PDF - W le mamme

Prot. n. 9
Cari colleghi Fimmg-CA,
avendo ricevuto notizia che i NAS, ( corpo speciale dei
CC) hanno espletato visite ispettive presso alcune sedi di C.A. < che gli stessi
carabinieri hanno proceduto, acquisendo notizie dalla Direzione dell’ASP, e quale
conseguenza, pare, si siano determinati contro la stessa, tanto da, conseguirne la
chiusura di alcune sedi di C.A.> ho ritenuto opportuno, doveroso, anzi necessario
conferire con i dirigenti dei NAS, previo giusto appuntamento.
Al fine di ribadire:
1)
che codesto sindacato, maggiormente rappresentativo, non ritiene giusto che le
suddette visite ispettive vengano artatamente utilizzate quale mezzo, al fine di
sopprimere postazioni di C.A.; posto quanto ben precisa il PdR:
a) il servizio di C.A. è contemplato nei LEA;
b) il suddetto servizio DEVE essere distribuito capillarmente sul territorio;
c) l’aspetto orogeografico è tale, che non consente riduzioni di numero, e tanto
altro ampiamente rappresentato nel documento già inoltrato presso gli Organi
preposti, < Struttura Commissariale … III Commissione Sanità … Dirigente
Generale Regione Calabria settore AREA LEA … Dirigenti Generali ASP, etc..
2)
di non dover e poter essere particolarmente fiscali verso un Servizio facente
parte dei LEA, peraltro, lo stesso metro di giudizio Deve essere utilizzato nei
confronti di Tutti gli altri Servizi, a maggior ragione se meno importanti!
3)
Di concedere il GIUSTO tempo all’Azienda per sistemare le carenze rilevate,
poiché spesso, all’uopo deve interloquire con i Comuni sede di C.A. di interesse,
laddove necessario;
4)
Che siamo fortemente contrari ad eventuali notifiche presso l’Ufficio di
Procura e/o querele o altro ancora, dove in fase iniziale è certamente sufficiente un
semplice richiamo; peraltro l’Azienda è già fornita dei suoi Uffici Ispettivi!
L’Azienda, è la nostra Azienda e lo vogliamo o meno NOI siamo parte di Essa!
La FIMMG, anche in persona del segretario generale Dott. De Nardo Gennaro,
esprime piena solidarietà nei confronti dei medici di C.A. che non hanno preso posto
nelle sedi giustamente assegnate. Sembra ciò sia dovuto a forze sindacali minoritarie
ed a qualche personaggio che cerca di imporsi attraverso personalismi che cozzano
con le finalità espresse dai numerosi medici-oggetto.
Abbiamo ottenuto assicurazioni verbali ad opera dei vertici dei NAS, che per il
momento non agiranno con forza, bensì attenderanno la sistemazione delle carenze
già evidenziate.
Chi ha denunciato e perché? Con ciò cosa spera di ottenere?
E, dopo le giuste assunzioni a tempo indeterminato di ben 32 colleghi, il cui iter
procedurale si è quasi completamente definito, chiediamoci, quale utilità e nei
confronti di chi, le numerose denunce, peraltro, < da noi verso noi stessi medici? >
E’ possibile progredire e migliorare il nostro status, esclusivamente, attraverso
l’unità, l’unità vera, ma, vi è forse un promotore, un generatore unico per le denunce,
per le notevoli denunce e chi potrebbe essere? Possono gli stessi colleghi individuare
una persona o più, capace/i di cotanta arroganza contro appartenenti alla medesima
categoria?
Il Sindacato espleterà fattivamente ogni forma di contrasto, tendente ad evitare, tale
inutile lotta intestina.
Le azioni legali, <multiple, ad opera di colleghi e/o di altro/i sindacato/i sia
direttamente che attraverso eventuali iscritti,> poste in essere contro alcuni medici e
verso le UCCP, tendenti a delegittimare lo stesso referente del/i progetto/i nonché
il/i coordinatore/i , oltre ad essere sterili ed inutili determinano un grave danno, sia
economico per gli interessati, che d’immagine a carico di tutta la categoria medica,
tendente inoltre a delegittimare la stessa Direzione Aziendale, posto l’impegno già
assunto, non da meno, in tali azioni si evidenzia, l’inosservanza delle norme
deontologiche di cui l’Ordine Dovrà inevitabilmente farsi carico..
Già poste in essere azioni a tutela degli iscritti FIMMG-CA ricadenti tra i medici
assegnatari di incarico di C.A. a tempo indeterminato nello scorso mese di novembre
2013. Alla spett. le Direzione Aziendale, abbiamo sindacalmente chiesto di
proseguire nell’iter per l’assegnazione degli incarichi di C.A. a tempo indeterminato.
La medicina territoriale può divenire Efficiente, ed Efficace solo attraverso il
giusto e Dovuto rispetto delle norme e di conseguenza, idonea a far contenere le
spese entro limiti accettabili, talché consente di pervenire alla massima Economicità
possibile.
Un caro saluto. Segretario provinciale fimmg-ca
Dott. Francesco Salimonti.
Catanzaro 18 febbraio 2014.
F.I.M.M.G. Sez. di Catanzaro – Via L. Settembrini n. 8 – 88100 Catanzaro – 0961741107 – Fax 0961741622
E-Mail: fi[email protected] – Sito: www.fimmgcatanzaro.it