La metro C si avvicina a piazza Lodi Da oggi

LINEA B1, IN USCITA
LA TIMBRATURA
È OBBLIGATORIA
Lavori in via dell’Arte
Su viale dell’Arte, all’Eur, resta un restringimento di carreggiata, nel
tratto tra viale Europa e viale America, per lavori sulla rete del gas. A
cambiare il proprio percorso sono
dieci linee di bus.
Monteverde, 870 e 982 lasciano spazio a un cantiere
A Monteverde, dalle 8,30 di oggi e
sino a metà mese, sono in programma dei lavori per il rifacimento del manto stradale di via Vitellia. Le linee di bus 870 e 982, in
arrivo da via Paola e da viale dei
Quattro Venti, raggiunta piazza San
Pancrazio, saranno deviate su via
Fonteiana, via Abate Ugone, via di
Donna Olimpia e via Pio Foà, da dove riprenderanno i consueti percorsi.
LA NOVITÀ
Dalla scorsa settimana, nelle
stazioni della linea B1 del metrò
è obbligatorio timbrare il titolo
di viaggio anche in uscita.
L’Atac ha infatti esteso la sperimentazione del provvedimento
anche alla stazione Annibaliano.
METREBUS
La metro C si avvicina a piazza Lodi
Da oggi porte aperte fino alle 21
Tre nuovi biglietti
per utilizzare
il trasporto romano
Prolungato l’orario di servizio. Il sabato e nei festivi la chiusura resta alle 18,30 Ecco i “giornalieri”
Aumenta l’offerta di trasporto per
i viaggiatori della metro C: da oggi, ultime partenze dai capolinea
di Pantano e Parco di Centocelle
alle ore 21. Prolungamento di
orario anche per la linea bus 50,
con l’ultima corsa da Parco di Centocelle per Termini fissata alle
21,30.
L’incremento dell’orario di servizio,
sia per la metro C che per la linea
50, per il momento è in vigore solo dal lunedì al venerdì. Al sabato
e nei festivi, lo stop delle corse resta confermato per le 18,30. Invariata anche la prima partenza del
mattino prevista, tutti i giorni, alle 5,30 per i treni e alle 5,45 per
la linea 50. La frequenza delle corse è sempre di 12 minuti.
Intanto l’assessore capitolino alla
Mobilità, Guido Improta, ha confermato la data del 30 aprile per
l’avvio, da parte di Atac, del preesercizio sulla tratta CentocelleLodi, cinque chilometri di binari
per sei nuove stazioni, “Mirti”,
“Gardenie”, “Teano”, “Malatesta”, “Pigneto” e, appunto, “Lodi”.
L’apertura al pubblico della nuova tratta dovrebbe arrivare per
l’estate. “Nessuno va in vacanza se
non si apre piazza Lodi”, ha assicurato ieri Improta, che sull’orario
della metro C ha poi aggiunto:
“Oggi prolunghiamo il servizio alle 21, mentre da fine aprile le corse termineranno alle 23,30”.
Attualmente sono quindici le stazioni aperte lungo la terza linea
metropolitana della città: “Parco
di Centocelle”, “Alessandrino”,
ALLE 20,45
“Torre Spaccata”, “Torre Maura”,
“Giardinetti”, “Torrenova”, “Torre
Angela”, “Torre Gaia”, “Grotte
Celoni”, “Due Leoni/Fontana Candida”, “Borghesiana”, “Bolognetta”, “Graniti”, “Finocchio”, “Pantano”. A bordo dei treni si viaggia
con i normali biglietti e abbonamenti Metrebus. Lungo il percorso sono presenti quattro parcheggi di scambio. In alcune ore della giornata, è possibile portare la
bici a bordo dei treni
Promosso, anche grazie ad alcune
novità come i tornelli in uscita lungo la linea B1, il piano antievasione tariffaria sul metrò, con un
incremento delle validazioni del 16
per cento.
Risultati non ancora soddisfacenti, invece, sui bus dove, come anticipato in un’intervista all’agenzia
Ansa l’assessore alla Mobilità Guido Improta, in questi giorni inizierà
un’attività di controllo sul numero di biglietti convalidati. In particolare, verranno monitorate le linee
011, 188, 505, 51, 556, 670,
762, 773, 797 e 82.
