close

Enter

Log in using OpenID

Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA

embedDownload
Comune di Ostuni
Ufficio Stampa
RASSEGNA STAMPA
selezione di ritagli-stampa ad uso del destinatario - non riproducibili
martedì 28 ottobre 2014
Sommario
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Politica. Plebiscito per il ritorno di Silvestro Iaia alla guida del Pd (Quotidiano)
Comparto agricolo. Creare un marchio per i prodotti locali (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Un marchio per il comparto agricolo (Quotidiano)
Piano So-Urban: Terreni trasformati in orti (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Incontro. L’ulivo e l’olio, beni preziosi per il territorio brindisino (La Gazzetta del Mezzogiorno)
“Millenari di Puglia”: Le escursioni per Ognissanti (La Gazzetta del Mezzogiorno)
“Millenari di Puglia”: La magia del bosco (Quotidiano)
Appuntamento. Silent Disco Party sulla Scalinata Antelmi (Quotidiano)
Appuntamento. Cena e musica all’XXL Pub con i Contromano Project (Quotidiano)
Sport. Grande successo al tensostatico per il tiro con l’arco (Quotidiano)
Sport – Basket. Cestistica Ostuni ritorna “pirata” (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Sport – Calcio. Carbonella ha dato vigore all’Ostuni (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Le eccellenze. Il pomodoro “regina” strega Toscani (Quotidiano)
Ambiente. Trivelle, ricorso alla consulta (Quotidiano)
Puglia. Borsa del turismo, la carica dei 220 (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Emittenza locale. Rischio di spegnimento per dodici Tv pugliesi (La Gazzetta del Mezzogiorno)
a cura di:
Natalino Santoro
Francesco Pecere
Emilio Guagliani
L'elezione del nuovo coordinatore e un centrosinistra da ricostruire
Quotidi-.
v
,
MARTEDI' 78 OTTOBRE 2014
un po' renziano e un po'
plebiscito per il ritorno
di Danilo SANTORO
Il cambio di passo è nei metodi non negli uomini. Dopo
un lungo commissariamento,
preceduto dalle dimissioni di
due giovani segretari (Giuseppe Tagliente e Maurizio Flore), il partito democratico di
Ostuni, ritrova l'unità neli'ultimo congresso: Silvestro Iaia,
già segretario per tre anni dal
2009 al 2012, diventa il nuovo
coordinatore cittadino con quasi 1'80% (457 voti). A ciò si
aggiungono i trentanove delegati (su un totale di cinquanta)
della sua mozione eletti nel coordinamento cittadino. Vertice
del partito unito sul neo segretario: il plebiscito ottenuto, nei
numeri, conferma come i massimi esponenti del pd locale,
dal consigliere regionale Giovanni Epifani gi senatore Salva:
tore Tomaselii, abbiano valutato con fiducia la candidatura
ed il ritorno neiio scenario poiitico cittadino di Silvestro Iaia.
Due gli aspetti che maggiormente sono emersi neli'ultimo
Basta stanze chiuse:
i problemi della gente
devono essere
il faro della nostra guida
Il neosegretario
Silvestro laia
congresso: una nuova autonomia dei democratici e l'assunzione di responsabilità nei confronti dei cittadini. La costruzione di un nuovo centrosinistra nella Città bianca sembra
una delle prime priorità a cui è
chiamato a dare risposte il neosegretario: ma quale sarà la
piattaforma politica dei Pd
ostunese? «Non può essere il
centrosinistra uscito sonoramente sconfitto nelle ultime
amministrative. Niente più riunioni o chiusure nelle stanze.
Devono essere i problemi della
gente il faro del nostro operato». I1 segretario Iaia archivia
il recente passato puntando sul
nuovo ruolo di guida che il partito potrà avere nella città di
Ostuni neii'arnbito di una coalizione di centrosinistra, tutta da
ricostruire. «I1 Pd esce unito
da questo congresso - ribadisce Pierluigi Sozzi, l'altro candidato nel recente congresso ora dobbiamo riappropriarci
delia nostra identità di partito
e di guida di un rinnovato centrosinistrw.
A portare un contributo im-
portante nella dialettica all'intemo del partito i giovani democratici, che si spingono oltre. l'ambito locale, marcando
la parola "sinistra" come guida
del loro futuro, e privilegiando
una visione plurale ad una leadership unica: «Tra l e o p o l d i ~
e gente di piazza ci schieriamo, oggi e sempre, dalla parte
della sinistra, di quella che sa
ascoltare la gente. Certamente
fatichiamo a stare al fianco di
chi afferma che gli scioperi vadano regolati prendendo ad
esempio Russia e Cina. Ad
Ostuni ci auguriamo che con
l'elezione di Silvestro Iaia, maestro prima che compagno di
partito - chiudono i Giovani
Democratici - possa emergere
fortemente l'identità di questo
partito, che tenga sempre presenti le istanze di sinjstra ma
che le coniughi ,gon le esigenze che la rapida kvoiuzione del
mondo comporta»:
Cresce in&nto nella Città
bianca l'area che sosterrà Gugiieimo Miiiewini aile prossime primarie di centro sinistra
a livello regionale. Apprezzano
l'arrivo del nuovo segretario
cittadino e contemporaneamente guardano con attenzione all'ambito nazionale, con rnaggiori aperture .verso .un possibile
rinnovamento globale della politica: «L'elezione di Silvestro
Iaia e la linea politica uscita
vincente dal congresso, celebrano l'orgoglio di un partito che
da oggi guarda e pensa, in modo autonomo, al futuro senza i
fantasmi e le alleanze del passato. Non &amo e non saremo
mai semplici fans o tifosi del
leader Renzi, ma valutiamo
con favore il suo approccio nel- l
la speranza che riesca a riconnettere fatti concreti alle straordinarie parole e speranze che
stanno costruendo un importante consenso. Minervini in Puglia ne ha già dato prova concreta consegnando ai ragazzi
pugliesi un novo modo di intendere le politiche giovanili: non
"sistemando" i giovani ma dando loro la possibilità di far
emergere le loro e la loro inventiva e di trasformarla in impresa».
