close

Enter

Log in using OpenID

(Microsoft PowerPoint - Etichettatura_Alimenti_New_Release.ppt

embedDownload
CNA Alimentare
Etichettatura
Alimenti
Regolamento
1169/2011/UE
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
1
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
SOMMARIO
Sintesi delle Novità
Elenco sintetico delle novità principali
Approfondimenti
a) Ambito di applicazione
b) Operatore responsabile delle informazioni sugli alimenti
c) Denominazione degli alimenti, traduzione delle informazioni,
nuovo «campo visivo»
d) Indicazioni sulla presenza di Allergeni
e) Informazioni sugli alimenti sfusi, preincartati, somministrati
f) Origine e/o Provenienza
g) Dichiarazione nutrizionale
h) Disposizioni transitorie
Appendice: La nuova etichetta: cosa resta e cosa scompare
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
2
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
SINTESI DELLE NOVITA’
INDICAZIONI SULLA PRESENZA DI ALLERGENI necessarie anche per i cibi non imballati,
ad esempio quelli venduti sfusi oppure somministrati nei ristoranti o nelle mense
TABELLA CON DICHIARAZIONE NUTRIZIONALE OBBLIGATORIA dal 2016, che dovrà
contenere le informazioni sul contenuto energetico e le percentuali di grassi acidi, grassi
saturi, carboidrati, zuccheri, proteine e sale, espresse per 100g o per 100ml di prodotto e
potranno essere espresse anche in porzioni
ETICHETTE PIU' LEGGIBILI con dimensione minima dei caratteri tipografici
DATA DI SCADENZA riportata oltre che sull’imballo esterno, anche sull'incarto interno dei
prodotti confezionati singolarmente
DIVIETO di INDICAZIONI FUORVIANTI SULLE CONFEZIONI aspetto, descrizione e
presentazione grafica dovranno essere più comprensibili per non confondere il consumatore.
Inoltre TUTTE LE ETICHETTE DOVRANNO RIPORTARE, come già accade,
denominazione dell'alimento, elenco degli ingredienti e relativa quantità, quantità netta
dell'alimento, scadenza o termini di conservazione, nome o ragione sociale dell'operatore che
commercializza l'alimento, istruzioni per l'uso, volume alcolometrico solo nel caso di prodotti
contenenti più dell'1,2% di alcool
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
3
CNA Alimentare
Etichettatura
Reg. 1169/2011
AMBITO DI
APPLICAZIONE
del REG. 1169/2011
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
4
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Oggetto e ambito di applicazione (Articolo 1)
1. Il presente regolamento «stabilisce le basi che garantiscono un
elevato livello di protezione dei consumatori in materia di informazioni
sugli alimenti, tenendo conto delle differenze di percezione dei
consumatori e delle loro esigenze in materia di informazione, garantendo
al tempo stesso il buon funzionamento del mercato interno».
2. …definisce in modo generale i principi, i requisiti e le responsabilità
che disciplinano le informazioni sugli alimenti e, in particolare,
l'etichettatura degli alimenti. Fissa gli strumenti volti a garantire il diritto
dei consumatori all'informazione e le procedure per la fornitura di
informazioni sugli alimenti…
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
5
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Oggetto e ambito di applicazione (Articolo 1)
3. … si applica agli operatori del settore alimentare in tutte le fasi
della catena alimentare quando le loro attività riguardano la fornitura
di informazioni sugli alimenti ai consumatori.
