scarica pdf - Corriere Padano

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983
Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003
(conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc
VENERDÌ 31 GENNAIO 2014 - ANNO 32 N. 3 - EURO 0,20
Timpano: “Piacenza, rilancio
tramite le imprese creative”
Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP
www.corrierepadano.it
WEEKEND
Il vicesindaco: “Attenzione a investimenti e servizi pubblici locali”
POLLASTRI A PAGINA 4
La novità - Ance Piacenza motore di un’iniziativa che promette significativi vantaggi
Condomini intelligenti,
più ossigeno per tutti
Silvio Orlando
al Municipale
A PAGINA 9
Bolletta alleggerita per gli abitanti, più lavoro per le aziende edili e aria più pulita
grazie a meno emissioni: arriva anche nella nostra città un progetto nato in Liguria
Tagli alla bolletta del gas di almeno il 30% ed
efficientamento energetico del condominio a
‘costo zero’: sono questi gli immediati vantaggi
offerti da ‘Condomini intelligenti Piacenza’ il
nuovo progetto di Confindustria e Ance dedicato alla riqualificazione dell’esistente
Su internet si moltiplicano post vergognosi
Corrado Tedeschi
a Castelsangiovanni
DOSSENA-GAZZOLA A PAGINA 2
A PAGINA 10
Expo Milano 2015
Speciale Motori:
ricambi e gpl
Pomodoro di Piacenza
per fare la pizza
DOSSENA A PAGINA 3
Castelsangiovanni
Civiltà Castellana
punta su Leggi
Il social odio dilaga sul web:
nel mirino anche Bersani
CAMINATI A PAGINA 3
CAMINATI A PAGINA 4
Calcio - Piace
Ok, il modulo
è giusto
DOSSENA A PAGINA 5
A PAGINA 6
Corriere Padano
31 gennaio 2014
2
ATTUALITÀ
La novità - I costruttori di Ance Piacenza motore di un’iniziativa di grande interesse
Condomini intelligenti,
più ossigeno per tutti
Bolletta alleggerita per gli abitanti, più lavoro per le aziende edili e aria più pulita
grazie alle ridotte emissioni: arriva anche nella nostra città un progetto nato in Liguria
Fare sinergia, a Piacenza, è
storicamente difficile: buon
motivo per valutare positivamente l'avvio del progetto
'Condomini intelligenti', che
nasce dall’esigenza di ridurre
le emissioni di gas serra e la dipendenza da fonti energetiche
fossili ed ha l’obiettivo di riqualificare gli edifici che non
hanno adeguate caratteristiche di efficienza energetica,
fornendo risparmi nel tempo a
chi ci abita e garantendo un
miglioramento della situazione ambientale tramite la riduzione di emissioni nocive.
Promossa da Confindustria
Piacenza tramite Ance Piacenza (che riunisce i costruttori edili ad essa associati), dall'assessorato all’Ambiente del
Comune di Piacenza, dall'Associazione Proprietari case
Piacenza e dalla Fondazione
Muvita, che ha avviato il progetto in Liguria e lo sta lanciando in tutta Italia, l'iniziativa punta a dare benefici sia ai
condomini coinvolti che alle aziende costruttrici piacentine.
Chi approfitterà dell’intervento potrà coprirlo completamente attraverso il concorso
Per gli edifici energivori l’intervento
si ripaga “da solo” in pochi anni
Realtà locali in sinergia con la regia
di Confindustria: ghiotta chance
del beneficio fiscale unito al risparmio sulle bollette del gas,
mentre avranno nuove chance
di lavoro otto realtà imprenditoriali locali del comparto edile, che sotto la spinta di Ance
Piacenza hanno costituito una
rete d’imprese ad hoc.
La fattibilità del progetto è
altresì assicurata dal mondo
bancario-assicurativo (in prima fila, Banca di Piacenza e
Assiprime) che affiancherà l’iniziativa con prodotti ad hoc
studiati per favorire le differenti tipologie d’intervento e
attraverso coperture assicurative in grado di garantire tutte
le parti.
Andrea Dossena
Tagli alla bolletta del gas di almeno il 30% ed
efficientamento energetico del condominio a
‘costo zero’: sono questi gli immediati vantaggi offerti da ‘Condomini intelligenti Piacenza’
il nuovo progetto di Confindustria e Ance dedicato alla riqualificazione dell’esistente. Con
il risparmio ottenuto (in soli 7-8 anni) dalla rigenerazione energetica e i benefici fiscali (ecobonus del 65%), i condomini coinvolti riusciranno a coprire l’intera operazione senza alcun esborso. Progetto pilota in Emilia Romagna, ‘Condomini intelligenti’ si rivolge agli edifici cittadini costruiti tra gli anni Cinquanta
e Sessanta che non sono più adeguati dal punto
di vista energetico: i possibili destinatari potrebbero essere infatti i condomini di classe
E-F o G del Comune di Piacenza che ancora sono alimentati da caldaia a gasolio (in città sono
ben 239) e che con interventi mirati passerebbero alle classi B o C. L’innovazione di ‘Condomini intelligenti’ è stata riconosciuta dall’Ue
come modello di eccellenza nell’ambito del
‘Patto dei Sindaci’ per il raggiungimento degli
obiettivi del 20-20-20 (Protocollo di Kyoto):
‘Nei vecchi condomini circa il 45% dell’energia per il riscaldamento viene sprecata a causa
di un ridotto isolamento termico e di impianti
obsoleti e sovradimensionati’, spiega l’archi-
Confedilizia, si è concluso in bellezza
il corso per amministratori di condominio
Cena e consegna dei diplomi per gli oltre cento partecipanti alla XXXI edizione dell’iniziativa
Si è concluso con una riunione al Ristorante “La Veranda” di Piacenza il XXXI
Corso per Amministratori di condominio
e Proprietari di casa della nostra provincia organizzato dalla locale Confedilizia
(Via S.Antonino 7 – tel. 0523.327273) con
il patrocinio della Banca di Piacenza.
Hanno frequentato con profitto il Corso:
Francesco Saverio Aceto, Daniele Albertazzi, Barbara Alseno, Carlo Altomonte,
Giampiero Anceschi, Monica Anceschi,
Claudia Bacchetta, Matteo Barbieri,
Chiara Barcellesi, Matteo Bassi, Andrea
Battaglia, Alessandro Bernieri, Achille
Bertè, Alessandro Bertè, Maria Teresa
Bocchi, Paolo Bosi, Enzo Bosini, Giovanni
Bossalini, Davide Bottazzi, Laura Braga,
Walter Caborni, Erika Calderoni, Mirko
Calderoni, Anna Maria Cantarelli, Federico Casati, Mario Cattadori, Antonio Cavaciuti, Laura Cavanna, Marco Cavanna,
Alessandro Chiricò, Anna Cingolo, Walter Conni, Fabio Corbellini, Valentina
Cordani, Maria Angela Costantino, Margherita De Marni, Patrizia De Paolini,
Gianluca Debè, Francesco Deramo, Marzia Devoti, Tiziana Dolfi, Marco Dosi, Alessandro Paolo Ferrari, Pierangelo Ferrari, Chiara Fornaroli, Sergio Fornasari,
Maria Cristina Franchi, Alessandro Frati,
Maria Giulia Frigoli, Romeo Gandolfi,
Franco Gazzola, Federica Girometta, Anna Girometti, Matteo Guarnieri, Cesarina
Guglielmetti, Natallia Hrybanava, Stefano Indri, Igor Labarile, Pietro Lambri,
Luigi Loconte, Elena Lodigiani, Giuseppina Lodigiani, Pietro Malvicini, Romano
Marchesini, Manuela Mazzoni, Silvano
Mei, Alessandro Merli, Emanuele Monici, Massimo Montani, Vanessa Morano, Adriana Morelli, Alberico Nicelli, Marghe-
rita Opizzi, Sonia Pagano, Giancarla Pancini, Elisabetta Paratici, Fortunato Parizzi, Manuela Pedrazzini, Ilaria Pisani, Paola Polloni, Aliona Popsoi, Cristian Pozzi,
Elisa Raineri, Michele Ratti, Simone Razza, Annalisa Rosi, Alberto Rossetti, Franco Rossi, Mara Rossi, Paola Rubbi, Elena
Monica Ruse, Gian Maria Sartori, Severino Schiavi, Ettore Signaroldi, Maria Rosaria Silvestri, Simone Solenghi, Marcello Tagliaferri, Raffaele Tammaro, Alessandro Terzo, Valentina Tiraboschi, Liliana Tortora, Samuele Valenti, Violetta
Vecchiato, Giuseppe Vece, Domenico
Villa, Ernestino Zerbini, Carlo Zilioli.
Al termine della riunione, nel corso della
quale ha parlato il presidente dell'Associazione Proprietari Casa-Confedilizia
dott. Giuseppe Mischi, a tutti è stato consegnato il relativo diploma.
Al Corso, hanno svolto relazioni di aggiornamento sulle diverse materie interessanti l'amministrazione condominiale
e la proprietà immobiliare: avv. Giuseppe
Accordino, dott. Gianni Bernardini, dott.
Daniele Bisagni, rag. Ermanno Braghi,
avv. Renato Caminati, avv. Maria Cristina Capra, avv. Paola Castellazzi, dott.ssa
Giuliana Ciotti, dott. Vittorio Colombani,
dott. Pietro Coppelli, ing. Claudio Guagnini, dott. Luca Labrini, dott. Ferdinando Laurenza, avv. Fabio Leggi, avv. Giacinto Marchesi, dott. Giuseppe Mischi,
dott. Luigi Pallavicini, avv. Giorgio Parmeggiani, avv. Flavio Saltarelli, ing.
Francesco Scrima, avv. Ascanio Sforza
Fogliani, avv. Corrado Sforza Fogliani,
dott. Filippo Sordi Arcelli Fontana, dott.
Nazario Trabucchi, geom. Paolo Ultori,
avv. Angelo Vola. (dox)
tetto Gregory Keble che ha seguito le fasi di avvicinamento al Patto dei Sindaci per diversi
Comuni piacentini e che aggiunge: 'Intervenendo con azioni minime mirate si è in grado di
garantire un risparmio di almeno il 30%; aggiungendo anche la coibentazione dell'involucro il risparmio può salire a circa il 60%'. I lavori saranno realizzati da Ance Piacenza attraverso una rete di imprese ad hoc, composta da
otto aziende locali che proporranno ai condomini tre possibili alternative: la coibentazione
dell’edificio con realizzazione di cappotto esterno, l’installazione di serramenti termoisolanti e la sostituzione del vecchio impianto esistente. Il finanziamento bancario e la copertura assicurativa (Banca di Piacenza e Assiprime
sono gli enti di garanzia) consente di non anticipare alcuna somma di denaro grazie alla rateizzazione pianificata e rapportata ai risparmi previsti. Per indirizzare il condominio alla
soluzione più appropriata verrà effettuata una diagnosi energetica gratuita che evidenzierà le cause degli sprechi di energia e le criticità
del complesso. Ad intervento ultimato verrà eseguito un monitoraggio periodico dei consumi per i mantenimento e il miglioramento continuo delle prestazioni garantite.
