ed organiche. Il
terreno individuale è il prodotto dell’interazione tra la costituzione
individuale e il suo ambiente di vita. La costituzione individuale è
l’espressione di quei caratteri di struttura che dipendono dal
patrimonio genetico ereditato. Alla nascita, ognuno di noi ha, proprio
per costituzione, peculiari caratteristiche fisiche, psichiche e metaboliche. In realtà, fin dalla gestazione e durante i primi anni di vita, le
condizioni ambientali (misure igieniche, cure parentali, alimentazione della madre in gravidanza, allattamento, svezzamento, alimentazione del bambino, farmaci, contaminanti chimici, ecc.) influenzeranno, in senso positivo o negativo le proprie caratteristiche costituzionali
dando luogo alle tendenze diatesiche (dal greco diàthesis, disposizione) o di terreno. Quindi, il terreno è l’insieme delle sue caratteristiche
fisiologiche, metaboliche, psicologiche e reattive. Il terreno è dato
dalla diatesi e dalla costituzione.
Per Diatesi si intende l’insieme delle tendenze, sia fisiologiche che
patologiche, congenite e acquisite, presenti in ogni essere vivente in
modo diverso; esse sono determinate dell’incontro degli stimoli
ambientali con il genotipo e si risolvono in cambiamenti di tipo
energetico e biochimico. La diatesi è in grado di modificare la
reattività della persona di fronte ad una nuova patologia, impedendo
la perfetta guarigione o predisponendo l’individuo a ricadute, in
seguito a guarigione.
Le Costituzioni o Biotipo hanno in sé una definizione statica della
morfologia del corpo che ci porta a considerare la persona nella sua
complessità e a conoscere in anticipo quelle che saranno le sue
predisposizioni morbose. Storicamente fu Ippocrate il primo medico
che cercò di individuare delle costituzioni, per passare poi alle
costituzioni omeopatiche, alle diatesi oligoterapiche, alle costituzioni
metaboliche di interesse del Biologo Nutrizionista.
Ciò ci permetterà di agire sulla prevenzione e quindi sulla tutela del
benessere psico-fisico della persona. Al riequilibrio di tali condizioni
possono venire in supporto presidi nutrizionali di vario tipo e regole
igienico-comportamentali come la riduzione dell’introduzione di
alimenti non idonei, la giusta valutazione delle ottimali
combinazioni alimentari o l’introduzione di veri e propri
integratori nutrizionali.
OBIETTIVI
“Promuovere una educazione alla salute” e una “medicina della
persona”, intesa come unità psico-fisica.
Nello specifico, il corso di specializzazione di secondo livello, o di alta
formazione, intende fornire conoscenze e competenze
tecnico-scientifiche:
• Costituzione, metabolismo, PNEI e aspetti neuroendocrini.
Correlazioni con la struttura costituzionale
• Infiammazione e stress
• Riequilibrio dell’organismo umano con gli alimenti ed
eventuale integrazione nutrizionale
CONOSCENZE DI BASE
Sistema matrice e sua fisiologia. Meccanismi di Detossificazione del
mesenchima e suo riequilibrio
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Campanile Maria
Biologa Nutrizionista, Formatrice, Bari, Componente Consiglio
Nazionale dei Biologi
Maresca Maurizio
Biologo, Esperto in Medicina Funzionale e Nutrizione, Napoli
Origlia Caterina
Medico Specialista in Medicina Interna, Esperta in Terapia
Olistica
RELATORI
Maresca Maurizio
Biologo, Esperto in Medicina Funzionale e Nutrizione, Napoli
NUMERO ORE: 17
DESTINATARI: Biologi Nutrizionisti, Medici
NUMERO PARTECIPANTI: 40 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Hotel Rodò, C.so A. De Gasperi, 308 Bari
PROGRAMMA
Relatore: Maurizio Maresca
Venerdì, 17 Aprile 2015
Ore 14.30-15.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 15.00-17.0
Nuovi paradigmi del concetto di malattia. Teoria delle costituzioni.
Terreno costituzionale, Modelli Reattivi o Diatesi
Le costituzioni secondo la tradizione mediterranea.
Confronto con altre classificazioni di costituzioni.
Cenni di fisiognomica secondo la tradizione mediterranea
Ore 17.00-17.15 Pausa caffè
Ore 17.15-19.15 Costituzioni e metabolismo. Aspetti neuroendocrini e metabolici.
Le basi fisiopatologiche e biochimiche dell’infiammazione.
La Modulazione degli stati infiammatori
Ore 18.00-19.30 Parte pratica: Simulazione di casi studio. Discussione interattiva
Sabato, 18 Aprile 2015
Ore 9.00-10.45
Approccio alle disfunzioni tiroidee: le tiroiditi
Ore 10.45-11.00 Pausa caffè
Ore 11.00-13.00 Interazione tra ormoni tiroidei, surrenalici e sessuali
Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo
Ore 14.00-15.00 I segni clinici e subclinici di ipotiroidismo, ipertiroidismo e tiroiditi
Ore 15.00-17.00 Gli esami di laboratorio e loro significato. TSH: utilità, metodi di dosaggio, intervalli di riferimento,
farmaci interferenti, FT3, FT4, rT3, tireoglobulina e calcitonina, paratormone.
Anticorpi anti tireoperossidasi, anti tireoglobulina, anti recettori del TSH
Ore 17.00-19.00 Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
Parte pratica: Simulazione in piccoli gruppi. Interpretazione dei dati di laboratorio
L’OLIGOTERAPIA DI MÉNÉTRIER
Corso di Specializzazione
Bari, 9 Maggio 2015
Numero crediti proposti: 9.2 ECM
RELAZIONALE
Tutte le funzioni dell’organismo sono regolate da enzimi, i quali, a
loro volta, sono modulati da cofattori che spesso coincidono con
oligoelementi.La vita dell’uomo e il suo metabolismo si reggono su
un insieme complesso ed armonico di numerosissime reazioni
biochimiche che possono svolgersi in tempi compatibili con la vita
solo se catalizzate da enzimi.
Gli enzimi sono macromolecole costituite da un apoenzima (parte
proteica dell’enzima) e dai suoi cofattori.
L’attività catalitica è pressoché nulla nello stato di nsuline mi e in
assenza dei loro attivatori metallici. Tali attivatori, quasi sempre
necessari allo sviluppo della catalisi, sono elementi minuscoli in
rapporto alla massa proteica. Tali cofattori sono molecole organiche
non proteiche (coenzimi) oppure ioni inorganici (oligoelementi).
Circa i 2/3 degli enzimi contengono nella loro molecola un
oligoelemento oppure agiscono solo in presenza di un
oligoelemento. Gli oligoelementi sono elementi chimici, per lo più
metallici, presenti in piccolissime tracce nella materia vivente (nel
nostro corpo si trovano in concentrazione inferiore allo 0,01%), che
svolgono il ruolo di catalizzatori nelle reazioni enzimatiche, ovvero
stimolano o velocizzano alcune reazioni a livello cellulare molto
importanti per il corretto funzionamento dell’organismo.
