close

Enter

Log in using OpenID

5DS - Liceo Torricelli

embedDownload
ISTITUTO SUPERIORE LICEO DI FAENZA
Artistico, Classico, Linguistico, Scientifico Scienze Applicate e Scienze Umane
Codice meccanografico RAIS009006 – Codice fiscale 90032490394 -- Distretto scolastico n. 41
Sede Centrale e Indirizzo Scientifico: Via S. Maria deIl’Angelo, 48 -- 48018 Faenza
Tel. Segreteria 0546/21740 -- Fax 0546/25288 -- Tel. Presidenza 0546I28652
Posta elettronica certificata: [email protected]
Sede: Via S. Maria dell’Angelo, 1 -- 48018 Faenza -- Tel. e Fax 0546/23849
Sede:Via Pascoli, 4 - 48018 Faenza - Tel. e Fax 0546/662611
Sede: Corso Baccarini, 17 -- 48018 Faenza -- Tel. e Fax 0546/681119
Classe 5^ DS
Indirizzo Scientifico
Progetto “Techne”
Documento del Consiglio di Classe
Anno scolastico 2013-2014
15 maggio 2014
INDICE
FINALITÀ ISTITUZIONALI CONNESSE CON LA TIPOLOGIA DELL’INDIRIZZO SCIENTIFICO ..........................4
PROGETTO TECHNE ..............................................................................................................................................4
STORIA DELLA CLASSE ...................................................................................................................................... 11
PRESENTAZIONE DELLA CLASSE ..................................................................................................................... 11
OBIETTIVI TRASVERSALI STABILITI DAL CONSIGLIO DI CLASSE ................................................................. 12
ATTIVITÀ EXTRASCOLASTICHE ........................................................................................................................ 12
PERCORSI PLURIDISCIPLINARI ......................................................................................................................... 12
CORSI DI RECUPERO ......................................................................................................................................... 13
CRITERI DI VALUTAZIONE .................................................................................................................................. 13
SIMULAZIONE DI PROVE D’ESAME ................................................................................................................... 13
INFORMAZIONI SUI PERCORSI INDIVIDUALI DEI SINGOLI ALUNNI .............................................................. 14
USO DELLE APPARECCHIATURE DIDATTICHE ............................................................................................... 14
ITALIANO .............................................................................................................................................................. 15
LATINO .................................................................................................................................................................. 21
INGLESE ............................................................................................................................................................... 24
FILOSOFIA ............................................................................................................................................................ 28
STORIA.................................................................................................................................................................. 32
MATEMATICA. ...................................................................................................................................................... 33
FISICA ................................................................................................................................................................... 36
SCIENZE NATURALI ............................................................................................................................................ 38
STORIA DELL’ARTE ............................................................................................................................................. 40
EDUCAZIONE FISICA........................................................................................................................................... 48
RELIGIONE ........................................................................................................................................................... 49
ALLEGATI: GRIGLIE DI VALUTAZIONE .............................................................................................................. 51
2
Anno scolastico 2013-2014
Coordinatore: Prof. ssa Sandra Gaudenzi
Parte prima: informazioni di carattere generale:
o Finalità istituzionali connesse con la tipologia dell’indirizzo
o Il progetto “Techne”
o Storia della classe
o Variazioni nella composizione del Consiglio di classe nel triennio
o Variazioni nella composizione numerica degli studenti della classe nel triennio
o Presentazione della classe
Parte seconda: le attività assunte dal Consiglio di classe
o Obiettivi trasversali stabiliti dal Consiglio di classe.
o Attività extrascolastiche
o Percorsi pluridisciplinari
o Criteri di valutazione
o Simulazione di prove d’esame
o Informazioni sui percorsi individuali dei singoli alunni
o Uso delle apparecchiature didattiche
Parte terza: le attività di competenza dei docenti
o Relazioni finali e programmi dell’ultimo anno di corso a cura dei singoli docenti.
Allegati
Griglie di valutazione
3
PARTE PRIMA
FINALITÀ ISTITUZIONALI CONNESSE CON LA TIPOLOGIA DELL’INDIRIZZO SCIENTIFICO
Il corso scientifico si propone come obiettivo la formazione di un individuo autonomo e responsabile, in
possesso di solide basi culturali sia nel settore umanistico sia in quello scientifico, che gli consentiranno di
seguire con profitto tutti i corsi universitari o di inserirsi con duttilità nel mondo del lavoro. Questo corso, nelle
sue varie sperimentazioni, intende sviluppare la capacità di osservare e analizzare con mentalità scientifica il
mondo reale, individuandone le leggi fondamentali e utilizzando i linguaggi specifici.
Il corso scientifico riserva adeguata attenzione ai contenuti delle discipline umanistiche (Italiano, Latino,
Storia, Filosofia, Inglese, Storia dell’Arte), nella consapevolezza dell’importanza di tale tradizione,
costantemente analizzata con rigorosa metodologia critica, curando nel contempo le capacità di relazione e
comunicazione.
Obiettivo importante è pertanto sviluppare negli studenti una adeguata sensibilità nell’integrare le discipline
scientifiche con il sapere umanistico. A tal fine l’indirizzo scientifico mette in primo piano in tutti gli ambiti
disciplinari il metodo scientifico, inteso come il prodotto storico più rilevante della cultura occidentale,
indagando criticamente le radici storiche della scienza contemporanea, il suo sviluppo nel corso del tempo,
senza trascurare le problematiche etiche che tale processo oggi implica.
Liceo Scientifico con sperimentazione P.N.I. Matematica e informatica, Fisica
1^
4
4
3
2
5
3
2
2
1
29
Italiano
Latino
Storia ed Educazione civica
Geografia
Filosofia
Matematica e Informatica
Fisica
Scienze Naturali, Chimica, Geografia
Disegno e Storia dell’Arte
Educazione Fisica
Religione
TOTALE
2^
4
5
2
5
3
2
2
2
1
30
3^
4
4
2
2
5
3
3
2
2
1
31
4^
3
4
2
3
5
3
3
2
2
1
31
5^
4
3
3
3
5
3
2
2
2
1
32
PROGETTO TECHNE
Il “Techne” è un progetto sperimentale realizzato in autonomia dal Liceo Torricelli nell’ambito della
sperimentazione Piano Nazionale Informatica (P. N. I.) Matematica e Fisica, secondo le norme indicate nel
Regolamento dell’autonomia (D. P. R. 275, 8 marzo 1999).
Il progetto si propone i seguenti obiettivi specifici:
•
•
•
•
•
•
•
•
Approfondimento dei nuclei tematici che hanno specifica rilevanza per gli ambiti applicativi e la
tecnologia, con particolare riferimento alla Fisica, alla Matematica, alle Scienze naturali e al Disegno.
Attività di ricerca attinenti ai settori produttivi del territorio e inquadramento sistematico dei rispettivi
presupposti scientifici, storici e culturali (dal terzo anno di corso)
Potenziamento dell’Informatica, sia nei fondamenti teorici, sia nei pacchetti applicativi.
Consolidamento delle competenze comunicative in lingua inglese.
Acquisizione di specifiche competenze nel disegno computerizzato (AUTOCAD).
Approfondimento delle problematiche connesse allo sviluppo tecnologico nelle discipline
umanistiche (in particolare Italiano, Storia, Filosofia).
Applicazione delle tecnologie multimediali in tutti gli ambiti disciplinari.
Sviluppo della “competenza dell’imprendere”, intesa come capacità di ricercare le informazioni, di
progettare, di tradurre le idee in programmi, di saper prendere iniziative e assumere responsabilità,
di individuare le proprie attitudini per orientare le scelte di vita e di lavoro. L’imprenditorialità va vista
infatti come dimensione europea dell’apprendimento, inclusa fra le ‘competenze chiave per
l’apprendimento permanente’ (Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del
18/12/06).
4
Nel “Techne” lo sviluppo delle tecnologie e le specifiche conoscenze ad esso riferibili sono
ricondotte ai fondamenti teorici e alle rispettive matrici culturali; quindi anche la componente umanistica è
fondamentale, per quanto riguarda le letterature, la filosofia, la storia della tecnica e del costume, le arti
figurative.
Gli insegnamenti più tradizionali dell’area linguistico-letteraria, in particolare il Latino, saranno
considerati come strumenti per l’acquisizione di competenze avanzate in ambito linguistico: per esempio
capacità analitica, padronanza dei significati e delle strutture comunicative.
Al termine del percorso lo studente avrà acquisito:
Specifiche conoscenze e competenze nell’ambito scientifico e tecnologico.
Capacità di valutare e di problematizzare.
Capacità di scegliere e di decidere in situazioni complesse.
Capacità di impostare in maniera flessibile le proprie competenze professionali, grazie alla
padronanza dei fondamenti teorici e culturali.
ITALIANO
•
•
•
•
Si è proposta una suddivisione in un monoennio (primo anno, durante il quale si è affrontata in particolare
l’analisi del testo narrativo e dell’articolo di giornale – nuovi linguaggi) e in un quadriennio (anticipando
quindi al II anno di corso lo studio della letteratura italiana), secondo il seguente schema:
Monoennio
Testo narrativo, articolo +
nuovi linguaggi
II
Letteratura dalle origini al Testo poetico,
Trecento
argomentazione, analisi
del testo con griglia
(tip.A)
Inferno
III
Civiltà uman/rinascim
Saggio breve (tip.B)
Inferno
Manierismo
Tema storico (tip.C)
Purgatorio
IV
V
Il secolo della scienza
Purgatorio
Il secolo dei Lumi;
l’Ottocento
Paradiso
L’Ottocento
Paradiso
I Promessi Sposi (capitoli
significativi)
Il Novecento
Classe 1^: Introduzione all’uso del programma di videoscrittura Word (modulo 3 ECDL)
LATINO
Si è ritenuto opportuno applicare le decurtazioni a noi consentite (fino al 20% delle ore annuali) al Latino,
ottenendo il seguente quadro orario:
Classe I
4 (132h annuali) *
-10 h annuali (a Diritto)
Classe II
5 (165h annuali)
- 16 h annuali (8 a Informatica e 8
a Diritto)
Classe III
4
-12 h annuali (10 a Informatica e 2
a Fisica)
Classe IV
4
-10 h annuali (a Disegno)
*si considerano, per un anno, 33 settimane di lezione
Ciò non ha significato svilire la disciplina, ma semplicemente affrontarla con un taglio diverso, accogliendo i
suggerimenti della didattica breve, ripensando alla tipologia delle prove scritte, e infine valorizzando gli
aspetti “tecnici” sia del sistema linguistico sia degli autori affrontati.
MODULI DI DIRITTO ED ECONOMIA
5
Si tratta di due moduli, della durata di 10 ore (in prima classe), e di 8 ore (in seconda classe) svolti e verificati
da un esperto .Si legano ai contenuti del Latino in quanto sviluppano i concetti base del Diritto a partire da
quello romano, affiancando alla trattazione “odierna” degli istituti, quella in parallelo contenuta nelle istituzioni
di diritto romano.
Contenuti
Il concetto di norma giuridica
I caratteri delle norme giuridiche
Storia e caratteri del diritto privato romano: ius publicum e ius privatum
Dalle fonti del diritto privato romano alle fonti del diritto privato italiano
Le funzioni del diritto
L’efficacia delle norme giuridiche
I soggetti del diritto
Gli status della persona fisica nel diritto romano
Capacità giuridica e capacità di agire nel nostro ordinamento giuridico e nel diritto romano
Le persone giuridiche
Lo Stato
Gli elementi costitutivi dello Stato
Il concetto di res publica e i principi dello Stato di diritto
Le forme di governo: in particolare la repubblica parlamentare: cenni sugli organi costituzionali (parlamento,
governo, magistratura)
Le persone giuridiche private
La definizione giuridica di impresa, azienda, ditta, marchio.
Imprese individuali e collettive.
Imprese agricole e commerciali
Società di persone e di capitali: in particolare società in nome collettivo, a responsabilità limitata e per azioni.
Gli organi sociali: in particolare assemblea dei soci e amministratori.
INGLESE
La disciplina ha curato l’approccio a forme moderne di comunicazione, quali articoli scientifici, internet, etc. e
ha potenziato l’aspetto comunicativo della lingua
In prima e in seconda classe svolge l’attività Maths in English (2 moduli in ore interne); introduce all’uso del
programma di videoscrittura Word e utilizza Reti.
Maths in English
a) Modulo 1 - 5 ore
-Introduzione e approfondimento del linguaggio matematico relativo al calcolo letterale
-Risoluzione di espressioni matematiche ed equazioni dettate in lingua Inglese
-Introduzione al linguaggio specifico della logica
b) Modulo 1 - 5 ore
- Introduzione ed approfondimento del linguaggio matematico relativo alla geometria
- Risoluzione di problemi di geometria presentati in lingua Inglese
- Risoluzione di un problema in lingua Inglese interpretabile tramite un sistema lineare
RICORSO AL LETTORE
Per potenziare l’acquisizione dei linguaggi settoriali nel terzo, quarto e quinto anno di corso si è affiancato un
lettore di madrelingua inglese ad un docente di area scientifica, effettuando specifiche lezioni in
compresenza.
Disciplina
Argomento
Anno di corso
Ore
Fisica
Meccanica
III
6
Scienze Naturali
Biologia
IV
6
Scienze Naturali
Geografia Astronomica
V
6
senza ricorso al lettore,
poiché svolto dalla
6
prof.ssa Terzi
STORIA
Classe 1^: Preparazione di PERCORSI di ricerca sulla civiltà romana con relative schede lessicali in
modalità Power Point (MOD 6 ECDL)
Nel corso del triennio sono stati trattati i seguenti MODULI di approfondimento:
Classe 3^: è stato svolto un MODULO di approfondimento di STORIA DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA
(pensiero scientifico e nuovi strumenti), in ore interne, sul tema: Fisica, astronomia e matematica nei
Pitagorici e in Aristotele (prof.Alberto Emiliani).
Classe 4^: è stato svolto un MODULO di approfondimento di STORIA DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA
(pensiero scientifico e nuovi strumenti), in ore interne, sul tema: La civiltà delle macchine - Rivoluzione
industriale (Prof.Cristina Pecchini).
Classe 5^: è stato svolto un MODULO di approfondimento di STORIA DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA
(pensiero scientifico e nuovi strumenti), in ore interne, sul tema: Scienziati-filosofi tra Ottocento e Novecento
(Poincaré,Mach,Duhem); Dal Gold Standard al corso forzoso (prof. Alberto Emiliani)
FILOSOFIA
La disciplina ha affrontato ove possibile aspetti di filosofia della scienza.
MATEMATICA
Classe 1^ : riceve 2 h da Ed.Fisica e 8 h da Geografia per affrontare gli argomenti
Derive, Cabri; Modulo 4 ( I parte) ECDL
Calcolatrici grafiche,
Classe 2^ : riceve 8 h da Latino e 2h da Italiano per affrontare gli argomenti Calcolatrici grafiche, Derive,
Cabri; Mod. 4 (II parte); Matebilandia “La matematica al Katun”; laboratorio didattico con le macchine
matematiche.
Classe 3^ : riceve 10 h da Latino per affrontare gli argomenti Laboratorio didattico con le macchine
matematiche; Matebilandia; CRITTOGRAFIA, corso a cura di un esperto esterno ;
Attività specifica per la classe seconda e terza:
MATEBILANDIA: percorsi di Matematica nel parco di Mirabilandia
(progetto elaborato dai proff. Lorenza Resta, Sandra Gaudenzi e Giovanni Pezzi Vincitore dell’edizione 2008 del Concorso CENTOSCUOLE, indetto dalla Fondazione per la scuola della
Compagnia di S.Paolo)
I ragazzi sono stati guidati alla ricerca di curve matematiche in alcune delle seguenti attrazioni: Eurowheel,
Katun,
Argomenti trattati:
coniche e problema aperto per l’Eurowheel
retta, parabola, circonferenza e clotoide per il Katun
Il progetto si caratterizza per uno specifico metodo di lavoro: osservazione, previsione, ricostruzione delle
curve con macchine matematiche o strumenti informatici, verifica della validità delle previsioni e discussione
FISICA
Classe1^: Nel primo anno di corso opera approfondimenti informatici (Concetti teorici e Gestione documenti)
in ore interne Mod. 1 e 2 ECDL
Classe 3^:
E’ stata effettuata una visita alla Ducati di Bologna per utilizzare il laboratorio “Fisica in moto”.
La disciplina riceve 2 ore da Latino, 2 da Italiano, 2 da Inglese, 2 da Disegno, 2 da Educazione Fisica (attinte
dal 20%) per attuare un MODULO di approfondimento sul tema
Le NANOTECNOLOGIE (elaborato dal prof.Alessio Seganti)
Il modulo si è proposto di illustrare una rivoluzione scientifica, tecnologica e culturale che ha portato alle
scoperte che hanno consentito a partire dalla fine del secolo scorso di “vedere” gli atomi e di manipolarli a
piccoli gruppi o addirittura individualmente. Sono state illustrate le applicazioni tecnologiche che già fanno
7
parte della nostra realtà quotidiana per poi esplorare le frontiere che sono attualmente oggetto di studio e di
ricerche: farmaci, tecnologie mediche ricostruttive e diagnostiche, applicazioni elettroniche, produzione di
energia. Si è voluta evidenziare l’importanza del settore nel tessuto industriale e tecnologico del territorio
faentino (in primis le applicazioni nel settore delle ceramiche).
È stata effettuata una visita guidata
all’istituto di ricerca sui materiali e le tecnologie del CNR (“ISTEC”) di Faenza.
