close

Enter

Log in using OpenID

31/10/2014 - Il Nuovo Torrazzo

embedDownload
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
ANNO 89 - N. 42
UNA COPIA € 1,20
ABBONAMENTO ANNUO € 42
DIREZIONE: ☎ 0373 256350
VIA GOLDANIGA 2/A CREMA
SETTIMANALE
CATTOLICO
CREMASCO
D’INFORMAZIONE
FONDATO NEL 1926
POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN
ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003
(CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46)
ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA
GIORNALE LOCALE ROC
www.ilnuovotorrazzo.it
Le feste dei Santi
e il ricordo dei defunti
pagina 3
A pagina 13
Un incontro per gli sposi
e per quanti fossero interessati
Martedì 4 novembre
ore 21
DAL SINODO
DEI VESCOVI
UN RINNOVATO
IMPEGNO PER LA
FAMIGLIA
Relatore:
don Renzo Bonetti
già direttore dell’Ufficio
nazionale per la pastorale
della Famiglia della CEI
presso il Cineteatro
dell’Oratorio
di Bagnolo Cr.
Centro Culturale Diocesano
“Gabriele Lucchi”
Pellegrinaggio alla Cattedrale
Caritas Parrocchiali
accolata
con una fi
alle 20,30
,
rà
o”
ie
in
iz
rt
in
n Ma
La veglia
“Rifugio Sa ema
laica dal
Cr
7
rchi
in via Cive
A pag. 13
L’opera omnia
per Organo di
FESTIVAL PIANISTICO INTERNAZIONALE
“MARIO GHISLANDI”
Edizione under 20
BWV 525 / 771 – 1090 / 1120
Venerdì 7 novembre
ore 21
CREMA
Chiesa di San Bernardino
Auditorium “B. Manenti”
Domenica 2 novembre ORE 21
FEDERICO ERCOLI
Grazie a Lodi Crema TV diretta video su
www.livestream.com/antenna5crema
Diretta radiofonica su
radio Antenna 5 FM 87.800
Servizio a pag. 40
Chiesa parrocchiale
di San Martino
Capergnanica
X Concerto
Organista
Alberto DOssena
Con la partecipazione
uesta settimana ci fermiamo a rileggere alcune affermazioni di papa Francesco, ascoltatissimo dai
credenti di oggi e non solo. Parole che ridimensionano
un’immagine debole, diffusa dai mass media che spesse
volte è distorta e stiracchiata a interessi di parte.
Innanzitutto torniamo ancora al Sinodo sul quale s’è
speculato abbastanza. Ebbene: “Personalmente – ha
detto Francesco – ho visto e ho ascoltato, con gioia e
riconoscenza, discorsi e interventi pieni di fede, di zelo
pastorale e dottrinale, di saggezza, di franchezza, di coraggio e di parresia. E questo sempre senza mettere mai
in discussione le verità fondamentali del Sacramento
del Matrimonio: l’indissolubilità, l’unità, la fedeltà e la
procreatività, ossia l’apertura alla vita.”
Un altro tema caldo è il confronto tra Benedetto XVI
e papa Francesco. Vi sono coloro che si spingono a
contrapporre i due pontificati, senza saper coglierne la
ricchezza. Ebbene, lunedì 27 ottobre, inaugurando un
busto bronzeo in onore di papa Ratzinger, in occasione
della plenaria della Pontificia Accademia delle scienze
in Vaticano, Francesco ha avuto splendide parole di elogio del suo predecessore: “Questo busto di Benedetto
XVI – ha detto – rievoca agli occhi di tutti la persona
e il volto del caro papa Ratzinger. Rievoca anche il suo
spirito: quello dei suoi insegnamenti, dei suoi esempi,
delle sue opere, della sua devozione alla Chiesa, della
sua attuale vita ‘monastica’. Questo spirito, lungi dallo
sgretolarsi con l’andare del tempo, apparirà di generazione in generazione sempre più grande e potente. Benedetto XVI: un grande Papa.”
