close

Enter

Log in using OpenID

Costruire progetti sperimentali di IAA

embedDownload
Costruire progetti sperimentali di IAA: l’esperienza dell’Istituto Superiore di Sanità
Francesca Cirulli
Convegno Fieracavalli ‐ Verona, 7 novembre 2014
In Italia la Pet Therapy è stata riconosciuta come cura
ufficiale dal Decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri del 28 febbraio 2003. Tale Decreto ha sancito
per la prima volta nella storia del nostro paese il ruolo
che un animale può avere nella vita affettiva di una
persona, nonché la valenza terapeutica degli animali
da compagnia.
ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’ – NEUROSCIENZE COMPORTAMENTALI
INTERVENTI ASSISTITI CON GLI ANIMALI (IAA)
‐ Animal‐assisted therapies and activities as innovative approaches to
mental health interventions. Edited by Francesca Cirulli, Marta Borgi, Alessandra Berry, Nadia Francia and Enrico Alleva. Annali dell’Istituto Superiore di Sanità, vol. 47, n. 4, 2011
‐ Istituto Superiore di Sanità. Terapie e attività assistite con gli animali in Italia. Attualità, prospettive e proposta di linee guida. A cura di Francesca Cirulli, Nadia Francia ed Enrico Alleva, 2010, 58p. Rapporti ISTISAN 10/4
‐ Use of assistance and therapy dogs for children with Autism Spectrum Disorders: a critical review of the current evidence. Alessandra Berry, Marta Borgi, Nadia Francia, Enrico Alleva and Francesca Cirulli. Journal of Alternative and Complementary Medicine, 19(2): 73‐80. LINEE GUIDA NAZIONALI
Ambiti di lavoro
Ricerca di base: effetti benefici dell’interazione con gli animali:
‐ Effetti a lungo termine (avere animali in casa, contatto con gli animali in età evolutiva)
‐ Effetti a breve termine: introduzione degli animali in contesti terapeutici ed educativi
Interventi assistiti con gli animali:
Pazienti in bisogno di una stimolazione sociale: animale come stimolo emozionale
rilevante e saliente in grado di indurre risposte positive/affiliative.
Specificità degli interventi per diverse popolazioni cliniche
¾ GLI ANZIANI
¾ I BAMBINI
Esperienze di lavoro
L’anziano istituzionalizzato
STUDIO DEGLI EFFETTI DI ATTIVITA’ E TERAPIE ASSISTITE CON IL CANE SULL'ANZIANO ISTITUZIONALIZZATO
Berry A, Borgi M, Terranova L, Chiarotti F, Alleva E, Cirulli F.
Developing Effective Animal‐Assisted Interventions (AAI) Programs
Involving Visiting Dogs for Institutionalized Geriatric Patients: a pilot
study. Psychogeriatrics, 12(3): 143‐150. Partecipanti
Istituto San Michele, Roma.
N=19 soggetti (6M:13F), età
media 85 anni.
Sedute di Fisioterapia (PS)
Interventi assistiti con il cane
2 volte a settimana per 5 mesi
(Febbraio‐Giugno 2010), sedute
mattutine (60 min).
Due tipi di interventi assistiti con il cane
Sedute di Socializzazione (SS)
Berry et al. 2012
SEDUTE DI SOCIALIZZAZIONE‐ Play
L’interazione con il cane promuove comportamenti
sociali soprattutto nella fase di
gioco
Berry et al. 2012
LIVELLI DI CORTISOLO
L’interazione con il cane induce una
generale attivazione psicomotoria in soggetti caratterizzati da elevati livelli
di apatia
Berry et al. 2012
Esperienze di lavoro
Il bambino
Progetti di IAA con i bambini
Gli interventi assistiti con i bambini hanno 3 diversi ambiti di lavoro: EAA
Supervisore: Norma Sardella Dirigente Psicologo Coordinatrice gruppo aziendale ASL Roma D Abuso e Maltrattamento
Tipo di incontro: gruppo, con un cane Caratteristica dell’incontro: presenza della durata di 1 ora a settimana
della Psicologa come osservatrice esterna
Il gruppo è costituito da 2 bambini di 7 anni e due ragazze pre‐adolescenti. I partecipanti svolgono un percorso terapeutico con la psicologa, presente all’incontro. I ragazzi stabiliscono una relazione profonda con il cane e riescono attraverso di lui ad esprimere le loro emozioni. Si crea un forte legame tra tutti i membri del gruppo, nonostante le differenze di età.
Progetti di IAA con i bambini
Gli interventi assistiti con i bambini hanno 3 diversi ambiti di lavoro: EAA
Obiettivi: stimolare i bambini e le ragazze a riconoscere ed esprimere le loro emozioni attraverso la relazione con il cane. Strumenti
