close

Enter

Log in using OpenID

Brochure dei corsi (pdf) - Classe delle Lauree in Biotecnologie

embedDownload
Campusnet
Brochure dei corsi
Indice
Indice
Co rsi di insegnamento : 25 gennaio 20 15
Aspetti eco no mici e no rmativi delle bio tecno lo gie - nuo vo o rd.
Bio chimica Strutturale
Bio chimica, Bio chimica Applicata e Pro teo mica - nuo vo o rd.
Bio info rmatica
Bio lo gia Mo leco lare e Labo rato rio Integrato di Bio tecno lo gie III - nuo vo o rd.
Bio lo gia: dalle cellule agli o rganismi - nuo vo o rd.
Bio tecno lo gie applicate - nuo vo o rd.
Chimica analitica - nuo vo o rd.
Chimica bio -o rganica
Chimica Generale ed Ino rganica - nuo vo o rd.
Chimica industriale
Chimica Industriale
Chimica o rganica e bio -o rganica - nuo vo o rd.
Fisio lo gia Generale (fino all'a.a. 20 10 -20 11)
Fisio lo gia generale - nuo vo o rd.
Genetica agraria - nuo vo o rd.
Genetica e Labo rato rio Integrato di Bio tecno lo gie I - nuo vo o rd.
Genetica mo leco lare umana - Genetica di o rganismi mo dello
Geno mica e marcato ri mo leco lari - nuo vo o rd.
Geno mica/Meto di di analisi del trascritto ma
Immuno lo gia e immuno pato lo gia - nuo vo o rd.
Isto lo gia e anato mia umana - nuo vo o rd.
Lingua inglese - nuo vo o rd.
Meccanismi genetico -mo leco lari di adattamento all'ambiente - nuo vo o rd.
Meto di bio analitici
Meto di Fisici - nuo vo o rd.
Meto di matematici - nuo vo o rd.
Meto do lo gie genetiche per le bio tecno lo gie - nuo vo o rd.
Micro bio lo gia applicata e pro bio geno mica
Micro bio lo gia industriale e Chimica delle fermentazio ni
Micro bio lo gia, viro lo gia e fisio lo gia micro bica - nuo vo o rd.
Organismi transgenici per la ricerca e le applicazio ni - nuo vo o rd.
Pato lo gia generale - nuo vo o rd.
Rego lazio ne genica eucario tica e chemo geno mica
Statistica applicata alle bio tecno lo gie
Statistica e info rmatica applicate alle bio tecno lo gie - nuo vo o rd.
System bio lo gy - Bio lo gia dei sistemi - nuo vo o rd.
Tecno lo gie rico mbinanti e Labo rato rio Integrato di Bio tecno lo gie II - nuo vo o rd.
Viro lo gia mo leco lare e immuno lo gia
-1-
1
2
2
3
3
5
6
6
9
11
12
13
16
18
18
21
22
23
24
26
29
31
35
36
37
39
40
41
43
44
46
46
47
49
51
52
54
57
59
62
66
Università degli Studi di Parma
Classe delle Lauree in Biotecnologie
Co rsi di insegnament o : 25 gennaio 20 15
Aspet t i economici e normat ivi delle biot ecnologie - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Maria Cecilia Mancini (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 902383 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 8
SSD: AGR/01 - e conomia e d e s timo rurale
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto
OBIET T IVI
Il cors o tras me tte le conos ce nz e di bas e in mate ria di: 1. microe conomia,2. e conomia agroalime ntare ; 3.
le gis laz ione naz ionale e d inte rnaz ionale OGM. Al te rmine de l cors o, lo s tude nte s arà in grado
inte rpre tare il te ma de gli OGM ne l conte s to de lla s ua comple s s ità s ocio-e conomica.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Al te rmine de l cors o, lo s tude nte s arà in grado di affrontare il te ma de gli OGM ne l conte s to de lla s ua
comple s s ità s ocio-e conomica.
Le conos ce nz e e la capacità di compre ns ione ve rranno acce rtate con domande ape rte , in nume ro
variabile , in bas e all'ampie z z a de i conte nuti. Ve rrà as s e gnato lo s te s s o valore a cias cuna domanda.
L'autonomia di giudiz io e la capacità di appre ndime nto ve rranno acce rtate chie de ndo allo s tude nte il
proprio giudiz io s u de te rminate e vide nz e e mpiriche , dati e tc. La capacità di comunicare con linguaggio
te cnico appropriato ve rrà acce rtata ve rificando il linguaggio utiliz z ato dallo s tude nte .
PROGRAMMA
1. Noz ioni di bas e di microe conomia
2. Caratte ri de l s is te ma agroalime ntare italiano conte s tualiz z ati
Comunitaria e de ll'Organiz z az ione mondiale de l comme rcio (WTO).
ne ll'ambito de lla Politica Agricola
3. As pe tti le gis lativi e d e conomici de lle biote cnologie ne l panorama naz ionale , e urope o e mondiale .
4. Noz ioni di bas e di e conomia e ge s tione de lla produz ione .
5. Economia de ll'ambie nte : s tudio de gli s trume nti e conomici finaliz z ati alla tute la e alla valoriz z az ione
de i be ni ambie ntali.
T EST I
Samue ls on P.A. "Le bas i de ll'e conomia"
Fanfani R. "Il s is te ma agroalime ntare in Italia"
Me s s ori F., Fe rre tti F. "Economia de l me rcato agroalime ntare "
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
12:30 - 17:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Giove dì
13:30 - 15:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 12/12/2014
-2-
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=a7ac
Biochimica St rut t urale
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Claudio Rivet t i
Re capito: 0521-905650 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/10 - biochimica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
Avvale nz a: http://s cie nz e biologiche .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=0fb0
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Me rcole dì
14:00 - 16:00
Aula B Pode re "La Grande "
Giove dì
14:00 - 16:00
Aula B Pode re "La Grande "
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 30/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=b137
Biochimica, Biochimica Applicat a e Prot eomica - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Alessio PeracchiPro f . Ro do lf o Berni
Re capito: 0521-905137 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: BIO/10 - biochimica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Durante que s to cors o, allo s tude nte ve rranno fornite conos ce nz e indis pe ns abili pe r le analis i
s pe rime ntali e l'inte rpre taz ione de i ris ultati ne l campo de lle dis cipline biochimiche .
Ne lla prima parte de l cors o, le conos ce nz e impartite riguardano la s truttura e le molte plici funz ioni de lle
prote ine , di cui ve rrà s ottoline ato il ruolo fondame ntale ne i proce s s i ce llulari. Lo s tude nte ve rrà inoltre
introdotto alla conos ce nz a de lle principali clas s i di piccole mole cole biologiche (z ucche ri, lipidi,
amminoacidi, nucle otidi) e d appre nde rà le vie me taboliche di bas e attrave rs o cui que s te mole cole
ve ngono de gradate e s inte tiz z ate .
Ne lla s e conda parte de l cors o, allo s tude nte s aranno fornite conos ce nz e s is te matiche s ulle principali
te cniche s pe rime ntali impie gate ne l laboratorio di biochimica, nonché compe te nz e riguardo all'analis i e
compre ns ione de i ris ultati s pe rime ntali. Le te cniche e s aminate riguarde ranno l'ide ntificaz ione ,
l'is olame nto, e lo s tudio s trutturale e funz ionale de lle macromole cole biologiche . Infine , ve rranno
affrontate le te matiche , le s trate gie e le te cniche principali impie gate ne gli s tudi di prote omica.
Il cors o pre ve de s ia le z ioni frontali s ia (s e i finanz iame nti alla didattica lo pe rme ttono) e s e rcitaz ioni di
laboratorio. Ne lle ore di le z ione frontale , s aranno illus trate – anche con il s upporto di me z z i audiovis ivi le proprie tà de lle prote ine e de gli e nz imi, nonché de s critte le vie me taboliche fondame ntali. Ne lle ore
di laboratorio, s aranno pre s e in e s ame e me s s e in atto le principali me todologie biochimiche pe r
l'ide ntificaz ione , l'is olame nto, e lo s tudio s trutturale e funz ionale de lle prote ine .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Le conos ce nz e acquis ite , la capacità di utiliz z arle in pratica, s ono ve rificate ne l cors o di e s ami s critti,
con te s t che s i articole ranno in una s e z ione di quiz a ris pos ta multipla e d in una s e z ione di domande a
ris pos ta ape rta.
Tramite i te s t a ris pos ta multipla s aranno ve rificate s oprattutto le conos ce nz e acquis ite e la capacità di
-3-
compre nde re . Ne lle domande a ris pos ta ape rta, dove lo s tude nte dovrà ris ponde re s crive ndo un te s to
re lativame nte e s te s o s u un argome nto o s u un proble ma, ve rranno valutate le capacità di applicare
conos ce nz a e compre ns ione , nonchè l'autonomia di giudiz io e la capacità di e s porre ide e analis i con
chiare z z a e proprie tà.
I te s t s critti s aranno due , da s os te ne rs i in te mpi dive rs i.
La prima prova s critta riguarde rà il programma di Biochimica (s trutture -funz ione de lle prote ine e
me tabolis mo) e la s e conda riguarde rà il programma di Biochimica Applicata e Prote omica (Me todi di
laboratorio di bas e e te cniche prote omiche )
Soltanto dopo ave re s upe rato con s ucce s s o la prima prova s critta, lo s tude nte potrà acce de re alla
s e conda.
PROGRAMMA
Parte I
Struttura e funz ione de lle prote ine .
Gli aminoacidi. Il le game pe ptidico. La s truttura tridime ns ionale de lle prote ine : s trutture primaria,
s e condaria, te rz iaria e quate rnaria. Funz ione e d e voluz ione de lle prote ine . L'e moglobina come mode llo
di prote ina allos te rica. Gli e nz imi: conce tti di bas e e cine tica. Il mode llo di Michae lis -Me nte n. Inibiz ione
compe titiva e non compe titiva de ll'attività e nz imatica. Un e nz ima e s e mplare : la chimotrips ina. Strate gie
di re golaz ione de ll'attività e nz imatica.
Me tabolis mo
Fondame nti di bioe ne rge tica: DG0 e DG0'. L'ATP come mole cola e ne rge tica. Altre mole cole -chiave de l
me tabolis mo e ne rge tico: NADH, FADH2, coe nz imi e vitamine . I carboidrati: proprie tà e conce tti ge ne rali.
Glicolis i e fe rme ntaz ioni; ciclo de ll'acido citrico; via de l pe ntos o fos fato e glucone oge ne s i; me tabolis mo
de l glicoge no. La fos forilaz ione os s idativa: la cate na mitocondriale di tras portatori di e le ttroni; gradie nti
protonici e bios inte s i di ATP. Il me tabolis mo de gli acidi gras s i: vie de gradativa (be ta-os s idaz ione ) e
bios inte tica e loro re golaz ione . Bios inte s i e d utiliz z az ione de i corpi che tonici. De gradaz ione de gli
amminoacidi e ciclo de ll'ure a. Bios inte s i de gli amminoacidi e de i nucle otidi.
Parte II
Me todologie biochimiche di bas e .
Fraz ioname nto s ubce llulare . Es traz ione e purificaz ione di prote ine .
Te cniche e le ttrofore tiche e ce nni s ulle te cniche cromatografiche .
Te cniche immunochimiche e loro applicaz ioni.
Impie go de i radiois otopi ne ll'analis i biochimica.
Saggi e nz imatici e unità di attività.
Prote omica.
La prote omica, conce tti ge ne rali.
Prote omica s is te matica e bas i me todologiche de ll'approccio prote omico: e le ttrofore s i mono- e bidime ns ionale di prote ine ; s pe ttrome tria di mas s a accoppiata all'analis i di banche dati.
Studio prote omico de lle modificaz ioni pos t-traduz ionali.
Prote omica diffe re nz iale e prote omica funz ionale : e s ame de ttagliato di alcuni e s e mpi s ignificativi di
approcci prote omici allo s tudio di proble mi biologici.
T EST I
Parte I
David L. Ne ls on e Michae l M. Cox I Principi di Biochimica di Le hninge r (V e diz ione ) Zaniche lli, Bologna,
2010
Mary K. Campbe ll, Shawn O. Farre ll Biochimica (III e diz ione ) EdiSES, Napoli, 2009
Parte II
Re e d, Holme s , We ye rs & Jone s , Me todologie di bas e pe r le s cie nz e biomole colari, Zaniche lli, 2002
Pe r gli argome nti di prote omica, gran parte de lle le z ioni s i bas ano s u articoli s cie ntifici (in ingle s e )
me s s i a dis pos iz ione de gli s tude nti.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Me rcole dì
10:30 - 12:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Giove dì
8:30 - 10:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 30/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=a931
-4-
Bioinf ormat ica
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Barbara Mo nt anini
Re capito: 0521-905149 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/11 - biologia mole colare
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Obie ttivo principale de l cors o è l'acquis iz ione di me todi pe r l'analis i di s e que nz e biologiche e pe r la
rice rca in databas e di s e que nz e , domini e caratte ris tiche funz ionali. Parte ndo da s e que nz e primarie di
acidi nucle ici o prote ine è infatti pos s ibile ipotiz z arne la funz ione , la s toria e volutiva, la s truttura e la
localiz z az ione . Gli s trume nti utiliz z ati pe r raggiunge re que s ti obie ttivi s ono i databas e pubblici e i
programmi di analis i e vis ualiz z az ione .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Conos ce nz a e compre ns ione .
Gli s tude nti potranno acquis ire una conos ce nz a de i me todi pe r l'analis i di s e que nz e biologiche e pe r la
rice rca in databas e di s e que nz e e di domini, e d una buona familiarità con i databas e pubblici e i
programmi di analis i e vis ualiz z az ione
Capacità di applicare conos ce nz a e compre ns ione .
Attrave rs o le e s e rcitaz ioni guidate , gli s tude nti acquis iranno le compe te nz e di bas e ne ce s s arie pe r
affrontare lo s tudio di nuove s e que nz e biologiche , ipotiz z andone la funz ione , la s toria e volutiva, la
s truttura e la localiz z az ione
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Il cors o è organiz z ato in le z ioni che pre ve dono una bas e te orica affiancata a e s e rcitaz ioni in aula di
informatica pe r l'appre ndime nto de ll'us o di programmi di analis i e vis ualiz z az ione de i ris ultati.
Le e s e rcitaz ioni s aranno la bas e de ll'e s ame , che ve rrà condotto s otto forma di pre s e ntaz ione de i
ris ultati e domande s ulla parte te orica.
PROGRAMMA
Le z ioni te oriche
1. Informaz ioni biologiche e banche dati biologiche .
2. Alline ame nti e mis ure di s imilarità. Alline ame nti a coppie locali e globali. Matrici di s os tituz ione e
punte ggi di alline ame nto.
3. Me todi pe r la rice rca di s e que nz e in databas e .
4. Alline ame nti multipli di s e que nz e prote iche e il loro us o pe r l'infe re nz a funz ionale e s trutturale .
5. Cre az ione di patte rn e profili da alline ame nti multipli. Rice rca in databas e di profili, domini e motivi.
6. Pre diz ioni biochimiche -s trutturali di prote ine . Pre diz ione de lla localiz z az ione intrace llulare . Profili di
idrofobicità e topologia di prote ine ​di me mbrana.
7. Evoluz ione mole colare , filoge ne s i.
8. L'e ra de lla ge nomica: annotaz ione funz ionale s u s cala ge nomica
9. Clas s ificaz ione funz ionale de lle prote ine : ge ne ontology, pathway, ne twork
10. Inte rpre taz ione funz ionale di dati de rivanti da e s pe rime nti condotti s u larga s cala (tras crittomica,
che moge nomica…)
-5-
Le z ioni applicate
1. Proge ttaz ione di oligonucle otidi da utiliz z are in PCR
2. Analis i approfondita di s e que nz e prote iche
3. Inte rpre taz ione funz ionale di dati de rivanti da e s pe rime nti condotti s u larga s cala
T EST I
"BIOINFORMATICA", TRAMONTANO Anna, Ed. Zaniche lli
"INTRODUZIONE ALLA BIOINFORMATICA", VALLE Giorgio-HELMER CITTERICH Manue la-ATTIMONELLI
Marce lla-PESOLE Graz iano, Ed. Zaniche lli
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
10:30 - 12:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Giove dì
10:30 - 12:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 30/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=4c87
Biologia Molecolare e Laborat orio Int egrat o di Biot ecnologie III - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Simo ne Ot t o nello
Re capito: 0521-905646 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: BIO/11 - biologia mole colare
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
NOT A
Il cors o, di 8 CFU fino all'aa. 2010/11, pas s e rà a 9 CFU dall'aa. 2011/12
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
10:30 - 12:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Marte dì
10:30 - 12:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
11:30 - 13:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 10/03/2014 al 06/06/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=962f
Biologia: dalle cellule agli organismi - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 1000871
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Elena Maest riPro f . Ada Ricci
Re capito: 0521-905687 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 15
SSD: BIO/04 - fis iologia ve ge tale , BIO/13 - biologia applicata
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
-6-
OBIET T IVI
Italiano
Fornire le conos ce nz e di bas e s ulla ce llula e ucariotica, in particolare animale , e s ugli organis mi animali.
Fornire e s e mpi di applicaz ioni biote cnologiche di tali conos ce nz e . Fornire allo s tude nte il linguaggio e i
te rmini s pe cifici de lla biologia.
Il cors o s i s volge principalme nte con le z ioni frontali, in cui s i us ano pre s e ntaz ioni che illus trano i conce tti
fondame ntali. Le pre s e ntaz ioni s ono inte grate con approfondime nti s ulle applicaz ioni biote cnologiche
de gli organis mi animali, e occas ionalme nte con mate riale tratto dalla le tte ratura inte rnaz ionale .
Modulo di Biologia Ve ge tale :
Lo s tude nte avrà la pos s ibilità di acquis ire conos ce nz e di bas e re lative alla citologia, is tologia e d
anatomia de lle piante s upe riori (Spe rmatofite ). Succe s s ivame nte s aranno forniti ce nni riguardanti alcuni
de i più importanti proce s s i fis iologici, quali fotos inte s i, tras porto di acqua e s oluti, tras porto de i
fotos intati, az ione de i fitore golatori. Gli s tude nti avranno quindi le compe te nz e pe r pote r compre nde re il
funz ioname nto de gli organis mi ve ge tali. Inoltre s i forniranno e s e mpi di applicaz ioni biote cnologiche de gli
organis mi ve ge tali.
English
To provide bas e knowle dge about the e ukaryotic ce ll, animal in particular, and on animal organis ms . To
provide e xample s of biote chnological applications of the knowle dge . To provide to the s tude nt the
s pe cific language and te rms of biology.
The cours e is organis e d with frontal le cture s , us ing s lide s to illus trate the fundame ntal conce pts . The
s lide s are inte grate d with in de pth information about application of animal organis ms to biote chnology,
and at time s with mate rial take n from the inte rnational lite rature .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Italiano
Conos ce nz e s ull'organiz z az ione e s ulle funz ioni de lle ce llule e ucariotiche , de gli organis mi ve ge tali e
animali
Capacità di organiz z are una re laz ione s critta
Capacità di e s pos iz ione orale de gli argome nti
English
Knowle dge on the organis ation and function of e ukaryotic ce lls , plant and animal organis ms
Ability in organis ing a writte n e s s ay
Ability in oral e xplanations of s pe cific topics
PROGRAMMA
Italiano
Prima parte : Biologia ge ne rale
Introduz ione (ge ne rale approccio de lla biologia, me todo s cie ntifico)
Le bas i chimiche de lla vita (carbonio, acqua)
Macromole cole biologiche (carboidrati, lipidi, prote ine )
Come s i s tudiano le ce llule (micros copia, approcci s pe rime ntali)
La ce llula in ge ne rale (s trutture principali)
Me mbrane e tras porto
Enz imi, me tabolis mo e re s piraz ione ce llulare
Ciclo ce llulare , mitos i, me ios i
Se conda parte : Biologia ve ge tale
Ce nni di tas s onomia ve ge tale (Briofite , Pte ridofite , Spe rmatofite )
La ce llula ve ge tale , pe culiarità
Pare te ce llulare , plas tidi, vacuolo
-7-
Forma e funz ione ne lle Spe rmatofite
Te s s uti me ris te matici e de finitivi
Anatomia di radice , fus to, foglia
Tras porto de ll'acqua e de i s oluti
La fotos inte s i e la fotore s piraz ione
Tras porto de i fotos intati
Re golaz ione de llo s viluppo
Riproduz ione
Te rz a parte : Biologia animale
Protis ti e Funghi
Dive rs ità animale : Porife ri, Ce le nte rati, Plate lminti, Rotife ri, Ne matodi, Mollus chi, Ane llidi,
Artropodi, Echinode rmi e Cordati
Organiz z az ione tis s utale de gli animali e ome os tas i
Organiz z az ione de gli animali, ge ne ralità
Apparati e funz ioni: te gume ntale , mus colare , s che le trico, dige re nte , re s piratorio, circolatorio,
e s cre torio, ne rvos o e organi di s e ns o, immunitario, e ndocrino, ge ne ralità s ulla riproduz ione
English
Firs t part: Ge ne ral biology
Introduction (ge ne ral approache s in biology, s cie ntific me thod)
The che mical bas e s of life (carbon, wate r)
Biological macromole cule s (carbohydrate s , lipids , prote ins )
How to s tudy ce lls (micros copy, e xpe rime ntal approache s )
The ce ll s tructure (main s tructure s )
Me mbrane s and trans port
Enz yme s , me tabolis m and re s piration
Ce ll cycle , mitos is , me ios is
Se cond part: Plant biology
Fundame ntals of plant taxonomy (Bryophyte s , Pte ridophyte s , Gimnos pe rms , Angios pe rms )
The plant ce ll, s pe cific fe ature s
Ce ll wall, plas tids , vacuole
Form and function in Spe rmatophyte s
Me ris te matic and de finitive tis s ue s
Anatomy of root, s te m, le af
Trans port of wate r and s olute s
Photos ynthe s is and photore s piration
Trans port of photos ynthate s
Re gulation of plant de ve lopme nt
Re production
Third part: Animal biology
Protis ts and Fungi
Animal dive rs ity: Porife ra, Cnidaria, Platyhe lminthe s , Rotife ra, Ne matoda, Mollus ca, Anne lida,
Arthropoda, Echinode rmata and Chordata
Tis uue organis ation of animals and homoe os tas is
Organis ation of animals , ge ne ral conce pts
Sys te ms and functions : inte gume ntary, mus culos ke le tal, dige s tive , re s piratory, cardiovas cular,
urinary, ne rvous s ys te m and s e ns e organs , immune s ys te m, e ndocrine s ys te m, re production
T EST I
Campbe ll-Re e ce BIOLOGIA, ottava e diz ione . Pe ars on, 2009
Made r BIOLOGIA: L'ESSENZIALE. Piccin, 2012
Pe r il s olo modulo di BIOLOGIA VEGETALE s i cons iglia gli s tude nti di avvale rs i di uno de i s e gue nti te s ti:
- Biologia de lle Piante , volume 1 Evoluz ione -Sviluppo-Me tabolis mo, e d. Zaniche lli, autori Smith, Coupland,
Dolan, Harbe rd, Jone s , Martin, Sablows ki, Ame y
oppure
-8-
- Biologia de lle Piante , e d. Zaniche lli, autori Ros t, Barbour, Stocking, Murphy
oppure
- Introduz ione alla Biologia Ve ge tale , e d. McGraw-Hill, autori Ste rn, Bidlack, Jans ky
NOT A
Italiano
ATTENZIONE: dall'aa. 2011/12 il cors o cons te rà di s oli due moduli ris pe ttivame nte di 9 CFU (Prof. s s a
Mae s tri) e 6 CFU (Prof.s s a Ricci).
Modalità di ve rifica
L'e s ame de l modulo 2 (Biologia ge ne rale e animale )è orale . Pe r acce de re lo s tude nte de ve pre s e ntare
un te s to originale compos to da due parti: 1-approfondime nto s u un gruppo di animali, di cui dis cute re le
caratte ris tiche e le applicaz ioni in biote cnologia; 2-comme nto a una s e rie di pre parati is tologici di
mammife ri, forniti come immagini.
La valutaz ione de l te s to s critto concorre al punte ggio de l voto parz iale pe r il 15%.
L'orale compre nde due domande . La prima riguarda la s truttura e le funz ioni de lla ce llula animale , e il
s uo s upe rame nto è indis pe ns abile pe r acce de re alla s e conda. Concorre al voto parz iale pe r il 50%.
La s e conda domanda riguarda s truttura e funz ioni di un apparato de i mammife ri, e concorre al voto
parz iale pe r il 35%.
Il voto de l modulo 2 cos ì compos to concorre alla formaz ione de l voto finale de ll'ins e gname nto inte grato
in proporz ione ai cre diti, cioè pe r 9/15.
Ve rifica de lle capacità (de s crittori di Dublino):
-le conos ce nz e ve ngono ve rificate con le domande de ll'e s ame orale
-l'applicaz ione de lle conos ce nz e vie ne ve rificata con la re laz ione s critta, e durante l'orale
-la abilità comunicativa s critta e orale e la capacità di appre ndime nto ve ngono ve rificate ne lle dive rs e
fas i de ll'e s ame .
L'e s ame de l modulo 1 (Biologia Ve ge tale ) è orale : tramite domande s pe cifiche ve rrà valutata la
conos ce nz a de lla citologia, is tologia e d anatomia de gli organis mi ve ge tali. Que s ta parte pe s e rà pe r il
70% de l voto finale . Domande più ge ne rali ve rte ranno s ulla parte re lativa ai proce s s i fis iologici, che
concorre rà pe r il re s tante 30% alla de finiz ione de l voto.
English
The e xam for module 2 (ge ne ral and animal biology) is oral. To acce s s the e xam, the s tude nt mus t
de live r an original te xt made of two parts : 1-dis cus s ion about a group of animals , highlighting the main
fe ature s and the applications to biote chnology; 2-comme nt to a s e rie s of hys tological s lide s of
mammals , provide d as image s .
The e valuation of the te xt contribute s to the mark for 15%.
The oral e xam include s two que s tions . The firs t one is on s tructure and functions of the animal ce ll, and
mus t be s ucce s s fully comple te d to gain acce s s to the s e cond one . Contribution to the mark is 50%.
The s e cond que s tion conce rns s tructure and functions of an apparatus of mammals , and contribute s to
the mark as 35%.
The mark of module 2, made up as de s cribe d, contribute s to the final mark of the cours e in proportion to
the numbe r of cre dits , i.e . 9/15.
