“Noi al centro della Wellness Valley”

NON RICEVE ALCUN CONTRIBUTO PUBBLICO EDITORIA
DIREZIONE - REDAZIONE - SEDE LEGALE E OPERATIVA - PUBBLICITA': RIMINI, Viale Laurana 1/A (cap 47921) Centralino 0541 444011
Mail di settore Redazione: [email protected] - Amministrazione: [email protected] - Pubblicità: [email protected] - Segreteria: [email protected] qnews.it
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
ANNO 3 N. 942
SOLO IN EDICOLA IN ABBINAMENTO CON IL MESSAGGERO a1,00*
I 60 anni di Romagna Mia
Oggi è festa a San Patrignano
E’ RICERCATO DALLA POLIZIA
Alcoltella tre giovani
fuori da una discoteca
e poi si dà alla fuga
SERVIZIO A PAGINA 3
Rischia una condanna a molti anni di prigione la fidanzata di Dritan Demiraj
La diabolica coppia
Sanchi, gravi accuse
E resta in carcere
g La mattina
M
dell’assassinio di
onica Sanchi rischia di
rimanere molti anni in
carcere. La fidanzata del killer
Demiraj ha ricevuto un’ordinanza di custodia cautelare in
carcere per gli omicidi Mannina e Nusdorfi. Doveva uscire
oggi dal carcere. Duplice omicidio premedidato e occultamento di cadavere, l’accusa.
SERVIZIO A PAGINA 3
RIMINI - Buon compleanno, Romagna Mia! Nel
giorno esatto dei 60 anni della canzone di Secondo
Casadei conosciuta in tutto il mondo, la festa sarà
nella comunità di San Patrignano, in occasione del
69° congresso nazionale di Assoenologi. La Mirko
Casadei Beach Band, orchestra guidata dal figlio
del re del liscio Raoul, festeggerà il traguardo con
tutti i presenti e i ragazzi del centro antidroga.
SERVIZIO A PAGINA 15
Silvio comprarono
un paio di manette
per legarlo
g Duplice omicidio
premeditato
Numeri da capogiro in Fiera, si chiude oggi. Riviera presa d’assalto dal popolo del fitness
Lucia Zanotti è la neo-presidente
In mille alla festa
di Karis Foundation
Sei scuole con 1.640 allievi
SERVIZIO A PAGINA 5
Baseball, definito il quadro play off
Bologna e Parma, sarà
ancora una sfida infinita
Pirati, ecco Gonzales
CERBARA A PAGINA 21
“Noi al centro della Wellness Valley”
Gnassi strizza l’occhio a Technogym
M
entre la Fiera del Wellness
registra numeri da capogiro e scarica in Riviera decine di
migliaia da appassionati, il sindaco Gnassi incontra il patron di Technogym Nerio Alessandri (nella
foto, ieri insieme in Fiera con il
presidente Cagnoni) e rilancia:
“Vogliamo mettere a sistema questa vocazione e fare di Rimini il pilastro della Wellness valley, con
palestre a cielo aperto e iniziative
diffuse sul benessere e lo sport”.
SERVIZIO A PAGINA 5
Zoom - Storie & Persone
Fabrizio
Moretti,
dalla Cna
ai colori
della sua vita
SERVIZIO A PAGINA 15
Locazi
oni
dimonolocali
per i
l peri
odo
i
nvernale
2
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
Cronaca Rimini
& Provincia
LUNEDÌ
2 GIUGNO 2014
l
3
Secondo i carabinieri la riccionese ebbe un ruolo attivo mentre Demiraj strangolava Mannina e ha sempre negato con testimonianze accordate col fidanzato
La Sanchi rischia molti anni di prigione
La donna del killer doveva uscire oggi, ma arriva una nuova custodia cautelare in carcere
Pesantissima l’accusa contro di lei: duplice omicidio premeditato e occultamento di cadavere
RIMINI - Monica Sanchi adesso
rischia grosso. E in carcere potrebbe rimanerci a lungo. Pesanti le accuse, duplice omicidio
premeditato pluriaggravato dalla crudeltà e occultamento di cadavere, con le quali il gip del Tribunale di Rimini, Fiorella Casadei, ha stabilito che Monica Sanchi resti in in prigione a Forlì. La
Sanchi, infatti, secondo gli investigatori, avrebbe avuto un ruolo
attivo negli omici commessi dal
fidanzato Dritan Demiraj, il pasticciere albanese di 29 anni che
il primo marzo ha ucciso l'ex
convivente e madre di suo figlio,
Lidia Nusdorfi alla stazione di
Mozzate dopo che il giorno precedente, la sera del 28 febbraio,
nel suo appartamento di via dell’Abete, aveva ammazzato l’amante della donna, Silvio Mannina, 30 anni residente a Bologna in una casa famiglia. Ieri
mattina, i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini,
hanno proceduto alla notifica in
carcere alla Sanchi dell’ordinanza di custodia cautelare per gli
omicidi Mannina e Nusdorfi,
proprio due giorni prima della
scadenza dell'ordinanza a tempo, emessa dal tribunale di Como. La Sanchi, infatti, oggi sa-
La coppia
diabolica
la mattina
dell’omicidio
acquistò
un paio
di manette
per legare
il milanese
Monica Sanchi
in tribunale a Rimini.
E’ rinchiusa
nel carcere di Forlì
rebbe potuta tornare in libertà,
ma nuovi elementi probanti in
mano agli inquirenti riminesi
che dal 29 aprile, con l’arresto
della riccionese, hanno acquisito la competenza delle indagini
hanno motivato l'ordinanza del
gip Casadei e trattenuto dietro le
sbarre la 35enne cameriera riccionese. La Sanchi resta in carce-
In breve
Maltempo
Bomba d’acqua provoca
allagamenti in provincia
Una vera e propria bomba d’acqua quella che si è abbattuta la notte tra venerdì e sabato a Rimini e in tutta la provincia. Scantinati allagati e strade inagibili, in particolare, nella zona di Santarcangelo dove una strada, via Santa Maria a San Michele, è finita, addirittura, sott’acqua, ed è stata, così, chisua al traffico per diverse ore. Nessun danno
nel resto della provincia e a Rimini. Sarebberpo caduti in
due ore qualcosa come 55 millimetri di pioggia.
Ladri in fuga
Tentano di rubare borse
all’uscita della scuola
Di solito approfittano della confusione che si crea all’uscita
della scuola dell’infanzia, per cercare di rubare le borse lasciate incustodite dalle mamme. Su segnalazione di alcuni cittadini, i carabinieri sono, così, intervenuti all’uscita di
una scuola e i due sospetti, in bicicletta, sono fuggiti.
Miramare
Bloccato dopo un furto
e arrestato dai carabinieri
Non ha fatto in tempo a scappare dopo aver rubato uno
scooter a Miramare. I carabinieri lo hanno sorpreso immediatamente dopo il furto sabato alle 13. In manette è finito,
così, un 24enne barese pregiudicato.
re soprattutto perché c'è ancora
il rischio di inquinamento delle
prove. Del resto la donna non ha
fatto altro che raccontare versioni edulcorate, alle volte depistando, collaborando a tratti,
fornendo elementi tali da mandare gli investigatori fuori strada. Secondo gli investigatori nei
tre interrogatori resi il 2 marzo,
subito dopo l'omicidio di Mozzate, il14 aprile e il 29, la donna
ha sapientemente centellinato la
verità per il proprio interesse al
fine di affievolire il più possibile
le proprie responsabilità nei due
delitti e con l'intento di eliminare gli elementi di premeditazione sia per lei che per l'amante albanese. Anzi secondo le prove in
possesso dei carabinieri, i due si
sarebbero messi d’accordo nel
gestire le dichiarazioni da rendere agli investigatori per non ammettere la premeditazione dei
due delitti, depistando così le indagini (determinante la loro
chiacchierata all’interno del furgone della polizia penitenziaria
durante il trasferimento dal carcere di Como a Rimini il 13 maggio scorso).
Ma Monica Sanchi a quei due
delitti, secondo i carabinieri di
Rimini, ha partecipato fino in
fondo mostrando una totale indifferenza e una assoluta impermeabilità a qualunque processo
di ripensamento e rielaborazione delle crudeli e perverse condotte tenute. I due amanti avrebbero escogitato i delitti insieme e
insieme avrebbero deciso, rilasciando dichiarazioni fuorvianti, di salvare il salvabile. Come
donna del killer, la Sanchi avrebbe partecipato anche ad un sopralluogo alla cava del lago Azzurro, il giorno prima dell'omicidio di Mannina per scegliere
dove sotterrarne il corpo, avrebbe poi attirato con promesse sessuali il milanese a Rimini, accompagnandolo a casa dell'albanese e insieme all'amante l'avrebbe ucciso. La mattina stessa
dell'omicidio, la Sanchi sarebbe
andata insieme al fidanzato killer a comprare delle manette da
usare per immobilizzare Mannina prima di ucciderlo. E ancora
con Dritan, Monica va alla cava
per nascondere il corpo senza vita del 30enne, avvolto in un lenzuolo bianco e legato col nastro
adesivo da lei acquistato in precedenza, escogitando già l'omicidio del giorno seguente, cioè
quello di Lidia che, se solo Monica si fosse ravveduta, avrebbe
avuto salva la vita. Ma così non è
stato, anzi la riccionese sembra
la più tenace dei due, perché non
confessa mai. Dritan, invece, sì.
Il 29enne ammette di aver ucciso
e fa ritrovare anche il cadavere di
Mannina alla Cava. Monica si
contraddice e solo il 29 aprile
scorso ammette di essere stata in
casa di Dritan (attualmente rinchiuso nel carcere di Parma)
mentre altri uccidevano Mannina. E' sempre Monica che tira in
ballo lo zio dell'albanese, indagato a piede libero, e un'altra persona presente sulla scena del crimine. Lei c'è ma nelle versioni
rese si limita a fare la parte di una
spettatrice passiva, anche quando descrive le torture e le botte
che gli albanesi infliggono a
Mannina.
I ragazzi sono stati feriti da uno straniero armato: tragedia sfiorata. I quattro poco prima erano stati allontanati dal locale
Accoltella tre giovani
La violenta aggressione fuori da una nota discoteca a Marina centro
RIMINI - Offese, insulti,
spintoni. Tutto per un tavolo in discoteca. Per la
possibilità di sedersi a bordo pista con una bottiglia
al fresco nel cestello. Poi,
improvvisamente, la discussione degenera. Si fa
più accesa e cominciano a
volare spintoni. Immediato, intorno alle 4.30 di ieri
notte, l’intervento dei buttafuori del noto locale di
Marina centro che, dopo
aver tranquillizzato i quattro contendenti: due fratelli di 22 e 28 anni, e l’amico 22enne, tutti magrebini con cittadinanza italiana, e un sudamericano,
li accompagnano all’esterno. La situazione sembra
risolta quando il sudamericano e il 28enne, fuori
dal locale, riprendono a litigare. Una provocazione,
qualche parolaccia e i due
finiscono alle mani. Col
sudamericano che, armato
di coltello, comincia a menar fendenti alla cieca, fino
a raggiungere al collo e ad
un braccio il magrebino. E’
il panico. Molti fuggono,
qualche ragazza urla tutto
il suo spavento. Mentre il
fratello del ferito e l’amico
cercano di bloccare l’aggressore, rimanendo feriti
anche loro alle braccia e alle gambe. Qualcuno chiama il 113. E a quel punto
l’accoltellatore scappa a
gambe levate, facendo perdere le proprie tracce.
Mentre i tre feriti, sanguinanti, vengono accompagnati da due ambulanze
del 118 all’ospedale Infermi. E lì medicati e giudicati
guaribili in dieci prognosi.
Intanto la polizia, giunta
sul luogo del ferimento,
sente le persone presenti e
fa scattare subito le ricerche del sudamericano. Ma
invano: l’aggressore si era
già dileguato.