4. …si applica a tutti gli alimenti destinati al consumatore finale,
compresi quelli forniti dalle collettività, e a quelli destinati alla fornitura
delle collettività
5. …si applica ai servizi di ristorazione forniti da imprese di trasporto
quando il luogo di partenza si trovi nel territorio dell’UE
6. …si applica fatti salvi i requisiti di etichettatura stabiliti da specifiche
disposizioni dell'Unione per particolari alimenti.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
6
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Definizioni importanti
COLLETTIVITA’
INGREDIENTE
PRIMARIO
«qualunque struttura (compreso un veicolo
o un banco di vendita fisso o mobile), come
ristoranti, mense, scuole, ospedali e
imprese di ristorazione in cui, nel quadro di
un'attività imprenditoriale, sono preparati
alimenti destinati al consumo immediato da
parte del consumatore finale»
«l’ingrediente o gli ingredienti di un
alimento che rappresentano più del 50 %
di tale alimento o che sono associati
abitualmente alla denominazione di tale
alimento dal consumatore e per i quali
nella maggior parte dei casi è richiesta
un’indicazione quantitativa»
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
7
CNA Alimentare
Etichettatura
Reg. 1169/2011
OPERATORE
RESPONSABILE
INFORMAZIONI
SUGLI ALIMENTI
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
8
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Responsabilità (Articolo 8)
L'operatore del settore alimentare responsabile delle informazioni sugli
alimenti
è l'operatore (nome o ragione sociale) con cui è commercializzato il
prodotto o, se tale operatore non è stabilito nell'Unione,
l'importatore nel mercato dell'UE
Di cosa è responsabile
assicura la presenza e l'esattezza delle informazioni sugli
alimenti
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
9
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Responsabilità (Articolo 8)
L’operatore responsabile delle informazioni sugli alimenti assicura che:
le indicazioni obbligatorie appaiano sul preimballaggio
- oppure su un'etichetta,
- oppure sui documenti commerciali che accompagnano l'alimento cui si
riferiscono o sono stati inviati prima o contemporaneamente alla consegna;
la denominazione dell’alimento
Il tmc o la data di scadenza
le condizioni di conservazione e/o impiego
Il nome/ragione sociale e indirizzo dell’operatore alimentare
responsabile delle informazioni in etichetta
figurino anche sull'imballaggio esterno degli alimenti preconfezionati.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
10
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Responsabilità (Articolo 8)
Gli operatori del settore alimentare che non influiscono sulle
informazioni relative agli alimenti, non forniscono alimenti di
cui conoscono o presumono, in base alle informazioni in loro
possesso in qualità di
professionisti, la non conformità alla normativa in materia di
informazioni sugli alimenti applicabile e ai requisiti delle
pertinenti disposizioni nazionali.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
11
Approfondimento sulla Responsabilità delle
informazioni in etichetta
Operatore responsabile delle informazioni in etichetta (Articolo 8)
Prodotto che riporta un marchio contenente il nome del produttore
In questo caso l'operatore responsabile delle informazioni in etichetta
è il produttore e il suo nome e indirizzo DEVONO essere riportati tra le
indicazioni obbligatorie in etichetta
Danone
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
Zuegg
Coca-cola
12
Approfondimento sulla Responsabilità delle
informazioni in etichetta
Operatore responsabile delle informazioni in etichetta (Articolo 8)
Prodotto che riporta un marchio contenente il nome del produttore
In questo caso l'operatore responsabile delle informazioni in etichetta
è il produttore e il suo nome e indirizzo DEVONO essere riportati tra le
indicazioni obbligatorie in etichetta
ESEMPIO
Via Claudia 4557, 41056 - Savignano sul Panaro (MO) - Italia
Tel. +39 059 733024 - Fax +39 059 733007 - [email protected]
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
13
Approfondimento sulla Responsabilità delle
informazioni in etichetta
Operatore responsabile delle informazioni in etichetta (Articolo 8)
Prodotto commercializzato con un marchio che non corrisponde al
nome del produttore
ESEMPIO
L'azienda Cento Fiori produce e commercializza
integratori alimentari con il proprio marchio Cento Fiori
una parte di prodotti vengono realizzati direttamente
all'interno dell'azienda, altri, se li fa produrre dalla
"OFI-Officina Farmaceutica Italiana SpA" specializzata
nella produzione di integratori alimentari conto terzi
Tutti i prodotti dell'Azienda Cento Fiori sono commercializzati con il
marchio Cento Fiori, quindi, l'operatore responsabile delle informazioni in
etichetta è l'azienda Cento Fiori
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
14
Approfondimento sulla Responsabilità delle
informazioni in etichetta
Operatore responsabile delle informazioni in etichetta (Articolo 8)
Prodotto commercializzato con il marchio del distributore
In questo caso il responsabile delle informazioni sugli alimenti è il
distributore e il suo nome e indirizzo DEVONO essere riportati tra le
indicazioni obbligatorie in etichetta (sia nel caso in cui il distributore
produca direttamente l'alimento sia nel caso in cui deleghi la produzione a
terzi)
Confettura di albicocche Carrefour
Fagioli in scatola Esselunga
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
15
Approfondimento sulla Responsabilità delle
informazioni in etichetta
Operatore responsabile delle informazioni in etichetta (Articolo 8)
INDIRIZZO
Nel caso di multinazionali o international brands, si può mettere solo
l'indirizzo della sede nello Stato membro, non si è obbligati a mettere
quello della casa madre
Kraft Foods Group, Inc.
