Metrebus annuale, ora anche a rate pagare la

VIALE SPARTACO
LA 557 SI SPOSTA
PER UN CANTIERE
Pulizie sul Viadotto
Nella notte tra giovedì e venerdì, per
consentire i consueti interventi di pulizia, il viadotto della Magliana sarà
chiuso tra le 23 e le 3. Per quanto riguarda il trasporto pubblico, deviate le linee 31, 771 e 780.
Oggi sciopero allo Sportello permessi dell’Eur
Oggi, per uno sciopero indetto dal
sindacato Usb, sono possibili disagi per lo sportello al pubblico dell’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità in piazzale degli Archivi 40.
Sempre per la stessa agitazione so-
no possibili disagi anche per il funzionamento del numero telefonico
unico 06/57003. Per chi avesse
necessità di raggiungere l’Eur il consiglio è di tenersi aggiornato sul portale muoversiaroma.it
LA NOVITÀ
Lavori sulla rete del gas di viale
Spartaco. La strada è chiusa tra
via Lucio Sestio e viale Valerio
Publicio. La linea 557 devia in
direzione di viale Vignali percorrendo via Valerio Publicola e
viale Spartaco.
MOBILITÀ
Metrebus annuale, ora anche a rate
pagare la tessera è più semplice
Via dei Fori Imperiali
chiusura al traffico
fino al 26 ottobre
Intesa Atac-Unicredit. Con una carta di credito si può dilazionare il versamento Week end pedonale
Dopo la tessera mensile elettronica, che può essere richiesta anche
on-line, arriva l’abbonamento annuale rateizzabile.
L’opportunità è stata resa possibile grazie a un accordo tra l’Atac e
Unicredit. Pagare l’abbonamento
annuale a rate si può già fare utilizzando Carta Flexia di UniCredit,
la carta di credito semplice e flessibile che consente al cliente di
scegliere autonomamente la modalità di rimborso e rateizzare gli
acquisti (anche dopo l'effettiva
spesa) entro la fine del mese. Per
scoprire la novità gli abbonati
Atac potranno recarsi presso le
427 agenzie UniCredit di Roma e
Lazio con la propria carta Metrebus
annuale e lo scontrino attestante
la validità in corso del proprio abbonamento.
“L’agevolazione – si legge in una
nota diffusa dall’Atac – è stata pensata in particolare per le famiglie
numerose (ma sostanzialmente è
aperta a tutti) che così potranno
acquistare i titoli di viaggio di cui
necessitano senza dover anticipa-
re l’intera somma”. L’abbonamento annuale a rate, nella strategia di favorire l’utilizzo del trasporto pubblico, si aggiunge all’altra novità recente. La carta
“èRoma” che andrà a sostituire le
tessere cartacee mensili garantendo una serie di vantaggi. Primo
fra tutti quello di richiedere il duplicato dell’abbonamento in caso
di smarrimento, furto o deterioramento. In ogni caso, infatti, si re-
VIAGGIO NELLA METRO C
cupera il titolo di viaggio valido
senza bisogno di ricomprarlo. La
nuova card, se chiesta via Internet,
può essere ritirata in una delle biglietterie Atac senza costi aggiuntivi, mentre bisogna aggiungere 3 euro alla tariffa mensile se
si acquista in un rivenditore autorizzato (tabaccai, giornalai, etc).
I dettagli sulle due nuove iniziative sono consultabili sul sito
www.atac.roma.it
L’INIZIATIVA
Fino al 26 ottobre, via dei Fori Imperiali rimarrà chiusa al traffico privato lungo l'intero tratto, ossia tra
piazza Venezia e il Colosseo.
Tra piazza Venezia e largo Corrado
Ricci, il transito è consentito
esclusivamente al trasporto pubblico, ai taxi e agli Ncc, con un limite di velocità di 30 chilometri
orari.
Nel tratto tra largo Corrado Ricci e
il Colosseo, invece, possono circolare solo i bus Atac.
Sempre sino al 26 ottobre, al sabato e alla domenica, dalle 9 alle
19 via dei Fori sarà isola pedonale, vietata anche al trasporto pubblico. Le linee deviate, il sabato,
saranno: 53, 75, 80, 85, 87,
117, 186, 271 e 810. La domenica, deviazione per le linee 75,
80, 85 e 87.
