ECO 34_2014 - ecodimilanoeprovincia.it

a
e entr
ale ch miglie
n
r
io
g
Il
io
e le fa
in tutt stro territor
o
n
l
e
d
A Pantigliate e a Paullese
venerdì e sabato apertura 24 ore
MILANO - Strada Nuova Paullese 9 (MM3 San Donato)
Tel. 02.51628137
PANTIGLIATE (MI) - S.P. Vecchia Paullese 13
Tel. 02.90605219
SAN GIULIANO (MI) - c/o C.C. Le Cupole, via Pace 2
Tel. 02.98243132
NOTIZIE
SIAMO APERTI PER COLAZIONE DALLE
DI MILANO E PROVINCIA
L’ECO È UN GIORNALE CHE NON RICEVE CONTRIBUTO ALCUNO DALLO STATO E DAI PARTITI
Il Lambro straripa e invade le case
Prezzo 1 euro
numero 34 - dal 19 - al 25-11-2014
SETTIMANALE D’INFORMAZIONE DEL MERCOLEDÌ
Per la pubblicità telefonare allo 02.36504509 - [email protected]
testata del 1968 fondata da
mILano / via degli Umiliati 51 e tutto il popoloso quartiere trasformati in un fiume
In caso di mancato recapito inviare al CPO di Pc
direzione, redazione e pubblicità via Conte rosso 1 - 20134 milano
roberto Fronzuti
Trentasei famiglie sono rimaste isolate, gli immobili sono stati sommersi da due metri d’acqua
messa in atto subito la lunga telenovela della chiamata delle istituzioni, dei vigili del fuoco, della protezione civile ma nessuno si è
fatto vivo.
nel condominio di via degli Umiliati, invaso da oltre
due metri d’acqua, poteva
accadere di tutto (ma non si
è visto nessuno): le caldaie
sono state allagate da almeno un metro d’acqua, come
pure la centralina elettrica e
gli ascensori.
Un intero condominio di 36
famiglie abbandonate e isolate dall’acqua che ha allagato tutti i box e cantine, distrutto le nuovissime caldaie,
di Ubaldo Bungaro
ponte Lambro assediato
dall’esondazione del fiume
Lambro. Sabato sera, 15 novembre 2014, gli abitanti di
via degli Umiliati lo ricorderanno come il giorno più
nefasto degli ultimi 60 anni.
attore dello sfacelo il fiume Lambro che corre lungo
la via Camaldoli che, in pochi minuti, ha invaso l’intera via degli Umiliati trasformandola in corso d’acqua che ha trascinato tutto e
seminato terrore negli abitanti della via degli Umiliati 51, invasa pericolosamente.
è subito scattata la solidarietà e in particolare è stata
mILano
www.ecodimilanoeprovincia.it
Allagata la
comunità di
don Mazzi
di Roberto Arioli
Le straordinarie e intense piogge di questi giorni hanno
allagato anche il Centro
Sportivo Schuster di milano. Il campo di calcio adiacente a via Feltre, ora in
questo ultimo tratto via
padre Ludovico morell,
sembra un grande stagno,
mentre il campo centrale e
la pista di atletica formano
un unico lago.
segue a pagina 16
LOCATE DI TRIULZI
Lanciano sassi
contro un anziano
Nasce il “polo”
per lo sviluppo
Due auto in fiamme
Il servizio a cura di Caravaggi
a pag. 16
meLegnano / Un InCendIo Che poteva rIveLarSI dISaStroSo Intervista al professor Bartolomucci
segue a pagina 16
Ma i pompieri non riescono ad arrivare in tempo
di Giuseppe Torregrossa
ancora alla ribalta la città
di melegnano per un fatto
di cronaca nel quale, questa
volta, la delinquenza non
c'entra nulla.
L'episodio, che merita la
nostra attenzione, si è verificato nella mattinata di
martedì 11 novembre in via
mazzini, a pochissima distanza dall'ufficio postale.
Un'utilitaria in sosta, per la
precisione una opel meriva, per motivi legati probabilmente al malfunzionamento di un componente
meccanico o elettronico,
comincia a bruciare. Le
fiamme si alzano dal vano
motore e pian piano si
estendono a tutta l'auto. Immediata la chiamata dei
soccorsi che, però, arrivano
solo dopo parecchi minuti.
Intanto il fuoco, dopo avere divorato e completamente distrutto la vettura, attacca e distrugge del tutto anche l'auto parcheggiata davanti, una nuova Wolkswagen golf.
e non finisce qui, perché le
fiamme lambiscono anche
un'abitazione vicina danneggiando il muro esterno,
il portone e gli impianti dei
citofoni. Forse, se i pompieri fossero arrivati qualche minuto prima, qualcosa
si sarebbe potuto salvare. I
danni sicuramente si sarebbero potuti comunque contenere.
per fortuna non si è regi-
strato alcun danno alle persone, ma il fatto ha riportato all'attenzione un problema endemico che attanaglia
il sud milano: l'assenza nel
territorio di una caserma dei
vigili del fuoco.
segue a pagina 13
MILANO / OMICIDIO IN VIA FABIO MASSIMO
35enne
ucciso a
coltellate
Un efferato delitto è stato
commesso nella nostra zona. nel cortile di un palazzo di via Fabio massimo,
è stato scoperto del corpo
ormai privo di vita. Si tratterebbe di un trentacinquenne italiano e avrebbe
avuto una colluttazione.
Il servizio a cura di Roberto Fronzuti pag. 2
SEGRATE / ULTIMISSIME
Viabilità, Furti alle
protestano villette di
i cittadini Lavanderie
I dirigenti comunali
avevano mandato
un’impresa per iniziare i lavori di restringimento della via
laterale Cassanese all’altezza della farmacia comunale fino
In questo ultimo periodo si sono verificati numerosi furti
nell'area delle villette a schiera di Lavanderie di Segrate.
In certi casi sono state segate le inferriate
IL PROSSIMO NUMERO DE L’ECO SARÀ
IN EDICOLA MERCOLEDÌ 26 NOVEMBRE
L’ECO CERCA AGENTI ESCLUSIVI DI ZONA (ANCHE PENSIONATI). GUADAGNO MENSILE E FORTI PROVVIGIONI. TEL. 02/36504509
segue a pagina 16
segue a pagina 16
segue a pagina 2
Nasce il “polo” per lo sviluppo piùChiedono
sicurezza
2
Dal NOstrO terrItOrIO
19 NOvembre 2014
Intervista al professor roberto Bartolomucci, fautore di un centro di competenza di promozione del territorio
S
L’iniziativa si occuperà dello studio di tecniche per il risparmio energetico, innovazione del prodotto e servizi alla persona
iamo venuti a conoscenza dell’idea lanciata dal professor
roberto Bartolomucci di creare un “polo di sviluppo” con raggio
di azione nella provincia sud-sud est
di milano. dottore commercialista,
professore di economia, Bartolumucci è anche a capo della midis,
azienda di primaria importanza del
territorio, fondata dallo zio Francesco con sede a San donato milanese. per saperne di più lo abbiamo intervistato.
-Nelle sue intenzioni è prevista la
nascita di un centro di competenza a livello universitario, d'ingegneria dello sviluppo locale; può
dirci di che cosa si tratta?
-Intendo realizzare una “piazza dei
mestieri”; un centro rivolto principalmente ai giovani che vogliono
apprendere la “green economy” che
comprende la conoscenza delle tecniche di riuso di tutti i materiali speciali (la gomma, la plastica ed altro
ancora).
-Nei suoi propositi c’è la messa in
rete delle scienze sociali, economiche, ecologiche ed ambientali.
Si, prevedo lo studio di tecniche per
il risparmio energetico e innovazione del prodotto. premetto che il sistema economico italiano, formatosi negli anni ’60 non regge più.
Quello che vorrei creare, con le piccole e medie imprese del vasto territorio (da Segrate a rozzano, da
San donato fino a Lodi) tutte egual-
mente protagoniste e creatrici di
questa “nuova polarità” in cui tutti
i soggetti interessati si sentano alla
pari.
I servizi prevalenti sono: l’alta formazione rivolta a studenti che vogliono innovarsi in termini di pro-
dotto, di processo e d' internazionalizzazione.
per dare solidità ai progetti, prevedo anche la costituzione di una finanziaria di secondo livello, costituita da banche ed enti locali e dagli operatori economici della zona.
-Lei intende portare avanti un
progetto ambizioso, muovendosi
al di sopra dei tradizionali schemi politici e accademici; come
pensa di riuscirvi?
Con gli imprenditori e con le forze
sociali del territorio, vorrei creare
un diffusore di qualità territoriale,
dove la rete fra profit, no profit e
istituzioni sia la protagonista del rinnovamento socio-economico, sfruttando le sinergie fra economia privata e pubblica.
-Questo è un progetto che potrebbe richiamare
l’interesse di
altri poli?
penso ad un
“polo” che abbraccia una parte importante
della provincia
di milano, che
grosso modo
corrisponde al
parco Sud. attraverso questa
polarità, l’obiettivo principale
da raggiungere è
quello della
cooperazione e concertazione, fra
enti pubblici e i privati per fare “rete per lo sviluppo” attraverso il potenziamento, il miglioramento e il
risanamento ambientale di tutta l’area che abbiamo preso in considerazione, fortemente danneggiata,
dallo sviluppo disordinato degli ultimi 50 anni.
-Prevede anche la nascita di attività produttive nell’ambito del
“polo”?
prevedo la nascita di nuove imprese, votate alla green economy.
L’Africa, sempre
nel cuore di Guido
ricordiamo l’avvocato guido Costabile, presidente onorario dell’anrra
all’età di 100 anni è morto
l’avvocato guido Costabile, presidente onorario dell’anrra, l’associazione reduci d’africa.
da giovane funzionario della banca d’Italia e ufficiale
dell’esercito visse le vicende belliche dell’ultima
guerra mondiale. dal 1941
al 1945 fu prigioniero in
Kenia. guido, com’egli
amava farsi chiamare, aveva contratto quel che si dice il mal d’africa. amava il
continente africano ed ha
consacrato parte della sua
vita, per mantenere vivo il
proprio ricordo di quell’indimenticabile esperienza e
di quanti l’hanno vissuta insieme a lui, sul piano umano e militare.
Il funerale dell’avvocato
Costabile è stato celebrato
nella chiesa della parrocchia di Fatima di via ripamonti, lunedì 17 novembre.
dopo la toccante omelia del
parroco, l’ingegner Franco
de’ molinari, amico di guido e presidente in carica
dell’anrra, ha tenuto il discorso commemorativo.
non deve essere stato facile per il presidente anrra
prendere la parola, ma era
doveroso ricordare il percorso di un uomo di grande
valore.
de’ molinari ha parlato dell’attività lavorativa di Costabile, ma anche della passione per il giornalismo che
l’hanno visto alla direzione
de Il reduce d’africa, come caricaturista e come supervisore.
nel momento di dare il “visto si stampi” al giornale,
immancabilmente, guido
trovava degli errori sfuggiti ad altri.
Chi scrive ha sempre ammirato guido per questa infinita abnegazione verso
l’anrra e l’africa, che ha
portato sempre nel cuore,
Conserverò il ricordo della
sua bellissima festa dei 100
-Questo lungimirante progetto
quale influenza può avere a livello occupazionale sulla nostra zona?
voglio anzitutto precisare che l’idea,
il progetto, una volta formata la base associativa, partirà con immediatezza, perché l’area -con un grande immobile- è già disponibile. Il
“polo” è destinato a creare nuova
imprenditorialità e occupazione. e’
difficile in questa fase prevedere
l’entità, quanti saranno i nuovi posti di lavoro, ma sarà rilevante.
-Quali altre attività sono previste?
nell’ambito del “polo” prevederemo anche spazi espositivi, per chi
–pur avendo la sede in zone remote
d'Italia-vuole avere una vetrina permanente alle porte di milano.
riserveremo attenzione e spazio alla socialità, con particolare riguardo
agli anziani e bambini, notoriamente le fasce più deboli della società.
In questo tipo di attività in favore di
anziani e bambini siamo agevolati
dalla prossimità dell’insediamento
del “polo” del centro abitato, migliorando anche, a costi limitati, la
mobilità pubblica su ferro e gomma.
Roberto Fronzuti
Le aziende e le persone interessate,
possono inoltrare la propria manifestazione di interesse al seguente
indirizzo mail: [email protected] o telefonicamente 392 633 4246.
Gli amici di Guido nel giorno del centenario
anni, organizzata dal figlio
michele presso la caserma
dei Bersaglieri di via vincenzo monti, a milano. In
quell’occasione non mancò
nulla: il rinfresco, gli orchestrali e il ballo, che ha
visto guido cimentarsi in
un giro di danza.
La vita di guido è stata lunga, ma anzitutto piena di avvenimenti, di lavoro e di attività tese ad aiutare il prossimo e a preservare i valori
che sono stati alla base della sua esistenza.
Roberto Fronzuti
LamBrate e
rUBattIno
di Giovanni Abruzzo
per combattere il degrado e
l'abbandono che da diverso
tempo interessano i quartieri di Lambrate e rubattino,
gli abitanti esasperati da episodi che mettono a rischio la
loro sicurezza, hanno chiesto una seduta del Consiglio
di Zona 3 che si è tenuta a
fine ottobre, per affrontare
il delicato argomento.
La seduta ha visto la partecipazione di una ventina di
cittadini dei quartieri in questione, che si sono mobilitati e stanno agendo in modo
civile, sottolineando che le
loro esigenze di legalità e
tranquillità non vanno contro una categoria di persone
ma soltanto a ristabilire la
legalità. a causa di questo
stato di cose, il Consiglio di
Zona 3 ha chiesto al Comune e alla polizia locale, alle
Forze dell'ordine e all'amsa, ciascuna per le sue competenze, la prosecuzione degli interventi già in essere e
la loro intensificazione, anche con un presidio continuativo durante i periodi di
emergenza e l'attuazione di
altri che si ritenessero opportuni per garantire la sicurezza e la tranquillità dei
quartieri Lambrate e rubattino, in particolare il pattugliamento degli stessi, il
controllo delle aree pubbliche e private dismesse e abbandonate e la loro messa in
sicurezza.
In particolare si chiede il potenziamento dell'illuminazione pubblica in viale rimembranze di Lambrate,
sede di bivacchi specie di
notte e tutte le zone dei due
quartieri soggette al degrado, nonché l'installazione di
telecamere nello stesso viale rimembranze di Lambrate.
di Milano e Provincia
Furti alle villette...
delle finestre con quanto poi ne consegue: serramenti seriamente danneggiati, vetrate a pezzi, locali gettati all'aria.
Le vittime dei furti rientrando in casa hanno trovato tutti i
cassetti rovesciati e armadi aperti dai ladri alla ricerca di
casseforti, spesso inesistenti, denaro, gioielli, abiti e materiale high tech. nelle ore notturne si sono ultimamente
verificati raid automobilistici di una vettura con all'interno diversi giovani, come hanno potuto osservare i residenti destati dai rumori dei motori e delle rapide ripartenze
dell'auto. Il ripetersi di queste incursioni sempre nelle stesse
vie e davanti le stesse residenze, a detta di qualche cittadino, vorrebbe avere un effetto intimidatorio nei confronti
dei numerosi professionisti che ivi risiedono e non possono
quindi ritenersi qualcosa di casuale.
nel quartiere si sta diffondendo un clima di insicurezza e
tutti auspicano, indipendentemente dall'essere stati vittime
di furti o di imbrattamenti di muri esterni, come già avvenuto durante l'estate, una maggiore e fattiva copertura dell'area
da parte delle forze dell'ordine.
Roberto Arioli
Direttore responsabile
roberto Fronzuti
Vice direttore
giovanni abruzzo
Consiglio di direzione
domenico palumbo,
Ubaldo Bungaro,
giuseppe torregrossa,
osmano Cifaldi, roberto arioli
Coordinatrice di redazione
Serena natale
Composizione e impaginazione
In proprio
Stampa
martano editrice Srl
paderno dugnano (mi)
autorizzazione tribunale
di milano n. 383 - del 3-6-1988
Gli articoli firmati impegnano esclusivamente l’opinione dell’autore. Gli
articoli non firmati sono attribuibili
al direttore responsabile.
È assolutamente vietato fare fotocopie degli articoli
La riproduzione, anche parziale, degli articoli pubblicati,
a mezzo di fotocopie - o altro - è un reato perseguibile per legge
Eventuali trasgressioni verranno da noi denunciate
stOrIa - Cultura
Il firmamento in pillole
19 NOvembre 2014
Col planetario abbiamo l’opportunità di ammirare il cielo artificialmente
S
3
L’apparecchiatura mobile proietta le immagini sulla cupola semisferica
ono non più di cinquanta le città al mondo che hanno il privilegio di possedere un planetario; in Italia ne abbiamo
due, a roma e a milano.
Col planetario abbiamo
l’opportunità
di ammirare
il cielo artificialmente ma
in modo altrettanto suggestivo.
di Osmano
Fu inventato
Cifaldi
da un tecnico
dell’astronomia tedesco,
Walter Banersfeld e costruito per la prima volta a Jena
nel 1923 dalla famosa Zeiss.
Il civico planetario di milano entrò in funzione nel
1930 e nel 1958 si sostituì il
vecchio impianto di trasmissione visiva con un altro più moderno dotato di un
avanzatissimo Zeiss Iv.
Il diametro del planetario
milanese, che è situato all’interno dei giardini pubblici con ingresso all’inizio
di Corso venezia, misura
19,60 metri e la superfice
della cupola semisferica è di
mq.600. tutt’intorno alla sala, sul bordo superiore del
tamburo è profilata in nero
la città di milano com’era
nel 1930.
nella sala 300 poltroncine
so di 25 quintali; proietta le
immagini sulla cupola semisferica rappresentando la
volta celeste e le condizioni
stellari le più diverse riferite a qualsiasi punto sulla ter-
i pianeti del sistema solare
appartenenti alla più vasta
organizzazione cosmica della nostra galassia: la via
Lattea. Il Sole – Saturno –
mercurio – venere – marte
girevoli ed una cinquantina
di posti in piedi lungo la parete circolare.
Lo strumento di proiezione
è un articolato apparecchio
lungo cinque metri dal pe-
ra. I novemila punti luminosi, che possiamo ammirare sulla volta della cupola,
rispettano fedelmente le numerose stelle che si possono vedere ad occhio nudo ed
– giove – Urano ed il nostro
satellite, la Luna, appaiono
chiari nelle loro posizioni.
L’apparecchiatura è mobile
e viene comandata a distanza così da riprodurre i feno-
verificò l'evento che determinò il futuro del giovane
guido: la nave, al primo
viaggio naufragò nella Zenne mentre usciva dal porto
fluviale di Bruxelles. egli
raggiunse la riva attaccato a
un grosso ramo. rimasto
senza impiego e senza denaro ricordò un pensiero di
Sant'agostino: <piangere
per la perdita delle comodità
personali è altrettanto pericoloso che riceverle tutte insieme qui sulla terra>. Comprese il pericolo che il denaro fa correre alle anime
anche se rivestito di nobili
intenzioni.
Considerò il naufragio come un segno del cielo, rinunciò al commercio senza
rimpianti e indossò l'abito
del pellegrino.
viaggiando a piedi per le
strade europee dell'anno
1000, raggiunse roma, poi
partì per la terrasanta. Il suo
duro pellegrinare durò sette
anni. provenendo da gerusalemme ripassò per roma
dove incontrò il decano del
Capitolo di anderlecht, Wonedulphe, che, malato e
prossimo alla fine, gli consegnò l'anello con il compito di annunciare la sua morte ad anderlecht e così fece.
visse gli ultimi anni sempre
fedele a dio nella povertà e
nella preghiera, ospite del
Capitolo dei canonici. Una
gravissima e penosa dissenteria condusse alla morte il
suo fisico stanco e provato.
morì il 12 settembre 1012 a
sessantadue anni. San guido, il "povero di anderlecht" è considerato il precursore di San Francesco.
San Guido di Anderlecht
IL SANTO DELLA SETTIMANA (950-1012)
San guido, uno dei santi più
venerati del Belgio, nacque
e morì ad anderlecht nel
Brabante. I genitori erano
poveri contadini, ma ottimi
educatori. Fin da giovane
concepì progetti e iniziative
che
cercò di attuare con entusiasmo, ma
che non realizzarono il
di Roberto bene che egli
si proponeva.
