close

Enter

Log in using OpenID

disciplinare vite 2014

embedDownload
DISCIPLINARE DI DIFESA DELLA VITE
Fonte dati:"Linee Tecniche di Difesa Integrata-Anno 2014"-Regione Veneto, U.Per.Servizi Fitosanitari (approvate con DDR n° 01 del 24/01/2014)
AVVERSITA'
CRITTOGAME
Escoriosi
Phomopsis viticola
Peronospora
Plasmopara viticola
Oidio
Uncinula necator,
Oidium tukeri
CRITERI D'INTERVENTO
Inizio dei trattamenti alla fase fenologica di gemma
cotonosa.
Contro questa avversità massimo 2 interventi all’anno.
PRINCIPI ATTIVI
Metiram (1)
Mancozeb (1) (2)
Propineb (1) (3)
Pyraclostrobin (4) + Metiram (1)
Folpet (2)
Autorizzato con deroga del 05/03/2014 Prot.n°97136
Difesa chimica:
Prodotti rameici
Fosfonato di Potassio
- i trattamenti iniziano al verificarsi delle condizioni per
Metiram (1)
l’infezione primaria
Mancozeb (1)
Propineb (1)
Dithianon (2)
Folpet (3)
Autorizzato con deroga del 05/03/2014 Prot.n°97136
Fosetil Al
Dimetomorph (2)
Iprovalicarb (2)
Mandipropamide (2)
Bentiavalicarb + rame (2)
Vanifenalate + Mancozeb (2)
Cimoxanil (3)
Famoxadone (4)
Fenamidone (4)
Pyraclostrobin (4) + Metiram (1)
Zoxamide (5)
Fluopicolide (6)
Benalaxil e Benalaxil M (7)
Metalaxil e Metalaxil M (7)
Cyazofamid (8)
Amisulbrom (8)
Ametocradina + Metiram (9)
Difesa chimica:
Ampelomyces quisqualis
Zolfo
Intervenire alternando prodotti sistemici e di copertura in
funzione della pressione della malattia e tenuto conto delle fasi Bicarbonato di Potassio
più critiche
Bupirimate
Azoxystrobin (1)
Trifloxystrobin (1)
Pyraclostrobin (1)
Boscalid (2)
I.B.E. in nota (A)
Quinoxyfen (3)
Spiroxamina (3)
Meptyl Dinocap (4)
Ciflufenamid (4)
Metrafenone (3)
LIMITAZIONI D'USO
(1) Ditiocarbammati impiegabili fino all’allegagione.
(2) Max 3 interventi all’anno, indip. dall’avversità
(3) Non applicare in fioritura
(4) Vedi nota sotto relativa ai QoI
(1) I ditiocarbammati possono essere impiegati fino
all’allegagione. Propineb, non applicare in fioritura
Mancozeb
max 3 interventi
indip. dall'avversità
(2)
Su var. "Valpolicella"
si coniglia
entro la fase di
fioritura
(3) Max 3 interv. all'anno indip. dall'avversità entro la
fase di allegagione e non oltre il 25 di Giugno
(2) Con CAA max 4 trattamenti all’anno
(3) Max 3 interventi all’anno
(4) Con QoI (Famoxadone, Fenamidone, Pyraclostrobin,
Azoxystrobin, Trifloxystrobin) max 3 trattamenti
all’anno, indipendentemente dall’avversità
(5) Max 3 interventi all’anno
(6) Max 3 interventi all’anno
(7) Con fenilammidi max 3 interventi all’anno.
(8) Max 3 interventi all’anno, in alternativa tra loro
(9) Max 3 interv. l'anno, nei limiti dei ditiocarbammati.
(1) Con QoI max 3 trattamenti all’anno indip.
dall’avversità
(2) Max 1 intervento all’anno indip. dall’avversità
(3) Max 3 trattamenti all’anno
(4) Max 2 trattamenti all’anno.
