close

Enter

Log in using OpenID

2014 CC 7 approvazione PGT

embedDownload
OGGETTO: PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO ADOTTATO CON
DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 49 DEL 30.12.2013.
ESAME E DECISIONE IN MERITO ALLE OSSERVAZIONI E AI
PARERI PERVENUTI. APPROVAZIONE DEFINITIVA.
IL CONSIGLIO COMUNALE
Il Presidente del Consiglio introduce la trattazione del punto n. 3 iscritto all’ordine del giorno e passa
la parola al Sindaco, che illustra i passi seguiti per arrivare a questo momento di particolare
importanza. Indi, prende la parola il tecnico incaricato della redazione degli atti del P.G.T., Ing.
Fasani Marco…………………….
PREMESSO che con L.R. n. 12 dell’11/03/2005 la Regione Lombardia ha approvato le norme
sul “Governo del territorio”, in attuazione a quanto previsto dall’art. 117, terzo
comma, della Costituzione, definendo forme e modalità di esercizio delle
competenze spettanti agli enti locali, nel rispetto dei principi fondamentali
dell’ordinamento statale e comunitario, nonché delle peculiarità storiche, culturali,
naturalistiche e paesaggistiche che connotano la Lombardia;
CHE
gli enti locali, in particolare i Comuni, sono stati chiamati entro quattro anni dalla
data di approvazione della sopra citata legge regionale ad approvare il piano di
governo del territorio (P.G.T.) e contestualmente la relativa Valutazione
Ambientale Strategica (V.A.S.) del Piano, al fine di promuovere lo sviluppo
sostenibile ed assicurare un livello elevato di protezione dell’ambiente;
CHE
il termine entro cui adeguare gli strumenti urbanistici vigenti, inizialmente previsto
al 31/12/2009, è stato prorogato al 30/06/2014 con L.R. n. 1 del 04/06/2013;
CHE
il Comune di Valdidentro è attualmente dotato di P.R.G., approvato con DGR n.
VIII/1582 del 22/12/2005 e con deliberazione di C.C. n. 41 del 30/12/2005,
esecutiva ai sensi di Legge, entrato in vigore con decorrenza 08/03/2006, con la
pubblicazione in pari data sul Burl n. 10 serie inserzione e concorsi;
CHE
con deliberazione di Giunta Comunale n. 144 del 04/12/2008, esecutiva ai sensi di
legge, si è dato avvio al procedimento per la predisposizione del Piano di Governo
del Territorio, ai sensi della L.R. 11/03/2005 n. 12 e che con Deliberazione di
Giunta Comunale n. 04 del 15/01/2009 si è dato avvio al procedimento di
Valutazione Ambientale Strategica del Documento di Piano del PGT di
Valdidentro. L’avvio del procedimento per la redazione del Piano di Governo del
Territorio, datato 12/12/2008, è stato pubblicato all’Albo Comunale, sul
quotidiano “La Provincia di Sondrio” in data 03/02/2009 e sul sito internet
istituzionale;
CHE
con determinazione n. 187 del 29/05/2009 il responsabile del servizio edilizia
privata ed urbanistica ha dato avvio alla procedura negoziata, ai fini
dell’individuazione del professionista cui affidare l’incarico di elaborazione del
PGT e della VAS del Comune di Valdidentro;
con determinazione n. 01 del 18/01/2010 il responsabile del servizio edilizia
privata ed urbanistica ha affidato, ai sensi dell’art. 91 del D.Lgs. 163/2006,
all’Associazione Temporanea di Professionisti con capogruppo Dr. Mauro
Cavicchini, la redazione del Piano di Governo del Territorio e Valutazione
Ambientale Strategica;
con deliberazione di Giunta Comunale n. 129 del 09/10/2012, esecutiva ai sensi di
legge, è stata accolta la proposta di risoluzione anticipata consensuale del contratto
