close

Enter

Log in using OpenID

Corsi brevi SCM_2014 - Mip

embedDownload
OPERATIONS &
SUPPLY CHAIN
CORSI BREVI IN
GESTIONE DEGLI ACQUISTI
E DELLA SUPPLY CHAIN
INDICE
Executive Education
3
Area Tematica e Obiettivi del catalogo
4
Direzione
5
Calendario corsi brevi
6
Pianificazione della Supply Chain
Gestione e Ottimizzazione dei Trasporti
Strategia di Acquisto
Previsione della Domanda
Gestione del Portafoglio Acquisti
Gestione e Controllo delle Scorte
Tecniche di Negoziazione
E-Purchasing
Lo Scouting dei Fornitori
Progettazione e Gestione dei Magazzini
Valutazione e Gestione dei Fornitori
Le Tecniche di Misurazione della Soddisfazione dei Fornitori e dei Clienti Interni
Progettazione delle Reti Distributive
Software per gestire la Supply Chain
Global Sourcing delle Funzioni Aziendali: una leva competitiva internazionale
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
Costi e Sede dei corsi
22
Master in Management
23
Il Consorzio
24
EXECUTIVE EDUCATION
La Divisione Executive Education di MIP disegna ed eroga:
Progetti su misura per le imprese: interventi formativi «Tailor–made», disegnati sulla base di
specifiche esigenze aziendali. La formazione è di supporto al raggiungimento degli obiettivi
strategici dell’azienda, al miglioramento delle sue performance e ad ogni processo di
cambiamento organizzativo.
Programmi a catalogo: percorsi di durata variabile (da pochi giorni a diversi mesi) e su diverse
tematiche di management. L’offerta comprende: Percorsi Executive, Corsi brevi, Master in
Management su misura.
PROGRAMMI A CATALOGO
Percorsi Executive
I Percorsi Executive sono programmi della durata variabile dai 6 ai 12 mesi, erogati in formato
part-time verticale, articolati in moduli didattici avanzati su tematiche specialistiche.
Corsi brevi
I Corsi brevi consentono full immersion su tematiche di management, della durata variabile da
1 a 5 giornate consecutive.
Master in Management
Il Master in Management della Divisione Executive Education è unico nel suo genere. Infatti può
essere costruito ad hoc sulla base delle specifiche esigenze professionali o personali del
Candidato, selezionando tra i Percorsi Executive e i Corsi brevi i moduli più adatti al
raggiungimento dei propri obiettivi.
3
AREA TEMATICA E OBIETTIVI DEL CATALOGO
AREA TEMATICA Operations & Supply Chain Management
In un mercato competitivo sempre più globale, popolato da aziende virtuali che delegano a
partner esterni quote sempre più importanti del loro valore aggiunto, la gestione sapiente degli
approvvigionamenti, della produzione e della distribuzione diventa una leva importantissima per
rafforzare la competitività delle aziende produttive e di servizi. L’offerta didattica dell’area
Operations & Supply Chain Management contempla contenuti formativi specialistici sulla
gestione dei processi di approvvigionamento, produzione e distribuzione; l’azienda viene
studiata nelle relazioni che essa intesse con la rete di attori esterni, che assieme a lei concorrono
alla creazione del valore per il cliente del bene/servizio e al cui successo è correlato quello
dell’azienda stessa.
Il focus dei numerosi prodotti formativi in offerta varia dagli aspetti più operativi, come ad
esempio l’approccio lean per la riduzione degli sprechi nei processi e nei reparti, ad aspetti più
tattico-strategici, come ad esempio la progettazione delle reti distributive e la gestione del
portafoglio acquisti. In funzione degli obiettivi individuali, il partecipante potrà scegliere tra corsi
che mirano a consolidare le competenze tecniche acquisite nel campo, corsi che presentano le
best practice in termini di tecniche e i metodi avanzati per la gestione delle Operations e della
Supply Chain o corsi che coniugano entrambi gli aspetti, in una didattica che rimane sempre
molto concreta, ricca di casi reali e rafforzata dal portato di conoscenze e di competenze proprie
dei partecipanti.
OBIETTIVI DEL CATALOGO
Il catalogo di Corsi brevi Gestione degli Acquisti e della Supply Chain affronta l’analisi e la
definizione dei principali processi e strumenti necessari per garantire la creazione di valore
lungo l’intera Supply Chain. Sono presenti a catalogo sia Corsi di ampio respiro che
abbracciano una prospettiva di Supply Chain, sia Corsi focalizzati su alcune attività critiche
legate ad Acquisti, Logistica, Produzione e Pianificazione.
I Corsi sono quindi pensati sia per Responsabili Acquisti, Operations Manager, Responsabili
Logistici e Supply Chain manager, che abbiano la necessita di aggiornare il loro bagaglio di
competenze, sia per figure esterne all’area supply chain, quali fornitori di servizi di consulenza
o di sistemi informativi, che intendano approfondire modelli e strumenti per la progettazione
e gestione della catena logistico-produttiva, la gestione degli acquisti e della logistica, senza
dimenticare le principali soluzioni ICT a disposizione.
4
DIREZIONE
Marco Melacini
Ricercatore presso il
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale del Politecnico
di Milano, è docente di
corsi di “Modellazione dei
Sistemi
Produttivi
e
Logistici”, “Gestione dei
trasporti
e
delle
infrastrutture logistiche” e “Gestione dei sistemi
Logistici e Produttivi”. E’ membro della Faculty MIP
Politecnico e co-direttore del corso executive in
Logistica Distributiva del MIP. E’ direttore della ricerca
dell’osservatorio Contract Logistics . Svolge attività di
consulenza, ricerca e formazione sui temi di Logistica
e Supply Chain Management. Su questi temi è autore
di numerose pubblicazioni, nazionali ed internazionali.
Davide Luzzini
Ricercatore
presso
il
Dipartimento di Ingegneria
Gestionale del Politecnico
di Milano, è docente di
corsi di “Gestione degli
Acquisti”, “Supply Chain
Management”, “Analisi e
Riprogettazione
dei
Processi Aziendali” e “Gestione Aziendale”. E’ membro
della Faculty MIP Politecnico e co-direttore del corso
executive in Gestione Strategica degli Acquisti del MIP.
Svolge attività di consulenza, ricerca e formazione sui
temi di Acquisti e Supply Chain Management. Su questi
temi è autore di numerose pubblicazioni, nazionali ed
internazionali.
La formazione in Gestione degli Acquisti e della Supply Chain è supportata dal contributo di una intensa attività
di ricerca condotta dal Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano. Un esempio sono gli
Osservatori che toccano temi inerenti il supply chain management, come l’osservatorio ITS (Intelligent
Transportation Systems), Contract Logistics, e Supply Chain Finance. A ciò si affiancano numerosi progetti di
ricerca internazionali che alimentano costantemente i contenuti offerti, nonché il costante interscambio con i
professionisti del settore, reso possibile da periodi momenti di incontro, come la CPO Innovation Community
(dedicata ai Direttori Acquisti).
5
CALENDARIO CORSI BREVI
GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN
CALENDARIO 2014
Pianificazione della Supply Chain
4-5 Febbraio
Gestione e Ottimizzazione dei Trasporti
14-15 Febbraio
Strategia di Acquisto
21-22 Febbraio
Previsione della Domanda
13-14 Marzo
Gestione del Portafoglio Acquisti
5 Aprile (Milano)
1 Ottobre (Roma)
Gestione e Controllo delle Scorte
10-11 Aprile
Tecniche di Negoziazione
8 Maggio
E-Purchasing
14-15 Maggio (Milano)
8-9 Ottobre (Roma)
Lo Scouting dei Fornitori
20 Maggio (Milano)
29 Maggio (Roma)
Progettazione e Gestione dei Magazzini
22-23 Maggio
Valutazione e Gestione dei Fornitori
5 Giugno
Le Tecniche di Misurazione della Soddisfazione
dei Fornitori e dei Clienti Interni
17 Giugno (Milano)
8 Maggio (Roma)
Progettazione delle Reti Distributive
20-21 Giugno
I Software per gestire La Supply Chain
8-9 Luglio
Global Sourcing delle Funzioni Aziendali:
una leva competitiva internazionale
15-16 Luglio
6
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
www.mip.polimi.it/scm
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
PIANIFICAZIONE DELLA SUPPLY CHAIN
www.mip.polimi.it/scm/pianificazione
OBIETTIVI
• Fornire un quadro esaustivo degli scenari e delle problematiche connesse alla gestione
dei flussi di materiali in relazione al processo logistico, con particolare riferimento agli
aspetti legati alla pianificazione e programmazione della produzione e degli
approvvigionamenti nell’ambito dell’intera filiera logistica
• Assistere i responsabili nell’individuare le aree critiche all’interno del processo di
pianificazione, di aiutarli nell’applicazione delle tecniche e dei metodi più adatti alla loro
realtà
DOCENTI
Andrea Sianesi, Maria Caridi, Margherita Pero
DATE
4-5 Febbraio 2014
CONTENUTI
• Il processo di pianificazione e
programmazione: attori, obiettivi, vincoli
• Sales & Operation Plan MPS e MRP
• I costi per le decisioni
• Gli approcci Lean e Just In Time
• Il sistema di misura delle prestazioni
(produttività dei fattori, servizio, affidabilità
dei piani, vendor rating, ecc.)
