close

Enter

Log in using OpenID

Delibera del Direttore Generale n. 226 del 26/03/2014 Oggetto

embedDownload
Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell’Umbria
AZIENDA UNITA’ SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2
Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 – Terni
Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550
Delibera del Direttore Generale n. 226 del 26/03/2014
Oggetto: Piano aziendale di organizzazione dipartimentale - Sviluppo -Dipartimenti
Strutturali - Determinazioni.
IL DIRETTORE GENERALE
VISTA la proposta di delibera in oggetto di cui al num. Provv. 1368 del Servizio Proponente, UFFICIO RELAZIONI
SINDACALI-POLITICHE DEL PERSONALE E SISTEMA VALUTATIVO
ACQUISITI i pareri del Direttore Sanitario e del Direttore Amministrativo come di seguito indicato:
Direttore Sanitario parere FAVOREVOLE
Direttore Amministrativo parere FAVOREVOLE
DELIBERA
Di recepire la menzionata proposta di delibera che allegata al presente atto ne costituisce parte integrante e
sostanziale e di disporre quindi così come in essa indicato.
IL DIRETTORE SANITARIO (*)
IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO (*)
(Dr. Imolo Fiaschini)
(Dott. Roberto Americioni)
IL DIRETTORE GENERALE (*)
(Dr. Sandro Fratini)
* Documento sottoscritto con firma digitale
DOCUMENTO ISTRUTTORIO
ALLEGATO ALLA DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE
N. 226
DEL 26/03/2014
Normativa di riferimento:
•
D.Lgs n. 502/1992 e successive modificazioni ed integrazioni - art. 17 bis “Dipartimenti”.
•
Legge Regione Umbria n. 18 del 12/11/12, con particolare riferimento alle Disposizioni
generali contenute nel Titolo I - art. 6 “ Istituzione delle Unità Sanitarie Locali” e alla
disposizione di cui all’art. 26 “Dipartimenti” contenuta nel
Titolo IV dedicato all’
Articolazione ed organizzazione delle aziende sanitarie regionali.
•
Deliberazione della Giunta Regionale dell’Umbria
29 luglio 2013 n. 910
titolata
“Direttiva ai sensi dell’art. 26 c.8, legge regionale n. 18/2012: Principi e criteri per
istituzione, organizzazione e funzionamento dei dipartimenti”.
•
Delibera del Direttore Generale 24 dicembre 2013 n. 1137, avente ad oggetto
“Deliberazione di Giunta Regionale 29 luglio 2013 n. 910 - Piano aziendale di
organizzazione dipartimentale - Determinazioni”.
Motivazione:
Con Delibera del Direttore Generale 24 dicembre 2013 n. 1137 l’Azienda USL Umbria 2, in
attuazione della direttiva regionale approvata con Deliberazione di Giunta Regionale 910/2013 e
contenente i requisiti minimi, i criteri operativi e organizzativi per l’istituzione ed il funzionamento
dei dipartimenti delle aziende sanitarie, ha avviato la stesura del piano aziendale di organizzazione
dipartimentale individuando gli ambiti specialistici necessari per costruire l’organizzazione
dipartimentale aziendale tenendo conto delle peculiarità organizzative, assistenziali e territoriali,
adottando, altresì, il modello aziendale di regolamento di dipartimento.
Dai contenuti complessivi del provvedimento emerge che sono stati individuati:
•
gli ambiti specialistici delle future articolazioni strutturali, che saranno costituiti da
aggregazione di più strutture operative (complesse e semplici), dotati di autonomia
tecnico- professionale nonchè di autonomia gestionale, nei limiti degli obiettivi e delle
risorse attribuite.
•
gli ambiti specialistici delle future articolazioni funzionali finalizzate esclusivamente
al coordinamento dello sviluppo organizzativo e alla definizione di protocolli
assistenziali di strutture omologhe o complementari già aggregate nei dipartimenti
strutturali e/o nei distretti, non
dotati di autonomia gestionale e non soggetti a
rendicontazione analitica, ponendo, a tal proposito, l’accento sulla natura di strumento
progettuale di particolare rilevanza nell’attuale contesto di evoluzione organizzativa
strutturale, da utilizzare come strumento per soddisfare necessità legate a specifici
obiettivi da realizzare in tempi brevi, fatta salva la regolamentazione dei dipartimenti
funzionali territoriali la cui organizzazione è predeterminata da normativa specifica.
