close

Enter

Log in using OpenID

25-12-2014 - Camminiamo insieme

embedDownload
ORARIO delle MESSE di NATALE
MESSA DELLA MEZZANOTTE ORE 09.00 GA LLO BOLOGNESE
ORE 22.00 GALLO B.
e MADONNA del LATO
ORE 24.00
ORE 10.00 VARIGNANA e
OSTERIA G. e VARIGNANA
VILLA MARGHERITA
ORARIO
DE LLE
S. MESSE - DOMENICA 28/12
27 e 31dicembre
MESSA PREFESTIVA
ore 19.00 OSTERIA GRANDE
E
ORE 11.00 VILLA FATTORI
ORE 08.00 - ORE 11.00
OSTERIA GRANDE
PRIMO DELL’ANNO 2015
DOMENICA 28 - 12 - 2014
e 1 GENNAIO 2015
ore 08.00 e 11.00
OSTERIA GRANDE
ore 09.00 MADONNA del LATO
ore 09.00 GALLO BOLOGNESE
ore 10.00 VARIGNANA
Auguri ai nostri Parrocchiani che festeggiano il loro compleanno…
giovedì
25 Alessia Siciliano, Alessio Suriano, Carmine Postiglione, Caterina Giglio, Daniela Attanasi,
Daniela Rambaldi, Elisabetta Cervini, Gino Galletti, Lora Bedosti, Luca Landi, Luciano Castaldini,
Natale Varignana, Natalino Marzola, Renato Del Bianco, Riccardo Menetti, Tiziano Avoni.
26 Alessandra Gardelli, Angela Adragna, Anna Gonni, Armida Donati (101), Emilia Landini,
Fernanda Negrini (90), Lidia Girotti, Luca Gaglioti, Luna Nardacchione, Manuel Domenicali,
Maria Gioconda Mazza, Mario Fabrizi, Paolo Bentivogli, Roberto Gamberini, Rosolino Carollo,
Settimo Disarò, Sofia Avanzi.
27 Alessia Bergami, Anna Maria Paganelli, Diego Cevolani, Giampaolo Gamberoni, Giuseppina
Lolli, Lucia Fantilli, Mattia Romagnoli, Pier Paolo Della Porta, Primo Varotti, Renato Golfieri (90),
Roberta Smaldone, Rossana Gasperini, Stefania Albertazzi, Valentina Lolli.
venerdì
sabato
lunedì
martedì
mercoledì
29 Dina Ruscelli, Francesca Strazzari, Franco Manfredi, Giacomo Cheli, Gina Tura (96),
Loredana Dovizioso, Salvatore De Grandis, Teresa Diodato.
30 Alessandra Varagnolo, Andrea Lorenzini, Attilio Scala, Concetta Mustone, Er ika
Toccariello, Filippo Leoni, Jenny Galliani, Kevin Sassatelli, Marc Justin Carnevale, Maria
Diana Vaccaro, Maria Victoria Vaccaro, Renata Ratti, Sara Collari.
31 Clementina Capelli, Enrico Martelli, Franco Farnè, Giacomo Pillon, Giancar mine Mangieri,
Gianluca Girotti, Giuliano Cuffiani, Loredana Bacchi, Massimo Martelli, Maurizio Ciracò,
Monia Cammisa, Paola Strazzari, Silvio Giovannini, Walter Anacoreti.
Auguri agli SPOSI che festeggiano il loro ANNI VERS ARIO di NOZZE…
v enerdì
sabat o
lunedì
martedì
26
27
29
30
Luisa Bergam i e Franco Ghini.
Anna Cev enini e Daniele Martelli.
Giulia Busi e Carlo Pedrazzi, Giuseppina Alaim o e Iv ano Bruno.
Orietta Testi e Moreno Bortolotti.
RIC ORDIAMO
L’
ANNIVERS ARIO
DELLA
MORTE DEI
NOSTRI
PARROCCHIANI DEFU NTI.
Bruno Poggi, Daniele Gnugnoli, Dino Spezzaferro, Dorina Minghetti, Elena Bugamelli, Giliano Modelli, Giovanni Rainone,
Gisella Ferrari, Giulia Lupi, Ilario Romagnoli, Lia Brunelli, Luigia Canè, Luisa Conti, Maria Grazia Di Micco, Otello Bertolini,
Pasquino Gianninoni, Amleto Vigna, Angelo Monti, Angiolina Melani, Antonio Cassani, Ardevillo Baccolini, Carolina Ronchi,
Dina Bernardi, Dorotea Palmeri, Emma Rocca, Federico Rambaldi, Guerrino Dondi, Luigi Billi, Mario Mengoli, Oronzo Vergori,
Rocco Pedota, Venusta Nanni, Vittorina Gherardi, Vittorina Nerini.