Three Lakes Drive, Northfield,
IL 60093
USA
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
Kraft italia Services
Sede principale
Via Nizzoli, 3 - 20147
Milano (MI)
16
CNA Alimentare
Etichettatura
Reg. 1169/2011
DENOMINAZIONE
TRADUZIONE
CAMPO VISIVO
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
17
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Denominazione dell'alimento (Articolo 17)
1. La denominazione dell'alimento è la sua denominazione legale,
oppure la sua denominazione usuale, oppure una denominazione
descrittiva.
2. È ammesso l'uso nello Stato membro di commercializzazione, della
denominazione dell'alimento sotto la quale il prodotto è legalmente
fabbricato e commercializzato nello Stato di produzione.
Tuttavia, quando la denominazione non consente ai consumatori di
conoscere la natura reale dell'alimento e di confonderlo con altri prodotti,
la denominazione del prodotto in questione è accompagnata da altre
informazioni descrittive che appaiono in prossimità della
denominazione dell'alimento.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
18
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Denominazione dell'alimento (Articolo 17)
3. In casi eccezionali, la denominazione dell'alimento nello Stato membro
di produzione non è utilizzata nello Stato membro di
commercializzazione quando tale nome potrebbe trarre in inganno i
consumatori
4. La denominazione dell'alimento non è sostituita con una denominazione
protetta come proprietà intellettuale, marchio di fabbrica o denominazione
di fantasia
5. L'allegato VI stabilisce disposizioni specifiche sulla denominazione
dell'alimento e sulle indicazioni che la accompagnano
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
19
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Requisiti linguistici delle etichette (Art. 15)
Le informazioni obbligatorie sugli alimenti, devono apparire in una
lingua facilmente comprensibile da parte dei consumatori degli Stati
membri nei quali l’alimento è commercializzato.
Sul loro territorio, gli Stati membri nei quali è commercializzato un
alimento possono imporre che tali indicazioni siano fornite in una o
più lingue ufficiali dell’Unione.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
20
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Novità relative all’aspetto grafico dell'etichetta
Presentazione delle indicazioni obbligatorie (art. 13, comma 2)
«…le indicazioni obbligatorie che appaiono sull’imballaggio o sull’etichetta
sono stampate in modo da assicurare chiara leggibilità,
in caratteri la cui parte mediana (altezza della x), definita nell’allegato IV, è
pari o superiore a 1,2 mm.
Nel caso di imballaggi o contenitori la cui superficie maggiore misura meno
di 80 cm quadrati , l’altezza della x della dimensione dei caratteri
è pari o superiore a 0,9 mm.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
21
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Novità relative all’ aspetto grafico dell'etichetta
Presentazione delle indicazioni obbligatorie (art. 13, comma 2)
«…le indicazioni dell’alimento, quali:
la denominazione dell’alimento
la quantità netta
il titolo alcolometrico volumico effettivo (per le bevande
che contengono più dell’1,2 % di alcool in volume)
devono apparire nello stesso campo visivo»
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
22
CNA Alimentare
Etichettatura
Reg. 1169/2011
ALLERGENI
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
23
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Allergeni
Qualsiasi ingrediente o coadiuvante che provochi allergie deve figurare
nell’elenco degli ingredienti con un riferimento chiaro alla denominazione
della sostanza definita come allergene.