Quattro rumeni minacciano due ragazzini e si fanno consegnare il bottino
Rapinati al Marano
RICCIONE - Alle 2.25 di
ieri, a Riccione, un giovane ha segnalato al 112
di aver subito una rapina insieme ad un suo
amico davanti ad un locale al Marano. I successivi accertamenti hanno
permesso ai carabinieri
di appurare che la rapina era avvenuta un’ora
prima e che i giovani,
dopo la rapina, si erano
recati a casa di uno dei
due. Giunti sul posto i
militari si sono fatti indicare più dettagli possibili dal ragazzo per
identificare i malviventi.
Ed è quindi emerso che i
due giovani, all’uscita
del locale, sono stati circondati da un gruppo di
quattro 20enni probabilmente rumeni che,
minacciandoli di avere
un coltello nascosto in
tasca, si sono fatti consegnare un telefono cellulare e uno zainetto
con all’interno solo pochi euro. Le ricerche durante tutta la notte, purtroppo, non hanno prodotto i frutti sperati. le
indagini sono, quindi,
ancora in corso.
Dunque, con la ripresa
dela stagione estiva e l’apertura dei locali al Marano regolarmente si ripresenta il problema
della microcriminalità.
Urge l’arrivo dei rinforzi delle forze dell’ordine.
4
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
Cronaca Rimini e Provincia
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
l
5
Il sindaco: “Dobbiamo unire i progetti e fare della Riviera la Fabbrica del Benessere”
Gnassi strizza l’occhio a Technogym
e vuole il centro della Wellness valley
RIMINI - E il sindaco Gnassi vuol fare della Riviera
una Wellness Valley. Dopo l’idea del mese di maggio free-auto, ora il progetto Benessere. "La strada è
quella giusta. Anche questo fine settimana è stato all'insegna del movimento e dello sport, grazie alle tante manifestazioni sportive e soprattutto grazie a Rimini Wellness - dice Gnassi - Le centinaia di migliaia
di visitatori previste sono garanzia di un indotto economico per tutto il territorio in un periodo in cui la
stagione deve ancora decollare. È però arrivato il momento di "unire i punti", di mettere in collegamento i
progetti: dalla rigenerazione urbana alle palestre a
cielo aperto sul lungomare. Vogliamo lanciarci con
incoscienza e coraggio nella realizzazione della Fabbrica italiana del benessere, un grande polo di strutture polifunzionali dedicate alla salute e allo sport,
che sviluppi quel percorso che si concentra sulla prevenzione e sulla promozione di una vita attiva. Stiamo tessendo una tela di protagonisti, come l'Università di Rimini, l'Ausl fino alle aziende private, per
raggiungere l'obiettivo di diventare il pilastro sul mare della wellness valley che in Romagna è già partita.
Parleremo di questo con Nerio Alessandri, patron
della Technogym, la prossima settimana. Anche i
contatti presi in questi giorni in fiera infatti ci spingono ad accelerare su questo progetto".
Andrea Gnassi con il patron di Technogym Nerio Alessandri. A dx, Lorenzo Cagnoni
Successo di pubblico e di critica per la nuova edizione che chiuderà i battenti oggi a RiminiFiera
Tutti pazzi per il Wellness
Oltre 244mila visitatori. Scatenati con Boy George, relax sul pedalò
Spopolano le varie “scuole” del fitness, dalla dance al ballo a ritmo di boxe
RIMINI - Il benessere prende
corpo a Rimini Wellness, la
fiera internazionale dedicata
allo sport, che anche quest’anno rinnova la sua carica
di energia fra curiosità, presentazioni e anteprime mondiali. La manifestazione del
polo fieristico riminese si
conferma regina del fitness,
con oltre 244.000 visitatoriprovenienti da più di 60 paesi. Erano in 800 sabato pomeriggio a muoversi all'unisono
sulle note di Boy George, per
il 25° compleanno dello
STEP, format di allenamento ideato nel 1989 da Gin Miller della Reebok University.
Il cantante, già a Rimini per la
Molo Street Parade, si è esibito in un travolgente dj set di
un'ora nel villaggio Reebok.
Oggi invece alle 12,30 dj set
firmato Giorgio Prezioso.
Un allenamento che unisce
danza e fitness ha visto protagonista l’ètoile mondiale
Raffaele Paganini, accompagnato da Annarosa Petri:
San Marino, sindacato
Si chiude oggi la rassegna sul cibo di qualità di Paolo Massobrio con i grandi chef
E a Golosaria gelato al polpo e piada fritta
RICCIONE - “Venite in Romagna che vi faccia-
mo vistare EXPO”, con questa frase Maurizio Melucci,
assessore regionale al turismo
ha chiuso il talk show d’apertura della prima giornata di
“Golosaria”, rassegna di cultura del gusto di Paolo Massobrio, in programma fino a oggi al Palas di Riccione. Da metà pomeriggio cibo di gran
qualità protagonista. Spazio a
gelati dai gusti inconsueti, al polpo, ai pizzoccheri, alla birra rossa. Piadina presentata ieri in una
la loro “WellDance” è stata
proposta anche in versione
ad hoc per i bambini dai 6 ai
13 anni. A RiminiWellness
2014 sbarcano anche balli e
discipline da tutto il mondo:
per gli amanti delle danze latine la Sumbaila latin fitness; dall'America il Coun-
nuova formula, tendenza dell’estate 2014: fritta e
poi rifinita con sciroppo di
fragole e zucchero a velo.
Fragole anche per i cocktail a
base del gradevole e leggero
vino piemontese, Brachetto
Docg. Tutti da assaggiare i
panini d’autore preparati
dagli chef "coronati" de “Il
Golosario”Stefano Bartolini
e Fabio Rossi. Soddisfatto il
curatore della manifestazione Paolo Massobrio. E gran successo per Silver
Succi, chef del Quartopiano. Si chiude oggi.
try Fitness; e gli “insegnamenti” orientali basati sugli
sport da ring e sulle arti marziali: Thai Fit Kombat, Thai
Fit Shao, Thai Fit Water,
ThaiFit Water con e senza
sacco. Molto in auge all'estero è la Street Workout, nuova disciplina a costo zero: per
allenarsi non servono attrezzi sportivi, ma semplicemente alberi, muretti e tutto ciò
che offrono i parchi della città e la natura.
E fra le tante novità presentate in anteprima internazionale: Freddy lancia DANSYNG® 3D, esempio di tec-
nologia applicata allo sport,
dove ballo e canto si uniscono in tre dimensioni grazie a
speciali occhialini. Altra
grande new entry UP24 di Jawbone,il nuovo braccialetto
wellness con tecnologia
Bluetooth Smart progettato
per fornire informazioni sulla qualità e quantità del sonno, del movimento e alimentazione, aiutando chi lo indossa a migliorare il proprio
stile di vita.
Per la prima volta anche
“FoodWell”, serie di incontri e workshop con professionisti e nutrizionisti. Technogym ha invece puntato su
“Let’s Move for a Better World”, campagna mondiale per
“donare” il proprio esercizio
fisico e combattere l’obesità
infantile. Con l'allenamento
si sono accumulati “moves”
(l’unita di misura Technogym) necessari per il conseguimento di un obiettivo in
termici numerici, che una
volta raggiunto attiverà la
In mille sabato per la 5 giorni di spettacoli e giochi. Nuovo presidente è Lucia Zanotti
Festa alla Karis Foundation
Biordi rieletto
Segretario
A Rimini e Riccione 6 scuole dell’infanzia, 2 elementari, 1 media e 2 licei
dell’Usl
RIMINI - Sono state oltre 1000 le persone che sabato hanno affollato il
SAN MARINO - Si è concluso
sabato il 2° Congresso Confederale dell’Unione Sammarinese dei Lavoratori. Tavola rotonda tra gli altri con il Segretario di Stato per il Lavoro Iro
Belluzzi, alleFinanze Claudio
Felici e il Segretario Generale
Anis Carlo Giorgi. Ampiamente dibattuto il tema della
cogestione delle imprese.
Francesco Biordi è stato riconfermato Segretario Generale.
Eletti in Segreteria: Giorgia
Giacomini, Francesca Busignani, Emidio Troiani e Sisto
Spadoni. Pancrazio Raimondo
è stato eletto Presidente.
Il saluto della neo-presidente Lucia Zanotti
parco della Colonia Comasca per la serata finale di Karis in festa, 5
giorni di spettacoli, laboratori, competizioni delle scuole della Karis
Foundation. Alunni, insegnanti, genitori e figli si sono sfidati a colpi di
musica nel Karis Factor, mentre qualche sera prima a vincere il IV Memorial Don Giancarlo Ugolini, sfida tra alunni ed ex alunni, erano stati
proprio quest’ultimi ai rigori. L’8° edizione di Karis in festa è stata anche l’occasione per presentare il nuovo presidente della Karis Foundation: Lucia Zanotti, 40 anni, odontoiatra, madre di 3 figli e figlia di Lella
Ugolini, fondatrice delle scuole Karis, scomparsa nel 2003. “Sono molto grata di poter collaborare più da vicino a questa grande opera opera
educativa che sento come un dono: aiutare questi ragazzi e tutti quelli
che verranno in futuro a diventare uomini liberi, responsabili, creativi
di fronte alle sfide del mondo”,ha dichiarato Lucia Zanotti, salutando
insegnanti, dipendenti, genitori e alunni. Karis Foundation offre a Rimini e Riccione un servizio che va dalle scuole per l'infanzia, fino al
Liceo Classico e Scentifico. Nata nel 1973 ora conta 6 scuole dell'Infanzia (4 a Rimini, 2 a Riccione), 2 scuole elementari (1 a Rimini e 1 Riccione), 1 scuola Media, 1 liceo scientifico, 1 liceo classico. In totale 1640
studenti frequentanti, 152 insegnanti, 31 dipendenti non docenti.
donazione per la realizzazione di una palestra in una
scuola. Testimonial la bella
Filippa Lagerback, “spalla”
di Fabio Fazio a “Che Tempo
che fa”. E il patron Nerio
Alessandri presente tra gli
stand.
E ieri spettacolo delle
Winxcon un balletto a sorpresa nella hall centrale. Promozione per il terzo film in
uscita il 4 settembre. Lanciato un concorso che ha coinvolto 100 scuole, chiamate a
ideare coreografie basate sulla colonna sonora del film.
Ma c’è anche una vera e
propria piccola “spa” pensata
per la spiaggia, il primo pedalò con vasca idromassaggio incorporata ideato da
Performati Italia. Costo
6.500 euro. Il pedalò con
idromassaggio potrà essere
provato al bagno 26 di Rimini, presso il centro nautico
degli stabilimenti 146 e 150 e
a Riccione al bagno 134.
Simona Gallo
Bandiera e inno dalle 10,30 in piazza Cavour
Cerimonia del 2 giugno
dedicata ai giovani
Stasera suona la banda
RIMINI - E’ all’insegna dei giovani la Ce-
lebrazione riminese del 68° Anniversario della Fondazione della Repubblica
Italiana.
Saranno infatti otto componenti della
Consulta Provinciale degli Studenti a
portare la bandiera italiana sul luogo
della cerimonia e sarà la banda giovanile
del Comune di Rimini ad eseguire l’Inno europeo che accompagnerà l’ingresso della bandiera. Intervento affidato al
liceale Giacomo Morigi, Presidente della Consulta. E ai giovani sarà destinato il
messaggio del Prefetto. La celebrazione
si terrà a Piazza Cavour alle ore 10,30. In
serata, sempre in Piazza Cavour dalle
ore 21,00, concerto della Banda Città di
Rimini, diretta da Jader Abbondanza.
6
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
Cronaca Rimini e Provincia
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
l
7
..- ZOOM - STORIE & PERSONE IN CONTROLUCE ---..
Chi è Fabrizio Moretti, futuro presidente di Camera di Commercio
Dalla Cna ai vertici istituzionali
F
abrizio Moretti, 56 anni, imprenditore. Abita a Santarcangelo ed è sposato con Gigliola.
Hanno due figli, Luca di 23 anni e
Francesca di 25, che studiano all’ultimo anno di specialistica in
Economia aziendale.
