close

Enter

Log in using OpenID

COMUNE DI PESCARA

embedDownload
COMUNE DI PESCARA
CITTA' DI PESCARA
ME'd~gli.ad' OfD al Merito
Civili!:!
COPIA
VERBALE DI DELIBERAZIONE
Numero
DELLA GIUNTA COMUNALE
442 Del 30/06/2014
Oggetto: RESISTENZA ALL'ATTO DI APPELLO PROPOSTO DINANZI AL CONSIGLIO DI
STATO DA AW. G.P./COMUNE DI PESCARA + 1 PER ANNULLAMENTO E LA RIFORMA
DELL'ORDINANZA DEL TAR ABRUZZO N. 66/2014.
L'anno duemilaquattordici il giorno trenta del mese di Giugno in prosieguo di seduta
iniziata alle ore 09.05 in Pescara, nella sala delle adunanze della sede Municipale, previo invito
si è riunita la Giunta Comunale.
Presiede l'adunanza Avv. Alessandrini Marco nella sua qualità di SINDACO e sono
rispettivamente presenti ed assenti i seguenti signori:
SINDACO
VICE SINDACO
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
Avv. Alessandrini Marco
Del Vecchio Enzo
Marchegiani Paola
Sammassimo Bruna
Diodati Giuliano
Santavenere Sandra
Sulpizio Adelchi
Di la covo Giovanni
Cuzzi Giacomo
Teodoro Veronica
ASSESSORE
P
P
P
P
P
P
P
P
P
P
ne risultano presenti n. 10 e assenti n. O.
Partecipa alla seduta il Segretario Generale Avv. Langiu Antonello
Assiste il SEGRETARIO VERBALIZZANTE Praf. Addario Luigi designato per la redazione
del verbale.
Il Presidente, accertato che il numero dei presenti è sufficiente per dichiarare valida la
seduta, invita gli intervenuti a deliberare sull'oggetto sopraindicato.
Atto di GiuntA.Comunale n
442
Del 30/06/2014·· Pag.1- COMUNE DI PESCARA
LA GIUNTA COMUNALE
Vista la relazione allegata che costituisce parte integrante del presente
provvedimento;
Visti i pareri espressi, ai sensi dell'art. 49 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, dal
Dirigente del servizio interessato e dal Dirigente della Ragioneria, come da
scheda allegata;
Visto l'art. 48 del D. 19s267/00;
Con voto unanime espresso nelle forme e nei modi di legge;
DELIBERA
1) di resistere all'appello cautelare proposto dinanzj al Consiglio di Stato
dall'avv. G. P. cl Comune di Pescara e avv. A.M., per l'annullamento e la
riforma dell'ordinanza emessa dal TAR Abruzzo
sez. Pescara n.
66/2014 pubblicata il17 aprile 2014 e resa nel giudizio R.G. 51/2014 per
l'annullamento previa sospensione dell'efficacia della determinazione n.
13 del 15 gennaio 2014; della deliberazione di G.C. n. 485 del
20.07.2012; della nota prot. n. 29133 del 31.12.2013;
2) di affidare la rappresentanza e la difesa dell'Ente, all'avv. Silvetti
Gabriele del Foro di Pescara, con studio in Pescara alla via Marco Polo
n. 3 eleggendo domicilio in Roma presso lo studio dell'avv. Stefano
Fiorini in Largo Trionfale n. 7;
3) di precisare che il compenso per l'avvocato esterno incaricato è pari alla
complessiva somma di € 4.019,88 di cui € 2.755,00 per compenso
professionale, € 413,25 per spese generali ed € 851,63 per CAP ed IVA;
tale compenso è stato determinato secondo i parametri di cui al D.M. n.
55 del 10 marzo 2014 e decurtato del 50%; di precisare, altresì, che è
stata prevista la somma € di € 1.000,00 per eventuali spese da
documentare, nonché la somma di € 380,64 per la domiciliazione a
Roma; le predette somme per un totale complessivo di € 5.400,52
trovano capienza nello stanziamento iscritto nel Bilancio Pluriennale di
Previsione 2013/2015 annualità 2014 al tit. 1 - funz. 01 - servo 08 - int.
