close

Enter

Log in using OpenID

Le tre ghinee

embedDownload
SPEDIZIONE FOTOGRAFICA AL KANCHENJUNGA (8.598 mt) AUTUNNO 2015 Sullo sfondo: Kanchenjunga (a sinistra) e Jannu (al centro) visQ dalla cresta Nord-­‐Est dell’Everest UNA FORMIDABILE AVVENTURA Per l’autunno del 2015 TaverViaggi e Marco Bianchi sono lieQ di offrire un progeYo esclusivo, rivolto a viaggiatori che desiderano coniugare una spedizione fotografica con un trekking appassionante in una delle regioni più remote e selvagge dell’Himalaya. Questo viaggio, dedicato alla fotografia in montagna, sarà guidato da Marco Bianchi, alpinista estremo con all’abvo la scalata di 7 dei 14 OYomila (tra cui Everest e K2) e fotografo professionista. Il gruppo sarà composto da un numero minimo di 7 partecipanQ, appassionaQ di montagna e di fotografia, ai quali viene richiesta un’obma forma fisica e un grande spirito di adaYamento. Il Kanchenjunga (8.598 mt), terza veYa più alta del mondo, si trova nel Nepal Orientale, al confine con l’India, all’interno di una vasta area proteYa di limitato accesso in cui vivono ancora gli ulQmi leopardi delle nevi. Questo lungo e arQcolato iQnerario permeYe di raggiungere sia il versante seYentrionale (Pangpema) sia il versante meridionale (Yalung) del Kanchenjunga, proponendosi perciò come un’esplorazione fotografica molto completa di questo isolato e selvaggio massiccio himalayano. Viene quindi offerta la possibilità di fotografare numerose altre cime himalayane di non minore bellezza, tra cui lo speYacolare Jannu (7.710 mt), nonché di cogliere immagini di stupa e monasteri buddisQ nei villaggi in alta quota. Gli scenari naturali, la suggesQone di un gruppo montuoso himalayano tra i più grandiosi e colossali, la possibilità di fotografare contando su un capospedizione di ventennale esperienza e su una collaudata organizzazione logisQca (ogni partecipante disporrà di 2 portatori personali per il trasporto dell’aYrezzatura fotografica) rendono questo iQnerario un’avventura unica nel suo genere. KANCHENJUNGA FOTOGRAFICO: UN PROGETTO ESCLUSIVO In lingua Qbetana, “Kanchenjunga” significa “ i cinque forzieri della grande neve”, nome che evoca ciò che ci si deve aYendere nel visitare questa regione del Nepal. Alto 8.598 metri, il Kanchenjunga è la terza montagna del mondo e segna il confine orientale del Nepal con lo Stato indiano del Sikkim. L’area proteYa (ConservaQon Area) in cui è situato si estende oltre confine fino in Sikkim e in Tibet, e racchiude zone selvagge, disabitate e incontaminate. In questo territorio vive il leopardo delle nevi, un felino rarissimo, oltre ad altri animali proteb tra cui l’Orso Nero Himalayano e il macaco dell’Assam. Questo viaggio è per chi ama l’avventura autenQca nella wilderness più selvaggia. La lontananza dal mondo organizzato, i senQeri impervi, la scarsa popolazione che vive in quest’area lo rendono un’esperienza impegnaQva ma indimenQcabile. Lungo il cammino verso i Campi Base del Kanchenjunga incontreremo cascate suggesQve, una vegetazione rigogliosissima e migliaia di specie vegetali. La lenta salita che conduce a Gunsha ci regalerà le prime immagini della maestosa parete nord del Kanchenjunga, quindi, a Pangpema, raggiungeremo il Campo Base seYentrionale. Nella seconda parte del trekking si raggiungerà il Campo Base sud-­‐