Fabrizio ha studiato al liceo Classico fino al IV anno, poi ha lasciato gli studi, prima attratto dalla
passione per la musica rock e poi
per seguire l’attività aziendale di
famiglia. Un negozio di colori e
vernici, che dal 1969 è diventato
una piccola azienda di produzione. Nel corso degli anni la gestione è passata a Fabrizio e suo fratello Onide, che hanno sviluppato la
Fabrizio Moretti nella sua azienda Colorificio MP
ditta (Colorificio MP) fino a farla
diventare una delle aziende più
importanti del settore a livello nazionale, su colori e pitture di alta
qualità, con sede nella zona artigianale di Viserba. Azienda conosciuta per i prodotti a marchio
“ColorPlus”, oggi fattura 5 mln di
euro (di cui il 15% esportato all’estero) e produce 3 milioni di kg di
vernici e idropitture.
Fabrizio Moretti, oltre alla presidenza provincia di Cna e alla
prossima presidenza della Camera di Commercio di Rimini, è presidente del Consorzio artigianale
di Viserba e consigliere di amministrazione di UniRimini.
A ruota libera con Fabrizio Moretti, appena designato alla presidenza della Camera di Commercio per il dopo-Maggioli
“I miei colori, l’unità. E quel diploma mancato...”
“Da ragazzo suonavo la batteria, lasciai il liceo Classico. Poi il Colorificio MP è stata la mia vita
Uscire dalle partecipate? No, ma serve più controllo. Renzi? Non mi piacciono quei tagli previsti”
I
n pochi mesi alla ribalta delle cronache locali. Dopo una
vita nel gruppo dirigente di
Cna, lontano dai riflettori, si ritrova alla presidenza provinciale dell’associazione di categoria più diffusa del territorio
e, da poche ore, indicato come
prossimo presidente della Camera di Commercio, a prendere il posto di Manlio Maggioli.
Tutto veloce e convulso. Visto
che per quei due incarichi tutto
era pronto per Salvatore Bugli,
lo storico direttore generale di
Cna, prima che si aprisse una
rottura insanabile, fino alla sua
uscita.
Moretti, si sente ancora con
Bugli?
“Devo proprio rispondere?
Ci nonosciamo da tanto tempo, lavorando insieme su tanti
fronti. Da quando è scoppiata
la crisi, diciamo che non abbiamo più condiviso alcune linee gestionali. Finchè poi si è
deciso di intraprendere in Cna
una strada più aperta e condivisa, sia con le aziende associate che con tutto il gruppo dirigente. Bugli ha dimostrato
ottime capacità manageriali,
ma diciamo che interpretava
una gestione accentratrice. Si
è così deciso di cambiare strada. I rapporti si sono un po’
raffreddati, ma ogni tanto ci
sentiamo”.
Partiamo dall’inizio. Nel
suo curriculum ci sono gli
studi al liceo Classico, interrotti al IV anno. Singolare...
”Beh, sì. E’ un mio grande
cruccio. Da ragazzo mi sono
fatto un po’ distrarre. Dalla
musica, ad esempio. Avevo
una passione smisurata e suonavo in una band, musica
rock”.
Quale strumento?
”La batteria. Mi piace ancora.
Qualche anno fa ripresi a suonarla con gli amici. Ma poi
non c’è mai tempo... In ogni
caso, fu poi l’attività di famiglia a tenermi impegnato. Mio
padre faceva l’imbianchino.
Aprì un piccolo negozio di colori e vernici. La cosa funzionò. E fra tanti sacrifici decise
di aprire una piccola azienda
di produzione nel 1969. Cominciammo a lavorarci io e
mio fratello Onide. Ora dopo
tanti anni è diventata un’azienda importante a livello
nazionale, il Colorificio Mp,
che ha ricevuto anche tanti
premi e riconoscimenti per
l’innovazione e le certificazioni di qualità. E’ un grande orgoglio. Ma certo aver interrotto gli studi mi brucia ancora...
Cerco però di rimediare, studiando e leggendo di continuo”.
Cosa in particolare?
”Mi piace leggere libri. Letteratura classica. Seneca, Cicerone, Platone”.
Un libro che l’ha colpito
in particolare?
“L’amico compianto Luciano Chicchi mi regalò “Il Tramonto della Borghesia”, coautore Giuseppe De Rita, l’ex
presidente del Censis. A mio
avviso fotografa con grande
lucidità un problema italiano.
La classe dirigente, non solo
quella di vertice ma l’intera
medio-alta borghesia, dopo il
boom degli anni Settanta ha
pensato quasi esclusivamente
ad arricchirsi, senza interessarsi al benessere del Paese. E
delegando completamente la
gestione della cosa pubblica ad
altri, alla politica in primis,
senza partecipare attivamente. Questo è un vizio antico,
causa di molti nostri mali. Ed
è ancora ben presente. Molti
della classe dirigente eccellono
in criticologia, disciplina che
in Italia va per la maggiore.
Ma fanno poco o nulla per impegnarsi e partecipare al miglioramento delle cose. E’ molto più facile criticare gli altri,
piuttosto che costruire e governare...”.
Certo che negli ultimi anni
di materiale per criticare,
anche da noi, ce n’è stato. Ad
esempio, la Camera di Commercio era socia di Aeradria, ma anche di RiminiFiera e di UniRimini. Ora c’è
chi chiede a gran voce la privatizzazione. Che pensa di
fare in Camera di Commercio?
”Non voglio entrare nel merito
delle singole operazioni. Ad
esempio, su Aeradria ci sono
stati indubbiamente errori,
ma non ho letto le carte a sufficienza per poter esprimere
giudizi. Dico che dovremo
guardare con attenzione agli
investimenti fatti e a quelli ancora in essere. Avere sicura-
Fabrizio Moretti, 56 anni
mente uno sguardo più selettivo rispetto al passato. Ma resta intatta la necessità di partecipare le aziende che hanno
una vocazione strategica per il
territorio e al suo benessere
complessivo. Vale per l’aeroporto, per il sistema fieristicocongressuale, così come per il
polo universitario che sta as-
MULTIMEDIA EDITORIALE SRL
Direttore responsabile
CLAUDIO CASALI
Direzione e redazione: Rimini, viale Laurana 1/a (cap 47921)
Tel. 0541444011 - mail redazione: [email protected]
Registrazione tribunale di Rimini n. 5/2011 del 24-2-2011
* Prezzo di copertina solo per le copie distribuite sul canale edicole
Sede legale e operativa: Rimini, viale Laurana 1/a (cap 47921)
Amministrazione: tel 0541444019
[email protected]
CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE: CLAUDIO CASALI (presidente),
SERGIO BERARDI, LUIGI SERGI
Coordinamento aziendale: Luigi Sergi
sumendo numeri decisamente
importanti. Ritengo che dovremo valorizzare quelle partecipazioni, pur esercitando
un controllo stringente sulla
gestione”.
Le piace la sterzata del
Premier Renzi?
”In alcune cose sì, in altre no.
Ad esempio non mi piace l’in-
tenzione di azzerare i cosiddetti corpi sociali intermedi.
L’idea della spending review
non deve diventare logica di
tagli orizzontali su strutture
fondamentali come le Prefetture, le Camere di Commercio, le associazioni di categoria. Certo, in epoca di crisi bisogna garantire gli equilibri
economico-finanziari, ma
senza l’accetta. Ad esempio la
Camera di Commercio ha lavorato bene negli ultimi 10 anni, sostenendo le infrastrutture strategiche, l’internazionalizzazione delle imprese, l’integrazione scuola-lavoro”.
Se dovesse caratterizzare la
sua prossima mission in Camera di Commercio con
uno slogan?
“Direi che dobbiamo abbattere divisioni tra categorie e pregiudizi ideologici. Vorrei essere il fautore di una visione partecipata e unitaria, aperta”.
Cosa le piace di meno del nostro territorio?
”Il commercio abusivo. Va debellato. E dobbiamo sforzarci
di valorizzare di più i nostri
prodotti tipici di qualità. Recuperando il senso della bellezza e della qualità nelle cose
che facciamo e delle opere che
costruiamo”.
E di più, cosa le piace?
”La Valmarecchia. Ne sono
innamorato. I borghi, innanzitutto. Montebello, Verucchio, Pennabilli. Appena posso, mi piace andarci e respirare quell’atmosfera”.
Claudio Casali
PER LA TUA PUBBLICITA’
Multimedia Editoriale Srl - Divisione commerciale
Rimini, viale Laurana 1/a
Tel 0541444011 - [email protected]
Stampa: Rotopress International Srl
Loreto (An), via Brecce (cap 60025) - Tel. 071 7500739
Distribuzione: RG Stampa - Santarcangelo,
via del Grano 39 (cap 47822 www.rgstampa.com)
Responsabile trattamento dati legge 675/96: Claudio Casali
8
l
Block Notes
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
..- COSA È SUCCESSO LA
Martedì
Tsunami Pd, ballottaggio a Riccione
Lo tsunami Renzi si fa sentire anche in
provincia di Rimini: alle Europee il Pd è il
primo partito con il 46,29% e quasi ventimila voti in più rispetto alle Politiche 2013.
Il M5s perde oltre 18mila elettori ma è il secondo partito con il 25,03%. Forza Italia ai
minimi storici (13,71%). Alle comunali il
centrosinistra fa quasi l’en plein. Ma a Riccione si va al ballottaggio.
Mercoledì
Prima la stupra, poi la fotografa
La violenta e la fotografa prima dello stupro.
Un muratore 41enne, originario della provincia di Ancona, a processo per violenza sessuale e stalking nei
confronti della sua ex, di 51 anni, riminese. La donna,
dopo una lunga relazione, aveva deciso di interrompere il rapporto. Una scelta mai accettata dal 41enne
che prima ha cominciato a tempestarla di telefonate e
messaggini, con insulti e minacce, poi l’ha violentata.
Lunedì
Europee, bassa l’affluenza
Riminesi al voto ieri per le europee e in 19 comuni anche per eleggere i sindaci. Bassi i dati, provvisori (ore
19), dell’affluenza. Il dato provinciale, per le europee,
parla di un 44,17%, più alto comunque di quello nazionale, 43%. Per le comunali i dati provvisori nei principali comuni variano dal 48,33% di Misano al 56,12%
di Bellaria.
Comune di Rimini
LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE Anno 2014
CAMPAGNA DI PREVENZIONE E DISINFESTAZIONE
Il Comune di Rimini ed Anthea effettuano la campagna di controllo e prevenzione della Zanzara
Tigre, come indicato dalle Linee Guida di Prevenzione del Servizio Sanitario della Regione
Emilia Romagna. Le indicazioni fornite sono molto importanti poiché si rammenta che la zanzara
tigre, oltre ad avere rilevanza per il fastidio delle punture, può trasmettere malattie.
LE COSE IMPORTANTI DA FARE
CICLO VITALE DELLA ZANZARA TIGRE
L’ACQUA STAGNANTE E’ CAUSA PRINCIPALE DI SVILUPPO DELLA ZANZARA TIGRE, DALLO STADIO DI UOVO A QUELLO DI PUPA
➤
Uovo
➤
Larva I età
➤
Larva II età
➤
Larva III età
➤
Larva IV età
➤
Adulto
TOMBINI PUBBLICI E PRIVATI assieme alle
bocche di lupo e ad altri sistemi di raccolta di
acqua piovana, rappresentano un focolaio di
sviluppo contenente acqua per lunghi periodi
dell’anno. PREVENZIONE: Trattare con larvicidi
a cadenza periodica da maggio a settembre.
FOCOLAI RIMOVIBILI sottovasi, annaffiatoi
abbandonati, secchi, bacinelle, bottiglie e
bicchieri abbandonati, barattoli, teli di plastica
con pieghe ed avvallamenti, pneumatici usati.
PREVENZIONE: Rimuovere o rovesciare ogni
settimana tali focolai per evitare che vi resti
acqua stagnante.
FOCOLAI FISSI
vasche, piscine, fontane,
grondaie. PREVENZIONE: Chiudere, riparare,
mantenere pulito, nelle vasche più ampie
aggiungervi pesci rossi.