Fisica a Mirabilandia: un’aula senza pareti (progetto elaborato dal Prof. Giovanni Pezzi)
Con la guida di tutor i ragazzi si cimentano in una serie di attività e di esperimenti riguardanti le attrazioni
Eurowheel, Carousel e Katun ed effettuano misure con strumenti tradizionali e con strumenti on line
utilizzando un kit costituito da un barometro, un accelerometro, un'interfaccia CBL2 e una calcolatrice grafica
TI 83 plus. Si tratta di misure di tempo, di accelerazione, di pressione atmosferica da cui è possibile ricavare
molte informazioni sul tipo di moto, sulle velocità massime, i profili altimetrici, le forze in gioco, ecc. Il moto
che si studia è un moto “vero”, non immaginato in un esercizio di un libro di testo o realizzato in condizioni
particolari in laboratorio. I dati vengono raccolti direttamente dai ragazzi sulle attrazioni in cui essi stessi
sono oggetto dell'esperienza
DISEGNO
Classe 4^: Per effettuare il corso AUTOCAD sono state utilizzate 16 ore annuali ( di cui 10 cedute da Latino)
ATTIVITA’ SPECIFICA PER LA QUARTA CLASSE
ENTERPRISE-EBG (European Business Game)
progetto europeo di simulazione d’impresa promosso dall’ECIPAR di Ravenna
Obiettivi:
contribuire alla cooperazione tra mondo della scuola e mondo imprenditoriale
supportare gli studenti nella sfida con il mercato del lavoro attraverso il potenziamento delle capacità di
intraprendere e il sostegno della fiducia in se stessi
contribuire alle relazioni di amicizia tra giovani studenti europei
Svolgimento:
Gli studenti, di diverse scuole europee, assumono le vesti dell'imprenditore e, con il supporto tecnicoorganizzativo di una "rete" di soggetti istituzionali e privati, progettano un'impresa partendo da una idea
scelta dagli stessi studenti.
Una commissione tecnica designa il migliore progetto, prima a livello provinciale poi nazionale ed europeo.
Tema di fondo
Lo sviluppo produttivo compatibile con la salvaguardia dell'ambiente e delle relazioni umane.
Strumenti
• i docenti (due per classe, uno dei quali è l'insegnante di lingua inglese, per consentire la redazione in
tale lingua della corrispondenza fra le varie squadre europee)
• gli imprenditori e le imprese
• le banche, le istituzioni e le autorità pubbliche o locali, nazionali e comunitarie
Modalità di lavoro
Alla parte teorica (in aula) si aggiunge quella, svolta al di fuori dell'orario scolastico, la cui organizzazione è
completamente lasciata alle squadre: riunioni del gruppo, ricerche di informazioni, visite ai potenziali
clienti/fornitori.
International agreement - joint venture
Per essere completo ogni progetto deve comprendere la stipula di un accordo di joint-venture e/o di
international agreement con un progetto di un'altra squadra di un paese europeo e/o di un'altra provincia
italiana che partecipa ad EBG: questa fase è assistita da uffici appositi messi a disposizione
dall'organizzazione.
8
Conoscenze, capacità e abilità che il gioco potenzia
• Conoscere il territorio come luogo di opportunità di lavoro
• Usare la lingua inglese in modo proprio
• Usare il proprio potenziale creativo
• Assumere responsabilità in autonomia
• Trasformare i bisogni in problemi e i problemi in opportunità
• Riflettere sulle proprie decisioni e verificarne la validità.
• Lavorare in gruppi su obiettivi
• Conoscere lo spirito, i valori e l'etica dell'intraprendere
- Assumere responsabilità, relazionarsi con il contesto esterno alla scuola.
Ha avuto accesso alla finale nazionale tenutasi a Ravenna il 01 giugno 2013 il seguente gruppo: Wake up in
2 , composto da Jacopo Villa, Mattia Bertaccini, Paolo Della Valle, Oscar Menni, Delia Rossi.
Riepilogo scansione moduli ECDL e programmi informatici
Argomento
Svolto da
Nell’anno di
corso
Tipologia ore
Mod 1 ECDL Concetti teorici
Fisica
I
Ore interne
Mod 3 ECDL Word
Italiano
I
Ore interne
Mod 4 ECDL Excel
Matematica
I II
Ore
Mod 2 ECDL Gestione documenti
cedute da varie discipline
Mod 6 ECDL P.Point
Storia
I
Ore interne
Mod 7 ECDL Reti
Italiano
I
Ore interne
Calcolatrici grafiche, Derive, Cabri
Matematica
I II
Ore
cedute da varie discipline
Autocad
Disegno
IV
16 h in parte cedute da
Latino
TECHNE - Riepilogo attività caratterizzanti:
Classe prima
monoennio
Didattica breve
Modulo Diritto
Modulo 1 e 2 ECDL
Modulo 3 e 7ECDL
Modulo 4 ECDL, Calcolatrici
grafiche, Derive, Cabri
Modulo 6 ECDL
Maths in English
Italiano
Latino
Esperto
Fisica
Italiano
Matematica
Compresenza con Latino
Ore cedute da Geografia
Ore interne
Ore cedute da varie discipline
Storia
Inglese
Ore interne
Ore interne
Classe seconda
Inizio quadriennio
Italiano
Modulo 4 ECDL , Laboratorio con Matematica
le macchine matematiche,
Calcolatrici grafiche, Derive, Cabri,
Ore cedute da varie discipline
9
Excel, Approfondimenti
Matebilandia
Modulo Diritto
Maths in English
Esperto esterno
Inglese
Compresenza con Latino
Ore interne
Classe terza
Modulo Storia della Scienza e
della Tecnica
Storia e Filosofia
Ore interne
Fisica
Ore cedute da varie discipline
Matematica
Una giornata + ore cedute da
latino
Fisica
Una giornata
Modulo Nanotecnologie
Matebilandia
Fisica a Mirabilandia
Laboratorio didattico con le
Matematica
macchine matematiche e
Crittografia
Modulo sulla gravitazione in lingua Fisica e Lettore
Inglese
Laboratorio “Fisica in moto”,
Fisica
Ducati Bologna
Ore cedute da Latino
Ore interne
Una giornata
Classe quarta
Modulo Storia della Scienza e
della Tecnica
Enterprise E.B.G.
Autocad
Storia
Ore interne
Tutte le discipline
Disegno
25 h circa
Ore interne e cedute da Latino
Modulo Biologia in Lingua Inglese
Scienze Naturali e Lettore
Classe quinta
Ore interne
Modulo Storia della scienza e della Storia e Filosofia
tecnica
Modulo Geografia astronomica
Scienze
in Inglese
10
Ore interne
Ore interne
STORIA DELLA CLASSE
Griglia 1: Variazioni nel Consiglio di classe
DISCIPLINE
Italiano
Latino
Inglese
Storia
Filosofia
Matematica
e
Informatica
Fisica
Scienze
Disegno e Storia
dell’Arte
Educazione Fisica
Religione
ANNI DI CORSO
1-2-3-4-5
1-2-3-4-5
1-2-3-4-5
1-2-3-4-5
3-4-5
1-2-3-4-5
III
IV
V
CONTI
CONTI
CARDELLI
EMILIANI
EMILIANI
CONTI
CONTI
CARDELLI
PECCHINI
EMILIANI
CONTI
CONTI
CARDELLI
EMILIANI
EMILIANI
GAUDENZI
GAUDENZI
GAUDENZI
1-2-3-4-5
2-3-4-5
1-2-3-4-5
BURATTONI
POLESE
SEGANTI
POLESE
SEGANTI
TERZI
DONATI
DONATI
DONATI
1-2-3-4-5
1-2-3-4-5
SPADA
SEVERI
SPADA
SEVERI
SPADA
SEVERI
Griglia 2: Variazione nel numero degli studenti della classe nel triennio
CLASSE
ISCRITTI
TERZA
QUARTA
QUINTA
20
19
17
PROMOSSI
NON
PROMOSSI
TRASFERITI
1
2
PRESENTAZIONE DELLA CLASSE
La classe è composta da 17 studenti (6 femmine e 11 maschi) che hanno mediamente mantenuto durante le
lezioni un atteggiamento costruttivo, caratterizzato, in alcuni casi, da un vivo interesse e una costante
curiosità. La frequenza è stata sempre regolare e la classe, nell'insieme, ha risposto positivamente alle
proposte culturali dei docenti. Solamente per alcuni studenti, l’impegno nello studio è stato discontinuo e
superficiale per tutto l’arco del triennio.
La classe ha raggiunto un livello di preparazione mediamente discreto; in pochi casi permangono alcune
carenze e difficoltà. Si segnalano altresì alunni che, lavorando con regolarità, puntualità e solida motivazione
hanno raggiunto livelli di preparazione molto buoni in tutte le discipline, sia in quelle umanistiche sia in quelle
scientifiche e altri, più selettivi, che, nonostante buone capacità hanno approfondito lo studio di alcuni
argomenti di loro interesse, non ottenendo così risultati in linea con le loro potenzialità.
PARTE SECONDA
OBIETTIVI TRASVERSALI STABILITI DAL CONSIGLIO DI CLASSE
All’inizio dell’anno scolastico, nelle riunioni dipartimentali e successivamente nel consiglio di classe, sono
stati messi a punto, oltre a finalità e obiettivi specifici dell’insegnamento di ogni area culturale, anche obiettivi
trasversali, comuni a tutte le discipline.
Obiettivi di apprendimento:
migliorare la comunicazione orale e scritta;
rendere rigorosi e consapevoli i processi di ragionamento;
usare correttamente le strutture linguistiche nella comunicazione orale e scritta;
saper problematizzare contenuti culturali;
Obiettivi di carattere relazionale:
far crescere l autostima;
stimolare l autovalutazione;
sviluppare il rispetto reciproco.
11
Circa il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento, si rimanda alle singole relazioni dei docenti,
disciplina per disciplina.
ATTIVITÀ EXTRASCOLASTICHE
Nel corso del triennio la classe ha effettuato le seguenti attività, ritenute dal consiglio di classe
particolarmente significative per il raggiungimento degli obiettivi relazionali e culturali programmati:
1) Viaggi di istruzione: Toscana, Venezia e ville venete, Monaco e Vienna
2) Uscite didattiche: Mostra “da Matisse a Bacon Il volto del ’900” a Milano; Mostra “Liberty. Uno stile per
l’Italia moderna” a Forlì; Mostra su Jerome Lejeune (genetista)
3) Incontri pubblici e conferenze: Conferenza in lingua inglese tenuta dal docente Mr Joseph Quinn su
J.Joyce; conferenza Higgs in tour a Forlì, visione dello spettacolo in lingua inglese “The picture of Dorian
Gray”; incontro con la scrittrice Benedetta Tobagi; incontro con Arianna Ballotta presidente dell’associazione
COALIT
4) Educazione alla salute: attività proposta dal Consultorio Giovani AUSL sulla tossicodipendenza; attività
proposte da AVIS, ADMO, AIDO di Faenza
5) Progetto “Matebilandia” a Mirabilandia (classe II e classe III).
6) Piano lauree scientifiche (matematica) classe seconda (Statistica e felicità: il ragionamento statistico
per misurare la qualità della vita)
7) Piano lauree scientifiche (fisica)
8) Attività di orientamento post-diploma
9) Simulazione di impresa (Enterprise)
10) Progetto cinema (classi III, IV e V)
In momenti vari del triennio, gruppi di ragazzi più o meno numerosi hanno partecipato a singole iniziative,
che il Consiglio ritiene di dover qui elencare:
1) Cambridge First, Advanced, Proficiency Certificate
2) Olimpiadi di Fisica
3) Olimpiadi di Matematica (uno studente qualificato alla semifinale Nazionale a squadre di Cesenatico
nell’a.s. 2012-13)
4) Kangourou della lingua inglese
5) Kangourou della Matematica
6) Corso sulle biotecnologie
7) Corso di chimica organica
8) Stages di lavoro estivo (Alternanza scuola lavoro) presso enti pubblici e aziende private
9) Concorso dantesco prof.ssa Lia Leonardi Castellari (uno studente vincitore dell’edizione a.s. 2013-14)
10) Premio Bancarella “Un libro premia per sempre”
11) Concorso Caroli
12) Conferenza mondiale Future of science 2013 (uno studente partecipante)
13) International MasterClasses Hands on Particle Physics (CERN)
14) Corso sul linguaggio JAVA
15) Concorso di traduzione dal latino medievale e moderno Erasmo da Rotterdam
PERCORSI PLURIDISCIPLINARI
I docenti all’interno della propria disciplina hanno trattato tematiche o periodi storici che prevedono
collegamenti trasversali. Il Consiglio di Classe indica i seguenti temi, trattati parallelamente in due o più
discipline:
1) Propaganda e cinema, retorica e neorealismo (Italiano, Storia)
2) Magnetismo terrestre e evoluzione stellare (Fisica e Scienze)
CORSI DI RECUPERO
Nel corso del triennio per alcuni studenti sono stati attivati corsi di recupero di
1. Matematica
12
CRITERI DI VALUTAZIONE
Per quanto riguarda i criteri di valutazione ci si è attenuti a quelli approvati dal Collegio dei Docenti:
Sufficienza (voto 6) Si riscontra la presenza dei seguenti elementi: conoscenza, anche non rielaborata,
degli elementi e delle strutture fondamentali; capacità di orientarsi nella ricostruzione dei concetti e delle
argomentazioni; capacità di individuare e di utilizzare le opportune procedure operative, argomentative e
applicative, pur in presenza di inesattezze e di errori circoscritti.
Insufficienza lieve (voto 5) Rispetto agli elementi richiesti per la sufficienza permangono lacune di fondo
che rendono incerto il possesso di questi elementi; ovvero si riscontrano incertezze di fondo relativamente
alle procedure operative, argomentative o applicative; ovvero si riscontrano errori diffusi e tali da
compromettere la correttezza dell'insieme.
Insufficienza grave (voto inferiore al 5) Manca la conoscenza degli elementi fondamentali, ovvero si
riscontra l’incapacità diffusa o generalizzata di analizzare i concetti e di ricostruire le argomentazioni, ovvero
emerge la presenza sistematica di errori gravi che rivelino la mancanza di conoscenze fondamentali in
relazione ai programmi svolti.
Valutazione superiore alla sufficienza In generale si eviterà il livellamento al minimo della sufficienza.
Saranno opportunamente valorizzate l'accuratezza e la completezza della preparazione, ovvero la
complessiva correttezza e diligenza nell'impostazione dei procedimenti operativi (voto 7), le capacità
analitiche e sintetiche, la costruzione di quadri concettuali organici e sistematici, il possesso di sicure
competenze nei procedimenti operativi (voto 8), la sistematica rielaborazione critica dei concetti acquisiti,
l'autonoma padronanza dei procedimenti operativi (voto 9); la presenza di tutti gli elementi precedenti unita
a sistematici approfondimenti che manifestino un approccio personale o creativo alle tematiche studiate
(voto 10). Le valutazioni di livello massimo potranno altresì essere attribuite anche come punteggio pieno
nei casi di prove scritte particolarmente impegnative.
SIMULAZIONE DI PROVE D’ESAME
1^ Prova - Italiano
Nel corso di questo anno verrà effettuata il 20 maggio una simulazione di prima prova comune a tutte le
classi del liceo.
Per la valutazione di tale prova l’insegnante si atterrà alla griglia di valutazione presentata come allegato in
calce al presente documento
2^ Prova - Matematica
Nel corso di questo anno è stata programmata il giorno 22 maggio una simulazione di seconda prova
comune a tutte le classi Quinte dell’Indirizzo Scientifico, per la cui valutazione l’insegnante si atterrà alla
griglia di valutazione allegata in calce.
3^ Prova
La classe ha svolto, nel corso del quinto anno, tre prove con 10 quesiti di tipologia B, in data 12 dicembre,
25 febbraio, 28 aprile
Sono state scelte come materie oggetto di verifica:
• Scienze, Inglese, Filosofia, Arte
• Fisica, Latino, Inglese, Storia
• Inglese, Arte, Fisica, Filosofia
.
Le prove hanno avuto la durata di tre unità orarie e la lunghezza delle risposte è stata stabilita in maniera
diversa a seconda delle discipline: in alcune con un numero prefissato di parole (con un margine di
tolleranza del 20%), in altre i docenti si sono orientati sul numero di righe (10/20 righe, con una tolleranza del
10/15
Per la valutazione di tale prova gli insegnanti hanno avuto come riferimento le griglie di valutazione
presentate in calce.
INFORMAZIONI SUI PERCORSI INDIVIDUALI DEI SINGOLI ALUNNI
L’argomento oggetto di approfondimento individuale è stato scelto liberamente dagli alunni sia all’interno
degli argomenti studiati in questo ultimo anno scolastico, sia in altri ambiti culturali vicini ai loro interessi
personali.
13
Gli insegnanti hanno di volta in volta fornito le indicazioni ed i suggerimenti bibliografici che venivano
richiesti.
USO DELLE APPARECCHIATURE DIDATTICHE
Il laboratorio di Informatica è stato utilizzato sistematicamente nell’arco del quinquennio. Regolarmente usati
i laboratori di Fisica. Si è fatto uso nelle diverse materie di filmati a carattere didattico.
14
ITALIANO
Ins. Prof.ssa Eleonora Conti
PROFILO DELLA CLASSE
La classe mi è stata affidata fin dalla Seconda per il solo Latino, a cui si è aggiunto anche l'insegnamento
dell'Italiano a partire dalla Terza. A fronte di una componente maschile più vivace e a momenti
intemperante, che è andata calmandosi nel corso del triennio, il piccolo gruppo delle ragazze si è mantenuto
molto unito, compatto e quieto, fin da subito. Nel corso del trienno, il gruppo classe è maturato ed è stato
possibile lavorare con costanza e con discreti risultati, ottenendo un certo interesse – soprattutto per la
materia di Italiano – e una collaborazione soddisfacente.
Un piccolo gruppo di ragazzi si è lasciato coinvolgere in iniziative culturali e concorsi organizzati sia dalla
scuola (Concorso Erasmo da Rotterdam per la traduzione dal latino; Concorso di scrittura creativa “Premio
letterario Giacomo Caroli”, Concorso dantesco “Pia Castellari”) sia da Enti che operano a livello provinciale
(Concorso di lettura e recensione di un romanzo finalista al Premio Bancarella, “Un libro premia per
sempre”). Alcuni di essi hanno anche ottenuto premi e riconoscimenti. Si tratta dunque di studenti forse non
sempre metodici e costanti, ma curiosi se si tratta di mettere in campo risorse personali.
Nel corso della quinta, anche se qualche studente ha continuato a commettere errori di metodo e a
comportarsi spesso senza molta lungimiranza, nel complesso i ragazzi e le ragazze si sono mostrati più
determinati e motivati e, per aver studiato e seguito le lezioni con particolare dedizione e assiduità, hanno
conseguito risultati discreti, buoni e, in qualche caso, ottimi. Qualcuno si attesta su risultati pienamente
sufficienti, anche se presenta qualche difficoltà allo scritto, soprattutto per lacune pregresse.