L’assenza o carenza di questi elementi rallenta o provoca blocchi e
alterazioni della funzionalità metabolica con conseguenti danni ai
vari organi e tessuti del corpo. Jaques Menetrier, medico francese, è
il padre dell’oligoterapia catalitica, basata sull’assunzione di
oligoelementi in grado di ristabilire l’equilibrio degli scambi
biochimici nell’organismo umano, e quindi, migliorare le condizioni di salute e rafforzarne le difese naturali.
Esistono diverse forme di oligoterapia. L’oligoterapia farmacologica,
usata dalla medicina convenzionale, che tratta le varie patologie con
dosaggi ponderali delle sostanze minerali.
L’oligoterapia “nutrizionale” o integrativa , che mira a colmare le
carenze di elementi minerali tramite l’integrazione alimentare di
oligoelementi ad alte dosi.
L’oligoterapia “catalitica ” che deriva dalle ricerche di Menetrier e si
basa sull’utilizzazione di oligoelementi a dosi piccolissime,
nell’ordine del milionesimo di grammo, attraverso un’azione
qualitativa e non quantitativa e somministrando i minerali secondo
precisi modelli di riferimento chiamati ”diatesi”.
Nel 1930, Jaques Menetrier identificò quattro diatesi, ognuna
associata ad un oligelemento: Diatesi allergica o artritica (Mn), Diatesi
ipostenica o artrotubercolotica (Mn-Cu), Diatesi distonica o neuro-artritica (Mn-Co), Diatesi anergica (Cu-Au-Ag). Esiste una quinta diatesi,
condizione che riflette anche le cosiddette sindromi di disadattamento, più specificamente legate a turbe ormonali che possono insorgere
in qualsiasi età.
OBIETTIVI
Il corso si pone l’obiettivo di “Promuovere una educazione alla salute”
e una “medicina della persona”, intesa come unità psico-fisica; di
comprendere le basi scientifiche dell’oligoterapia, il significato delle
cinque diatesi e le rispettive applicazioni. L’obiettivo finale è fornire al
Biologo Nutrizionista più strumenti, utili alla pratica quotidiana, per
rispondere sempre meglio ai bisogni del cliente.
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Campanile Maria
Biologa Nutrizionista, Formatrice, Bari, Componente Consiglio
Nazionale dei Biologi
Origlia Caterina
Medico Specialista in Medicina Interna, Esperta in Terapia
Olistica
RELATORI
Origlia Caterina
Medico Specialista in Medicina Interna, Esperta in Terapia
Olistica
NUMERO ORE: 8
DESTINATARI: Biologi Nutrizionisti, Medici,
Operatori del settore
NUMERO PARTECIPANTI: 40 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Hotel Rodò, C.so A. De Gasperi, 308 Bari
PROGRAMMA
Sabato, 9 Maggio 2014
Relatore: Caterina Origlia
Ore 8.30-9.00
Registrazione partecipanti
Ore 9.00-10.00
La regolazione enzimatica. I cofattori.
Le diverse applicazioni dell’oligoterapia
Ore 10.00-11.00 Introduzione all’oligoterapia di Ménétrier. Il significato delle diatesi.
Ore 11.00-11.15 Pausa caffè
Ore 11.15-13.00 Definizione e descrizione delle cinque diatesi di Ménétrier
Ore 13.15-14.15 Pausa pranzo
Ore 14.15-15.30 Oligoelementi complementari
Ore 15.30-18.00 Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
Parte pratica: individuazione e applicazione delle diatesi. Studio di casi clinici.
Simulazioni, lavori di gruppo. Discussione interattiva.
LA DONNA IN ETÀ FERTILE E IN MENOPAUSA
NUTRIZIONE APPLICATA: ALIMENTI E INTEGRAZIONE NUTRIZIONALE
Corso di Formazione Teorico-pratico di 3° Livello
Bari, 5, 6 Giugno 2015
Numero crediti proposti: 18 ECM
OBIETTIVI
La vita della donna è accompagnata dal ritmo ciclico degli
ormoni, a partire dalla pubertà. Gli ormoni influenzano il
benessere psico-fisico della donna. La loro produzione,
l’omeostasi, la ciclicità sono influenzati da una complessa rete
di comunicazione tra ipotalamo, ipofisi e ovaie.
A volte alcuni fattori come la malnutrizione, stressors di varia
origine, portano a disequilibri, ad alterazioni della ciclicità, ad
una alterazione dell’omeostasi.
L’obiettivo del corso è sottolineare le specifiche competenze del
Biologo Nutrizionista nell’affrontare
le tappe fondamentali della vita ciclica della donna e gli
squilibri a cui può andare incontro, le disfunzioni e irregolarità
del ciclo mestruale (Sindrome premestruale, dismenorrea,
amenorrea) e relative variazioni della composizione corporea;
la gravidanza e l’allattamento, la fase del climaterio, in particolare il processo fisiologico della menopausa, con i suoi possibili
disturbi.
In particolare, valutare come la corretta alimentazione e l’uso
adeguato di integrazione nutrizionale può aiutare ad evitare, a
prevenire molti disturbi della vita ciclica della donna, l’importanza dell’alimentazione prima, durante e dopo la gravidanza per
lo sviluppo del feto prima e del neonato dopo, l’importanza
dell’allattamento al seno.
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Campanile Maria
Biologa, Formatrice, Bari
Di Natale Angela
Biologo Nutrizionista, Esperta di Bioimpedenziometria, Bari
Tommasi Francesca
Biologo Nutrizionista, Bari
RELATORI
Di Natale Angela
Biologo Nutrizionista, Esperta di Bioimpedenziometria, Bari
Tommasi Francesca
Biologo Nutrizionista, Bari
Origlia Caterina
Medico, Specialista in Medicina Interna, Esperta in Terapia
Olistica, Bari
NUMERO ORE: 12 ore
DESTINATARI: Biologi, Medici, Ostetrica, Infermiere
NUMERO PARTECIPANTI: 30 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Hotel Rodò, C.so A. De Gasperi, 308 Bari
PROGRAMMA
Venerdì, 5 Giugno 2015
I sessione: La donna in età fertile
Relatori: Angela Di Natale , Francesca Tommasi
14.30-15.00
Registrazione partecipanti
15.00-17.00
Il Sistema endocrino: i disordini ormonali femminili. Disfunzioni e irregolarità del ciclo
(Sindrome premestruale, dismenorrea, amenorrea). Variazioni della composizione corporea.