Pupa
PUNTI DI DISTRIBUZIONE GRATUITA
I CITTADINI DOVRANNO RITIRARE IL PRODOTTO ANTILARVALE, CHE IL COMUNE DI RIMINI METTE A DISPOSIZIONE GRATUITAMENTE
A PARTIRE DAL 26 MAGGIO, PRESSO LE SEDI SOTTOINDICATE:
MERCATO PIAZZA CAVOUR
dal 31/05 al 13/09 tutti i sabati dalle 08:00 alle 12:00
FARMACIE COMUNALI CONFEZIONI REPERIBILI PRESSO:
SEDE URP Rimini - Piazza Cavour, 29
zona corso d’Augusto angolo p.zza Cavour
dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00
Farmacia N. 1 Via Michele Rosa, 3
martedì e giovedì dalle ore 14.00 alle ore 17.00
Farmacia N. 2 Via Covignano, 154/G
MERCATO BELLARIVA
Farmacia N. 3 Via Guadagnoli, 46
SEDE ANTHEA Rimini - Via della Lontra, 30
dal 29/05 al 11/09 tutti i giovedì dalle 08.00 alle 12.00
Farmacia N. 4 Via Marecchiese, 135
dalle ore 08.30 alle 17.30 dal lunedì al venerdì
zona piazzale Gondar (zona bar)
Farmacia N. 5 Via Flaminia, 48/A
SEDE CIMITERO CENTRALE Rimini - Piazzale Bartolani, 1
Farmacia N. 6 Via Euterpe, 2/H
dalle ore 08.00 alle 12.00 dal lunedì al venerdì (Uffici)
MERCATO DI VISERBA
Farmacia N. 7 Via Rosmini, 30
dal 26/05 al 08/09 tutti i lunedì dalle 08.00 alle 12.00
zona piazzale Baroni (vicino al centro per anziani)
COMUNE DI RIMINI
ASSESSORATO
IGIENE E SANITÀ
PER INFORMAZIONI CONTATTARE Centralino dedicato
Anthea S.r.l. - Via della Lontra, 30 - 47923 Rimini
Tel. 0541.767411 - Fax 0541.753302
Web: www.anthearimini.it - E-mail: [email protected]
Block Notes
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
A SCORSA SETTIMANA ---..
Sabato
Giovedì
La scommessa di Rimini Nord
Sfondamento sulla Tolemaide di via Diredaua,
oltre mille parcheggi, riqualificazione del lungomare e nuova Casa per anziani del Sol et Salus. Sono gli elementi cardine del progetto, presentato dal sindaco Andrea Gnassi, per Torre
Pedrera.
L’esercito
dei 36.521
I comuni di Bellaria e Morciano sono quelli con
la percentuale più alta. E in provincia sono il
10,9% del totale residenti. Ecco i dati sulla popolazione straniera in provincia. Tra le nazionalità,
in testa rumeni, ucraini e albanesi.
E la crisi porta anche a un fenomeno di “emigrazione di ritorno”: negli ultimi due anni sono in aumento gli stranieri che sono andati via dalla provincia di Rimini.
Venerdì
Domenica
Tutta la verità del killer
Verità contrapposte. Dritan Demiraj e lex fidanzata Monica Sanchi
raccontano due storie diametralmente diverse sugli omicidi di Lidia Nusdorfi e Silvio Mannina.
Con retroscena inquietanti sulla
dinamica dei fatti, che aprono ulteriori squarci sull’agghiacciante
vicenda nata per motivi passionali.
Il Wellness fa il pieno
Nella pagina a fianco un elettore alle urne e Renata
Tosi, il candiato sindaco del centrodestra che a
Riccione ha strappato uno storico ballottaggio al
centrosinistra. Qui sopra Dritan Demiraj al momento
dell’arresto e a lato la Fiera del Wellness
Boom di presenze a Rimini Wellness, la kermesse del benessere
che si è aperta venerdì a Rimini Fiera. Il violento temporale della scorsa
notte ha provocato il crollo di uno dei
maxi-palchi esterni. Fortunatamente
è accaduto prima dell’apertura dei
padiglioni, dunque nessuna conseguenza per il pubblico.
l
9
10
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
Lettere
& Opinioni
Perchè dare
le ciliegie
anche nei nidi?
È di pochi giorni fa la notizia
di una bambina di sei anni
che a Sommariva Bosco in
provincia di Cuneo è morta
soffocata dal nocciolo di una
ciliegia.
Eppure nelle nostre scuole di
qualsiasi ordine e grado le ciliegie ai nostri bambini vengono servite intere perché il
bambino giustamente deve
avere una dieta varia.
A nulla è servita la semplice
richiesta dei genitori di darle
almeno denocciolate , la dietista senza nemmeno ascoltare ha sostenuto che i bambini
devono imparare e a suo parere due maestre che non
hanno nemmeno fatto un
corso di base di "disostruzione pediatrica", sono perfettamente in grado di controllare
perfettamente una classe di
28 bambini e che non è possibile denocciolare le ciliegie
per tutti. Quindi dal nido alle
elementari le regole applicate
sono le stesse indipendentemente dall'età del bambino!
Inutile quindi sorprendersi
quando capitano casi come
quello di pochi giorni fa!
Chiara Colucci
A San Marino
4mila firme
per la scuola
L’anno scolastico sta volgendo al termine: un anno che ha
visto la scuola balzare prepotentemente e suo malgrado
agli onori della cronaca dopo
l’approvazione della Legge
Finanziaria di Dicembre, che
prevedeva un ulteriore contenimento di spesa in questo
delicato e quanto mai importante comparto.
In seguito a questa decisione
si è costituito il Comitato per
la qualità della scuola, che
tanto si è battuto negli ultimi
mesi per orientare le scelte
della politica nella direzione
di preservare da provvedimenti restrittivi della spesa
quegli aspetti che maggiormente potevano incidere sulla qualità del lavoro educativo e didattico nei vari ordini
di scuola. In particolare si
chiedeva di non andare a
modificare il rapporto educatore-bambini (come invece richiesto dalla legge Finanziaria) ritenuto uno degli
aspetti maggiormente determinanti della qualità dell’insegnamento. 4000 firme raccolte in sole due settimane
hanno testimoniato la forza
con la quale si chiedeva al
Governo e all’intera classe
politica di tutelare nel suo
complesso la nostra scuola. I
due Decreti delegati sul riordino scolastico sono stati licenziati dal Congresso di
LUNEDÌ
2 GIUGNO 2014
l
11
[email protected]
il Direttore
risponde
Gentile redazione, chiedo al sindaco Gnassi, che
tanta determinazione sta mostrando nel risolvere l’annoso problema delle fogne a Rimini, cosa pensa dell’inerzia dei suoi precedessori. Sia
nel 2011 che l’anno scorso abbiamo assistito a
vere e proprie bombe d’acqua a inizio stagione,
con sversamenti in mare e divieti di balneazione. Se ciò dovesse ripetersi in piena estate, sotto i
riflettori, come pensa di porvi rimedio? Grazie
Gianni Lunedei
Crediamo che anche Gnassi, come tutti gli
operatori della Riviera, possa solo incrociare le dita e sperare in Giove Pluvio. L’unico
rimedio è quello che si sta adottando, finalmente. Cioè rifare completamente un sistema fognario. Ma
ci vogliono tempo e soldi. Que-
LE FOGNE, IL MARE
LA SFIDA DI GNASSI
E L’INERZIA DI DECENNI
sta giunta l’aveva posto tra le priorità. In tre
anni è arrivata a cantierare 5 dorsali. Ora cominciano i lavori a sud, da via Tripoli a via
Roma. La promessa è di concludere il tutto
entro il 2016. Si è strizzato il bilancio comunale per trovare risorse, altre sono arrivate
dalle multiutility, altre ancora dal Piano Città del governo Monti che Rimini ha saputo
cogliere. Molto del giudizio su questa giunta
dipenderà dalla soluzione di questo tragico
problema.
Riguardo ai decenni di inerzia, abbiamo già
scritto da tempo. Basti dire che c ’è un’inchiesta penale per epidemia colposa che
pende su chi doveva agire e non l’ha fatto.
Stato il 30 Aprile ed è imminente la loro ratifica, inserita
nell’ordine del giorno della
prossima seduta del Consiglio Grande e Generale del 49 Giugno. L’obiettivo di tutelare la qualità della scuola di
ogni ordine e grado è stato
centrato? Nonostante il Segretario all’Istruzione e Cultura Morganti abbia affermato, anche in diverse occasioni
pubbliche, che i provvedimenti adottati andassero nel-
Ricordiamo che per anni, dopo il tumultuoso sviluppo urbanistico che vide addirittura
coniare nei dizionari la parola “riminizzazione”, c’erano amministratori e politici che
marchiavano come “popoluisti” e “nemici
della Riviera” coloro che denunciavano il
problema. Teorizzavano beatamente il “turismo senza mare”. Ci siamo arrivati, pericolosamente. Che non potessimo competere con Croazia o Salento sulla bellezza delle
acque, lo sapevamo senza bisogno di scienziati. Ma che dovessimo fare il bagno tra i
rifiuti, ce lo saremmo potuti risparmiare.
Non sappiamo se ci sarà qualche condanna
per epidemia colposa, ma di certo la condanna politica e morale resterà
scolpita nella storia della Riviera. (Cla.Cs.)
la direzione richiesta dalla
raccolta firme, il Comitato
vuole portare ancora una
volta all’attenzione dell’opinione pubblica cosa effettivamente accadrà a partire dal
prossimo anno scolastico, se
i Decreti verranno ratificati
senza modifiche dal Consiglio. Accanto a cambiamenti
di carattere organizzativo e
gestionale, che interessano in
modo trasversale tutti gli ordini di scuola, tra le righe del
La rubrica del lunedì di Nando Piccari
UN MURO
il Tiro
DIVIDERA’ RICCIONE? Mancino
Spero che i miei auguri non rovinino la reputazione al pentastellato Marco Affronte, che dopo l'elezione di Giorgio Lisi, nel 1999,
è il secondo riminese a entrare al
Parlamento Europeo. Lui trasmette la rassicurante impressione di non essere uno dei tanti
"urlatori talebani" di quel partito;
la qual cosa, unita all'indiscussa
sua competenza sui temi dell'ambiente – quello marino in particolare – lascia presagire che a
Bruxelles egli possa ben onorare
l'annunciato intendimento di
operare a favore del nostro territorio. Proprio per questo gli occorre però anche un secondo augurio: di non ritrovarsi impelagato, come vorrebbero Grillo e Casaleggio, in una degradante comunella con l'Ukip dell'euro-repellente Farage, il cui maleodorante credo politico si fonda su
concetti quali “gli immigrati sono feccia assetata di soldi”, “i gay
sono pervertiti”, “le donne che
fanno figli valgono meno in termini finanziari, perciò guadagnino meno”.
Se per Grillo “Farage non è razzista, ma ha senso dello humour”,
non la pensano così tanti esponenti grilllini, fra i quali la depu-
tata riminese, il cui no a quell'alleanza è contestuale ad una impegnativa riflessione sul deludente risultato elettorale. Se una volta tanto cito la Sarti in positivo,
non è certo nell'illusione che ciò
mi risparmi la solita sventagliata
di improperi dal "zuccardone"
suo portaborse; ma perché credo
lei abbia proposto, con franchezza, questioni che oggi si rifanno
più in generale al rapporto fra
cittadini e politica, quali la precarietà, la provvisorietà, potremmo dire la volatilità, del consenso
politico.
Sull'alleanza con Farage, ha meno patemi il capogruppo riminese
Camporesi. Pur senza arrivare alla corrispondenza di amorosi sensi recentemente esibita in Consiglio verso i fascisti di Forza Nuova, egli se la cava con un “non so
abbastanza”, seguito dal "perentorio": “abbiamo lo strumento del
sondaggio...è Grillo che decide se
farlo o no...non so se chiederà
alla base un'opinione”. Come
s'intuisce, lui è per la democrazia
diretta: da Grillo, naturalmente.