INTENZIONI PER LE SANTE MESSE DELLA SETTIMANA
GIOVEDÌ 25 - NATALE DEL SIGNORE
MESSA DELLA MEZZANOTTE def. Jole Valentinis e Giorgio Mazza - Giuseppe e Bianca Martignani - Oliviero,
Francesco, Stefano e Giuseppe Lorenzoni, Nella Strazzari
Ore 08.00 def. Bortolotti e Orsoni - Berti e Gonni.
Ore 11.00 def. Ugo e Virginia Tassoni – Alma e Guido Chiusoli e Dante Borghi
Venerdì
Sabato
26 def. Ore 8 Per il popolo - ore 11.00 def. Ev elina Pedrielli.
27 def. Alfonso Strazzari. ore 19.00 (OSTERIA GRANDE)..
DOMENICA 28 - SACRA FAMIGLIA
Ore 08.00 def. Luigi Piermattei, Mansueto, Angelo e Pietro Tomassetti.
Ore 11.15 def. Tonino, Giuseppe, Giuseppina Menna, Di Giacomo e Marchi, Anna Sabatini.
Lunedì
Venerdì
Venerdì
29 def. Per il popolo.
30 def. Tutti i defunti della parrocchia nell’anno 2014
31 def. Ettore Piccardoni, Fiorina Galli Poggiaspalla, Luigi Truffa e Anita Capodagli
CAMMINIAMO INSIEME!
P ARROCCH IE di : O STER IA GR ANDE, V ARIGN AN A, M AD ONNA del L ATO, G ALLO BOLOGNESE, C ASAL ECCHIO dei C ON TI
Sito Internet: www.sangiorgiodiosteria.it - EE-mail: [email protected] - Tel. 051 945144
N. 119 - 25 DICEMBRE 2014
NATALE di GESU CRISTO
"Gesù, Dio fatto uomo, unica speranza"
«N
oi consideriamo il Natale come l’incontro, il grande incontro, lo storico
incontro, il decisivo incontro di Dio con l’umanità. Chi
ha fede lo sa, ed esulti. Ogni altro ascolti e rifletta.
Risuonano dentro di noi le voci commosse della
sacra Liturgia, che ci presentano il Natale come il
punto d’arrivo di due lunghi e ben diversi itinerari, che
s’incontrano; l’itinerario misterioso di Dio, che scende
i gradini abissali della sua trascendenza, esce alla
fine dalla nube, sempre più luminosa, delle profezie,
si avvicina in modo nuovo, soprannaturale, alla nostra terra, alla nostra storia; e approda in fine nell’inattesa umiltà di Betlemme e nella candida purità di
Maria sulla nostra sponda terrestre; si fa uomo; è Cristo.
E l’altro itinerario, il nostro, tortuoso e affaticato,
senza meta precisa per sé, ma poi avviato ad una
vaga e struggente speranza, una speranza superiore
alle nostre forze naturali, la speranza d’arrivare a Dio,
la speranza di scoprirlo nell’uomo, la speranza d’incontrarlo, come s’incontra sopra un sentiero un pellegrino viandante, un amico che si conosce, un fratello
del proprio sangue, un maestro della propria lingua,
un liberatore che può tutto operare, un Salvatore.
Ascoltate la voce della liturgia.’ Guardando lontano, ecco io vedo la potenza di Dio che viene, una nube che copre tutta la terra. Andategli incontro, e ditegli: “Annuncia a noi, se sei proprio Tu che deve regnare... ‘ Ebbene.’ memoria di questo incontro è il
Natale. Anzi: dev’essere continuazione di questo incontro». (dal Radiomessaggio di Paolo VI, 23/12/1965)
LECTIO DIVINA DEL VANGELO
Martedì 22 ottobre 2013 abbiamo iniziato
il cammino quadriennale della
LECTIO DIVINA dei QUATTRO VANGELI.
Caldeggiamo vivamente la partecipazione di tutti i
parrocchiani a questa iniziativ a che sicuramente
arric chir à la nostra vita di fede con l’ascolto regolare
e meditato della Parola di Dio. Un invito particolare
lo rivolgiamo ai catechis ti, agli educatori e a tutti
coloro che sentono il desiderio di una formazione
personale approfondita.
