close

Enter

Log in using OpenID

Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA

embedDownload
Comune di Ostuni
Ufficio Stampa
RASSEGNA STAMPA
selezione di ritagli-stampa ad uso del destinatario - non riproducibili
Domenica 31 Agosto 2014
Sommario
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Comune: In assise Coppola “vota” Melpignano. (Quotidiano)
Attualità: “Amici” della città bianca, Crepaldi riconfermato. (La gazzetta del Mezzogiorno)
Cultura: La storia di Ostuni a fumetti. Domani presentazione. (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Sport: Il debutto del Francavilla oggi al comunale della Città bianca (la Gazzetta del Mezzogiorno)
Cronaca: Entra nel bar e fuori la Bmw si incendia. (Quotidiano)
Cronaca: Operazione Zero, a giudizio 22 affiliati alla scu (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Cronaca: Sorpreso a passeggiare finisce in carcere. (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Lettere al direttore: No ai monologhi teatrali in vacanza (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Politica: Emiliano sconfessa l’accordo con FI. (Quotidiano)
Attualità: Xylella, fari puntati sulla fascia di sicurezza. (Quotidiano)
a cura di:
Natalino Santoro
Francesco Pecere
Emilio Guagliani
Quo!~~ia!Yo
DOMENICA 31 AGOSTO 2014
Il sindaco annuncia il suo sostegno all'esponente del Pd
In assìse CQpJ?ola
''vota" Melt?!gnano
di Danilo SANTORO
L'elezione del prossimo '
presidente del consiglio comunale ancora al centro del dibattito politico- nella città bianca.
Il sindaco Gianfranco Coppola
annuncia di voler sostenere
nuovamente la capdidatura di
Angelo Melpignano, del partito democratico, per questa importante carica .
«In mancanza di un~ ·candi­
datura unitaria nel centrosinistra chiederò alla mia coalizione di votare per l'esponente
del Pd, il più suffra·gato dei
consiglieri e che già in passato
ha svolto questo ruolo con saggezza ed ·imparzialità». Un aptica .e soprattutto; con i quali
pello, quello del primo cittadi·:si era .paventlÌta una possibile
no rivolto ai partiti di opposiintesa programmatièa e istituzione, ma anche.al suo schierazionale, per evitare il commismento. Negli .ultimi giorni insariamento prima ed il ritorno
fatti, come sostenuto da Copallè urne ~ dopo. ·Erano stati il
pola la sua coalizione, sembra
Pd é movimento "lT marzo"
aver· ritrovato la compattezza
gli interlocutori · che potevano
neèessaria. «Ali.' interno del
centrodestra ·. abbiamo indivi- un bilancio dopo le uliinie· con• portare a compimento questo
duato nel partito depiocratico sultazioni con le forze., politi- _. percorso,. di connotazione non
l'interlocutore più convincen- che avverse: «Sono ancora più ,. . : c.~rto pobt.lca, m_a bas~to. sulte. Ma sui termini d'intesa ci convinto - dichiara Coppola. c. :,_l.1ntesa .s!-1:.alcum pun~. di. resono delle opinioni diverse nel che esiste la possibilità da par~.•,:: sl?onsab1htà, per garan~ stamio gruppo, che hanno portato te di tutti di accantonare .perse);;' . b1htà al goyerno della città.
lo scorso 5 agosto alla manca- nalismi e tatticismi pei;avyiare '." . : «Mi aspeno::;che il Partito
ta elezione di Melpignano. Co- una nuova fase politica' in qu~~, : •.·· defuocratièo;): . pa,rtire dal pros. :::.
. ., -... siino coiisigliO.'.'..:èomunale, arme ho più volte ribadito le mo- sta città».
dalità ed i tempi con cui è staPoi Coppola si rìvolge' a(: chivila compfonsibiledelusioto manifestato questo .dissenso due partiti, che seppµr"ìn.fasC>nè emersa .all'ìndomar[i .del· 5
sono state sbagliate. Lo hanno diverse e modalità diverse ave- ·· agosto ed inizì a valuta.re con
ammesso anche gli stessi prota- vano dimostrato una apertura responsabilità e favore i punti
gonisti». Il sindaco fa anche al dialogo con la sua parte poli- programmatici enunciati nella
L'appello
Il orimo cittadino si rivolge
ai due schieramenti:
non escluderemo.nessuno
prima seduta che ritengo prioritari per il bene collettivo. Allo
stesso tempo auspico che, liel1' esaminare le questioni che si
proporranno, il gruppo consiliare rappresentato in consiglio
comunale da Emilia Francioso,
sia coerente con l'apprezzamento manifestatomi». Coppola prova a spingersi anche oltre, auspicandosi un coinvolgimento totale del consiglio comunale: «Ritengo comunque
importante l' apporto di idee e
proposte che potranno venire
da tutti i gruppi, nessuno escluso. La mia amministrazione
cercherà sempre di presentare
al consiglio provvedimenti che
possano raccogliere il consenso più ampio·, valorizzando al
massimo il lavoro delle commissioni».
INTESA
Da sinistra,
Angelo
Melpignano,
candidato alla
presidenza del
consiglio
comunale di
Ostuni, a Emilia
Francioso,
rappresentante
in consiQlio del
movimento
civico 17
maizo" e, qui
sopra, il sindaco
Coppola
LA. GAZZEITA DEL MEZZOGIORNO
DOMENICA 31 AGOSTO 2014
OSTUNI rASTROFISICO PACE ÈVICEPRESIDENTE
«Amici» della Città bianca
Crepalcli riconfermatO
• OSTUNI. Il cittadino onorario prof. Gaetano
Crepaldi (già professore emerito di Medicina In·
terna all'Università di Padova), è stato riconfermato presidente dell'Associazione culturale ''.Amici di Ostuni" mentre l'astrofisico, prof. Emanuele
Pace, è stato eletto quale vice presidente. Tra i
consiglieri: la dr. Stefania Maggi, medico-ricercatore del CNR e direttore scientifico della Fondazione Dieta Mediterranea; l'arch. Ilaria Pecoraro; la giornalista del CNR, Rita Bugliosi; l'avv.
Gianmichele Pavone; il chimico, dott. Renato
Guerriero; il dr. Pietro Lacorte; il giornalista,
Giampiero Ventura; il dott. Ferdinando Sallustio e
il dptt. Gianfranco.Aurisicchio, laureato in economia e commercio ed esperto nel campo turistico. Riconfermato alla segreteria il dr. Angelo
Faggiano.
··
·
Questo l'esito dell'annuale assemblea degli
''.Amici di Ostuni" che è stata aperta dalla relazione del presidente liscente, prof. Crepaldi che
ha fatto una dettagliata disamina e ha ribadito gli
intenti promozionali e di valorizzazione del patrimonio culturale, storico, architettonico e ambientale che l'associazione si pone in favore della
"Città bianca". Il prof. Crepaldi ha illustrato gli
eventi organizzati dall'associazione lo scorso anno sociale con particolare riferimento a: "Scienziati e studenti", il progetto del Cnr che si è svolto
aOstuni.
PRESIDENTE Il prof. Gaetano Crepaldi
La novità è stata la presenza di diversi personaggi della locale comunità anglosassone, in·
vitati a partecipare attivaniente alla vita dell'associazione. Gli obiettivi dell'associazione sono
sempre quelli legati alla sua istituzione: promozione culturale e ambientale della "Città bianca"
attraverso lo stretto rapporto creato tra residenti e
non in funzione della vita della città.
LA. GAZZETIA DELMEZZOGIORNO
DOMENICA 31 AGOSTO :l014
La storia di Ostuni a fumetti
Domani la presentazione
La sceneggiatura è di ESallustio, i di_segni'di D. Pentassuglia
n
percorso nei secoli fra testo e immagini: verrà presentata domani,
alle 21, nel Chiostro del Comune di
Ostuni, il volume «La storia di Ostuni a funiètti», p·ubblicato dalla LAB Edizioni di
Altamura con la sceneggiaturà di Ferdinando
U
STORIA DI
OSTUNIA
FUMETTI Si
presenta
domani sera
Sallustio e i disegni di Donatello Pentassuglia.
Nei quattro capitoli e nelle ottanta tavole in
cui è diviso il racconto disegnato, si parte dalla
Preistoria per giungere ad oggi attraversando
il Seicento e l'Ottocento, con richiami a tutte le
altre epoche: così la vicenda delli,lJ?;).rt°'riente
del Paleolitico scoperta dal prof Donato Coppola nel 1991 diventa una storia di amore e di
amicizia, mentre la grande storia coinvolgeOstuni fin dai tempi dei Messapi, dei Greci, dei
Romani, di Federico II, degli Angioini e di Bona
Sforza. Lo sfondo del secondo capitolo è la rivolta di Masaniello a Napoli, che ebbe vari
risvolti in Ostuni (1647) ed è narrato anche il
celebre duello del.1665 fra il Conte di Noci e il
Duca di Martina: qi!esti eventi cambiano la vita
di tin'ex schiava di colore sbarcata ad Ostuni e
di un gabelliere spagnolo in servizio in città.
Arriviamo al 1799: un giovanissimo protagonista assiste terrorizzato all'uccisione del nobile Ayroldi da parte della folla inferocita; nella
sua lunga vita potrà vedere la campagna di
Napoleone in Russia, l'ascesa e la caduta. di
Murat, le sette segrete dei Calderari e dei Decisi, il brigantaggio preunitario con la decapitazione dei briganti ostunesi da parte dei
Borbonici, e poi l'arrivo in Ostuni del Re Ferdinando II di Borbone, che viaggiava da Napoli
a Bari per accogliere la nuora Sofia di ;Baviera,
sorella di Sissi. d'Austria, che sarà l'ultima regina di Napoli. Prende il nome da un ostunese
che fermò il re il noto "Ponte del Poveruomo".
lltimo capitolo dedicato alla Ostuni di oggi:
sarà svelato a chi ancora non lo conoscesse chi
per primo l'ha definita "la Città Bianca", e le
tavole disegnate offriranno un repertorio delle
principali bellezze del nostro territorio.
Alla presentazione di domani sera prenderanno parte gli autori della sceneggiatura e dei
disegni, i rappresentanti dell'editore e l'attore
Joe Fallis, che leggerà alcuni dei numerosi testi
d'autore (Bertolt Brecht, Hermann Resse, Rostand, Dostoevskij, Garcia Lorca e altri) che
sono richiamati nel testo per sottolineare l'universalità .dei sentimenti di amicizia, amore,
coraggio e libertà che caratterizzano, nonostante tutto,Ja storia umana.
CALCIO· COPPAITALIA Il TECNICO FRANCAVILLESE. CALABRO, FA LA PROVA CAMPIONATO
Il debutto della Vrrttis Fràncavilla
oggi al Comunale-della Città Bianca
• Da oggi si fa sul serio. col primo
turno di Coppa Italia d 'Eccellenza.
È subito derby tra Ostwii e Vu-tus
Francavilla Calcio, con quest'ultima
daqi per favorita; a seguito dell'imponente campagna acquisti.
Si tratta del primo impegno uf.
ficiale della stagione
entrambe
le formazioni, che quest'anno concorreranno per obiettivi differenti.
Da un lato, infatti, la compagine
della Città degli Imperiali punta a
disputare un campionato di vertice,
sebbene, sia l'allenatore Antomo
Calabro che il presidente Antomo
Magri, appaiono molto cauti, affermando che il loro è un progetto
biennale, dunque «51 punta a far
bene, a fme anno tireremo le somme>>.
Certo però che scorrendo la lista
dei calciatori in rosa, tia i:Ui spicca
il "blocco" gallipolino che lo scorso
anno ha centrato la vittoria del
torneo di Eccellenza proprio con
mister calabro, un pensierino alla
vittoria del torneo viene facile a
chiunque.
Ad ogni modo, proprio il trofeo di
Coppa Italia potrebbe interessare
alla
compagirie
biancazzurra,
nell'anno della fusione tra le due
realtà calcistiche cittadine {Francavilla Calcio 1946 e Vu-tus Francavilla).
Dall'altra parte, come si diceva.
c'è I'Ostimi che quest'anno sembra
partire con obiettivi ridimensionati,
puntando decisamente alla salvezza.
Il gruppo gialloblu è guidato in
panchina dal bravo Alfredo Cimino, il quale nel commentare il calendario di Eccellenza, che vede
l'Ostuni impegnato alla prima giornata con la trasferta di Trani, quindi
a seguire Bitonto e Nardò, ha affermato: «Apriaino con tre partite
per
toste. Dobbiamo farci trovare pronti,
dobbiamo credere nei nostri mezzi.
Incontrare subito le grandi potrebbe
anche avere i suoi vantaggi - osserva mister Cimino - infatti potremmo approfittare di una condizione non ancora del tutto ottimale e meccanismi non ancora·
assimilati».
:,
Il Francavilla invece esordisce in ·
casa con la Sud Est. quincll Novoli e
Galatina.
Il commento di mister Calabro:
<<Nelle prime giornate c'e' sempre
l'incognita dello stato di forma, le
prime due trasferte, Novoli e Mo!-
'
fetta. sono insidiose così come la
partita con la Sud Est. Tanti scontri
diretti fuori casa, di cui due con:
secutivi a Mola e Trani, fanno del
girone d'andata un girone tosto,
fermo restando che le cosiddett~
piccole non si danno per vinte a
priori. Dobbiamo essere bravi a farci
trovare pronti».
L'incontro di oggi, in programma
alle 18 ad Ostuni, sarà arbitrato da
Antonio Giangregorio della sezlone di Molfetta, assistito da Giuseppe Centrone e Costantino
Chiapperino.
daudlo Argentieri
ALLENATORE Antonio Calabro lfrancavilla F.)
COPPAITALIA SI GIOCA Al COMUNALE AUI 18 IL PRIMO INCONTRO DELLA NUOVA SQUADRA
·
.
.
.
..
Eun Ostuni fatto di giovani
e OSl\INI ~oggi pomeriggio l'esordio nella Coppa Italia di
Ece<>lle112a, d~lla nuova formazione ooll'Ostuni Calcio, il sodalizio presieduto da Luca Marzio..
Il fischio di inizio della gara è fissato per le ore 18.
1 sostenitori della squadra della Città Bianca sono chla·
mali a sostenere una gruppo di giocatori che dalla loro
hanno la gioventù, peculiarità che dovrebbe accompagnare
per tutto l'anno il sodalizio. Una scelta molto importante
quella di Marzio. Dettata soprattutto per dare spazio ai
giovani ostunesi, ai quali offre la possibilità di partecipare
ad un campionato decisamente interessante.
Il giovane Ostuni oggi è chiamato ad affrontare la Virtus
Francavilla, formazione che è stata allestita con l'obiettivo
finale di tentare il salto di categoria. Quindi, una squadra
importante.
Ad ogni modo, quello di oggi resta sempre un derby fra le
uniche formazioni del Brindisino nel campionato di Eccellenza. 1 giallo-blu, quest'anno, saranno allenati da Alfredo Ciinino; per lui cd i suoi ragazzi subito un impatto'
forte con la nuova stagione, atteso che il Francavilla Calcio
allenato da Antonio Calabro (fresco vincitore del cam- ·
pionato col Gallipoli) è, come si diceva, accreditato dei
favori dei pronostici oer il salto in Serie D Pel prossimo
campionato.
Oggi pomeriggio, gara d'andata (il ritorno si disputerà
domenica7 settEmbre) l'Ostunisi presenta con tanti gio1·an i
di talento. Per loro sarà l'occasione per proseguire il lavoro
che il nuovo tecnico ha impostato e rivolto a preparare la
squadra per il debutto in campionato, il 14 a Trani.
