close

Enter

Log in using OpenID

4 In piedi in difesa della famiglia Diagnosipiù accurate

embedDownload
4
Saluzzo
giovedì 2 ottobre 2014
SALUTE Acquistato dagli Amici dell’ospedale di Savigliano
E’ IL RICAVATO DELLA CENA MUTIRAO
4.500 euro per la Granja Paradiso
Grazie alla generosità dei saluzzesi, i
piccoli ospiti delle case famiglie della
Granja Paraiso potranno finalmente
dormire nei nuovi letti che saranno
acquistati con il progetto Sonhar. Gli
ultimi contributi sono arrivati dalla cena
Mutirao che l’associazione dal Monviso al Brasile ha organizzato sabato 27
settembre presso la bocciofila Auxilium. L’iniziativa ha permesso di raccogliere 4.500 euro con cui si è potuto
raggiungere l’ammontare di spesa preventivato. Sarà, quindi possibile, completare l’acquisto dei letti, materassi e
cuscini per i bambini e le
bambine accolti da don
Angelo Vincenti presso
le case della missione a
Palmares in Brasile.
Un’altra soddisfazione
va ad aggiungersi ai risultati ottenuti dall’associazione dal Monviso al
Brasile impegnata da
vent’anni a portare l’aiuto e il sostegno del territorio alla Granja. «Per
raggiungere questo
obiettivo – spiega il presidente Davide Mondi-
no -, i volontari si adoperano per promuovere occasioni di spettacolo, eventi
e iniziative di sensibilizzazione culturale. La mondialità, il sottosviluppo, la
globalizzazione, la giustizia sociale
sono i temi di cui parliamo anche ai
ragazzi nelle scuole».
Associazioni internazionali, aziende e
privati continuano ad accompagnare,
con la propria generosità disinteressata, la crescita dei ragazzi, e permettere
la realizzazione dei progetti a loro dedicati.
k. b.
Diagnosi più accurate
Venerdì si presenta il nuovo mammografo
SALUZZO – È dedicata alle donne del Saluzzese, e in particolare
alle over 45 anni, la serata che si svolgerà venerdì 3 ottobre, alle 20,45,
nella sala degli specchi
della Fondazione Bertoni in piazza Montebello.
L’associazione Amici
dell’ospedale di Savigliano presenta il nuovo
mammografo digitale
che dovrebbe entrare in
funzione il 20 ottobre
presso il SS. Annunziata. Si tratta di uno strumento all’avanguardia
che consentirà da un lato
di ridurre la dose di radiazioni cui si sottopone
la donna e dall’altro di
risolvere il problema del-
Il dott. Galletto e il dott. Leone con il presidente degli
Amici dell’ospedale di Savigliano Ezio Nava (al centro)
l’archiviazione delle pellicole radiografiche.
Il nuovo mammografo servirà non soltanto
alle donne saviglianesi
ma alla popolazione femminile residente in tutto il
territorio dell’ex Asl 17
ed oltre: dopo aver illu-
SENTINELLE Sabat
o pomeriggio dalle 1
7 alle 1
8 in piazza Vineis
Sabato
17
18
Inpiedi indifesa della famiglia
Contro la legge sull’omofobia
SALUZZO - Sabato pomeriggio, 4
ottobre, tornano in piazza Vineis a Saluzzo le Sentinelle in piedi: manifesteranno in silenzio, per un’ora dalle 17 alle
18, con un libro in mano, in difesa della
libertà di espressione e contro la legge
Scalfarotto sull’omofobia, già approvata dalla Camera ed ora al vaglio del
Senato. Una prima manifestazione silenziosa si era svolta a metà luglio con
la partecipazione di una sessantina di
Che cosa hanno in
comune le persone che
scendono in piazza per
partecipare alla manifestazione “Sentinelle in
piedi”?
La gente che è scesa e
scenderà in piazza a Saluzzo e in altre località italiane é accomunata da
alcuni valori che credo appartengano al nostro DNA
in quanto umani. Nel momento in cui viene minacciata la libertà di espressione formulando un non
ben precisato “reato di
omofobia”, la gente che
ha a cuore questa ed altre
libertà non può fare a
meno di mobilitarsi.
Che cosa chiedono
con la loro protesta silenziosa?
Le Sentinelle in piedi
difendono la centralità
della famiglia nata dall’unione di un uomo e di
una donna. Di fronte agli
attacchi sempre più invasivi della magistratura che
a forza di sentenze ha
smantellato la legge 40
(che era stata passata al
vaglio di un referendum
popolare), sta introducendo l’adozione per le coppie dello stesso sesso
(vedi il caso del tribunale
per i minorenni di Roma
che ha permesso l’adozione di una bambina da
parte della compagna
della mamma), beh, le
Sentinelle non possono
stare a guardare.....