• I flussi informativi necessari per un corretto
sistema previsionale
• Il quadro generale e la classificazione delle fasi
e delle tecniche di pianificazione e
programmazione
• Scheduling di reparto
• Testimonianza aziendale
• Mini business game
7
GESTIONE E OTTIMIZZAZIONE DEI TRASPORTI
www.mip.polimi.it/scm/trasporti
OBIETTIVI
• Fornire un quadro d’insieme delle soluzioni implementabili per ottimizzare il costo
di trasporto su strada
• Esaminare le recenti normative inerenti le tariffe di trasporto su strada
• Illustrare le potenzialità del trasporto intermodale
DOCENTI
Marco Melacini, Sara Perotti
DATE
14-15 Febbraio 2014
CONTENUTI
• Le caratteristiche della domanda e dell’offerta
di trasporto merci
• Trasporto su strada: struttura dei costi
• Il trasporto intermodale: analisi economica e
di impatto ambientale
• Trasporto su strada: le leve di ottimizzazione
(ottica acquirente di servizi di trasporto)
• Il trasporto intermodale: trend in ambito
nazionale ed europeo
• Trasporto su strada: le leve di ottimizzazione
(ottica pianificatore di servizi di trasporto)
• I sistemi ITS per il trasporto su strada: analisi
ambiti applicativi e benefici ottenibili
• Trasporto su strada: analisi delle recenti
normative in materia di tariffe (costi minimi
per la sicurezza, etc.)
• I sistemi TMS (Transportation management
Systems): approfondimento funzionalità e
analisi dei benefici ottenibili
• Pianificazione dei trasporti: principali approcci
e tecniche implementative
8
• Il trasporto intermodale: modalità operative
STRATEGIA DI ACQUISTO
www.mip.polimi.it/scm/makeorbuy
OBIETTIVI
• Valutare la rilevanza degli acquisti di beni e servizi sul budget aziendale
• Definire le linee guida per una decisione di make or buy
• Comprendere le caratteristiche di una relazione collaborativa con i fornitori
DOCENTI
Federico Caniato, Stefano Ronchi
DATE
21-22 Febbraio 2014
CONTENUTI
• Rilevanza degli acquisti e allineamento
strategico
• La partnership: caratteristiche e modalità di
gestione
• La scelta di make or buy: dall’outsourcing
all’integrazione verticale
• La collaborazione operativa: il coinvolgimento
del fornitore nella pianificazione dei flussi
logistici e produttivi
• Le condizioni per il mercato collaborativo
• I driver strategici
• Una decisione di make or buy: applicazione ad
un caso reale
• La collaborazione tecnologica: il
coinvolgimento dei fornitori nello sviluppo
nuovo prodotto
• Applicazione ad alcuni casi reali
9
PREVISIONE DELLA DOMANDA
www.mip.polimi.it/scm/previsione
OBIETTIVI
• Fornire un quadro esaustivo degli elementi che concorrono alla definizione di un corretto
processo di pianificazione
• Assistere i partecipanti ad individuare le aree critiche all’interno del loro processo
previsionale
• Aiutarli nell’applicazione delle tecniche e dei modelli previsionali più adatti alla loro realtà
• Sviluppare congiuntamente soluzioni operative attraverso numerosi casi reali svolti in Excel
DOCENTE
Marco Melacini
DATE
13-14 Marzo 2014
CONTENUTI
Il processo revisionale:
Tecniche di previsione della domanda:
• Le previsioni in azienda: perché, cosa e come
prevedere
• L’analisi delle serie storiche (trend,
stagionalità, etc.)
