close

Enter

Log in using OpenID

A-20bis-Comunicazione Inizio Lavori

embedDownload
ALLEGATO A-20bis
SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA
COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI (CIL)
D.Lg. 73/2010 di conversione D.L. n. 78/2010 - Art. 6 del
D.P.R. 380/2001 – comma 1 e 2 (modificato dall’art. 5 della
Legge 73/2010) e dal decreto 69/2913 ordinato con la legge
di conversione 9 agosto 2013, n. 98
Ultimo Aggiornamento: 08/10/2014
N.B. LA PRESENTE COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI, NEI CASI IN CUI SI RENDE OBBLIGATORIO PER
LEGGE COMUNICARE L’IMPRESA ESECUTRICE DEI LAVORI, PUO’ ESSERE PRESENTATA SOLTANTO
DOPO AVER RICEVUTO LA COMUNICAZIONE DA PARTE DELLO SPORTELLO UNICO PER L’EDILIZIA (SUE)
DELL’AVVENUTA ACQUISIZIONE DEGLI ATTI DI ASSENSO RICHIESTI. RIENTRA TRA GLI ATTI DI ASSENSO
DA RICHIEDERE AL SUE ANCHE IL DURC. Nel caso in cui venga presentata al Suap la C.I.L. per
l’esecuzione delle opere per le quali si rende obbligatorio acquisire il DURC, ma detto documento rilasciato
dal SUE non è stato allegato, oppure senza aver dichiarato la presenza di detto documento agli atti del SUE,
LA COMUNICAZIONE SARA’ DICHIARATA IRRICEVIBILE.
1. Dati dell’interessato
IL SOTTOSCRITTO
Cognome
Nome
Data di nascita
Luogo di nascita
Codice fiscale
Cittadinanza
Estremi del documento
di soggiorno (se cittadino non U.E.)
Residenza: Comune di
C.A.P.
Prov
Indirizzo
N°
Telefono
Cellulare
Fax
P.E.C.
In qualità di
Titolare della Ditta individuale
Legale Rappresentante della persona giuridica sotto specificata
Denominazione
Forma giuridica
P. I.V.A.
(s.r.l., s.a.s., s.p.a., consorzio, ecc.)
Sede legale: Comune di
C.A.P.
Provincia
Indirizzo
Telefono
N°
Cellulare
Fax
P.E.C.
Iscritto presso la C.C.I.A.A. di
Al registro
N°
Eventuale recapito per comunicazioni inerenti la presente pratica
Tel./cell./email
Modello A-20bis - Manutenzione Ordinaria Unitamente alla CIL - Pagina 1di 5
2. Codice univoco della pratica
Generare il Codice Univoco della pratica nella forma <codicefiscale>-<GGMMAAAA-HHMM>
[Per generare il codice univoco fare doppio click nel campo sottostante]
3. Specifiche relative all'attività
Il sottoscritto i cui dati sono integralmente riportati al quadro 1, fatte salve le prescrizioni degli strumenti urbanistici
comunali e, comunque nel rispetto delle altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia e, in
particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico sanitarie, di quelle relative all’efficienza
energetica nonché delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo
22 gennaio 2004, n. 42:
COMUNICA
3.1 L’INIZIO DEI SEGUENTI LAVORI :
1.
gli interventi di manutenzione straordinaria di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), ivi compresa l’apertura di
porte interne o lo spostamento di pareti interne, sempre che non riguardino le parti strutturali dell’edificio, non
comportino aumento del numero delle unità immobiliari e non implichino incremento dei parametri urbanistici .
In questo caso la C.I.L. deve essere accompagnata:
- da una relazione asseverata a firma di un tecnico abilitato;
- dalla comunicazione dei dati identificativi dell’impresa cui affidare i lavori, compilando obbligatoriamente il
successivo Quadro 7;
- dagli allegati descritti al successivo Quadro 8.
2.
le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse
al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni;
3.
le opere di pavimentazione e di finitura di spazi esterni, anche per aree di sosta, che siano contenute entro
l’indice di permeabilità, ove stabilito dallo strumento urbanistico comunale, ivi compresa la realizzazione di
intercapedini interamente interrate e non accessibili, vasche di raccolta delle acque, locali tombati;
4.
i pannelli solari, fotovoltaici, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del
Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444
5.
