close

Enter

Log in using OpenID

Bando guide turistiche

embedDownload
“ Corso di Qualifica per Guida Turistica Riconosciuto e autorizzato ai sensi
dell’art. 40 L.R. 18/85 dalla Provincia di Cosenza”
DEFINIZIONE: “E’ guida turistica chi, per professione, accompagna persone singole o gruppi di
persone nelle visite ad opere d’arte, a musei, a gallerie, a scavi archeologici illustrando le
attrattive storiche, artistiche, monumentali, paesaggistiche e naturali.”
La professione di Guida Turistica è definita nella Legge Quadro sul turismo italiana n. 135/2001 e
modifica n. 40/2007.
La normativa a cui si riferisce la qualifica/abilitazione è:
 La direttiva europea 1991/51/CE definisce la professione di Guida Turistica
riconoscendone le caratteristiche di “specificità di area” (area specificità).
 Legge 17 maggio 1983, n. 217: "Riforma della legislazione nazionale del turismo".
 "Legge quadro per il turismo e interventi per il potenziamento e la qualificazione
dell'offerta turistica", pubblicata sulla G.U. n. 141 del 25/5/1983.
 Legge 6 dicembre 1991, n.394: "Legge quadro sulle aree protette", pubblicata sulla G.U.
n. 292 del 13/12/1991.” ( interesse alle guide ambientali ed escursionistiche)
 Direttiva Europea: 2005/36/CE
 Documento prEN 15565 Agosto 2006: “formazione guide turistiche”.
 Direttiva Europea: 75/368/CEE: “differenza tra guida e accompagnatore turistico”.
 Il CEN, Comitato Europeo di Normalizzazione ( CEN 12809-2003) fornisce chiara
definizione della professione di Guida Turistica
 CALABRIA: LEGGE REGIONALE N. 8 DEL 05.04.2008
“Riordino dell’organizzazione turistica regionale”
COMPETENZE: la guida turistica sarà in grado di elaborare un itinerario turistico nella provincia
di competenza, avrà una conoscenza specifica di tutte le opere d’arte e dei beni culturali del
territorio, sarà a conoscenza della normativa attinente al turismo e ai beni culturali e ambientali,
saprà conversare in lingua. Avrà inoltre una buona capacità di gestione dei gruppi che
accompagna.
Le sue attività possono comprendere: organizzare i percorsi di visita; accogliere i turisti all’uscita
dell’albergo, dell’autobus o in corrispondenza del luogo da visitare; guidare il gruppo dei turisti
fermandosi in corrispondenza delle cose più interessanti da vedere; illustrare (spesso in lingua
straniera) la storia e le caratteristiche di luoghi, monumenti, dipinti; approfondire singoli aspetti
in risposta alle domande dei turisti.
SBOCCHI PROFESSIONALI: la guida turistica trova lavoro presso agenzie di viaggio, tour
operator, enti turistici di ogni genere. Per esercitare è necessario poter esibire il “patentino”,
ovverosia l’abilitazione.
PERCORSO FORMATIVO: per diventare una Guida turistica è necessario superare un esame di
abilitazione che prevede una prova scritta, che riguarda il patrimonio storico e artistico e un
colloquio orale che, oltre alla parte culturale, presuppone anche la conoscenza delle norme che
regolano l’attività professionale e alcune nozioni di legislazione turistica.
1. DEFINIZIONE DEL CORSO
Il corso di formazione proposto dal nostro Ente è un corso “libero”, ossia un percorso formativo
giuridicamente riconosciuto ma non finanziato con risorse pubbliche ai sensi degli art. 40 e 41 ex
L.R. n. 18 del 19/04/1985. La stessa legge regolamenta l’ammissione alla prova finale e, con il
superamento degli esami si conseguirà un attestato di qualifica professionale rilasciato dall’Ente