Restando in tema, Atac ha messo
in vendita tre nuovi biglietti validi
per 24, 48 o 72 ore dalla prima
timbratura, rispettivamente al costo di 7, 12,50 e 18 euro. I nuovi biglietti, che si aggiungono al
classico “BIT” da 100 minuti e al
“CIS” valido una settimana, sostituiranno il giornaliero “BIG” e il
“BTI” da tre giorni. Sia il “BIG”
che il “BTI” possono comunque
essere utilizzati sino al 30 aprile e
cambiati sino al 30 giugno
IN AGENDA
All’Olimpico c’è Roma-Juve. Piano ad hoc per la viabilità
Roma Tpl, nuova raffica di scioperi. Il primo è per venerdì
Prevista la chiusura di molte strade nell’area del Foro Italico
Si parte con una protesta di 4 ore. Il 17 marzo stop di 24 ore
Stasera dalle 20,45 allo stadio
Olimpico è in programma la sfida
tra Roma e Juventus.
In base alle esigenze di viabilità,
potrà essere chiuso al traffico il
tratto di lungotevere tra piazzale
Maresciallo Giardino e piazzale Maresciallo Diaz (con chiusura al
traffico di viale Antonino di San
Giuliano). Nell’area dello stadio saranno possibili anche ulteriori limitazioni al traffico, in particolare durante la fase di afflusso e deflusso. Proprio in fase di deflusso
Nuove agitazioni in Roma Tpl, il
consorzio che gestice alcune linee
periferiche della città.
La prima, in programma per venerdì, è indetta dai sindacati confederali e dalla Faisa Cisal e durerà
4 ore, dalle 8,30 alle 12,30. La seconda, prevista per martedì 17
marzo, è dell’Usb e durerà 24 ore,
dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio.
In entrambi i casi sarà a rischio il
servizio di 77 linee di bus: 022,
023, 024, 025, 027, 028, 030,
dei tifosi, dalle 22,15 circa, su viale di Tor di Quinto scatterà il senso unico di marcia da Ponte Milvio verso l’Olimpica.
Sul fronte del trasporto pubblico,
l’area del Foro Italico è raggiunta
dal tram 2 e dalle linee di bus 23,
31, 32, 69, 70, 200, 201, 226,
280, 301, 446, 628, 910 e 911
e, di notte, n24 e n25.
Per alcuni tra questi collegamenti, prima e dopo la partita saranno
possibili temporanee deviazioni
di percorso
031, 032, 033, 035, 036, 037,
039, 040, 041, 044, 049, 051,
053, 056, 057, 059, 078, 086,
088, 135, 146, 213, 218, 226,
235, 314, 343, 344, 404, 437,
444, 447, 502, 503, 511, 543,
546, 552, 554, 557, 657, 663,
701, 701L, 702, 720, 721, 763,
764, 767, 768, 771, 775, 777,
778, 787, 808, 881, 889, 892,
907, 912, 914, 982, 983, 985,
992, 993, 998 e C1.
Servizio regolare sul resto della rete di trasporto pubblico
www.muoversiaroma.it - Trasporti&Mobilità a cura di Roma Servizi per la Mobilità. Anno XV n. 40 Reg. Trib. Roma n. 163 del 24/4/2001 - Direttore responsabile: Andrea Burli
Redazione: piazzale degli Archivi, 40 - 00144 Roma. Tel: 06.46952080. Fax 06.46957839. E-mail: [email protected] Lunedì 2 marzo 2015
MOBILITÀ CONDIVISA
Car sharing, ai romani piace anche “pubblico”
per gli utenti c’è anche l’incentivo rottamazione
Nel 2014 le iscrizioni hanno raggiunto quota 5mila. Dato in controtendenza rispetto ad altre grandi città
Cresce la voglia di Car Sharing nella Capitale. In controtendenza rispetto alle grandi città italiane (a
Milano il calo è stato del 25% e a
Torino del 10%), nell’ultimo anno,
il servizio gestito dall’Agenzia per
la Mobilità, non solo non ha risentito dell’arrivo sul mercato di
soggetti privati, ma ha fatto registrare un incremento del 2,1% rispetto al 2013.
Nell’anno appena trascorso, i nuovi clienti sono stati 386 (91 dei
quali nuclei familiari e 23 aziende) per un totale di circa 5 mila
iscritti. Un trend che dovrebbe rimanere positivo anche nel 2015
visto che, soltanto a gennaio, le richieste di adesione all’auto condivisa hanno già raggiunto quota
43. Buone notizie anche sul fronte rottamazione. Se nel 2014 si è
registrato un vero e proprio “boom”
delle richieste (51 le persone che
hanno deciso di rottamare la propria auto per passare al car sharing, contro le 7 del 2013 e le 4
del 2012) anche il 2015 promete bene. Nel mese di gennaio, gli
uffici dell’Agenzia hanno già ricevuto 13 richieste. Di queste, 9 sono già state attivate, mentre 4 so-
Da maggio 46 auto in più
stazioni anche in periferia
no in attesa di approvazione da parte del ministero dell’Ambiente. Il
bonus rottamazione è ancora valido e i vantaggi per chi sceglie l’auto condivisa al posto del mezzo privato sono tanti: innanzi tutto la
possibilità di usufruire di un bonus
di 600 euro sull’utilizzo chilometrico per un periodo massimo di 2
anni dalla data di attivazione dell’abbonamento; poi l’abbonamento gratuito per il primo anno di
iscrizione al servizio car sharing e
la possibilità di avere uno sconto
del 50% per il secondo anno.