occidentale. Per accedere a questo territorio è necessario uno speciale permesso del governo nepalese, che intende proteggere quest’area con una poliQca di limitazione degli accessi. Non esistono struYure di accoglienza, perciò vi si può permanere soltanto pernoYando in tenda. Lungo il trekking, percorreremo senQeri uQlizzaQ quasi esclusivamente dalla popolazione locale: pochissimi sono, infab, i trekkers che si avventurano in quest’area del Nepal Orientale. Oltre alla visione del colossale gruppo del Kanchenjunga, in questa regione, soYoposta a intensa stagione monsonica, si concentrano le più fiYe foreste di rododendri di tuYo il Nepal e oltre 2.000 specie di fiori. I villaggi, remoQ ma accoglienQ verso i viaggiatori, più isolaQ e per questo più autenQci, conservano una forte idenQtà e un saldo legame con la cultura tradizionale. CHI È MARCO BIANCHI Campo base Sud dell’Annapurna I In veYa all’Everest Marco Bianchi è nato a Milano nel 1962. Negli anni OYanta ha scalato sulle Alpi le principali vie classiche e nel 1991 ha effeYuato la sua prima spedizione extraeuropea salendo l’Aconcagua, la veYa più alta del conQnente americano (6.959 mt). Dal 1992, in soli cinque anni, ha compiuto nelle catene dell’Himalaya e del Karakorum l’ascensione di seYe dei quaYordici OYomila: Manaslu, Broad Peak, Cho Oyu, Shisha Pangma, Dhaulagiri, Everest e K2, senza ausilio di ossigeno né di portatori d’alta quota. Nel 1995, dopo la scalata dell’Everest, gli sono state aYribuite la Targa e la Medaglia d’argento del Premio nazionale la TorreYa per lo sport. Nel 1997 è stato nominato membro del Club Alpino Accademico Italiano e, nel 1999, gli è stata conferita la Benemerenza civica del Comune di Milano (Ambrogino d’Oro). Dal 1993 ha tenuto in tuYa Italia conferenze con proiezione di diaposiQve riguardanQ il mondo degli OYomila e la catena dell’Himalaya. Come fotografo professionista, dal 1996 ha realizzato per numerosi periodici servizi fotografici sulla montagna, la natura, i viaggi e il mondo animale. Nel 1998 ha pubblicato per la casa editrice Vivalda il suo primo libro, Montagne con la Ve,a, che narra le esperienze vissute sugli OYomila. In seguito, per la casa editrice Mondadori, ha pubblicato quaYro volumi fotografici: Omaggio alle Alpi (2001), Gli O,omila (2002), Sulle Ve,e delle Alpi (2004) e Tra Cielo e Terra (2005). QuesQ libri sono staQ anche pubblicaQ all’estero in lingua tedesca, francese, spagnola e polacca. In Francia “Gli OYomila” è stato pubblicato nel 2003 e nel 2009 (seconda edizione) dalla presQgiosa NaQonal Geographic Society con il Qtolo La magie des huit mille. Dal 2001 il suo amore per la fotografia lo ha portato ad avvicinarsi sempre più alla tecnica tradizionale in bianco e nero e, dopo un corso presso la scuola John Kaverdash di Milano, nel 2005 e nel 2008 ha seguito i workshop tenuQ in California da John Sexton, uno dei più grandi fotografi contemporanei, nonché allievo e assistente di Ansel Adams. Oggi Marco Bianchi si dedica in modo esclusivo alla fotografia in bianco e nero ai sali d’argento. Le sue fotografie sono scaYate con una Linhof Master Tecnika 4x5’’. TuYe le fasi del processo che genera le sue stampe, dallo sviluppo e dalla stampa del negaQvo fino al montaggio della stampa finita e alla realizzazione del passepartout, vengono eseguite personalmente nel suo laboratorio. Nella primavera 2014 ha effeYuato una spedizione fotografica alla Parete Sud dell’Annapurna I (8.091 mt). Nel novembre 2014 è prevista una spedizione fotografica