close

Enter

Log in using OpenID

100,00 - Settimanale Zona

embedDownload
In CASA diamo il meglio di noi
Via Cassia, 642/A 00189 Roma
Tel 06/45.555.583 | Fax 06/45.555.584 | www.lacasacapital.it | [email protected]
Anno 8 | numero 247 | Venerdì 27 febbraio 2015
www.settimanalezona.com
[email protected]
ROMA NORD
-> Pubblicità: tel. 345 1529651 <-
“oro rosso”
Tutti lo vogliono, tutti lo cercano. E i furti di rame paralizzano la città...
EditorialE
di Nicoletta Liguori
Grandi eventi
A Roma le grandi infrastrutture
si possono realizzare solo durante la programmazione di
grandi eventi. Siano i Mondiali
di Calcio o le Olimpiadi, la Capitale non riesce a darsi un assetto moderno. La prossima
speranza è per la candidatura
di Roma alle Olimpiadi 2024, a
cui è legato anche, come ha
spiegato Roma Metropolitane, il
futuro dell’arrivo della Metro C a
Farnesina. Trovate l’articolo all’interno. E’ mai possibile che
si costruiscano metro dedicate
a pochi passeggeri e non si riescano a fare semplici rotatorie
per fluidificare il traffico, o complanari parallele a grandi consolari come Cassia e Flaminia,
perennemente ostruite dai veicoli a qualsiasi ora del giorno?
E questa dovrebbe essere la vivibilità di una grande metropoli
con tremila anni di storia? E il
tappeto di sporcizia che invade
strade e marciapiedi, persino
nel centro storico, che dovrebbe essere sempre tirato a lucido, visto il considerevole
numero di turisti che ancora,
bontà loro, ci visita rimpinguando il nostro magro bilancio?
Suvvia amministratori, rendete
degna Roma del suo ruolo!
2
Roma nord
ROMA NORD
quando roma è senza rame
I furti di rame lasciano al buio le nostre strade e a piedi i pendolari. Eppure un modo per fermarli c’è
di SARA SCATENA
N
on si fermano i disagi per i
pendolari della linea ferroviaria Roma Nord che collega il centro di Roma a Viterbo.
Venerdì 13 febbraio l’ultimo furto
di rame che ha fatto registrare
l’ennesimo tilt. Servizio rallentato,
corse soppresse e, come di consueto, decine di cittadini bloccati, costretti a subire le difficoltà che la
sottrazione del tanto ricercato metallo provoca alla circolazione e ai
trasporti pubblici. Non è solo la
ferrovia Roma Nord a essere vittima, infatti, di queste assidue azioni. Anche sulla linea Fl3
Roma-Cesano-Viterbo di Trenitalia, infatti, si verificano continue
interruzioni, depotenziamenti e limitazioni del servizio causate da
furti di rame. Come sempre sono
gli utenti di un servizio fondamentale che collega la nostra zona e i Comuni a Nord della
Capitale al centro di Roma a farne
le spese. Decine i cavi tagliati per
centinaia di metri. Per citare un
unico dato, tra i numerosi diffusi
dal gestore delle linee, solo nella
notte tra giovedì 12 e venerdì 13
sono stati tagliati 12 cavi per una
lunghezza complessiva di 300 metri. Come se non bastasse, alle problematiche legate alla circolazione
dei treni si sono aggiunte, come
specifica il comunicato stampa diramato da Atac, quelle causate dai
guasti che il furto ha prodotto al
sistema di segnalamento e che
hanno impegnato i tecnici Atac
intervenuti per ripristinare il servizio più del consueto. Individuare i responsabili, che spesso
agiscono di notte, è molto diffi-
coltoso. Non è facile, infatti, controllare chilometri e chilometri di
ferrovia palmo a palmo continuamente, di sopralluoghi e attività di
monitoraggio già se ne fanno e
spesso i ladri vengono trovati, come si dice, con le mani nel sacco.
Ma sembra proprio che il rame sia
diventato un metallo molto prezioso. La sua sottrazione, infatti,
riguarda anche l’illuminazione
elettrica. È successo a Cesano, a
via Baccanello, dove sono ora stati riaccesi i lampioni danneggiati.
Anche la galleria Cassia, in carreggiata interna, sul GRA, la notte del
20 febbraio è rimasta al buio, a
causa di un furto di cavi elettrici
da parte di ignoti. Una settimana il
tempo necessario a ripristinare totalmente l’impianto, con buona
pace degli automobilisti che percorrono il tunnel nelle ore notturne e la cui sicurezza è minata
dall’assenza, appunto, di illuminazione. La corsa all’ oro rosso ha
raggiunto in pochissimi anni dimensioni preoccupanti, colpendo
sia le aziende che le infrastrutture.
Dopo essersi manifestato per la
prima volta nel 2008, il fenomeno
ha avuto una recrudescenza nel
2010 dovuta a un repentino aumento delle prezzo del rame, che
nel corso dell’anno è raddoppiato:
nel 2011 ha visto un’ulteriore crescita del 12% e si stima che negli
anni continuerà a mantenersi superiore alla media storica. Ha
un’area di esportazione vastissima: è richiesto dall’Europa dell'Est
(in particolare Polonia, Germania,
Austria e Ungheria) fino in Cina e
in India. La filiera di questo mercato è vasta e molto organizzata:
piccoli ladri rubano il rame che
poi lo rivendono a rottamai e
grossisti fino a cinque euro al chilo. Da qui, il metallo viene spedito in fonderia oppure lavorato sul
posto. Una volta trasformato in
anonime barre, il rame viene
esportato all’estero, dove viene ri-
venduto e rimesso nelle diverse
catene riproduttive. Il metallo viene lavorato, trasformato, riutilizzato in videogiochi, telefonini di
ultima generazione o nei cavi che
alimentano gli impianti fotovoltaici di mezzo mondo. E’ possibile,
inoltre, che il rame esportato rientri in patria e venga rivenduto all’interno di altri oggetti.
Sul
mercato clandestino è quotato dai
quattro ai dieci euro al chilogrammo. Ma, ci chiediamo, è possibile
che non esista un metodo per evitare la rimozione del rame dai cavi o, quantomeno, in grado di
prevenire i furti? Eppure, se si cerca su internet, qualcosa salta fuori. Esiste, infatti, ad esempio,
“WireWatch”, un sistema wireless
di una ditta privata che permette
di controllare e allarmare il sistema nel momento in cui le linee
elettriche vengono interrotte, senza limiti di distanza e copertura, e
di localizzare il tratto della linea in
cui si è verificato l’evento, con la
possibilità, previo accordo con le
forze dell’ordine, di inviare una
pattuglia in poco tempo. Inoltre è
anche l’unico sistema sul mercato
che protegge i fili di terra che sono
più facilmente raggiungibili e accessibili ai ladri. E non è l’unica
ditta a proporlo. Dunque, una soluzione sembrerebbe esserci. Ora
la domanda è: conviene spendere
qualcosa in più per mettere in sicurezza gli impianti, evitando di
intervenire ogni volta con altrettanto costose sostituzioni e “toppe” causando tra l’altro molteplici
disservizi ai cittadini? Prevenire,
come sempre, è senz’altro meglio
che curare. Cosa ne pensano Acea,
Anas, Atac e Trenitalia?
Opere in Asfalto
PER INFORMAZIONI E PREVENTIVI GRATUITI CHIAMARE I NUMERO 3483115873/3939457006
4
Foro Italico
ROMA NORD
METRO C FINO A “FARNESINA”
Presidente di Roma Metropolitane: fino allo stadio per ottenere candidatura a Olimpiadi 2024
di SARA SCATENA
R
oma, si sa, non è stata costruita in un giorno. E questo è il
destino che spetta anche a
molte delle infrastrutture in fase di
realizzazione nella Capitale. Come
la Metro C. È notizia fresca, di pochi
giorni fa, la dichiarazione che il Presidente di Roma Metropolitane,
Paolo Omodeo Salè, ha rilasciato in
occasione della riunione della Com-
WRAPPING
missione straordinaria Metro C.
Con la candidatura di Roma alle
Olimpiadi del 2024 potrebbe concretizzarsi la ormai da anni ventilata possibilità di portare la nuova
linea della metropolitana fino alla
Farnesina. Ancora tre anni di tempo
per ottenere i finanziamenti necessari alla realizzazione dell’infrastruttura
e
di
un
eventuale
proseguimento della tratta fino a
Roma Nord, dimostrando così, si
legge nelle dichiarazione del Presidente Salè al CIO (Comitato Olimpico Internazionale) “che abbiamo
il requisito dell’accessibilità nei pressi degli impianti con il tpl su ferro”.
Di tale progetto, e della probabilità di
far giungere la Metro C fino alla
Giustiniana, dissoltasi, poi, nell’aria
come una bolla di sapone, si era già
parlato in occasione della candidatura della Capitale a ospitare le
Olimpiadi del 2020. Poi, l’attenzione si era concentrata più sulla tratta
in via di realizzazione, e oggi in parte ultimata, già coperta da finanziamento. A oggi, infatti, oltre
all’ormai attivo collegamento Pantano/Centocelle, sono in corsi le attività di collaudo della linea tra le
stazioni Centocelle/Lodi (5 chilometri di tracciato per un totale di sei
fermate, che dovrebbe essere operativo a partire al massimo dalla fine
di luglio) e i lavori per la costruzione
dell’infrastruttura almeno fino a San
Giovanni entro la fine dell’anno
(con conseguente apertura al pubblico nel 2016). Dal sito dedicato
dalle società costruttrici ai cantieri
della Metro C si apprende, poi, che
è prevista la realizzazione del tratto
fino ai Fori imperiali entro settembre 2020, mentre è in fase di progettazione il collegamento con quello
che, stando ai fondi stanziati fino a
questo momento, dovrebbe essere il
nuovo capolinea: la fermata Venezia. Infine, dall’ultima riunione della Commissione speciale è emerso
l’augurio di poter rinvenire entro il
prossimo anno le condizioni necessarie per il proseguimento della tratta fino a Ottaviano, in zona Prati, il
cui progetto preliminare, così come
la zona di entrata delle talpe nei
pressi della stazione della Metro A, è
stato depositato lo scorso 23 dicembre.