Le lezioni si sono svolte con modalità dialogata e interattiva, centrata su un diretto confronto con i testi e
avvalendosi talora di strumenti audiovisivi. Dal punto di vista della partecipazione alle lezioni, la discussione
su temi di approfondimento suscitati dalla curiosità dei ragazzi è stata particolarmente partecipata e vivace.
A questo scopo la classe ha usufruito fin dalla seconda – e spesso in percorsi didattici interdisciplinari – del
Laboratorio di Cinema attivo presso la scuola. Gli argomenti oggetto delle trattazioni sono stati, in quarta e
quinta: Realismo e Romance: nascita del romanzo moderno nel Settecento (Italiano, Inglese), Cinema e
Propaganda: cinema del fascismo e cinema neorealista (Italiano, Storia). In tutti i casi, le lezioni, tenute da
esperto esterno e con ausilio di supporti audiovisivi, hanno avuto una positiva ricaduta sui programmi di
Italiano e sono state poi oggetto di verifica.
Le verifiche orali si sono svolte sotto forma di colloquio, anche visto l'esiguo numero di studenti, per cui è
stato possibile intavolare un dialogo costante e frequente durante tutto l'anno. Le verifiche scritte (tre nel
primo quadrimestre e tre nel secondo) hanno rispettato le tipologie dell’esame di stato; in data 20/05/2014 è
stata programmata una simulazione di Prima Prova in contemporanea con tutte le sezioni dell’istituto.
Programma di LETTERATURA ITALIANA
•
•
Per gli OBIETTIVI si rimanda al POF.
Conoscenze: Storia e testi della letteratura italiana
TESTI ADOTTATI: Anselmi, Fenocchio, Varotti, Tempi e immagini della letteratura. Con la supervisione di E.
Raimondi, Bruno Mondadori, voll. 4, 5, 6.
Dante Alighieri, Paradiso, qualsiasi edizione commentata.
PROGRAMMA SVOLTO DI LETTERATURA ITALIANA
Il Romanticismo italiano. La polemica classico-romantica in Italia. L'intervento di Madame de Staël e la
risposta dei romantici milanesi. Una cultura nazionale, moderna e popolare.
Testi:
Mme de Staël: da Sulla maniera e l'utilità delle traduzioni: Per una buona letteratura.
La risposta di Pietro Giordani, Ci vuole novità?
Giovanni Berchet, Lettera semiseria di Grisostomo al suo figliolo: il nuovo pubblico della letteratura.
ALESSANDRO MANZONI
Vita e formazione; le opere.
Odi: Il 5 maggio.
15
Le Tragedie: Prefazione a Il conte di Carmagnola
Dalla Lettre à M. Chauvet: poesia e storia.
Dall'Adelchi: L'amaro prezzo del regno (I, scena II, vv. 56-195)
Coro del III Atto, Dagli atri muscosi dai fori cadenti
Il delirio di Ermengarda (IV, vv. 122-210)
Coro del IV Atto, Sparsa le trecce morbide
La morte di Adelchi (V, scene VIII-X)
I promessi sposi: un romanzo “misto di storia e d'invenzione”; le tre redazioni e la revisione linguistica; la
focalizzazione del romanzo; il Bildungsroman di Renzo; la visione religiosa dell'autore: don Abbondio (le
interpretazioni di Sciascia e Pirandello), Frate Cristoforo, il cardinal Borromeo, la monaca di Monza; il tema
della giustizia; un romanzo in bianco e nero e “senza idillio”; la peste e il pregiudizio; il sugo della storia:
confronto con la conclusione del Candido di Voltaire.
Attualizzazione dell'idea di realtà come “guazzabuglio”: lettura integrale di Leonardo Sciascia, Una storia
semplice (1986).
GIACOMO LEOPARDI
La vita e le idee. Il classicismo romantico.
Lo Zibaldone, un diario di vita e di lavoro; il sistema filosofico leopardiano, uno stile duttile ed essenziale.
Testi: Immaginazione degli antichi e sentimento dei moderni (143-144); La teoria del piacere (646-648);
Doppia vista, rimembranza, indefinito e sentimento poetico (4418-4426), Tutto è male (4174-4177).
La struttura dei Canti: generi, temi, soluzioni formali. Le canzoni, gli idilli, i canti pisano-recanatesi, il ciclo di
Aspasia, la poesia satirica e politica; l'ultima produzione.
Dai Canti:
L'infinito, La sera del dì di festa;
Ultimo canto di Saffo;
A Silvia, La quiete dopo la tempesta, Il sabato del villaggio, Canto notturno di un pastore errante dell'Asia;
A se stesso;
La ginestra o il fiore del deserto (vv. 1-201 e 297-317).
Le Operette morali: la svolta materialista. Genere, fonti, temi, il pessimismo materialista, la Natura, il
Progresso.
Da Operette Morali: Dialogo della Moda e della Morte, Dialogo della Natura e di un Islandese, Dialogo di un
Folletto e di uno Gnomo, Dialogo di un Venditore di almanacchi e di un Passeggere.
Il SIMBOLISMO EUROPEO.
CHARLES BAUDELAIRE, cantore della vita moderna e della città. Sinestesia e analogia; il poeta come
decifratore di segni.
Testi:
Da Poemetti in prosa: Lo straniero;
Da I fiori del male: Corrispondenze, L'Albatros, Spleen.
Da Lo spleen di Parigi: Perdita d'aureola (fotocopia).
I poeti maledetti. Da Verlaine a Mallarmé: esempi.
ARTHUR RIMBAUD: Lo sregolamento dei sensi e la discesa nell'abisso. La lettera del veggente (fotocopia).
IL SECONDO OTTOCENTO
LA SCAPIGLIATURA: Caratteri generali della corrente; la crisi del ruolo del poeta e la polemica antimanzoniana; la mescolanza delle esperienze artistiche, lo sperimentalismo; la bohème e il modello
baudelairiano.
Emilio Praga: Preludio.
Arrigo Boito, Dualismo.
LA LINEA DEL NATURALISMO-VERISMO
Un precursore: Gustave Flaubert e Madame Bovary. Il Naturalismo francese: i fondamenti teorici, la poetica
di Zola, il ciclo dei Rougon-Macquart.
Testi:
Edmond e Jules De GONCOURT, L'analisi clinica dell'amore (Prefazione alla prima edizione di Germinie
Lacerteux);
Émile ZOLA, da Le roman expérimental, III: Letteratura e scienza
16
Il Verismo in Italia.
GIOVANNI VERGA
Linee biografiche, inquadramento storico-culturale. Il progetto verista. La poetica dell'impersonalità. Le
tecniche narrative: straniamento, antifrasi, discorso indiretto libero, artificio della regressione. L'ideologia
verghiana: il valore critico e conoscitivo del pessimismo, storia e mito.
Testi:
Da Vita dei campi: Fantasticheria, Rosso Malpelo, Prefazione all'Amante di Gramigna.
Da Novelle rusticane: La roba.
Il ciclo dei Vinti.
I Malavoglia: fonti, intreccio, una visione anti-idillica del mondo rurale, tempo mitico e divenire storico.
L'interpretazione di Russo, Bàrberi Squarotti e Luperini. Il cronotopo idillico del romanzo familiare (BachtinLuperini).
Testi:
Prefazione (La vaga bramosia dell'ignoto), cap. 1 (La casa del nespolo), cap. 11 (La morte della Longa), cap.
15 (La ricostruzione della famiglia e l'addio di 'Ntoni).
Mastro-Don Gesualdo: un self-made man, la struttura del romanzo e le differenze rispetto ai Malavoglia; la
focalizzazione; il ruolo delle figure femminili (Diodata, Bianca, Isabella); la sconfitta di Gesualdo e la critica
alla “religione della roba”.
Testi:
L'arrivo alla Canziria (I, cap. IV), La morte di Mastro-don Gesualdo (IV, cap. V)
Ragioni dell'interruzione del progetto dei Vinti.
FRA OTTOCENTO E NOVECENTO
Caratteri del Decadentismo: origine del termine, la visione del mondo decadente, gli strumenti irrazionali del
conoscere e la crisi del Positivismo; il linguaggio analogico e la sinestesia. Differenze e continuità fra
Romanticismo e Decadentismo.
La poetica del Decadentismo: l'Estetismo, una vita inimitabile, la figura del dandy e dell'esteta. La casa come
museo, teatro e santuario. Il concetto di Kitsch.
Il romanzo decadente in Europa:
O. WILDE, La Prefazione a Il ritratto di Dorian Gray (Un decalogo dell'estetismo).
K-Y. HUYSMANS, Nella dimora di Des Esseintes (da Controcorrente, cap. V).
GABRIELE D'ANNUNZIO
Linee biografiche, inquadramento storico-culturale. D'Annunzio giornalista e mediatore culturale.
Il romanziere: il superamento del modello verista e l'ambiguità del narratore.
Il Piacere: menzogna estetica e complicità dell'autore. I simboli. La vita inimitabile e la crisi dell'esteta.
Evoluzione del ruolo di poeta e intellettuale: esteta, superuomo, vate, eroe.
Il poeta: vitalismo panico, musicalità e linguaggio analogico.
Testi:
Da Il Piacere: L'attesa di Elena (Libro I, cap. 1); Un esteta di fine secolo (libro I, cap. 2).
Da Le vergini delle rocce: L'etica del superuomo (Libro I).
Da Orazione per la Sagra dei Mille: Il discorso di Quarto.
Da Canto novo: Canta la gioia.
Da Le Laudi (Alcyone): La sera fiesolana, La pioggia nel pineto.
GIOVANNI PASCOLI
La vita, le tragedie familiari e la ricostruzione del “nido”, la carriera professionale, Romagna e Garfagnana.
La fortuna scolastica. Cenni sulla poesia latina.
La visione del mondo e la poetica: crisi del positivismo, carattere alogico della poesia, la negazione della
retorica, i simboli, il sublime delle piccole cose e i modelli classici. Una produzione senza evoluzione.
Irrazionalismo e socialismo umanitario. Le soluzioni formali e le novità del linguaggio: onomatopea e
fonosimbolismo, il linguaggio pre-grammaticale e post-grammaticale (Contini), la natura e i simboli (Bàrberi
Squarotti).
Testi:
Da Il fanciullino: È dentro noi un fanciullino (sez. I-II).
Dalle Myricae: X Agosto, L'assiuolo,, Temporale, Il lampo, Il tuono, Lavandare.
Dai Canti di Castelvecchio: La mia sera, La tessitrice, Il gelsomino notturno.
Dai Poemetti: Italy (V) (fotocopia).
LA POESIA DEL PRIMO NOVECENTO
17
IL FUTURISMO: Il concetto di “avanguardia storica”. La formazione simbolista di Marinetti, “caffeina
d'Europa” e il ruolo di mediatore culturale con la Francia. Caratteri generali del movimento; le performances
futuriste. Il futurismo fiorentino: Papini, Soffici, Palazzeschi e «Lacerba»; il riso come atto di rottura.
Testi:
F. T. MARINETTI: Manifesto di fondazione del Futurismo; Manifesto tecnico della Letteratura Futurista;
Bombardamento (da Zang Tumb Tuuum);
A. PALAZZESCHI: Lasciatemi divertire, La fontana malata.
IL CREPUSCOLARISMO: Caratteri generali della corrente. Definizione, protagonisti. La crisi del poeta,
debolezza e malattia, i debiti verso Pascoli, verso i simbolisti belgi e il rapporto problematico con
D'Annunzio. Gozzano: alibi, ironia, la menzogna del grande amore e l'impraticabilità dell'ideale romantico.
Testi:
Sergio CORAZZINI: Desolazione del povero poeta sentimentale.
Guido GOZZANO: da I Colloqui: Totò Merumeni, La signorina Felicita (strofe I, III, VI e passim).
L'ALTRA AVANGUARDIA: I VOCIANI. Fasi e obiettivi della rivista «La Voce», Prezzolini e De Robertis. Il
frammentismo e il rifiuto del romanzo. Il senso etico dell'esistenza. L'autobiografismo. Prosa lirica ed
espressionismo.
Testi:
Camillo SBARBARO, Taci, anima stanca di godere (da Pianissimo).
Dino CAMPANA, L'invetriata (da Canti orfici) (fotocopia).
Clemente REBORA, Sciorinati giorni dispersi (da Frammenti lirici).
Le avanguardie in Europa: Tristan Tzara, Manifesto del Dadaismo (fotocopia).
Visione del film surrealista Un chien andalou (1929) di Luis Buñuel e Salvador Dalì: ragione, inconscio e
sogno. Analogia e scrittura automatica.
Il ROMANZO EUROPEO MODERNISTA
Il romanzo russo del secondo Ottocento verso la modernità: i labirinti della coscienza in Fëdor Dostoevskij e i
grandi personaggi di Lev Tolstoj (Anna Karenina).
Le novità rispetto al romanzo ottocentesco. La crisi del positivismo: Freud, Einstein, Bergson, Nietzsche.
Una nuova concezione del tempo, la frantumazione dell'Io, l'opera aperta. Le nuove tecniche narrative:
monologo interiore e flusso di coscienza. Le epifanie e le intermittenze del cuore, memoria volontaria e
involontaria. Cenni ad alcuni romanzi della produzione straniera.
Testi:
James JOYCE, Evelyne (da Gente di Dublino)
Marcel PROUST, Dalle profondità del passato- La madeleine, (da Alla ricerca del tempo perduto).
ITALO SVEVO
Linee biografiche, inquadramento storico-culturale, la Trieste commerciale e multietnica, l'influenza di Freud,
Darwin, Schopenhauer, Nietzsche. Un “Irregolare” delle lettere e la difficile fortuna critica.
Alfonso Nitti, Emilio Brentani, Zeno Cosini: la costruzione dell'inetto sveviano. La lingua antiretorica di Svevo.
La novità della Coscienza di Zeno: temi e struttura del romanzo. Il tempo fluttuante, la liquidazione della
psicanalisi, il depistaggio del narratore inattendibile: verità e menzogna. Un personaggio nevrotico: Zeno, un
inetto non sconfitto. Salute e malattia. L'ironia. Una conclusione problematica.
Testi:
Da Una vita: Alfonso e Macario (cap. 8).
Da Senilità: L'ultimo appuntamento (cap. 12, dalla riga 117).
Da La coscienza di Zeno: Prefazione e Preambolo (in fotocopia), La morte del padre (cap. 4), Ritratto di
Augusta (cap. 6), Psico-analisi (cap. 8).
LUIGI PIRANDELLO
Biografia, percorso umano e culturale, i rapporti col fascismo. Il furore argomentativo e il gusto del
paradossale. Il contrasto tra “forma” e “vita”. La “trappola” della vita sociale e la critica all'identità individuale.
Le influenze di Alfred Binet e Henri Bergson. La follia come via di fuga.
Il saggio sull'Umorismo: il riso amaro, il “fuori chiave”, il sentimento del contrario, il relativismo della
coscienza. I romanzi umoristici: Il fu Mattia Pascal e Uno, nessuno e centomila: confronto fra Mattia Pascal e
18
Vitangelo Moscarda. il camuffamento continuo, l'identità in frantumi, i pazzi e i savi. Le Novelle per un anno:
novelle siciliane, borghesi, surreali. Il teatro: le “maschere nude”, lo svuotamento del dramma borghese, il
“ragionatore”, la teoria delle tre corde, il grottesco. Il metateatro. Trama de Il giuoco delle parti e Sei
personaggi in cerca d'autore.
Testi:
Da L’umorismo: Il flusso continuo della vita (parte II, cap.5); Il sentimento del contrario (parte II, cap. 2).
Dalle Novelle per un anno: Il treno ha fischiato, La patente (fotocopia), La giara (fotocopia+ spettacolo
teatrale).
Da Il fu Mattia Pascal: I. Premessa, II. Premessa seconda (filosofica) a mo' di scusa, Lo strappo nel cielo di
carta (cap. 12 in fotocopia); La lanterninosofia (cap. 13 in fotocopia).
Da Uno, nessuno e centomila: Non conclude (VIII,4).
Da Il giuoco delle parti: Il gioco dell'esistenza (atto I).
Da Sei personaggi in cerca d’autore: La scena interrotta.
LA POESIA DEL NOVECENTO
L'importanza delle riviste. «La Ronda»: il culto della forma e il modernismo tradizionalista; «Solaria»: lo stile
e l'impegno.
L'Ermetismo: definizione a partire da Francesco Flora.
GIUSEPPE UNGARETTI
Linee biografiche, formazione culturale, rapporti intellettuali. L'Egitto: musicalità araba e deserto, il mito del
porto sepolto, L'esperienza della guerra: identità e lingua. Innocenza e memoria. La rivoluzione metrica
dell'Allegria e la riscoperta della tradizione “nuova classica” col Sentimento. Il libro non previsto: Il Dolore.
Da L’allegria: Eterno, In memoria, Il porto sepolto, I fiumi, Veglia, Sono una creatura, San Martino del Carso,
Soldati, Mattina, Girovago.
Da Sentimento del tempo: Di luglio, La preghiera (fotocopie).
Da Il dolore: Non gridate più (fotocopia), Tutto ho perduto.
EUGENIO MONTALE
Linee biografiche e percorso poetico. I rapporti col fascismo. Enigma dell'esistenza e speranza di salvezza.
La poetica degli oggetti e la funzione della donna. Il “classicismo” montaliano e il plurilinguismo. Caratteri
delle principali raccolte poetiche.
Da Ossi di seppia: I limoni, Non chiederci la parola, Meriggiare pallido e assorto, Spesso il male di vivere.
Da Le occasioni: La speranza di pure rivederti, La casa dei doganieri.
(*)Da La bufera e altro: Piccolo testamento.
Da Satura: Ho sceso dandoti il braccio.
(*)UMBERTO SABA
Inquietudini e trepidazioni di un ebreo triestino. Letteratura, politica, interiorità. Il Canzoniere, romanzo di una
vita. Lo stile.
Testi:
Dal Canzoniere: Trieste, Amai (fotocopia).
Da Scorciatoie e raccontini: Tubercolosi, cancro, fascismo (fotocopia).