al versante nepalese dell’Everest (8.848 mt). www.marcobianchifotografo.com ITINERARIO E DATE -­‐ pagina 1 -­‐ Day Date Day 01 20.09.2015 Day 02 Ac)vity Lodging Al)tude Remarks Arrival in Kathmandu and transfer to hotel Hotel 1.350 mt Hotel 21.09.2015 Briefing, special restricted area permit issue and preparaQon day for Kanchenjunga trek Hotel 1.350 mt Hotel Day 03 22.09.2015 Visit of Kathmandu (Swayanbunath in the morning, PashupaQnath in the arernoon) Hotel 1.350 mt Hotel Day 04 23.09.2015 Visit of Kathmandu (Bagdapur in the morning, Bodnath in the arernoon) Hotel 1.350 mt Hotel Day 05 24.09.2015 Early morning flight to Bhadrapur and drive to Phidim lodge/camp 1.038 mt TD:01 Day 06 25.09.2015 Drive to Suketar lodge/camp 2.420 mt TD:02 RD: 01 Day 07 26.09.2015 Trek to Mitlung camp 890 mt TD:03 RD: 02 Day 08 27.09.2015 Trek to Chirwa camp 1.185 mt TD:04 RD: 03 Day 09 28.09.2015 Trek to Sekathum camp 1.650 mt TD:05 RD: 04 Day 10 29.09.2015 Trek to Amjilasa camp 2.498 mt TD:06 RD: 05 Day 11 30.09.2015 Trek to Gyabla camp 2.725 mt TD:07 RD: 06 Day 12 01.10.2015 Trek to Ghunsa camp 3.415 mt TD:08 RD: 07 Day 13 02.10.2015 Rest and hike around for AMS (acute mountain sickness) camp 3.415 mt TD:09 RD: 08 Day 14 03.10.2015 Trek to Khangpachen camp 4.145 mt TD:10 RD: 09 Day 15 04.10.2015 Day around Khangpachen (Khumbhakarna Glacier) for Jannu photographs camp 4.145 mt TD:11 RD: 10 Day 16 05.10.2015 Second day around Khangpachen (Khumbhakarna Glacier) for Jannu photographs camp 4.145 mt TD:12 RD: 11 Day 17 06.10.2015 Trek to Lhonak camp 4.792 mt TD:13 RD: 12 Day 18 07.10.2015 Day around Lhonak for photography camp 4.792 mt TD:14 RD: 13 Day 19 08.10.2015 Trek to Pangpema (North Base Camp of Kanchenjunga) camp 5.140 mt TD:15 RD: 14 Day 20 09.10.2015 Pangpema: exploraQon and photography camp 5.140 mt TD:16 RD: 15 Day 21 10.10.2015 Pangpema: exploraQon and photography camp 5.140 mt TD:17 RD: 16 Day 22 11.10.2015 Pangpema: exploraQon and photography camp 5.140 mt TD:18 RD: 17 Day 23 12.10.2015 Pangpema: exploraQon and photography camp 5.140 mt TD:19 RD: 18 Day 24 13.10.2015 Descend trek to Khangpachen camp 4.145 mt TD:20 RD: 19 ITINERARIO E DATE -­‐ pagina 2 -­‐ Day Date Day 25 14.10.2015 Day 26 Ac)vity Lodging Al)tude Remarks Trek to Ghunsa camp 3.415 mt TD:21 RD: 20 15.10.2015 Trek to Mirgin La (Selele) camp 4.500 mt TD:22 RD: 21 Day 27 16.10.2015 Trek to Cheram through Mirgin La (4645 mt.) camp 3.868 mt TD:23 RD: 22 Day 28 17.10.2015 Trek to Ramche camp 4.610 mt TD:24 RD: 23 Day 29 18.10.2015 Trek to Oktang camp 4.740 mt TD:25 RD: 24 Day 30 19.10.2015 Trek to Yalung (South-­‐West Base Camp of Kanchenjunga). Note: this is the camp 4.840 mt TD:26 RD: 25 Day 31 20.10.2015 Base Camp of South-­‐West face of Kanchenjunga camp 4.840 mt TD:27 RD: 26 Day 32 21.10.2015 Base Camp of South-­‐West face of Kanchenjunga camp 4.840 mt TD:28 RD: 27 Day 33 22.10.2015 Trek to Yalung camp 3.900 mt TD:29 RD: 28 Day 34 23.10.2015 Trek to Tortong camp 2.980 mt TD:30 RD: 29 Day 35 24.10.2015 Trek to Amji Khola camp 2.000 mt TD:31 RD:30 Day 36 25.10.2015 Trek to Mamangkhe camp 1.786 mt TD:32 RD:31 Day 37 26.10.2015 Trek to Kunjari School camp 1.800 mt TD:33 RD:32
Day 38 27.10.2015 Trek to Lali Kharka camp 2.266 mt TD:34 RD:33