Nello stesso periodo l’orario della
Ztl diurna del Centro viene esteso
di un’ora, mantenendo quindi i varchi elettronici attivi fino alle 19 (gli
orari in dettaglio: dal lunedì al venerdì dalle 6,30 alle 19; il sabato dalle 14 alle 19)
IERI MATTINA
Sarà un nodo essenziale per servire l’utenza diretta fuori del Gra
Termini, tornano i facchini
sperimentazione avviata
Metrò e ferrovie concesse
problemi alle scale mobili
Arrivando da Pantano è la terz’ultima fermata. In questa prima fase di attivazione della metro C, la
stazione Torre Spaccata avrà una
funzione prettamente locale, nel
senso che servirà principalmente
a chi lavora nei dintorni o fuori dal
Gra lungo la Casilina.
Chi è diretto in Centro, infatti, continuerà probabilmente a usufruire
della linea di bus 105 (e magari
cambiare con il 451 sulla Togliatti alternativamente verso le linee A
o B del metrò) o della Roma-Giar-
Un aiuto a portare le valigie. Alla
stazione Termini, in via sperimentale, le Ferrovie hanno attivato il
servizio - partito anche a Milano
Centrale e Firenze Santa Maria Novella - con personale pronto ad accogliere e aiutare i viaggiatori nella zona taxi delle stazioni e in prossimità dei marciapiedi di arrivo/partenza dei treni. Il servizio è attivo
tutti i giorni, festivi inclusi, dalle
9 alle 19, e prevede sia il deposito sia il porteraggio dei bagagli anche verso gli hotel
Scale mobili a singhiozzo, ieri
mattina, in alcune stazioni del metrò capitolino e delle ferrovie concesse. Alcuni impianti sono rimasti chiusi fra le 9,30 e le 10,30.
Sulla Metro B il guasto ha riguardato le stazioni di Monti Tiburtini,
Quintiliani, Marconi, Eur Fermi,
Eur Palasport. Sulla Roma-Lido sono state coinvolte Vitinia, Stella Polare, Casal Bernocchi, Ostia Antica. Sulla Roma-Viterbo, Montebello, La Giustiniana, La Celsa e
Grottarossa
Torre Spaccata, una fermata per chi lavora sulla Casilina
dinetti. Chi vive lungo viale dei Romanisti, poi, ha anche la 558 che
raggiunge la stazione Subaugusta
della linea A. Le cose cambieranno, però, già dal prossimo anno con
l’apertura della tratta CentocelleLodi e ancora di più con l’arrivo
della C a San Giovanni.
A Torre Spaccata non ci sono parcheggi di scambio ma, oltre alla linea 105, i collegamenti con la rete di bus sono garantiti dalle linee
313, 502, mentre il sabato e nei
festivi c’è anche la C9
www.muoversiaroma.it - Trasporti&Mobilità a cura di Roma Servizi per la Mobilità. Anno XIV n. 166 Reg. Trib. Roma n. 163 del 24/4/2001 - Direttore responsabile: Andrea Burli
Redazione: piazzale degli Archivi, 40 - 00144 Roma. Tel: 06.46952080. Fax 06.46957839. E-mail: [email protected] Martedì 7 ottobre 2014
SICUREZZA STRADALE
Sul Raccordo Anulare 180 mila veicoli al giorno
Alta velocità alla base di quasi tutti gli incidenti
L’Anas: “Possibile l’arrivo di Vergilius”: Sistema già attivo sull’Aurelia dove i sinistri sono diminuiti del 30%
Un flusso di 180 mila veicoli al
giorno. Una media annua di oltre
1.200 incidenti, la maggior parte
nelle ore notturne a causa dell’alta velocità. L’anno scorso i feriti sono stati 249, mentre i decessi sono stati 8. Domenica, l’ultima vittima (la sesta del 2014), l’ex pilota di Formula 1 Andrea De Cesaris. Anche questo è il Gra, ovvero
la più importante arteria cittadina
che detiene il record del più alto
volume di traffico tra le autostrade del Paese. Un’infrastruttura a
elevata tecnologia, che risponde a
una richiesta di mobilità in continua crescita. L’anello stradale
svolge sia la funzione di tangenziale esterna per il collegamento
delle aree periferiche, sia quella di
raccordo con le consolari e con le
autostrade A1, A12, e A24.
Michele Adiletta, Direttore Centrale
Esercizio e Coordinamento del
Territorio di Anas, spiega le criticità e i principali aspetti del Gra.
“Si tratta di un’autostrada completamente ammodernata, con tre
corsie per senso di marcia, concepita con i più alti standard di sicurezza. Non presenta criticità
strutturali e i principali pericoli derivano dalla eterogeneità dei veicoli
che lo percorrono e da comportamenti scorretti alla guida, a partire dall’elevata velocità”.
Il sistema Vergilius potrebbe diventare un deterrente per ridurre
l’alta velocità e quindi gli incidenti?