IL NEOREALISMO
INTELLETTUALI DI FRONTE ALLA REALTA'
Il cinema di propaganda e il Fascismo.
La nascita di Cinecittà: il documentario di propaganda.
(*)Il cinema neorealista. Zavattini e il “pedinamento”, locations, linguaggi, attori non professionisti. Spezzoni
di film tratti da: Roberto Rossellini, Roma città aperta; Paisà; Vittorio De Sica: Ladri di biciclette; Luchino
Visconti, La terra trema.
La letteratura neorealista: caratteri, protagonisti, temi, l'importanza della letteratura americana, l'esperienza
della Resistenza. La smania di raccontare e l'impegno
Italo CALVINO, da Il sentiero dei nidi di ragno (lettura integrale estiva).
ALCUNE LINEE DELLA NARRATIVA ITALIANA DEL DOPOGUERRA
19
PRIMO LEVI. L'esperienza di Auschwitz: il bisogno di testimoniare l'orrore. Il valore della memoria e la
“zona grigia”.
Testi:
Da Se questo è un uomo: la poesia iniziale, Sul fondo, Il canto di Ulisse, I sommersi e i salvati.
BEPPE FENOGLIO. Tra resistenza e quête esistenziale: Una questione privata. Un triangolo d'amore e
follia, il paesaggio delle Langhe e la Resistenza.
Da Una questione privata: cap. 1, 3 e 11 (Le lunghe notti di Milton), la conclusione.
(*) CARLO EMILIO GADDA, Testimoniare il caos dell'esistenza. Quer pasticciaccio brutto de via Merulana:
dalla cronaca nera al romanzo giallo; il commissario Ingravallo e l'insolubilità dell'enigma, lo “gnommero”;
plurilinguismo e dialetto. La satira nei confronti del fascismo. L'ironia come chiave interpretativa della realtà.
Testi:
Da Quer pasticciaccio brutto de via Merulana: Un orribile delitto (cap. 2), La politica della “nuova Italia” (cap.
3) (in fotocopia)
GLI SCRITTORI DEL '900, L'IMPEGNO, LA GIUSTIZIA
LEONARDO SCIASCIA:
Il magistero di Manzoni e Pirandello, razionalismo illuminista e pessimismo, il genere del giallo come forma
di indagine del reale, l'impegno politico e civile.
Una storia semplice (1986) (lettura integrale)
ANTONIO TABUCCHI:
Un autore internazionale, il fantastico e l'impegno, la Storia e il compito civile della letteratura.
Sostiene Pereira (1994) (Lettura integrale).
DANTE, COMMEDIA, PARADISO
La struttura del Paradiso; la poetica della luce: ineffabilità e visione; i simboli (aquila, scala, candida rosa). La
missione del poeta e l'esilio. Piccarda Donati e l'imperatrice Costanza; Giustiniano; San Francesco; l'avo
Cacciaguida e la missione del poeta; il congedo da Beatrice; la visione di Dio.
PARADISO: canti letti e analizzati: I, III, VI (vv. 1-36), XI (vv. 28-139);
(*)XVII, (*)XXXIII (vv. 49-145). Riassunto di tutti gli altri canti.
(*) Singoli argomenti del programma che al momento della stesura del documento non sono stati
ancora trattati
20
LATINO
Ins. Prof.ssa Eleonora Conti
Profilo della classe
Nel complesso gli studenti hanno raggiunto gli obiettivi essenziali della comprensione del testo e del
riconoscimento delle principali strutture morfo-sintattiche e riescono ad orientarsi, seppur con diverso grado
di sicurezza e di approfondimento, sul piano della storia letteraria e degli autori trattati. Un piccolo gruppo di
studenti, dotati di adeguate abilità traduttive, ha raggiunto livelli di sensibilità linguistica e letteraria molto
buoni. Il profitto generale della classe appare discreto. Qualche studente raggiunge la sufficienza per lacune
pregresse legate alla lingua o poco entusiastica propensione verso la materia. Alcuni studenti in Terza si
sono cimentati nel concorso di traduzione dal latino “Erasmo da Rotterdam”.
Il profilo della storia della letteratura è sempre stato accompagnato da un adeguato approfondimento
condotto sui testi letterari. I testi in lingua sono sempre stati inseriti entro il profilo degli autori studiati e nel
contesto storico-culturale di appartenenza. Accanto ai testi in lingua è stata poi proposta la lettura di testi
d’autore in traduzione allo scopo di ampliare le conoscenze di particolari temi e generi.
Le verifiche scritte sono state tre a quadrimestre e sono consistite in traduzioni di brani dal latino di 110-130
parole (testi non noti di autore studiato) se della durata di due ore, di circa 75 parole se della durata di
un'ora.
Le prove orali sono state due a quadrimestre e sono consistite sia in colloqui orali sia in test scritti modellati
sulla forma prevista per la terza prova (quesiti di tipologia B): in genere hanno previsto sia brani d’autore di
cui sono state richieste la traduzione, la contestualizzazione e l'analisi contenutistica, morfosintattica,
stilistica, sia domande aperte con numero prefissato di righe di storia letteraria.
Le interrogazioni orali si sono incentrate sull’analisi dei brani d’autore (autonoma traduzione, individuazione
delle peculiarità contenutistiche e formali, contestualizzazione) e sulla ricostruzione dei profili degli autori e di
poetiche, temi, problemi, generi, anche attraverso l’esame dei brani antologici in traduzione italiana.
•
•
PROGRAMMA SVOLTO
Storia della letteratura e autori
LATINO
Testo in adozione: P. Di Sacco, M. Serìo, Odi et amo, Storia e testi della letteratura latina, voll. 1, 2 e 3, Ed.
Scolastiche B. Mondadori.
TITO LUCREZIO CARO
La Vita: le notizie tramandate da Girolamo. Una figura enigmatica.
Il De Rerum Natura: il genere letterario, il rapporto col lettore, poesia e dottrina, il potere psicagogico della
poesia. Struttura e contenuti. Il Tetrapharmakon epicureo. Il messaggio di Lucrezio. Lo stile.
Brani in latino:
L'Inno a Venere (I, vv. 1-13)
Ifigenia, vittima innocente della Religio (I, vv. 80-101)
In italiano:
Elogio di Epicuro (I, vv. 62-79)
L'impero del I sec. d. C.
La dinastia Giulio-Claudia. I Flavi. Il principato adottivo.
La religione, la diffusione dei culti orientali e del cristianesimo. Il bisogno di filosofia e le risposte dello
stoicismo. Gli intellettuali di fronte al potere: pro e contro il principato. La politica culturale e religiosa di
Augusto e la politica culturale di Nerone. Il barocco neroniano: letteratura argentea e dell'inquietudine.
Età augustea.
TITO LIVIO
21
La vita ritirata di uno studioso. Le Historiae: una monumentale storia di Roma. Le fonti e lo scopo dell'opera.
L'ideologia liviana. Un “pompeiano” alla corte di Augusto. Lingua e stile: un racconto teatralizzato, l'uso dei
dialoghi.
Brani in italiano:
La Praefatio alle Historiae ab Urbe condita
Ritratto di Annibale (XXI, 4)
Brani in latino:
La morte di Annibale (Ab Urbe condita, XXXIX, 51)
PUBLIO OVIDIO NASONE.
Un poeta alla moda, l'esilio sul Mar Nero. Il ricco catalogo delle opere ovidiane. L'ultimo dei poeti augustei: le
differenze rispetto a Virgilio, il contrasto col potere, un poeta moderno.
Le Metamorfosi: la nuova epica ovidiana, il poema delle trasformazioni, la felicità narrativa delle
Metamorfosi.
Brani in Latino:
Il diluvio universale (I, 291-308, fotocopia)
Il tragico volo di Icaro (VIII, 183-235)
Brani in Italiano:
Dafne e Apollo (I, 530-559, fotocopia)
Eco e Narciso (III, 370-389, fotocopia)
L'età di Nerone.
LUCIO ANNEO SENECA.
La formazione e i difficili rapporti con la dinastia Giulio-Claudia. La relegatio in Corsica. Alla corte di Nerone:
il filosofo e il tiranno. Una personalità controversa. Un autore molto prolifico: opere filosofiche, scientifiche e
letterarie. L'ideale filosofico del saggio. Il progetto politico. Le tragedie. Uno scrittore anticlassico: linguaggio
dell'interiorità e stile drammatico.
Il disegno dei Dialoghi e lo stile diatribico. Il De brevitate vitae: il messaggio esistenziale di Seneca.
Brani in latino:
Siamo troppo generosi col bene più prezioso, il tempo (De brevitate vitae, cap. 3.1-3.3)
La rassegna degli occupati. Quanto tempo perdono dal barbiere! (De brevitate vitae, cap. 12.3) (fotocopia)
In italiano:
Dalle Epistulae morales ad Lucilium: Gli schiavi sono uomini come noi (47, 1-5; 10-13; 15-17)
Dalla Phaedra: Fedra rivela il proprio amore (vv. 606-684).
L’epica latina dopo l’Eneide: le scelte dei poeti epici.
MARCO ANNEO LUCANO
L’antimito di Roma. Il Bellum civile: il messaggio ideologico, la nuova interpretazione del genere epico,
un’epica paradossale. Lo stile. Cesare, Pompeo e Catone.
Brani in italiano:
Un rituale di necromanzia (VI, vv.750-821)
La letteratura serio-comica del I secolo d. C.
FEDRO, il poeta degli schiavi. La favola esopica e le sue origini. Le Favole di Fedro. La voce degli
emarginati della società.
Dal Latino:
Lupus et agnus (I,1)
Mons parturiens (IV, 24) (fotocopia)
Graculus superbus et pavo (I, 3) (fotocopia)
In italiano:
Prologus, I, vv.1-8
22
Prologus, II, 9, vv.1-2; 4-11.
Prologus, III, vv. 33-41
Le rane e il re (I,2)
Il leone spartisce la preda (I, 5)
•
PETRONIO ARBITRO
Un giudice di eleganza alla corte di Nerone. Il Petronio di Tacito.
Il Satyricon: contenuti, i protagonisti, le vicende e il caso.
I rapporti del Satyricon con la tradizione letteraria: il romanzo greco, le fabulae Milesiae, la satira. Realismo,
parodia, ironia, la vena polemica.
•
Brani letti
In latino:
La cena di Trimalchione: le sorprendenti portate (31.3-32), Le riflessioni sulla morte (34).
In italiano:
La cena di Trimalchione: le sorprendenti portate (33.1-33.8)
La vedova di Efeso (111-112)
La storiografia del I secolo d. C.
Gli oppositori del principato e la storiografia del consenso.
PUBLIO CORNELIO TACITO
Una biografia lacunosa. Il cursus honorum e l'esordio letterario. Le monografie: Agricola e Germania. Le
opere storiografiche maggiori: Historiae e Annales. Storia e politica. Il lavoro sulle fonti di Tacito. L'ideologia
del principato. L'arte del ritratto. Lo stile maturo di Tacito: montaggio cinematografico e modelli, il barocco.
Dal Latino:
Britannico avvelenato (Annales, XIII, 6; fotocopia)
Dissolutezze di Messalina (Annales, XI, 31,2-32)
In Italiano:
Ritratto e morte di Petronio (Annales, 18-19)
Il suicidio di Seneca (Annales, XV, 62.1, 63.1) p. 445-446
I sicari di Nerone uccidono Agrippina (Annales, XIV, 8-9, 1) p. 436.
IL SECOLO D'ORO E LA PAX ROMANA.
APULEIO. Un intellettuale africano misterioso e affascinante. L'oratore e il “divulgatore filosofico”. Il romanzo
di Lucio l'asino: contenuti, fonti, elementi autobiografici. Un Bildungsroman e un romanzo di iniziazione. Il
tema della trasformazione, la magia e la religione. La fiaba di Amore e Psiche. Parallelo fra Lucio e Psiche.
Dalle Metamorphoses
In latino:
La fiaba di Amore e Psiche: la rivelazione notturna (V, 22) p. 514
In italiano:
Lucio trasformato in asino (III, 24-26) p. 511
La fiaba di Amore e Psiche: la rivelazione notturna (V, 23) p. 516
L’epifania della dea Iside (XI, 3-6) p. 523
Per la revisione morfosintattica si è fatto riferimento a N. Flocchini, Maiorum Lingua, Esercizi, vol. B e C.
23
LINGUA INGLESE
Ins: Prof. Giuliana Cardelli
OBIETTIVI
Obiettivi linguistici
a. Sviluppo e rafforzamento della competenza comunicativa attraverso attività linguistiche di vario genere
(ascolto e lettura con presa di appunti, comprensione scritta con relativa produzione, conversazione
ecc.)
b. Ampliamento delle strutture grammaticali e sintattiche con particolare attenzione allo sviluppo della
competenza testuale
c. Rafforzamento e approfondimento della competenza lessicale
Dopo un periodo dedicato al ripasso e al consolidamento di aree linguistiche presentate negli anni
precedenti, si è continuato il lavoro sul testo letterario avviato all’inizio del triennio secondo i seguenti
obiettivi:
a. migliorare la comprensione dei testi attraverso un’analisi di tipo induttivo
b. fornire agli studenti strumenti di analisi generalizzabili
c. rapportare i testi ai loro autori ed attuarne l’inserimento in un quadro storico-letterario di riferimento che
va dalla Rivoluzione Industriale alla II Guerra Mondiale
d. individuare i principali temi e problemi dei periodi studiati
e. perfezionare la conoscenza dei generi letterari a cui appartengono i testi
CRITERI DIDATTICO-METODOLOGICI
1. Per quanto riguarda gli obiettivi linguistici sono state seguite le attività proposte dai testi Change Up e
con esercizi di grammatica su fotocopie o on-line.
2. L’analisi dei testi letterari è stata condotta secondo questa sequenza:
1. lettura guidata per giungere alla comprensione del testo
2. analisi della struttura del testo secondo i parametri indicati sotto
3. individuazione del/dei temi principali
4. relazione tra testo, autore e contesto storico-letterario
Per il testo poetico si sono esaminati elementi a livello fonologico quali ritmo, rima, allitterazione, assonanza
ed a livello semantico- lessicale e retorico quali ripetizione, personificazione, contrasto, similitudine e
metafora, simbolo e allegoria.
Per il testo narrativo si sono esaminati i seguenti elementi: setting, personaggi, intreccio, punto di vista,
tecnica narrativa e tema.
I testi sono stati analizzati secondo le attività didattiche proposte da Face to Face o inserite nelle fotocopie
distribuite agli studenti.
SCELTA DEI CONTENUTI
I contenuti sono stati scelti in base all’asse storico-cronologico oggetto di studio nel 5° anno, dalla
Rivoluzione Industriale alla Seconda Guerra Mondiale. All’interno di questi periodi si è cercato di presentare
una gamma di testi che fosse il più possibile rappresentativa delle tendenze socio-culturali e letterarie
dell’epoca di appartenenza e/o che permettesse di riconoscere la continuità e l’evoluzione dei generi letterari
sia a livello tematico che stilistico.
CRITERI DI PREPARAZIONE ALL’ESAME
Per la terza prova scritta, secondo quanto deciso dal Consiglio di Classe, si sono svolte alcune prove di
tipologia B, assegnando agli studenti due domande a risposta aperta, riguardanti l’individuazione di aspetti e
tematiche fondamentali di un testo, di un autore o di un movimento letterario, il raffronto tra
testi/autori/movimenti svolti oppure relative all’analisi di un estratto o del titolo di un’opera inseriti in
programma o comunque di autori studiati.
Le prove orali sono state condotte con l’intento di preparare gli studenti al colloquio d’esame.
PROFILO DELLA CLASSE – RISULTATI RAGGIUNTI
Nel corso del triennio i ragazzi hanno mostrato buona motivazione e crescente interesse per la materia.
Gli studenti hanno raggiunto diversi livelli nelle abilità produttive (speaking e writing) strettamente legate alla
qualità del loro impegno a casa e alla fattiva partecipazione al dialogo in lingua. Scorrevolezza, accuratezza
espositiva, varietà lessicale, coordinazione del discorso si presentano ad un livello molto buono nelle prove
orali e scritte di molti studenti. La media della classe si attesta su abilità comunicative di livello più che
24
discreto. Solo un esiguo numero di studenti si limita a produzioni piuttosto essenziali, sintetiche, non sempre
appropriate nel lessico e nella forma.
Le abilità ricettive (listening e reading), praticate nel dialogo con l’insegnante e nella comprensione dei testi
letterari, hanno raggiunto gli stessi risultati.
METODO DIDATTICO E CRITERI DI VALUTAZIONE
La produzione orale viene valutata particolarmente nella parte lessicale, nella scorrevolezza e nella
conoscenza dei contenuti.
La produzione scritta di brevi composizioni e risposte a questionari viene valutata secondo i seguenti criteri:
1) Contenuto e conoscenze
2) Forma (correttezza morfosintattica e lessico)
3) Organizzazione del testo e capacità di argomentare. (Vedi ’ Scheda di valutazione’ allegata alle
simulazione Terza Prova).
TESTI IN ADOZIONE
S. Ann Hill, M.Lacey Freeman, Change Up , ELI Ed.
D. Heaney, D. Montanari, R.A. Rizzo, Face to Face, Lang Ed.
PROGRAMMA SVOLTO di INGLESE
Testo di riferimento Shirley Ann Ill, Michael Lacey Freeman - “Change Up” ed. ELI
Capitolo
Testo
Pagine
Unità 7: Poverty and Affluence
“A Rich Nation’s Dreams”
90-91
“What’s to be done?”
94-95
Unità 8: Emerging Countries
“The rise (of China, Brazil, Vietnam)”
102-103
“What goes up must go down”
106-107
Unità 9: Globalization
“A Global Event”
114-115
Ripasso e revisione della grammatica: tempi verbali, passivi, periodo ipotetico, discorso indiretto, uso
dell’articolo, pronomi relativi.