Ve rification of abilitie s (Dublin de s criptors ):
-knowle dge is ve rifie d with the que s tions in the oral e xams
-application of knowle dge is ve rifie d through the writte n te xt, and in the e xam
-communication s kills and le arning s kills are ve rifie d in the diffe re nt parts of the e xam.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
11:30 - 13:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Marte dì
11:30 - 13:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
11:30 - 13:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Ve ne rdì
11:30 - 13:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 13/10/2014 al 23/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=fdab
Biot ecnologie applicat e - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Mart a Marmiro li
Re capito: 0521-905107 [[email protected]]
-9-
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/13 - biologia applicata
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
PROGRAMMA
Programma de l cors o Biote cnologie Ve ge tali Applicate , AA 2011-2012
Organis mi mode llo pe r le biote cnologie
Arabidops is thaliana L He ynn
Colture in vitro e s te rilità
Micropropagaz ione
Te rre ni di cre s cita s inte tici pe r organis mi ve ge tali e ormoni ve ge tali
Epige ne tica
Variaz ioni s omaclonali
Colture di calli
Embrioge ne s i s omatica
Es traz ione de l DNA da varie matrici ve ge tali, me todi, e s e mpi
Quantificaz ione DNA e d RNA, me todi, e s e mpi
Prime rs
PCR
Enz imi di re s triz ione
Clonaggio ge nico
Libre rie ge niche
Ce nni s ui conce tti principali de l s is te ma immunitario umano
Saggi ELISA, tipologie principali e us i
Es traz ione , coltura incrocio di protoplas ti (e s e mpi)
Piante aploidi: androge ne s i e ginoge ne s i: us o biote cnologico
Ploidità: variaz ioni e cons e gue nz e fe notipiche (e s e mpi), le chime re (e s e mpi)
Triticace ae : T. ae s tivum e T. durum, e voluz ione e diffe re nz e , us i
Prote ine de l T. durum
Frutti s e nz a s e mi e frutti comme rciali
Me tabolis mo s e condario ve ge tale : principi di bas e
Pathway de ll'acido s hikimico
Ce nni s ul s is te ma ne rvos o umano
Alcaloidi ve ge tali: caratte riz z az ione e applicaz ioni in farmacologia, me dicina e biote cnologie
Morfina: pathway me tabolico bios inte tico, az ione s ull'organis mo umano, funz ioni
Te rpe ni e Carote noidi, e s e mpi
Is opre noidi, e s e mpi
Compos ti fe nolici ve ge tali, e s e mpi
Fitoale s s ine : funz ione , e s e mpio
- 10 -
T EST I
Ve de re is truz ioni date durante le le z ioni
NOT A
ATTENZIONE: il cors o, che ne ll'aa. 2010/11 e ra di 9 CFU, ne ll'aa. 2011/12 pas s a a 6 CFU.
ATTENZIONE! L'appe llo de l 20 MAGGIO è s tato duplicato pe r e rrore , gli s tude nti pos s ono is crive rs i
indiffe re nte me nte ne ll'uno o ne ll'altro
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
10:30 - 12:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Giove dì
10:30 - 12:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 14/10/2014 al 30/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=a5d6
Chimica analit ica - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Maria Careri
Re capito: 0521-905477 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: CHIM/01 - chimica analitica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Il cors o s i propone di fornire agli s tude nti noz ioni avanz ate de lle principali te cniche analitiche
s trume ntali, con particolare riguardo alle te cniche analitiche s pe ttros copiche e s e parative , e de lle fas i di
un proce s s o analitico. Obie ttivo de l cors o è inoltre orie ntare gli s tude nti ad una valutaz ione critica de i
ris ultati s pe rime ntali e de lle pote nz ialità de lle te cniche utiliz z ate ne l campo de lle biote cnologie .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Appre ndime nto de i conce tti di bas e de lla chimica analitica s trume ntale . Acquis iz ione di un linguaggio
formalme nte corre tto, e laboraz ione di colle game nti tra le dive rs e parti de l cors o. Valutaz ione critica
de lle te cniche analitiche s trume ntali e corre tta clas s ificaz ione de i me todi analitici. Valutaz ione critica de i
parame tri di qualità de i me todi.
Le conos ce nz e acquis ite e la capacità di compre ns ione de i conce tti trattati s ono ve rificati attrave rs o un
e s ame orale .
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Illus traz ione di cas i di s tudio applicativi de lle te cniche analitiche s trume ntali in campo alime ntare ,
ambie ntale , biologico con rife rime nto alle biote cnologie .
Slide s de l cors o a dis pos iz ione de gli s tude nti.
PROGRAMMA
Fas i di un proce s s o analitico. Campioname nto. Introduz ione alle te cniche di analis i s trume ntale
Clas s ificaz ione de lle te cniche analitiche s trume ntali. Clas s ificaz ione de i me todi analitici e crite ri di
s ce lta.
De finiz ione di parame tri di valutaz ione de i me todi analitici. Inte rvallo di line arità di ris pos ta, limite di
rive laz ione , s e ns ibilità, s e le ttività, pre cis ione , accurate z z a.
Me todi di de te rminaz ione de lle conce ntraz ioni; calibraz ioni con s tandard e s te rni, me todo de ll'addiz ione
- 11 -
s tandard; us o di s tandard inte rni.
Te cniche s pe ttros copiche
Origine de gli s pe ttri; corre laz ione tra trans iz ioni e ne rge tiche e z one s pe ttrali di as s orbime nto e d
e mis s ione .
Spe ttrofotome tria mole colare UV-vis ibile in as s orbime nto e fluore s ce nz a.
Re laz ione tra s truttura e le ttronica e bande s pe ttrali. Strume ntaz ione pe r s pe ttrofotome tria di
as s orbime nto UV-vis ibile mole colare . Sorge nti, monocromatore , rive latori. Rive latore a s e rie di diodi.
De finiz ione di tras mittanz a e di as s orbanz a. Le gge di Lambe rt-Be e r. Applicaz ioni all'analis i quantitativa.
Strume ntaz ione pe r s pe ttrofotome tria di fluore s ce nz a UV-vis ibile mole colare . Effe tto de lla te mpe ratura
s ulla fluore s ce nz a. Re s a quantica. Es e mpi di fluore s ce nz a di biomole cole . Sonde fluore s ce nti pe r
prote ine e DNA.
Spe ttrofotome tria mole colare in as s orbime nto IR.
Origine de gli s pe ttri; re laz ione tra modi di vibraz ione e z one di as s orbime nto. Strume ntaz ione :
s pe ttrofotome tro FT-IR, applicaz ioni alla caratte riz z az ione di s os tanz e .
Spe ttrofotome tria di as s orbime nto atomico
Origine de gli s pe ttri atomici, s trume ntaz ione : s orge nti, s is te mi di atomiz z az ione . Inte rfe re nz e non
s pe ttrali. Trattame nto de i campioni pe r la de te rminaz ione di me talli a bas s e conce ntraz ioni. Pre s taz ioni
de i dive rs i s is te mi di atomiz z az ione .
Spe ttrofotome tria di e mis s ione atomica
Strume ntaz ione : s orge nte ICP, monocromatori ad alta ris oluz ione , rive latori. Pre s taz ioni de lla te cnica
pe r analis i di e le me nti.
Spe ttrome tria di mas s a
Principi. Strume ntaz ione : s orge nti (ioniz z az ione e le ttronica, ioniz z az ione chimica, ioniz z az ione
e le ctros pray). Analiz z atori a s e ttore magne tico, quadrupolari, a trappola ionica, a te mpo di volo.
Rive latori.
Te cniche s e parative
Principi di cromatografia. Cromatografia in fas e gas s os a e d in fas e liquida.
Parame tri cromatografici. Te mpo di rite nz ione . Te mpo di rite nz ione corre tto. Fattore di capacità. Fattore
di s e paraz ione . Ris oluz ione . Efficie nz a di una colonna cromatografica.
Gas cromatografia
Me ccanis mi di inte raz ione in cromatografia gas -s olido e gas -liquido. Fas i s taz ionarie liquide e s olide .
Strume ntaz ione : inie ttori, colonne , rive latori. Colonne capillari. Rive latori unive rs ali e s e le ttivi.
Accoppiame nto gas cromatografia-s pe ttrome tria di mas s a. Ope raz ioni in is ote rma e in programmata di
te mpe ratura. Me todo de llo s tandard inte rno pe r de te rminaz ioni quantitative .
Cromatografia liquida
Me ccanis mi di s e paraz ione s u fas i s taz ionarie s olide e liquide . Clas s i di polarità di s os tanz e e di fas i
s taz ionarie . Cromatografia di ads orbime nto, ripartiz ione , s cambio ionico, e s clus ione mole colare .
Strume ntaz ione pe r HPLC, colonne , pompe , rive latori. Eluiz ione in is ocratica e in gradie nte di e luiz ione .
Accoppiame nto cromatografia liquida-s pe ttrome tria di mas s a: s orge nte /inte rfaccia e le ctros pray.
T EST I
D.A. Skoog, F. J. Holle r, S.R. Crouch Chimica Analitica Strume ntale , EdiSES, 2009.
K.A. Rubins on, J.F. Rubins on, Chimica Analitica Strume ntale , Zaniche lli, 2002.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
13:30 - 15:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
13:30 - 15:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 20/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=577e
Chimica bio-organica
- 12 -
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 1004401
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Arnaldo Do ssena
Re capito: 0521 905413 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: CHIM/06 - chimica organica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Facoltativa
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Obie ttivo de l modulo di chimica bioorganica è lo s tudio de lle principali vie biologiche che portano alla
produz ione di me taboliti s e condari. Tali compos ti s i trovano s olo in s pe cifici organis mi o gruppi di
organis mi e s ono e s pre s s ione de lla individualità de lla s pe cie . Sarà, inoltre , dis cus s o il ruolo me tabolico,
fis iologico e farmace utico che tali compos ti hanno ne gli organis mi che li producono, oppure ne gli
organis mi che ve ngono in contatto con tali mole cole .
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Dis ponibilità de l doce nte , in orari dive rs i da que lli de lle le z ioni, alla dis cus s ione de i te mi di
ins e gname nto e d alla e ffe ttuaz ione di s e minari inte grativi riguardanti te mi non pre vis ti ne l cors o
PROGRAMMA
Chimica Bioorganica
Modulo 1Ene rgia, lavoro, ordine ; cons e rvaz ione de ll'e ne rgia e le ggi de lla te rmodinamica; flus s i di e ne rgia in
natura e ne i s is te mi non all'e quilibrio. Evoluz ione ne i s is te mi biologici; chimica pre biotica, omochiralità
biologica, prokarioti e d e ukarioti, Catabolis mo, fotofos forilaz ione . Enz imi e coe nz imi; ruolo di e nz imi e
coe nz imi ne lla catalis i biologica; gruppi pros te tici, vitamine .
Modulo 2Te rpe ni; bioge ne s i te rpe nica, monote rpe ni, s e s quite rpe ni, dite rpe ni, gomma naturale ; s quale ne e
fitoe ne , carote noidi, ciclo vis ivo.
Ste roidi; bioge ne s i s te roidica, s quale ne , lanos te rolo, cole s te rolo; corticos te roidi, ormoni s e s s uali, acidi
biliari; implicaz ioni fis iologiche .
Acidi gras s i; bioge ne s i de gli acidi gras s i s aturi, monoins aturi, poliins aturi; Bioge ne s i di pros taglandine ,
tromboxani, le ukotrie ni, lipos s ine ; ruolo fis iologico.
Ace toge nine ; bioge ne s i de lle ace toge nine , flavanoidi.
Antibiotici; bioge ne s i e ruolo fis iologico de gli antibiotici; me ccanis mi di az ione de gli antibiotici.
Acido s hikimico; bioge ne s i de llo s hikimato; ammino acidi aromatici, te tracicline .
Alcaloidi; nome nclatura, clas s ificaz ione e ruolo biologico; ce nni di bioge ne s i
T EST I
P. M. De wick, Chimica, bios inte s i e bioattività de lle s os tanz e naturali, Piccin, Padova
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
8:30 - 10:30
Aula 2 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Ve ne rdì
8:30 - 10:30
Aula 2 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 30/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=4d80
Chimica Generale ed Inorganica - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 00130
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Gio rgio Pelo si
Re capito: 0521-905420 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: CHIM/03 - chimica ge ne rale e inorganica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
- 13 -
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Italiano
Conos ce nz e e compre ns ione : il cors o di "Chimica Ge ne rale e d Inorganica" ha lo s copo di fornire agli
s tude nti di Biote cnologie i conce tti fondame ntali de lla Chimica ne ce s s ari pe r inte rpre tare a live llo
mole colare i fe nome ni biologici.
Il cors o cons ta di 9 CFU de i quali 7 di didattica frontale e 2 di e s e rcitaz ioni di calcolo e di laboratorio.
La parte te orica è s uddivis a in quattro s e z ioni, cias cuna de lle quali fornis ce gli s trume nti chimici di bas e
pe r il futuro biote cnologo, vale a dire :
1. Implicaz ioni de lla te oria atomica e mole colare (chimica inorganica, nome nclatura e s te chiome tria)
2. Te oria de l le game chimico (s truttura atomica, te oria de l le game s e condo Le wis , te oria VSEPR, te oria
VB e MO) 3. Te rmodinamica chimica (i tre principi de lla te rmodinamica applicati alla chimica, e quilibri in
s oluz ione , ce nni di e le ttrochimica)
4. Cine tica chimica.
La parte di e s e rcitaz ioni di calcolo mira a concre tiz z are la te oria trattata a le z ione me tte ndo in e vide nz a
i protocolli da applicare ne lle dive rs e tipologie di proble mi (bilanciame nti, calcoli s te chiome trici, calcoli di
pH e tc). Que lla di laboratorio è indiriz z ata allo s viluppo de lle capacità di os s e rvaz ione e alle abilità di
comunicaz ione orale e s critta. Una particolare atte nz ione ve rrà data all'us o corre tto de l linguaggio
s pe cialis tico de lla chimica.
Applicaz ione de lle conos ce nz e : Le conos ce nz e imparate a le z ione ve ngono concre tiz z ate con
e s e rcitaz ioni di calcolo e d e s e rcitaz ioni di laboratorio. Ne l cors o de lle e s e rcitaz ioni pratiche gli s tude nti
de vono te ne re un quade rno di laboratorio ne l quale de vono riportare il lavoro s volto e d i ris ultati
de ll'e s pe rime nto condotto.
Capacità di comunicare : il cors o porta all'acquis iz ione di linguaggio te cnico-s pe cialis tico che pe rme tte
allo s tude nte di dialogare s u argome nti di tipo chimico utiliz z ando un linguaggio formale corre tto.
English
Knowle dge and unde rs tanding: the cours e of "Ge ne ral and Inorganic Che mis try" is aime d at e quipping
the Biote chnology s tude nts with the fundame ntal conce pts of Che mis try ne ce s s ary to inte rpre t the
biological phe nome na at mole cular le ve l. The cours e is 9 CFU of which 7 of le cturing and 2 of
s toiche iome try and laboratory activitie s . The the ore tical part is divide d into four s e ctions , e ach of which
give s the s tude nts the bas ic che mical tools ne ce s s ary for the future biote chnologis t, that is :
1. Implications of the atomic and mole cular the ory of matte r (inorganic che mis try, nome nclature and
s toiche iome try)
2. The ory of the che mical bond (atom s tructure , bond the ory according to Le wis , VSEPR the ory, VB and
MO the ory)
3. Che mical the rmodinamics (the thre e principle s of the rmodynamics applie d to che mis try, s olution
e quilibria, bas ics of e le ctroche mis try)
4. Che mical kine tics .
The computational part aims at us ing the tools le arnt in the the ore tical part giving e mphas is to the
protocols that mus t be applie d in the diffe re nt proble m typologie s (che mical e quation balance ,
s toiche iome try, pH calculations e tc). The laboratory part is aime d at de ve loping obs e rvation and
communication s kills both in oral and in writte n form. A particular atte ntion will be de vote d to a corre ct
us age of the s pe cialis tic language of Che mis try.
Knowle dge application: the knowle dge acquire d during the le cture s will be concre tiz e d with
computational e xe rcis e s and laboratory e xpe rime nts . During the practical training s tude nts are
re que s te d to ke e p a laboratory log-book in which the y take note of all the work carrie d out and the
re s ults of the e xpe rime nt done in e ach lab s e s s ion.
Communication s kills : the cours e le ads to the acquis ition of a te chnical language that allows the
s tude nts to communicate with s pe cialis ts in the fie ld of che mis try us ing a formally corre ct language .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Italiano
- 14 -
I ris ultati de ll'appre ndime nto s ono ve rificati attrave rs o un e s ame finale s critto che cons ta di una s e rie di
13 domande de lle quali:
1. Quattro s ui conce tti de lla te oria atomica e mole colare (10 punti)
2. Tre s ulla te oria de l le game chimico (6 punti)
3. Quattro s ulla te rmodinamica chimica (10 punti)
4. Due s ulla cine tica chimica (4 punti)
Affinché l'e s ame s ia s upe rato tuttavia non bas ta accumulare 18 punti, ma lo s tude nte dovrà otte ne re
alme no la me tà de i punti as s ociati a cias cuna s e z ione .
English
The acquire d knowle dge and the compre he ns ion of the conce pts taught in the cours e will be ve rifie d
through a final writte n te s t.
The te s t cons is ts of 13 que s tions of which:
1. four about the atomic and mole cular the ory (10 points )
2. thre e about the che mical bond the ory (6 points )
3. four about che mical the rmodynamics (10 points )
4. two about che mical kine tics (4 points )
The e xam is pas s e d only if the s tude nt has gathe re d at le as t 18 points and has obtaine d for e ach
que s tion at le as t half of the as s ociate d points .
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Italiano
Il doce nte fornis ce on-line de l mate riale didattico di s upporto che non s i trova s ul te s to adottato. Su
richie s ta de gli s tude nti il doce nte è dis ponibile a fare tutorato in aula, in particolare in vis ta de gli e s ami.
English
Te aching mate rial not include d in the adopte d te xtbook is downloadable from the inte rne t. On s tude nts '
re que s t tutoring is available , in particular in proximity of the e xams .
PROGRAMMA
Italiano
Te oria atomica e mole colare
Atomi e d e le me nti - Compos ti e mole cole – Nome nclatura chimica Inorganica - Re az ioni chimiche :
introduz ione - Le re az ioni in s oluz ione acquos a
Struttura atomica e mole colare
La s truttura de ll'atomo - Configuraz ione e le ttronica de gli atomi e pe riodicità - Conce tti di bas e s ul
le game chimico e s ulla s truttura mole colare : Te oria di Le wis e VSEPR (forma e polarità de lle mole cole ),
Te oria VB (ibridiz z az ione ) e Te oria MO (applicaz ione con mole cole biatomiche omo- e e te ronucle ari) Te rmodinamica
Stati di aggre gaz ione de lla mate ria - I gas e d il loro comportame nto - Forz e inte rmole colari Te rmodinamica: i principi de lla te rmodinamica e le loro implicaz ioni ne l conte s to chimico – Te rmochimica
- La s pontane ità de lle re az ioni chimiche : l'e ntropia e l'e ne rgia libe ra di Gibbs - Equilibrio chimico: conce tti
ge ne rali - La chimica de gli acidi e de lle bas i - Sis te mi tampone – Solubilità Cine tica
Ve locità di re az ione – Equaz ioni cine tiche – Ordine di re az ione – Equaz ione di Arrhe nius – Te oria de llo
s tato attivato - Me ccanis mi de lle re az ioni chimiche –
Es e rcitaz ioni
- 15 -
Ste chiome tria. Bilanciame nto de lle re az ioni chimiche . Re age nte limitante .
Principi de ll'analis i
volume trica. Equilibri in s oluz ione . Calcolo de l pH in s oluz ioni di acidi e bas i de boli. Soluz ioni tampone .
Calcoli di s olubilità.
English
Atomic the ory
Atoms and e le me nts - Compounds and mole cule s - Nome nclature of Inorganic Compounds - Che mical
re actions : an ove rvie w - Re actions in aque ous s olution
Atomic and mole cular s tructure
The s tructure of the atom - Ele ctronic configuration of atoms and pe riodicity - Bas ics on mole cular
s tructure and che mical bonding: Le wis and VSEPR the ory, VB the ory (hybridiz ation) and MO the ory
(application with homo- and he te ronucle ar diatomic mole cule s )
The rmodynamics
State s of matte r - Gas e s and the ir be haviour - Inte rmole cular force s - The rmodynamics : the principle s
of the rmodynamics and the ir implications in che mis try - The rmoche mis try - The s pontane ity of che mical
re actions : e ntropy and Gibbs fre e e ne rgy - Equilibrium: ge ne ral conce pts - The che mis try of we ak acids
and bas e s - Buffe r s olutions - Solubility
Kine tics
Re action rate - kine tic e quations - Re action orde r - Arrhe nius e quation - Activate d comple x the ory Me chanis ms in Che mical Re actions Tutorials
Stoiche iome try. Balancing che mical re actions . Limiting re age nt. Principle s of volume tric analys is .
Equilibria in s olution. Calculation of pH in s olutions of we ak acids and bas e s . Buffe r s olutions . Calculations
of s olubility.
T EST I
Laird B.B. CHIMICA GENERALE McGrawHill Companie s , Milano 2010 ISBN: 8838665605
Altri te s ti cons igliati
Chang R. FONDAMENTI DI CHIMICA GENERALE McGraw Hill Companie s , Milano 2009 ISBN: 9788838664991
Tro - CHIMICA un approccio mole colare - e d Edis e s , Napoli 2011
NOT A
ATTENZIONE: il cors o, che fino all'aa. 2010/11 e ra di 7 CFU, dall'aa. 2011/12 pas s a a 9 CFU.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
8:30 - 11:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Giove dì
9:30 - 11:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Ve ne rdì
9:30 - 11:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 13/10/2014 al 13/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=8e 7a
Chimica indust riale
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Mart a Cat ellani
Re capito: +39 0521 905415 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
- 16 -
SSD: CHIM/04 - chimica indus triale
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Conos ce nz e : il cors o è dire tto a fornire le conos ce nz e di bas e e gli as pe tti più rile vanti de ll'impie go di
polime ri s inte tici in biote cnologia.
Capacità di compre ns ione applicate , autonomia di giudiz io, abilità comunicative : allo s tude nte vie ne
richie s to di pre s e ntare durante l'e s ame orale un argome nto da lui approfondito; que s to s timola la
ne ce s s ità di acquis ire e us are corre nte me nte un linguaggio formalme nte corre tto, la capacità di
e s prime re i conte nuti in modo chiaro e line are e di fare colle game nti con la parte te orica e gli e s e mpi
pre s e ntati ne l cors o. Inoltre porta lo s tude nte a formulare un giudiz io pe rs onale , s ulla bas e de lla
proprie conos ce nz e , s ulla s os te nibilità de i mate riali di cui parla, e la fattibilità de i proge tti pre s i in
e s ame .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Appre ndime nto di conos ce nz e di bas e s ui polime ri e in particolare s ui polime ri di inte re s s e in
biote cnologie . Acquis iz ione di un linguaggio formalme nte corre tto, capacità di e s prime re le conos ce nz e
acquis ite e i conce tti con linguaggio chiaro e line are , e laboraz ione di colle game nti tra le varie parti de l
cors o e conos ce nz e acquis ite in pre ce de nz a.
Le conos ce nz e acquis ite e la capacità di compre ns ione de i conce tti trattati s ono ve rificati attrave rs o l'
e s ame orale durante il quale lo s tude nte de ve dimos trare di s ape r approfondire uno de gli argome nti
trattati de l cors o, cioè di rius cire a re pe rire in le tte ratura, compre nde re , de s crive re e comme ntare un
e s e mpio in modo autonomo e critico.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Il mate riale didattico è s caricabile dagli s tude nti s ul we b.
Il doce nte fornis ce i te s ti bibliografici di rife rime nto.
Inoltre lo s tude nte può e s s e re s upportato dal doce nte (durante le re golari ore di rice vime nto o a
richie s ta) ne lla proge ttaz ione de lla pre s e ntaz ione de ll'argome nto s ce lto pe r l'e s ame , in
particolare s ulla s ce lta de l mate riale da pre s e ntare e s ulla compre ns ione de i te s ti trovati.
PROGRAMMA
De finiz ioni, nome nclatura; principali proprie tà; cris tallinità, s olubilità, punto di fus ione , s tato di trans iz ione
ve tros a; dis tribuz ione de i pe s i mole colari; s truttura de i polime ri; conformaz ione e configuraz ione .
Proprie tà me ccaniche e re ologiche .
Ce nni s ui me todi di otte nime nto de i polime ri e s ui proce s s i di polime riz z az ione .
Copolime ri
Ce nni s ulla clas s ificaz ione de i polime ri
Polime ri da fonti rinnovabili e loro utiliz z i
Polime ri in me dicina
Polime ri pe r l'inge gne ria tis s utale
Polime ri ne lla compos iz ione de i farmaci
T EST I
Mate riale fornito dal doce nte
F.W. Billme ye r, Te xtbook of polyme r s cie nce , Inte rs cie nce Publis he rs , J.Wile y and s ons , 1966 (pos s ibile
pre s tito pre s s o Bibliote ca Chimica)
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
10:30 - 12:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Me rcole dì
10:30 - 12:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Lezio ni: dal 03/03/2014 al 06/06/2014
- 17 -
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=11e f
Chimica Indust riale
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Do t t . Ro bert a Pinalli (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521/905464 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: CHIM/04 - chimica indus triale
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Il cors o s i propone di dare le conos ce nz e di bas e e gli as pe tti più rile vanti de ll'impie go di polime ri
s inte tici in biote cnologia.
Ne lla prima parte de l cors o ve rrà introdotto il conce tto di polime ro, ve rranno illus trate le principali
proprie tà de i polime ri e ve rranno s pie gate le te cniche più comuni pe r otte ne re e caratte riz z are i
polime ri.
La s e conda parte de l cors o riguarde rà la proge ttaz ione , la s inte s i e l'utiliz z o di polime ri ne l campo de lle
biote cnologie .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Lo s tude nte impare rà il conce tto di polime ro, come s i s inte tiz z a e il s uo utiliz z o ne lla vita pratica
PROGRAMMA
De finiz ioni e nome nclatura de i polime ri; principali proprie tà de i polime ri; noz ioni s ulla cris tallinità,
s olubilità, punto di fus ione e s tato di trans iz ione ve tros a de i polime ri; cos 'è e come s i de te rmina la
dis tribuz ione de i pe s i mole colari; s truttura, conformaz ione e configuraz ione de i polime ri.
Proprie tà me ccaniche e re ologiche de i polime ri.
Ce nni s ui me todi di otte nime nto de i polime ri e s ui proce s s i di polime riz z az ione .
Cos a s ono e come s i otte ngono i copolime ri
Ce nni s ulla clas s ificaz ione de i polime ri
Polime ri da fonti rinnovabili e loro utiliz z i
Polime ri in me dicina
Polime ri pe r l'inge gne ria tis s utale
Polime ri ne lla compos iz ione de i farmaci
T EST I
Dis pe ns e de lle le z ioni e rife rime nti citati
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=d2cf
Chimica organica e bio-organica - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 1004363
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Ro bert o Co rradini
Re capito: +39 0521 905406 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: CHIM/06 - chimica organica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Acquis ire conos ce nz a de lla s truttura e de lla re attività di mole cole organiche , con particolare rife rime nto
ai compos ti biologici. Acquis ire conos ce nz a ne lla clas s ificaz ione e de lla nome nclatura de i compos ti
organici me diante l'individuaz ione de i gruppi funz ionali che li caratte riz z ano e , tramite que s ti,
de s crive rne la re attività. Appre nde re i conce tti di is ome ria, conformaz ione e s te re ochimica de lle
mole cole organiche e de lle cons e gue nz e di que s te ne i s is te mi biologici. Acquis ire conos ce nz e riguardo
- 18 -
mole cole organiche e de lle cons e gue nz e di que s te ne i s is te mi biologici. Acquis ire conos ce nz e riguardo
ai principali conce tti che gove rnano la re attività de i compos ti organici in re az ioni di tipo radicalico,
e le ttrofilo o nucle ofilo. Conos ce re i gruppi funz ionali e le proprie tà di alcune importanti clas s i di
mole cole biologiche quali i carboidrati, i triglice ridi e gli ammino acidi.
De s crive re i biopolime ri fondame ntali pe r i s is te mi biologici: polis accaridi, pe ptidi e acidi nucle ici, le loro
caratte ris tiche chimiche , il loro ruolo biologico e i fondame nti de lla s inte s i chimica di que s te mole cole .
Acquis ire e s pe rie nz a s ulle principali te cniche di laboratorio di purificaz ione e modificaz ione di compos ti
organici.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Acquis ire conos ce nz e e capacità di compre ns ione caratte riz z ato dall'us o di libri di te s to avanz ati di
Chimica Organica. Capacità di applicare le conos ce nz e di Chimica Organica con un approccio
profe s s ionale , di ide are , s os te ne re argome ntaz ioni e ris olve re proble mi ne l campo de lla Chimica
Organica; acquis ire la maturità e le conos ce nz e ne ce s s arie pe r intrapre nde re s tudi s ucce s s ivi con un
buon grado di autonomia.