• Il processo di gestione della domanda
• I metodi basati sulla correlazione
• Implicazioni organizzative nel processo di
demand planning
• Lo smorzamento esponenziale (semplice,
doppio, triplo)
• I flussi informativi necessari per un corretto
sistema previsionale
• I passi fondamentali del processo di
implementazione
• Il trade off accuratezza-costo di previsione
• Gli indicatori di errore (forecast accuracy)
e gli impatti sui KPI
• Principali tecniche previsionali e criteri di
scelta
10
• Casi applicative e testimonianza aziendale
GESTIONE DEL PORTAFOGLIO ACQUISTI
OBIETTIVI
• Comprendere i benefici della spend analysis
• Illustrare i principali metodi e strumenti di analisi della spesa
• Sviluppare la capacità di interpretare i risultati delle analisi
DOCENTI
Alessandro Brun, Davide Luzzini
DATE
5 Aprile 2014 (Milano); 1 Ottobre 2014 (Roma)
www.mip.polimi.it/scm/portafoglio
CONTENUTI
• Introduzione alla spend analysis e al portfolio
management: motivazioni e benefici
• Metodi e strumenti di analisi della spesa:
analisi ABC mono e multi-criterio, analisi di
frammentazione
• Metodi e strumenti di classificazione della
spesa: matrice di Kraljic, mercato di fornitura
• Leve di miglioramento nella gestione della
spesa
• Applicazione ad alcuni casi reali
11
GESTIONE E CONTROLLO DELLE SCORTE
www.mip.polimi.it/scm/scorte
OBIETTIVI
• Fornire un quadro esaustivo degli elementi fondamentali connessi alla gestione
e al controllo dei flussi di materiali
• Assistere i partecipanti ad individuare le aree critiche all’interno del loro processo
di gestione delle scorte, sia in fase di approvvigionamento sia in fase di distribuzione
• Aiutarli nella scelta dei modelli di controllo e gestione più adatti alla loro realtà
• Sviluppare congiuntamente soluzioni operative (lotti minimi, punti di riordino,
scorte di sicurezza) attraverso numerosi casi reali svolti in Excel
DOCENTE
Marco Melacini
DATE
10-11 Aprile 2014
CONTENUTI
Il controllo delle scorte
La gestione delle scorte
• Le principali fasi del processo di Sales
& Operation Planning
• Tecniche di gestione delle Scorte: a punto
fisso di riordino, a periodo fisso di riordino,
min-max, etc.
• Tipologie, ruolo e funzioni delle scorte
• La valutazione del processo di inventory
management: la copertura scorte e l’indice
di rotazione
• I costi di mantenimento a scorta e di rottura
dello stock
• L’analisi ABC (Pareto 80/20)
• La matrice incrociata scorte/fatturato
12
• Il calcolo del lotto economico, (EOQ)
e principali varianti
• Il dimensionamento ottimale delle scorte
di sicurezza
• La gestione delle scorte per gli articoli con
domanda discontinua e sporadica
• Le strategie di Continuous Replenishment
Planning (CRP) e Vendor Managed Inventory
(VMI)
TECNICHE DI NEGOZIAZIONE
OBIETTIVI
•
•
•
•
DOCENTE
Stefano Ronchi
DATE
8 Maggio 2014
www.mip.polimi.it/scm/negoziazione
Fornire un quadro dei possibili approcci alla negoziazione
Sviluppare la capacità di analisi di una negoziazione
Apprendere alcune tipiche tecniche negoziali
Sperimentare in pratica la negoziazione
CONTENUTI
Il processo negoziale:
Gli approcci alla negoziazione:
• Introduzione alla negoziazione
• Negoziazioni distributive (win-lose)
• La gestione dei conflitti
• Negoziazioni integrative (win-win)
• Preparazione e conduzione di una negoziazione
• Il ruolo degli intermediari
• La teoria dei giochi a supporto delle
negoziazioni
• Cultura e negoziazioni internazionali
• Simulazioni e casi applicativi
• Simulazioni e casi applicativi
13
E-PURCHASING
www.mip.polimi.it/scm/epurchasing
OBIETTIVI
• Analizzare l’utilizzo, i benefici e i limiti degli strumenti di E-Sourcing e di E-procurement
• Fornire un quadro esaustivo degli strumenti a supporto dei processi di selezione dei
fornitori
• Fornire un quadro esaustivo degli strumenti a supporto del ciclo passivo dell’ordine
• Apprendere metodologie di value assessment per la valutazione dell’adozione di