Lettura integrale James Joyce - “Dubliners: a selection” ed. Hoepli
Short stories: The Sisters, Araby, Eveline, The Boarding House, A little Cloud, A Painful Case, A Mother, The
Dead
Letteratura:
Testo di riferimento Dernot Heaney, Daniela Montanari, Rosa Anna Rizzo “Face to Face” ed. Lang
Autore
Testo (titolo)
Pagine
Introduzione al Pre-Romanticismo e al Romanticismo (contesto
FIRST
fotocopie
GENERATION
storico, caratteri generali, temi, novità rispetto al Neoclassicismo)
of ROMANTIC
Thomas Gray
Elegy Written in a Country Churchyard
166-167
POETS
“The Paths of Glory Lead but to the Grave”
Introduzione a William Blake: cenni sulla vita, Blake come artista e
169
come poeta, simbolismo e stile della sua opera.
e fotocopie
William Blake
The Lamb
171
William Blake
The Tyger
172
Introduzione a William Wordsworth: cenni sulla vita, spiegazione del
processo creativo, ruolo del poeta e della natura in Wordsworth.
fotocopie
William
Daffodils
175-176
Wordsworth
“I wandered lonely as a cloud”
Introduzione a Samuel Taylor Coleridge: cenni sulla vita, ruolo del 180-181
poeta e della natura in Coleridge, confronto fra ballata popolare e fotocopie
(Medioevale) e ballata letteraria (Romantica). Analisi dei temi e delle
interpretazioni di “The Rime of the Ancient Mariner” (suspension of
disbelief, “story inside a story”…)
Samuel Taylor
The Rime of the Ancient Mariner
da 181 a 187
Coleridge
Part 1 – Part 2 – Part 4 – Part 7
Introduzione a Lord Byron: vita, ruolo del poeta, the “dark romantic
SECOND
fotocopie
Byronic hero”, trama di “Childe Harold’s Pilgrimage”
GENERATION
25
of ROMANTIC
George Gordon
Byron
Childe Harold’s Pilgrimage
“Where rose the mountains there to him were
friends”
189-190
Introduzione a Percy Bysshe Shelley: vita, ruolo del poeta, “terza
rima”
Percy Bysshe
Ode to the West Wind
Shelley
“A wind of change”
fotocopie
Introduzione a John Keats: vita, opere
John Keats
Ode to a Nightingale
“Deceiving elf”
John Keats
La Belle Dame Sans Merci
Introduzione al Romantic Novel con particolare attenzione al
Novel of Manners: caratteristiche, tematiche, ambientazioni
Jane Austen
Pride and Prejudice
“Did you admire me for my impertinence?”
Introduzione al Gothic Novel, caratteristiche, fonti, ambientazioni,
lessico.
Introduzione a Frankenstein (Mary Shelley): trama, personaggi,
struttura del romanzo, temi.
Mary Shelley
Frankenstein
“The creature comes to life”
Introduzione al Victorian Age: contesto storico, aspetti positivi e
negativi dell’epoca, “The Victorian Compromise”, cultura, principali
valori e ideali dell’epoca
Introduzione a Oscar Wilde: cenni sulla vita, estetismo, concetto di
dandy.
Oscar
The Picture of Dorian Gray
Wilde
• Visione spettacolo teatrale tratto dal romanzo e
lettura integrale del copione dello spettacolo
• Trama dell’opera e significati del ritratto nel
romanzo.
Oscar
The Importance of Being Earnest
Wilde
• Introduzione all’opera: contenuti, personaggi,
ironia, spiegazione del titolo.
• Testo “An age of ideals”
• Dialogo tra Lady Brackenell e Jack Worthing
fotocopie
198-199
Introduzione a Edgar Allan Poe: cenni sulla vita, caratteristiche
generali delle “short stories”, caratteristiche linguistiche e stilistiche.
Cenni sulla trama di The Black Cat.
Edgar Allan
Poe
Lettura integrale e analisi di:
The Oval Portrait
The Raven
Introduzione a Charles Dickens: cenni sulla vita, opere e temi
principali classi sociali considerate, caratteristiche stilistiche delle
opere.
Charles Dickens
•
•
Charles Dickens
•
•
193-194
fotocopia
fotocopie
ROMANTIC
NOVEL
203-204
fotocopie
207-208
fotocopie
fotocopie
fotocopie e
copione
spettacolo
fotocopie
296
fotocopia
fotocopie
fotocopie
Fotocopi
e slides +
fotocopia
“workhouses”
Oliver Twist
Trama dell’opera
Testo “Please Sir, I want some more”
fotocopia
240
Great Expectations
Trama dell’opera
Testo “A Broken Heart”
fotocopia
244
26
POETS
VICTORIAN
AGE
Charles Dickens
Hard Times
Trama e temi dell’opera
Brano tratto dal cap.1 - “The One Thing
Needful”
(caricatura di Mr. Gradgrind)
• Brano tratto dal cap.5 – “The Key-Note”
(descrizione di Coketown)
Introduzione a Lewis Carroll: brevi cenni sulla vita, concetto di
“literary nonsense”, introduzione a Alice’s Adventures In Wonderland e
caratteristiche generali dell’opera
•
•
Alice’s Adventures in
Wonderland
“Questions Without
Answers”
Introduzione a Robert Louis Stevenson e all’opera The Strange
Case of Dr. Jekyll and Mr. Hyde: temi e interpretazioni dell’opera,
cenni sulla trama, analisi dei personaggi, tema del doppio
Lewis Carroll
Robert Louis Stevenson
The Strange Case of Dr.
Jekyll and Mr. Hyde
“Henry Jekyll’s Full
Statement of the Case”
Introduzione al Modern Age: contesto storico, sociale, culturale,
lo sviluppo della narrazione in questo periodo, il flusso di coscienza
(Virginia Woolf, James Joyce)
James Joyce
Virginia Woolf
Ulysses
“ …Yes I will Yes”
Mrs Dalloway
“Mrs Dalloway said she would buy the
flowers hersef…”
fotocopia
fotocopia
fotocopia
fotocopie
268-269
VICTORIAN
AGE
fotocopie
287-288
fotocopie
presenta
zione
MODERN
AGE
340-341
fotocopie
Argomento da svolgere dopo il 15 maggio: G. Orwell and his novels 1984 ; Animal Farm.
In data 27/05/2014 la classe assisterà ad una conferenza su J. Joyce tenuta dal docente di madrelingua
inglese Mr Joseph Quinn.
27
FILOSOFIA
Ins: Prof. Alberto Emiliani
PREMESSA
Il programma ha seguito il tracciato familiare della filosofia dell'Ottocento, da Hegel a Nietzsche. Per quanto
riguarda il Novecento, sono riuscito a svolgere soltanto una piccola parte dei contenuti previsti, a causa del
fatto che il numero delle ore di lezione è stato ridotto a causa della partecipazione a progetti e attività
diverse, nonché a causa di massicce assenze per partecipazione a test di ingresso e giornate di
orientamento presso alcune università.
D'intesa con la classe, abbiamo affrontato temi di filosofia della mente, di etica e di politica.
La partecipazione alle lezioni è stata buona e vivace da parte di alcuni, meno continua per altri. Durante le
lezioni, ho cercato di coinvolgere gli allievi nel dibattito e nello sviluppo dei problemi. Le verifiche sono state
effettuate secondo diverse modalità: brevi verifiche scritte, simulazioni di terza prova (anche al di fuori delle
simulazioni “ufficiali”), colloqui orali. Soprattutto, in ciascuna delle modalità cercavo di mettere alla prova
diverse abilità e competenze.
Ogni corso di filosofia è un itinerario; una esplorazione di problemi, inquietudini e intuizioni profonde, che
investono tanti lati della mente umana. Ho seguito questo percorso insieme ai miei allievi, cercando di
insegnare loro a trovare una loro strada, e soprattutto a cercarla.
PROGRAMMA SVOLTO.
Hegel
Su Hegel, ho deciso di seguire un percorso che (dopo avere trattato gli scritti giovanili) parte dalla
Fenomenologia e la segue fino alla ragione osservativa e alla ragione attiva, poi passa allo spirito oggettivo
della Enciclopedia e dei Lineamenti di filosofia del diritto, quindi allo spirito assoluto e alla filosofia della
storia. Della logica e della filosofia della natura non ho proposto che cenni schematici. Per quanto riguarda la
sezione iniziale della Fenomenologia ho ampliato notevolmente la parte sulla certezza sensibile, in accordo
con la recente interpretazione di Robert Pippin (e altri) che vede nelle argomentazioni hegeliane importanti
anticipazioni di tesi filosofiche del Novecento. Per le parti su percezione e intelletto ho fatto riferimento in
particolare al commento ormai classico di J. N. Findlay. Pertanto ho contestato la tesi interpretativa (ormai
presente soltanto in alcuni manuali italiani di Storia della Filosofia) che col sorgere dell’autocoscienza la
coscienza “risolva l’intero oggetto in se stessa” (Abbagnano). Al contrario, secondo Hegel, ogni fenomeno ha
un “interno” che in sé è il risultato di una sintesi, ma per la coscienza, in questa fase, è un nucleo sostanziale
(assimilabile, secondo Findlay, alla cosa in sé kantiana) che tiene insieme e riconduce a unità le diverse
qualità fenomeniche dell’oggetto (vissute come la sua Erscheinung – apparenza). Caratteristica
dell’autocoscienza è dunque la consapevolezza di sé in quanto distinta da una realtà indipendente, e
assolutamente non la risoluzione della realtà intera nell’autocoscienza. Con tutto ciò, la mia trattazione della
parte iniziale della Fenomenologia è stata rigida e poverissima, rispetto alla ricchezza e complessità del
testo hegeliano. Infine, i cosiddetti “presupposti” del sistema hegeliano (reale e razionale, “il vero è l’intero”,
la dialettica) sono stati trattati nel corso della esposizione della fenomenologia e al termine di essa.
La Fenomenologia dello spirito
Coscienza
Certezza sensibile
La certezza sensibile come fondamento della conoscenza?
Obiezioni hegeliane. Certezza del Qui e Ora ma solo quali costruzioni mediate
Linguaggio e cultura quali fondamenti della conoscenza; loro mediatezza
Confusione della certezza sensibile, sua ambiguità resa evidente dalla percezione
La percezione (Wahrnehmung, assumere per vero)
La sensazione come manifestazione di una realtà autonoma
Ambiguità e oscillazione della percezione tra oggettivo e soggettivo
L’intelletto
Conciliazione e superamento delle oscillazioni della percezione: coordinazione della
apparenza all’interno del fenomeno
In sé, l’interno del fenomeno è costituito dall’Io (quale espressione della realtà assoluta
dell’Idea) ma per noi l’interno del fenomeno è inaccessibile
Il sorgere dell’autocoscienza
La dialettica (qui trattata a partire dal Qui e Ora e dalla triade certezza sensibile/perc./intelletto)
Critica del principio di identità. A = non A (dalla Logica). Definizione attraverso l’opposizione
28
Negazione (esplicitazione delle ambiguità e contraddizioni); negazione della negazione:
superamento, Aufhebung (raggiungimento della concretezza del vero attraverso il
superamento delle contraddizioni); rigidità della “tesi, antitesi e sintesi” di Chalybäus
Progressiva crescita e articolazione. “Il vero è l’intero”
La dialettica come legge di realtà e pensiero: razionalità della realtà
Autocoscienza
La formazione della coscienza nel rapporto dialettico con le altre autocoscienze
Servo e signore
Stoicismo
Scetticismo
Intuizione della realtà intrasmutabile dell’autocoscienza e scissione (finito e infinito, trascendenza)
Riconciliazione attraverso il cristianesimo
La coscienza infelice: l’impossibilità di ritrovare l’assoluto nel finito
La ragione osservativa. Intuizione della ragione quale principio di ogni realtà
Il passaggio alla ragione attiva: il tentativo di realizzare l’universalità della ragione attraverso la via
pratica. Limite soggettivo della ragione attiva.
(Passaggio alla Enciclopedia e ai Lineamenti di Filosofia del diritto)
Lo spirito oggettivo
Dall’autocoscienza alle formazioni oggettive quali modalità della realizzazione dell’universalità della
ragione
Il diritto: riconoscimento reciproco delle autocoscienze attraverso il contratto
La pena
La moralità: interiorizzazione del diritto
La frattura kantiana tra essere e dover essere
L’eticità
Famiglia: espressione della sostanza etica; immediatezza etica; superamento della frattura
Società civile: negazione della famiglia; crescita di nuove connessioni universali
Stato: sostanza etica autocosciente; universalità, razionalità, libertà.
Lo Stato come monarchia costituzionale
Problema: oscillazioni hegeliane tra una subordinazione dell’individuo allo Stato e un equilibrio tra
dimensione oggettiva e soggettiva. Un “Io che è Noi, un Noi che è Io”.
Lo spirito assoluto: la realtà che riconosce se stessa
Arte: cogliere nel particolare il concetto
Arte simbolica, classica, romantica
Religione: intuizione dell'assoluto in forma narrativa
Filosofia: lo spirito consapevole di sé
Civiltà greca e civiltà germanica
La filosofia della storia
Volksgeist, disegno universale, libertà. La guerra
La cultura figlia del tempo; astuzia della ragione, individui cosmici.
Schopenhauer
La quadruplice radice del principio di ragion sufficiente
Il mondo come rappresentazione
Reciproca presupposizione di soggetto e oggetto
Spazio, tempo e ragion sufficiente
Il noumeno non è la causa del fenomeno
Dalla corporeità alla volontà
Il mondo come volontà
La volontà come cosa in sé in generale
Caratteristiche della volontà
Infelicità, dolore e noia
La liberazione dalla volontà
Arte
Giustizia e compassione
L'ascesi e il nulla
Cenni su Destra e Sinistra hegeliana
Cristianesimo razionalizzato contro concezione della religione come alienazione
Conservatorismo politico contro concezione dialettica della Storia
29
Feuerbach
L'impianto materialista
L'alienazione religiosa; l'inversione di soggetto e predicato
La riappropriazione dell'umano; l'ateismo come dovere morale
Marx
Critiche a Hegel:
inversione soggetto-predicato nel rapporto tra idea e realtà particolare concreta
rovesciamento del rapporto tra società civile e Stato
Le Tesi su Feuerbach
Critica del materialismo feuerbachiano
Critica dell'idealismo
Centralità della prassi
Materialismo e dialettica
Lavoro e alienazione nel sistema capitalista
Materialismo storico e materialismo dialettico
Lo sviluppo storico dell’Occidente e la lotta di classe
Il Capitale: l’analisi dell’economia capitalistica
Socialismo e comunismo
Il Positivismo di Comte
Tratti generali del Positivismo
Saint-Simon: epoche organiche e epoche critiche; una società diretta da imprenditori e scienziati
Comte
La legge dei tre stadi
La classificazione delle scienze
Nietzsche
La nascita della tragedia. Apollineo, dionisiaco.
La storia
La chimica della morale
La morte di Dio
L'oltreuomo
L'eterno ritorno
Il nichilismo
La volontà di potenza
Il prospettivismo
Nietzsche: nessi con le concezioni della scienza di Poincaré e di Duhem
Temi di etica e politica
Il “divisionismo”: fatti e valori in Moore e Kelsen
Hannah Arendt: lavoro, azione e discorso
Jürgen Habermas: l'etica del discorso
Dai presupposti logici del discorso all'impegno etico
Chiarezza e pariteticità quali ideali regolativi
John Rawls: il velo di ignoranza
Il principio di libertà e il principio di differenza: loro principali relazioni
Il superamento del relativismo in Arend, Habermas e Rawls
Temi di filosofia della mente
Scienza moderna e universalità della spiegazione scientifica
L'universalità della spiegazione fisica, principio del riduttivismo empirista
La reazione cartesiana: mente, contenuti mentali e libertà del volere
Sviluppi delle due principali linee di reazione al riduttivismo:
(A) irriducibilità dei contenuti mentali
(B) irriducibilità della dimensione etica e intenzionale
Il problema della compatibilità in Kant
il compatibilismo kantiano
il primato della ragion pratica
Estensione del tema della libertà kantiano alla agenzia razionale
Sviluppi di (A):
30
Leibniz e l'argomento dei mulini
Thomas Nagel: “What It's Like to Be a Bat”
Frank Jackson: Mary's House
David Chalmers: qualia
Sviluppi di (B):
Husserl: irriducibilità dei nessi logici a nessi causali
Il funzionalismo del primo Putnam
I “livelli di descrizione” (Newell, Pylyshyn)
John Searle:
Intelligenza artificiale forte e debole
L'argomento della “stanza cinese”; controargomentazioni e risposte
Rilevanza dei nessi causali contro una impostazione sintattica
Donald Davidson
Descrizioni mentali e fisiche dei medesimi eventi
Irriducibilità della descrizione mentale a quella fisica
Nessi causali da token a token vs. leggi scientifiche
La critica di Kim e Sosa: mentalismo e epifenomenismo
L. Wittgenstein e il secondo Putnam
Critica radicale del dualismo cartesiano; gli “oggetti privati”
Descrizione e espressione
La continuità di interno e di esterno
La dimensione pubblica dell'interiorità
Putnam: “Thoughts ain't in your head”
31
STORIA
Ins: Prof. Alberto Emiliani
• All'esordio del XX secolo
Il fragile equilibrio dell'Europa
L'età giolittiana
Nuovi attori sulla scienza internazionale
Approfondimenti:
il Gold Standard (p. 74)
l'esordio della società di massa (p. 81)
• La prima guerra mondiale e le sue conseguenze
La Grande guerra
I complessi nodi del dopoguerra
L'eclissi del sistema liberale in Italia
Il dopoguerra extraeuropeo
• L’età dei totalitarismi e della grande crisi
La crisi del ’29 e la grande depressione
L’Europa tra totalitarismo e autoritarismo
Il regime fascista
L'America latina e l'Estremo Oriente
• La seconda guerra mondiale
Verso la catastrofe
Una guerra totale
Del secondo dopoguerra, ho affrontato solo quel poco che si è potuto trattare prima del 15 maggio. Ho
presentato brevemente due temi.
La guerra fredda
La prima fase: fino alla morte di Stalin. Bretton Woods, Potsdam, Parigi. Il Piano Marshall. I Paesi
satelliti. Cortina di ferro e containment. Il ponte aereo di Berlino. La contrapposizione tra due visioni del
mondo, dell'economia, della società, degli individui. Pluralismo e economia di mercato contro controllo
centralizzato e pianificazione. La Repubblica popolare cinese. La Guerra di Corea. La morte di Stalin e
l'ascesa di Kruscev. Corsa agli armamenti; deterrenza e equilibrio del terrore.