rep. N. 1010, stipulato in data 18/02/2010, con l’Associazione Temporanea di
Professionisti rappresentata dal Dr. Mauro Cavicchini;
con deliberazione di Giunta Comunale n. 130 del 09/10/2012, esecutiva ai sensi di
legge, si è ritenuto necessario procedere alla ridefinizione dell’incarico per la
redazione degli atti del PGT e della VAS del Comune di Valdidentro;
con deliberazione di Giunta Comunale n. 142 del 13/11/2012, esecutiva ai sensi di
legge, e successive determine del competente servizio n. 368/2012 e n. 345/2013,
si è proceduto ad affidare allo studio tecnico SFERA – Architettura & Ingegneria
con sede a Sondrio, via Donatore di Sangue, 15, P.Iva 00762800142, il servizio di
redazione del PGT e atti conseguenti e della VAS del Comune di Valdidentro;
mediante la Determinazione n. 315 del 16/09/2009 del competente responsabile
del servizio si è proceduto ad affidare al Geologo Dott.ssa Tiziana Da Prada, con
studio in Grosotto (SO) – Via del Capitel, 22 – P. IVA 00656860145, l’incarico di
redazione della componente geologica, idrogeologica e sismica nell’ambito della
redazione del Piano del Governo del Territorio del Comune di Valdidentro;
mediante la Determinazione n. 432 del 16/12/2011 del competente responsabile
del servizio si è proceduto ad affidare al Geologo Dott.ssa Tiziana Da Prada, con
studio in Grosotto (SO) – Via del Capitel, 22 – P. IVA 00656860145, l’incarico di
redazione dello studio geologico di dettaglio del basso versante di Semogo;
mediante la Determinazione n. 415 del 28/12/2012 del competente responsabile
del servizio si è proceduto ad affidare al Geologo Dott.ssa Tiziana Da Prada, con
studio in Grosotto (SO) – Via del Capitel, 22 – P. IVA 00656860145, l’incarico di
redazione dello studio geologico di dettaglio per l’aggiornamento del quadro del
dissesto del PAI su ambiti di frana quiescente del territorio comunale – Li Rum,
Pezzel Basso, Prei e Permoglia Bassa;
CHE
con deliberazione di Giunta Comunale n. 142 del 13/11/2012, esecutiva ai sensi di
legge, si è proceduto ad individuare ex novo l’autorità Procedente e l’Autorità
Competente;
in data 27/08/2013, con Delibera di Giunta Comunale n. 117, esecutiva ai sensi di
legge, è stato approvato l’atto di indirizzo per la redazione della VAS in Comune di
Valdidentro, finalizzato al proseguo del procedimento del PGT;
con deliberazione di Giunta Comunale n. 120 del 17/09/2013, esecutiva ai sensi di
legge, è stata individuata una nuova autorità procedente per la VAS, nella persona
del geom. Giuseppe Robustellini;
RILEVATO
che, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 30/12/2013, esecutiva ai
sensi di legge, è stato adottato il Piano di Governo del Territorio del Comune di
Valdidentro, composto dagli elaborati indicati in tale delibera;
DATO ATTO che, a seguito di esecutività, la citata delibera di adozione del PGT, insieme agli
elaborati, è stata depositata in libera visione al pubblico per la durata di trenta
giorni consecutivi a decorrere dal giorno 05/02/2014, come prescritto dall’art. 13,
comma 4, della L.R. n. 12/2005;
CHE
l’avviso di deposito del PGT è stato pubblicato mediante affissione all’Albo
Comunale dal 05/02/2014 al 06/04/2014, con modalità conformi a quanto
previsto dall’art. 32 della legge n. 69/2009 (pubblicazione n. 82/2014), sul sito web
comunale, sul quotidiano a diffusione locale “La Provincia di Sondrio” in data
04/02/2014 e sul BURL Serie Avvisi e Concorsi n. 6 del 05/02/2014;
CHE