Padronanz a de lla s truttura de i compos ti organici de lla loro rappre s e ntaz ione e de i formalis mi de lla
Chimica Organica.
Conos ce nz a de llle principali clas s i di mole cole organiche e de lle principali tipologie di re az ioni di
compos ti organici.
Conos ce nz a de i gruppi funz ionali, inparticolare que lli cos titue nti de lle biomole cole .
Struttura e re attività de i compos ti di inte re s s e biologico, carboidrati, lipidi, pe ptidi e acidi nucle ici.
Acquis iz ione de lle noz ioni e adde s trame nto s ulla s icure z z a ne l laboratorio chimico.
Te cniche di bas e de l laboratorio di chimica organica e de lle me todologie di purificaz ione , s e paraz ione ,
caratte riz z az ione di compos ti organici. Es pe rie nz a s ulla s inte s i di mole cole organiche .
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Incontri pe riodici con il doce nte pe r la ris oluz ione di proble mi e alla fine de l cors o pe r la pre paraz ione
de lle prove d'e s ame
PROGRAMMA
Parte te orica
1-Il le game covale nte e la forma de lle mole cole . Struttura e le ttronica de gli atomi,
le gami e forz e inte rmole colari, compos iz ione , s truttura e formula de lle mole cole
organiche , is ome ri s trutturali, ris onanz a. Orbitali de ll'atomo di carbonio in compos ti
s aturi e ins aturi.
2-Alcani: s truttura, nome nclatura, is ome ria, conformaz ioni. Re attività: formaz ione e
s tabilità de i radicali ne lle re az ioni di aloge naz ione .
3- Cicloalcani. te ns ione di ane llo, conformaz ioni a s e dia e a barca de l cicloe s ano e
di cicloe s ani s os tituiti.
4- Ste re ochimica. Is ome ri conformaz ionali e configuraz ionali, chiralità, attività ottica,
configuraz ione re lativa e as s oluta, clas s ificaz ione e s e paraz ione de gli
s te re ois ome ri, s ignificato de lla chiralità ne i s is te mi biologici e ne lla te cnologia.
5-Alche ni. Is ome ria cis /trans . Riduz ione . Re attività ne i confronti di e le ttrofili.Es e mpi
di polime riz z az ione . Die ni: clas s ificaz ione . Die ni coniugati: proprie tà chimiche e
e le ttroniche .
4-Alchini. Struttura e nome nclatura.
5- Compos ti aromatici. De finiz ione di aromaticità. Re gola di Hücke l. Sche ma di
re attività ne lla s os tituz ione e le ttrofila aromatica.
6- Aloge noalcani. Struttura e re attività. Sche ma ge ne rale di nome nclatura de i gruppi
funz ionali. Re az ioni di s os tituz ione e di e liminaz ione mono- e bimole colari.
- 19 -
Me ccanis mi di re az ione .
7- Alcoli. Struttura, nome nclatura. Proprie tà chimiche : acidità, nucle ofilia. Re az ioni
di s os tituz ione e e liminaz ione applicate agli alcoli. Ce nni s ulla s truttura e re attività di
e te ri, e pos s idi, tioli e tioe te ri. Es e mpi di compos ti naturali conte ne nti que s ti gruppi
funz ionali
8- Alde idi e che toni. Struttura ge ne rale , nome nclatura e formule di ris onanz a de l
gruppo carbonilico. Re az ioni di addiz ione di nucle ofili re ve rs ibili e irre ve rs ibili.
Os s idaz ione e riduz ione . Tautome ria che to-e nolica. Acidità de gli idroge ni in alfa.
9- Acidi carbos s ilici e de rivati. Struttura. Acidità de gli acidi carbos s ilici. Re az ione di
s os tituz ione nucle ofila acilica. Scala di re attività. Struttura e re az ioni di cloruri acilici,
anidridi, e s te ri, ammidi. Struttura de i triglice ridi. Re az ione di idrolis i bas ica.
Chimica Bioorganica
1- Introduz ione alla chimica de i carboidrati. Clas s ificaz ione de i carboidrati,
monos accaridi e loro proprie tà, mutarotaz ione , glucos idi, dis accaridi, oligos accaridi
e polis accaridi.
2- Ammine e ammino acidi. Proprie tà acido bas e e re attività.
3-Pe ptidi. Struttura, proprie tà fis iche , re attività. Ce nni di s inte s i pe ptidica. Gruppi
prote ttori.
4-Nucle os idi e nucle otidi. Struttura, proprie tà fis iche e re attività. Ce nni di s inte s i de l
DNA. Us o biologico e biome dico di nucle os idi e nucle otidi.
Modulo di e s e rcitaz ioni.
Es e rcitaz ioni s critte : ve rranno propos ti e s e rciz i di e laboraz ione de i conce tti
fondame ntali, che al conte mpo aiutino a familiariz z are con gli s trume nti de lla
Chimica Organica (formule di s truttura, formule di ris onanz a, conformaz ioni e d
as pe tti s te re ochimici) me diante dis cus s ione di cas i a comple s s ità cre s ce nte . Allo
s te s s o te mpo s i utiliz z e rà la dis cus s ione de gli e s e rciz i pe r chiarire , anche con
e s e mpi, i conce tti re lativi agli argome nti trattati ne l modulo di le z ioni frontali.
Es e rcitaz ioni di laboratorio.
Introduz ione ai proble mi de lla s icure z z a ne i laboratori: ris chi conne s s i con l'us o di
s os tanz e chimiche e parame tri che de s crivono la pe ricolos ità.
Es pe rie nz e pratiche :
1) Es traz ione in fas e organica me diante e quilibri acido-bas e .
De te rminaz ione de l punto di fus ione
Analis i qualitativa me diante cromatografia s u s trato s ottile (TLC)
2)Purificaz ione di alcoli me diante dis tillaz ione
Analis i de lla pure z z a me diante gas -cromatografia
3)Sinte s i di un e s te re . Saggi s ugli z ucche ri e mutarotaz ione .
Ve rranno illus trate le te cniche più comuni di laboratorio pe r la s e paraz ione e
- 20 -
ide ntificaz ione di s os tanz e organiche .
T EST I
Parte te orica
P.Y. Bruice "Chimica Organica" EdiSES (2-Ediz ione 2011).
J. McMurry "Chimica Organica" 8 Ediz ione . Piccin (2013).
B. Botta "Chimica Organica" EDI-ERMES (2011)
W.H. Brown – C.S.Foote – B.L.Ive rs on E.V. Ans lyn "Chimica Organica" IV Ediz ione EdiSES (2009)
K. Pe te r, C. Vollhardt, N.E. Schore "Chimica Organica" 3 Ediz ione . Zaniche lli 2005.
Dis pe ns e de l doce nte dis ponibili pre s s o il s ito de l cors o.
Parte di e s e rcitaz ioni:
W.H. Brown, B. L. Ive rs on, S. A. Ive rs on: "Guida alla s oluz ione de i proble mi di Chimica Organica" Edi Se s .
R.M. Robe rts , J.C. Gilbe rt, S.F. Martin : " Chimica Organica Spe rime ntale " Zaniche lli Editore .
Copie de lle proce dure di laboratorio dis ponibili pre s s o il s ito de l cors o
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
10:30 - 12:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
14:30 - 16:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Giove dì
9:30 - 10:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Ve ne rdì
9:30 - 12:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 10/03/2014 al 06/06/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=26aa
Fisiologia Generale (f ino all'a.a. 2010-2011)
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Massimiliano Zanibo ni
Re capito: 0521-905623 (905620) [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 4
SSD: BIO/09 - fis iologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Fornire una de s criz ione de i me ccanis mi ge ne rali che s tanno alla bas e de lle funz ioni de lle ce llule
e ucariotiche in re laz ione principalme nte alla e ccitabilità di me mbrana, ai me ccanis mi di tras duz ione de i
s e gnali e ai proce s s i di inte graz ione che cons e ntono ai dive rs i tipi ce llulari di s volge re s pe cifiche
funz ioni in modo coordinato.
PROGRAMMA
I tras porti di me mbrana
Le le ggi di diffus ione
Pote nz iali di me mbrana e s e gnali e le ttrici
Comunicaz ione ce llulare
Ne uroni e s inaps i
Sis te mi s e ns oriali
Mus coli e ghiandole
T EST I
FISIOLOGIA DELLA CELLULA Munaron L, Lovis olo D. Bollati Boringhie ri, 2003
DALLO STIMOLO ALLA
SENSAZIONE Gus s oni M, Montice lli G, Ve z z oli A. Cas a Editrice Ambros iana, 2006
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Me rcole dì
10:30 - 13:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
- 21 -
Lezio ni: dal 09/03/2011 al 03/06/2011
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=ac0f
Fisiologia generale - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Massimiliano Zanibo ni
Re capito: 0521-905623 (905620) [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/09 - fis iologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Fornire una de s criz ione de i me ccanis mi ge ne rali che cons e ntano la compre ns ione de lle funz ioni de lle
ce llule e ucariotiche in re laz ione principalme nte alla e ccitabilità di me mbrana, ai me ccanis mi di
tras duz ione de i s e gnali e ai proce s s i di inte graz ione che cons e ntono ai dive rs i tipi ce llulari di s volge re
s pe cifiche funz ioni in modo coordinato.
La fre que nz a de l cors o cons e ntirà di conte s tualiz z are me ccanis mi di fis iologia ce llulare ge ne rali in cas i
particolari che ve rranno approfonditi. Es e mpi di que s to s ono la de s criz ione de lla re golaz ione
ne urove ge tativa de ll'attività cardiaca e la tras duz ione vis iva e uditiva, di cui gli s tude nti dovranno
acquis ire una conos ce nz a approfondita dal live llo mole colare , a que llo ce llulare e d'organo.
Il cors o ha, tra i s uoi obie ttivi formativi, anche que llo di fornire compe te nz e , riguardanti i s ingoli
me ccanis mi mole colari ce llulari, atte a de s crive rne e ve ntuali s ine rgie , accoppiame nti e antagonis mi.
Es e mpi di que s to s ono la up- e down-re gulation de ll'ade nilato ciclas i di me mbrana o il funz ioname nto
accoppiato de lla pompa s odio-potas s io e de llo s cambiatore s odio-calcio.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
La pre paraz ione de llo s tude nte ve rrà ve rificata tramite que s iti orali s u alme no tre de gli argome nti
principali trattati. Ve rrà ve rificata la conos ce nz a ne i tre ambiti principali ogge tto de l cors o di
ins e gname nto:
1. me ccanis mi di tras porto trans -me mbranari
2. attività e le ttrica e me ccanica ce llulare
3. tras duz ione s e ns oriale
Pe r raggiunge re la s ufficie nz a s arà ne ce s s ario mos trare buona conos ce nz a di alme no uno de i tre
argome nti richie s ti.
Sarà in ogni cas o ve rificata la capacità de llo s tude nte di de s crive re i s ingoli me ccanis mi mole colari
trattati e di dis cute rne la funz ione ne i dive rs i conte s ti de lla fis iologia ogge tto di ve rifica.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
E' pre vis to un s e minario s pe cialis tico di nuove me todiche s pe rime ntali pe r la fis iologia ce llulare
PROGRAMMA
I tras porti di me mbrana
Le le ggi di diffus ione
Pote nz iali di me mbrana e s e gnali e le ttrici
Comunicaz ione ce llulare
Ne uroni e s inaps i
Sis te mi s e ns oriali
Mus coli e ghiandole
T EST I
Vande r - FISIOLOGIA. Cas a Editrice Ambros ia
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
12:30 - 14:30
- 22 -
Giove dì
12:30 - 14:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 10/03/2014 al 06/06/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=d7c6
Genet ica agraria - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Mario Mo t t o (T it o lare del co rso )
Re capito: []
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: AGR/07 - ge ne tica agraria
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Fornire le noz ioni fondame ntali de lla ge ne tica formale e mole colare ne ce s s ari pe r la compre ns ione de i
me ccanis mi di tras mis s ione de i caratte ri e re ditari e de lla variabilità de i caratte ri di inte re s s e agrario. Il
cors o mira inoltre a fornire gli s trume nti di bas e pe r l'analis i ge nomica e la manipolaz ione ge ne tica,
nonché le conos ce nz e pe r la s ce lta de lle proce dure più idone e ad inte grare le proce dure tradiz ionali
de lla ge ne tica applicata con gli s trume nti biote cnologici pe r la cos tituz ione di nuove varie tà.
The aim is to give to s tude nts the knowle dge and tools to e valuate and us e for s e le ction the natural and
induce d ge ne tic variability. Additionally, the s tude nts will acquire compe te nce s in ge nome analys e s and
in ge ne tic and mole cular te chnologie s for the improve me nt of agricultural s pe cie s ; this will include the
ability to s e le ct and run the mos t s uitable proce dure s for de ve loping ne w varie tie s by matching
conve ntional bre e ding me thods with biote chnological s kills .
PROGRAMMA
Pros pe ttive e importanz a de l migliorame nto ge ne tico ve ge tale . Richiami di Ge ne tica Clas s ica, Ge ne tica
Quantitativa e Ge ne tica di Popolaz ione . Me todi di riproduz ione de lle piante coltivate : allogamia,
autogamia e propagaz ione ve ge tativa. Auto incompatibilità e mas chio s te rilità. Struttura ge ne tica de lle
popolaz ioni di s pe cie pre vale nte me nte autogame e di s pe cie pre vale nte me nte allogame . Ere ditabilità.
Me todi di s e le z ione : te oria de lla s e le z ione , ris pos ta alla s e le z ione , me todi e crite ri di s e le z ione . Ete ros i
e cos tituz ione di varie tà ibride . Mutage ne s i e poliploidia. Marcatori mole colari bas ati s ull'ibridaz ione
s pe cifica (RFLP), PCR (SSR, CAPS, RAPD) e s e que nz iame nto (SNP). Utiliz z o de i marcatori mole colari:
mappatura, tipiz z az ione , ide ntificaz ione di QTL (Quantitative Trait Loci) e s e le z ione as s is tita da
marcatori (MAS). Ge nomica: un quadro ge ne rale . Clonaggio pos iz ionale e ge ne tagging. Mappe fis iche e
mappe di as s ociaz ione . Linkage dis e quilibrium. TILLING e d ECOTILLING. Te cnologie ge ne tiche e
mole colari a s upporto de l migliorame nto. Principi e te cniche di coltura in vitro di ce llule e te s s uti
ve ge tali. Inge gne ria ge ne tica e te cnologia de l DNA ricombinante .Tras formaz ione ge ne tica e produz ione
di organis mi ge ne ticame nte modificati: tolle ranz a a s tre s s biotici e abiotici, migliorame nto de lla qualità
de lle produz ioni agricole . Mole cular farming.
Pe rs pe ctive s and importance of ge ne tic improve me nt of agricultural s pe cie s . An ove rvie w of the bas ic
principle s of inhe ritance and of Quantitative and Population Ge ne tics . Plant re productive s ys te ms and
the ir control. Se lf-incompatibility and male -s te rility. Ge ne tic variation in natural and bre e ding populations .
Bas ic ge ne tic s tructure and me thods for improving
s e lf-pollinate d and cros s -pollinate d s pe cie s .
Inbre e ding de pre s s ion and he te ros is . Ge ne tic bas e s of s e le ction. Se le ction for monoge nic and
quantitative trait loci (QTLs ). Conce pt of he ritability. Re s pons e to s e le ction. Mutage ne s is and polyploidy.
Mole cular bre e ding. Mole cular marke rs bas e d on DNA re s triction and hybridiz ation te chnique s and on
PCR amplification. Ge ne tic finge rprinting. QTL analys is and mapping. As s ociation mapping and linkage
dis e quilibrium. Marke r-as s is te d s e le ction (MAS). Ge nomics : an ove rvie w. Map pos ition-bas e d cloning of
ge ne s . Ge ne tagging. TILLING and ECOTILLING. Ge ne tic and mole cular biote chnologie s s upporting plant
and animal bre e ding. Principle s and te chnique s of plant ce ll and in vitro tis s ue culture s . Ge ne tic
e ngine e ring and re combinant DNA te chnologie s . Trans ge nic varie tie s for the improve me nt of biotic and
abiotic s tre s s e s and for incre as ing quality re late d traits . Mole cular farming.
T EST I
Barcaccia, Falcine lli - Ge ne tica e ge nomica: Miglioramne to Ge ne tico, volume II - Liguori Editore .
Barcaccia G., Falcine lli M. Ge ne tica e ge nomica:, Vol. III – Ge nomica e Biote cnologie ge ne tiche , vol. III - .
Liguori Editore .
Kang M.S., Quantitative Ge ne tics , Ge nomics and Plant Bre e ding. CABI Publ.,
- 23 -
Chris pe e ls M.J., D.E. Sadawa Ge ne tica, Biote cnologie e Agricoltura s os te nibile . Cas a Editrice Ide ls onGnocchi s rl.
Snus tad, D.P., M.J. Simmons , Principi di Ge ne tica, Ediz ione Edis e s ./D.P.Snus tad. M.J. Simmons , Principle of
Ge ne tics , 6th Edition. J. Wile y & Son, Inc., 2011.
Durante il cors o s aranno s e gnalate indicaz ioni bibliografiche s pe cifiche
NOT A
Modalità di e rogaz ione e organiz z az ione de lla didattica/Te aching organiz ation
Le z ioni frontali in aula 38 ore .
Es e rcitaz ioni e s e minari 4 ore .
Ore totali 42.
Me todi di valutaz ione /Examination me thods
La ve rifica di profitto s i s volge con le s e gue nti modalità: s critta con te s t a quiz , te s t a domande ape rte ,
e s e rciz i. Sono pre vis ti acce rtame nti in itine re .
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Giove dì
10:30 - 12:30
Aula C Ple s s o Polifunz ionale
Giove dì
14:30 - 16:30
Aula C Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 11/03/2013 al 06/06/2013
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=c71d
Genet ica e Laborat orio Int egrat o di Biot ecnologie I - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 1000863
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . T iziana Lo di
Re capito: 0521-905494 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: BIO/18 - ge ne tica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Gli s tude nti che fre que nte ranno il cors o acquis iranno conos ce nz e re lative alla tras mis s ione
de ll'informaz ione ge ne tica, s ia in ce llule e ucariotiche che procariotiche , attrave rs o l'inte graz ione de llo
s tudio de i principi fondame ntali che gove rnano l'e re ditarie tà e de gli as pe tti mole colari che de finis cono i
me ccanis mi ge ne tici. Lo s trume nto me todologico è rappre s e ntato dall'analis i critica de lla
s pe rime ntaz ione che ha portato alla compre ns ione de i me ccanis mi ge ne tici e de l s uo ruolo ne lle
acquis iz ioni s cie ntifiche . Lo s tude nte quindi, attrave rs o la fre que nz a de l cors o e lo s tudio individuale
acquis irà conos ce nz e re lative alla ge ne tica formale nonché conos ce nz e s ulla natura mole colare de l
mate riale e re ditario, de lla s ua re plicaz ione , e s pre s s ione e mutaz ione . Attrave rs o una s e rie di e s e mpi
e di proble mi applicati, s volti durante la compone nte e s e rcitativa de l cors o, lo s tude nte potrà applicare
le conos ce nz e acquis ite e valutare la s ua compre ns ione . L'e s ame finale , cos tituito da una prova s critta
e una prova orale pe rme tte rà di valutare la capacità di appre ndime nto de gli argome nti trattati e la
capacità di comunicare le conos ce nz e acquis ite .
PROGRAMMA
-Tras mis s ione de i caratte ri ge ne tici
Mitos i e Me ios i
Ere dità me nde liana
Se gre gaz ione de i caratte ri
As s ortime nto indipe nde nte
- 24 -
Alle li multipli, alle li le tali
Inte raz ione ge nica
Ere dità le gata al s e s s o
Te oria cromos omica de ll'e re ditarie tà
As s ociaz ione ge nica
Mappatura ne gli e ucarioti: mappatura a tre punti in Dros ophila
Analis i de lle te tradi in lie vito
- Tras mis s ione de i caratte ri ge ne tici in procarioti
Coniugaz ione
Tras formaz ione
Tras duz ione
-Natura de l mate riale e re ditario
Ide ntificaz ione de l mate riale ge ne tico
DNA: s truttura e re plicaz ione
Struttura e organiz z az ione de l cromos oma in procarioti e d e ucarioti
RNA: s truttura, tras criz ione e traduz ione
Il codice ge ne tico. Caratte ris tiche de l codice e s ua de cifraz ione .
- Struttura e funz ione de l ge ne
Organiz z az ione de lla s truttura de l ge ne
Ge ni inte rrotti
Te oria un ge ne -un e nz ima. Cos truz ione di cate ne me taboliche
Comple me ntaz ione ge nica Es pre s s ione ge nica
- Cambiame nti ne lla s truttura de l ge noma
Variaz ione ne l nume ro e ne lla s truttura di cromos omi
Mutaz ioni ge niche
Caus a de ll'ins orge nz a di mutaz ioni ge niche
Cons e gue nz a de lle mutaz ioni a live llo di prodotto ge nico
Re ve rs ione e s oppre s s ione
Is olame nto di mutanti e s is te mi di s e le z ione
Mutanti s pontane i e indotti
- Re golaz ione de ll'e s pre s s ione ge nica Re golaz ione a live llo tras criz ionale ne i procarioti Ope ron Lac:
controllo ne gativo e pos itivo
Re troinibiz ione
Laboratorio inte grato di Biote cnologie
Ve rrà propos ta una s e rie di e s e rcitaz ioni te oriche s ugli argome nti di ge ne tica formale da s volge re in
clas s e .
- 25 -
T EST I
Snus tad DP, Simmons MJ (2009)
Principi di Ge ne tica
4a Ediz ione
EdiSES
Griffiths AJF, We s s le r SR, Carroll SB, Doe ble y J (2013)
Ge ne tica
7a Ediz ione
Zaniche lli Ed
Klug WS, Cummins MR, Spe nce r CA (2007)
Conce tti di Ge ne tica
8a Ediz ione
Pe ars on Pre ntice Hall
Rus s e l PJ (2007)
Ge ne tica
2a Ediz ione
NOT A
Me todi didattici.
Il cors o s arà s volto me diante le z ioni frontali s ugli s pe cifici argome nti de l programma, con l'aus ilio di
diapos itive e d e s e mpi alla lavagna. Il mate riale didattico proie ttato ve rrà re s o dis ponibile . E' comunque
forte me nte cons igliato l'utiliz z o di un te s to pe r lo s tudio individuale .
Il cors o s arà inte grato da una s e rie di e s e rcitaz ioni, in cui gli s tude nti potranno applicare le conos ce nz e
acquis ite a s pe cifici proble mi re ali. Potranno anche e s s e re s volte e s e rcitaz ioni di laboratorio, durante le
quali gli s tude nti potranno re aliz z are individualme nte s e mplici e s pe rime nti s u alcuni de gli argome nti
trattati.Alla fine di tali attività ve rrà propos to un te s t pe r la ve rifica de ll'appre ndime nto me diante que s iti
s ulle e s pe rie nz e s volte in laboratorio.
Ve rifica
La ve rifica de ll'appre ndime nto ve rrà e ffe ttuata attrave rs o un e s ame finale . L'e s ame s arà cos tituito da
una prova s critta che avrà come argome nto s pe cifici e s e rciz i s u proble mi di ge ne tica, s imili a que lli
affrontati durante le e s e rcitaz ioni. La prova s critta, da s volge rs i in un te mpo mas s imo di due ore , s arà
compos ta da s e i e s e rciz i/domande atte a valutare la capacità di applicare le conos ce nz e a proble mi
s pe cifici da parte de llo s tude nte (De s crittori di Dublino 2).Lo s volgime nto corre tto di alme no il 50% de gli
e s e rciz i propos ti pe rme tte rà l'ammis s ione alla prova orale s volta me diante domande s ugli argome nti
trattati durante le le z ioni frontali.
Il colloquio orale avrà lo s copo di ve rificare la capacità di compre ns ione de i dive rs i argome nti trattati
durante le le z ioni e le conos ce nz e acquis ite (De s crittori di Dublino 1) e di e vide nz iare la capacità da
parte de llo s tude nte di formulare colle game nti tra i vari argome nti trattati.
L'e s ame s arà s upe rato con voto s ufficie nte s e lo s tude nte s aprà dimos trare una la conos ce nz a de gli
argome nti bas ilari de lla ge ne tica. Il voto s arà incre me ntato qualora lo s tude nte dimos tri di ave re buona
cons ape vole z z a de gli argome nti trattati, capacità di colle gare le varie noz ioni acquis ite e buona capacità
di e s pos iz ione de i conce tti (De s crittori di Dublino 3 e 4). Alla formulaz ione de l giudiz io finale contribuirà
inoltre la valutaz ione de l te s t/que s tionario propos to al te rmine de lle e s e rcitaz ioni
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
10:30 - 12:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
11:30 - 13:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Giove dì
10:30 - 12:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 10/03/2014 al 06/06/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=df02
Genet ica molecolare umana - Genet ica di organismi modello
- 26 -
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 1001176
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . T iziana Lo di
Re capito: 0521-905494 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: BIO/18 - ge ne tica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Il cors o, di ge ne tica avanz ata, è cos tituito da due s e z ioni.
1.Ge ne tica mole colare di organis mo mode llo.
La maggior parte de lle conos ce nz e s cie ntifiche che riguardano le proprie tà fondame ntali de gli organis mi
vive nti de riva dallo s tudio di organis mi mode llo. Obie ttivo di que s ta s e z ione s arà la de finiz ione de l ruolo
di alcuni organis mi mode llo ne ll'analis i ge ne tica in e poca pos t-ge nomica, con particolare atte nz ione alle
me todiche utiliz z ate e agli s trume nti ge ne tici dis ponibili pe r l'analis i funz ionale di ge ni. Ve rrà
approfondito lo s tudio di vari organis mi mode llo e ucariotici in rice rche di bas e e in applicaz ioni di tipo
biote cnologico te s e all'utiliz z az ione s trate gica de lle informaz ioni fornite dal s e que nz iame nto de i
ge nomi.
2.Ge ne tica mole colare umana
L'attuale inte graz ione de lla Ge ne tica Umana con la biologia mole colare e con la bioinformatica las cia
intrave de re un futuro ricco di prome s s e pe r la rice rca biologica e , di cons e gue nz a, pe r pote nz iali
applicaz ioni alla Me dicina e d alla Biote cnologia. Poiché tra gli as pe tti applicativi que lli più inte re s s anti
riguardano ovviame nte la s alute umana, que s ta s e z ione de l cors o ha l'obie ttivo di fornire le
informaz ioni di bas e s u alcuni s e ttori quali: la citoge ne tica, gli as pe tti mole colari di malattie
monoge niche e comple s s e , la farmacoge ne tica che s tudia il patte rn di ris pos ta ai farmaci in re laz ione
alle variaz ioni de lla s e que nz a de l DNA de i paz ie nti e la te rapia ge nica umana che s i s pe ra tragga
ulte riore impuls o dalle s e mpre più puntuali informaz ioni de rivanti dalla ide ntificaz ione de lla s e que nz a e
funz ione de i ge ni umani ("Proge tto Ge noma Umano"). Ve rrà inoltre affrontato l'argome nto de lla
mutage ne s i ambie ntale e de lla tos s icologia ge ne tica attrave rs o lo s tudio, s oprattutto a live llo
mole colare , de ll'inte raz ione tra age nti mutage ni e mate riale e re ditario. Un s e condo approccio più
applicativo cons is te rà ne lla de s criz ione de lle te cniche in us o pe r la rile vaz ione de ll'attività ge notos s ica
e de lle cons e gue nz e biologiche da e s s a de rivanti.