La seconda fase: la “distensione” (fino all'invasione sovietica dell'Afghanistan). Il XX congresso del
PCUS e la denuncia dei crimini di Stalin. Le contestazioni in Polonia, la rivolta di Ungheria. L'ideale della
coesistenza copmpetitiva. La corsa allo spazio: lo Sputnik. La rivoluzione cubana. La presidenza Kennedy:
“nuova frontiera”, lotta alle discriminazioni razziali e progetti di mutamento nella politica estera verso
l'America latina. Lo sbarco alla Baia dei Porci. Il muro di Berlino. Il primo coinvolgimento americano in
Vietnam. La crisi dei missili cubani. L'assassinio di Kennedy. L'allontanamento della Cina dalla URSS. La
destituzione di Kruscev. L'era Breznev. Cenni alla presidenza Johnson. La presidenza Nixon. Lo sbarco sulla
Luna. L'accordo di pace nel Vietnam; l'avvicinamento alla Cina comunista. Il SALT I. Pinochet e Videla. La
rivoluzione iraniana. L'invasione sovietica dell'Afghanistan.
La terza fase: fino al crollo del blocco sovietico. La presidenza Reagan. “Reaganomics”: l'abbandono del
keynesismo. Deregulation, tagli al Welfare, riduzione della spesa pubblica e della pressione fiscale, calo
della disoccupazione e diminuzione del salario medio. La politica estera di Reagan: investimenti sulla
tecnologia degli armamenti. SDI, Missili Pershing e Cruise. La guerra “a bassa intensità”: Afghanistan,
Nicaragua, Grenada. URSS: malcontento e insostenibile pressione economica della corsa agli armamenti.
Michail Gorbachev: glasnost e perestroika. Sganciamento dall'URSS dei Paesi satelliti. L'abbattimento del
muro di Berlino. Il crollo dell'Unione Sovietica.
L'Italia nel secondo dopoguerra
La fine della monarchia e la Costituzione repubblicana
La contrapposizione tra Fronte popolare e Democrazia cristiana.
Il "miracolo economico"
L'allontanamento del PSI dal PC
La nuova stagione del centro-sinistra
Le riforme del centro-sinistra, i loro limiti
Crisi economica, malcontento: tensioni autoritarie e rivoluzionarie
Il terrorismo nero: da Piazza Fontana alla strage della stazione di Bologna
Il terrorismo rosso: graduale passaggio dagli attentati contro neofascisti e esponenti della destra alla lotta
armata contro riformisti e moderati.
Berlinguer: eurocomunismo e proposta di compromesso storico. Il rapimento e l'omicidio di Moro.
L'assassinio di Walter Tobagi. Depistaggi nelle indagini sul terrorismo: coinvolgimento dei servizi segreti
italiani e stranieri.
32
MATEMATICA
Ins: Prof.ssa Sandra Gaudenzi
Ho insegnato in questa classe con continuità dalla prima. Nel triennio gli allievi hanno partecipato
attivamente alle lezioni in aula, mostrando interesse e curiosità. Le conoscenze apprese in aula non sono
state consolidate con uno studio individuale adeguato e costante da tutti gli allievi.
Alcuni studenti sono riusciti ad ottenere buoni e anche ottimi risultati con un impegno regolare, costante e
uno studio approfondito; alcuni hanno invece manifestato un impegno carente e non adeguato alle richieste.
Negli anni si sono evidenziate difficoltà soprattutto nello svolgimento degli elaborati scritti: sono state quindi
dedicate molte ore allo svolgimento di esercizi applicativi e alla correzione dei compiti assegnati a casa.
Quest’attività ha consentito di superare alcune delle difficoltà riscontrate ma ha anche rallentato lo
svolgimento del programma; ad oggi non sono stati ancora affrontati alcuni argomenti previsti.
Sin dalla terza sono stati svolti e analizzati spesso problemi o quesiti dell’Esame di Stato per preparare
gradualmente gli studenti alla prova ministeriale.
Nel corso degli anni sono stati utilizzati pacchetti informatici quali Excel, Derive, Cabrì, Geogebra. Si sono
usate le TInspire e macchine matematiche.
METODOLOGIA
La maggior parte degli argomenti sono stati introdotti mediante lezioni frontali e dialogate. Si è cercato di
introdurre gli argomenti a partire da problemi, cercando di stimolare anche congetture e risoluzioni
individuali, innescando discussioni matematiche e conducendo gli allievi alla giusta formalizzazione dei
problemi e alla loro risoluzione con strumenti matematici adeguati.
Si è cercato di collocare storicamente i problemi affrontati per aiutare i ragazzi nella comprensione della
funzione non solo strumentale ma anche culturale della matematica.
Sono stati forniti spesso materiali aggiuntivi al libro di testo, per questo è stata utilizzata negli anni (tranne in
quinta) anche la piattaforma di e-learning Moodle.
CONTENUTI
Statistica e probabilità
Calcolo delle probabilità e teoremi sulla probabilità: definizione di probabilità nella concezione classica,
frequentista e soggettivista, teoria assiomatica della probabilità: assiomi della probabilità, proprietà della
probabilità, teorema della probabilità totale, teorema della probabilità composta, probabilità dell’evento
contrario, Teorema di Bayes (con dimostrazione).
Variabili casuali discrete. Funzione di ripartizione. Valore medio, varianza, scarto quadratico medio di una
variabile casuale discreta. Distribuzione binomiale o degli eventi ripetuti. Distribuzione di Poisson. Cenni
relativi alle variabili casuali continue. Distribuzione Gaussiana
Elementi di analisi
Successioni a valori reali
Successioni. Definizione di successione, progressioni aritmetiche e geometriche, successioni limitate,
monotone, convergenti, divergenti, indeterminate.
Elementi di topologia su R
Proprietà di R. Intervalli, intorni. Insiemi numerici limitati e illimitati. Punto di accumulazione di un insieme e
insieme derivato. Punti isolati. Estremo superiore e estremo inferiore, massimo e minimo di un insieme
numerico.
Funzione reale a variabile reale
Funzioni reali di variabile reale. Insieme di definizione, dominio, codominio, classificazione delle funzioni;
funzioni iniettive, suriettive e biiettive; funzioni composte, funzioni inverse. Funzioni pari e dispari. Funzioni
periodiche. Funzioni monotone, limitate, estremo superiore e inferiore, massimi e minimi. Funzioni invertibili
e grafico dell’inversa. Funzioni goniometriche e rispettive inverse; funzioni esponenziali e logaritmiche
(ripasso)
Limite di una funzione a variabile reale
Concetto e definizione di limite finito di una funzione in un punto. Limite destro e sinistro di una funzione.
Limite finito di una funzione all'infinito. Limite infinito di una funzione al finito. Limite infinito di una funzione
all'infinito. Definizione riassuntiva. Verifica di un limite sulla base della definizione. Teoremi generali sui limiti:
teorema di unicità del limite, teorema della permanenza del segno, teorema del confronto (tutti con
dimostrazione). Teoremi sul calcolo dei limiti: limite della somma algebrica di due funzioni (con
33
dimostrazione), limite del prodotto di due funzioni, limite del quoziente di due funzioni. Calcolo di limiti.
Forme indeterminate.
Funzioni continue
Funzioni continue in un punto e in un intervallo. Punti di discontinuità per una funzione e relativa
classificazione. Continuità delle funzioni elementari. Teoremi fondamentali sulle funzioni continue in un
intervallo chiuso e limitato: teorema di Weierstrass, teorema di Darboux o dei valori intermedi (con
dimostrazione) , teorema dell’esistenza degli zeri. Calcolo limiti. Limiti notevoli (dimostrato il primo limite
notevole ). Asintoti verticali, orizzontali ed obliqui.
Calcolo differenziale
Rapporto incrementale e suo significato geometrico. Definizione di derivata di una funzione in un suo punto
e suo significato geometrico. Continuità delle funzioni derivabili (con dimostrazione). Esempi di funzioni
continue ma non derivabili. Punti critici: punti angolosi, cuspidi, flessi verticali e orizzontali, punti di massimo
e di minimo relativo a tangente orizzontale. Equazione della tangente in un punto ad una curva.
Derivate delle funzioni elementari (con dimostrazione delle derivate delle funzioni goniometriche,
esponenziali, logaritmiche). Teoremi sul calcolo delle derivate: derivata della somma di due funzioni, derivata
del prodotto di due funzioni, derivata del quoziente di due funzioni; derivata di una funzione di funzione;
derivata della funzione inversa (con dimostrazione). Derivate di ordine superiore. Differenziale di una
funzione e relativo significato geometrico. Angolo fra due curve.
Teoremi di Fermat, di Rolle, Lagrange e Cauchy (tutti con dimostrazione), loro conseguenze ed applicazioni.
Funzioni crescenti e decrescenti in un punto ed in un intervallo. Teorema di De L'Hopital e relativa
applicazione al calcolo di limiti di forme indeterminate. Condizione sufficiente per la derivabilità di una
funzione in un punto (con dimostrazione).
Massimi e minimi assoluti e relativi di una funzione. Relazione fra il segno della derivata prima e la
crescenza o decrescenza di una funzione in un intervallo. Condizione sufficiente per l’esistenza di massimi e
minimi relativi. Determinazione dei massimi e dei minimi relativi ed assoluti di una funzione. Applicazione dei
teoremi alla risoluzione dei problemi di massimo e di minimo e alla classificazione dei punti critici di una
funzione.
Problemi di massimo e minimo legati alla geometria piana, solida, analitica e alla trigonometria.
Concavità e convessità di una curva in un punto ed in un intervallo. Ricerca dei punti di flesso. Teorema
sulla relazione esistente fra il segno della derivata seconda e la concavità o convessità di una funzione (con
dimostrazione).
Studio del grafico di una funzione. Dal grafico di una funzione a quello della sua derivata.
Integrale indefinito
Definizione di primitiva. Definizione di integrale indefinito. Proprietà dell'integrale indefinito. Integrazioni
immediate. Integrazione per decomposizione, integrazione per sostituzione e per parti. Integrazione delle
frazioni algebriche razionali: metodo dei fratti semplici.
Integrale definito
Il problema della misura di un’area, area del trapezoide, definizione di funzione integrabile secondo
Riemann. Proprietà dell'integrale definito. Teorema della media integrale (con dimostrazione). Definizione di
funzione integrale. Teorema Fondamentale del Calcolo Integrale di Torricelli-Barrow (con dimostrazione).
Relazione fra integrale definito e indefinito (formula di Newton-Leibniz con dimostrazione). Calcolo di aree di
domini piani. Applicazioni degli integrali definiti al calcolo di volumi di solidi di rotazione. Metodo delle sezioni
e dei gusci cilindrici. Integrali impropri.
Dal grafico di una funzione al grafico di una sua primitiva.
Elementi di calcolo numerico
Separazione delle radici. Primo criterio di unicità della soluzione (con dimostrazione). Determinazione degli
zeri di una funzione: metodo di bisezione, metodo delle tangenti o di Newton.
Metodi di integrazione numerica: metodo dei rettangoli, dei trapezi, metodo di Cavalieri-Simpson.
Strumenti didattici
Libri di testo:
Dodero-Baroncini-Manfredi, Nuovi elementi di Matematica, Ghisetti e Corvi Editori
Trovato-Manfredi, Statistica descrittiva, Calcolo delle probabilità e Statistica inferenziale, Ghisetti e Corvi
VERIFICHE
Sono state effettuate prove scritte (verifiche mensili della durata di due ore), sarà effettuata una simulazione
di 5 ore il 22 maggio e sono stati svolti colloqui orali.
34
Le prove scritte hanno presentato vari esercizi/quesiti, a ciascuno dei quali è stato attribuito un punteggio
legato alla difficoltà ed tempo necessario per risolverlo. La scala valutativa è partita da un voto minimo di
1/10 ed è arrivata ad un voto massimo di 10/10.
Nelle prove orali è stata valutata la conoscenza di contenuti (definizioni, teoremi, dimostrazioni), la
rielaborazione delle nozioni teoriche, le applicazioni dei concetti, la sicurezza nell’esposizione e l’utilizzo
consapevole del linguaggio specifico della materia.
35
FISICA
Ins: Prof. Alessio Seganti
Elettromagnetismo
Carica elettrica. Legge di Coulomb
Corpi elettrizzati e loro interazioni; induzione elettrostatica; studio dei fenomeni di elettrizzazione; principio di
conservazione della carica; analisi quantitativa della forza di interazione elettrica: legge di Coulomb;
distribuzione delle cariche sulla superficie dei conduttori.
Campo Elettrico
Concetto di campo elettrico; vettore campo elettrico; campo elettrico di una carica puntiforme; campo
elettrico di alcune particolari distribuzioni di cariche; flusso del campo elettrico; teorema di Gauss; energia
potenziale elettrica; potenziale elettrico; campo e potenziale di un conduttore in equilibrio elettrostatico. Moto
di cariche nel campo elettrico; accelerazione di particelle cariche attraverso differenza di potenziale;
acceleratori lineari di particelle.
Condensatori e dielettrici
Capacità di un conduttore; condensatori, capacità di un condensatore. Condensatori in serie e in parallelo.
Energia immagazzinata in un condensatore.
Corrente Elettrica Continua
Corrente elettrica nei conduttori metallici; resistenza elettrica e prima legge di Ohm; forza elettromotrice e
resistenza interna. Circuiti elettrici; leggi di Kirchoff; regola di Maxwell per la risoluzione di circuiti a più
maglie. Lavoro e potenza: legge di Joule.
Conduzione Elettrica Nei Solidi E Nei Gas
Struttura microscopica di conduttori e isolanti, bande di conduzione e di valenza. Lavoro di estrazione.
Resistività e seconda legge di Ohm.
Effetto termoionico e valvole termoioniche.
Effetto fotoelettrico e sua importanza per l’introduzione della fisica quantistica.
Semiconduttori: proprietà. Semiconduttori drogati. Giunzione p-n e caratteristiche di un diodo a
semiconduttore. Transistor a semiconduttore (a giunzione BJT e MOSFET).
Funzionamento dei fotodiodi e delle celle fotovoltaiche.
Circuiti RC: trattazione analitica con utilizzo del calcolo differenziale. Carica e scarica di un condensatore.
Campo Magnetico
Magneti e loro interazioni; campo magnetico; campo magnetico delle correnti e interazione corrente magnete; il vettore B; definizione di ampere e l'interazione corrente - corrente; induzione magnetica di
circuiti percorsi da corrente (filo, spira, solenoide); legge di Biot-Savart.
Proprietà delle linee del campo magnetico.
Momento magnetico di una spira (teorema di equivalenza di Ampère).
Flusso dell'induzione magnetica. Circuitazione del campo magnetico; teorema di Ampère sulla circuitazione
del campo magnetico.
Sostanze e loro permeabilità magnetica relativa; effetti di un campo magnetico sulla materia: sostanze
diamagnetiche, paramagnetiche e ferromagnetiche; ferromagnetismo e ciclo d'isteresi; applicazioni tecniche
dell’isteresi magnetica.
Forza di Lorentz; moto di una carica elettrica in un campo magnetico; spettrofotometro di massa e
selezionatore di velocità.
Induzione Elettromagnetica
Leggi di Faraday-Neumann e di Lenz; dimostrazione nel caso di un circuito con un lato mobile. Correnti di
Foucault. Auto-induzione elettromagnetica. Induttanza di un circuito; extracorrente di apertura e chiusura in
un circuito RL. Alternatori.
Correnti e tensioni alternate.
Impedenza e Reattanza. Valori efficaci di tensione e corrente. Circuiti induttivi e capacitivi in corrente
alternata. Circuiti RLC. Sfasamento e fattore di potenza. Circuiti LC e condizione di risonanza.
36
Equazioni di Maxwell. Onde elettromagnetiche
Legge di Faraday-Neumann e campo elettrico indotto; circuitazione del campo elettrico indotto; campo
elettrico indotto da un campo magnetico variabile nel tempo; il paradosso del teorema di Ampère e la
corrente di spostamento.
Equazioni di Maxwell; onde elettromagnetiche: genesi di una perturbazione elettromagnetica, genesi di
un'onda elettromagnetica. Proprietà e classificazione delle onde elettromagnetiche; cenni sulle antenne.
Polarizzazione delle onde.
Fisica Nucleare e Subnucleare
Le quattro interazioni fondamentali.
Concetto di atomo e di nucleo; ordini di grandezza e definizione di A (numero di massa) e Z (numero
atomico). Protoni e neutroni come particelle composite: definizione di quark.
Decadimenti radioattivi: alfa, beta, gamma.
Datazione con il carbonio-14; applicazioni in medicina: la TEP.
Reazioni nucleari: fissione e fusione. Applicazioni belliche e civili (bombe atomiche e produzione di energia
elettrica con le centrali nucleari).
Classificazione delle particelle elementari: adroni, barioni, mesoni, quark, leptoni.
Libro di Testo:
J. Walker, Fisica vol. 3, Linx.
Sitografia:
http://it.wikipedia.org per le voci:
Valvola termoionica, ciclo di isteresi, diodo a giunzione, cella fotovoltaica, transistor MOSFET.
METODOLOGIE DIDATTICHE
Lezione frontale e dialogata.
Risoluzione guidata degli esercizi proposti dal libro di testo e dall’insegnante.
Esperienze in laboratorio con l’esecuzione alla cattedra degli esperimenti sugli argomenti più importanti e
maggiormente verificabili con esperienze pratiche.
VERIFICHE
Prove scritte: descrizione sintetica delle tipologie
Ogni prova, ad esclusione delle simulazioni di terza prova scritta, comprende quattro o cinque problemi di
difficoltà paragonabile. I temi proposti comprendono sia esposizioni sintetiche di argomenti di teoria sia
risoluzioni di problemi di media difficoltà.
Colloqui
Due colloqui in ogni quadrimestre, della durata di circa 15 minuti (due o tre domande approfondite).
Ogni colloquio ha avuto come oggetto uno o due argomenti di ampio respiro la cui trattazione è stata
ultimata dall’insegnante al momento della verifica.
37
SCIENZE NATURALI
Ins: Prof.ssa Claudia Terzi
Libro di testo: Crippa M., Fiorani M., “Geografia generale” A. Mondadori ed.
