close

Enter

Log in using OpenID

Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA

embedDownload
Comune di Ostuni
Ufficio Stampa
RASSEGNA STAMPA
selezione di ritagli-stampa ad uso del destinatario - non riproducibili
giovedì 22 maggio 2014
Sommario
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
I video di sorveglianza per combattere i reati (La Gazzetta del Mezzogiorno)
“Via Traiana racconta”: Secondo finanziamento (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Turismo. Ostuni, la Città Bianca gettonata dai turisti (Corriere del Mezzogiorno)
La campagna elettorale: Gli ultimi appuntamenti con i sostenitori (Quotidiano)
Verso il voto: Intervista ai candidati sindaco (Quotidiano, 6 pagine)
Si presenta la “Storia di Ostuni a fumetti” (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Uniteos. “Le cose belle e buone”: L’esempio di Nicoletta Petrachi (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Musica. Tributo a Vasco Rossi all’XXL Pub (Quotidiano)
Sport – Basket. Playoff: La Cestistica Ostuni a Foggia (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Petrolio. Vendola: “Prodi sbaglia” (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Batterio killer degli ulivi nel Salento: Indaga la Magistratura (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Fisco. Tasi, c’è la proroga fino al 16 ottobre (La Gazzetta del Mezzogiorno)
a cura di:
Natalino Santoro
Francesco Pecere
OSTUNI L'IMPIANTO ÈENTRATO IN FUNZIONE ED tDOTATO DI OUARANTA TELECAMERE
I video disorveglianza
per combattere i reati
• OSTUNI. E' stato inaugurato ieri, l'intero apparato
di video sorveglianza con 40
. telecamere che vigileranno
nelle zone principali del centro urbano della Città bianca.
«E' un sistema di videosorveglianza - spiega il sindaco Domenico Tanzarella per tenere sotto controllo il
territorio e ·prevenire Ia coni"
missione di reati; un obiettivo
strategico che abbiamo raggiunto grazie al progetto che
abbiamo candidato e che èstato fmanziato con un Pon
del ministero degli Interni. 40
telecamere consentiranno di
tenere sotto controllo questa
città per farne non una sorta
qi isola felice ma sicuramente
non un terreno di scorrerie o
conquiste per criminali chevogliono arrecare danni alle
persone e ai beni di questa
città>>.
Il nuovo sistema è stato avviato alla presenza dell'assessore alla viabilità, Francesco
Prudentino, del comandante
della Polizia municipale,
Francesco Lutrino; del tenente Quirico D'Aversa e del dirigente del Commissariato, vice questore dott. Angiuli.
Il sindaco ha aggiunto: «Un
obiettivo che abbiamo perse-
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014 .
guito fortemente, sia éon un
impegno personale che con
mezzi e attrezzature che consentono di combattere questa
battaglia. Anche nella zona
industriale, con un intervento
di completapiento e di ampliamento del sistema di video
sorveglianza, vedrà altre 4-5
telecamere da aggiungere a
quelle già installate. Questa è
la strada che stiamo seguendo
e penso che sia nella giusta
dìrezione in sintonia con quel-
iffrhe sono le aspirazioni della
nostra comunità>>.
Il progetto del «Sistema di
videosorveglianza del Comune» inserito nell' «Obiettivo
città sicura», è stato finanziato per la somma richiesta
di 350 mila euro e realizzato
dalla ditta «Dab Sistemi Integrati Srl» di Roma nell'ambito del programma operativo
nazionale «Sicurezza e sviluppo-obbiettivo
convergenza
2007-2013».
OSTUNI
Le operaiioni
di
installazione
delle
telecamere
del sistema di
video
sorveglianza
LA. CìA7..ZETIA. DllM.EZZOGIORNO
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
tfti tiJ mRIUNIONE DI COMUNI ED ENTI CONSORZIATI
«Via Traiana racconta»
Secondo finanziamento
Am entro il 13 giugno: ammonta a763mila euro
• OSTUNI. I Sindaci dei comuni df Brindisi, Carovigno, Ceglie Messapica, Fasano, San Vito
dei Normanni; la Provincia di
Brindisi ed i parchi di Torre
Guaceto e Dune Costiere, si sono
riuniti nella «Città bianca» per
defmire gli atti da predisporre
entro il 13 giugno per il secondo
fmanziamento di 763.945.()0 mila
euro concesso alla seconda fase.
del Sistema ambientale e cUitu- ·
rale (Sac) denominato: «La: Via
Traiana racconta>>.
Domenico Tanzarella, sindaco
di Ostuni, comune capofùa, ha
convocato la riunione istituzionale sottolineando che «è un lavoro che stiamo portando avanti
da tre anni per una iniziativa che
abbiamo condiviso con la Regione
e, anzi, la prima parte costituisce
il progetto "bandiera", una specie
di avvio sperimentale delle iniziative che riguardano questi habitat naturali. L'obiettivo è quello
di mettere . in rete e di poter
utilizzare hl meglio le potenzialità
di questi territori attraverso l'utilizzazione e la fruizione dei beni
culturali e storici .che ci sono.
Questo è s4J.to fatto tant'è che c'è
un elenco di beni come le cattedrali, parchi e siti sia archeologici che ambientale e culturale
ricadenti nei 6 comuni. Siamo
riusciti ad ottenere un primo finanziamento di 625 mila euro per
il quale c'è stato il progetto esecutivo, la gara, l'aggiudicazione e
ora sta per partire in questi giorni, la parte didattica che è quella
preponderante mentre, successivamente, con un'azione negoziata
con la Regione, siamo riusciti ad
intercettare un ulteriore fmanziamento di 763 mila euro e ora
siamo nella fase della redazione
del progetto esecutivo per quest'ulteriore finanziamento. Ancora una volta sf dimostra che,
attraverso la partecipazione e la
condivisione di comuni importanti di questa provincia, si riesce
a mettere a punto un progetto
finalizzato a valorizzare. esaltare
ulteriormente, qualificare il territorio e la fruizione dello stesso
con particolare riferµnento agli 1
aspetti culturali ed ambientali».
L'incontro è stato utile per fare
il punto della situazione, per informare gli altri comuni dello
stato dell'arte di quest'ulteriore
fmanziamento visto che Ostuni è
il comune capofùa di questo progetto «La via Traiana>> che unisce
gli aspetti commerciali, culturali
e ambientali dei territori di quest'area vasta, di questa comWlità
per la quale si sta lavorando.
Oltre ai sindaci: Cosimo Mele di
Carovigno e.Alberto Magli di San
Vito, hanno preso parte assessori
e delegati dagli altri comuni e dei
due parchi per proseguire l'operazione che rappresenta il completamento ed il potenziamento
delle attività già avviate con la
prima azione bandiera e risponde
all'obiettivo di promuovere e potenziare le principali realtà ambientali e culturali presenti sul
territorio del Sac, aumentare il
numero dei beni da inserire nel
sistema di fruizione integrata,
incrementare i flussi di turisti e
visitatori destagionalizzati, recuperare e veicolare l'immagine
identitaria dell'area.
Gli Entipresentatori hanno individuano i beni da mettere a
disposizione del Progètto e da
destinare a Centri didattici. In
particolare si tratta del Museo
delle Civiltà Preclassiche, Parco
di Santa Maria di Agnano O'Anfiteatro) e l'mpianto di acquacoltura di Fiume Morelli di Ostuni; il Castello Dentice di Frasso e
la Chiesa di Santa Maria Assunta
in Cielo di Carovigno; la Chiesa di
Santa Maria della Pietà e quella
di San Giovanni a San Vito dei
Normanni;
Palazzo
Granafei._Nervegna, Porta Mesagne,
Porta Lecce e Bastioni San Giacomo a Brindisi; il faro del Borgo
marinaro di Torre Canne di Fasano; il Castello Ducale di Ceglie
Messapica e il centro visite di
Torre Guaceto.
COBBIEBE DELLA SEBA
t.,'OBHIEllE DEL MEZZOGIORNO
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
OSTUNI, LA CITTÀ BIANCA META GETTONATA DI-TURISTI
Fa parte della valle, anche Ostuni,
posta su una collina a pochi chilometri dal mare Adriatico nota con il
nome di "città bianca" per il colore
caratteristico della calce che ricopre
le éase del centro storico. Ostuni, rinomata meta turistica in provincia
di Brindisi, si presenta adagiata su
tre colli a 229 metri di altitudine,
conta 33.000 abitanti. Il centro storico, raccolto in cima a un colle, risulta visibile in lontananza dalla
costa, · dalla pianura litoranea e
dalle colline vicine, donando alla
cittadina un aspetto suggestivo.
Ostuni mare nel 2009 si aggiudica tre
ambiti riconoscimenti: la "capitale
dell'Altosalento" è tra le trèdici località italiane premiate con le "Cinque
Vele" di Legambiente· e T-0uring
Club, "Bandiera Verde" (primo
posto) per le spiagge ideali per i
bambini e riconfermata Bandiera
blu. Anche nel 2010 la Bandiera Blu
e la Bandiera delle Cinque Vele di Legambiente sventolano_ sulla Città
Bianca. Nel 2011, ancora una volta,
vessillo blu, vessillo giallo e vessillo
verde per. Osturii. Nel 2012 ricon, ferma Bandiera Blu, la diciottesima
dal 1987, anno di istituzione della
particolare certificazione. Nel 2013
. si replica con il diciannovesimo ves, sillo blu e il ·quinto stemma dèlle
"Cinque Vele" . La città è conosciuta
in tutto il mondo per il fascino fiabesco del suo centro storico con le
case dipinte di bianco.
·~
·~
. ·,!:
'·
L
Gliultimi appuntamenti cOlli soSteiiitori
.'. Chitlsura della caiìlpagn~ :~Jdt~r~l~; a~~~ija·fitta:di .
.appunta·m enti. Qµesta s.era {(}rè 2QBO) i ·.c~did;tti dél ~d
Fa~rizfo M.01,~fop.oli eJ\1aj.-ia ~:~a:ç~i~ ç~ucJer~nnò Ja lQro .
· camp~gna .~lejtor~le· pressf> · iJ ça~bàh
àrt ~fè;. s~l.ipat3
. ~i:!i1::J:·iili:'l:~3m14~:~~z~ri~;~trr;;;;:z~ ·•·
. ·· :~ella 'L1bertà, per il cqm~.~4ii,r.a,Ie :del· cand,dato sindaco, ·
··. l'avvocato.Nicola Saritoro:'.Sempre;domaiii ·sera ba2no 'di .
folla per il candidato sindaco del centrodestra, il generale
Gianfranco ,C()ppola: JI comizio di chiusura è fissato all~.
òre,J 8+3.o, :ilena V;ill~~~çomunale.;II :Movim'ento·Clnquè .. ;'. ..
Stelle, in campò éonJl eàndidatòsindaco Paolo Mariani,
chiuderà .là campagila :eléttorale :sempre ~onamtili ·piazza
Libèrtà.. (daHe 17) e un t9ur/in piazza Ita;li.a.~ ·. ~· .
I
Nella foto al lato, i cinque
càndidati sindaco di Ostuni.
Da sinistra, Franco Colizzi,
Nicola Santoro, Paolo
Mariani, Gianfranco
C5>ppol~ e Vito Semerano.
VERSO IL VOTO
Ostuni, le idee dei candidati
per il futuro della Città bianca
Conto alla rovescia anche a
Ostuni in vista delle consultazioni comunali del 25 maggio. Cinque j <.:andidati sìndaco e 558 in
corsa per il Consiglio comunale. Ventiquattro le )iste in campo: dicci in più rispetto alle pre-
QuotidiaiYo
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
cedenti eJezionj comunali
(2009). In un confronto a distanza, ecco idee e progetti di Nico-
la Santoro, Gianfranco Coppola, Franco ColizZI, Vito Semerano e Paolo Mariani. Sarà uno di
loro a raccogliere il '"testimone"
dalle mani del sindaco uscente
Domenico Tan7...arella.