L4 GAZZETIA DEL MEZZOGiORNO
MARTEDI' 28 OTTOBRE 2014
C.OMPART0 AGRICOLO DA RILANCIARE
Creare un marchio
per i prodotti locali
9 OSTUNI. Si è svolto nei giorni scorsi un primo
incontro informale circa le problematiche del comparto
agricolo di Ostuni.
Ali'incontro, sollecitato dall'assessore aile Attività
Produttive, Claudia Trifan hanno partecipato Luigi
D'Amico delia C.1.A e Matteo Tanzarella deila U.I.L. .
Da questo primo incontro è emersa la volontà di
creare un marchio rappresentativo di Ostuni, che
esprima la qualità e la specificità dei prodotti agricoli e
artigianali e che siano espressione deli'identità del
nostro territorio.
Puntare sulla commercializzazione di questi prodotti
sotto il marchio qualitativo Ostunese, in tutte le filiere
disponibili nel comparto economico della città rappresenta l'obiettivo per ridare fiducia concreta al
comparto agricolo.
Dail'incontro è poi emersa la proposta di utilizzare
alcuni locali, sèguendo l'esempio dell'EATAIY di Bari,
con l'obiettivo di commercializzare e valorizzare i
nostri prodotti locali e permettendo in questo modo la
ricaduta economica sul nostro territorio oltre che
stimolare i cittadini al consumo di prodotti a chilometro zero.
Infine si è concordato di indire un successivo incontro alla presenza di tutte le organizzazioni di
categoria, già Invitate e impossibilitate a partecipare,
con l'intento di sviscerare eventuali altre proposte e
problematiche.
/a. gw.1
1
1
QuddiaZ6
L ..
-,.n
r
MARTEDI' 28 OTTOBRE 2014
Un marchio per il comparto agricolo
8 Si è svolto nei giorni scorsi un primo
incontro informale circa le problematiche
del comparto -agricolo di Ostuni. E emersa
la volontà di creare un marchio
rappresentativo di Ostuni, che esprima la
qualità e la specificità dei prodotti agricoli e
artigianali e che siano espressione
dell'identità del nostro territorio. L'obiettivo
è puntare sulla commercializzazione di
questi prodotti sotto il marchio qualitativo
ostunese.
L4 GAZZElGl DEL MEZZOGIORNO
MARTEDI' 28 OTTOBRE 2014
UI FIRMA ACCORDO CON IL CONSORZIO PER41 BIOLOGICO (CIBI)
Terreni trasformati in orti
a Taranto, Bari e Ostuni
Piano So-Urban, stop al consumo di suolo
!
,Trasformarq in orti urbani
biologici- con annessa vendita - i
terreni abbandonati ali'incuria
in città e periferie, creando rnicro attività imprenditoriali e reti tra agricoltori, operatori anche non agricoli,fasce disagiate,
scuole e consumatori. Questo
l'obiettivo del progetto sperimentale So-Urban,incentrato su
Bari, Taranto e Ostuni, che ha
mosso in miglia il primo passo
con la firma del partenariato tra
Cibi - Consorzio Italiano per il
Biologico (capofila), Comune di
Bari, Università di Bari, Consorzio miglia Natura, la coop. bio
Solequo e la società di ingegneria ambientale Eco-Logica.
Finanziato daiia Ue (Programma Life - Ambiente), il progetto parte dal contrasto al «consumo di suolo))che si realizza
nelle aree urbane per i processi
di urbanizzazione e di impermeabilizzazione. Processi aggravati daiio stato di degrado e
abbandono in cui spesso versano i suoli urbani inutiiizzati, in
un contesto generale di rassegnazionee incuria da parte della
comunità locale. La strategia di
So-Urbanè incrementare la consapevolezza di quest'ultima per
modificare stili di vita e modelli
di consumo attraverso la creazione di. micro attività imprenditoriali che svolgano il duplice
ruolo di recupero territoriale e
sviluppo socioeconomico.
il progetto prevede varie azioni pilota. Una prima è destinata
agli agricoltori urbani e a tutti i
soggetti che hanno interesse per
le attività di naturalizzazione e
la coltivazione di terreni incolti
nelle aree urbane e suburbane
degradate. Un'altra azione è rivolta al mondo della scuola primaria e coinvolge bambini, insegnanti e genitori attraverso il
cibo tradizionale e l'agricoltura
biologica. Previsto poi il monitoraggio degli effetti del progetto, sia in termini di contrasto
alla perdita di terreni in area
urbana sia di crescita del modello di consumo.