PROFILO della CLASSE
La classe ha iniziato lo studio delle Scienze Naturali in seconda con la biologia, studio che si è andato
completando nella terza e quarta classe inserendo anche quello della chimica. La docente attuale ha seguito
la classe solo nell’ultimo anno di corso subentrando all’insegnante che ha avuto la continuità negli anni
precedenti.
La programmazione dell’anno conclusivo prevede la trattazione di contenuti riguardanti Astronomia,
Geografia generale e Geologia. A causa del ristretto numero di ore non è stato invece possibile affrontare i
contenuti relativi alla Idrosfera, Atmosfera e Geomorfologia, limitandosi a richiami degli argomenti più
importanti sotto forma di collegamento ogniqualvolta se ne sia presentata l’occasione nella trattazione del
programma. Allo stesso modo non è stato possibile effettuare attività di laboratorio.
Gli alunni si sono dimostrati in generale interessati agli argomenti trattati, intervenendo spesso con richieste
di chiarimenti e di approfondimenti.
Nell’ambito del progetto Techne il modulo relativo al Sistema Solare è stato tenuto in lingua inglese dalla
docente curricolare di Scienze Naturali in collaborazione con la docente di Inglese per un totale di 7 ore. Al
termine del modulo gli studenti hanno prodotto delle presentazioni in Power Point a coppie sulle quali sono
stati valutati.
COMPETENZE PROGRAMMATE
• Saper localizzare il Sistema Terra nello spazio e nel tempo e individuare le tappe fondamentali della sua
evoluzione.
• Saper descrivere i fondamentali processi dinamici endogeni ed esogeni che operano sul pianeta Terra e
le loro conseguenze.
• Saper riconoscere i principali flussi di energia che alimentano e caratterizzano il pianeta Terra.
CONTENUTI SVOLTI
L’ Universo: la volta celeste e le coordinate celesti equatoriali; cenni sugli strumenti della astronomia;
l’analisi spettrale; le distanze astronomiche (unità astronomica, anno luce e parsec); luminosità e
magnitudine delle stelle; colore e temperatura di una stella; classificazione spettrale e massa delle stelle; il
diagramma di Hertzsprung-Russel; stelle particolari e sistemi di stelle; lo spazio interstellare; l’evoluzione
stellare dalle protostelle ai buchi neri; le galassie e gli altri corpi dell’Universo; la legge di Hubble, la
radiazione cosmica di fondo e l’espansione dell’Universo; ipotesi sulla genesi e sull’evoluzione dell’Universo:
il Big Bang e l’Universo inflazionario.
Il Sistema Solare: ipotesi sull’origine del sistema solare; la stella Sole e la sua struttura; le leggi di
Keplero e di Newton; i pianeti e i loro satelliti (caratteristiche generali); composizione, struttura e principali
caratteristiche di un pianeta a scelta; i corpi minori del sistema solare: comete, asteroidi, meteore e meteoriti
(in Inglese).
La Luna: caratteristiche generali; movimenti: rotazione, rivoluzione, traslazione e moti secondari;
librazioni; fasi lunari e eclissi; caratteristiche geomorfologiche ed evoluzione della Luna.
Il pianeta Terra: forma e dimensioni della Terra; i sistemi di riferimento e le coordinate geografiche; i
movimenti della Terra (rotazione, rivoluzione, traslazione) e le loro conseguenze principali; moti millenari
(cenni); la misura del tempo e i fusi orari; i calendari.
La Litosfera e la dinamica endogena: composizione chimica della litosfera; i minerali (principali
proprietà chimiche e fisiche) ed in particolare i silicati; i tre processi litogenetici.
Il processo magmatico; le rocce magmatiche intrusive ed effusive, acide, basiche e ultrabasiche:
struttura e cenni di classificazione; la genesi dei magmi, la cristallizzazione frazionata e la differenziazione
magmatica (serie di Bowen); i plutoni; i fenomeni vulcanici: magma e lava; meccanismo eruttivo; attività
vulcanica esplosiva ed effusiva e relativi prodotti; edifici vulcanici, eruzioni centrali e fessurali; evoluzione
dell’attività vulcanica; fenomeni vulcanici secondari e attività post-magmatica; il rischio vulcanico e la
distribuzione attuale dei vulcani.
38
Il processo sedimentario: erosione, trasporto, sedimentazione e diagenesi; le rocce sedimentarie
clastiche, chimiche e organogene.
Il processo metamorfico (cenni); le rocce metamorfiche da contatto, da metamorfismo regionale e
cataclastico; il ciclo litogenetico.
Cenni di geologia strutturale: pieghe e faglie.
I fenomeni sismici: i terremoti e la teoria del rimbalzo elastico; onde sismiche, sismografi e
sismogrammi; scale di intensità sismica Mercalli modificata e Richter; il rischio sismico e la distribuzione
attuale dei terremoti.
La struttura interna della Terra e le principali discontinuità sismiche; crosta oceanica e continentale,
mantello, nucleo e le loro caratteristiche; l’isostasia (cenni); flusso di calore (cenni), geoterma e correnti
convettive nel mantello; il campo magnetico terrestre;
La dinamica della Litosfera: cenni sulle teorie fissiste e della deriva dei continenti di Wegener; la
morfologia dei fondali oceanici e la struttura delle dorsali; il paleomagnetismo e l’espansione dei fondali
oceanici. (al 14 maggio)
La teoria della tettonica delle placche e le sue implicazioni geodinamiche: caratteristiche delle placche;
margini di placca e margini continentali; espansione dei fondali oceanici e margini divergenti, sistemi arcofossa e margini convergenti, i margini trascorrenti; orogenesi, sismicità, magmatismo e metamorfismo nel
quadro della teoria della tettonica delle placche; i punti caldi.
(previsione di completamento della trattazione dei contenuti entro il 28 maggio)
METODOLOGIE e MATERIALI DIDATTICI
I vari argomenti sono stati trattati mediante lezioni frontali utilizzando schemi analitici e sintetici,
rappresentazioni iconografiche tratte da libri di testo, carte geografiche e tematiche.
Durante le spiegazioni si sono invitati i ragazzi a riconoscere i concetti fondamentali e a collegarli fra loro,
usandoli poi come base per spiegare situazioni nuove che venivano proposte.
Al termine di ogni unità è stata effettuata una lezione interlocutoria di sintesi necessaria alla sistemazione
logica di quanto appreso.
VALUTAZIONI e VERIFICHE
Le valutazioni sono state effettuate periodicamente al termine di ogni unità trattata utilizzando prove di
verifica orali programmate. Al termine del modulo in Inglese sono state prodotte delle presentazioni in Power
Point che sono state valutate.
Nel valutare sono stati tenuti in considerazione criteri contenutistici (pertinenza, completezza e precisione
della risposta), formali (correttezza, proprietà e specificità del linguaggio) e logici (coerenza, argomentazione
e capacità del giudizio).
Nella prima simulazione di terza prova erano previste tre domande riguardanti le Scienze Naturali con
tipologia B a cui gli alunni hanno risposto complessivamente in modo discreto. I risultati sono stati
considerati nella attribuzione delle valutazioni periodiche finali
39
DISEGNO E STORIA DELL’ARTE
Ins. Prof. Claudio Donati
Relazione finale
In relazione alla programmazione curriculare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini
di:
CONOSCENZE: Il corso si proponeva come finalità della classe quinta quella di affrontare con
gli studenti lo sviluppo delle espressioni artistiche e creative nella formazione e nell’evoluzione
delle diverse culture europee a partire dal XVIII secolo e di rendere consapevoli gli studenti del
significato e dell’importanza del fare arte nella formazione e nell’evoluzione della cultura, in
rapporto allo sviluppo generale della società, in quanto l’approccio e l’approfondimento del
Disegno Geometrico previsto dal corso quinquennale di studi era già stato concentrato ,e
completamente sviluppato nei quattro anni di studi precedenti, portando gli studenti ad un buon
grado di preparazione e conoscenza che non ha pertanto reso necessario riprendere tali
argomenti nel corrente anno scolastico consentendo così di lasciare più spazio allo studio
della Storia dell’Arte.
Gli studenti hanno partecipato alle lezioni con atteggiamento vario: alcuni con interesse e
partecipazione, altri con un andamento a volte discontinuo finalizzato soprattutto alle verifiche
ed alla valutazione, per cui il grado di preparazione potrà non essere omogeneo in tutto il
gruppo classe.
COMPETENZE/CAPACITA’/ABILITA’: Gli studenti che hanno seguito con interesse sono in
grado di orientarsi all’interno della disciplina, mettendo in relazione l’espressione artistica del
singolo con l’insieme di situazioni sociali, politiche, economiche e culturali che ne hanno
determinato la creazione oltre ad avere acquisito un discreto lessico specifico ed una certa
sensibilità critica nei confronti del “fare arte”.
METODOLOGIE E MATERIALI DIDATTICI :
Il programma si è svolto con lezioni frontali
della docenza , con il testo adottato : di Giorgio Cricco- Francesco Paolo Di Teodoro
ITINERARIO NELL'ARTE vol.3 Dall'Età dei Lumi ai giorni nostri Ed. ZANICHELLI e con l'invito
agli studenti di reperire materiale integrativo in rete per alcune opere non presenti nel testo .
PROVE DI VERIFICA: Si sono effettuate prove scritte a risposta aperta, nel corso sia del
primo quadrimestre che del secondo quadrimestre, possibilmente al termine di ogni grosso
nucleo tematico e compatibilmente con lo svolgimento del programma e le varie scadenze ed
impegni della docenza e della Classe.
Si sono inoltre effettuate prove simulate di Terza Prova di cui, a disposizione della
Commissione, si depositeranno le copie come esempi esplicativi.
La tipologia adottata in questi casi è stata quella di richiedere al candidato di assolvere a
quesiti a risposta aperta, riconducibili alla tipologia B, che andassero oltre la semplice lettura
d'opera di tipo formale, preferibilmente a partire da un’opera chiave di cui si forniva la
riproduzione all’interno del testo proposto e si è consentito agli studenti di consultare
eventualmente un loro abaco di immagini, opportunamente mute, onde ovviare ad alcune
lacune di visibilità delle fotoriproduzioni fornite, in cui il candidato potesse mettere a frutto le
proprie conoscenze anche multidisciplinari e peculiari di una preparazione liceale, da svolgere
all’interno della prova multidisciplinare simulata , senza porre in modo troppo accentuato e
rigido agli studenti limiti prestabiliti di righe o parole in quanto non si è ritenuto peculiare della
disciplina questo “effetto Bignami” che un vincolo rigido di testo implica, riservando allo studente
la capacità di sintesi e pertinenza ed al correttore la verifica e la valutazione dell’efficacia e
dell’incisività dell’elaborato fornito dallo studente in un sistema che vada oltre la semplice conta
di righe o parole .
CONTENUTI DISCIPLINARI:
Storia dell’Arte
L’età neoclassica in Europa
40
Anton Raphael Mengs e Johann Joachim Winckelmann: i teorici del neoclassicismo.
• Villa Albani e il Parnaso
Jacques-Louis David e Canova: neoclassicismo etico ed estetico.
• Belisario riconosciuto
• Giuramento degli Orazi
• Marat assassinato
• Bonaparte che valica il Gran San Bernardo
• Consacrazione di Napoleone
• Dedalo e Icaro
• Teseo sul minotauro
• Amore e Psiche
• Le tre Grazie
• Paolina Borghese come Venere vincitrice
• Monumento funerario a Maria Cristina d’Austria
Fermenti preromantici in Fussli e Goya
• L’incubo
• Il giuramento dei Confederati sul Ruttli
• L’ombrellino
• Los Caprichos: il sogno della ragione genera mostri
• Gli orrori della guerra
• 3 maggio 1808 (Los Fusilamientos)
• Saturno che divora uno dei suoi figli
L’Architettura fra Revival classicistico e utopia: Boullée e Ledoux
• Il Cenotafio di Newton
L’Europa romantica: il Contesto culturale e le tendenze artistiche
La pittura in Inghilterra: Blake, Constable e Turner.
• Flatford Mill
• Studio di nubi
• L’incendio della Camera dei Lord e dei Comuni
La pittura in Germania: Caspar David Friedrich.
• Croce in montagna
• Abbazia nel querceto
• Monaco in riva al mare
• Viandante sul mare di nebbia
• Il Naufragio della Speranza
La pittura romantica in Francia: Gericault e Delacroix.
• Ufficiale dei cavalleggeri della guardia imperiale alla carica
• Il corazziere ferito
• La zattera della Medusa
• Ritratti di alienati
• La barca di Dante
• Massacro di Scio
• La Libertà che guida il popolo
L’architettura romantica
• Viollet le-duc
• Ruskin
L’arte romantica in Italia: Nazareni e puristi. Il Romanticismo storico: Overbeck, Minardi e Hayez.
• Italia e Germania
• Autoritratto in soffitta
• Il bacio
• I vespri siciliani
Il realismo:Origini e diffusione.
La scuola di Barbizon. Millet, Daumier e Courbet.
• Le spigolatrici
• L’Angelus
• Gli Spaccapietre
41
•
•
•
•
•
•
Funerale a Ornans
Les demoiselles du bord de la Seine
L'origine del mondo
L’atelier
Vagone di terza classe
Don Chisciotte che cavalca verso sinistra
La Parigi del Barone Haussmann e le grandi trasformazioni urbanistiche
La tecnica del Ferro e la forma dell’architettura nella seconda metà dell’800.
Neomedievalismo ed eclettismo.
• Il Crystal Palace
• La Tour Eiffel
La nascita della fotografia
Il Salon des Refuses e Manet
• Cabanel: Nascita di Venere
• La colazione sull’erba
• Olympia
• Ritratto di Emile Zola
L’impressionismo e l’En Plein Air
Claude Monet
• Impressione: levar del sole
• La Grenouillere
• La cattedrale di Rouen
• La Gare Saint Lazare
• Ninfee
• Il ponte giapponese
Auguste Renoir
• Ballo al Moulin de la Galette
• La Grenouillere
• La colazione dei canottieri
Edgar Degas
• Ballerina sulla scena
• Lezione di ballo
• Piccola danzatrice di 14 anni
• L’assenzio
Camille Pissarro, Sisley e Caillebotte
• Avenue de l’Opéra
• Neve a Louveciennes
• I lamatori di parquet
• Sotto la pioggia ( la Place de l'Europe)
Postimpressionismo
Seurat ed il Salon des indépendants.
• Bagno ad Asnières
• Domenica alla Grande-Jatte
• Il circo
Paul Cézanne
• Giocatori di carte
• La montagna Sainte-Victoire
Vincent Van Gogh
• I mangiatori di patate
• Notte stellata
42
•
•
•
•
•
•
ritratto del Père Tanguy
La camera dell’artista ad Arles
Iris e Girasoli
Autoritratti
Chiesa di Auvers
Campo di grano con volo di corvi
Paul Gauguin e la Scuola di Pont-Aven
• La visione dopo il sermone
• Il Cristo giallo
• Come? Sei Gelosa?
• Manao tupapau ( lo spirito dei morti veglia)
• Da dove veniamo?Chi siamo?Dove andiamo?
Tolouse Lautrec e l'affiche
Il simbolismo
Gustave Moreau
•
L’apparizione
Arnold Bocklin
• L’isola dei morti
• Ulisse e Calipso
Secessioni e modernità
•
•
•
•
•
•
•
Gustav Klimt e la secessione viennese
Nuda Veritas
Il Bacio e l'Abbraccio
Speranza I
Speranza II
Le tre età della Donna
Giuditta I e II
Il fregio di Beethoven
Architettura e Secessione: Olbrich e Loos
• Il Palazzo della Secessione
• Casa Muller
Art Nouveau, Jugendstil, Liberty
Il Caso Gaudì
• Casa Battlò
• Casa Milà
• Sagrada Familia
L’Espressionismo: Edvard Munch, i Fauves e Matisse, il gruppo Die Brucke.
Edvard Munch:
• La bambina malata
• Il Grido
• Sera sulla via Karl Johann
• Madonna
• Pubertà
E.Schiele
• Autoritratto
• La famiglia e l'Abbraccio
43
Henri Matisse
• Lusso, calma e voluttà
• Donna con cappello
• La tavola imbandita(La stanza rossa)
• La danza
• La musica
Il Cubismo: analitico ,sintetico e orfico.