Francesca Gazzola
118, Foti avverte Errani:
“A Piacenza non si passa”
Fratelli d’Italia ad alzo zero contro la Regione Emilia
Romagna sul progetto di trasloco da Piacenza della
centrale operativa del 118. “Nessuno s’illuda a Bologna hanno dichiarato i consiglieri comunali Tommaso Foti ed
Erika Opizzi - che arretreremo di un centimentro dalle
nostre posizioni di difesa del territorio piacentino”. Duri
contro l’assessore regionale Lusenti i consiglieri provinciali
FdI Michele Magnaschi, Filippo Bertolini e Simone Mazza:
“Fin dall'inizio il suo comportamento si è rilevato
censurabile ed urticante”. “A questo punto - per Foti e
Opizzi - è indispensabile la convocazione del Consiglio
Comunale, in modo che tutti i soggetti istituzionali siano
costretti a dire chiaramente quale destino si vuole
riservare alla centrale del 118 di Piacenza”.
“Se Errani e soci - hanno concluso gli esponenti FdI - non
hanno ancora capito che a Piacenza non si passa, è affare
loro. Ma, stiano certi, che a Piacenza non passeranno”.
(dox)
31 gennaio 2014
Corriere Padano
3
IN PRIMO PIANO
Malcostume - Viaggio nel lato oscuro di internet
“Social odio”,
anche Bersani
nella rete
Politici, personaggi pubblici ma anche semplici cittadini
nel mirino di webnauti spregiudicati. Nei blog e nei social
dilagano commenti infami e nefasti auguri di morte
ELENA CAMINATI
Il social odio che dilaga negli
angoli più bui del web. Il lato oscuro della Rete. Sono molteplici le definizione per descrivere un fenomeno sempre esistito ma che oggi sta assumendo connotati nuovi per modalità di trasmissione. Dal micro
ambito familiare prima che Internet occupasse le nostre vite,
fino a oggi, dove l'odio si fa pericolosamente globale con i social e i blog. L'ultimo ad entrare
nel mirino del branco dei webnauti spregiudicati è stato il nostro concittadino Pierluigi Bersani, ex segretario del PD, in
queste settimane tornato nella
sua abitazione a Piacenza per
recuperare pienamente le forze. Poche ore dopo l'emorragia
che lo ha colpito in quella domenica di inizio gennaio, in Rete viaggiavano messaggi zeppi
di odio fino a nefasti auguri di
morte. Un post su Facebook,
poi un altro, un hashtag, i commenti si fanno sempre più cattivi, nascosti dietro un'identità
finta, celati dietro ad un poco identificabile nick name. “Vai a
smacchiare i giaguari nell'aldilà...” e poi ancora “eddaje che
ce lo leviamo dalle palle”scrive
(fl) Nei giorni scorsi, nella sede della
Fondazione di Piacenza e Vigevano,
con i riflettori del caso ad accendere
l’attenzione mediatica, il Leap (Laboratorio Energia e Ambiente Piacenza)
ha presentato i risultati del progetto di
ricerca UPUPA sulle polveri ultrafini
nell’area urbana di Piacenza, al centro
dell’attenzione perchè non adeguatamente rappresentate dai limiti normativi di qualità dell’aria (che riguardano le più note Pm10 e Pm2.5) ma che,
proprio per la loro ridottissima dimensione, sono estremamente pericolose
per la salute umana. Il Laboratorio
Roberto.
Commenti cattivi che diventano infami. Il branco che individua il capro da sacrificare per espiare “la colpa” di essere un
personaggio pubblico, un politico, in questo momento, responsabile della crisi e della povertà nella quale versa oggi la
nostra società.
Prima di Bersani è toccato alla
cancelliera tedesca Angela
Merkel che, dopo l'incidente
sugli sci, è stata costretta a camminare con le stampelle per alcune settimane. Anche su di lei
si sono sprecati messaggi e auguri nefasti. La categoria dei
politici è una delle più colpite
dal social odio.
A onor del vero in Rete c'è anche chi, ed è la maggioranza,
condanna l'idiozia di certi hashtag e, al contrario, posta decina di sdolcinati quanto stucchevoli messaggi d'amore.
Nella rete del social odio non
cadono solo i politici, ma anche
persone che esprimono semplicemente un'idea. È il caso di
Caterina, la ragazza di 25 anni
ricoverata all'ospedale di Bologna affetta da quattro malattie
rare. Si è detta a favore della
sperimentazione scientifica sugli animali, senza la quale sarebbe morta a 9 anni. Contro il
suo pensiero si è alzato un “fanatismo animalista” senza precedenti.
Perchè in Rete tutto è concesso, perchè sui social si scrivono
cose che mai ci sogneremmo di
pronunciare o di pubblicare su
un giornale?
Gli esperti di comunicazione
ne fanno prima di tutto una
questione di comodità. È molto
facile scrivere su Facebook o Twitter ciò che si vuole: basta un
computer o uno smartphone e il
messaggio, a qualsiasi ora del
giorno o della notte, raggiunge
migliaia di persone. Eliminati
in un click tutti i passaggi del
mondo analogico.
Manifestazioni di odio come
queste, spiegano i sociologi, sono aumentate perchè si è massificata l'utenza. Prima del settembre 2009 i social erano di
nicchia poi c'è stato il boom, abbassando il livello medio dell'utenza, legittimando chiunque
Polveri ultrafini, ricerca Leap:
l’inceneritore “assolve” se stesso?
piacentino (centro di ricerche del Politecnico di Milano) – dopo tre anni di
studi specialistici – ha individuato il
principale responsabile di questo tipo
di inquinamento nel traffico veicolare
scagionando, di fatto, le emissioni
dell’inceneritore di Piacenza: “Il traffico è sicuramente la principale fonte
di queste polveri – ha dichiarato al
quotidiano locale il direttore delle ricerche Michele Giugliano – L’incene-
ritore non è assolutamente coinvolto
grazie agli efficaci sistemi di abbattimento di cui è dotato”.
Opinione autorevole e allora, per
completezza, vediamo che cosa è
Leap. Dal profilo internet, indirizzo
www.leap.polimi.it: “Il Consorzio
Leap è stato costituito nel maggio 2005
a Piacenza su iniziativa della Sede di
Piacenza del Politecnico di Milano ed
è uno dei laboratori della Rete di Alta
Parco Pertite, Comitato e Comune
al tavolo per un percorso partecipato
Più vicina la prospettiva di realizzare il parco
pubblico nell'area della ex Pertite? Sicuramente è stato compiuto un passo importante
con la costituzione del Tavolo Pertite, chiesto
invano da anni, tra il Comune e il comitato di
cittadini presieduto da Maria Pia Romano. Una ventina di esponenti del comitato hanno incontrato nei giorni scorsi a Palazzo Mercanti il
sindaco Paolo Dosi, l'assessore all'Urbanistica
Silvio Bisotti e l'assessore alla Partecipazione,
Ambiente e Parchi Luigi Rabuffi ufficializzando, di fatto, l'avvio del Tavolo di lavoro per la
realizzazione del Parco della Pertite. Con l'obiettivo di condividere un percorso partecipato collaborando su proposte concrete, è stata ribadita la volontà di trasformare l'intera area
Pertite in un parco pubblico naturale, il Bosco
in città (prospettiva “auspicabile” secondo il
sindaco Dosi). Previsti incontri periodici – di
cui i cittadini saranno informati e coinvolti - per
affrontare e discutere i problemi attinenti la
realizzazione del parco. Il primo passo sarà l'acquisizione dei circa 27mila metri quadrati adiacenti alle scuole di via Stradella, “che potrebbero essere disponibili in tempi brevi”, sempre
secondo Dosi. Il Comitato ha presentato una
bozza di lavoro (modificabile anche alla luce
dei prossimi appuntamenti in agenda per la
trattativa con il ministero della Difesa) contenente proposte di carattere politico-amministrativo e progettuali. La prossima riunione del
Tavolo è prevista il 7 febbraio. Non appena le operazioni di bonifica lo consentiranno, inoltre ha dichiarato il sindaco – sarà organizzata una
visita collettiva, con consiglieri comunali e Comitato, nell’area della Pertite.
Tecnologia della Regione Emilia Romagna. Attualmente il Laboratorio opera nel settore energetico e ambientale con le seguenti attività: valutazione modellistica e sperimentale delle
prestazioni di componenti e sistemi
per la produzione di energia; valutazione e misura delle emissioni da impianti per la produzione di energia, in
particolare di polveri fini e ultrafini; analisi e sperimentazione di sistemi C-
ad utilizzare la Rete per sfogare
frustrazioni e insoddisfazioni.
Lo spicoanalista francese Didier Anzieu lo definì anonimato collettivo; tanto più i membri
di un gruppo sono numerosi,
meno è possibile allacciare relazioni interindividuali. Uno
spazio sconfinato come il web,
fatto di passaggi che non sembrano finire mai, alimenta il
fantasma dello smembramento che è alla base della depersonalizzazione. In Rete si può scrivere praticamente qualsiasi cosa senza rischiare alcuna sanzione sociale, l'Io non esiste più
ma si entra a far parte di una
community virtuale, senza rischiare la faccia.
Ulteriori approfondimenti sulla web tv
Zerocinque23
www.zerocinque23.tv
CS (Carbon Capture & Storage) ecc..
ecc..”
Ma digitando su “Chi siamo”(sempre
homepage di Leap) si apprende che a
costituire il Consorzio sono, insieme al
Politecnico, il Comune di Piacenza, la
Provincia, Iren Ambiente (la Società
del Gruppo Iren che gestisce gli impianti di trattamento e smaltimento
dei rifiuti, cioè anche l’inceneritore di
Piacenza), A2A e Unical (produzione
gruppi termici civili e industriali). E
sorge un dubbio: non sarà che controllato e controllore, come nella migliore
tradizione italiana, coincidono?
Acquisito lo spazio per il grande evento del 2015
Expo, Piacenza porterà il pomodoro per la pizza
(a.doss) All’Expo 2015 sarà Piacenza a “portare” il pomodoro per la pizza.
L’idea di puntare sull’oro rosso come fiore all’occhiello della presenza del
nostro territorio al grande evento è stata rilanciata nel corso della cerimonia
per la firma del contratto per una delle sei piazzette degli spazi espositivi: il
costo dell’affitto (a carico dei principali enti e istituzioni locali) è di 450.000
mila euro più Iva per 78 mq di spazi (di cui 38 di uffici) per sei mesi.
Corriere Padano
31 gennaio 2014
4
ATTUALITÀ POLITICA
L’intervista - Dagli investimenti all’Expo, panoramica sulle prospettive di Piacenza
“Imprese creative,
il rilancio passa da lì”
Francesco Timpano, vicesindaco e assessore allo Sviluppo economico, punta su
un piano per i servizi pubblici locali e auspica una rapida approvazione del Psc
MARCELLO POLLASTRI
Non si aspettava la nomina a
vicesindaco, “spero di essere
all’altezza” dice; non vuole tornare nemmeno sulla vicenda
rimpasto, “l’importante è che
l’esecutivo sia ripartito in modo coeso”; e non si sente né
“tecnico”, né “politico” in senso stretto: “L’importante è fare
politica per servire i cittadini e
il bene comune”. Pensa soprattutto a mettere carne al fuoco
Francesco Timpano, l’assessore e vicesindaco del Partito Democratico. E’ soprannominato
l’“accademico” per via della
sua professione di docente alla
Cattolica. Con lui abbiamo fatto il punto sulla situazione dello
sviluppo economico della città
in un momento particolarmente delicato.