Sempre nello stesso discorso Francesco ha anche affrontato un tema oggi dibattutissimo, quello dell’evoluzione. Darwin è uno dei maestri del pensiero moderno
e una bandiera per contestare una Chiesa ferma al mito
del Dio creatore. Da buon gesuita papa Bergoglio conosce il suo confratello Theilhard de Chardin, colui che
fece sintesi del pensiero cristiano della creazione con
quello scientifico dell’evoluzione. E ha detto: “L’inizio
del mondo non è opera del caos, ma deriva direttamente da un Principio supremo che crea per amore”. Per
questo “il Big-Bang, che oggi si pone all’origine del
mondo, non contraddice l’intervento creatore divino
ma lo esige”. E di conseguenza “l’evoluzione nella natura non contrasta con la nozione di Creazione”.
Un pensiero avanzato su tutti i fronti: su quello della
famiglia, vera risorsa per il bene della società; su quello
della scienza riconciliata con la fede; in piena sintonia
con un grande Papa da non dimenticare mai.
pagina 8
La 2a edizione dal 13 nov.
Dove iscriversi
Sezione Provinciale di Lodi
Sezione di Crema
Associazione
professionale
cattolica
di insegnanti,
dirigenti
e formatori
Servizio
35
a pag.
DIBATTITO
giovedì
6 novembre
- ore 17 -
Relatori: dott. G. Bonelli, prof. S. Pierantoni,
S. Malacarne. Moderatore: G. Bosoni
CREMA Centro S. Luigi via Bottesini
Sottopasso: contrordine compagni
Qualcuno avrebbe voluto presentarlo nel convegno Pd
di ANGELO MARAZZI
A
meno che non sia stata una delle “bufale”, che a volte i giornali sparano, per
smania di sensazionalismo, a quanto pare
“l’annuncite” ha fatto presa anche in ambito
locale.
Dando credito, in questo caso, al collega del
quotidiano provinciale – che non dà motivo
di non meritarlo – qualcuno era intenzionato
a lanciare ieri sera, nell’ambito dell’incontro
promosso dal Pd in sala Ricevimenti su trasporti e mobilità, l’ipotesi di sottopasso ferroviario nell’area nord est: quello, per intenderci, che dovrebbe sbucare in via Stazione, tra
la Sanitas e l’ex Aci, e a monte in via Gaeta
di fronte al ponte sul canale per via Mulini.
Dando addirittura per certo la disponibilità a
co-finanziare l’intervento da parte di un paio
di privati, in aggiunta alla Regione e alle Autoguidovie.
La notizia ha immediatamente innescato dure reazioni: è infatti per lo meno
stravagante, e inconsueto, che
un progetto dell’am-
A pag. 40
dell’oboista Paolo Pinferetti
Q
La festa
Tavole
con Ristori cremasche
I giochi del Torrazzo
e di Radio Antenna5
mbre ore 21
e
v
o
n
7
ì
rd
e
Ven
Pensiero avanzato
ministrazione comunale venga presentato in
anteprima in un contesto di partito, di per sé,
appunto, “di parte”.
Il capogruppo di FI Simone Beretta, in una
nota diffusa subito in prima mattinata di ieri,
ha stigmatizzato la cosa come “mancanza di
sensibilità istituzionale”. Dicendosi soprattutto interessato a “capire quali sono i privati che
il Pd conoscerebbe, disposti a mettere i soldi
in tale operazione”.
E nel definire “una tristezza ridurre le istituzioni a cassa di risonanza di un partito” e
“un errore paradossale immaginare di tirar
fuori dal cilindro, in un convegno del Pd sulla
mobilità, il progetto per il superamento della
barriera ferroviaria del viale Santa Maria”,
Beretta ha però tenuto a precisare quanto una
soluzione sia auspicabile.
“Apprezzeremmo – ha poi aggiunto – più
sobrietà e correttezza istituzionale, sempre
più cosa rara dalle parti del Palazzo.”
“Credo sia dovere del sindaco – ha concluso – mettere fine a questi strazi istituzionali.
Anche se ho l’impressione che neppure la sua
determinazione sia in grado di arginare queste intromissioni partitiche, che ledono la dignità istituzionale del nostro Comune.”
Sta di fatto che
dev’essere scattato il “contrordine compagni”, perché nell’incontro di ieri – a quel che
s’è potuto sapere prima d’andare in stampa
anticipata d’un giorno per la festa di Tutti i
Santi – del progetto non s’è dato alcuna anticipazione.