17.00-17.15
Pausa caffè
17.15-18.15
Applicazione delle linee guida per la micro e macronutrizione
18.15-19.15
Parte pratica: studio di casi clinici. Discussione interattiva
Sabato, 6 Giugno 2015
Relatori: Angela Di Natale , Francesca Tommasi
9.00-11.00
La gestione della donna in gravidanza e allattamento
11.00-11.15
Pausa caffè
11.15-13.00
Applicazione delle linee guida per la micro e macronutrizione
13.00-14.00
Pausa pranzo
I sessione: La donna in età post-fertile
Relatore: Caterina Origlia
14.00-15.30
La gestione della donna nella menopausa. I disturbi della menopausa
15.30-16.15
Dalla integrazione nutrizionale una risposta molto efficace. Utilizzo di piante medicinali e alimenti
16.15-16.30
Pausa caffè
Ore 16.30-18.30 Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
Parte pratica: Simulazione in piccoli gruppi. Discussione interattiva
GLI ESAMI DI LABORATORIO APPLICATI ALLA NUTRIZIONE
Corso di aggiornamento di 2° livello
Bari, 18, 19 Settembre 2015
Numero crediti proposti: 17.7 ECM
OBIETTIVI
Il corso è rivolto ai professionisti che si occupano di nutrizione
ed ha l’obiettivo di fornire gli strumenti utili per conoscere ed
interpretare correttamente quelli che sono i principali esami di
laboratorio utili nella pratica dello studio professionale.
Valutare quali esami di laboratorio sono necessari in condizioni di alterata omeostasi, come nelle situazione di distress
(alterazioni asse HPA, etc…) in relazione a modifiche della
composizione corporea.
ARGOMENTI: ADH, cortisolo, ormoni CRH-ACTH-Cortisolo,
PTH, calcitonina, calcio fosforo magnesio, ormoni tiroidei,
prolattina, FSH, LH, 17-betaestradiolo, progesterone, testosterone.Valutazione elettroliti urinari, raccolta delle urine delle 24
ore: clearance della creatinina, proteinuria, uricuria, anticorpi
antigliadina, breath-test urea e per il lattosio, lattulosio.
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Campanile Maria
Biologa Nutrizionista, Formatrice, Bari,
Di Natale Angela
Biologa Nutrizionista, Bari
Maresca Maurizio
Dirigente Biologo Ospedale di Scafati, Esperto in Medicina
Funzionale, Salerno
RELATORI
Di Natale Angela
Biologa Nutrizionista, Esperta in Bioimpedenziometria, Bari
Maresca Maurizio
Dirigente Biologo Ospedale di Scafati, Esperto in Medicina
Funzionale, Salerno
NUMERO ORE: 16
DESTINATARI: Biologi Nutrizionisti, Medici, Tecnici sanitari di
laboratorio biomedico
NUMERO PARTECIPANTI: 30 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Hotel Rodò, C.so A. De Gasperi, 308 Bari
STRATEGIE DI COMUNICAZIONE
E RELAZIONE EFFICACE CON IL CLIENTE/PAZIENTE
LA COMUNICAZIONE GENERATIVA COME STRUMENTO DI COSTRUZIONE DELLA RELAZIONE
NUTRIZIONISTA-PAZIENTE
Corso di Formazione teorico - pratico di 1° livello
Bari, 26 , 27 Settembre 2015
Numero crediti proposti: 20 ECM
“Percepire un aspetto nuovo di sé stessi è il primo passo verso il cambiamento del concetto di sé.”
(Carl Rogers)
OBIETTIVI
L’obiettivo dell’intervento formativo è quello di attivare nuove
modalità di apprendimento sulle proprie capacità di comunicazione
in modo da acquisire una modificazione progressiva del linguaggio e
degli effetti che esso ha nella relazione Nutrizionista/cliente.
La scelta metodologica, di conseguenza, si orienta sulla modalità
laboratoriale, esperienziale, autobiografica in modo da sollecitare i
partecipanti su due diversi livelli:
• Cognitivo, consistente nella possibilità di apprendere e sperimentare tecniche di comunicazione e modalità di relazione efficaci che
abbiano delle ricadute evidenti nel miglioramento delle relazioni
lavorative.
• Emotivo, ovvero, acquisire maggiore consapevolezza di sé nel ruolo
di esseri comunicanti in modo da migliorare le relazioni con il cliente
sostenendo la motivazione e la gestione del cambiamento creando
una sana condivisione delle responsabilità.
Negli incontri con il gruppo, l’aula sarà trasformata in learning space,
ovvero, una dimensione spazio –temporale nella quale gli apprendimenti individuali vengono portati all’attenzione del gruppo e
condivisi.
Al fine di stimolare i partecipanti ad una consapevole riflessione sugli
stili comunicativi e sulle potenzialità personali è stata scelta la
metodologia dell’auto – biografia, intesa come mezzo per costruire la
propria identità, il proprio progetto di sé professionale.
• Costruire un vocabolario comune a tutti i partecipanti;
• Rileggere il proprio vissuto in modo da essere soggetti attivi della
propria formazione;
• Stimolare la capacità auto – valutativa;
• Attivare dinamiche di comunicazione generativa per governare la
relazione con li cliente condividendo
obiettivi e metodi e sostenendo la motivazione per evitare il drop out.
METODOLOGIE DIDATTICHE
Simulazioni, role playing, esercitazioni.
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Campanile Maria,
Biologa Nutrizionista, Formatrice, Bari,
Di Natale Angela,
Biologa Nutrizionista, Bari
Tommasi Francesca,
Biologo Nutrizionista, Bari
Zero Gaia,
Esperta di Gestione delle risorse umane, Bari
RELATORE
Zero Gaia,
Esperta di Gestione delle risorse umane, Bari
NUMERO ORE: 16
DESTINATARI: Biologi Nutrizionisti, Medici,
NUMERO PARTECIPANTI: 20 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Hotel Rodò, C.so A. De Gasperi, 308 Bari
PROGRAMMA
Sabato, 26 Settembre 2015
Relatore: Gaia Zero
Sessione I - La cultura del servizio professionale: ambiti, opportunità e limiti funzionali .
Ore 8.30-9.00
Registrazione partecipanti
Ore 9.00-10.00 L’architettura delle competenze relazionali del nutrizionista
Ore 10.00-11.00 La valenza suggestiva del linguaggio e la costruzione di una metafora vincente.
Ore 11.00-11.15 Pausa caffè
Ore 11.15-13.00 L’ascolto efficace: dal contatto empatico al patto personalizzato per il raggiungimento degli
obiettivi
Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo
Ore 14.00-18.00 Parte pratica: Simulazione di casi studio in piccoli gruppi di lavoro
Domenica, 27 Settembre 2015
Relatore: Gaia Zero
Sessione II - Dal senso di autoefficacia all’efficacia condivisa della relazione per superare la
resistenza al cambiamento
Ore 9.00-10.00
I ruoli comunicazionali consapevoli e il riconoscimento dei giochi psicologici disfunzionali
Ore 9.00-11.00
ll problem solving e il pensiero laterale come strumenti di cambiamento della prospettiva e
sostegno della motivazione.
Ore 11.00-11.15 Pausa caffè
Ore 11.15-12.00 Il problem solving e il pensiero laterale come strumenti di cambiamento della prospettiva e
sostegno della motivazione.
Ore 12.00-13.00 Il superamento delle resistenze al cambiamento: le zone di confort , gli ostacoli relazionali,
il contesto del cambiamento.
Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo
Ore 14.00-15.00 Gli strumenti di valutazione e monitoraggio nella relazione nutrizionista-paziente.
Ore 15.00-18.30 Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
Parte pratica: Simulazione di casi studio in piccoli gruppi di lavoro
ASPETTI TEORICO-PRATICI RELATIVI ALLA PROFESSIONE
DI BIOLOGO NUTRIZIONISTA
VALUTAZIONE DEI FABBISOGNI ENERGETICO-NUTRIZIONALI E DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA LINEE GUIDA
PER LA DETERMINAZIONE DELLA DIETA OTTIMALE NEL SINGOLO INDIVIDUO
Corso di Formazione Teorico-Pratico di 1° Livello
Bari, 2, 3, 10, 16, 17, 24, 31 Ottobre 2015
Numero crediti proposti: 50 ECM
PROFILO PROFESSIONALE
Biologo Nutrizionista
OBIETTIVI
L’obiettivo del percorso formativo è la realizzazione di un Profilo
professionale altamente competente per il settore
della nutrizione e alimentazione; nello specifico si vuole fornire
al Biologo che intende svolgere la professione di
Nutrizionista capacità di natura tecnica necessarie ad operare
sia in proprio sia in team multidisciplinare.
CARATTERISTICHE DEL CORSO:
Il percorso formativo fornirà gli strumenti di base, le conoscenze tecnico-scientifiche, gli aspetti legislativi, per sviluppare le
competenze necessarie a iniziare la professione di Biologo
Nutrizionista.
Il Biologo Nutrizionista mette in atto un “Processo
educativo” per mezzo del quale si persegue la prevenzione, il
miglioramento e il mantenimento dello stato di salute/ben-essere e non solo nutrizionale della persona. Il ruolo del Biologo
Nutrizionista è quello di fornire al cliente una coscienza
alimentare e un supporto nutrizionale adeguato per ritrovare
l’omeostasi metabolica. Ciò non significa solo dimagrire, ma
raggiungere un’armonia con il cibo, con il proprio corpo
permettendo di gestire al meglio le proprie attività.
In particolare:
Fenomeni biologici e patologici che possono influire sullo stato
di nutrizione.
Metodologie per effettuare una corretta valutazione nutrizionale.
Linee guida per l’elaborazione di piani alimentari e interventi di
educazione nutrizionale
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Caliendo Massimo
Biologo Nutrizionista
Esperto in Nutrizione Sportiva e Fitoterapia, Bergamo
Campanile Maria
Biologa, Formatrice, Bari
Di Natale Angela
Biologo Nutrizionista, Esperta di Bioimpedenziometria, Bari
Tommasi Francesca
Biologo Nutrizionista, Bari
RELATORI
Campanile Maria
Biologa, Formatrice, Bari
Di Natale Angela
Biologo Nutrizionista, Esperta di Bioimpedenziometria, Bari
Tommasi Francesca
Biologo Nutrizionista, Bari
Zero Gaia
Esperta in Gestione delle risorse umane, Bari
NUMERO ORE: 48 ore
DESTINATARI: Biologi, Medici
NUMERO PARTECIPANTI: 20 con ECM, 5 senza ECM
SEDE: Bari, Hotel Rondò C.so A. De Gasperi
PROGRAMMA
Venerdì, 2 Ottobre 2015
Relatori: Maria Campanile, Gaia Zero
Ore 14.30-15.00: Registrazione dei partecipanti
Ore 15.00-16.00: Il ruolo del Biologo Nutrizionista. Aspetti propedeutici alla professione
Ore 16.00-17.00: L’importanza di una relazione efficace tra il biologo nutrizionista utente/cliente
Ore 17.00-17.15: Pausa caffè
Ore 17.15-19.15: La comunicazione come strumento di relazione efficace con l’utente
Sabato, 3 Ottobre 2015
Relatori: Angela Di Natale, Francesca Tommasi
Sessione I: Valutazione dello stato nutrizionale
Ore 9.00-11.00 Valutazione dello stato nutrizionale (anamnesi, indagini biochimiche, valutazione della
composizione corporea).
Ore 11.00-11.15 Pausa caffè
Ore 11.15-12.00 Valutazione dello stato nutrizionale (anamnesi, indagini biochimiche, valutazione della
composizione corporea).
Ore 12.00-13.00 Antropo-plicometria e misurazione delle circonferenze per la valutazione della
composizione corporea: come intervenire per modificarla.
Sessione II: Valutazione della composizione corporea attraverso l’uso dell’impedenziometro.
Ore 14.00-16.00 Antropo-plicometria e misurazione delle circonferenze per la valutazione della composizione
corporea: come intervenire per modificarla. Il ruolo funzionale degli alimenti nella determinazione
della composizione corporea, ovvero: “siamo quello che mangiamo” ?
Ore 16.00-18.00 Esercitazioni pratiche in gruppo.
Sabato, 10 Ottobre 2015
Relatori: Angela Di Natale, Francesca Tommasi
Ore 9.00-11.00
Ore 11.00-11.15
Ore 11.15-13.00
Ore 13.00-14.00
Ore 14.00-18.00
L’analisi di impedenza bioelettrica. Analisi Vettoriale e stime.
Pausa caffè
Interpretazione dei dati di bioimpedenza
Pausa pranzo
Esercitazioni pratiche in gruppo. Interpretazione dei dati ottenuti dai due sistemi.
Venerdì, 16 Ottobre 2015
Relatori: Angela Di Natale, Francesca Tommasi
Ore 15.00-17.00 Valutazione del fabbisogno nutrizionale. Valutazione delle abitudini alimentari
(diario alimentare, tecniche di intervista, metodi di valutazione dell’introito alimentare, anamnesi).
Ore 17.00-17.15 Pausa caffè
Ore 17.15-19.00 Caratteristiche nutrizionali e bromatologiche degli alimenti. Come e quali alimenti
scegliere nell’alimentazione specifica del singolo individuo. Alimentazione consapevole.
Sabato, 17 Ottobre 2015
Relatori: Angela Di Natale, Francesca Tommasi
Ore 9.00-11.00 I micronutrienti: il ruolo dei bioregolatori. Cibo, ormoni e benessere psico-fisico.