la delibera di adozione del PGT, insieme a tutti gli elaborati ed allegati, in data
04/02/2014 è stata trasmessa per le eventuali osservazioni di cui all’art.13 comma
6 della L.R. n.12/2005 all’A.R.P.A. Lombardia – Dipartimento di Sondrio ed alla
A.S.L. territorialmente competente con nota prot. 656;
CHE
la stessa delibera di adozione del PGT, insieme a tutti gli elaborati ed allegati, è
stata trasmessa in data 04/02/2014 con nota prot. 652 alla Regione Lombardia per
la verifica di coerenza degli atti del PGT, adottato con il PTRA Media ed Alta
Valtellina, ai sensi dell’art. 20 comma 6 della L.R. n. 12/2005;
CHE
la stessa delibera di adozione del PGT, insieme a tutti gli elaborati ed allegati, ai
sensi dell’art.13 comma 5 della L.R. n.12/2005, è stata trasmessa in data
04/02/2014 con nota prot. 654 alla Provincia di Sondrio per il parere di
compatibilità con il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP);
RICHIAMATE le disposizioni di cui alla L.R. n.12/2005 e s.m. e i., in particolare i commi 5 e 7
dell’art.13, per le quali il Consiglio Comunale entro novanta giorni dalla scadenza
del termine per la presentazione delle osservazioni, decide in merito alle stesse,
apportando agli atti di PGT le modifiche conseguenti all’eventuale accoglimento e
provvedendo contestualmente ad assumere le definitive determinazioni in
relazione ai pareri formulati da Provincia di Sondrio e Regione Lombardia per
quanto di rispettiva competenza ed al conseguente adeguamento del Piano
adottato;
CONSIDERATO che la Regione Lombardia, con deliberazione della Giunta Regionale n. 1905
del 30/05/2014, ha approvato il documento “Comune di Valdidentro (SO) –
Determinazione in ordine al Piano di Governo del Territorio (art. 3 comma 8 L.R.
n.12/2005)”, pervenuto al protocollo dell’ente in data 04.06.2014 n. 3505,
subordinato al recepimento delle prescrizioni in esso indicate;
CONSIDERATO che la Provincia di Sondrio, con deliberazione della Giunta Provinciale n. 82
del 05/06/2014, ha approvato il documento “Piano di governo del territorio del
Comune di Valdidentro, adottato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 49
del 30/12/2013 - Valutazione di compatibilità con il PTCP ai sensi dell’art. 13
comma 5, modifiche non sostanziali al PTCP ai sensi dell’art. 17 comma 11 della
legge regionale 12/05 e valutazione d’incidenza”, esprimendo “valutazione di
compatibilità favorevole condizionata al rispetto delle indicazioni e degli approfondimenti richiesti
nel documento di valutazione allegato, con particolare riferimento ad un’attenta e mirata
rivalutazione degli ambiti proposti, sia alla luce dell’esame delle componenti ecologico ambientali
che attengono la Valutazione d’Incidenza”, (completo di parere dell’Ente Parco
Nazionale dello Stelvio ai sensi della L.R. 86/83 art. 25 bis comma 6 e del parere
della Comunità Montana Alta Valtellina in merito alla valutazione d’incidenza sul
Sic It2040015 Paluaccio di Oga e sulla ZPS IT2040403 riserva regionale Paluaccio
di Oga), “che delle considerazioni generali circa le dinamiche territoriali”, pervenuto al
protocollo dell’ente in data 09.06.2014 n. 3663;
DATO ATTO che in allegato (All. P1 – controdeduzioni depositato agli atti d’ufficio)
vengono esposte in sintesi le prescrizioni delle citate valutazioni di compatibilità e
le conseguenti controdeduzioni;
Il Segretario Comunale ricorda quanto previsto dall’art. 78, secondo e quarto comma, del D.Lgs.
