close

Enter

Log in using OpenID

Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA

embedDownload
Comune di Ostuni
Ufficio Stampa
RASSEGNA STAMPA
selezione di ritagli-stampa ad uso del destinatario - non riproducibili
sabato 13 dicembre 2014
Sommario
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Comune: Via libera all’”Euro progetti” che punta su porto e turismo. (Quotidiano)
Comune: Forum società civile, il nuovo presidente annuncia i progetti. (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Cronaca: I dipendenti di “Orizzonti srl” in lotta per il posto di lavoro. (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Appuntamenti: La spiaggia d’inverno. Trekking nella natura. (Quotidiano)
Appuntamento con il teatro a “La luna nel pozzo”. (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Provincia: Scuole al gelo fino a ieri, “Da oggi termosifoni ok”. (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Provincia: Stp, circolano anche le quote. Alla Provincia la maxi-fetta. (Quotidiano)
Regione: Asl, la Regione vigila sulle assunzioni. (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Regione: No alle trivelle, fronte compatto dei sindaci.. (Quotidiano)
a cura di:
Natalino Santoro
Francesco Pecere
Emilio Guagliani
~##?54+ù--r~11J
La giunta ha approvato l'apertura dell'ufficio nato da un'idea del Pd
Via liberaall"'Euro Progetti"
che punta su porto e turismo
di Danilo SANTORO
' :a
La giunta comunale di Ostuni ha deliberato l'apertura dell'ufficio "Euro Progetti e Smart
city". L'amminislTaiione guidata da Gianfranco Coppola ha dato avvio a questo progetto, nato
daUa proposla dcl Partito Demo-
Qwi,~~!~i_aii'o
SABATO 13 DICEMBRE 2014
cratiço della città bianca in uno
degli ultimi consigli comunali.
Scopo principale di questo sportello infonnativo è quello di creare una struttura in grado di jn-
tercettare fondi strutturali e finanziamenti comunitari e non,
e di fungere da punto di riferimento e cabina di regia per le
attività di progettazione, programmazione e pianificazione
dell'amministrazione.
L'ufficio, per il cui allestimento e lorganizzazione, in sede di bilancio furono stanziati
I Smila euro, vedrà con ogni
probabilità, così come si evince
anche dalla delibera ·di giunta,
l'affido ad un soggetto esterno,
esperto in materia. Dal Pd della
città bianca arriva l'invito a dare seguito a questa iniziativa.
scegliendo attraverso modalità
di selezione certe e trasparenti
gli eventuali responsabili del
progetto: «Al fine di essere all'altezza delle sfide che ci attendono e di innescare un nuovo
percorso virtuoso per la nostra
città - affermano i democratici riteniamo indispensabile punta-
pubblica e sistemi comparativi
dei curricula. L'obiettivo primario della nostra proposta è quello di organizzare una struttura
composta da professionisti qualificati e motivati che seguendo
procedure trasparenti e partecipate. come concorsi di idee. ed
un adegualo servizio di ricerca
e di sviluppo dei progetti. riesca ad intercettare finanziamenti pubblici e garantire la realizzazione di infrastrutture, opere
e servizi sostenibili, di elevata
qualità, tecnologicamente inno-
re su meritocrazia e trasparenza
vativi».
nella scelta delle figure professionali che andranno a comporre l'ufficio "Euro progetti" attraverso procedure di evidenza
Diversi potrebbero essere gli
ambiti su cui andare ad innescare processi che potrebbero porla·
re a rimodulare importanti seno-
ri della città: tra i primi punti di
osservazione potrebbe esserci la
questione legata al porto turistico di Villanova, su cui ampio è
stato il dibattito,. sopranutto in
campagna elettorale, e sui cui
in tempi non lontani si dovranno dare delle risposle certe. Dal
partito democratico locale, arrivano anche altre proposte per
valorizzare importanti aree commerciali: «Si potrebbero intercettare finanziamenti per predisporre una riqualificazione delle principali strade cittadine quali ad esempio via Pola, vja Giovanni XXIII, corso Mazzini,
corso Vittorio Emanuele. a cui
andrebbe abbinata una mobilità
sostenibile urbana ed extraurba-
na insieme ad un piano parcheggi». Turismo e ciclo di rifiuti
gli altri due importanti sfere
d'interesse dove si potrebbero
prevedere interventi importanti
sfruttando eventuali indicazioni
che potrebbero arrivare da questo ufficio: «Un sistema costiero moderno e nuovi collegamenti con i comuni limitrofi e gli
aeroporti - concludono i democratici - potrebbero dare maggiore slancio ed impulso ali' offerta turistica della nostra città.
Da non trascurare poi, le diverse opportunità che si potrebbero
reperue per una gestione adeguata del ciclo di rifiuti ed in
particolare della raccolta in ambito urbano ed extraurbano».
DELIBERA I
Nelle foto, il
porto di
Villanova e via
Pola, la strada
dello shoppin9
della Citta
bianca. Sono I
solo due dei
luoghi che
potrebbero
essere
interessati da
nuovi progetti:
starà al nuovo
utticio
intercettare i
finanziamenti più
adatti
alla realizzazione
PI.i (IJjm ELITTO DA UN'ASSEMBLEA PRESSDCHÈ DESERTA. SUCCEDE AlrAW. GHIONDA
Forum società civile
il nuovo presidente
• •
•
annuncia 1progetti
• OSTUNI. Il 69enne prof.
Vmcenzo Cappetta è il nuovo
presidente del Forum della
società civile. organismo di
Incontro e strumento di par·
tecipazione delle associazioni
alla vita cittadina.
