close

Enter

Log in using OpenID

SCUOLA MEDIA STATALE “G - istituto comprensivo 2° anagni

embedDownload
ISTITUTO COMPRENSIVO ANAGNI 2
PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE
ANNO SCOLASTICO 2012/2013
CLASSE: II C
DISCIPLINA: LINGUA FRANCESE
DOCENTE: prof.ssa Daniela Anna Librandi
OBIETTIVI FORMATIVI.
Lo studio della lingua straniera deve fornire all’alunno stimoli efficaci affinché possa ampliare i
propri orizzonti culturali attraverso lo sviluppo delle capacità di comprensione e di comunicazione.
Capacità che presuppongono sia il potenziamento delle facoltà logico-cognitive, sia una maggiore
consapevolezza della propria identità e della diversità altrui. Lo studio della lingua deve quindi
costruire il terreno privilegiato al fine di educare gli alunni alla ricerca dell’altro e perciò alla
convivenza interculturale e interetnica; deve inoltre contribuire in armonia con le altre discipline,
alla formazione di una cultura di base.
OBIETTIVI GENERALI.
In riferimento al Profilo Educativo e Professionale un ragazzo è riconosciuto “competente” quando,
facendo ricorso a tutte le capacità di cui dispone, utilizza le conoscenze e le abilità apprese per:
- porsi davanti a nuove informazioni e sollecitazioni comportamentali esterne, decifrarle e non
subirle, riconoscerle e valutarle ( conoscenza di sé);
- interagire con i coetanei e con gli adulti, dare e richiedere il riconoscimento per i risultati
concreti e socialmente apprezzabili del proprio lavoro ( relazione con gli altri);
- riconoscere ed interagire con i singoli individui e con le organizzazioni sociali e territoriali
che possono partecipare alla definizione ed all’attuazione del proprio progetto di vita
(orientamento);
- esplorare e comprendere gli elementi tipici di un ambiente naturale ed umano inteso come
sistema ecologico (ambiente).
OBIETTIVI TRASVERSALI .
1)Organizzazione del lavoro ed autonomia operativa
2)Impegno e partecipazione
3)Comprensione dei messaggi e capacità di comunicare
4)Conoscenza di sé
5)Rispetto dei valori della convivenza
SUSSIDIARIO: “ QUELLE CHANCE!” Ed. LANG. Vol 1
UNITA’ DI APPRENDIMENTO
Volume 1: unité d’apprentissage 2 “Me voilà!”
Primo quadrimestre
5. Ils bossent!
Contenuti:
l’imperativo,il plurale,gli aggettivi dimostrativi
O.S.A:
- les matières scolaires
- loisirs et activités
Civiltà: l’école en France.
6. Ils sont curieux!
Contenuti:
i numeri dopo 100, la “liaison”, i verbi “lire” e “ écrire”,il femminile degli aggettivi, il superlativo
assoluto e relativo, i pronomi tonici.
O.S.A:
- descrivere qualcuno
- l’aspetto fisico
- il carattere
Civiltà: La Champagne… une région pétillante!
Vol 2: unité d’apprentissage 3 “ Moi et mon milieu”
7.Des vacances en péniche!”
Contenuti:
I verbi “ vouloir”, “pouvoir”, “faire”, il passato prossimo, l’accordo del participio passato, il
passato prossimo alla forma negativa, il pronome “on”, il plurale dei nomi e degli aggettivi in
“al”
O.S.A:
- raccontare al passato
- situare nel tempo
- invitare/ accettare/ rifiutare
Civiltà: Rugby en Midi –Pyrénées
Secondo quadrimestre.
8.Le paradis du shopping!
Contenuti:
i verbi “ devoir”e “prendre”,il verbo “acheter”, il partitivo, gli aggettivi di quantità, la traduzione
di “ molto”, la preposizione “ chez”, i “ gallicismes”(prima parte)
O.S.A:
- fare delle compere
- rivolgersi in modo formale
- chieder e dire il prezzo
Civilà: Flaner à Paris.
9.Philippe a la grippe…
Contenuti:
I verbi del secondo gruppo, il verbo “ sentir”, i verbi” commencer” e “manger”, i pronomi
COD,i “gallicismi”( seconda parte)
O.S.A:
- telefonare
- parlare della propria salute
Civiltà: protéger la nature: le Parc Naturel de la Vanoise.
Unité d’apprentissage 4
10.Le chàteau, c’est par où?
Contenuti: la pronuncia di “oi” , “oy”, “au”, i verbi “ savoir, voir, mettre”, il futuro,, i numeri
ordinali, i pronomi COI
O.S.A:
- chiedere e dire la via
- localizzare un oggetto
Civiltà: La Bretagne
OBIETTIVI ESSENZIALI.
- comprendere informazioni molto semplici seguendo linee guida
- riconoscere termini ed espressioni note
- ripetere semplici messaggi in modo comprensibile
- produrre semplici domande-risposte seguendo un modello dato
- riconoscere il rapporto tra grafia e fonetica relativamente el lessico di uso più comune
- ricopiare correttamente
- compilare schede e questionari molto semplici
- eseguire brevi produzioni guidate
- riconoscere le strutture e le funzioni linguistiche fondamentali
- reimpiegare strutture e funzioni fondamentali in esercizi semi-strutturati
Gli ultimi giorni di scuola saranno preposti al ripasso, consolidamento ed approfondimento, nonché
alle ultime verifiche.
METODI E STRATEGIE
L’approccio metodologico sarà quello di tipo comunicativo. Esso consisterà in una scelta di attività,
test ed esercizi che si avvicineranno il più possibile, anche se in situazioni simulate, alla
comunicazione reale.
Le attività didattiche proposte mireranno a sollecitare un ruolo attivo nell’alunno, che sarà
costantemente chiamato a comunicare nella lingua straniera tramite esercizi a coppie, a catena o di
gruppo, la drammatizzazione e la corrispondenza. In una prima fase si tratterà di esercizi di ascolto
e di comprensione del dialogo; poi si passerà all’esercitazione sotto la guida dell’insegnante, per
giungere successivamente alla produzione, gradualmente sempre più autonoma, sia orale che scritta.
Ogni unità didattica comprenderà esercitazioni atte a sviluppare le quattro abilità fondamentali:
saper capire ascoltando, saper parlare, saper leggere e saper scrivere. La riflessione linguistica verrà
svolta col metodo induttivo contrastivo e avrà luogo dopo che le strutture e le funzioni linguistiche
nuove saranno state oggetto di esercitazione.
Semplici letture offriranno lo spunto per esercitazioni orali e scritte: questionari, riassunti,
completamento e composizione di dialoghi, redazione di lettere. Sarà importante operare degli
accostamenti fra le civiltà della L1 e L2 per far maturare lo spirito di osservazione e di confronto.
L’eventuale corrispondenza e gli scambi culturali con coetanei stranieri daranno impulso sia alla
crescita educativa sia al raggiungimento di una più adeguata autonomia comunicativa.
Le unità di lavoro si attueranno attraverso le seguenti fasi:
 presentazione, comprensione
 ripetizione e memorizzazione del nuovo materiale
 accertamento della comprensione