QUARANTA alle pagg. 18 e 19
VERSO IL VOTO
Ostuni, ·24 liste per 5- candidati
di Nicola QUARANTA
- Amministrative 2014: conto alla rovescia in vista delle
consultazioni comunali del 25
maggio. Numeri e protagonisti
di una sfida animata da 558
candidati al Consiglio comunale. Ventiquattro le liste in campo: dieci in più rispetto alle
precedenti elezioni comunali
(2009).
A contendersi la fascia tricolore sono I' avvocatò Nicola
Santoro (a capo della rinnovata maggioranza uscente di centrosinistra), il generale Gianfranco Coppola (centrodestra),
il medico Franco Colizzi (Re-
te civica), l'ex vice .presidente
della Provincia Vito Semerano
(lista: c~vica) e l'ìnfenniere Paolo Màriani; Leader ostunese
del Movimento cinque stelle.
Sarà uno di loro a raccogliere
il "testimone" dalle mani del
sindaco uscente · Domenico
Tanzarella:, che molla le redini ci liste: "Coppola. sindaco per
il cambiamento'\ ·:eorza Italia,
del çomunj! dopo 12 anni.
.Lo .scenario, dunque. Nove Fratelli d'Italia, ''Lista Schittulsono)e liste a sostegno di San- li'', "ùst.Uni tricolore", Partiti)
i:òrò: Pd, Partito socialista, "0- delle aziende, ''Noi ora'', "Futuro giovani Ostuni", "La Pustuni che lavora", "Tanzarella glia
prima di tutto", ''No eu..:
per Ostuni'', Sei, "Progetto cit-·
là-Italia dei valori", "17 mar- ro" e Democrazia cristiana.
Fuori dai poli altre quattro
zo Liberi'', "Liberal", "Ostuni liste, a partire dal "Movimenin movimento" (sodalizio civi- to cinque stelle": per i grillini, '
co nel quale spiccano, tra gli guidati dal candidato sindaco
altri, anche alcuni candidati Mariani, è il debutto nella
espressione del Nuovo centro competizione amministrativa:
destra, legati all'ex presidente locale.
·
della provincia Massimo FerraDue, invece, le liste a suprese).
porto della candidatura a sindaIl centrodestra. invece, so- co di Colizzi ("Ostuni città
stiene la candidatura a sindaco nuova" e "Ostu.Ìl.i bene comudel vice presidente vicario del. ne") ed una in appoggio a SeConsiglio comunale con undi- merano ("Forte Tutuccio").
-.
91 tagli edi rischi per i servizi 8La scommessa delturismo
Il progressivo taglio -dei trasferimenti statali rischia di mettere in discussione quantità e qualità
dei servizi erogati dai Comuni. Come salvaguardare, a garanzia del cittadino, lo stato sociale locale?
8 T,ra verde e decoro urbano •
Arredo urbano e verde pubblico: dove sarebbe necessario intervenire e come l'amministrazione comunale potrà garantire il decoro, la manutenzione,
la fruizione responsabile della città?
La scommessa del turismo, uno dei più importanti
settori: quali .le priorità per favorire politiche di
sviluppo in grado di accrescere I'attrattività del
territorio e la ricettività?
La parità di genere in giunta
Agli elettori la possibilità di esprimere il doppio voto di preferenza nell'ambito della stessa lista. Parità di genere, dunque: come ne terrebbe conto in sede di formazione della giunta comunale?
O L'innovazione per il futuro . (Oln caso di ballottaggio
Le città si misurano e si sviluppano anche per la
loro capacità di attrarre e produrre innovazione,
attraverso risorse umane e finanziarie. Ostuni
2020 sarà al passo con i tempi se..•
Ipotesi ballottaggio. Gli ostunesi sarebbero eventualmente richiamati alle urne il prossimo 8 giugno: disponibile, nel caso, a firmare apparentamenti?
I
I
QIJo!id_iano
VERSO IL VOTO
lii11hllH1•ai1one•
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
Il programma del medico, supportato da "Ostuni città nuova" e "Ostuni bene comune"
«Un welfare generativo
e lopzione rifiuti zero»
• ·Franco Colizzi, medico e
candidato sindaco, supportato dalle liste "Ostuni città
nuova" e "Ostuni bene comune".
I) Il mio programma "Amministtare la speranza" propone
un "welfare generativo". Per le
persone senza lavoro, con
disabilità, senza casa, ex detenute, vedove (sono 2500), in
condizioni di grave disagio, immigrate stabili, povere o impo-
verite, va superato lapproccio
assistenziale di contributi e sussidi. n Piano dei servizi sosterrà· la dignità delle persone 'in·
difficoltà. evitando di renderle
passive e dipendenti, svilappando progetti di autonomia possibile, anche occupazionale. Le
persone sono un investimento,
non un costo.
2) Simbolo malinconico ed
eclatante di gravi carenze è
l'abbandono della villa comnna-
~
«Simbolo malinconico
di gravi carenze
è labbandono
della villa comunale»
La ricetta di Franco Colizzi:
«Cemento zero, Piano Urbanistico
Generale e risparmio energetico•
le. Ostuni è splendida ma occorre averne cura: modifiche strutturali su barriere arch.itettoniche, spazi e percorsi attrezzati
per tutti, manutenzione pennanente,coinvolgimento dci cittadini (Amministrazione condivisa e piattafonna partecipativa
www .arredourbano.org).
3) Se invertirà il declino
economico e sociale, offrendo
occasioni di lavoro a migliaia
di persone che non ce l'hanno,
nella visione di una città nuova
e del bene comune: opzione cemento zero e rifiuti zero, Piano
Urbanistico Generale, risparmio energetico negli edifici, investimento sulla conoscenza e
sui beni culturali, amministrazione per progetti interdipendenti, con finanziamenti pubblici e privati.
4) Priorità assoluta è passare dall'edilizia di consumo del
territorio a uno sviluppo basato
su qualità ambientale, cura della bellezza, cultura dell' accoglienza. Le politiche locali e di
area vasta vanno unificate attor- ·
no al turismo, il motore capace
di generare una ricchezza diffusa e non di pochi, con il protagonismo della rete delle imprese, del commercio e dei servizi.