P.S. “Esiste una Riccione assiepata tra le campagne e nelle zone
interne. Scendono (sic!) a votare
come gli zombie... La Riccione
del mare, quella sotto la statale,
per una volta può decidere di
spezzare le catene...” Parole e
musica di tal Caldari, neo consigliere di centrodestra e fino a ieri
presidente della Confommercio di
Riccione, dove si vota per il ballottaggio. C'è dunque da aspettarsi che domenica mattina compaia
un grande muro a ridosso della
Statale, eretto nottetempo da Caldari per impedire che gli zombie
campagnoli scendano a inquinare
il voto dei fighetti come lui; che
sarà di vedetta sulla garitta, armato e pronto a sparare: per fortuna non pallottole, ma solo cavolate.
DD n.72/2014, nei rimandi
di legge che ad una superficiale lettura possono sembrare di poco conto, si cela in
realtà un provvedimento che
cambierà radicalmente l’organizzazione, e a nostro avviso anche la qualità, del lavoro
educativo e di cura nei servizi
alla prima infanzia della nostra Repubblica. Il comma 4
dell’articolo 12 del Decreto
Delegato sul riordino aumenta infatti il rapporto educatore-bambini nei nidi pubblici, equiparandolo ai livelli
previsti
nella
Legge
n.68/2004 in materia di servizi socio-educativi per la
prima infanzia, legge che istituisce tra le altre cose la possibilità di aprire spazi gioco e
asili nido privati.
In pratica dal prossimo anno
scolastico, nelle sezioni dei
“lattanti” (3-12 mesi) il rapporto educatore/bambini
passerà da 1/3,5 (un educatore si occupava di 3 o 4 bambini) a 1/5. Nella sezione dei
“medi”(12-24 mesi) tale rapporto passerà da 1/5 a 1/7 e
nella sezione dei “grandi”
(24-36 mesi) da 1/7 a 1/9.
Contestualmente verrà aumentato anche il rapporto
addetto/bambini, togliendo
ulteriore prezioso supporto
al lavoro educativo e di accudimento che caratterizza il
progetto pedagogico del nido, quel lavoro che, fino ad
ora, era stato rispettoso dei
tempi e dei bisogni del singolo bambino e della sua famiglia. Si ritiene che tale aumento nelle strutture pubbliche (che a differenza dei servizi privati operanti in Repubblica, sono fruibili da
parte dell’utenza per un numero maggiore di ore al giorno, e dove normalmente vengono inseriti con accesso privilegiato o su segnalazione
del servizio minori, bambini
con bisogni educativi speciali, a volte anche solo di pochi
mesi) sia del tutto lesivo della
qualità del servizio, a totale
discapito di una fascia di
utenza 0-3 anni che dovrebbe
essere quella più tutelata.
Queste considerazioni ci
portano a chiedere, con il sostegno delle 4000 firme raccolte, a tutte le forze politiche
e alla Segreteria competente,
di abrogare in sede di ratifica
del Decreto il suddetto comma, preservando la qualità
del servizio pubblico anche
per la prima infanzia. A tal
fine stiamo sollecitando la
possibilità di avere un incontro con i capigruppo consiliari, così come richiesto già
da tempo, prima della discussione in aula del Decreto, perché i bambini di domani possano ancora trovare
nei nidi pubblici di San Marino quelle stesse possibilità di
cura, accudimento e educazione di cui hanno beneficiato in tanti anni intere generazioni di bambini.
Claudia Cortellucci (Associazione Pro Bimbi)
12
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
l
13
14
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
Spettacoli
& Cultura
Stasera al 69° convegno Assoenologi protagonista il successo di Secondo Casadei. Suona la Mirko Casadei Band
‘Romagna Mia’compie 60 anni, la festa è a San Patrignano
RIMINI - Buon compleanno,
Romagna Mia! Nel giorno
esatto dei 60 anni della canzone di Secondo Casadei conosciuta in tutto il mondo, la
festa sarà all’interno della comunità di San Patrignano,
in occasione del 69° congresso nazionale di Assoenologi. La Mirko Casadei Beach
Band, l’orchestra guidata da
Mirko, figlio del re del liscio
Raoul Casadei, festeggerà il
traguardo con tutti i presenti
al convegno e parte dei ragazzi del centro antidroga.
Era infatti il 2 giugno 1954
quando Secondo Casadei
scrisse questo brano entrato
nella storia della musica italiana e che caratterizza il ter-
ritorio ci cui fa parte la comunità stessa. Per questo Assoenologi ha scelto di dedicargli
la seconda serata del convegno, al termine di un cena tipica romagnola realizzata di
ragazzi di San Patrignano.
Riparte la chiamata pubblica per Biciclo, iniziativa green di Santarcangelo dei Teatri e Comune
La vecchia bici si trasforma
in arte e progetti sociali
SANTARCANGELO - Suoni-
no le trombe. Riparte la
chiamata pubblica di Santarcangelo •14 Festival Internazionale del Teatro in
Piazza e Comune alla città
di Santarcangelo.
Dopo il successo riscontrato l’anno scorso per la prima edizione, si riparte con lo
stesso slogan: “La tua vecchia bicicletta si arrugginisce in garage? Scegli di donarla al Festival e alla Città di
Santarcangelo”. l’invito di
Comune e Santarcangelo
dei Teatri per la raccolta di
vecchie biciclette. Una volta
riparate e ridipinte dagli artisti del Festival, le due ruote
saranno utilizzate nei giorni
della kermesse e successivamente donate alla città. Le 18
biciclette raccolte lo scorso
anno sono state date a servizio del Pedibus, nato due an-
Arriva il Festival, a Santarcangelo riparte la raccolta delle bici
ni fa per volere dell’amministrazione comunale e grazie
alla preziosa disponibilità di
alcuni genitori volontari che
controllano i “serpentoni”
di bambini che vanno a
scuola. Le biciclette donate
sono inoltre state messe a di-
sposizione dei turisti per poter vivere ed esplorare la città in maniera “slow”.
Oggi, quella bicicletta potrebbe diventare fondamentale per consentire la realizzazione di un progetto ambizioso che prenderà nuova-
mente vita durante la prossima edizione del Festival che
quest’anno si svolgerà dall’11 al 20 luglio. Per riuscire
nell’impresa abbiamo bisogno della vostra collaborazione - dicono gli organizzatori. Chiunque voglia contribuire a questa iniziativa a
sostegno dell’ambiente e per
una nuova cultura della mobilità, potrà consegnare la
propria bici, anche rotta o
mal funzionante, entro il 30
giugno alla sede di Santarcangelo dei Teatri (via Costa
28, dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 18,30).
Alla consegna verrà rilasciato un certificato della
donazione della bicicletta
per il progetto Biciclo. Info:
Santarcangelo dei Teatri
0541/626.185 - [email protected]
Cinema Rimini e provincia
RIMINI
X-MEN - GIORNI DI UN FUTURO
PASSATO
fer.17,30-20,15-22,40
Via Caduti di Nassiriya
Regia: Bryan Singer
Sala: 8
Tel. 0541307805
X-MEN - GIORNI DI UN FUTURO DGE OF TOMORROW
- SENZA DOMANI
PASSATO
fer.17-19,10-21,30
ore 16,30-19-21,30
Sala: 9
Regia: Bryan Singer
Sala: 1 Regia: Doug Liman
MALEFICENT (3D)
MALEFICENT
fer.16,40-18,40-20,40-22,40
ore 16,30-18,30-20,30-22,30
Regia: Robert Stromberg Sala: 2 Regia: Robert Stromberg Sala: 10
PANE E BURLESQUE
EDGE OF TOMORROW
fer.16,30-18,30-20,30-22,30
- SENZA DOMANI
Regia: Manuela Tempesta Sala: 11
ore 16,20-18,30-20,40-22,50
Regia: Doug Liman
Sala: 3 GHOST MOVIE 2
fer.16,30-18,30-20,30-22,30
MALEFICENT
Regia: Davide Marengo Sala: 12
fer.17,30-19,30-21,30
Regia: Robert Stromberg Sala: 4
Settebello
GOOOL!
Via Roma, 70 - Tel. 054157197
fer.16,30-18,30-20,30
Regia: Juan Campanella Sala: 5 LE MERAVIGLIE - fer.21
Regia: Alice Rohrwacher Sala Rosa
GODZILLA
SOLO GLI AMANTI SOPRAVVIVONO
ore 22,30
Regia: Gareth Olsen
Sala: 5 fer.21 Regia: Jim Jarmusch Sala Verde
EDGE OF TOMORROW
Ariston 2
- SENZA DOMANI
Via Torconca, 230 - Tel. 0541951405
ore 17,50-22,30
MALEFICENT - fer.20,30-22,30
fer.20,15 (3D)
Regia: Doug Liman
Sala: 6 Regia: Robert Stromberg Sala: 1
X-MEN - GIORNI DI UN FUTURO
GODZILLA
PASSATO - fer.20,15-22,40
fer.17,50-20,30-22,50
Sala: 2
Regia: Gareth Olsen
Sala: 7 Regia: Bryan Singer
Multiplex Le Befane
Gambrinus
Via Parco Begni, 3
Tel. 0541-928317
MALEFICENT
fer.21 prefest.21-23(3d)
fest.15(3d)-17-21
Regia: Robert Stromberg
SANTARCANGELO
Supercinema
P.zza Marconi n. 1 - Tel. 0541622454
SALA ANTONIONI
ALABAMA MONROE
- UNA STORIA D’AMORE
ore 21 Regia: Felix Van Groeningen
RICCIONE
Cinepalace
Viale Virgilio, 19 C/O Palacongressi
Tel. 0541605176
GODZILLA
fer.20,30-22,50
Regia: Gareth Olsen
Sala: 1
GOOOL!
fer.20,30
Regia: Juan Campanella Sala: 2
LE MERAVIGLIE
ore 22,30 lun.22,50
Regia: Alice Rohrwacher
Sala: 2
X-MEN - GIORNI DI UN FUTURO
PASSATO
fer.20,15-22,40
Regia: Bryan Singer
PANE E BURLESQUE
fer.20,30-22,30
Regia: Manuela Tempesta
CEDGE OF TOMORROW
- SENZA DOMANI
fer.20,30-22,30
Regia: Doug Liman
MALEFICENT
fer.20,30-22,30
Regia: Robert Stromberg
Sala: 3
Sala: 4
Sala: 5
Sala: 6
LUNEDÌ
2 GIUGNO 2014
l
15
Storie riminesi
IL FIL ROUGE
CHE UNISCE
LE 20 MOSTRE
DELLA BIENNALE
di PAOLO ZAGHINI
Questo numero speciale
della rivista Lazagne Art
Magazine svolge la funzione di catalogo generale della mostra diffusa che l’assessorato alla Cultura del
Comune di Rimini ha organizzato
dal 12 aprile all’8 giugno 2014
dedicata al
disegno.
Una mostra che
comprende
una
ventina di
mostre, in
altrettanti
luoghi del
centro storico dedicati all’arte, pubblici e privati. Rimini ha allestito questa rassegna,
Biennale Disegno, che attraversa i secoli e i campi di
applicazione, promuovendo una ricca offerta di mostre e incontri, di performance e rassegne video che
insistono sul tema a partire
dalle più varie angolazioni.
Alcuni prestiti eccellenti
hanno fatto giungere fogli
antichi dagli Uffizi e opere
contemporanee da fondazioni e importanti gallerie
private italiane.
Attraverso il disegno si è
arrivati a parlare di pittura
e scultura, di architettura e
design, di moda e fumetto,
di teatro e di cinema, trovando ideali estremi che
vanno dalla sinopia dell’affresco di Piero della Francesca, conservata nel Tempio Malatestiano, alla donazione Renè Gruau e al
Libro dei sogni di Federico
Fellini, in mostra permanente nel Museo della Città.