Arioli
Il suo primo
biografo nel
1112 lo descrive di carattere mite e generoso. guido in
principio lavorò i campi di
un possidente della zona donando spesso ai poveri perfino la razione di pane a lui
destinata. Quando lasciò la
casa paterna si trasferì a
Laken nelle vicinanze di
Bruxelles e fu assunto come
sagrestano nella chiesa di
mariensee, dove poteva meglio servire gli indigenti e
nello stesso tempo dedicarsi alla preghiera e realizzare il suo ideale di vita ascetica senza dimenticarsi del
prossimo. mosso dal desiderio di migliorare il suo
servizio ai poveri accettò la
proposta di un mercante di
Bruxelles di costituire una
società commerciale. era sicuro che col denaro guada-
gnato avrebbe potuto meglio aiutare i bisognosi. Con
questa intenzione si congedò dal parroco di mariensee. Il buon andamento
degli affari permise ai due
soci di armare perfino una
nave, ma a questo punto si
meni celesti, le fasi lunari,
le eclissi, i movimenti dei
corpi celesti a carattere ciclico.
La freccia verde della torcia
elettrica dell’astronomo –
conferenziere va a catturare
le costellazioni: “le pleiadi
– orione –Cassiopea – i
due cani – il drago...” consentendo allo spettatore di
godere un viaggio affascinante per il cielo stellato riferito ad ogni latitudine ed
in qualche particolare periodo come farci rivedere il
cielo di quella fantastica
notte del 1610 quando il
grande galileo galilei scoprì le fasi di venere ed i satelliti di giove con l’aiuto di
un rudimentale telescopio
artigianale da lui stesso
messo a punto.
ricordiamo che mentre
l’europa era immersa nel
medioevo la maggior parte
dell’attività astronomica si
svolse in africa settentrionale, nella Spagna dei mori
e soprattutto in medio
oriente ad opera dei paesi
dell’Islam. L’influenza araba nell’astronomia fu nodale e attraverso le loro “Case della Sapienza”, vere accademie scientifiche, misero a punto studi astronomici di tutto rilievo a partire
già dal IX secolo. nelle
“Case della Sapienza” furono definite le funzioni trigonometriche, i primi analitici studi sulle stelle ed il
prezioso astrolabio (927
d.C.).
Con galileo galilei nacque
la scienza moderna e l’astronomia prese una svolta
improntata su nuove scoperte di assoluto rigore
scientifico che abbandonarono la scuola di pensiero di
tolomeo per aderire a quella copernicana.
“... grandi veramente sono
le cose che in questo piccolo trattato propongo a vedersi e contemplarsi...”; da
“Sidereus nuncius”.
L’ANGOLO DELLA POESIA
INVIATECI LE VOSTRE POESIE
PER LA PUBBLICAZIONE
“GRATUITA”
Questo spazio è messo a disposizione di chiunque
voglia cimentarsi con la poesia. I nostri “poeti”
non hanno pretese letterarie. Sentono il bisogno
di esprimersi e noi diamo loro questa possibilità.
Per l’invio delle vostre poesie:
[email protected]
Sospeso... nel mezzo
Sospeso tra sogno e realtà
Essere e non essere
Pioggia e sole
Tolleranza e intolleranza
Solitudine e socialità
Amore e odio
Pace e guerra
Equilibrio e precarietà
Giusto e sbagliato
Giustizia e ingiustizia
Sospeso… Nel mezzo
tra La vita e La morte
Auguri
a...
Per ogni
ricorrenza fate
i vostri auguri
dalle pagine
de L’Eco
laurea...
Giandim
anniversario
È nato...
per pubblicare gratuitamente i vostri auguri potete inviarli a: L’eco di
milano e provincia - via Conte rosso 1 20134 - milano. tel. 02/36504509
oppure via e-mail a [email protected]
CERCATE LAVORO? VOLETE COMPRARE? VOLETE VENDERE L’ATTIVITÀ?
CERCATE CASA? PER INSERZIONE GRATIS TEL. 02.36504509 PER SMS 339/5639428
Le ‘talpe’ sbucano in viale Forlanini
4
mIlaNO rOgOreDO - CIttà stuDI
19 NOvembre 2014
raggiunto il primo traguardo per la nuova metropolitana prevista per la futura fermata della nuova linea mm4
U
L’inaugurazione delle prime tre fermate, Forlanini Aeroporto, Quartiere Forlanini e Forlanini FS, era prevista per maggio 2015
di Cristina Fabris
fermate (Forlanini aeropor- aspettare le decisioni delle
Una dozzina di giovani, a volto coperto,
to, Quartiere Forlanini e alte sfere o proseguire i tunna delle talpe, che di 3,2 chilometri, scavato al Forlanini FS) prevista ini- nel verso la fermata dateo.
ha lanciato fumogeni e imbrattato muri
stanno scavando il ritmo di 15-18 metri al gior- zialmente per maggio 2015 dal Comune non è arrivata
tunnel da marzo
scorso, è finalmente “sbucata dove è prevista la futura fermata “Forlanini Fs”
della nuova linea m4.
La linea blu della metropolitana ha così tagliato il primo traguardo della sua tormentata storia; le due talpe
meccaniche sono al lavoro
già dal 24 marzo scorso per
scavare la galleria sotterranea che arriverà ai tre ponti
di viale Forlanini.
possiamo quindi dire che il
tratto, che collegherà la fermata aeroporto a quella con
la vicina stazione delle FS,
è stato iniziato. mentre nei
palazzi delle grandi decisioni ancora si domandano che
sorte avrà la linea blu, gli
operai vanno avanti sotto il
suolo della città.
per ora si tratta di un tunnel
no, per sette mesi di lavori e
una spesa di 120 milioni di
euro. a tanto ammontano infatti i fondi già impegnati
per quello che è oggi l’unico cantiere attivo della linea
4.
L'inaugurazione delle tre
naturalmente non avverrà, i
tempi oramai non lo consentiranno più.
Quando le due talpe saran-
no arrivate entrambe alla
stazione Forlanini FS, si dovrà pensare cosa fare dei
due mezzi, se tirarli fuori e
alcuna indicazione, il problema è se andare avanti con
un progetto che, coi suoi
1,82 miliardi di costo, stresserà le casse comunali o rinunciarvi per ricontrattare
tutto.
ma palazzo marino non ha
mai pensato ad un rinvio per
il closing finanziario, come
ha comunicato l'assessore
alla mobilità del Comune di
milano pierfrancesco maran, rispondendo al ministro
delle Infrastrutture e dei
trasporti maurizio Lupi.
“Il 31 dicembre è una data
vincolante e i soci privati
devono sottoscrivere con le
banche il contratto di finanziamento per la loro quota
di m4 entro quel termine.
non avrebbero scuse per
non farlo”.
Rinnovare l’impegno nelle cartoniadi
Assaltata la sede
del Pd Corvetto
durante una riunione del
Sunia, sindacato degli inquilini, ospitato dal partito
democratico, un gruppo di
incapucciati, una dozzina,
ha fatto irruzione all'interno
della sede pd di via mompiani, lanciando fumogeni e
imbrattando i muri.
In pochi ma lunghissimi minuti di terrore, i vandali hanno cercato di srotolare uno
striscione con la scritta
La zona, Corvetto e rogoredo, in questi giorni, più
del solito, è al centro dell’attenzione dei media per le
tante, troppe, occupazioni di
case aler e per i tanti, troppo pochi – secondo alcuni –
sgomberi.
alcune verità però vanno
dette: chi ha violentato una
sede di incontro democratico va condannato, ma va
detto che sia gli aggressori
Il campionato della raccolta differenziata di carta e cartone per tutto il mese sia a milano e torino
alla 31esima assemblea annuale di anci, piero Fassino
e giuliano pisapia i due sindaci dei Comuni di torino e
milano rinnovano l'impegno dei propri concittadini
nelle Cartoniadi in corso.
dal 1° al 30 novembre, in
contemporanea nelle due
città è in corso il campionato della raccolta differenziata di carta e cartone.
Ciascuna zona gareggerà
contro se stessa, con lo scopo di migliorare i propri risultati di raccolta differenziata di carta e cartone rispetto alla media normalizzata di ottobre 2014; al termine del mese di gara, le tre
zone che realizzano i maggiori incrementi di raccolta
Piero Fassino e
Giuliano Pisapia
differenziata di carta e cartone si aggiudicano il montepremi in palio, che sarà interamente destinato alle
scuole primarie comunali e
statali della città: 25.000 euro alla zona prima classificata, 15.000 seconda classificata e 10.000 euro alla zona terza classificata.
tutti e tre i premi in palio
sono messi a disposizione
da Comieco, il Consorzio
nazionale recupero e riciclo
degli Imballaggi a base cellulosica.
milano, dichiara Carlo
montalbetti, direttore generale Comieco, “è una città
virtuosa per la raccolta differenziata di carta e cartone:
nel 2013, con oltre 60 kg pro
capite, si è piazzata al primo
posto tra le città metropolitane con più di un milione di
abitanti.
Ci aspettiamo non solo una
conferma di questo dato, ma
un ulteriore balzo in avanti,
con l’obiettivo di arrivare
presto a 65 kg per abitante”.
C.F.
La sede del Pd di via Mompiani assaltata
“Blocchiamo gli sgomberi,
no alla tav”.
Il solo testo dello striscione
chiarisce la confusione
mentale delle ragazze e ragazzi che, vigliaccamente
coperti sul volto da sciarpe
e passamontagna alle 14,
come ogni mese quando si
tiene la riunione del circolo
che coinvolge Sunia, aler,
cittadini comuni e iscritti del
partito, hanno seminato paura ai circa 30, per lo più anziani, presenti all’incontro.
che gli aggrediti si fregiano
di appartanere ad una stessa
area politica, quella di sinistra. probabilmente, quell’area, è maledettamente
vuota e né i no tav né il pd
di renzi, sembra riescano
ad accuparla creando seguito e condivisione tra la loro
gente, nonostante il circolo
pd Corvetto veda ancora
una maggioranza di iscritti
e frequentatori appartenenti
alla cosiddetta “minoranza”.
C.F.
gli agenti del commissariato di mecenate hanno sgominato la banda di spacciatori che operava nei “boschi” di rogoredo e hanno
arrestato sei marocchini per
traffico di droga, tra cui c'è
anche una donna che si occupava della gestione degli affari al posto del
marito, finito
in carcere.
Le indagini sono iniziate nel
2010, dopo il
tentato omicidio di un marocchino, ferito a colpi di accetta da un connazionale nel
corso di una lite scoppiata in
via volvinio, per il controllo della piazza di spaccio.
dopo l'episodio, gli investigatori hanno seguito gli sviluppi dell'organizzazione
magrebina, che nel frattempo è stata coinvolta in due
tentati omicidi e nel sequestro di un extracomunitario,
liberato poi dopo dieci giorni in seguito al pagamento di
16 mila euro da parte dei
suoi parenti. Il bilancio finale dell'operazione è di 16
persone arrestate e di 25 denunciate, oltre
che al sequestro di 3 chili di
eroina, di un
chilo di cocaina
e di uno di hashish, accompagnati infine
dal sequestro di
55 mila euro.
agli investigatori di mecenate sono state concesse 10
ordinanze su 40 che avevano richiesto, di cui ne sono
state eseguite solo 6 perché
tre destinatari sono scappati
all'estero, dopo le notizie apparse sui giornali, mentre
uno di loro è un malato terminale.
Sgominata la banda
rogoredo / Le indagini sono iniziate nel 2010
Lega Nord si prepara alle elezioni
segrate
19 NOvembre 2014
5
La campagna elettorale inizia e il Carroccio cittadino capitanato dal segretario Luciano Zucconi incomincia a muoversi
Pronta ad una corsa in solitaria qualora il profilo strategico del centrodestra non esca dall’attuale stato confusionario
di Gianluca Stroppa
con chi aprire un dialogo: ad addirittura culminare in larSegrate nostra scende in campo con
esempio ncd non ha nem- ghissime intese; tutti insiea campagna elettorale figura legata al territorio se- meno una figura di riferi- me più o meno appassionaaccende i motori e an- gratese e non calata dall'al- mento. Certo, per sperare di tamente, dal pd a Forza Ita- la riclassificazione delle aree cittadine
L
to (niente Cadeo o maullu,
per intenderci).
ma oggi è il nodo alleanze
che resta lungi dal districarsi: “Con Forza Italia- prosegue il segretario- non ci sono problemi e con il coordinatore Francesco Casella c'è
che la Lega nord, capitanata a livello locale dal
segretario cittadino, nonché
presidente del consiglio comunale, Luciano Zucconi,
inizia a muoversi, dichiarandosi pronta ad una corsa
in solitaria qualora il profilo strategico del centrodestra segratese non esca dall'attuale stato confusionario.
“noi ci stiamo guardando
attorno- afferma Zucconima incontri ufficiali al momento non ne abbiamo avuti. vanno capite le intenzioni delle altre forze politiche
visto che le idee non sono
molto chiare. In questo scenario, andar da soli è un'ipotesi niente affatto peregrina se non si convergerà
su un nome che possa esserci gradito”.
di nomi, sempre che già vi
sia qualche candidatura concreta, non se ne fanno per
evitare comunque “bruciature” anticipate. Certo è che
il Carroccio intende “contare” al tavolo del centrodestra e porrà il paletto di una
già stato un incontro informale.
Forza Italia vorrebbe unire
tutto il centrodestra e non
sarà facile, ma non saremo
noi a creare ostacoli.
Il fatto è che non si capisce
no all'aumento dei voli dopo l'evento expo. Con un
solo voto contrario, il Consiglio regionale ha dato il
via libera alla mozione del
consigliere segratese paolo
micheli incentrata sulla limitazione del traffico aereo
su malpensa una volta archiviato l'appuntamento
expo , per tornare a puntare con decisione su malpensa.
“Linate- ha affermato micheli- svolge sì un servizio
essenziale ed è una risorsa
anche sotto il profilo occupazionale per il nostro territorio. è uno scalo cittadino, per cui è molto comodo.
guardando all'expo è naturale pensare di investire su
Linate che dista dall'area
expo alla pari di malpensa,
come tempo di spostamento in macchina”. Insomma,
è il succo del ragionamento
di micheli, la kermesse è di
tale e tanta rilevanza mondiale che val bene sopportare per sei mesi qualche disagio e magari sacrificio.
tuttavia- prosegue il consigliere- non dimentichiamoci mai della natura cittadina
di Linate. gli aerei in decollo passano sopra le residenze di novegro ed immediatamente dopo sopra redecesio per incanalarsi poi
nei diversi corridoi di rotta.
Segrate è indubbiamente il
comune più coinvolto dalla
vicinanza dello scalo, al pari di S. donato milanese
che deve sopportare la fase
degli atterraggi.
Una convivenza all'insegna
vincere va ricercata l'unità
più ampia possibile.
La Lega è aperta al dialogo
ma, ad esempio, non andrà
a cercare gli ex pdl.
Loro dovranno dimostrare
di voler fare un passo indietro”.
Presidente del consiglio comunale e segretario
cittadino della Lega Nord Luciano Zucconi
Nessun aumento
dei voli dopo Expo
La ferita dei frondisti insomma sanguina ancora e la
diffidenza resta palpabile,
condizionando una parte
delle scelte da compiere.
Scelte che, allargando l'orizzonte a 360°, potrebbero
lia, passando per ncd.
Il Carroccio fa già sapere
che si terrebbe alla larga.
“noi non ci staremmo”, taglia corto Zucconi secondo
il quale i lumbard saranno
prevedibilmente l'ago della
bilancia in un probabilissimo turno di ballottaggio:
“Se sarà così- dice il segretario- e qualcuno intenderà
apparentarsi al secondo turno, dovrà mettere nero su
bianco patti chiari da rispettare per la legislatura.
ma sono convinto che se il
centrodestra si presentasse
unito avrebbe le carte in regola per imporsi fin dal primo turno”.
Zucconi non liquida alessandrini: “potrebbe fare il
vicesindaco- osserva ancora- con delega ai Lavori
pubblici perché in quel settore ci sa fare.
Io? mi ricandido perché è
un dovere farlo come segretario della Lega. In quale
ruolo specifico si vedrà, magari ancora come presidente del consiglio comunale”.
Il Consiglio regionale ha dato il via libera alla mozione del consigliere segratese micheli
dell'inquinamento acustico
e atmosferico che, inevitabilmente, incrementerà il
proprio volume in corrispondenza del maggior traffico dovuto da expo.
“L'aumento dei movimenti
aerei- conclude micheli- è
stato autorizzato dal ministro Lupi, che ha revocato
le precedenti limitazioni al
numero quotidiano di arrivi
e partenze, lasciando come
unica soglia la cosiddetta
‘definita capacità operativa’. Su questo termine scattano le nostre preoccupazioni.
Fin dal 2000 la Commissione europea determinò la
capacità teorica massima in
32 movimenti l'ora, mentre
oggi il limite è 18. Una decisione più politica che tecnica e che può facilmente
mutare, togliendo traffico
proprio a malpensa che è
invece lo scalo assolutamente da rilanciare per la
Lombardia. per questo il
Consiglio regionale si è
espresso in maniera molto
netta sulla mia mozione che
si oppone all'aumento dei
voli da Linate oltre expo”.
G.S.
Campagna elettorale
sul “verde agricolo”
L'Ufficio legislativo regionale ha recentemente confermato che è possibile riportare a verde agricolo tutte le aree del territorio comunale che si possono riclassificare. Lo si deduce
stralciando un progetto di
legge che modifica il testo
della principale normativa
sull'urbanistica; un testo sotto certi aspetti discutibile
laddove non prevede limiti
a nuovi consumi di suolo
per i prossimi tre anni e introduce addirittura incentivi
per le nuove edificazioni.
ma che contiene anche questo spunto interessante relativo alla possibilità di riconvertire un terreno edificabile ad agricolo. In pratica, se
un pgt classifica un'area come edificabile ad uso residenziale o produttivo e poi
il Comune con una variante
ne cambia la destinazione ad
agricola, quali diritti mantengono i proprietari?
L'Ufficio legislativo regionale ha dato un parere certamente non vincolante sulla possibilità di un ritorno al
verde agricolo, ma che il
movimento “Segrate nostra” inquadra, riportandolo
alla realtà locale: “La prima
considerazione da farespiega il portavoce gianluca poldi- è che ciò che il
proprietario dell'area considera una modifica peggiorativa può essere una modifica migliorativa per la comunità, ossia per i cittadini.
e a ciò l'amministrazione locale dovrebbe tendere. naturalmente, non sarebbe una
scelta da compiersi a cuor
leggero, dal momento che la
tassazione dell'area edificabile è più alta rispetto a
quella di un'area a uso agricolo.
La seconda considerazione
è che una forza politica che
alle elezioni comunali della
prossima primavera presentasse come parte del proprio
programma la riclassificazione a verde agricolo di tutte le aree del territorio che
sarà possibile riconvertire,
non fa una proposta velleitaria o rivoluzionaria ma
esprime un punto programmatico serio, concretamente supportato dal parere di
autorevoli esperti legislatori. noi nel nostro programma questo punto lo scriveremo”.
Due borse di studio
CIneCa ha Indetto Una SeLeZIone
Il Consorzio Interuniversitario Cineca (recentemente finito
nella bufera per la gestione di un mega concorso) ha indetto una selezione per l'assegnazione di due borse di studio di
dodici mesi, del valore di 20.000 euro ciascuna, sul tema
“research Information management Systems” nell'unità organizzativa “Soluzioni per la ricerca Istituzionale”. vi possono partecipare i laureati in Ingegneria o materie scientifiche (matematica, Fisica, Scienze dell'Informazione...) con
una eccellente conoscenza di programmazione. Inoltre, costituiranno titolo preferenziale la conoscenza della piattaforma “J2ee” e di framework, le soluzioni “open source”
quali ad esempio “Spring Framework”, “hibernate”, “apache Solr”, oltre ad una buona conoscenza della lingua inglese. tra le sedi di lavoro che i candidati potranno scegliere, specificando la preferenza della destinazione nella domanda, c'è anche Segrate, in alternativa alle opzioni rappresentate da Casalecchio di reno (Bologna) o roma.
VUOI DIVENTARE GIORNALISTA?
Il nostro settimanale può darti la possibilità di accedere alla
professione. Puoi diventare subito corrispondente de l’eco e
fra tre anni fare la domanda d’iscrizione all’albo dei giornalisti.
