close

Enter

Log in using OpenID

Articolo de La Stampa, 27.01.14

embedDownload
T1 CV PR T2
LA STAMPA
LUNEDÌ 27 GENNAIO 2014
Piemonte Sport .55
.
HOCKEY GHIACCIO
VOLLEY
Parella continua la scalata
Quarta vittoria di fila
OSCAR SERRA
«Diciannove punti, frutto di 7
vittorie in 13 incontri delle
quali le ultime 4 consecutive.
Da penultimi a settimi. good
job guys». Non trattiene la
soddisfazione Matteo Battocchio, coach del Tuninetti Parella, che si affida a Facebook
per esternare tutta la sua felicità dopo il successo contro il
Trebaseleghe con un netto 3-1
(25-18, 21-25, 25-15, 25-18).
Lontana ormai la zona retrocessione, nel dimenticatoio le
cinque sconfitte in sei match
patite nella parte centrale del
girone d’andata, con una classifica che, al giro di boa, finalmente non inquieta più dirigenti e staff tecnico. Il girone
d’andata di B1 si chiude con il
settimo posto assieme ai cugini del Sant’Anna San Mauro,
sconfitti a Trento per 3-1 (1725, 25-20, 28-26, 25-17), loro sì
nel bel mezzo di una crisi che
li ha portati a quattro sconfitte negli ultimi cinque match.
Ed è curioso che proprio contro San Mauro è iniziata la
scalata parellina, quando Stefano Moro e compagni, nell’ultima sfida prima della pausa
natalizia, hanno espugnato il
PalaBurgo al tie break invertendo la tendenza.
E a proposito di Moro, è doveroso ribadire che non sbaglia un colpo: sabato sera, in
una caldissima palestra Manzoni, l’opposto di Novi Ligure
ha chiuso con 24 punti, seguito
da Stefano Castelli (20), tornato su alti livelli in ricezione come in attacco. Al centro assicurano il loro apporto Flavio
Ceffaratti (10) e Christian Salza (7). Bene anche Francesco
Viglione, in regia, chiamato in
causa per le non perfette condizioni di Simone Perfetto.
Tuninetti Parella: Viglione 1, Moro 24, Luccato, Castelli
20, Cefaratti 10, Salza 7, Girard
(L), Perfetto, Guido 5, Caianiello, Giraudo. Andrini ne. All.
Battocchio.
SERIE C
La sosta
non sgonfia
il Calton
ENRICO ZAMBRUNO
Moro non sbaglia un colpo
L’opposto del Parella ha realizzato contro Trebaseleghe altri 24 punti pesantissimi
Cardine della squadra, che ora è settima e ha tutto il girone di ritorno da disputare
B1/B2 femminile
LilliputeNuncassonoleregined’inverno
1 Lilliput Settimo e Nuncas
Chieri sono campioni d’inverno. Grazie alla vittoria netta in
casa contro la Yamamay Busto
Arsizio per 3-0 (25-21, 25-21,
25-22) le ragazze allenate da
Massimo Moglio chiudono in
vetta il girone d’andata della
B1 femminile con 36 punti,
frutto di 12 vittorie su 13 partite, 37 set vinti a fronte di soli 7
persi. Dietro, lascia per strada
un punticino l’Eurospin Ford
Sara Pinerolo che ha bisogno
del tie break per supere l’Asti
3-2 (12-25, 25-22, 25-19, 22-
25, 15-11): fondamentali le
schiacciate di Togut (19 punti)
e Serrano (13). Positiva all’esordio in B1 la prestazione
della palleggiatrice Claudia
Stratta, schierata a causa della
squalifica a Beatrice Valpiani.