Mister Cimino, noto a tutti gli sportivi locali per aver
militato nell'Ostuni tra i pali della porta ostunese prima e da
preparatore dei portieri dopo, infonderà tutta la sua carica
nei giovani calciatori che si troveranno di fronte un team
composto da elementi di indubbio valore tecnico e con i
favori dei pronostici a loro favore Certamente la formazione
ostunese è ancora in fase d'amalgama e i giovani si op·
porranno con grinta e determinazione ai più quotati avversari del patron Magri.
Si spera nell'incitamento del pubblico che presenzierà
dagli spalti al primo èerby della stagione.
/A. G./ TECNICO Alfredo Cimino (Ostuni)
Entra nel bar
e fuori la Bmw
si incendia
ti Entra nel barm sorseggia un caffè, ed all'uscita trova la sua auto in fiamme. E' successo nel'
la notte tra venerdl e sabato nella centralissima
via Giovanni XXill. Una Bmw (nelle foto il rogo) nel giro di pochissimi secondi, probabilmente a causa di un corto circuito, è praticamente
andata distrutta dilaniata dall'incendio avvenuto
nel vano motore.
Fortunatamente nessun danno alle- persone o
altri oggetti o auto presenti nella zona. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Brindisi e
gli agenti del commissariato di Ostuni. A garantire la normale viabilità dell'arteria anche una
pattuglia della polizia municipale della città
bianca.
Sin dai primi accertamenti si è potuto constatare che constatare che lincendio si è propagato per esclusivamente per un guasto tecnico. Da
escludere ogni altra ipotesi ·di dolo. Una delle
strade, quella dove si sono sviluppate le fiamme, molto trafficata anche a quell' ora della not·
te. La zona dove sono
presenti diversi bar è solitamente frequentata da
tantissimi giovani, ·e da
lavoratori impiegati in attività notturne. Le fiamme hanno allarmato tutti
i presenti.
Scene da panico fino
all'arrivo dei pompieri
giunti dal capoluogo, con
i vigili del fuoco di Ostuni ·impegnati in un altro
incidente sulla selva di
Fasano. Le operazioni
per spegnere lincendio .
sono durate pochi minuti. Il ROGO
Tanta paura
instrada:
tra le cause
esclusoil dolo
L'arrivo di una volante.ha permesso sin da subito di constatare le cause e soprattutto di verificare che non ci fossero
stati danni per questo incendio. Ciò che rimane è
solo una carcassa dell'auto, praticamente distrut.ta dalle fiamme, ed i segni neri sull'asfalto ancora ben visibili diverse ore dopo l'accaduto. I
vigili del fuoco della città bianca, intanto, nella
mattinata d'ieri sono stati impegnati in un'operazione ben diversa .da quella dell'incendio: gli
uomini, coordinati dal capo distaccamento Cosimo Camarda, hanno salvato un volatile, incastra"
to su uno scoglio a Savelletri, appartenente ad
una specie Tara di, il ''Tarabusino" L'uccello si
trovava su uno scoglio in località lungo la marina fasanese. Dopo il suo recupero lanimale è
stato portato nel centro di "Prima Accoglienza"
della Polizia Faunistica Ambientale della Provincia di Brindisi, con sede ad Ostuni in contrada San Lorenzo.
D.San.
it~ j ftJM ~i j ::C•}i tiJ~ ii ,PROCESSO CHIESTO DAL PM ANTIMAFIA. ALBERTO SANTACATTERINA
OperazioneZero,· agiudizio
22 affiliati alla Sacra torona
Sono avano titolo accusati di 4 omicidi e6tentati omicidi
FRANCESCO «GABIBBOn GRAVINA Uno dei più recenti collaboratori di giustizia
PIERO ARGENTIERO
• «Operazione Zero», chiesto il giudizio per le ventidue persone accusate a
vario titolo di associazione mafiosa.di
quattro omicidi, di sei tentati omicidi e
altro. Il pubblico ministero della Direzione distrettuale antimafia (Dda) di
Lecce, Alberto Santacatterina, dopo
avere chiuso le indagini, ha chiesto il
giudizio. L'udienza è stata fissata per il
22 settembre dinanzi ad Antonia Martalò, giudice per le indagini preliminari
del tribunale di Lecce. L'operazione «Zero» fu eseguita all'alba del 14 ottobre
scorso.Furono notificate diciotto ordi-
nanze di custodia cautelare emesse dal
giudice per le indagini preliminari su
richiesta dei pubblici ministeri Valeria
Farina Valaori e Alberto Santacatterina A piede libero furono indagati
Tommaso Bel.fiore, Cosimo Giovanni
Guarini, Giuseppe Leo, Ercole Penna
(tutti collaboratori), mesagnesi, e l'.ostunese Carmelo Cavallo.
La richiesta di rinvio a giudizio è stata.
avanzata nei confronti di Francesco
Argentieri, Tommaso Bel.fiore, Francesco Campana, Carlo Cantanna, me:
sagnese, Carmelo Cavallo, di Ostuni,
Marcello Cincinnato, Ronzino De
Nitto, Diego Dello Monaco, Antonio
Furono incastrati nell'ambito Udienza preliminare fissata
di un'operazione scaturita
per il 22 settembre
dalle dichiarazioni di 12 prossimo dinanzi al gip di
Lecce, Antonia Martalò
collaboratori di giustizia
Epicoco, Carlo Gagliardi, Francesco
Gravina, soprannominato <<Pizzaleo»,
Francesco Gravina, soprannominato
«Gabibbo», collaboratore di giustizia,
Emanuele Guarini, Cosimo Giovanni
Guarini, collaboratore di giustizia,
Giuseppe <<Peppo» Leo, collaboratore
di giustizia, Massimo Pasimeni, Ercole Giuseppe Penna, Salvatore Solito, Vito Stano, mesagnesi, e Carmelo
Vasta di Ostuni.