Day 39 28.10.2015 Trek to Suketar camp 2.420 mt TD:35 RD:34 Day 40 29.10.2015 Drive to Birtamod lodge/camp 300 mt TD:36 Day 41 30.10.2015 Drive to Bhadrapur and flight to Kathmandu Hotel 1.350 mt TD:37 Day 42 31.10.2015 Reserve day for flexible iQnerary camp // TD:38 RD:35 Day 43 01.11.2015 Reserve day for flexible iQnerary camp // TD:39 RD:36 Day 44 02.11.2015 Rest day in Kathmandu Hotel 1.350 mt Day 45 03.11.2015 Departure for your desQnaQon Flight 1.350 mt most challenging day. The path is on the glacier and we’ll make use of ropes) TD = Trekking day; RD = Restricted Area Day (ConservaQon Area of Kanchenjunga) ORGANIZZAZIONE DELLA SPEDIZIONE FOTOGRAFICA DATE: DURATA: ALTITUDINE MASSIMA:
GRADO: 20 SETTEMBRE 2015 – 3 NOVEMBRE 2015 45 GIORNI, DEI QUALI 39 GIORNI DI TREKKING 5.140 mt ESTREMAMENTE IMPEGNATIVO FOTOGRAFIA A Kathmandu ciascun partecipante avrà a sua disposizione un portatore personale per l’aYrezzatura fotografica. Durante il trekking, invece, per l’aYrezzatura fotografica sono previsQ 2 portatori per ogni fotografo. In questo modo, i partecipanQ non dovranno portare alcun carico per tuYa la durata della spedizione, tranne un piccolo zaineYo con gli effeb personali. Durante tuYa la spedizione, i portatori dell’aYrezzatura fotografica resteranno sempre a totale disposizione del partecipante, assecondandone tempi e modalità. Questo prerequisito rappresenta un elemento essenziale del programma. Il sardar (capo dei portatori) è il responsabile anche dei portatori dell’aYrezzatura fotografica. Nei limiQ che la logisQca e le condizioni atmosferiche potrebbero imporre, l’abvità fotografica avrà la priorità su tuYe le altre. Le condizioni atmosferiche sono un faYore che può influire sull’iQnerario: il programma giornaliero è quindi suscebbile di possibili anQcipazioni o sliYamenQ nelle tappe previste, se il meteo lo dovesse richiedere. LOGISTICA A Kathmandu il pernoYamento è in hotel tre stelle in camera doppia con bagno privato. Durante il trekking, in assenza di struYure di accoglienza, il pernoYamento è in tende a due posQ, equipaggiate con materassini, che saranno montate dai portatori. TuYo l’equipaggiamento, il cibo, i materiali per la cucina (tavoli, sedie, piab, posate) e per il pernoYamento saranno trasportaQ da specifici portatori che seguiranno la spedizione per tuYa la durata, e che saranno comandaQ dal sardar in accordo con il capospedizione. Durante le giornate di cammino, i pasQ verranno preparaQ dal cuoco della spedizione con uQlizzo di prodob locali. Alla fine di ogni tappa, il bagaglio personale verrà riconsegnato al relaQvo proprietario. La gesQone locale del trekking è a cura dell’agenzia nepalese di corrispondenza Adventure Zambuling Treks (P) Ltd. di Kathmandu, una delle agenzie di trekking più affermate e conosciute internazionalmente, con all’abvo numerose collaborazioni con gruppi italiani, inglesi, belgi, olandesi. www. advzambuling.com. Le decisioni riguardanQ eventuali variazioni di programma saranno prese, in base alle necessità del momento, e con parQcolare riferimento alle condizioni meteorologiche, dal capospedizione Marco Bianchi in accordo con il sardar e gli altri partecipanQ. In parQcolari situazioni di criQcità, causate dal meteo, dallo stato di salute dei partecipanQ o da specifiche necessità organizzaQve, la decisione su come operare sarà presa da Marco Bianchi in accordo con il sardar. ALTITUDINE Molte tappe della spedizione prevedono la permanenza a quote tra i 4000 e i 5000 metri, con una alQtudine massima di 5.140 metri al Campo Base Nord del