PROGRAMMA
Ge ne tica mole colare di organis mi mode llo
IL LIEVITO COME ORGANISMO MODELLO
Forward e re ve rs e ge ne tics - Il s e que nz iame nto de l ge noma de l lie vito S. ce re vis iae e di altre s pe cie
di lie vito - Ge nomica comparativa in microrganis mi e ucariotici unice llulari - La colle z ione de i de le tanti e
s ua utiliz z az ione ne ll'analis i funz ionale - Me todi ge ne tici pe r lo s tudio s is te matico de ll'inte raz ione
ge nica. Applicaz ioni allo s tudio di patologie umane - Il lie vito come organis mo mode llo pe r lo s tudio de lla
ge ne tica mitocondriale - Il lie vito come organis mo mode llo pe r lo s tudio di malattie mitocondriali.
ANALISI FUNZIONALE IN ORGANISMI MODELLO VEGETALI
Ricombinaz ione omologa ne lle piante - Il s ile nz iame nto ge nico ne lle piante - MicroRNA in organis mi
ve ge tali.
Cae norhabditis e le gans COME ORGANISMO MODELLO ANIMALE
"Forward e re ve rs e ge ne tics " in C. e le gans - Analis i funz ionale me diante RNAi - Applicaz ione di
"ge nome wide s cre e ns " ne llo s tudio di patologie umane .
Dros ophila me lanogas te r COME ORGANISMO MODELLO ANIMALE
Te cniche ge ne tiche tradiz ionali- Tras formaz ione e clonaz ione me diata dall'e le me nto P- Me todi pe r la
- 27 -
cos truz ione di mutanti me diante re ve rs e ge ne tics : mutage ne s i ins e rz ionale me diata da e le me nti P,
mutage ne s i con e xcis ione ; analis i funz ionale me diante RNAi- Ruolo di Dros ophila ne lla drug dis cove ry e
come mode llo ne llo s tudio di patologie umane .
Ze bra fis h COME ORGANISMO MODELLO VERTEBRATO
Ciclo vitale . Te cniche di laboratorio. Forward e re ve rs e ge ne tics in Ze bra fis h. Produz ione di line e e
aploidi omoz igoti. Abbattime nto de ll'e s pre s s ione ge nica me diante morfolino.Inattivaz ione ge nica
me diante Zn finge r nucle as i, te cnica TALEN e te cnica CRISPR
Ge ne tica mole colare umana
GENETICA UMANA
Struttura, funz ione e patologie de i cromos omi umani - Albe ri ge ne alogici - Le gge di Hardy-We inbe rg e
s ue applicaz ioni – Az ione de l ge ne e dos aggio ge nico: ge ni de lla e moglobina, malattie dis me taboliche e
inattivaz ione de l cromos oma X – Organiz z az ione e re golaz ione de ll'e s pre s s ione di ge ni umani
LE MALATTIE GENETICHE NELL'UOMO
Mutaz ioni con pe rdita di funz ione – mutaz ioni con acquis iz ione di funz ione – gli e ffe tti de l dos aggio
ge nico – patologia mole colare .
FARMACOGENETICA
Ge ni coinvolti ne lla farmacocine tica e farmacodinamica – polimorfis mi ne i ge ni che influe nz ano la
dis ponibilità de i farmaci – polimorfis mi ge ne tici de i re ce ttori e de i s is te mi di riparaz ione – s trate gie
mole colari pe r la ottimiz z az ione de lla te rapia farmacologica
TERAPIA GENICA
Le diffe re nti s trate gie pe r la te rapia ge nica – te rapia ge nica pe r le malattie e re ditarie , ne oplas ie e
malattie infe ttive – l'e tica de lla te rapia ge nica ne ll'uomo.
Ge notos s icità
La continua e voluz ione de lle s cope rte riguardanti i s is te mi pre pos ti al mante nime nto de lla s tabilità de l
ge noma e l'ide ntificaz ione di un nume ro s e mpre più vas to di s os tanz e di age nti fis ici, chimici o biologici
in grado di alte rare il mate riale e re ditario è alla bas e de l re ce nte s viluppo di s e ttori de lla rice rca quali
la mutage ne s i ambie ntale e la tos s icologia ge ne tica. Le rice rche riguardanti la mutage ne s i e la
cance roge ne s i tras ce ndono l'inte re s s e te orico de gli s tudios i de l mate riale ge ne tico pe r as s ume re
un'importanz a de cis iva s ul piano s ociale , e conomico e d e cologico. Il programma de l modulo cons is te di
una prima parte ine re nte le conos ce nz e di bas e , s oprattutto a live llo mole colare , de ll'inte raz ione tra
age nti mutage ni e mate riale e re ditario e di una s e conda parte più applicativa in cui ve ngono de s critte le
te cniche in us o pe r la rile vaz ione de ll'attività ge notos s ica e de lle cons e gue nz e biologiche da e s s a
de rivanti.
INSTABILITA' DEL GENOMA UMANO: MUTAZIONE E RIPARAZIONE DEL DNA
Me ccanis mi mole colari de lla mutaz ione e de l rias s ortime nto de l mate riale e re ditario riparaz ione de l DNA
- Sis te mi di
AGENTI GENOTOSSICI
Mutage ni fis ici e chimici - Sis te mi me tabolici di attivaz ione /inattivaz ione di xe no biotici -Antimutage ni
Effe tti fe notipici de lla mutaz ione s omatica: ge ne tica de i tumori
Mutaz ioni patoge ne - Induz ione e s viluppo tumorale - Stabilità de l ge noma
- 28 -
Fonti de lla contaminaz ione da age nti ge notos s ici
Mutage ni e cance roge ni naturali e prodotti dall'uomo: die ta, farmaci, matrici ambie ntali (aria, acqua,
s uolo)
Strume nti di rile vame nto de ll'attività ge notos s ica
Marcatori biologici e biomonitoraggio - Te s t di mutage ne s i in vitro e in vivo
T EST I
Philip Me ne e ly Analis i Ge ne tica Avanz ata ED. McGraw-Hill
Articoli originali cons igliati
T.STRACHAN, A.P.READ – Ge ne tica Umana Mole colare – UTET, L.MIGLIORE – Mutage ne s i Ambie ntale Zaniche lli.
Di approfondime nto: P.LOLLINI, C.DE GIOVANNI, P .NANNI – Te rapia ge nica – Zaniche lli, P.PARHAM –
Immunologia – Zaniche lli, H.GREIM, E.DEML - Tos s icologia
NOT A
Me todi didattici
Il cors o s arà s volto me diante le z ioni frontali s ugli s pe cifici argome nti de l programma, con l'aus ilio di
diapos itive e d e s e mpi alla lavagna. Il mate riale didattico proie ttato ve rrà re s o dis ponibile . E' comunque
forte me nte cons igliato l'utiliz z o di te s ti pe r lo s tudio individuale .
Ve rifica
La ve rifica de ll'appre ndime nto ve rrà e ffe ttuata attrave rs o un e s ame finale .
Pe r quanto riguarda la ge ne tica mole colare umana ve rrà e ffe ttuata una prova orale di tipo tradiz ionale ,
che avrà lo s copo di ve rificare la capacità di compre ns ione de i dive rs i argome nti trattati durante le
le z ioni e le conos ce nz e acquis ite e di e vide nz iare la capacità da parte de llo s tude nte di formulare
colle game nti tra i vari argome nti. Pe r quanto riguarda la ge ne tica mole colare di organis mo mode llo, la
ve rifica de ll'appre ndime nto avve rrà attrave rs o la le ttura critica e d e s pos iz ione di un articolo re ce nte
che tratti de ll'us o di un organis mo mode llo in proble matiche le gate alla ge ne tica di bas e o applicata.
L'e s ame cons is te rà in una pre s e ntaz ione ppt in cui lo s tude nte dovrà dimos trare di ave re buona
cons ape vole z z a de lla proble matica s cie ntifica trattata, compre ns ione de gli e s pe rime nti s volti, de i
ris ultati otte nuti e de lla loro inte rpre taz ione . Que s to tipo di e s ame cons e ntirà di valutare la capacità di
applicare le conos ce nz e a proble mi s pe cifici da parte de llo s tude nte la capacità di colle gare le varie
noz ioni acquis ite e di darne un giudiz io critico e inoltre l'abilità di comunicare e d e s porre le conos ce nz e
appre s e Il giudiz io finale te rrà conto de llo s volgime nto di e ntrambe le parti de ll'e s ame , pe r il cui
s upe rame nto e ntrambe dovranno ris ultare s ufficie nti.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
10:30 - 12:30
Aula 2 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Me rcole dì
9:30 - 11:30
Aula 6 (Botanica) Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Giove dì
10:30 - 12:30
Aula 6 (Botanica) Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 12/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=d337
Genomica e marcat ori molecolari - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Mario lina Gulli
- 29 -
Re capito: 0521-905486 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/18 - ge ne tica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
PROGRAMMA
Il cors o s i compone di due gruppi di le z ioni. Il primo gruppo cons is te in le z ioni de dicate alla de s criz ione
de i principali tipi di "Marcatori Mole colari" comune me nte utiliz z ati ne lle analis i de l DNA.
Ve rranno illus trati i protocolli più utiliz z ati e i proble mi ad e s s i as s ociati. Attrave rs o la dis cus s ione di
cas i di s tudio ve rranno forniti e s e mpi de lle principali applicaz ioni de i marcatori mole colari (cos truz ione
di mappe ge ne tiche , finge rprinting, ide ntificaz ione e clonaggio di ge ni re s pons abili di malattie , "marke ras s is te d s e le ction" e "as s ociation mapping", applicaz ioni fore ns i).
Ne lla s e conda parte de l cors o ve rrà affrontato il dis cors o de lle analis i ge nomiche , al fine di fornire le
ade guate conos ce nz e pe r compre nde re che cos a è un ge noma e quali s ono le s ue caratte ris tiche in
vari
tipi di organis mi. Ve rranno inoltre dis cus s e le principali tappe de ll'analis i de i ge nomi
(la
produz ione di mappe ge ne tiche , la produz ione di mappe fis iche , il s e que nz iame nto, il proce s s o di
annotaz ione ). Ve rranno propos ti cas i di s tudio re lativi al s e que nz iame nto de l ge noma in organis mi
mode llo. L'analis i e la dis cus s ione de i cas i di s tudio cons e ntirà anche di inte grare le conos ce nz e
te oriche s ui marcatori mole colari ne l conte s to de ll'analis i ge nomica.
The cours e is organiz e d in two groups of le cture s . The firs t group is focaliz e d on "Mole cular marke rs "
and will give an ove rvie w of the mos t popular mole cular marke rs us e d for DNA analys is . Protocols and
as s ociate d proble ms will be de s cribe d. Cas e s tudie s will be de s cribe d and dis cus s e d in orde r to give
s ome e xample s of the main applications of mole cular marke rs (ge ne tic mapping, finge rprinting,
marke r-as s is te d s e le ction, as s ociation mapping, locating and cloning ge ne s for important traits , fore ns ic
s cie nce s , pos itional cloning of dis e as e ge ne s ). The s e cond group of le cture s will re gard ge nomic
analys is , in orde r to provide the knowle dge about the characte ris tics of a ge nome in diffe re nt type s of
organis ms . The main s te ps of ge nomic analys is will be dis cus s e d (ge ne tic mapping, phys ical mapping,
ge nome s e que ncing, and annotation)
Cas e s tudie s will be dis cus s e d about ge nomic characte riz ation in mode l organis ms . The dis cus s ion of
cas e s tudie s will allow the s tude nts to unde rs tand how mole cular marke rs can be us e ful in ge nomic
analys is .
T EST I
Libri di te s to
Brown TA, "Ge nomi" Edis e s (cap 1-9)
Gre g Gibs on and Spe nce r V. Mus e ,"Indroduz ione alla Ge nomica" - Zaniche lli (cap. 1,2,5)
Le win B, e t al. " Il ge ne " Zaniche lli (s e conda e diz ione compatta 2011) ( cap. 4, 5, 23)
Barcaccia, Falcine lli "Ge ne tica e Ge nomica" vol III cap 17,18 Cap 20 (come approfondime nto)
Approfondime nti
-Wang D.G, Fan J.B., Siao C.J., Be rno A., Young P., Sapols ky R., Ghandour G., Pe rkins N., Winche s te r E.,
Spe nce r J., Kruglyak L., Ste in L., Hs ie L., Topaloglou T., Hubbe ll E., Robins on E., Mittmann M., Morris M.S.,
She n N., Kilburn D., Rioux J., Nus baum C., Roz e n S., Huds on T.J., Lips hutz R., Che e M., Lande r E.S. Large s cale ide ntification, mapping, and ge notypimg of s ingle -nucle otide polymorphis ms in the human ge nome .
Scie nce . 1998, 280: 1077-1082
-Rafals ki A. Applications of s ingle nucle otide polymorphis ms in crop ge ne tics . Curre nt Opinion in Plant
Biology. 2002, 5:94-100
-Morgante , M., and A.M. Olivie ri. PCR-amplifie d micros ate llite s as marke rs in plant ge ne tics . Plant J. 1993,
3:175-182.
-Hunt D.J., Parke s H.C., Lumle y I.D. Ide ntification of the Spe cie s of Origin of Raw and Cooke d Me at
Products Us ing Oligonucle otide s Probe s . Food Che m. 1997, 60: 437-442
-Gupta P.K., Roy J.K., Pras ad M. Single nucle otide polymorphis ms : a ne w paradigm for mole cular marke r
te chnology and DNA polymorphis m de te ction with e mphas is on the ir us e in plants . Curr.Sci. 2001, 80:
- 30 -
524-535
-Ande rs e n J.R. and Lübbe rs te dt T. Functional marke rs in plants . Tre nds in Plant Scie nce . 2003, 8 (11):
554-560
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
10:30 - 12:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
10:30 - 12:30
Aula C Ple s s o Polifunz ionale
Giove dì
10:30 - 12:30
Aula C Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 21/01/2014 al 07/03/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=c08a
Genomica/Met odi di analisi del t rascrit t oma
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Nelso n Marmiro li
Re capito: 0521905606 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: BIO/13 - biologia applicata, BIO/18 - ge ne tica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Italiano
Ne gli ultimi anni l'analis i de i ge nomi ha conos ciuto un e norme s viluppo: inte ri ge nomi, tra cui que llo
umano, s ono s tati s e que nz iati e d altri s ono in fas e di s e que nz iame nto. La s fida attuale è quindi
conos ce re le funz ioni e la re golaz ione de i vari ge ni e le loro inte raz ioni. Ciò può e s s e re e ffe ttuato
attrave rs o dive rs i approcci:
1. analis i de i tras critti de i vari ge ni in dive rs e condiz ioni ambie ntali e /fis iologiche di ce llule , te s s uti o
organis mi (tras crittomica).
2. s tudio di mutanti in cui i ge ni s pe cifici s ono inattivati oppure s ovra e s pre s s i (ge nomica funz ionale ).
Il cors o s i propone pe rciò di fornire allo s tude nte una conos ce nz a de lle comple s s e te cnologie che s ono
alla bas e de lla tras crittomica, de lla ge nomica funz ionale e de lle loro pos s ibili applicaz ioni.
Il cors o è s uddivis o in tre moduli: 1) Ge nomica 2) Tras crittomica 3) Ge nomica Funz ionale
English
In the las t ye ars the ge nome analys is has be e n dramatically de ve lope d: e ntire ge nome s , including
human, have be e n s e que nce d and othe r are be ing s e que ncing. The actual challe nge is to know the
functions , re gulation and inte ractions among the ge ne s . This can be done through diffe re nt approache s :
1. the analys is of trans cripts in diffe re nt e nvironme ntal or phys iological conditions of ce lls , tis s ue s or
organis ms (trans criptomic)
2. the s tudy of mutants in which s pe cific ge ne s are inactivate d or ove re xpre s s e d (functional ge nomics )
The aim of the cours e is to illus trate the comple x me thodologie s of trans criptomics , functional ge nomics
and the ir pos s ible applications .
The cours e is divide d in thre e module s : 1) Ge nomics 2)Trans criptomic 3) Functional ge nomics
Italiano 2011-12
- Che cos a è un ge noma - Il s e que nz iame nto de i ge nomi - Come inte rpre tare le informaz ioni conte nute
in una s e que nz a ge nomica (me todi in s ilico) - Anatomia de i ge nomi - La tras criz ione de i ge nomi
comple s s i (umano, animale , ve ge tale ) - Sinte s i e maturaz ione de ll'RNA - Re golaz ione de ll'attività de l
ge noma - Analis i de l tras crittoma: me todi low e high throughput - Altri me todi di indagine de l tras crittoma
(diffe re ntial dis play, cDNA-AFLP, SAGE, e cc.) - Array mole colari e me todi di analis i de gli array Quantificaz ione de l tras crittoma: me todi qualitativi, quantitativi e s e mi-quantitativi - Me todologie in
Re alTime e bas i te oriche - Me todologie ge ne tico-mole colari pe r s tudiare la funz ione di s ingoli ge ni (two
- 31 -
hybrid, phage dis play, footprinting ge ne tico, inattivaz ione di ge ni, e cc.) - Mutage ne s i s ito-s pe cifica Me todi in vivo pe r l'analis i de lla funz ione de i ge ni in organis mi s upe riori (animali e ve ge tali) Me todologie mole colari pe r otte ne re animali knock-out, knock-in, e piante mutage niz z ate (tras pos oni, TDNA, tilling e cc.) - Applicaz ione de lla ge nomica funz ionale (farmacologia, me dicina, agricoltura e
ambie nte )
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Italiano
STIMA DEL CARICO DI LAVORO PER LO STUDENTE
N° di ore Pe rce ntuale
Pre s e nz a
Le z ioni te oriche
Es ame finale 2
63
28%
English
71.1
ESTIMATED WORKLOAD FOR THE
STUDENT
0.9%
Individuale
Pre paraz ione de ll'e s ame 160
Ore totali
225
PROGRAMMA
N° of hours Pe rce ntage Italiano
Pre s e nce
The ore tical clas s e s
Final e xamination 2
63
28%
0.9%
Individual
Pre paration of e xamination 160
Total of hours
225
71.1
Modulo 1: Ge nomica
Che cos a è un ge noma
Il s e que nz iame nto de i ge nomi
Come
inte rpre tare
le
informaz ioni conte nute in una
s e que nz a ge nomica (me todi in s ilico)
Anatomia de i ge nomi
La tras criz ione de i ge nomi comple s s i (umano, animale , ve ge tale )
Sinte s i e maturaz ione de ll'RNA
Re golaz ione de ll'attività de l ge noma
Modulo 2: Tras crittomica
Analis i de l tras crittoma: me todi low e high throughput
Altri me todi di indagine de l tras crittoma (diffe re ntial dis play, cDNA-AFLP, SAGE, e cc.)
Array mole colari e me todi di analis i de gli array
Quantificaz ione de l tras crittoma: me todi qualitativi, quantitativi e s e mi-quantitativi
Me todologie in Re alTime e bas i te oriche
Modulo 3: Ge nomica Funz ionale
Me todologie ge ne tico-mole colari pe r s tudiare la funz ione di s ingoli ge ni (footprinting ge ne tico,
inattivaz ione di ge ni, e cc.)
Mutage ne s i s ito-s pe cifica - Me todi in vivo pe r l'analis i de lla funz ione de i ge ni in organis mi
s upe riori (animali e ve ge tali)
Me todologie mole colari pe r otte ne re animali knock-out, knock-in, e piante mutage niz z ate
(tras pos oni, T-DNA, tilling e cc.)
Applicaz ione de lla ge nomica funz ionale (farmacologia, me dicina, agricoltura e ambie nte )
English
Module 1: Ge nomics
What is a ge nome
Se que ncing ge nome s
How to inte rpre t information in a ge nomic s e que nce (in s ilico me thods )
Ge nome anatomy
Trans cription of comple x ge nome s (human, animal, plant)
Synthe s is and proce s s ing of RNA
Re gulation of ge nome activity
- 32 -
Module 2: Trans criptomics
Analys is of trans criptome
Mole cular arrays and me thods for analys is of arrays
Othe r me thods for analys ing the trans criptome (diffe re ntial dis play,cDNA-AFLP, SAGE)
Quantification of the trans criptome
Me thodologie s in Re alTime and the ore tical bas e s
Module 3: Functional ge nomics
Ge ne tic-mole cular me thods to s tudy the function of individual ge ne s (two hybrid, phage dis play,
ge ne tic footprinting, ge ne inactivation)
Site -s pe cific mutage ne s is
In vivo me thods to analys e ge ne function in highe r organis ms (plant and animals )
Mole cular me thodologie s to obtain knock-in, knock-out animals and mutage nis e d plants
Applications of functional ge nomics to pharmacology, me dicine , agriculture , e nvironme nt
Italiano 2012-13
A.A. 2012-2013
A. GENOMICA
-
Che cos a è un ge noma?
-
Il s e que nz iame nto de i ge nomi
-
Come inte rpre tare le s e que nz e ge nomiche (ge nomica in s ilico)
-
Anatomia de i ge nomi
-
Ge nomica comparata (diffe re nz e fra ge nomi in conte nuto e dime ns ioni)
-
Ge nomi organe llari (cloroplas ti e mitocondri)
-
Se que nz e ge ne tiche particolari (tras pos oni, re trotras pos oni, s e que nz e virali)
-
Evoluz ione de i ge nomi (ipote s i ge ne tica conve nz ionale e non conve nz ionale )
B. TRASCRITTOMICA
-
La tras criz ione de i ge nomi comple s s i (umano, animale , ve ge tale )
-
Sinte s i e maturaz ione de ll'RNA
-
Re golaz ione de ll'attività de l ge noma
-
Analis i de l tras crittoma in vitro: me todi low e high throughput
-
Array mole colari e me todi di analis i de gli array
-
Quantificaz ione de l tras crittoma: me todi qualitativi, quantitativi e s e mi-quantitativi
-
Me todologie in Re alTime (bas i te oriche e me todologiche )
C. GENOMICA FUNZIONALE
-
Me todologie ge ne tico-mole colari pe r s tudiare la funz ione di s ingoli ge ni
-
Mutage ne s i s ito-s pe cifica
-
Me todi in vivo pe r l'analis i de lla funz ione de i ge ni in organis mi s upe riori (animali e ve ge tali)
-
Me todologie mole colari pe r otte ne re animali knock-out e knock-in
-
Piante mutage niz z ate (tras pos oni, T-DNA, TILLING e cc.)
-
Applicaz ione de lla ge nomica funz ionale alla farmacologia, me dicina, agricoltura e ambie nte .
T EST I
Le tture cons igliate :
-
Brown, T.A. Ge nomi 3 (EdiSES 2008)
-
Sche na, M. Microarray Biochip Te chnology (Biote chnology Books , 2e ds )
- 33 -
-
Dale , J.W., von Schantz , M. Dai ge ni ai ge nomi (EDISES)
-
Gibs on G., Mus e S.V. Introduz ione alla Ge nomica (ZANICHELLI 2004)
-
Le s k A.M. Introduz ione alla Ge nomica (ZANICHELLI 2009)
-
Rus s e ll P.J. Ge ne tica. Un Approccio Mole colare (EdiSES 2010)
Il mate riale s ui topi knock-out è il s e gue nte : Galli-Taliadoros LA, Se dgwick JD, Wood SA, Koe rne r H (1995)
Ge ne knock-out te chnology: a me thodological ove rvie w for the inte re s te d novice . Journal of
Immunological me thods 181:1-15. Mue lle r U (1999) Te n ye ars of ge ne targe ting: targe te d mous e
mutants , from ve ctor de s ign to phe notype analys is . Me chanis ms of De ve lopme nt 82:3-21.
NOT A
Italiano
Sono ne ce s s arie conos ce nz e di biologia, ge ne tica, biochimica e biologia mole colare e d una conos ce nz a
de lla lingua ingle s e pe r cons ultare te s ti.
La modalità di e s ame può e s s e re la pre s e ntaz ione di un argome nto ine re nte al cors o, da concordare
con il doce nte oppure un orale con una domanda pe r ognuno de i moduli.
L'e s ame è orale . Lo s tude nte ha due s ce lte pos s ibili: e s ame orale re golare con due domande , oppure
una pre s e ntaz ione con s lide s u un argome nto concordato con il doce nte .
Ve rifica de i de s crittori di Dublino:
-conos ce nz e , applicaz ione de lle conos ce nz e e capacità di appre ndime nto s ono ve rificate durante la
dis cus s ione de ll'e s ame o de lla pre s e ntaz ione , ne lle ris pos te alle domande .
-Capacità di comunicaz ione , ve rificata me diante l'e s pos iz ione de lla pre s e ntaz ione o ne lla ris pos ta alle
domande . Si richie de l'us o de l linguaggio appropriato e de lla te rminologia corre tta.
Si s volgono pre s s o le aule de l ple s s o biologico (v.le Parco Are a de lle Scie nz e , 11/A), s alva dive rs a
dis pos iz ione .
E' richie s ta l'is criz ione e le ttronica (chius ura is criz ione all'e s ame : una s e ttimana prima)
Date e luoghi de ll'e s ame potranno e s s e re modificati anche con bre ve anticipo pe r improvvis i e
improrogabili impe gni de l doce nte o de gli altri compone nti la commis s ione di e s ame . Gli s tude nti s ono
pe rciò invitati a ins e rire la propria mail al mome nto de ll'is criz ione e le ttronica pe r pote r e s s e re
e ve ntualme nte avve rtiti oppure a cons ultare il s ito de l cors o prima de ll'e s ame .
English
Some pre vious knowle dge of biology, ge ne tics , bioche mis try and mole cular biology as we ll a s uitable
le ve l of Englis h to re ad re fe re nce s in the language .
Stude nt will be as s e s s e d by a le cture about a s pe cific topic of the cours e , in according with the te ache r,
or by oral e xamination, with one que s tion for e ach module .
The e xam is oral. The s tude nt has two pos s ible options : a re gular oral e xams with two que s tions , or
e ls e a s lide pre s e ntation on a topic agre e d upon with the le cture r.
Ve rification of Dublin de s criptors :
-knowle dge , application of knowle dge and le arning ability are ve rifie d during the dis cus s ion of the e xam
or the pre s e ntation, in the re plie s to que s tions .
-communication ability, ve rifie d through the pre s e ntation or re plie s to que s tions . It is re quire d that the
s tude nt us e s an appropriate language and corre ct te rms .
The e xaminations will be conducte d at the biological building (V.le Parco Are a de lle Scie nz e , 11/A), if not
othe rwis e provide d.
The re gis tration s hould be done on line on we e k be fore the date of e xamination.
Date s and locations of e xaminations can be modifie d als o with a s hort advance in cas e of s udde n and
- 34 -
urge nt commitme nts of the te ache r and othe r me mbe rs of e xamination commis s ion. The re fore , the
s tude nts s hould provide the ir e -mail at re gis tration to be contacte d or the y s hould che ck the s ite of the
cours e be fore the e xamination.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
8:30 - 10:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Me rcole dì
8:30 - 10:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Giove dì
8:30 - 10:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 23/12/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=8a01
Immunologia e immunopat ologia - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Do t t . Benedet t a Passeri (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521032725 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: VET/03 - patologia ge ne rale e anatomia patologica ve te rinaria
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto
OBIET T IVI
Ne ll'ambito de i me ccanis mi di ris pos ta al danno ve rranno pre s e ntati il proce s s o infiammatorio e d il
s is te ma immunitario. Saranno fornite le bas i pe r la compre ns ione de ll'organiz z az ione , de lle funz ioni e
de lla re golaz ione di que s ti me ccanis mi di dife s a, cos ì importanti pe r il mante nime nto de llo s tato di
s alute . Con opportuni e s e mpi s arà dimos trata l'importanz a e s s e nz iale che le re az ioni di riconos cime nto
de ll'antige ne s volgono a prote z ione de ll'organis mo. Ve rranno inoltre pos te le bas i pe r la compre ns ione
de lle re az ioni ipe re giche de l s is te ma immunitario quando non funz ionano i me ccanis mi di
autore golaz ione . Ve ngono pre s e ntati i principali me ccanis mi di inne s co de ll'autoimmunità.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
L'e s ame richie de , a s ce lta de llo s tude nte , la prova orale o la s ottomis s ione di un e laborato s u 4
argome nti s volti a
le z ione .
