Testaccio, da venerdì varchi accesi

ODERISI DA GUBBIO
DOMENICA
SI SPOSTA LA 780
Chiusura anticipata
Oggi chiusura anticipata per la biglietteria di Eur Fermi, sulla metro
B. La struttura non sarà più attiva
alle 19 invece che alle 20 per fare
spazio a lavori di pulizia straordinaria.
Esquilino, sabato un corteo verso Santi Apostoli
Sabato, dalle 15 alle 18, un corteo
da piazza dell’Esquilino raggiungerà piazza Santi Apostoli. Deviate
le linee H, 16, 30, 40, 44, 46, 53, 60,
62, 63, 64, 71, 75, 80, 80B, 81, 83,
85, 87, 117, 160, 170, 175, 271,
360, 492, 571, 628, 649, 714, 715,
716, 780, 781, 810 e 916. Il corteo
percorrerà via Cavour, largo Corrado Ricci, via dei Fori Imperiali,
piazza Madonna di Loreto, piazza
Venezia e via Cesare Battisti.
LA NOVITÀ
Domenica in via Oderisi da Gubbio, per una manifestazione, la
strada sarà chiusa tra via Grimaldi e via Pozzo Pantaleo.
La 780 devierà da piazza
Meucci su Lungotevere degli Inventori e viale Marconi.
DA DOMANI
Testaccio, da venerdì varchi accesi
videosorvegliata la Ztl notturna
I dieci accessi al quartiere saranno vigilati nel fine settimana dalle 23 alle 3
Tornano le linee
speciali per il mare
In strada 07, 062
e 070 Express
Da venerdì 2 maggio, si accenderanno gli occhi elettronici della Zona a traffico limitato notturna di Testaccio.
I 10 varchi sono stati installati a via
Galvani (all’altezza degli incroci
con via Marmorata e via Zabaglia),
a via Zabaglia (in direzione di
piazza Santa Maria Consolatrice),
in via Franklin (in corrispondenza
degli incroci con via Manuzio e con
il lungotevere Testaccio), in via Ferraris, a via Antinori e in via Gessi
(in tutti e tre i casi all’incrocio con
il lungotevere Testaccio), a via
Branca e in via Bodoni (in entrambi
i casi all’altezza dell’incrocio con
via Marmorata). Consueti gli orari
della Ztl: venerdì e sabato dalle 23
alle 3.
Dal primo maggio, poi, a Trastevere
e a San Lorenzo torna la Zona a
traffico limitato notturna in versione estiva: varchi in funzione
sempre tra le 21,30 e le 3, ma dal
mercoledì al sabato. Sul versante
degli orari, le Ztl notturne di Trastevere e San Lorenzo sono in vigore anche nei festivi
Verso le spiagge senza l’assillo dell’auto. L’inizio di maggio segnerà
il ritorno del servizio di trasporto
che collega con le spiagge libere
lungo la via Litoranea.
Grazie alle “Linee Mare” 07 e 062
e le corse prolungate a Torvaianica della 070 Express prendere la
tintarella in modo eco-sostenibile
sarà possibile. Risparmiando tempo, denaro e stress da traffico.
I tre collegamenti, uniti alla ferrovia regionale Roma-Lido (sulla
quale la domenica saranno previsti anche treni aggiuntivi), costituiscono infatti una valida alternativa all’automobile, soprattutto
dal punto di vista economico.
Fino al 30 maggio la 062 effettuerà corse ogni 23 minuti nei feriali e nei festivi. Dal 31 maggio
al 21 settembre corse ogni 23 minuti nei feriali e ogni 13 nei festivi
e il sabato. Per la 07 ritmi accelerati dal 14 giugno al 31 agosto
con corse ogni 10 minuti nei feriali e ogni 5 il sabato e i festivi.
Per la 070 dal 14 giugno corse
ogni 10 minuti
La stazione Sant’Agnese-Annibaliano della metro B1
ha le nuove aree verdi. Gli spazi sono stati consegnati
ieri e aperti al pubblico. “Le aree - informa la nota di
RomaMetropolitane - comprendono tutta la superficie
soprastante la stazione Annibaliano e l’adiacente
parcheggio. - le aiuole spartitraffico poste su piazza
Annibaliano e corso Trieste. Con la consegna di questi
spazi ogni attività relativa alle sistemazioni di
superficie e alla viabilità in questa area è cessata
avendo raggiunto l’assetto definitivo”.