promotore e vistato dal Dirigente del Settore Formazione Professionale della Provincia di
Cosenza, con la stessa validità degli attestati di cui all’art. 22 della ex L.R. 18/85.
1.1. FINALITA’ DEL CORSO
Il corso avrà come finalità l’inserimento degli allievi in un progetto di Turismo Sociale, Religioso,
Ambientale e Sportivo; i primi 10 allievi (da graduatoria esami) verranno avviati con la formula
dell’Impresa Sociale a gestire un Progetto di Sviluppo Sostenibile nel Settore Turistico nei circuiti
ENDAS nazionali.
Sarà comunque garantita a tutti gli allievi la necessaria assistenza per l’iscrizione all’albo
professionale regionale.
1.2. DURATA E SEDE DEL CORSO: 450 ore articolate in: 350 ore di teoria e 50 ore di
esercitazioni pratiche, oltre a 50 ore di stage. Il corso inizierà con decorrenza immediata dalla
data di rilascio nulla osta da parte dell’Amministrazione Provinciale e verrà comunicato
calendario dettagliato delle lezioni ai candidati ammessi al corso. Il corso si terrà preso la sede
didattica dell’Associazione NEMESI – Via XXIV Maggio (CS); materiale tecnico/amministrativo
presso la sede operativa dell’Ente in Via Nazionale 92, Paola (CS).
1.3. PIANO DIDATTICO PER GUIDA TURISTICA (D.Legs n 319 del 02/05/1994)
-
ACCOGLIENZA
1) Presentazione del Corso
10 ORE
-
ORIENTAMENTO PROFESSIONALE E DIRITTO DEL LAVORO E SINDACALE (di base)
45 ORE: 40 teoria
5 pratica
-
LEGISLAZIONE ED ORGANIZZAZIONE TURISTICA
30 ORE
1) Normativa dell’Unione europea attinente al turismo: libertà di circolazione dei
cittadini sul territorio UE, tutela del turista/consumatore, norme sul contratto di
viaggio, riconoscimento dei titoli professionali nell’ambito dei paesi dell’UE.
2) Legislazione nazionale: la legge quadro sul turismo, le norme di recepimento delle
direttive dell’Unione Europea.
3) Legislazione regionale in materia di organizzazione turistica, disciplina delle
strutture ricettive, agenzie di viaggio e turismo, professioni turistiche: l’Ente
Nazionale Italiano per il Turismo (E.N.I.T.); la Convenzione di Bruxelles (C.C.V.)
relativa al contratto di viaggio.
4) Organizzazione dei beni culturali ed ambientali a livello nazionale, regionale e
locale (Sovrintendenze, Musei, Parchi, ecc…). Enti pubblici, Associazioni, Consorzi,
Operatori del settore Turismo.
-
TECNICA PROFESSIONALE E TECNICHE DI COMUNICAZIONE
1)
2)
3)
4)
-
65 ORE:
50 teoria
15 pratica
Compiti e norme di esercizio dell’attività professionale: responsabilità civile,
disciplina della professione, norme fiscali, deontologia professionale. Il rapporto
con il gruppo, il rapporto con il cliente, il rapporto con le istituzioni; i rapporti
interpersonali: motivazione percezione, comunicazione; la gestione dei conflitti e
delle tensioni;
Elementi formativi per visite didattiche, applicazione delle conoscenze acquisite in
funzioni turistica. Il turismo sostenibile e l’attività di guida;
Tecniche e Nozioni di informatica finalizzate all’utilizzo di internet, della posta
elettronica, dei programmi di gestione testi in ambito professionale e informatica
per la comunicazione e l’informazione;
Marketing Turistico.
DI.626/94 e DL.196/03
20 ORE
1) Nozioni di primo soccorso. Igiene e Sicurezza sui luoghi di lavoro – di base
(DI.626/94). Elementi di Normativa sulla Privacy (D.Lgs. 196/03);
2) Prevenzione e Infortunistica.
-
IL TERRITORIO E LE SUE RISORSE