Dunque, stando alle condizioni attuali, in circa otto anni sono stati
realizzati 18 chilometri di linea e investiti, in totale poco meno di 3 milioni di euro. Ma le ultime
dichiarazioni del Presidente Salè
riaccendono anche le speranze di
vedere collegata, almeno in parte, la
nostra zona alla futura Metro C: da
piazzale Clodio a Farnesina, direttamente, senza passare per l’inizialmente
prevista
stazione
Auditorium. Grande la soddisfazione
espressa anche dal Presidente del
XV, Daniele Torquati, e dall’Assessore alla Mobilità, Elisa Paris, che, in
una nota congiunta hanno espresso
la disponibilità del Municipio a valutare ulteriori prolungamenti della
linea della metropolitana fino al
quadrante Cassia, così come da sempre auspicato. Se Roma dovesse diventare la città prescelta, è bene
precisare che le Olimpiadi dovranno essere una preziosa occasione di
rilancio per la città, ma anche per le
sue periferie che per troppo tempo
hanno sofferto la mancanza di fondamentali servizi”. Qualche piccolo
passo in avanti verso il nostro territorio sembra, quindi, essere stato
fatto. Certo è che se potesse esserci la
possibilità di giungere in futuro fino
alla Giustiniana, collegando la metro con la linea Fl3 Roma-CesanoViterbo, ne andrebbe anche della
salute di tutti noi che ogni giorno
affrontiamo, più o meno con pazienza, il traffico, altra grande e annosa questione che affligge la
Cassia.
6
Cesano
ROMA NORD
se (non) ci sei batto un “colpo”
La situazione sicurezza a Cesano, dove hanno rubato anche a casa del Presidente del Municipio
di SARA SCATENA
P
riorità assoluta per la Capitale: sicurezza. E gli abitanti del XV
Municipio, specie di alcuni settori, lo sanno bene. Il territorio è stato
vittima, infatti, nell’ultimo periodo di
numerosi furti in abitazione, che hanno provocato il timore di molti cittadini di trovarsi la casa svaligiata.
Dall’incontro avvenuto il 21 febbraio
tra il Sindaco di Roma, Ignazio Marino,
e il Ministro dell’Interno Alfano è
emersa proprio l’estrema e assoluta
necessità di potenziare la sicurezza
nella Capitale. La notizia è riportata
dal sito del Viminale, che comunica
anche l’arrivo di 500 nuovi militari.
Ma torniamo ai numerosi episodi di
furto avvenuti nel XV. Le zone maggiormente colpite dal fenomeno, ci ha
spiegato il Presidente, Daniele Torquati, sono state Tomba di Nerone,
Cesano e Valle Muricana. A Cesano,
per esempio, invece, gruppi di cittadini, chiaramente intimoriti dal pericolo, si sono organizzati in turni per
tenere la zona sotto controllo. In particolare per quanto riguarda quest'area
del XV, la grande e tempestiva diffusione delle notizie relative ai furti da
parte dei diretti interessati sui social
network ha contribuito ad alimentare
la preoccupazione e a diffondere il
sentimento di panico tra i cittadini. Le
decine di episodi avvenute a Cesano
sono state riportate sui social, dove è
possibile anche rinvenire un elenco
delle strade che sono state maggiormente colpite. Il responsabile del sito
www.cesanodiroma.com, Fabio Rollo,
da residente, ci ha spiegato che i furti
sono avvenuti chiaramente nelle vie
secondarie, meno trafficate, e soprattutto nel tardo pomeriggio, prevalentemente tra le 17 e le 19, fascia oraria
nella quale i proprietari delle abitazioni potevano essere più probabilmente
fuori per commissioni o non essere
ancora rientrati dal lavoro. L’assoluta
urgenza con la quale doveva essere affrontato il problema era stata anche
portata all’attenzione dell’amministrazione dai Consiglieri Mocci e Pandolfi in Commissione sicurezza, dove
si era chiesto, come da loro stessi dichiarato, “al Presidente del Municipio
di confrontarsi con i Dirigenti dei
commissariati di zona e presso i Comandanti delle Compagnie Carabinieri territoriali, per chiedere un
ulteriore sforzo nell’attività di controllo del territorio, specie negli orari notturni. È evidente – hanno concluso
Mocci e Pandolfi − che a questo punto le Istituzioni devono far sentire la
propria voce e la propria vicinanza alle persone, pena il rischio concreto
che si generi una psicosi che potrebbe
ulteriormente amplificare la portata
del fenomeno”. Dunque, la richiesta,
ce lo ha ribadito lo stesso Mocci al telefono, è stata quella di rivolgersi “ufficialmente al Comando Generale dei
Carabinieri della Storta, al Commissariato e interessare possibilmente il Prefetto di quello che sta accadendo.
Come opposizione abbiamo anche
presentato una richiesta ufficiale per
un Consiglio straordinario sulla sicurezza in tutto il Municipio”. I furti a
Cesano, ha continuato a spiegarci più
nel dettaglio, si protraggono ormai da
prima di Natale, con un incremento
nei mesi di gennaio e febbraio. A essere prese di mira sono soprattutto le zone più abitate e “si presume che i
colpevoli siano nomadi in quanto a
gennaio i Carabinieri di Cesano ne
hanno arrestati 3 o 4”. Della “banda”
che è stata fermata facevano parte anche delle donne. Purtroppo, però, i
presunti autori dei furti sono stati poco dopo rilasciati. A far ipotizzare che
i furti siano commessi da nomadi è
stato anche il fatto che sabato 21 due
ragazze sono state seguite dal Consigliere Pandolfi, come lui stesso ha raccontato su Facebook. Le due,
provenienti da un campo nomadi nei
pressi di Ciampino (lo stesso campo di
provenienza della nota banda dei 3 ladri presi dalla Polizia a Tomba di Nerone due settimane fa, ndr), stavano
probabilmente facendo dei sopralluo-
ghi nella zona. Fermate dai Carabinieri, sono state identificate. Torquati,
nonostante un furto subìto nella propria casa proprio a Cesano, con tanto
di foto su Facebook, aveva espresso in
una nota soddisfazione per il Consiglio straordinario svoltosi in Campidoglio, con la notizia dell’arrivo di 500
soldati e “della rapida convocazione
del Comitato Provinciale per l'Ordine
e la Sicurezza – si legge in una dichiarazione congiunta rilasciata dal Presidente e dal Capogruppo del Partito
Democratico, Marco Paccione − un ottimo segnale e rappresentano un’importante risposta ai problemi della
sicurezza in città. Adesso però è necessario dare voce alle richieste ed alle
specificità dei Municipi ed in particolare delle periferie e delle zone residenziali che soffrono maggiormente
la carenza di organico e di mezzi”. Del
resto la richiesta di più uomini da impiegare nel controllo del territorio era
già giunta dal Presidente, che aveva
dichiarato la necessità, da parte del Viminale, di mettere in campo nuove
forze. Solo per fare un esempio, infatti, ci ha poi spiegato Torquati al telefono, a Cesano, ci sono soltanto 3
Carabinieri per 18 mila abitanti. Nel
frattempo in Municipio XV è stata
protocollata dall’opposizione una richiesta di Consiglio municipale sulla sicurezza. In data da destinarsi.
OM
R
P
E
ON
I
OZ
8
Vigna Clara
ROMA NORD
“io, portiere che sventa i furti”
Abbiamo incontrato il portiere “eroe” di via della Farnesina, che da anni fa scappare i ladri.: “Gli tiro addosso i petardi”
di CAMILLA PISCIHUTTA
Q
uindici furti negli ultimi tre
mesi lungo cinquecento metri
di strada. A Via della Farnesina i residenti non vivono più tranquilli: da anni, infatti, gli episodi di
effrazioni negli appartamenti crescono e ancora non si è riusciti a risolvere il problema. E se a Via Liuzzi da
qualche tempo gli abitanti hanno fatto montare un cancello per evitare che
i ladri si appostino nella strada, tutta
la zona circostante è vittima di frequenti rapine. Chi lo sa bene sono i
portieri che spesso si trovano a diretto
contatto con i malviventi. Come nel
caso del 12 Febbraio scorso quando un
coraggioso portiere di Via della Farnesina, che preferisce rimanere anonimo, ha sventato un furto nello stabile
che custodisce. “Giovedì scorso ero
uscito per chiudere i garage intorno alle 19:40 e ho sentito rumore di ferri sul
terrazzo dell’appartamento al primo
piano”, ha raccontato. “ E’ partito l’allarme e io ho chiamato subito i Carabinieri, ma continuavo a sentire un
gran trambusto. Allora ho pensato che
avevo dei petardi in casa, li ho presi e
sono uscito di nuovo. Uno dei ladri si
è affacciato e ha guardato verso di me:
aveva una tuta con il cappuccio e il
volto coperto con una sciarpa. Io per
farli scappare ho lanciato un petardo e
alla fine loro sono fuggiti, probabilmente dalla parte di Via Vaccari.
Quando sono arrivati i Carabinieri i ladri si erano già dileguati. Abbiamo fatto il sopralluogo ed avevano girato le
telecamere, quindi non li abbiamo potuti vedere in faccia". Questa è solo
una delle vicende a cui il portiere ha
assistito in Via della Farnesina. Negli
ultimi cinque anni, da quando lavora
nella strada, lui da solo ha sventato al-
meno altri cinque furti e più di una
volta si è ritrovato a dover inseguire i
malviventi per cacciarli dal palazzo.
“La gente sta impazzendo, ha paura.
Si parla di prendere delle guardie notturne private”, spiega. La dinamica dei
furti è sempre la stessa. E’ dal 2013 che
gli abitanti della zona sanno del furgone bianco che si aggira nel quartiere. Tra Novembre e Marzo, i mesi in
cui fa buio prima, cominciano le rapi-
ne. Il portiere racconta che avvengono nel tardo pomeriggio, prevalentemente tra le 19:00 e le 20:30. “Nel
furgone girano in tre persone: in genere in due scendono, mentre uno rimane al volante. I ragazzi sono magri
e sulla trentina, mentre l’autista è più
grosso e più anziano. Il furgone è sempre lo stesso, già ripreso nel 2013, con
una targa straniera. Dal Lunedì al Venerdì lo vedo sempre girare per le strade o parcheggiato all’angolo con Via
Zandonai.”, racconta ancora. Sembra
che lo stesso furgone sia stato poi visto
da diversi residenti parcheggiato nelle
ore diurne in Via della Maratona, vicino a dei cantieri edili, e si pensa che
possa appartenere agli operai che eseguono i lavori. “Con il crick sfondano
le grate senza fare nessun rumore ed
entrano negli appartamenti. La gente
torna a casa e trova tutto sfasciato”,
spiega il portiere. “Ci sono stati, però,
anche numerosi furti di auto, moto e
biciclette nei garage o direttamente
sulla strada”. Per cercare di risolvere
questo problema, il 21 Febbraio ben
quattro portieri della stessa strada hanno deciso di recarsi alla Polizia per fare un esposto comune “La Polizia non
può fare nulla se non riesce a prendere i ladri in flagranza di reato. L’unica
soluzione è che questo furgone venga
seguito”.