Le indagini, con le quali si è riusciti a
fare luce su dieci episodi di sangue, hanno ricevuto il supporto di ben undici
_ collaboratori di giustizia: Ercole Penna,
Fabio Panico, Simone Caforio, Tomma-
so Belfiore, Giuseppe e Cosimo Leo, Cosimo Pagliara, Massimo D'Amico, Cosimo Gioviinni Guarini, Danilo Calò e
.Alessandro Perez. A questi si è aggiunto
anche Gabibbo approdato al pentimento
la scorsa primavera, nonostante il parere contrario dei suoi fratelli che, attraverso i giornali, gli fecero sapere che
l'unica cosa seria che avrebbe potuto
fare era impiccarsi. A Epicoco viene attribuita la morte di Nicolai Lippolis, in
concorso con Cincinnato, Leo, Belfiore e
Guarini. A inguaiare Epicoco sono state
le dichiarazioni dei collaboratori Belfiore, Fornaro e Caforio. Che però in un
primo momento non sono state ritenute
sufficienti dal Riesame.Lippolis scomparve nel dicembre del 1999. Si disse che
avesse fatto perdere le tracce per evitare
un provvedimento di arresto. Ma dopo
qualche contatto con i familiari l).essuno
ha mai più avuto sue notizie sino al7
ottobre del 2009, qundo a Bar (Montenegro) fu rinvenuto il suo cadavere crivellato di colpi e sotterrato.Nell'accusa
mossa ad Epicoco -sostiene la Difesa -ci
sono varie incongruenze, che il Riesame
riscontra. Ora, però, pare che siano state
superate. Il processo farà chiarezza.Molfetta fu assassinato perché la Sacra corona lo ..riteneva essere un confidente.
Accusati di questo omicidio sono Massimo Pasimeni, Ercole Penna, Francesco Argentieri e Giovanni Colucci, ostunese, soprannominato «il professore»,
rimesso in libertà anche lui dal Riesame. Pasimeni avrebbe autorizzato dal
carcere l'esecuzione. La vittima fu stordita con un colpo alla testa portato con
un corpo contundente e uccisa con colpi
di arma da fuoco al volto.
le altre notizie
ERA Al nDOMICILIARI»
Sorpes~ a pa_sseggiare
finisce in carcere
Giovanni Convertino
• I Carabinieri del Nucleo
Operativo e Radiomobile
della Compagnia di Fasano
hanno tratto in arresto in
flagranza di reato Giovanni
Convertino, nato ad Alberobello 51 anni addietro sottoposto alla misura cautelare degli.arresti domiciliari. L'ùomo è stato sorpreso
e bloccato a Ostuni dai Carabinieri mentre, a piedi,
percorreva via Mazzini in
violazione alla misura cui
risulta sottoposto. dopo le
formalità di rito, l'arrestato
.è stato tradotto presso la casa Circondariale di Brindisi.
No ai monologhi
teatrali
anchem vacanza
Monologhi teatrali anche in vacanzà? No grazie. Mi è capitato di
guardare uno spetta~lo con una
sola attrice slÙ palco, in villeggiatura. Lodevole l'impegno dell'artista, che più che tale era una
sorta cli apprendista dilettante
. dell'arte scenica. E passi. Ammiro chi riesce a mandare a memoria pagine e pagine di copione,
nonostante tutto. Ma per farlo occorre essere grandi attori o attrici, ovvero interpreti navigati.
Anche in questo caso però, gli one
man show rischiano di stufare. La
crisi ha portato i monologhi teatrali (che per forza di cose devono
durare un'ora e non più) alla ribalta più che_mai. Al massimo, ad
accompagnare scl palcoscenico
l'attore principale (e unico) è presente qualcuno che suona il pianoforte, oppure qualche ballerino. Ma gli effetti della crisi non
devono comprendere anche il pagare salati bigliettiper guardare
spettacoli ambiziosi, quanto noiosi, che non riempiono neppure la
serata di chi vuole essere intrattenuto, ma al massimo un inizio
di serata. Per cui, i monologhi con
un solo attore vanno bene, ma
solo se ispirati da testi validi e
recitati da grandi interpreti.
Romolo Ricapito
Rosa Marina (Brindisi)
:liriri:o '.'
a cura di
;'II luogo·- ·-· · , -.-:·
del cuore
Yaleria Bianco
VACANZE NEL TACCO
Appunti di turisti "speciali"
C'è chi la sceglie per il mare cristallino, chi per la bellewi delle campagne puni.ggiate da ulivi secolari,
chi per la movida e chi ancora per
il buon cibo. La Puglia è ormai una
delle T7U!te di viaggio più ambire dai
turisti. Tra questi, anche tanti ospiti
"speciali": artisti nazionali e inter- ·
nazionali che vi hanno acquistato
casa, eleggendo la regione a buen
retiro, oppure che ci toTnano ogni
anno semplicemente per qualche
giorno di relax_ Questa rubrica dà
loro voce per raccontare i tanti volti
del territorio dal punto di vista di
chi Io ha scelto come "casa".