Dal Catalogo: “Il nostro
paese è una delle patrie storiche del disegno, di certo
quella che ne ha esaltato ed
esteso gli orizzonti di bellezza e significato elevandolo a disciplina autonoma, dopo essere stato
un’arte nell’arte”. Presentando il Catalogo il sindaco
Andrea Gnassi scrive: “A
chi si chiedesse il perché di
una Biennale del Disegno a
Rimini risponderei che
non esiste forse un’arte che
meglio del disegno possa
esprimere la nostra città, la
sua storia e la sua natura più
intrinseca. Il disegno è l’espressione per eccellenza
del pensiero, della creatività, dell’immaginazione e
della continua trasformazione e tensione tra il sogno
dell’uomo e la sua traduzione in realtà”.
In mostra quasi
mille disegni, 90 gli
artisti presenti con le
loro opere
nei
vari
segmenti. Il
disegno –
solo per citare alcuni
degli artisti
presenti come strumento preparatorio nella
pittura antica - da Parmigianino a Tintoretto a
Guercino - o in quella moderna - da Vedova a Fontana passando per Depero; i
bozzetti di celebri scultori,
il disegno come espressività
simbolica - Baccarini - gli
storyboard cinematografici
di Toccafondo, i progetti
architettonici di Coppedè
fino al fumetto di Pratt passando per la cartellonistica
Liberty di Dudovich.
Non facile e non semplice poter vedere in una unica
volta il tutto. Consiglierei
per chi ancora volesse visitare la mostra (non c’è più
molto tempo, ma ancora un
piccolo margine sì) di spezzare la visione in più giorni,
un po’ alla volta. Il catalogo
non è costruito per aiutare
molto la visione delle opere
esposte, però svolge la funzione di file rouge prendendo per mano e conducendo
in giro per la Città fra i vari
segmenti della mostra.
Una sola citazione:
splendido, veramente, il disegno di Dudovich del
1922, proveniente dalla collezione faentina di Dionigi
Zauli Naidi, che rappresenta sua moglie, la giornalista
di moda Elisa Bucchi, sulla
spiaggia di Rimini mentre
passeggia con un cane al
guinzaglio. Da vedere assolutamente.
BIENNALE DISEGNO
RIMINI 2014
1.edizione: il nido
delle idee
Lazagne Art
Magazine
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
British Pub in Rimini since 1964
LA GRANDE FESTA ROSE & CROWN
50 ANNI IN CINQUE GIORNI!
Martedì 10 Giugno
Venerdì 13 Giugno
dalle 17,00
UMAGROSO
COMINCIA
LA FESTA!
alle 22,00
Il mitico Tony Hadley degli
SPANDAU BALLET
inaugura i 5 giorni
di Live Music sul Palco
dei 50 anni del Rose & Crown!
Mercoledì 11 Giugno
Giovedì 12 Giugno
REVIVAL 1964: GIANTS of
PORTA LE LIRE! GUITAR
dalle 21,00
SOUL, FUNKY, RHYTHM & BLUES!
Gruppo composto da 9 elementi. Propone
diversi generi musicali, dal funky al blues,
alla dance anni ‘70/’80.
Sabato 14 Giugno
Gran finale con
ANDREA
MINGARDI
&
ROSSOBLUES
BROTHERS BAND
Paghi la birra 350 lire come nel 1964.
Ma bisogna pagare proprio in lire!
con
BAND after BAND
Sul Palco, una dopo l’altra, le band
che hanno suonato al Rose &
Crown!
SPECIAL GUESTS
16
CUSTODIE CAUTELARI
MAURIZIO
SOLIERI
già chitarrista Vasco Rossi
alle 24,00
CALCIO MONDIALE:
ITALIA - INGHILTERRA
ALBERTO
RADIUS
su grande schermo.
già chitarrista Lucio Battisti
EVERY DAY and NIGHT
Viale Regina Elena, 2, 47921 Rimini
Tel. +39 0541 391398
www.roseandcrown.it
RICKY PORTERA
già chitarrista Lucio Dalla
e Stadio
Con il patrocinio del
Dalle 17,00 inizia la festa
DJ GILBERTO GATTEI
TEI
A festa finita,
domani è il primo giorno...
dei prossimi 50 anni Rose & Crown!
Cartellone
In piazzale Fellini a Marina Centro, in occasione della fase finale del Campionato di calcio
Primavera TIM (dal 4 giugno negli stadi di Rimini e Santarcangelo) viene allestito un "Villaggio sportivo". Nell'area ci sarà una pista di
pattinaggio (20x10) e street football 3vs3 dalle
ore 17, stand gastronomici e la sera si balla
con dj set e musica live. Inoltre, oggi, e poi 4, 6
e 9 giugno, si svolgerà "Rimini Music Contest", un concorso dedicato a band e musicisti
per promuovere talenti musicali emergenti.
Ogni band avrà a disposizione un set di trenta
minuti dove esibirsi con brani inediti e/o cover.
Il pubblico potrà esprimere la propria preferenza tramite una cartolina, che sarà consegnata a chi fa una consumazione nell'area
food. Ogni consumazione darà diritto a un voto che si sommerà a quello della giuria selezionata con ospiti dello spettacolo, della stampa, etc.
Al Cinema Tiberio di Rimini (via San Giuliano, 16), dotato di impianto digitale
di proiezione Sony 4K e audio Dolby Digital 7.1, martedì 3 giugno alle ore
20.30 (biglietti 12 euro interi, 10 euro ridotti, apertura biglietteria alle ore
19.30, in esclusiva italiana per la rassegna Opera Live, in differita da Opera
Australia – Sydney Harbour, “Carmen” di Georges Bizet per la regia di Gale
Edwards (apprezzata regista teatrale australiana che ha diretto spettacoli
per la Royal Shakespeare Company, il celebre revival del musical “Jesus
Christ Superstar” del 2000 e uno dei grandi successi di Andrew Lloyd Webber, “Whistle down the Wind”) con interpreti Rinat Shaham, Dymtro Popov,
Andrew Jones e Brian Castles-Onion.
E’ stato invece posticipato a domenica 8 giugno (ore 21, biglietto unico 5 euro) l’ultimo appuntamento, originariamente previsto per domenica 1 giugno,
con Il Cinema Ritrovato, capolavori restaurati a cura della Cineteca di Bologna: in programma, in versione originale con sottotitoli in italiano, Chinatown
(1974) di Roman Polanski con Jack Nicholson, Faye Dunaway, John Huston
e Diane Ladd. Chinatown è considerato una delle più felici e originali riletture
contemporanee del detective movie di eredità chandleriana.
Per informazioni: Cinema Tiberio tel. 328/2571483 www.cinematiberio.i
Alle 11 con Intra Museum
Tour in centro da oggi e per tutta l’estate
Visita guidata alla Biennale
Bimbi alla scoperta di Rimini
Nell’ambito della Biennale del Disegno 2014, Intra
Museum propone questa mattina alle 11 una visita
guidata da non perdere: “Adolfo Coppedè Un architetto nel secolo d’oro della borghesia”. Costo a persona
8 euro, bambini fino a 10 anni gratuito. Prenotazione
obbligatoria: 347 4110474 [email protected], www.atlantide.net/museodellacitta
Da oggi, ogni lunedì fino al 29 settembre “Rimini antica, città amica”, visite guidate per
bambini che partono e tornano all’arco d’Augusto. I monumenti del centro verranno spiegati con l'aiuto di leggende e filastrocche in
rima e verrà posto l'accento sugli aspetti di
vita quotidiana dei bambini 2000 anni fa: giochi , scuola, cibi... Il tour è proposto ad offerta libera e su prenotazione. Orario: ore 10 ore 17 - ore 20. Info: 333 4844496 Marinando.
Meteo
Numeri utili
Bellaria
Min
13
Rimini
Santarcangelo
EMILIA ROMAGNA
Riccione
Cattolica
RSM
Morciano
di Romagna
Novafeltria
Pennabilli
MARCHE
Pomeriggio
Sera
17
Al Villaggio sportivo musica e sport
Al Tiberio la ‘Carmen’
in esclusiva italiana
23
l
In piazzale Fellini per le finali Primavera
Domani sera la versione della regista Gale Edwards
Max
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
Notte
Tel. 199892021*
www.trenitalia.it
*pagamento
Federico Fellini
Tel. 0541 715711
www.riminiairport.com
Farmacie di turno
Rimini
Diurno Notturno: 24h su 24h
DUPRE’
Corso d’Augusto, 84
Tel. 0541 24509
Riccione - Comuni periferici
Diurno e notturno: 24h su 24h
DELL’AMARISSIMO
Viale Ceccarini, 78
Tel. 0541 692912
Coriano - Cattolica - Misano
adriatico - Gabicce mare
COMUNALE (CATTOLICA)
Via Del Prete, 5/7
Tel. 0541 966586
COMUNALE (CERASOLO)
Superstrada Rimini-San Marino
Tel. 0541 756100
SAN BIAGIO (MISANO MONTE)
Via Saffi, 64 Misano Monte
Tel. 0541 602016
BALDUCCI
Via Roma, 44 PENNABILLI
Tel. 0541 928421
Bellaria - Igea marina
OLIVI
Via P. Guidi, 51
Tel. 0541 347419
Alta Valmarecchia
BALDUCCI NOVAFELTRIA
SECCHIANO - Via Romagna, 37
Tel. 0541 912491 BANCI
(MAIOLO)
Via Capoluogo, 166
Tel. 0541 920476
Santarcangelo di Romagna
e Bassa Valmarecchia
Notturno diurno e festivo:
DELL’OSPEDALE
Via Pascoli, 1
Tel. 0541 626101
Oroscopo
ARIETE: Se lavorate in un ambiente in
cui le gerarchie contano, cercate di non
scavalcare nessuno, altrimenti potreste
passare momenti difficili.
TORO: Avete dei problemi di temperature nei vostri affari amorosi. Non preoccupatevi delle nubi in amore: spariranno
presto.
GEMELLI: La giornata di oggi porterà una
ventata di freschezza che vi permetterà
di guardare avanti senza troppi dubbi ed
incertezze.
CANCRO: Non lasciatevi condizionare
dal vostro umore anche nel vostro lavoro
o nello studio, non potete permettere ad
una sensazione di rovinarvi la giornata e
di rovinarla anche agli altri.
LEONE: Qualcuno sta cercando di mettersi in contatto con voi ad un livello più
profondo , ma voi forse avete chiuso quella porta troppo presto ed ora è più difficile
riaprila.
VERGINE: Lasciate chela gelosia o la
collera prenda il sopravvento sulle vostre
priorità? Questo è un errore.
BILANCIA: I vostri sentimenti per la persona che amate o che vi piace, sono genuini, quindi non permettete a nessuno
di dubitarne, nemmeno alla persona in
questione.
SCORPIONE: Cercate dei diversivi fuori
dall’ ovvio e dal banale.
Non rinunciate mai ai vostri sogni se vedete uno spiraglio per realizzarli.
SAGITTARIO: Non potete difendere a
spada tratta una persona solo perché è
vostra amica o perché vi è simpatica, dovete imparare ad essere più obiettivi e a
riflettere un po’ di più sulle varie questioni
della vita.
CAPRICORNO: La pazienza in questi
giorni è una virtù importante, soprattutto
per quelli che lavorano nel settore del turismo o dello spettacolo.
ACQUARIO: Siate pronti in questa giornata ad abbattere un muro tra voi e una
persona che sta cercando in tutti i modi di
stabilire un contatto con voi.
PESCI: Siete certamente persone sensibili ma avete troppa paura di mostrare i
vostri sentimenti con le persone che invece meriterebbero un amggiore generosità.
18
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
Sport
Rimini
CALCIO GIOVANILE - Nonostante l’addio alla Final Eight tanti applausi per gli Allievi biancorossi
Resta una grande stagione
Mister Angelini: “Peccato non aver sfruttato le chance nel 1° tempo
ma sono comunque soddisfatto dei ragazzi, regalate grandi emozioni”
di CRISTIANO CERBARA
RIMINI - La Final Eight di Chian-
ciano resta un sogno nel cassetto.