E' stato eletto al termine
dell'assemblea dei rappresen·
tanti delle associazioni iscrit·
te al Forum che il presidente
uscente, avv. Maria Rosaria
Ghionda, aveva riunito in pri·
ma convocazione (alle ore
15.30) e, in seconda (alle ore
16.30) per affrontare l'argomento del "rinnovo delle ca·
riche sociali".
L'assemblea, iniziata al secondo appello dopo che, in
prima convocazione, erano
presenti solo tre associazioni,.
ha visto la presenza di 18
rappresentanti (nonostante
all'albo ne risultino iscritti
122) e, dopo l'Introduzione del
presidente uscente, avv.
Ghionda, si è sviluppato un
ampio dibattito sul modo di
procedere in assenza di molti
rappresentanti. benché con·
vocati. Si conveniva di rin·
viare a breve l'assemblea per
poter avere la presenza di
gran parte delle associazioni
iscritte mentre, durante il di·
battito, è emersa la volontà da
parte del presenti di ripren.
dere In mano le redini del
Forum che negli ult imi anni è
stato poco presente e incisivo
nella vita cittadina. Lo scopo
è quello' di tornare ad essere
una voce attiva e partecipata
alla vita della città e diven·
tare realmente una rete solidale e fattiva che possa svolgere un ruolo determinante
nella vita pubblica, politica e
non.
Da parte d1 alcuni si è
evidenziato Il rischio di tro-
varsi al punto di partenza e di
perdere ulteriore tempo nel
rilancio del Forum. Si è quindi pasta in votazione la richiesta di rinvio che è stata
respinta dalla maggioranza
dei presenti e quindi si è
passati alla votazione a SCTU·
tinio segreto. Delle 122 associazioni iscritte all'albo, i
18 rappresentanti presenti
hanno votato il prof. Cappetta
che ha raccolto 12 voti; un
voto per Lorenzo Clrasino,
Enza Rodio e Giuseppe Fran·
cioso, oltre ad una scheda
nulla e due bianche.
«E" necessaria · ha detto
Vmcenzo Cappetta, dopo aver
ringraziato per la fiducia ac·
cordatagli le 18 associazioni
presenti -la ripresa della pre. ·
senza delle associazioni nel
dibattito sul piano culturale e
generale tenendo sempre ben
presente che il Forum non è
un'organizzazione politica
ma di confronto costante e
continuo nei diversi settori
della vita cittadina. Il mio
impegno sarà quello di riavviare il discorso di quest'or·
ganismo con l'Amministrazione. Il Forum ha una funzione fondamentale nei con·
fronti dei partiti e della politica in questa città per riav·
viare il dibattito e il confi'Onto».
Il'iNV. Ghlonda, eletta Il 24
gennaio 2006 alla guida del
Forum, ha retto l'organismo
per due mandati e mezzo e
ora lascia al prof. Cappetta
che dovrà riorganizzare l'albo delle associazioni visto
che molte di queste, nel corso
dì questi anni, sono scom·
parse.
Nella prossima assemblea
del Forum che Il neo presidente si è Impegnato a con·
vocare entro Il prossimo mese, ci si augura possa registrarsi la partecipazione di
più associazioni in modo tale
da poter iniziare ad operare
in maniera-costruttiva e pregnante e procedere all'elezi<>ne della Giunta e del Collegio
dei probiviri.
Aldo Guagllanl
FORUM Nuovi progetti per Ostuni
IA GAZZETfA DEL MEZZOGIORNO
SABATO 13 DICEMBRE 2014
I.A GAZZETTA DELM.EZZOGIORNO
SABATO 13 DICEMBRE 2014
C•}j itt~D IL PERSONALE CHE ASSISTE GLI ANZIANI OSPITATI ALLA HPINTD-CIRASIN011
I dipendenti di «Orizzonti srl»
in lotta per il posto di lavoro
e OSTUNI. Laurita Orofino è il nuovo presidente della cooperativa sociale "Orizzonti
srl Onlus" che gestisce ormai da diciotto anni
la struttura "Pinto-Cerasino", fiore all'occhiello del territorio nell'ambito del servizio
assistenziale agli anziani. Vice presidente è
Nicola Manelli, mentre Anxhela Lika, Angela Sgura e Salvatore Santoro sono gli amministratori del nuovo Cda. La "Pinto-Cerasino" è situata in un edifièio ristrutturato
con denaro pubblico, dove sono rispettati
tutti i parametri previsti dal Regolamento
Regionale, e ospita 43 anziani che presentano
poli-patologie e demenza senile e da Alzheimer, tutti assistiti con professionalità e amore da personale qualificato. «Personale che
da oltre un anno - si legge in una lettera
aperta inviata alla stampa - è in grave difficoltà poiché, grazie ad una "allegra" e poco
oculata gestione precedente, non percepisce
regolare stipendio. I lavoratori e le loro famiglie versano in condizioni che sono ai limiti della soglia di povertà, ma dignitosamente, con grande spirito di sacrificio e soprattutto con dedizione continuano quotidianamente a prestare un servizio di assistenza di qualità. Per l'ennesima volta tutti i
soci, guidati dal nuovo presidente, forti an-
che della collaborazione del nuovo coordinatore sanitario, dott. Gianfranco Iannarelli,
si rimboccano le maniche per intraprendere
un nuovo percorso, irto di ostacoli ma finalmente all'insegna della trasparenza, della
partecipazione e della democrazia, determinati a salvaguardare non solo il proprio posto
di lavoro, ma soprattutto una realtà costruita
con grandi sacrifici». «Si sta programmando
una serie di attività - conclude la nota dei
lavoratori - mirate al potenziamento delle
abilità residue, a favorire la socializzazione
ed al miglioramento della qualità della vita
degli ospiti, partendo da una visione olistica
della persona. Sarebbe bello riuscire a portare nella struttura un pezzettino di quella
vita "normale" che passa attraverso i vetri di
una finestra o uno schermo televisivo, poiché
la Cooperativa "Orizzonti" non ci mette solo
la faccia o le braccia ma ci mette innanzitutto
il cuore. E così, nonostante le non poche
difficoltà, i soci tutti augurano e si augurano
un sereno Natale fiduciosi nel sostegno della
città e dell'Amministrazione Comunale che
da sempre, negli anni passati, ha prestato
attenzione ad un'importante realtà, qual è la
"Pinto-Cerasino", valorizzandola e combattendo al suo fianco».