Non perde colpi il Fenera Chieri ’76, corsara in trasferta sul
campo di Gorla Maggiore con
un netto 3-0 (25-17, 25-15, 2520). In B2 femminile il Collegno Cus Torino conquista contro l’Acqui Terme la dodicesima vittoria in 13 partite chiudendo l’andata al secondo po-
sto con 36 punti, uno in meno
della capolista Castellanza. Il
risultato finale è un netto 3-0
(25-21, 25-20, 25-21) in una
partita che ha visto sugli scudi
Ortolani con 16 punti e Gili
(13). Va invece al Canavese il
derby della provincia di Torino
contro il Labor Syprem Lanzo
dopo una maratona durata
cinque set e chiusa al tie break
per 15-13. Exploit, infine, per
la Nuncas Chieri che battendo
3-0 (25-16, 25-21, 25-22) l’ex
capolista Milano, ne rileva la
leadership in classifica. [O.SER]
Dopo aver osservato un turno
di riposo nello scorso fine settimana, il Calton torna in
campo per la 13ª giornata del
girone A della C femminile e
prosegue nel suo ciclo di vittorie. Questa volta le canavesane, ora in testa con 33 punti, hanno superato 3-1 (25-14,
25-21, 26-28, 26-24) l’Ascot
Lasalliano, infilando l’undicesimo successo stagionale. A
cinque punti di distacco rimangono sia il Lingotto che
Biella. Le torinesi hanno piegato 3-0 (13,22,20) il Cogne,
mentre l’Angelico ha respinto
in quattro set (21-25, 25-22,
25-20, 25-16) il Parella. Male
la Lilliput Settimo, travolta
senza appello (20,17,12) a Romagnano Sesia dal Pavic. Nel
girone B, l’Italia Multiservice
Beinasco (seconda in classifica a quota 28) perde il big-match tra le mura amiche contro
il Valenza, passato in terra torinese 3-0 (24,23,21) e ora al
terzo posto a solo tre lunghezze dalle avversarie. Con
lo stesso punteggio Santena
supera il Savigliano (16,15,19)
e balza al quinto posto.
Nel girone A maschile tutto ok per la Valsusa Condove, brava nel respingere 3-0
(20,18,17) il San Benigno Caselle. Tiene duro la capolista
Bruno Tex Aosta: 3-1 (22-25,
25-21, 25-20, 25-19) sul Novara. Colpo esterno del Lasalliano al tie-break che passa
con le unghie e con i denti sul
campo del Lasalliano: il
quinto set è terminato 15-12.
Infine, nel girone B, sei vittorie su sei partite per le squadre in casa. Compreso il Cus
Torino, perfetto nel 3-0
(22,22,19) sul Caluso. Serata
di gloria anche per per Santena e Chieri, rispettivamente impostesi 3-1 su Mondovì e Villanova.
CANOTTAGGIO
NUOTO
Gran Fondo di Pisa
la Sisport domina
Masoero mattatore
al Gran Prix esordienti
PAOLO MORELLI
Quella di ieri è stata una giornata emozionante per il canottaggio torinese, tornato
dalla gara di Gran Fondo di Pisa – Navicelli Rowing Marathon, valida per la Coppa Italia, con otto medaglie di cui
cinque d’oro. Spicca l’unica
senior, conquistata dal quattro senza femminile della Sisport, forte del nuovo innesto
Irene Vannucci, che con Gaia
Palma, Carlotta Zuanon e
Laura Basadonna ha staccato
di 22” le rivali del Gavirate ottenendo un titolo meritatissimo. Il club guidato da Massimo Prandini ha portato a casa
anche una medaglia d’argento
nel doppio junior femminile
con la barca di Chiara Gilli e
Maria Caruana (in prestito
dal Carate Urio). In evidenza
il Cus Torino, che vince due ori
con due barche femminili. La
prima è opera del quattro senza
ragazzi di Diletta Diverio, Beatrice Fioretta, Benedetta Faravelli (dell’Esperia) e Alice Stella
(del Telimar), che ha tagliato il
traguardo con addirittura 50”
di vantaggio sull’SC Limite. Il
secondo oro cussino va al collo
di Khad Alajdi El Idrissi e Haonian Jiang, prime nel doppio cadetti con quasi un minuto di
vantaggio sulle seconde.
Master
Gli Amici del Fiume vincono
l’oro con l’inarrestabile otto
femminile (Italiano, Caligaris,
Cento, Parachini, Baudino, Cugusi, Gutierrez, Napoli – Crosio
tim.) in vantaggio di circa 1’ sul
CC Roma. Il club conquista anche un argento nel quattro di
coppia 43-54 (Van Dijk del Vare-
ALBERTO DOLFIN
Gaia Palma, oro nel 4 senza
se, poi Belluso, Masino e Perino): le torinesi chiudono con 52”
di ritardo sulle prime e 57” di
vantaggio sulle seconde. Le uniche due medaglie maschili sono
targate Armida e Cerea. La prima è in realtà un’esibizione perché la barca dell’otto under 43
era l’unica iscritta. A bordo Risucci, Tosi, Messiga, Iuliano,
Dagnino, Dato, Forni, Monterigo e la timoniera Eilsabetta
Brugo. La Cerea invece conquista l’argento per 40 centesimi
di vantaggio sull’Irno nel quattro di coppia over 54 di Uberti,
Sandrone, Marchisio e Villari.