'
L4 GAZZE11;4 DEL MEZZOGIORNO
MARTEDI' 28 OTTOBRE ,2014
L'ulivoe l'olio, beni preziosi
del territoriobrindisino
cb Oggi e il 10 novembre, aile ore 17.00,il Club Unesco di
Brjndisi .in collaborazione-con il Museo Archeologico Provinciale "E Ribezzo" e con patrocinio della ProWicia di '
Brindisi, propone, neJl'auditorium del Museo, due incontri che
hanno per oggetto l'ulivo e l'olio, dal titolo il tesoro verde L'ulivo da1.a leggenda al prodotto Bnito. Nel primo incontro il
dottor Gianhi Pofi, appassionato studioso degli olivi plurisecolari e monumentali, autore di numerose pubblicazioni,
relazionerà sul tema: L'ulivo dalla leggenda ad oggi. La conversazione sarà accompagnata dalla proiezione di immagini e
verterà sulle scopertepiù recenti attinenti alla "civiltà dell'olivo", nei suoi molteplici aspetti: dai risvolti sociali alla costruzione' del paesaggio .e aile tecniche colturali, dalla produzione di olio alle piantemonumentali.Nel secondoincontro,
il dottor Gianfranco Ciola, dìrettore del Parco Regionale delle
Dune Costiere, dopo la proiezione diimmaginia tema, a cura di
Pietro Dell'OLio, relazionerà su: L'ulivo oggi: sostenibilità mbientale ed economica. A conclusioneuna breve relazione sulla
produzione di olio biologico in terra di Brindisi.
,
L4 Gl2ZEXJ.A DEL MEZZOGIORNO
MARTEDI' 28 OTTOBRE 2014
Le escursioni
Ostuni, in bici o anche a piedi
-
associazioneMillenari
di miglia, in occasione
della festa di Ognissanti, propone per sabato
una escursione panoramica che lascerà senza fiato, per la bellezza dei
luoghi, per la natura incontaminata
deli'area collinare e per la magia del
bosco di lecci. Un bosco incantevole
che suggestiona per gli alti alberi e
per il dolce suono delle foglie al vento. E' il bosco che non ti aspetti, che
dal paesaggio aperto della piana degli ulivi millenari inaspettatamente
ci immerge nelle atmosfere da favola '
coccolati dalle querce di leccio e guidati dai profumi del sottobosco.
Una guida di Miilenari di Puglia,
esperta del temtorio, accompagnerà i partecipanti lungo il percorso e
lungo i nascosti sentieri che regalanoemozioniperunodegliitierari
panoramici più belli del territorio di
Ostuni. Durante il percorso si avrà
modo di conoscere il santuario pa.
noramico dedicato al santo patrono
di Ostuni, Sant'Orom. iì santuario
è stato realizzato nel 1600 su un antica grotta naturale che secondo la
tradizione pare sia stata utilizzata
dal Santo come rifugio mentre fuggiva da Lecce perseguitato dai rcmani. Non mancherà di incontrare
lungo i sentieri alcuni u l ~secolari
i
di dimensioni eforma eccezionali.
Al termine deìl'escursione sarà
possibile visitare un'antico frantoio
situato ai piedi della collina di Ostiini ricavato in una grotta naturale di
origine carsica. Una preziosa testi-
mattina di domenica 2 novembre tra i profumi del
mareequeiii delia terratra
gli ulivi millenari. Partendo da Masseria Lamansanta. nei pressi di Costa
Merlata, costeggeremo
un bellissimo sentiero
immerso nella macchia mediterramonianza della cultura nea per poi fare un tratto costiero
millenaria deìl'olio in miglia in un passando per alcune splendide cacontesto paesaggistiw unico. ii per- lette. Dopo aver goduto dei profumi
corso si conclude entru le ore 13.00. del mare prenderemo la via degli
L'appuntamento per l'escursione . ulivi lungo l'antica via Traiana per
a piedi è sabato 1 novembre alie ore ammirare alcuni ulivi millenari e
10.00 presso il parcheggio davanti al alcune antiche testimonianze della
Parco Archeologico di Santa Maria cultura deìl'olio. ii percorso della cidi Agnano, raggiungibile faciunente cloescursioneèad anello edèdi circa
da Ostuni dalla quale dista appena 15 km di bassa diff~coltà.L'associadue chilometri seguendo le indica- zione dispone di mountain bike da
zioni presenti lungo la via che porta noleggiare.
verso Montalbano.
L'appuntamento è presso la bella
Per partecipare alie escursioni di Masseria Lamasanta, nell'area di
Millenari di Puglia è possibile p r e Costa Merlata di Ostuni, situata in
notare alla segreteria organizzativa una importante area naturalistica
deli'associazione al
numero caratterizzata da una grande biodi373.5293970 oppure scrivere a in- versitànaturaleedaunlamacarsica
[email protected] con grotte di un antico villaggio mil sito mmillenaridipuglia.com
pestre.
vembre alle ore 15:30 è possibile scoprire l'area collinare ostunese con
una escursione per visitare la Grotta
dei MiUenari, valorinata e resafruibile recentemente dall'associazione.