Perché, a suo avviso, un’amministrazione deve mantenere
un legame con il mondo universitario?
“Io credo che il mondo universitario debba mettere a disposizione del territorio i risultati
della ricerca scientifica per
creare autentico valore per la
collettività. Nel caso di Piacenza, provo a mettere in fila alcune esperienze. Pensiamo al
contributo dell’Università Cattolica con la facoltà di Agraria
che ha giocato un ruolo fondamentale per lo sviluppo dell’agricoltura piacentina, alla facoltà di Economia e Giurisprudenza per il sostegno della internazionalizzazione delle imprese con i propri programmi
internazionali come la Doppia
Laurea e le ricadute importanti
del Festival del Diritto. Pensiamo all’importante ruolo del Politecnico di Milano: in particolare, alle capacità di un laboratorio come il MUSP di coagulare il meglio della meccanica di
questo territorio su progetti avanzati, o a quelle del LEAP
che fornisce contributi utili per
prendere scelte pubbliche importanti in materia ambientale
o alla Facoltà di Architettura
che ci fornisce spunti ed idee
per la pianificazione urbana attraverso esperienze quali la
Summer School”.
Sotto il profilo dello Sviluppo
Economico, quali progetti vi sono in cantiere per questo
2014?
“Il primo tema fondamentale
sono i servizi pubblici locali.
Sto lavorando da molto tempo
anche con le altre amministrazioni comunali sulla gara della
distribuzione del gas, sulla gara per il servizio idrico integrato ed i rifiuti e, quanto prima,
dovremo cominciare a ragionare sulla gara per il trasporto
pubblico locale. Si tratta di studiare un piano di sviluppo della
rete del gas, cogliendo l’occasione per introdurre un vero
approccio di risparmio energetico, un piano di sviluppo degli
investimenti idrici ed a servizi
fondamentali per i cittadini
quali la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti e la mobilità. Il
secondo tema è il lancio nel
2014 dell’Hub per le industrie
creative innovative piacentine. Abbiamo formato una bella
squadra con il contributo della
Camera di Commercio e di altri
soggetti del territorio che presto presenteremo alla città.
L’hub sarà in centro storico,
nella zona di via Roma, e sarà uno spazio di lavoro, come si dice
in questi tempi di coworking,
destinato alla classe creativa
piacentina. Il nostro Hub sarà
lo spazio dove si lavorerà e si
progetterà per portare a Piacenza queste risorse e permettere a tanti giovani piacentini
di lavorare qui piuttosto che
spostarsi a Milano o Bologna.
Il terzo tema è indubbiamente
il lavoro per Expo 2015. Su questo sta lavorando in modo costante ed efficace il Sindaco
con la collega Tarasconi che ha
la delega per Expo 2015 e stanno arrivando i primi risultati
frutto anche della coesione che
per una volta il nostro territorio
ha costruito su questa sfida”.
E per le imprese piacentine,
come si potrà alleviare il fardello della crisi?
“La mia preoccupazione principale sono gli investimenti.
L’approvazione del PSC è un altro passaggio fondamentale
senza il quale rischiamo di rimanere ulteriormente fermi.
Dovremo poi generare risorse
al di fuori del perimetro dei bilanci delle pubbliche amministrazioni. E’ questo il caso dei
servizi pubblici locali che menzionavo. Da quella fonte si possono generare investimenti importanti per la città. Nell’ambito delle mie deleghe sono impegnato nella crescita del ruolo
del Collegio Morigi come attrattore di risorse legate alle residenzialità universitaria. Spe-
riamo presto di poter avere riconosciuto il finanziamento
ministeriale per la ristrutturazione del Collegio San Vincenzo che, oltre a recupero un pezzo importante del centro storico, ci permetterà di dare nuovi
servizi alle università.
Il nuovo corso di Iren mi conforta. Avremo gli investimenti
che si sono rallentati negli ultimi anni, ma soprattutto la società si propone di realizzare
nuovi progetti avanzati nei territori dove è localizzata. Con il
presidente Profumo stiamo lavorando su questo ed avremo
presto importanti novità”.
Il governo ha dato il via libera
alla privatizzazione del 40%
delle Poste. Con le sue società
partecipate, che intenzioni ha
Palazzo Mercanti?
“C’è una partecipata in vendita, Imebep, che è ancora una
partita aperta e che vorremmo
chiudere presto. Per il resto
considero le nostre partecipazioni tutte strategiche per l’amministrazione.
Su Iren ho detto. L’efficacia
del nuovo corso è sotto gli occhi
di tutti. Penso che questa partecipazione sia fondamentale
per noi. Inoltre, in Iren lavorano circa 500 piacentini che costituiscono una ricchezza fondamentale per questo territorio.
Abbiamo Piacenza Infrastrutture, società patrimoniale su
cui potremo fare qualche ragionamento innovativo per il futuro.
Vedremo come evolve la vicenda di Seta, ma certamente
non possiamo sottrarci dalla
gestione del servizio di trasporto locale a Piacenza.
Con la società delle farmacie
stiamo attuando un piano di
sviluppo importante per dare
maggiori e migliori servizi ai
cittadini. Vogliamo che Tutor
diventi un punto di riferimento
per le politiche attive del lavoro sul nostro territorio. Di Piacenza Expo ho detto. Se siamo
tutti convinti del rilancio, potremo farne uno strumento importante per il sostegno allo
sviluppo”.
La minoranza l’ha accusata di
aver portato pochi provvedimenti in questi mesi. Come ribatte?
“Se metto insieme il lavoro
sulla gara del gas, la gestione
della vicenda degli investimenti di Iren, il bando regionale sulle imprese creative e l’avvio delle convenzioni del Tecnopolo per MUSP e LEAP, potrei dar conto di svariati milioni
di euro di investimenti che, ovviamente non da soli ma in collaborazione con altri soggetti,
abbiamo mantenuto o generato per la città. In quasi tutti questi casi però si tratta di un lavoro che non si concretizza sempre in provvedimenti di giunta
o addirittura in proposte al consiglio. Potrei andare avanti sul
lavoro svolto. La mia agenda ed
i dossier di cui mi occupo sono a
disposizione di tutti. E’ un momento difficile ed occorre lavorare molto. Sono disponibile al
confronto sulle cose fatte”.
(L’intervista completa sul sito
www.corrierepadano.it)
nella speranza di ottenere consensi trasversali da parte degli
elettori che, solitamente,
quando sono chiamati a rinnovare l'amministrazione comunale danno il voto alla persona
piuttosto che al simbolo di questo o quel partito. “Siamo aperti a tutti – ribadiscono sindaco
e candidato –proprio perchè la
composizione civica della nostra lista ce lo permette”.
Fare e ascoltare i bisogni dei
cittadini sono i punti cardine
del programma elettorale di
Leggi, al centro lavoro e integrazione. Il boom occupazionale che Castel San Giovanni ha
ottenuto negli ultimi anni è da
attribuire soprattutto all'insediamento di colossi della distribuzione come Amazon e
Geodis che hanno dato vita ad
uno dei parchi logistici più
grandi del nord Italia. Nel contempo, la richiesta di manodopera ha richiamato un gran numero di lavoratori stranieri
che si sono integrati nel tes suto economico e sociale del territorio. L'idea è di proseguire
su questa linea, con un occhio
di riguardo agli investimenti
puntando ad Expo 2015.
Civiltà Castellana punta
su un giovane ingegnere
ELENA CAMINATI
Alberto Leggi, 39 anni ingegnere è il candidato sindaco
della lista civica Civiltà Castellana alle amministrative della
primavera prossima. Sposato,
due bambini, titolare di una
ditta di progettazione e realizzazione di impianti di ristorazione, Leggi vive e lavora a Castel San Giovanni e dal 2009 ricopre la carica di Presidente
del Consiglio Comunale. La lista civica che cinque anni fa, a
Castello, ottenne il 62% dei
consensi e decretò Carlo Capelli primo cittadino è pronta a
scendere di nuovo in campo alla conquista del terzo comune
più popoloso della provincia di
Piacenza.
E già un primato la lista lo possiede, aver presentato praticamente per prima il nome del
candidato.
“Una lista civica, vera, mai
mascherata che mette al centro le persone e non i partiti po-
litici” ci tiene a sottolineare il
sindaco Carlo Capelli che dopo
due mandati è costretto a lasciare la guida del comune orgoglioso dell'appellativo che i
cittadini gli hanno conferito in
questi anni: sindaco del fare.
Parte attiva Capelli la eserciterà anche in questa campagna elettorale, seppur non da
protagonista, ma da attento osservatore delle dinamiche e da
fidato consigliere del candidato.
Capitolo alleanze: il panorama politico in cui si inserisce
Civiltà Castellana è profondamente diverso rispetto a quel-
attuali alleati di governo che
siedono in consiglio comunale,
Castelsangiovanni - Il candidato
della lista civica è Alberto Leggi:
punterà su lavoro e integrazione
lo di cinque e dieci anni fa. In una prima fase la civica cercherà di stabilire accordi con gli
esponenti del centro destra e
della Lega Nord.
Oggi il Popolo della Libertà
non esiste più, al suo posto ci
sono Forza Italia e il Nuovo
Centro Destra. Nel 2009 Civiltà Castellana ottenne l'appoggio di Forza Italia e Alleanza
Nazionale poi confluite nel PdL. Attualmente i posti in consiglio si sono ridotti, passando
da 20 a 16, di cui 10 andranno
alla maggioranza e 6 alla minoranza.
Un rebus complicato con cui
si dovranno confrontare inevitabilmente il candidato sindaco e la sua squadra. “Nonostante tutto dovrà essere una campagna elettorale serena – ha
specificato Capelli – dobbiamo continuare ad offrire ai cittadini un'immagine di amministrazione seria come è stata
in questi anni. Questa è la vocazione della nostra lista- ha concluso il primo cittadino – una
civica autentica non come
quella che ha sostenuto il sindaco Dosi nel 2012 che in realtà
era formata, per lo più, da politici di professione”. Un tratto
che il sindaco vuole rimarcare,
Ulteriori approfondimenti sulla web tv
Zerocinque23
www.zerocinque23.tv
Nella foto sopra Carlo Capelli,
sindaco uscente di
Castelsangiovanni.
A lato, Alberto Leggi
31 gennaio 2014
Corriere Padano
5
SPORT
Piace, il nuovo modulo
sembra quello giusto
Viali passa al 3-5-2 e vince subito in trasferta. Tre punti anche per il Pro
Piacenza di Franzini, che allunga in vetta. Dopo la sosta, sarà derby
tano la croce coprendo la difesa e assistendo il duo d’attacco
De Vecchis-Amodeo.
ANDREA DOSSENA
Forse il Piacenza non ha bisogno dello psicologo, come temeva mister Viali dopo i precedenti balbettii, ma probabilmente il consulto con un
buon professionista potrebbe
risultare utile agli appassionati che, in questi mesi, si sono
“esauriti” per cercare di capire se i biancorossi siano la
squadra che frena proprio
quando dovrebbe accelerare o
quella che vince e convince
ammirata a Legnago.