Come disposto al punto n. 3 della delibera n. 1137/2013 occorre, ora,
proseguire lo
sviluppo del piano aziendale di organizzazione dipartimentale. Si ritiene a tal fine necessario
procedere all’individuazione della composizione dei Dipartimenti Strutturali Aziendali e, a
titolo di completezza,
vengono richiamati i principi e i criteri contenuti nella direttiva
regionale ed in particolare il punto n. 2 della medesima direttiva intitolata “Tipologie di
Dipartimenti” che,
in ordine ai Dipartimenti Strutturali, testualmente prevede: “I
Dipartimenti Strutturali, costituiti da aggregazione di più strutture operative (complesse e
semplici), sono dotati di autonomia tecnico- professionale nonchè di autonomia gestionale,
nei limiti degli obiettivi e delle risorse attribuite. Il termine strutturale serve per definire il
dipartimento quale struttura organizzativa aziendale, pertanto non comporta contiguità
logistica delle strutture aggregate. Medesime strutture operative non possono afferire a più
di un dipartimento. Il Dipartimento Strutturale assume valenza di soggetto negoziale nei
rapporti con la Direzione Aziendale e con gli altri Dipartimenti. Il Dipartimento Strutturale
è dotato di autonomia gestionale soggetta a rendicontazione analitica e, nell’ambito delle
risorse assegnate, è organizzato in centri di costo /responsabilità..
Esito dell’istruttoria:
1. Approvare la composizione dei seguenti Dipartimenti Strutturali Aziendali come indicato
nell’allegato A quale parte integrante e sostanziale del presente atto:
a. Dipartimento Area Medica
b. Dipartimento Area Chirurgica
c. Dipartimento Emergenza e Accettazione
d. Dipartimento Patologia Clinica
e. Dipartimento Diagnostica per Immagini
f. Dipartimento Materno Infantile
g. Dipartimento di Riabilitazione
h. Dipartimento di Prevenzione
i. Dipartimento Assistenza Farmaceutica
2. Dare atto che i Dipartimenti Trasmurali ( Materno Infantile e Riabilitazione ) assumono, per
la parte di attività territoriale, una valenza funzionale in quanto le funzioni di gestione sono
in capo al Distretto (cfr. Piano sanitario regionale 2009-2011 parte III pag. 44).
3. Proseguire lo sviluppo del piano aziendale di organizzazione dipartimentale con riferimento
agli ambiti specialistici funzionali da realizzare progressivamente mediante l’adozione di
atti distinti e successivi contenenti
misure organizzative sistematicamente connesse e
coordinate.
4. Dare atto che il presente provvedimento è stato oggetto di informativa preventiva
alle Organizzazioni Sindacali.
5. Dare atto che la presente deliberazione non è sottoposta al controllo regionale.
6. Trasmettere il presente atto al Collegio Sindacale.
Il Responsabile Ufficio Relazioni Sindacali,
Politiche del Personale e Sistema Valutativo
Dott.ssa Davina Boco
ALLEGATO
DIPARTIMENTOAREA MEDICA
*,ifiii
MEDICINA
GENERALE
FOLIGNO
MEDICINAGENERALE
SPOLETO
MEDICINAGENERALE
ORVIETO
MEDICINA
GENERALE
NARNI-AMELIA
NEFROLOGIAE DIALISI
PNEUMOLOGIA
GASTROENTEROLOGIA
sffi
F6àr
ONCOEMATOLOGIA
ANGIOLOGIA
M E D I C I N AV A L N E R I N A
ENDOSCOPIA
DIGESTIVA
ORVIETO
DIPARTIMENTO AREA CHTRURGICA
CHIRURGIA GENERALEFOLIGNO
CHIRURGIAGENERALESPOLETO
CHIRURGIA
GENERALE
ORVIETO
C H I R U R G I AG E N E R A L EN A R N IA M E L I A
ORTOPEDIA
E TRAUMATOLOGIA
FOLIGNO
ORTOPEDIA
E TRAUMATOLOGIA