A parlare di Puglia oggi è Umberto Veronesi, direttore .scientifico
dell'Istituto europeo di Oncologia a
Milano e oncologo di fama mondia. le, che da qualche anno ha ristrutturato un complesso di trulli in una
frazione di Martina Franca. Qui il
professore va con la moglie almeno
tre volte /'anno per qualche settimana di relax tra buone letture e un orto il cui fiore all'occhiello sono i peperoncini. Amante della buona cucina e sostenitore del/a dieta vegetariana, Veronesi apprezza molto i
prodctti della te"a pugliese e si dice incantato dagli ulivi che sembrano creaJure umane.
~
Amo i miei trulli
si respira un'aria mistica
che riconcilia con se stessi
e induce alla spiritualità
scorso dei difetti: da esterno "ospite" non saprei indicarne».
Puglia .e cibo: qual è il suo
piatto preferito?
~<Le orecchiene alle cime di rapa perché sono buonissime e salutari»:
Il cibo pugliese (olio extraver-
Umberto Veronesi
AMartina Franca
enatore, ex ministro della sa:
nità, direttore scientifico dell'Istituto europeo di Oncologia a Milano, ma soprattutto chirurgo e ricercatore di fama mondiale,
il professor Umberto Veronesi ha
eletto una frazione di Manina Franca come buen retiro. Qui ha restaurato un complesso di trulli, i trulli
di Orazio, che risale al 1800 e si
trova ali' interno di una tenuta di
quattro enari nel cuore della Vali ,
d'Itria. E almeno tre volte l'anno
ci trascocre qualche giorno co
moglie, la pediatra Susy Razon.
Prof~oré, com e mai h a
to la Puglia come buen
S
..
,.._<;4·..:.-..~.""?.· r,
.
MAGICA
N~~x1!;;r~15~A
±N.rt;> 1,_E~~~t-.,
U
4
....
~
«Mi sono innamorato di q
regione grazie a mio fratello e
nipote. Mio fratello Guido ba
casa bellissima vicino a. Ostu
suo figlio ba acquistato una
seria vicino al mare, che
ha trasformato nel cen...
tro alberghiero "Le Ta-.
veme". Siamo molto
legati e ci frequentiamo appena possibile
a
Martina
Franca.
«Un giorno ho
scopetto una frazione vicino Martina,
con una serie di
trulli ottocenteschi
abbandonati. È stato un· colpo di fulmine: non ho resistito al desiderio di· re:
staurarli e farli rivivere, ridond~o loro quel fascino
che emanavano anche nella loro decadenza. Grazie
va un centro oncologico in
di cura e io ho pensato
regione che amavo non poavere un ospedale di ecper la cura del cancro. Coo a poco, la.clinica privata
eòtata un istituto a carattere
jfico, oggi fiore all'occhiello
anità pugliese».
un ricordo particolare leto a lla Puglia?
« paesaggio degli ulivi secolahe sembrano creature umane vi. .=veoti gesticolilnti».
Quali sono i pregi e i difetti
dei Pugliesi?
~Sui pregi sono ferrato: sono
ospitali, sinceri, grandi lavoratori,
con un rispetto sacrale per la natura e la stori~. E allo steso tempo
un'apertura mentale sul futuro. I difetti potrei forse scoprirli vivendo
la Puglia non da rurista».
Quali eccellenze riconosce alla Puglia e quali, invece, sono le pecche da migliorare?
«La prima eccellenza che è la
capacità di capire e preservare il
grande patrimopio artistico e culturale di questa terra straordinaria,
conciliandola con la modernità e
l'efficienza Per esempio la natura
~ intatta, ma la rete stradale è ottima. Per le pecche vale lo stesso di-
e
e così, venendo a tro·
comprare casa .
;~~~~~~:
te. ~~
dieta pugliese
previene
il
cancro. Infatti
la regione ha
un tasso di incidenza rumorale Inferiore
alla media del
Nord Italia e
questo è sicuramente dovuto all'alimencazionc
corretta. Bisogna ricordare che una
dieta prevalentemente vegetariana
non solo non provoca il cancro mentre sappiamo che un consumo
eccessivo di carne aumenta il rischio del tumore dell'intestino e i
primi studi indical\o lo stesso rischio per il seno - ma addirittura ci
protegge. Molta verdure e frutti
contengono infani sostanze che
esercitano un'azione anticancro».
La Puglia è tra le regioni dove i malati possono già curarsi con la cannabis e tra quelle candidate alla coltivazione
della cannabis terapeutica.
Che ne-pensa?
«Penso che sia un grande merito della regione, che non fa che
confermare l'apertura mentale di
chi ci vive. I derivati della cannabis possono essere di grande aiuto
per alleviare il dolore dei malati
di altre malattie
gravi di cancro
invalidanti. C'è da sperare che la
PugLia serva da modello per le altre regioni italiane».
.
Cosa mette in valigia prima
di partire dalla Puglia?
«Il peperoncino, che coltivo. io
nel mio orto, pomodori freschi e
olio d ' oliva>>.