Più easy i sorrisi per i tifosi
del Pro Piacenza che, con la
vittoria sul Darfo Boario, arriva alla sosta di campionato con
ben nove lunghezze di vantaggio sul Pontisola secondo, caduto con il Lecco.
A questo punto il derby post-sosta acquista significati
che vanno ben oltre la supremazia cittadina.
Piacenza, meglio
con il nuovo 3-5-2
Un maggior equilibrio tattico
- impressione confermata
Le prospettive
In attesa dei rientri del capocannoniere Marrazzo e di Orlandini, la sosta - si ricomincia
domenica 9 febbraio con l’attesissimo derby Piacenza-Pro
Piacenza - consentirà a mister
Viali di lavorare per perfezionare i meccanismi tattici, ma
sarà soprattutto vissuta in casa biancorossa con uno spirito
diverso.
Il Pontisola, secondo a quota
37, dista infatti adesso un solo
punto e la stessa concorrenza
di Seregno e Pro Sesto (a 36) e
di Inveruno e Caravaggio (a
35) ora fa meno paura.
Il Pro Piacenza
vince e allunga
dall’analisi di mister Viali - è
sembrato il principale passo avanti compiuto dal Piacenza in
pochi giorni. La preziosa vittoria conquistata sul campo del
Legnago, firmata da Pignat,
ha infatti visto i biancorossi
schierati con un 3-5-2 nuovo di
zecca: Rossi, Tognassi e Fumasoli sbarrano la strada verso
Ferrari, mentre i cinque centrocampisti (Sgariboldi e Benedetti sulle fasce, Tacchinardi perno centrale con Volpe e
Pignat interni) cantano e por-
La stessa grande attesa per il
derby sarà vissuta in casa Pro
Piacenza, la cui classifica è decisamente ottima.
I rossoneri di mister Franzini,
piegando il Darfo Boario, hanno infatti allungato grazie allo
scivolone di Pontisola e Pro
Sesto, per cui potranno arrivare alla stracittadina da favoriti
ma anche senza assilli di classifica, potendosi permettere
di giocare con la testa libera.
La speranza è di vedere un
derby migliore di quello (brutto) dell’andata, ma stavolta le
premesse ci sono.
Nonostante assenze e guai fisici di qualcuno sceso in campo, i rossoneri hanno ugualmente piegato la resistenza di
un coriaceo Darfo Boario: stavolta, a differenza di altri match in cui il risultato era arrivato in rimonta, è bastato il gol in
apertura
di
Bignotti.
Un comprensibile calo fisico
dei padroni di casa ha consentito agli ospiti di farsi sotto, ma
la sudata e qualche spavento
nel finale non hanno impedito
alla capolista di chiudere con
un sorriso.
Nella foto a sinistra,
il mister biancorosso
William Viali.
Sopra, il gol decisivo
di Pignat a Legnago
I TUOI ANNUNCI
COLLEZIONISMO
Calcio e ciclismo d’epoca: cerco materiale tipo riviste, almanacchi, biglietti, maglie, album figurine, cartoline, ecc. Cerco anche fumetti. Tel. 333.2493694
Fumetti e album figurine: offro migliaia
di euro per collezioni (anche incomplete), pubblicate dal 1930 al 1980. Tel.
320.1124106
Almanacchi del calcio 1962-2009, Guerin sportivo 1975-2009, Hurrà Juventus
1963-2009, Forza Milan 1969-2010, Riviste Calcio illustrato e Sport illustrato
1945-1967 vendo. Tel. 347.2303761
Autosprint 1968-2010, Motosprint
1976-2009, Motociclismo 1962-2010,
Auto italiana 1959-1969, Quattroruote
1956-2009, vendo. Tel. 347.2303761
Ricerco ogni tipo di materiale riguardante auto e moto d’epoca: libri, giornali, oggettistica, pubblicità, fotografie, annuari Ferrari, modellini, tute, caschi, ecc. ante e dopoguerra (anche interi archivi, anche straniere). Tel.
340.7378452
Vendo collezione completa del quotidiano “La Gazzetta dello Sport” dal
1978 al 2012, anche annate singole. Tel.
333.2493694
Appassionato acquista fumetti di tutti i
tipi,ad esempio Kriminal, Satanik, Tex,
Zagor, Supereroi ma anche altri. Contattatemi per dirmi cosa avete. Ritiro a
domicilio. Ottime valutazioni. Guardate in soffitta. Tel. Marco 335.7292086
Scambio diverse doppie figurine Disney
della Conad per alcune figurine dei Puffi del Conad e degli Eroi dell'Esselunga.
Tel. 340.9327134 Marco ore pasti
Raccolte rilegate settimanali anni 50
“Settimo giorno”, “Grand Hotel”,
“Realtà romanzesca”, “Realtà illustrata”, offro. Tel. 0523.917917
ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI
Tunica nera con cappuccio, da Carnevale, (foto disp. via mail) tel. 339.4714039
Giaccone in montone, come nuovo (foto disp. anche via mail) tel. 339
4714039
Scarpe decolletée num. 39, bianche e
blu, tacco 8cm, firmate “Sebastian for
Blumarine”, indossate solo una volta,
vendo a euro 50. Tel. 340.8707686
Portascimagnetico per coppia di sci universale - usato pochissimo- integro made in italy- tuv euro 25,00 disponibile foto anche via mail- tel. 339-4714039 ore
pasti
ARREDAMENTO E COMPLEMENTI
Mobili da soggiorno, divano letto e altro materiale causa trasloco, in ottimo
stato, offro. Il prezzo lo fa chi ritira. Tel.
377.1038313
Calciobalilla bigliardino da bar nuovo
ancora imballato offro a euro 330. Tel.
340.3627516
Specchiocon profilo in alluminio e mensola vendo a euro 15 ( foto disp. anche
via mail) tel. 339-4714039
Vendesi libreria a 4 piani (H 185 x L 57 x P
26). Prodotto ITALIANO 100%. Robusta, compatta (con materiale truciolato)
color noce. Solo 120 euro tratt. Tel.
320.0535067
ELETTRONICA ED INFORMATICA
Mackie TH-15A vendo euro 300 coppia
casse bi-amplificate (attive) usate 400
W ognuna. Tel. 338/4090098
Vendesi montascale a seggiolino VIMEC, portata 160 kg., rampa unica 10
gradini da 16 cm. di altezza, acquistato
nel 2010, prezzo indicativo 2.800 euro.
Per
informazioni
333-3348164
Vendo videofonino Lg u990 della 3 già
sbloccato che si usa con tutte le schede in
ottimo stato completo di scatola, manuale, istruzioni e caricabatteria, a euro
50. Occasione. Tel. 340.9327134 ore pasti
Persona anziana cerca apparecchio acustico inutilizzato causa aumento sordità. Tel. 0523.334788
VARIE
Casco motociclista dopoguerra con
stemma città di Piacenza dipinto a mano, usato in condizioni buone, foto disponibile via mail , euro 120; a disposizione per altre informazioni: tel. 339
Avviso ai lettori
Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli
annunci la redazione non riceve alcun compenso
sulle transazioni commerciali, non effettua vendite
dirette, non è responsabile per la qualità, la
provenienza o la veridicità delle inserzioni né
dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione
stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente
subordinate al consenso dell'Editore alla
pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La
Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare
rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una
inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché
di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore
non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data
indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla
non pubblicazione dell'inserzione per qualunque
motivo e non è responsabile per eventuali errori di
stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto
indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati
a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi
tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione
all’inserzione commissionata ed al suo contenuto.
telefonare
Cercasi stampante multifunzione compatibile con Windows ME anche usata
ma funzionante. tel. 3395422329
COME TRASMETTERE
L’ANNUNCIO
GRATUITO
Compila in
stampatello la cedola
pubblicata a fianco
e spediscila a:
CORRIERE PADANO
VIA XXIV MAGGIO, 4
29122 PIACENZA
Oppure trasmettila
via fax al numero:
0523 754369
Inoltre è possibile
inviare una e-mail
all’indirizzo:
[email protected]
4714039 ore pasti
Accessori cane piccola taglia: brandina,
guinzaglio avvolgibile con luce, cappottino impermeabile e non, per cane piccola taglia esempio volpino tedesco tutto in ottime condizioni euro 20; tel.
339.4714039 ore pasti
Vendo 3 damigiane da 35 litri, 1 riempi
bottiglie (doppia uscita), 1 macchina
per tappidi sughero speciale antica, tutto a euro 55. Tel. 0523.754598
AFFITTO E VENDITA
Milano Zona Navigli (P.Ta Genova) affitto bellissimo attico bilocale+ n. 3 logge e
box collegato, in nuovo contesto stile
"vecchia milano" con giardino interno
da cui si accede al box. Tranquillissimo.
Offro a Manager o single per vivere a
Milano in zona centrale ma tranquilla.
Tel. 340-5437235 possibilmente ore pasti
Corriere Padano
31 gennaio 2014
6
SPECIALE MOTORI
Pezzi di ricambio, il verdetto:
originali più cari, ma migliori
Il TCS, Touring Club Svizzero,
ha paragonato i prezzi dei pezzi
di ricambio e i costi di riparazione di cinque modelli della
classe di automobili compatte.
Risultato: i pezzi di ricambio originali sono quasi sempre più
cari, ma anche di migliore qualità. È dunque il caso di dare loro la preferenza, in particolare
per le vetture recenti, ancora
in garanzia. Inoltre, i costi di riparazione sono generalmente
varie volte superiori al prezzo
del singolo pezzo di ricambio,
ciò che relativizza il possibile
risparmio.
Per questo paragone dei prezzi dei pezzi di ricambio, il TCS
ha scelto parafanghi e fari, due
componenti delle auto, danneggiate con maggiore frequenza. Sono stati esaminati i
prezzi dei pezzi di ricambio di
cinque modelli paragonabili
della classe delle automobili
compatte (VW Golf VI, Ford
Focus, Opel Astra, Peugeot 308
e Toyota Auris). Sono così stati
paragonati i prezzi dei pezzi di
ricambio originali provenienti
dalle reti di distribuzione ufficiali con quelli dei pezzi di ricambio proposti dal commercio specializzato o su Internet.
Sono quindi stati messi in relazione con i rispettivi costi di riparazione.
Grande differenza di prezzo
nei pezzi di ricambio - Se si
prende in considerazione il solo pezzo di ricambio, le differenze di prezzo possono essere
notevoli: ricercando in Internet, il TCS ha constatato prezzi
per i parafanghi più vantaggiosi del 75% (CHF 46.- al posto di
CHF 178.- per un parafango
dell’Opel Astra) e inferiori fino
al 60% per i fari (CHF 192.- al
posto di CHF 501.- per un faro
della Peugeot 308). Nel commercio specializzato indipendente dalle marche, sui parafanghi erano possibili risparmi
fino al 20% (CHF 155.- contro
CHF 193.- per un parafango
della Ford Focus) e fino al 30%
sui fari (CHF 351.- al posto di
CHF 504.- per un faro della Opel Astra). Proprio per quanto
riguarda i fari, è tuttavia emerso che i prezzi praticati nel commercio specializzato o in Internet possono essere superiori a
quelli dei pezzi originali.