In CASA diamo il meglio di noi
Via Cassia, 642/A 00189 Roma
Tel 06/45.555.583 | Fax 06/45.555.584 | www.lacasacapital.it | [email protected]
ALCUNE DELLE NOSTRE PROPOSTE:
RECRUITING PER AGENTI IMMOBILIARI
Pensi di avere le carte in regola? Invia il tuo CV oppure chiamaci!
10
News romanord
corso francia - fleming
Era a bordo della propria
autovettura e stava percorrendo via Flaminia, all’incrocio
con
Corso
Francia quando è stata affiancata da due “balordi”
che dopo essersi qualificati come appartenenti alle
forze dell’ordine, facendo
intravedere anche una pistola, con la scusa di dover
fare un controllo all’interno del veicolo hanno tentato di rapinarglielo. Ma la
donna non si è fatta intimidire e, capito che con molta probabilità si trattava di finti agenti, ha opposto resistenza e i due sono fuggiti.
Dato l’allarme alle forze dell’ordine, sono scattate le ricerche.
Passano pochi minuti e una nuova segnalazione giunta al 113 avvisa di un altro tentativo di rapina, questa volta portata a termine, consumata da due persone a bordo di una macchina
bianca che qualificandosi come poliziotti le hanno controllato
l’interno della vettura e gliel’ hanno portata via. Dotata di allarme satellitare, l’auto è stata segnalata nella zona del Prenestino dalla sala operativa “via sat” e intercettata da una pattuglia
del reparto Prevenzione Crimine della Questura in Viale della
Primavera. Bloccata l’auto, gli agenti hanno intimato all’uomo
alla guida di accostarsi e lo hanno fatto scendere dalla vettura.
Durante questa manovra all’uomo è anche caduta una pistola
che, sequestrata dagli investigatori e poi risultata essere una replica priva del tappo rosso.
Identificato per W.P., 40enne, italiano, l’uomo è stato accompagnato in ufficio dove al termine degli accertamenti è stato arrestato con l’ accusa di rapina.
ROMA NORD
cesano
Domenica 1 marzo, dalle ore 8 alle ore 13, sarà posizionato un Centro Mobile di Raccolta dell’Ama in
via della Stazione di Cesano, nel
piazzale antistante la Parrocchia
di San Sebastiano.
Il Centro Mobile di Raccolta è
un’isola ecologica mobile per la raccolta differenziata che comprende
due container scarrabili, posizionabili in differenti aree del territorio cittadino. Presso il container principale è possibile conferire: schede elettroniche, giocattoli elettronici,
calcolatrici, cellulari, parti di computer, toner, farmaci, pile, lampadine,
cartucce per stampanti, batterie al piombo esauste, neon, olio vegetale, carta, vetro, plastica. Presso il container ausiliario invece è possibile conferire: rifiuti ingombranti di ridotte dimensioni e piccoli
elettrodomestici. Nel pieno rispetto ambientale l’illuminazione interna dei due container è assicurata da un impianto fotovoltaico. Nel
Centro Mobile l’utente verrà accolto da personale Ama qualificato al
quale si potranno richiedere informazioni circa il corretto conferimento dei rifiuti e inoltrare segnalazioni, reclami e suggerimenti. Verrà infine distribuito materiale informativo su tutti i servizi offerti
dall’azienda. “Considerata l'assenza momentanea delle strutture fisse, alla cui realizzazione stiamo lavorando, abbiamo deciso di alternare
il servizio del Centro Mobile di Raccolta alle Ecostazioni dell'iniziativa “Il tuo quartiere è una discarica”, affinché i cittadini abbiano ogni
mese la possibilità di conferire queste tipologie di rifiuti in maniera
gratuita. Inoltre, per incentivare il riuso, sarà presente un gazebo presso il quale sarà possibile lasciare e/o prendere gli oggetti in buono stato. Ringraziamo come sempre la parrocchia della Chiesa di San
Sebastiano per la disponibilità e la sensibilità dimostrate”, ha dichiarato Marcello Ribera Presidente della Commissione Ambiente del Municipio Roma XV.
corso francia
Si rende noto che nella stazione
Francia della rete di rilevamento delle polveri sottili PM10 è
stato superato il valore limite
di rilevazione. Per i soggetti a rischio come donne in gravidanza,
bambini, anziani, individui cardiopatici o con malattie respiratorie, è consigliabile evitare
l'esposizione prolungata alle alte
concentrazioni di inquinanti.
Gran
Compleanno!
-10%
su tutta la spesa
dal 7 al 14 marzo
www.naturasi.it
naturasi.it
Roma via Trionfale, 13992
(zona Giustiniana)
tel. 06 303 11300
naturasigiustiniana
12
News romanord
ROMA NORD
grottarossa
Immigrati contro immigrati in zona
Grottarossa. Incendiate le adiacenze di
un esercizio commerciale gestito da cittadini del Bangladesh lunedì pomeriggio al civico 10 di via Fosso del Poggio.
Un ragazzo 23enne di nazionalità polacca ha prima consumato la birra appena
acquistata all’interno del negozio, per poi
rompere le bottiglie ormai vuote utilizzandole per minacciare il titolare dell’attività facendosi consegnare l’incasso. L’episodio ha reso necessario l’intervento della Polizia di Stato. Sul posto sono
giunti gli agenti del Reparto Volanti della Questura e del Commissariato Flaminio che hanno bloccato e arrestato il responsabile. Gli
agenti nell’immediato hanno soccorso - sincerandosi delle sue condizioni - il titolare dell’attività, ferito alla testa da un colpo di bottiglia; poi hanno cercato di fermare il malvivente, il quale
nonostante la presenza della Polizia stava continuando a bruciare
alcune cassette di legno all’interno del locale mettendo in pericolo l’intera struttura. Solo l’intervento dei Vigili del Fuoco ha messo fine infatti all’incendio che si era già propagato. L’uomo dopo
essere stato bloccato dai poliziotti – con non poca difficoltà – è stato identificato per K.K.P. , 23enne polacco. Con diversi precedenti
penali, il giovane è stato accompagnato negli uffici di Polizia e arrestato per i reati di rapina e incendio doloso.
isola farnese
“Sono iniziati i lavori di riparazione del guasto alla rete fognaria di via Baronale ad Isola Farnese. I sopralluoghi, effettuati dalla Commissione Lavori Pubblici, avevano infatti constatato un
abbassamento del manto stradale e sono state perciò inviate le opportune segnalazioni ad Acea Ato 2 che ha successivamente riscontrato la causa in un problema alla rete fognaria. Tale guasto, con
il passare del tempo, avrebbe potuto provocare una vera e propria
voragine sulla sede stradale. Data la tipologia e la complessità dell'opera da realizzare, non è possibile stabilire già da adesso la durata dei lavori. In ogni caso l'Amministrazione municipale
controllerà e verificherà il corretto ripristino del selciato. Ringraziamo infine Acea Ato 2 per la tempestività dell'intervento”. Lo comunicano il Presidente della Commissione Lavori Pubblici del XV
Municipio Stefano Cavini e il Consigliere Raffaele Massari.
ponte milvio
Lo Sportello Anagrafico di Via Riano dal 20 febbraio é riaperto al pubblico, ecco gli orari: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle 12.00, il martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle 14.00 alle
16.00. Si ricorda che lo Sportello é attivo solo per carte d'identità, certificati a vista e rilascio/sostituzione tessere elettorali.
roma - xv municipio
Fino al 30 aprile sul sito di Acea i cittadini possono inviare le loro proposte per servizi e attività da realizzare a favore della comunità residente nel proprio municipio: iniziative di tipo sociale, formativo, culturale, di inclusione per gli abitanti del territorio, piccoli interventi di riqualificazione di spazi pubblici
come biblioteche, teatri, centri culturali, attrezzature sportive, ludiche, aree verdi, centri anziani.
L’iniziativa è di Acea che seleziona i progetti e li finanzia con una somma non superiore a 30mila euro per
ognuno dei 15 Municipi romani. Il bando “Acea per Roma” è stato presentato in Campidoglio dal sindaco Ignazio Marino e dalla presidente di Acea, Catia Tomasetti. L’iniziativa si rivolge proprio ai cittadini, infatti non
potranno proporre progetti, tra gli altri, i partiti politici, le organizzazioni sindacali o di patronato, le associazioni di categoria o datoriali, le persone fisiche che ricoprono cariche elettive presso enti o istituzioni pubbliche e gli enti o associazioni a scopo religioso. E’ possibile scaricare il bando sul sito Acea.
IMPERDIBILE
14
News romanord
due ponti
Dramma in una famiglia
straniera residente da tempo in Italia, il marito violento e ubriaco picchia la
moglie fino e reciderle l'aorta con un piatto rotto. Il tutto
davanti
al
figlio
minorenne.
E' accaduto nella serata di giovedì 19 febbraio in un appartamento in via dei Due Ponti,
nel XV Municipio - zona Cassia. Sul posto, dopo l'allerta al
113 da parte di un vicino, gli
agenti della polizia di Stato. Grazie all’intervento del 118 la vittima è
stata accompagnata d’urgenza al pronto soccorso e lì i sanitari hanno
constatato che la vena aorta era stata recisa. All’interno dell’appartamento oltre la presenza del marito e del figlio di 9 anni, che ha appunto
assistito alla lite, gli agenti hanno constatato la presenza di altro sangue a terra, diversi frammenti di piatti rotti e suppellettili in disordine. Contestualmente, altro personale del commissariato Flaminio,
diretto dalla dottoressa Cristina Petrella, si è recato presso l’ospedale per
verificare le condizioni della donna. Questa, in lacrime, alla vista dei
poliziotti ha raccontato loro che poco prima, dopo l’ennesimo litigio,
era stata aggredita dal marito, prima verbalmente, poi con schiaffi e successivamente, dopo aver afferrato un piatto, l’uomo l’aveva colpita
più volte sul capo. Nonostante le ferite riportate, lui aveva continuato a colpirla. Nel suo lungo racconto la donna ha riferito che il marito era solito bere e già da oltre 10 anni era vittima dei suoi
maltrattamenti. Per tali motivi in più occasioni la stessa si era recata
al pronto soccorso dell’ospedale per avere le cure necessarie a seguito
delle ferite riportate, ma ai sanitari non aveva mai raccontato la verità. Ultimate le indagini, ascoltati i testimoni che hanno confermato le
continue discussioni con urla e pianti della donna, gli investigatori
hanno arrestato l’uomo identificato in un 39enne nativo dello Sri Lanka per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. La donna invece è stata ricoverata per le cure del caso.