267/2000 che così recita:
“2. Gli amministratori di cui all'articolo 77, comma 2, devono astenersi dal prendere parte alla discussione ed alla
votazione di delibere riguardanti interessi propri o di loro parenti o affini sino al quarto grado. L'obbligo di
astensione non si applica ai provvedimenti normativi o di carattere generale, quali i piani urbanistici, se non nei casi
in cui sussista una correlazione immediata e diretta fra il contenuto della deliberazione e specifici interessi
dell'amministratore o di parenti o affini fino al quarto grado.
3. omissis…
4. Nel caso di piani urbanistici, ove la correlazione immediata e diretta di cui al comma 2 sia stata accertata con
sentenza passata in giudicato, le parti di strumento urbanistico che costituivano oggetto della correlazione sono
annullate e sostituite mediante nuova variante urbanistica parziale. Nelle more dell'accertamento di tale stato di
correlazione immediata e diretta tra il contenuto della deliberazione e specifici interessi dell'amministratore o di
parenti o affini è sospesa la validità delle relative disposizioni del piano urbanistico.”.
Il Presidente del Consiglio ricorda altresì che i Consiglieri Comunali che si trovassero nella
condizione di cui sopra (dunque qualora sussista una correlazione immediata e diretta fra il
contenuto della deliberazione in esame e specifici interessi del Consigliere o di suoi parenti o affini
fino al quarto grado) devono astenersi dal prendere parte alla discussione e alla votazione,
assentandosi dalla sala consiliare.
In tal senso i Consiglieri che si trovassero in una delle situazioni di incompatibilità descritte nel
citato art. 78 del D. Lgs. 267/2000 sono invitati ad assentarsi dalle discussioni e dalle votazioni che
li riguardano.
Quindi il Presidente del Consiglio propone che venga messa in votazione la proposta di
approvazione delle controdeduzioni al parere della Regione Lombardia come indicato nell’allegato
(All. P1 – controdeduzioni depositato agli atti d’ufficio) e illustrato in sintesi dall’Ing. Marco
Fasani, estensore del piano.
REGIONE LOMBARDIA
Si da atto che, prima dell’inizio della discussione abbandonano l’aula …
Sono presenti n. consiglieri;
Con voti
favorevoli, contrari,
astenuti, gli elaborati di cui sopra vengono approvati;
Si da atto che, esaurita la discussione e la votazione rientrano in aula …..
Sono presenti n.
consiglieri;
***
Quindi il Presidente del Consiglio propone che venga messa in votazione la proposta di
approvazione delle controdeduzioni al parere della Provincia di Sondrio come indicato nell’allegato
(All. P1 - controdeduzioni depositato agli atti d’ufficio) e illustrato in sintesi dall’Ing. Marco
Fasani, estensore del piano, relativamente alle prescrizioni di natura generale, che non generano
incompatibilità nelle votazioni.
PROVINCIA DI SONDRIO
Si da atto che, prima dell’inizio della discussione abbandonano l’aula …
Sono presenti n. consiglieri;
Con voti
favorevoli, contrari,
astenuti, gli elaborati di cui sopra vengono approvati;
Si da atto che, esaurita la discussione e la votazione rientrano in aula …..
Sono presenti n.
consiglieri;
***
Quindi il Presidente del Consiglio propone che venga messa in votazione la proposta di stralcio
degli ambiti di trasformazione AT19 – AT20 – AT21 – AT22, come indicato nell’allegato (All. P1 –
controdeduzioni depositato agli atti d’ufficio).
PROVINCIA DI SONDRIO – Proposta di stralcio degli ambiti di trasformazione AT19 –
AT20 – AT21 – AT22
Si da atto che, prima dell’inizio della discussione abbandonano l’aula …
Sono presenti n. consiglieri;
Con voti
favorevoli, contrari,
astenuti, gli elaborati di cui sopra vengono approvati;
Si da atto che, esaurita la discussione e la votazione rientrano in aula …..