La riparazione è generalmente varie volte più costosa del
pezzo di ricambio - Il costo della
manodopera incide sensibilmente nella fattura totale di una riparazione. Un faro può essere sostituito in relativo poco
tempo e senza grandi lavori
supplementari. La manodopera per il montaggio è di conse-
guenza ridotta e, con una tariffa oraria applicata di regola
dalle officine meccaniche di
CHF 145.- (IVA compresa), non
incide eccessivamente rispetto al costo del pezzo di ricambio: il montaggio di un faro varia tra i CHF 60.- per la Ford Focus e CHF 160.- per la VW Golf.
In questo caso, un paragone del
prezzo del pezzo di ricambio e
la scelta di una componente
meno cara possono giustificarsi.
Per quel che concerne la sostituzione di un parafango, oltre a
un lavoro di montaggio più impegnativo con una tariffa oraria applicata di regola dal settore carrozzeria e verniciatura
di CHF 157.- (IVA inclusa), vi
sono costi per il colore e la verniciatura. In tutto, la spesa di riparazione per un lavoro impegnativo come la sostituzione di
un parafango costituisce la
parte preponderante dei costi
complessivi. Quest’ultimi, per
una riparazione che comprende il montaggio, il colore e la
verniciatura, oscillano tra
CHF 1'270.- per la Ford Focus e
CHF 1'580.- per la Toyota Auris. I costi complessivi non possono dunque essere ridotti da
un pezzo di ricambio meno caro. Ciò significa che il risparmio provocato dal pezzo di ricambio risulta fortemente relativizzato.
GPL: una scelta sicura,
conveniente ed ecologica
Il GPL – Gas di Petrolio Liquefatto – è un prodotto di raffinazione del greggio, una miscela di idrocarburi composta
principalmente da propano e butano. Il GPL si trova allo stato gassoso, ma sottoposto a una leggera pressione diventa liquido. La sua sempre maggiore diffusione negli impianti per
auto è dovuta alle sue stesse caratteristiche chimiche: il GPL
infatti conferisce alla vettura prestazioni simili alla benzina, ma con una sensibile riduzione delle emisioni inquinanti.
Vantaggi del GPL
Risparmio sul carburante: quando si parla di GPL, i costi di
carburante sono nettamente inferiori rispetto ai tradizionali diesel o benzina. Grazie a un impianto GPL installato sulla
propria auto, a parità di chilometri percorsi possiamo risparmiare fino al 50-60% dei costi di carburante.
Ammortamento dell’impianto: l'impianto a GPL non si usura come invece avviene per i normali motori a benzina o gasolio. L'unica spesa è quindi costituita dall'installazione iniziale (e dalla sostituzione del serbatoio dopo 10 anni dal collaudo). Al costo di un impianto vengono inoltre detratti gli
eco-incentivi (se presenti e solo per gli aventi diritto) per la
trasformazione a GPL delle autovetture.
Meno inquinamento: per la sua natura il GPL è considerato
un combustibile ecologico ed è quindi generalmente permessa anche in particolari situazioni di blocco del traffico.
31 gennaio 2014
Corriere Padano
CITTÀ UTILE
CHI CERCA TROVA
7
I TUOI ANNUNCI
(continua da pag. 5)
Affittasi garageaCortemaggiore, disponibile singolo o doppio, zona ex Agip, tel. 0523
837342
Affitto app.to vic. Stazione Pc, 85 mq, 2 camere, soggiorno, cucinotto, bagno, cantina,
a referenziati. Tel. 320.0779718
Trilocale e bilocale a Cassolo di Bobbio, liberi
da gennaio, offresi in affitto annualmente o
in vendita. Tel. 335.8340972 (pomeriggio-sera)
Feste di compleanno a domicilio per bambini, a tema, con truccabimbi, intrattenimenti,
sculture di palloncini e molto altro. Divertimento assicurato! Per info tel. 340.8823228
(Paola)
FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA
DAL 31.1.2014 AL 7.2.2014
TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22
SAN LAZZARO – Via E. Parmense, 22/A
OSPEDALE – Via Taverna, 74
Avis,
i prelievi
Sabato 1 Febbraio:
Alseno, Podenzano;
Domenica 2
Febbraio: Bettola,
Bobbio, Carpaneto
P.no.
TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30
31.01 DR. GIANNI CORVI – C.so V. Emanuele, 121
1°.02 DR. SPOTTI – Via Guercino, 50 (ang. Via Boselli)
02.02 DR. CROCI – P.zza Cavalli, 29
03.02 PIACENZA – Via P. Cella, 56
04.02 DR. CABERTI – Via Martiri della Resistenza (ang.
Via Trivioli, 4)
05.02 COMUNALE MANFREDI – Via Manfredi, 72/B
06.02 DR. DAVIDE ZACCONI – Via Legnano, 5
07.02 DR. RAIMONDI – Via E. Pavese, 86
Informa
sociale
Azienda internazionale operante settore
benessere cerca persone dinamiche ambiziose con spirito imprenditoriale, nell'ambito del network marketing da inserire nel proprio organico. Possibilità di carriera. Tel.
347.4402727 astenersi perditempo
AUTO E MOTO
LAVORO
Farmacie,
turni settimanali
Offresi per lezioni private/ripetizioni/doposcuola in materie umanistiche, diritto, inglese e francese a studenti scuole elementari,
medie e superiori. Qualificata e competente,
con tanto amore per l'insegnamento e tantissima pazienza. Tel. 348/2901795
Compagnia anziani a ore offresi. Tel.
393.3173733
Vendo catene da neve usate una volta gruppo X9, per 14 pollici 195/80 205/70 225/60, per
15 pollici 195/70 205/65 215/60 225/50 225/55,
per 16 pollici 195/65 205/55 215/50 225/45,
per 17 pollici 205/50 215/45 235/40, a 30 euro,
tel. 0523.984855 ore negozio
Acquisto moto usata o moto incidentata. Ritiro a domicilio. No scooter. Tel.
334.6748719
CENTRO PER L’IMPIEGO
- OFFERTE DI LAVORO
Richieste di personale pervenute ai Centri
per l’Impiego della Provincia.
Gli interessati possono inviare curriculum vitae
via mail o via fax previo controllo di eventuale
aggiornamento sul sito della Provincia, citando
il numero di riferimento
E’ possibile accedere alle farmacie, in servizio di turno,
ricomprese nella ZTL, comunicando al farmacista il
numero di targa del proprio mezzo.
IL NUMERO 0523/330033 DA' INDICAZIONE DELLE
FARMACIE DI TURNO A PIACENZA E PROVINCIA
Mercati settimanali
Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, San Nicolò,
Castell’Arquato, Castelvetro
Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio,
Pontenure, Travo, Vernasca
Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone
Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo,
Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova
Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio,
Rivergaro, Roveleto
Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica
Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto,
Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello,
Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio
Primo anno
in famiglia
Il Comune di Piacenza
comunica che è aperto l' 8°
bando "Primo anno in
famiglia"; fino al 31
dicembre 2014 sarà
possibile richiedere i
contributi previsti nel
regolamento del bando. Il
progetto consiste
nell'erogazione di un
contributo integrativo dello
stipendio dei genitori,
regolarmente occupati, che
intendono usufruire
dell'astensione facoltativa
dal lavoro dopo la nascita di
un figlio,nel suo primo anno
di vita.
Si tratta diun progetto
comunale finalizzato al
sostegno dei genitori che
necessitano di un periodo di
aspettativa da lavoro,
retribuita al 30%. Per
informazioni, ritiro
modulistica e supporto
nella compilazione delle
domande occorre rivolgersi
alloSportello
InformaFamiglie&Bambini,
Galleria del Sole, 42
(Centro Civico Farnesiana),
tel. 0523-492380, e-mail
[email protected]
piacenza.it
Orario: lunedì, giovedì,
venerdì e sabato dalle 9.00
alle 12.00 e mercoledì dalle
9.00 alle 18.00.
Provincia di Piacenza
(settore welfare, lavoro e formazione professionale)
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e i pomeriggi di martedì e giovedì dalle 14.30
alle 16.30. In caso di forte afflusso di utenza la distribzione dei numeri di ingresso
terminerà 30 minuti prima della chiusura
Provincia di Piacenza - Centro per l'impiego - Borgo Faxhall P.le Marconi tel. 0523-795716 fax: 0523-795738 - e-mail: [email protected]
Cod. 30/2014 valida fino al 03/02/2014
Mansione: assistente alla poltrona
Qualifica ISTAT: 3214301 igienista dentale
Contenuti e contesto del lavoro: studio dentistico ricerca assistente per supporto al dottore, sterilizzazione strumenti, gestione appuntamenti, aggiornamento e archiviazione
schede pazienti
Luogo di lavoro: Piacenza
Caratteristiche candidati: il candidato/a dovrà
essere in possesso di iscrizione liste di mobilità
o anzianità d'iscrizione superiore ai 24 mesi,
richiesta esperienza nella mansione
Contratto: tempo determinato o indeterminato da definire in fase di colloquio
Orario: part time 28 ore settimanali, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 20, il mercoledì anche
al mattino dalle 10 alle 13
Per candidarsi: inviare curriculum vitae con riferimento offerta n°30/14 via mail: [email protected], via fax: 0523/795738
Cod. 36/2014 valida fino al 14/02/2014
Mansione: tecnico programmatore amministrativo
Qualifica ISTAT: 3314001 corrispondente
commerciale in lingue estere 4411006 addetto al controllo settore amministrativo
Contenuti e contesto del lavoro: amministrazione di base - bollettazione, redazione preventivi, compilazione ddt, gestione telefonica clienti esteri, gestione attività in fiere di settore (metalmeccanica), supporto nelle attività di magazzino e programmazione di software specifici di settore (formazione iniziale)
Luogo di lavoro: Calendasco (Pc)
Formazione: diploma di ragioneria o programmatore o perito aziendale e corrispondente in lingue estere
Caratteristiche candidati: automunito, disponibilità a trasferte nazionali e internazionali
Contratto: iniziale contratto di somministrazione con possibilità successiva di trasformazione a tempo indeterminato
Conoscenze: indispensabili ottima conoscenza della lingua inglese e domicilio in piacenza
e provincia, ottime conoscenze informatiche
generali e conoscenze base di programmazione
Orario: iniziale part time 20 ore settimanali
previsto successiva trasformazione a tempo
pieno
Per candidarsi: inviare curriculum con riferimento offerta n.: 36 via mail: [email protected] o via fax: 0523/795738
Corriere Padano
8
31 gennaio 2014
PUBBLICITÀ
31 gennaio 2014
Corriere Padano
TEATRO
CULTURA
Anche Corrado Tedeschi nella ‘Trappola mortale’ in scena giovedì 6 a Castelsangiovanni 9
Musica, letteratura, impegno ed enogastronomia: è ‘Un Po di cultura’ agli Amici del Po
Anteprima
weekend
Silvio Orlando
è Il nipote di Rameau
PIETRO CORVI
Tra gli attori feticcio di Nanni Moretti, pluripremiato nel ruolo de "Il
Caimano", giusto per citare una delle sue interpretazioni cinematografiche più celebri, Silvio Orlando sarà
protagonista del nuovo appuntamento col cartellone di prosa "Tre
per te" di Teatro Gioco Vita. Giovedì
6 e venerdì 7 febbraio al Municipale
alle 21 andrà in scena "Il nipote di
Rameau", da Denis Diderot, con la
regia dello stesso Orlando e l'adattamento a quattro mani con Edoardo
Erba. Nel cast anche Amerigo Fontani, Maria Laura Rondanini e il clavicembalista Luca Testa. Il testo, capolavoro satirico settecentesco, è la
parabola grottesca di un musico fallito, cortigiano convinto, amorale
per vocazione, avvolto in un lucido
"cupio dissolvi". Nella sua riduzione
della vita a pura funzione fisiologica
riesce in maniera paradossale a ribaltare la visione di bene e male, genio e mediocrità, della natura umana e delle possibilità di redimerla.