IL RITO
DALL’ESTERO
Londra, lo sciopero del metrò paralizza tutta la città
Al Divino Amore si celebra la Madonna del tranviere
Agitazione di 48 ore per la Tube. I sindacato in lotta per i tagli
Sabato l’omaggio per ricordare l’episodio del 19 luglio 1943
Londra in affanno per lo sciopero della metropolitana. Nella capitale inglese sarà un’altra giornata
da incubo, con disagi e ritardi, per
i milioni di passeggeri che ogni
giorno si muovono sulla Tube per
l’agitazione di 48 ore che si concluderà stasera.
Nonostante sia stato garantito un
piano per assicurare servizi minimi ai cittadini, molti hanno dovuto scegliere mezzi di trasporto alternativi per arrivare in ufficio: dal
taxi alla bicicletta. Le autorità di
Sabato prossimo, 3 maggio, si ripeterà il rito dell’Affidamento alla
Madonna del tranviere. Un evento che affonda le radici alla Roma
della seconda guerra mondiale. Per
la precisione al 19 luglio del 1943
e al primo bombardamento anglo
americano sulla Capitale.
Gli aerei arrivarono di giorno quando le attività dei romani erano nel
pieno. Marco Ferranti guidava il
suo tram e percorreva viale del Policlinico. Il posto sbagliato nel
momento sbagliato. La zona tra
Londra hanno messo a disposizione 268 autobus aggiuntivi sulle 44
linee più frequentate. La cattiva
notizia è che le proteste non sono
terminate. Un altro sciopero, della durata di 72 ore, è stato indetto, sempre dal sindacato Rmt, a
partire dal 5 maggio. La contesa riguarda la decisione di chiudere gli
sportelli al pubblico nelle stazioni
della Tube e di sostituirli con
macchine per la vendita dei biglietti, con un taglio al personale
di 960 unità
San Lorenzo, l’università La Sapienza e via Prenestina era proprio
quella scelta per l’attacco. Appena udito l’allarme, Ferranti e i passeggeri si rifugiarono a ridosso delle mura antiche. Proprio sotto a
un’immagine della Madonna. Tutti pregarono. Tutti uscirono indenni
nonostante le bombe.
Sabato i tranvieri romani e del Lazio affideranno alla Madonna, al
Divino Amore, il loro lavoro e le loro famiglie. Per informazioni il sito tranvierideldivinoamore.it
www.muoversiaroma.it - Trasporti&Mobilità a cura di Roma Servizi per la Mobilità. Anno XIV n. 83 Reg. Trib. Roma n. 163 del 24/4/2001 - Direttore responsabile: Andrea Burli
Redazione: piazzale degli Archivi, 40 - 00144 Roma. Tel: 06.46952080. Fax 06.46957839. E-mail: [email protected] Mercoledì 30 aprile 2014
L’EVENTO
Primo Maggio con il concerto a San Giovanni
metrò fino all’1,30, i bus faranno pausa pranzo
Domani il servizio di trasporto pubblico romano sarà in strada dalle 8,30 alle 13 e dalle 16,30 alle 21
Domani l’appuntamento è con il
tradizionale concerto del Primo
Maggio in piazza San Giovanni. Come al solito ci saranno decine di
migliaia di persone che arriveranno in città da ogni parte d’Italia.
Sul fronte della viabilità, la zona interdetta al traffico sarà quella
compresa tra viale Carlo Felice,
piazza di Porta San Giovanni e via
Emanuele Filiberto.
Il servizio di trasporto funzionerà
dalle 8,30 alle 13 e dalle 16,30
alle 21, mentre il metrò farà gli
straordinari e resterà aperto fino
all’1,30, come avviene ogni venerdì e sabato. L’altra variazione di
rilievo sarà la chiusura delle stazioni Manzoni e San Giovanni a a
partire dalle 15. Per il resto previste deviazioni o limitazioni di percorso per alcune linee di bus e
tram. Le modifiche interesseranno
le linee 16, 81, 85, 87, 218, 360,
590 e 665. La linea tranviaria 3,
invece, non dovrebbe essere sospesa ma verrà deviata da Porta
Maggiore verso piazza Vittorio su
Festa dei lavoratori di corsa
La partenza è alle 9,30
via Principe Eugenio, per tornare
in viale Manzoni utilizzando i binari
di via Emanuele Filiberto. I tram,
perciò, non effettueranno le fermate di piazza San Giovanni, viale Carlo Felice e piazza Santa
Croce in Gerusalemme. Nella notte tra giovedì e venerdì, a spostarsi
saranno, invece, le linee n1, n10
e n11. Regolare il servizio delle linee notturne.