Inoltre l'allergene deve
essere evidenziato attraverso un tipo di carattere chiaramente distinto dagli
altri, per esempio per dimensioni, stile o colore di sfondo.
Riferimenti:
- art. 9 comma 1, lettera c) "Elenco delle indicazioni
obbligatorie"
- art. 21 "Etichettatura di alcune sostanze o prodotti
che provocano allergie o intolleranze"
- allegato II "Sostanze e prodotti che provocano allergie"
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
24
CNA Alimentare
Etichettatura
Reg. 1169/2011
ALIMENTI SFUSI
PREINCARTATI
SOMMINISTRATI
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
25
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Vendita dei prodotti sfusi (D.Lgs 109/1991, art. 16)
I prodotti alimentari non preconfezionati o generalmente venduti previo
frazionamento, anche se originariamente preconfezionati,
i prodotti confezionati sui luoghi di vendita a richiesta dell'acquirente ed i
prodotti preconfezionati ai fini della vendita immediata,
devono essere muniti di apposito cartello, applicato ai
recipienti che li contengono oppure applicato nei
comparti in cui sono esposti.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
26
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Vendita dei prodotti sfusi (D.Lgs 109/1991, art. 16)
«…i prodotti della gelateria, della pasticceria, della panetteria e della
gastronomia, ivi comprese le preparazioni alimentari, l'elenco degli
ingredienti può essere riportato su un unico cartello tenuto ben in vista
oppure,
per singoli prodotti,
su apposito registro o altro sistema equivalente da tenere bene in vista, a
disposizione dell'acquirente, in prossimità dei banchi di esposizione dei
prodotti stessi».
Per le bevande vendute mediante spillatura il cartello può essere applicato
direttamente sull'impianto o a fianco dello stesso.
Le acque idonee al consumo umano non preconfezionate, somministrate nelle
collettività ed in altri esercizi pubblici, devono riportare, ove trattate, la specifica
denominazione di vendita «acqua potabile trattata e gassata» se è stata
addizionata di anidride carbonica.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
27
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Vendita dei prodotti sfusi (D.Lgs 109/1991, art. 16)
Sul cartello devono essere riportate:
a) la denominazione di vendita;
b) l'elenco degli ingredienti con allergeni in evidenza
c) le modalità di conservazione per i prodotti alimentari rapidamente
deperibili, ove necessario;
d) la data di scadenza per le paste fresche e le paste fresche con ripieno
(DPR 9 febbraio 2001, n. 187);
e) il titolo alcolometrico volumico effettivo per le bevande con contenuto
alcolico superiore a 1,2% in volume;
f) la percentuale di glassatura, considerata tara, per i prodotti congelati
glassati.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
28
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Disposizioni per gli alimenti sfusi o preincartati su richiesta del
cliente
Se gli alimenti sono offerti in vendita al consumatore finale o alle
collettività senza preimballaggio, oppure sono imballati sui luoghi di
vendita su richiesta del consumatore, è obbligatorio segnalare:
la denominazione dell’alimento
la presenza di allergeni
peso e prezzo
data
Se vengono preincartati sul luogo di vendita e posti sugli scaffali o
nel banco frigo per la vendita diretta, oltre alle indicazioni sopra
elencate, bisogna aggiungere anche
il tmc o la data di scadenza
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
29
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Prodotti non destinati al consumatore (D Lgs 109/1991, art. 17)
I prodotti alimentari destinati all'industria, agli utilizzatori commerciali
intermedi ed agli artigiani per i loro usi professionali, oppure per essere
sottoposti ad ulteriori lavorazioni nonché i semilavorati non destinati al
consumatore, devono riportare:
la denominazione di vendita
la quantità netta (o nominale per i prodotti preconfezionati in quantità
unitarie costanti)
elenco ingredienti con allergeni in evidenza
nome/ragione sociale/marchio depositato e la sede o del fabbricante o
del confezionatore o di un venditore stabilito nell’UE
il lotto di appartenenza
Tali indicazioni possono essere riportate sull'imballaggio o sul recipiente o sulla
confezione o su una etichetta appostavi o sui documenti commerciali.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
30
CNA Alimentare
Etichettatura
Reg. 1169/2011
ORIGINE e/o
PROVENIENZA
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
31
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Paese d'origine o luogo di provenienza (Articolo 26)
Il presente articolo non si applica ai prodotti agricoli e alimentari
riconosciuti come:
specialità tradizionali garantite
indicazioni geografiche protette
denominazioni d'origine
L'indicazione del paese d'origine o del luogo di provenienza è obbligatoria
solo se l'omissione può indurre in errore il consumatore sul paese
d'origine o il luogo di provenienza reali dell'alimento, in particolare se le
informazioni che accompagnano l'alimento o contenute nell'etichetta
potrebbero far pensare che l'alimento abbia un differente paese d'origine o
luogo di provenienza
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
32
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Definizioni importanti
LUOGO
DI PROVENIENZA
«luogo da cui proviene l’alimento, ma che
non è il «paese d’origine» come
individuato nel Codice Doganale Reg.
