close

Enter

Log in using OpenID

AlixPartners ha condotto una ricerca sul car

embedDownload
Milano, 7 Aprile 2014
Missione Mobilità
Car sharing, dal possesso alla fruibilità dell’auto.
Sfide e opportunità della nuova mobilità urbana.
Giacomo Mori – Managing Director AlixPartners
Enterprise Improvement
Financial Advisory
Information Management
Turnaround & Restructuring
www.alixpartners.com
1
AlixPartners ha condotto una ricerca sul car-sharing in USA per
comprenderne l’impatto sul mercato automotive
Metodologia della ricerca
Il car sharing
• Il car-sharing è l’evoluzione del noleggio
classico, in cui il veicolo viene noleggiato per
brevi periodi di tempo, spesso per meno di 1
ora, da una rete di location disponibili in zone
urbane densamente popolate
• Obiettivo della ricerca è comprendere
l’esperienza degli utilizzatori del servizio e
determinare l’impatto del car-sharing sulle
vendite di automobili negli Stati Uniti e in
Europa
• Gli utenti tipicamente pagano una
membership fee per iscriversi al servizio e il
costo dell’utilizzo effettivo è in base al tempo
e/o alla distanza percorsa.
• Circa 1.000 interviste in USA nelle 10 città
che sono i mercati principali del car-sharing
(Boston, Washington D.C., Seattle, Chicago,
New York, San Francisco, Oakland, Austin,
Portland, San Diego and Miami)
• Il car-sharing è stato introdotto negli USA nel
1994 – la fusione di Flexcar con Zipcar nel
2007 considerata l’inizio della fase di crescita;
• Densità di popolazione, dimensione della
flotta di car-sharing e presenza dei principali
service provider hanno determinato la scelta
• OEM automotive e società di noleggio
formano partnership e stanno
industrializzando il settore . Ad esempio:
• La ricerca è stata condotta a Novembre 2013
– Car2go è di proprietà di Daimler
• Sono state inoltre analizzate le tendenze del
mercato del car sharing in Usa e Europa e
valutato l’impatto sul mercato automotive
– DriveNow è una partnership di BMW e Sixt
– Zipcar di proprietà Avis
– Enjoy patnership tra ENI e Fiat
www.alixpartners.com
2
Focus della ricerca: i principali mercati del car-sharing per densità di
popolazione, dimensione della flotta, disponibilità del servizio
Popolazione e Reddito per famiglia
10 maggiori città USA oggetto della ricerca a confronto con alcune città Europee
Densità di
popolazione
(per square mile)
USA
60,000
Dimensione bolla:
Popolazione
Metro Area
Europa
55,000
Paris
30,000
New York-Newark
25,000
20,000
15,000
10,000
Miami
San Francisco-Oakland
Washington, D.C.
5,000
Seattle
Portland
Austin
0
20,000
London
Berlin Chicago
Milan
San Diego
Boston
Rome
30,000
40,000
50,000
60,000
70,000
80,000
Reddito medio
per famiglia
(USD)
90,000
Le città Europee sono comparabili alle città USA per densità di popolazione e reddito delle famiglie
Source: US Census, US Dept. of Commerce, OECD, World Bank, Press, www.comuni-italiani.it, Office for National Statistics, Institut national de la statistique et des études économiques (Insee),
Statistische Aemter des Bundes und der Laender, AlixPartners analysis
www.alixpartners.com
3
Costi di aquisto e oneri di gestione dell’auto di proprietà sono i
pricipali driver di utilizzo del car sharing
Fattori che guidano l’utilizzo del car-sharing
Vs. acquisto / noleggio di auto personale
Altre evidenze sull’utilizzo
Costo di aquisto auto
personale troppo alto
56%
Oneri di gestione e
manutenzione del veicolo
56%
Utilizzo del veicolo
non giustifica l’aquisto
•
Utilizzo del car-sharing molto più alto
tra I giovani e abbastanza
consistente per diverse fasce di
reddito (per redditi più alti si nota
comunque un utilizzo maggiore)
•
64% degli utenti prevedono di
incrementare l’utilizzo di car-sharing
nel prossimo anno
24%
Questioni di inquinamento
ambientale
23%
2%
Source: AlixPartners' American Consumer Car Sharing survey
www.alixpartners.com
Nelle 10 maggiori città USA solo il
43% di quelli che hanno risposto alla
survey non ha mai considerato il
car-sharing (il 25% considera di
usare il car-sharing nel futuro)
38%
Difficoltà di acquisto /
noleggio veicolo
Altro
•
4
Tra i vantaggi del car-sharing la convenienza è il fattore più rilevante.