SPOLETO
ORTOPEDIA
E TRAUMATOLOGIA
ORVIETO
ORTOPEDIA
E TRAUMATOLOGIA
NARNI
OTORINOLARINGOIATRIA
OCULISTICAFOLIGNO-SPOLETO
OCULISTICA
ORVIETO
UROLOGIA
STRUrÍUfF AfÀffi,fcr, ÈI&,fstrGXÍ,/,.I
C H I R U R G I AV A L N E R I N A
CHIRURGIA
MAXILLOFACCIALE
ODONTOIATRIA
E CHIRURGIA
ORALE
CHIRURGIA
ED ENDOSCOPIA
TORACICA
CHIRURGIA
VASCOLARE
CHIRURGIA
SENOLOGICA
CHIRURGIA
VERTEBRALE
DIPARTIMENTO EUERGEilZA E ACCSTTA:ZIOI{E
SfiRUTFURE C(FmLeSSE
ANESTESIA
E RIANIMAZIONE
FOLIGNO
ANESTESIA
E RIANIMAZIONE
SPOLETO
ANESTESIA
E RIANIMAZIONE
ORVIETO
ANESTESIA
E RIANIMAZIONE
NARNI- AMELIA
PRONTO
SOCCORSO,
118 E MEDICINA
D'URGENZA
FOLIGNO
PRONTO
SOCCORSO
E 118 P.O.SPOLETO
PRONTO
SOCCORSO,
118 E MEDICINA
D'URGENZA
P.O.ORVIETO
CARDIOLOGIA
E UTICFOLIGNO
CARDIOLOGIA
E UTICSPOLETO
CARDIOLOGIA
ORVIETO
srtnrrmffigffi
EMODINAMICA
(NARNI,AMELIA,TERNI)
SISTEMAEMERGENZA
118 E TERRITORIALE
CARDIOLOGIA
PEDIATRICA
DIPARÎIMENTO
PATOLOGIA CLIilICA
ffi
ANATOMIAPATOLOGICA
LABORATORIO
ANALISI
ffi
SIT AZIENDALE
EMATOLOGIA
DI LABORATORIO
SISTEMAINFORMATIVO
DI LABORATORIO
DIPARTIMENTO DIAGNOSTICA PER IMMAGINI
STRUTI1SEf @*fPtsilsE
RADIOLOGIA
FOLIGNO
RADIOLOGIA
SPOLETO
RADIOLOGIA
ORVIETO
rhwvnt
PET-TC
MEDICINA
NUCLEARE
RADIOTERAPIA
RADIOLOGIA
INTERVENTISTICA
VASCOLARE
BREAST-UNIT
S C R E E N I N GM A M M O G R A F I C O
NEURORADIOLOGIA
RADIOLOGIA
TERNI-NARNI-AM
ELIA
DIPARTIMENTO MATERNO.INFANTILE
sTRt F,EnE OOfffirStSE
PEDIATRIA
FOLIGNO-SPOLETO
PEDIATRIA
ORVIETO-NARNI
GINECOLOGIAE OSTETRICIAFOLIGNO
GINECOLOGIA
E OSTETRICIA
SPOLETO
GINECOLOGIA
E OSTETRICIA
ORVIETO
GINECOLOGIA
E OSTETRICIA
NARNI
sn|
?Tt RESErrP!"rc[ DIRlHmfffitrF&r
CONSU
LTORIFOLIGNO-SPOLETO-VALN
ERINA
CONSULTORI TERNI-NARNI-AM ELIA-ORVIETO
DXPARTIMEI{TODI RIABILITAZIONE
W
NEUROLOGIA
RIABILITAZIONE
NEUROMOTORIA
TREVI
STRT'FÎIT'RSSE*Ehre @Tn{cffitrffiTl
GRAVICEREBRO
LESIONIACQUISITEFOLIGNO
RIABILITAZIONE
INTENSIVA
CASCIA
RIABILITAZION
E INTENSIVA(DOMUS)
RIABILITAZIONE
INTENSIVA
AMELIA
RIABILITAZIONE
INTENSIVA
ORVIETO
RIABILITAZIONE
TERRITORIALE
FOLIGNO
RIABILITAZION
E TERRITORIALE
SPOLETO-VALN
ERINA
RIABILITAZIONE
TERRITORIALE
ORVIETO
RIABILITAZIONETERNI - NARNI - AMELIA
RIABILITAZIONE
CARDIOLOGICA
AMELIA
NEUROFISIOPATOLOGIA
DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE
MACROAREADI SANITA' PUBBLICA
ffi
IGIENEE SANITA'PUBBLICA
FOLIGNO
IGIENEE SANITA'PUBBLICA
TERNI
EPIDEMIOLOGIA
E ANALISIBIOSTATISTICA
SORVEGLIANZA
E PROMOZIONE
DELLASALUTE
S C R E E N I N GO N C O L O G I C I
MACROAREADELLA PREVENZIONENEI LUOGHI DI LAVORO
ii*W
SPSALAREANORD
SPSALAREASUD
MACROAREADELLASANITA' PUBBLICAVETERINARIA
srRuîrffi
@fFresse
SANITA'ANIMALEFOLIGNO
IGIENEALLEVAMENTI
E PRODUZIONI
ZOOTECNICHE
TERNI
MACROAREADELLASICUREZZAALIMENTARE
s7agrF[*ffiffilt85sE
IGIENEALIMENTI
DI ORIGINE
ANIMALEFOLIGNO
IGIENEALIMENTI
NUTRIZIONE
TERNI
IGIENE DELLAPRODU
ZIONE, TRASFORMAZION
E, COMMERCIALIZZAZIONE,
CONSERVAZIONE
E TRASPORTO
DEGLIALIMENTIDI ORIGINEANIMALEE LORO
DERIVATI
AREA PROFESSIONALE
DELLAPREVENZIONE
DTPARTIIIIENTO
ASSISTENZAFARMACEUTICA
ffi
ASSISTENZA
FARMACEUTICA
OSPEDALIERA
ASSISTENZA
FARMACEUTICA
TERRITORIALE
STRUFf'NF ffiiúFT"ICT,CTPtr'IIGEÀffiTf
ASSISTENZA
PROTESICA
TERNI
ASSISTENZAPROTESICAFOLIGNO
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
398 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content