Dui-antel'escursionesipercorreranno sentieri collinari che attraversando le fioriture autunnali, tra ciclamini e macchia mediterranea, ci
porterannoallasuggestivagrottapanoramica. Al rientro visiteremo un
altra piccola grotta naturale un tempo utilizzata come kantoio ipogeo.L'appuntamento è al parcheggio
del Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano, ad appena l km dal
centro abitato della città di Ostuni e
raggiungibile percorrendo la strada
che da Ostuni va verso MontalbaneFasano. ii percorso è moderatamente impegnativo ma alla portata
di chiunque sia in buone condizioni
fisiche e soprattutto di chi ha voglia
di godere di panoramici unici. Per
partecipare alle escursioni di Millenari di miglia è necessaria la prenotazione aila segreteria organizzativa dell'associazione a l numero
373.5293970.
@ L'associazione Millenari di
La magia del bosco
con il gruppo
Millenan di miglia
Silent disco ~artv
fB Torna la Silent Disco a Ostuni. Appuntamento venerdì sulla scalinata Antelmi a
partire dalle 22.
A riscaldare la serata ci saranno tre dj sensazionali che si esibiscono in contemi>ora.nea, la potenza delle nuove cuffie Silent
Disco Sx 809 Spb SuperPowerBass e le delizie dei tre partner dell'evento: Pausa Caffé, Cicinedda fruit bistrot e birreria Lo
Zac.
La serata è organizzata da Liolà Eventi e
Silent Disco Puglia. Per ricevere maggiori
informazioni basta telefonare al numero:
349.4938360 oppure consultare il sito internet: www.liolaeventi.it.
Pu~lia.in occasione della festa
per sabato
una escursione panoramica che
lascerà senza fiato, per la bellezza dei luoghi, per la natura
incontaminata dell'area collinare e per la magia del bosco di
lecci?. Un bosco incantevole
~.
che - suggetiona per gli alti alberi e per il doke suono delle
foglie al vento. E' il bosco che
non ti aspetti, che, dal paesaggio aperto della piana degli ulivi rnillenari inaspettatamente
ci immerge nelle atmosfere da
favola coccolati dalle querce
di leccio e guidati dai profumi
del sottobosco.
Una guida di Millenari di
Puglia, esperta del territorio,
accompagnerà i partecipanti
lungo il percorso e lungo i nascosti sentieri che regalano
emozioni per uno degli itinerari panoramici più belli del territorio di Ostuni. Durante il percorso si avrà modo di conoscere
- - il
-- santuario ~anoramicodedicato al santo iatrono di Ostuni, Sant'Oronzo. Al termine
dell'escursione sarà possibile
visitare un'antico frantoio situato ai piedi della collina di
Ostuni ricavato in una grotta
I
naturale di origine carsica.
L'appuntamento per l'escursione è alle 10 presso il parcheggio davanti al parco archeologico di Santa Maria di
Agnano. Per partecipare telefonare al numero: 373.5293970.
di4 santi, propone
,
CENA E MUSICA ALL'XXL PUB
CON I CONTROMANO PROJECT
a
@# Prima si cena poi si ascolta a
migliore musica italian .
Appuntamento domani alllXXL pub
di Ostuni, dalle 22, conldj di
Contromano Project.
L'ingresso è libero per ricevere
ulteriori informazioni telefonare al
numero: 338.71 60123.
Quot. idian"
MARTEDI' 28 OTTOBRE 2014
Grande successo
al tensostatico
per il tiro con l'arco
oi) Una nuova disciplina sportiva ha animato in questi to da sfondo all'arrivo di ben 77 atleti arcieri nel palaz'giorni il parterre del tensostatico di Ostuni: il tiro con zetto di via dello Sport. A distinguersi nella gara i caml'arco. In un9affascinantegara si sono cimentati numero- pio" locali Maria Maddalena Zul10 e Alessandro Erario.
che
si arcieri provenienti da tutta la miglia e la Basilicata per Ottime prestazioni anche Per gli atleti ~ara-archer~
la competizione interregionale indoor 18 metri di tiro hanno arricchito la competizione con un'awincente sficon l'arco organizzata dall'associazione sportiva "Arcieri da: Francesco Tornaselli, atleta di interesse nazionale giovanile, Alessandro Erano e Tornaso Rema nella cateLiberi'' di Mesagne e inserita nel calendario agonistico goria
senior. Tra le autorità presenti il consigliere naziofederale "Fitarco", valevole per l'ammissione ai prossimi .de ~
y L~~~~~
i Spera,~ i presidenti
~
~ società
campionati Indoor 20 15.
partecipanti e Carmelo Ciracì.
Uno sport poco conosciuto nella Città Bianca che ha fatS.Mac.
L4 CiAZZEIIA D~METZOGIORNO
MARTEDI' 28 OTTOBRE 2014
CAMPIONATO SERIE C
ancora a punti e
Contro il Bernalda
e OSTUNI. Tema vittoria (81-89)consecutiva per la Cestistica
Ostuni cheha battuto la Pink BasketBernalda di Laquintana. Un
successoper la matricola giaiio-bludi coach Vozza in altrettante
trasferte dopo il turno di riposo di domenica.
I ragazzi di .coach Vozza hanno conquistato i due punti con
un'ottima prestazione di squadra, soprattutto in attacco. Un
successo mai messo in discussidne, che ha visto Morena e soci
condurrela gara sin dal primo quarto'chiUso sul 18-27,con 8punti
di Malamov e 7di Caloia. Un vantaggio ad indicare qual è stafala
differenza tra le due squadre.
La Cestistica è entrata sulparquet per chiuderein frettai conti
.eper far intenderechiaramente ai lucani che non ha intenzione
di perdere altri punti per strada. La musica non cambia nel
secondo tempo chiuso sul 42-49 con l0 punti di Percan mentre nel
finale del terzo quarto, concluso con l'ampio vantaggio dei gial.
lo-blu per S 7 2 e con 8 punti di fila di Menzione, non sono
mancate le triple di un determinato capitan Morena, poco amato
dal pubblico di casa ma sempre efficacissimo.
I ragazzi di coach Vozza si erano preparati a l meglio per
affrontare quest'impegno esterno di Bernalda (valevoleper la 6"
giornata d'andata) e per riscattare l'immeritata e sfortunata
sconfitta di due giornate fa quando, nel turno interno infrasettimanale, erano stati superati per un punto (70-71) dal San
Severo ad una manciata di secondi daiia sirena di fine part.i
,
l
1
E stata una gara in discesa
tranne che negli ultimi 10' allorquando i padroni di casa han.noprovato a rientrare in partita
e affrontano la frazione di gioco
con un Laquintana scatenato.
Inutile la grande partita di quest'ultirno, sempre una spina nel
fianco per i giaiioblu ma troppo
solo a sostenere gli schemi offensivi dei padroni di casa. Al
.contrario,Ostuni ha potuto contare sulle ottime serate al tiro di
Malamov (21) e Percan (22) ma
anche di tutti gli altri, da Men- ALA Andrea Malamov
zione (16 e 4 assist) a Morena (12
e 6 rimbalzi), protagonisti di una prova maiuscola. In ogni
momento del match, coach Vozza ha potuto contare su uomini
diversi a sostenere il peso deli'attacco mentre l'0stuni ha chiuso
i varchi in difesa, ha evitato la rimonta dei locali e ha blindato la
vittoria che consente aiia Cestistica di rimanere nelle zone alte
della classifica.
Una vittoriaimportantedunqueper la Cestistica, al cospettodi
un rumoroso gruppo di suppotters giunti con le auto daiia "Città
bianca" ed ora si dovrà preparare per affrontare, domenica
prossima, il Pozzuoli per un trittico di sfide difficili contro le
- formazioni campane. In successione vi saranno gli scontri col
Pozmoli, Scafati (sul parquet del PalaMangano)e in casa contro
Sarno, una delle rivelazioni di questo awio di campionato.
((Fuoricasa non è mai facile vincere - ha detto l'allenatore
Vozza -e ho detto ai ragazzi di pensare a questa gara perché solo
da lunedì si inizierà a preparare alla insidiosa partita casaiinga
col Pozmoli di domenica prossima. Siamo subito partiti bene,
con un ottimo atteggiamento che ci ha permesso di stare più
[Ai. Gua.1
tranquilli e chiuderla in modo positivo".
1
1i!
O
i'
e
5
2r
e OSTUNI. Secondo pareggio esterno peid!~stuni
di mister Carbonella che, dopo Casarano, riescea
portare a casa un altro prezioso punto classifca che
permette ai giallo-blu di acciuffare in fondo alla
classifica, il Galatina. I ragazzi ostunesi partono
bene e al 15' si fanno vedere dalle parti del portiere di
casa e Saracino da buona posizione di testa impegna
l'estremo difensore tarantino mentre al 25, Balzano /
vede pararsi il suo tiro calciato dalla trequarti.Ancora I'Ostuni protagonista nonostante le pessime
condizioni del terreno di gioco e Ferraro alla
mezz'ora del primo tempo, prova a concretizzare ma
senza esito. Al 40" il Castellaneta passa con Cecere
che sfrutta un cross e mette alle spalle di Muscato di
testa per i giallo-blu che devono rincorrere, il vantaggio dei tarantini dura pochi minuti, in quanto su
calcio di punizione dai limite, Loseto non sbaglia e
gonfia la rete per 1'1-1.Allo scadere del primo tempo,
Miccoli ha la palla che potrebbe portare in vantaggio
i ragazzi di Enzo Carbonella, ma l'attaccante ostunese da pochi passi spreca il raddoppio.
Nel secondo tempo è ancora l'0stuni a fare la
partita e ali'8' ci prova con Cristofaro, ma il portiere
di casa respinge; al 14" arriva il raddoppio dei
padroni di casa con Cecere che sfi-utta un pasticcio
della difesa giallo-blu e batte Musacco. Mister Carbonella prova a rimescolarele carte inserendoprima
Niccolò Greco che prende il posto di Cristoforo e
dopo Caruso al posto di Krespha ma la sostituzione
decisiva arriva ai 30" quando inserisce Ciaramitaro
per un ottimo Ferraro. il neo entrato nei minuti di
recupero riesce a riportare in parità le sorti del mach
concretizzandoin rete un calcio di punizione battuto
da De Palma. In area svetta su tutti di testa e mette a
segno la rete del pareggio. Termina così l'incontro
dopo cinque minuti di recupero ed un'altra buona
prova di tutti i giovani e con un Ciaramitaro che
riesce a dare una mano ai gialloblu che riescono a
ribaltare il doppio svantaggio.
Domenica prossima ai comunale arriverà l'Ascoli
Satriano (sco~itto
in casa dai Novoli), si spera che si
rivedere in campo un Ostuni più concreto e determinato.
[Ai. Gua.]
1
Scelto tra i dodici soggetti perda mostra del celebre fotografo al Salone internazionale del gusto a Torino
@
"regina" s
di Sara kIACCHITELLA
Tra la felicità di esserci e la
tristezza del fine per cui si è lì:
il pomodoro "regina" tra gli
scatti di Oliviero Toscani. Eccolo protagonista di una mostra
fotografica sui cibi in via di
estinzione provenienti dai quattro angoli della terra anche il
pomodoro "regina" di Torre
Canne, varietà di pomodoro
"da serbo" coltivato nell'Alto
Salento tra Fasano e Ostuni,
nei terreni salmastri litoranei
del Parco Naturale Dune Costiere.
Al Lingotto di Torino si è
celebrata l'edizione 2014 del
Salone Internazionale del Gusto e per il fotografo Oliviero
Toscani è sembrata l'occasione
giusta per raccontare la storia
di alcuni cibi provenienti dai
quattro angoli della terra (anche dall'Italia e precisamente
dalla Puglia) che rischiano di
scomparire. Tra i prodotti Slow
Food e salvati dal progetto Arca del Gusto cc' ,una foto in
cui splende il rosso dei pomodori regina accompagnati dal
bianco dei fili di cotone. Proprio l'arte del ricamare i pomodorini per. formare la cosideita
"ramasola" (il grappolo da appendere) è andata in scena non
solo al Salone di Torino ma an-
Gli scatti
Raffigurati i prodotti
che rischiano
di scomparire
Ilprecedente
Un apprezzamento
anche in estate
alla Biennale di Venezia
che l'estate scorsa alla Biennale di Venezia nel "Vangelo s e
condo Maneo" di Virgilio Sieni. Spettacolo che si ripeterà il
14 novembre a Matera, designata Capitale europea della cultura 2019.
il pomodoro è uno dei tre
“presidi" slowfood italiani da
salvaguardare e oggetto della
mostra a finna Toscani in corso a Torino fino al 31 ottobre
in piazza Carignano.
Ma davvero il pomodoro regina & in via d'estinzione? di
pomodoro Regina è memoria e
tradizioni che non si possono
estinguere perché appartiene alla nostra cultura» risponde dal
Salone del Gusto Francesco
Chialà, il presidente dei coltivatori di questa straordinaria varietà conosciuta anche dai turisti stranieri che hanno iniziato
ad ammirare la vista dei filari
di pomodori e cotone dei campi che vanno da Torre Canne a
Torre San Leonardo fino ad
Egnatia, lungo l'antica via Traiana.
A rendere pih affascinante
la storia del pomodoro è I'antico lavoro delle ricamahici di
pomodoro, utile per la conservazione durante tutto il periodo
estivo ed invernale. «La conservazione awiene non con I'utilizzo di frigoriferi - spiega
Chiala - ma semplicemente in
ambienti freschi e ben areati,
con alte volte in tufo, a botte
oppure a stella, ambienti tipici
delle masserie presenti su tutto
il temtorio di Fasano. Per conservarli appesi, gli uomini e sopramino le donne fasanesi, con
maestria ed esperienza tramandata di madre in figlia, ispirandosi a madre natura, annodano
quasi magicamente le singole
coroncine con un giro rapidissimo di filo di cotone. Ogni bacca & riunita così in catenelle
che, in numero variabile, con
uno spago di canapa vanno a .
costituire le ramasole, così come sono chiamite a Fasano,
chioppe a Ostunin.
1
Quot -id
. .iaKo
MARTEDI'
28 OTTOBRE 2014
e, ricorso alla Consu
La giunta regionale contro lo Sblocca Italia, continua la mobilitazione del Consiglio
9 Sblocca trivelle nello Sbloc-
ca Italia? Giunta regionale e
Consiglio sono d'accordo nell'impedire che nell'Adriatico e
nello Jonio possano essere velocizzate le procedure per il nlascio delle autorizzazioni alle
multinazionali che chiedono di
awiare lavori di prospezione.
