close

Вход

Log in using OpenID

APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA FARMACEUTICA

embedDownload
Scuola di Formazione in
Medicina di Famiglia
Regione Lazio
Provider ECM 2202
Evento 104609
Crediti ECM 8,1
Piazza G. Marconi, 25 — 000144 Roma
Tel 0690253000 — Fax 065920078
[email protected]
Responsabile Scientifico
Dott. Loris Pagano
Appropriatezza prescrittiva farmaceutica:
un percorso a ostacoli tra delibere regionali e note AIFA.
La riduzione del R.C.V. nel paziente dislipidemico
alla luce della nota AlFA 13 e della nuova nota AlFA 94
8 Novembre 2014
Piazza Guglielmo Marconi 25, 00144 Roma
Con il contributo non condizionante di
PFIZER ITALIA SRL
RAZIONALE DEL CORSO
Il concetto di "appropriatezza prescrittiva" viene enunciato in molti atti ufficiali e in molte disposizioni di tipo legislativo, senza però darne una precisa definizione nè i parametri
di riferimento. Nel BIF (Bollettino d’informazione sui farmaci anno XII N.4 2005, bimestrale ufficiale dell’AIFA e del Ministero della Salute) si precisa che “non esiste una definizione precisa” di appropriatezza: “un intervento sanitario è appropriato quando, a parità
di “resa” clinica (efficacia), è in grado di ottimizzare l’impiego delle risorse (efficienza);
quindi, una prestazione è appropriata se viene erogata all’utente giusto, nel momento
giusto, nella giusta quantità e prevedendo tanto il sotto-utilizzo quanto il sovra-utilizzo di
strutture e servizi”.
E’ certamente una dimensione complessa e il ridurla alla sola dimensione economica
sembra troppo riduttivo e semplicistico. Elementi che influenzano l’appropriatezza d’uso
di un farmaco: • la correttezza della diagnosi, ovvero l’individuazione corretta del problema clinico nel quale l’efficacia è stata dimostrata e che rappresenta l’indicazione del
farmaco; • l’indicazione, che deve essere quella per cui è stata dimostrata l’efficacia clinica del farmaco; • la dose; • la via di somministrazione; • la durata della terapia e la programmazione di una revisione periodica del trattamento; • l’impiego in pazienti con controindicazioni; • l’impiego in pazienti che fanno già uso di farmaci che presentano possibili interazioni col nuovo farmaco.
Ancora nel recente Rapporto Osmed 2013 del Luglio 2014 si affronta questo capitolo con
molta determinazione: “nell’ambito degli strumenti di governo dell’appropriatezza d’uso
dei farmaci, le note AIFA sono soggette ad una revisione ed aggiornamento continui,
sulla base delle evidenze scientifiche emergenti. Nel corso del 2013 è stata modificata la
nota 13 (farmaci ipolipemizzanti), ed è stata introdotta la nota 94 (omega 3). Complessivamente, la spesa sostenuta dal SSN per i medicinali con nota ammonta a 63,6 euro pro
capite. Al 31 dicembre 2013 risultavano attivi 90 registri di monitoraggio dei farmaci, di
cui 84 Standard Monitoring Registry e 6 Piani terapeutici web based. Cinquantacinque
Standard Monitoring Registry sono collegati a una qualche modalità di rimborsabilità
condizionata (cost-sharing, risk-sharing, payment-by-result e success fee).”
Queste affermazioni autorevoli trovano poi nella pratica quotidiana il continuo confronto
con le regole delle autorità locali. La Regione Lazio con l’ultimo Decreto Regionale
N.U00156 del 19/5/2014, con oggetto “Appropriatezza Prescrittiva Farmaceutica nella
Regione Lazio“, ultimo di diversi decreti negli anni sulla Appropriatezza, ha come obiettivo regionale quello di ridurre di 80 Milioni di euro la spesa farmaceutica del Lazio nel
2014 e definisce diversi target di risparmio per il SSR.
OBIETTIVI
Formare in modo corretto gli operatori sanitari: MMG e Specialisti territoriali e Ospedalieri alla conoscenza della farmacologia e del meccanismo di azione delle molecole di uso
comune per una corretta e ragionata applicazione delle note AIFA, inerenti la gestione
del paziente con R.C.V. (nota 13 e 94), la giusta applicazione della nota 48 con l’uso appropriato degli I.P.P. l’uso dei Sartani nella terapia dell’ipertensione arteriosa e gli altri
farmaci che sono oggetto di attenzione delle delibere regionali che intervengono per
regolamentare la spesa farmaceutica in eccesso non dimenticando di salvaguardare
sempre il bene primario che è rappresentato dalla salute del nostro paziente.
Orario
Attività
Relatori/Moderatori
8,00
Registrazione partecipanti
8,30
Presentazione obiettivi del corso
Pagano Loris
9,00
Razionale scientifico dell’uso dei farmaci
oggetto di delibere Regionali
Appropriatezza prescrittiva e impatto sulla
sostenibilità della
spesa farmaceutica territoriale: Decreto
Regionale N.U00156
I farmaci a Brevetto scaduto: la continuità
terapeutica e la opportunità economica per
il SSR
Coffee break
Ferrante Fulvio
Lombardozzi Lorella
Ferrante Fulvio
Lombardozzi Lorella
Appropriatezza prescrittiva e aderenza alla
terapia: il parere
del Medico di Medicina Generale
Appropriatezza prescrittiva e aderenza alla
terapia: il parere
dello Specialista
Matarazzo Maria
Maddalena
10,00
11,00
11,45
12,00
13,00
14,00
Light Lunch
14,30
Tavola rotonda: elementi di criticità nella
gestione terapeutica
del paziente cronico - L’applicazione delle
note AIFA
17,30
Test di apprendimento
18,00
Fine corso
Valente Fabio
Cianci Rosario
Cianci Rosario
Ferrante Fulvio
Lombardozzi Lorella
Matarazzo Maria
Maddalena
Pagano Loris
Valente Fabio
Author
Document
Category
Без категории
Views
5
File Size
603 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа