close

Enter

Log in using OpenID

Sangemini, accordo Norda sindacati per rilancio

embedDownload
Sommario Rassegna Stampa
Pagina Testata
Rubrica
Data
Titolo
Pag.
Adnkronos.com/IGN
03/03/2014
SANGEMINI: INTESA RAGGIUNTA, SALVAGUARDATA OCCUPAZIONE
2
Agenparl.it
03/03/2014
SANGEMINI: PELLEGRINI (UIL-UILA), SALVAGUARDATA
OCCUPAZIONE
3
Agricolae.eu
03/03/2014
SANGEMINI, UILA: INTESA RAGGIUNTA A TUTELA OCCUPAZIONE
4
Ansa.it
03/03/2014
SI' LAVORATORI SANGEMINI ACCORDO NORDA
5
BEVERFOOD.COM
03/03/2014
SANGEMINI: ACCORDO NORDA E SINDACATI PER IL RILANCIO
DELLACQUA SANGEMINI
6
Cisl.it
03/03/2014
AGROALIMENTARE. FAI CISL: CON L'ACQUISIZIONE DELLA
SANGEMINI IL GRUPPO NORDA SI CONSOLIDA A LIVELLO
7
Conquistedellavoro.it
03/03/2014
SANGEMINI, ACCORDO NORDA-SINDACATI PER RILANCIO
8
Geonotizie.it
03/03/2014
TERNI/ ACQUE SANGEMINI: ACCORDO RAGGIUNTO CON NORDA,
ORA VOTO AI LAVORATORI - TR
10
Ilgiornale.it
03/03/2014
SANGEMINI, ACCORDO SUL RILANCIO
11
Quotidianodellumbria.it
03/03/2014
LA SANGEMINI E' SALVA. ACCORDO FRA I SINDACATI E IL GRUPPO
NORDA
12
NORDA
Data
ADNKRONOS.COM/IGN (WEB2)
03-03-2014
Pagina
1
AKI ARABIC | AKI ENGLISH | AKI ITALIANO | SALUTE | LABITALIA | WASHINGTON CHIAMA ROMA | MUSEI ON LINE | IMMEDIAPRESS
CERCA NEL SITO CON GOOGLE
www.ecostampa.it
Foglio
NEWS DAILY LIFE REGIONI AKI ITALIANO AKI ENGLISH LAVORO SPECIALI SECONDOME MEDIACENTER TV PROMETEO LIBRO DEI FATTI IMMEDIAPRESS
DATI
POLITICHE
SINDACATO
PROFESSIONI
FORMAZIONE
WELFARE
VIDEO
AUDIO
Almanacco del giorno ­ Oroscopo ­ Meteo ­ Mobile ­ iPad ­ SMS ­ Agenda Camera
Lavoro > Sindacato > Sangemini: intesa raggiunta, salvaguardata occupazione
la newsletter di labitalia Ogni settimana le notizie nella tua mailbox. Iscriviti, è gratis Sangemini: intesa raggiunta, salvaguardata occupazione Mi piace Piace a 100.435 persone. Iscriviti per vedere cosa piace ai tuoi amici.
I PIÙ POPOLARI
ATTIVITÀ DEGLI AMICI
ultimo aggiornamento: 03 marzo, ore 16:07 Uila: "E' un ottimo accordo, che allontana il rischio fallimento". TV IGN ADNKRONOS commenta 0 vota 0 invia stampa Tweet Roma, 3 mar. (Labitalia) ­ E' stato sottoscritto nella notte di ieri, a Terni, presso la sede di Confindustria Umbria, l'accordo per l'acquisizione da parte del gruppo Norda di Sangemini Spa, Sangemini Fruit e Acque di San Francesco Goggia blu. La nuova società che farà capo a Norda si chiamerà Sangemini Acque. "E' un ottimo accordo, che allontana il rischio fallimento ­ commenta Pietro Pellegrini, segretario nazionale della Uila­Uil ­ per lo storico marchio umbro, salvaguardando al meglio l'occupazione, frutto della grande responsabilità di tutte le parti coinvolte, in primo luogo dei lavoratori interessati. In particolare, l'intesa stabilisce la riassunzione nella nuova società di 95 lavoratori a tempo indeterminato. Il piano industriale per la Sangemini Acque prevede l'ottimizzazione dello sfruttamento delle fonti al fine di recuperare la piena produttività del sito garantendo performance che favoriranno il riposizionamento dei marchi Sangemini nelle fasce alte del mercato".
"Proprio per queste ragioni e per favorire coloro che rimarranno alle dipendenze di Sangemini e Sangemini fruit, è stato innalzato il periodo di diritto di precedenza per essere assunti nella nuova società a 48 mesi. Per questi lavoratori si prevede il ricorso immediato a un periodo di cassa integrazione, oltre l'impegno ad attivare nel più breve tempo possibile la presidenza della Regione Umbria al fine di favorire tutte le politiche attive utili alla ricollocazione dei lavoratori che rimarranno in forza a Sangemini Fruit e Sangemini Spa", conclude.
dentro Lavoro
Ora anche in versione App e Ebook il Libro dei fatti 2013, il bestseller che racconta l'Italia e il Mondo Inca, il Tar del Lazio e i tempi per la cittadinanza Malattie rare, oggi premio Omar 2014 072023
DATI | POLITICHE | SINDACATO | PROFESSIONI | FORMAZIONE | WELFARE | VIDEO in evidenza Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
NORDA
Pag. 2
03-03-2014
Data
AGENPARL.IT (WEB)
Pagina
Foglio
1
www.ecostampa.it
Mappa del sito
Tu sei qui: Home
­
News
­
ECONOMIA
­
SANGEMINI: PELLEGRINI (UIL­UILA), SALVAGUARDATA OCCUPAZIONE Cerca...
Lunedì 03 Marzo 2014 12:19 SANGEMINI: PELLEGRINI (UIL­UILA), SALVAGUARDATA OCCUPAZIONE AREA RISERVATA Scritto da com/red Nome utente Dimensione carattere Stampa E­mail Password Valuta questo articolo
c d
e
f
g
Ricordami
LOGIN
(AGENPARL) ­ Roma, 03 mar ­ È stato sottoscritto nella notte di ieri, a Terni presso la sede di Confindustria San Francesco Goggia blu. La nuova società che farà capo a Norda si chiamerà Sangemini Acque. Ne dà notizia Dimenticate le credenziali?
Umbria, l’accordo per l’acquisizione da parte del gruppo Norda di Sangemini Spa, Sangemini Fruit e Acque di Get the Flash Player to see this player. Pietro Pellegrini, segretario nazionale della Uila­Uil. “È un ottimo accordo, che allontana il rischio fallimento per lo storico marchio umbro, salvaguardando al meglio l’occupazione, frutto della grande responsabilità di tutte le parti coinvolte, in primo luogo dei lavoratori interessati” spiega Pellegrini “in particolare, l’intesa stabilisce la riassunzione nella nuova società di 95 lavoratori a tempo indeterminato. Il piano industriale per la Sangemini Acque prevede l’ottimizzazione dello sfruttamento delle fonti al fine di recuperare la piena produttività del sito garantendo performance che favoriranno il riposizionamento dei marchi Sangemini nelle fasce alte del mercato. Proprio per queste ragioni e per favorire coloro che rimarranno alle dipendenze di Sangemini e Sangemini fruit, è stato innalzato il periodo di diritto di precedenza per essere assunti nella nuova società a 48 mesi. Per questi lavoratori si prevede il ricorso immediato a un periodo di cassa integrazione, oltre l’impegno ad attivare nel più breve tempo possibile la presidenza della Regione Umbria al fine di favorire tutte le politiche attive utili alla ricollocazione dei lavoratori che rimarranno in forza a Sangemini Fruit e Sangemini Spa”. Altro in questa categoria: « CISL FVG: DOMANI BONANNI A PORDENONE Pubblicato in ECONOMIA Etichettato sotto Sangemini Pietro Pellegrini Confindustria Umbria BY TAG ARTICOLI COLLEGATI (DA TAG) TERNI: CONTINUA SCIOPERO LAVORATORI SAN GEMINI 072023
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
NORDA
Pag. 3
NORDA
Pag. 4
072023
www.ecostampa.it
NORDA
Pag. 5
072023
www.ecostampa.it
NORDA
Pag. 6
072023
www.ecostampa.it
Data
03-03-2014
Pagina