Buon Natale!
Buon Natale alle famiglie,
specie alle più provate da malattie,
povertà, divisioni, violenze.
A Natale la grazia del Dio c he viene nella carne
umana, per sanarla dalla radice, consoli tutti:
nonni, genitori e figli
e apra alla fiducia che Dio
sta sempre dalla nostra parte
dacché è venuto tra noi!
Martedì 11 novembre è
iniziato il secondo anno
della Lectio Divina del
Vangelo.
Ci impegneremo a
dedicare ogni giorno
un ¼ d’ora alla lettura e
alla preghiera meditata
di un passo del Vangelo
di Marco.
Giovedì
25 Mc. 4, 39 - 41
Venerdì
26 Mc. 5, 1 - 5
Sabato
27
Domenica 28
Mc. 5, 9 - 10
Anche nel mese di
Lunedì
25
Mc. 5, 11 - 13
Martedì
26 Mc. 5, 14 - 17
Mc. 5, 6 - 8
gennaio 2015
d. Mario Cocchi
terrà l’incontro sul
Vangelo di Marco.
Mercoledì 27
Mc. 5, 18 - 20
Il Natale, le crisi famigliari, le separazioni e i figli
ANDAR PER PRESEPI
… A MODENA
Il Natale allargato
Q
uel che resta ormai del
significato originale del
Natale, lo si può r4iassumere attorno all’ambito dei valori famigliari. Della nascita del Figlio di
Dio sulla terra rimane, in questo nostro contesto storico umano e sociale,
un flebile sentimentalismo congiunto
agli affetti umani fanciulleschi, quando tutto assumeva un calore particolare e un significato importante.
Chi di noi non ricorda, con profonda nostalgia, le Vigilie di Natale di
quando si era bambini? Il clima che
regnava in quelle ore di attesa, non
aveva paragoni in nessun altro periodo
dell’anno. A casa mia, ad esempio,
prima di cena, si recitava il Rosario
davanti al Presepe. Nonna Elsa presiedeva questo momento che sembrava
non finire mai: sia per il tempo effettivo ma soprattutto per il fatto che si
ostinava a recitare le preghiere in latino, facendole risultare una cantilena
infinita. Poi si andava a cena con il
rituale della letterina al papà, il quale
si mostrava tutti gli anni meravigliato
di ritrovarsi un foglietto sotto il piatto,
con scritto un pensierino che esprimeva tutto l’affetto che suo figlio bambino provava per lui. Momenti irripetibili, commoventi, che rimangono indistruttibili in quell’angolo di cuore dedicato alle
cose esclusive. Assolute. Preziose.
Chi ha potuto vivere momenti simili può concordare sul fatto che, alla
base di tutto, vi fosse quella unità famigliare che almeno, per qualche ora,
sbocciava emanando profumi deliziosi, perché si era tutti lì, dentro quelle
mura domestiche che avvolgevano ciò
che si aveva di più prezioso: la propria
famiglia.
Queste considerazioni mi sovvengono alla mente collegando il periodo
natalizio che stiamo vivendo, ad una
interessante inchiesta che il giornale il
Fatto Quotidiano ha dedicato al divorzio famigliare, visto dalla parte dei più
deboli: i figli, le loro testimonianze e
le loro considerazioni.
Secondo l’ultimo studio Istat, in
Italia, nel 2012, oltre 88 mila coppie si
sono separate e altre 51 mila hanno
scelto la via del divorzio. Di queste, 7
su 10 erano famiglie con figli, i quali
sono stati costretti, loro
malgrado, all’allontanamento e spesso, allo stravolgimento della routine
quotidiana.
Qual è il prezzo che noi adulti facciamo pagare ai nostri figli, per le nostre
incapacità, debolezze e irresponsabilità? Siamo bravissimi a decretare la
fine di un rapporto relazionale che ha
dato alla luce una o più creature umane. E lo siamo altrettanto nel sentenziare che tanto, queste creature, capiranno la situazione. Perché infondo ne
va della nostra autodeterminazione,
della nostra libertà individuale e quindi, si vada pur avanti in questo modo.
Sono sempre più quelli che la pensano
così, in questa nostra società moderna.