Di vero c’è che l’amministrazione sta lavorando su un’ipotesi di riqualificazione dell’area. Ma già le due precedenti son state non
di meno impegnate sulla stessa partita, senza
quagliare niente di fatto.
Ora si verrebbero ad allineare alcune convergenze d’interessi: le Ferrovie da una parte
a non lasciare inutilizzato l’ex scalo merci,
le Autoguidovie dall’altra ad avere un hub
adeguato, qualche attività in zona a poter
disporre di propri parcheggi per favorire la
clientela...
Non si tratterebbe però di “riesumare” il
progetto faraonico con “piazza ipogea” –
caro a qualcuno, ora forse preso dai rimorsi
per quant’è costato? – ma di un sottopasso
semplice, funzionale a superare lo sbarramento ferroviario del viale e compatibile con le
disponibilità economiche dei soggetti, soprattutto pubblici, che lo dovranno finanziare.
Stante le esperienze precedenti, tuttavia,
sarebbe in ogni caso più opportuno evitare
fughe in avanti, da parte di chicchessia, per
aggiudicarsi meriti o recuperare... obiettivi mancati.
2
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
In primo piano
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
IL NUOVO TORRAZZO
E RADIO ANTENNA 5
CONCLUDONO
I GIOCHI DELL’ESTATE
M
amma mia che bella
festa sabato sera 25
ottobre presso il teatro dell’oratorio di Crema Nuova.
L’hanno organizzata Il Nuovo
Torrazzo e Antenna5, a conclusione dell’estate caratterizzata
da giochi che hanno coinvolto centinaia di lettori del
settimanale e ascoltatori della
radio diocesani.
Un grazie caloroso all’Associazione Popolare Crema
per il Territorio che ha reso
possibile la serata.
Applauditissima la performance di ALESSANDRO
RISTORI & THE PORTOFINOS che si sono esibiti in
‘RIVIERA ALL’ITALIANA’
uno spettacolare viaggio nella
musica anni Sessanta.
Un show man veramente
formidabile Alessandro. Ha
saputo intrattenere il pubblico
per quasi due ore, con canzoni rock ‘n ‘roll, la popular
music nata negli Stati Uniti
e che ha spopolato anche in
Italia negli anni Sessanta, con
autori – come ha spiegato
Ristori – che hanno saputo
dare un gusto “italiano” al
genere.
Insomma, bella musica
che ha suscitato ricordi ed
emozioni negli ascoltatori...
sopratutto quelli di un certa
età, strappando consensi e
applausi. Ottima anche la
band, un gruppo affiatato di
giovani che ha successo su
tanti palcoscenici italiani ed
europei.
LE PREMIAZIONI
Al termine del concerto
le premiazioni dei tre giochi
dell’estate: l’Operazione
Vacanze di Radio Antenna5;
l’Oratortello organizzato da
Il Nuovo Torrazzo in collaborazione con l’Accademia del
Tortello presieduta da Franco
Larato; le Foto dell’estate
inviate al nostro settimanale.
Innanzitutto l’estrazione
delle prime due cartoline del
gioco Operazione vacanze,
di Radio Antenna 5, rispettivamente inviate dall’Italia (in
premio la litografia del maestro Federico Boriani donata
dalla moglie Emerenziana)
e dall’estero (in premio stazione meteorologica donata
da Venturelli Elettronica ed
Elettrodomestici di Capergnanica). Diamo relazione nel
riquadro in pagina.
Poi la proclamazione dei
Grande festa con Ristori
miglori tortelli degli oratori
cremaschi, gioco lanciato
quest’anno dal nostro settimanale che ha avuto subito
grande successo con ben
sedici partecipanti.
A fianco del direttore don
Giorgio che consegnava i
diplomi, anche il signor Franco Larato dell’Accademia del
tortello i cui membri – assieme
ai giornalisti del settimanale
– hanno assaggiato i diversi
piatti.
Ed ecco i risultati:
• primo premio all’oratorio
del Sacro Cuore di Crema
Nuova
• secondo all’oratorio di
Cascine Gandini
• terzo all’oratorio di Madignano.