Per informazioni e appuntamento tel. 02/36504509
Sistemazione scuola d’infanzia
6
PesChIera
19 NOvembre 2014
Le criticità della materna S. Francesco sono state affrontate in un incontro con le istituzioni
Risolto il problema dei topi, rimangono quelli per lo spazio mensa, e tutta la manutenzione dell’edificio
a
di Gianluca Stroppa
ottobre era salita alla
ribalta (negativa) per
l'indebita intrusione
di un gruppo di topi. risolto tempestivamente il problema, volendo guardare il
bicchiere mezzo pieno derivante dalla circostanza, ai
roditori va dato il merito di
aver scoperchiato altri problemi, ora focalizzati e fra
qualche settimana, si spera,
liquidati.
Le criticità della scuola materna “S. Francesco”, appartenente all'Istituto Comprensivo “montalcini”, sono
state affrontate in un incontro che ha riunito attorno allo stesso tavolo il comitato
genitori, i rappresentanti di
classe, la dirigenza scolastica, il sindaco Luca Zambon
e l'assessore alla pubblica
istruzione marco righini,
oltre ai capi area degli uffici
ecologia e Istruzione.
La disinfestazione fu rapida
e gli inconvenienti tutto
sommato limitati poiché, per
un solo giorno, fu sufficiente spostare i bimbi alla primaria “don milani”.
rifondazione comunista, per la parità
fra studenti di scuole pubbliche e private
Dote scuola, una
nuova iniziativa
Una sentenza del tar, in tema di parità di trattamento
fra studenti delle scuole
pubbliche e private, ringalluzzisce rifondazione comunista. al punto da aprire
un servizio, nelle ultime due
domeniche rimanenti di novembre, per aiutare nella
procedura di richiesta della
“dote Scuola”.
“alle famiglie che l'anno
passato hanno chiesto il
contributo per i figli iscritti
alle scuole statali spettano
dai 340 ai 670 euro in più”,
afferma un comunicato del
circolo di peschiera “Luciano previato”.
Il pronunciamento del tar
non si presta ad interpretazioni: viene riconosciuta la
disparità di trattamento tra
studenti delle scuole pubbliche e private, ribadendo
l'opportunità in capo ai vertici amministrativo/politico
regionali di ristabilire un
equilibrio in merito all'erogazione del sostegno al reddito.
“In sintesi- dicono i militanti di rifondazione- i ragazzi delle scuole statali che
hanno ricevuto la ‘dote
Scuola’ dovevano beneficiare di una contribuzione
maggiore. ed ora va riconosciuto loro il diritto di richiedere la differenza”.
oltre a rifondazione, si sono mossi per riequilibrare il
rapporto anche l'associazione “nonunodimeno” e la
Cgil. e sono già circa 2.500
le famiglie che hanno presentato richiesta per ottenere l'integrazione del contri-
buto, quantificato, sulla base della fascia Isee di appartenenza, fra 340 e 670
euro. rifondazione nelle domeniche che restano, dalle
ore 10.00 alle 12.00 apre il
circolo di via S. Caterina per
aiutare nella compilazione
dei moduli di richiesta.
“partecipare è importanteriporta il comunicato stampa del circolo- sia per riavere quello che spetta ad ogni
famiglia sia per mettere fine ad un sistema ingiusto: la
regione finanzia generosamente con i soldi di tutti le
scuole private mentre taglia
sempre più il diritto allo studio per chi frequenta la
scuola pubblica”.
G.S.
La problematica era però a
quel punto sollevata e ad una
verifica più approfondita sono emerse le criticità dello
spazio mensa: dalle fessure
nei muri perimetrali, che forse hanno facilitato l'ingresso
dei topi, alle piastrelle man-
canti o rotte che lasciano buchi in corrispondenza delle
tubazioni idrauliche, dalle
fessurazioni sotto le porte anti-panico al sistema di aerazione del vespaio mancante
di una griglia metallica.
ma l'elenco è ancora più lun-
go: tinteggiatura delle aule
lacunosa, manutenzione del
verde insufficiente, pulizia
non certo cristallina di ambienti e arredi, perfino vicino agli armadietti dove i piccoli lasciano i loro vestiti,
umidità e muffa nei bagni e
nel dormitorio.
note dolenti inconcepibili
per un sito popolato da bambini. Il comitato genitori ha
legittimamente chiesto i motivi per cui si è arrivati a questa situazione, cercando per
lo meno di trasformare la negatività dell'evento in qualcosa di positivo.
Le vacanze natalizie ormai
in prossimità capiteranno a
fagiolo. terminate le opere
più urgenti di sanificazione
e sigillatura delle fessure, si
procederà ad imbiancare tutti gli spazi, eliminare le cause dell'umidità ed acquistare un bel po' di materiali
nuovi (armadietti, materassini e lettini).
Pgt, il Consiglio ci ripensa
radio vaticana ha
parlato del giovane
Il progetto
“Un pozzo
per Andrea”
anche radio vaticana, a
suo modo, ha parlato nei
giorni scorsi di andrea de
nando, il giovane travolto
e ucciso ormai quasi quattro anni fa sulle strisce pedonali da un pirata della
strada. meglio dire, ha fatto cenno al progetto che si
sta portando avanti nel suo
nome in africa, In etiopia,
dove sono già sette i pozzi
d'acqua realizzati nell'ambito del progetto “Un pozzo per andrea”.
Fin dal 2011, facendo seguito ad un'idea che il ragazzo aveva manifestato
nero su bianco sulle pagine
del suo diario, una onlus si
sta occupando di portare
L’amministrazione di Luca Zambon blocca il piano
L'amministrazione di Luca
Zambon abbandona la variante al piano delle regole
del pgt, approvata soltanto
la primavera scorsa dall'allora maggioranza Falletta.
e quello che, in fondo, stupisce è che il provvedimento, tornato in aula consiliare per decisione del nuovo
governo di centrosinistra,
passi con l'astensione della
compagine di Forza Italia.
per cancellare la determinazione precedente, il sindaco
e la sua giunta hanno sfruttato la “finestra” di 150
giorni concessa dalla legge
per porre a termine il procedimento in caso di rinnovo
delle cariche amministrative: in pratica la variante si
sarebbe dovuta approvare
nella sua versione definitiva
entro il 4 novembre.
La nuova maggioranza ave-
va l'obbligo di riportarla in
aula ma, al posto di concedere disco verde, ha svento-
Il sindaco Luca Zambon
lato quello rosso. motivo?
In sostanza, quella variante
contrastava con obiettivi ed
indirizzi contenuti nelle linee programmatiche della
lista uscita vittoriosa dalle
urne.
Zambon e soci puntano a
promuovere il ripristino delle cascine (a condizione che
i progetti si caratterizzino
per l'auto-sostentamento
economico), una drastica riduzione del consumo di
suolo, la messa in sicurezza,
manutenzione e rigenerazione del patrimonio edilizio, garantire la salvaguardia e tutela del parco agricolo Sud milano, valorizzare il territorio con opere di
risanamento delle aree degradate.
La variante promossa in primavera, secondo le valutazioni della maggioranza,
cozzava in particolare con
l'intento di conseguire gli
obiettivi di conservazione,
recupero, ristrutturazione e
riutilizzo dei nuclei rurali e
civili di origine storica.
G.S.
Andrea De Nando
l'acqua laddove è carente.
La caparbietà di mamma
elisabetta, coadiuvata da
“vIS volontariato internazionale” e da altre famiglie
che hanno vissuto lo stesso
dolore di veder scomparire
in maniera così tragica e assurda un proprio congiunto, ha fatto il resto.
Con il pozzo numero sette,
inaugurato in estate, sono
circa 9.000 le persone che
ora possono avere facile accesso all'acqua; un traguardo che ha solleticato l'ammirazione anche di radio
vaticana che ha dedicato un
servizio al progetto, intervistando marco Faggioli,
responsabile di vis per l'etiopia.
G.S.
DIFENDE I MALATI
Tribunale per la Tutela della Salute
AIUTA LE VITTIME DELLA MALASANITÀ
(È POSSIBILE AGIRE ENTRO I 10 ANNI DAL RICOVERO OSPEDALIERO)
Sede Nazionale: Via Conte Rosso, 1 - 20134 Milano, Tel. 02/83417216
Presidente nazionale Iolanda Medici - Segretaria nazionale Paola Catti
Responsabile Maria Di Tommaso - e-mail: [email protected]
Sede di S. Donato: Via Croce Rossa, 53 Tel. 329/6726167 - 339/5639428 - 333/9580558
La Sede di San Donato Milanese, sarà aperta, nei giorni: LUNEDÌ - MARTEDÌ: dalle 16 alle 18,
MERCOLEDÌ: dalle 10 alle 12, GIOVEDÌ: dalle 10 alle 12 per appuntamento
Il Tribunale per la Tutel a dell a Salute OFFRE assistenza legale gratuita e consulenza medico legale.
I volontari di questa associazione hanno il compito primario di aiutare coloro che si trovano nell'impossibilità di rispondere ad abusi, soprusi, errori etc.
saN DONatO
Tasse sulle insegne, a dir poco esose
19 NOvembre 2014
7
Cartelli mobili, vetrofanie, manifesti in vetrina sono stati presi di mira con accertamenti che comprendono sanzioni
L
E che dire del metodo; fotografano il tutto e senza avvisare bonariamente, inviano l’intimazione di pagamento
a caccia alle scritte
pubblicitarie da parte dell’Ica, la società
appaltatrice del Comune di
San donato, non smette di
meravigliare.
Cartelli mobili, vetrofanie,
manifesti in vetrina, sono
stati presi di mira, con accertamenti che comprendono sanzioni per non aver
denunciato l’esposizione
della pubblicità, d'importo
quasi doppio della tassa
pretesa. e che dire del metodo; fotografano il tutto e
senza avvisare, bonariamente, inviano l'intimazione di pagamento. entrare in
un negozio non costerebbe
nulla a “questi signori dell'Ica”.
Il titolare del negozio potrebbe aver ignorato di dover pagare un tributo, -se
avvisato, avrebbe potuto
decidere di togliere il cartello; invece no. e' molto
più semplice spiccare accertamenti, ed incassare le
percentuali dal comune.
I commercianti e le imprese raggiunte da accertamenti ritenuti non dovuti o
Il prossimo anno, il bar latteria tino di via adige 16
angolo via Brenta, a San
donato milanese, compie
60 anni di attività. Un traguardo importante, al quale
la mamma di giambattista
gnarsi in un'attività commerciale, avendo scelto di
lavorare alle dipendenze.
Fino al 1990, tino ha lavorato in una pasticceria panificio. ma quando la mamma
elisabetta, dopo una vita di
(tino) raimondi , la signora elisabetta garbelli, deve
non aver mai pensato di poter mirare quando nel 1955
aprì l’attività, pochi metri
più avanti, nella stessa via
adige, dove ha sede il bar
latteria. da ragazzo, il nostro amico tino non pensava minimamente di impe-
lavoro decide di ritirarsi per
raggiunti limiti di età, tino
non se la sente di chiudere il
locale o cedere ad altri l’attività di famiglia, ed assume
la conduzione del bar latteria. La signora elisabetta era
una persona molto conosciuta nel quartiere Certosa,
e stimata dai fornitori.
esagerati,
hanno protestato in vario modo,
anche attraverso articoli che sono
usciti sui
giornali.
di fronte alle tasse pretese, ci chiediamo, ma
dove
sta
scritto, che
si debba pagare una tassa annuale,
su un cartello mobile,
che potrebbe
essere non
più esposto
dal giorno
successivo?
perché, in
base a quale legge, bisogna
pagare degli importo al comune per poter distribuire
dei volantini nelle buche
delle lettere, che non sono
comunali.
noi pensiamo che si tratti
di accanimento nei confronti di commercianti e artigiani, in un momento di
grande crisi come quello attuale. anche a noi de L’eco è stata fatta pagare la
somma di 4,00 euro per poter distribuire dei volantini.
da 46 anni, da quando esce
il nostro giornale, abbiamo
seguito la vita politica di
San donato. abbiamo visto
all’opera diverse amministrazioni con gravi carenze,
ma quella guidata dall’attuale sindaco Checchi le supera tutte.
Ci chiediamo, ma il sindaco si è reso conto della grave situazione determinatasi nella riscossione delle
tasse sulle insegne?
non è la prima volta che i
comuni hanno dovuto
combattere per procurarsi
le risorse finanziarie per
poter sopravvivere; è sem-
La San giorgio, la grande
casa fornitrice di prodotti
caseari, venduti nel locale,
le conferisce il diploma di
benemerenza per i 30 anni
collaborazione.
Il bar tino non è solo il luogo di ritrovo dei “certosini
doc”, gli affezionati di questa frazione di San donato
milanese, nata come quartiere operaio e che ne conserva ancora il fascino.
nel bar c’è un vero cimelio;
una macchina da caffè Faema, del 1964, tenuta perfet-
taccate alla parete. Un negozio -quello di tino- al servizio del quartiere nel vero
senso della parola. Il titolare entra nel bar latteria prima delle cinque tutte le mattine.
prepara i cornetti e di lì a
poco, incomincia a servire
caffè e cappuccini Una vita
di sacrifico la sua, che non
gli pesa più di tanto, perché
ama questo lavoro, nel vero
senso della parola. anche
tino, al pari della sua mamma è conosciuto nel quar-
tamente, al punto da sembrare nuova e una piccola
rassegna di foto ricordo at-
tiere e benvoluto dalla sua
numerosissima schiera di
clienti ed amici.
Da Tino, il bar e latteria
al servizio del quartiere
daL 1956, da madre In FIgLIo, rIFerImento per gLI aBItantI dI CertoSa
pre stato così. ma c’è modo e modo; attaccarsi a
queste piccole cose, come
il cartello posto in vetrina
è come mettere l’imposta
sulla frutta e verdura, che
in epoca borbonica provocò la rivolta capeggiata
da masaniello.
Chiedere 600 euro per un
cartello è una cosa assurda.
I commercianti non ne possono più. Il lavoro diminuisce per effetto della crisi e della concorrenza dei
centri commerciali autorizzati dal potere pubblico.
ma attenzione! La crisi del
commercio potrebbe influire negativamente sui bilanci comunali, attraverso la
continua chiusura di esercizi commerciali. meno attività commercali, minor gettito fiscale per gli enti locali. attenzione! La crisi
dei negozi potrebbe diventare la crisi dei comuni, come è già successo negli Stati Uniti.
I
ON I
T
T
E
AL
PAN IGIAN
T
AR
Via Monte Bianco, 7 S. DONATO MILANESE - tel. 02/5271373
La pioggia non frena il... diabete
8
Dal terrItOrIO
19 NOvembre 2014
San gIULIano / pIù dI 200 perSone eSamInate aL Centro dIaBetoLogICo dI vIa CavoUr
L’équipe medica era composta da due dottoresse Ghelardi e Guazzini, quattro infermieri e alcuni volontari Ades
p
di Domenico Palumbo
iù di 200 cittadini si
sono sottoposti volontariamente sabato
15 novembre al controllo
sulla glicemia per valutare
se una persona ha il diabete oppure no. pioveva a dirotto ma l’afflusso di gente
al Centro diabetologico
ospedaliero dell’asl di via
Cavour, era continuo. Fosse stata una bella giornata
sicuramente una sola mattinata, dalle ore 8.30 alle
13.00, non sarebbe stata
sufficiente a soddisfare le
richieste.
personale altamente specializzato, medici e infermieri, era ad attendere i pazienti, uomini e donne, in
sala d’attesa, divenuta insolitamente piccola. L’equipe medica era composta
da due dottoresse renata
ghelardi e Barbara guazzini; quattro infermiere, antonella Boi, Loredana pi-
noni, mirella Sabbioni e
Lorena passolunghi, e da
alcuni volontari dell’ades,
l’associazione diabete e
solidarietà fondata nel 2008
dalla dott.ssa maria Spina,
prima responsabile del
Centro diabetologico di
San giuliano milanese. e’
stata lei ad aprire oltre
vent’anni fa, nel 1993, insieme al dottor giovanni
Sacca, altro medico del
predabissi di vizzolo, la sede sangiulianese, oggi considerata una eccellenza della provincia di milano.
“erano tempi pionieristici,
dovevamo fare tutto da soli”, ricorda la dott.ssa Spina. L’occasione della giornata del diabete, istituita
nel 1991 e celebrata in tutto il mondo, era un’opportunità da non perdere anche
per chi è solito avere la coscienza a posto sulla propria salute pur in assenza di
motivi particolari. gli esami erano gratuiti.
“Sono qui per conoscere il
valore della mia glicemia”,
ha detto una signora in at-
tesa di essere chiamata.
Intorno a mezzogiorno arrivavano in visita istituzionale il sindaco alessandro
Lorenzano con il vicesin-
L’Italia conta un numero
piuttosto elevato di anziani,
le persone con più di 65 anni di età sono oltre 12 milioni e mezzo, su un totale
di più di 59 milioni e mezzo di abitanti; parlando in
percentuale rappresentano
il 21% della popolazione
complessiva.
Queste persone sono una
componente importante
della nostra società, rappresentano spesso un aiuto importante per tante famiglie,
pensiamo solo ai tanti bambini che vengono affidati alle cure dei nonni. gli americani li chiamerebbero un
“asset”, una risorsa preziosa da non dimenticare o
escludere.
Questo è l’obiettivo di auser, una associazione di volontariato e di promozione
sociale, impegnata nel favorire l'invecchiamento attivo degli anziani e a far
crescere il ruolo dei “senior” nella società. auser è
stata costituita nel 1989 dalla Cgil e dal Sindacato dei
pensionati Spi-Cgil.
a San giuliano milanese,
auser nasce quindici anni
fa, le attività principali sono quelle di accompagnare
anziani e disabili - anche
giovani - nei centri di riabilitazione o negli ospedali
tenuti per gli anziani e spesso anche per i loro nipoti.
L’auser di San giuliano ha
un’attività di volontariato
intensa, negli ultimi quattro
anni ha triplicato i servizi
cessità, è l’inserimento di
un nuovo automezzo attrezzato per il trasporto di anziani e disabili che deve sostituire l’automobile in dotazione. per seguire questo
servizio cercano anche nuovi volontari che si possano
occupare del trasporto e
dell’accettazione e organizzazione dei diversi trasferimenti.
L’associazione sta già lavorando all’organizzazione
dei soggiorni estivi per la
prossima stagione, che vedrà coinvolte tra le 250 e le
300 persone che approfitteranno di questa iniziativa.
Un’ulteriore attività è la visita ai mercatini di natale
del trentino alto adige che
si terrà dall’11 al 14 dicembre prossimo, organizzata in
collaborazione con l’associazione Solidarietà e Sviluppo di San giuliano.
auser volontariato San
giuliano - via XI febbraio
22 20098 - San giuliano
milanese (mI) - tel: 02
9840980 - e-mail: [email protected]
Sara Bonini
Le autorità comunali con l’equipe medica del Centro diabetologico
daco gennaro piraina, il
consigliere delegato all’integrazione sociale e culturale, muntaha Wahsheh, e
il presidente del Consiglio
comunale, giocondo Berti.
a fare gli onori di casa, per
così dire, oltre alla dott.ssa
Spina e al dottor Sacca, era
la dott.ssa ghelardi che ha
illustrato nei minimi particolari il funzionamento del
Centro e dell’intera struttura sanitaria.
L’asl di via Cavour è un
distretto sanitario dove una
sessantina di medici e paramedici, duddivisi nelle
loro specializzazioni, su richiesta del medico di famiglia, hanno in cura 2000
pazienti di San giuliano
milanese e molti altri provenienti dai comuni limitrofi.
La rivalità fra il sindaco
Lorenzano e il vicesindaco
piraina, sempre molto viva
in politica, non vale sul piano sanitario. Sottoposti
spontaneamente all’esame
della glicemia entrambi
hanno avuto lo stesso valore: 98 mg. roba da… rimandarli subito a casa.
Per un ruolo attivo degli anziani Progetto “Lavoro
San gIULIano / L’auser impegnata a far crescere il ruolo “senior” nella società meLegnano / Servizi pomeridiani
dell’area milanese per cure
o terapie, ma anche di portare alcuni ragazzi con disabilità motorie a scuola,
come racconta enzo pasta,
presidente della sezione
sangiulianese di auser.
L’associazione - che conta
ventisette volontari, otto dei
quali sono donne - collabora con il comune, organizzando anche soggiorni
climatici estivi a prezzi con-
accompagnando gli anziani
e i disabili con un’automobile e due automezzi – uno
ricevuto in dono dall’arci
r. morandi e l’altro in comodato d’uso gratuito - attrezzati per il trasporto di
persone su sedie a rotelle.