Lo s tude nte de s crive i me ccanis mi de ll'immunità. L'applicaz ione de lle conos ce nz e e me rge
dalla prova o dall'e laborato, pe rchè lo s tude nte è in grado di as s ociare i s udde tti
me ccanis mi alle patologie immunitarie .
La capacità di giudiz io autonomo s i manife s ta ne lla compre ns ione
de ll'argome nto e ne lla capacità di as s ociaz ione alle dive rs e s ituaz ioni
patologiche .
La prova s critta ha una durata di circa 2 ore . Se lo s tude nte s ce glie la prova orale , la durata s arà in
bas e alla capacità de llo s tude nte di ris ponde re in modo e s aurie nte alle quattro domande che gli
ve rranno pos te s ugli argome nti s volti
PROGRAMMA
Il s is te ma immunitario (le ce llule immunitarie , organi linfoidi primari e s e condari, la circolaz ione
linfocitaria
infiammaz ione acuta: de finiz ione , e z iologia, fas i vas colari e ce llulari, ce llule infiammatorie e
me diatori chimici, e s iti
infiammaz ione cronica primaria e granulomatos a: as pe tti ce llulari e me diatori
e ffe tti s is te mici de ll'infiammaz ione
- 35 -
Immunità innata e d immunità acquis ita.
Barrie re e s te rne fis ico-chimiche
Ce llule infiammatorie
Alcune prote ine e matiche
Fattori umorali
Antige ni. Struttura e funz ioni de gli anticorpi. Le game antige ne -anticorpo. Anticorpi monoclonali.
Re ce ttore de l linfocita B (BCR) e de l linfocita T (TCR). Formaz ione de i re pe rtori linfocitari e
s e le z ione clonale .
Struttura e funz ione de gli MHC di clas s e I e II. Proce s s az ione de ll'Ag e s oge no e d e ndoge no. Le
ce llule APC. I trapianti.
Attivaz ione de i linfociti. Ris pos ta primaria e s e condaria anticorpale . Me moria immunologica.
Le te cniche di laboratorio bas ate s ulla re az ione antige ne -anticorpo o s u ce llule de ll'immunità
adattativa.
Principi di immunopatologia. Le Ipe rs e ns ibilità (tipo I, II, III, IV); Tolle ranz a e d autoimmunità:
principali me ccanis mi patoge ne tici; Immunode ficie nz e e d immunode pre s s ione ; Stre s s e immunità
T EST I
Ve te rinary Immunology, Tiz ard I.R., Els e vie r 8°e diz ione (2013)
Pie r G., Lycz ak J.B., We tz le r L.M., Immunologia Infe z ione , Immunità, (2006) Piccin
Murphy K, Trave rs P., Walport M, Jane way's Immunobiologia, (2009) Saunde rs
McGavin M.D., Zachary J.F., Patologia Ge ne rale Ve te rinaria, (2008) Els e vie r
Robbins e Cotran-le bas i patologiche de lle malattie vol 1 (2010) Els e vie r
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
8:30 - 10:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
15:30 - 17:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Ve ne rdì
10:30 - 12:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 26/01/2015 al 13/03/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=5e b8
Ist ologia e anat omia umana - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Do t t . Cecilia Carubbi
Re capito: 0521033140 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/16 - anatomia umana
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto
OBIET T IVI
Il Cors o s i propone di fornire agli Stude nti gli s trume nti e d i conce tti te orici pe r lo s tudio de lla
organiz z az ione morfo-funz ionale de l corpo umano ai s uoi diffe re nti live lli: la ce llula, la organiz z az ione
ce llulare ne i te s s uti, la inte graz ione tis s utale ne gli organi, la organiz z az ione anatomica macros copica
de gli organi, apparati e s is te mi.
Al te rmine de l cors o lo s tude nte dovrà conos ce re , e s ape r riconos ce re al micros copio ottico, la s truttura
de lle ce llule e la s truttura de i te s s uti de ll'uomo. Inoltre dovrà conos ce re la morfologia de i dive rs i
s is te mi e apparati de ll'uomo.
Al te rmine de l cors o lo s tude nte dovrà e s s e re in grado di ris olve re s e mplici "cas e s tudie s ".
Al te rmine de l cors o lo s tude nte dovrà e s prime rs i con un linguaggio te cnico appropriato.
Al te rmine de l cors o lo s tude nte dovrà e s s e re in grado di rias s ume re un bre ve te s to anatomico.
- 36 -
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
La ve rifica de ll'appre ndime nto s arà e ffe ttuata al te rmine de l Cors o, me diante te s t s critto con 30
domande a ris pos te multiple .
Le domande di ve rifica s aranno focaliz z ate s ui principali argome nti di is tologia e anatomia umana.
La pre paraz ione de llo Stude nte s arà cons ide rata idone a con 18/30 ris pos te corre tte .
AT T IVIT À DI SUPPORT O
LEZIONI FRONTALI E LABORATORIO MICROSCOPICO
PROGRAMMA
La ce llula e le s ue compone nti: il plas male mma, il citoplas ma, l'apparato de l Golgi, il re ticolo
e ndoplas matico, mitocondri, il nucle o.
La formaz ione e l'organiz z az ione de i te s s uti. Te s s uto e pite liale di rive s time nto e ghiandolare :
clas s ificaz ione , localiz z az ione e corre laz ioni morfo-funz ionali. Te s s uto conne ttivo: clas s ificaz ione ,
localiz z az ione , corre laz ioni morfo-funz ionali; os s ificaz ione ; e mopoie s i; le ce llule de l s angue e le
pias trine . Te s s uto mus colare : clas s ificaz ione , localiz z az ione e corre laz ioni morfo-funz ionali. Te s s uto
ne rvos o: clas s ificaz ione e localiz z az ione de i tipi ce llulari.
Me todiche pe r l'alle s time nto de i pre parati e le principali coloraz ioni is tologiche . Analis i di pre parati
is ologici al micros copio ottico.
Apparato Locomotore : organiz z az ione s trutturale (citologica e mole colare ) de l te s s uto os s e o,
cartilagine o e mus colare . ge ne ralità s ulle os s a, s ulle articolaz ioni e s ui principali gruppi mus colari.
Anatomia macros copica de lle os s a che compongono lo s che ltro de lla te s ta, de l tronco e de gli arti.
Anatomia macros copico-funz ionale de lle articolaz ione de lle rachide , s capoloome rale , de l gomito, de l
pols o, coxofe morale , de l ginocchio e de lla caviglia.
Apparato circolatorio: organiz z az ione ce llulare e mole colare de gli e ndote li. Anatomia macros copia e
micros copia de l cuore , de i vas i coronarici, de lle valvole cardiache . Struttura de lla pare te de lle
arte rie , de lle ve ne e de i capillari. De cors o de lle principali arte rie e ve ne .
Anatomia funz ionale de gli organi e mopoie tici primari (midollo os s e o) e linfoidi primari (timo) e s e condari
(milz a e linfonodi).
Apparato dige re nte : organiz z az ione ge ne rale : bocca, faringe , e s ofago, s tomaco, inte s tino te nue ,
inte s tino cras s o. Fe gato e le vie biliari. Il pancre as e le vie pancre atiche . Il pe ritone o.
Apparato re s piratorio: organiz z az ione ge ne rale : laringe , trache a, bronchi, polmoni. Anatomia
morfologico-funz ionale de ll'alve o polmonare .
Apparato urinario: anatomia macros copica e micros copico-funz ionale de i re ni. Anatomia mole colare de l
ne frone .
Apparato e ndocrino: organiz z az ione ge ne rale . L'ipotalamo e d i nucle i ne uros e ce rne nti, l'ipofis i. Tiroide e
paratiroidi, le ghiandole s urre nali, le ins ulae pancre atiche .
Sis te ma ne rvos o ce ntrale e pe rife rico: organiz z az ione ge ne rale .
T EST I
F.H. Martini, Anatomia Umana EdiSES (http://www.e dis e s .it)
Marinoz z i G. - Anatomia Clinica 2° e d. (Antonio De lfino Editore )
Anatomia de ll'Uomo 2° e d. (Ambros i e t al.) Ed. Edi-Erme s
Ste ve ns A. – Lowe J., Is tologia Umana. Cas a Editrice Ambros iana
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
13:30 - 16:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
13:30 - 16:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Ve ne rdì
14:00 - 18:00
Lezio ni: dal 10/10/2014 al 07/11/2014
No t a: Le le z ioni de l VENERDI' s i s volge ranno pre s s o Dip. S.Bi.Bi.T - Se z . Anatomia Umana - Via
Grams ci, 14
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=3a3a
Lingua inglese - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte :
Re capito: []
Tipologia: Di bas e
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 3
SSD: L-LIN/12 - lingua e traduz ione - lingua ingle s e
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
- 37 -
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Portare gli s tude nti al live llo di conos ce nz a B1 de lla lingua ingle s e in bas e al Quadro Comune di
Rife rime nto Europe o.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
L'appre ndime nto pre ve de r le z ioni in aula, pre s e ntaz ione de lle s trutture principali, de duz ione de lla
re gola, us o contras tivo de lla lingua, utiliz z o di s us s idi didattici vari (audioCD, s lide , libro di te s to, e cc.).
La prova di lingua ingle s e è compos ta dalle s e gue nti parti:
A. Conos ce nz a grammaticale e le s s icale (Te mpo conce s s o - 30 minuti)
·
Es e rciz i in cui il candidato de ve individuare l'e s pre s s ione e rrata (e s . forma/te mpo ve rbale , us o de l
comparativo, omis s ione de l s ogge tto, e cc.) all'inte rno di una fras e , s ce glie re fra varie alte rnative la
ris pos ta che comple ta lo s paz io all'inte rno de lla fras e (e s .: te mpo ve rbale , pre pos iz ione , e cc.), e
s ce glie re fra varie alte rnative la parola (ve rbo, pre pos iz ione , s os tantivo, e cc.) che me glio comple ta uno
s paz io all'inte rno di un brano.
B. Compre ns ione di bre vi te s ti s critti (Te mpo conce s s o - 30 minuti)
·
Il candidato dovrà le gge re la riproduz ione di alcuni carte lli e /o annunci pubblici, e uno o più brani e
s ucce s s ivame nte ris ponde re a domande di compre ns ione .
C. As colto di bre vi dialoghi e dis cors i (Durata - 25 minuti circa)
·
Il candidato dovrà as coltare un nas tro s u cui s ono re gis trati bre vi dialoghi e /o dis cors i, e ris ponde re
a domande riguardanti il s ignificato de gli e nunciati. Ogni brano s i as colta due volte .
Le ris pos te pe r tutte e tre le s e z ioni de lla prova s ono de l tipo SCELTA MULTIPLA
- Il punte ggio finale s i ottie ne s ommando le ris pos te corre tte . Non c'è pe naliz z az ione pe r le ris pos te
e rrate , e le ris pos te mancanti valgono come e rrore .
PROGRAMMA
Grammatica
gli articoli e i dimos trativi
i pos s e s s ivi e il ge nitivo s as s one
i pronomi pe rs onali
s ome / any e compos ti
i s os tantivi contabili e non-contabili
much / many / a little / a fe w
i comparativi e s upe rlativi
&nb s p;
;
i pronomi re lativi
le principali pre pos iz ioni di te mpo e di luogo
le domande indire tte
le principali congiunz ioni
&n bs p;
&nbs p;
i principali ve rbi + pre pos iz ioni
&n bs p;
Pre s e nt Simple and Pre s e nt Continuous
Pas t Simple (ve rbi re golari e irre golari)
Pas t Continuous
Pre s e nt Pe rfe ct Simple
il futuro (going to, will, Pre s e nt Simple , Pre s e nt Continuous )
il Condiz ionale 1 e le s ubordinate te mporali (whe n, afte r, e tc. + Pre s e nt Simple )
il Pas s ivo (Pre s e nt Simple , Pas t Simple , Pre s e nt Pe rfe ct)
i ve rbi modali (can, could, mus t, will, would, s hould)
Le s s ico
&nbs p;
s pe lling
nume ri (pre z z i, quantità, date , e cc.)
famiglia
te mpo libe ro
cas a e arre dame nto
luoghi pubblici e ne goz i
lavori e profe s s ioni
cibi e be vande
&n bs p;
&nbs p;
- 38 -
T EST I
C. Latham-Koe nig, C. Oxe nde n, P. Se ligs on, Englis h File Digital Pre -inte rme diate Stude nt's book &
workbook Third Edition (libro Mis to) STND with Ke y, OUP (ISBN 978-0-19-459888-0)
NOT A
Gli s tude nti s ono invitati a cons ultare la Home page de lla dott.a Anila Scott-Monkhous e pe r informaz ioni e
aggiorname nti (http://www.cla.unipr.it/cla/doce ntiPage .as p?ID=34)
APPELLI - Pe r le date e le modalità http://www.cla.unipr.it/cla/s tandardpage .as p?s ubPage =true &ID=354
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=e 543
Meccanismi genet ico-molecolari di adat t ament o all'ambient e - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Gio vanna Visio li
Re capito: 0521-905692/6092 [[email protected]]
Tipologia: Affine o inte grativo
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/13 - biologia applicata
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Gli organis mi, la loro forma, la loro s toria, la loro attività, le loro pote nz ialità s ono il prodotto di
comple s s e inte raz ioni tra patrimonio e re ditario e ambie nte . Se l'ambie nte cambia, cambiano anche i
caratte ri de gli organis mi.
Il principale obie ttivo de l cors o è que llo di compre nde re dal punto di vis ta mole colare le ris pos te de gli
organis mi, con una particolare atte nz ione alle piante , a dive rs i tipi di s tre s s biotici e abiotici. Le
compe te nz e che lo s tude nte acquis irà s aranno s ia di tipo te orico che di tipo me todologico (II De s crittore
di Dublino). Sulla bas e di que s te conos ce nz e analiz z e re mo poi alcuni approcci di tipo biote cnologico in
campo agronomico pe r l'otte nime nto di colture più re s is te nti a s tre s s biotici a abiotici e in campo
ambie ntale pe r l'utiliz z o di organis mi s e ntine lle di pe rturbaz ioni ambie ntali.
Es s e ndo un cors o che tratta di argome nti in continua e voluz ione s i pre s ta anche molto a tras me tte re
ne llo s tude nte una capacità di giudiz io e una capacità di appre ndime nto che ve rrà s viluppata me diante
la s pie gaz ione e la cons ultaz ione di articoli s cie ntifici s ugli argome nti trattati molto re ce nti (III, IV, V
De s crittore di Dublino). Allo s tude nte ve rrà anche cons igliato di e ffe ttuare rice rche s u uno o più
argome nti di s uo inte re s s e ne ll'ambito de l programma de l cors o pe r migliorare la s ua capacità di
appre ndime nto de lla mate ria.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Durante le le z ioni frontali s i proce de rà ad e ffe ttuare te s t orali di ve rifica de ll'appre ndime nto. Ve rranno
e ffe ttuate anche domande pe r ve rificare la capacità di colle game nto tra dive rs i argome nti.
L'e s ame orale finale cons is te rà ne lla pre paraz ione di un e laborato s critto s u un argome nto a s ce lta tra
que lli trattati e una dis s e rtaz ione de l me de s imo. Da qui s i partirà poi pe r e ffe ttuare domande s u altri
argome nti trattati ne l cors o.
La valutaz ione de ll'e s ame s e guirà i s e gue nti crite ri (de s crittori di Dublino 1,2):
- capacità ne lla trattaz ione de llo s pe cifico argome nto pre s e ntato all'e s ame
- capacità di colle game nti tra l'argome nto pre s e ntato in re laz ione ad altri as pe tti e argome nti trattati ne l
cors o.
- grado di padronanz a di tutte le te matiche trattate , cons ide rando s ia gli as pe tti te orici che que lli pratici.
L'e s ame s i ritie ne s upe rato s e lo s tude nte ha cons e guito la s ufficie nz a in alme no due de i quattro
indicatori di valutaz ione
PROGRAMMA
1. Adattame nto all'ambie nte e ris pos ta allo s tre s s ne gli organis mi s upe riori:
- Adattame nto e ris pos ta fe notipica
- 39 -
- Adattame nto e ris pos ta ge notipica (DNA e cromos omi: mutaz ioni ge niche , cromos omiche e ge nomiche ,
la poliploidia)
- Variaz ioni e pige ne tiche e d e ffe tti s ul fe notipo
2. La comple s s ità de lla ris pos ta de lla pianta all'ambie nte :
- Stre s s biotici
- Stre s s abiotici (care nz a idrica, s tre s s da conge ame nto, s tre s s te rmico, s tre s s da me talli)
3. Approcci biote cnologici in campo agronomico:
-Se le z ione di piante re s is te nti a s tre s s biotici e abiotici
- Produz ione di piante trans ge niche re s is te nti a s tre s s biotici e abiotici
4. Applicaz ione de lle Biote cnologie in campo ambie ntale :
- Utiliz z o de lla capacità de gli organis mi di ris ponde re a cambiame nti ambie ntali (s aggi di mutage nicità,
s aggi e co-tos s icologici, utiliz z o di bioindicatori e biomarcatori ambie ntali)
T EST I
Non e s s e ndoci un libro di te s to compre ns ivo di tutti gli argome nti trattati, il doce nte fornirà articoli e
te s ti da cons ultare pe r i s ingoli argome nti.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
8:30 - 10:30
Aula C Dipartime nto di Bios cie nz e - Cas cina Ambolana
Me rcole dì
8:30 - 10:30
Aula D Dipartime nto di Bios cie nz e - Cas cina Ambolana
Giove dì
8:30 - 10:30
Aula D Dipartime nto di Bios cie nz e - Cas cina Ambolana
Lezio ni: dal 21/01/2014 al 28/02/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=381e
Met odi bioanalit ici
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Claudio Co rradini (T it o lare del co rso )
Re capito: +39 0521 906023 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: CHIM/01 - chimica analitica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
PROGRAMMA
Campioname nto e pre paraz ione de l campione analitico. Validaz ione di nuovi me todi analitici. Me todi
s e parativi. Cromatografia. Gas cromatografia: Principi e s trume ntaz ione . Colonne e fas i s taz ionarie .
Cromatografia liquida ad alte pre s taz ioni (HPLC): principi e s trume ntaz ione . Caratte ris tiche de lle fas i
fis s e e mobili. Cromatografia Ionica (IC): principi e s trume ntaz ione . Rive latori s pe cifici pe r la
cromatografia ionica: conduttime trici e d ampe rome trici. Applicaz ione de lla cromatografia a s cambio
anionico forte con rive laz ione ampe rome trica puls ata
(HPAEC-PAD) ne lla s e paraz ione e
caratte riz z az ione di oligo e polis accaridi. Caratte ris tiche de lle fas i fis s e e mobili. Cromatografia ad
e s clus ione dime ns ionale . Cromatografia s u s trato s ottile . Cromatografia di ads orbime nto e di
ripartiz ione Ele ttros e paraz ioni. Principi. Ele ttrofore s i s u ge l. Ele ttrofore s i capillare : te oria e d applicaz ioni.
Valutaz ione s tatis tica de i dati analitici. Fondame nti de lla s pe ttrome tria di mas s a, principali te cniche di
ioniz z az ione (EI, CI, ESI, APCI, APPI, MALDI, DESI, DART). Gli analiz z atori (a s e ttore , doppia focaliz z az ione ,
quadrupolo, trappola ionica, ICR, Orbitrap, te mpo di volo), l'accoppiame nto GC-MS e HPLC-MS.
Spe ttrome tria di mas s a tande m. Rive laz ione s e le ttiva de gli ioni. Ce nni di prote omica.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Me rcole dì
11:30 - 13:30
Aula C Ple s s o Polifunz ionale
Ve ne rdì
10:30 - 12:30
Aula C Ple s s o Polifunz ionale
- 40 -
Lezio ni: dal 07/10/2013 al 31/01/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=37ff
Met odi Fisici - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 1000855
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Ant o nio Deriu
Re capito: 0521 905267 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: FIS/07 - fis ica applicata (a be ni culturali, ambie ntali, biologia e me dicina)
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
Il cors o s i propone di fornire :
una conos ce nz a di bas e de lle principali le ggi de lla Fis ica clas s ica con particolare riguardo alla
me ccanica, alla te rmodinamica e d all'e le ttromagne tis mo, anche me diante l'acquis iz ione di abilità ne lla
s oluz ione di proble mi s e mplici;
una conos ce nz a qualitativa de i principi de lla fis ica mode rna con particolare riguardo alla te oria de i
quanti, alla fis ica atomica, alla radioattivita' e d alle loro principali applicaz ioni in campo biologico e me dico
(las e r, PET, MRI).
le conos ce nz e me todologiche di bas e che cons e ntono di acquis ire dati quantitativi da e s pe rime nti
s e mplici di fis ica clas s ica e di analiz z are i dati otte nuti in bas e alla te oria de gli e rrori
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Conos ce nz a de gli as pe tti fondame ntali de lla Fis ica Clas s ica e de i principi bas e de lla Fis ica Mode rna,
ins ie me alla capacità di ris olve re proble mi e le me ntari e di condurre e d analiz z are quantitativame nte
s e mplici e s pe rime nti di Fis ica.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Proge tto IDEA.
Il Prof. Pie ro Cipriani che s volge le e s e rcitaz ioni in Aula il Marte di' pome riggio (14:30 -15:30) e ' anche
dis ponibile pe r rice ve re gli s tude nti s u appuntame nto pe r s pie gaz ioni e /o aprofondime nti s u cio' che e '
s tato pre s e ntato ne lle e s e rcitaz ioni.
Pe r il rice vime nto s tude nti il Prof. Cipriani e ' dis ponibile il Marte di' dalle ore 13:00 alle 14:30 e dalle
17:30 alle 18:30 ne lla Sala Me lloni al primo piano de l Dipartime nto di Fis ica. Gli s tude nti inte re s s ati
de vono contattare via mail il Prof. Cipriani (pie [email protected] .it) pe r fis s are un appuntame nto.
PROGRAMMA
LEZIONI IN AULA:
Introduz ione de l Cors o, Unità, dime ns ioni & e rrori, ve ttori.
Moto in una e due dime ns ioni, le ggi di Ne wton de l moto, attrito, moto circolare .
Lavoro, e ne rgia & pote nz a, quantità di moto, urti, ce ntro di mas s a, me ccanica rotaz ionale , gravitaz ione .
Moto armonico s e mplice , moti ondulatori e d onde s onore .
Me ccanica de i fluidi, te ore ma di Be rnoulli, moti vis cos i.
Proprie tà de lla mate ria, Principio z e ro e primo principio de lla te rmodinamica, calorime tria, conduz ione
de l calore , te oria cine tica de i gas .
Te rmodinamica: primo principio, macchine te rmiche .
Te rmodinamica: s e condo principio e d e ntropia.
Forz a e le ttrica, campo e pote nz iale , conde ns atori.
- 41 -
Corre nte e le ttrica, circuiti e le ttrici, e ffe tti te rmici de lla corre nte .
Forz a magne tica, magne ti pe rmane nti, Induz ione e le ttromagne tica, corre nti alte rnate .
Rifle s s ione da s upe rfici piane e s fe riche , rifraz ione da s upe rfici piane e s fe riche , s trume ntaz ione ottica,
dife tti de lla vis ione .
Equaz ioni di Maxwe ll.
ATTIVITA' DI LABORATORIO
Introduz ione alla te oria de gli e rrori, dis tribuz ione de gli e rrori: de viaz ione s tandard e dis tribuz ione
normale , le gge di propagaz ione de gli e rrori, re gre s s ioni line ari & appros s imaz ioni non line ari, te s t de l
chi-quadrato. Utiliz z o de l Programma "Origin" pe r l'analis i de i dati.
ESPERIMENTI
Me ccanica:
Moto de l pe ndolo s e mplice , Mis ura de lla vis cos ità de lla glice rina.
Te rmodinamica:
Mis ura de lla cos tante di Joule .
Ele ttromagne tis mo:
Ve rifica de lla le gge di Ohm, Circuiti RC.
Ottica:
&nbs p;
Mis uraz ione de ll'indice di rifraz ione di un mate riale .
T EST I
Me ccanica, te rmodinamica e d e le ttromagne tis mo:
J. W. Je we tt Jr. & R. A. Se rway
Principi di Fis ica – EdiSES
in alte rnativa:
J.S. Walke r
&n bs p;
D.C. Giancoli
&nbs p;
Fondame nti di Fis ica – Pe ars on Italia.
&n bs p;
Fis ica. Principi e applicaz ioni – CEA
Te oria de gli e rrori e proce dure di e laboraz ione dati:
J.R. Taylor
&n bs p;
&nbs p;
Introduz ione all'analis i de gli e rrori - Zaniche lli
NOT A
Pre re quis iti cons igliati
Alge bra, trigonome tria e ge ome tria a live llo di s cuola me dia s upe riore
Fondame nti de l calcolo diffe re nz iale e d inte grale
Me todologie di ins e gname nto
Le z ioni frontali con aus ilio di s trume nti audio-vis ivi multime diali.
Se s s ioni s pe rime ntali di laboratorio in cui gli s tude nti in piccoli gruppi (tre -vcinque pe rs one ) conducono
s e mplici e s pe rime nti di fis ica e ne analiz z ano i ris ultati s otto la s upe rvis ione de l doce nte e di alcuni
e s e rcitatori. Ogni gruppo di s tude nti dovra' compilare una re laz ione s u ogni e s pe rime nto s volto.
La fre que nz a a tutte le e s e rcitaz ioni di laboratorio e ' obbligatoria e d e ' un pre re quis ito indis pe ns abile
pe r pote r s os te ne re l'e s ame .
Una parte de l cors o s arà de dicata ad e s e rcitaz ioni in aula. Dopo ave r s viluppato la te oria re lativa, gli
s tude nti ris olve ranno con la guida de l doce nte e s e rciz i e proble mi in modo da chiarire e d approfondire
gli argome nti di te oria s volti.
Modalita' di e s ame
L'e s ame s i articola in una prova s critta e d un colloquio orale .
La prova s critta pre ve de la ris oluz ione di s e mplici e s e rciz i di me ccanica, te rmodinamica e d
e le ttromagne tis mo e d e ' volta a ve rificare la capacita' de llo s tude nte di utiliz z are praticame nte le
noz ioni te oriche appre s e ne l Cors o. Pe r l'ammis s ione all'orale occorre otte ne re ne lla prova s critta un
voto maggiore o uguale a 15/30. Ogni prova s critta ha valore s olame nte pe r l'Appe llo di cui fa parte . Non
e ' pos s ibile s os te nre la prova s critta e d il colloquio orale in due appe lli diffe re nti.
- 42 -
Il colloquio orale e ' volto a valutare quantitativame nte la conos ce nz a de i principali argome nti di
me ccanica, te rmodinamica, e le ttromagne tis mo e de lle bas i de lla fis ica mode rna pre s e ntati durante il
cors o e la capacita' di utiliz z arli in conte s ti pratici s uffice nte me nte s e mplici.
Gli s tude nti is critti al primo anno pos s ono s os te ne re tre te s t parz iali che s i te rranno durante il Cors o
(argome nti de i te s t: Me ccanica, Te rmodinamica, Ele ttromagne tis mo). Un voto comple s s ivo non infe riore
a 18/30 (con voti s ingoli non infe riori a 15/30) e s one ra lo s tude nte dal s os te ne re la prova s critta
d'e s ame . L'e s one ro vale pe r la s e conda e te rz a s e s s ione d'e s ame (Giugno-Luglio e Se tte mbre ).
Il colloquio d'e s ame orale e ' obbligatorio pe r tutti.