952/2013
il nome, la ragione sociale o l’indirizzo
dell’operatore del settore alimentare apposto
sull’etichetta non costituisce un’indicazione del
paese di origine o del luogo di provenienza del
prodotto alimentare ai sensi del presente
regolamento.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
33
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
ORIGINE Reg. (CE) 9-10-2013 n. 952/2013 (ART. 60-61)
Le merci interamente ottenute in un unico paese o territorio sono
considerate originarie di tale paese o territorio, se alla loro produzione
contribuiscono due o più paesi o territori, sono considerate originarie del
paese o territorio in cui hanno subito l'ultima trasformazione o
lavorazione sostanziale ed economicamente giustificata,
effettuata presso un'impresa attrezzata a tale scopo, che si sia conclusa
con la fabbricazione di un prodotto nuovo o abbia rappresentato una
fase importante del processo di fabbricazione.
Prova dell'origine: «…Qualora le esigenze del commercio lo richiedano, un
documento che prova l'origine può essere rilasciato nell'Unione, conformemente
alle norme di origine in vigore nel paese o nel territorio di destinazione o ad altri
metodi di individuazione del paese in cui le merci sono state interamente
ottenute o in cui hanno subito l'ultima trasformazione sostanziale.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
34
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Paese d'origine o luogo di provenienza (Articolo 26)
Quando il paese d'origine o il luogo di provenienza di un
alimento è indicato, e non è lo stesso di quello del suo
ingrediente primario:
a) è indicato anche il paese
d'origine o il luogo di provenienza
di tale ingrediente primario;
oppure
b) il paese d'origine o il luogo di
provenienza dell'ingrediente
primario è indicato come diverso
da quello dell'alimento.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
35
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Paese d'origine o luogo di provenienza (Articolo 26)
Entro il 13 dicembre 2014, la Commissione presenta al Parlamento
europeo e al Consiglio relazioni sull'indicazione obbligatoria del paese
d'origine o del luogo di provenienza per i seguenti alimenti:
a) i tipi di carni diverse dalle carni bovine e da quelle della nomenclatura
combinata (allegato XI);
b) il latte;
c) il latte usato quale ingrediente di prodotti lattiero-caseari;
d) gli alimenti non trasformati;
e) i prodotti a base di un unico ingrediente;
f) gli ingredienti che rappresentano più del 50% di un alimento.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
36
CNA Alimentare
Etichettatura
Reg. 1169/2011
DICHIARAZIONE
NUTRIZIONALE
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
37
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Dichiarazione nutrizionale (Articoli 29-35)
Dal 2016
OBBLIGATORIA
su tutti gli alimenti
preconfezionati
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
38
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Dichiarazione nutrizionale (Articoli 29-35)
La presente sezione non si applica
agli integratori alimentari e alle
acque minerali naturali.
La presente sezione si applica anche
agli alimenti destinati a un'alimentazione
particolare, pur mantenendo in vigore
la normativa specifica (Direttiva 2009/39/CE).