CONFEDERAZIONE COS'È LA CISL Ambiente salute e sicurezza INTRANET CONTATTI FEDERAZIONI DI CATEGORIA ENGLISH Agroalimentare. Fai Cisl: con l'acquisizione della Sangemini il gruppo Norda si consolida a livello nazionale I G R A N D I T E M I ISCRIVITI STRUTTURE SUL TERRITORIO Donne giovani e immigrati Dopo una estenuante e sofferta trattativa nella serata di sabato 1° marzo è stato Fisco raggiunto l'accordo per i lavoratori della Sangemini Industria e mercato del lavoro Roma, 3 marzo 2014. "Dopo una estenuante e sofferta trattativa nella serata di sabato 1° Mezzogiorno marzo è stato raggiunto l'accordo per i lavoratori della Sangemini". Lo dichiara Gianni Pastrello della Fai Cisl nazionale. Previdenza "Con questo accordo possiamo affermare ­ spiega Pastrello ­ possiamo affermare che è nato Pubblico impiego un nuovo grande Gruppo italiano con 6 stabilimenti ben distribuiti su tutto il territorio Servizi terziario ed energia nazionale ed in possesso di prestigiosi marchi". "Nella nuova società del gruppo Norda ­ continua Pastrello ­ che si chiamerà Sangemini Sociale Acque, 95 lavoratori saranno assunti a tempo indeterminato garantendo loro i diritti acquisiti ed il mantenimento dei trattamenti retributivi precedenti, mentre per il salario variabile si dovrà, ovviamente, sottoscrivere un nuovo accordo di secondo livello. Dei rimanenti lavoratori una parte accederà alla pensione immediatamente o maturandone il diritto durante il periodo di mobilità; per gli altri è prevista l'apertura di un lungo periodo di cassa integrazione straordinaria. Prevista inoltre l'apertura della Cig per i lavoratori assunti nella nuova società quando ci sarà l'eventuale calo della produzione, per un massimo di trenta dipendenti con il meccanismo della rotazione. Concordato un percorso comune tra Gruppo Norda e Organizzazioni sindacali per costruire concrete prospettive di sviluppo occupazionale in grado di ricollocare anche gli attuali esclusi in tempi ragionevoli". Per Simone Dezi, Segretario provinciale della Fai Cisl di Terni, "è un accordo di grande valore sociale in un territorio devastato dalla crisi che ha visto impegnate al massimo tutte le Organizzazioni sindacali a tutti livelli e i lavoratori sempre presenti fino all'ultimo minuto". Dezi inoltre sottolinea come sia stato determinante, per il raggiungimento dell'accordo, anche il grande senso di responsabilità dei lavoratori della Fruit che hanno dato il loro consenso per evitare il fallimento della Sangemini. "Ora si entra a far parte di un grande gruppo imprenditoriale italiano ­ evidenzia Dario Bruschi, Segretario generale Fai Cisl Umbria ­ con delle vere prospettive per il territorio, per questo si è deciso quindi di attivare un confronto istituzionale per cercare soluzioni che diano risposte concrete a quelle persone che rimangono nel percorso ma sono fuori dalla nuova società". "Augusto Cianfoni ­ Segretario generale della Fai Cisl ­ sottolinea come il grande impegno e la partecipazione degli attivisti e dei lavoratori in questi mesi di difficile prova anche dal punto OSSERVATORI CISL di vista emotivo siano stati fondamentali per una positiva conclusione che pochi davano per probabile. Tutto ciò è stato determinato principalmente grazie alla compattezza e convinzione della nostra organizzazione sindacale che ha saputo trascinare all'impegno costruttivo Regionali del Credito l'insieme dei lavoratori". CIG e Occupazione Le parti si attiveranno già dalla prossima settimana presso la Presidenza della Regione Contrattazione di 2° Livello Umbria per dare attuazione a tutte le misure di sostegno e di promozione di nuove attività imprenditoriali. Sociale Pari opportunità 1
SISTEMA SERVIZI
CERCA
www.ecostampa.it
Foglio
LE NOTIZIE