Due escursioni nel week end: aFiume Piccolo eFiume Morelli
Una veduta panoramica di Fiume Piccolo
La spiaggia d'inverno
Trekking nella natura
e
Una passegg;ata lungo la
costa del Parco Dune Costiere, dal faro di Torre Canne fino ·a Fiume Piccolo. Il percorso, lungo circa quattro km tra
andata e ri1omo, consentirli ai
visila1ori di esplorare la spiaggia in inverno e di conoscere
lantico impianlo tradizionale
di pesca al cefalo doralo e al1' anguilla di fiume Piccolo.
L' appunuunento è per le IO al
faro di Torre Canne di Fasaoo. La panecipazione alla passeggiata è gratuita ma è necessaria la prenotazione telefonando al numero di telefono:
328.6474719. Domani, invece, si terrà una escursione a
Fiume Morelli
Accompagnati dalle guide
della cooperativa Gaia si visiteranno gli stagni retrodunali
e ·l'antico impi:u110 di ac-
quacoltura di Fiume Morelli
dove si allevano biologicamente anguille, cefali, ,spigole e
orate. ln quest'occ..Sione i pescatori della famiglia Gallo effettueranno una pesca dimostrativa di cefali mediante l' utilizzo del "tramaglio"' e delle
anguille con delle speciali nasse
dette
11
mnrtaville".
L' attività si concluderà alle
13.
Appuntamento alle' ore I O
presso il parcheggio di Lido
Morelli. Si consigliano scarpe
e abbigliamento comodi.
La partecipazione alla passeggiata è gratuita c la prenotazione è obbligatoria ai seguenti numeri : 347.0042961
oppure 320.625 1107.
,
L'iniziativa s'inserisce nel-
la rassegna intitolata "dal Terra Madre Day, passeggiando
nelle zone umide del Parco" .
IA GAZZETTA DELMEZZOGIOR..'10
SABATO 13 DICEMBRE 2014
Stasera ad Ostuni
Appuntamento con il teatro
a «La luna nel pozzo»
Questa sera (ore 21.00) la Rassegna 'Teatri di Terra: Fuoco
d'Inverno" presenta "Lenò r'' con Nunzia Antonino, Regia Carlo Bruni.
Non si vive di solo pane. Civoglionoanche il vino, il teatro ... eda prù
dì dieci anni. ogni estate La luna nel Pozzo offre tutto questo al suo
pubblico. Da quest'anno, anche d'inverno. Nutrire allostesso tempo
la mente. la pancia, il cuore è il desiderio che fa nascere "Teatri di
Terra: Fuoco d'inverno", una rassegna invernale per i grandi. Nella
dimensione intima del teatro da camera presentiamo cinque
spettacoli di grande spessore. Dopo lo spettaeolo, una grande
tavolata: un'ottima cena, un buon bicchiere divino. le chiacchierate,
le nuove conoscenze, le risate. "Sono nata il 13gennaio 1752. Sotto
iIsegno del Capricorno. Credo nell'influsso delle stelle su Idestino
delle persone. Sono state fe stelle a suggerirmi: continua, va'
avanti." La rassegna continua martedi 6gennaiocon uno spettacolo
per i bambini e le awehture de "La Piccola Strega", i! 7febbraio con
"Storie di Zhoran', Storie di zingari e violini che offrono la ricchezza
delle tradizioni Rom. il 28febbraio con ''Ti ho visto'', dopo anni
passati aguardare le stelle un uomo scopre di essere non solo
osservatore ma osservato. econclude il 21 marzo con "Amore e
Psiche" Storia di un amore ostacolato dal!a diversità dei due amanti:
Amore è un Dio mentre Psiche è una mortale ma bel!a come una
dea. lnfo e prenotazioni: teL 0831 330353-335 8037241
teatro. runanel [email protected] i. it
wvvw.la-luna-r"lel-pozzo.çom
wvvvv.facebook.com~unapozzo
IA GAZZETIA DEL MEZZOGIORNO
SABATO 13 DICEMBRE 2014
AlTR! PROBlE~m ANCORA l~R~SOLTI
'NCONT
VERTICE PROVINCIA-STUDENTI
Resta aperto il confronto fra lamministrazione
provinciale el'Unione degli studenti
sulle questioni trasporti e«Green card»
Scuole al gelo fino aieri
«Da oggi termosifoni ok»
Assicurazioni dal presidente provinciale Bruno pure sulle manutenzioni edili
• Il presidente della Provincia,
Maurizio Bruno, insieme con i
dirigenti alla Pubblica Istruzione, dottoressa Fernanda Prete, e
ai Lavori pubblici, ing. Sergio Rlni. ha incontrato presso il Salone
dell'Amministrazione provinciale una delegazione dell'Unione
degli studenti, della Consulta studentesca e dei vari istituti scolastici del territorio provinciale. I
temi trattati hanno riguardato .
l'edilizia scolastica, il problema
del riscaldamento nelle aule delle
scuole, il trasporto pubblico e la
«Green Card>>.