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
39
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Dichiarazione nutrizionale
(Articoli 29-35)
Il Regolamento stabilisce:
il contenuto, la presentazione e l'ordine di presentazione;
il valore energetico è calcolato mediante i coefficienti di conversione
elencati nell'allegato XIV. I valori dichiarati sono valori medi stabiliti, a
seconda dei casi, sulla base:
a) dell'analisi dell'alimento effettuata dal fabbricante;
b) del calcolo effettuato a partire dai valori medi noti o effettivi relativi agli
ingredienti utilizzati;
oppure
c) del calcolo effettuato a partire da dati generalmente stabiliti e accettati.
Il valore energetico e le quantità di sostanze nutritive sono espressi
ricorrendo alle unità di misura indicate nell'allegato XV
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
40
CNA Alimentare
Etichettatura
Reg. 1169/2011
DISPOSIZIONI
TRANSITORIE
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
41
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Disposizioni transitorie (Articolo 54)
Gli alimenti immessi sul mercato o etichettati prima del 13 dicembre 2014
che non soddisfano i requisiti del Regolamento,
possono essere commercializzati fino all’esaurimento delle scorte.
Gli alimenti immessi sul mercato o etichettati prima del 13 dicembre 2016
che non riportano la nuova indicazione nutrizionale, possono essere
commercializzati fino all'esaurimento delle scorte.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
42
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Disposizioni transitorie (Articolo 54)
Gli alimenti immessi sul mercato o etichettati prima del 1°gennaio 2014
che non soddisfano i requisiti relativi alla designazione delle carni macinate
(allegato VI, parte B) possono essere commercializzati fino all'esaurimento
delle scorte.
Tra il 13 dicembre 2014 e il 13 dicembre 2016, la dichiarazione
nutrizionale, se è fornita su base volontaria, deve essere conforme a
quanto stabilito nel Regolamento.
Gli alimenti etichettati secondo le nuove regole possono essere immessi
sul mercato anche prima del 13 dicembre 2014.
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
43
CNA Alimentare
Etichettatura
Reg. 1169/2011
APPENDICE:
LA NUOVA ETICHETTA
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
44
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Elenco delle indicazioni obbligatorie in etichetta (Articolo 9)
a)
la denominazione di vendita
a)
la denominazione dell’alimento
b)
l’elenco degli ingredienti
c) qualsiasi ingrediente o coadiuvante tecnologico elencato nell’allegato
II o derivato da una sostanza o un prodotto elencato in detto allegato che
provochi allergie o intolleranze usato nella fabbricazione o nella
preparazione di un alimento e ancora presente nel prodotto finito, anche se
in forma alterata;
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
45
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Elenco delle indicazioni obbligatorie in etichetta (Articolo 9)
d) la quantità di taluni ingredienti o categorie di ingredienti;
e) la quantità netta, o nel caso di prodotti preconfezionati in quantità
unitarie costanti, la quantità nominale
e) la quantità netta dell’alimento
f) la sede dello stabilimento di produzione
o di confezionamento
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
?
46
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Elenco delle indicazioni obbligatorie in etichetta
g) il termine minimo di conservazione o la data di scadenza
h) le condizioni particolari di conservazione e/o le condizioni d’impiego*
i) il nome o la ragione sociale o il marchio depositato e la sede o del
fabbricante o del confezionatore o di un venditore stabilito nell’UE
i) il nome o la ragione sociale e l’indirizzo dell’operatore del settore
alimentare responsabile delle informazioni sugli alimenti
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
47
Nuova etichettatura dal 13 dicembre 2014
Elenco delle indicazioni obbligatorie in etichetta
l) il paese d’origine o il luogo di provenienza*
m) le istruzioni per l’uso, per i casi in cui la loro omissione renderebbe
difficile un uso adeguato dell’alimento*
n) per le bevande che contengono più di 1,2 % di alcol in volume, il titolo
alcolometrico volumico effettivo*
o) una dicitura che consenta di indicare il lotto di appartenenza
p) una dichiarazione nutrizionale*
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
48
CNA
Alimentare
Fine
CNA Unione Alimentare_Etichettatura alimenti
49
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
827 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content