Tutti gli s tude nti de vono is crive rs i agli appe lli d'e s ame utiliz z ando la piattaforma ESSE3.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
14:30 - 16:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Marte dì
14:30 - 16:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 03/03/2014 al 06/06/2014
No t a: Il Laboratorio s i s volge rà il MERCOLEDI' dalle ore 8.30 alle ore 11.30 pre s s o i Laboratori didattici
de l Dip. di Fis ica.
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=e cc8
Met odi mat emat ici - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 01765
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Alessandra Lunardi (T it o lare del co rso )
Re capito: +39 0521 906922 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: MAT/05 - analis i mate matica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Rice vime nto s tude nti s u appuntame nto, da chie de re via e -mail a ale s s [email protected]
PROGRAMMA
1) I nume ri e le funz ioni re ali.
Calcoli con i nume ri re ali, e quaz ioni e dis e quaz ioni.
Il linguaggio de lla te oria de gli ins ie mi.
Nume ri naturali, inte ri, raz ionali.
Funz ioni e loro rappre s e ntaz ione carte s iana.
Funz ioni monotòne .
Funz ioni line ari.
Pote nz a, e s pone nz iale , logaritmo.
Funz ioni trigonome triche .
Il principio di induz ione .
Mas s imo, mimino, e s tre mo s upe riore , e s tre mo infe riore .
2) Limiti di s ucce s s ioni.
Succe s s ioni: de finiz ioni e d e s e mpi.
Limite di una s ucce s s ione .
Succe s s ioni limitate .
Ope raz ioni con i limiti.
Forme inde te rminate .
Limiti note voli.
Il nume ro e .
3) Funz ioni continue .
- 43 -
Limiti di funz ioni di variabile re ale .
De finiz ione di funz ione continua, e s e mpi e proprie tà.
Dis continuità.
Le game tra i limiti di funz ioni e i limiti di s ucce s s ioni.
Il te ore ma di We ie rs tras s .
Il te ore ma di e s is te nz a de i valori inte rme di.
4) De rivate .
De finiz ione di de rivata.
Significato ge ome trico de lla de rivata.
Re gole di de rivaz ione .
De rivate de lle funz ioni e le me ntari.
De rivate s ucce s s ive .
5) I te ore mi fondame ntali de l calcolo diffe re nz iale .
I te ore mi di Rolle , Lagrange , Cauchy. Cons e gue nz e e applicaz ioni.
Punti di cre s ce nz a, di de cre s ce nz a, di mas s imo e di minimo di una funz ione .
Funz ioni conve s s e .
Formula di Taylor e s ue applicaz ioni al calcolo de i limiti.
6) Te oria de ll'inte graz ione s e condo Rie mann.
Notaz ioni e de finiz ione di inte grale . Proprie tà de lle funz ioni inte grabili.
Significato ge ome trico de ll'inte grale .
Il te ore ma de lla me dia e il te ore ma fondame ntale de l calcolo inte grale .
Inte grali inde finiti (primitive ).
Re gole di inte graz ione : inte graz ione pe r de compos iz ione in s omma, pe r parti, pe r s os tituz ione .
T EST I
P. Marce llini, C. Sbordone : Calcolo, Liguori Editore
G. Prodi: Is tituz ioni di Mate matica, Mc-Graw-Hill Italia
A. Nannicini, L. Ve rdi, S. Ve s s e lla: Note e d e s e rciz i s volti di Calcolo 1, Pitagora Editrice
G. De Marco: Analis i Ze ro, De cibe l-Zaniche lli
A. Zaccagnini, M.G. Rinaldi: Es e rciz i pe r i cors i di Is tituz ioni di Mate matica, Az z ali Editore
I primi tre libri coprono tutto il programma, anz i c'e ' anche qualcos a in piu'. Il te rz o copre la prima parte
de l programma, s i tratta di un libro prope de utico s u que s tioni di bas e . L'ultimo e ' un e s e rciz iario.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
14:30 - 16:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
10:30 - 11:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Giove dì
14:30 - 16:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Ve ne rdì
14:30 - 16:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 13/10/2014 al 23/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=a302
Met odologie genet iche per le biot ecnologie - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Pao la Go f f rini
Re capito: 0521-905107 [[email protected]]
Tipologia: Affine o inte grativo
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/18 - ge ne tica
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
- 44 -
OBIET T IVI
Il cors o s i propone di e s aminare le principali me todologie ge ne tico-mole colari in re laz ione alle loro
applicaz ioni s ia ne lla rice rca di bas e che in campo indus triale e biome dico. I gruppi di le z ioni a caratte re
monografico tratte ranno argome nti e proble matiche re lative alla produz ione microbica di me taboliti
primari e s e condari e alla produz ione di prote ine ricombinanti in dive rs i s is te mi os pite procariotici e d
e ucariotici. Ve rranno inoltre affrontate le me todologie ge ne tiche clas s iche e mole colari pe r lo s tudio
de lle funz ioni e de lle inte raz ioni ge niche .
PROGRAMMA
I microrganis mi come "ce ll factory".
-I microorganis mi di inte re s s e biote cnologico
-Approcci me todologici mirati alla s e le z ione e al migliorame nto ge ne tico de lle colture indus triali
-Amminoacidi e antibiotici e : dall'is olame nto de l microrganis mo produttore alla produz ione indus triale
-Produz ione di biomas s e microbiche
-Produz ione di e tanolo
-Te cnologie fe rme ntative : mate rie prime e te rre ni di fe rme ntaz ione ; colture batch, continue e fe d batch
Inge gne ria ge ne tica e produz ione di prote ine ricombinanti
-Is olame nto di un ge ne di inte re s s e . Te cniche di mutage ne s i.
La s ce lta de ll'os pite
-Analis i e ottimiz z az ione de ll'e s pre s s ione ge nica in microrganis mi procarioti (E. coli, B. s ubtilis ).
Promotori inducibili. Prote ine di fus ione e loro impie go.
-Analis i e ottimiz z az ione de ll'e s pre s s ione ge nica in microrganis mi e ucarioti. Ve ttori d'e s pre s s ione pe r
lie vito promotori cos titutivi e d inducibili. La manipolaz ione de lla s e cre z ione in Saccharomyce s
ce re vis iae . Il s is te ma Pichia pas toris e Kluyve romyce s lactis .
-Il s is te ma di e s pre s s ione ce llule di ins e tto/Baculovirus .
- Es pre s s ione in ce llule di mammife ro. Es pre s s ione trans ie nte e tras formanti s tabili. Promotori e ge ni
re porte r. Ve ttori virali.
I prodotti
-Prodotti farmace utici, e nz imi.
-Vaccini di II ge ne raz ione e ce nni di immunoge ne tica
-Anticorpi monoclonali.
Studio de ll'e s pre s s ione e de lla funz ione ge nica.
-Analis i de ll'e s pre s s ione ge nica Analis i Northe rn, ge ni re porte r, analis i me diante arrays
-Inte raz ioni ge niche : s oppre s s ori, le tali s inte tici, mutaz ioni dos aggio ge nico dipe nde nte
-Il s is te ma de l doppio ibrido.
T EST I
Donadio e Marino "Biote cnologie microbiche " Cas a Editrice ambros iana
Manz oni M."Microbioloogia Indus triale " Cas a Editrice ambros iana
Glick, Pas te rnak and Patte n "Mole cular Biote chnology" ASM pre s s IV e diz ione
Dale and von Schantz "Dai ge ni ai ge nomi" Principi e applicaz ioni de lla te cnologia de l DNA ricombinante .
Edis e s .
Wats on J.D e t al "DNA ricombinante " Zaniche lli
Durante il cors o ve rranno s e gnalate indicaz ioni bibliografiche s pe cifiche
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
10:30 - 12:30
- 45 -
Giove dì
11:30 - 13:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 09/10/2014 al 19/12/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=41f5
Microbiologia applicat a e probiogenomica
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Marco Vent ura (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521905666 [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/19 - microbiologia ge ne rale
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Me rcole dì
11:30 - 13:30
Aula 6 (Botanica) Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Ve ne rdì
10:30 - 12:30
Aula 2 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 30/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=a8d0
Microbiologia indust riale e Chimica delle f erment azioni
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Chiara Dall'Ast a (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521 905431 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/19 - microbiologia ge ne rale
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
PROGRAMMA
Parte Ge ne rale
I microrganis mi de i proce s s i indus triali.
Vie me taboliche coinvolte ne i proce s s i di bios inte s i.
Approccio alla rice rca di me taboliti primari e s e condari.
Migliorame nto ge ne tico e s viluppo di un ce ppo produttore .
Te rre ni di coltura e s ubs trati de i proce s s i fe rme ntativi indus triali.
Te cnologia de lle fe rme ntaz ioni: laboratorio e impianto.
Me todi di fe rme ntaz ione , tipi di biore attori.
Pianificaz ione de lle fas i de l proce s s o fe rme ntativo.
Is olame nto e purificaz ione de i prodotti finali.
Prodotti / Proce s s i analiz z ati( bas i biochimiche , me todi di produz ione , as pe tti applicativi e di
me rcato)Mate rie prime organiche : e tanolo, ace tone butanolo, glice rolo.
Acidi organici: citrico, ace tico, lattico, gluconico, itaconico.
Aminoacidi: glutammico, lis ina, triptofano, fe nilalanina, a.as partico.
Vitamine : B12, B2, C.
Enz imi: amilas i, prote as i, lipas i, pe n. acilas i, lattas i, L-as paraginas i,
Bioconve rs ioni: ormoni s te roide i, aminoacidi, antibiotici, che micals .
Polis accaridi e s oce llulari, SCP, bioins e tticidi.
Me tabolis mo s e condario: funz ione e rapporti con il me tabolis mo primario.
Alcaloidi de ll'Ergot.
Microrganis mi produttori di antibiotici: as pe tti morfologici, biochimici e ge ne tici.
Bios inte s i de gli antibiotici: me todi di s tudio e clas s i di bios inte s i.
- 46 -
Re golaz ione e controllo de lle bios inte s i.
Organiz z az ione ge nica de i ce ppi produttori
Bios inte s i de lla principali clas s i di antibiotici di us o te rape utico.
Antibiotici modificati pe r biotras formaz ione
Rice rca di un nuovo antibiotico: dall'is olame nto de l microrganis mo produttore al bre ve tto de lla mole cola.
T EST I
Dis pe ns e de l doce nte W. Crue ge r, A. Crue ge r, "Biote chnology: a te xtbook of indus trial microbiology"
s e cond e dition, e d. Sinaue r As s ociate s GLAZER, NIKAIDO "Microbial Biote chnology" Ed Fre e man A.L.
De main, N.A. Solomon "Manual of indus trial microbiology and biote chnology" e d. Ame rican Socie ty for
Microbiology (1986) "Bas ic Biote chnology" e d. C. Ratle dge , B. Kris tians e n Cambridge G.C. Lancini, F.
Pare nti, G.G.Gallo "Biochimica e biologia de gli antibiotici" s e conda e diz ione e d. Mome nto Me dico G.C.
Lancini, R. Lore nz e tti "Biote chnology of antibiotics and othe r bioactive microbial me tabolite s " e d. Ple num
Publis hing Corporation, 233 s pring s tre e t N.Y.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Me rcole dì
10:30 - 12:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Giove dì
14:30 - 16:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 30/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=b236
Microbiologia, virologia e f isiologia microbica - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
Codice : 1000859
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Marco Vent ura
Re capito: 0521905666 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: BIO/19 - microbiologia ge ne rale
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Fornire le conos ce nz e di bas e s ulla microbiologia ne ce s s arie pe r l'applicaz ione de lle biote cnologie .
Fornire la compre ns ione de lle caratte ris tiche principali de lle ce llule procariotiche .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Conos ce nz e s ull'organiz z az ione e s ulle funz ioni de lle ce llule procariotiche
Capacità di e s pos iz ione orale de gli argome nti
PROGRAMMA
1) Introduz ione alla microbiologia
-
la microbiologia
-
procarioti e e ucarioti (diffe re nz e )
-
i microrganis mi e il loro ambie nte naturale
-
impatto de i microrganis mi s ull'uomo
2)
Macromole cole
-
Polis accaridi
-
lipidi
- 47 -
-
acidi nucle ici
-
aminoacidi e le game pe ptidico
-
prote ine
3)
Struttura e funz ione ce llulare
-
micros copia e morfologia ce llulare
-
me mbrana e pare te ce llulare
-
locomoz ione microbica
-
le s trutture di s upe rficie e inclus ioni ce llulari ne i procarioti
4)
Nutriz ione colture di laboratorio e me tabolis mo de i microrganis mi
-
nutriz ione e coltura
-
e ne rge tica e d e nz imi
-
os s idoriduz ione e compos ti ad alta e ne rgia
-
le principali vie cataboliche , il tras porto di e le ttroni e la forz a proton-motrice
-
la dive rs ità catabolica e ras s e gna de lle bios inte s i
5)
Cre s cita microbica
-
divis ione ce llulare
-
cre s cita di una popolaz ione batte rica
-
parame tri ambie ntali che influe nz ano lo s viluppo microbico
6)
Principi di biologia mole colare de i microrganis mi
-
introduz ione ai ge ni e all'e s pre s s ione ge nica
-
s truttura de l DNA
-
re plicaz ione de l DNA
-
s inte s i de ll'RNA
-
s inte s i prote ica
7)
Ce nni di tas s onomia microbica
-
tas s onomia clas s ica e mole colare
-
us o de l Be rge y's manual
-
principali gruppi microbici
8)
Ge ne tica de i microrganis mi e ce nni di biologia mole colare
-
Virus
-
I batte riofagi
1)
Introduction to Microbiology
-
microbiology
-
prokaryotic and e ukaryotic ce ll
-
microorganis ms and the ir natural e nvironme nts
-
the impact of microorganis m of humans
2)
Macromole cule s
-
polys accharide s
-
lipids
-
nucle ic acids
-
amino acids and pe ptide bond
- 48 -
3)
prote ins
Ce ll s tructure and functions
-
micros copy and ce ll morphology
-
ce ll me mbrane s and ce ll walls
-
microbial locomotion
-
s urface s tructure s and inclus ion of prokaryote s
4)
Nutrition, laboratory culture s , and me tabolis m of microorganis ms
-
nutrition and culture of microorganis ms
-
e ne rge tic and e nz yme s
-
oxidation-re duction and e ne rgy-rich compounds
-
major catabolic pathways , e le ctron trans port and the proton motive force
-
catabolic alte rnative s and bios ynthe s is
5)
Microbial growth
-
bacte rial ce ll divis ion
-
growth of bacte rial population
-
e nvironme ntal e ffe cts on microbial growth
6)
Es s e ntial of mole cular biology
-
ge ne and ge ne e xpre s s ion
-
DNA s tructure s
-
DNA re plication
-
RNA s ynthe s is
-
prote in s ynthe s is
7)
Introduction to microbial taxonomy
-
clas s ical and mole cular taxonomy
-
the us e of Be rge y's manual
-
main bacte rial groups
8)
Ge ne tics of microorganis ms and ove rvie w of mole cular biology
-
Virus
-
bacte riophage s
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
16:30 - 18:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Marte dì
16:30 - 18:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
16:30 - 18:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 10/03/2014 al 06/06/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=c25a
Organismi t ransgenici per la ricerca e le applicazioni - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Elena Maest ri (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905687 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
- 49 -
SSD: BIO/13 - biologia applicata
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Prova pratica
OBIET T IVI
Italiano
Fornire le conos ce nz e bas ilari s ulla produz ione di organis mi trans ge nici e ucariotici.
Portare alla compre ns ione de lle s trate gie utiliz z ate pe r la produz ione di organis mi trans ge nici ai fini
de lle loro applicaz ioni.
Portare alla compre ns ione di come la rice rca s ugli organis mi trans ge nici pos s a portare ad aume ntare le
conos ce nz e in campo s cie ntifico.
L'ins e gname nto pre ve de le z ioni frontali con proie z ione . Il mate riale didattico provie ne dalla le tte ratura
inte rnaz ionale re ce nte , e ne lle le z ioni s i le ggono e comme ntano e s tratti de gli articoli originali.
English
To provide fundame ntal knowle dge on the production of trans ge nic e ukaryotic organis ms .
To le ad to unde rs tanding of the s trate gie s us e d for producing trans ge nic organis ms according to the ir
applications .
To le ad to unde rs tanding how re s e arch on trans ge nic organis ms can provide incre as e d knowle dge .
The cours e is organis e d with frontal le cture s in which s lide s are s hown. The mate rial de rive s fromt the
re ce nt inte rnational lite rature ; during le cture s e xtracts from original pape rs are re ad and dis cus s e d.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Italiano
Conos ce nz e s u dive rs i e s e mpi e cas i di applicaz ioni de gli organis mi trans ge nici.
Approccio critico alla le ttura e alla compre ns ione di articoli s cie ntifici.
L'e s ame richie de la s ottomis s ione di un e laborato originale re lativo ad una applicaz ione de gli organis mi
trans ge nici, s u un argome nto s ce lto dallo s tude nte . L'e laborato de ve e s s e re pre parato s e condo le
is truz ioni pubblicate s ul s ito (formato. lunghe z z a, e cc.). De ve e s s e re un s aggio s u un articolo di rice rca
dalla le tte ratura s cie ntifica, e include un comme nto pe rs onale s ulle implicaz ioni e tiche , s ociali e le gali
de gli OGM.
Ve rifica de lle capacità (de s crittori di Dublino):
-le conos ce nz e e me rgono dall'e laborato, pe rché lo s tude nte de s crive i me todi
-l'applicaz ione de lle conos ce nz e e me rge dall'e laborato, pe rchè lo s tude nte le gge e comme nta un
articolo
-le abilità comunicative s critte ve ngono ve rificate ne lla qualità de ll'e laborato e ris ponde nz a ai re quis iti
-la capacità di giudiz io autonomo s i manife s ta ne lla s ce lta de ll'argome nto e ne l comme nto pe rs onale
English
Knowle dge on s e ve ral e xample s and applications of trans ge nic organis ms .
Critical approach to re ading and unde rs tanding of s cie ntific pape rs .
The e xam re quire s s ubmis s ion of an original e s s ay conce rning one application of trans ge nic organis ms ,
with the topic chos e n by the s tude nt. The e s s ay is pre pare d according to ins tructions publis he d on the
we bs ite (format, le ngth, e tc.). It mus t be an e s s ay conce rning a re s e arch pape r from the s cie ntific
lite rature , including a pe rs onal comme nt about the e thical, s ocial, le gal implicaz tions of GMOs .
Ve rification of abilitie s (Dublin de s criptors ):
-knowle dge is include d in the e s s ay, s ince the s tude nts de s cribe s the me thods
-application of knowle dge is include d in the e s s ay, s ince the s tude nt rads and comme nts on a pape r
-communication s kills are ve rifie d by the quality of the e s s ay and compliance with re quis ite s
-making judge me nts is ve rifie d in the choice of the topic and in the pe rs onal comme nts
PROGRAMMA
Italiano
Introduz ione - ce nni s ulle principali te cniche de lle biote cnologie
Come s i producono organis mi trans ge nici: batte ri, funghi, piante , animali
- 50 -
Es e mpi di utiliz z o di organis mi trans ge nici ne lla rice rca (le tte ratura inte rnaz ionale )
Le principali applicaz ioni de gli organis mi trans ge nici (le tte ratura inte rnaz ionale )
-Agricoltura
-Me dicina
-Proble mi ambie ntali
Ce nni s ulle proble matiche e tiche e s ociali
English
Introduction - bas ics of the main te chnique s in biote chnology
How to produce trans ge nic organis ms : bacte ria, fungi, plants , animals
Example s of the us e of trans ge nic organis ms in re s e arch (Inte rnational lite rature )
Main applications of trans ge nci organis ms (Inte rnational lite rature )
-Agriculture
-Me dicine
-Environme ntal proble ms
Ethical and s ocial is s ue s
T EST I
Italiano
Mate riale fornito dal doce nte ins e rito ne l Mate riale Didattico s ul s ito
English
Mate rial provide d by the le cture r, available in "Mate riale Didattico"
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
12:30 - 14:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Marte dì
12:30 - 14:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 10/03/2014 al 13/06/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=d41c
Pat ologia generale - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Ovidio Busso lat i (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521033783 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: MED/04 - patologia ge ne rale
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Il cors o inte nde fornire le conos ce nz e di bas e ne ce s s arie alla compre ns ione de lle caus e e de i
me ccanis mi de i proce s s i patologici a live llo ce llulare , te s s utale e de ll'inte ro organis mo. Le conos ce nz e
acquis ite s aranno applicate agli approcci biote cnologici riguardanti importanti patologie de lla s pe cie
umana. I rife rime nti bibliografici potranno e s s e re utiliz z ati pe r acquis ire autonomia di giudiz io, capacità
comunicative e capacità di appre ndime nto, che potranno e s s e re dimos trate in s e de di e s ame .
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
La/lo s tude nte dovrà acquis ire le noz ioni fondame ntali pe r compre nde re l'e z iopatoge ne s i de lle principali
patologie umane e compre nde re le bas i culturali de gli approcci biote cnologici pe r la loro diagnos i e
- 51 -
te rapia.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Il mate riale didattico s arà me s s o a dis pos iz ione on-line .
PROGRAMMA
1) Me ccanis mi di danno, morte e d adattame nto ce llulare - Il danno
ce llulare : s tre s s os s idativo, lo s tre s s di re ticolo
- Il danno is che mico-ipos s ico
- La morte ce llulare : ne cros i e d apoptos i
- Adattame nti: atrofia, ipe rtrofia, ipe rplas ia, me taplas ia, dis plas ia
2) Ris pos ta tis s utale al danno
- I me ccanis mi e mos tatici: fas e pias trinica e fas e plas matica
- Sindromi e morragiche
-Tr ombos i
-Embolia
3) Patologia ge ne tica:
- Le mutaz ioni e d i loro e ffe tti fe notipici
- M. ad e re ditarie tà me nde liana (e s e mpi e dis cus s ione di m. autos omiche dominanti, autos omiche
re ce s s ive e le gate al s e s s o)
- M. ad e re ditarie tà non me nde liana
-M.cr omos omiche
4)Itumor i:
- Nome nclatura e clas s ificaz ione
- Tumori be nigni e tumori maligni
- Oncologia mole colare : controllo ge ne tico de lla prolife raz ione e de lla
morte ce llulare ; i protooncoge ni e d i ge ni oncos oppre s s ori
- Caus e di tumore : chimiche , fis iche , biologiche
- Il fe notipo ne oplas tico: invas ività, me tas tas i, angioge ne s i, progre s s ione ne oplas tica
T EST I
Robbins e Cotran - Le bas i patologiche de lle malattie vol. 1 Patologia ge ne rale - Els e vie r
Parola - Patologia Ge ne rale - Edis e s
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
10:30 - 12:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
14:00 - 15:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Ve ne rdì
8:30 - 10:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 26/01/2015 al 13/03/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=d2cd
Regolazione genica eucariot ica e chemogenomica
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Simo ne Ot t o nello (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905646 [[email protected]]
- 52 -
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: BIO/11 - biologia mole colare
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Fornire informaz ioni di bas e e s pe cifici e s e mpi di applicaz ione s u uno de i s e ttori più avanz ati di rice rca
pos t-ge nomica, con particolare rife rime nto alle nuove frontie re de lla farmacologia e tos s icologia
mole colare , de lla "s ys te m biology" e ad altre applicaz ioni de lle biote cnologie in ambito farmace utico.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Conos ce nz e di bas e di chimica, biochimica, biologia mole colare e ge nomica e chimica farmace utica
PROGRAMMA
Le finalità e i campi di applicaz ione de lla che moge nomica
Che moge nomica applicata a "drug dis cove ry" "targe t / mode of action ide ntification" e "drug validation"
Che moge nomica s u bas e tras crittomica, prote omica e fe nomica.
Te cnologie che moge nomiche in lie vito: microarray e l'approccio de l "compe ndio", il doppio ibrido e le
s ue varianti, la colle z ione de i mutanti pe r de le z ione .
"Ge nomic phe notyping" di piccole mole cole in lie vito e impie go di banche dati di inte rattomica (SGD) e di
s pe cifici s oftware pe r l'analis i de i dati (con dimos traz ioni pratiche )
Me ccanis mo d'az ione , e ffe tti collate rali e nuove pos s ibili applicaz ioni pe r "ve cchi" farmaci o pe r "le ad
compounds " abbandonati in fas i avanz ate di s viluppo.
Nuovi farmaci e compos ti bioattivi di de rivaz ione biologico-mole colare : aptame ri nucle otidici e pe ptidici,
RNA inte rfe re nti.
Farmaci e vaccini bas ati s u prote ine /pe ptidi ricombinanti: proge ttaz ione , pre paraz ione
apiroge na e validaz ione .
in forma
Analis i de gli obie ttivi, s trate gie e ris ultati di s pe cifiche s tart-up in ambito che moge nomico (Ce llz ome ,
NASCA, Aptanomics e altre )
Le finalità e i campi di applicaz ione de lla che moge nomica
Che moge nomica applicata a "drug dis cove ry" "targe t / mode of action ide ntification" e "drug validation"
Che moge nomica s u bas e tras crittomica, prote omica e fe nomica.
Te cnologie che moge nomiche in lie vito: microarray e l'approccio de l "compe ndio", il doppio ibrido e le
s ue varianti, la colle z ione de i mutanti pe r de le z ione .
"Ge nomic phe notyping" di piccole mole cole in lie vito e impie go di banche dati di inte rattomica (SGD) e di
s pe cifici s oftware pe r l'analis i de i dati (con dimos traz ioni pratiche )
Me ccanis mo d'az ione , e ffe tti collate rali e nuove pos s ibili applicaz ioni pe r "ve cchi" farmaci o pe r "le ad
compounds " abbandonati in fas i avanz ate di s viluppo.
Nuovi farmaci e compos ti bioattivi di de rivaz ione biologico-mole colare : aptame ri nucle otidici e pe ptidici,
RNA inte rfe re nti.
Farmaci e vaccini bas ati s u prote ine /pe ptidi ricombinanti: proge ttaz ione , pre paraz ione
apiroge na e validaz ione .
in forma
Analis i de gli obie ttivi, s trate gie e ris ultati di s pe cifiche s tart-up in ambito che moge nomico (Ce llz ome ,
NASCA, Aptanomics e altre )
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
14:30 - 16:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Me rcole dì
14:30 - 16:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 15/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=27e 4
- 53 -
St at ist ica applicat a alle biot ecnologie
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Lambert o So liani (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521-905662 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/07 - e cologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
PROGRAMMA
Il cors o è rivolto a s tude nti che hanno già s e guito s ia il cors o di s tatis tica di bas e , fondato s ui me todi
parame trici, s ia il cors o di s tatis tica e bioinformatica, fondato s ui me todi non parame trici. Il programma
pre s e nta approfondime nti di alcuni conce tti e l'applicaz ione di quanto già s tudiato all'analis i de i dati,
me diante l'applicaz ione de l programma informatico PAST (ultima ve rs ione attuale 2.17b). Inoltre pe r la
pote nz a a priori e a pos te riori è mos trato l'us o de l programma G-Powe r (ultima ve rs ione attuale 3.1).
Entrambi s ono s caricabili gratuitame nte dalla re te , con il loro manuale d'us o.
Il cors o e la ve rifica finale richie dono la capacità di ins e rire i dati (input) e di s pie gare i ris ultati (output)
di vari te s t; quando s ono pos s ibili due o più te s t come s ce glie re il te s t più pote nte o più robus to :
- s tatis tiche de s crittive e inte rvalli di confide nz a con boots trap; is togramma, box.plot e dis pe rs ione de i
dati;
- te s t chi quadro, tabe lle di continge nz a, indici di as s ociaz ione ;
- te s t t di Stude nt pe r un campione , c on inte rvallo di confide nz a;
- te s t t di Stude nt , te s t de i s e gni, te s t T di Wilcoxon (appros s imaz ione normale , Monte carlo e
probabilità e s atta) pe r due campioni dipe nde nti;
- confronto tra due me die e due varianz e con le s tatis tiche (conos ce nz a di me dia, varianz a e
dime ns ione de i campioni);
- te s t t pe r due campioni indipe nde nti con varianz e uguali e con varianz e dive rs e , te s t pe r omoge ne ità
de lla varianz a,, inte rvallo di confide nz a de lla diffe re nz a tra due me die , te s t di Mann-Whitne y pe r due
campioni indipe nde nti con probabilità as intotica, Monte carlo e e s atta;
- te s t di Kolmogorov-Smirnov pe r due campioni indipe nde nti, con probabilità pe r campioni piccoli e
grandi;
- - confronto tra due coe fficie nti di variaz ione ;
- ANOVA a un crite rio con varianz e uguali e dive rs e , confronto tra varianz e , confronti multipli, ANOVA
non parame trica o te s t di Krus kal-Wallis ;
- ANOVA a due crite ri, te s t di Frie dman;
- corre laz ione parame trica e corre laz ione non parame trica,
re gre s s ione line are parame trica e non parame trica, re tta pas s ante pe r l'orgine .
- s tima de lla pote nz a a priori e a pos te riori di vari dis e gni s pe rime ntali con G-Powe r
Argome nti nuovi
1 - I confronti multipli. Il controllo de ll'e rrore o di tipo I.
La logica de i confronti pianificati o a priori tra più me die . I contras ti line ari o confronti ortogonali me diante
i coe fficie nti polinomiali Scompos iz ione de lla de vianz a, con i confronti ortogonali. Input e output di un
programma informatico pe r i confronti ortogonali o a priori. I contras ti di He lme rt pe r la ve rifica di
gradie nti tra live lli ordinati: La logica de i confronti multipli a pos te riori (UMPC): e xpe rime ntwis e o
familywis e e comparis onwis e . Le proce dure de i confronti pos t-hoc e le rappre s e ntaz ioni grafiche
de ll'inte rvallo di ince rte z z a. Il principio di Bonfe rroni e la proce dura di Dunn-Bonfe rroni. Le probabilità
comparis ons wis e di Dunn-Sidàk.
Us o de lla me dia armonica o me todo di Mille r-Wine r. Il te s t LSD di
Fis he r e il t prote tto o te s t di Fis he r-Hayte . Il te s t FSD o GSD di Sche ffé , con la SCD. Il te s t di Tuke y; la
proce dura di Tuke y-Krame r. Il te s t di Ne wman-Ke ul s tude ntiz z ato o te s t SNK. Il te s t di Duncan. Il te s t di
Dunne tt pe r il confronto de i trattame nti con il controllo. Il te s t Gabrie l e il te s t GT2 di Hochbe rg, pe r
- 54 -
campioni non bilanciati. Il fals e dis cove ry rate (FDR).
2 – Le tras formaz ione de i dati
– La tras formaz ione line are , in ranghi, Standard Score , logaritmica, in radice quadrata e in radice cubica,
re ciproca, in pote nz a (al quadrato e al cubo), angolare o in gradi (arcos e no) pe r le proporz ioni, probit e
logit;
la s ce lta de lla tras formaz ione idone a: il me todo di Box-Cox. Es e mpio de gli e ffe tti de lle tras formaz ioni
de i dati, s ui ris ultati de ll'ANOVA. La tras formaz ione de i valori ne gativi e ce nni s u altre famiglie di
tras formaz ioni di pote nz e
3 -. Te s t pe r l'indipe nde nz a (randomne s s ) de lle mis ure .
I te s t de i s e gni e i runs te s t pe r la cas ualità; il te s t o rapporto di von Ne umann e il te s t non-parame trico
di Barte ls .
4 - Ve rifiche de lla normalità univariata s u dati campionari.
- Normal Quantile e Normal Probability Plot univariati: Q-Q, P-P e SP plot
- Mis ure e te s t pe r s imme tria e curtos i, con i mome nti intorno alla me dia (C-mome nts ): , , , , ,
- Ve rifica de lla normalità con il te s t ; con il te s t di Kolmogorov-Smirnov; il te s t di Lillie fors .
- Te s t di tipo quadratico: Cramé r-von Mis e s e Ande rs on-Darling.
- Te s t di corre laz ione : Shapiro-Wilk o W te s t, il te s t di Shapiro-Francia o W' te s t e il te s t di Roys ton
- Altri te s t di re gre s s ione /corre laz ione : te s t di Fillibe n e te s t di Gan-Koe hle r
Te s t con indici di s imme tria e curtos i: D'Agos tino, Ans combe -Glynn e D'Agos tino-Pe ars on
Il te s t di Jarque -Be ra pe r la normalità de i re s idui
5 - L'outlie r: dato anomalo o dato s bagliato? De finiz ioni di e xtre me value , s traggle rs e outlie r..
- Ide ntificaz ione de gli outlie r con il grafico Box-and-Whis ke rs di Tuke y: vantaggi, limiti e modifiche
- Il probability plot
- Me todi s tatis tici pe r grandi campioni: ve rifica de gli outlie r con la dis tribuz ione di Che bys he v e la
dis tribuz ione Z, il g te s t di Gaus s , la "huge rule "
- Il te s t di Grubbs o maximum norme d re s idual s e condo la Royal Socie ty of Che mis try e il Michigan
De partme nt of Environme ntal Quality- Il te s t Q di Dixon (e s tre me value te s t) o te s t ratios for gros s e rrors , pe r un outlie r con campioni
piccoli; la modifica di Gibbons pe r più outlie r
- Il te s t de lla dis cordanz a (Dis cordance Te s t); il te s t di Ros ne r. Il te s t non parame trico di Wals h
- I crite ri di Chauve ne t e di Pe irce
6 – La logica fals ificaz ionis ta di Fis he r e di Ne yman-Pe ars on.
Sample s iz e e e ffe ct s iz e .
Stima de lla Pote nz a a priori e a pos te riori, con la normale , con il t di Stude nt, ne ll'ANOVA e in altri te s t.
Ne l cors o de ll'anno 2012-2013 parte cipano anche s tude nti che ne lla laure a trie nnale non hanno s e guito
il cors o di Statis tica non parame trica. Es s i de vono acquis ire anche que s te noz ioni e la capacità di us are
i te s t re lativi.
1 - Statis tica de s crittiva pe r me todi non parame trici: richiamo de i me todo parame trici e il box-plot di
Tuke y, con s ue varianti.
2 - Confronti tra proporz ioni o rapporti:il te s t chi quadrato e il te s t G.
Il te s t chi-quadrato pe r la bontà de ll'adattame nto; s ue condiz ioni di validità e corre z ioni di Yate s . Il chi
quadrato pe r tabe lle di continge nz a 2 x 2; condiz ioni di validità e corre z ione di Yate s ; il me todo e s atto di
Fis he r pe r campioni piccoli; il te s t z pe r campioni grandi. Le tabe lle di continge nz a 2 x N e M x N.
Il log like lihood ratio o te s t G pe r il confronto tra una dis tribuz ione os s e rvata e la dis tribuz ione atte s a, in
tabe lle di continge nz a 2 x 2 e in tabe lle M x N.
3 - Me todi non parame trici pe r un campione .
- 55 -
Il te s t de lle s ucce s s ioni (Runs te s t) con dati qualitativi e con dati quantitativi. Il te s t de i s e gni, il te s t T di
Wilcoxon, l'inte rvallo di confide nz a de lla me diana, il te s t di cas ualiz z az ione . Il te s t di KolmogorovSmirnov pe r il confronto tra una dis tribuz ione os s e rvata e una dis tribuz ione atte s a, con clas s i ordinali.
4 - Me todi non parame trici pe r due campioni dipe nde nti.
Il te s t di Mc Ne mar. Te s t de i s e gni, te s t T di Wilcoxon, inte rvallo di confide nz a de lla me diana, te s t di
cas ualiz z az ione .
5 - Me todi non parame trici pe r due campioni indipe nde nti.
Te s t pe r la te nde nz a ce ntrale : il te s t de lla me diana, il te s t T di Wilcoxon-Mann-Whitne y, il te s t U di MannWhitne y, inte rvallo di confide nz a de lla diffe re nz a me diana, il te s t S di Ke ndall, il te s t di cas ualiz z az ione .
Te s t pe r la variabilità: il te s t di Le ve ne non parame trico; te s t di Sie ge l Tuke y, te s t di Fre und-Ans aryBradle y, te s t di Mos e s
Te s t ge ne ralis ti pe r il confronto tra due dis tribuz ioni. Il te s t di Kolmogorov-Smirnov, il te s t de lle
s ucce s s ioni o te s t di Wald-Wolfowitz .
6 - Me todi non parame trici pe r k campioni.
Es te ns ione de l te s t de lla me diano o te s t di Brown-Mood; ANOVA non parame trica a un crite rio o te s t di
Krus kall-Wallis ; ANOVA non parame trica a due crite ri o te s t di Frie dman; te s t di Quade , te s t di Pe ttitt pe r
il punto di s volta, te s t di Jonckhe e re e te s t di Cuz ick pe r il tre nd de lle me die Ne ll'ANOVA a un crite rio,
te s t di Mack-Wolfe o umbre lla te s t, te s t di Page pe r il tre nd de lle me die Ne ll'ANOVA a due crite ri.
7 - Corre laz ione non parame trica e re gre s s ione line are non parame trica.
La corre laz ione rho di Spe arman e tau di Ke ndall. La re tta non parame trica o robus ta di The il.
Us o de lla corre laz ione pe r i tre nd s paz iali e te mporali.
Il te s t di Mann-Ke ndall pe r il tre nd in fe nome ni ciclici.
T EST I
Dis pe ns e cons igliate pe r la parte ge ne rale de gli anni pre ce de nti.
Pe r il programma de ll'anno:
Soliani Lambe rto (2008) I te s t non parame trici più citati ne lle dis cipline s cie ntifiche , UNI.NOVA, Parma.
(pagg. VII + 828); ISBN: 978-88-6319-022-9; www.uninova.ne t
Pe r i richiami e gli approfondime nti di s tatis tica parame trica
Lambe rto Soliani (2008) Statis tica applicata. UNI.NOVA, Parma. (pagg. X + 694);
ISBN:978-88-6319-041-0; www.uninova.ne t
Edite dalla cas a e ditrice di te s ti unive rs itari UNINOVA di Parma, gruppo Pe gas o Libre ria;Via Cave dani, 7
Te l. 0521-290245 - Fax 0521-291661 - E-mail: libre [email protected] gas o.it
Pe r gli argome nti nuovi di approfondime nto s aranno forniti a le z ione i te s ti digitali de l doce nte .
Te s ti inte rnaz ionali di rife rime nto:
- Sokal R. R. and F. J. Rohlf (1995). Biome try, 3rd Edition. W. H. Fre e man & Co., Ne w York.
- Zar Je rrold (2010). Bios tatis tical Analys is , Fifth Edition. Pe ars on Education Inte rnational
Te s ti inte rnaz ionali gratuiti in re te
- EPA 530/R-09-007, March 2009, Statis tical Analys is of Groundwate r Monitoring Data at RCRA Facilitie s .
Unifie d Guidance , Environme ntal Prote ction Age ncy, Unite d State s (pp. 888)
- EM 1110-1-4014, 31 Jan 2008, Environme ntal Quality - ENVIRONMENTAL STATISTICS, De partme nt of the
Army, U. S. Army Corps of Engine e rs (pp. 544)
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Ve ne rdì
Aula 2 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
8:30 - 11:30
Lezio ni: dal 03/03/2014 al 06/06/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=33b0
- 56 -
St at ist ica e inf ormat ica applicat e alle biot ecnologie - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Lambert o So lianiDo t t . Giuseppe T ambo rino (Esercit at o re)
Re capito: 0521-905662 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/07 - e cologia
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Obie ttivo: Conos ce nz a de i conce tti e de i me todi di s tatis tica univariata e bivariata, parame trica e nonparame trica, pe r l'analis i de i dati biologici, me dici e ambie ntali ne lla rice rca e ne lla profe s s ione ; us o di
un programma informatico gratuito, di riconos ciuta validità inte rnaz ionale : PAST.
PAle ontological STatis tics : www.nhm.uio.no/norle x/pas t/download.html
PROGRAMMA
PROGRAMMA A.A. 2012-2013
STATISTICA PARAMETRICA
1 - Tipi di s cala e di mis uraz ione . Statis tica de s crittiva pe r dis tribuz ioni univariate . Cos truz ione de lle
tabe lle e rappre s e ntaz ione grafiche pe r variabili quantitative e variabili qualitative : is togrammi, poligoni,
re ttangoli dis tanz iati, diagrammi circolari. I pittogrammi e il lie factor. Indici di te nde nz a ce ntrale , di
dis pe rs ione , di s imme tria e di curtos i. Nume ro di de cimali e di cifre s ignificative .
Es e rciz i di s tatis tica de s crittiva con us o de l programma PAST.
2 - Calcolo combinatorio, dis tribuz ione binomiale , pois s oniana, ipe rge ome trica. La dis tribuz ione normale
e la normale ridotta. Es e rciz i con us o de lla normale ridotta e de lle tabe lle z .
3 - Confronti tra tas s i e probabilità. La dis tribuz ione chi quadrato. Te s t pe r la bontà de ll'adattame nto;
condiz ioni di validità e corre z ione di Yate s . Tabe lle di continge nz a 2 x 2 e R x C, pe r campioni piccoli e
grandi: me todo e s atto di Fis he r e te s t z in tabe lle 2 x 2.
Il me todo G o log-like lihood ratio ne i te s t pe r la bontà de ll'adattame nto e in tabe lle di continge nz a.
Es e rciz i s ul te s t chi-quadrato pe r la bontà de ll'adattame nto e in tabe lle di continge nz a con PAST
4 - Errore alfa e e rrore be ta; pote nz a a priori e a pos te riori. Stima de lle dime ns ioni de i campioni pe r il
confronto tra me die con la dis tribuz ione normale . Nume ro di dati pe r una mis ura con la pre cis ione
de s ide rata
5 - La dis tribuz ione t di Stude nt. Te s t pe r la me dia di un campione e inte rvallo di confide nz a de lla me dia.
Confronto tra le me die di due campioni dipe nde nti e di due campioni indipe nde nti. Te s t pe r l'omoge ne ità
de lla varianz a; te s t F, te s t di Bartle tt, te s t di Le ve ne . Ce nni s ui me todi pe r il confronto tra due me die
con varianz e diffe re nti. Stima de lle dime ns ioni minime de i due campioni, con la dis tribuz ione t e la
dis tribuz ione z . Il bilanciame nto di 2 campioni.
Es e rciz i s ul te s t t di Stude nt con il programma PAST, con varianz e uguali e dive rs e .
6 - Analis i de lla varianz a (ANOVA) a un crite rio (one -way): il confronto tra due o più me die . Dis tribuz ione
F di Fis he r-Sne de cor e re laz ione con la dis tribuz ione t di Stude nt. Condiz ioni di validità de ll'ANOVA e
te s t pe r l'omos che das ticità con k campioni: te s t di Hartle y, te s t di Cochran, te s t di Bartle tt, te s t di
Le ve ne e s ue varianti. Confronti multipli a priori o pianificati; confronti multipli a pos te riori o pos t-hoc: il
ris chio alfa e il principio di Bonfe rroni; i me todi Bonfe rroni-Dunn, HSD di Tuke y, SNK e i me todi
s e que nz iali, il te s t di Dunne tt, il te s t Duncan. Applicaz ioni de ll'ANOVA e de i confronti multipli con il
programma PAST.
Es e rciz i s ull'ANOVA con il programma PAST.
7 - Analis i de lla varianz a con due (two way) e con più crite ri cros s e d. Me todi pe r ridurre il nume ro di
os s e rvaz ioni: i quadrati latini. Efficie nz a re lativa di un dis e gno s pe rime ntale . La pe rdita di dati in tabe lle
a due o più fattori cros s e d. Analis i de ll'inte raz ione tra due fattori, con mis ure ripe tute . Inte rpre taz ione
de ll'inte raz ione , con rappre s e ntaz ioni grafiche . Analis i ge rarchica o ne s te d a due e a più live lli.
Inte raz ione ne ll'ANOVA a più fattori, cros s e d, ne s te d e mis ta.
As s unz ioni di validità de ll'ANOVA, tras formaz ioni de i dati; il me todo di Box-Cox pe r la tras formaz ione più
ade guata.
- 57 -
8 - Statis tica de s crittiva pe r dis tribuz ioni bivariate . Re gre s s ione line are s e mplice : s tima de l coe fficie nte
angolare b e de ll'inte rce tta a; s ignificatività e inte rvallo di confide nz a de l coe fficie nte angolare e
de ll'inte rce tta. Sce lta de l campione pe r la s ignificatività de l coe fficie nte angolare e de ll'inte rce tta. Il
coe fficie nte di de te rminaz ione R-quadro. La re gre s s ione pe r l'origine : vantaggi e s vantaggi. La
pre diz ione inve rs a o calibraz ione . Confronto tra i coe fficie nti angolari di due campioni indipe nde nti.
Conce tti s ull'analis i de lla covarianz a (confronti tra me die di Y con X dive rs i).
La re gre s s ione line are con Y ripe tute . Calcolo de i te rmini de lla re gre s s ione me diante i coe fficie nti
polinomiali. Te s t di line arità con Y ripe tute , in campioni non bilanciati. Ce nni s ulla re gre s s ione pe s ata pe r
la varianz a e il nume ro di dati; s ua calibraz ione .
La corre laz ione : s tima de ll'indice di corre laz ione r di Pe ars on e s ua s ignificatività. Re laz ioni tra
coe fficie nte angolare b e indice r di corre laz ione line are . Inte rvallo di confide nz a di r. La corre laz ione
parz iale o ne tta.
Applicaz ioni de lla re gre s s ione line are e de lla corre laz ione con il programma PAST.
STATISTICA NON PARAMETRICA
1 - Statis tica de s crittiva pe r me todi non parame trici: richiamo de i me todo parame trici e il box-plot di
Tuke y, con s ue varianti.
Us o de l programma PAST pe r la s tatis tica de s crittiva.
2 - Confronti tra proporz ioni o rapporti:il te s t chi quadrato e il te s t G.
Il te s t chi-quadrato pe r la bontà de ll'adattame nto; s ue condiz ioni di validità e corre z ioni di Yate s . Il chi
quadrato pe r tabe lle di continge nz a 2 x 2; condiz ioni di validità e corre z ione di Yate s ; il me todo e s atto di
Fis he r pe r campioni piccoli; il te s t z pe r campioni grandi. Le tabe lle di continge nz a 2 x N e M x N.
Il log like lihood ratio o te s t G pe r il confronto tra una dis tribuz ione os s e rvata e la dis tribuz ione atte s a, in
tabe lle di continge nz a 2 x 2 e in tabe lle M x N.
3 - Me todi non parame trici pe r un campione .
Il te s t de lle s ucce s s ioni (Runs te s t) con dati qualitativi e con dati quantitativi. Il te s t de i s e gni, il te s t T di
Wilcoxon, l'inte rvallo di confide nz a de lla me diana, il te s t di cas ualiz z az ione . Il te s t di KolmogorovSmirnov pe r il confronto tra una dis tribuz ione os s e rvata e una dis tribuz ione atte s a, con clas s i ordinali.
4 - Me todi non parame trici pe r due campioni dipe nde nti.
Il te s t di Mc Ne mar. Te s t de i s e gni, te s t T di Wilcoxon, inte rvallo di confide nz a de lla me diana, te s t di
cas ualiz z az ione .
5 - Me todi non parame trici pe r due campioni indipe nde nti.
Te s t pe r la te nde nz a ce ntrale : il te s t de lla me diana, il te s t T di Wilcoxon-Mann-Whitne y, il te s t U di MannWhitne y, inte rvallo di confide nz a de lla diffe re nz a me diana, il te s t S di Ke ndall, il te s t di cas ualiz z az ione .
Te s t pe r la variabilità: il te s t di Le ve ne non parame trico; te s t di Sie ge l Tuke y, te s t di Fre und-Ans aryBradle y, te s t di Mos e s
Te s t ge ne ralis ti pe r il confronto tra due dis tribuz ioni.
Il te s t di Kolmogorov-Smirnov, il te s t de lle s ucce s s ioni o te s t di Wald-Wolfowitz .
6 - I confronti multipli a priori e que lli a pos te riori (dal te s to di Statis tica Applicata).
I confronti ortogonali; conce tti e applicaz ioni con il programma SPSS.
Il principio de l Bonfe rroni ne i confronti multipli a pos te riori. Il me todo di Bonfe rroni, il me todo di Tuke y o
HSD, il me todo SNK, il me todo di Sche ffé , Il me todo di Dunne tt, il me todo di Duncan.
7 - Me todi non parame trici pe r k campioni.
Es te ns ione de l te s t de lla me diano o te s t di Brown-Mood; ANOVA non parame trica a un crite rio o te s t di
Krus kall-Wallis ; ANOVA non parame trica a due crite ri o te s t di Frie dman; te s t di Quade , te s t di Pe ttitt pe r
il punto di s volta, te s t di Jonckhe e re e te s t di Cuz ick pe r il tre nd de lle me die Ne ll'ANOVA a un crite rio,
te s t di Mack-Wolfe o umbre lla te s t, te s t di Page pe r il tre nd de lle me die Ne ll'ANOVA a due crite ri.
8 - Corre laz ione non parame trica e re gre s s ione line are non parame trica.
La corre laz ione rho di Spe arman e tau di Ke ndall. La re tta non parame trica o robus ta di The il.
Us o de lla corre laz ione pe r i tre nd s paz iali e te mporali.
Il te s t di Mann-Ke ndall pe r il tre nd in fe nome ni ciclici.
- 58 -
T EST I
Dis pe ns e cons igliate :
A) Pe r la s tatis tica parame trica:
Lambe rto Soliani (2008) Statis tica applicata. UNI.NOVA, Parma. (pagg. X + 694);
ISBN:978-88-6319-041-0; www.uninova.ne t
B) Pe r la s tatis tica non parame trica:
Soliani Lambe rto (2008) I te s t non parame trici più citati ne lle dis cipline s cie ntifiche , UNI.NOVA, Parma.
(pagg. VII + 828); ISBN: 978-88-6319-022-9; www.uninova.ne t
Edite dalla cas a e ditrice di te s ti unive rs itari UNINOVA di Parma, gruppo Pe gas o Libre ria;Via Cave dani, 7
Te l. 0521-290245 - Fax 0521-291661 - E-mail: libre [email protected] gas o.it
Te s ti inte rnaz ionali di rife rime nto:
- Sokal R. R. and F. J. Rohlf (1995). Biome try, 3rd Edition. W. H. Fre e man & Co., Ne w York.
- Zar Je rrold (2010). Bios tatis tical Analys is , Fifth Edition. Pe ars on Education Inte rnational.
Te s ti inte rnaz ionali gratuiti in re te
- EPA 530/R-09-007, March 2009, Statis tical Analys is of Groundwate r Monitoring Data at RCRA Facilitie s .
Unifie d Guidance , Environme ntal Prote ction Age ncy, Unite d State s (pp. 888).
- EM 1110-1-4014, 31 Jan 2008, Environme ntal Quality - ENVIRONMENTAL STATISTICS, De partme nt of the
Army, U. S. Army Corps of Engine e rs (pp. 544).
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
8:30 - 10:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
8:30 - 10:30
Aula A Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 06/10/2014 al 30/01/2015
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=3065
Syst em biology - Biologia dei sist emi - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Nelso n Marmiro li (T it o lare del co rso )
Re capito: 0521905606 [[email protected]]
Tipologia: A s ce lta de llo s tude nte
Anno: 3° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/13 - biologia applicata
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
La Sys te m Biology è la indagine s is te matica e quantitativa di funz ioni ce llulari, ce llule e organis mi,
pone ndos i al colle game nto tra biologia mole colare e fis iologia. Si bas a s ulla conos ce nz a de i proce s s i
mole colari, chimici e fis ici che ne s ono alla bas e , inte grate con un approccio mode llis tico mate matico.
La Sys te m Biology è nata dai nuovi me todi di analis i s pe rime ntale bas ati s ul s e que nz iame nto di inte ri
ge nomi e s ui me todi analitici high-throughput (ge nomica, tras crittomica). La Sys te m Biology ve de la
ce llula come una "fabbrica chimica" in cui s os tanz e dall'e s te rno s ono proce s s ate pe r fornire e ne rgia e
mate riali, con s ofis ticati ptoce s s i e s e guiti da mole cole s pe cializ z ate il cui proge tto è codificato ne l DNA.
L'obie ttivo de l cors o è que llo di fornire allo s tude nte i principi ge ne rali de lla Sys te m Biology, chiare ndoli
con e s e mpi vicini alle Biote cnologie e forne ndo gli s trume nti pe r compre nde re la le tte ratura de l
s e ttore .
- 59 -
Sys te m Biology is the s ys te matic and quantitative inve s tigation of ce ll functions , ce lls and organis ms ,
s panning the link be twe e n mole cular biology and phys iology. It is bas e d on knowle dge of mole cular,
che mical and phys ical proce s s e s unde rlying the s e functions , inte grate d with a mode llins tic
mathe matical approach.
Sys te m Biology s te ms from the ne w me thods for e xpe rime ntal analys is , bas e d on the s e que ncing of
whole ge nome s and on high-throughput analytical me thodologie s (ge nomics , trans criptomics ). Sys te m
Biology s e e s the ce ll as a "che mical factory" in which s ubs tance s from outs ide are proce s s e d to
provide e ne rgy and mate rials , in s ophis ticate d proce s s e s pe rforme d by s pe cialis e d mole cule s e ncode d
by the DNA.
The obje ctive of the cours e is to provide to s tude nts the ge ne ral principle s of Sys te m Biology,
e lucidating the m with e xample s take n from Biote chnology, and providing ins trume nts to unde rs tand the
lite rature in the fie ld.
RISULT AT I DELL'APPRENDIMENT O
Gli e s ami s ono orali bas ati s u un approfondime nto pre parato dallo s tude nte s u argome nto concordato
con il doce nte .
Si s volgono pre s s o le aule de l Ple s s o Biologico (Parco Are a de lle Scie nz e , 11/A), s alva dive rs a
dis pos iz ione .
E' richie s ta l'is criz ione e le ttronica (chius ura is criz ione all'e s ame : una s e ttimana prima)
Date e luoghi de ll'e s ame potranno e s s e re modificati anche con bre ve anticipo pe r improvvis i e
improrogabili impe gni de l doce nte o de gli altri compone nti la commis s ione di e s ame . Gli s tude nti s ono
pe rciò invitati a ins e rire la propria mail al mome nto de ll'is criz ione e le ttronica pe r pote r e s s e re
e ve ntualme nte avve rtiti oppure a cons ultare il s ito de l cors o prima de ll'e s ame .
Stude nt will be as s e s s e d by an oral e xamination, bas e d on a pe rs onal s tudy pe rforme d by the s tude nt
on a topic pre vious ly agre e d with the te ache r.
The e xaminations will be conducte d at the Ple s s o Biologico (Parco Are a de lle Scie nz e , 11/A), if not
othe rwis e provide d.
The re gis tration s hould be done on line on a we e k be fore .
Date s and locations of e xaminations can be modifie d als o with s hort notice in cas e of s udde n and
urge nt commitme nts of the te ache r and othe r me mbe rs of the commis s ion. The re fore , the s tude nts
s hould provide the ir e -mail at re gis tration to be contacte d or the y s hould che ck the s ite of the te s t
be fore the e xamination.