5) Nelle istituzioni pubbliche il 50% di donne, nella comunità ostunese la meta è la
convivenza nonviolenta tra uomini e donne, attraverso la diffusione, educativa ed operativa,
di buone pratiche.
6) Abbiamo un forte progetto civico, siamo e resleremo apparentati con i cittadini. Non ci
accordiamo su spartizioni o incarichi. I candidati sindaco sottoscrivano le proposte caratterizzanti del nostro programma:
i nostri elettori sapranno scegliere.
Quo!idiano
VERSO IL VOTO
•m~a:it.'!i'1' 1 ''1 ì:tM
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
Le priorità per l'avvocato, sostenuto dalla maggioranza uscente di centrosinistra
«Mi sono impegnato:
nessuna nuova imposta>>
e Nicola Saotoro, candidato
sindaco per la riooovata
maggioranza uscente di centrosinistra, sostenuto da nove liste, Pd, Partito socialista, "Ostuoi che lavora",
"Tanzarella p·er Ostuni",
Sei, ''Progetto città-Italia dei
valori", "17 mal'7.o Liberi'',
"Liberal", ''Ostuni in movimento".
I) Ostuni ha le tasse più
basse della provincia di Brindisi, nonostante i tagli ci siano
ormai da anni. Io mi sono impegnato a non aumentare. nessuna imposta, mantenendo
quantità e qualità dei servizi
erogati ai cittadini, soprattutto
a chi ne ha più bisogno. Essere di centrosinistra significa
anche questo.
2) Intanto va attualizzata
l'idea della spina verde che va
~
Saremo più incisivi
nei controlli
e incrementeremo
la videosorveglianza
st>gno d I\ co a Santor~ ·
•Che Vlrano1a c.vent 1na Ost~n 2
oer res1oent1 cd i 1.ns1"
dalla pi37.Za al campo ~poc<11·11
e la wada parco, che r:t.:chiu·
da la cillà, una c1rconvallazio·
ne verde, idea forte per I' adozione del nuovo Pug. Saremo
più incisivi nei controlli grazie
anche alla videosorveglianza
che incrementeremo.
3) Se saprà coniugare le
proprie ricchezze naturali, il
proprio artigianato e le proprie
energie produttive, con una
modernità che dovrà vederci
punto di riferimento con i territori limitrofi. Oggi la competizione non è tra città ma tra territori. Ostuni sarà il fulcro di
questa aiione.
4) La priorità è favorire l'elevazione del livello qualitativo dell' offerta, per adeguarla
ai bisogni di un mercato esigente. Realizzeremo un portale web dcli' offerta turistica,
gestito dal Comune ·e a disposizione gratuita dei nostri operatori. Poi il mio sogno è far
diventare Villanova una Ostuni 2 per i residenti e i turisti.
.5) Questo argomento è un
dato acquisito nel centrosinistra. Basti guardare il parlamentp o lo stesso governo.
Per noi non è uno slogan, abbiamo molte donne, non solo
competenti ma anche molto atti ve poli ucamentc. '.\!on è una
qucsnonc numerica. ma qualitativa.
6) In questa campagna elettorale ho sempre voluto parlare agli elettori di quella parte
della sinistra che ba scelto di
correre da sola, chiedendo loro di riflettere. Non è il momento di scelte personalistiche
a danno della città. Questo
centrosinistra è ampio e c ' è
spazio per le istanze di tutti.
Quotidiano
VERSO IL VOTO I
1a
NR!I1l!1•M1111;1m
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
li leader dei grillini, infermiere.di professione, è al suo debutto nella competizione
«I cittadini partecipino
alle scelte sul bilancio»
•Paolo Marlani,.infenmere
di prOfessioue · e leader del
''Movimento cinque stelle" è
al suo debutto nella competizione amministrativa locale.
I ) Con la trasparenza. Se i
cittadini partecipano alle decisioru sul bilancio, si liberano
risorse in mille modi, dai rifiuti alle spese inutili, ai contratti
agli "amici". Ma è bene precisare che il M5S ha una strale-
gia di sviluppo economico efficace per creare lavoro e reddito per le PMJ. Questo . è un
punto cardine del nostro programma "Dieci stelle per Ostuni", perché la ricchezza distribuita è la prima condizione
per la giustizia sociale.
2) Serve una amministrazione che sappia pianificare la cura dei beni pubblici e motivare i cittadini attraverso campa-
"
Serve un governo
che sia in grado
di pianificare la cura
dei beni pubblici
Paolo Mariani non ha dubbi
sut:ipote5 d 03•·01agg o: """ M~e
ap;>~rerta~eni. o no o ora,
gne di diffusione di iniziative
dal basso .come il "guerriglia
gardening", gli orti urbani, il
volontariato di anziani, disoccupati, cassaintegrati. Poi serve una precisa strategia di comunicazione e sensibilizzazione. Se il cittadino non sente
: sua la città, non ne avrà cura.
3) ...saprà .guidare la terza
rivoluzione industriale e tecnologica che altrove è già cominciata. Noi proponiamo il distretto della. stampa tridimensionale, gli info point per J'energia rinnovabile, la decarbonizzazione dell'agricoltura, il
trasporto elettrico e a idrogeno, l'informatizzazione dei servizi e wi fi pubblico e gratuito
per tutti.
4) Pestagionalizzare è una
scienza esatta: serve un piano
che quantifichi dettagliatamen-
te quante presenze in più in
che mesi e come attrarle. Per
questo noi proponiamo percorsi nuovi legati all'agricolttira e
importanti eventi culturali.
Vanno valorizzate. le ·masserie
e l'albergo diffuso che si dimostra essere ua sistema ricettivo efficiente e apprezzato.
Fare rete coi territori limitrofi
e tra i tanti operatori del settore presenti nel nostro territorio
dovrà essere la regola numero
-uno.
5) L'ideale sarebbe avere
una giunta 50150. Noi prevediamo cli nominare gli assessori tramite bando pubblico aperto a tutti e votato da tutti i cittadini. La parità di genere ver-rà di conseguenza. Ma gli assessori devono essere competenti e non riciclati della partitocrazia tradizionale.
6) No. O noi o loro!
Quotidiario
VERSO IL VOTO
11 ~'8,;;u:'.~ 11 ~i:~~i:•.'
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
Gli obiettivi del generale. Per lui l'appoggio di undici team tra movimenti e partiti
«Aiuteremo i più deboli
puntando alle sinergie»
• Gianfranco Coppola, candidato del centrodestra, è sostenuto da 11 liste: "Coppola
sindaco per il cambiamento", Forza Italia, Fratelli d'Italia, ' 'Lista Schittùlli", ''0sturii tricolore'', Partito delle
aziende, "Noi ora", "Futuro
giovani Ostuni", "La Puglia
prima di tutto", "No euro" e
Democrazia cristiana.
I) La crisi ha determinato
un aumento di domanda di ser-
vizi, i tagli impongono la necessità di ripensarli. Razionalizzerèmo le risorse, sosterremo i più deboli e gli invisibili
e stipuleremo protocolli con le
associazioni operanti sul territorio: in questo mod9 soddisferemo il maggior numero di esigenze.
2) Decoro, verde e arredo
sono elementi essenziali di ciascun ambiente urbano, tanto
più in un contesto turistico. Ri-
9'
Rispetterò gli elettori
dotando la città
di amministratori
capaci e competenti
Gianfranco Coppola afferma:
«Ostuni sarà al passo coi tempi
se saprà attrarre risorse•
qualificheremo tutte le aree strategici di crescita. Infine,
verdi, sistemeremo asfalto e il- promozione: su scala sia nazioluminazione e ripenseremo il nale. sia internazionale, attra·
traffico. Avvieremo anche un verso politiche mirate di espo·
'
programma di sensibilizzazio- sizione mediatica.
5) Rispetterò la parità di gene e di controllo, coinvolgendo anche la cittadinanza attiva. nere perché è un valore aggiunto. Ma in primis rispetterò gli
3) Se sarà una smart ·city e
saprà attrarre risorse, ad esem- elettori, dotando !a città di una
pio, attrave••" la panecipazio- squadra fatta di amministratori
ne a bandi competitivi europei. competenti per l'ambito che
L'intera amministrazione deve gestiranno, ma che soprattutto
siano di buona voloòtà e privi
indirizzarsi verso I'innovazio- di conflitti d'interessi. Basta dine, valorizzando !e più varie lettanti allo sbaraglio!
competenze operanti su! territo6) Non mi preoccupo tanto
rio e stipulando convenzioni, di apparentarmi con i partiti e
anche con g!i Atenei del terri- con le strutture di aggregaziotorio.
ne del consenso. Il mio primo
4) Sono tre:· tutela, strate- apparentamento è con tutti i
gia, promozione. A.d una co- cittadini di buona volontà; che
stante e competente tutela af- · mettono al primo posto il bene
fiancheremo sinergie fra gli e gli interessi della comunità.
operatori e lamministrazione E che quindi perseguono il
per lorganizzazione di piani cambiamento.
I
I
'
I
Quotidiaii"i)
VERSO IL VOTO
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
Per l'ex vice presidente della Provincia la' civica "Forte Tutuccro"
«La tassa di soggiorno
andrebbe subito abolita»
• Vito Semerano, ex vice presidente della Provincia di
Brindi~i, è sostenuto dalla lista civica "Forte Tutuccio".
1) La salvaguarda dello stato sociale locale passa necessariamente attraverso la costruzione di un'economia più equa
nella comunità ostunese ispirata ai principi solidaristici e sussidiari. Tutti i servizi comunali
vanno ripensati nell'ottica di
questi principi; occorre creare
un sistema che preveda una forte collaborazione e integrazione tra pubblica amministrazione, imprese, sindacati, privato,
sociale, no profit, volontariato
e parrocchie nella progettazione ed erogazione dei servizi al-
la persona. Oggi si spende prevalentemente il budget assegnato alla Regione Puglia, attraverso i Piani Sociali di Zona, per
l'assunzione di assistenti sociali che hanno tanto il sentore di
assunzioni per pochi privilegiati. Ebbene, è opportuno e necessario destinare queste somme per rafforzare servizi fondamentali come l'assistenza domiciliare agli anziani e la mensa
scolastica e, in generale, per
tutto il welfare comunale.
2) A mio avviso bisognerebbe nominare un responsabile,
ma responsabile serio, per sovraintendere la manutenzione
del· verde e del decoro pubblico, 365 giorni all'anno. Inoltre
Per Vito Semerano le
spiagge sono una priorttà:
«Sarei per dare deroghe
per stabilimenti balneari a
tuna la costa ostunese
e sarei favorevole alla
nascita di piccoli alberghi,
pensioni o agriturismi»
~
Bisogna rafforzare
l'assistenza domiciliare
agli anziani
e la mensa scolastica·
è importantissimo rivitalizzare
la Villa comunale, luogo di incontro, per il momento, di anziani e piccini.
3) Sarà al passo con i tempi
se riusciremo a tenere pulita la
nostra Ostuni, se ci sarà più organizzazione con i trasporti urbani, se il centro storico sarà
vigilato 24 ore su 24 dalle forze dell'ordine e se si creasse
qualche servizio igienico in
più. Sarebbe ideale anche far
in modo che durante la giornata (e la notte) gli operatori ecologici facessero più volte il giro del paese per ritirare i rifiuti
davanti ai locali pubblici.
4) Partiamo dalle spiagge:
io sarei per dare deroghe per
stabilimenti balneari a tutta la
costa ostunese; sarei favorevole alla nascita di piccoli alberghi, pensioni o agriturismi in
deroga al Prg, senza far pagare
niente per le urbanizzazioni e
le concessioni. Abolirei, se fosse per me, la tassa di soggiorno, perché ~ impensabile che
un turista, attratto da Ostuni e
dalla bellezza, debba pagare anche detta tassa per soggiornarvi.
5) Io sono per la parità dei
sessi; anzi forse le donne lavorano più degli uomini. Non ho
pregiudizio alcuno.
6) . Sono
per
la
governabilità. La risposta ·è sì,
sì, sì.
LA. GAZZETIA DEL MEZZOGIORNO
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
CITTÀ BIANCA OGGI ALLE 12 IN MUNICIPIO
Si presenta la« Storia
di Ostuni a fumetti»
• OSTUNI. Sàrà presentato questa mattina, alle ore 12
nel salone comunale, l'opera «Storia di Ostuni a fumetti» che sta per essere pubblicata dalla «LAB Edizioni» di Altamura nata dalla manifestazione «Ostuni:
una città a fumetti» organizzata fin dal 2010 da Fio·
riverili di Lecce e dal Rotary Club Oshriii-Valle
d'Itria-Rosa Marina, con il sostegno determinante
dell'Assessorato alle Attività produttive con l'assessore
Nicola Lo Tesoriere.
L'opera è un nuovo modo di raccontare la nostra città
a un pubblico vastissimo, e verrà realizzata anche in
inglese ed in versione e-boOk.
Interverranno alla presentazione il Sindaco Tanzan~lla; l'Assessore alle Attività produttive, Lo Tesoriere; l'editore, Antonio Ferrante; lo sceneggiatore del
volume, Ferdinando _Sallustio (Rotary Club Ostuni) e il
disegnatore, Donatello Pentassuglia. Verrà presentato
agli intervenuti, il primo dei quattro capitoli dell'opera:
"Una parola nuova" relativo alla Preistoria e l'opera
sarà completata in poche settimane con gli altri periodi
della storia ostunese, e gli approfondimenti su "TI duello
dei Cappuccini" (1665), "Il brigante e il pover uomo"
(1799-1862) e "Ostuni la Città Bianca" (1941-oggi).
1
L..\. GAT.LETIA DELMEZZOGIOR.l\l"O
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
OSTUNI
DOMANI ALLE 18.30
-«Coltivare la passione
per le cose belle
e buone» all'Uniteos
e OSTUNI. «Coltivare la passione per le
cose belle e buone. L'esempio di Nicoletta
Petrachi)); questo il tenia dell'incontro che si
terrà domani, con inizio alle ore 18.30,
/nell'ambito del XXIV anno accademico
dell'«Università delle tre età» patrocinato
dal Comune. Presso l'auditoriwn della Biblioteca comunale .«F. Trinchera senior>>,
relazionerà la prof. Luisa Prudentino, ricercatrice di lingua e cultura cinese presso
l'Università del Salento di Lecce. Introdurrà
il· presidente, prof. Lorenzo Cirasino che
presenterà la relatrice mentre interverrà il
Sindaco· Tanzarella. L'incontro riveste un
particolare momento per ricordare colei
che è scomparsa di recente e che si è spesa
per quest'associazione dando grande impulso alla diffusione dei principi dell'Unitrè
come momento d'aggregazione degli runici
meno giovani e della diffusione della cultura e dell'arte. Il programma di incontri,
appuntamenti ed iniziative aperti a tutti che
l'associazione culturale porterà avanti in
quest'ultimo trimestre sino al 6 giugno,
comprende. altri momenti socio-culturali
mentre-!1. prossimo 4 giugno si svolgeranno
·1e elezioni per il rinnovo del consiglio direttivo e del collegio. sindacale dell'istituzione.
[A. GJ.
Qt1~!~~.!_anò
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
TRIBUTO A VASCO ROSSI
PER LA SERATA XXL PUB
• Si chiude in bellezza sabato la
stagione dell'XXL pub di Ostuni.
Dalle 22.30 in poi sul palco si
alterneranno i Libera Nos a Malo, la
Combriccola di Vasco e a seguire dj
set per ballare fino allé prime luci
. dell'alba. L'ingresso è libero con
consumazione obbligatoria
:ca ;gv '.' ~ 'J!4
14•!V'.' al 1w;1 '
s1 DISPUTA suL CAMPO DELLA DIAMO NO LA GARA
J
°' RITORNO DEI GIOCHI FINALI
La Cestistica Ostuni oggi aFoggia
. ' . ·siamo al ·~eoon!lo· atto .della semumalé
play offdi serie C2 di pallacanestro; Ed.oggi,
fucrocfando le dita, per i giallo-blu della Città
Bianca; P<:>trebbe. essere il giorno della conquista dellà:finale per i'accesso alla serie B2.
La Cestistica· Ostuni sarà di scena questà
séra iri terra dauria per affrontare la Diamond
Foggia-, battuta nettainente all'andata con un
eloquente +28 (Sa-40)... · · • .
·. ·
Per i ragazzi di èoaéh Beppe Vozza le
_condizioni ci sono tll.tte per chiudere i conti ed
approdare in finale play. off, attendendo la
vincente della sfida parallela tra l'Olimpica
Cerignola e la Nuova alius· San Severo, con il
primo round che vede avanti quest'ultima
(82~51). ·. Appuntamento, quindi, questa sera
alle ore 20,30 al palazzetto dello sport «Russo»
del capoluogo dauno con la direzione arbitrai.e
affidata alla coppia Simone Mauro Porcelli
di Corato ed Angelo Paradiso di Santeramo.
subito il solco dagli avversari con un +6 (10-4),
e che faceva capire quali erano .le intenzioni
dei padroni di casa.
_
La musica non cambiava nel seguito della
partita tanto che il primo quarto evidenziava
ni.
. Ma andiamo per ordine: Il coach gialloblu un +2 (13-11), ma la svolta che portava i locali
'1!0le ripartire dalla brillante prestazione mo- a pensare in anticipo alla gara di questa sera
strata domenica scorsa in casa con una vit· arrivava all'intervallo lungo con un +20 (36-16)
toria schiacciante emersa alla· Iuce dei due che si commenta da solo. Ora siamo al ritorno
tempi che non hanno concesso spazi ai dau· e capita.ilo Morena e compagni vogliono chiudere la disputa per godere di un. riposo più
ni.
Gara uno è durata poco più di un tempo con lungo in vista dalla finale. Di certo nel panna Cestistica Qstuni che si presentava in lazzetto danno ci sarà un clima «caldo», ma i
campo con il roster composto da Marseglia, tifosi gialloblu non aspetteranno a casa con le
Argentiero, Morici, Caloia e Morena. Una mani conserte gli eventi e sono pronti a non
gara che ha mostrato la forza di volontà di un far mancare il proprio incitamento nella sfida
Caloia intenzionato a recuperare da subito il delicata per il passaggio di turno.
terreno perso, dopo le due gare saltate per
Per il coach Vozza non si registrano desqualifica. Infatti suonava proprio lui la carica fezioni con tutti gli effetti pronti a dettar legge
con una bomba che consentiva di segnare anche in trasferta.
[Tom. Vet.]
·Per regolamento se dovesse emergere una
parità sul computo delle vittorie tra le due
squadra si approderebbe alla decisiva «bella»,
prevista per domenica al palasport di Ostu-
IA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
~!?.
CESTISTSICA OSTUM Mimmo Morena
L.\. GAZZETIA DEL MEZZOGIORNO
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
«Prodi sbaglia, sul petrolio
leggende metropolitane»
e «Ogni volta che lobby affaristiche
devono speculare si grida al rischio blackout energetico per ingannare l'opinione pubblica. Bisogna agire sull'ottimizzazione della rete di trasmissione
dell'energia, che perde il 18% del prodotto distribuito». È l'attacco di Nichi
Vendola, leader nazionale di Sinistra
ecologia e libertà, presidente della regione Puglia, alle multinazionali della
produzione di energia da fonti fossili.
«Dobbiamo lavorare -ha detto Vendola ·
per salvaguardare il nostro patrimonio
ambientale. Pernoi stessi e per chi verrà
dopo di noi».
Nei giorni ~corsi era stato il presidente del Consiglio regionale, Onofrio
Introna, ad affrontare la questione
energia da fonti non rinnovabili. L'occasione era stata un intervento di Prodi,
il quale aveva addirittura parlato di possibilità di raddoppio dei volumi di pe,_ trolio da estrarre tra la Basilicata e le
coste pugliesi. «Sgombriamo ancora
una volta - ha detto Introna - il campo
dagli equivoci: gli idrocarburi nei nostri
mari sono scarsì e per niente pregiati. È
una leggenda metropolitana quella che i
giacimenti adriatìcj garantirebbero un
raddoppio della produzione petrolifera
italiana. Se non bastassero come deterrente i problemi certi di subsidenza dei
suoli terrestri conseguenti ai prelievi,
sarebbero sufficienti uno sversamento o
una macchia oleosa per danneggiare pesantemente tutte le economie che dipendono dal mare». Attività in molti
casi flòride, che assicurano reddito a
lavoratori, famiglie, imprenditori.
Sulla Croazia, nazione frontaliera rispetto alla Puglia, che avrebbe «liberalizzato» lo sfruttamento delle proprie acque per consentire alla multinazionali
di trivellare petrolio sui propri fondali
interviene invece Giovanni Epifani,
consigliere regionale Pd. ·« «L'Europa
non può accettare il paradosso di un
vuoto legislativo in campo energetico
che consente alla Croazia di trivellare il
fondale marittimo a pochi chilometri
dal territorio italiano. Così come avviene per il lavoro che in alcuni Paesi Ue è
diventato molto appetibile per le imprese straniere poiché scarsamente regolamentato, lo stesso fenomeno sembra si
stia replicando in campo ambientale».
l
DANNI ALL'.AGRICOLTURA
Sospetti su un campione del batterio arrivato a
Bari, nel 201 O, per un confronto sulle malattie
delle piante tra esperti agronomi ebiologi
I magistrati indagano
sull'epidemia di Xylella
~Si cerca chi ha portato nel Salento il batterio killer delle piante d'ulivo
1
LINDA CAPPEU.O
e LECCE. In che modo il batterio
killer Xylella fastidiosa è arrivato
nel Salento? E ancora: è giusto .
estirpare le piante degli ulivi parzialmente malate nella speranza di
circoscrivere e fermare l'epide·
mia? Sono queste le domande alle
quali, adesso, dovranno rispondere
i consulenti della Procura della
Repubblica di Lecce.
Il pubblico ministero del pool
reati ambientali Elsa Valeria Mignone ha aperto un fascicolo per
fare piena luce sull'origine del batterio e sulle modalità poste in atto
per contrastare la sua diffusione. A
dare l'incipit all'inchiesta sono stati tre esposti, presentati dalle associazioni ambientaliste, in cui si
chiede alla magistratura di fare
piena luce sul fenomeno Xylella.
Nelle carte finite sulla scrivania
del pubblico ministero si fa esplicito riferimento al convegno Cost
2010, tenutosi a Bari, durante il
quale agronomi e biologi di fama
internazionale si erano posti come
obiettivo quello di formare figure
professionali c_b.e potessero curare
le più svariate malattie delle piante. E tra queste vi era proprio
quella causata dal batterio Xylella,
del quale fu portato rm campione.
Possibile, sostengono gli ambien·
talisti, che a distanza di tre anni il
batterio si sia diffuso in maniera
così vasta proprio nel Salento? Si è
davvero trattato di una coinciden-
SOTTO
ATTACCO Gli :
ulivi pugliesi ,
1
in preda al
batterio killer
Nella foto
accanto al
titolo i
presidenti di
Consiglio
Introna, e
giunta
regionale
Vendola
za? Gli investigatori lo stanno verificando.
Il 15 maggio scorso gli uomini del
Nucleo investigativo del Corpo fo.
restale di Lecce, agli ordini
dell'ispettore Antonio Panzera,
hanno bussato alle porte dell'osservatorio fitosanitario regionale e
dell'Iam (Istituto agronomico mediterraneo) per acquisire tutti gli
atti relativi al convegno del 2010.