coinvolgere i ragazzi in attività che promuovano lo stabilirsi di una relazione solida con il cane
guidarli nel riconoscimento e uso del linguaggio verbale/non verbale e dell’emotività
per rapportarsi al cane e tra loro
promuovere l’espressione emotiva attraverso attività creative proposte da loro e/o dalle operatrici e/o dalla psicologa
Tutti gli incontri sono stati videoripresi. Sono stati individuati una batteria di comportamenti potenzialmente espressi dai bambini verso il cane/verso i compagni che verranno analizzati con software dedicati.
L’etogramma ottenuto per ciascun bambino verrà integrato con le osservazioni della psicologa presente agli incontri ed anche con materiale raccolto durante le sedute individuali. Progetti di IAA con i bambini
Gli interventi assistiti con i bambini hanno 3 diversi ambiti di lavoro: EAA
+ il bambino acquisisce capacità di gestione emozionale = + può aumentare la gestione della sua relazione con il cane
I ragazzi propongono delle attività a loro congeniali da svolgere con Brenno e da condividere con gli altri membri del gruppo
Le operatrici e la psicologa guidano i ragazzi in un’attività creativa in cui possano esprimere le emozioni che provano durante l’incontro con Brenno.
RIABILITAZIONE EQUESTRE
Tra le Interazioni Assistite con gli Animali, la Riabilitazione Equestre
(RE) si pone come un interessante approccio innovativo di supporto
alla riabilitazione psichiatrica e ai disturbi del neurosviluppo, soprattutto
per le sue potenzialità di influenzare sia aspetti fisici che psicosociali
Recentemente, diversi studi hanno dimostrato come la Riabilitazione
Equestre, combinando l’attività fisica con una stimolazione
emozionale/cognitiva, sia adatta alla promozione di comportamenti
comunicativi ed affiliativi e nello sviluppo ed espressione di emozioni,
aspetti particolarmente importanti in soggetti affetti da disturbi
relazionali quali i bambini affetti da autismo
CARATTERISTICHE DELLA
RIABILITAZIONE EQUESTRE
• Il cavallo come stimolo ad alta valenza emotiva e cognitiva
• Arricchimento emozionale e motorio
• Strategie riabilitative inserite in un contesto “naturale”
PROGETTO FIEROBECCO
Studio multicentrico sull'applicazione della Riabilitazione Equestre in un gruppo di bambini affetti da Disordini dello Spettro Autistico
PROGETTO IPPOGRIFO
Valutazione dell’efficacia della riabilitazione equestre in pazienti schizofrenici Federazione Italiana Sport Equestri
Dipartimento Riabilitazione Equestre
LE SEDUTE DI RE
25 sedute (circa 6 mesi)
1 volta a settimana
Durata 70 min
Equipe: Tecnici della RE, Medico inviante
Selezione dei cavalli
Tutela del benessere animale
MISURE (T0‐T6)
1) Vineland Adaptive Behavior Scale ‐ VINELAND (Doll 1935, 1965)
2) Tower of London ‐ TOL (Shallice 1982; Norman and Shallice 1986)
4 AREE
ƒ TolRCorr = Risposte Corrette
ƒ VAbQuo = Abilità Quotidiane
ƒ TolMosse = Numero di Mosse;
ƒ VSoc = Socializzazione
ƒ TolViolReg = Numero di Violazioni delle Regole
ƒ VAbMot = Abilità Motorie
ƒ TolTDec = Tempo di Decisione
ƒ VAbCo = Comunicazione
ƒ TolTEsec = Tempo di Esecuzione
ƒ Vtot = Punteggio Totale
ƒ TolTTot = Tempo Totale (TolTDec+TolTEsec)
RISULTATI
Vineland Adaptive Behavior Scale
– Socializzazione
Effetto Tempo*Gruppo
Miglioramento nel gruppo RE
nT0=26
nT6=28
F(1‐18)= 5.30; p=0.0336
Effetto Tempo*Centro: F(3‐18)=4.39; p=0.0174
[Media+Errore standard]
Riabilitazione equestre in bambini con disturbi dello spettro autistico: monitoraggio e valutazione del benessere animale (RC 2013)
Coordinamento: Centro di Referenza Nazionale IAA
Partner istituzionali: Istituto Superiore di Sanità, Università di Milano, Università di Torino
La validazione di metodologie e di strumenti di
valutazione degli esiti ha il fine ultimo di permettere il
confronto di dati provenienti da diversi programmi
riabilitativi e di valutare in maniera rigorosa gli esiti degli
interventi.
Cirulli Animali terapeuti
Animali terapeuti
Manuale introduttivo al mondo
della pet therapy
A cura di Francesca Cirulli
C Carocci Faber
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
1 675 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content