La giunta regionale della
figlia guidata da Nichi Vendola ha dato mandato all'Avvocatura regionale di verificare la
possibile impugnazione davanti alla Corte costituzionale le
norme che consentono le trivellazioni per le ricerche di idrocarburi nei mari antistanti le
coste, contenute nel decreto
legge 133114. il cosiddetto
«Sblocca Italia». La decisione
è stata assunta ieri neila riunione dopo che anche il consiglio
regionale pugliese si era riunito con i parlamentari della Puglia per naffermare la contrarieta «alle tnveiiazioni che minacciano la qualità delle acque
marine dell'Adriatico e dello
Ionio». Nella nunione dell'assemblea regionale aperta ai
parlamentari è stato presentato
l'ordine del giorno (approvato
il 14 ottobre dal Consiglio r e
gionale) con il quale la giunta
regionale è impegnata ad intraprendere ogni iniziativa utile
nei confronti del Governo nazionale per modifiche degli articoli 36, 37 e 38 del decreto
Onofrio lntro% I Nichi Vendola:
auesta battaolia I no alle perforazioni
con tutte le f i r m e che minacciano
e in tutte le sedi la qualità delle acque
legge «Sblocca Italian e si invitano tutti i Consigli regionali
ad approvare nuove proposte
di legge da inviare alle Camere per vietare la ricerca, prospezione e coltivazione di idrocarburi Liquidi in mare (come
già fatto da Puglia, Veneto,
Abmzo, Molise e Marche).
Ii documento del Consiglio
regionale invitava a promuovere ricorso alla Corte Costituzionale in caso di conversione in
legge delle norme stesse del
decreto Sblocca Italia. «Da
tempo il Consiglio regionale si
batte in prima hea per una
battapii*, ha spiegato in' Aula
il presidente dell'assemblea regionale pugliese, Onofrio Intor-
na, «che non b esaurita e che
noi continueremo a portare
avanti in ogni sede e con tutte
le forme che la democrazia
mette a disposizione. Vogliamo salvaguardare il nostro mare, le attività produttive che su
questo mare sono in corso.
Non solo quello delle migliaia
di famiglie che vivono del lavoro della pesca, ma tutto l'indotto che sul turismo balneare
che si è andato realizzando».
Quindi non investimenti, non
aziende, non attività che possano arrecare offesa all'equilibrio .
ambientale. «Abbiamo scelto
di difendere i'ambiente, la natura, la bellezza della Puglia e
penso», ha aggiunto Introna,
«che le nostre. battaglie sono le
battaglie che vedono i pugliesi
schierati in prima linea. Non
possiamo deludere questa Puglia che vuole pensare al futuro con uno sviluppo diverso,
alternativo a quello dell'inquinamentow.
ALl'incontro di ieri sono intervenuti rappresentanti dalle
associazioni ambientaliste Legambiente, Wwf, Greenpeace,
Italia Nostra, il movimento
«No petrolio - Sì energie rinnovabili» e i comitati a tutela
delle «Acqua bene comune».
Introna dopo l'incontro con le
associazioni pugliesi ha partecipato a Potenza ad un'altra riunione con le associazioni al fi-
ne di «svilupparein tutto il Paese un'azione di grande sensibilizzazione soprattutto nei confronti del governo nazionale».
Sempre a proposito di trivelle, dopo aver dato mandato
all'awocatura di verificare la
possibilità di ricorrere alla
Consulta, la giunta regionale
ha espresso, nell'ambito del
procedimento ministeriale di
Via, parere sfavorevole di compatibilità ambientale per tutti i
progetti concernenti permessì
di prospezione di idrocarburi liquidi e gassosi in mare ubicati
nel Mar Adriatico meridionale
all'internno della zona marina
F al largo delle coste pugliesi,
proposti da Global Petroleum
Limited.
L4 GATZE'TC4 DEL MEZZOGIORNO
MARTEDI' 28 OTTOBRE 2014
VISITE GUIDATE G U OPERATORI TURISTICI INTERNAZIONALI DA OGGI EFFETTUANO RICOGNIZIONI DELTERRITORIO ATTRAVERSO DIECI PERCORSI DALLA VALLE D'ITRIA ALL'ALTA MURGIA
Puglia delle vacanze in vetrina. Amvano osservatori anche da Giappone, Emirati Arabi e India
o Sono 220 i buyer (acquirenti)
internazionali inarrivodatuttoil
mondo (Germania, Francia, Stati
Uniti, Brasile, Russia, Austria,
Italia e Regno Unito tra i principali, dai Paesi delllEuropa
dell'Est e da Turchia, Spagna,
Olanda, India, Giappone e altre
destinazioni extra continentali
come Emirati Arabi, Australia,
Canada eArgentina) insieme a un
gruppo di giornalisti europei per
partecipare aila seconda edizione
del Buy Puglia -Meeting & Travel
Experience, il più importante
evento di business turistico della
regione.
La maggior parte dei Paesi che
si affacciano al mercato turistico
oueliese non hanno ancora in ca&&o la nostra regione.~loro,gli
organizzatori dell'iniziativa o B i ranno una fuil immersion nei t e
soriregionalisperandochegliesiti di questa attività promozione
portino agli stessi esiti dello scorso anno quando di tutti i Paesi
authentim in Salento, la Puglia
slow dei Monti Dauni, la Vaile
d'ltria o la Puglia magnificent
neli'area di Puglia Imperiale, il
Salento ~dùnny)
oppure una Puglia timeless suila Costa Jonica o
(&d»
nell'Aìta Murgia o ancora
«romantic» sempre in Vaile
d'Itria. Due gli itinerari nel Gar.
gano: «attive» e ((spirituai)).