Rameau manca dai nostri teatri da
un ventennio, costellato di profonde
mutazioni sociali e civili: le sue con-
torsioni intellettuali assumono
quindi nuovo e violento impatto e
nuovi motivi di aspro divertimento.
Venerdì 7 alle 18 al Teatro Filodrammatici, incontro con la compagnia
moderato da Enrico Marcotti per il
ciclo di approfondimento "Ditelo all'attore".
Corriere Padano
10
VIVIPIACENZA
Teatro Danza, doppio assolo
sull’uomo contemporaneo
All’Irish Pub swing e blues
’made in Piacenza’
Due ironici e interessanti assoli sull'uomo
contemporaneo, tra corpo e immagine,
fisicità e tecnologia, per la stagione di
teatro-danza di Teatro Gioco Vita.
Venerdì 31 al Teatro Gioia alle 21 saranno in
scena Alessandro Sciarroni, figura di rilievo
della scena performativa italiana, con
"Joseph", e il promettente coreografo
marchigiano Davide Calvaresi con "Display".
Swing e blues "made in Piacenza" la
fanno ancora da padrona all'Irish. I
concerti aperitivo del venerdì (ore 19) al
pub di via San Siro vedranno protagonisti,
il 31 il chitarrista e cantante Giuliano
Ligabue in trio con Mario Zara al piano,
Michele Mazzoni al basso e le canzoni
contenute nel suo recente album "Swing
affair", e il 7 i Doctor Wood.
31 gennaio 2014
ANTEPRIMA
Anche Corrado Tedeschi
nella ‘Trappola mortale’
PIETRO CORVI
Danza ‘In-Sincronia’
al Teatro Trieste 34
Al via, sabato 1° febbraio alle 21, "In-Sincronia", la prima rassegna di danza contemporanea del Teatro Trieste 34 artisticamente diretta da Claudia Passaro del gruppo Incongruo
Rapportarsi e Ottavia Marenghi della scuola
Petit-pas. Il taglio del nastro spetta all'affermata Compagnia Kaos - Balletto di Firenze, con lo
spettacolo "Aesthetica - La bellezza è in movimento". Per tutti gli allievi delle scuole di danza piacentine è stato anche organizzato un workshop con il coreografo della compagnia Roberto Sartori, dalle 16 alle 17.30 da Anteprima
Danza in via Veneziani. Stile, energia ed emozione sono l’anima di questa produzione di
Kaos. Qui i coreografi si confrontano con lo scopo di generare bellezza e cercano “il bello” da
punti di vista differenti, con la volontà di trovare altre vie per raggiungere forme ed emozioni
esteticamente appaganti. È la ricerca di un piacere puramente epicureo che possa arrivare in
modo diretto agli occhi dello spettatore, emozionarlo e coinvolgerlo, regalandogli una nuova bella esperienza. Per info e prenotazioni:
3287776566.
La Divina Commedia
stavolta è con i burattini
"La Divina Commedia burattinesca" coi
fantocci del Teatro Portatile Ciccio e Miccia
è il secondo spettacolo, in scena domenica 2
al Teatro San Matteo, stavolta eccezionalmente in pomeridiana alle 16 per favorire anche bambini e famiglie, in programma per la
nuova rassegna di gruppi teatrali piacentini
"Teatro e oltre", coordinata da Quarta Parete in collaborazione con Fondazione Teatri e
il patrocinio del Comune.
Sarà un viaggio, condotto da Luca Lambertini e Massimo Lodigiani per i bambini dai 4
ai 10 anni e per le loro famiglie, in stile "farsesco-burattinesco" nell'opera immortale di
Dante, con un finale simpatico e originale e
che comincia quando due amici, il lombrico
Cornelio e il topino Grammel'ai, iniziano a
sfogliare un vecchio libro.
È una "Trappola mortale", come da titolo
della piéce dell'autore newyorkese Ira Levin, indimenticato autore di "Rosemary's baby", quella in cui si ritroveranno imprigionati Corrado Tedeschi, Ettore Bassi, Miriam
Mesturino, Giovanni Argante e Silvana De
Santis giovedì 6 (ore 21) al Teatro "Verdi" di
Castelsangiovanni, per un nuovo, atteso capitolo della stagione di prosa curata dall'assessorato comunale alla cultura di Elena
Marzi.
Un cast di chiara fama si confronta con un testo teatrale avvincente, che usa il pretesto
del tono noir per descrivere l'avidità dell'uomo senza scrupoli alla continua ricerca del
potere, della realizzazione personale e dei
propri insaziabili istinti. La storia è quella di
Sydney Bruhl, commediografo ormai finito,
incapace di dare tensione e drammaticità ai
testi che porta in scena. La prima del suo ultimo spettacolo, un giallo, è un incredibile
fiasco. Forse solo un nuovo inatteso successo
potrebbe salvare la sua reputazione di scrittore e l’occasione d’oro gli viene offerta dal
giovane Clifford Anderson che ha appena
terminato di scrivere un giallo veramente avvincente: "Trappola mortale". Emerge con
forza ed evidenza il fatto che dentro ogni
trappola se ne nasconde un’altra come dentro ogni uomo non esiste una sola anima ma
una confraternita in lotta tra di loro.
Un classico del giallo teatrale, datato 1978 e
ripreso sul grande schermo nel 1982 da Sydney Lumet, che si presenta come un perfetto
gioco a incastri tra umorismo e forte tensione
narrativa in una nuova edizione aggiornata
ai nostri giorni dall'adattamento del regista
Ennio Contorti, con la traduzione di Luigi Lunari, dove computer e tecnologia sostituiscono le vecchie macchine da scrivere, per rendere ancora più avvincente questo “due terzi
thriller - un terzo commedia”in cui i momenti
di forte suspense sono perfettamente incastrati con altri momenti spiritosi, a volte comici.
Concorso Bettinardi,
sotto con le voci
"Chicco Bettinardi", sotto con le voci. Dopo le
semifinali per gruppi e solisti, al Milestone proseguono le selezioni del concorso nazionale per
jazzisti emergenti collegato alla prossima, 11esima edizione del Piacenza Jazz Fest. Sabato 1°
febbraio dalle 21.15 al jazz club di via Emilia
Parmense tocca ai cantanti: tra tutte le domande pervenute, i 5 finalisti selezionati dalla presidente di Giuria Diana Torto sono Monica Agosti (in foto) di Cortemaggiore, Rossella Cappadone e Monica Giorgetti di Rimini, Federico
Fierro di Roma e Lorenzo Sansoni di Lucca. Saranno accompagnati da Erminio Cella (pianoforte), Mauro Sereno (contrabbasso) e Luca
Mezzadri (batteria) e si esibiranno di fronte ad
una giuria completata da Gianni Azzali, Eleo-
nora Bagarotti, Debora Lombardo e Andrea
Zermani. Primo premio, 500 euro e ingaggio al
PC Jazz Fest 2015; secondo premio, 300 euro.
‘La bella e la bestia’
per i bambini al Filo
Ants e Reynolds al Lo-Fai,
largo all’indie rock
Domenica 2 febbraio alle 16.30 al Teatro Filodrammatici prosegue la rassegna per famiglie
"A teatro con mamma e papà" di Teatro Gioco
Vita.
In scena, "La bella e la bestia" del Teatro del
Canguro: teatro di figura con l’inserto di grandi
pupazzi e ombre, dirette da Lino Terra. Per piccoli dai 5 anni in su.
Sabato 1° febbraio dalle 22 al Lo-Fai di via Cavalletto, largo all'indie-rock. Stavolta ecco in concerto i piacentini Ants in chiave acustica, con una
manciata di pezzi nuovi da far assaporare, e, come
ospite d'eccezione, il progetto folk solista di Phill
Reynolds, già chitarrista dei Miss Chain & The
Broken Heels, ospiti all'ultimo Tendenze, e frontman dei leggendari Radio Riot Right Now.
C’era una volta a New York,
da Cannes al Jolly
Dai film in concorso a Cannes 2013, un melodramma che ripercorre il sogno americano. E' il
prossimo film in rassegna al cinema Jolly di San
Nicolò, "C'era una volta a New York", in programma mercoledì 5 alle
21.30. La pellicola di
James Grey ci porta
nella Polonia del
1920. Ewa Cybulski e
sua sorella Magda
partono verso la Terra Promessa, New
York. Arrivati a Ellis
Island, Magda viene
messa in quarantena
perché le viene diagnosticata la tubercolosi. Ewa, sola e indifesa, cade nella rete di Bruno, un pappone di successo, avido e senza scrupoli. Per salvare la sorella, lei è
pronta a sacrificare tutto e con la morte nell'anima, si prostituisce. L'arrivo di Orlando, un illusionista cugino Bruno, ripristina la fiducia.
31 gennaio 2014
Corriere Padano
11
VIVIPIACENZA
Melville, poker di eventi
tra musica e letture
‘Land Market’, in foto le visioni
di una terra senza uomini
Quattro, gli appuntamenti della settimana
al Melville di San Nicolò. Sabato 1° febbraio
alle 22 concerto tributo ai Creedence
Clearwater Revival dei Grapevine.
Mercoledì 5 alle 21, presentazione del libro
"Dolce fiele" di Silvia Damiani. Giovedì 6,
ore 21, presentazione della "Guida dei
grass" piacentina con ricco buffet dalle 20.
Venerdì 7 alle 22, rock anni '70 coi BigDix.
Sabato 1° febbraio alle 18 alla galleria
Fotosintesi di via Sopramuro inaugura, alla
presenza dell'autore Stefano Parrini, la
mostra "Land Market". Gli scatti racchiudono
una visione della terra in cui l'uomo non è
contemplato, un luogo in cui l'unica
accoglienza possibile è rivestita da una
minacciosa ambientazione che restituisce il
conto in sospeso tra natura e "progresso".
A CURA DI PIETRO CORVI
ANTEPRIMA
Elettronica e De Andrè
nel paniere del Baciccia
‘Un Po di cultura’
agli Amici del Po
Quattro importanti eventi tra musica, letteratura, impegno ed enogastronomia per la rassegna "Un Po di cultura", in quel luogo senza
tempo affacciato sul Grande Fiume che è il circolo Arci "Amici del Po" di Monticelli. Un
viaggio nella cultura “popolare” italiana come civiltà cresciuta nei sentimenti e nella storia. Si parte domenica 2 febbraio alle 21 con la
presentazione a cura del giornalista Luca Muchetti del libro "Point Lenana" di Wu Ming 1 Roberto Santachiara, in collaborazione con libreria Fahrenheit: un'inchiesta-romanzo, un
poema epico in forma di saggio,una scorribanda nel Novecento che parte da una notte africana del 1943 in cui tre italiani fuggono da un
campo di prigionia e scalano il Monte Kenya.