Possono usufruire del bonus i residenti di Roma e provincia, intestatari (o cointestatari) di automobili immatricolate fino al 31 dicembre 2005 (comprese le Euro
3), alimentate a benzina o gasolio.
Sono incluse le auto “bi-fuel” e
quelle a Gpl o metano immatricolate fino al 31 dicembre 2002.
La rottamazione deve essere avvenuta al massimo due anni prima
della data di presentazione della
domanda per gli incentivi. Il regolamento è consultabile su carsharing.roma.it SIMONA INNOCENTI
Entro maggio, il car sharing
del Campidolgio avrà 46 nuove vetture e 37 aree di sosta
in più nelle zone semiperiferiche della città. Attualmente la flotta è composta da 124
auto, mentre i parcheggi sono 86. L’auto scelta, da un’utilitaria a un furgone, si può
utilizzare 24 ore su 24, 365
giorni l’anno. Basta prenotarla
con un anticipo minimo di 15
minuti. Tre le tipologie di
contratto previste. Si va dall’iscrizione annuale di
101,63 euro per ogni abbonamento singolo, ai 152,55
euro in caso di nucleo familiare, fino ad un massimo di
254,18 euro per le aziende.
Gli abbonati Metrebus, i dipendenti del Comune di Roma, ma anche i dipendenti
del ministero per l’Ambiente,
i soci Coop o del Touring
Club, hanno però diritto a uno
sconto di 26 euro.
LE VOSTRE SEGNALAZIONI
Siamo un gruppo di anziani che quotidianamente utilizzano la fermata
Casilina/Alessi per prendere il 105.
Siamo preoccupati nel constatare
che la linea 50 passa ogni tre minuti, mentre la 105 ora passa ogni
20 minuti. Perché non avviene il
contrario, dato che il 50 salta 5 fermate dopo Casilina/Filarete verso
Termini e viaggia spesso vuota? Potreste, per favore, far fermare il 50
ad Alessi in ambo i sensi? Perché
inoltre non vengono installate le paline intelligenti che ci consentirebbero almeno di valutare se sta
arrivando prima il bus o il treno Roma-Giardinetti? L’apertura della
Metro C a Lodi fra pochi mesi non
giustifica queste ristrettezze alla
mobilità di noi residenti – Marta P.
Risponde la redazione
Abbiamo inoltrato la sua richiesta
ai tecnici dell’agenzia per la Mobi-
I consigli per evitare sorprese
lità che stanno monitorando la rete di bus della Casilina nella sua attuale configurazione e predisponendo il piano di riorganizzazione
della rete stessa in vista dell’apertura della tratta Parco di
Centocelle-Lodi della metro C. È ancora presto per avere i dettagli, ma
l’orientamento, una volta aperto il
nuovo tratto del metrò, è quello di
lasciare comunque una linea di
bus che percorre via Casilina.
Utilizzare il car sharing non vuol
dire essere esenti dagli imprevisti.
Per questo, Facile.it, il comparatore italiano di assicurazioni auto,
ha elaborato una guida per aiutare gli utenti dell’auto condivisa a
orientarsi al meglio ed evitare
spese aggiuntive.
In particolare, in caso di incidente, il consiglio è di mettersi in contatto con il call center della società
con cui è stato sottoscritto il contratto e denunciare l’accaduto.
Bisogna poi compilare la constatazione amichevole e l’iter del sinistro procederà naturalmente ma
non peggiorerà la classe di merito. La compagnia assicurativa,
però, può rivalersi sull’automobilista per i danni al veicolo o a terzi. Le auto condivise sono coperte anche per il furto ma per non incorrere in alcun problema, oltre ad
avvertire il call center, occorre riconsegnare le chiavi per dimostrare di non aver lasciato il veicolo
incustodito con la chiave inserita
nel quadro. In caso di violazione
al Codice della strada, spetta a chi
è al volante pagare la multa e che
sono previste sanzioni per chi fuma all’interno del veicolo e per chi
posteggia l’auto al di fuori degli
spazi consentiti S. I.