La Borsa del turismo pugliese
si svoigerà poi il 30 ottobre in contemporanea con Medimex, la fiera internazionale delle musiche
che ha anch'essa luogo nella Fiera
dellevante. Sarà il Presidente Nichi Vendola a inaugurarle entrambe. Nel grande salone del Padiglione 18in Fiera del Levante si
svokranno oltre 5.W incontri
p r o h a t i ai quali potranno
partecipanti aila manifestazione, accompagnati sui .luoghi più si- puglia romantica. lapuglia auten- aggiungersi altri incontri orga1'80 % ha poi decisodi comprareil gnificativi deiia regione attraver- tica delle tradizioni e dei piccoli nizzati al momento. Quest'anno,
prodotto turistico deila F'ugiia.
so dieci itinerari incentrati su: di- borghiepoi iprodottitradizionali ed è questa una delle novità,
Prima di awiare le trattative vertimento, turismo attivo, espe (il mare e l'enogastronomia) tra- l'eventocomprendeancheunase l
d'affari che si terranno il 30 ot- rienze slow, cultura, ma anche sversali a tutte le offerta
zione dedicata al'turismo d'affa- 1
tobre, i tour operator verranno l'offerta del lusso, il wedding, la
Cisarannol'itinerario.(tWeai.e ri.
_I
I
L4 GAZZE'IZ;4 DJX MEZZOGIORNO
MARTEDI' 28 OTTOBRE 2014
INCONTRO ALLA REGIONE
PROWEDBMEIMBO-AGCOM
stato disposto lo spegrlimento dei
ripetitori per evitarel'e Sanzioni Ue, che
parla di interferenze a Paese vicino
Introna: grave danno per-pluralismoe occupazione
BMI.
n rischio deila soppressionedi
l2 deiie 18retidigitali televisivepugiiesi, a
causa di presunte interferenze oltre
Adriatico, è stato oggetto deii'incontro
che si è tenuto in Auia tra consiglieri
regionali e parlamentari pugliesi alla presenza del direttore deila Direzione Reti e
Servizi di comunicazione Elettronica
dell'Agcom, Vicenzo Lobianco, del presidentedel C o m m Puglia, FeliceBlasi, e
del presidente delle Radiotelevisive europee associate,Antonio Diomede.
dibattito è stato introdotto dal presidente del Consiglio regionale Onofrio
Introna, che ha confermato la disponibilità ad awiare un'interlocuzione con il
sottosegretario aiie Telecomunicazione e
frequenze, Antonelio Giacomelli e cer- ne di giornalisti, tecniciedipendentidelie
care di giungere in sede di conferenza aziende televisive. Di qui la necessità di
Stato-Regioni ad una soluzione dei pro- far slittare oltre il 31 dicembre la data in
blemi urgenti scaturiti dalla delibera 480 cui dovrebbero essere disattivati gli imdel 2014 deii'Autorità nazionale garante pianti che trasmettono suiie frequenze
per le comunicazioni (Agcom), che ha ri- escluse daUa pianiflcazione che provocavisto il piano nazionale di assegnazione no interferenze segnalate da un Paese
delle frequenze televisive, per evitare le estero conf~nante.
sanzioni comminate daìi'Ue a causa dei
Per scongiurare questo rischio ha ridisturbi ai segnali televisiviirradiati ver- badito introna, il Consiglio regionale ha
so i Paesi comunitari confuianti.
già approvatoali'unanimità un ordine del
li presidente introna ha evidenziato il giorno con il quale chiede al presidente
fatto che l'applicazione del provvedimen- del Consiglio dei ministri ed al ministero
to Agcom comporterebbe lo apegnimen- deiio Sviluppo economico di voler riveto» di numerose emittenti private puglie- dere la delibera Agcom.
si, con pesanti ricadu. sul pluralismo
A questa richiesta con voce unanime e
dell'informazionelocale e suli'occupazio- su proposta del vicepresidente del Con-
IN PERICOLO Dodici tv pugliesi sono a rischio spegnimento
sigiio Nino Marmo si è aggiunta anche
quella di verificarerealmente il problema
delle interferenze con l'ausilio di stnimenti meccanici e tecnologici per l'eliminazione delle stesse.
Nel dibattito sono intervenuti i parlamentari Dario G i n e h (Pd), Diego De
Lorenzis @
Lello
i%
Ciampolillo
), (M%),
Luigi D'Ambrosio Lettieri O e Dario
Stefàno (Sel). Presenti anche i parlamentari Franco Cassano (Pd), Francesco Carieiio e Maurizio B u m i l a (M5S), Luigi
Pemne
Toni Matarreiii e Annalisa
Pannarale (Sel).
((0piano di assegnazionedelleftquenze radiotelevisivemesso appunto dall'Ag
com e dal ministero dello Sviluppo Eco-
(m,
nomico, relativamenteaila pianificazione
e aila eliminazione di quelle che interferiscono con alcuni stati esteri - dice il
vice presidente del Consiglio Regionale
Pugiiese N i o Marmo - porterà alla sciagurata e quanto mai concreta ipotesi di
chiusura per 32 emittenti che operano sui
versanteadriatico, quindianche tante impresepugliesi saranno coinvolteneiiacessazione di ben l2 frequenze entro il p m simo 31 dicembre.
È, pertanto, assolutamente necessario
differire la data prevista affinché ci possa
essere una ridefinizione, regione per regione, di quali frequenze nazionaii concedere senza incappare nelle strette maglie degli accordi internazionali).
,I
I
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 097 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content