Kanchenjunga. Poiché nel gruppo non è prevista la presenza di un medico, si raccomanda di prepararsi al trekking con un obmo allenamento fisico. Si soYolinea ancora una volta la necessità che tub i componenQ della spedizione fotografica siano dotaQ di una notevole capacità di adaYamento e di resistenza alla faQca fisica. Si raccomanda inoltre di munirsi di una polizza assicuraQva sanitaria ad hoc che prevede il soccorso in elicoYero fino ai campi base degli OYomila himalayani. In Italia una polizza di questo genere è offerta dal CAI (Club Alpino Italiano) ai suoi soci con un premio ragionevole. QUOTA DI PARTECIPAZIONE IL GRUPPO DOVRÀ AVERE UN NUMERO MINIMO DI 7 PARTECIPANTI PER OGNI PARTECIPANTE IL COSTO È DI 6.450 EURO PER 45 GIORNI DI SPEDIZIONE FOTOGRAFICA, DI CUI 39 DI TREKKING LA QUOTA COMPRENDE • 
o 
o 
o 
• 
o 
• 
o 
• 
o 
o 
o 
TrasporQ di terra Trasferimento da/per l’aeroporto di Kathmandu all’Hotel Manang Trasferimento in bus riservato da/per Bhadrapur/Suketar Accompagnamento nei dintorni di Kathmandu per le giornate dedicate alla fotografia Alloggio in hotel A Kathmandu alloggio all’Hotel Manang in camera doppia a due leb singoli con bagno privato, prima colazione e free wifi nelle aree comuni (in caso di camera singola è previsto un costo extra) Voli Volo domesQco da/per Kathmandu-­‐Bhadrapur con accompagnamento di una guida locale AYrezzatura per il trekking ViYo: 3 pasQ al giorno (con fruYa e carne freschi) Alloggio: alloggio in tende a due posQ equipaggiate con materassini Tenda cucina con kerosene e tuYo il necessario per cucinare o 
o 
o 
o 
o 
Tenda mensa con tavolo e sedie Tenda toileYe Tenda doccia Staff impiegato per il trekking 1 guida locale professionista parlante inglese (sardar) 1 cuoco 32 portatori locali circa (2 portatori per ciascun fotografo per il solo trasporto dell’aYrezzatura fotografica, più i portatori standard per il trasporto dell’aYrezzatura per il trekking e dei bagagli personali). Il peso massimo del bagaglio personale è di 60 kg. complessivi. Staff impiegato per il soggiorno a Kathmandu 1 guida locale professionista parlante inglese (sardar) 7 portatori locali (uno per ciascun fotografo) per l’abvità fotografica a Kathmandu e dintorni (peso massimo dell’aYrezzatura consenQto: 30 kg per ogni fotografo) Permesso di accesso al Kanchenjunga NaQonal Park Permesso di accesso all’area proteYa del Kanchenjunga (6 sebmane) TIMS card (Trekking InformaQon Management System card) Tasse aeroportuali e cosQ di spedizione dei materiali sui voli interni Assicurazione di tuYo lo staff nepalese per tuYa la durata della spedizione o 
Tasse locali o 
o 
o 
• 
o 
o 
o 
• 
o 
o 
LA QUOTA NON COMPRENDE • 
• 
• 
• 
• 
• 
• 
• 
• 
Volo interconQnentale da/per Kathmandu e tassa aeroportuale Visto d’ingresso per il Nepal PasQ a Kathmandu Bevande, mance ed extra di caraYere personale Assicurazione medica e assicurazione contro l’annullamento del viaggio Assicurazione per soccorso d’emergenza in elicoYero Biglieb d’ingresso a monumenQ e musei Telefono e internet Servizio di lavanderia • 
• 
Bevande alcoliche, bevande in bobglia, acqua minerale durante il trekking TuYo quanto non espressamente indicato nella voce “La quota comprende” Per informazioni: Marco Bianchi [email protected]; tel +39 0322.998303 
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
2
File Size
1 835 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content