strumenti di E-Procurement
DOCENTE
Stefano Ronchi
DATE
14-15 Maggio 2014 (Milano); 8-9 Ottobre 2014 (Roma)
CONTENUTI
• Costi e benefici degli strumenti di E-Sourcing
• Gli strumenti di E-Procurementper il ciclo
passivo: cataloghi, workflow, order
management…
• Negoziazione multiparametrica
• Procure To Pay e fatturazione elettronica
• Simulazione di asta elettronica
• Costi e benefici dell’E-Procurement
• Casi applicativi e testimonianza aziendale
• Casi applicativi e testimonianza aziendale
• Gli strumenti di E-Sourcing, E-Tendering e le
aste elettroniche
14
LO SCOUTING DEI FORNITORI
www.mip.polimi.it/scm/scouting
OBIETTIVI
La locuzione “Scouting Attivo” possiede un duplice significato:
• Esplorare i mercati di acquisto con continuità e sistematicità per individuare nuovi fornitori,
nuovi prodotti, nuovi servizi, nuove tecnologie di fabbricazione, nuove metodologie di
erogazione dei servizi
• Preselezionare le aziende che potrebbero possedere i requisiti per divenire fornitori
potenziali dell’azienda cliente e che dunque potrebbero essere ammesse alla fase di
Valutazione Preventiva
La sessione formativa prevede lo svolgimento di ricerche e preselezioni di fornitori in internet
su proposizione dei partecipanti. L’obiettivo finale è quello di completare un “Repertorio di
scouting” individuale sui beni/servizi che ciascun partecipante medesimo sceglierà.
Per questo motivo è indispensabile che ciascun partecipante sia dotato di proprio PC.
DOCENTE
Chiara Montagna
DATE
20 Maggio 2014 (Milano); 29 Maggio 2014 (Roma)
Il corso è realizzato in partnership con Former
CONTENUTI
• Definizione dei parametri di ricerca:
- Area geografica di ricerca
- Tipologia del fornitore
- Dimensione del fornitore
- Eventuali certificazioni richieste
• Acquisizione di informazioni dettagliate in
merito alla situazione del parco fornitori:
- Quantità e caratteristiche dei fornitori attivi,
e verifica di eventuali monopoli od oligopoli
presenti
- Precedenti esperienze di scouting e risultati
conseguiti
• Verifica delle politiche di acquisto messe in
atto dall’Azienda
- Acquisizione eventuali linee guida aziendali
- Verifica esistenza di eventuali vincoli sociopolitici imposti dalle Politiche aziendali
nell’ambito della Corporate Social
Responsibility, e di eventuali vincoli
geografici sulle forniture
- Verifica della complessità tecnica della
fornitura
• Individuazione del profilo del fornitore
“ideale” che si intende ricercare
• Sviluppo della ricerca sul web
15
PROGETTAZIONE E GESTIONE DEI MAGAZZINI
www.mip.polimi.it/scm/magazzini
OBIETTIVI
• Fornire i concetti, i modelli, le metodologie e le tecniche per la progettazione e gestione
dei sistemi di movimentazione, stoccaggio e picking
• Analizzare le soluzioni operative per progettare il magazzino e per aumentarne le
prestazioni e l’efficienza
• Assistere i responsabili ad individuare le aree critiche e di aiutarli nell’applicazione delle
soluzioni più adatte alla loro realtà, anche grazie alla presentazione di numerosi casi reali
• Presentare i risultati dell’Osservatorio Material Handling che ha analizzato un centinaio di
soluzioni di stoccaggio e picking
DOCENTE
Gino Marchet
DATE
22-23 Maggio 2014
CONTENUTI
Stoccaggio e Picking
Gestione avanzata del Picking
• Sistemi di movimentazione interna e criteri di
progettazione
• Criteri di ripartizione dello spazio nelle aree
di picking
• Tipologie e caratteristiche dei sistemi di
stoccaggio
• Politiche di gestione per i sistemi di picking
• Gestione e progettazione dei sistemi di
stoccaggio
• Tipologie dei percorsi di picking
• Politiche di gestione per i sistemi di stoccaggio
• Criteri di allocazione dei prodotti nei sistemi
di picking (analisi ABC)
• Tipologie e caratteristiche dei sistemi di
stoccaggio
• Casi applicativi
• Casi applicativi
16
• Order, batch e zone picking
VALUTAZIONE E GESTIONE DEI FORNITORI
www.mip.polimi.it/scm/fornitori
OBIETTIVI