03, nonché ai sensi del D. Lgs n. 118/2011 riclassificata miss. 1 progr. 11
- tit. 1 macro aggr. 103 cod. 111101103 "spese per liti ed atti a difesa
delle ragioni del Comune" cap. 238000 - P.1. nn. 3170-3171-3172
e saranno successivamente impegnate con determinazione dirigenziale;
Indi
LA GiUNTA COMUNALE
Con separata votazione e con voto unanime palesernent~ espresso, dichiara la
presente immediatamente eseguibile;
Pag.2
RELAZIONE
Allegato alla deliberazione n.
del
L'avv. G. P. con atto notificato in data 12.02.2014 ha proposto ricorso dinanzi al TAR
Abruzzo sez. Pescara, per l'annullamento dell'atto di determinazione del Dirigente del
Settore Risorse Umane del Comune di Pescara n. 13 del 15 gennaio 2014 avente ad
oggetto approvazione schema bando di mobilità esterna ai sensi dell'art. 30 del D. Lgs
165/2001; dell'avviso di mobilità esterna ai sensi dell'art. 30 del D. Lgs 165/2001; nonché
della deliberazione della Giunta Comunale n. 485 del 20.07.2012 con la quale è stata
approvata la dotazione organica del personale.
Nelle more dell'udienza per la discussione della misura cautelare, l'avv. G. P. ha notificato
in data 02.04.2014 atto di motivi aggiunti avverso la determinazione del dirigente Risorse
Umane di approvazione della graduatoria della procedura di mobilità volontaria e avverso
la determinazione del Dirigente Risorse Umane n. 1280 del21 marzo 2014.
In data 7.4.2014 è stata concessa dal TAR sez. Pescara misura cautelare ex art. 56 c.p.a.
che disponeva la sospensione dell'approvazione della graduatoria impugnata.
In data 17.04.2014 il predetto TAR con ordinanza n. 66/14 ha respinto l'istanza di
sospensione degli atti impugnati, compensando le spese di giudizio.
Avverso la predetta ordinanza l'avv. G.P. ha proposto appello cautelare dinanzi al
Consiglio dì Stato cl Comune di Pescara e nei confronti dell'avv. A.M. per i seguenti motivi:
1) Violazione e falsa applicazione dell'art. 91 comma 4 D. Lgs 267/2000 nella parte
parte in cui l'ordinanza gravata ha ritenuto che, nel caso di specie, il posto sia stato
istitu ito solo nel 2012, mentre in realtà esso va considerato posto vacante sin dal
2003;
2) Violazione e falsa applicazione dell'art. 91 comma 4 d. 19s 267/2000 nella parte in
cui l'ordinanza gravata,ritenendo che il posto sia stato istituito solo nel 2012,
assume erroneamente che il posto di nuova istituzione possa essere identificato
quale variazione in aumento della dotazione organica. Erroneità manifesta nella
parte in cui non ha rilevato che non vi possa essere nuova istituzione in presenza di
una completa identità tra il posto oggetto della graduatoria e quello messo R
concorso;
3) Violazione e falsa applicazione degli artt. 3 e 55 c.p.a. per omessa motivazione su
un punto decisivo della controversia individuato dal terzo motivo del ricorso
introduttivo, con il quale è stata impugnata la delibera di Giunta Comunale n: 485
del 20 luglio 2012 che qUi3lifica il posto di funzionario avvocato come di nuova
istituzione;
.
4) Violazione e falsa applicazione degli artt. 3 e 55 c.p.a. per omessa motivazione su
un punto
decisivo della controversia costituito dal quarto motivo del ricorso
introduttivo, con il quale si chiedeva l'annullamento degli atti per mancata revoca
della determina del Dirigente del Personale del Comune di Pescara n. 257 del 4
giugno 2009 di approvazione dello scorrimento della graduatoria in favore dell'avv.