Da migliorare la disponibilità dei veicoli
Aspetti più apprezzati del car-sharing
Aspetti meno apprezzati del car-sharing
Convenienza associata all’utilizzo
di veicoli condivisi
Risparmio su costi di gestione
e manutenzione del veicolo
Dubbio che il car sharing non porti
a risparmiare nel lungo periodo
36%
Evitare di dover acquistare un veicolo
e pagare in base all’utilizzo
31%
Transazione facile e senza fastidi
26%
Positivo per l’ambiente
20%
1%
Source: AlixPartners' American Consumer Car Sharing survey
www.alixpartners.com
46%
Non riuscire ad avere sempre
il tipo di veicolo preferito
42%
Facilità di accesso al servizio
Altro
Non avere un veicolo disponibile
sempre e subito
45%
5
25%
21%
Non avere la sensazione
di possedere un auto
16%
Pulizia del veicolo
15%
Incerto
11%
Non riuscire ad avere sempre
il brand di veicolo preferito
10%
Tra le ragioni per non utilizzare il car-sharing, la preferenza per avere
un auto personale è solo circa il 60%
Motivazioni per NON utilizzare il car-sharing
Età
60%
53%
62%
64%
Preferenza
per of
Preference
veicolo
personal-owned
personale
vehicle use
Costo
/ struttura
Cost
or the
way fees
di pricing
are structured
Reddito
15%
21%
13%
13%
60%
Preferenza
per of
Preference
veicolo
personal-owned
personale
vehicle use
Costo
struttura
Cost
or /the
way fees
di pricing
are structured
Total
18-34
49%
59%
70%
15%
24%
15%
8%
35-54
Accessibility
Accessibilitàofdipickups/drop-offs
for the
location di pickservice
up/drop-off
I docinot
know
of a
Non
sono
servizi
car-sharing
service
di
car-sharing
nella
mia area in my area
14%
19%
15%
10%
55+
11%
13%
11%
10%
Source: AlixPartners' American Consumer Car Sharing survey
www.alixpartners.com
6
Accessibility
Accessibilitàof
di pickups/drop-offs
for the
location di pickservice
up/drop-off
14%
17%
11%
15%
I do
know
of a
Non
ci not
sono
servizi
dicar-sharing
car-sharingservice
nella
mia area in my area
11%
16%
13%
5%
Total
< $50K
$50K - $100K
> $100K
Il fattore che di gran lunga porterebbe ad un maggior utilizzo del
servizio sarebbe il minor costo
Inizieresti ad utilizzare / utilizzeresti più spesso il servizio di car-sharing se ….