• Inquadrare la valutazione dei fornitori nel processo di acquisto
• Comprendere i benefici di un sistema di valutazione fornitori
• Comprendere le variabili principali di progettazione e di esecuzione di un sistema
di valutazione fornitori
• Definire le aree di misura: valutazione operativa, total cost of ownership e valutazione
strategica
DOCENTI
Federico Caniato, Davide Luzzini
DATE
5 Giugno 2014
CONTENUTI
• Il processo di valutazione fornitori:
qualifica, selezione, valutazione
• La gestione di un sistema di valutazione
fornitori
• Gli strumenti di supporto
• La principali metriche di valutazione fornitori
• Applicazione ad alcuni casi reali
17
TECNICHE DI MISURAZIONE
DELLA SODDISFAZIONE DEI FORNITORI
E DEI CLIENTI INTERNI
www.mip.polimi.it/scm/misurazione
OBIETTIVI
La conoscenza dei nostri fornitori è sempre più approfondita. Di loro desideriamo monitorare
l’evoluzione dei dati economici finanziari, l’ampliamento delle competenze professionali
e il livello delle performance realizzate nell’esercizio dell’attività che svolgono per nostro conto
ma molto raramente ci interroghiamo in merito alle loro opinioni a proposito dei nostri
comportamenti quali clienti e a quanto le nostre procedure di approvvigionamento siano
adeguate alla pluralità del nostro parco fornitori.
Pari importanza, considerando il ruolo baricentrico di “dispensatore di servizi” della Funzione
Approvvigionamenti, riveste la misura del grado di soddisfazione dei clienti interni richiedenti.
I disservizi della Funzione Approvvigionamenti verso il fornitore e verso il cliente interno
rappresentano in realtà un decadimento della qualità del processo di approvvigionamento.
La giornata si propone lo scopo di individuare i parametri e gli indicatori per misurare il
“livello di servizio” offerto al fornitore e al cliente interno, e di progettare le azioni per
migliorare in continuo tale “livello di servizio”.
DOCENTI
Alessio Paša, Paola Blasi
DATE
17 Giugno 2014 (Milano); 8 Maggio 2014 (Roma)
Il corso è realizzato in partnership con Former
CONTENUTI
• Le ragioni per le quali la Funzione
Approvvigionamenti migliorerà le proprie
perfomance complessive migliorando il proprio
“livello di servizio” verso i fornitori e verso
i clienti interni
• Obiettivo: creazione e ri-creazione di un parco
fornitori reattivo e fidelizzato e di un sistema di
early involvement con i clienti interni
• I parametri di misurazione
• Politiche verso i fornitori chiave e partner
• Proposte del fornitore
18
• L’Early involvement con i clienti interni
• Proposte del cliente interno: la dialettica con la
Funzione Approvvigionamenti
• Creazione di un questionario di indagine
• Raccolta e analisi dei risultati
• Comunicazione dei risultati con i fornitori
• Dialettica dei risultati con il cliente interno
• Predisposizione di un programma di
miglioramento dei “livelli di servizio”al
fornitore e al cliente interno
PROGETTAZIONE DELLE RETI DISTRIBUTIVE
www.mip.polimi.it/scm/reti
OBIETTIVI
• Fornire un quadro d’insieme delle principali configurazioni di reti logistiche
• Fornire gli strumenti strategici e quantitativi a supporto della progettazione delle reti
logistiche
• Sviluppare congiuntamente le scelte di configurazione della rete (localizzazione dei
depositi, allocazione delle aree di mercato ai depositi, definizione del numero di depositi)
attraverso casi sviluppati su excel e con add-in di excel
DOCENTI
Alessandro Perego, Marco Melacini
DATE
20-21 Giugno 2014
CONTENUTI
• Le componenti del sistema distributivo: canale
logistico e canale commerciale
• Modelli strategici a supporto della
progettazione del network logistico
• Le componenti del sistema di
approvvigionamento: canale logistico e canale
di approvvigionamento
• Valutazione della posizione ottimale dei
depositi
• Canale logistico: analisi delle principali
alternative progettuali, con illustrazione di casi
applicativi per ogni configurazione
• Sviluppo di modelli per la stima delle