6.
l'installazione dei depositi di gas di petrolio liquefatti di capacità complessiva non superiore a 13 mc.
le aree ludiche senza fini di lucro e gli elementi di arredo delle aree pertinenziali degli edifici;
le modifiche interne di carattere edilizio sulla superficie coperta dei fabbricati sempre che non riguardino le parti
strutturali, alle seguenti condizioni:
-
7.
l’intervento non comporti incremento delle unità immobiliari;
che non vi e' interessamento delle parti strutturali dell'edificio;
l’intervento sia riferito ad una singola unità immobiliare;
l’unità immobiliare deve risultare legittimante adibita ad esercizio d’impresa e permanere in tale destinazione
anche dopo l’intervento.
-
In questo caso la C.I.L. deve essere accompagnata:
- da una relazione a firma di un tecnico abilitato che assevera: che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici
approvati e ai regolamenti edilizi vigenti, nonché che non vi è interessamento delle parti strutturali dell'edificio;
- dalla comunicazione dei dati identificativi dell’impresa cui affidare i lavori, compilando obbligatoriamente il
successivo Quadro 7.3;
- dagli allegati descritti al successivo Quadro 8;
le modifiche della destinazione d’uso dei locali adibiti ad esercizio d’impresa alle seguenti condizioni:
il cambio di destinazione d’uso deve riguardare la sola unità immobiliare;
l’uso previsto deve risultare conforme alle specifiche norme generali P.R.G., o da piani attuativi, previste per la
zona omogenea di PRG in cui ricade;
il cambio d’uso non deve essere accompagnato da opere edilizie funzionali al cambio d’uso medesimo, nonché tale
da comportare l'assegnazione dell'immobile o dell'unità immobiliare considerati ad una diversa categoria funzionale
tra quelle elencate all’art. 23-ter del D.P.R. 380/2001 e s.m.i. in quanto l’intervento si configurerebbe come
ristrutturazione edilizia attuabile con S.C.I.A o con P.d.C.
-
8.
In questo caso la C.I.L. deve essere accompagnata:
- da una relazione a firma di un tecnico abilitato che assevera: che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici
approvati e ai regolamenti edilizi vigenti, nonché che non vi è interessamento delle parti strutturali dell'edificio;
- dalla comunicazione dei dati identificativi dell’impresa cui affidare i lavori, compilando obbligatoriamente il
successivo Quadro 7.3;
- dagli allegati descritti al successivo Quadro 8.
Modello A-20bis - Manutenzione Ordinaria Unitamente alla CIL - Pagina 2di 5
4. Luogo in cui saranno realizzati i lavori
Via/P.zza n.civ.
5. Titoli edilizi abilitativi dell’immobile
Indicare degli estremi dei titoli abilitativi con il quale è stato realizzato l’immobile oggetto dell’intervento:
6 – Descrizione dell'intervento
Riportare descrizione delle opere che si intendono realizzare:
7. Dichiarazioni dell'interessato
IL SOTTOSCRITTO
Cognome
Data di nascita
Nome
Luogo di
nascita
nella sua qualità di avente titolo a intervenire sull’immobile da costruirsi o modificarsi, di cui alla presente dichiarazione autocertificativa
consapevole delle sanzioni penali previste in caso di dichiarazioni false ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. n°445 del 28/12/2000, della
decadenza dei benefici sulla base di dichiarazioni non veritiere di cui all’art. 75 del D.P.R. 445/2000, nonché di quanto previsto dall’art.
71 del D.P.R. n°445/2000 sul consenso prestato dal dichiarante con la presente, al controllo della corrispondenza al vero di quanto
dichiarato
DICHIARA
7-1 – Dichiarazioni generali
X
Di comunicare al SUAP eventuali variazioni dell’impresa esecutrice, nonché la conclusione dei lavori stessi, utilizzando a tal
fine il modello F-3bis.
X
Per gli interventi di cui sopra provvederò alla presentazione degli atti di aggiornamento catastale nel termine di cui all’art. 34
quinquies, comma 2, lettera b), del D.L. 4/2006 convertito, con modificazioni, dalla Legge 80/2006, ovvero entro 30 giorni
dal momento della variazione.