L‘altro aspetto legato alla viabili-
tà è quello dei pullman turistici a
bordo dei quali arriveranno in città molte persone. Per l’occasione
verrà applicato lo schema dei
grandi eventi, con il permesso di
tipo “G” e aree di sosta previste nei
pressi dei principali nodi di scambio, da dove si potrà continuare
con metropolitane e ferrovie verso
San Giovanni.
Considerata, tuttavia, la chiusura
disposta dalla Questura delle due
stazioni della metro A più vicine alla piazza, chi arriverà in ritardo e
utilizzerà il metrò dovrà scendere
alle stazioni Re di Roma o Vittorio
della A
Domani nella zona di San Giovanni, dalle 9,30 alle 11, è in programma anche la terza edizione
della maratonina del “Primo Maggio”. La partenza e l’arrivo saranno in via Carlo Felice, nei pressi
della piazza, e i partecipanti correranno lungo un percorso che si
snoda sulle strade dell’Esquilino,
Colle Oppio, Colosseo e Santa
Croce in Gerusalemme.
La Polizia Roma Capitale garantirà gli attraversamenti di piazza San
Giovanni in Laterano, piazza del
Colosseo, largo Brancaccio e via
Emanuele Filiberto/Manzoni.
Oltre alle linee già deviate per fare spazio al concerto, durante la
gara possibili brevi stop o deviazioni per C3, 649 e 714.
Per gli automobilisti l’altro aspetto da considerare è la chiusura di
via dei Fori Imperiali, comunque
prevista dalla giornata festiva, ma
che continuerà fino a domenica 4
maggio. Anche oggi, venerdì e sabato, infatti, la pedonalizzazione
totale della strada, da piazza Venzia a piazza del colosseo sarà in vigore dalle 9 alle 19
FINALE DI COPPA ITALIA
All’Olimpico la sfida Napoli-Fiorentina
pronto i piano sicurezza per i tifosi
NON SOLO MUSICA
In programma anche due cortei a Val Melaina e in Centro
Domani interessate undici linee, sabato deviati 36 collegamenti
Domani, oltre al concerto e alla
maratonina a San Giovanni, c’è in
programma anche un corteo a Val
Melaina. Sabato, oltre alla finale
di Coppa Italia, è prevista una manifestazione in Centro.
Il corteo di domani sfilerà, dalle
10,30 alle 13,30, da via di Valle
Melaina a via Tonale lungo alcune
strade del quartiere. Durante il corteo verranno deviate le linee 38,
80, 80B, 84, 93, 335, 336,
338, 339, 349 e C5.
Il corteo di sabato, invece, sfilerà
dalle 15 alle 18 da piazza dell’Esquilino a piazza Santi Apostoli, passando per via Cavour, via dei
Fori Imperiali e piazza Venezia. deviate le linee H, 16, 30, 40, 44,
46, 53, 60, 62, 63, 64, 70, 71,
75, 80, 80B, 81, 83, 85, 87,
117, 160, 170, 175, 271, 360,
492, 571, 628, 649, 714, 715,
716, 780, 810 e 916
La città si prepara a ospitare l’incontro di calcio Fiorentina-Napoli, finale di Coppa Italia.
La partita si giocherà sabato alle
21 allo stadio Olimpico. È previsto l’arrivo di circa 65mila supporter che raggiungeranno la Capitale con pullman e macchine. I
pullman saranno attesi ai caselli
autostradali e scortati fino all’Olimpico. Un altro punto di raccolta dei tifosi del Napoli è previsto a Saxa Rubra.
Qui arriveranno auto e mini bus
che verranno accompagnati dalle
forze dell’ordine in zona stadio.
Mentre altre frange della tifoseria
della Fiorentina verranno dirottate verso la stazione Cipro della linea A della metro e piazzale Clo-
dio In particolare l’accesso all’Olimpico per i tifosi del Napoli è
previsto dalle porte della curva
nord e della tribuna Tevere. Mentre gli spettatori della Fiorentina
verranno fatti accedere dalla curva Sud e dalla tribuna Monte Mario.
A partire dalla mattina sarà vietato parcheggiare nell’area intorno
allo stadio. Mentre dal primo pomeriggio scatteranno i primi divieti
di transito nelle strade di accesso
all’Olimpico. Sul fronte del trasporto pubblico saranno potenziate, come di consueto, le linee
ddi bus che raggiungono l'area del
Foro Italico. Sette quelle interessate: 2, 32, 69, 280, 446, 628 e
910