Ore 11.00-11.15 Pausa caffè
Ore 11.15-13.00 Parte pratica: Simulazione di casi studio in piccoli gruppi di apprendimento
Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo
Ore 14.00-18.00 Parte pratica: Simulazione di casi studio in piccoli gruppi di apprendimento.
Il Biologo Nutrizionista nell’impostazione quali-quantitativa di un profilo nutrizionale.
Sabato, 24 Ottobre 2015
Relatore: Gaia Zero
Ore 9.00-13.00 Strategie per una relazione efficace con il cliente. Marketing di se
Ore 11.00-11.15 Pausa caffè
Ore 11.15-13.00 Strategie per una relazione efficace con il cliente. Marketing di se
Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo
Ore 14.00-18.00 Parte pratica: Simulazione di casi studio in piccoli gruppi di apprendimento.
Sabato, 31 Ottobre 2015
Relatori: Maria Campanile, Angela Di Natale, Francesca Tommasi
Ore 9.00-10.00 Il vademecum del Biologo Nutrizionista.
Ore 1 0.00-13.00 Parte pratica: Simulazione di casi studio in piccoli gruppi di apprendimento.
La gestione del caso: prevenzione, educazione come atto professionale unitario.
Ore 11.00-11.15 Pausa caffè
Ore 11.15-13.00 Parte pratica: Simulazione di casi studio in piccoli gruppi di apprendimento.
Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo
Ore 14.00-18.00 Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
Parte pratica: Simulazione di casi studio in piccoli gruppi di apprendimento.
GLI ESAMI DI LABORATORIO APPLICATI ALLA NUTRIZIONE
Corso di Aggiornamento di 1° Livello
Bari, 13, 14,15 Novembre 2015
Numero crediti proposti: 20 ECM
OBIETTIVI
Il corso è rivolto ai professionisti che si occupano di nutrizione ed ha l’obiettivo di fornire gli strumenti utili per conoscere ed interpretare correttamente quelli che sono i principali
esami di laboratorio utili nella pratica dello studio professionale.
Si prenderanno in considerazione le analisi utili per una
prima valutazione del fabbisogno energetico e nutrizionale
del paziente, anche in relazione alla valutazione della
composizione corporea, soprattutto in pazienti sovrappeso/obesi.
Di ciascun esame verrà analizzato il significato clinico, il metodo
analitico migliore per la sua esecuzione, l’intervallo e le unità di
misura dei valori di riferimento.
ARGOMENTI: Bilancio proteico-energetico. Bilancio
idrico. Stato vitaminico e minerale.
Funzione d’organo. Interpretazione dei dati di laboratorio
correlati alla valutazione della composizione corporea per
una corretta impostazione di un piano alimentare.
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
Campanile Maria
Biologa, Formatrice, Bari
Di Natale Angela
Biologo Nutrizionista, Esperta di Bioimpedenziometria, Bari
Maresca Maurizio
Dirigente Biologo Ospedale di Scafati,
Esperto in Medicina Funzionale, Salerno
RELATORI
Di Natale Angela
Biologo Nutrizionista,
Esperta di Bioimpedenziometria, Bari
Maresca Maurizio
Dirigente Biologo Ospedale di Scafati,
Esperto in Medicina Funzionale, Salerno
Tommasi Francesca
Biologo Nutrizionista, Esperta di Bioimpedenziometria,
Bari
NUMERO ORE: 16 ore
DESTINATARI: Biologi, Medici,Tecnici sanitari di
laboratorio biomedico
NUMERO PARTECIPANTI: 30 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Bari, Hotel Rondò, C.so Alcide De Gasperi, 308
PROGRAMMA
Venerdì, 13 Novembre 2015
Relatori: Angela Di Natale, Maurizio Maresca
Ore 14.30-15.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 15.00-16.00 Significato e importanza degli esami di laboratorio nella valutazione nutrizionale
del paziente/utente.
Ore 16.00-17.00 Imprecisione, inaccuratezza: due concetti utili per comprendere l’utilità ed i limiti delle analisi
di laboratorio
Ore 17.00-17.15 Pausa caffè
Ore 17.15-19.15 Metabolismo dei carboidrati: glicemia, dosaggio Hb glicata, prova da carico di glucosio, alterata
glicemia a digiuno, ridotta tolleranza ai carboidrati, indice HOMA, insulinemia di base, emoglobina
glicata, cortisolo, amilasi
Sabato, 14 Novembre 2015
Relatori: Angela Di Natale, Maurizio Maresca
Ore 9.00-9.30
Ore 9.30-10.30
Ore 10.30-11.30
Ore 11.30-11.45
Ore 11.45-13.00
Ore 13.00-14.00
Ore 14.00-15.00
Metabolismo dei lipidi: trigliceridi, colesterolo totale, LDL, HDL. Indice di rischio.
Omocisteina. Fibrinogeno. Proteina C reattiva. Lipasi. PSA. Dosaggio di Vit. D
Esami di primo livello nell’indagine nutrizionale in paziente/utente sovrappeso e obeso
Pausa caffè
Esami di primo livello nell’indagine nutrizionale in paziente/utente sovrappeso e obeso
Pausa Pranzo
Metabolismo delle proteine. Composti azotati non proteici: urea, creatinina, acido urico.
Transaminasi. Colinesterasi. Metabolismo delle proteine. Fosfatasi alcalina.
Elettroforesi siero proteica
Ore 15.00-16.30 Emocromo e suo significato clinico. Sideremia, ferritina, transferrina, Esame chimico-fisico delle
urine. Sedimento urinario. Bilirubina. Elettroliti.
Ore 16.30-16.45 Pausa caffè
Ore 16.45-18.00 Conclusioni: correlazione tra errata nutrizione, composizione corporea e alcuni esami di
laboratorio Discussione interattiva
Domenica, 15 Novembre 2015
Tutors: Angela Di Natale, Francesca Tommasi
Ore 9.30-13.30
Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
Parte pratica: Simulazione in piccoli gruppi di apprendimento. Interpretazione dei dati di
laboratorio correlati alla valutazione della composizione corporea per una corretta impostazione
di un piano alimentare.
CIBO, ORMONI E BENESSERE PSICO-FISICO
LA GESTIONE DEL CLIENTE IN CONDIZIONI NON FISIOLOGICHE.
PREVENZIONE ED EDUCAZIONE COME ATTO PROFESSIONALE
Corso di Formazione Teorico-Pratico di 2° Livello
Bari, 27, 28 Novembre, 11, 12 Dicembre 2015
Numero crediti proposti: 30 ECM
OBIETTIVI DEL CORSO
L’obiettivo del percorso formativo è la realizzazione di un
Profilo professionale altamente competente per il settore
della nutrizione e alimentazione; nello specifico si vuole fornire
al Biologo che intende svolgere la professione di Nutrizionista capacità di natura tecnica necessarie ad operare sia in
proprio sia in team multidisciplinare.