Più in là si continuerà con il gruppo folk "Il
Concertino", i fumetti di Elettra Stamboulis e
Gianluca Costantini "A cena con Gramsci" e
"Arrivederci Berlinguer" e una cena della legalità coi prodotti di Libera e la presentazione
del documentario “Da qui se ne vanno loro, storie di resistenza in terra di 'ndrangheta”, con
gli autori del video prodotto dallo Spi Cgil di
Piacenza e l'ex pm antimafia Antonio Ingroia.
Tanta elettronica e un po' di De André nel paniere del Caffè Baciccia. Il weekend vedrà sugli
scudi due serate dj-set di quelle da scuotere le
anche: venerdì 31 sarà tutto a base di rap e
hip-hop coi dj Marty Lamberti (foto sotto) ed Emanuele
Ercoli
mentre sabato
1°
febbraio
toccherà
alla jungle, drum'n'bass e
dubstep
con i piacentini Adeh, Max
Araldi
(DaBass Crew) e Scarecrow; a completare il
pacchetto, il visual showcase curato da Igino_Sottovuoto. Giovedì 6
torneranno
sul palco i bravi Volta la carta con il loro inossidabile
tributo
nostrano a Fabrizio De André e venerdì
7, infine, riecco alla ribalta
il duo dei Techfood (nella foto sopra) con un dj-set elettronico di fuoco tutto giocato su sonorità electro,
trap, nu-house e dubstep.
Municipale, debutta ‘Il Furioso
all’isola di San Domingo’
Con"Il Furioso all’isola di San Domingo", domenica2 alle 15.30 e martedì 4 febbraio alle
20.30, per la stagione lirica debutta al Municipale una produzione che coinvolge ben 6 teatri
di tradizione: Bergamo Musica Festival, Teatro dell’Opera Giacosa di Savona, Fondazione
Teatro Comunale di Modena, Teatro Sociale
di Rovigo, Fondazione Teatri di Piacenza e
Fondazione Teatro Alighieri di Ravenna. Con
la mise en scène di Francesco Esposito, l'Orchestra Giovanile Cherubini diretta da Giovanni Di Stefano e il Coro del Municipale di
Corrado Casati, un appuntamento eccezionale: la nuova edizione critica di un titolo alquanto raro, con le scene originalmente concepite
dal dolce genio di Lele Luzzati e mai prima realizzate. Folle, bizzarro, rocambolesco è il melodramma semiserio in due atti, creato da Jacopo Ferretti e da Gaetano Donizetti per il Teatro Valle di Roma nel 1833; lo spunto è un episodio del Don Chisciotte, trasferito dalle alture spagnole alle isole tropicali. Si racconta la
storia di Cardenio, così geloso della moglie da
perdere il senno e ribaltare a più riprese gli eventi.
Moresco e Three Trees
al Cantiere Weil
Verdi di Fiorenzuola,
raffinata doppietta
Abbuffata di buon rock
al Sound Bonico
Al Teatro "Verdi" di Fiorenzuola, due concerti per una settimana di grande musica. Venerdì
31 alle 21 ecco il pianista Andrea Lucchesini e
l'Orchestra milanese "I Pomeriggi Musicali"
diretta da Umberto Benedetti Michelangeli.
Suoneranno Beethoven: l'Ouverture del "Coriolano", il "Concerto n.4 per pianoforte e orchestra" e la "Sinfonia n.1". Diversa e altrettanto raffinata la serata di venerdì 7, sempre alle 21, con protagonista il quartetto d'archi Archimia. Col progetto "No limits string quartet",
dal titolo dell'ultimo disco, i violini di Serafino
Tedesi e Paolo Costanzo, la viola di Matteo del
Soldà e il violoncello di Andrea Anzalone si lanceranno in un programma eclettico e accattivante che vedrà in scaletta Pink Floyd e Van
Halen, ma anche Britney Spears e Michael Jackson, passando per brani originali, ballad romantiche, funky aggressivi e toni pop melodici
e onirici.
Sperimentazione, metal e rock'n'roll per palati fini fanno la settimana di Sound Bonico,
l'Arci live club di via Ragazzi del '99 a San Bonico. Si parte venerdì 31 con "Lo svarione del
31", una combo di post-rock ed elettronica destinata a lasciare il segno: sul palco, i vicentini
Eterea Post-Bong Band (in foto), un quartetto
che fa perno sulla commistione post-moderna
fra suoni acustici ed elettronici, matematica e
tribalità, il tutto condito da una presenza scenica entusiasmante.
A far loro da apripista, i visionari post-rockers piacentini Nothing Important Happened
Today; dj-set elettronico affidato al sapiente
trio nostrano Blackat Crew.
Sabato 1° febbraio spazio al rock'n'roll canzonettistico e leggero alla Chuck Berry dei piacentini Cellamare e al rock-blues cantato in italiano degli oscuri e psichedelici Waldo Jeffers Quartet da Parma. Venerdì 7 sarà poi la
volta del death/black metal e grind-core melodico dei Viscera, dalla Bassa con furore dopo
una lunghissima assenza dai palchi piacentini.
I libri di Antonio Moresco (nella foto) e una
nuova serata di jazz sperimentale nel finesettimana dell'"officina culturale" Cantiere Simone Weil di via Giordano Bruno.
Sabato 1° febbraio alle 21, in collaborazione
con Fahrenheit, ecco l'incontro (presentato
dall'assessore comunale alla Cultura Tiziana
Albasi) con il famoso scrittore mantovano,
classe '47 e milanese d'adozione, Moresco, e
coi suoi libri per Mondadori: "Stella d'Italia"
(2013), volume collettivo scaturito dal peregrinare attraverso l'Italia e l'Europa di un
gruppo di camminatori ideato da lui, e il nuovissimo "Fiaba d'amore", appena uscito.
Domenica 2, invece, alle 21 largo alla "musica vegetale" dei Three Trees, Andrea Bolzoni alla chitarra, Riccardo Marenghi alle
percussioni e Fabio Sacconi al contrabbasso.
Corriere Padano
12
31 gennaio 2014
SALUTE E BENESSERE
A TAVOLA
Il ristorante della settimana
Osteria del Pescatore,
sapori e profumi del Po
Il locale altro non è che l' "evoluzione" di uno dei tipici "casoni" costruiti sulle palafitte in riva al Po a Castelvetro. In passato questi erano i luoghi in cui i pescatori arrivavano in barca per fare merenda, la classica merenda con salume, pesce fritto e un buon bicchiere di vino. Col tempo, e grazie al continuo afflusso di clienti anche dal cremonese,
il "casone" si è ingrandito fino a diventare una trattoria in piena regola - locale climatizzato e confortevole - con l'attuale gestione di
Nicoletta Persegani.
Fritto di pesce d'acqua dolce e carne alla
brace sono le colonne della proposta gastronomica. Si comincia di solito con i salumi: i
tre DOP piacentini, coppa, salame e pancetta, ma anche ottimo culatello e crudo. Inoltre, tutte le sere, è possibile gustare la torta
fritta con la spalla cotta di San Secondo. Tra
i primi si possono sempre scegliere almeno
due risotti, con ingredienti di stagione (ai
funghi, ai tartufi o alle cipolle caramellate e
gorgonzola, solo per citarne alcuni), e numerose varietà di pasta, tutte fatte in casa: tortelli alla ricotta ed erbette, o alla zucca in
stagione, gnocchi, ravioli di stracotto o senza carne, lasagne, cannelloni, crespelle. Oltre al fritto di pesce d'acqua dolce (ambolina, pesce gatto e anguilla), la proposta si allarga allo storione alle erbe o alla brace, fi-
letti branzino o trota alla brace.
Prenotando con anticipo, si può passare
dal pesce di fiume a quello di mare. Oltre alla ricca offerta di carni alla brace, da non
perdere la coppa arrosto con aceto balsamico, la salsiccia con polenta e, in stagione, la
selvaggina, fornita direttamente dai cacciatori e cucinata secondo la tradizione della
Bassa. Infine i dolci al cucchiaio: panna cotta, tiramisù , semifreddo al torrone o allo yogurt e frutti di bosco. Per chi ama la pasta
frolla, crostata alla marmellata o crema pasticcera. Dalla cantina i migliori vini DOC
dei Colli Piacentini ed alcuni DOC Oltrepo
Pavese.
Sante Migliorini
CUCINA DI CASA
Zuppa di orzo
Ingredienti: 200 gr di orzo
perlato; 100 gr di speck tagliato
a fette spesse; 2 patate di media
grossezza; 2 porri; 2 coste di sedano; 2 carote; 1 grossa cipolla;
1 spicchio d'aglio; ½ cucchiaino da tè di estratto di carne;
prezzemolo; sale e pepe
Preparazione: Mondate sedano, carota, cipolla e porri e
affettateli. Lavate l'orzo e
versatelo in una casseruola di
coccio o comunque a fondo
pesante. Unitevi circa 2 litri
di acqua fredda e mettete la
casseruola sul fuoco. Quando
inizia l'ebollizione, unitevi lo
speck tagliato a dadini, l'estratto di carne, le verdure
preparate, il prezzemolo e l'aglio tritati e il sale necessario.
Incoperchiate, abbassate la
fiamma al minimo e lasciate
cuocere per due ore abbondanti.
Pelate le patate, lavatele, tagliatele a cubetti e unitele alla zuppa dopo la prima ora di
cottura.
Alla fine la zuppa dovrà risultare densa, quasi come un
risotto all'onda. Potete completarla con formaggio grattugiato che dovrà essere dolce e fondente come, per esempio, il Vecchio Piave o il
Montasio
Seppie
con i carciofi
Ingredienti per 4 persone: 2 o
3 seppie del peso complessivo di
circa 1 kg; 4 o 6 carciofi (secondo la dimensione); 3 cucchiai
d'olio extravergine d'oliva; 1
cipolla piccola; 1 spicchio d'aglio; il succo di 1 limone; 4 o 5 filetti di acciuga sott'olio; ½ bicchiere di vino bianco secco;
prezzemolo; sale e pepe.
seguite la cottura per circa
mezz'ora. Nel frattempo
mondate i carciofi. Togliete
loro quasi tutto il gambo,
scartate le foglie esterne più
Preparazione: Pulite le seppie. Staccate la sacca dai tentacoli, privatela dell'osso
quindi rovesciatela e svuotatela. Rovesciatela ancora e
spellatela. Togliete dai tentacoli gli occhi e il becco quindi
lavate il tutto ripetutamente.