PROGRAMMA
Introduz ione s ulla Sys te m Biology ne l conte s to de lle biote cnologie mode rne ;
La te oria de i grafi;
Topologia de i ne twork (grado, dis tanz a, diame tro, coe fficie nte di clus te ring, be twe e nne s s );
Inte raz ioni ne lle re ti e funz ioni biologiche : vie , nodi;
Mode lli di ne twork (random, s cale -fre e , ge rarchici);
Conce tto di "hub"
Moduli, motivi e ne twork ge rarchici;
Ide ntificaz ione de lle inte raz ioni tra fattori di tras criz ione e i loro s iti di le game (ChIP)
Es e mpi di re ti con fattori di tras criz ione e s e que nz e di DNA: approcci s pe rime ntali pe r lo s tudio di tali
re ti in ce llule umane e in S.ce re vis iae ;
Saggio mono-ibrido; doppio-ibrido; triplo ibrido; re ve rs e two-hybrid; cas o di s tudio in C. e le gans ;
Es e mpi di re ti con inte raz ioni tra prote ine : inte rattomi;
Me todi pe r ide ntificare inte raz ioni prote ina-prote ina e prote ina-DNA;
Origine e volutiva de lle re ti s cale -fre e ;
Origini de lla robus te z z a: ridondanz a de i nodi; pre s e nz a di vie alte rnative ;
- 60 -
Un s is te ma robus to: il cancro;
Limitaz ioni de gli inte rattomi: te cnici e dinamici;
Re ti di re golaz ione ge nica: un e s e mpio di s e gnalaz ione de l TGF-β in C.e le gans ;
Re ti di le talità s inte tica: progre s s o ve rs o una re te di inte raz ione ge nica;
Es e mpio di re te di le talità s inte tica in S.ce re vis iae : analis i de lla via di s e cre z ione ;
Robus te z z a, inte raz ioni e fattori di ris chio: s pe culaz ioni;
Cons ide raz ioni de ll'e nhance me nt s inte tico in lie vito e uomo;
Se minari
Proprie tà de lle re ti, Re ti fis iche , logiche e re ti come grafi, Conce tti di dinamicità, s tabilità e robus te z z a;
Re ti biologiche , cas uali e me taboliche ;
Inte raz ioni prote ina-DNA, prote ina-prote ina: me todi pe r la loro ide ntificaz ione . Re ti di inte raz ione ;
Approcci di Sys te m biology pe r analis i di prote ina di me mbrana;
Re ti di re golaz ione ge nica;
Inte rattomi e loro limitaz ioni;
Approcci di s ys te m biology pe r lo s tudio de lla bioge ne s i de ll'arginina in E.coli.
Introduction to Sys te m Biology in the conte xt of mode rn biote chnology ;
Graphs 's the ory;
Topology of the ne twork (de gre e , dis tance , diame te r, clus te ring coe fficie nt , be twe e nne s s );
Inte ractions in ne tworks and biological functions : paths and node s ;
Ne twork mode ls (random , s cale -fre e , hie rarchical ) ;
Conce pt of " hub";
Module s , motifs and hie rarchical ne twork ;
Ide ntification of inte ractions be twe e n trans cription factors and the ir binding s ite s (ChIP )
Example s of ne tworks with trans cription factors and DNA s e que nce s : e xpe rime ntal approache s for the
s tudy of s uch ne tworks in human ce lls and in S. ce re vis iae ;
Ye as t one -hybrid as s ay, ye as t two-hybrid as s ay, ye as t triple hybrid; re ve rs e two-hybrid; cas e s tudy in
C. e le gans ;
Example s of ne tworks with prote in-prote in inte ractions : inte ractome s ;
Me thods to ide ntify prote in-prote in inte ractions and prote in-DNA;
Evolutionary origin of s cale -fre e ne tworks ;
Origins of robus tne s s : re dundancy of node s ; pre s e nce of alte rnative route s ;
A robus t s ys te m: cance r;
Limitations of inte ractome s : te chnical and dynamic;
Ge ne re gulatory ne tworks : an e xample of s ignaling of TGF-β in C. e le gans ;
Synthe tic le thality ne tworks : progre s s toward a ge ne inte raction ne twork;
Example of a ne twork of s ynthe tic le thality in S. ce re vis iae : analys is of the s e cre tory pathway;
Robus tne s s , inte ractions and ris k factors : s pe culation;
Cons ide rations of e nhance me nt in s ynthe tic ye as t and humans ;
TOPICS OF THE SEMINARS
Prope rtie s of ne tworks , phys ical ne tworks , and logical ne tworks as graphs , Conce pts of dynamis m,
s tability and robus tne s s ;
Biological ne tworks , random, and me tabolic;
Inte ractions prote in-DNA, prote in-prote in inte ractions : me thods for the ir ide ntification. Inte raction
ne tworks ;
The Sys te m biology approache s for analys is of me mbrane prote in;
- 61 -
Ne tworks of ge ne re gulation;
Inte ractome s and the ir limitations ;
Sys te ms biology approache s to the s tudy of the bioge ne s is of arginine in E. coli.
T EST I
Il mate riale pe r lo s tudio vie ne fornito dal doce nte e d è dis ponibile come dis pe ns a. Sarà bas ato s u
articoli de lla le tte ratura s cie ntifica e s ulle s lide mos trate a le z ione .
The mate rial for s tudying the topics is provide d by the te ache r and is available as bookle t. It will be
bas e d on pape rs from the inte rnational lite rature and on s lide s s hown during the le cture s .
NOT A
Sono ne ce s s arie conos ce nz e di mate matica, biologia ge ne rale , biologia mole colare , ge ne tica e d una
buona conos ce nz a de lla lingua ingle s e pe r cons ultare te s ti.
STIMA DEL CARICO DI LAVORO PER LO STUDENTE
N° di ore Pe rce ntuale
Pre s e nz a
Le z ioni te oriche
42
Es ame finale 2
Some pre vious knowle dge of
mathe matics , ge ne ral biology, mole cular
biology and ge ne tics is highly advis able ,
as we ll a s uitable le ve l of Englis h to
re ad re fe re nce s in the language .
28%
1%
Individuale
Pre paraz ione de ll'e s ame 106
Ore totali
150
71%
ESTIMATED WORKLOAD FOR THE
STUDENT
N° of hours Pe rce ntage ORARIO LEZIONI
Pre s e nce
The ore tical clas s e s
Final e xamination 2
42
28%
1%
Individual
Pre paration of e xamination 106
Total of hours
150
71%
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
10:30 - 12:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Marte dì
8:30 - 10:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Lezio ni: dal 10/03/2014 al 06/06/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=ba18
T ecnologie ricombinant i e Laborat orio Int egrat o di Biot ecnologie II - nuovo ord.
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie
Doce nte : Pro f . Nelso n Marmiro liDo t t . Ro bert a Ruo t o lo (T it o lare del co rso )
Re capito: [[email protected]]
Tipologia: Caratte riz z ante
Anno: 2° anno
Cre diti/Vale nz a: 9
SSD: BIO/13 - biologia applicata
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Scritto e d orale
OBIET T IVI
L'obie ttivo de l cors o è fornire agli s tude nti una conos ce nz a te orica e pratica de lle me todologie alla bas e
te cnologie ricombinanti de lle loro applicaz ioni in campo ve ge tale e d animale .
Il cors o è divis o in tre parti:
Importanz a e finalità de l clonaggio ge nico. Illus traz ione de lle te cnologie e de gli s trume nti utiliz z ati
Applicaz ione de lle te cnologie ricombinanti in campo ve ge tale
Applicaz ione de lle biote cnologie in campo animale
Applicaz ione de lle te cnologie ricombinanti in campo me dico
Le le z ioni te oriche s ono inte grate da s e minari e da e s e rcitaz ioni pratiche in laboratorio.
- 62 -
The aim of the cours e is to illus trate the bas ic me thods of re combinant te chnologie s and the ir
applications in plants and animals .
The cours e is divide d in four parts :
1.
2.
3.
4.
Aims and importance of ge ne cloning. Me thods and tools utiliz e d
Application of re combinant te chnologie s in plants
Application of re combinant te chnologie s in animals
Re combinant te chnologie s for he alth
The the ore tical clas s e s are inte grate d with s e minars and practical training in laboratory.
AT T IVIT À DI SUPPORT O
Le Es e rcitaz ioni di Te cnologie Ricombinanti s i s volge rano s e condo il cale ndario alle gato.
Pe r acce de re ai laboratori gli s tude nti dovranno e s s e re muniti di un camice da laboratorio, guanti,
pe nnare llo a punta inde le bile e d un quade rno s u cui annotare i vari e s pe rime nti.
Gli s tude nti s ono te nuti ad is crive rs i alle e s e rcitaz ioni inviando una mail alla Dott.s s a Agrimonti
([email protected])
Si ricorda che la fre que nz a alle e s e rcitaz ioni è OBBLIGATORIA.
PROGRAMMA
PROGRAMMA A.A. 2011-2012
PARTE 1 (GENERALE)
Pe rché è importante il clonaggio ge nico
Ve icoli pe r il clonaggio ge nico ( ve ttori plas midici e fagici)
Pre paraz ione de l DNA da ce llule
Manipolaz ione de l DNA purificato
Me todi di introduz ione de l DNA ne lle ce llule
Ve ttori di clonaggio in E. coli
Ve ttori di clonaggio in organis mi dive rs i da E. coli
Me todi pe r l'otte nime nto di uno s pe cifico clone
Come s tudiare uno s pe cifico clone
Come s tudiare la funz ione e l'e s pre s s ione de i ge ni
Come s tudiare la localiz z az ione e la s truttura de i ge ni
Libri cons igliati:
"Ge ne Cloning" T. A Brown cap. 1- 2- 3- 4- 5- 6- 7- 8- 9 – 10 -11-14
" Scie nz e de l DNA" Milkos / Tre ye s ( Piccin e ditore ) cap. 1- 2- 3- 4
" Inge gne ria ge ne tica : principi e te cniche "Primros e cap. 1- 2- 3- 4- 5- 6- 8 -9
"Inge gne ria ge ne tica"Kings man &Kings man (Piccin) cap. 2 -3 -7- 8
"Biote cnologie mole colari. Principi e te cniche ". Glick. Zaniche lli e ditori. Cap 1-13.
PARTE 2° (INGEGNERIA GENETICA VEGETALE)
Ve ttori di tras fe rime nto
I s is te mi di Agrobacte rium tume facie ns e rhiz oge ne s
Altri s is te mi di tras fe rime nto ge nico
Piante trans ge niche
Libri cons igliati:
"Ge ne cloning" T.A. Brown cap 15
" Scie nz e de l DNA" Milkos / Tre ye s ( Piccin e ditore ) cap. 8
" Inge gne ria ge ne tica : principi e te cniche " Primros e cap. 12
"Inge gne ria ge ne tica" Kings man & Kings man" cap.6
"Biote cnologie mole colari", Glick, cap. 15
PARTE 3° (INGEGNERIA GENETICA ANIMALE)
Tras fe rime nto ge nico ne lle ce llule animali
Cre s cita in coltura de lle ce llule
Sis te mi di s e le z ione
Ve ttori plas midici s e mplici
Gli ampliconi
Ve ttori di e s pre s s ione
Introduz ione di DNA ne lle ce llule di mammife ro
Ve ttori virali e re trovirali
- 63 -
Malattie ge niche e te rapia ge nica
Ve ttori pe r la te rapia ge nica
Ins e rime nto mirato di ge ni
Te rapia ge nica di malattie comuni
Te rapia ge nica de i tumori
Libri cons igliati:
"Inge gne ria ge ne tica: principi e te cniche " Primros e
cap. 10- 11- 14
"Inge gne ria ge ne tica" Kings man & Kings man"
cap. 4- 5- 11
"Ge ne tica ge ne rale e umana" volume s e condo, L De Carli, E Boncine lli, GA Danie li, L. Lariz z a
(Piccin) cap. 32
"Ge ne Cloning" Brown, cap.14
Te s ti cons igliati e bibliografia
"Ge ne cloning an introduction" T.A. Brown (1986) Van Nos trand Re inhold (UK)
"Inge gne ria Ge ne tica" SM Kings man, AJ Kings man (1988) Piccin, Padova
"Biote cnologie mole colari" BR Glick, JJ Pas te rnak (1999) Zaniche lli, Bologna
"Ge ne tica ge ne rale e umana" volume s e condo, L De Carli, E Boncine lli, GA Danie li, L Lariz z a (1998)
Piccin, Padova
Dis pe ns e s u alcuni argome nti dis ponibili pre s s o copis te ria "Print Se rvice ".
1. Parte ge ne rale
I principi fondame ntali de l clonaggio ge nico –L'importanz a de l clonaggio ge nico - Ve ttori di clonaggio:
plas midi e batte riofagi - Me todi di purificaz ione de l DNA - Me todi di manipolaz ione de l DNA - Come
introdurre DNA ne lle ce llule vive nti; tras formaz ione e s e le z ione de i ricombinanti - Ve ttori di clonaggio in
batte ri dive rs i da E. coli - Ve ttori di clonaggio in funghi e lie viti - Se le z ionare uno s pe cifico ge ne e
s tudiare un ge ne clonato.
2.Clonaggio in ve ge tali
Ve ttori di clonaggio pe r organis mi ve ge tali - Me todi di tras formaz ione pe r organis mi ve ge tali Otte nime nto di piante trans ge niche .
3. Clonaggio in ce llule animali e d applicaz ioni in campo biome dico
Cre s cita e proprie tà de lle ce llule animali in coltura - Sis te mi di s e le z ione pe r ce llule animali - Il
tras fe rime nto ge nico ne lle ce llule animali - Ve ttori plas midici pe r ce llule animali, ampliconi e ve ttori di
e s pre s s ione - Il de s tino de l DNA tras fe rito – Ve ttori virali e re trovirali pe r ce llule animali –Te rapia
ge nica -Principi e me todi - Mode lli s pe rime ntali – Alcuni ris ultati s pe rime ntali - Pote nz iali mode lli umani
1. Bas ic module
Fundame ntal principle s of ge ne cloning - Importance of ge ne cloning - Cloning ve ctors : plas mids and
bacte riophage s – Me thods for DNA purification - Me thods for DNA manipulation - How to introduce DNA in
living ce lls ; trans formation and s e le ction of ricombinant clone s -Cloning ve ctors for bacte ria diffe re nt
from E. coli - Cloning ve ctors for fungi and ye as ts - How to s e le ct a s pe cific ge ne and analys e a clone d
ge ne
2.Cloning in plants
Cloning ve ctors for plant organis ms – Trans formation me thods for plant organis ms - Obtainme nt of
trans ge nic plants
3. Cloning in animal ce lls and applications in he alth fie ld
Growth and prope rtie s of animal ce lls in
culture - Se le ction s ys te ms for animal ce lls - Ge ne trans fe r into animal ce lls - Plas mid ve ctors for
animal ce lls , amplicons and e xpre s s ion ve ctors - The fate of trans fe rre d DNA - Viral ve ctors and
re troviral ve ctors for animal ce lls . Ge ne the rapy: principle s and me thods - Expe rime ntal mode ls – Some
e xpe rime ntal re s ults - Pote ntial human mode ls
T EST I
"Ge ne cloning an introduction" T.A. Brown (1986) Van Nos trand Re inhold (UK)
- 64 -
"Inge gne ria Ge ne tica" SM Kings man, AJ Kings man (1988) Piccin, Padova
"Biote cnologia mole colare " BR Glick, JJ Pas te rnak (1999) Zaniche lli, Bologna
"Ge ne tica ge ne rale e umana" volume s e condo, L De Carli, E Boncine lli, GA Danie li, L Lariz z a (1998)
Piccin, Padova
Pre s e ntaz ioni de lle diapos itive e de i s e minari
"Ge ne cloning an introduction" T.A. Brown (1986) Van Nos trand Re inhold (UK)
"Inge gne ria Ge ne tica" SM Kings man, AJ Kings man (1988) Piccin, Padova
"Biote cnologia mole colare " BR Glick, JJ Pas te rnak (1999) Zaniche lli, Bologna
"Ge ne tica ge ne rale e umana" volume s e condo, L De Carli, E Boncine lli, GA Danie li, L Lariz z a (1998)
Piccin, Padova
Slide s of clas s e s and s e minars
NOT A
Sono ne ce s s arie conos ce nz e di biologia ge ne rale , botanica, microbiologia, biochimica e chimica e d una
buona conos ce nz a de lla lingua ingle s e Gli s tude nti pos s ono s ce glie re tra due modalità di e s ame :
1. una prova s critta che cons is te in s e i domande s ulle parti 1 e 2, s e guita da una prova orale
cons is te nte in una domanda s ulla parte 3
2. e s ame inte rame nte orale con tre domande s u ognuna de lle tre parti de l cors o.
Ne l primo cas o pe r pote r s os te ne re l'e s ame orale è ne ce s s ario ave re s upe rato la prova s critta.
Inoltre , in e ntrambi i cas i, pe r pote re s os te ne re l'e s ame orale lo s tude nte de ve pre parare una
re laz ione s ulle e s e rcitaz ioni di laboratorio, che ve rrà valutata in s e de di e s ame dalla commis s ione .
L'e s ame orale ve rifica le conos ce nz e acquis ite dallo s tude nte e le capacità comunicative . La prova
s critta e la re laz ione s ui laboratori ve rificano conos ce nz e e applicaz ione de lle conos ce nz e . In tutti i cas i,
s i ve rifica la capacità di appre ndime nto..
Le prove s critte s i s volgono pre s s o il Ple s s o Polifunz ionale (v.le Parco Are a de lle Scie nz e 11/A), que lle
orali pre s s o le aule de l ple s s o biologico (v.le Parco Are a de lle Scie nz e , 11/A), s alvo dive rs e dis pos iz ioni
in e ntrambi i cas i.
E' richie s ta l'is criz ione e le ttronica (chius ura is criz ione all'e s ame : una s e ttimana prima)
Date e luoghi de ll'e s ame potranno e s s e re modificati anche con bre ve anticipo pe r improvvis i e
improrogabili impe gni de l doce nte o de gli altri compone nti la commis s ione di e s ame . Gli s tude nti s ono
pe rciò invitati a ins e rire la propria mail al mome nto de ll'is criz ione e le ttronica pe r pote r e s s e re
e ve ntualme nte avve rtiti oppure a cons ultare il s ito de l cors o prima de ll'e s ame .
Some pre vious knowle dge of biology, botany, microbiology, bioche mis try and che mis try is highly
advis able , as we ll a s uitable le ve l of Englis h to cons ult lite rature .
Stude nts can choos e be twe e n two ways of e xamination:
1. a writte n e xam, cons is ting in s ix que s tions on parts 1 and 2, followe d by an oral e xam cons is ting on a
que s tion on the part 3.
2. the oral e xamination on the whole programme .
In the firs t cas e , is ne ce s s ary to have obtaine d a pos itive e valuation to be admitte d to the oral
e xamination.
More ove r, in both cas e s to be admitte d to the oral e xamination the s tude nt s hould pre pare a re port on
laboratory training that will be e valuate d during the e xamination.
The oral e xamination ve rifie s the knowle dge acquire d by the s tude nt and the communication s kills . The
writte n e xam and the laboratory re port ve rifie s knowle dge and application of knowle dge . In all cas e s ,
the le arning ability is ve rifie d.
The e xaminations will be conducte d at the biological building (V.le Parco are a de lle Scie nz e , 11/A), if not
othe rwis e provide d.
The re gis tration s hould be done on line on a we e k be fore .
- 65 -
Date s and locations of e xaminations can be modifie d als o with s hort notice in cas e of s udde n and
urge nt commitme nts of the te ache r and othe r me mbe rs of the commis s ion. The re fore , the s tude nts
s hould provide the ir e -mail at re gis tration to be contacte d or the y s hould che ck the s ite of the te s t
be fore the e xamination.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Lune dì
8:30 - 10:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Me rcole dì
9:00 - 11:00
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Giove dì
10:30 - 12:30
Aula B Ple s s o Polifunz ionale
Lezio ni: dal 10/03/2014 al 06/06/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=0421
Virologia molecolare e immunologia
Anno accade mico: 2014/2015
CdL: Biote cnologie Indus triali
Doce nte : Pro f . Gio rgio Co nt i
Re capito: 0521-903494-903499 / 0521-703046 [[email protected]]
Tipologia: Di bas e
Anno: 1° anno
Cre diti/Vale nz a: 6
SSD: BIO/19 - microbiologia ge ne rale
Modalità di e rogaz ione : Tradiz ionale
Lingua di ins e gname nto: Italiano
Modalità di fre que nz a: Obbligatoria
Modalità di valutaz ione : Orale
OBIET T IVI
Conos ce re la natura di que s ti age nti d'infe z ione ; conos ce re come l'impie go de lla biologia mole colare ha
cons e ntito e cons e nte l'individuaz ione di s e mpre nuovi virus ;conos ce re quali s ono le pos s ibili
cons e gue nz e de ll'infe z ione virale e quali s ono le principali fas i in cui s i s viluppa il rapporto virus ce llula.Infe z ioni acute , late nti,pe rs is te nti, le nte . Sche mi patoge ne tici, me ccanis mi alla bas e de lla
pe rs is te nz a. Conos ce re i principali e pos s ibili be rs agli di farmaci antivirali e conos ce re le principali
modalita' di alle s time nto de i vaccini e le diffe re nz e ne lla ris pos ta ai dive rs i tipi di vaccino.Conos ce re
quali s ono i me ccanis mi immunitari piu' e fficaci ne l contras tare le infe z ioni virali. Ce nni di diagnos tica di
laboratorio.
PROGRAMMA
. Prime os s e rvaz ioni s pe rime ntali s ugli age nti virali · De finiz ione di virus · Caratte ris tiche de i virus ·
Natura de i virus · Te orie s ulle origini de i virus · Morfologia de lle partice lle virali · Struttura de lle
partice lle virali - s imme tria cubica - s imme tria e licoidale - s truttura comple s s a - s truttura combinata ·
Compos iz ione chimica de lla partice lla virale - acidi nucle ici - prote ine - lipidi - carboidrati · Rapporti virus ce llula - Emoagglutinaz ione virale - De te rminaz ioni quantitative de i virus de te rminaz ioni chimiche e
fis iche de te rminaz ioni bas ate s ull'infe ttività - Fas i de lla moltiplicaz ione virale , ads orbime nto, diffe re nti
modalita' di pe ne traz ione virale , e s pos iz ione de ll'acido nucle ico, s inte s i de l mate riale virale e d
as s e mblaggio, fas e di maturaz ione e libe raz ione de lle partice lle virali - Re plicaz ione de ll'acido nucle ico
ne i virus a RNA ad e lica pos itiva e ne gativa, monoe licoidale e bie licoidale , line are e s e gme ntata Re plicaz ione de ll'acido nucle ico ne i virus a DNA bie licoidali, monoe licoidali, virus de ll'e patite B Es pre s s ione mole colare de l ge noma virale - I re trovirus . Virus HIV. Virus HTLV. Viroidi. Prioni. Virus
oncoge ni a DNA e d RNA - Tras formaz ione ce llulare indotta dai virus oncoge ni. Coltivaz ione de i virus ,
coltivaz ione in colture ce llulari "in vitro": e ffe tto citopatico, e moads orbime nto, s aggio immunoe nz imatico
e immunofluore s ce nz a coltivaz ione in uova e mbrionate coltivaz ione in animali · Ge ne tica virale mutaz ioni indotte da age nti fis ici e chimici - tipi dive rs i di mutanti - ple iotropis mo o covariaz ione inte raz ioni fe notipiche tra virus : di comple me ntaz ione , me s colanz a fe notipica, trans caps idaz ione inte raz ione ge notipiche tra virus : ricombinaz ione intramole colare , rias s ortime nto ge ne tico, poliploidis mo
· Inte rfe re nz a virale - di ads orbime nto - omologa - e te rologa - me diata da inte rfe rone · Rapporti virus organis mo - Patoge ne s i de lle infe z ioni virali - Ris pos ta de ll'os pite alle infe z ioni virali - Infe z ioni
pe rs is te nti, late nti, pe rmis s ive , abortive , re s trittive - Ce nni di e pide miologia de lle infe z ioni virali - Ce nni
di profilas s i e ce nni s ui farmaci ad az ione antivirale - Diagnos i di laboratorio de lle malattie virali
Virologia s pe ciale · Caratte ri morfologici e s trutturali · Ce nni s ui caratte ri colturali e s ui crite ri
de ll'ide ntificaz ione · Ce nni s ulla patoge ne s i de lle affe z ioni · Ce nni di e pide miologia · Diagnos i di
laboratorio - mate riali patologici · Crite ri diagnos tici e inte rpre tativi de i ris ultati · Ce nni di s is te matica
re lativame nte a: - Picornavirus - Orthomyxovirus - Paramyxovirus - Rabdovirus - Re ovirus - Togavirus Re trovirus - Ade novirus - He rpe s virus - Poxvirus - Virus de lle e patiti - Papovavirus - I prioni · Ez iologia e
crite ri diagnos tici di laboratorio.
- 66 -
Immunologia:
· Le dife s e organiche as pe cifiche
· Le dife s e organiche s pe cifiche
· L'antige ne e le condiz ioni de te rminanti l'antige nicità
· Gli anticorpi; natura chimica, s pe cificità e clas s i anticorpali. I CDR de l Fab. Ruolo de ll'Fc. Antige nicita'
anticorpale : is otipo,allotipo,idiotipo. Evoluz ione de lla ris pos ta s pe cifica: ruolo de lle APC e loro attivaz ione .
"Killing" macrofagico.
· Il comple me nto
· La re az ione antige ne -anticorpo. Caratte ris tiche de ll'antige ne .
· La ris pos ta s pe cifica umorale · La ris pos ta s pe cifica ce llulare . La ris pos ta naturale e /o innata. I Toll-like
re ce ttori e loro funz ione .
· Le te orie s ulla formaz ione de gli anticorpi
· L'immunità ve rs o gli antige ni batte rici e virali
· Gli anticorpi monoclonali
· Il s is te ma maggiore di is tocompatibilità e s uo coinvolgime nto ne lla ris pos ta immunitaria
· Le citochine : me ccanis mo d'az ione
· Immunità umorale e d immunità ce llulo-me diata. I me ccanis mi e ffe ttori de lla ris pos ta immunitaria. TCR,
MHC clas s e 1, MHC clas s e 2,ris pos ta TH1, TH2, TH3-tolle ranz a immunologica.
· Ris pos ta primaria e ris pos ta s e condaria e d andame nto ne l te mpo
· Ris pos ta umorale timo-dipe nde nte e timo-indipe nde nte
· Le diffe re nti popolaz ioni linfocitarie e d i loro "marke rs ".
· Ruolo de lle diffe re nti popolaz ioni linfocitarie ne lla ris pos ta umorale e ce llulo- me diata. Citotos s icità
linfocitaria, CTL e T-kille r e d anticorpo dipe nde nte . I macrofagi, le ce llule de ndritiche , i granulociti.
Citotos s icita' naturale . Citotos s icita' comple me nto dipe nde nte . Ris pos ta DTH.
· Le citochine e loro ruolo. Le che mochine .
I linfociti T "kille r" MHC-dipe nde nti.
Le ce llule "natural kille r" e loro me ccanis mo d'az ione .
T EST I
Robe rt F. Boyd - Microbiologia Ge ne rale - Me dical Books Eds . Michae l T.Madigan,John M.Martinko,Jack
Parke r- Biologia de i Microrganis mi- Cas a Editrice Ambros iana G.B.Pie r,J.B.Lycz ak,L.M.We tz le rImmunologia,Infe z ione ,Immunita'-Piccin Ed.
ORARIO LEZIONI
Gio rni
Ore
Aula
Marte dì
12:30 - 14:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Me rcole dì
12:30 - 14:30
Aula 1 Dipartime nto di Bios cie nz e - Ple s s o Biologico
Lezio ni: dal 03/03/2014 al 06/06/2014
http://biote cnologie .unipr.it/cgi-bin/campus ne t/cors i.pl/Show?_id=334c
Aggiornato il 25/01/2015 05:35 - by CampusNet
- 67 -
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
358 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content