Oltre a minacciare la
libertà di espressione, il
Ddl Scalfarotto, serve
come testa d’ariete per
arrivare al matrimonio tra
persone dello stesso sesso e all’adozione! Infatti,
come scrive Gianfranco
Amato nel libro “Omofobia o eterofobia?” (edizioni Fede e Cultura) “l’impianto della legge è completamente ideologico,
perchè
gli
omosessuali così come tutti
gli altri cittadini - godono già
degli strumenti giuridici previsti dal codice penale,
contro qualunque forma
di ingiusta discriminazione, di violenza, di offesa
alla propria dignità personale”
Non c’é bisogno quindi, in Italia, di una legge
contro l’omofobia?
E’ vero, suscitano scalpore alcune notizie gonfiate ad arte, di atti di violenza contro gay, si fa su
un gran polverone e dopo
pochi mesi tutto si sgonfia. Uno studio dei più autorevoli e accreditati istituti americani d’indagine
demoscopica, il Pew Research Center di Washington, evidenzia che l’Italia “si colloca nella top ten
tra le 10 nazioni più gay
friendly a livello mondiale
con il 74% della popolazione che dichiara la propria non ostilità all’omosessualità, ed un 18% che
invece professa un atteggiamento contrario” (dal
libro citato di Gianfranco
Amato).
Qual è stata la risposta dei cittadini comuni
alla manifestazione di
luglio a Saluzzo? Interesse, incoraggiamento, indifferenza, vi hanno evitati, contestati?
La gente che ci vede
manifestare rimane incuriosita; sovente chiedono
spiegazioni e normalmente si stupiscono perchè non ne hanno mai
sentito parlare, nonostante siano in certi casi attenti
spettatori dei programmi
televisivi di attualità. Questa è una caratteristica
comune. Anche quando
chiediamo
nei negozi il
permesso di
appendere la
locandina
per le veglie e
ci fermiamo a
parlare e spiegare perchè
facciamo
questa manifestazione, la
maggior parte della gente cade dalle nuvole. Eh,
si perchè per far passare
il ddl Scalfarotto le Camera ha proceduto a tappe
forzate, di notte, senza
persone provenienti dal Saluzzese e da
diverse località della provincia: l’iniziativa aveva suscitato curiosità tra i passanti che il sabato pomeriggio passeggiano numerosi nell’isola pedonale di
corso Italia. Il compito di spiegare le
ragioni della protesta era affidato ad
alcuni striscioni e ad una portavoce delle
Sentinelle, la buschese Brunella Rosano (nella foto sotto) alla quale abbiamo
rivolto alcune domande.
nessun tipo di informazione da parte dei giornali. Meno male su internet
queste notizie si diffondono, ma non tutti usano
quotidianamente internet
per l’informazione.
In altre piazze, molte
volte le Sentinelle sono
state aggredite: è un segno preoccupante sul rischio che corre la libertà
di espressione!
Che cosa rispondete
a chi vi considera conservatori e tradizionalisti?
Non si tratta di essere
progressisti o conservatori, ma di usare la ragionevolezza, basandoci
anche sull’esperienza dei
Paesi in cui queste “liber-
CAS
AC
AVASS
A Pr
ont
o il kit di ben
venut
o per il 1
2o
tt
obre
ASA
CA
ASSA
Pront
onto
benv
enuto
12
ott
ttobre
Com’é divertente ilMuseo
SALUZZO – Hanno
lavorato per mesi alla redazione del “Kit famiglia
al museo”. La giornata
nazionale di famiglie al
museo di domenica 12
ottobre rappresenta il
momento culminante per
le volontarie di servizio
civile Martina Rinaudo e
Serena Racca, che 5 mesi
prima della fine delle loro
esperienza presso il museo di Casa Cavassa,
hanno pienamente raggiunto gli obiettivi del loro
progetto intitolato “Piccoli
e grandi insieme al museo”. I visitatori che decideranno di passare una
domenica diversa dal
solito nella struttura di via
san Giovanni riceveranno all’ingresso un kit di
benvenuto che potrà essere utilizzato durante la
visita. Il corredo cartaceo
comprende la guida Family Museum con tutte le
informazioni pratiche per
iniziare il tour. «Insieme a
questo – spiegano le due
volontarie – sarà fornito il
“Casa Cavassa game”,
un piccolo libro gioco per
imparare divertendosi le
cose salienti de museo. I
personaggi cartacei Francesco Cavassa e Emanuele Tapparelli D’Azeglio guideranno i visitatori con giochi e prove da
superare». Completano il
INCONTRO PUBBLICO E VISITA AL MUSEO DELLA MEMORIA CARCERARIA
Parlare di carcere in Castiglia con Antigone
Non è un caso che Antigone (associazione politico-culturale “per
i diritti e le garanzie nel sistema
penale”) abbia scelto Saluzzo e la
Castiglia per la due giorni di formazione sul tema del carcere e dell’esecuzione della pena. Nelle celle
di isolamento e negli angusti corridoi al piano interrato della Castiglia (lo storico edificio ha ospitato
fino al 1992 il carcere di Saluzzo)
è stato inaugurato a febbraio il
museo italiano della Memoria carceraria a cura di Claudio Sarzotti
che figura nel comitato scientifico
di Antigone e presiederà l’incontro sul tema “Il senso e la storia
della pena”, unico momento pub-
tà” sono state approvate
da anni. La fecondazione
eterologa rischia di produrre rapporti incestuosi
tra persone che non sanno di essere fratelli; la pratica dell’utero in affitto produce schiavitù nei confronti delle donne bisognose che si prestano a
diventare incubatrici di figli altrui.