Su tutti gli argomenti c'è stata
ampia convergenza di posizioni
per trovare la più idonea soluzioneallevarieproblematicheposte in essere dagli studenti. npresidente Bruno e il dirigente Rini
hanno fatto notare che da Ieri sono ripresi a funzionare gran parte degli impianti di riscaldamento degli istituti scolastici provin·
ciali e che entro oggi tutte le scuole del territorio di competenza sa.ranno riscaldate. Il ritardo - è sta·
to spiegato . non è da imputare
agli uffici tecnici della Provincia,
ma alla lunghezza dei tempi della
gara specifica a livello nazionale,
così come da normativa di set·
tore, e alla stipUia delle conven- lastlche interessate e stiamo av· vtncla,chediventapertantosoclo
zioni a cui ogni Ente locale deve viando un progétto che metta in· unico.
Infine, per la Green Card, la
aderire. La Provincia di Brindisi, sieme l'associazione costruttori
proprio per sopperire a questi ri· edili, la Scuola Edile e l'Ufficio particolare tessera della Provintardi, a maggio scorso ha avviato scolastico provinciale per utiliz- cia di Brindisi che consente agli
una propria gara, perl'importo di zare come manodopera partico- studenti di godere di particolari
2 milioni di Euro e per la durata di lari soggetti in difficoltà, come agevolazioni su determinati ac·
2 anni, che concluderemo in que- LSU o detenuti che rispondano ai quisti o per Il tempo libero, la
ste settimane. «Nelle more - ha requisiti richiesti. Il tutto rappresentanza studentesca ha
detto il presidente Bruno - ab- nell'ambito dell'iniziativa "alter· chiesto di incrementare il numebiamo affidato temporaoeamen- nanza scuola-lavoro"».
rodei commercianti aderenti e di
Nel frattempo, ogni istituto favorire una maggior comunicate, per 30 giorni, il servizio del
riscaldamento attraverso un ban- scolastico provinciale farà perve- zione e diffusione dell'iniziativa
do di gara urgente. Il servizio par- nire agli Uffici della Provincia un nelle varie scuole e tra gli stessi
te da oggi. Ma, proprio per evitare documento sullo stato dell'arte e commercianti. Il presidente Bruqueste situazioni, ed in attesa sulle urgenze di ogni singola no e la dott.ssa Prete hanno condell'esito della gara a livello cen- scuola Il presidente Bruno sian· venuto di programmare un in·
trale, il prossimo anno la Provin- che impegnato per esporre ogni contro a gennaio, coinvolgendo
cia di Brindisi inizierà la propria intervento previsto di edilizia anche la Camera di Commercio e
programmazione in tal senso scolastica nell'ambito di un in· le associazioni di categoria, iier
molto prima del'estate».
contro generale sull'Offerta for· l'operazione di rilancio della
Sul tema dell'edilizia scolasti- mativa che le scuole organizze- · Green Card. «Al° nostro avviso
ca, il presidente Bruno ha con- rannonei prossimi mesi nel Chio- pubblico- ha dettola dotlssa Prefermato che la Provincia di Brin- stro ex Santa Chiara a Brindisi.
te - non hanno risposto in molti.·
disi è molto attenta a queste pn).
Sul trasporto pubblico, poiché Ora, vaglieremo ogni soluzione
blematiche, che r iguardano vari quest'anno non si sono registrati per incrementare il numero dei
edifici scolastici, ma soprattutto i tanti problemi degli anni pas- soggetti aderenti. Tuttavia, devo
l'Istituto "Majorana" di Brindisi. satL sia gli studenti intervenuti constatare che le 420 t~re già
«Sono stati sbloccati alcuni finan- che la Provincia di Brindisi han- distribuite non sono utilizzate
ziamenti-ha detto la dott.ssa Pre- no convenuto di incontrarsi a spesso. Se gli studenti ne faranno
te - che saranno utilizzati per la gennaio,poichéilpresidenteBru- maggiore uso, anche l commermanutenzione egli edifici scola- no ha informato che proprio ieri è cianti saranno più invogliati ad
stici di competenza. Abbiamo già stato firmato a Bari Il passaggio aderire a auesta bella iniziati·
informato le varie direzioni sccr delle quote della Stp all'Ente Pro- va».
L,,.acr.ordo
Lassessore Giannini firma
larinuncia della Regione
«Una gestione
diversa dal passato
con il contributo
di tutti i Comuni»
Dtimore
Il passaggio porterà costi
acarico dell'ente brindisino
• Se ne parlava da tempo ma
da ieri il passaggio è ufficiale:
l'assessore regionale ai Trasporti Giovanni Giannini ed il presidente della Provincia Maurizio
Bruno hanno firmato l'accordo
per Ja cessione alJ' ente brindisino deJJe quote della Stp, la Società dei trasporti pubblici. che
erano in mano alla Regione Puglia. Questo significa, di fatto,
che alla Provincia va il 66,666
per cento delle quote della società per azioni (vale a dire la
maggioranza), mentre il Comune di Brindisi resta nella compagine societaria con il 33,333
per cento.
MOBILITÀ
Accanto. autisti
della Stp
di fianco
ai rispettivi
mezzi prima
della partenza
del servizio.