Fosse meno costoso
53%
Offrisse qualità più alta e/o veicoli più affidabili
18%
Non avesse pubblicità visibile sull’auto
17%
Offrisse veicoli più interessanti / piacevoli da guidare / particolari
Offrisse veicoli più ecologici
15%
Fosse non-profit o peer-to-peer
15%
Offrisse veicoli capaci di essere guidati da soli
Offrisse veicoli più puliti
Altro
Source: AlixPartners' American Consumer Car Sharing survey
www.alixpartners.com
16%
7
12%
10%
21%
Gli utenti di car-sharing in USA e Europa sono oggi circa un milione
e potranno crescere rispettivamente fino a 4 e 8 milioni entro il 2020
Utenti del servizio di car-sharing in USA e Europa
10.0M
USA
Europa
8.0M
6.0M
4.0M
2.0M
0.0M
2013
2014
2015
2016
2017
2018
2019
2020
Source: Frost & Sullivan, bcs2014, Car Plus, Kevin Milota from JP Morgan NA Equity Research, Adam Jonas from Morgan Stanley Equity Research, The Earth Institute at Columbia University, Zipcar
and Avis Investor Relations, BMW website, Car2go website, Transportation Sustainability Research Center at UC Berkeley, The Economist (“Sharing Economy”),, AlixPartners analysis
www.alixpartners.com
8
Anche la flotta di veicoli in sharing in Europa crescerà in misura
maggiore rispetto agli USA, ma gli utenti per veicolo sono inferiori
Flotta di veicoli di car-sharing e utilizzatori
USA
Europa
Dimensione flotta
Utenti
300k
Dimensione flotta
100M
Utenti
300k
100M
Flotta veicoli
Flotta veicoli
Iscritti
Iscritti
2,4
200k
4,0
4,1
200k
0,7
1M
100k
1M
100k
0.1M
0k
RATIO:
Utenti carsharing
/ Numero
veicoli
129,8k
50,0k
36,2k
10,0k
20,0k
2011
2014
2017
2020
2011
2014
2017
2020
2011:
2014:
2017:
2020:
2011:
2014:
2017:
2020:
56
68
74
81
41
53
58
63
0.01M
0k
17,0k
9
0.1M
70,0k
32,0k
0.01M
Source: Frost & Sullivan, bcs2014, Car Plus, Kevin Milota from JP Morgan NA Equity Research, Adam Jonas from Morgan Stanley Equity Research, The Earth Institute at Columbia University, Zipcar
and Avis Investor Relations, BMW website, Car2go website, Transportation Sustainability Research Center at UC Berkeley, The Economist (“Sharing Economy”),, AlixPartners analysis
www.alixpartners.com
10M
1,9
1,3
0,6
8,2
10M
In Europa, la Germania è il paese dove il car sharing è più sviluppato,
Roma e Madrid le capitali ancora in fase iniziale
Veicoli in car sharing e utlizzatori (iscritti) nelle principali città Europee a fine 2013
5.000
240.000
207.000
Flotta di Veicoli
3.000
120.000
105.000
90.000
2.000
1.000
2.300
2.000
1.200
Popolazione
area metrop.
(milioni)
160.000
120.000
120.000
80.000
2.250
2.500
120
8.000
130
Madrid
Munich
Paris
Milan
Rome
Berlin
Munich
Paris
Milan
Rome
Madrid
London
90
100
53
60
21
62
53
3,4
2,6
12,2
1,3
2,7
6,4
15,0
10
40.000
0
Berlin
Source: Public domain, AlixPartners analysis
www.alixpartners.com
Aperto bando per
individuare nuovi player:
• Car2Go +500 auto
(entro Aprile)
• A breve anche Enjoy
1.510
0
Ratio
Utenti /
veicoli
200.000
Iscritti
4.000
London
Diversi fattori guidano la crescita del car-sharing
Fattori economici
Utilizzo smartphone
e fattore tecnologico
• Nel contesto economico attuale in cui il consumatore medio tende a ritardare
l’acquisto di una nuova auto, il car-sharing è una valida alternativa
• I costi di utilizzo dell’auto e l’impegno di manutenzione sono due driver
importanti che rendono il car-sharing interessante rispetto ad acquisto / leasing
• L’utilizzo sempre maggiore degli smartphone riduce sempre più le barriere per
aderire al car-sharing
• Miglioramenti della connettività e tecnologia rendono il car sharing più
attrattivo (es. ricerca più efficiente dei veicoli disponibili, prenotazione/pagamento
con smartphone)
• Il Car-sharing elimina problemi e impegni legati alla manutenzione del veicolo
Praticità di utilizzo
Effetto
“congestione” e
incentivi governativi
• L’adesione al car-sharing e l’utilizzo avvengono in modo semplice, in
contrapposizione all’acquisto/noleggio di una nuova auto
• L’effetto “congestione” delle grandi città impone restrizioni e costi aggiuntivi
sulle auto personali (zone ZTL, requisiti di circolazione, tasse)
• Il car-sharing beneficia di agevolazioni e incentivi governativi (accesso a zone
ZTL, parcheggi per residenti, ecc.)