principali componenti del costo logistico
(trasporto primario, trasporto secondario,
handling, scorte)
• Sviluppo di strumenti per la risoluzione del
location-allocation problem
• Applicazione congiunta delle metodologie
presentate per la progettazione di un network
logistico su scala europea
• Analisi dei principali driver di progettazione
della rete logistica
19
SOFTWARE PER GESTIRE LA SUPPLY CHAIN
www.mip.polimi.it/scm/software
OBIETTIVI
• Fornire un quadro dettagliato delle applicazioni informative per le Operations e la Supply
Chain a supporto delle attività esecutive e di pianificazione, analizzando le potenzialità
che essi offrono dal punto di vista gestionale e organizzativo, comprendendone le
specificità tecnologiche e i possibili scenari implementativi, anche in considerazione della
loro integrazione con i Sistemi Gestionali ERP
• Apprendere una metodologia per valutare l’investimento in applicazioni informative in
ambito Supply Chain, basata sull’analisi dell’incremento di efficienza (riduzione del
consumo di risorse) e dell’incremento di efficacia (miglioramento dei key performance
indicators, KPI)
DOCENTE
Maria Caridi
DATE
8-9 Luglio 2014
CONTENUTI
• I sistemi informativi per la pianificazione della
Supply Chain:
• La valutazione degli investimenti in sistemi
informativi per la gestione della Supply Chain:
- Advanced Planning and Scheduling
- Collaborative Planning
- Metodo ABC (Activity Based Costing) per la
valutazione dei benefici di efficienza
• I sistemi informativi per la gestione esecutiva
della Supply Chain:
- Metodo KPI (Key Performance Indicators) per
la valutazione dei benefici di efficacia
- eSupply Chain
• Testimonianza aziendale sull’implementazione
di un sistema informativo per la gestione della
Supply Chain
- Supply Chain Visibility
• Integrazione con il sistema ERP
20
GLOBAL SOURCING DELLE FUNZIONI AZIENDALI:
UNA LEVA COMPETITIVA INTERNAZIONALE
www.mip.polimi.it/scm/globalsourcing
OBIETTIVI
• Comprendere, scegliere e implementare il Global Sourcing: cosa, perché, dove e come
• Gestire i rapporti con i fornitori e le diversità operative e culturali
• Definire quali forme contrattuali utilizzare e come gestire al meglio profili e rischi
regolamentari, fiscali e legali
DOCENTI
Lucia Piscitello, Stefano Elia, Italo de Feo
DATE
15-16 Luglio 2014
Il corso è realizzato in partnership con EOA European Outsourcing Association Italy
CONTENUTI
• Le motivazioni, i driver strategici, la geografia e
i rischi connessi alla scelta e all’implementazione
di un processo di Global Sourcing
• Le scelte di governance e le potenziali implicazioni
di performance derivanti dall’implementazione
di un processo di Global Sourcing
• Il collaborative management in un servizio
di outsourcing: la definizione e il perseguimento
di obiettivi comuni tra cliente e fornitore
in un’ottica di “win-win”
• La gestione dei rapporti con i potenziali
“fornitori dominanti”
• La leva competitiva del cloud sourcing:
negoziazione e implementazione del processo
• L’identificazione delle opportunità multiculturali
e multifunzionali del Global Sourcing
• La scelta della forma contrattuale più appropriata
per gestire l’operazione di outsourcing
• Come affrontare la fase della negoziazione
e della selezione del fornitore
• La struttura del contratto
• Livelli di servizio, penali e rimedi in caso
d’inadempimento
• I profili relativi alla proprietà intellettuale
e alla protezione dei dati personali
• Come gestire i rischi legali nell’ambito
di operazioni di offshoring
• Profili legali del cloud sourcing
• Prevenzione, gestione e risoluzione delle
controversie
• Profili di diritto del lavoro
• Aspetti fiscali e tributari
21
COSTI E SEDE DEI CORSI
CORSI BREVI
1 giornata: € 700 + Iva
2 giornate: € 1.300 + Iva
AGEVOLAZIONI
Agevolazioni per iscrizioni ai singoli corsi brevi
• sconto 10% per iscrizioni con anticipo di 20 giorni sulla data di partenza del corso
scelto.