Tagliate le sacche a striscioline e dividete i tentacoli l'uno
dall'altro. Spellate la cipolla
e l'aglio e tritateli finissimi
insieme a una manciatina di
prezzemolo. Scaldate l'olio in
un tegame e, a fuoco moderato, fatevi appassire il trito
preparato
mescolandolo
spesso. Quando comincia a
prendere colore, unitevi i filetti d'acciuga, mescolate per
farli disfare quindi alzate la
fiamma e unite le seppie. Salatele, pepatele e fatele insaporire per qualche minuto a
tegame scoperto. Quanto sono quasi asciugate, bagnatele con il vino, abbassate la
fiamma, incoperchiate e pro-
dure quindi eliminate le punte con un taglio netto e la scorza fibrosa alla base. Divideteli a metà, togliete il fieno interno e ricavate da ognuno otto spicchi lasciandoli cadere
in acqua acidulata con succo
di limone. Dopo circa venti
minuti di cottura delle seppie, mettete nel tegame anche i carciofi, mescolate e finite di cuocere regolando il
sale. Servite le seppie ben
calde, cosparse di prezzemolo tritato.
L'occhio poco esperto può
confondere le seppie con i calamari o con i totani. La seppia si riconosce dalla sacca
più corta e di forma tondeggiante e dalla presenza, all'interno della sacca stessa, di
una conchiglia chiamata comunemente "osso di seppia".
Le seppie fresche hanno il
dorso "zebrato" di un colore
bruno-verdastro e il ventre
bianco perlaceo.
Diete personalizzate e salute:
l’importanza del nutrizionista
La nutrizione è una delle aree mediche più giovani, ed ha la particolarità di essere una scienza ausiliare di ogni altra specialità medica. Il nutrizionista non è uno specialista che si occupa solo di compilare diete a persone obese o con problemi di soprappeso, ma soprattutto ha la responsabilità di
prevenire malattie, guidare ed educare le persone
nell’adeguata e corretta maniera di alimentarsi e
di migliorare le condizione di salute di chi è ammalato. È quindi un professionista che conosce la
composizione e le proprietà degli alimenti, nonché il modo in cui essi interagiscono con il nostro
organismo. Tramite la valutazione dei nostri bisogni nutritivi ed energetici, il nutrizionista è in grado di prescrivere ed elaborare piani alimentari adatti all’acquisizione e al mantenimento di uno
stato di salute psicofisica ottimale. Perché andare
dal nutrizionista? Per i motivi più disparati. C’è
chi vuol perdere peso o chi vuol regolarizzare i propri valori di colesterolo, trigliceridi, pressione,
etc. Chi soffre di una patologia legata all’alimen-
tazione, potrà usufruire di una dieta adeguata che
lo aiuterà a risolvere o alleviare la sintomatologia.
Le donne in gravidanza e in allattamento riceveranno i migliori consigli, così come gli sportivi potranno imparare ad usare gli alimenti più adatti
per massimizzare la prestazione sportiva.
Massaggio anticellulite, effetti benefici
fra terapeutica ed estetica
La cellulite, che in termini
medici viene definita pannicolopatia-edemato-fibro-scerotica, non è un problema statico
ma al contrario è un inestetismo in continua evoluzione.
Parola d'ordine: combattere la
cellulite. Questo è l'obiettivo
che sempre più donne si prefiggono. Dato che la cellulite è un
problema che riguarda la stragrande maggioranza delle donne, gran parte di loro che è alla
continua ricerca e sperimentazione di vari rimedi. Fra i più efficaci troviamo anche la tecni-
ca del massaggio anticellulite.
E' importante però che venga
praticato da un esperto profes-
sionista del settore, per evitare
che abbia piuttosto un effetto
controproducente. La manipolazione infatti ha lo scopo di
sciogliere i nodi cellulitici, ma
deve essere praticata in maniera soft e non troppo energica,
onde evitare di causare danni
anzichè benefici. Nello specifico, il massaggio anticellulite
praticato manualmente ha degli effetti di miglioramento sulla circolazione sanguigna e linfatica, rimuove le cellule morte
e migliora lo stato generale di
salute della pelle.
31 gennaio 2014
Corriere Padano
SCUOLA E FORMAZIONE
13
Laurea in informatica,
trampolino per il lavoro
Superiore al 90% la percentuale degli informatici che trovano
occupazione, che in un caso su due è a tempo indeterminato
La percentuale degli informatici che trovano occupazione è superiore al 90%, rispetto al 75% circa di tutti i laureati italiani. Quasi il 50% degli
informatici trova poi posti di
lavoro a tempo indeterminato, rispetto al 25% dei provenienti dalle altre facoltà. Il salario medio netto mensile degli informatici è di quasi 100
euro superiore alla media generale. Sono dati forniti dal sito Almalaurea (www.almalaurea.it) che pubblica rapporti aggiornati e dettagliati
sullo stato occupazionale dei
laureati nelle varie materie,
fra cui informatica.
Perchè laurearsi in tempi di
crisi? Il XV Profilo dei laureati italiani di Almalaurea rimanda agli esiti dell’istruzione universitaria e al contesto
di perdurante crisi economica in cui quegli esiti vanno collocati. La crisi condiziona le
scelte e i comportamenti degli
studenti e getta un’ombra anche sul loro futuro da neolaureati. Già in occasione della
presentazione del XV Rapporto AlmaLaurea sulla Condizione Occupazionale dei
Scuola privata, i vantaggi
di un insegnamento mirato
laureati si è avuto modo di osservare che a pagare il prezzo
più elevato della persistente
complessa condizione che caratterizza l’economia europea continuano ad essere le
fasce deboli della popolazione, in particolare i giovani.
Tuttavia la disoccupazione
giovanile colpisce di più chi
ha un titolo di studio più basso. La disoccupazione giovanile è infatti aumentata, secondo i dati ISTAT contenuti
nel Rapporto annuale 2013, di
dieci punti in quattro anni, di
cinque solo nell’ultimo, ma ha
interessato maggiormente
chi ha un titolo di studio più
basso.
La scelta della scuola, di qualsiasi
grado, è sempre difficile. Ognuno
desidera il meglio per sé e per i propri
figlie a volte ci chiediamo se il meglio
sia rivolgersi ad un’istruzione privata.
Queste due ultime parole
sembrerebbero quasi contraddirsi,
perché l’istruzione è uno dei diritti
principali, sanciti dalla nostra
Costituzione, ed esso è gratuito e,
soprattutto per tutti. Invece, come ben
sappiamo, sono sempre più numerose
le scuole private, presenti in tutte le
città italiane, segno anche che la
fiducia nella scuola pubblica negli
ultimi anni vacilla. Altra forma di
istituto, che si sta maggiormente
diffondendo, è quella delle scuole
paritarie, scuole che svolgono gli stessi
programmi di quelle pubbliche, e
permettono di recuperare gli anni
scolastici persi. La scuola privata è un
po' diversa da quella pubblica, e non
c'entrano soltanto i costi. Gli studenti di
un istituto privato sono infatti
maggiormente seguiti, rispetto a chi
frequenta una scuola pubblica, perché
sono di meno e vi sono più docenti. Gli
insegnamenti possono essere più mirati
e c’è il tempo di constatare se tutti gli
argomenti siano stati ben compresi e
rielaborati dagli alunni. In una privata
di solito il rapporto con le famiglie è
più stretto, gli orari e le regole più
elastici rispetto alla pubblica. Maggiore
attenzione è solitamente posta nella
lingua straniera in termini di ore di
insegnamento.
Se avete perso qualche anno scolastico
e volete recuperare in fretta, la
soluzione ideale per voi è la scuola
paritaria: permette di recuperare in
fretta tutti i programmi delle scuole
statali.
Corriere Padano
14
31 gennaio 2014
PUBBLICITÀ
31 gennaio 2014
Corriere Padano
SCUOLA E FORMAZIONE
15
Formazione professionale, essenziale
in un mercato del lavoro più difficile
La formazione professionale sta assumendo sempre più
un'importanza strategica nel
mercato del lavoro. Essa da
un lato viene incontro ai fabbisogni formativi espressi
dalle aziende e dall'altro risponde alle esigenze dei giovani di acquisire competenze
e dei lavoratori di mantenersi
aggiornati ai continui cambiamenti del mercato. La formazione professionale può
essere divisa in: formazione
professionale iniziale, rivolta
ai giovani che si accostano
per la prima volta al mondo
del lavoro; formazione professionale continua, rivolta a
persone che già lavorano e intendono migliorare le proprie competenze, oppure a
persone escluse dal mercato
del lavoro e che intendono riqualificarsi in vista di un nuovo o di un migliore inserimento. In Italia la formazione professionale è in carico a Regio-
ni e Province che emanano
bandi pubblici per il finanziamento di corsi a tutti i livelli
(post-scuola dell'obbligo, post-diploma, post-laurea, aggiornamento, collocamento e
ricollocamento dei lavoratori) erogati da strutture formative accreditate e voucher
formativi (buoni formativi) a
copertura del costo del corso.
Tali corsi, in prevalenza gratuiti per i partecipanti, consentono di acquisire compe-
Formazione continua,
la strada per il successo
La formazione continua (in
inglese “continuing vocational training”) è volta a migliorare il livello di qualificazione e di sviluppo professionale delle persone che lavorano, assicurando alle imprese e agli operatori economici sia pubblici che privati,
capacità competitiva e dunque adattabilità ai cambiamenti tecnologici e organizzativi. Le disposizioni legislative che predispongono
interventi nazionali per la
formazione continua sono
l’art. 9 della L. 236/93 e l’art.
6 della L. 53/00. Tali norme
prevedono la ripartizione
annuale delle risorse erariali a favore delle Regioni che,
a loro volta, emanano avvisi
pubblici destinati ad imprese e lavoratori per il finanziamento di piani formativi aziendali, settoriali ed individuali e voucher formativi (aziendali e individuali). Inoltre, per la formazione dei
propri dipendenti, le imprese possono scegliere di aderire ad uno dei Fondi paritetici
interprofessionali nazionali
per la formazione continua,
organismi di natura associativa costituiti attraverso accordi interconfederali, stipulati tra le organizzazioni
sindacali dei datori di lavoro
e dei lavoratori maggiormente rappresentative sul
piano nazionale. L’offerta
formativa si realizza attraverso la proposta a catalogo
di percorsi interaziendali di
aggiornamento del personale occupato; corsi interaziendali di alfabetizzazione, qualificazione, riqualificazione
e specializzazione, volti all'acquisizione o allo sviluppo
di nuove competenze professionali richieste in ambito lavorativo o per l'arricchimento del proprio patrimonio
culturale; percorsi aziendali
di riqualificazione e aggiornamento del personale occupato.
I corsi sono destinati a soggetti occupati, soggetti in
CIG e mobilità, inoccupati, inattivi e disoccupati per i
quali la formazione è propedeutica all'occupazione, lavoratori con contratti di apprendistato e a progetto.
tenze e qualifiche richieste
dal mercato del lavoro favorendo il passaggio dalla scuola alla formazione ed in ultimo al lavoro, o garantendo a
quanti già lavorano una maggiore competitività. L’offerta
formativa dei corsi è disponibile presso gli enti organizzatori, gli Assessorati alla formazione professionale di Regioni e Province, presso le Agenzie regionali del lavoro e
gli Informagiovani. I corsi so-
no destinati a diverse categorie di persone, tra le quali:
giovani e adulti in cerca di occupazione, lavoratori in cassa
integrazione o in liste di mo-
bilità, lavoratori che necessitano di riqualificazione o aggiornamento professionale,
soggetti a rischio di esclusione sociale.
Corriere Padano
16
31 gennaio 2014
PUBBLICITÀ