ROMA NORD
cassia
Da questa settimana sono iniziati importanti lavori all'interno del territiorio del XV Municipio che, partendo dalla sistemazione dei percorsi pedonali nei pressi del Ministero degli
Esteri, proseguiranno con il rifacimento della pavimentazione
stradale di via Cassia Antica e via Cassia. Gli interventi in programma nel quadrante Cassia riguarderanno le seguenti zone:
via Cassia Antica nell'intersezione tra il civico 405 di via Vilfredo
Pareto e via Cortina d'Ampezzo sull'intera sede stradale; via Cassia
dal civico 481 all'Ospedale San Pietro ed in particolare nelle corsia
in direzione nord, con brevi interessamenti dell'intera carreggiata;
via Cassia nel tratto compreso tra via Vibio Mariano e via di Grottarossa nella corsia in direzione centro, con brevi allargamenti all'intera carreggiata; via Cassia Nuova dalla corrispondenza con via
Giovanni Fabbroni e via Vilfredo Pareto all'intersezione con via
Cassia Antica, con rifacimento dei tratti della striscia laterale della
carreggiata, in particolare della corsia in direzione Corso Francia.
I lavori che si svolgeranno in orario notturno, a partire dalle ore 20,
comporteranno l'istituzione del senso unico alternato che sarà regolato da una coppia di semafori mobili.
tiberina - prima porta
Sono entrati in casa da una finestra e sono ripartiti con 20mila euro, dopo aver terrorizzato e ferito il proprietario di casa,
di 76 anni, suo figlio e le rispettive mogli.
E' successo nella notte a Roma in una casa di via Casalvieri,
nei pressi della Tiberina, non lontano dal Cimitero Flaminio.
Quattro rapinatori armati di pistola, probabilmente dell'Est Europa, sono entrati in casa da una finestra, rubando soldi e gioielli.
Uno dei rapinatori ha ferito alla testa il proprietario e suo figlio,
probabilmente con il calcio della pistola: entrambi sono stati medicati e non sono in condizioni gravi. Sulla vicenda indaga la
polizia.
16
Inchiesta
ROMA NORD
i reati e la giustizia “buona”?
Di fronte ai crimini ci indignamo, ma vige la “presunzione di innocenza”. Ne abbiamo parlato con un magistrato
di SARA SCATENA
S
ono 112 i reati minori per i
quali il Consiglio dei Ministri
ha previsto la depenalizzazione nel dicembre dello scorso anno. Il Governo ha infatti
approvato un decreto legislativo
attuativo della legge delega
67/2014, in materia di pene detentive non carcerarie.
In sostanza, alcuni reati, quelli, appunto, definiti minori, per i quali
non era prevista una detenzione
superiore ai 5 anni, saranno assimilati a illeciti amministrativi e
quindi puniti con sanzioni. Potranno, inoltre, essere archiviati
quei procedimenti concernenti
quei delitti per i quali sussistono,
si legge nello schema del decreto
stesso, le condizioni di “particolare
tenuità del fatto”, vale a dire “la
particolare tenuità dell’offesa e la
non abitualità del comportamento”. La prima di tali condizioni, si
legge nella relazione illustrativa del
provvedimento, “si articola a sua
volta … in due ulteriori indici-requisiti, costituiti dalle ‘modalità
della condotta’ e dall’‘esiguità del
danno o del pericolo’”. In pratica
la finalità perseguita con siffatti in-
terventi normativi è l’alleggerimento dell’intera macchina della
giustizia con un minor carico di
procedimenti penali. Immediata,
però, è arrivata la reazione dell’opinione pubblica. Il nostro territorio, quello del così vasto XV
Municipio, è stato vittima di recente di numerosi furti che preoccupano e terrorizzano non poco i
cittadini. Possiamo veramente sentirci sicuri, ci si chiede. Se i colpevoli di preoccupanti reati non
vengono fermati e vengono solo
denunciati a piede libero, si garantisce l’ordine pubblico e la tranquillità dei cittadini? E può, in
qualche modo, questo nuovo
provvedimento del Governo incidere negativamente sulla battaglia
continua a questa piccola criminalità che non ci permette di dormire sonni sereni? Sappiamo, inoltre,
come l’opinione pubblica, spesso,
resta interdetta quando i colpevoli
di fatti anche gravi non sono trattenuti in carcere ed ottengono la
scarcerazione in attesa del giudizio.
Sul punto abbiamo chiesto qualche chiarimento al dott. Pietro
Brignone, già presidente di sezione della Corte di appello di
Roma. Egli ci ha spiegato che, al di
là della diversa sensibilità di ogni
magistrato chiamato a decidere nel
caso concreto, è la legge che detta
regole precise in tema di carcerazione preventiva ed il giudice non
può che applicare la legge. In linea
generale, per emettere un provvedimento di carcerazione preventiva,
vigendo il principio
costituzionale della presunzione di
non colpevolezza, deve ricorrere
almeno una di queste tre condizioni: il pericolo di reiterazione del
reato, il pericolo di fuga o la possibilità che l’imputato inquini le
prove, minacciando, per esempio, i
testimoni per dissuaderli dal rilasciare le loro dichiarazioni in danno dell’incolpato. In assenza di
queste, la carcerazione preventiva
è illegittima e il Giudice consapevole che non esistono le condizioni di legge per tenere in carcere un
individuo senza ledere la sua libertà personale e i suoi diritti fondamentali, non può non liberare
l’accusato in attesa di processo. È
chiaro che possono esistere situazioni in cui il discrimine è sottile e
non è raro che il Tribunale delle libertà, al quale può appellarsi l’incolpato che giudichi lesivo della
sua libertà il provvedimento restrittivo a suo carico, giunga a valutazioni diverse da quelle del
giudice che lo ha emesso e lo revochi. Pensare che alla base di queste
decisioni siano motivazioni diverse, quali ad es. quelle della riduzione del sovraffollamento delle
carceri, è improprio: se non ricorrono le condizioni di legge, nessuno può, se non nei casi specificati,
essere tenuto in carcere in attesa
del processo. Questo è il nostro ordinamento, questa la nostra giustizia, che, anche se in alcuni casi ci fa
indignare, assicura a tutti il rispetto la presunzione di non colpevolezza, fino alla sentenza definitiva.
FESTA DELLA DONNA
8 - MARZO - 2015
life Pizzeria Biologica
SI TRASFORMA IN UNA PASSERELLA
LA STILISTA GABRIELLA ROMEO
35(6(17$´'28%/(µ
COLLEZIONE PRIMAVERA-ESTATE 2015
81$&(1$$//·,16(*1$'(//$02'$ CON MODELLE CHE SFILERANNO TRA I TAVOLI
TUTTE LE DONNE RICEVERANNO
UNA MIMOSA IN REGALO e 3 FORTUNATE VINCERANNO BIGIOTTERIA FIRMATA GABRIELLA ROMEO
PER PRENOTARE:
TEL. 0633265318. 9,$&$66,$'$9$17,$/&,1(0$&,$./(35,0(75(9(75,1($//·,1*5(662'(/&(1752
0
0718#8+..#%.#7&+#
718#8+..#%.#7&+#
%
#5#&+%74#24+8#6#
%#5#&+%74#24+8#6#
Prevenire è vivere
Per lui
Per lei
PROGETTO UOMO
PROGETTO
RAGAZZE
€ 50,00
Ř 9,6,7$*,1(&2/2*,&$
Ř 3$37(67
PREVENZIONE DONNA
€ 100,00
UNDER 40
€ 100,00
Ř 9,6,7$*,1(&2/2*,&$
2*,&$
Ř 3$37(67
Ř(&2*5$),$3(/9,&$
9,&$
PREVENZIONE DONNA
TOP UNDER 40 € 190,00
Ř 9,6,7$*,1(&2/2*,&$
2/2*,&$
/2*,&$
Ř 3$37(67
Ř(&2*5$),$3(/9,&$
3(/9,&$
0$00$5,$
PREVENZIONE DONNA
OVER 40
€ 180,00
Ř $1$/,6,'(/6$1*8(
6$1*8(
Ř 9,6,7$*,1(&2/2*,&$
&2/2*,&$
Ř 3$37(67
Ř(&2*5$),$3(/9,&$
3(/9,&$
Ř02&'(;$
PREVENZIONE DONNA
TOP OVER 40 € 340,00
Ř $1$/,6,'(/6$1*8(
(
Ř 9,6,7$*,1(&2/2*,&$
&$
Ř 3$37(67
Ř(&2*5$),$3(/9,&$
$5,$
Ř02&'(;$
SENOLOGIA
SENOL
OGIA
SENOLOGIA
VER 40 € 220,00
UNDER 40 € 120,00 OVER
$6(12/2*,&$
*5$),$0$00$5,$
002*5$),$
APERTI
APER
TI ANCHE LA DOMENICA
r4+#$+.+6#<+10'&'.2#8+/'061
r4+#$+.+6#<+10'&'.2#8+/'061
2'.8+%1
2'.8+%1
r%'06412'4.o+0%106+0'0<#
r%'06412'4.o+0%106+0'0<#
r567&+1&'.&1.14'2'.8+%1
r567&+1&'.&1.14'2'.8+%1
SPECIALIZZATO
CENTRO SPECIALIZZATO
AVANZATE
MEDICAZIONI AVANZATE
USTIONI - DECUBITI - FERITE
CENTRO DI UROLOGIA
E ANDROLOGIA RUA (*)
8+5+6#741.1)+%#
r
r8+5+6#741.1)+%#
%'06412'4%#.%1.15+4'0#.+
r
r%'06412'4%#.%1.15+4'0#.+
24'8'0<+10''%74#67/14+
r
r24'8'0<+10''%74#67/14+
'5#/'741&+0#/+%1+08#5+81
r
r'5#/'741&+0#/+%1+08#5+81
'010+08#5+81
'010+08#5+81
€ 100,00
CENTRO DI ENDOSCOPIA
E CHIRURGIA ENDOSCOPICA
CENTRO CEFALEA
CEFALEA
CENTRO DI DIAGNOSI
E CURA DEL DOLORE
CENTRO DI TERAPIA FISICA
E RIABILITAZIONE
RIABILITAZIONE
CON PISCINA RIABILITA
RIABILIT
ATIV
TIVA
A
RIABILITATIVA
CENTRO DI DIAGNOSTICA
PER IMMAGINI
r4#&+1.1)+#&+)+6#.'
r4#&+1.1)+#&+)+6#.'
r/#//1)4#(+#&+)+6#.'
r/#//1)4#(+#&+)+6#.'