Source: Piper Jaffray Investment Research, Public domain, AlixPartners’ analysis
www.alixpartners.com
11
Circa 50% degli utenti di car-sharing dichiarano che non hanno
acquistato e non acquisteranno un’auto in futuro
Utenti di car-sharing che hanno evitato
l’acquisto / noleggio di auto
Conclusioni
• Nelle 10 maggiori città USA in cui è stata condotta la
ricerca, 51% degli utilizzatori hanno evitato di
acquistare o noleggiare un auto personale e 45%
prevedono di farlo nel futuro (per una media di 48%)
Passato
Futuro
• La tendenza ad evitare l’acquisto tra gli utilizzatori del
car-sharing è maggiore nelle aree metropolitane
grandi con alta densità di popolazione tipicamente
congestionate. Tali condizioni sono ottimali per la
diffusione del car-sharing, oltre ad una certa dimensione
della flotta per beneficiare di effetto scala.
51%
45%
39% 38%
34%
• E’ interessante notare la correlazione inversa tra la
passione per l’auto e la tendenza ad evitare
l’acquisto a causa del car-sharing:
21%
17%
– Le città in cui gli utenti hanno segnalato una maggiore
passione per l’auto (~80%) è stata riscontrata una
minore tendenza a non acquistare (~20-30%)
10%
Yes
No
Unsure
10 maggiori città USA
• Inoltre, livelli più alti di istruzione, età più giovane e
famiglie con bambini sono positivamente correlati
con una maggiore tendenza a non acquistare
Yes
Totale USA
Source: AlixPartners' American Consumer Car Sharing survey
www.alixpartners.com
12
In Europa, più ancora che in USA, la forte crescita degli utenti di carsharing determinerà una significativa perdita di vendite di auto nuove
In base alle intenzioni di non acquisto dell’auto,
in USA il car-sharing potrebbe portare ~1,2
milioni di mancate vendite nel 2014-2020
USA – Vendite di auto perse per
effetto del car-sharing
2014-2020
1.000
Migliaia di veicoli
Assumendo la stessa ipotesi in Europa,
il car-sharing potrebbe portare ~2,9 milioni di
mancate vendite nel 2014-2020
USA – Vendite di auto perse per
effetto del car-sharing
2014-2020
Totale
1,2m
1.000
Migliaia di veicoli
Totale
2,9m
800
750
600
500
400
250
200
0
0
2014
2015
2016
2017
2018
2019
2020
2014
2015
2016
2017
2018
2019
Source: Frost & Sullivan, bcs2014, Car Plus, Kevin Milota from JP Morgan NA Equity Research, Adam Jonas from Morgan Stanley Equity Research, The Earth Institute at Columbia University, Zipcar
and Avis Investor Relations, BMW website, Car2go website, Transportation Sustainability Research Center at UC Berkeley, The Economist (“Sharing Economy”),, AlixPartners analysis
www.alixpartners.com
13
2020
Le evidenze emerse nella ricerca suggeriscono alcune aree di azione
per OEM e fornitori dei servizi di car-sharing
OEM
Fornitori servizi di car-sharing
• Introdurre personalizzazioni di modelli pensate ad-hoc
per il car-sharing (es. componenti più durevoli per
utilizzo intenso, interni antisettici)
• Accordi con società di noleggio per abilitare la
condivisione del parco macchine nei picchi di domanda
• Migliorare le capability di previsione della domanda
per assicurare la disponibilità dei veicoli
• Far leva sulla rete di dealer per fornire servizi per la
flotta di car-sharing (es. manutenzione, rifornimento)
• Abilitare il one-way car-sharing (es. Ridistribuendo I
veicoli durante la notte come già fa Car2go e DriveNow)
• Diventare player integrati con offerta di servizi di carsharing (es. Daimer Car2go)