riflessioni sulla lingua anche in chiave contrastiva
sistemazione delle nuove strutture
riflessione sulle intenzioni comunicative
espansione (ampliamento del lessico e creazione di dialoghi)
jeux de roles, giochi
presentazione di altri testi orali e scritti con stesse strutture e lessico
verifica
esercizi di sostegno e/o recupero
RECUPERO
Il recupero verrà effettuato durante le ore curriculari con sosta didattica ed in ora di compresenza
con interventi individualizzati che si avvarranno di attività e di esercizi strutturali appositamente
scelti.
produzione scritta: la correttezza ortografico-grammaticale, l’uso appropriato delle strutture
linguistiche, delle funzioni comunicative e del lessico.
VERIFICA E VALUTAZIONE.
Le verifiche saranno continue e tenderanno ad accertare il lavoro dell’ insegnante e l’effettivo
raggiungimento di ogni UA da parte degli alunni, avranno inoltre lo scopo di individuare gli alunni
che presentano particolari carenze in modo da poter predisporre piani di recupero. Le verifiche
saranno effettuate tramite:
1.verifiche immediate durante la lezione per accertarne la comprensione;
2.verifiche a carattere consuntivo con prove scritte e orali.
Nella valutazione si terrà conto della situazione di partenza di ogni singolo alunno, dell’impegno,
delle abilità e delle capacità acquisite. Per l’orale si valuterà la capacità di comprensione e di
produzione, la correttezza della pronuncia e l’uso appropriato delle strutture e del lessico.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
164 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content