RONCINI
ro?
v"arli, è nalo un amo-re collettivo dei Veronesi per quest'area» ..
Tanto che alla fine h& deciso di
gine, ortaggi, verdure e dieta
mediterranea in 2e~ere) può
mvece
': lettura e
è.un'atmoiràtìva, quasi
mistica, che concilia
con :se stessi e induce
la spiritualità».
Ha uno o più luo,
ghi del cu ore?
«Martina Franca e
Cistemino, la cattedrale
di Trani, il castello di
Federico Il e poi Otranto, Lecce; Gallipoli. Aggiungo anche l'Istituto Oncologi·co di Bari perché ho panecipato
· alla sua ideazione molti anm fa.
e
Emiliano sconfessa l'accordo con Fi
Il segretario del Pd: per le Province solo liste di candidati del centrosinistra
di Nicola QUARANTA
Rompe il silenzio. E spacca
gli accordi: quelli che da gioriù
stavano maturando lungo l'asse
Pd-Forza Italia attorno al "riassetto" istituzionale delle province di Brindisi e Taranto. Il tavolo delle larghe intese, per il
segretario regionale del Partito
democratico, Michele Emiliano, è "anomalo" e deve saltare.
Accusato di avallare un'intesa
"omicida" - per quanto attiene
gli equilibri del centrosinistra
pugliese - e sollecitato a battere un colpo, il leader regionale
dei democratici ha deciso di
uscire allo scoperto, affidando
a un tweet il suo pensiero:
«Condivido le preoccupazioni
di chi teme alleanze anomale
in Puglia>>, scrive il segretario
Pd. Tanto basta a stroncare sul
nascere il patto nascente attorno alle candidature unitarie di
Maurizio Bruno (segretario provinciale Pd e sindaco di Francavilla Fontana) a Brindisi e di
Martino Tamburrano (centrodestra, sindaco di Massafra) a Taranto.
«Chiederò alla direzione regionale - taglia corto Emiliano
- di candidare ovunque presidenti di Centrosinistra>>. E discorso chiuso. Per il segretario,
ovviamente, che risponde di
pancia ai dolori di stomaco che
lancinanti stavano affliggendo
Stop alle Intese
cosi a Taranto ·
torna in corsa
Franco Ancona
Aria di dietrofront
ora meno chance
per il sindaco
Tamburrano
il partito, diviso sull'opportunità di dare corso al dialogo con
gli "azzurri". Il messaggio di
Emiliano è mano tesa anche
nei confronti degli alleati,_ con
riferimento a Sel. E quasi un
abbraccio fraterno al sindaco di
Taranto Ippazio Stefàno, che dichiarato da tempo il proprio sostegno all'ex primo cittadino
nella partita. delle primarie,
s'era visto invitato proprio dal
Pd locale a fare un passo indietro, rispetto alle proprie ambizioni nella corsa per la presidenza della Provincia.
A margine delle trattative
avviate con Forza Italia, i rapporti tra Democratici e Vendoliani si erano incrinati a tal pun-
Parole seguite a ruota da
to da creare imbarazzo e persino, proiettando l'orizzonte alle una formale richiesta di chiariRegionali del 2015, qualche menti al coordinatore del Pd.
Sollecitato nel merito, Emiesplicito rischio di spaccatura,
anche e soprattutto in prospetti- liano non si è sottratto. Tutt'altro.
Ha detto la sua, indicando
va della corsa per la leadership
della coalizione. Una sfida che la via: un a sostanziale retrovede già in pista, oltre al!' ex marcia rispetto al percorso insindaco di Bari, anche. il senato- trapreso dai vertici brindisini e
tarantini del partito, che snl
Iè Dario Stefàno e lassessore
regionale Guglielmo Minervi- fronte della strana alleanza nei
gioriù scorsi ci hanno messo la
..
pi.
faccia. Non sarà facile, dunEsplicito in tal senso era sta- que, soprattutto per loro, accetto nei giorni scorsi il monito tare supinamente le decisioni
del capogruppo di Sei alla. Re- della segretaria regionale. Sulla
gione, Michele Losappio: «Con carta, in ogni caso, i giochi si
tali premesse il percorso verso .riaprono per la presidenza delle
le elezioni regionali riserverà. dedassate province. A Taranto
.altre spiacevoli sorprese", ave- (dove, oltre alle chance di
S tefàno, tornano a salire nel
va chiosato.
centrosinistra le quotazioni del
sindaco di Martina Franca,
Francesco Ancona, Pd) come a
Brindisi, dove il sindaco di
Francavilla aveva già offerto la
propria disponibilità ad .essere
il candidato di un ampio schieramento che comprendesse an.che Forza Italia.
E cosl pure a Bari, dove il
segretario provinciale Pd, Ubaldo Pagano, stoppa sul nascere
le voci circa analoghe operazioni trasversali attorno alla città
metropolitana: «Lista· unica
con il centrodestra? Fantapolitica. Non è un strada praticabile,
né un'opzione che verrà presa
in considerazione Tuttavia occorre un dialogo trasparente tra
tutte le forze politiche».