Quando l’amore è finito, è finito: il
perché e il come sembrano fatti secondari. L’arte dell’usa e getta, del consumismo cieco e sordo, anche davanti
alle relazioni umane, va per la maggiore. E poi, chi lo ha detto che i figli
sentano tutta questa esigenza di un
papà e di una mamma uniti? Perché
una “ famiglia allargata” è peggio di
una “singola”? Infondo, come ad esempio certifica la recensione di un
film uscito proprio in questi giorni
prenatalizi: “Allargare le famiglie può
essere persino meglio. Aumentare le
relazioni arricchisce genitori e figli”.
Ma sì: allarghiamoci e arricchiamoci! Non volendo ammettere a noi stessi che ciò che stiamo facendo, litigando e separandoci dalla madre o dal
padre dei propri figli, causerà traumi
indelebili a noi ma soprattutto a loro,
per il resto della vita, ci rifugiamo
dietro convinzioni basate sull’egoismo
e sull’incapacità di andare oltre la soddisfazione delle proprie voglie. Non è
certo intenzione di chi scrive entrare
in giudizi nei confronti di chi ha causato o addirittura subito una separazione, ma piuttosto il desiderio di riflettere su una questione ormai diventata predominate, che miete vittime
spesso senza consapevolezza.
Anche dall’inchiesta prima citata
emerge, tra le tante testimonianze dei
figli di separati, che si tratta di una
ferita che non si rimargina neppure
dopo tanti anni. Scrive Graziano: “Per
favore, non raccontate mai ai vostri
figli che la loro situazione è speciale,
che hanno due case, due Natali, due
compleanni. Non se ne fanno nulla.
Da figlio di separati vivi una vita che
a volte sembra non appartenerti: non
hai una stanza, una casa, una città
veramente tua. Arrivi a pensare di
Proponiam o un’idea per il pom eriggio della dom enica
dopo Natale, 28 dicembre. Viaggio in treno.
Programma
ANDATA Ozzano - Bo 13,41 - 13,54 - Bo - Mo 14,2814,54 - RITORNO Mo - Bo 19,01 -19,28 Bo - Ozzano 20,06-20,20
non avere nemmeno un’esistenza tutta
tua”.
Natale significa nascita: l’augurio è
che sempre più figli possano nascere e
vivere in una Famiglia unita, dove
regni lo Spirito originale di un evento
che, comunque la si pensi, ha cambiato l’umanità.
Marco Gallerani
Andiamo fino a Betlemme,
come i pastori.
L’importante è muov ersi.
E se inv ece di un Dio glorioso,
ci imbattiamo nella fragilità
di un bambino,
non ci v enga il dubbio di av er
sbagliato il percorso.
Il v olto spaurito degli oppressi,
la solitudine degli infelici,
l’amarezza di tutti gli
uomini della Terra,
sono il luogo dov e Egli continua
a v iv ere in clandestinità.
A noi il compito di cercarlo.
Mettiamoci in cammino senza paura.
don Tonino Bello
*** Visita guidata del Duomo e della Ghirlandina.
Per le adesioni telefonare a:
Maurizio Ferrari 3357069286
Parroco 3395766712.
CALENDARIO di NATALE
Venerdì 26 dicembre
Sante Messe a Osteria Grande: ore 08.00 e 11.00
Martedì 30 dicembre
Ore 20.00: S. Messa in memoria di tutti i
parrocchiani defunti nel 2014
Mercoledì 31 - ULTIMO DELL’ANNO 2014
Ore19.00: Messa e Te Deum di ringraziamento
Ore 20.30: Festa di Capodanno in Oratorio
1 gennaio 2015 - MARIA MADRE di DIO
Ore 17.00: Adorazione Eucaristica per la Pace
Martedì 6 - EPIFANIA DEL SIGNORE
Festa dei MAGI, Patroni di Gallo Bolognese.
P RESEPE NELLE
FAMIGLIE
Anche quest’anno, in collaborazione con la Polisportiva, avrà luogo il concorso dei PRESEPI
NELLE C ASE.
Per partecipare è sufficiente dare
l’adesione ai Catechisti o
agli Educatori o al Parroco
entro il 26/12.
Premiazione per tutti il
06/01/2013 al BOCCIODROMO.