%1061/15+06'5+
%1061/15+06'5+
r14612#014#/+%#
r14612#014#/+%#
r
r/1%&':#
/1%&':#
r'%1)4#(+#&&&
'%1)4#(+#&&&
r
r'%1%1.14&122.'4
'%1%1.14&122.'4
r
r'%1%#4&+1%1.14&122.'4
'%1%#4&+1%1.14&122.'4
r
r6#%/7.6+564#615.+%'
6#%/7.6+564#615.+%'
r
r)5%#0
4KUQPCP\C/CIPGVKECUQVVQECTKEQ
)5%#0
4KUQPCP\C/CIPGVKECUQVVQECTKEQ
r
r4+510#0<#/#)0'6+%##.61
4+510#0<#/#)0'6+%##.61
r
%#/21VGUNCp#%+'.1#2'461q
%#/21VGUNCp#%+'.1#2'461q
r&'06#.5%#0
&'06#.5%#0
r
r%1.105%12+#8+467#.'
%1.105%12+#8+467#.'
r
r/#//1)4#(+#&+)+6#.'
r/#//1)4#(+#&+)+6#.'
%1061/15+06'5+
%1061/15+06'5+
r'%1)4#(+#/#//#4+##&#.6#
r'%1)4#(+#/#//#4+##&#.6#
4+51.7<+10'
4+51.7<+10'
r4+510#0<#/#)0'6+%#/#//#4+#
r4+510#0<#/#)0'6+%#/#//#4+#
r'5#/'%+61.1)+%157#)1
r'5#/'%+61.1)+%157#)1
#52+4#61'%1)7+&#61
#52+4#61'%1)7+&#61
r/+%41$+125+#2'4%76#0'#
r/+%41$+125+#2'4%76#0'#
r56#&+#<+10'24'12'4#614+#
r56#&+#<+10'24'12'4#614+#
r%*+474)+#&'..#/#//'..#
%*+474)+#&'..#/#//'..#
r
r.+0(101&15'06+0'..#
.+0(101&15'06+0'..#
r
r%*+474)+#2.#56+%#'4+%1564766+8#
%*+474)+#2.
r
.#
#56+%#'4+%156476
66
6+8#
r6'%#46'4#2+#
r6'%#46'4#2+#
r+2'46'4/+#
r+2'46'4/+#
r10&'&o7461
r10&'&o7461
r7.64#5710+#(4'&&1
r7.64#5710+#(4'&&1
r.#5'4%1$#55#
r.#5'4%1$#55#
'&#.6#216'0<#
'&#.6#216'0<#
'0'4)+#8+$4#614+#%./
r
r'0'4)+#8+$4#614+#%./
1<1016'4#2+#
r
r1<1016'4#2+#
/#)0'616'4#2+#
r
r/#)0'616'4#2+#
+&41%*+0'5+6'4#2+#
r
r+&41%*+0'5+6'4#2+#
4#&#46'4#2+#+0(4#4155+
r
r4#&#46'4#2+#+0(4#4155+
7.64#5710++101(14'5+
r
r7.64#5710++101(14'5+
6'05&+#&+0#/+%
r
r6'05&+#&+0#/+%
'.'664156+/1.#<+10'
r
r'.'664156+/1.#<+10'
/#5516'4#2+#
r
r/#5516'4#2+#
5*+#6<7156'12#6+#
r
r5*+#6<7156'12#6+#
.+0(1&4'0#))+1
r
r.+0(1&4'0#))+1
4+'&7%#<+10'/1614+#
r4+'&7%#<+10'/1614+#
r
'0'741/1614+#
'0'741/1614+#
r)+00#56+%#215674#.'
r)+00#56+%#215674#.'
r+51%+0'6+%#
r+51%+0'6+%#
r2'&#0#56#$+.1/'64+%#
r2'&#0#56#$+.1/'64+%#
r2'&#0#24124+1%'66+8#
r2'&#0#24124+1%'66+8#
r215674#.$'0%*
r215674#.$'0%*
r/7.6+,1+065;56'/
r/7.6+,1+065;56'/
r4+#$+.+6#<+10'
r4+#$+.+6#<+10'
2156%*+474)+%#
2156%*+474)+%#
r24'2#4#<+10'#6.'6+%#
r24'2#4#<+10'#6.'6+%#
/'516'4#2+#
r/'516'4#2+#
r
CENTRALINO 06.36.797.1
INFOLINE PRIVA
PRIVATI
PRIV
ATI 06.36.797.560
CENTRO DI FECONDAZIONE
ASSISTITA
MEDICALMENTE ASSISTITA
CENTRO ODONTOIATRICO
ODONTOIATRICO
SERVIZI
SERVIZI CHIRURGICI
r%*+474)+#)'0'4#.'
r%*+474)+#)'0'4#.'
'/+0+08#5+8#
'/+0+08#5+8#
r%*+474)+#)+0'%1.1)+%#
r%*+474)+#)+0'%1.1)+%#
%*+474)+#741.1)+%#
r%*+474)+#741.1)+%#
r
%*+474)+#14612'&+%#
r%*+474)+#14612'&+%#
r
'64#7/#61.1)+%#
'64#7/#61.1)+%#
%*+474)+#/+%41'0&15%12+%#
r%*+474)+#/+%41'0&15%12+%#
r
&'..#%1.100#8'46'$4#.'
&'..#%1.100#8'46'$4#.'
%*+474)+#1&1061+#64+%#
r%*+474)+#1&1061+#64+%#
r
%*+474)+#1614+01.#4+0)1+#64+%#
r%*+474)+#1614+01.#4+0)1+#64+%#
r
%*+474)+#1%7.+56+%#
r%*+474)+#1%7.+56+%#
r
%*+474)+#2.#56+%#
r%*+474)+#2.#56+%#
r
.#2#415%12+#&+#)0156+%#
r.#2#415%12+#&+#)0156+%#
r
'12'4#6+8#
'12'4#6+8#
r%*+474)+#&'..o1$'5+6
r%*+474)+#&'..o1$'5+6À
6À
À
%*+474)+#5'01.1)+%#
r
r%*+474)+#5'01.1)+%#
ASSISTENZA DOMICILIARE
r8+5+6'52'%+#.+56+%*'
r8+5+6'52'%+#.+56+%*'
24'.+'8+8#%%+0+(.'$1
r24'.+'8+8#%%+0+(.'$1
r
+0+'<+10+'0&18'0#
r
r+0+'<+10+'0&18'0#
'&+064#/75%1.1
'&+064#/75%1.1
r(+5+16'4#2+#
r(+5+16'4#2+#
#55+56'0<#+0('4/+'4+56+%#
r
r#55+56'0<#+0('4/+'4+56+%#
%108'0<+10+%10+.5+56'/#
%108'0<+10+%10+.5+56'/#
5#0+6#4+1&'..#4')+10'.#<+1
5#0+6#4+1&'..#4')+10'.#<+1
PRENOTAZIONI
PRENOTAZIONI ON LINE
www.nuovavillaclaudia.it
www.nuovavillaclaudia.it
[email protected]
GRA
USCITA 6
BUS 200
a
SER
SERVIZI
VIZI AMBULA
AMBULATORIALI
TORIALI
r#..'4)1.1)+#
r#..'4)1.1)+#
r#0)+1.1)+#
r#0)+1.1)+#
%#4&+1.1)+#
r
r%#4&+1.1)+#
&'4/#61.1)+#
r
r&'4/#61.1)+#
&+#$'61.1)+#
r
r&+#$'61.1)+#
r
'0&1%4+01.1)+#
r'0&1%4+01.1)+#
r
/'&+%+0#'56'6+%#
r/'&+%+0#'56'6+%#
r/'&+%+0#+06'40#
r/'&+%+0#+06'40#
r/'&+%+0#.')#.'
r/'&+%+0#.')#.'