Solo questa settimana (10
novembre) hanno in programma oltre 72 servizi.
Fra le priorità, quella di
massima importanza e ne-
gratuiti per bambini allo Spazio milk
e famiglia”
Una buona notizia per la
Fondazione “educatori del
terzo millennio- giovanni
paolo II” e, di concerto, anche per il Comune.
La provincia di milano ha
infatti finanziato il progetto
presentato dall'ente la scorsa estate, dal titolo “Lavoro
e famiglia tra scuola e comune: conciliare è possibile”, un'iniziativa incentrata
sulla possibilità di ottenere
contributi a sostegno del
welfare aziendale.
ottenuta l'ammissione al finanziamento, si tratterà ora
di dare risposta alla necessità di creare momenti di aggregazione per adolescenti
e giovani nel tempo libero
lasciato dalla scuola, promuovendo, a supporto delle
famiglie, servizi pomeridiani gratuiti per bambini e ragazzi, gestiti all'interno di
“Spazio milk”, servizio
coordinato a melegnano
dall'afol (agenzia per la
formazione, l'orientamento
e il lavoro Sud milano).
da parte sua, l'amministrazione comunale si impegnerà a promuovere il progetto presso la cittadinanza
attraverso i propri canali
istituzionali e per il tramite
di un'apposita conferenza
stampa di presentazione.
Gianluca Stroppa
IL PROSSIMO
NUMERO DE
L’ECO SARÀ
IN EDICOLA
MERCOLEDÌ
26 NOVEMBRE
RICEZIONE TELEFONICA ANNUNCI
GRATUITI, PER CERCARE CASA E
LAVORO, PER COMPRARE O VENDERE.
TELEFONARE ALLO 02.36504509
VOLETE COMPRARE?
VOLETE VENDERE?
CERCATE LAVORO?
CERCATE COLLABORATORI?
Date una risposta al vostro problema
con l’inserzione gratuita nelle pagine de L’Eco
I
OgN
ì
D
e
l
O
C
r
e
m
È IN
a
l
O
C
I
D
e
• In vendita in oltre 150 edicole
• annunci chiari e garantiti dalla massima
serietà inseriti nella rubrica Affari & Lavoro
COmuNI DI DIffusIONe:
• il giornale di gran lunga più diffuso
nella zona
• il preferito dagli operatori commerciali
di Milano città e della provincia per i propri
annunci
Piccola pubblicità gratuita
sCrIvere a maCChINa O stamPatellO massImO 10 ParOle
Spett. L’ECO notizie, vogliate inserire nella vostra pubblicazione:
...............................................................................................................................................................
...............................................................................................................................................................
...............................................................................................................................................................
...............................................................................................................................................................
rf editore srl
via Conte rosso, 1 • 20134 milano
tel. 02.36504509
e-mail: [email protected]
n
n
n
n
n
n
1. 4. 7. 10. 13. 16. borsa immobiliare
Offerta lavoro
Negozi
sport
arredamento
amore
n
n
n
n
n
n
2.
5. 8. 11. 14. 17. affitto
auto e moto
telefonia e computers
libri, riviste, cd e vhs
Collezioni
varie...
n
n
n
n
n
3. 6. 9. 12. 15. Domanda lavoro
animali
accessori infanzia
abbigliamento
regalo
¥ Ritagliare e spedire per posta a:
«L’Eco Notizie» - via Conte Rosso, 1 - 20134 Milano
¥ Spedire in busta posta prioritaria
¥ Spedire via e-mail: [email protected]
¥ Spedire via SMS al numero 339/5639428
¥ Consegnare in uno dei punti di raccolta:
Bar d’angolo - via libertà - ang. via Concordia - Certosa di san Donato milanese
Bar Tino - via adige, 16 - san Donato milanese
e negli altri punti raccolta che trovate nell’“elenco edicole” nella rubrica Affari e lavoro
L’Acs, risanata, pensa al futuro
10
saN DONatO
19 NOvembre 2014
L’azienda comunale servizi esce dall’emergenza e s’avvia a chiudere l’anno con i conti in ordine
In salvo 34 lavoratori. Raggiunti i principali obiettivi del sindaco Checchi all’inizio del suo mandato
S
di Domenico Palumbo
i avvia a conclusione
nel migliore dei modi
l’iter avviato oltre due
anni fa per la sistemazione
dei conti dell’acs, l’azienda comunale di servizi mes-
Onoranze Funebri
Emanuele Marmi
Arte
Funeraria
Funerale completo
a partire da 1290 euro
Tomba con giardinetto
a partire da 350 euro
via G. Di Vittorio, 104 - 20097 San Donato M.se (Mi)
Tel. 02-55603876 - Cell. 338-6948788
[email protected]
Dott.ssa Eliana Cardella
specialista in scienze
della nutrizione
e medicina dello sport
riceve per consulti
dietologici ed elaborazioni
di diete appropriate
San Giuliano Milanese
via Resistenza 8/C
366/7100662
In vIa LIBertà
e vIa veneZIa
Sette alberi
in pericolo
di caduta
sa in liquidazione dall’amministrazione comunale a
fronte del pesante passivo
accumulato negli anni soprattutto in virtù dell’insostenibilità economica della
gestione del parco mattei.
La giunta di centrosinistra,
guidata da andrea Checchi,
ha deliberato l’impegno finanziario del Comune necessario a dare esecuzione
all’accordo di ristrutturazione stilato dal liquidatore incaricato della procedura , il
dottor Federico gelmini, e
omologato dal tribunale di
milano nelle scorse settimane.
Un accordo, che ha permesso un “risparmio” di circa il
25%, pari a 789mila euro,
sui debiti nei confronti dei
fornitori maggiori, ha consentito la sistemazione di
ben 7,3 milioni di euro di
passivo e garantito il posto
di lavoro a tutti i dipendenti, 34 in tutto, in carico ad
acs al momento dell’avvio
della procedura liquidatoria.
Il Comune di San donato
milanese ha stanziato 1 milione e 54mila euro per la
chiusura dei debiti e ha pure proceduto al riacquisto,
per 905mila euro, di 11 immobili di edilizia residenziale pubblica (erp) che tornano a patrimonio del Comune con destinazione sociale.
Sono stati così raggiunti i tre
obiettivi che l’esecutivo
sandonatese si era prefisso
al momento di procedere alla liquidazione: mettere in
sicurezza i ‘gioielli di famiglia’ rappresentati dalle
quattro farmacie comunali,
che continueranno a operare in continuità e con risultati ragionevolmente positivi; garantire l’efficienza e la
qualità dei servizi ai cittadini, riprendendoli in carico
diretto o affidandoli in concessione senza mettere a rischio l’equilibrio finanziario del Comune; tutelare al
massimo la forza lavoro impiegata in acs.
“L’azienda ricevuta in eredità dalla precedente amministrazione era in condizioni di sostanziale dissesto
finanziario – afferma il sindaco andrea Checchi – con
un passivo pesantissimo di
2 milioni di euro alla fine
del 2011, destinati a salire a
3 milioni nelle proiezioni effettuate al 31 dicembre
2012, e nessuna reale prospettiva di rilancio.
Una situazione frutto di forti diseconomie interne – aggiunge il sindaco – conseguenza diretta di scelte politiche sbagliate e di errori
gestionali, tale da imporre di
fatto la messa in liquidazione di acs.
Questa scelta – dichiara
Checchi – è stata premiata e
oggi salutiamo con favore la
conclusione positiva di quel
percorso. Una scelta condotta a termine senza sacrifici a carico dei lavoratori,
grazie a un’oculata politica
di ricollocazione che ha visto sindacati ed ente operare di comune accordo e superare insieme le difficoltà
legate anche alla durissima
crisi economica attraversata dal paese”.
Le affermazioni del sindaco
Checchi fanno eco nelle dichiarazioni del vicesindaco
e assessore alle partecipate,
massimiliano Bella, secondo cui, arrivati alla fase conclusiva del salvataggio dell’azienda, “possiamo metterci a lavorare per il futuro
di acs, che d’ora in poi si
occuperà esclusivamente
delle farmacie.
L’obiettivo – precisa Bella –
è di procedere in breve alla
revoca dello stato di liquidazione e di iniziare, dal
2015, il rilancio delle attività che stanno peraltro dando segnali positivi già negli
ultimi mesi. dovremo decidere, ma sarà oggetto di futura valutazione – conclude
il vicesindaco – se conservare la forma societaria della Srl o procedere alla trasformazione di acs in
azienda speciale”.
L’acs risanata, in futuro,
potrà essere un buon affare per il Comune di San
donato.
Lo screening sugli alberi dei
parchetti della città ha rilevato il pericolo di caduta, in
caso di maltempo, per due 2
aceri e 5 robinie. La sicurezza dei giardinetti cittadini passa anche attraverso il
controllo delle alberature
che li valorizzano. per questo motivo da alcuni giorni
gli alberi dei parchi giochi
sono sottoposti a uno screening per valutarne la stabilità. dai primi dati della vta
(visual tree assessment, valutazione visiva dell’albero
su basi biomeccaniche), sono state evidenziate sette situazioni di pericolo crollo,
soprattutto in caso di maltempo, che impongono da
parte del Comune un intervento urgente per scongiurare ogni rischio. nei prossimi giorni, sulla base delle
rilevazioni della vta che
non lasciano campo ad azioni alternative all’abbattimento, due aceri del parco
di via Libertà e cinque robinie dell’area giochi all’angolo tra via venezia e via
dante saranno abbattuti. nel
frattempo, lo screening proseguirà senza sosta su altre
zone della città in modo che
in tempi veloci venga mappata integralmente la stabilità del patrimonio arboreo
presente nei principali luoghi di aggregazione all’aperto.
D.P.
Le procedure per l’emergenza nel timore di esondazione del Lambro, stante il
perdurare delle continue
piogge, sono scattate a metà
della settimana scorsa quando la protezione civile della regione Lombardia ha
diramato il primo avviso di
criticità. da allora il tratto
sandonatese del fiume e la
sua zona di esondazione sono “osservati speciali”. tecnici del Comune, volontari
della protezione civile e
Forze dell’ordine, agenti
della polizia locale, carabinieri e membri dell’esercito stanno monitorando la situazione, mettendo in atto
quanto previsto dal piano di
emergenza comunale. In
particolare, oltre alla verifica costante dei livelli di
guardia del fiume, l’attenzione si è concentrata sull’asse stradale via Fiume
Lambro/via XXv aprile,
chiuso alla circolazione e
riaperto alcune ore dopo, e
sulle aziende presenti nell’area. Le suddette aziende
sono state informate in tempo reale della situazione e
aiutate a predisporre sistemi
di contenimento in caso di
un’eventuale esondazione.
passata la piena, lo staff gestisce l’emergenza proseguendo con l’attività di monitoraggio del Lambro lavorando in piena sinergia
con i vertici regionali della
protezione civile.
D.P.
Il fiume Lambro
osservato speciale
Bollettino di allerta della regione
Checchi e Lorenzano:
“Lavoriamo insieme...”
saN gIulIaNO
riunione congiunta delle due giunte per affrontare insieme problemi che riguardano i due Comuni
r
Si è parlato di zona di confine e di Roccabrivio, della stazione Fs, della bretella Paullese e di Expo 2015
iunione congiunta
delle due giunte comunali di San giuliano e San donato milanese
per affrontare insieme tematiche che riguardano i
due Comuni, 70mila abitanti, i più grandi del Sud milano, entrambi
governati da
una coalizione
di centrosinistra a guida pd.
L’incontro è
avvenuto martedì 11 novembre nella sala
riunioni del
municipio di
via de nicola
con la partecipazione dei
due sindaci,
alessandro Lorenzano e andrea Checchi, e
dei rispettivi assessori, gennaro piraina, vicesindaco,
maria grazia Carminati,
pierluigi dima, Silvano Filipazzi, maria morena Lucà,
rosario Zannone e mario
oro, per la squadra sangiulianese; massimiliano Bella, vicesindaco, angelo Bigagnoli, andrea Battocchio,
gianfranco ginelli, Sere-
nella anna natella, Chiara
papetti e matteo Sargenti,
per lo staff sandonatese.
molti e importanti i temi
trattati. La riunione è iniziata nel primo pomeriggio e si
è protratta sino alle ore 20.
In particolare sono stati pre-
lendarizzare una serie di interventi in base a priorità
che sono al vaglio delle rispettive municipalità. “Bene. avanti così. Lavorando
insieme si risolvono i problemi del territorio”, dichiara il sindaco di San giuliano, alessandro Lorenzano.
per il primo cittadino san-
si in esame i seguenti argomenti: Zona di confine, protezione civile, Convenzioni
e Centrale Unica acquisti,
roccabrivio, Stazione Fs e
murales, progetto Caritas,
expo 2015, Stazione poasco, Bretella paullese, progetto Fai e “gentilmente”.
L’obiettivo è quello di ca-
giulianese la ‘giunta congiunta’ ha esaminato questioni importanti che toccano da vicino migliaia di cittadini. Basti pensare alle zone di confine terra di nessuno, l’informativa ai cittadini sul piano di emergenza,
le stazioni, expo2015, il
progetto di recupero della
Cava e il parco comune, la
Interessanti proposte sono
emerse nel corso della seconda giornata dedicata a “Il
pgt del 20 20 20” effettuata
lunedì 10 novembre in aula
consiliare sul tema “San
giuliano – Città della Storia
e del paesaggio agricolo: come il piano di governo del
territorio può dare risposte
alle priorità del nostro territorio e alla vivibilità della
nostra città. dalla proposta
di legge per contrastare il
consumo di suolo agli strumenti per gestire i processi,
valorizzando la componente ambientale e urbanistica.
al dibattito sono intervenuti il senatore Franco mirabelli, presidente Commissione territorio, ambiente,
beni ambientali del Senato;
ada Lucia de Cesaris, vicesindaco di milano, e Federico oliva, ordinario di urbanistica presso la Facoltà di
architettura del politecnico
di milano. a presentare gli
ospiti è stato l’assessore alle opere pubbliche mario
oro. anche questo secondo
appuntamento è stato molto
positivo con un profilo più
alto dei contenuti. La partecipazione di molti operatori
del settore, amministratori e
portatori di interesse del territorio, si è rivelata un elemento utile alla discussione:
Il tema verteva sulla vivibi-
lità, sul paesaggio agricolo e
sul contrasto al consumo del
suolo. Si è così entrati nel vivo degli aspetti normativi e
programmatici che sono alla base dell’attuale discussione sia a livello regionale
che nazionale, cioè un pun-
Cesaris, per la quale “sarebbe opportuno attenderne la
configurazione definitiva e
le decisioni in materia, prima di procedere in ordine
sparso a modifiche e varianti dei singoli pgt. In questo
contesto – ha ribadito il vi-
to di partenza ideale per essere concreti e propositivi.
“San giuliano è stata definita ‘una costola di milano’ afferma l’assessore mario
oro - ma è una definizione
accademica che tuttavia ha
le sue origini e che si scontra con i confini territoriali
di una città che ha la sua
identità e una propria
conformazione storica, oltre
che paesaggistica”.
“La Città metropolitana
dev’essere il punto di riferimento centrale della pianificazione urbana del futuro”,
ha rimarcato il vicesindaco
di milano, ada Lucia de
cesindaco meneghino – non
possiamo dimenticare il vincolo che incombe sulla programmazione urbanistica a
causa della legge attualmente in discussione in regione
Lombardia che, rimandando
di fatto di tre anni la tutela
delle aree agricole, promette di devastarle e di consentire un ulteriore consumo di
suolo che milano e il territorio regionale non si possono permettere”.
Sugli stessi toni anche il senatore democratico Franco
mirabelli: “La legge proposta dalla giunta maroni è incredibile anche perché in-
di Domenico Palumbo
centrale unica di acquisti per
spendere meno e meglio, la
connessione Chiaravalle/viboldone. Inoltre, San giuliano e San donato sono
d’accordo ad attivarsi con
peschiera Borromeo per
realizzare la tanto attesa bretella monticello-paullese.
andrea Checchi, sindaco di
San donato,
sottolinea:
“è facile
parlare di
lavoro congiunto tra
amministrazioni vicine; è molto più difficile costruire concretamente percorsi condivisi e trovare soluzioni
a problemi
da troppo
tempo rimasti sospesi. ringrazio il sindaco Lorenzano,
la sua giunta e gli assessori
di San donato – aggiunge il
sindaco Checchi – per aver
intrapreso con convinzione
questa strada.
tutti insieme – conclude abbiamo lavorato bene in
un’ottica di servizio per le
nostre comunità”.
Pgt, no al consumo di suolo
Ferma propoSta a Favore deL noStro terrItorIo
coerente con la politica europea sulle aree metropolitane. non a caso l’Unione
europea – ha specificato mirabelli – ha previsto uno
stanziamento di un miliardo
di euro per il periodo 20172020 per interventi di rigenerazione urbana, risparmio
energetico e riqualificazione
ambientale dell’area milanese”.
Il dibattito si è poi esteso agli
interventi del pubblico anche in questa occasione, come già nella riunione precedente, molto numeroso e interessato.
D.P.
19 NOvembre 2014
11
Rifiuti, gara sospesa
Intervento deL tar
Il tar della Lombardia si è
pronunciato in merito alla
gara relativa al servizio di
igiene urbana accogliendo
la richiesta di sospensiva
effettuata da amsa relativamente all’affidamento dell’incarico.
Contestualmente è
stata fissata un’udienza in data 1°
aprile 2015. Sui
due punti oggetto
del contendere è
stato stralciato
quello riguardante
lo sconto applicato dalla ditta Sangalli che ha consentito a
quest’ultima di aggiudicarsi temporaneamente la gara.
Il tar ha emesso la sospensiva accogliendo invece la
questione relativa ad un veicolo della già citata società,
sequestrato a seguito di un
provvedimento adottato dalla polizia locale.
“è in atto uno ‘scontro tra titani’ – sostiene il sindaco
alessandro Lorenzano,
commentando la
decisione del tar.
“ora è arrivato il
pareggio, ma dopo
l’uno a uno anziché palla al centro,
il gioco è tutto fermo.
a rimetterci però è
la cittadinanza –
aggiunge il sindaco – non entriamo
nel merito, ma ne
prendiamo atto. Speriamo
solo che si faccia in fretta.
da troppo tempo siamo
bloccati nel pantano burocratico: lo scriveremo al
prefetto e al tar”, assicura
Lorenzano.
saNt’aNgelO e lODIgIaNO
Accoltella un conoscente
12
19 NOvembre 2014
CaStIraga / L’aggressore convinto che gli avesse rubato il portafoglio SaLerano / Le domande possono
essere presentate entro il 19 dicembre
Nonostante la profonda ferita e un polmone perforato, l’uomo è riuscito a salvarsi
a
di Giuseppe Livraghi
ccoltella un conoscente a causa di un
malinteso. è accaduto in quel di Castiraga vidardo, nella sera dello scorso mercoledì 5 novembre,
con un 42enne che ha accoltellato un 39enne, poiché
convinto che quest'ultimo
gli avesse rubato il portafoglio: solo il caso ha voluto
che, nonostante la profonda
ferita un polmone era stato
perforato, il ferito riuscisse
a salvarsi.
dalle ricostruzioni effettuate dalle Forze dell'ordine e
dalle confessioni rilasciate
dall'accoltellatore, il tutto
avrebbe avuto inizio quando, nella serata di mercoledì
5 novembre, g.d.F., rimasto in panne con l'automobile, avrebbe chiesto ed ottenuto aiuto da r.B. e da
un'altra persona per spingere l'automezzo. Una volta
rincasato, g.d.F. si sarebbe
accorto di non avere più il
portafoglio, quindi immediatamente si dirigeva a casa di r.B., accusandolo d'averglielo sottratto.
Per la tua
pubblicità su
Chiama
02/36504509
nella colluttazione, il 42enne avrebbe accoltellato alla
schiena il conoscente usando un coltello da cucina con
una lama lunga ben 15 centimetri, per poi rincasare
tranquillamente. Il 39enne,
prima di perdere i sensi,
avrebbe fatto in tempo ad
uscire di casa ed avvisare i
vicini, i quali hanno poi
chiamato i soccorsi del 118.
ora, dopo che per qualche
giorno si era temuto per la
sua vita, r.B. sta meglio,
pur restando in rianimazione all'ospedale maggiore di
Lodi. L'inspiegabile gesto è
reso ancor più assurdo dal
fatto che, in realtà, il portafoglio di g.d.F. non era
stato affatto rubato, bensì
giaceva nell'automobile di
quest'ultimo, al quale probabilmente era caduto durante lo spostamento dell'automezzo.