Sono presenti n.
consiglieri;
***
Quindi il Presidente del Consiglio propone che venga messa in votazione la proposta di stralcio
dell’ambito di trasformazione AT11, ad esclusione dei mappali 260 e 529 del Fg. 42, come indicato
nell’allegato (All. P1 - controdeduzioni depositato agli atti d’ufficio).
PROVINCIA DI SONDRIO – Proposta di stralcio dell’ambito di trasformazione AT11 ad
esclusione dei mappali 260 e 529 del Fg. 42
Si da atto che, prima dell’inizio della discussione abbandonano l’aula …
Sono presenti n. consiglieri;
Con voti
favorevoli, contrari,
astenuti, gli elaborati di cui sopra vengono approvati;
Si da atto che, esaurita la discussione e la votazione rientrano in aula …..
Sono presenti n.
consiglieri;
***
Quindi il Presidente del Consiglio propone che venga messa in votazione la proposta di stralcio
dell’ambito di trasformazione AT11, riferito ai mappali 260 e 529 del Fg. 42, come indicato
nell’allegato (All. P1 - controdeduzioni depositato agli atti d’ufficio).
PROVINCIA DI SONDRIO – Proposta di stralcio dell’ambito di trasformazione AT11
riferito ai mappali 260 e 529 del Fg. 42
Si da atto che, prima dell’inizio della discussione abbandonano l’aula …
Sono presenti n. consiglieri;
Con voti
favorevoli, contrari,
astenuti, gli elaborati di cui sopra vengono approvati;
Si da atto che, esaurita la discussione e la votazione rientrano in aula …..
Sono presenti n.
consiglieri;
RILEVATO
che risultano pervenute al Comune osservazioni, registrate al protocollo generale ai
numeri indicati nell’elaborato relativo alle controdeduzioni allegato (All. P1 controdeduzioni e tavole P2a + P2b mappature delle istanze – scala 1:
10.000 depositati agli atti d’ufficio) alla presente deliberazione, come sotto
specificato:
n. 102 osservazioni pervenute entro i termini di legge;
n. 25 osservazioni pervenute fuori termine;
VISTA
la D.G.R. n. VI/27498 del 18.04.1997, la quale, in ordine all’esame delle
osservazioni allo strumento urbanistico adottato, prevede che il Comune provveda
ad esaminarle e si determini nel merito approvando, approvando parzialmente o
respingendo tali osservazioni le cui motivazioni possono essere espresse per
singole osservazioni o per gruppi omogenei di osservazioni e che le medesime
sono rappresentate nell’allegato (All. P1 - controdeduzioni e tavole P2a + P2b
mappature delle istanze– scala 1: 10.000 depositati agli atti d’ufficio) facente
parte integrante della presente deliberazione;
VISTO
pertanto il già citato documento costituente la proposta di controdeduzioni alle
osservazioni ed ai pareri pervenuti (All. P1 – controdeduzioni depositato agli
atti d’ufficio )
Il Presidente del Consiglio propone di non procedere alla lettura integrale delle osservazioni, per
ragioni di celerità ed essendo le stesse già rese note ai consiglieri, si procede pertanto alla votazione
procedurale sulla proposta di non dare lettura integrale delle osservazioni, ma della sintesi delle
stesse, fermo restando che, ove ritenuto necessario, qualsiasi Consigliere avrà la facoltà di chiedere
la lettura integrale delle osservazioni per le quali ritenga necessario tale approfondimento.
Quindi il Presidente del Consiglio propone che venga messa in votazione la proposta procedurale
di non procedere alla lettura integrale delle osservazioni.
PROPOSTA DI LETTURA NON INTEGRALE DELLE OSSERVAZIONI
Si da atto che, prima dell’inizio della discussione abbandonano l’aula …
Sono presenti n. consiglieri;
Con voti
favorevoli, contrari,
astenuti;
Si da atto che, esaurita la discussione e la votazione rientrano in aula …..