• Estendere servizi di assistenza in mobilità ai veicoli di
car-sharing del proprio brand (e.g. BMW mobility service)
• Negoziare parcheggi privilegiati in location
selezionate
• Compensare i fattori che limitano il consumatore
nell’acquisto di nuove auto, ad esempio:
– Integrare i costi di gestione in pacchetti prepagati
– Semplificare manutenzione (es. effettuandola a
domicilio)
• Migliorare la politica di comunicazione e di pricing:
– Comunicare meglio I costi ridotti rapportati ai costi di
gestione di un auto personale (es. Total cost of
ownership per km)
– Adattare il modello di pricing ai diversi mercati e alle
esigenze del cliente (es. Evitare costo per minuto in città
ad elevato traffico)
– Promozioni/sconti per utilizzo del car-sharing nei periodi
di minor richiesta
Source: AlixPartners
www.alixpartners.com
14
La mobilità sta evolvendo in tutte le regioni del mondo più
velocemente della stessa economia, il car-sharing ne è solo l’effetto
Principali driver che modelleranno la mobilità
Economici
Demografici
Sociali
Mercati globali
Urbanizzazione
Singles
Riscaldamento terrestre
Classe media in aumento
Sicurezza e protezione
Scarsezza di risorse naturali
(incluso petrolio)
Invecchiamento della
popolazione
Ecologia
Aumento di reddito
disponibile
Nuclei familiari più piccoli
Connettività
Rivoluzione tecnologica nelle
comunicazioni
Aumento della base di utenti
dei servizi di mobilità
Responsabilizzazione
individuale
Il traffico aereo passeggeri
può duplicare in 15 anni, il
trasporto merci può triplicare
in 20 anni; la movimentazione
di containers nel mondo può
quadruplicare entro il 2030
Quasi 200.000 persone si
trasferiscono in città ogni
giorno; la classe media
raddoppierà o triplicherà entro
il 2030 (dall’attuale livello di un
miliardo)
Per I giovani l’auto sta
perdendo il suo ruolo di status
symbol; entro il 2020 ci
saranno 50 miliardi di
apparecchi connessi alle reti
wireless in tutto il mondo
 I viaggi aumentano ad una velocità superiore a quella di riduzione dell’inquinamento risultante
 Il costo della congestione nelle mega-città crescerà in modo significativo
 Le nuove tecnologie mobili offrono grandi opportunità di incremento di efficienza nella mobilità urbana
Source: World Bank, Ericsson/ Cisco
www.alixpartners.com
15
AlixPartners is a leading global business advisory firm of results-oriented
professionals who specialize in creating value and restoring
performance at every stage of the business lifecycle. We thrive on
our ability to make a difference in high-impact situations and deliver
sustainable, bottom-line results.
The firm’s expertise covers a wide range of businesses and industries
whether they are healthy, challenged or distressed. Since 1981,
we have taken a unique, small-team, action-oriented approach to helping
corporate boards and management, law firms, investment banks,
and investors respond to critical business issues. For more information,
visit alixpartners.com.
AlixPartners. When it really matters.
North America
Boston
Chicago
©2013 AlixPartners, LLC
Dallas
Detroit
EMEA
Los Angeles
New York
San Francisco
Washington, DC
Dubai
Düsseldorf
Asia
London
Milan
Munich
Paris
Hong Kong
Seoul
Shanghai
Tokyo
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
392 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content