L'accoltellatore è ora in carcere, accusato di tentato
omicidio, ma non è da
escludere che vengano aggiunte le aggravanti di premeditazione e di futili motivi.
Ladri svaligiano “Atle sport”
Bando per mini
alloggi Erp
Il Comune di Salerano sul
Lambro ha indetto un bando per la formazione della
graduatoria per l'assegnazione di un mini alloggio di
edilizia residenziale pubblica (erp) sito in viale Italia al numero 3.
proprio numero telefonico,
per venir poi ricontattati).
è, altresì, possibile fissare
l'appuntamento recandosi
personalmente alla sede del
Sicet-Cisl di Lodi (sita anch'essa in piazzale Forni), il
giovedì dalle ore 14.30 alle
Le domande possono essere presentate entro il prossimo 19 dicembre presso la
Caf Cisl di Lodi (in piazzale Forni), previo appuntamento da fissare telefonicamente chiamando il numero
0371-54.10.214 (qualora
entrasse in funzione la segreteria, bisognerà lasciare
il proprio nominativo ed il
ore 18 ed il sabato dalle ore
9 alle ore 12.
Coloro i quali fossero effettivamente impossibilitati a
recarsi al Caf Cisl potranno
presentare la domanda presso il Comune di Salerano sul
Lambro, previo appuntamento da fissare chiamando
il numero telefonico 037171.391.
Sant’angeLo / La nota boutique della piazza Libertà
Sfondano la vetrina con un tombino, per
poi penetrare nel negozio e svuotarlo completamente.
e' quanto accaduto nella notte tra mercoledì 5 e giovedì 6 novembre scorsi a
Sant'angelo Lodigiano, ove dei ladri hanno visitato la “atle sport” nota boutique sita nella centralissima piazza Libertà; dopo
aver sfondato la vetrina, i ladri hanno
asportato tutto il materiale presente nell'esercizio commerciale, per un valore che
s'aggira sui 15 mila euro.
Il fatto ha avuto luogo verso le ore 4.30.
L'immediata entrata in funzione dell'allarme non ha sorpreso i malviventi, che si so-
no velocemente dileguati, bruciando sul
tempo sia i carabinieri, provenienti dalla
stazione cittadina, sia i titolari del negozio
che, al loro arrivo, non hanno trovato nessuno.
nella stessa mattinata di giovedì 6 novembre, i titolari della boutique svaligiata, dopo aver sporto la denuncia di rito, erano già attivi nel far sistemare la vetrata
sfondata.
Le Forze dell'ordine stanno ora indagando, basandosi sia sulle registrazioni di telecamere di videosorveglianza presenti nei
paraggi, sia cercando eventuali testimoni.
G.L.
“Bagarre” in Consiglio comunale
Sant’angeLo / per la celebrazione del 4 novembre in forma ‘ridotta’
La cerimonia del 4 novembre, 96esimo anniversario
della vittoria nella prima
guerra mondiale, nonché
giornata dell'Unità nazionale e delle Forze armate,
viene celebrata in forma “ridotta e ciò scatena le prese
di posizione da parte delle
Scoprite i vantaggi
di una nuova posta
varie forze politiche barasine. Inizialmente spostata al
giorno successivo, per farla
coincidere con il giorno del
mercato cittadino, la ricorrenza è andata in scena in
tono minore, senza corteo e
con la semplice posa dell'omaggio floreale, effettuata
dagli assessori giuseppe pisati e mario vicini e da alcuni agenti della polizia locale, nei punti prefissati,
Carlin, senza giri di parole,
ha affermato che l'effettuarsi in tono minore della manifestazione è consistito in
una figuraccia per il Comune barasino, poiché tal fatto
può essere letto come una
mancanza di rispetto verso i
valori del 4 novembre.
L'ex sindaco si è, altresì, lasciato andare anche ad una
battuta sarcastica: “Qui si
fanno le manifestazioni so-
nord maurizio ettore enrico villa ha, invece, sarcasticamente affermato che a
Sant'angelo Lodigiano si è
ormai abituati agli spostamenti di data per far coincidere le manifestazioni con i
giorni di mercato e che solo
il natale è, al momento, celebrato nel giorno giusto.
più moderati i commenti di
rosine Chantal Sali
Sant'angelo nostra e maria
Il sindaco Domenico Crespi
ricorrenza al giorno successivo e la seconda che ha sottolineato che l'effettivo maltempo non consisteva in un
Formula Certa di Nexive
Dedicata ai professionisti come voi
arriva anche nella vostra città una nuova formula di posta più
comoda, efficiente e vantaggiosa per i professionisti come voi:
Formula Certa di Nexive. Formula Certa è il sistema di recapito postale certificato dal satellite che permette di conoscere il luogo, la data e l’ora di avvenuta consegna, garantendo tempi rapidi, affidabilità e prezzi competitivi.
Formula Certa è un servizio Nexive, il primo operatore postale privato in Italia, che offre anche il servizio raccomandate a prezzi molto favorevoli, tutti da scoprire.
Contattateci per una presentazione dettagliata dei nostri servizi e delle nostre tariffe.
Tariffe Posta Certificata Da Marcare
Formula Certa
Raccomandata
Classica Semplice
Raccomandata
Classica A.R.
fino a 20 gr:
Da 21 a 50 gr:
fino a 20 gr:
Da 21 a 50 gr:
fino a 20 gr:
Da 21 a 50 gr:
0,52 euro + Iva
1,00 euro + Iva
2,50 euro + Iva
2,98 euro + Iva
2,82 euro + Iva
3,30 euro + Iva
Tariffe Formula simply Direct
Formula
simply Direct
fino a 20 gr:
Da 21 a 50 gr:
0,264 euro + Iva
0,285 euro + Iva
Via Brenta 2/4 San Donato Mil.se
Tel e Fax 02/51879903
email: [email protected]
Maurizio Ettore Enrico Villa
quali ad esempio il monumento ai Caduti, sito nell'omonima piazza. Sostanzialmente, è bastato un comunissimo acquazzone per far
saltare una cerimonia tanto
importante, che 96 anni fa
consentì all'Italia di liberare
dal giogo asburgico le italianissime terre della venezia tridentina, della venezia
giulia e di Zara. alla cerimonia era assente il sindaco
barasino, domenico Crespi,
poiché malato e costretto a
letto con 39 di febbre; questo fatto ha ulteriormente
“scaldato” gli animi delle
opposizioni, in primis giuseppe Carlin, esponente di
Fratelli d'Italia e sindaco nel
quinquennio 2002-2007.
Rosine Chantal Sali
lo in un giorno di mercato,
con il bel tempo e se il sindaco sta bene”.
L'esponente della Lega
Giuseppe Carlin
Luisa Lunghi Sant'angelo
viva, con la prima che ha
definito “ridicolo” già il
semplice slittamento della
Maria Luisa Lunghi
diluvio tale da costringere a
dar luogo ad un 4 novembre
“in tono minore”.
G.L.
Sant’angeLo / a quasi due settimane dal cambio d’orario
L’orologio non è aggiornato
Sant'angelo Lodigiano è un Comune proiettato nel
futuro. peccato lo sia solo su un orologio, niente di
più. Ci riferiamo al tabellone luminoso posto all'ingresso della cittadina, giungendo da graffignana, ove viene riportata (oltre ai messaggi di benvenuto) l'ora esatta. Solo che l'ora esatta non è tale, poiché dal municipio si sono dimenticati d'aggiornare il tabellone all'ora solare, entrata in vigore lo scorso 26 ottobre. Come risulta dalla fotografia scattata alle ore 21.24 di lunedì 6 novembre
2014, il tabellone riporta le ore 22.24; evidentemente, né il sindaco, né gli assessori, né alcun consigliere comunale di maggioranza s'è accorto dell'errore, a distanza di quasi due
settimane dal cambio d'orario.
MM3, una petizione on-line
melegNaNO
promotore questa volta è Legambiente, per il prolungamento della metropolitana fino a paullo
U
Negli ultimi vent’anni molte le mobilitazioni da parte dei pendolari per spostare il capolinea da S. Donato nel Paullese
na petizione on-line
per chiedere il prolungamento della
mm3 fino a paullo. Il tema
è di quelli che ciclicamente
ricompaiono nel Sudmilano
ed ora a rispolverarlo è il
circolo “arcobaleno” di Legambiente che riunisce i
simpatizzanti di melegnano
e Cerro al Lambro.
vi sono state, negli ultimi
vent'anni, mobilitazioni più
o meno convinte da parte
dei pendolari per spostare il
capolinea da S. donato all'area paullese ma ogni intendimento è andato puntualmente a sbattere contro
il muro eretto dalla burocrazia e dalla carenza di risorse.
L'ultimo esempio è di un anno fa giusto quando una mozione firmata dai parlamentari della Lega nord venne
bocciata dal ministero dei
trasporti poiché il progetto
fu considerato eccessivamente costoso.
Legambiente ora ci riprova
con la petizione on-line. ecco il testo: “C'è la crisi. Lo
sappiamo. ma forse questo
ha impedito di spendere no-
ve miliardi per la realizzazione della Bre.Be.mi., della teem e della pedemontana? e non si dica che queste
nuove autostrade sono state
fatte (o si stiano facendo)
con la cosiddetta finanza di
progetto, cioè con soldi pri-
e allora? allora è tempo che
si investa sul trasporto pubblico e che lo si faccia lungo l'asse della paullese. perché? La paullese è l'unica
grande arteria in uscita da
milano che non sia affiancata da una linea ferrata, sia
essa metropolitana o ferroviaria.
vati. non è vero. per la costruzione di ciascuna di queste infrastrutture hanno messo a disposizione fondi il
governo, la Cassa depositi
e prestiti e la Banca europea degli Investimenti.
a ciò va aggiunto il fatto
che da qui ad un anno a
paullo verrà aperto il casello della famigerata teem e
che il traffico da lì proveniente non potrà che riversarsi sulla statale 415 che
litana 3 da S. donato a paullo; tutto già deciso, siglato
negli accordi tra i vari enti
sin dai primi anni 2000 ma
tutto rimasto lettera morta.
ragioni per chiedere che il
prolungamento sia fatto ce
ne sono, quindi, e sono tutte ben fondate.
noi di Legambiente, questo
territorio, queste popolazioni, chiediamo che il progetto predisposto nel 2009 da
metropolitana milanese diventi realtà.
è un progetto esecutivo ed
immediatamente cantierabile. è un progetto che rappresenta il modo ed il disegno in cui la viabilità ed i
servizi di trasporto pubblico
della zona possono essere,
in modo intelligente e sostenibile, ridisegnati. Chiediamo che intorno a questo
obiettivo si coaguli il consenso di tutti: cittadini, associazioni, partiti appartenenti ad ogni schieramento,
sindacati.
Ci rivolgiamo ai governi
dello Stato, della regione e
della Città metropolitana,
oltre che ai sindaci dei nostri comuni, ai quali chiediamo, per primi, di sottoscrivere questa petizione e
di essere con le amministrazioni che guidano al nostro
fianco per combattere insieme questa battaglia nel nome dell'ambiente, della mobilità sostenibile e della qualità della vita”.
è allarme per la sicurezza di
un immobile di tre piani
(villetta di un piano fuori
terra ed un edificio destinato a box siti al piano terra
con relative aree annesse),
situato tra via XXIII marzo
e piazza Codeleoncini. alcuni cittadini, residenti nei
condomini situati in via Castellini, hanno segnalato in
Broletto la caduta di coppi,
il progressivo cedimento di
strutture lignee di copertura, infissi e parti di muratura ed inconvenienti di natura igienico-sanitaria che imporrebbero un intervento di
derattizzazione e di pulizia
delle aree di pertinenza.
L'ufficio tecnico di piazza
risorgimento ha predisposto un sopralluogo dal quale è stato accertato l'evidente stato di degrado ed abbandono dell'immobile, disabitato da molti anni: infissi, gronde del tetto e struttura lignea del manto di copertura marce e pericolanti,
porzioni rilevanti della copertura crollate mentre gran
parte degli intonaci esterni
risultano staccati dalla muratura, erbe infestanti ovunque.
tanto basta per evidenziare
una grave situazione di degrado ed instabilità con un
alto rischio di caduta all'in-
terno del cortile confinante
( un solo metro di distanza
tra gli stessi) e conseguente
pericolo per le persone in
transito. Il degrado totale ha
portato anche alla proliferazione di roditori che dilagano ormai nelle abitazioni dei
condomini limitrofi di via
Castellini.
L'amministrazione guidata
da vito Bellomo ha firmato
un'ordinanza per imporre,
entro una tempistica stringente, la messa in sicurezza
delle murature, degli infissi,
della struttura lignea del
manto di copertura e della
copertura stessa dell'edificio
di tre piani fuori terra, oltre
alla rimozione e pulizia dell'area cortilizia e a verde di
pertinenza degli immobili
dalle erbe infestanti, dalle
piante rampicanti attestate
sulle murature perimetrali
dell'edificio, e da eventuali
depositi di macerie in genere depositate al suolo. Un
provvedimento indirizzato a
r.C., cinquantaduenne originario di piacenza e oggi
residente a monte Carlo, nel
principato. In caso di inottemperanza il Comune procederà ad una segnalazione
all'autorità giudiziaria e ai
successivi provvedimenti
ingiuntivi.
G.S.
di Gianluca Stroppa
È allarme per la sicurezza
Un immobile di tre piani situato tra via XXIII marzo e piazza Codeleoncini
Insediata la nuova mensa
La commissione per la refezione resterà in carica due anni
La giunta melegnanese ha proceduto
a ratificare la composizione della nuova commissione per la mensa scolastica che resterà in carica per un biennio. a giugno è scaduto il mandato dell'organismo precedente che ha sempre
funzionato in modo regolare, contribuendo, attraverso un controllo puntuale e qualificato, al buon andamento del servizio.
del resto, la commissione viene considerata una risorsa necessaria al miglioramento della qualità del servizio,
essendo dotata di appositi strumenti di
valutazione e di una costante relazione con l'utenza.
L'organismo si compone dei rappresentanti dei genitori e degli insegnanti dei due Istituti comprensivi, “dezza” e “Frisi” (uno per ogni scuola), oltre che dal personale tecnico della società appaltatrice del servizio e
dell'“Ufficio educazione”. I prescelti
sono: raffaela Caputo (assessore alle
politiche educative), roberta michelari (istruttore direttivo Ufficio educazione), giovanna Farina (supervisore
mensa scolastica), patrizia mariani
(insegnante scuola dell'infanzia Cesaris), giuliana piccolo Bedoni (genitore scuola dell'infanzia Cesaris), manuela persiani (insegnante scuola dell'infanzia Campania), mariglena
nunka (genitore scuola dell'infanzia
Campania), piercarla Lombardi (insegnante della primaria Cadorna), Katia
paulli Brambilla (genitore della primaria Cadorna), Silvia ganzerli (insegnante alla primaria Lazio), Francesca Lembi (genitore della primaria Lazio), rappresentanti e cuochi incaricati della ditta “vivenda” che detiene
l'appalto.
G.S.
così continuerà ad essere intasata come lo è stata negli
ultimi trenta anni. Senza dimenticare che la principale
tra le opere compensative
per il territorio del sud-est
milano previste per la realizzazione della teem era
proprio questa: il prolungamento della linea metropo-
19 NOvembre 2014
proposte dell’azienda
ospedaliera melegnanese
Investire
sull’oncologia
e maternità
Investire sull'oncologia all'ospedale di Cernusco, ma
potenziare anche la maternità del presidio di melzo
che da gennaio ingloberà
quella dell'Uboldo.
è questa la proposta dell'azienda ospedaliera di melegnano, illustrata dalla commissaria marina gerini al
pirellone. Il tema resta la
chiusura del punto nascita
dell'Uboldo, nonostante gli
oltre 560 bambini nati l'anno scorso, collocandosi appena sopra la soglia di sicurezza nazionale.
Sarà sacrificato, per scelta
dell'asl milano 2 e della regione, per unirlo alla maternità dell'ospedale di melzo,
che invece il break-even non
l'aveva traguardato, con sole 417 cicogne planate sul
presidio.
La commissaria gerini si è
limitata ad inquadrare la
proposta nel progetto di trasformazione dell'azienda
ospedaliera di melegnano in
struttura “a rete”, attorno ai
tre presidi di vizzolo predabissi, Cernusco e melzo.
Un'azienda ospedaliera da
oltre 27.000 ricoveri nel
2013 (di cui 12.439 a vizzolo), con un bacino d'utenza di 630.000 persone residenti in 53 comuni, sulla
quale sono in corso ingenti
investimenti.
Come il cantiere da 23 milioni di euro di vizzolo, che
sarà smantellato solo nel
2016 ma che già a dicembre
vedrà consegnati la rianimazione, l'unità coronarica
e la prima parte del pronto
soccorso.
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
Due auto...
più volte gli amministratori locali si sono mossi per assicurare un più alto grado di sicurezza alle popolazioni della parte
meridionale della provincia milanese, ma al di là dei buoni
propositi non si è andati, e il risultato è che se un'auto si incendia i pompieri devono accorre dalla caserma di piazzale
Cuoco a milano e, con tutta la
solerzia e la professionalità che
a questo Corpo è doveroso riconoscere, non riescono ad arrivare in tempo per evitare che
le auto bruciate diventino due e
che si danneggino anche le abitazioni.
Se non si è riusciti ad avere un
presidio dei vigili del fuoco nei
tempi in cui forse era possibile
averlo, figuriamoci adesso con
tutti i tagli previsti dal governo
in tutti i settori pubblici. è ovvio che non si troveranno mai
le risorse per ovviare al problema. però forse c'è un settore nel
quale non esistono tagli che
possano fermarlo, perché ad
animarlo e renderlo efficiente è
la buona volontà e la passione
di tanti cittadini.
Stiamo parlando del volontariato. esistono già i pompieri
volontari che prestano regolarmente la loro opera nel Corpo
dei vigili del fuoco, ed esistono
tanti volontari che hanno fatto
della protezione civile un fiore
all'occhiello del sud milano. La
proposta è: e se si creasse una
struttura di volontari con funzioni antincendio, magari coordinata e diretta da funzionari dei
vigili del fuoco, ma con i ranghi massicciamente implementati da volontari? Si potrebbe
pensare ad un dipartimento o un
reparto specializzato della pro-
13
tezione civile, operante h24 sul
territorio esclusivamente in funzione antincendio di primo soccorso. Sedi e mezzi, seppure necessari di un minimo di adeguamento a queste specifiche
esigenze, la protezione civile c'è
l'ha già. Forse con poco si potrebbe ottenere molto. Il poco
naturalmente è riferito alle risorse finanziarie necessarie, il
molto invece ai risultati.
La differenza la farebbero, come sempre, i volontari che, in
alcuni settori contribuiscono
con il loro impegno a rimediare alle carenze di uno Stato
spesso deficitario, mentre altri
settori esistono solo grazie a loro. L'Italia, ex paese di poeti,
navigatori ed eroi, è adesso un
paese di volontari (tante volte
eroi). perché allora non riflettere su un possibile utilizzo di
questa carta?
Giuseppe Torregrossa
Al via l’anno accademico
14
rOzzaNO
19 NOvembre 2014
presente il famoso immunologo Zinkernagel all’università dell’humanitas
a
I 100 studenti che hanno superato i test provengono dall’Italia, Regno Unito, Grecia, Francia e Svizzera
di Ubaldo Bungaro
perto l’anno accademico all'università
dell'humanitas
2014/2015 che ha visto la
presenza del famoso immunologo svizzero, rolf
Zinkernagel, premio nobel
per la medicina nel 1996.
Il nobel, insieme al rettore
marco montorsi e ad alberto mantovani, docente e
prorettore alla
ricerca dell'ateneo, ha dato
il benvenuto ai
100 studenti
del primo anno
del corso di
Laurea internazionale in
medicina e
Chirurgia.
Con una speciale lettura
sul percorso di
ricerca che lo
ha portato a ricevere il premio nobel, cui hanno preso
parte anche gli studenti dell'ImS, il Corso di Laurea in-
ternazionale in medicina e
Chirurgia dell'Università
degli Studi di milano, che
frequentano da ormai 5 anni le lezioni in humanitas
“La sua presenza - spiega il
professore marco montor-
si, rettore dell'ateneo - come quella di Jules hoffmann (premio nobel per la
medicina nel 2011), costituisce una straordinaria occasione di crescita culturale e umana per gli studenti
del Corso di Laurea internazionale in medicina e
Chirurgia di humanitas
University.