03/03/2014 Previdenza. Cgil, Cisl, Uil chiedono incontro a Ministro Poletti Le segreterie confederali di Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto un incontro al Ministro del Lavoro per affrontare alcune fra le principali questioni inerenti il sistema pensionistico. 03/03/2014 Labor Tv. I temi del giorno Crisi, vertenza Lucchini, accordo Sangemini tra le notizie del Tg Cisl delle 17. 03/03/2014 Lavoro. Pietro Ichino e Giuliano Cazzola domani sul quotidiano della Cisl parlano di debito pubblico e reperibilità delle risorse Verrà pubblicata domani su "Conquiste del Lavoro" l'intervista al giuslavorista che fa il punto sulle possibili coperture economiche dei provvedimenti annunciati dal premier Renzi. Critico nei confronti del premier l'esperto di lavoro, Cazzola. 03/03/2014 Banche. Fiba Cisl: "Un nuovo modello di banca è la risposta giusta alla crisi Le altre notizie Ufficio stampa Fai Cisl Violenza A R C H I V I O L'anno Sindacale In primo piano Eventi Studi e Ricerche Archivio Storico Cisl Biblioteca confederale 072023
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
NORDA
Pag. 7
Data
Foglio
03-03-2014
Pagina
1/2
Newsletter Chi siamo Registrazione INFO RSS CERCA
www.ecostampa.it
CONQUISTEDELLAVORO.IT(WEB)
Sindacato Politica Diritto & Rovescio EconoMia Italia Mondo Idee Formazione Giurisprudenza Vademecum Documenti Home Archivio notizie 2014 Marzo Sangemini, accordo Norda­sindacati per rilancio Sangemini, accordo Norda­
sindacati per rilancio DIRETTA
Un problema imprevisto ha impedito il caricamento del video. ALIMENTARE di Rodolfo Ricci I N B R E V E D A L S I T O C I S L Sangemini, è accordo Norda­sindacati per il rilancio. Infatti è stato siglato nella tarda serata di ieri, nella sede di Confindustria Terni, l'accordo tra il gruppo Norda e Cgil, Cisl, Uil e Ugl per il piano di rilancio della società delle acque minerali Sangemini. Saranno 95, sul totale dei 106 attuali, i lavoratori che verranno riassorbiti a tempo indeterminato dalla nuova proprietà, con contratti a tempo indeterminato. Rimane esclusa dal piano l'attuale dirigenza, mentre per le restanti unità di dipendenti (6 o 7) dovrebbe essere avviata la mobilità, in vista della pensione. Per una parte dei lavoratori riassorbiti (circa una trentina) si profilerebbe inoltre il ricorso alla cassa integrazione. L'accordo, raggiunto dopo una lunga trattativa, è stato possibile anche grazie alla disponibilità dei 23 lavoratori della Sangemini Fruit (il ramo d'azienda specializzato nella produzione di succhi di frutta), da mesi in cassa integrazione senza percepire le relative indennità, a rinunciare a rientrare nel piano. Positivi tutti i commenti sindacali. "Augusto Cianfoni ­ segretario generale della Fai Cisl ­ sottolinea come il grande impegno e la partecipazione degli attivisti e dei lavoratori in questi mesi di difficile prova anche dal punto di vista emotivo siano stati fondamentali per una positiva conclusione che pochi davano per probabile. Tutto ciò è stato determinato principalmente grazie alla compattezza e convinzione della nostra organizzazione sindacale che ha saputo trascinare all'impegno costruttivo l'insieme dei lavoratori". Le parti si attiveranno già dalla prossima settimana presso la Presidenza della Regione Umbria per dare attuazione a tutte le misure di sostegno e di promozione di nuove attività imprenditoriali. Anche il coordinatore nazionale della Fai Cisl, Gianni Pastrello,."dopo una estenuante e sofferta trattativa nella serata di sabato 1° marzo è stato raggiunto l'accordo per i lavoratori della Sangemini". "Con questo accordo possiamo affermare ­ spiega Pastrello ­ possiamo affermare che è nato un nuovo grande Gruppo italiano con 6 stabilimenti ben distribuiti su tutto il territorio nazionale ed in possesso di prestigiosi marchi". "Nella nuova società del gruppo Norda ­ continua Pastrello ­ che si chiamerà Sangemini Acque, 95 lavoratori saranno assunti a tempo indeterminato garantendo loro i diritti acquisiti ed il mantenimento dei trattamenti retributivi precedenti, mentre per il salario variabile si dovrà, ovviamente, sottoscrivere un nuovo accordo di secondo livello. Dei rimanenti lavoratori una parte accederà alla pensione immediatamente o maturandone il diritto durante il periodo di mobilità; per gli altri è prevista l'apertura di un lungo periodo di cassa integrazione straordinaria. Prevista inoltre l'apertura della Cig per i lavoratori assunti nella nuova società quando ci sarà l'eventuale calo della produzione, per un massimo di trenta dipendenti con il meccanismo della rotazione. Concordato un percorso comune tra Gruppo Norda e Organizzazioni sindacali per costruire concrete prospettive di sviluppo occupazionale in grado di ricollocare anche gli attuali esclusi in tempi ragionevoli". Per La Fai siamo di fronte ad un successo: "L'azienda aveva proposto di investire 10 milioni di euro per nuove linee di produzione. Noi abbiamo proposto un metodo innovativo. Prima di tutto non si è partiti più dalla definizione dei tagli ma si è detto di spendere di meno e di investire in produttività dei lavoratori. Salvando l'occupazione e ottenendo una produzione maggiore a parità di linee. Per Sangemini Fruit si è parlato intanto di Cig, e di puntare su nuovi prodotti innovativi (biologoco). Labor Tv. I temi del giorno Crisi, vertenza Lucchini, accordo Sangemini tra le notizie del Tg Cisl delle 17. lun, 03 mar 2014 Previdenza. Cgil, Cisl, Uil chiedono incontro a Ministro Poletti Le segreterie confederali di Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto un incontro al Ministro del Lavoro per affrontare alcune fra le principali questioni inerenti il sistema pensionistico. lun, 03 mar 2014 Banche. Fiba Cisl: "Un nuovo modello di banca è la risposta giusta alla crisi del settore" "il nostro contributo alla crisi del Paese"sottolinea il segretario generale della Fiba Cisl,Giulio Romani ribadendo la necessità di "cercare nuove soluzioni che non possono essere ancora la riduzione del salario e il taglio dei posti di lavoro". lun, 03 mar 2014 Agroalimentare. Fai Cisl: con l'acquisizione della Sangemini il gruppo Norda si consolida a livello nazionale Dopo una estenuante e sofferta trattativa nella serata di sabato 1° marzo è stato raggiunto l'accordo per i lavoratori della Sangemini lun, 03 mar 2014 Metalmeccanici. Vertenza Lucchini. Fim Cisl: "Fare presto, chiarire i punti e coinvolgere tutti gli attori" Non più sostenibile la situazione in cui versa la siderurgia a Piombino. Giovedi Fim Fiom e Uilm convocate al Ministero dello Sviluppo economico. 072023
Per Simone Dezi, segretario provinciale della Fai Cisl di Terni, "è un accordo di grande lun, 03 mar 2014 Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
NORDA
Pag. 8
03-03-2014
Data
CONQUISTEDELLAVORO.IT(WEB)
Pagina