r0'741.1)+#
r0'741.1)+#
r1%7.+56+%#
r1%7.+56+%#
r
10%1.1)+#
r10%1.1)+#
#61.1)+#
14612'&+#'64#7/#6
r
r14612'&+#'64#7/#61.1)+#
r
156'64+%+#
r156'64+%+#
r
1614+01.#4+0)1+#64#
r1614+01.#4+0)1+#64#
r
2'&+#64+#
r2'&+#64+#
r
25+%1.1)+#
r25+%1.1)+#
r
4'7/#61.1)+#
r4'7/#61.1)+#
CENTRO DI DIETOLOGIA
E NUTRIZIONE
uov
r24'.+'8+&1/+%+.+#4+
r
24'.+'8+&1/+%+.+#4+
CENTRO DI SENOLOGIA
CENTRO DI EMODIALISI
E NEFROLOGIA (*)
CENTRO DI URO-GINECOLOGIA
Fla
min
ia N
LUNEDÌÌ-SABA
-SABATO
TO 7:00 - 10:30
LUNEDÌ-SABATO
URGENZE FINO ALLE ORE 17:00
DOMENICA 8:00 - 10:00
CENTRO DI MEDICINA DELLO SPOR
SPORT
T
via
CENTRO DI GINECOLOGIA (*)
E ISTEROSCOPIA
Corso Francia
ANALISI CLINICHE (*)
ORARI SEGRETERIA
lunedì - venerdì
venerdì 7:30 - 20:00
sabato
7:30 - 18:00
domenica
8:00 - 13:00
CONVENZIONI CON LE
LE MAGGIORI
MAGGIORI ASSICURAZIONI,
ASSICURAZIONI,ENTI
ENTIEEFONDI,
FONDI,ININFORMA
FORMADIRETTA
DIRETT
DIRETT
A ED INDIRETT
INDIRETTA
A
MEDIC4ALL (AZIENDA COSTA
COSTA CROCIERA - BANCA NAZIONALE DEL LA
LAVORO
VORO - BANCA POPOLARE DI NOVARA
NOVARA - BANCO AMBROSIANO VENETO - BABA
YERISHE - CASDIC - CASSA MUTUA NAZIONALE - BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO
COOPERATIVO - CREDITO EMILIANO - DIGIT
DIGITAL
AL - GRUPPO SAI - IMI - LLOYD’S DI
"
" ,Ƃ‡*,6Ƃ
,Ƃ ‡ *,6Ƃ ‡*,6"
‡ *,6" "‡*,6/ƂƂ‡,Ƃ-‡-‡/"1,
" ‡ *,6/ƂƂ ‡ ,Ƃ- ‡ - ‡ /"1, 1‡6Ƃ*®UƂ--,/UƂ8ƂU1Ƃ---/Ƃ
1 ‡ 6Ƃ*® U Ƃ--,/ U Ƃ8Ƃ U 1 Ƃ---/Ƃ U
Ƃ-Ƃ/U
Ƃ-*U
U Ƃ-Ƃ/ U Ƃ-* U
-,6
U
,ƂƂ-UƂ9‡
ƂU,1**"
-,6
U
,ƂƂ-UƂ9‡
ƂU,1**" ,Ƃ­/","‡
,Ƃ­/","‡ Ƃ‡Ƃ--/ƂƂ‡Ƃ/Ƃ‡"9/Ƃ
"®U
Ƃ‡Ƃ--/ƂƂ‡Ƃ/Ƃ‡"9/Ƃ
"®U *ƂU1,"*Ƃ---/Ƃ
*ƂU1,"*Ƃ---/Ƃ ­,1**"
­,1**"
1 ,/®UƂ-Ƃ
UƂ-UƂ-
UƂ
,/®UƂ-Ƃ
UƂ-UƂ-
UƂ "­*,Ƃ-1Ƃ®U
"­*,Ƃ-1Ƃ®U /,
1­*"
/,
1­*" /
1‡",//"®UƂ*,7Ƃ,,Ƃ
/
1‡",//"®UƂ*,7Ƃ,,Ƃ /
/9
/9­
Ƃ//"
Ƃ®
9­
Ƃ//"
Ƃ®
U
U 7U*,6
Ƃ*,6
7 U *,6
Ƃ *,6 /®U1
/® U 1 -Ƃ1/­-Ƃ
-Ƃ1/ ­-Ƃ *,-Ƃ‡Ƃ‡"
*,-Ƃ ‡ Ƃ ‡ " "Ƃ-/,‡"
" Ƃ-/, ‡ " "
""*,-Ƃ1/‡"
" ""*, -Ƃ1/ ‡ " "-/‡"
" -/ ‡ " "Ƃ-‡
" Ƃ- ‡
"
" "Ƃ-/‡"
"Ƃ-/‡" ""
"" /
/1,‡"
1,‡" Ƃ,Ƃ-Ƃ®U6Ƃ
Ƃ,Ƃ-Ƃ®U6Ƃ ,Ƃ
,Ƃ
Via
V
ia Flaminia Nuova, 280 Roma
Roma
www.nuovavillaclaudia.it
www
.nuovavillaclaudia.it
20
La Storta - Olgiata
ROMA NORD
“il ponte non s’ha da fare”
Il Presidente del XV Municipio, Daniele Torquati: “Tra via Tieri e via Conti non ci sarà un collegamento veicolare ma..”
di CAROLA CROCE
L
a chiesa S. Pietro e Paolo, inaugurata circa cinque mesi fa all’Olgiata, non vedrà sorgere al
suo fianco il ponte di collegamento
veicolare tra via Tieri e via Conti. Nel
settembre del 2012, in occasione del
cerimoniale della posa della prima
pietra della chiesa, tra il plauso dei fedeli presenti, l’allora Sindaco Gianni
Alemanno, prometteva un considerevole stanziamento di fondi. L’obiettivo? La realizzazione di un ponte di
collegamento tra le due vie, un’infrastruttura in grado di risolvere i problemi di viabilità legati alla
costruzione dell’edificio e alla sua futura fruizione. A distanza di quasi tre
anni, del ponte non vi è traccia, anzi,
si torna a discutere della reale fattibilità del progetto, di una strada di collegamento messa a budget per una
spesa di circa 550 mila euro. Una proposta che sembra fare acqua da tutte le
parti, che presenta molteplici imperfezioni, come ha spiegato il Presidente del XV Municipio, Daniele
Torquati: “Ci sono una serie di problemi, sia dal punto di vista tecnico,
quindi legati ad un difetto di progettazione, sia in relazione agli espropri
che si devono fare”. Un progetto bloccato dal patto di stabilità, con un’elaborazione che risulterebbe inadeguata
e alcuni espropri necessari che, a
quanto pare, non sarebbero mai stati
previsti e quindi richiesti. La mancata
realizzazione della strada di collegamento tra via Antonio Conti e via
Vincenzo Tieri, aveva generato già parecchie polemiche in passato, poco
prima dell’inaugurazione della chiesa.
Don Quirino Imperi, ex Parroco di
Isola Farnese, da sempre in prima linea per la realizzazione della chiesa e
del ponte di collegamento, aveva addirittura annunciato di opporsi, senza
la costruzione della strada, alla consa-
crazione della chiesa. Un progetto a
lui caro, come ci ha confermato anche il vice Parroco di San Pancrazio,
Don Gennaro Brayda de Soleto. Se il
progetto di un passaggio stradale è
stato bloccato, sembra invece esserci
speranza per la realizzazione di un
varco pedonale. “Insieme all’ufficio
tecnico stiamo tentando di verificare
la possibilità di fare un passaggio pedonale che ha dei costi meno elevati”. La conferma arriva dunque dal
Presidente Torquati che, come si legge
anche sul sito dell’Associazione Ol-
giata Nostra “ha proposto all’Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di
realizzare un ponte pedonale il cui costo dovrebbe aggirarsi sui 20 mila euro e che potrebbe essere ricompreso
nella manutenzione ordinaria”. Sul sito della suddetta Associazione è possibile anche firmare la petizione
“Rinnovare l’Olgiata”, per richiedere
l’apertura di un varco pedonale videosorvegliato che possa consentire
l’accesso alla stazione metro dell’Olgiata. La realizzazione di un ponte pedonale è una causa per cui si batte da
tempo anche il Comitato di quartiere
via Vincenzo Tieri. Assolutamente
contrario alla costruzione di un collegamento veicolare, il Comitato si trova invece ad appoggiare ogni tipo di
iniziativa volta alla realizzazione del
ponte pedonale. “Abbiamo proposto
un’alternativa – scrive il Presidente del
Comitato, Mario Carta – un passaggio
pedonale e ciclabile con un impatto
ambientale ed economico minimo
che consentirebbe di raggiungere a
piedi, per chi vuole, la nuova chiesa”.
Una proposta che fa rima con salvaguardia delle aree verdi e con un investimento economico notevolmente
inferiore (da 550 mila a 20 mila euro).
Seppur minori, i fondi comunque latitano e risulta impossibile, al momento, parlare di tempistiche.
22
XV Municipio
ROMA NORD
come vivono qui gli anziani
Indagine sulla qualità della vita della popolazione anziana all’interno del territorio del XV Municipio
di LUCA PRESTAGIOVANNI
L
a Lega SPI-CGIL Veio Valle del
Tevere ha mostrato, durante
un incontro svolto lunedì pomeriggio presso l’aula consiliare del
XV Municipio, i risultati del questionario di valutazione della qualità della vita e del livello di
partecipazione della popolazione
anziana. L’indagine è servita per
comprendere i bisogni della popolazione anziana all’interno del XV
Municipio.
I dati presi in esame riguardano le
opinioni espresse dai frequentatori
dei centri anziani “Farnesina”,
“Giustiniana” e “San Felice Circeo”. Per gli intervistati, gli aspetti
importanti sono la qualità dell’ambiente, la manutenzione stradale, i
servizi per gli anziani e i disabili e la
disponibilità di accesso ai servizi
ambulatoriali. Ha una sua importanza, la presenza di attività commerciali e del verde pubblico.
Tra gli aspetti positivi troviamo la
qualità del verde, la disponibilità di
servizi ambulatoriali e la presenza
di attività commerciali, mentre gli
aspetti negativi sono la manutenzione stradale, la scarsa disponibi-
lità di servizi per gli anziani e la
qualità dell’ambiente, a causa dell’inquinamento e dello smog causato dalla cattiva gestione del
traffico all’interno del Municipio.
Per chi utilizza i mezzi pubblici per
recarsi nei centri, la maggior parte li
giudica scarsi come numero di corse e collegamenti.
Dal questionario inoltre, emerge la
difficoltà di fare correttamente la
raccolta differenziata a causa della
lontananza dei raccoglitori. Per
quanto riguarda l’accesso della popolazione anziana alle nuove tecnologie, la maggior parte non il usa
perché non dispone di strumenti
informatici. Chi li usa utilizza solo
motori di ricerca o per controllare
la posta. Per questo motivo il Municipio ha in progetto la promozione di corsi di alfabetizzazione
informatica nei centri anziani.
Inoltre gli intervistati dichiarano
che la città non è sicura, in cui le
maggiori paure sono la criminalità
e la paura di perdere la salute. Chi
frequenta i centri anziani vedono
come aspetto positivo il fatto che
questi sono facilmente raggiungibili, la possibilità di svolgere attività
motorie e che è facile trovare parcheggio per chi si reca con la macchina. Tra gli aspetti negativi
troviamo la mancanza di spazi
creativi.
Presente una domanda aperta, divisa tra vari centri in cui è stata
svolta l’indagine, su quali siano le
problematiche. Per il centro Farnesina la maggiore richiesta è la riqualificazione del parco adiacente,
con il ripristino di parco giochi, pista di pattinaggio, panchine e la
creazione di un’area dedicata ai cani. Ma soprattutto si richiede un
maggiore controllo contro gli atti
di vandalismo. Inoltre c’è una richiesta di creare un’area pubblica
in via Rocco Porena.
Chi frequenta il centro di via Rocco
Santoliquido, richiedono più accessi al parco di Veio Insugherata, dove ne sono presenti diversi
inutilizzati in via Panattoni e sulla
Cassia. Inoltre chiedono la creazione di percorsi attrezzati per anziani
e disabili nei parchi e la riqualificazione e messa in sicurezza della stazione Giustiniana.
Per quanto riguarda il centro anziani San Felice Circeo c’è una
grande divisione. C’è chi chiede il
trasferimento in un nuovo centro
in tempi brevi. Ma c’è chi invece
chiede la riqualificazione del vecchio edificio, perché la nuova sede
è difficile da raggiungere a causa
della lontananza delle fermate dei
mezzi pubblici e della mancanza di
parcheggi. Alcuni ipotizzano di utilizzare lo spazio del vecchio centro,
subito dopo la demolizione, come
area sosta delle macchine, in modo
da permettere di raggiungere via
San Felice Circeo dalla strada adiacente. Inoltre c’è una richiesta di riqualificazione del Parco della Pace,
con una maggiore sorveglianza
contro gli atti di vandalismo e la
costruzione di un marciapiede nel
tratto dall’ex Incra al GRA.