A destra,
il presidente
della Provincia
Maurizio Bruno
che ha siglato
l'accordo
È un'azienda sana
Questo ci consentirà
di occuparcene
con tranquillità
Stp, circolano anche le quote
Alla Provincia la maxi-fetta
L•accordo ha recepito, di fatto, quanto previsto dalla finanziaria del 2008, che aveva disposto lobbligo per le Regioni
di dismettere le partecipazioni
possedute in società aventi per
oggeno la produzione di beni e
servizi non strettamente necessarie· per il perseguimento delle
proprie finalità istituzionali.
Prima di ogni altra cosa,
dunque, la Regione ba proceduto alla dichiarazione di non
strategicità deJJe proprie partecipazioni non solo nella Società
dei traSporti pubblici di Brindisi
ma anche in quella di Terra
d'Otranto e Lecce. Il tuno, si
legge io una not.;l. «in attuazione dei principi di sussidiarietà.
differenziazione e adeguatezza.
che consentono di derogare alla
rigida ripartizione delle competenze tra Srato e Regioni io virtù del cosiddetto criterio della forma in alto mare ed, anzi, addirittura a rischio. «Oggi - com"dimensione degli interessi"».
Il traSferimento delle quote menta l'assessore Giannini - è
un giorno importante per il tranon ba comportato oneri a carico della Regione ma nemmeno sporto pubblico locale, perché
a carico della Provincia, che le fmalmente si è conclusa una viha ricevute a costo zero. Verosi- cenda che non solo ha dato atmilmente, però, questa acquisi- -tuaz:ione ad una disposìzione nazione comporterà da parte del- zionale e regionaJe, ma sopratl'ente di via De Leo la necessi- tutto rappresenta l'apposizione
tà di maggiori esborsi, oltre che formale della prima pietra riuna più significativa responsabi - speno alle nuove linee d'indirizlità di gestione. Tutto questo zo che riguardano lorganizzamentre è àncora in bilico il de-· zione e il governo dei servizi
stino· delle Province, con la ri- pubblici locali: ln particolare,
66,6
percento
~
percento
Èla nuova partecipazione
Èla parte controllata
ooll'ente di via De Leo
dal Comune di Brindisi
nella Società trasporti pubblici eche resteranno invariate
nel settore del trasporto pubblico locale si è proceduto ad organizzare il servizio in Ambiti territoriali ottimali, che coincidono con l'estensione provinciale,
al fine di consentire non solo
economie di scala ma soprattut- .
lo un maggiore efficieotameoto
del servizio stesso. L'organizzazione in ambiti. infatti, contribuisce a rafforzare le capacità di
programmazione delle regioni e
degli enti locali, e ad evitare il
possibile conflitto di interessi
tra enti locali e gestori. Gli am-
103mila
euro
Per la prima volta da anni
il bilancio consuntivo
ha chiuso in positivo
biti rappresentano l'unità minima di organizzazione dei servizi al fine di realizuire obiettivi
di
efficienza,
efficacia,
economicità, trasparenza e
sostenibilità sociale e ambientale, su.Ila base degli indirizzi del· la programmazione regionale
per rendere il servizio pubblico
locale sempre più aderente alle
esigenze del cinadino, attraverso forme di. efficientamento con
]e quali si realizzano anche forme di economia e contenimento
della spesa».
Il presidente della Stp di
Brindisi Rosario Almiento, dal
canto suo, ba rivolto innanzitut·
to un ringraziamento alla Rejlione Puglia ed ali' assessore Giannini .per l'impulso ~ il soste~o
assicurato in questi anni alle miziative volte aJ risanamento del!' azienda. «Certamente - ha aggiunto - il percorso intrapreso
grazie anche alla struttura regionale continuerà sulla base degli
stessi principi di buon andamento della gestione al fianco della
Provincia e del Comune di Brindisi, attuali titolai:i . ·dell' intero
paccheno azionario della società». Proprio Almiento è stato
l'artefice del ritorno in positivo
della Stp dopo diversi anni. di
perdite,
culminate
nel
-l.757.898 euro con cui si era
chiuso il consuntivo· 2010. Da
allora, anno dopo. anno, il deficit si è ridotto arrivando, nel
20 I 3, alla prima chiusura positiva da diversi anni a questa pari!', con un +103.752. -
F.R.P.
• «Da oggi l'amministrazione
provinciale, diventata socio di
maggioran za della Stp Brindisi,
assume un ruolo fondamentale
per lo svil uppo del trasporto
pubblico locale proprio per le
nuove linee d'indirizw che le
affidano l organizzazione e il
governo dei servizi pubblici locali. Ri ngraziamento va espresso a nome della intera çollett:i vità verso l'assessore Giannini e
l' intera struttura regionale che
consegnano aJla Pro·vincia una.
società dei trasporti sana e con
bilanci in attivo, dotata .di un
management di assoluto valore
che altre realtà ci invidiano».
Dichiarazioni ufficiali a parte, il presidente della Provincia
Maurizio Bruno sa che, pur
avendo ...,!lCquisito la maggioranza di una società sana (a differenza' di molte altre), l'ente da
lui guidato dovrà fare non pochi sforzi per gestirlo al meglio.
Ed ecco perché la sua intenzione è' quella di provare a coinvolgere, anche a li vello economico, tutte 'le amministrazioni comunali del territorio.
«llisognerà - sottolinea infatti - fare un discorso nuovo anche con gli aliri enti locali. Penso a ~na gestione di versa, ·con
la partecipazione dei vari Comuni in base alla copertura del servizio. Il lutto, in cambio di una
razionalizzazione e di un miglioramento dei servizi, con la possibilità di avere voce in capitolo rispett.o agli interventi da
mettere in campo». Gli enti, in
buona sostanza, doVranno con- .
tribuire economicamente ma
avranno, finalmente, voce in capitolo rispetto. alle scelte 'di organizzazione del servizio. .