Il 2014/2015 è il primo an-
no di attività di humanitas
University, ateneo non statale dedicato alle Scienze
Rolf Zinkernagel
mediche
strettamente
legato all'identità dell'ospedale
humanitas
di milano. I
100 studenti
che hanno
superato il
test di ammissione al
primo anno
del Corso di
Laurea internazionale
in medicina
e Chirurgia
provengono dall'Italia ma
anche da regno Unito, grecia, Francia, Svizzera.
Il 24enne aveva in
casa 2 kg di droga
Arrestato
spacciatore
arrestato dalla polizia uno
spacciatore che aveva in casa 2 chili di marijuana e 750
grammi di hascisc.
Si tratta di L.r., 24enne rozzanese che già in passato era
stato arrestato dai carabinieri per reati analoghi.
gli agenti della squadra mobile di milano durante alcuni controlli hanno fermato il
giovane spacciatore trovandolo in possesso di alcune
dosi. da qui, considerati i
precedenti, sono scattati ulteriori controlli nel suo domicilio. Una pattuglia si è
così recata a rozzano, al
quartiere aler, dove lo spacciatore risiede con alcuni familiari. gli agenti hanno rinvenuto, nascosti in un fondo di armadio, 750 grammi
di hascisc già pronti per lo
spaccio, mentre in uno sgabuzzino erano celati i due
chili di erba avvolti una busta. rivenuti, inoltre, alcuni attrezzi per preparare le
dosi. Il giovane rozzanese è
stato arrestato con l'accusa
di detenzione e spaccio di
sostanze stupefacenti e spedito dietro le sbarre nel carcere di San vittore. U.B.
In pISta SCenderanno SoLo
gLI aCroBatI, neSSUn anImaLe
Torna il sereno al
circo Barcellona
dopo le proteste per l'utilizzo degli animali in alcuni
spettacoli circensi, è stata
firmata la pace fra i gestori
del circo e l’amministrazione comunale. La vicenda
è arrivata a un epilogo inaspettato. La tensione tra amministrazione comunale di
rozzano e il circo, che si è
attendato sul
territorio comunale, si è allentata in favore di
un rapporto più
sereno e collaborativo.
La vicenda ha
avuto inizio durante il secondo
spettacolo dall'arrivo, serata
in cui la polizia provinciale
eco zoofila ha comminato
una sanzione al circo per l'utilizzo di animali, comportamento vietato dal vigente
regolamento del Comune.
a seguito di questo spiacevole episodio, il patron del
circo, Franchetti, durante un
incontro con l'amministrazione di rozzano, ha concordato il proseguimento
degli spettacoli senza, però,
l'utilizzo degli animali.
all'incontro, a cui hanno
partecipato dario La guardia, assessore alle attività
produttive e commercio e
Stefano apuzzo, assessore
con deleghe alla tutela dei
diritti degli animali, Franchetti ha anche accettato di
fare di più e rendere un servizio alla cittadinanza. Lo
ha fatto, dunque, dando la
possibilità ad associazioni del
territorio di partecipare gratuitamente come
pubblico a uno
degli spettacoli
in programma
nel week-end.
“Siamo contenti
che sia stato ristabilito il rispetto delle norme e che il
circo abbia deciso di non
utilizzare animali durante i
suoi spettacoli - dichiara il
sindaco Barbara agogliati L'aspetto, però, che ha dato
un lieto fine a questa vicenda è indubbiamente l'opportunità, concessa ad alcuni
ragazzi, diversamente abili
ospiti dei centri gestiti da associazioni del territorio, di
partecipare gratuitamente
agli spettacoli circensi”.
U.B.
BREVI DAL TERRITORIO
FESTA DEL VOLONTARIATO
Le associazioni di volontariato locale sono state le protagoniste della festa che si è tenuta sabato 8 e domenica 9
novembre presso la sede della casa delle associazioni in
via garofani. Un momento importante di aggregazione, di
informazione e di confronto per conoscere le attività e i
progetti che le numerose realtà associative rozzanesi svolgono con impegno e passione in ambito culturale, sociale
ed ambientale. L’iniziativa, aperta a tutti, è stata organizzata dal Cav di rozzano (Coordinamento associazioni di
volontariato). Una bella occasione per sensibilizzare la cittadinanza sui temi del volontariato sociale.
LA FISICA DI STAR TREK VIAGGI NEL
TELETRASPORTO E ALIENI
astrofili, viaggi nel tempo, teletrasporto e alieni. La scienza incontra il futuro! La conferenza proposta dal gruppo
astrofili, martedì 11 novembre in Cascina grande, è stata
un’occasione per salire virtualmente a bordo dell’astronave enterprise, dove scienza e fantasia si intrecciano.
viaggi stellari oltre la velocità della luce, tunnel galattici
che superano le barriere dello spazio e del tempo. Fino a
che punto l’universo immaginato da Star trek potrebbe
diventare realtà? Se ne è parlato con Fabio peri, relatore
della conferenza e responsabile della conduzione scientifica del planetario di milano. L’iniziativa è stata patrocinata dal Comune di rozzano.
TITANIC
CONSEGNA A DOMICILIO GRATUITA
APERTI TUTTI I GIORNI
10:30-14:30 - 18:00-23:00
DOMENICA 17:30 - 23:00
SI ACCETTANO TUTTI
I TIPI DI TICKETS
GRADITA PRENOTAZIONE
TELEFONICA
V ia Ferruccio Parri, 59 (Via Di Vittorio)
San Donato Milanese (Mi)
02.39840581 - 02.84542284
388.7909791
In Consiglio il rimborso spese legali
PIeve
19 NOvembre 2014
15
ritorna in aula con un’interrogazione di Forza Italia la vicenda del pagamento di 20 mila euro a due ex sindaci
Tutto è collegato alla chiamata in giudizio, come terzi di A.F. e U.F. nel processo riguardante il Golf di Tolcinasco
a
di Ubaldo Bungaro
pproda in Consiglio la vicenda del rimborso delle
spese legali di oltre 20 mila euro, liquidate a due ex sindaci
(a.F. e U.F.). noi siamo stati i primi a darne notizia della questione
nel n. 27 de L’eco del 01.10.14.
dopo l'uscita dell'articolo, non è
stato riscontrato alcun intervento
dal palazzo comunale.
Stante il silenzio sull'intera vicenda, mi vedo costretto come
giornalista, di ricostruire i fatti,
partendo dal lontano 1988, forte
di una corposa documentazione
(epoca in cui lo scrivente era consigliere comunale con l’ex consigliere e poi sindaco a.F.) per portare i fatti, all'attenzione degli organi preposti. Qualcosa nel frattempo si è mosso, grazie all’intervento dei consiglieri comunali
di Forza Italia, antonio Cerminara e gaetano Santoro (gli unici
dell’opposizione che hanno posto
il problema) ed hanno presentato
un'interrogazione al sindaco paolo Festa, per conoscere le motivazioni che hanno portato al rimborso delle spese legali di oltre 20
mila euro, con la determina dirigenziale 432 del 4.8.14.
“Il gruppo consiliare di F.I. -si legge nel documento- interroga il sindaco sulla determinazione dirigenziale n. 432 del 4/8/14, attraverso la quale sono state rimbor-
sate le spese legali a favore di a.F.
e U.F. (non si capisce perché non
vengono citati integralmente i nomi e cognomi dei bue beneficiari)
per un importo complessivo di
a.F. e U.F nel processo riguardante il golf di tolcinasco. a.F.
era stato chiamato in giudizio,
non come sindaco ma come ex
consigliere comunale, perché
€20.916,80, chiedendo di voler
dare spiegazioni in merito ai presupposti tecnici e normativi che
hanno determinato la possibilità
che il Comune potesse procedere
con la liquidazione delle suddette
spese”. tutto è collegato alla chiamata in giudizio -come terzi- di
avrebbe, nell'esercizio dela carica, concorso ad approvare negli
anni 1987/88 le delibere riguardanti la trasformazione dell’area
di tolcinasco (lo scrivente, all'epoca dei fatti, era consigliere di
opposizione e paolo Festa era segretario politico dei giovani co-
munisti italiani pievesi; poi sin dal
1990 al 2007, ha ricoperto la carica di assessore con tutti i sindaci dell’epoca e con gli stessi ex
sindaci a.F. e U.F.). L’ex sindaco
a.F. chiese di
essere garantito dal Comune
anche in caso
di condanna
(cioè che fosse
il Comune a
pagare per
lui). ma nel
2004, a seguito della contestazione del
conflitto di interesse presentata dal capogruppo di F. I.
roberto Zappia, nei confronti di a.F.
questi, per non
decadere dalla
carica di sindaco, si vide
costretto a rinunciare alla
manleva (pubblichiamo l’atto di rinuncia). Con
il ritiro della manleva, non chiedeva più che fosse il Comune a
pagare, anche in caso di condanna; quindi a che titolo sono state
rimborsate le spese legali?
per una maggiore comprensione,
ecco in breve il testo della rinun-
cia della manleva: “Il sottoscritto
aF nel costituirmi con la comparsa del 30.5.2002 ha sottoscritto in via subordinata le rituale formula di manleva nei confronti del
Comune di pieve emanuele; di recente in sede comunale alcuni
consiglieri dell'opposizione hanno dedotto la pretesa incompatibilità del sottoscritto per cosiddetta ‘lite pendente’ con l’amministrazione comunale; che come
non sussiste lite pendente alcuna,
non sussiste alcuna difficoltà a rinunciare alla predetta formula di
rito, Ciò premesso, per responsabilità istituzionale, il sottoscritto
a.F, rinuncia alla domanda di
manleva nei confronti del comune di pieve emanuele formulata
in via subordinata nella comparsa
di costituzione del 30.5.2002”;
documento che paolo Festa, raffaele vampa, pierluigi Costanzo
(assessori all’epoca dei fatti) l’attuale vice sindaco, valentina dionisio (consigliera di r.F. dell’epoca) non possono non conoscere, come pure l’attuale capo gruppo del pd, giuseppe gargiulo
(consigliere comunale all’epoca
dei fatti).
nel nostro precedente servizio
avevamo anche evidenziato come
le leggi non consentissero il rimborso di spese legali ad amministratori comunali assolti in sede
penale, anche con sentenza passata in giudicato.
Tragico incidente stradale, un morto Vince gara con solo
Un decesso e due feriti il bilancio dello scontro avvenuto sulla Sp 28 vigentina
Un morto e due feriti, di cui uno grave, è il tragico bilancio di un incidente stradale avvenuto sulla Sp 28 vigentina, nel quale sono rimaste coinvolte due autovetture e un furgoncino.
La vittima a.v., di 59 anni, residente a opera, stava rientrando a casa dal lavoro.
Secondo una prima parziale ricostruzione, effettuata dagli agenti della
polizia locale di pieve
emanuele, l'auto sulla
quale viaggiava la vittima, una opel Corsa diretta verso opera, si è scontrata frontalmente con un
furgoncino, condotto da
S.t. 42enne, residente a
Lacchiarella.
Il furgoncino sarebbe entrato in collisione con una prima auto, una volkswagen, con a bordo una donna di 58
anni, poi avrebbe invaso la corsia di
marcia opposta schiantandosi contro la
opel.
Sul posto sono intervenuti i vigili del
fuoco di pieve emanuele, due ambulanze, l'elisoccorso e la polizia locale.
Una nuova opera letteraria
Incontro il prossimo 23 novembre con il poeta Lugi marini
dopo i successi ottenuti con diverse opere letterarie (in particolare le
famose poesie dialettali), il poeta
Luigi marini sarà ancora una volta
protagonista con una nuova opera:
“Sono nato in cascina, vivo in campagna” è il titolo del nuovo libro che
sarà presentato il prossimo 23 novembre nei locali dell’auditorium
parrocchiale Sant’alessandro del
centro storico.
alla manifestazione, organizzata
dalla proloco pievese e dall’associazione culturale “tracceperLameta” parteciperanno il gruppo mu-
sicale “I Canta milano” anna maria Folchini Stabile (presidente dell’associazione tracceperLameta”,
la professoressa Clara Beck e la poetessa paola Surano.
Il poeta Luigi mariri, recentemente
è stato ospite del comune di recanati (terra natia di poeta giacomo
Leopardi) dove è stato premiato con
una speciale menzione per le sue
poesie. marini ha colto l’occasione
per visitare la tomba del sommo
poeta.
U.B.
Nella foto a destra, Luigi Marini
davanti alla tomba di Leopardi
per consentire gli interventi dei soccorritori, il tratto di strada è stato chiuso e il traffico deviato all'interno del
quartiere delle rose. gli
uomini del 118 hanno tentato per circa 40 minuti di
rianimare la vittima che,
nonostante gli sforzi, è deceduta sul posto.
nello scontro avrebbe riportato lo schiacciamento
della cassa toracica provocato dallo sterzo.
grave anche il conducente del furgoncino, trasportato al pronto soccorso dell'ospedale niguarda
a bordo dell'eliambulanza. anche la donna coinvolta nell'incidente, è stata prima soccorsa sul posto e poi trasportata dalla
croce viola di rozzano all'humanitas, dove è stata ricoverata in codice
giallo.
per l’acquisto del terreno agricolo
di 13280 mq sulla Sp 28 vigentina
mille euro in più...
Una società immobiliare,
molto nota nel palazzo, si
aggiudica l’asta pubblica
per l’acquisto di un terreno
agricolo di 13.280 mq non
edificabile, sulla strada provinciale 28 vigentina. all’
asta pubblica, indetta dal
Comune, ha risposto solo la
suddetta società immobiliare (della quale omettiamo il
nome) che ha offerto solo
1000 euro in più rispetto al
L’area agricola con servitù
del gasdotto della società
Snam Rete Gas
prezzo base, stabilito in 65
mila euro. L’area in questione non è libera da servitù, ma risulta interessata
anche da una concessione di
occupazione di suolo pubblico di un gasdotto della
società Snam rete gas Spa.
appare alquanto strano che
il Comune, per vendere il
patrimonio dei cittadini, abbia scelto di indire una gara
pubblica, stabilendo, sin da
principio, che sarebbe stata
accettata anche una sola of-
ferta. è un vantaggio per i
cittadini di pieve vedersi
tolto un pezzo del proprio
patrimonio, stabilendo e accettando una sola offerta?
Certamente la presenza di
più soggetti avrebbe apportato maggiori vantaggi. per
il futuro bisognerebbe prevedere la non aggiudicazione della gara, in presenza di
una sola offerta.
Stesso copione e stesse mo-
dalità: una immobiliare pievese, con soci anche in
Svizzera, offre cento euro in
più sul prezzo base di 45 mila euro e si aggiudica l’area
edificabile artigianale di mq
1.653 di via Sicilia. non
voglio entrare nel merito
delle scelte del Comune di
pieve, ma auspico che le autorita competenti vigilino
sul percorso della vicenda.
Come sempre le pagine de
L’eco sono aperte per eventuali interventi.
Lanciano sassi contro un anziano
16
lOCate
19 NOvembre 2014
nessuna conseguenza fisica per l’uomo, solo tanta paura e sgomento per il folle gesto di un gruppo di adolescenti
Alcuni degli autori dell’aggressione, avvenuta lo scorso 8 novembre, sarebbero stati identificati e riconosciuti dagli agenti
U
di Roberto Caravaggi
n anziano cittadino
locatese è stato oggetto del lancio di
sassi da parte di un gruppo
di adolescenti.
nessuna conseguenza fisica per l’uomo, che fortunatamente n’è uscito illeso. resta però la paura e lo
sgomento della vittima,
che ha pubblicamente denunciato il fatto sia agli
agenti della polizia locale
intervenuti sul posto, sia al
sito www.locateviva.it.
Il Lambro...
SegUItI daLLa prIma pagIna
isolati da tutte le comunicazioni(telefoni tv), ascensori inondati dall’acqua e per completare ingenti danni.
Questo è lo scenario apocalittico che
hanno vissuto le 36 famiglie di via degli Umiliati 51, il tutto con l’assenza
totale delle istituzioni e non solo. La
cosa più sconcertante è che nonostante le numerose telefonate ai vigili del
fuoco, alla protezione civile, alla po-
lizia locale , qui in via degli Umiliati
al civico 51 non sì è visto nessuno lasciando completamente isolate famiglie con bambini e anziani. personalmente vivo in via degli Umiliati 51
dal 1975 e non ho mai assistito a una
situazione drammatica come quella di
sabato 15 novembre. I tombini saltati
in via Camaldoli sono stati poi la causa principale dell’enorme danno.
Solo domenica mattina 16 novembre
si è visto un automezzo della protezione civile che ha affiancato una ditta privata chiamata dagli inquilini di
Allagata la comunità...
negli spogliatoi l'acqua stagna da giorni ad una altezza
di circa un metro e mezzo e
saranno a lungo inagibili per
le necessarie opere di ripristino e di disinfezione.
e' noto che il Lambro, di fatto, è una fogna a cielo aperto sotto gli sguardi più o meno rassegnati e indifferenti
di tutti. Questa volta l'acqua
del fiume ha raggiunto gli
impianti tracimando dall'argine che il personale del
Centro tiene sempre sotto
controllo e da una roggia
che scorre lungo i piloni della tangenziale est. I danni si
presentano rilevanti.
atleti e volontari da subito
hanno iniziato i primi interventi di ripristino delle strutture in modo da non interrompere gli allenamenti e lo
svolgimento delle gare.
Sempre nell'area del parco
35enne...
Lambro sono stati danneggiati pesantemente da questa esondazione anche il
Centro exodus di don antonio mazzi e quello di don
Colmegna, di cui tutti conoscono e apprezzano le finalità per il recupero sociale di
tanti giovani. Le riprese televisive ne hanno descritto
la drammatica situazione
con l'evidenza delle immagini. non meno critica è la
situazione del complesso
svincolo di Lambrate sulla
tangenziale est, dove gli
svincoli non sono solo in
piano, ma i percorsi si intrecciano sovrapponendosi
passando sopra e sotto il livello del fiume Lambro. Si
sono create delle profonde
ed estese pozze d'acqua che
hanno bloccato la circolazione.
Il fenomeno è visibile in tut-
Il cadavere presenta evidenti
ferite da accoltellamento; è stato scopeto all’interno di un
camper nel cortile di un palazzo, zona Corvetto, a milano.
Secondo quanto riferito dai carabinieri, che indagano sul caso,
avrebbe un’età apparente di 35
anni. avrebbe avuto una colluttazione prima di essere ucciso
secondo i primi riscontri dei
carabinieri.
La scena all’interno del veicolo
era molto difficile da analizzare:
tanto sangue, tanta confusione e
sporcizia hanno reso complicato il lavoro degli uomini della
Scientifica che fino a tardi hanno raccolto campioni. gli investigatori ritengono che
potrebbe trattarsi di una vicenda tra bande della zona. L'uomo
non è stato identificato.
via degli Umiliati 51 per svuotare l’enorme massa d’acqua. Una vera beffa! ora dopo la tragedia dell’inondazione, inizia una seconda fase quella
degli enormi danni subiti. e’ plausibile che i cittadini debbano essere abbandonati, ignorati dalle istituzioni? Si
autoproclamano sempre come i tutori
della salute pubblica e della immediatezza negli interventi per la salvaguardia dei cittadini e poi vengono abbandonate intere famiglie al loro destino. Funzionano così le istituzioni ?
Ubaldo Bungaro
Il Parco Lambro
ta la sua estensione dal ponte pedonale che permette
l'attraversamento di questo
faraonico svincolo che ha
richiesto forse troppi anni
Viabilità...
all’incrocio con via morandi. Il
progetto, già approvato in consiglio comunale, all’insaputa dei
residenti e titolari delle attività
commerciali, consiste nell’aggiungere uno spazio di ml 1,00
per piantare fiori; il che significa spostare i posti auto di un metro e lasciare il minimo spazio di
legge per la circolazione veicolare.
già nello stato attuale, la fluidità
del traffico veicolare lascia a desiderare (furgoncini e mezzi dell’amSa sono obbligati a salire
sul marciapiede di vi gramsci
per immettersi sulla carreggiata
in oggetto).