Prima giornata del Gran Prix
Esordienti B alla piscina
Usmiani. Subito in evidenza
Lorenzo Masoero, imprendibile nei 50 stile libero (30”6) e
nei 100 dorso (1’16”4) della categoria 2003, prima di contribuire al successo della Sisport Fiat nella staffetta 4x50
stile (2’11”9). Bene anche il
compagno di squadra Federico Macrì che, oltre al successo di squadra, conquista il
primo posto nei 50 dorso
(38”7) ed il secondo nei 50 stile (31”8). Tra i 2004, doppietta per Andrea Randi (Derthona Nuoto), capace di salire
sul gradino più alto del podio
nei 50 stile (33”4) e nei 50
dorso (41”7). Bella prova di
Mattia Ariano (Uisp River
Borgaro) nei 100 rana, dove è
primo per distacco in 1’39”8.
Dopo aver fatto man bassa di
podi la scorsa settimana nel
salvamento, Giada Sanino
(Centro Nuoto Nichelino) si ripete nel nuoto, aggiudicandosi i
100 dorso (1’20”5) e i 50 stile
(33”3) tra le 2004 e agguantando un bronzo nella staffetta
(2’28”0), vinta dalla Dynamic
Sport (2’23”8) davanti al River
Borgaro (2’27”8). E con il secondo posto in staffetta, sono
tre medaglie in bacheca pure
per Giada Gorlier (River Borgaro), grazie alle altre due gemme
individuali: oro nei 50 stile annata 2005 (35”1) a pari merito
con Giorgia Regruto Tomalino
(Libertas Ivrea) e argento nei
100 dorso (1’30”0), alle spalle
della stessa eporediese (1’26”3).
Sincronizzato e «FulvioDay»
Le atlete e i tecnici piemontesi
La marcia
della Valpe
si arresta
ad Asiago
MARCO BOBBIO
Il filotto del Valpellice Bodigno Engineering si ferma a
Asiago. Dopo quattro vittorie
consecutive, i Bulldogs sono
stati sconfitti sabato dai campioni d’Italia con il netto finale
di 8-3. «Ma il passivo è esagerato – spiega Marco Cogno,
presidente del club –. Abbiamo sbagliato troppe occasioni
da rete e, nell’ultimo periodo,
siamo stati castigati». In effetti il match è rimasto in equilibrio per i primi due tempi. Addirittura sono stati i ragazzi di
Flanagan a aprire le marcature, al 3’, grazie a Tomko, abile
a superare Marozzi con un tiro dalla blu; successivamente
è stato De Vergilio a salire in
cattedra, con il gol del pari al
6’ e la rete che ha portato
avanti i padroni di casa dopo
appena 14’’ della ripresa in
power play. Johnson e compagni hanno avuto il merito di
non abbattersi e di raddrizzare temporaneamente l’incontro con Pozzi e Ihnacak. A quel
punto però l’Asiago ha forzato
i ritmi e prima DiDomenico ha
pescato il pari poi Strazzabosco ha siglato il gol del vantaggio. Nella frazione conclusiva,
i ragazzi di Parco hanno infine
chiuso la pratica piazzando un
poker firmato da Tessari, DiDomenico, Bentivoglio (in superiorità numerica) e Casetti.
In classifica la Valpe è salda
al quarto posto (56 punti) e
continua ad avere tre lunghezze di ritardo dal Valpusteria
(59), anche se il margine di
vantaggio sul Cortina si è leggermente ridotto (da +10 a +8,
ma gli ampezzani devono recuperare una giornata).
La prossima settimana darà qualche indicazione in più
sul futuro dei ragazzi di Flanagan: domani a Torre Pellice
sbarca il Fassa (ultimo in campionato), poi sono in programma le trasferte di Vipiteno
(giovedì) e Milano (sabato).
Dopo di che, il campionato si
fermerà per dieci giorni per
gli impegni della nazionale.
Lorenzo Masoero
hanno incontrato il ct della Nazionale azzurra Patrizia Giallombardo ed hanno potuto
confrontarsi con lei sia sul
punto di vista pratico sia su
quello teorico. Ieri, invece, la
Rari Nantes Torino ha voluto
ricordare Fulvio Albanese,
spentosi nel novembre del
2012, con sfide di nuoto e pallanuoto che hanno visto in vasca
in vasca gli ex atleti e gli amici
dello storico tecnico gialloblù.
Nel corso della giornata, è stata effettuata una raccolta fondi
di beneficenza per la Fondazione F.A.R.O. Onlus.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
140 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content