Cerca “xZona”
CASSIA
E’ stato inaugurato domenica scorsa 22 febbraio con un enorme successo di intervenuti BIBENDA GALLERIA DEL VINO Caffetteria, Pasticceria, Ristorante A VIA CASSIA 629. Proprietaria del nuovo locale
Arianna Gallinelli, già nota per il ristorante “Assaggiami”, che ha voluto creare un luogo dove degustare i migliori vini, ma anche un
pranzo, una colazione o una merenda, dolce o salata, sempre coccolati e in una atmosfera molto piacevole dominata dal color vinaccia che
è anche il colore dominante del BIBENDA FEDERAZIONE ITALIANA
SOMMELIER. Infatti a tagliare il nastro dell’inaugurazione è stato
Franco Maria Ricci (vedi foto) e tanti altri personaggi tra cui anche
Ilaria Moscato, già testimonial dell’Oscar del Vino.
Promo
24
Tomba di Nerone
ROMA NORD
VILLA PALADINI, QUALE FUTURO?
Dopo decenni di abbandono da parte della proprietà è stato messa in vendita. I possibili scenari
di CAROLA CROCE
S
e trascurate, anche le cose più
belle si logorano. Esattamente
come Villa Paladini-Casartelli,
architettura di una certa rilevanza
che versa, ormai da moltissimi anni, in uno stato di deplorevole abbandono. Se percorrendo la Cassia,
in zona Tomba di Nerone, ci si ferma all’altezza del civico 781, è possibile ammirare la signorile dimora
fatta costruire nel 1936 dall’avvocato Egisto Paladini all’interno di
un esteso lotto di terreno adiacente
alla Riserva Naturale dell’Insugherata. Circa due settimane fa, su uno
dei due pilastri che incorniciano il
cancello d’entrata, si poteva visionare anche il cartello “Vende villa
con parco”. Un edificio dei primi
anni del Novecento alla ribalta delle cronache locali, ieri come oggi,
per il medesimo ed impietoso degrado che interessa la struttura architettonica e il parco annesso alla
villa rendendola, in passato, anche
un ritrovo per i senzatetto della zona. Verrà acquistata da un privato?
Queste, a giudicare dal cartello (che
però attualmente è stato tolto),
sembrerebbero le sorti della villa
che, nel 1992, fu donata da Maria
Luigia Casartelli, vedova del Paladini, alla Fondazione Italiana per la
ricerca sul Cancro. I residenti della
zona vedrebbero così sfumare la
possibilità di rendere Villa Paladini
un possibile accesso alla Riserva
dell’Insugherata. Nel 2006 si faceva
strada la possibilità di una riqualificazione dell’edificio novecentesco.
La scheda del Piano di Assetto dell’Insugherata (approvato con una
delibera del 2002), infatti, parlava
di un progetto che “ha l’obiettivo
di dare visibilità all’ingresso principale della Riserva e di dotare l’area
naturale protetta dei necessari servizi”. Non solo: “l’intervento consiste nella destinazione di Villa
Paladini a Centro Visite e centro di
monitoraggio ambientale e nella si-
stemazione di tutta l’area con attrezzature di sosta. Inoltre essendo
un nodo di interscambio con la
sentieristica si prevede l’installazione di cartellonistica informativa; si
prevede anche il restauro dell’originario giardino e il recupero delle essenze arboree esistenti”. Questo
quanto si apprende dal sito dell’Associazione Lucchina e Ottavia che,
avendo particolarmente a cuore la
questione, ha redatto una lettera
indirizzata al Presidente del Municipio XV, Daniele Torquati, affinché
possa occuparsi della vicenda. È
proprio dalle parole di uno dei soci
della suddetta Associazione, Alessandro Locchi, ricercatore e guida
turistica, che si evince l’importanza di un gioiello come Villa Paladi-
OFFERTA
ni. Una villa dotata di potenzialità
sul piano architettonico ed archeologico, individuate in seguito ad
anni di ricerche sui tesori storico-archeologici del comprensorio Cassia-Trionfale, condotte da Locchi
insieme all’archeologo Fabrizio Vistoli. Un ingresso monumentale, finestre
ovali,
pavimentazioni
antiche, un viale che costeggia i
due piani dell’elegante (un tempo)
dimora dalla classica forma rinascimentale, un pozzo con colonne e
frammenti marmorei collocati in
un giardino che, in passato, deve
essere stato sinonimo di grande
prestigio. Un fascino che oggi possiamo solo immaginare poiché celato sotto rifiuti ed incuria di una
villa che potrebbe essere una grande risorsa, magari un polo culturale a disposizione dei residenti. Nel
caso di una vendita, privato o pubblico che sia, non resta che sperare
in un compratore abbastanza sensibile al prezioso patrimonio del
quartiere, che possa restituire a Villa Paladini il fascino di un tempo e,
magari, condividerlo con la collettività. Della questione ne discute
questa settimana il Consiglio del
XV Municipio.
26
Roma Capitale
ROMA NORD
le statistiche sul crimine
Aumentano furti e rapine, diminuiscono i reati violenti come l’omicidio. I risultati del rapporto
a cura della REDAZIONE
I
l Lazio nel 2013, con 333.109
reati denunciati, registra un aumento del 2,5% rispetto al
2012 (+2,6% in Italia), derivante
da un incremento del 5,1% di furti e rapine, passati da 192.013 nel
2012 a 201.848, contrapposto a
una diminuzione di quelli di criminalita’ violenta (omicidi volontari e preterintenzionali, tentati
omicidi, violenze sessuali e lesioni
dolose), calati dell’8,2% (-4,2% in
Italia), passando dai 7.505 nel
2012 a 6.892 nel 2013.
Così il Report sulla Criminalita’ e
sicurezza nel Lazio (anno più recente disponibile è il 2013, ndr)
realizzato dall’Eures Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione
con
l’Osservatorio
Tecnico-Scientifico per la sicurezza e la legalita’ della Regione Lazio.
L'incremento di reati ha coinvolto tutte le province del Lazio a eccezione di Latina, dove si registra
una leggera flessione (-0,6% rispetto al 2012). Roma con 276.500
reati circa (83% del totale regionale) rileva un aumento del 2,9%,
con un indice di rischio pari a 66,2
reati ogni mille abitanti (58,3 nel
Lazio), a fronte di 28,4 a Frosinone,
36,9 a Viterbo, 45,4 a Latina e 31,9
a Rieti. Il Lazio si posiziona a meta’
classifica tra le aree metropolitane
europee per i furti e le rapine in
abitazione (31,5 ogni 10.000 abitanti). Soltanto per quanto riguarda i furti di veicoli (66,5 reati ogni
10.000 abitanti nel 2010) il Lazio
registra il rischio piu’ elevato in
Europa, seguita dalle aree metropolitane di Stoccolma (48 ogni
10.000 residenti), Parigi (40,5) e
Copenaghen (35,7), mentre Amsterdam (14) e Vienna (17,3) si distinguono come le aree meno
esposte a questo reato. Per quel
che riguarda i singoli capoluoghi
delle aree metropolitane, la Capitale occupa il settimo posto della
classifica delle città con più reati.
Classifica che vede al primo posto
Milano, seguita da Bologna e Firenze. Nel confronto interregionale, il Lazio, con 58,3 reati ogni
1.000 residenti (48 la media italiana), si colloca al terzo posto tra le
regioni italiane piu’ a rischio, dopo
l’Emilia Romagna (59,6) e la Liguria (59,1 reati ogni 1.000 abitanti),
con valori di poco superiori a quelli della Lombardia (56,6) e del Piemonte (56,4). Sul fronte opposto
la minore incidenza dei reati denunciati sulla popolazione si rileva in Calabria (34,1 per 1.000
abitanti), Molise (30,3) e Basilicata (26). In termini dinamici, tra il
2012 e il 2013, l’aumento dei reati
piu’ alto si rileva in Trentino
(+6,4%), Emilia Romagna (+5,6%),
Friuli (+4,6%), Puglia (+4,4%),
Umbria
(+4,3%),
Lombardia
(+4%), Liguria (+3,3%), Veneto
(+2,8%) e Sicilia (+2,6%). Il Lazio,
con un aumento del 2,5% si colloca in decima posizione, mentre i
risultati più positivi si rilevano in
Val d’Aosta (-5,2%), Calabria (3,1%), Molise (-2,6%), Basilicata (2%) e Sardegna (-1,2%).