COMITATO TECNICO - SCIENTIFICO
CARATTERISTICHE DEL CORSO
Il corso intende fornire:
1. strumenti per una valutazione ottimale dello stato nutrizionale, partendo dalla conoscenza della biochimica e della
fisiologia cellulare della persona;
2. linee guida per una corretta alimentazione;
L’obiettivo è quello di "promuovere una educazione alla
salute" e una "medicina della persona", intesa come unità
psico-fisica.
Sarà data importanza ai meccanismi di funzionamento
cellulare e le conseguenze dell’alterata composizione della
membrana cellulare. Si valuteranno le eventuali disfunzioni
attraverso alcuni “test nutrizionali” che permettono di analizzare una serie di parametri tra i quali il profilo in acidi grassi, lo
stress ossidativo mitocondriale e altri parametri.
Si affronteranno argomenti come la Leaky Gut Sindrome (LGS)
e sue conseguenze: Sindrome Metabolica, diabete, le
patologie cronico-degenerative, la disbiosi intestinale (cistiti e
candide), l’infiammazione cronica e un cenno alle patologie
autoimmuni. Saranno dati alcuni cenni relativi alle conseguenze della LGS, cistiti e candida sulla composizione corporea.
Il corso è articolato in 2 incontri, venerdì pomeriggio, sabato, a
partire da maggio. L’ultimo giorno è previsto l’esame finale che
consiste nel sviluppare “casi clinici”, in piccoli gruppi di lavoro,
elaborando dei piani alimentari, con l’obiettivo di promuovere
il benessere della persona. Ogni gruppo di lavoro esporrà il
proprio caso studio e si terminerà con una discussione interattiva su tutti i casi esposti.
L’esame finale vale come valutazione ECM dell’apprendimento.
Di Natale Angela
Caliendo Massimo
Biologo Nutrizionista, Esperto in Nutrizione Sportiva e
Fitoterapia, Bergamo,
Campanile Maria
Biologa Nutrizionista, Formatrice, Bari,
Biologa Nutrizionista, Esperta di bioimpedenziometria, Bari
Tommasi Francesca
Biologa Nutrizionista, Bari,
RELATORI
Di Natale Angela
Biologa Nutrizionista, Esperta di bioimpedenziometria, Bari
Origlia Caterina
Medico Specialista in medicina Interna, Esperta in
Nutrizione Olistica, Bari
Tommasi Francesca,
Biologa Nutrizionista, Bari,
NUMERO ORE TOTALI: 25 ore
DESTINATARI: Biologi, Medici
NUMERO PARTECIPANTI: 30 con ECM, 10 senza ECM
SEDE: Bari, Hotel Rondò, C.so Alcide De Gasperi
PROGRAMMA
Venerdì, 27 Novembre 2015
Relatore: Angela Di Natale
Ore 14.30-15.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 15.00-17.00 Biochimica e fisiologia cellulare: membrana cellulare e mitocondrio
Ore 17.00-17.15 Pausa caffè
Ore 17.15-18.00 Conseguenze dell’alterata composizione della membrana cellulare:
S.M., diabete, patologie infiammatorie e autoimmuni, allergie
Ore 18.00-20.00 Parte pratica: Simulazione in piccoli gruppi di lavoro
Sabato, 28 Novembre 2015
Relatori: Caterina Origlia, Angela Di Natale, Francesca Tommasi
Ore 9.00-11.00 L’infiammazione sistemica. Assetto ormonale dell’infiammazione. Le conseguenze
Ore 11.00-11.15 Pausa caffè
Ore 11.15-13.00 Gli indici infiammatori cellulari. Valutazione dello stress ossidativo mitocondriale.
Aspetti di Epigenetica
Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo
Ore 14.00-16.00 Scelta dell’alimentazione appropriata
Ore 16.00-18.00 Parte pratica: Simulazione in piccoli gruppi di lavoro
Venerdì, 11 Dicembre 2015
Relatore: Caterina Origlia
Ore 15.00-17.00 La Leaky Gut Sindrome e patologie correlate (allergie, infiammazione, patologie
Autoimmuni, intestino irritabile): prevenzione e gestione
Ore 17.00-17.15 Pausa caffè
Ore 17.15-19.00 La Leaky Gut Sindrome e patologie correlate (SM, diabete, disbiosi): prevenzione e gestione
Sabato, 12 Dicembre 2015
Relatori: Angela Di Natale, Francesca Tommasi
Ore 9.00-11.00
Ore 11.00-11.15
Ore11.15-13.00
Ore 13.00-14.00
Ore 14.00-18.00
Ore 18.00-18.30
Disbiosi intestinale: Cistiti e candide. Scelta dell’alimentazione appropriata nella.
Cenni di integrazione nutrizionale
Pausa caffè
Variazioni della composizione corporea in relazione alla LGS, cistiti e candide
Pausa pranzo
Parte pratica: Simulazione in piccoli gruppi di lavoro
Verifica dell’apprendimento ad opera dei partecipanti
CONDIZIONI GENERALI
ATTESTATI
Per l’attribuzione dei crediti ECM è obbligatorio partecipare al 100% dei lavori scientifici e consegnare l’intera
documentazione, debitamente compilata, alla segreteria organizzativa. In assenza di uno dei criteri sopracitati
non verranno assegnati i crediti formativi.
Gli attestati ECM verranno inviati, dal Provider, per email o per posta, dopo 90 giorni dal termine del Corso a tutti coloro che avranno partecipato interamente ai lavori scientifici e consegnato gli appositi
questionari.
Al termine dell’evento è prevista anche la consegna di un attestato di partecipazione.
PROVIDER NAZIONALE E.C.M. 1282
Pegaso congressi ed eventi s.r.l., Via Gioberti, 1 – 70124 Mola di Bari (Ba)
Tel. 0805461491 - fax 0805468421 - mail: [email protected] ,
sito web www.pegasocongressi.it
MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Le domande di partecipazione saranno accolte in ordine cronologico di presentazione, fino ad esaurimento
del numero dei posti disponibili previsti per ogni singolo corso. Qualora, invece, non viene raggiunto il
numero minimo di 20 partecipanti, il corso verrà rinviato o non verrà svolto e saranno rimborsate le
quote di iscrizione detratte delle spese bancarie.
Si prega, prima di effettuare il bonifico, di verificare la disponibilità dei posti.