Nel fra~empo, anche per fare fronte ·ad un parcO mezzi con
un 'età media un po' troppo elevata, qualcosa dovrebbe muoversi presto dal PI/DIO di vista
delle dotazioni della società.
«Stanno partendo - annuncia infatti Bruno - aJcuni investimenti. li 22, ad esempio, andranno
in servizio nuovi mezzi grazie
all' impegno del Comune. E Comunque, Almiento ha lavorato
bene. E questo ci consentirà di
gestire la fase successi va al passaggio in maniera tranquilla».
F.R.P.
'
S NITA
MARTEDÌ DELIBERA IN GIUNTA
UN'OPERAZIONE DA 140 MILIO~ll
Nell'ambito del nuovo piano triennale
anticorruzione, fissate le regole per
scegliere quali concorsi verranno effettuati
DA LUNEDi BLOCCO P•U:MOTA;~IOl\11
Niente esami se le ricette non sono
compilate correttamente. Zullo (FI): t<È
scorretto scaricare le colpe sui medici»
s ,la Regione vigila sulle assunzioni
Lassessorato: «Verifica su tutte le .piante organiche». Ma c'è il rebus dei soldi
MASSIMILIANOSCAGUARINI
• BARI. Le nuove assunzioni previste nelle Asi dovranno passare al
vaglio della Regione. Ufficialmente,
per motivi di trasparenza. Ma, nei fatti,
per evitare che le previste infornate di
personale sanitario possano essere va·
nificate da scelte non aderenti alle necessità del territorio. Martedì la giunta
regionale approverà infatti una deli·
bera. proposta dall'assessore Donato
Pentassuglla, che esplicita il percorso ·
autorizzativo delle nuove assunzioni.
Il quadro generale è noto. La Regione ha fissato in 1.915 miliardi il tetto
della spesa del personale per il sistema A fronte delle proteste delle Asi,
secondo cui per dare corso al piano
assunzionale mancherebbero circa 75
milioni, l'assessorato ha interpellato il
ministero da cui ha ottenuto una parziale concessione: a Roma non interessa come viene modulata la spesa,
purchè si mantenga invariato il saldo.
Ne consegue. dunque, che per le nuove
assunzioni sono disponibili circa 140
milioni di euro.
Il tesoretto (1,915 miliardi) e la relativa capacità assunzionale sono stati
ripartiti tra le dieci aziende sanitarie,
che hanno fornito un piano delle ri·
spettive necessità operative. Al nettodi
alcune situazioni critiche che sono state trattate in maniera separata (l'On•cologico di Bari, ad esempio, che ha un
pesante deficit dal punto di vista della
dotazione organica), la Regione ha fornito una serie di deroghe che valgono
fino a dicembre.
Ma adesso bisogna occuparsi del
2015. A gennaio si avrà un quadro più
preciso ùei pensionamenti e delle dimissioni che impatteranno sulle quantità. E c'è da decidere chi, come e dove
assumere. Ed è qui che sta intervenendo la Regione, fissando- nel quadro
del piano triennale anticorruzione ·le
orocedure di soelta.
Le Asi dovranno dunque inviare a
Bari gli elenchi delle figure professionali sulla base di una serie di criteri.
Valutazione epidemiologica, rispetto
dei livelli essenziali di assistenza,
(«Privilegiando le strutture che gestiscono l'emergenza/urgenza, altre situazioni critiche che sono di particolare complessità e/ o di interesse per la
collettività»). abbattimento delle liste
d'attesa, criticità nell'organi=zione
del lavoro determinata da grave carenza di personale, attivazione di nuove strutture. Se l'assessorato fa valutazioni diverse, può intervenire «sulla
2.500 Le nuove assunzioni previste nella sanità pugliese tra 2014 e 2015. Ma i soldi potrebbero non bastare
base di valutazioni epidemiologiche,
di programmazione e di economicità
di interesse regionalè>>: ma, in ogni
caso, l'approvazione finale dei concorsi che saranno effettuati spetta alla
giunta.
Tra il 2014 e il 2015 sono previste in
totale 2.563 assunzioni, anche se il numero dovrebbe essere rivisto al ribasso per via della mancanza di quei 75
milioni che avranno impatto soprattutto su Bari e sulla Bal In realtà,
l'effetto dei tagli ai trasferimenti d1>vuti alla spending review (la Puglia
rischia di perdere 300 milioni) potrebbe scaricarsi in gran parte proprio sul
capitolo delle assunzioni: al netto, secondo i tecnici dell'assessorato al bilancio, alle Asl potrebbero essere sottratti circa 140 milioni. Ma per saperlo
bisognerà aspettare febbraio-marzo.
Da lunedi. intanto, la Regione at·
tiverà il blocco per le prenotazioni di
esami e analisi se le ricette non saranno compilate correttamente, con
l'indicazionedell'urgenzadellaprestazione. È la ricetta dell'assessore Pentassuglia contro le liste d'attesa Ma
Ignazio Zullo non ci crede: «Addossare
ai medici prescrittori le responsabilità
delle liste di attesa -dice il capogruppo
regionale di Forza Italia-èun tentativo
scorretto che la giunta regionale cerca
ciclicamente di realizzare. I tempi lunghi sono dovuti ad evidenti incapacità
organizzative e gestionali».