Sono presenti n.
consiglieri;
***
Per quanto riguarda le osservazioni pervenute fuori termine, si procede a votare sull'opportunità di
ammetterle all'esame, nonostante il mancato rispetto del termine fissato.
Quindi il Presidente del Consiglio propone che vengano ammesse all’esame del Consiglio
Comunale le osservazioni pervenute oltre il termine fissato
PROPOSTA DI AMMETTERE ALL’ESAME LE OSSERVAZIONI PERVENUTE
FUORI TERMINE
Si da atto che, prima dell’inizio della discussione abbandonano l’aula …
Sono presenti n. consiglieri;
Con voti
favorevoli, contrari,
astenuti;
Si da atto che, esaurita la discussione e la votazione rientrano in aula …..
Sono presenti n.
consiglieri;
Si procede quindi all’esame delle osservazioni, previa lettura delle sintesi di ognuna di esse e della
proposta di controdeduzioni formulata dall’Amministrazione Comunale, con gli interventi e l’esito
analiticamente indicato nell’allegato (All. 1) – alla presente deliberazione.
Nel caso dell’esame delle osservazioni, come indicato nell’allegato (All. 1), si assentano e rientrano
in aula a più riprese diversi Consiglieri Comunali.
Esaurito l’esame dei pareri pervenuti e delle osservazioni presentate dai privati, si procede
all’approvazione definitiva del Piano di Governo del Territorio da modificare/rettificare
sulla scorta dell’accoglimento o meno delle osservazioni pervenute e come sopra contro
dedotte, ed al parere reso da Regione Lombardia con Delibera di Giunta Regionale n. 1905
del 30.05.2014 e dalla Provincia di Sondrio con Delibera di Giunta Provinciale n. 82 del
05.06.2014, secondo gli elaborati di seguito indicati:
DOCUMENTO DI PIANO
Quadro conoscitivo
Tavola 1 – Carta del paesaggio- rete ecologica e sistema infrastrutturale (scala 1: 30000)
Tavola 2 – Carta del paesaggio- indirizzi di tutela sovra ordinati (scala 1: 10000)
Tavola 3 – Carta del paesaggio- rilevanza ed integrità del paesaggio (scala 1: 10000)
Quadro pianificatorio
Tavola 4a – Sensibilità del paesaggio – territorio non antropizzato (scala 1: 25000)
Tavola 4b – Sensibilità del paesaggio –territorio antropizzato (scala 1: 10000)
Tavola 5a –Analisi del quadro urbanistico (scala 1: 10000)
Tavola 5b – Tavola delle strategie (scala 1: 10000)
Tavola 6a – Tavola dei Vincoli – territorio non antropizzato (scala 1: 25000)
Tavola 6b – Tavola dei Vincoli – territorio antropizzato (scala 1: 10000)
Tavola 6c – Rete Ecologica Comunale
Tavola 7a – Tavola delle previsioni – territorio non antropizzato (scala 1: 25000)
Tavola 7b – Tavola delle previsioni –territorio antropizzato (scala 1: 10000)
Tavola 8 – Ambiti di trasformazione – (scala 1: 2000)
COMPONENTE GEOLOGICA IDROGEOLOGICA E SISMICA AGGIORNATA che
recepisce quanto contenuto nei pareri espressi da Regione Lombardia – Direzione Generale
Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo, aggiornando e sostituendo integralmente lo studio
geologico comunale del 1999 e successivo aggiornamento del 2003, recependo inoltre gli studi di
dettaglio sul versante di Semogo (oggetto di parere favorevole da parte di Regione Lombardia –
Direzione Generale Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo) e sugli ambiti di Li Rum, Prei,
Permoglia e Pezzel (elaborati già adeguati al parere regionale)
Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà, di cui all’allegato n. 15 della d.g.r. 28 maggio 2008, n°
8/7374
Tavola 1: Relazione geologica generale
Tavola 2: Norme
Tavola 3: Carta di sintesi, scala 1:10.000 - quadri 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Tavola 4: Carta di sintesi, scala 1:2.000 - quadri 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
Tavola 5: Carta della pericolosità sismica locale, scala 1:10.000 - quadri 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Tavola 6: Carta della pericolosità sismica locale, scala 1:2.000 - quadri 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