RESPONSABILITÀ DEI PARTECIPANTI
I partecipanti sono tenuti a rispettare la normativa interna (firma registri, ecc…)
I partecipanti sono responsabili dei danni eventualmente arrecati alla struttura, alle aule, ai supporti didattici,
alle attrezzature
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Dott.ssa Maria Campanile
Via G. Parini, 13/A – 70020 – Cassano Murge (BA) - Tel./fax 0803072210 - Mob. 3358328394
e-mail: [email protected] - sito web www.formazionenutrizione.it
QUOTA DI PARTECIPAZIONE PER SINGOLO CORSO
FEBBRAIO 2015
Valutazione della composizione corporea tramite bioimpedenziometria, Ancona, 27, 28 Febbraio 2015
 € 267.20 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 317.20 (per i possessori di solo C.F.) con ECM
 € 245.82 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 291.82 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM
MARZO 2015
Tiroide: ghiandola sottovalutata. Alimentazione e integrazione nutrizionale, Bari, 13, 14, 15 marzo 2015
 € 213.76 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 253.76 (per i possessori di solo C.F.) con ECM
 € 192.38 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 228.38 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM
Nutrizione Applicata: Alimenti e Integrazione nutrizionale, Bologna, 6, 7, 27, 28 Marzo 2015
 € 320.64 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 380.64 (per i possessori di solo C.F.) con ECM,
 € 267.20 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 317.20 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM,
APRILE 2015
Sistema matrice e detossificazione. Uso dell’Integrazione nutrizionale, Bari, 11, 12 aprile 2015
 € 213.76 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 253.76 (per i possessori di solo C.F.) con ECM
 € 160.32 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 190.32 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM
Costituzioni, Metabolismo, PNEI. Aspetti neuroendocrini e metabolici, Bari, 17, 18 Aprile 2015
 € 181.70 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 215.70 (per i possessori di solo C.F.) con ECM
 € 128.26 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 152.26 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM
MAGGIO 2015
L’oligoterapia di Ménétrier, Bari, 9 maggio 2015
 € 96.19 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 74.82 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 114.19 (per i possessori di solo C.F.) con ECM
 € 88.82 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM
GIUGNO 2015
La donna in età fertile e in menopausa. Nutrizione Applicata: Alimenti e Integrazione nutrizionale,
Bari, 5,6 Giugno 2015
 € 171.00 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 203.00 (per i possessori di solo C.F.) con ECM
 € 138.94 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 164.94 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM
SETTEMBRE 2015
Strategie di Comunicazione e Relazione Efficace con il Cliente/Paziente, Bari, 26, 27 Settembre 2015
 € 213.76 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 253.76 (per i possessori di solo C.F.) con ECM
 € 160.32 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 190.32 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM
OTTOBRE 2015
Aspetti teorico-pratici relativi alla professione di Biologo Nutrizionista. Valutazione dei fabbisogni energetico-nutrizionali e della composizione Corporea. Linee guida per la determinazione della dieta ottimale nel
singolo individuo Bari, 2, 3, 10, 17, 24, 30, 31 Ottobre 2014
 € 534.40 (per i possessori di P.IVA) con ECM
 € 634.40 (per i possessori di solo C.F.) con ECM
 € 470.27 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 558.27 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM
Rateizzabile
NOVEMBRE 2015
Gli esami di laboratorio applicati alla Nutrizione, Bari, 13, 14 Novembre 2015
 € 213.76 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 253.76 (per i possessori di solo C.F.) con ECM
 € 160.32 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 190.32 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM
Cibo, ormoni e benessere psico-fisico La gestione del cliente in condizioni non fisiologiche. Prevenzione ed
educazione come atto professionale unitario, Bari, 27, 28 Novembre, 11, 12 Dicembre 2015
 € 342.02 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 406.08 (per i possessori di solo C.F.) con ECM,
 € 288.58 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 342.58 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM,
PROPOSTE FORMAZIONE
Corso Tiroide: ghiandola sottovalutata. Alimentazione e integrazione nutrizionale +
Corso Costituzioni, Metabolismo, PNEI. Aspetti neuroendocrini e metabolici +
Corso L’oligoterapia di Ménétrier
 € 427.52 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 507.52 (per i possessori di solo C.F.) con ECM,
 € 342.02 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 406.08 (per i possessori di solo C.F.) con ECM,
Corso Tiroide: ghiandola sottovalutata. Alimentazione e integrazione nutrizionale +
Corso Costituzioni, Metabolismo, PNEI. Aspetti neuroendocrini e metabolici +
Corso L’oligoterapia di Ménétrier +
Corso La donna in età fertile e in perimenopausa Nutrizione Applicata: Alimenti e Integrazione nutrizionale +
Corso Sistema matrice e detossificazione. Uso dell’Integrazione nutrizionale
 € 822.97 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 976.97 (per i possessori di solo C.F.) con ECM,
 € 716.09 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
 € 850.09 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM,
Corso Aspetti teorico-pratici relativi alla professione di Biologo Nutrizionista. +
Corso Gli esami di laboratorio applicati alla Nutrizione (1° livello) +
Corso Cibo, ormoni e benessere psico-fisico.
 € 961.92 (per i possessori di P.IVA) con ECM,
 € 1141.92 (per i possessori di solo C.F.) con ECM,
€ 855.04 (per i possessori di P.IVA) senza ECM,
€ 1015.04 (per i possessori di solo C.F.) senza ECM,
Nota Bene
La quota di partecipazione comprende l’attestato di partecipazione, l’attestato ECM, il materiale didattico.
La quota di partecipazione relativa alle proposte formazione può essere rateizzata nei modi che verranno definiti in seguito.
La quota di partecipazione può subire modifiche in funzione delle possibili variazioni che possano
interessare l’aliquota IVA o altra tassa.
BREVE CURRICULUM
La dott.ssa Maria Campanile, nata a Bari il 5 luglio 1965, dopo aver conseguito la maturità scientifica a Cassano
delle Murge, si è laureata in Scienze Biologiche il 03.03.1993 presso l’Università degli Studi di Bari.
Iscritta all’albo dell’Ordine Nazionale dei Biologi dal 1994.
Svolge attività libero-professionale come “Studio Campanile - Alimentazione&Nutrizione -Organizzazione di
Convegni e Corsi di Formazione. Consulenza e Ricerca”, in qualità di segreteria scientifica e organizzativa.
Dal 2001 ad oggi svolge attività di progettazione e organizzazione di corsi di aggiornamento nel settore
specifico della nutrizione/alimentazione, clinico e in quello della sicurezza alimentare.
Tale attività si svolge a Bari, Roma, Vicenza, Desenzano sul Garda, Bologna, Ancona.
Dal 2008 al 2011, Provider presso il Ministero della Salute, Numero Provider: 12506
Lavora come educatore e formatore nell’ambito del settore alimentazione e nutrizione presso scuole di ogni
ordine e grado e vari enti.
La dott.ssa Maria Campanile ha progettato e organizzato corsi, seminari, convegni, anche ECM, per conto
dell'Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi di Bari e della Delegazione Provinciale di Bari - Ordine
Nazionale dei Biologi.