Per chi vuole trascorrere
“Beati soprattutto voi che saprete riconoscere il Signore in
tutti coloro che vi incontrano:
avrete trovato la vera luce e la
vera sapienza”
San Tomaso Moro
RINGRAZIAMENTI
Il parroco ringrazia tutti i lettori del
“Foglio” settimanale per la fedeltà
dimostrata. Un particolare ringraziamento “per i suggerimenti”, forse
involontari, a Franco Cesari per il
titolo di prima pagina, a P. Petko
Valov per l’immagine di prima pagina, a Sua Ecc.za Mons. Hristo Proykov per la citazione di s. Tommaso
Moro.
la nott e del C ap oda n no
in m an i e r a di ve r s a, in se r e n it à e alle gr ia, in u n
c lim a f a m iliar e , (qu asi) se n z a sp e s e …
CAPODANNO di SOLIDARIETA`
in ORATORIO
Sono invitati tutti i parrocchiani delle
5 parrocchie, specialmente le famiglie e
tutti coloro che, per quella notte, non hanno inviti!!!
ore 19.00: Messa di Ringraziamento e Te Deum.
Ore 22.30: Animazione e divertimento per tutti.
Ore 00.00: Falò del vecchione
CONTRIBUTO per le SPESE:
€ 15,00 a persona. Ragazzi fino a 11 anni: € 5,00. Bambini: gratis.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO e NON OLTRE
il 28 DICEMBRE
Tel. 051 945674 (Oratorio) - 051 945144 (Parroco) 051 946331( Alessandra e Ambra) - 3402559953 (d. Lorenzo).
ELEZIONI DEL NUOVO CPU
Domenica 21 dicembre si sono svolte le elezioni per
costituire il nuovo CPU (Consiglio Pastorale Unificato).
In base allo Statuto sono risultati eletti:
Ivana Farnè, Scalorbi Mauro, Marani Paolo, Gasperini Simona, Minghini Viviana, Crocioni Paola,
Di Giacomo Filomena, Romagnoli Vittorio, Nascè
Marco, Ardizzi Eleonora, Bergami Mauro, Brunori
Alessandra, Ferrari Luca, Ferrari Maurizio, Fini
Corrado, Fonsati Claudio, Fracca Antonella, Fracca Fausto, Fracca Mario, Marafioti Pamela, Poli
Matteo, Strazzari Giuliana, Zacchiroli Jacopo.
Il CPU sarà composto da 35 persone: 2 preti, 4 ministri istituito, 24 eletti, 5 cooptati dal parroco. La prima assemblea del nuovo Consiglio Pastorale Unificato si riunirà la sera di Venerdì 9 gennaio 2015, alle
ore 21.00 in Oratorio.
LABORATORIO CARITAS
“S. MARTA”
Al Laboratorio S. Marta, espressione della Caritas
interparrocchiale, arrivano persone in stato di bisogno
soprattutto economico. Chiedono indumenti, coperte,
biancheria…. Stoviglie per la cucina, alimenti e tutto ciò
che è necessario per lo svolgersi di una vita dignitosa.
Prima di accedere al “Laboratorio”, le persone sono
inviate al “Centro di Ascolto” parrocchiale aperto ogni
mercoledì. Tale incontro, tenuto dalla volontaria Monica, ha lo scopo di conoscere la situazione esistenziale
delle persone per poter offrire loro l’aiuto più opportuno. Dalla sua apertura, 20 gennaio 2014, si sono rivolte
al Centro di Ascolto 51 persone tra donne e uomini.
Nel corso dell’anno sono giunte al “Laboratorio S. Marta” 119 persone diverse, alcune delle quali si presentano settimanalmente, mentre altre solo saltuariamente o
limitatamente al periodo di necessità.
In base alla segnalazione del Centro di Ascolto ed alle
effettive possibilità economiche, viene chiesto loro una
piccola offerta come contributo alle attività della Caritas. Mentre per i più indigenti l’aiuto è gratuito.
Bilancio annuale:
ENTRATE (donazioni, offerte, ricavato da mercatini,…)
5.042,86 €
USCITE (aiuti alle famiglie attraverso pagamenti di utenze e spese sanitarie) 4.811,66 €
FAMIGLIE in difficoltà a cui si é dato contributo: 14
Tombolina Domenicale: un anno e mezzo fa, ad una
precisa richiesta di d. Arnaldo, di aiutare le persone
anziane e sole organizzando delle attività in Oratorio,
Luisa propose una “Tombolina” ogni domenica pomeriggio.
E’ aperta a tutti, non ha scopo di lucro, ma è un modo
per facilitare la socializzazione soprattutto per le persone più sole. Partecipano a questa attività 30-40 persone che ogni domenica a turno portano dolci per consumare “stupende merende” ed ognuno può anche mostrare le sue specialità.
La “tombolina” con premi è stata anche occasione di
intrattenimento durante la “festa degli anziani” e nella
giornata di accoglienza degli ospiti del Villaggio senza
Barriere e di Casa S. Chiara.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
598 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content