I residenti e commercianti della
via hanno inscenato una manifestazione spontanea. Sono intervenuti la p.L. del comune e
l’architetto dell’Ufficio tecnico;
alcuni degli autori di questa aggressione sarebbero
stati, tra l’altro, identificati e riconosciuti dagli agenti stessi e si tratterebbe di
residenti a Locate.
L’episodio, verificatosi
nella mattinata di sabato 8
novembre e rilanciato anche attraverso facebook, ha
subito generato indignazione da parte di molti concittadini, che si sono divisi tra commenti di condanna verso gli autori del gesto e manifestazioni di solidarietà per la vittima.
per il suo completamento e
che, inaugurato da qualche
mese, ha rivelato la sua inadeguatezza.
Roberto Arioli
La zona interessata
quest’ultimo ha avuto uno scambio verbale piuttosto
acceso con l’ex comandante Franco Fabietti, che ha
illustrato gli errori del progetto ed ha esposto una sua
idea di progetto di riqualificazione della carreggiata
creando una pista ciclabile in modo da permettere agli
abitanti del complesso popoloso del n. c, 200 di raggiungere comodamente gli uffici pubblici e le attività
pubbliche di via gramsci/via Cesare Battisti.
visto che i manifestanti non erano intenzionati a lasciare iniziare i lavori, è arrivato l’ordine dell’assessore ai LL.pp. di fermare l’inizio dei lavori e
l’impresa ha liberato la carreggiata dai suoi mezzi
ed operai.
Whaid
L’apparecchiatura è già in dotazione
agli agenti della polizia locale cittadina
Nuovo sistema di
controllo targhe
L’amministrazione comunale ha avviato un nuovo sistema di controllo delle targhe dei veicoli.
Si tratta di un’apparecchiatura in grado di verificare,
attraverso il rilevamento della targa appunto, se il mezzo in questione è stato regolarmente assicurato e revisionato.
Questo sistema permette
inoltre di individuare eventuali veicoli rubati, mettendo quindi le forze dell’ordine in condizione d’intervenire in maniera più pronta ed
efficace.
La nuova tecnologia è già
dalle scorse settimane in dotazione agli agenti della po-
lizia locale, che l’ha potuta
testare effettuando i primi rilevamenti in varie zone del
paese.
L’intenzione però è quella di
realizzare delle postazioni
fisse sul territorio: “dopo
questa fase sperimentale potranno essere installate postazioni fisse nei punti più
strategici del paese; il sistema consentirà di allertare in
tempo reale le forze dell'ordine in caso d’ingresso di
veicoli rubati sul nostro territorio, consentendo loro di
mettere in pratica interventi
di prevenzione” – è quanto
annunciato in una nota sulla
pagina ufficiale facebook del
Comune di Locate.
R.C.
tante bancarelle di artigianato, tessile e di
enogastronomia e molti laboratori artistici
Sagra del tartufo
di via Ripamonti
domenica 9
novembre si è
svolta la tradizionale sagra
del tartufo di
via ripamonti.
La manifestazione, giunta
quest’anno alla
sua venticinquesima edizione, ha visto
ancora una volta l’intera via,
chiusa al traffico per l’occasione, popolarsi di bancarelle
di commercianti con vari
prodotti: dall’artigianato al
tessile, dall’oggettistica all’enogastronomia, col tartufo a
farla da protagonista. Il prezioso tubero era infatti esposto
e in vendita presso diversi stand, oltre ad essere presente
nei menu a tema proposti da ristoranti ed osterie della zona. nel corso della giornata sono stati organizzati anche
laboratori artistici con diverse attività (pittura, scultura e
palloncini) dedicate ai bambini. Immancabile, infine, la
partecipazione del corpo sbandieratori e musici di Borgo
San Lorenzo d’alba, che, come da tradizione, s’è esibito
per l’intera giornata lungo la via, suggellando il gemellaggio dell’iniziativa milanese con la rinomata Fiera del
tartufo d’alba.
R.C.
O
L
A
G
IA
RE NTE
R
N E
O
U
T
”
G
I LI E A S
V
E EL M LL
T
FA INT R DE
E
L
L
U
S
“O ADE
R
ST
PER
NATALE
A PREZZO IRRIPETIBILE
PRENOTATE LE RISTAMPE
I libri di Osmano Cifaldi sono offerti ai lettori de L’Eco, al prezzo speciale
(rispetto alle librerie) di 12 euro anziché 20 euro cadauno. L’intera collana (Graffiti, Tracce,
Due ottave sopra il cembalo e Orme) al prezzo forfettario di 40 euro anziché 80 euro
SOMMARIO
“DUE OTTAVE
SOPRA
IL CEMBALO”
1. le PrIme femmINIste
2. le DONNe Del
vaNgelO
la samaritana da
Giovanni
l’adultera da Giovanni
marta da Giovanni
l’emorroissa da
Marco
la moglie di Pilato da
Matteo
la cananea da Matteo
la peccatrice sconosciuta da Luca
3. Il matrImONIO
Nell’aNtICa greCIa
4. materNItà e
abOrtO Nel
mONDO aNtICO
5. Il merCatO Della
DONNa NeI seCOlI
6. le CrOCerOssINe
7. l’altra metà
Dell’arte
8. le DONNe DI saN
fraNCesCO
9. le DONNe DI mIChelaNgelO
10. le DONNe Dell’ItalIa
uNIta
11. DONNe
Da
salOttO
12. geIshe
13. NefertarI
14. agrIPPINa
mINOre
15. zeNObIa
DI
PalmYra
16. teODOra DI bIsaNzIO
17. matIlDe
DI CaNOssa
18. CaterINa Da
sIeNa
19. bIaNCa marIa
20. CaterINa Da
fOrlì
21. vIttOrIa
COlONNa
22. sOfONIsba
aNguIssOla
23. la gIOCONDa
24. saNta teresa
D’avIla
25. laDY mONtagu
26. CaterINa DI
russIa
27. eleONOra fONseCa
e luIsa saNfelICe
28. augusta aDa
bYrON
29. JessIe WhIte
marIO
30. aDa NegrI
31. “NICChIa”
CastIglIONe
32. saNta teresa
DI lIsIeuX
33. aNNa KulIsCIOff
34. margherIta
sarfattI
35. marIa Callas
36. marleNe
DIetrICh
37. POCahONtas
SOMMARIO
GRAFFITI
1. DOssIer gesÙ
2. PIlatO e seIaNO:
PrOvOCatOrI e
abIlI
arramPICatOrI
3. Il COlOsseO
4. saffO e alCeO
POetI DI lesbO
5. le etÈre
6. leggeNDO IPPOCrate
7. I temPlarI: I
leggeNDarI
mONaCI-CavalIerI
8. saN berNarDO
DI ClaIrvauX:
la mIstICa CalamIta
9. farfa: QuIeta e
aPPartata COme
uN temPO
10. PaDula: graNDIOsO fOrtIlIzIO DI PaCe
11. fraNCesCO e
INNOCeNzO III:
le ragIONI DI
uN INCONtrO
12. bONIfaCIO vIII:
uNO
sChIaffO IN
CerCa D’autOre
13. l’aretINO: Il
segretarIO
Del mONDO
14. savONarOla:
PrOfeta
DIsarmatO
15. gIOrDaNO bruNO: Il
DOmeNICaNO
CONtestatOre
16 la CIttà
Del sOle:
uN trattatO rIvOluzIONarIO
17. lI ma DOu alla
CONQuIsta
Della CINa
18. la COrONa Del
ferrO: uN DONO Per uNa
CONversIONe
19. la Peste DI mIlaNO Del 1630
20. la sOmmessa
CONversIONe
Del maNzONI
21. la fIgura rIDIsegNata Del
CaravaggIO
22. ChamPOllION
l’egYPtIeN
23. CaPOrettO: alla rICerCa DI
treDICI PagINe
DI stOrIa
24. NuOve tesI
sulla mOrte DI
mOzart
25. sChlIemaNN:
l’aNtIaCCaDemICO Che stuDIò la stOrIa
CON Pala e PICCONe
26. eINsteIN:
e=mC2:
uNIversO
27. la lIra: uNa
mONeta Per
tutte le stagIONI
119. la bOrsa
SOMMARIO TRACCE
PARTE PRIMA
13. la bOCCONI
19. la treCCaNI
23. la Carta
27. la stIlOgrafICa
31. Il COmPuter
35. Il CaleNDarIO
39. l’OrOlOgIO
43. Il PlaNetarIO
47. OCChIalI
51. l’arseNale DI
veNezIa
55. l’urNa Del DOge
59. Il CaNale DI
PaNama
65. al reX
69. Il traghettO
73. Carte e maPPe
79. telegrafO e
raDIO
85. marmO DI
Carrara
91. Il CODICe DI
hammurabI
95. la “maDONNa Del
ParCO”
99. Il saCrO graal
105. falaNge e
sarIssa
109. Il KrIss l’arma di
salgari
111. le POlIzze assicurative
115. la PartIta
DOPPIa del
ragionier luca Pacioli
PARTE
SECONDA
131. CIvIltà
Del PaNe
137. Il vINO
da Noé al
doc
143. maIs OvverO
POleNta
147. CIOCCOlatO cibo degli
dei
151. Il tÈ
155. Il CaffÈ
l’arte del risveglio
159. Il grIgIOverDe
nacque tra gli alpini del
Canto alto
163. mODellO 91
167. la gavetta
171. Dalla Calza
allO sCarPONe
175. l’aCQua DI COlONIa
179. bagNO e
saPONe
185. CamICIa e
Cravatta
189. CaPPellO e ParruCCa
193. sIgarI dall’avana al toscano
197. Il lettO
dall’amaca
alla dormeuse
201. la bICICletta
205. lamaCChINaPer
CuCIre
209. taNgO da
tangere
213. tarOCChI arte
gioco magia
217. sCaCChI a
lewis
219. sPaghettI da
Pechino a Napoli
232. la PIzza oro di
Napoli
227. agOPuNtura
231. DrOga da medicina a male sociale
1. sOCrate
2. aNNIbale
3. CleOPatra vII
4. gIulIO Cesare
5. luCIO sergIO
CatIlINa
6. CarlO magNO
7. albertO Da
gIussaNO
8. CelestINO v
9. bOttICellI
10. tOrQuemaDa
11. PaOlO uCCellO
12. luCrezIa
bOrgIa
13. leONarDO aD
ambOIse
14. PaOlO sarPI
15. gIOrDaNO
bruNO
16. CrIstINa DI
svezIa
17. gIaCOmO
QuareNghI
18. JeaN JaCQues rOusseau
19. marIa luIgIa
2O. vICtOr hugO
21. aNtONIO
rOsmINI
22. beau brummel
PER PRENOTARE, RITAGLIARE E SPEDIRE
23. Charles
DarWIN
24. luIsa
battIstOttI
sassI
25. eNrICO
CerNusChI
26. eDmONDO De
amICIs
27. gIusePPe garIbalDI
28. marIe
sKlODOWsKa
CurIe
29. rObert
eDWarD lee
30. CarlO POrta
31. vINCeNt vaN
gOgh
32. steNDhal
33. aNtONIO
meuCCI
34. rICCarDO
baCChellI
35. mata harI
36. luIgI
CaDOrNa
37. ItalO balbO
38. graNDI sOlIstI DeI raIDs
39. eNrICO
malatesta
40. Carl gustav
maNNerheIm
41. leNI
rIefeNsthal
42. Il DraKe
43. tazIO NuvOlarI
44. aNtONIO
lIgabue
45. QuasImODO
46. tOtO’
47. PePPINO PrIsCO
A: L’Eco di Milano e povincia, via Conte Rosso, 1 20134 Milano oppure richiedeteli
nella vostra edicola di fiducia oppure telefonando alla redazione 02/36504509
Io sottoscritto richiedo una copia del libro di osmano Cifaldi “due ottave sopra il cembalo”, “tracce”, “graffiti”,
od “orme” al prezzo d’occasione di 12 euro anziché 20 cadauno.
titolo del libro...........................................................................................................................................................................
nome e cognome........................................................................................via.......................................................................
Città............................................................. tel.............................................. Firma.............................................................
barrare la casella se si vuole l’intera collana al prezzo forfettario di 40 euro
Ritagliare e spedire alla nostra redazione: Eco di Milano e provincia - via Conte Rosso, 1 - 20134 Milano
oppure inviare a mezzo mail a: [email protected]
Basilicata, l’uomo della provvidenza
18
sPOrt
19 NOvembre 2014
ECCELLENZA-GIRONE A / La strepitosa doppietta dell’attaccante regala altri tre punti d’oro all’accademia
Il Magenta si è battuto con molto animo ma ha dovuto arrendersi anche protestando per un gol fantasma
Che sofferenza senza Logrieco e Contini
la difesa sandonatese ha “sballato” parecchio
di Domenico Palumbo
ACC. SANDONATESEMAGENTA 2-1
Marcatori: 43’e 70’ Basilicata (a), 52’ graziano (m).
Accademia Sandonatese:
oliva, perugini, Schipilliti,
giove, pastore, Cusi, Corona
(86’ de nigris), radaelli (66’
Saverio), Basilicata, Cotica
(79’ Sferlazzo), putzolu; 12°
Benedini, 13° Sozzi, 15°
Contini, 17° gaseni; all. Zanotta.
Magenta: Coldani, Capanna,
gazzea, Brunetti (10’ Bonomelli), romano, abbate (90’
di davide), Scalone, napoletano, perrone, graziano,
Losa (88’ Salvagione); 12°
Ferraro, 13° perelli, 15° d’avolio, 17° rabay; all. greco.
Arbitro: ancora di roma.
Note: espulsi, al 77’ e
all’84’, gazzea e Schipilliti.
Spettatori: circa 150.
Angoli: 6-1 per il magenta.
Secondo successo consecutivo dell’accademia dopo
quello conseguito sul campo
della vergiatese e posizione
in classifica più tranquilla per
i sandonatesi prima di recarsi, domenica prossima, sull’infido terreno dell’accademia S. genesio, altra squadra
affamata di punti. ma che
sofferenza! Il magenta si è
battuto con molto animo e un
punto l’avrebbe anche meritato ma nulla ha potuto contro la superba prestazione di
mariano Basilicata, grande
trascinatore della squadra,
che con due lampi, uno per
tempo, ha segnato due magnifici gol regalando all’accademia altri tre punti d’oro
dopo quelli ottenuti la domenica precedente a vergiate
proprio grazie a un’altra rete
realizzata dall’attaccante
biancoceleste. Si era sul 43’
del primo tempo, la gara volgeva con poche emozioni da
una parte e dall’altra, l’accademia tentava di imporsi ma
il magenta teneva duro. perugini dal vertice sinistro serviva una palla bassa a Basilicata, circondato in area da un
nugolo di difensori. L’attaccante non aveva spazi, ma di
punta e di tacco, riusciva ad
evitare tre avversari prima di
svirgolare a rete vicino al
montante, alla sinistra del
portiere, rimasto immobile tra
i pali. Un gol da favola che
portava in vantaggio l’accademia, fin’allora apparsa poco fortunata in attacco e a
volte pasticciona in difesa,
dove ha “ballato” parecchio.
mancavano Logrieco e Contini, due centrali di gran peso, e i sandonatesi ne hanno
risentito. Il magenta puntava
sul contropiede dell’ottimo
Scavone per chiudere il primo tempo senza danni ma la
rete di Basilicata rivoluzionava lo schema tattico degli
ospiti. In precedenza l’accademia si era distinta per un
incrocio colpito al 30’ e un altro sfiorato al 34’ dal solito
Basilicata, la prima su puni-
zione da fuori e l’altra dopo
scambio con Schipilliti. Qualche minuto prima però, 29’,
era stata una prodezza di oliva a salvare la porta biancoceleste su un repentino colpo
di testa ravvicinato di Scavone. nella ripresa il magenta
si apriva tutto in attacco per
tentare di rimettere in piedi
una partita difficile. La difesa sandonatese soffriva moltissimo l’assedio ospite. Il pareggio arrivava al 52’ con un
pallonetto in area di graziano, diretto nell’angolo opposto, su cui nulla poteva oliva. gli ospiti potevano raddoppiare al 62’ con una punizione dal vertice destro di napolitano ma ancora una volta
oliva diceva di no volando
sulla sua sinistra per bloccare in due tempi una palla diretta nell’angolino. Il magenta cresceva d’intensità e
l’accademia si mostrava incapace di reagire. Basilicata
si mostrava essere l’uomo
della provvidenza quando, al
70’, captava fuori area una
palla respinta dalla barriera
ospite, dopo punizione nella
lunetta di Corona, e di gran
potenza scagliava di collo
pieno la sfera nell’angolo più
lontano, imprendibile per l’estremo ospite. Un altro gran
bel gol per il n. 9 biancoceleste. ma il magenta non desisteva. al 77’ un colpo di testa
in area di Scavone colpiva la
parte bassa della traversa
sbattendo sulla linea bianca
creando il classico gol fantasma. gli ospiti protestavano
energicamente e l’arbitro
espelleva gazzea, capitano
della squadra. all’84’ veniva
espulso pure Schipilliti, già
E il Borgo (finalmente) vince in casa
1° CATEGORIA-GIRONE L / Il sottopasso allagato ha minacciato il rinvio
BORGOLOMBARDOPANTIGLIATE 1-0
Marcatore: 85’ rig. marzari.
Borgolombardo: dionisio,
trainito, volpe, Baroni (65’
Iannace), hanafi, mantosanto (74’ vitrò), Cingolani, La
Croce, Cacchione, marzari,
Fumagalli (67’ tandi); all.
Sella.
Pantigliate: Fabiano, Baiardi, manfè, Fortugno, Brenna,
maraschi, Concilia (44’
alongi), La notte (65’ Carrozza), Lanza, Ciaramella,
Bisceglia (80’ amoroso): all.
tummarello.
Arbitro: Balzari di milano.
torna finalmente a vincere in
casa il Borgolombardo dopo
quasi un mese e mezzo di digiuno durante il quale aveva
ottenuto soltanto un pareggio
in trasferta per 1-1 sul campo della Savorelli. I tre punti
guadagnati oggi rimettono in
sesto la compagine gialloverde di mister Sella specie
in vista del difficile confronto di domenica prossima con
il Locate. Il pantigliate,
com’era nelle previsioni, s’è
dimostrato un cliente difficile per il Borgo che ha faticato non poco per batterlo. La
squadra di tummarello aveva perso una sola volta in
questa stagione, domenica
scorsa a Chieve, vittorioso
per 2-1. La gara di oggi tuttavia ha rischiato il rinvio per
via del sottopasso ferroviario,
che conduce al campo Sesto
gallo, allagato di quasi mezzo metro d’acqua, dopo le
forti piogge del giorno prima.
tizzare da dionisio che gli
bloccava la sua conclusione.
nella ripresa il Borgo si mostrava più combattivo ma po-
ammonito, perché ritardava
un rinvio sulla linea laterale
e le due squadre ritornavano
in parità numerica. vano l’affannoso forcing finale del
magenta per giungere al pareggio. La vittoria era dell’accademia.
ECCELLENZA-GIRONE A
RISULTATI 11° G.TA
accademia Sandonatesemagenta 2-1, FenegròBustese 1-2, Legnano-vigevano n.d., pro vigevano Suardese-ardor Lazzate 4-1, Sestese-arconatese 1-2, Solbiasommeseaccademia S, genesio 12, trezzano-vergiatese
n.d., varesina-verbano 30
CLASSIFICA
Bustese p. 29, verbano e
arconatese p. 20, Fenegrò
p. 19, varesina p. 18,
trezzano e Sestese p. 17,
ardor Lazzate p. 15, accademia Sandonatese p.
14, Solbiasommese p. 13,
pro vigevano Suardese p.
12, vergiatese p. 11, accademia San genesio p.
10, vigevano p. 9, Legnano p. 8, magenta p. 5
PROSSIMO TURNO
accademia S. genesioaccademia Sandonatese,
arconatese-Solbiasommese, ardor Lazzate-Sestese, Bustese-pro vigevano Suardese, magentatrezzano, verbano-Legnano, vergiatese-varesina, vigevano-Fenegrò
1° CATEGORIA-GIRONE L
RISULTATI 11° G.TA
Borgolombardo-pantigliate
1-0, Chieve-Locate 1-0, melegnano-excelsior 1-0, Zelo
B.p.-rozzano 3-2, pieveseUsom 3-1, Savorelli-montanaso 1-1, valleambrosia-medigliese 1-1, valentino mazzola-Casalmaiocco 0-2
CLASSIFICA
montanaso p. 25, melegnano
e Chieve p. 24, rozzano p.