valore sociale in un territorio devastato dalla crisi che ha visto impegnate al massimo tutte le Organizzazioni sindacali a tutti livelli e i lavoratori sempre presenti fino all'ultimo minuto".Dezi inoltre sottolinea come sia stato determinante, per il raggiungimento dell'accordo, anche il grande senso di responsabilità dei lavoratori della Fruit che hanno dato il loro consenso per evitare il fallimento della Sangemini. "Ora si entra a far parte di un grande gruppo imprenditoriale italiano ­ evidenzia Dario Bruschi, segretario generale Fai Cisl Umbria ­ con delle vere prospettive per il territorio, per questo si è deciso quindi di attivare un confronto istituzionale per cercare soluzioni che diano risposte concrete a quelle persone che rimangono nel percorso ma sono fuori dalla nuova società". 2/2
lun, 03 mar 2014 Lombardia. Expo. Cisl: "Positivo impegno del governo, ma ora subito un patto per il lavoro" E' quanto ha dichairato il Segretario della Cisl di Milano In riferimento alla visita del governo per fare il punto su Expo, " Il tempo stringe. Flessibilita' straordinaria per due anni". www.ecostampa.it
Foglio
lun, 03 mar 2014 Sicilia. Formazione, parte il censimento per l'esodo In generale, per i lavoratori che resteranno al di fuori della newco, spiega il comunicato, "è prevista l'apertura della cassa integrazione. Sono anche previsti percorsi di accompagnamento alla pensione per quei soggetti che potranno maturare il diritto tramite la mobilità. L'accordo prevede anche l'apertura della cassa integrazione per i lavoratori assunti nella newco, per un massimo di trenta dipendenti con il meccanismo della rotazione. Per quanto riguarda il trattamento economico, per i 95 assunti verranno garantiti i diritti acquisiti e il mantenimento del ccnl dell'industria alimentare, mentre per il salario variabile si dovrà sottoscrivere un nuovo accordo di secondo livello. Tutto il personale che resterà in capo alla procedura, avrà un diritto precedenza alla riassunzione nella newco per un periodo di 48 mesi, qualora se ne creassero le condizioni economiche e produttive". L'assessorato regionale alla Formazione ha dato il via, pubblicando la modulistica nel proprio sito, al "monitoraggio chiesto dalla Cisl fin dal 2011" per il pensionamento anticipato e incentivato dei lavoratori. Le altre notizie Inoltre ­ aggiungono sindacati ­ verranno messe in campo tutte le soluzioni di politiche attive del lavoro volte alla riqualificazione del personale in capo alla procedura. Una particolare attenzione è stata rivolta alla vicenda Sangemini Fruit, con l'impegno formale di Massimo Pessina a promuovere quanto prima un incontro con la Presidente della Regione e con gli assessori competenti, al fine di individuare congiuntamente un percorso condiviso, volto a traguardare una soluzione definitiva per i 23 lavoratori della Fruit, che in questo momento restano al di fuori del perimetro della newco. l'accordo verrà sottoposto al voto dei lavoratori. Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil danno un giudizio comunque positivo dell'accordo nel suo complesso, anche se resta ancora da definire il percorso per tutti lavoratori che non verranno riassunti, e per questo sollecitano fina da ora un confronto con le istituzioni al fine di seguire passo passo tutte le fasi successive all'approvazione dell'accordo da parte dell'assemblea dei lavoratori. Focus (3 marzo 2014) vai all'archivio notizie di Marzo Punto di contatto AUDIO. Pastrello (Fai): soddisfazione per intesa stampa paginainviainizio pagina
072023
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
NORDA
Pag. 9
Data
03-03-2014
Pagina
Cerca Notizie Terni
Home
Aggiungi Feed
Terni
Indietro: Terni Info
1
Link Esterni in Nuova Finestra? c
d
e
f
g
Cerca
www.ecostampa.it
Foglio