Tavola 7: Quadro del dissesto, scala 1:10.000 - quadri 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Tavola 8: Carta di fattibilità delle azioni di piano, scala 1:10.000 - quadri 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
Tavola 9: Carta di fattibilità delle azioni di piano, scala 1:2.000 - quadri 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
Tavola 10: Carta dei vincoli, scala 1:10.000 - quadri 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10
VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL DOCUMENTO DI PIANO:
- Rapporto ambientale e studio di incidenza;
- Sintesi non tecnica;
- Documento di scoping
PIANO DELLE REGOLE
Tavola 9 – Classificazione del Territorio – Ambito non antropizzato (scala 1: 25000)
Tavola 10a – Classificazione del Territorio – Premadio Molina(scala 1: 2000)
Tavola 10b – Classificazione del Territorio –Piandelvino Turripiano (scala 1: 2000)
Tavola 10c – Classificazione del Territorio –Isolaccia Pecè(scala 1: 2000)
Tavola 10d – Classificazione del Territorio – Arnoga San Carlo Semogo (scala 1: 2000)
Tavola 11 – Nuclei di Antica Formazione – Classificazione degli edifici (scala 1: 2000)
PIANO SERVIZI
Tavola 12a – Mappatura dei servizi – Ambito non antropizzato (scala 1: 10000)
Tavola 12b – Mappatura dei servizi – Ambito antropizzato (scala 1: 3000)
Tavola 13 - Attrezzature pubbliche – dimensionamento e verifiche di piano
ELABORATI PUGSS
Tav. 01 - Documento pianificatorio di attuazione;
Tav.02a - Rete fognaria e acquedottistica – quadrante est (scala 1:3000)
Tav.02b - Rete fognaria e acquedottistica – quadrante ovest (scala 1:3000)
Tav.03a - Rete energia elettrica e telefonica – quadrante est (scala 1:3000)
Tav.03b - Rete energia elettrica e telefonica – quadrante ovest (scala 1.3000)
DOCUMENTI DI TESTO
Tavola 14 – Norme tecniche di attuazione
Tavola 15– Relazione tecnica illustrativa
DATO ATTO altresì che sono stati effettuati tutti gli adempimenti previsti dalla procedura di
Valutazione Ambientale Strategica successivi e conseguenti l’adozione, così come disposto dalla
vigente normativa regionale ed in particolare che sono stati redatti i seguenti documenti, che
vengono allegati alla documentazione di PGT:
- Parere motivato finale redatto in data 25.06.2014 prot. n. 4154;
- Dichiarazione di Sintesi finale redatto in data 25.06.2014 prot. n. 4155;
VISTI:
- gli elaborati del Documento di Piano (compresi quelli della componente geologico-sismica del
PGT) del Piano dei Servizi, del Piano delle Regole e del Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo
(PUGSS);
- le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà (allegato n. 15 alla d.g.r. 8/1566/2005) costituente
parte integrante dello studio alla componente geologica e degli studi di dettaglio;
- il Parere motivato finale, espresso congiuntamente dalle autorità proponente e competente;
- la Dichiarazione di Sintesi finale, redatta dall’Autorità proponente;
VISTI:
- l’art. 42 D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000;
- il parere espresso dal Responsabile del Servizio Urbanistica Edilizia Privata ed Entrate Comunali,
ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 49 comma 1 del D.Lgs. 267/2000;
DATO ATTO CHE la proposta di delibera è stata preventivamente pubblicata sul sito del
Comune ai sensi dell’art. 39 del D.Lgs. n. 33/2013;
VISTI gli esiti delle votazioni relative alle osservazioni ed ai pareri della Regione Lombardia e della
Provincia di Sondrio;
Con voti
_____________________________;
DELIBERA
1. DI PRENDERE ATTO, in merito al procedimento di VAS del PGT, del parere motivato
finale rilasciato dall’Autorità competente per la VAS in data 25.06.2014 prot. n.