Professore a contratto presso l’Università degli Studi di Bari, Facoltà di Scienze FF MM NN, Corso di Laurea
specialistica in Scienze Biosanitarie, Orientamento diagnostico. Corso di Laurea in Biologia cellulare e molecolare. Corso ufficiale di Legislazione professionale. (A.A. 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2009-2010).
Ha svolto attività di docente esperto in corsi di formazione professionale, corsi di perfezionamento universitario e in corsi post-qualifica degli istituti professionali in materia ambientale e alimentare dal 1994 ad oggi.
Ha svolto attività di consulente tecnico per Cooperative Sociali a.r.l. dal 1998 al 2006.
Ha svolto attività di Consulente tecnico nell’ambito del Progetto “Carta d’identità dei Prodotti Tradizionali
Pugliesi, A.P.I (Apulian Products Identity)” Promotore progetto: Regione Puglia, Assessorato all’Agricoltura.
Attuatore progetto: Dipartimento “Sanità e Benessere degli animali”, Sezione Ispezione degli alimenti, Facoltà
di Medicina Veterinaria, Università degli Studi di Bari dal 2004 al 2006.
Ha svolto attività di docenza presso l’Istituto Tecnico Agrario “B. Caramia” di Locorotondo (Ba) dal 2001 al 2002.
Ha svolto attività di Consulente senior, area tecnico-agronomica, nell’ambito del Progetto P.O.P. Puglia - Azione
dimostrativa per la messa a punto e diffusione di metodi di produzione biologica, Istituto Agronomico
Mediterraneo di Valenzano (Ba) dal 1997 al 2000.
Incarichi istituzionali:
Componente Commissione Permanente “Area Nutrizione” - Ordine Nazionale dei Biologi (2010,2011,2014)
Componente del Consiglio Nazionale dell'Ordine Nazionale dei Biologi presso il Ministero di Giustizia, Roma
(2009-2010; 2012-2014)
Commissario Delegazione Provinciale di Bari dell'Ordine Nazionale dei Biologi (2014-1995)
BREVE CURRICULUM RELATORI
Abbiati Ezio
Medico, Specialista in Endocrinologia, Milano, Esperto di Fitoterapia Applicata, Docente in diversi corsi ECM
presso Studio Campanile, altre associazioni/enti.
Caliendo Massimo
Biologo Nutrizionista, Specialista in patologia clinica, Esperto in Nutrizione Sportiva e Fitoterapia, Docente in
diversi corsi ECM Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi, Studio Campanile, altre associazioni/enti,
Bergamo.
Cavanna Ferruccio
Biologo, Milano, Responsabile Scientifico e Nuovi progetti di laboratorio presso il Centro Analisi Mponza-SpA,
Esperto di Medicina di Laboratorio (Ematologia, Chimica clinica ed Immunologia ), Nutrizione, Esperto di
Marketing Manager
Di Natale Angela
Biologo Nutrizionista, Bari, Esperta di Bioimpedenziometria, Docente in diversi corsi ECM presso l’Ordine
Nazionale dei Biologi, Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi, Studio Campanile,
Campus Biomedico-Roma
Maresca Maurizio
Dirigente di I Livello presso l’Asl Salerno 1, Presidio Ospedaliero di Scafati/Salerno, Esperto in Emostasi,
Nutrizione Applicata e Medicina Funzionale e Integrata, Docente presso Studio Campanile, Napoli
Origlia Caterina
Medico Specialista in Medicina Interna, Bari, Esperta in Nutrizione Olistica, Fitoterapia, Ayurveda, Omeopatia,
Docente in diversi corsi ECM presso l’Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi, Studio Campanile, altre
associazioni/enti.
Tommasi Francesca
Biologo Nutrizionista, Bari, Componente Commissione Permanente di Studio “Nutrizione”- ONB, Docente in
diversi corsi ECM presso l’Ordine Nazionale dei Biologi, Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi, Studio
Campanile, altre associazioni/enti.
Gaia Zero
Esperta di Gestione delle risorse umane, Bari. Si occupa di Consulenza di impresa al femminile,
orientamento, alfabetizzazione emozionale, comunicazione generativa, dinamiche di gruppo e i conflitti,
Docente in diversi corsi ECM presso l’Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi, Studio Campanile, altre
associazioni/enti.
“……Invece di posare a profeti, dobbiamo diventare
i creatori del nostro destino.
Imparare a fare le cose nel miglior modo che ci è possibile
e ad andare alla ricerca dei nostri errori.
Ma questo significa che dobbiamo cambiare noi stessi.”
(Karl Raimund Popper, 1902-1994)
SCHEDA DI ISCRZIONE
Da compilarsi in ogni sua parte in STAMPATELLO LEGGIBILE ed inviare via fax 0803072210
oppure via email: [email protected]
Titolo del corso_________________________________________________________________________
Cognome e Nome_______________________________________________________________________
Laurea in _____________________________________ Studente in _______________________________
Professione_____________________________ N. iscrizione albo___________________Provincia_________
 Libero professionista
 Dipendente
 Convenzionato
Indirizzo Studio _______________________________________________________CAP______________
Città________________________________________________________________ Provincia_________
Tel________________________________________Cellulare___________________________________
Email_______________________________________________________________________________
ECM
Si
NO
€___________________
Intestazione fattura
 Indirizzo sopra indicato
 Altro indirizzo (specificare)_______________________________________________________________
___________________________________________________________________________________
C.F. (obbligatorio ai sensi del D.L. Bersani 248/06_________________________________________________
Partita IVA (obbligatoria)__________________________________________________________________
MODALITA’ DI PAGAMENTO
Bonifico bancario di €_____________, a favore di Maria Campanile, Banca di Credito Cooperativo di Cassano Murge (BA),
IBAN: IT35 O084 6041 4300 0000 0954 519
Si prega indicare nella Causale: Iscrizione “TITOLO DEL CORSO “. Cognome del partecipante”
In caso di rinuncia, verranno applicate le penali di seguito indicate:
• 10% della quota di iscrizione se la rinuncia perverrà entro il 15° giorno antecedente la data di inizio del corso
• 50% della quota di iscrizione se la rinuncia perverrà entro il 7° giorno antecedente la data di inizio del corso
• 100% dell’intera quota di iscrizione se la rinuncia perverrà oltre il termine sopra indicato
Informativa sul trattamento dei dati personali
Il trattamento dei dati personali viene svolto nel rispetto di quanto stabilito dall’ex art. 13 L. 196/03, ai sensi della Legge 675/1996, sulla
tutela della privacy.
Data,
Firma
SEGRETERIA SCIENTIFICA E ORGANIZZATIVA
Dott.ssa Maria Campanile
Via G. Parini, 13/A - 70020 - Cassano Murge (BA)
Tel./fax 080.3072210, Mob. 3358328394
[email protected] www.formazionenutrizione.it
www.formazionenutrizione.it
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 753 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content