TERNI/ ACQUE SANGEMINI: ACCORDO RAGGIUNTO CON NORDA, ORA VOTO AI LAVORATORI Acquasparta Allerona Alviano Amelia Arrone Attigliano Avigliano Umbro Baschi Castel Giorgio Castel Viscardo Fabro Ferentillo Ficulle Giove Guardea Lugnano in Teverina Montecastrilli Montecchio Montefranco Montegabbione Narni Orvieto Otricoli Parrano Penna in Teverina Polino Porano San Gemini San Venanzo Stroncone Terni Raggiunto e sottoscritto l'accordo sindacale tra il Gruppo Sangemini, Norda Spa e le Organizzazioni Sindacali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil. Dopo oltre dodici ore di trattativa presso la sede di Confindustria Terni, si è giunti ad un accordo che prevede la riassunzione di 95 dipendenti con contratto a tempo indeterminato nella nuova […] ..continua Tags: lavoratori, voto, norda, raggiunto, accordo, sangemini Fonte: www.ternimagazine.it 072023
Notizia aggiunta il 03­03­2014 Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
NORDA
Pag. 10
Data
03-03-2014
Pagina
1
www.ecostampa.it
Foglio
economia
Home
Interni
Condividi:
Esteri
Cronache
Blog
Economia
Sport
Cultura
Tech
Milano
Motori
Casa
Speciali
Sangemini, accordo sul rilancio
Commenti:
0 Redazione ­ Lun, 03/03/2014 ­ 07:36 Siglato nella tarda serata di sabato, nella sede di Confindustria Terni, l'accordo tra il gruppo Norda e Cgil, Cisl, Uil e Ugl per il piano di rilancio della società delle acque minerali Sangemini. Saranno 95, sul totale dei 106 attuali, i lavoratori che verranno riassorbiti dalla nuova proprietà, con contratti a tempo indeterminato. Rimane esclusa dal piano l'attuale dirigenza, mentre per le restanti unità di dipendenti ﴾6 o 7﴿ dovrebbe essere avviata la mobilità, in vista della pensione. Per una parte dei lavoratori riassorbiti ﴾circa una trentina﴿ si profilerebbe, inoltre, il ricorso alla cassa integrazione. L'accordo, raggiunto dopo una lunga trattativa, è stato possibile anche grazie alla disponibilità dei 23 lavoratori della Sangemini Fruit ﴾il ramo d'azienda specializzato nella produzione di succhi di frutta﴿, da mesi in cassa integrazione senza percepire le relative indennità, a rinunciare a rientrare nel piano. Il segretario provinciale della Cgil, Attilio Romanelli, evidenzia che l'accordo «ha permesso di evitare il fallimento della Sangemini». e che questo «è stato favorito dall'atteggiamento responsabile dei lavoratori della Fruit spa che hanno consentito nell'interesse generale del gruppo di concludere l'operazione».
ANNUNCI GOOGLE
Inserisci le chiavi di ricerca
Cerca Info e Login
login
registrazione
edicola
Annunci Google
ALTRI ARTICOLI
Il Milan spaventa la Signora ma si prende due schiaffi SOSTIENI IL TUO Poli doma Pirlo poi esce in barella Il miglior Pazzo REPORTAGE Tevez capocannoniere Llorente regale Pogba non vola maiPAGELLE JUVENTUS €1,346 Raccolti su €2,000 34 Il calcio dei bulli si prende a calci: pugni, testate, insulti Sostenitori Sostieni
Editoriali
La terza gamba e la patta chiusa
di Alessandro Sallusti Solo un deficiente potrebbe vanificare il grande credito ottenuto in ampie fasce degli elettori mettendosi in mano a una pattuglia di estremisti traditori, perdenti e frustrati
072023
Cucù
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
NORDA
Pag. 11
03-03-2014
Data
QUOTIDIANODELLUMBRIA.IT (WEB)
Pagina
1/2
www.ecostampa.it
Foglio
l u n e d ì , 0 3 m a r z o 2 0 1 4 o r e 1 7 : 0 5 Entra
Registrati
La “Sangemini
HOME Politica Opinioni Perugia Assisi Economia e Finanza Bastia Foligno Umbria Spoleto Cronaca Castello Cultura Scienza e Salute Trasimeno Gubbio Todi Motori Terni Meteo Orvieto Curiosando Eventi Speciali
Contatti
Home La “Sangemini” è salva. Accordo fra i sindacati e il Gruppo Norda Lun, 03/03/2014 ­ 1 5 : 2 4