AVVERSITA'
CRITTOGAME
Muffa grigia
DISCIPLINARE DI DIFESA DELLA VITE
CRITERI D'INTERVENTO
PRINCIPI ATTIVI
Interventi agronomici
Equilibrate concimazioni e irrigazioni;
Botrytis cinerea
carichi produttivi equilibrati;
potatura verde, defogliazioni e sistemazione dei tralci;
efficace protezione delle altre avversità.
Difesa chimica
Contro questa avversità sono ammessi max. 2 trattamenti
all’anno; per le varietà a raccolta tardiva è ammesso un
terzo trattamento vincolato all’andamento climatico
L'Intervento fondamentale è da effettuarsi nella fase
fenologica compresa tra FINE FIORITURA E
PRECHIUSURA GRAPPOLO"
Black-rot
Guignardia bidwellii
Mal dell’esca e altre malattie
fungine del legno
Phaeomoniella chlamydospora
Fomitiponia mediterranea
Phaeoacremonium aleophilum
FITOFAGI
Tripidi
Tignole
Lobesia botrana,
Eupoecilia ambiguella
Bacillus subtilis (1)
Bacillus Amyloliquefaciens (1)
Aureobasidium pullulans
Bicarbonato di Potassio
Fenexamid (2
Fluopyram (3)
Boscalid (3)
Pyrimetanil (4)
Ciprodinil (4) + Fludioxonil (5)
Fludioxonil (5)
Fenpirazamina (6)
Fluazinam (7)
Fenbuconazolo (A)
Myclobutanil (A)
Tetraconazolo (A)
Difenoconazolo (A)
Mancozeb (1)
Pyraclostrobin (2) + Metiram (1)
Trifloxystrobin (2)
Azoxystrobin (2)
Interventi agronomici
Segnare in estate le piante infette; le stesse vanno potate
Trichoderma Gamsii
separatamente dalle altre per limitare l’ulteriore diffusione della Trichoderma Asperellum
malattia. Gli attrezzi di taglio vanno disinfettati.
Piretrine pure
Spinosad (1)
Per le tignole posizionare almeno 2 trappole per azienda
Feromoni
Difesa chimica
Bacillus thuringiensis
- per la prima generazione antofaga non è in genere necessario Clorpyriphos etil (1)
effettuare alcun trattamento
Clorpyriphos metil (1)
- per la II generazione il momento dell'intervento va determinato Indoxacarb (3)
in relazione alla curva di volo e della sostanza attiva impiegata e, Spinosad (4)
ove disponibile, dei dati rilevati o calcolati sulle ovideposizioni e Emamectina (5)
nascite.
Clorantraniliprole (6)
- per la III generazione sono ammessi trattamenti ove si accerta Metossifenozide (7)
il superamento della soglia e su varietà tardive preferibilmente
con prodotti naturali come Bacillus T.
Tebufenozide (7)
LIMITAZIONI D'USO
(1) efficaci anche su marciume acido e consigliati per
trattamenti in preraccolta
(2) Max 2 interventi all’anno
(3) Max 1 intervento all'anno indip. dall'avversità, in
alternativa tra loro.
(4) Con Anilopirimidine max 2 interventi all'anno.
max 1 intervento all’anno con Pyrimetanil
(5) Con Fludioxonil max 2 interventi all’anno.
Vedi indicazioni specifiche in etichetta
(6) Max 1 intervento all’anno
(7) Non ammessi formulati Xn
(1) Possono essere impiegati fino
all’allegagione (vedi nota sopra)
(2) Con QoI – vedi peronospora - max 3
interventi all’anno, indipendentemente
dall’avversità
Trattamento annuo al "pianto della vite"
(1) Max 2 trattamenti all’anno indip.
dall’avversità.