È toccato infine a Le vostre
foto, inviate durante l’estate
o dal Cremasco e da altri
territori. Quest’anno ne sono
arrivate veramente tante!
Ed ecco le migliori:
- Dal Cremasco:
1. Alice e Marta Cerioli di
Bagnolo con la foto Illustre
lettore.
2. Nadir Assandri di Izano
con la foto Anche il torello
Razzo si legge il suo settimanale
preferito.
3. Paola Aiolfi con la foto
dal titolo Andrea, Alberto e
Alessandro con i super prodotti
del loro super orto!
- Dall’Italia e dal Mondo:
1. Cristina Bonizzi e amici
di Crema con la foto da Santiago, dal titolo: Ovunque con
zaino e Torrazzo: l’essenziale per
il nostro cammino.
2. Alessandra Denti di
Crema.
3. Fabiano Venturelli di
Crema.
I primi due classificati
hanno ricevuto una bicicletta
offerta da Superbicimarket di
Scotti, via Mercato, Crema; i
secondi un weekend in città
d’arte grazie a Four Point
Travel, via Crispi, Crema;
i terzi, una cena per due
persone offerta da Jolly Bar e
pizza, ristorante di Credera,
via Maggiore 9.
Sono state segnalate infine
le foto di:
- Paolo Chiodo Grandi di
Ripalta Arpina con la foto Il
Nuovo Torrazzo interessa a tutti
(omaggio offerto da La Nuova Immagine, via Gramsci 1,
Crema).
- Antonella Nichetti e
Fabio Papetti con le foto Inno
alla vita per la piccola Giorgia
(album di foto offerto dalla
Libreria Buona Stampa, via
Bottesini 4, Crema).
l’Udito Naturale:
Spatial Sound
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
14/02/2006
14/02/2006
18.26
18.26
OPERAZIONE
VACANZE
ESTRAZIONE
FINALE
S
Il grande Alessandro Ristori con la sua band, protagonista della festa
La foto
14/02/2006
18.26
Pagina
citori
vani vin
o e i gio
all’ester
d
emasco
a dal Cr
più bell
itrici
e le vinc
i è conclusa sabato sera,
nel corso della Grande
Festa de Il Nuovo Torrazzo e
di Radio Antenna 5, anche il
gioco concorso dell’estate
dell’emittente
radiofonica
diocesana ‘Operazione Vacanze’. Estrazione dei primi
premi delle due sezioni nelle quali sono state suddivise
le cartoline cariche di saluti
arrivate alla redazione, Italia
ed Estero, con un’appendice
il lunedì nella redazione di
RA5 per l’estrazione, tra le
centinaia di postcard arrivate, di altri nove premi.
Il primo premio per la
sezione Italia (litografia del
maestro Federico Boriani
donata dalla moglie Emerenziana), è andato ad Adriana
Tolasi che ha scritto da Chiavenna; il primo premio per
la sezione estero (stazione
meteorologica wireless offerta da Venturelli elettronica
ed elettrodomestici di Capergnanica) a Renata Pavesi e
famiglia da Creta.
Quindi nell’ordine: Franco
Pavesi da Cattolica (premio
offerto da Superalimentare
Regazzetti), Piera Bergamaschi da Trescore Cremasco
(Bar Fiori), Maria & family
da Madignano (trattamento
pressoterapia offerto da Estetica Catuscia), Mauro-IleniaAndrea-Claudio da Pinzolo
(Estetica Catuscia), Lorenzo
Pellegrini di Capralba con
una cartolina scritta da Rimini (Zoogreen), Giuseppe
Paggetti di Trescore Cremasco (Enoteca Nonsolovino),
Arianna dalla Sicilia (Eredi
Vanoli), Antonio e Francesca con la cartolina ‘Non
vedo, non sento, non parlo…
sono al mare’ (Enrico IV),
Pier e famiglia da Someda
(Torrefazione Ligure).
Un grazie, dalla redazione,
anche a Scs Servizi Locali,
Gelateria Rosa, Pasticceria
Treccia d’oro, Raviolificio
Salvi, Tipografia Trezzi,
Concessionaria Vailati, Tabaccheria Smoke Line 13,
Casa del detersivo.