La docwnentazione verrà esaminata con attenzione, anche se pare
che ci siano infinite modalità di
diffusione del batterio Xylella.
Un altro aspetto dell'inchiesta,
invece, riguarda le misure di pre·
venzione adottate dalla Regione
per evitare la diffusione del batterio. Nello scorso autunno, il personale della forestale ha sorvolato
tutte le zone della provincia, per
individuare il focolaio: l'area maggiormente colpita risultava essere
quella compresa fra Gallipoli e
Ugento. Fino al mese di aprile, poi,
sono stati abbattuti 104 esemplari,
che manifestavano i primi segni
della malattia: questo per evitare
che venissero contagiati altri ulivi
o altre specie vegetali. Gli agricoltori, però, si sono ribellati, sostenendo che in realtà gli alberi
abbattuti erano sani.
Drmque, è davvero questo il rimedio per arginare il fenomeno
Xylella? O ci possono essere degli
interventi alternativi? Questo è un
altro nodo che l'inchiesta dovrà
sciogliere.
A breve la Procura nominerà un
pool di consulenti, specialisti competenti capaci di dare lè risposte
che la magistratura sta cercando.
\
1
',
Il Codacòns chiede a Renzi e a Padoan
un'unica data per il pagamento della
prima rata, che valga in tutte le città
LJ\. GA72E1IA DEL MEZZOGIORNO
GIOVEDI' 22 MAGGIO 2014
Tasi, e'èla proroga
fino al 16 ottobre
Fassino: Io Stato deve a~ticipare i soldi ai Comuni
ANCI
Il presidente
Fassino
cl contribuenti
delle città
che non hanno
approvato
le a6quote Tasi
pagheranno
il 16 ottobre•
• ROMA. Alla fine è proprio grado di far pagare già a giugno te>>. Ma appunto il Codacons inil rappresentante dei Comuni, · awnentano: attualmente sono siste: ((Laprprogadel pagamenPiero Fassino, ad annunciare la 1.385 le delibere pubblicate to della Tasi deve valere per tutdata esatta dello slittamento (martedì erano 1.200) e 122 sono ti i cittadini altrimenti saranno
inevitabili le azioni legali e i
della prima rata Tasi: il 16 ot· in lavorazione. ·
tobreenonpiù i1I6giugno. Ora
E mentre le date sembrano ricorsi da parte dei contribuenperò si attende il decreto del ormai acquisite si continua a ti». L'associazione ha inviato
governo nel quale la scadenza discutere stùl'impatto 2014: Fas- una formale diffida al presidenSarà messa nero su bianco. Ma i sino spiega che «i contribuenti te del Consiglio, Matteo Renzi, e
Comuni che intanto sono in delle città in cui non sono sono al ministro dell'Economia, Pier
state approvate le aliquote Tasi Carlo Padoan, chiedendo di non
pagheranno il 16 ottobre con introdurre scadenze diversifialiquote che i Comuni stabili- cate sul territorio, per il pagaranno entro il 31 luglio». Ma mento la tassa e posticipare la
sottolinea: lo Stato deve comun- scadenza per tutti i cittadini ad
que anticipare i soldi ai Comu- ottobre.
ni che non incasseranno la Tasi
«La maggioranza dei contria giugno. Fassino esclude an- buenti sta vivendo nell'incerche che la Tasi costerà più della tezza più assoluta», osserva
vecchia bnu sulla prima casa: l'associazione. Ciò «evidenzia
((Su questo fanno testo le ali- un chiaro ed illegittimo operato
quote. L'Imu era minimo al 4 da parte della pubblica ammiper.mille, e mediamente si ar- nistrazione che, stabilendo date
rivava al 5 o al 6. Ora la Tasi diverse per il pagamento della
minima è 2,5 per mille che può Tasi, andrebbe in chiara vioessere incrementata al massi- lazione dell'artieolo 3 della Como al 3,3 per mille. È evidente stituzione e in possibile violache sulla prima casa si spende zione delle norme contenute I
meno».Estùl'ipotesidelricorso nello Statuto del contribuente.
alla Consulta annunciato dai
Il Codacons chiede, dunque,
conswnatori commenta: «Si è formalmente al presidente del
trovata una soluzione ragione- Consiglio e al ministro
vole, spero che non ci sia solo il dell'Economia <<\Ul intervento
tarlo del ricorso da qualche par- immediato al fine di individua-
re, per tutti i Comuni, una un(·
ca data di scadenza per il pa·
gamento rfolla prima rata della
Ta<1 L·~~str lil~ i om· rh i Prl~ \·
.. ~·.r:m111v il rlirtt!Jalla tr:i ~pa ·
rPnza. al.h corrertil gPst10111• ,. 1J
buon andamento cle;Je pubhll·
rhr amm111tstl"azio111, .~ tut~I;;.
re i contribuenti, nel rispetto
della legge.
A parte i ricorsi ci sono ancora dubbi anche sull'effettivo
peso dell'imposizione: la Cgia
ad esempio ricorda che il gettito
della Tasi 2014, come risultante
dalla Relazione tecnica allegata
alla legge di stabilità, dovrebbe
essere pari ad almeno 3.764 mi·
!ioni di euro. II calcolo effettuato dai tecnici del ministero secondo la Cgia - si basa sull'ipotesi che il tributo sia applicato con aliquota base
alJ'JxlOOO. Ma - spiegano gli artigiani di Mestre - analizzando
le delibere pubbiicate sul sito
del Dipartimento delle Finanze, si rileva che le scelte delle
amministrazioni comunali sono tra le più varie. Pertanto diventa difficile stimare non solo
il gettito della Tasi, ma anche
quello dell'Imu. E questo avrebbe un effetto rilevante anche sul
mercato immobiliare: «Fino a
qualche anno fa - ricorda il segretario della Cgia Giuseppe
Bortolussi - l'acquisto di una
abitazione o di un immobile
strumentale costituiva un investimento. Ora, chi possiede
una caSà o un capannone sta
vivendo un incubo».
Francesco Carbone
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
1 584 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content