“Stiamo già sperimentando il nuovo sistema, con ottimi risultati, in
diverse strade sul territorio nazionale. Ad esempio, nel Lazio, lungo l’Aurelia, in località Aranova nel
comune di Fiumicino, il “Vergilius”
ha determinato una riduzione degli incidenti di circa il 30%. In prospettiva, quindi, potrebbe rappresentare un ulteriore strumento per
incrementare la sicurezza sul Gra”.
In che stato è l’illuminazione?
“Purtroppo, come avviene su tutto il territorio nazionale, anche il
Raccordo è vittima del fenomeno
del furto dei cavi di rame, che provoca temporanei oscuramenti di al-
cuni tratti. Siamo impegnati a
contrastare questo fenomeno, con
la collaborazione di Carabinieri e
Polizia di Stato. A questo si sommano interventi di manutenzione
straordinaria per il ripristino dell’illuminazione e innovativi sistemi
di sorveglianza. Ultimamente abbiamo riattivato l’illuminazione
delle gallerie Veio e attualmente sono in corso i lavori di ripristino dell’impianto di ventilazione della
galleria Cassia, non funzionante a
causa di un altro furto. Abbiamo
poi installato alcune telecamere
lungo la galleria Appia Antica e attivato un servizio di vigilanza armata, grazie al quale nel 2014 non
si sono registrati ulteriori furti”.
Esiste anche un piano di investimenti per futuri interventi?
“L’Anas ha già previsto da tempo
il reintegro dei cavi oggetto di furto e danneggiamenti sul Gra, anche attraverso l’installazione di
nuovi cavi in alluminio armato interrati. Il progetto è stato redatto
nell’ambito del Piano degli interventi di manutenzione straordinaria di ponti, viadotti, gallerie, barriere di sicurezza della rete stradale
e autostradale di interesse nazionale. Un piano da 6 milioni di euro che prevede il ripristino degli impianti spenti sulla Roma-Fiumicino e agli svincoli dell’Appia, ospedale Sant’Andrea e Flaminia del
PAOLO PETRUCCI
Gra”
LE VOSTRE SEGNALAZIONI
Mi capita di prendere spesso la 772 per
recarmi in ufficio dalla metro Laurentina e durante il periodo di apertura
scolastica la linea è imprendibile dalle 7,30 alle 8,30 perché sovraccarica
di studenti che scendono per la maggior parte dopo tre fermate e precisamente a Vigna Murata/Grotte d’Arcaccio (numero 74878). Penso che converrebbe istituire una navetta che
operi in quegli orari e che effettui solo la fermata al capolinea con partenza
in continuo e la fermata 74878, sia per
alleggerire la 772 che per rendere più
agevole il viaggio agli studenti - Emilio D. S.
Risponde la redazione
Da questa mattina i tecnici dell’Agenzia per la mobilità, ai quali abbiamo
Anello strategico per Roma e provincia
inoltrato la sua segnalazione, hanno iniziato a monitorare la linea. Le verifiche
verranno effettuate per tutta la settimana in modo tale da misurare i carichi giorno per giorno e definire i termini di un’eventuale intensificazione
della 772.
L’importanza strategica del Grande Raccordo Anulare si comprende anche dal fatto che il parco veicoli a Roma e provincia è di 3,7
milioni, di cui circa 2,8 autovetture. Un tasso di 69,2 veicoli ogni
100 abitanti. Un terzo dei veicoli proviene dai 120 comuni all’esterno del Gra. Numeri che
spiegano anche gli ingorghi.
Da un lato il Gra permette agli automobilisti di raggiungere le diverse zone della città dall’esterno
dell’area urbana, evitando di “soffocare” il centro cittadino. Dall’altro è l’anello di congiunzione tra
le principali autostrade che percorrono il Paese, da Nord a Sud.
Ma come viene tutelata la sicurezza? Innanzitutto con la manu-
tenzione continua, poi con il presidio del personale Anas e della
Polizia Stradale. Per quanto riguarda l’Anas, il personale adibito al servizio di Sorveglianza e
Pronto Intervento è di 59 unità,
che tutti i giorni effettua tre turni
con due squadre di sei operatori.
Inoltre la Sala Operativa del Compartimento Anas di Roma - 16
operatori - monitora la viabilità 24
ore su 24 e 7 giorni su 7, grazie
anche ai sistemi tecnologici sviluppati negli ultimi anni. In particolare, la Sala Operativa si avvale delle numerose telecamere dislocate lungo il tracciato e gli operatori possono visualizzare in diretta le condizioni del traffico attraverso i sensori “Panama”