• quotazioni ad hoc per la selezione di più corsi o di più persone allo stesso corso.
ADMISSIONS
Per iscriversi, è necessario scaricare dal sito MIP la scheda di iscrizione del corso scelto,
compilarla in ogni sua parte e inviarne una scansione firmata via email a:
[email protected] allegando copia della ricevuta di pagamento.
La scheda di iscrizione è disponibile alla pagina www.mip.polimi.it/scm
CONTATTI
Valeria Rosignoli
Marketing & Sales, Executive Education
Tel: 02 2399 2958
email: [email protected]
web: www.mip.polimi.it/scm
ORARIO
DELLE LEZIONI
Mattina: 9.00-13.00
Pomeriggio: 14.00-18.00
SEDE DEI CORSI
MILANO
MIP Politecnico di Milano
Via Raffaele Lambruschini 4C - building 26/A
20156 Milano
22
ROMA
Former SRL
Via Giacomo Peroni 400
00131 Roma
MASTER IN MANAGEMENT
I corsi e percorsi di questo catalogo possono essere utilizzati come base di partenza per
costruire il tuo Master in Management su misura.
Il Master in Management della Divisione Executive Education è un percorso flessibile,
modulare e compatibile con l’attività lavorativa ed è riconosciuto dal Politecnico di Milano
come Master Universitario di I e II livello.
Il piano di studi del Master in Management è personalizzato e può essere composto
selezionando i moduli didattici di maggiore interesse all’interno dell’offerta di Percorsi
Executive e Corsi brevi di MIP Politecnico di Milano.
Per definire il tuo piano di studi puoi fissare un appuntamento con lo Staff MIP Executive
Education scrivendo a [email protected]
Master in
Management
I anno
selezione di
corsi brevi
II anno
Percorso
Executive
Master in
Management
I anno
Percorso
Executive
II anno
selezione di
corsi brevi
Master in
Management
I anno
selezione di
corsi brevi
II anno
selezione di
corsi brevi
23
IL CONSORZIO
MIP Politecnico di Milano
Il MIP, la Business School del Politecnico di Milano, è dal 1979 uno dei più prestigiosi Enti di
Formazione manageriale per laureati di tutte le discipline, orientati verso il mondo delle imprese e della
pubblica amministrazione. Insieme al Dipartimento di Ingegneria Gestionale, fa parte della School of
Management del Politecnico di Milano che accoglie le molteplici attività di ricerca e formazione nel
campo del management, dell’economia e dell’industrial engineering.
La School of Management ha ricevuto, nel 2007, l’accreditamento EQUIS. Entrata per la prima volta nel
ranking del Financial Times delle migliori Business School d’Europa nel 2009, la School of
Management, nel 2013, vede confermata la qualità dell’offerta formativa posizionandosi al 38° posto, in
continua ascesa e con ben cinque programmi in classifica, di cui 3 Master: Executive MBA, MBA Full
Time, Master of Science in Ingegneria Gestionale, Programmi Executive ‘su misura’ per le imprese e
Programmi Executive Open per manager e professionisti. Dal 2013 i programmi MBA e Executive MBA
hanno il prestigioso accreditamento internazionale AMBA (Association of MBAs).
Dal Politecnico di Milano, il MIP eredita l’idea della tecnologia come strumento essenziale per creare,
innovare e gestire un’azienda. Lo stretto rapporto che il MIP ha con il mondo delle imprese contribuisce
allo sviluppo di progetti di formazione e di ricerca applicata, sempre più vicini alla realtà e alle esigenze
del mercato.
Strutturato in forma di Consorzio, il MIP vede affiancati al Politecnico di Milano numerose istituzioni ed
aziende nazionali e multinazionali.
MIP POLITECNICO DI MILANO
SCHOOL OF MANAGEMENT
Via Raffaele Lambruschini 4C - building 26/A
20156 Milano
Tel. +39 0223992820
Fax +39 0223992844
www.mip.polimi.it
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
624 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content