Che il DURC, già acquisito dall’Amministrazione Comunale, è presente agli atti del Servizio Gestione del Territorio Ufficio
Edilizia
Che il DURC, già acquisito dall’Amministrazione Comunale, è allegato alla presenta comunicazione
7-2 – Modalità di esecuzione dei lavori (quadro da compilare obbligatoriamente)
Che i lavori saranno eseguiti in economia senza l’ausilio di un’impresa esecutrice, ad esclusione dei casi indicati ai
punti 1, 7 e 8 del precedente Quadro 3.1;
Che l’impresa esecutrice è già stata già designata e sarà compilato il successivo Quadro 7.3
Modello A-20bis - Manutenzione Ordinaria Unitamente alla CIL - Pagina 3di 5
7.3 - Obbligo di dichiarare l’impresa ESECUTRICE DEI LAVORI
(esclusivamente per i punti 1, 7 e 8 riportati al precedente Quadro 3.1)
(Per le imprese produttive VIGE L’OBBLIGO di richiedere l’acquisizione del DURC in modalità informatica direttamente al
Servizio Gestione del Territorio Ufficio Edilizia, non essendo più possibile produrlo direttamente, utilizzando l’apposito
MODELLO DURC reperibile presso il predetto Servizio.
IL SOTTOSCRITTO
nella sua qualità di titolare dell’impresa esecutrice dei lavori di costruzione o modifica dell’immobile di cui alla presente dichiarazione
autocertificativa consapevole delle sanzioni penali previste in caso di dichiarazioni false ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. n°445 del
28/12/2000, della decadenza dei benefici sulla base di dichiarazioni non veritiere di cui all’art. 75 del D.P.R. 445/2000, nonché di quanto
previsto dall’art. 71 del D.P.R. n°445/2000
Cognome:
Data di
nascita
Nome:
Luogo di nascita
Iscritto all’albo della
Provincia di
N° iscrizione
Codice Fiscale
P.I.V.A.
Estremi del documento di soggiorno (se cittadino non U.E.)
Residenza:
Comune di
C.A.P.
Indirizzo
Telefono:
Provincia:
N°
Cellulare:
PEC
DICHIARA
che la costruzione sarà eseguita in conformità al progetto o alle opere dichiarate che qualora declinasse
l’incarico di cui sopra informerà tempestivamente il Comune a mezzo di PEC.
Firma digitale dell’impresa esecutrice
Modello A-20bis - Manutenzione Ordinaria Unitamente alla CIL - Pagina 4di 5
8. Allegati
limitatamente agli interventi previsti dal precedente punto 1 del quadro 3.2 relazione tecnica provvista di data certa e corredata
degli opportuni elaborati progettuali, a firma digitale di un tecnico abilitato, il quale assevera, sotto la propria responsabilità,
che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti e che per essi la normativa statale e
regionale non prevede il rilascio di un titolo abilitativo;
limitatamente ai punti 7 e 8 del quadro 3.1 relazione tecnica provvista di data certa e corredata degli opportuni elaborati
progettuali, a firma digitale di un tecnico abilitato, il quale assevera , sotto la propria responsabilità, le condizioni descritte ai
suddetti punti 7 e 8;
elaborati progettuali contenenti stralcio di PRG, catastale, aerofotogrammetrico e tavole di PTPR a firma digitale di un tecnico
abilitato, limitatamente agli interventi previsti dai precedenti punti 1, 7 e 8 e del quadro 3.1;
Copia del DURC rilasciato dal Servizio Gestione del Territorio ufficio edilizia (necessario solo nei casi in cui vige l’obbligo
di nominare l’impresa esecutrice dei lavori)
Ricevuta di versamento dei diritti di istruttoria su c/c n. 50874007 intestato a Comune di Civitavecchia – servizio tesoreria,
scansionata ed inviata in forma elettronica. Per i diritti e coordinate bancarie vedi nel portale alla voce “Diritti e Spese
ricevuta di versamento dei diritti Suap di € 30,00 su c/c n. 50874007 intestato a Comune di Civitavecchia – servizio tesoreria,
scansionata ed inviata in forma elettronica; (per IBAN vedi Portale alla voce “Diritti e Spese)
In caso di cittadini extracomunitari, allegare in formato elettronico il permesso di soggiorno in corso di validità
Firma digitale dell’Interessato
Modello A-20bis - Manutenzione Ordinaria Unitamente alla CIL - Pagina 5di 5
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
136 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content