G.P.
Per quanto sopra esposto l'avv. G.P. chiede al Consiglio di Stato in via principale di
riformare l'ordinanza impugnata e per l'effetto di concedere la misura cautelare d~lIa
sospensi0l!e
degli atti impugnati e del contratto eventualmente stipulato; in via
subordinata, ove ritenuto opportuno, di
sollecitare il giudice di primo grado ad
approfondire la natura del posto di funzionario avvocato messo a concorso e soprattutto
se sia ammissibile la categoria della "nuova istituzione" in presenza di una completa
identità tra il posto oggetto della graduatoria e quello messo a concorso.
Si propone, pertanto, per ragioni di opportunità, connessione e strategia difensiva, di
affidare anche nel presente giudizio, la rappresentanza e la difesa dell'Amministrazione
Comunale allo stesso legale che ha difeso l'Ente nel precedente grado di giudizio,
prevedendo la domiciliazione a Roma.
Pescara 30.06.2014
ALLEGATO ALLP, DELlBERA
DIi),UNTA COfVWf-,!~E
W ... lt.&.....,. DEL 3?:.<;', ...
~
:!.c. f){
Città di Pescara
Medaf!lia d'oro al Merito Civile
Allegato alla deliberazione
N
del.
.
RESISTENZA ALL'ATTO DI APPELLO PROPOSTO DINANZI Al CONSIGLIO DI
STATO DA AVV. G.P./COMUNE DI PESCARA + 1 PER ANNULLAMENTO E lA
RIFORMA DEll'ORDINANZA
DEL TAR ABRUZZO N. 66/2014.
DELL'ART.
49 DEL D. LGS 267/00
Parere di regolarità tecnica, anche con specifico riferimento alla garanzia della tutela della
privacy nella redazione degli atti e diffusione - pubblicazione dei dati sensibili ed agli altri
contenuti ai sensi ed in contèmnità alla delib"era di C.c. n. 209 del 17.12.2010 in materia di
pubblicità legale degli atti ex art. 32 della Legge n. 69/2009, come modificato ed integrato con D. L.
n. 194/09 convertito in Legge n. 25/2010.
FAVOREVOLE
,
.
Lì 30.06.2014
.
Parere di regolarità contabile
........................................
/
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::t.:(fjq:O;Jif~?;F-:-::::::::::::::::::::::: :::::::::::::::::::::::::::::
.
Del che si è redatto il presente verbale, che, previa lettura e conferma, viene
sottoscritto come appresso.
IL SEGRETARIO VERBALIZZANTE
F.to Prof. Addario Luigi
IL SINDACO
IL SEGRETARIO
F.to Avv. Alessandrini Marco
GENERALE
F.to Avv. Langiu Antonello
Per copia conforme all'originale.
Pescara lì O 1 LUG.
, ------
2014
A seguito di conforme attestazione dell'addetto alle pubblicazioni, si certifica
che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all'Albo Pretorio dal
al
1 6 LU6. 2014
•.
O 1 LUB.2014
e che contro di essa non sono state prodotte opposizioni.
IL FUNZIONARIO RESPONSABILE
Pescara, lì
_
SI DICHIARA LA PRESENTE ESECUTIVA a seguito di pubblicazione all'Albo Pretorio
per 10 giorni consecutivi dal
senza opposizioni ai sensi e per gli
effetti dell'art. 134 - 3°comma - D. Legislativo del 18 agosto 2000 N.267.
IL FUNZIONARIO RESPONSABILE
Pescara, Iì
.
_
COMUNE
N..
.__ .__
FASCICOLO UFFICIO
di prot.
DI
PESCARA
Pescara, lì
All'Ufficio
.
All'Ufficio
.
...per i provvedimenti
_
.
_
.
_
d! competp.l1za.
IL FUNZIONARIO RESPONSABILE
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
268 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content