4154 (All. 2) e della dichiarazione di sintesi finale dell’autorità procedente per la
VAS in data 25.06.2014 prot. n. 4155 (All. 3), allegati alla presente deliberazione
per costituirne parte integrante e sostanziale della stessa;
2. DI PRENDERE ATTO ALTRESÌ, come richiesto dalla Regione Lombardia nel parere
allegato alla delibera n. 1905 del 30.05.2014, delle dichiarazioni sostitutive di atto di
notorietà (allegato n. 15 alla d.g.r. 8/1566/2005) costituente parte integrante
dell’aggiornamento della componente geologica, che si allegano alla presente
deliberazione (All. 4);
3. DI APPROVARE le controdeduzioni e le determinazioni contenute nell’allegato (All. P1 controdeduzioni e tavole P2a + P2b mappature delle istanze– scala 1: 10.000
depositati agli atti d’ufficio) in merito alle osservazioni presentate ai sensi del
comma 4 dell’art.13 della L.R. n.12/2005 e s.m. e i. al Piano di Governo del
Territorio, adottato con deliberazione C.C. 49 del 30/12/2013 ai sensi dello stesso
art. 13, come risultante nelle votazioni in ordine alle singole osservazioni riportate
nell’All. 1, per formarne parte integrale e sostanziale;
4. DI APPROVARE le controdeduzioni e le determinazioni, in merito alle prescrizioni contenute
nei pareri resi dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Sondrio ai sensi della
L.R. 12/2005, come in premessa indicati nell’allegato (All. P1 – controdeduzioni
depositato agli atti d’ufficio) e come risultanti dalle votazioni in ordine alle
osservazioni indicate in premessa;
5. DI APPROVARE, in via definitiva, ai sensi dell’art. 13 della L.R. n. 12/2005, il Piano di
Governo del Territorio, composto dagli elaborati in premessa elencati da
modificare e/o integrare in conseguenza all'accoglimento totale e/o parziale delle
osservazioni ed al recepimento delle prescrizioni ed indicazioni regionali e
provinciali, unitamente alla VAS (Valutazione ambientale strategica), alla
componente geologica, idrogeologica e sismica, univocamente e
inequivocabilmente individuabili anche se non allegati materialmente alla presente
deliberazione;
6. DI DARE MANDATO al Responsabile del Servizio Urbanistica Edilizia Privata ed Entrate
Comunali per i provvedimenti conseguenti, in particolare di provvedere alla
ricomposizione sinottica complessiva degli elaborati di Piano, ivi comprese le
relative normative per come modificate sulla scorta dei provvedimenti relativi alle
osservazioni;
INDI il Presidente, considerata l'urgenza di provvedere, in relazione alle esigenze di
programmazione del territorio e di rispetto dei termini di legge, propone di dichiarare la presente
deliberazione immediatamente eseguibile
IL CONSIGLIO COMUNALE
CONVENUTA l'urgenza di provvedere a riguardo;
VISTO l'art. 134, comma 4 del Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, approvato
con Decreto Legislativo 18/8/2000, n. 267;
Successivamente
Con voti n. ----- favorevoli, espressi nei modi e nelle forme di legge, essendo ---- i Consiglieri
presenti di cui ---- votanti, ---- contrari e ------ astenuto;
DELIBERA
DI DICHIARARE la presente deliberazione immediatamente eseguibile;
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
119 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content