Grazie al generoso sacrificio dei dipendenti della “Fruit” che perdono il lavoro Fra Sindacati dei Lavoratori e il Gruppo Norda è stato sottosc ritto l’accordo che ratifica, di fatto, il passaggio della Sangemini, escludendovi l’attuale dirigenza dello stabilimento e gli addetti della Fruit (che cessa l’attività) , i quali hanno dato il loro “placet” all’intesa, scongiurando il fallimento della Sangemini. Da sottolineare il forte sacrificio del personale della Fruit che pur perdendo il posto di lavoro hanno permesso di portare a compimento l’accordo. La nuova società che nasce da questo accordo si chiamerà ‘Sangemini acque’ e assumerà a tempo indeterminato 95 lavoratori (anche se una trentina, a rotazione, resteranno a casa, in cassa integrazione, per i prossimi anni) delle attuali 106 unità.. Sono quindi 34 gli addetti (oltre ai manager ed ai capi area del commerciale) che la ‘Sangemini acque’ non prenderà in carico e tutti – per cinque o sei di loro matureranno, nei prossimi due anni, le condizioni per il pensionamento – verranno scaricati sul sistema degli ammortizzatori sociali. Per il segretario della Cgil di Terni, Attilio Romanelli, «l’accordo tra Norda e organizzazioni sindacali, che ha permesso di evitare il fallimento della Sangemini, è stato favorito dall’atteggiamento responsabile dei lavoratori della Fruit, che hanno consentito nell’interesse generale del gruppo concludere l’operazione». Adesso, però, dice Romanelli, «la Norda e le istituzioni umbre dovranno impegnarsi nel trovare soluzioni che diano valore a questo comportamento, avendo la consapevolezza che non saranno sufficienti le sole parole di ringraziamento, ma saranno 072023
necessari fatti concreti per consentire agli stessi guardare al proprio futuro con speranza e fiducia». Il sindaco di San Gemini Leonardo Grimani si è dichiarato “«solo parzialmente soddisfatto, perché – ha detto ­ se mi sento Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
NORDA
Pag. 12
Data
QUOTIDIANODELLUMBRIA.IT (WEB)
03-03-2014
Pagina
Foglio
2/2
www.ecostampa.it
sollevato per la positiva conclusione di una vertenza che ci aveva tenuto tutti in grande apprensione sono sinceramente addolorato per la parte che riguarda la Fruit e, soprattutto, per i lavoratori interessati». La Regione Molto importante, secondo Leonardo Grimani, «potrebbe rivelarsi il confronto con la Regione, che chiederemo si possa svolgere in tempo rapidissimi, nel quale mettere a punto tutte le strategie finalizzate a dare speranze concrete proprio a quei lavoratori della Fruit che, messi di fronte ad una scelta drammatica, hanno dimostrato un senso di responsabilità del quale tutti dobbiamo esser loro grati». Il risultato Quello che è stato ottenuto, per il sindaco di San Gemini, «è probabilmente, tenendo presente quali erano i termini di partenza della trattativa (Norda aveva proposto 50 assunzioni a tempo indeterminato e 20 ‘stagionali’; ndr), il miglior risultato possibile, ma è chiaro che adesso dovremo, tutti, contribuire a riempire di contenuti questo accordo e gestire con attenzione tutte le implicazioni che comporta». Bookmark/Search this post with Login o r e g i s t r a t i per inviare commenti Quotidianodellumbria
Mi piace 1.978
© Copyright IC InternationalCommunication srl. Realizzazione portale Globalcommunication w w w . g c­globalcommunication.it. licenza editoriale Globalproject srl ­ partita iva 02109170544 072023
Iscrizione Registro Operatori Comunicazione n14188. Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
NORDA
Pag. 13
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
3
File Size
1 445 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content