-
200 ORE:
120 teoria
30 pratica
50 stage
La
1)
2)
3)
4)
5)
regione Calabria e la Provincia di Cosenza:
elementi di geografia politica ed economica;
storia dell’arte;
Storia delle Tradizioni Popolari e Antropologia;
Storia della Calabria;
conoscenza dell’organizzazione turistica e della ricettività della Regione e
della Provincia;
6) conoscenza del patrimonio ambientale ed artistico della Regione e della
Provincia con riferimento a Parchi, Riserve, Oasi naturali;
7) cenni di enogastronomia, con particolare riferimento all’area provinciale: le
ricette tipiche, la produzione agricola e artigianale locale, la produzione
vitivinicola;
8) Storia e percorso di visita attraverso i monumenti e le attrattive del
capoluogo e delle principali località della Provincia di Cosenza (castelli,
dimore storiche, residenze, chiese, basiliche, santuari, principali musei,
gallerie, collezioni esistenti beni di interesse artistico e storico in generale
esistenti nella Provincia di Cosenza in particolare e nella Regione Calabria in
generale);
9) Storia e percorso di visita degli scavi archeologici esistenti nella Regione
Calabria e nella Provincia di Cosenza;
10) Storia e percorso di Turismo Religioso.
LINGUA STRANIERA
40+40 ORE
Conversazione in lingua, con particolare approfondimento della terminologia in uso
nell’esercizio della professione di guida turistica (azioni quotidiane, accoglienza ed
assistenza ai turisti, termini tecnici storico-architettonici, ecc….).
Le lingue straniere scelte tra quelle più diffuse in ambito turistico e commerciale sono
inglese e francese; agli iscritti che hanno già conoscenza delle lingue scelte sarà
integrata la conoscenza dello spagnolo o del tedesco.
1.4 STAGE: il periodo di stage deve essere svolto sotto la responsabilità di un professionista
abilitato, può essere svolto anche presso Enti o organizzazioni pubbliche o private operanti nel
settore turistico o artistico, nell’ambito di progetti specifici utili alla preparazione e
all’arricchimento professionale. L’attività svolta nell’ambito dello stage deve essere costituita in
prevalenza da esperienze di affiancamento ed accompagnamento nell’esercizio della professione
di guida turistica. I periodi di stage devono essere organizzati secondo le disposizioni del D.M. 25
marzo 1998 n. 142.
1.5. REQUISITI PER L’AMMISSIONE DEI CANDIDATI: il numero massimo di partecipanti
ammissibili al corso è di 20 allievi. L'ammissione ai corsi è consentita a coloro che abbiano
conferito un Diploma di scuola superiore o titolo equipollente. E’ obbligatoria la conoscenza delle
nozioni di base delle principali lingue straniere. Alle attività di formazione professionale possono
essere ammessi allievi di nazionalità estera purché regolarmente soggiornanti nel territorio della
Provincia di Cosenza, nel rispetto delle leggi vigenti e degli accordi internazionali stipulati.
1.6.
MODALITA’ PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE E
SELEZIONE
La domanda va compilata utilizzando esclusivamente gli appositi moduli disponibili presso la
sede del Comitato Provinciale ENDAS COSENZA o scaricata dal sito internet www.endas.it ed
inviata, insieme ad una copia del documento di identità e del curriculum vitae, con
Raccomandata A/R o consegna a mano o via email entro e non oltre il 15/11/2014. Le domande
presentate dopo la data indicata non saranno ritenute valide. Sarà garantito il rispetto delle
norme circa le pari opportunità. Qualora le domande di iscrizione eccedano il numero dei 20
posti disponibili, sarà effettuata una selezione mediante colloqui motivazionali e la commissione
sarà composta dal gruppo docente coadiuvato da un Counselor specializzato in motivazione.
1.7
OBBLIGHI PREVISTI PER LA FREQUENZA
Saranno ammessi all’esame finale i candidati che hanno frequentato almeno il 70% delle ore di
lezione previste nel corso. Ai fini dell’ammissione all’esame finale i crediti formativi riconosciuti
concorrono a costituire il monte ore di frequenza.
Al termine del corso ad ogni allievo viene assegnato un credito valutativo consistente in una
valutazione dei risultati ottenuti durante la frequenza del corso e nel periodo di stage.
La valutazione di ciascuna prova è espressa con un giudizio di IDONEITA’ o NON IDONEITA’.
I candidati che non abbiano conseguito il giudizio di idoneità nella prova scritta non sono
ammessi alle prove orali. Ai candidati che conseguono il giudizio di idoneità nelle tre prove e
raggiungono complessivamente il punteggio minimo stabilito dalla commissione provinciale,
l’Ente organizzatore consegna un attestato di abilitazione alla professione .
Gli attestati sono predisposti dallo stesso Ente organizzatore utilizzando il modello rilasciato
dalla Provincia di Cosenza.
I candidati che hanno superato positivamente la prova scritta ma non hanno ottenuto l’idoneità
nelle prove orali possono ripetere l’esame orale, previa richiesta degli stessi, entro il termine di
tre anni dal conseguimento dell’idoneità nella prova scritta. E’ consentita l’iterazione dell’esame
orale non più di due volte nell’arco del triennio.
1.8
TUTELA DELLA PRIVACY: ai sensi e per gli effetti del D.Lgs 196/2003, si comunica
che i dati verranno trattati per le finalità connesse all’attività formativa.
2. CONTROVERSIE: eventuali ricorsi dovranno pervenire per iscritto alla sede provinciale
dell’Endas Cosenza, Via Nazionale 92 - 87027 – Paola (CS).
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
216 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content