Tutti in piedi però ad applaudire
gli Allievi Nazionali del Rimini,
che sabato hanno concluso una
stagione comunque eccezionale.
Rimontare il Como dopo l ’1-5
dell’andata era davvero un’impresa titanica e alla fine quel risultato si è rivelato decisivo in
tutti i sensi: “Lo sapevamo che sarebbe stata difficile – commenta
mister Alberto Angelini – perché
i ragazzi avevano addosso la pressione di dover recuperare una
differenza di 4 gol, che sono tanti.
Ce l’abbiamo messa tutta ma non
ce l’abbiamo fatta. Il Como è un
avversario di valore, ci eravamo
illusi all’andata perché ci avevano
concesso qualche occasione importante ma non siamo riusciti a
giocare la partita come l’avevamo
preparata”. Alcune chance importanti nel primo tempo sono
pure arrivate, nessuno però è riuscito a buttarla dentro provando
a mettere un po’ di paura ai lariani: “Berardi ha messo in mezzo
tre palloni molto pericolosi, purtroppo non è mai arrivato nessuno a chiudere sul secondo palo,
come avevamo preparato. Sape-
L’undici iniziale schierato da mister Angelini contro il Como (FOTO POGGI)
vamo di poterli mettere in difficoltà sugli esterni mentre Bussaglia l’ho messo più dietro proprio
per toglierlo dalla morsa dei loro
centrali e sfruttare le sue doti di
rapidità. Ripeto, non siamo riusciti a fare quello che volevamo
eccezion fatta per la difesa che si è
comportata molto bene. Purtroppo i ragazzi avevano in mente di
recuperare non 1 o 2 gol alla volta, ma 4 tutti insieme e così siamo
risultati arruffoni. Detto questo,
sarebbe davvero ingiusto, anzi è
CALCIO LEGAPRO - Il Delta vince 3-2 allo scadere
Un buon Forlì beffato
a Porto Tolle nell’andata
della finale play-out
RIMINI - Nonostante la
beffa finale, il Forlì mantiene intatte tutte le possibilità di disputare il prossimo campionato di LegaPro unica. Questo, in
estrema sintesi, è quanto
si può dire dopo la gara
d’andata della finale playout che si è disputata ieri
pomeriggio a Porto Tolle,
con i padroni di casa che
si sono imposti di misura,
3-2, grazie a una rete realizzata allo scadere dei novanta minuti da Gomes. I
rodigini (che nella semifinale avevano condannato
il Cuneo alla serie D vincendo 2-1 al “Fratelli Paschiero” e 1-0 tra le mura
amiche) passano in vantaggio dopo soli 5’ grazie a
Pettarin, abile a sfruttare
un cross dalla trequarti di
Segato e a battere di piatto
Tonti. Il vantaggio locale
dura poco. All’11 i galletti
impattano grazie al solito
Melandri che non ha difficoltà a insaccare, da due
passi, l’invitante assist di
Bernacci. Il Delta si riporta avanti al 23’. Petras, dopo avere colpito un legno
due minuti prima, sfrutta
a dovere un passaggio di
Longobardi e insacca la
sfera alla sinistra dell’estremo difensore biancorosso. I ragazzi di Rossi
non si perdono d’animo e
al 25’ della ripresa ristabiliscono la parità grazie a
Drudi. Al tramonto del
match la beffa per i romagnoli siglata da Gomes,
che al 45’ ha battuto per la
terza volta Tonti.
Domenica la gara di ritorno al “Morgagni”,
quella che deciderà chi tra
le due formazioni resterà
tra i professionisti. Per il
Forlì un’impresa tutt’altro che impossibile.
impossibile dare colpe a qualcuno”. Resta negli occhi una grande
stagione: “Da parte mia devo solo
ringraziare i ragazzi per il grande
impegno e la massima professionalità sempre dimostrata sul
campo. Mi hanno regalato grandi
emozioni. E un grazie ovviamente alla società per averci permesso
di arrivare a questo punto ”. Domanda fatidica. E adesso? Angelini guarda avanti: “L’importante
è che la società metta le fondamenta per un pronto ritorno tra i
professionisti. Se poi nel progetto
rientrerà anche la figura del sottoscritto, ne sarei ben felice”.
Memorial Bellavista. Oggi,
alle 17 al “Romeo Neri” si svolgerà la finalissima del 3° “Memorial
Vincenzo Bellavista” categoria
Esordienti tra Juventus e Torino.
Questa mattina, dalle 10 alla Stella, inizierà la fase finale della categoria Pulcini che proseguirà fino
le ore 16,30 e vedrà impegnate Juventus, Torino, Cesena, Atalanta,
Padova, Livorno.
LUNEDÌ
2 GIUGNO 2014
l
19
CALCIO GIOVANILE - Rimini eliminato
Il fortino lariano
resiste, al “Neri”
finisce 0-0
RIMINI - (c.c.) Stavolta
niente miracolo. Gli Allievi Nazionali biancorossi si fermano sullo
scoglio Como (0-0) e salutano la qualificazione
alla fase finale del campionato. Missione improba ma mettendo dentro un paio di gol nel
primo tempo, anche i
forti ospiti avrebbero
tremato. Non è successo
perché i biancorossi di
mister Angelini non sono riusciti a dare la zampata al momento giusto,
nonostante dai piedi e
dall’estro di Berardi fossero nate alcune interessanti situazioni proprio
nel corso dei primi 40
minuti di gioco. La prima palla-gol a dire il vero è del Como ed è veramente clamorosa: al 9’
Rossi ruba palla a Enchisi e si presenta tutto solo
davanti ad Azzolini ma
il pallonetto è fuori. Bussaglia agisce alle spalle di
Palazzi e non riesce a
farsi trovare pronto all’appuntamento con il
cross basso di Berardi
che al 13’ taglia tutta l’area di porta comasca. Il
volenteroso Mingucci ci
prova da lontano al 17’
trovando la pronta deviazione del portiere
Maimone ma è ancora
Berardi a seminare il panico da sinistra al 26’:
altro invito al centro,
nessuno ci arriva a spingerla dentro. Al riposo
sullo 0-0, è già evidente
che la qualificazione alla
Final Eight di Chianciano se la prenderà il Como. Nella ripresa i lariani controllano la situazione e, complice il festival delle sostituzioni,
mantengono la porta inviolata senza correre
particolari pericoli, se
non nel finale quando
Maimone dice di no prima ad Amati e poi a
Guidi. Finisce 0-0, peccato per il Rimini che
avrebbe quantomeno
meritato la soddisfazione
di aggiudicarsi la partita
di ritorno (invece niente
gol in due partite al “Neri”, ennesimo segnale
che quest’anno lo stadio
riminese non porta per
niente fortuna alle squadre cittadine) ma alla fine applausi meritati per
tutti e un arrivederci alla
prossima stagione.
MOTO - In Moto3 il riminese è protagonista di una gara maiuscola ma sul più bello viene coinvolto nell’incidente tra Miller e Marquez
Bastianini, al Mugello il podio sfuma all’ultimo giro
SCARPERIA (FI) - E’ un Gran Premio
d’Italia avaro di gioie per i centauri di casa
nostra, quello andato in scena ieri all’autodromo del Mugello. Chi mastica più amaro è sicuramente Enea Bastianini, che ha
visto svanire all’ultimo giro i sogni di un
possibile podio in Moto3 nella gara vinta
dal marchigiano Romano Fenati. Il 16nne
riminese, in sella alla Ktm dello Junior
Team Go&Fun Gresini, grande protagonista dell’emozionante lotta per la vittoria
nel gruppetto di testa, portandosi al comando al 9° dei 20 giri in programma e poi
anche dopo, è stato incolpevolmente coinvolto nell’incidente tra Miller e Marquez
alla “Scarperia” innescato dall’errore del-
l’australiano. “Penso di aver fatto la gara
più bella della mia vita – commenta Bastianini - Sono partito 16° e ho rimontato
un sacco di posizioni, a un certo punto mi
sono anche ritrovato al comando per la
prima volta: è stato emozionante. Peccato
per quello che è accaduto all’ultimo giro,
dove sono caduto senza colpe. Avevo già
in mente dove passare per prepararmi alla
volata, perché rimanendo dietro si poteva
superare grazie al gioco delle scie. Pur troppo, però, è andata così… Ci rifaremo
alla prossima”. Il cattolichino Niccolò Antonelli (13° in qualifica), altro pilota dello
Junior Team Gresini, è stato costretto al
ritiro dopo soli 5 giri travolgendo Kornfeil
alla staccata della San Donato, mentre raccoglie due preziosi punticini iridati Matteo Ferrari, 14° al traguardo con la Mahindra del San Carlo Team Italia dopo il 22°
tempo in qualifica.
Nella classe di mezzo è stato un fine
settimana da dimenticare per il sammarinese Alex De Angelis, 17° sotto la bandiera
a scacchi dopo esser stato solo 30° in gri glia per via di una caduta nei primissimi
minuti della sessione alla “Arrabbiata 2”,
ma anche per il riccionese Mattia Pasini
(13° in prova), fuori dai giochi per una
scivolata all’ottavo giro con il podio nel
mirino.
Gianluca Strocchi
VOLLEY B2 - Nell’andata della finale play-off finisce 3-0. Domenica il ritorno al “Pedriali”
Brutto ko per la Rovelli in Veneto
MORCIANO - Netta scon-
fitta per la Dolciaria Rovelli, battuta 3-0 (2520/25-23/25-14 i parziali)
dai vicentini del Montecchio Maggiore nell’andata
della finalissima play-off
del campionato di serie
B2.
Nel 1° set la Rovelli parte con il piglio giusto. In
campo c’è Pietrelli al posto di Alessandrini in banda, il resto del sestetto è
quello consueto. Fino al
secondo tempo tecnico c’è
equilibrio, poi alcuni errori morcianesi scavano
un break per i padroni di
casa non più ricucito.
Amaro il 2° set, con i cioccolatieri che gettano al
vento l’occasione di pareggiare i conti. Dominio
assoluto in avvio e per
quasi tutto il set, ma sul 20
a 14 qualcosa si inceppa,
consentendo l’incredibile
rimonta dei veneti, chiusa
da un muro su Pietrelli
che dà il 2 a 0 per Montecchio.
Nel 3° periodo Morciano cede di schianto sulle
bordate soprattutto dell’opposto veneto. Nessuna
resistenza e per il Montecchio è tutto facile. Si chiude a 14 e si rimanda tutto
a gara due, in programma
domenica, con inizio alle
18.30, al “Pedriali”.
20
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
Sport Rimini
T&A SAN MARINO
GODO KNIGHTS
(7°) 10
0
GODO Bucchi 2b (0/4), Tanesini ec (0/3), Molina (Servidei) 3b (0/3), Sanchez r (0/3), Monari dh (1/3), Meriggi
ed (0/3), Bucci es (0/3), Silvestri 1b (2/3), D’Amico ss
(1/3).
T&A Macaluso es (1/3), Duran ec (1/4), Vasquez ss (1/4),
Ramos (Pulzetti) dh (2/2), Mazzuca 3b (2/4), Avagnina
1b (1/4), Reginato ed (1/2), Imperiali 2b (1/2), Albanese r
(1/3).
GODO KNIGHTS
T&A SAN MARINO
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
5
4
T&A Macaluso ed (3/5), Duran ec (3/5), Vasquez ss (0/4),
Ramos dh (2/4), Mazzuca 3b (2/4), Avagnina es (1/4),
Reginato r (0/4), Imperiali 2b (1/4), Morreale 1b (0/3).
GODO Bucchi 2b (0/3), Tanesini ec (2/4), Molina 3b (2/4),
Sanchez r (1/2), Monari dh (1/3), Bucci es (0/4), Silvestri
1b (1/4), Meriggi ed (0/4), Servidei ss (0/2).