VALUTAZIONE DI METÀ MANDATO OK PERIL DIRITTURE DEL POUCUNICO DI BARI
Entro 7 giorni i nuovi dg Asi
Dattoli «promosso» all'esame
e BARI. Dopo le bocciature. stavolta è arrivata una promozione a
pieni voti Ieri la commissione paritetica ha infatti dato l'ok alla
valutazione di metà mandato del direttore generale del Policlinico di
Bari, Vitangelo Dattoli. Era l'adempimento conclusivo di un percorso
che per le aziende ospedaliero-universitarie è più complesso rispetto
alle Asi: Dattoli è stato infatti valutato dall'Università di Bari, dal
collegio dei sindaci aziendali e dalla commissione tecnica dell'assessorato. Nella commissione paritetica, presieduta dall'assessore·al Welfare, Donato Pentassug!ia, c'erano anche Fabrizio Nardoni,
Leo Di Gioia, i sindaci Antoruo Decaro (Bari)
e Nicola Giorgino (Andria), i consiglieri regionali Annarita Lemma (Pd) e Ignazio Zullo
(Forza Italia).
La prossima settimana, intanto, arriveranno le nomine dei direttori generali delle
Asi di Bari, Bai, Brindisi, Lecce e Taranto, e
dei «Riuniti» di Foggia. L'assessorato alla
Salute sta completando l'esame dei currictùum, anche se dopo aver definito i nomi
Vitangelo Dattoli
bisognerà associarli alle diverse caselle. A
Bari è in arrivo Vito Montanaro, che si
trasferirà dal Policlinico dove è direttore amministrativo. Ai «Riuniti» andrà iJ\vece Michele Ametta. Giovanni Gorgoni dalla Bai si
sposta a Brindisi, lasciando il suo posto al direttore amministrativo
Bernardo Capozzolo. Alla Asi di Taranto arriva Stefano Rossi da
·Brindisi. a Lecce verrà promosso Ottavio Narra.cci.
[m.s./
ftEGllJM l'JIOBWTAil
I:e· Regioni:
O SVILUPPO E L'AMBIENTE
ncorso
alla Co1ìsulta
e referendum
No alle trivelle
fronte compatto
dei sindaci
Dall'Adriatico allo Ionio cresce l'opposizione
alle richieste delle multinaziqnali del petrolio
di Tiilana COLLUTO
n no alle lrivelle prende for-
ma ufficiale. La «ferma contrarietà a qualsiasi attività di ricerca e di estrazione di idrocarburi
tivazioni e che coinciderà'.. tra
l'altro, con la nuova. più senliia,
mobilitazione ·popolare, Domenica. infatti. si terrà sul lungomare Cristoforo Colombo, a Lcuca.
iJ sit in mattutino e il corteo e
convegno pomeridiano organizzato dal Movimento Regione Salento ma esteso a tutti i No
Triv. Ha comunicato la sua partecipazione anche una dclegazio-ne della diocesi di Ugento, che
sul tema ha scelto di essere in
trincea. Lunedì, d'altronde, alle
19, presso l'auditorium Benedetto XVI di Alessano, il vescovo
Vito Angiuli incontrerà i sinda-
va consapevolezza pronta a dilagare tD ogni parrocchia. dentro
le ~ in ogni piazza. La Chiesa del Capo di Lcuca ha ~no
chlaramenle di crederci: avvierà
assemblee ad hoc con i parrocch1am, ha in programma un convegno specifico a gennaio, ha
g1~ ~no la lettera da inviare al
mm1stro dell'Ambiente Gian Luca Galletti.
«E' una -presa di. ec»izione
che ci confona - ha nmarcato.
ieri mattina., il · presidente della
Provincia di Lecce, Antonio Ga·
bellone - e po< questo chiedo ai
sindaci di far sentire questa va-ce comune all'interno dei propri
consessi. Non è un problema di
nel mare Ionio e lungo le coste
salentine e pugliesi» è nero su
bianco nel documento unitario
condiviso ieri mattina. Assieme
a11a modifica dello statuto e alla
moria degli ulivi, era uno del
tre punii all'ordine del giorno
della prima assemblea dei sindaci riunitasi nella sede della Provincia di Lecce. Erano presenti
quasi tutti e 97 e il fronte è stato compatto. Ora. è pronto a traci.
sfonnarsi in ani concreti, le deliSarà il primo atto di IUl8 nuobere che ogni Comune vorrà
emanare per prendere posizione ·
i.n merito e. soprattutto, le osservazioni che ogni municipio interes.~10 dovrà protocollare al Ministero dello Sviluppo Economico entro pochi giorni.
Il 21 e 22 dicembre prossimi
• E' stato inviato alle parti il verbale della
Conferenza di servizi svoltasi il 3 dicembre
scorso presso il Ministero dello Sviluppo ecoavanzale su due specchi d'acqua
nomico per disculere la richiesta di Autorizza~
al largo di Leuca dalla Global
Mcd. società con sede in Colora- zione alla costruzione del metanodotto che
do. Enb"O il 5 gennaio. invece, Tap vuole realizzare con approdo nel territorio di Melendugno.
devono essere depositare quelle
relative al progetto della texana
Nel verbale si evidenzia che la Regione, il
Scblumberger Italiana sp~ a cui
di Melendugno e la Sovrintendenza
ra- gola l'intero Golfo di Taran- Comune
dei beni archilettonici e ambientali hanno
to.
espresso
parere
negativo e che in conseguenza
Il nuovo appunwnento per
di ciò «l'iter procedimentale seguirà le procericonb"Ollarc la documentazione
dure
·previste
dalla
normativa vigente:i.. Dalle
~ fissaro pt!r il 19 dicembre a Paprocedure previste dalla normativa vigente
lazzo dci Celes1ini. Un altra se«iemerge
che
non
essendoci
stata intesa in partimana per mettere a punto le m<>-
fl Per i mari puJiti·e ta
loro.economia, d:mtro .le
trivelle e il petrcilio: le·
Rt~ioni adriatiche e :
ioruche _sono pronte à
ricorrere-alla Corte
CO:ilituzionale
S)
Q~~.~~,~aoò
SABATO 13 DICEMBRE 2014
ricompensa e di royalties, ma di
rischio di devastazione del terri·
torio».