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Picasso e Braque
Il periodo blu e rosa
Poveri in riva al mare
La famiglia di saltimbanchi
Les Demoiselles d’Avignon
Ritratto di Daniel-Henry Kahnweiler
Ritratto di Ambroise Voillard
Case all’Estaque
Natura morta con sedia impagliata
La tour Eiffel
•
•
La maturità di Picasso
Due donne che corrono lungo la spiaggia
Guernica
Il Futurismo
Filippo Tommaso Marinetti
• Il manifesto del Futurismo
Umberto Boccioni
• La città che sale
• Stati d’animo: Gli addii
• Stati d’animo: Quelli che vanno
• Stati d’animo:Quelli che restano
• Materia
• Forme uniche nella continuità dello spazio
Giacomo Balla
• Dinamismo di un cane al guinzaglio
• Bambina che corre sul balcone
• Le mani del violinista
Carlo Carrà
• Manifestazione interventista
Le architetture di Sant’elia
Il Dadaismo
Marcel Duchamp
• Fontana
• Ruota di bicicletta
• Anticipo per un braccio rotto
• L.H.O.O.Q
• La Sposa messa a nudo dai suoi scapoli, anche( Il grande vetro)
Man Ray
• Cadeau
• L’enigma di Isidore Ducasse
• Oggetto da distruggere
44
•
•
La Rayografia
Le violon d’Ingres
Il Surrealismo
Max Ernst
• La vestizione della sposa
Salvador Dalì
• La persistenza della memoria
• Il grande masturbatore
• Sogno provocato dal volo di un’ape
• La Venere a cassetti
• Stipo antropomorfo
• Apparizione di un volto e di una fruttiera sulla spiaggia
René Magritte
• L’uso della parola
• La condizione umana
• Le passeggiate di Euclide
• La filosofia del Boudoir
• L’impero delle luci
Joan Mirò
• Il carnevale di Arlecchino
• Costellazioni
• Blu
L’Astrattismo: Kandinskij, e Mondrian
• Il Blaue reiter
• Lo spirituale nell'arte
• Primo acquerello astratto
• L’albero rosso
• L’albero grigio
• Melo in fiore
• Molo e Oceano
• Composizione in rosso giallo e blu
• Broadway BoogieWoogie
Neoplasticismo e De Stijl
Il Bauhaus: Gropius e Mies van der Rohe
•
•
•
•
•
•
•
Nuova sede del Bauhaus
Il padiglione Barcellona
Casa Tugendhat
Casa Farnsworth
I.I.T
Seagram Building
Neue NationalGalerie a Berlino
Il Movimento Moderno
Le Corbusier
• I cinque punti dell’architettura moderna
• Maison Domino
• Maison Citrohan
• Villa Stein
• Villa Savoye
• Plan Obus e Plan Voisin
• Unité d’Habitation a Marsiglia
45
•
•
•
Le Modulor
Chandigharh
Notre Dame du Haut
F.L.Wright e l’architettura organica
• Prairie Houses e Textile block Houses
• Robie House
• Uffici Johnson Wax
• Casa sulla cascata
• Guggenheim Museum
La metafisica
Giorgio de Chirico
• L’enigma dell’oracolo
• L’enigma dell’ora
• Le muse inquietanti
Carlo Carrà
• La musa metafisica
• Le figlie di Loth
• Il pino sul mare
Alberto Savinio
La nuova oggettività
Otto Dix
• Ritratto della giornalista Sylvia von Harden
• Il trittico della metropoli
George Groz
• I pilastri della società
Il razionalismo italiano
Marcello Piacentini
• La città universitaria
• L’E42
Giuseppe Terragni
• La Casa del Fascio
Guerrini,La Padula,Romano
• Il Palazzo della civiltà Italiana
Giovanni Michelucci
• La stazione di S.Maria Novella
Porzione di programma da svolgere dopo il 15 maggio
L'informale
Espressionismo astratto americano : l’Action Painting e il Color Field. Pollock e Rothko
L’Informale in Italia : Fontana e Burri
• I tagli e i buchi
• Fine di Dio
46
•
•
•
•
•
•
Installazioni
I sacchi
I catrami
Le combustioni
I cretti
Il grande cretto di Gibellina
La Pop Art e il New Dada
Richard Hamilton
• Just what is it that makes today's homes so different, so appealing?
Andy Warhol : serigrafia e icone
• Green Coca Cola bottles
• Marilyn
• Campbell Soup
Claes Oldenburg
• Volano
• Toilette molle
• Ghiaccioli con pelo da passeggio
Roy Lichtenstein e il fumetto
Ives Klein
• IKB
• Anthropométrie
Piero Manzoni
• Achrome
• Merda d'artista
• Fiato d'artista
• Linee e spazi
• Base magica
• Socle du Monde
• Opere d'arte viventi
Tendenze dell’Arte e dell’Architettura contemporanee
Installazioni e Happening
Body Art e Land Art
Iperrealismo e graffitismo
47
EDUCAZIONE FISICA
Ins : Prof.ssa Cristina Spada
Il gruppo ben coeso e sempre partecipe ,ha affrontato con entusiasmo e costante interesse ,le numerose
proposte didattiche ,mostrando impegno e dedizione nei confronti delle svariate attività sportive presentate
loro.
In relazione alla programmazione annuale sono stati raggiunti i seguenti
obiettivi:
1) potenziamanto fisiologico
2)rielaborazione degli schemi motori di base
3)consolidamemto del carattere,della socialità e dello sviluppo del senso
civico
4)conoscenza teorica e pratica delle attività sportive
5)consapevolezza del significato delle proposte didattiche
CONTENUTI E TEMPI
potenziamento fisiologico con esercizi a carico naturale di opposizione e
resistenza
A) miglioramento della mobilità articolare con esercizi di allungamento,
stretching, con palla medica da kg 3 e bacchetta medica da kg 4
B) miglioramento della forza con esercizi a carico naturale, di opposizione
e di resistenza con uso di piccoli e grandi attrezzi.
C)rielaborazione degli schemi motori di base con esercizi di coordinazione
segmentaria, di educazione al ritmo, di equilibrio e di coordinazione
oculo-manuale e oculo-podalica.
REALIZZAZIONE
scansione ampia a quadrimestre privilegiando il conseguimento degli obiettivi, il miglioramento delle qualità
fisiche individuali e delle funzioni neuro-muscolari ottenuto attraverso esercizi a carico naturale eseguiti in
situazioni spazio-temporali variate tra il primo e il secondo quadrimestre.
METODOLOGIE
-lezioni frontali
-gruppi di lavoro
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE
è stato valutato ogni significativo miglioramento conseguito da ogni singolo alunno.
La valutazione globale è stata assegnata in base alla volontà e all'impegno dimostrati tenendo conto delle
potenzialità di base da cui ogni ragazzo era partito.
48
RELIGIONE
Ins: Prof.ssa Maria Cristina Severi
Testo adottato:
TUTTI I COLORI DELLA VITA. Vol. UNICO . LUIGI SOLINAS. Ed. SEI
La classe ha dimostrato interesse verso la disciplina, alcune tematiche proposte sono state preferite ad altre.
La partecipazione al dialogo formativo è stata discreta, un gruppo di alunni ha mantenuto un atteggiamento
costante nel partecipare in modo costruttivo alle lezioni dimostrando una buona capacità critica e un lessico
adeguato. La restante componente delle classe ha partecipato in modo passivo, intervenendo solo su
sollecitazione dell’insegnante.
Si è registrata puntualità nella consegna degli elaborati scritti da parte della maggioranza della classe.
Il comportamento è stato sostanzialmente corretto.
CONOSCENZE. Le conoscenze degli alunni in campo religioso o su argomenti di attualità compresi nella
sfera della morale sociale o individuale sono discrete, in alcuni casi vi è stato anche interesse ad un
maggiore approfondimento.
COMPETENZE. Buona parte della classe è in grado di contestualizzare le problematiche trattate, sa fare
collegamenti, rilevare analogie.
CAPACITA'. La classe rivela discreta capacità elaborativa, buona autonomia intellettiva e una certa
disposizione alla riflessione.
CONTENUTI DISCIPLINARI. La necessità di dare spazio al dialogo e all'approfondimento di alcune
tematiche insieme alla fisiologica diminuzione delle ore nel corso dell' anno hanno indotto a una riduzione
del programma.
PROGRAMMA SVOLTO
MODULO 1 – PROBLEMA ETICO E L’AGIRE MORALE
Scoprire l’importanza dell’etica nella formazione e nella crescita di un individuo responsabile (verso se
stesso, gli altri, l’ambiente), orientarsi tra le varie scelte etiche, individuare la specificità dell’etica religiosa
rispetto a quella laica.
Temi trattati:
- morale ed etica: definizione;
- i criteri dell’agire morale;
- il problema della libertà, della responsabilità;
- il relativismo etico;
- educare la coscienza;
- un testimone: la figura di Odoardo Focherini, un giusto tra le nazioni;
- il bene comune:
- i nuovi stili di vita, (lettura e commenti di brani tratti dal libro: “Consumatori” di F. Gesualdi, Ed. La
Scuola);
- la legalità;
- etica laica e religiosa a confronto in particolare su: matrimonio religioso, matrimonio civile, convivenza. Il
valore della sessualità nel pensiero della Chiesa.
MODULO 2 - IL SENSO RELIGIOSO
Cogliere la natura del senso religioso, presente in ogni uomo, inteso come domande di senso ultime della
vita e della realtà umana. Comprendere che la persona umana è per se stessa aperta al mistero di Dio.
Riconoscere che l'esperienza religiosa fa parte delle caratteristiche fondamentali dell'uomo. Riconoscere i
contenuti oggettivi e universalmente validi nell'esperienza religiosa.
- Dalla religiosita' alla religione. Il mistero, le domande ultime, il senso del sacro.
- Le religioni antiche. Le origini della religione.
- Analisi del senso religioso tra i giovani.
- Il difficile rapporto tra i giovani e la fede (lettura di brani tratti da: La prima generazione incredula di
Armando Testa).
MODULO 3 - LE RELIGIONI MONOTEISTE
EBRAISMO
ISLAMISMO
CRISTIANESIMO
49
Le caratteristiche delle singole religioni in tema di:
- la storia, origine e vita del fondatore, diffusione nel mondo;
- i testi sacri;
- le principali dottrine, l’idea di Dio, l’uomo, il senso della vita, l’aldilà;
- la morale, il bene e il male, la salvezza;
- i riti, e le feste, celebrazioni particolari;
- la situazione della donna. Islam. (sul ruolo della donna nella societa' islamica si sono letti brani tratti da
testo “Gender Jihad” di Jannucci Marisa).
Il dialogo interreligioso: la posizione della Chiesa Cattolica.
Confronto comparativo con la religione cristiana.
METODOLOGIE
Nei vari argomenti affrontati si è sempre cercato di aiutare gli alunni a porsi di fronte ai problemi in maniere
critica:
Raccogliendo il maggior numero di informazioni e contenuti sull'argomento.
Approfondendo i criteri morali e la posizione della Chiesa cattolica in merito.
Formulando il proprio parere personale da confrontare con quello del resto della classe.
Come modalità ci si è avvalsi di lezioni frontali, discussioni, confronti, testimonianze di esperti e documenti
tratti da internet.
In particolare:
- Visione del film “Alla luce del sole” sulla figura di Don Puglisi (sacerdote ucciso dalla mafia).
- Testimonianza di Missionari laici dell’Associazione AMI
- Intervento di referenti Caritas per il Servizio Civile Volontario
MATERIALI DIDATTICI
Testo in adozione.
Citazioni di sure del Corano, versetti della Bibbia.
Utilizzo di quotidiani e riviste.
Power -point
VERIFICHE E VALUTAZIONI
Nelle valutazioni sommative si sono tenute in considerazione le seguenti componenti:
l'interesse verso la materia, la conoscenza degli argomenti, la capacità espressiva, la volontà di applicazione
allo studio, la qualità degli elaborati, le attitudini al ragionamento, il livello di partenza degli alunni il loro
coinvolgimento alle lezioni.
ALLEGATI: GRIGLIE DI VALUTAZIONE
50
51
GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA SECONDA PROVA
Candidato/a: _________________________________________
Obiettivi
Conoscenze
(max 6 punti)
Competenze
(max 6 punti)
Capacità
(max 3 punti)
Descrittori
Conoscere
concetti,
principi,
definizioni,
teorie,
procedimenti
Applicare le
conoscenze,
usare metodi e
tecniche
risolutive con
correttezza
Analizzare,
sintetizzare,
sviluppare in
modo coerente
procedimenti,
scegliere
metodi e nelle
procedure in
maniera
ottimale
(eventualmente
originale)
Utilizzare il
lessico
specifico della
disciplina
Livelli di valutazione
Punti
Non conosce i contenuti richiesti
Totalmente
insufficiente
1
Acquisizioni rare, frammentarie e senza connessione
Gravemente
insufficiente
2
Conoscenze parziali ed approssimative
Insufficiente
3
Sufficiente
4
Conoscenze complete senza un sistematico
approfondimento
Buono
5
Conoscenze complete, precise, organiche ed
approfondite
Ottimo
6
Incapacità di applicare le conoscenze anche solo in
semplici situazioni di routine
Totalmente
insufficiente
1
Sa applicare le conoscenze ma commette vari e
gravi errori nella applicazione
Gravemente
Insufficiente
2
Commette lievi errori nella applicazione delle
conoscenze
Insufficiente
3
Sa applicare le conoscenze in situazioni semplici
Sufficiente
4
Sa applicare le conoscenze in situazioni articolate
con complessiva correttezza
Buono
5
Sa applicare le conoscenze in situazioni complesse
senza commettere errori
Ottimo
6
Incapacità di mettere in relazione dati diversi in
modo autonomo. Incapacità di effettuare analisi
anche se opportunamente guidate. Incapacità di
sintetizzare le conoscenze acquisite. Non è in grado
di utilizzare il lessico specifico
insufficiente
1
Conoscenze essenziali e descrittive
È’ autonomo nelle deduzioni e nell’operare semplici
collegamenti. Sa effettuare analisi quasi complete
ma non approfondite. Usa il lessico specifico in
maniera adeguata anche se con qualche
imprecisione
È autonomo nella riorganizzazione logica, nella
ricerca di nessi interdisciplinari. Sa organizzare in
modo autonomo e completo le conoscenze e le
procedure acquisite. Usa correttamente un ampio
lessico specifico. Comunica e/o commenta in modo
rigoroso e critico le soluzioni
Sufficiente
2
Discreto
Buono
3
Ottimo
Voto complessivo attribuito alla prova: _________/ 15
Note
- Nessuna differenza di valutazione del problema e del questionario
- I punteggi massimi si riferiscono alla completezza della risoluzione dei quesiti
- I punteggi vanno assegnati proporzionalmente alla quantità di quesiti svolti tenuto conto anche della
complessità del testo.
52
GRIGLIA DI VALUTAZIONE TERZA PROVA (INGLESE)
PUNTI in 15esimi
15
13 – 14
11 – 12
10
8–9
1–7
VOTO in decimi
8½ - 10
7½-8
6½- 7
5½-6
4½-5
4
CRITERI
OTTIMO
ECCELLEN
TE
BUONO
INSUFFICIE
NTE
GRAVEMEN
TE
INSUFFICIE
NTE
CONTENUTO
E
CONOSCENZE
totalmente
pertinente,
preciso,
sintetico ed
esauriente
pertinenza
significativa
e precisa
incompleto,
informazioni
contenuto
informazione
superficiale e
pertinenti ma sostanzialme
assente o
impreciso/
non
nte adeguato
scorretta/ non
non sempre
complete
alle richieste
pertinente
pertinente
FORMA
(CORRETTEZZ
A MORFOSINTATTICA E
LESSICO)
fluida ed
efficace con
buon
possesso
dei lessico
specifico
padronanza
delle
strutture,
forma
abbastanza
fluida e
appropriata
Discreta
sostanziale
padronanza padronanza
delle
delle
strutture,
strutture, pur
discretament con qualche
e corretto,
errore, e
lessico
lessico
accettabile
accettabile
ORGANIZZAZI
ONE DEL
TESTO/CAPACI
TA’ Dl
ARGOMENTAR
E
organico ma
buona
schematico;
organizzazio
argomentazi
ne, coerenza
one per lo
e
più
articolazione
riconoscibile
del discorso
e motivata
Più che
SUFFICIENT SUFFICIENT
E.
E
DISCRETO
errori
numerosi /
frequenti
gravi /
errori, lessico
grossolani o
limitato e
tali da
generico/
comprometter
lingua non
e la
rielaborata
comunicazion
e
non sempre
spesso
disorganico
argomentazi organico ma
disorganico
perché
one
non privo di
con
frammentario
riconoscibile,
struttura e
argomentazio e sconnesso;
non sempre globalmente
ne appena
argomentazio
motivata
comprensibil accennata e
ne non
e
non motivata
espressa
53
GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA TERZA PROVA
Obiettivi
Indicatori
Livelli di valutazione
Non conosce i contenuti richiesti
Esposizione corretta
dei contenuti.
Conoscenze
Comprensione e
conoscenza dei
concetti e/o delle
leggi scientifiche
contenute nella
traccia
Conosce e comprende solo una
minima parte dei contenuti
richiesti
Conosce solo aspetti parziali dei
contenuti e in generale non sa
orientarsi
Conosce adeguatamente solo i
principali contenuti, si orienta
sull’insieme della discussione
Conosce le strutture essenziali,
pur con qualche lieve lacuna o
imprecisione
Conosce e comprende in modo
articolato i contenuti
Conosce e comprende in modo
approfondito i contenuti
Correttezza
nell’esposizione,
utilizzo del lessico
specifico.
Competenze
Capacità
Interpretazione e
utilizzo di formule e
procedimenti
specifici nel campo
scientifico
Sintesi appropriata
Si esprime in modo poco
comprensibile, con gravi errori
formali
Si esprime in modo
comprensibile, con lievi errori
formali o imprecisioni
terminologiche
Si esprime in modo lineare, pur
con qualche lieve imprecisione
Si esprime in modo corretto e
complessivamente coerente
Si esprime con precisione
costruendo un discorso ben
articolato
Procede senza ordine logico
Analizza in linea generale gli
argomenti richiesti, con una
minima rielaborazione
Analizza gli argomenti richiesti
operando sintesi appropriate
Punti
Totalmente
insufficiente
1
Gravemente
insufficiente
2
Insufficiente
3
Quasi
sufficiente
4
Sufficiente
5
Buona
6
Ottima
7
Gravemente
insufficiente
1
Insufficiente
2
Sufficiente
3
Buona
4
Ottima
5
Scarsa
1
Sufficiente
2
Buona
3
Valutazione prova (in 15-esimi)
54
Griglia
Storia, Filosofia
Quesito 1
Quesito 2
Quesito 3
+1
+1
+1
ESPRESSIONE
Espressione sicura, articolata,
lessico specifico appropriato
Espressione corretta ma semplice,
lessico specifico essenziale
(sufficienza)
Alcuni errori, improprietà nel
lessico specifico, difficoltà
espressive
La comunicazione è compromessa,
a causa di gravi carenze espressive
o di totale mancanza di contenuti
CONOSCENZA
3
Contenuti disciplinari approfonditi
5
2
1
0
esaurienti
4
essenziali (sufficienza)
3
superficiali
2
lacunosi
1
assenti
0
ARTICOLAZIONE, ELABORAZIONE
Rielaborazione articolata, sintetica,
che denota eccellente padronanza
del tema
Analisi di diversi aspetti e fattori
rilevanti
Sviluppo semplice, sequenziale
(suff.)
Lavoro impostato secondo nessi
logici semplificati o rigidi, inadatti
all’analisi del tema proposto
Giustapposizione di osservazioni,
assenza di nessi logici
Lavoro solo parzialmente
pertinente, non ben focalizzato
Argomento non affrontato
6
5
4
3
2
1
0
CONVERSIONE DA SCALA 0-14 A
SCALA 1-15
TOTALE QUESITI
TOTALE PROVA (MEDIA NON
ARROTONDATA)
55
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
3
File Size
1 537 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content