T&A 010 001 200 = 4 bv 12 e 0
GODO 000 000 0 = 0 bv 4 e 1
GODO 200 000 30X = 5 bv 7 e 2
T&A 141 000 4 = 10 bv 11 e 3
LANCIATORI Simone (i) rl 4, bvc 4, bb 4, so 4, pgl 2; Andreozzi (L) rl 3, bvc 3, bb 2, so 1, pgl 3; Martignoni (f) rl 1,
bvc 0, bb 0, so 0, pgl 0; Calero (i) rl 6, bvc 8, bb 0, so 8, pgl
1; Ribeiro (r) rl 3, bvc 4, bb 2, so 5, pgl 2.
LANCIATORI Casalini (L) rl 4.1, bvc 8, bb 3, so 2, pgl 6;
Bassani (r) rl 1.2, bvc 0, bb 1, so 0, pgl 0; Cadoni (f) rl 0.1,
bvc 3, bb 1, so 0, pgl 3; Guerra (W) rl 6, bvc 3, bb 0, so 9,
pgl 0; Martignoni (r) rl 1, bvc 1, bb 0, so 0, pgl 0.
NOTE : fuoricampo di Macaluso (3p. al 2°). Doppi di Vasquez, Ramos (2), Imperiali, Avagnina e Reginato.
NOTE fuoricampo di Sanchez (2p. al 1°), Ramos (1p. al
6°) e Macaluso (2p. al 7°). Doppi di Mazzuca, Duran e
Molina.
l
21
BASEBALL IBL - Definito il quadro play-off
Una Final Four “emiliano-romagnola”
RIMINI - (c.c.) – Tutto deciso a una giornata dalla fine.
Bologna, San Marino, Rimini e Parma si giocheranno l’accesso alla finale scudetto ma a tenere banco è il caso D ’Amico.
Prima per vie traverse (lettera del ds della T&A Antolini
pubblicata sul web) e poi finalmente con un comunicato federale, il pitcher del San Marino è stato sospeso e deferito
dalla Procura della Fibs per aver violato i principi di lealtà e
probità sportiva (in merito allo status di Asi). Ma se anche
alla T&A fossero date perse le 3 partite in cui D’Amico è sceso
in campo, la qualificazione non è in pericolo.
Risultati 2ª giornata ritorno: Rimini-Parma 5-0, 1-4;
T&A-Godo 10-0 (7°), 4-5; Bologna-Padova 8-2, 5-0; Nettu no-Nettuno2 2-8, 5-2. Classifiche. Girone A: Bologna 17-1;
T&A* 10-7; Padova 6-12; Godo 6-12. Girone B: Rimini* 116; Parma 11-7; Nettuno 7-11; Nettuno2 3-15. * T&A-Rimini
in attesa di omologazione.
BASEBALL IBL - Una su due per Rimini contro Parma. Tegola Patrone, si teme lo stiramento. Ufficiale l’acquisto del 31enne venezuelano, 6 stagioni in Major
Pirati, ecco Enrique Gonzalez
T&A, ora c’è anche la matematica
Con Godo i Titani vincono per manifesta gara1, indolore il ko in gara2
di CRISTIANO CERBARA
RIMINI - Come all’andata, Pi-
rati e Parma si spartiscono la
posta in palio (5-0, 1-4) ma stavolta il risultato del campo ha
ben poca importanza, con entrambe le squadre già qualificate per la seconda fase. A tenere banco in casa neroarancione sono soprattutto il mercato e gli infortuni. Dopo il terza base Beppe Mazzanti, anche
il pitcher Sandy Patrone si è infatti procurato una lesione al
polpaccio (si teme lo stiramento) ed è un guaio piuttosto se rio per il monte Asi dei Pirati,
sempre in attesa di recuperare
Corradini (anche a Parma apparso lontano dalla forma migliore) e con playoff e Coppa
Campioni a incombere. Intanto però è già ufficiale il nome
nuovo per il monte straniero
(nei playoff si torna a giocare
sulla distanza delle 3 partite): si
tratta di Enrique Gonzalez,
31enne venezuelano con una
vasta esperienza alle spalle. Il
curriculum parla di 6 stagioni
in Major League con le casacche di Arizona, San Diego, Boston e Detroit (l’ultima nel
2011, in totale 4v-8p e un pgl di
5,82 in 150 riprese lanciate) ma
anche 12 nelle Minors (di ci la
metà in Triplo A), una nella lega maggiore giapponese (2012
ma con pgl alto) e un’altra, l’ultima (il 2013) nel Triplo A del
Messico con ben 22 salvezze.
Insomma Gonzalez (nel 2009 e
2013 al WBC con il Venezuela)
è un pitcher che ha visto battitori in ogni angolo del mondo e
questo dovrebbe consentirgli
di adattarsi anche al campio nato italiano. Gli scouting report parlano di una palla pesante (oltre le 90 miglia) ma
anche di un discreto controllo,
nelle ultime stagioni Gonzalez
ha fatto molto il rilievo ma è
stato un partente per gran parte della carriera. Una scelta
fondamentale perché potrebbe
spostare gli equilibri nei pla yoff, da una parte o dall’altra. Il
pitcher venezuelano è atteso a
Rimini entro una decina di
giorni, giusto in tempo per giocare la prima giornata di pla yoff.
I match con il Parma. In gara1 Ekstrom tira 4 inning da
par suo, concedendo al Parma
un solo arrivo in base (valida di
Marval che resterà l’unica di
tutta la partita dei ducali) mentre Escalona e Marquez si la sciano scappare qualche ball
ma il prodotto finale non cambia. Come da pronostico, Parma fa lo switch e i Pirati indirizzano subito la partita facendo tornare sulla terra il sor prendente Giovanelli (5-0). Si
ribalta tutto in gara2 contro Josè Sanchez. L’unico punto arriva sul 5° homer stagionale di
Oscar Salazar ma il rammarico
è tutto per l’infortunio di Patrone, che al 2° inning si fa male nel tentativo di andare a coprire in prima base. In ripresa
Cherubini, rivedibili Corradini
e Torres.
RIMINI
LINO’S COFFEE PARMA
5
0
PARMA Poma (Lori 0/1) es (0/2), Benetti (Tagliavini 0/1)
3b (0/2), De Simoni ec (0/3), Marval r (1/4), Sambucci 1b
(0/4), Scalera (Fanfoni) ss (0/3), Imperiali 2b (0/3), Giannetti dh (0/2), Leoni ed (0/2).
RIMINI Zileri ec (0/4), Santora ss (1/3), Romero es (2/3),
Salazar dh (1/5), Chiarini ed (2/4), Spinelli 1b (2/5), Bertagnon (Cit) r (0/2), Babini 2b (0/3), Di Fabio 3b (1/4).
PARMA 000 000 000 = 0 bv 1 e 1
RIMINI 200 020 01r = 5 bv 9 e 0
LANCIATORI Giovanelli (L) rl 4.2, bvc 5, bb 6, so 3, pgl 4;
Rivera (r) rl 1.2, bvc 2, bb 1, so 1, pgl 0; Loardi (f) rl 1.2,
bvc 2, bb 1, so 1, pgl 0; Ekstrom (i) rl 4, bvc 1, bb 0, so 4,
pgl 0; Escalona (W) rl 3, bb 3, so 3; Marquez (r) rl 2, bb 2,
so 2.
NOTE doppio di Salazar.
LINO’S COFFEE PARMA
RIMINI
4
1
RIMINI Zileri ec (0/4), Gomez 2b (0/4), Romero es (1/4),
Salazar 1b (2/4), Chiarini ed (0/4), Santora ss (2/3), Spinelli dh (1/4), Cit r (0/4), Di Fabio 3b (0/3).
PARMA Poma es (3/4), Fanfoni (Lori 0/1) dh (0/3), De Simoni ec (0/2), Marval r (1/4), Sambucci 1b (2/4), Scalera
ss (1/4), Imperiali 2b (2/3), Tagliavini 3b (0/3), Leoni
(Giannetti 0/1) ed (0/1).
RIMINI 010 000 000 = 1 bv 6 e 1
PARMA 210 001 00r = 4 bv 9 e 3
LANCIATORI Patrone (L) rl 1.1, bvc 4, bb 0, so 2, pgl 2;
Cherubini (r) rl 3.1, bvc 3, bb 5, so 3, pgl 0; Torres (r) rl 1.1,
bb 2, so 1, pgl 1; Corradini (r) rl 1.2, bvc 2, bb 1, so 2, pgl
0; Del Bianco (f) rl 0.1; Sanchez (W) rl 7, bvc 6, bb 0, so 6,
pgl 1; Yepez (S) rl 2, bb 1, so 1.
NOTE fuoricampo di Salazar (1p al 2°). Doppi di Spinelli,
Sambucci, Imperiali.
A sinistra il nuovo
lanciatore
neroarancione Enrique Gonzalez
(nella foto al Wbc
con la casacca
venezuelana).
A destra Mattia
Reginato. In gara1
sua la volata del
6-0 al 3° inning
SAN MARINO - Ora c’è an-
che la matematica, la T&A è
ufficialmente nei play-off.
Questo il verdetto emerso dal
week-end che ha visto la formazione di Doriano Bindi
battere Godo sul diamante di
Serravalle per manifesta e perdere la seconda sfida in Romagna.
Gara1. L’inizio del match è
subito favorevole a una T&A
che vuol mettere le cose in
chiaro per non soffrire. Al primo, con due out, sono due
doppi consecutivi di Vasquez
e Ramos a permettere ai Campioni di mettere a tabellone il
primo punto (1-0), mentre al
2° ne arrivano addirittura 4.
Reginato guarda bene i lanci
di Casalini e si guadagna la base ball, Imperiali spara un
doppio che lo manda a punto
(2-0) e Albanese infila una valida che posiziona gli uomini
agli angoli. Con due in base, la
legnata di Macaluso a sinistra
finisce oltre le recinzioni e vale
3. Un fuoricampo che porta il
punteggio su un 5-0 già rassicurante. Al 3° inning arriva
un’altra segnatura (doppio di
Ramos, singolo di Mazzuca e
volata di Reginato per il 6-0),
mentre di lì in poi per tre riprese la gara si acquieta. Al 7°
però i Titani spingono nuovamente sull’acceleratore e chiudono la pratica. Duran infila il
singolo d’apertura, Vasquez
arriva in base su errore e Pulzetti (per Ramos) conquista
una base ball che riempie i cu-
scini. Il doppio di Avagnina
pulisce tutto e porta a casa tre
punti fondamentali (9-0),
mentre quello di Reginato
consente allo stesso Lole di pestare il piatto di casa base per il
definitivo 10-0 che interrompe la partita per “manifesta” al
7° inning.
Gara2. La partita si sblocca
con un homer ed è quello dei
Knights, messo a segno da Danilo Sanchez al primo inning.
Un fuoricampo da due punti
(in base c’era Tanesini con un
singolo) che lancia la formazione di casa verso un vantaggio inaspettato. Al 2° Mazzuca
fa quasi tutto da solo per dimezzare le distanze: doppio,
avanzamento su grounder di
Avagnina e punto su errore di
tiro del prima base Silvestri (21). Non succede più nulla fino
al 6°, quando Jairo Ramos, al
primo lancio del suo turno,
punisce Calero con un homer
a destra che vuol dire parità
(2-2). Al 7° per Godo sale in
pedana l’ex, Yulman Ribeiro, e
la T&A lo battezza immediatamente coi due punti del 2-4
che ribaltano il match: bastano un singolo di Imperiali e
l’ennesimo fuoricampo di serata, questa volta di Macaluso,
a far provare ai Titani la fuga.
Godo però c’è, ha voglia di
giocarsela e al cambio di campo sorpassa nuovamente: base
a Bucchi, singolo di Tanesini,
doppio di Molina (3-4), base a
Sanchez e valida del sorpasso
di Monari (5-4).
22
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014
Ufficio Comunicazione SGR / Essential / Foto: Chico De Luigi
questi qui
ti consigliano,
ti riparano,
ti collegano
e te vai a marina
a prendere
il sole.
Gas e luce.
Manutenzione,
installazione e vendita
caldaie, condizionatori
e fotovoltaico.
sgrservizi.it
l
23
24
l
LUNEDÌ 2 GIUGNO 2014