Il pericolo i ripen:orso anche nelle quattro pagine di documento sposa(o unanimemente ieri. una sona di manifes10 tecnico--politico· che sarà accompa.gnato da una corposa relazione
ambientale stilata daH'Università
del Salento per il tramite di Ferdinando Boero, docente di Biologia Marina; e da quella giuridica a firma di Gabriella De Giorgi. docente di diritto amministrativo presso la facoltà di Giurisprudenza.
«Gli impatti dell'attività di
prospezione sismica - è scritto
- sono riconducibili alle penurbazioriì acustiche prodotte all'atto della energizzazione tramite i
dispositivi di aria ad alta pressio-
~~~i~~~ ~~1f~;;:r:!::
na. (... )Assumono rilievo sia le
perdite "fisiolosiche" di petrolio
durante l'estrazione e il tras{K>r·
~· i~at>:;~~ dfu~~1f~i
estremo pregio, sia il rischio di
incidenti rilevanti in fase di per- :
forazione>).
.
Dal documento i stato stralciato, su richiesta del sindaco di
Otranto, Luciano Cariddi, il riferimento allo Sbloc.ca Italia, «per
evitare di spostare l'asse della
battaglia, visto che bisogna ra1
~ì~r;:r~ lu'i"a in~~ ~~~:;:
vo capitolo di riflessione, quello
Tap, chiusa la Conferenza di servizi
~co°:~=r~nf~IT."tanU:
p~r
1·;u:cl.!ntram~nto Ji poteri in
capo allo Stato in mat~ria
energetica e pensano a un
referendum abrogativo
dcll'art.38 del decreto ..
Sblocca Italia, convertito in
icgg·e· 164/2014. Dicono òo·
aJ neo..Centralismo statale, ·
colare con la Regione sulla localizzazione dcli 'approdo del gasdotto, tocca alla presidenza
del Consiglio dci ministro decidere, attraverso
un arbitrato.
La Regione potrebbe propone in sede di arbitrato una diversa localizzazione per quanto
riguanla l'approdo del gasdotto di Tap. Ma al
momento non esiste una localizzazione alternativa a quella individuata da Tap e che ha ottenuto la Valutazione di impatto ambientale del
Ministero dell'Ambiente. Nessuna amministrazione locale ha mostrato interesse a ospitare la
localizzazione del ga.~dotto. Gli inconui promossi dal presidente della Regione Nichi Vendola con i sindaci del Salento non hanno dato
risultati.
~~,f!o~:J:Z~:n:°~~~:S~
i pennessi petroliferi. Il perché
non è un. caso: il 9 gennaio scorso. il Ministero dello Sviluppo
Economico ha chiuso la procedura relativa all'istanza presentata al largo di Otranto e Melendugno dalla Northem .Petroleum.
La bocciatura è derivata solo
dalle incongruenu sulle garan- 1
rie finanziarie prestate dalla società e non è maturata né sulle I
questioni ambientali né su quel~
le culturali. Anzi, sia il Ministero dell'Ambiente che il Mibac
avevano dalo il proprio parere
favorevole alle prospezioni in
mare. La preoccupazione che
possa accadere lo stesso a pochi
chilometri plù in giù è fondata.
I
ad ogni fonn~ di ·
c0Uaborazio11c .tra te .
Regioni it·a liane e. le
ainministrazioni locali
dell'altra sponda adriatica e
ionica.
La "Carta di Termoli", una
dichiarazione d'iiltCnti è
stata condivisa ieri nella
riunione a Termoli,
promossa dal presidente
dcl Consiglio regionale del
Molise Vincenzo Niro, con
i presidenti delle
_
Assemblee di 11Ug!ia
Onofrio Introna e
Basilicaca Pietro
Lacorazza. Per la: Sicilia è
intervenuto il presidente
della commissmne sviluppo
Bruno Marziano. Hanno
partecipato J' on. Laura
Venitelli, il sindaco di
Termoli Angelo Sbrocca. con i colleghi di . .
~ Campomarino, MotiteÌ\ero
·e Petacciato.
.. Assenti i rappresentanti"
· delle venti istituzioni
balcaniche e greche
invitate, parzialmente
giustificate dalle difficollà ·
dei tra.<porli per lo sciopero
generale.
Ricorso alla Consulta,
quindi e referendum
abrogativo dell'art. 38 le
azioni concrete, <coltre
all ' indispensabile
coinvolgimento di tutte)e
Regioni. italiane e ·: ·
.balacanlco-ioniche, per una
strategia transfrontalie.ra
condivisa e per politiche
comuni nell' Adriatico e
Ionio, a tutela· Oei mari e
dell'economia tradizionale
che·alimentano».
«Una moratoria dello
sfrunamento dei mari
europei a.scop,o petro.lifero
diventa sempre più
"urgente», osserva il
.. presidente lntro.na, «lo
dimos1ra rassenza dei
, paesi Lransfrontal ieri
Tcnnoli•.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
606 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content