21, pantigliate, valleambrosia e Locate p. 19, pievese p.
18, Casalmaiocco p. 15, Zelo
B.p. e Borgolombardo p. 14,
medigliese p. 10, Savorelli p.
7, excelsior, Usom e valentino mazzola p. 4
Il sottopasso di Sestogallo allagato
L’intervento delle pompe
idrovore ha liberato il passaggio a giocatori, arbitro e
spettatori consentendo alle
due squadre di giocare regolarmente. La gara tuttavia
non era molto esaltante anche
per via del terreno di gioco
allentato che frenava la velocità delle azioni. Il pantigliate si mostrava guardingo in
difesa e il Borgo tentava di
punzecchiarlo con iniziative
veloci portate da Cacchione
e mantosanto. nel finale di
tempo comunque era il pantigliate ad avere la grossa opportunità di portarsi in vantaggio con un rigore a suo favore per un fallo in area su
Ciaramella. dal dischetto lo
stesso Ciaramella falliva
l’occasione facendosi ipno-
co concreto sotto rete. Soltanto all’85’ i padroni di casa avevano vinta la partita
grazie a un calcio di rigore
trasformato da marzari e decretato dall’arbitro per fallo
in area su Cingolani.
PROSSIMO TURNO
Casalmaiocco-Chieve, excelsior-pievese, Locate-Borgolombardo, medigliese-valentino mazzola, montanasovalleambrosia, pantigliateZelo B.p., rozzano-melegnano, Usom-Savorelli
tre punti che davano un
grosso sospiro di sollievo al
Borgolombardo.
D.P.
2° CATEGORIA-GIRONE Q
Duello in vetta
RISULTATI 11° G.TA
Barona-assaghese 2-0, Breraaprile 81 n.d., Città di opera-visconti 4-1, Leone XIII-vizzolo 31, metanopoli-Basiglio 1-1, milanese Corvetto-rogoredo 0-1, nuova Bolgiano-masseroni marchese
3-1, Sermazzano-Zivido 2-1
CLASSIFICA
metanopoli e visconti p. 21, Basiglio e milanese Corvetto p. 20,
Brera e aprile 81 p. 16, Barona e
rogoredo p. 15, nuova Bolgiano,
Leone XIII e Sermazzano p. 14,
vizzolo p. 12, masseroni marchese p. 11, Città di opera e Zivido p. 9, assaghese p. 7
PROSSIMO TURNO
aprile 81-milanese Corvetto, assaghese-Città di opera, BasiglioBrera, masseroni marchese-Sermazzano, rogoredo-Barona, visconti-Leone XIII, vizzolo-nuova Bolgiano, Zivido-metanopoli
PROMOZIONE-GIRONE E
I rossoblu cambiano allenatore
L’Atletico crede nei miracoli
vittoria a Calcio svanita all’89’
CALCIO-ATLETICO
S. GIULIANO 1-1
Marcatori: 32’ volpi (a),
89’ Zendrini (C).
Calcio: violini, raccagni
(55’ tessaroli), Zendrini,
Cecili (75’ Santinelli), Filippini, gavezzoli, radici,
ovena, donati, reccagni,
guariniello; all. poma.
Atletico S. Giuliano: Boninsegna (25’ nervetti),
Fondrini denis, porcari, argenti (75’ Barbaro), manzoni, Fondrini Simone, agnello (65’ veronese), torboli,
volpi, de Filippis, vignati;
all. pugliese.
Arbitro: nistor di pavia.
L’atletico S. giuliano cambia allenatore e ottiene subito un roboante pareggio
sul campo del Calcio, un
paesino in provincia di Bergamo, secondo in classifica
e con un filotto di tre vittorie consecutive nelle ultime
giornate. In settimana i sangiulianesi avevano cambiato allenatore per via delle dimissioni di roberto mambretti sottoposto a dure critiche da parte della dirigenza rossoblu dopo il pareggio
per 1-1 conseguito in casa
contro il real Qcm. Il direttore sportivo vito Cera non
ha gradito neppure il rendimento complessivo della
squadra che su dieci gare disputate ha ottenuto soltanto
17 punti, 5 vittorie, di cui
due in trasferta, e due pareggi, tenendosi lontana dal
vertice della classifica, dove svetta il gessate, obiettivo primario della società di
via toscana ad inizio di stagione. mambretti ci restava
di sasso e a metà settimana,
senza profferir parola, annunciava spontaneamente le
sue dimissioni dalla guida
della prima squadra.
al suo posto arrivava andrea migliore, tecnico valente che ha già portato la
paullese in eccellenza, dopo aver vinto il campionato
di promozione. Il nuovo mister ha seguito la partita seduto in tribuna. a guidare la
squadra dalla panchina erano il preparatore atletico aldo pugliese e il ds. vito Cera. La trasferta di Calcio era
molto difficile e riuscire a
portare via almeno un pari
era già considerato una specie di miracolo per i sostenitori rossoblu.
L’atletico però entrava in
campo per nulla intimorito
dal valore degli avversari
ma tenendosi ben stretto in
difesa.
L’inizio di gara era molto
equilibrato per l’evidente timore di prendere gol che sarebbe potuto essere fatale in
un momento in cui le due
squadre mostravano segni di
ben figurare davanti al proprio pubblico.
gara lenta e riflessiva ma la
prima azione di una certa efficacia la creava l’atletico
con un bel passaggio di de
Filippis per volpi, fermato
in angolo da una respinta super del portiere di casa. I
rossoblu insistevano in attacco riuscendo a sbloccare
il risultato al 32’ con una deviazione di testa in area di
volpi, ben servito dalla sinistra da un ottimo spunto di
porcari.
era il primo gol dell’attaccante ex Fanfulla in maglia
rossoblu. La reazione dei
padroni di casa stentava ad
arrivare per cui il primo
tempo si chiudeva con gli
ospiti in vantaggio.
nella ripresa l’atletico si
mostrava più ardimentoso
avvicinandosi al raddoppio
con de Filippis, dopo scambio con vignati: la palla veniva arpionata dall’estremo
locale non senza difficoltà.
Stessa situazione al 63’ e
questa volta era vignati a
mandare di poco sopra la
traversa un assist di de Filippis.
La gara sembrava incanalarsi verso la vittoria dell’atletico ma a pochi minuti dal termine, 89’, Zendrini
in mischia riusciva a trovare lo spiraglio giusto per
mettere la palla in rete da
pochi passi dando il pareggio alla propria squadra e
negando ai sangiulianesi la
soddisfazione di un successo fuori casa che sarebbe
stato oltremodo meritato.
D.P.
PROMOZIONE-GIRONE E
RISULTATI 12° G.TA
Calcio-atletico S. giuliano 1-1, CasalbuttanoSporting Leb 2-1, Fara
olivana-Soresinese 1-2,
gessate-paullese 1-0, Luisiana-tribiano 0-0, offanenghese-Settalese 0-0,
rc. Codogno-Calvairate
3-0, rivoltana-vignate 31. riposa real Qcm
CLASSIFICA
gessate p. 28, Calcio p.
25, Settalese p. 23, rc.
Codogno e rivoltana p.
20, Luisiana e atletico S.
giuliano p. 18, real Qcm
e Calvairate p. 16, Soresinese e paullese p. 14, tribiano p. 12, offanenghese
p. 10, vignate e Casalbuttano p. 9, Fara olivana p.
5, Sporting Linate p. 2
PROSSIMO TURNO
atletico S. giuliano-rivoltana, Calvairate-gessate, paullese-Casalbuttano,
Settalese-rc. Codogno,
Soresinese-real Qcm,
Sporting Leb-Fara olivana, tribiano-offanenghese, vignate-Luisiana. riposa Calcio.
COMPRA
VENDITA
NEGOZI
E AZIENDE
L’ECO DI MILANO E PROVINCIA
via Conte rosso, 1 - milano
tel. 02/36504509
1. Borsa
immobiliare
VENDESI
CASA IN CITTÀ
MILANO zona lambrate vendo appartamenti, di circa 60 mq. cadauno, in piccola palazzina con
giardino. tel. 02/36504509. avviso 31/14
MILANO mm3 brenta corso lodi vendo monolocale in contesto signorile con servizio di portierato ed
ascensore composto da: ingresso, soggiorno/notte, bagno, balcone, cucinotto, cantina, aria condizionata, doppi vetri, libero subito a euro 112.000,00 trattabili. tel.
339/5356888. avviso 31/14
SAN GIULIANO sesto ulteriano vendesi villa di 180 mq. giardino su 3
lati, 4 stanze da letto, due bagni,
salone, studio cucina, garage, portico e cantina. tel. 02/36504509 389/2022455. avviso 33/14
SAN GIULIANO vendiamo bilocale,
4 e ultimo piano mq. 72 doppia
esposizione, soggiorno con terrazzino, cucina abit. arredata e
balcone, camera, bagno, cantina
e box, termoautonomo, zona servitissima. Ce: C - IPe: 70,81. tel.
02/5278397. avviso 31/14
SAN DONATO vendiamo trilocale
mq. 105, 3° piano, termoautonomo,
ingresso, soggiorno, cucina abitabile, due camere, due bagni, due
balconi, box, cantina, ascensore,
buono stato, zona servitissima, libero al rogito.Ce: e - IPe: 140,52.
tel. 02/5278397. avviso 31/14
SAN DONATO vendiamo recente bilocale al 1° piano, ingresso, soggiorno e cucina a vista, bagno, camera, ripostiglio, no ascensore,
termoautonomo, ottima esposizione, eventuale box nelle vicinanze, zona servitissima, libero al
rogito. Ce: b - IPe: 47,67. tel.
02/5278397. avviso 31/14
VENDESI /
UFFICI E
CAPANNONI
SAN DONATO vendiamo/affittiamo
ASSISTENZA
DISABILI
refereNzIata,
QualIfICata
DIurNO,
NOtturNO
e Part-tIme
tel. 348/7814372
[email protected]
affari
lavoro
&
via C. rosso, 1 • 20134 milano • tel. 02/36504509 • e-mail: [email protected]
Supplemento di inserzioni gratuite del settimanale
D I
M I L A N O
uffici varie metrature, open space,
termoautonomi, ottima esposizione su ss. nuova Paullese, mm3
san Donato a 500 m. vicinanza
tangenziali, zona servitissima, liberi. tel. 02/5278397. avviso
31/14
SAN GIULIANO vendiamo capannone con 8 ribalte, area coperta mq.
730 con servizi al pt h. 8,50 m, uffici al piano primo mq. 230, area
movimentazione mq. 1200, ottimo
stato, viabilità ottima, viabilità ottima, tangenziali a 1500 m., zona
servita, costruzione del 2006, libero al rogito. Ce: f - IPe:63,39.
tel. 02/5278397. avviso 31/14
CASALMAIOCCO vendiamo/affittiamo ottimi capannoni fronte prov.
Pandina, slp mq. 2452 su pluripiano con mq. 350 uff., area esterna mq. 3600, industriale, trasformabile in commerciale. Ce: g IPe: 69,81. tel. 02/5278397. avviso 31/14
MULAZZANO vendiamo/affittiamo
ottimi capannoni fronte prov. Pandina, slp mq. 3347 di cui uffici mq.
1095 su 2 piani con showroom,
carri ponte, area esterna mq.
3600, ottime finiture, impianti a
norma, ottima viabilità, vicinanze
tem. Ce: f - IPe: 62,39. tel.
02/5278397. avviso 31/14
2. Affitto
AFFITTASI
CASA IN CITTÀ
MILANO zona lambrate affittasi 2
appartamenti di 60 mq. uso abitazione / ufficio. tel. 02/36504509.
avviso 28/14
AFFITTASI camera arredata in appartamento di prestigio a 100 m
dal capolinea mm3 san Donato
milanese. tel. 331/7186264 ore
ufficio. avviso 33/14
AFFITTASI zona sesto ulteriano san
giuliano villa arredata di 180 mq.,
a 1.500 € mensili (non trattabili),
solo a referenziati. giardino su tre
lati, 4 stanze da letto, due bagni,
salone, studio, cucina, garage, portico e cantina. tel. 02/36504509 389/2022455. avviso 30/14
VICINANZE ospedale san Donato affitto trilocale semiarredato nuovo,
barriere architettoniche abbattute.
Per maggiori informazioni telefonare al seguente numero
380/3097146. avviso 30/14
AFFITTASI
CASA VACANZA
AGRUSTOS BUDONI affittasi 2 appartamenti, 4-5 posti letto, settembre euro 250,00 a settimana, agosto euro 450,00 a settimana spese comprese. tel. 339/3507637.
avviso 23/14
BORGHETTO SANTO SPIRITO (savona) affittasi appartamento, mesi estivi e invernali, 2/4 posti letto,
con tutti i comfort, adatto anche
per persone disabili. tel.
02/90724746 - 328/1846461. avviso 33/14
SELVINO AMA (BERGAMO) affittasi nuovissimo appartamento con
giardino privato su 3 lati, 3/4 posti
letto. tel. 347/4218535. avviso 21/14
3. Domande lavoro
OPERAI
20ENNE cerca lavoro come addetto
alla sicurezza per negozi o supermercati. tel. 346/5958544. avviso
32/14
OPERAIO magazziniere carico e scarico con carroponte, imballaggi e
spedizioni, disponibilità immediata. tel. 345/3346060 - [email protected] avviso 32/14
ARTIGIANI
PARQUETTISTA esperienza ventennale in posa, lamatura e verniciatura di qualsiasi tipo di parquettes (PREVENTIVI GRATUITI), cerca lavoro in milano e dintorni. tel.
338/1271235. avviso 30/14
IMPIEGATI
E
Per la tua
pubblicità su
Chiama
02/36504509
P R O V I N C I A
te per lezioni di violino, oppure
baby sitter dalle ore 20.00, sabato e domenica. tel. 328/0948949.
avviso 26/14
IMPARTISCO lezioni di computer, Internet, posta elettronica, skype,
facebook, fotovideo, creazione di
testi e tabelle, musica e antivirus.
tel. 348/8866540 - [email protected] avviso 34/14
PUBBLICI
ESERCIZI
CUOCO diplomato cerca lavoro come cuoco e anche altro, disponibilità totale. tel. 366/1500881. avviso 29/14
ALTRO
SARTA offresi per accurati lavori di
cucito. tel. 02/9818256. avviso
26/14
4. Offerte lavoro
BABY SITTER
ASSIST. ANZIANI
PULIZIE
garanzia samsung express C
410 W a colori, wifi con micro sD
da 32 gb a euro 170,00. tel.
333/7889191. avviso 34/14
12. Abbigliamento
VENDESI pelliccia in visone, taglia
40/42 vendo a euro 400,00. tel.
02/90724746 - 328/1846461. avviso 33/14
13. Arredamento
elettrodomestici
VENDESI
VENDESI sala in legno noce con angolo bar, 4 vetrine di cristallo molato, vendo a euro 5.000,00. tel.
02/90724746 - 328/1846461. avviso 32/14
CAUSA DOPPIO REGALO vendo divano con pouf chateux d’ax modello milton in microfibra nero, mai
utilizzato, montato 01.08.14, perfetto e integro in ogni sua parte, 10
anni di garanzia, dimensioni h 38
l 218 P 100, dimensioni pouf h 42
l 75 P 55, valore divano 1.200,00
euro vendo a 800,00 euro visionabile a san giuliano milanese.
tel. 347/6799092. avviso 26/14
VENDO folletto vK 117 ottimamente
rigenerato a € 70,00. tel.
338/9413511. avviso 28/14
VENDO a prezzo modico armadio a 5
ante, h 2,83 m, l 2,59 m, P. 60 cm.
tel. 345/1514859. avviso 31/14
VENDO armadio h 2,20 m, l 2,00 m,
P 52 cm. tel. 345/1514859. avviso 31/14
VENDO comò h 90 cm, l 1,15 m, P
53 cm. tel. 345/1514859. avviso
31/14
VENDO macchina da cucire Pfaff,
mod. 216, vari matic del 1980 con
pedale perfettamente funzionante,
con mobile, sgabello porta oggetti e libretto istruzione. Prezzo ri-
chiesto euro 150,00. Per maggiori informazioni telefonare al numero 327/4538084. avviso 34/14
14. Collezioni
ACQUISTO vecchi gioccattoli e bambole. Per maggiori informazioni telefonare al numero 339/1938963.
avviso 34/14
VENDO collezione presepe Deagostini con capanna a colonne a €
500,00. Per maggiori informazioni
telefonare al numero 333/6171126
raffaele. avviso 29/14
17. Varie
VENDESI
VENDESI cyclette (tipo) bellissima
usata poco con timer elettronico,
vendo a € 30,00. Per maggiori
informazioni telefonare al numero
02/8263430. avviso 28/14
PLURILAMPADA uva, banda larga,
medicale, terapia psoriasi, reumatismi, traumi, no abbronzatura.
Per maggiori informazioni telefonare al numero 02/8263430. avviso 28/14
VENDO trasportino per gatto usato
due volte, pagato 31,00 euro vendo a 18,00 euro, regalo cesto vimini. Per maggiori informazioni telefonare al numero 339/7160008.
avviso 31/14
VENDO poggia gamebe, 3 posizioni,
nuovo a euro 18,00. Per maggiori informazioni telefonare al numero339/7160008. avviso 31/14
VENDO televisore piatto lCD seminuovo a 70,00 euro trattabili. tel.
339/7160008. avviso 31/14
VENDO pianoforte digitale roland hP
103, 88 tasti, 3 pedali, ottimo stato. Per maggiori informazioni telefonare al numero 02/5271377.
avviso 31/14
RAGAZZO 31enne zona milano con
esperienza telemarketing cerca lavoro anche come commesso. tel.
338/1412633. avviso 28/14
RAGAZZA 36enne madre lingua russa, laureata, perfetta conoscenza
lingua italiana, inglese fluente,
esamina proposte di lavoro; bella
presenza capacità di relazionarsi
con il pubblico. tel. 329/7715467
oppure 02/36504509. avviso
19/14
ASSISTENZA DISABILI referenziata, qualificata diurno, notturno e
part-time. tel. 348/7814372 - [email protected] avviso
28/14
SAN DONATO cerco badante notturna per persona semi invalida.
tel. 333/3002931 ore serali. avviso 25/14
SIGNORA cerca lavoro come badante in zona Pantigliate e dintorni. tel. 340/5190753. avviso
34/14
SIGNORA seria di 40 anni, italiana
cerca lavoro come domestica, in
zona san Donato, melegnano, milano mm gialla, anche poche ore
a settimana, stiro e pulizie presso
donne o famiglie. tel.
345/4286813. avviso 32/14
Volete comprare? Volete vendere?
Cercate lavoro?Avete bisogno di collaboratori?
BABY SITTER
ASSIST. ANZIANI
PULIZIE
INSEGNANTI
LEZIONI E
RIPETIZIONI
LEZIONI D’INGLESE per adulti e studenti a milano zona lambrate. tel.
373/8142412 - [email protected] avviso 30/14
MUSICISTA insegnante precaria, abilitata all’insegnamento del violino,
si rende disponibile per ripetizioni
di qualsiasi materia a livello delle
scuole medie, eccetto spagnolo e
francese, in qualche pomeriggio
meglio se è sabato, eventualmen-
8. Telefonia
computers
VENDO IPHONE 4S, 2 pellicole, 1
cover a 220 € trattabili. tel.
342/0033364. avviso 33/14
VENDO stampante laser nuova con
Piccola pubblicità gratuita
(riservato solo ai privati)
sCrIvere a maCChINa O stamPatellO massImO 10 ParOle
Spett. L’ECO notizie, vogliate inserire nella vostra pubblicazione:
...............................................................................................................................................
...............................................................................................................................................
!atteNzIONe! NON DImeNtICate Il NumerO DI telefONO Per Il CONtattO!
1. 4. 7. 10. 13. 16. Domanda lavoro
affitto
Negozi
sport
arredamento
amore
2.
5. 8. 11. 14. 17. Offerta lavoro
auto e moto
telefonia e computers
libri, riviste, cd e vhs
Collezioni
varie...
3. 6. 9. 12. 15. borsa immobiliare
animali
accessori infanzia
abbigliamento
regalo
- Ritagliare e spedire per posta a:
«L’Eco di Milano e provincia» - via Conte Rosso, 1 - 20134 Milano
oppure imbucare direttamente nella cassetta delle lettere della redazione
- Spedire via e-mail: [email protected]
- Spedire via SMS al numero 339/5639428