G
SAL
o
INFEZIONE
La Xylella
fastidiosa sta
contagiando
anche altre
colture. Dopo gli
ulivi, l'oleando,
il ciliegio, il
mandorlo e la
mimosa
selvatica
Ali' opera il Comitato ·scientifico [email protected]
0 Nell'incontro a Roma di tre . quattro · giorni fa., il ministèro
alle Politiche agricole, tr.i le: tante, ha defrnito I' istituzionè di
un Comitato .scientifico, a supporto deLSemzfo fitosaruiario
nazionale, a cui çlovi;anno partec;ipare imaggiori :esperti della
materia, nazionali e(j internazionali. _Llavori ·di -qiù;sto. Ccimita~
to ·saranno, poi, sottoposti··a ll'.approvazione del Coinitato fii o·
sanitario nazionale, .già cònvoèato per il )S'.settémbre, .erapc
presenteranno la ·st!Unura-di un·nuovcr_deèretb niizionale .di lot,
ta obbligatoria alla·Xylella fastidiosa, ~éL cui contesto sariu)no indicati-. eve.ntuali strumenti::straorclinari;. an1:hè. dLna.t ura le~
gislatiya, ché si doveilseio_;re[ldere . riceessari~ ..coI)'i.presa· anche •
l 'individuazio11e di; un cci!11IIlÌssario · incaricato~: di· cocirdin;irne
l'attuazione. ·
··
di Maria Claudia MINERVA
Il decreto contro la XyÌella
fastidiosa sarà emanato il 15
settembre, ma nel frattempo si
va avanti attuando le misure
già inserite nel cronoprograrn·
ma condiviso dal Ministero alle Politiche agricole e dal!' assessorato ali' Agricoltura della
Regione Puglia. Cosi la prossima settimana si partirà con il
monitoraggio nella zona dove
si è deciso di fare il cordone sanitario o di sorveglianza, una
fascia di circa 70 km ·quadrati
da tenere sotto controllo. «Cominceremo subito con l'avvio
della fase di monitoraggio - ha
confermato l'assessore regionale Fabrizio Nardoni - labbiamo concordato con il ministro
Maurizio Martina, convenendo
che, in attesa della formalizzazione del decreto, bisogna comunque andare avanti con le attività che saranno, comunque,
inserite nel provvedimento del
governo».
Scopo del monitoraggio è
cercare di comprendere come
si evolve la malattia e come
cercare di salvare dalla propagazione del batterio la zona a
ncrd di Lecce.
Intanto,
sull'emergenza
Xyella interviene la Cia Puglia
Xylella, fari puntati
sulla fascia di sicurezza
Contro/Ha tappeto·su 70 km di territorio _tra Lecce eBrindisi
per sottolineare che bisogna far
presto «attuando anche tutte le
iniziative utili e necessarie a
salvaguardare dalla infezione
non solo la restante parte del
territorio della provincia di Lecce (come già in programma)
ma anche le ;>rovince di Brindisi e Taranto e in generale tutta
la Puglia, individuando e destinando anche risorse economiche per integrare il ~~dito degli olivicoltori. Prendiamo atto
- aggiungono - che. alcune delle nostre richieste avanzate alla
Regione Puglia nei giorni scorsi - relativamente alla non era-
dicaziòne dègli ulivi, che rappresentano un patrimonio dal
valore inestimabile, e all'impiego di prodotti fitosanitari per
combattere i vettori tenendo
conto dell'impatto sanitario per
salvaguardare sia la salute pubblica che l'ambiente, del quale
gli ulivi salentini, molti dei
quali secolari, ne sono parte integrante - sono state tenute in
considerazione. Ora, però, non
si pu? perd~rè un minuto di
più. E necessario inoltre far
presto relativamente al varo di
un decreto che sancisca ·10 stato di emergenza e che permetta
anche labbattimento dei contributi previdenziali per le imprese agricole danneggiate».
Domani, intanto, in una del~
le zone più colpite - quella.tra
Alezio e Taviano - I'associazione Spazi Popolari-Agricoltura
Organica r:jgenerativa di Sannicola avvierà delle sperimentazioni empiriche su tre campi,
utilizzando sosianze organiche
e minerali. L'obiettivo è salvaTC le piante. «Sono gli olivicoltori a chiederci queste sperimentazioni - sottolinea il presidente dell'associazione Ivano
Gioffreda -. Continueremo a vi-
gilare ed a proporre pratiche sostenibili, ma in tanto .crediamo
fondamentale la presenza della
nostra realtà associativa ali' interno del gruppo di lavoro, che
come spesso ribadito in questi
mesi, è fondamentale che nasca, poiché solo la sperimenta. zione empirica in totale .rispetto dell'ecosistema, possono permettere di individuare una cu.
ra. L'amore per la nostra terra,
sentito e partecipato, è l' espres- .
sione della nostra identità di
gruppo e di cittadirii attivi in
questa penisola nella penisola,
che è stanca di mezze verità,
decisioni che calano dall'alto.
Pensiamo - aggiunge Gioffreda
- che il dramma che ci ha colpi"
ti si sia rivelato anche un opportunità per noi tutti di riscoprirci custodi di un bene da rendere patrimonio mondiale
dell'umanità, che è profonda- ·
mente legato con le nostre radici ma che guarda al futuro. Per
.questo l'agroforesta degli ulivi
del Salento deve essere tutelata, protetta, diventare il simbolo di questa terra e lolio dei
suoi ulivi secolari rappresentare la nuova rinascita culturale,
capace di fornire alle nuove generazioni, motivi validi . per
non scappare. Questo è il momento giusto per dare un cambio di rotta».
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
815 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content