(1) Max 1 intervento all’anno * e solo per la
2° GENERAZIONE
(3) Max 3 interventi all’anno *
(4) Max 2 interventi all’anno *
(5) Massimo 2 interventi all’anno
(6) Massimo 1 intervento all’anno
(7) Max 3 interventi all’anno in alternativa tra loro
AVVERSITA'
FITOFAGI
Cicalina
Scaphoideus titanus
Cicaline
DISCIPLINARE DI DIFESA DELLA VITE
CRITERI D'INTERVENTO
PRINCIPI ATTIVI
Rispettare scrupolosamente le indicazioni del S.F.R. circa il
numero ed il momento più opportuno dei trattamenti in
ottemperanza al D.M. di lotta obbligatoria contro
Scaphoideus titanus, vettore della Flavescenza Dorata
Empoasca vitis
Zygina rhamni
Nottue
Eriofidi
Acariosi
Coliptimerus vitis
Cocciniglie
Targionia vitis,
Planococcus spp
Neopulvinaria innumerabilis
Pulvinaria vitis
Parthenolecanium corni
Acari
Panonychus ulmi
Eotetranychus carpini
Difesa chimica: Possibili attacchi in fase di germogliamento
nelle zone collinari e/o contigue ad aree boscate.Intervenire in
caso di presenza accertata
Difesa chimica:
- intervenire solo in caso di forte attacco all’inizio della ripresa
vegetativa, se si è verificata la presenza nell’annata precedente
Interventi agronomici: - effettuare la scortecciatura e/o lo
spazzolamento nelle zone dei ceppi dove inizia a
manifestarsi l’infestazione.
Difesa chimica:
- intervenire solo sui ceppi infestati. Per la T. vitis il periodo più
idoneo è alla fuoriuscita delle neanidi (metà giugno-metà luglio)
Una corretta difesa rispetta i predatori e non rende
normalmente necessario alcun intervento
Difesa chimica
Soglia d’intervento
- inizio vegetazione 60-70% di foglie con forme mobili
presenti (ragnetto rosso e giallo);
- periodo estivo 10-15 forme mobili per foglia (ragnetto rosso)
o 5-6 forme mobili per foglia (ragnetto giallo).
Sali di Potassio di acidi grassi
Beauveria bassiana
Piretrine pure
Olio minerale
Clorpyriphos etil (1)
Clorpyriphos metil (1)
Etofenprox (3)
Indoxacarb (5)
Thiamethoxam (6)
Buprofezin
Indoxacarb (1)
Olio minerale (1)
Zolfo
Olio minerale
Clorpirifos etil (1)
Clorpirifos metile (1)
Thiametoxam (2)
Spirotetramat (3)
Buprofezin
Pyriproxyfen (2) (4)
Clofentezine
Ezitiazox
Etoxazole
Pyridaben
Tebufenpirad
LIMITAZIONI D'USO
(1) Max 1 intervento all’anno *
(3) Max. 1 intervento all’anno. Può avere effetti
negativi sui fitoseidi
(5) Max 3 interventi all’anno *
(6) Max 1 intervento all'anno
* indipendentemente dall’avversità
(1) Max 3 inteventi all'anno, indipendentemente
dall'avversità per cui viene usato
Contro questa avversità al massimo 1 intervento
all'anno
(1) Da utilizzare entro la fase di gemma gonfia
Contro questa avversità al massimo 1 interv.all 'anno
(1) Al massimo 2 interventi con esteri fosforici
indipendentemente dall’avversità
(2) Max 1 intervento all'anno indipendentemente
dall'avversità
(3) Max 2 interventi all’anno
(4 ) Effettuare il trattamento solo prima della fioritura
Contro questa avversità al massimo 1 intervento
all’anno.
(Α) Con IBE: Ciproconazolo, Difenoconazolo, Fenbuconazolo, Myclobutanil, Penconazolo (solo fino alla fase di fine fioritura), Propiconazolo, Tebuconazolo, Tetraconazolo,
Triadimenol: complessivamente max. 3 trattamenti all’anno indipendentemente dall’avversità. Non ammesse formulazioni Xn.
"Tutti i prodotti fitosanitari utilizzabili in Agricoltura Biologica sono ammessi in tale disciplinare
nel rispetto delle indicazioni previste in etichetta."
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
5
File Size
161 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content