28 risto-Recensioni
Servizio 8,5 | Qualità del cibo 8 | Tempi di attesa 7,5
ROMA NORD
Via Flaminia, 500 - Roma (Ponte Milvio)
Il Buchetto
a cura di NàIMA TOMASELLI
Q
uando si dice “in nomen
omen”. Il Buchetto, ristorante
di pesce in Via Flaminia, al civico, 500, nei pressi di Ponte Milvio, è
un buchetto di nome…e di fatto! Piccino davvero, con pochi coperti, una
sala arredata con semplicità, a ricordare più una trattoria che un ristorante e un’altra, ancor più piccola, dove
una parete a specchio cerca di camuffarne la grandezza. Il Buchetto, però, è
piccolo solo in dimensioni. La sua cucina è ben rodata, attivo da anni, con
clienti fissi e affezionati, aperto a pranzo così come a cena, serve pesce a seconda del pescato disponibile. Può
capitarvi una spigoletta, o un rombetto (come li chiama – in tono affettuoso – Bisvaldo, il proprietario del locale)
da cuocere alla griglia, da accostare
magari a qualche gamberone, teneri
calamari o grigliate miste, vari ed
eventuali. La gentilezza e cortesia dei
proprietari è nota, io son stata un paio di volte, sempre coccolata e gentilmente accompagnata per tutto il
pasto, con suggerimenti, consigli e
proposte sfiziose. Cortesi e mai invadenti, Bisvaldo e la moglie sanno cosa
sia la vera ristorazione, quella fatta di
cuore e calore, di sorrisi e cortesia,
quella che ti fa sentire a casa anche se
a casa tua non sei, quella che spesso
nei locali scarseggia, molto più orientati alla soddisfazione della cassa che
non del cliente. Il pesce è davvero fresco e ben preparato, se vi trovate a
mangiare al Buchetto vi consiglio vivamente di iniziare con il misto di antipasti di mare. Qui scoverete delle
chicche, alici marinate turgide e meravigliose, che sanno di mare, una sfiziosa julienne di zucchine crude con
gamberi, di quelle che dici “cameriere,
portamene due piatti”, un’insalata di
cremoso avocado dal sentore acidulo
servito anch’esso con gamberi, e poi
un classico: l’insalata di patate con
polpo e sedano crudo. Il top? La frittura di alici e moscardini (di così piccoli, vi assicuro, non è facile trovarne,
teneri che quasi si sciolgono in bocca
nonché dolcissimi) un piatto da sturbo, termine forse non tecnico ma che
– giuro – rende l’idea, quei moscardini me li mangerei come snack al posto
delle patatine fritte, con buona pace
di Cracco. In ultimo, una zuppetta calda di ceci e cozze, piccante il giusto e
aromatizzata tanto da renderla un
comfort food ittico/legumoso di tutto
rispetto. Promosso. Se poi volete un
primo, potete scegliere tra i classici (risotto alla crema di scampi, risotto alla
pescatora o spaghetto alle vongole) o
tra qualche idea più caratteristica del
locale, come lo spaghetto con cernia,
gamberoni e pachino o delle ottime e
incredibilmente leggere fettuccine con
carciofi e moscardini, macchiate di sugo quel tanto che basta per non chiamarle “in bianco”. Ritornando ai
secondi poi, per chi volesse qualcosa
di diverso dai classici frittura/grigliata
misti, ci sono per esempio i gamberi
con pomodoro e capperi, un piatto
non migliore né peggiore dei precedenti, ma solo una maniera differente
di vedere e vivere il gambero, un rassicurante piatto di crostacei da mangiare – rigorosamente – intervallati
con i capperi presenti, per assaporare il
gusto pieno della ricetta. Per tutto
questo, una puntatina al Buchetto vale la pena farla, ha le carte del buon ristorante di pesce, quello che sta lì da
tanto tempo e su cui puoi sempre contare.
30
Sport in Zona
ROMA NORD
la boxe è di scena a labaro
Ritorna la boxe nella palestra Renato Costantini. L’evento al centro pugilistico di via Offanengo
di LUCA PRESTAGIOVANNI
R
itorna la boxe nella palestra Renato Costantini di
Labaro. Per il primo appuntamento dell’anno, il centro pugilistico di via Offanengo
ha organizzato una serie d’incontri, dove hanno partecipato
i pugili delle migliori palestre
di Roma. L’evento è stato interamente dedicato al ricordo del
maestro Carlo Maggi, scomparso lo scorso 22 gennaio. Prima
dell’inizio dei match è stato osservato un minuto di silenzio
in suo ricordo.
Inizio scoppiettante con la vittoria, per ko tecnico alla seconda ripresa di Prisco, atleta
della palestra Boxe Group, su
Da Silva del Team Boxe Roma
XI. Gli altri incontri hanno visto la vittoria ai punti di Perone su Mocci, Lener su Licoccia,
Gubinelli su Polentini, di
Chiappi su Mancini, di Leoni
su Puleo e di D’Antini su Gaglione. Finiti in pareggio invece gli incontri Prete-Martini,
Di Giacomo-Parrini e VenturaRamirez. Quest’ultimo incontro la scelta dei giudici è stata
discutibile, perché l’incontro
ha visto Ventura tenere a bada
l’avversario per la maggior parte dell’incontro. Comunque sia
è stata un bel pomeriggio di
sport, dedicato al ricordo di un
grande allenatore che ha fatto
grandi cose per la palestra Boxe Roma San Basilio, ma so-
prattutto per il pugilato romano e italiano.
Resoconto incontri; Perone (Talenti) v.p (vittoria ai punti) su
Mocci (Boxing Gym; Lener (Cesarini) v.p. su Licoccia (Montesacro);
Ventura
(Costantini)-Ramirez
(Boxe
Group) pari; Gubinelli (Costantini) v.p. su Polentini (Talenti); Chiappi (Montesacro)
v.p. su Mancini (Casal Bruciato); Leoni (Costantini) v.p. su
Puleo (Roma XI); Leone (San
Basilio) kot i. (Ko tecnico per
infortunio) su Nanzo (Boxing
Team); D’Antini (San Basilio)
v.p. su Gaglione (Cassino); Prete (Costantini)-Mariani (Talenti) pari; Di Giacomo (San
Basilio)-Parrini (Roma XI) pari;
Prisco (Boxe Group) kot alla seconda ripresa su Da Silva (Roma XI).
STAMPA
10.000 VOLANTINI
€ 129,00
NOVITà: IN + SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE VOLANTINI CON CONTROLLO DIgITALE DA PARTE DEL CLIENTE
Noi distribuiamo e tu verifichi tramite decine di foto su Whatsapp a fine giornata.
CHIAMA PER INFORMAZIONI IL NUMERO 345.1529651
promo
ROMA NORD
Burraco nel verde
Il “Parco di Roma Golf Country Club” è tra i campi di golf
più esclusivi della Capitale in
un territorio pieno di di ricchezze archeologiche ed ambientali. In questo incredibile
contesto, immersi nel verde
della campagna romana, il
mondo del golf apre le porte
per la seconda volta al BURRACO. E lo fa con il fantastico torneo organizzato, per
martedì 3 marzo dalla “ASD
Vado al Volo”, capitanata dalla solare presidente Carolina
Mazzoni. Il più elegante degli
sport incontra nuovamente il
più nobile dei giochi di carte
per un appuntamento imperdibile per gli appassionati, ma
anche per i neofiti che, agli
inizi, vogliano addentrarsi
nel pianeta del mazzo. La
quota d’iscrizione è di 25 euro, di cui 10 euro per il torneo
e 15 euro per il buffet. Il brin-
disi di benvenuto aprirà le
danze. Già al termine della
prima smazzata arriverà poi il
buffet, mentre per il dessert si
dovrà attendere la fine della
terza smazzata. Bevande e vino sono ovviamente inclusi
nel prezzo. L’accredito delle
coppie parte alle ore 20, mentre mezz’ora dopo inizia il
torneo vero e proprio, che sarà composto da 4 turni da 4
smazzate (3 mitchell + 1 danese). Ampio Parcheggio.
INFO E ISCRIZIONI:
Carolina
(A.S.D. Vado al Volo)
tel. 333.8499776
Location:
Parco di Roma Golf Country
Club
Via Due Ponti 110
Roma
Pubblica automaticamente i tuoi annunci gratuiti dal
nostro portale www.RomaNordOnline.com
34
N.B. La pubblicità “mascherata” non verrà accettata!
Docente di scuola media con lunga esperienza impartisce lezioni di matematica anche a gruppi di 3/4 alunni della stessa
classe
LOCALE C1, MQ 100 CA, SITO IN ROMA,
VIA VIBIO MARIANO, 13-15, IN OTTIMO
STATO, 4 VETRINE SUL FRONTE
STRADALE AFFITTASI. NO AgENZIE.
3334022784
cellulare 3391109224...
Laureata in architettura ed ingegneria edile
impartisce ripetizioni in tutte le materie per
le scuole elementari e medie e superiori. offresi anche come baby-sitter. automunita.
disponibilita' anche nei weekend e festivi.
giorgia 3385461154
Sig.ra 42 enne cerca lavoro come lavoro di
pulizie nelle case ect.., aiuto anziani e baby
sitter con esperienza automunita zona cassia, la giustiniana trionfale e torrevecchia
contattare Mara 3311611350
Azienda commerciale ricerca con urgenza
le seguenti figure:
-Amministrazione
-Call center
-Assistenza clienti
-Consulenti commerciali
-Controllo commerciale
-Reception
Disponibilità immediata
Per INFO 06 30363320
eDitore:
editoriale nartuc s.r.l.
Via g. D’arezzo 10 roma
Direttore responsabile
nicoletta liguori
PUBBLICITà: 345.1529651
contatti reDazione:
[email protected]
sito internet:
www.settimanalezona.com
Direttore eDitoriale:
andrea nardini
grafica:
Yevheniia Maslovska
staMpa: iprint s.r.l.
Iscrizione al tribunale di
Roma N°52/2008 del
14-2-2008
PREVISIONI METEO
PER IL WEEKEND
A ROMA NORD
Un week-end migliore rispetto alla parte centrale di questa settimana, contraddistinto comunque da un passaggio piovoso nella giornata di sabato. Persiste quindi un’area di bassa pressione sul Tirreno con effetti negativi sul
tempo, comunque da ritenersi normali per il periodo dell’anno.
Venerdì 27 Febbraio
giornata tra il poco e il parzialmente nuvoloso, con tendenza ad aumento
delle nubi a partire dal tardo pomeriggio. Non si verificheranno precipitazioni
significative. Temperature pressochè stazionarie.
Sabato 28 Febbraio
Moderatamente perturbato, con possibili precipitazioni al mattino e al pomeriggio. In serata cieli nuvolosi con scarse probabilità di pioggia. Valori massimi in sensibile calo.
Domenica 1 Marzo
Week-end che si conclude all’insegna di un tempo migliore, con cieli tra il
poco e il parzialmente nuvoloso. Temperature in lieve ripresa nei valori massimi, su valori in media rispetto al periodo.
Previsioni elaborate dal portale di meteorologia CEMER.IT
(Centro meteo per l'Etruria e Roma)
VENDESI VILLINO A CAMPAgNANO DI
ROMA
Il villino ha 240 mq di superfice.
Le rifiniture sono di alto livello: parquet al piano superiore, doppi vetri, termocamino.
Panorama stupendo.
Come nuovo.
AFFARE. Tel. 3349004120
Sig.ra ottime referenze, brava, seria e molto
precisa con esperienza cerco lavoro come
colaboratrice domestica
Contatta telefonicamente al 3281987010
Ricercatore del CNR impartisce lezioni di chimica generale, chimica organica e chimica
biologica a studenti liceali e universitari
cellulare 3296488384 /3391109224
Nu
ova
Ges
tion
e
Il Castello della
Spizzichina
ricevimenti
Ricevimenti nuziali
Feste di laurea
Ricorrenze
Cene aziendali
Garden party,
Meeting
Scuola di cucina
Chiesa Consacrata
www.castellodellaspizzichina.it
Via Riccardo Moretti, 6 (Via Cassia, 1416) 00123 R
ROMA
OMA
[email protected]
Info: 06/30360101
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
5 014 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content