Spero che sabato a
Saluzzo e domenica in
molte città italiane la gente scenda in piazza a vegliare! Perchè questo è il
risultato importante: la
crescita del popolo che
non si vuole piegare al
pensiero unico e continua
a difendere l’essenza
dell’uomo stesso.
strato al pubblico “di
casa” il 19 settembre
scorso le caratteristiche
ed i vantaggi dello strumento digitale rispetto a
quello analogico usato
finora, gli Amici dell’ospedale di Savigliano organizzano un incontro rivolto alla popolazione
saluzzese, con interventi del dott. Alessandro Leone e del dott. Luciano
Galletto, rispettivamente
responsabili della radiologia e della ginecologia
di Savigliano.
Duplice l’utilizzo del
mammografo digitale
che sarà impiegato per
lo screening di prevenzione sulla popolazione
sana (l’ospedale di Savigliano, grazie ad un’intuizione del senologo
Flavio Cigna, fu il primo
ad aderire al progetto
Prevenzione Serena),
sia per la mammografia
clinica.
Oltre alla maggiore
rapidità di esecuzione
dell’esame, il mammografo digitale riduce del
50% la dose radiante ed
il modello Siemens acquistato dagli Amici dell’ospedale di Savigliano
ha il pregio di ridurre la
radiazione di un ulteriore
30%. Inoltre la tecnologia
digitale garantisce una
miglior qualità dell’immagine e la possibilità di effettuare ingrandimenti
senza dover ripetere
l’esame, l’archiviazione
su cd, dvd e hard disk,
nonché la trasmissione
via internet ed una significativa riduzione dei costi. Lo strumento che sarà
installato a Savigliano
sfrutta la tecnica tridimensionale della tomosintesi, che consente di ottenere una maggiore accu-
blico del programma che si terrà
nella mattinata di venerdì 2 ottobre
in Castiglia.
Il convegno sarà preceduto dalla
presentazione delle iniziative della Compagnia di san Paolo e dai
saluti delle autorità: oltre all’assessore alla cultura di Saluzzo
Roberto Pignatta, prenderanno la
parola Bruno Mellano, garante
delle persone sottoposte a misure
restrittive della libertà personale
per la Regione Piemonte, la garante per il Comune di Torino Maria
Pia Brunato, Enrico Sbriglia, provveditore Dipartimento amministrazione penitenziaria Regione Piemonte e Giorgio Leggieri, direttore
della casa di reclusione “Morandi”
di Saluzzo.
La due giorni promossa da Antigone (alla quale sono attesi una quarantina di partecipanti da tutta l’Italia) rappresenta anche un’occasione per far conoscere la città e la
Castiglia: nel pomeriggio di venerdì la visita guidata dal prof. Sarzotti al museo della memoria carceraria con intervento di studenti
ed insegnanti del Liceo “SoleriBertoni”. La mattinata di sabato,
prima del direttivo allargato dell’associazione Antigone in programma per le 10,30, i visitatori
saranno accompagnati alla scoperta del centro storico di Saluzzo.
kit alcune piantine per
orientarsi nel museo e vari
giochi da continuare a
casa. L’iniziativa delle famiglie al museo è portata
avanti in sinergia con il
museo Olmo di Savigliano.
Alla presentazione di
giovedì 25 settembre sono
intervenute anche le volontarie di servizio civile
saviglianesi Sabrina Somale e Marta Malgioglio,
che hanno presentato il
libro gioco “Il Mistero del
libro” che il 12 ottobre sarà
abbinato ad attività ludiche riservate alle prime
10 famiglie con bambini
dai 5 agli 11 anni. 2 posti
sono stati riservati ai nuclei saluzzesi che vorranno partecipare. «Siamo
felici di questa sinergia
con Savigliano – ha spiegato l’assessore Roberto
Pignatta -: mi sento di dire
che è un bel progetto di
avvicinamento dei bambini ai musei». La giornata nazionale delle famiglie al museo, giunta alla
sua seconda edizione, ha
come tema “Il filo di Arianna”. Il Comune di Saluzzo
vi ha aderito con il museo
di Casa Cavassa (che rimarrà aperto dalle 10 alle
13 e dalle 14 alle 17) e
con la Castiglia (orario 1013 e 15-19).
fabrizio scarpi
ratezza e specificità nella
diagnosi di tumori di piccole dimensioni.
Il dott. Galletto illustrerà invece i passi avanti
compiuti in questi anni
grazie alla mammografia nel campo della chirurgia mammaria e parlerà dei vantaggi del
mammografo digitale
nell’individuare lesioni
non ancora palpabili. .
Insomma, il mammografo digitale potrà cambiare la vita di molte donne,
anticipando la diagnosi
ed aumentando quindi la
percentuale di guarigioni che si assesta oggi
all’87% (40 anni fa era
non più del 40%)
s. a.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
410 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content