I premi potranno essere
ritirati presso la redazione di
Radio Antenna 5, via Goldaniga 2/a Crema, tutti i gior-
ni dal lunedì al sabato dalle
10.30 alle 12.
OraTortello, la premiazione dell’Oratorio di Crema Nuova
Pagina
Pagina
1
1
1
non è mai stato
così bello.
APPARECCHI ACUSTICI DIGITALI IN PROVA GRATUITA
AZIENDA AUTORIZZATA ALLE FORNITURE ASL/INAIL
ASSISTENZA A DOMICILIO GRATUITA
più bella
La foto
Il tuo
Hai problemi
problemi
di
udito?
Hai
problemi di
didi
udito?
Hai
udito?
Hai problemi
udito?
udito
problemi
di
udito?
Hai problemi di
udito?
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
3
PILE, ASSISTENZA E RIPARAZIONI
Estrazione della cartolina vincitrice di RA5
SVEN DITA TO TALE
giubbetti motocicletta
a partire
da € 9,90
outlet
DI APPARECCHI ACUSTICI
Aguzza
l’ingegno... non
non le
le orecchie!!!
orecchie!!!
DI TUTTE LE MARCHE
Aguzza Aguzza
l’ingegno...non
le orecchie!!!
orecchie!!!
l’ingegno...
Aguzza
l’ingegno...non
le
PAGAMENTI RATEALI PERSONALIZZATI
Aguzza
l’ingegno...
non
le
orecchie!!!
l’ingegno...non le orecchie!!!
APERTO TUTTI I GIORNI 9-12,30 e 15,30-19
SABATO SOLO MATTINO 9-12,30
Via Beltrami, 1 - CREMONA - Tel. 0372 26757 - 0372 36123
Convenzionato ASL/INAIL
Convenzionato ASL/INAIL
Via Beltrami,
- CREMONA
Tel.PREVENIRE!
0372 26757 - 0372 36123
E’1 IL
MOMENTO- DI
sentire
Convenzionato
ASL/INAIL
Gratuitamente
per
accurato esame
ed un simpatico omaggio.
E’voiILun
MOMENTO
DIdell’udito
PREVENIRE!
ed
essere
Gratuitamente
voi un
accurato
esame
dell’udito ed un simpatico omaggio.
Via Beltrami, 1 - CREMONA
- ascoltati
Tel.per0372
26757
- 0372
36123
E’ IL MOMENTO DI PREVENIRE!
Gratuitamente per voi un accurato esame dell’udito ed un simpatico omaggio.
Via Borgo S. Pietro, 15
CREMA
Tel. 0373 81432
CREMONA - Via Beltrami, 1 - Tel. 0372 26757 - 0372
36123
CREMONA
Via
Beltrami,
E S-A
M
E D E1L- Tel.
L’0372
U D26757
I T O - 0372
G R36123
AT U I T O
CREMA - Via Borgo S. Pietro, 39 Tel. 0373 81432
- ViaCREMA
Beltrami,-1Via
- Tel.
0372S.
26757
- 0372
36123
Borgo
Pietro,
39 Tel.
0373 81432
E’
IL
MESE
DELLA
PREVENZIONE
- Via Borgo
Pietro, DELLA
39 Tel. 0373
81432
E’ ILS.MESE
PREVENZIONE
Gratuitamente
per
voi un
un accurato
accurato esame
esame dell’udito
dell’udito
L MESE
DELLA per
PREVENZIONE
Gratuitamente
voi
IRVING SRL - Via Milano 79 - 26013 Crema - Tel. 0373 31551
[email protected]
ORARI APERTURA: LUN - GIO 8.30-12.30 e 13.30-17.30 VEN 8.30-12.30
Dall’Italia e dal mondo
4
Il petrolio
non corre più
CHI GIOISCE E CHI NO
di NICOLA SALVAGNIN
A
Ferragosto, il petrolio costava 103 dollari al barile; due mesi dopo 20 dollari in
meno, cioè soli 83 dollari. Più che un calo, un
crollo dei prezzi sui mercati mondiali, dovuto a
differenti fattori (eccesso di produzione, scarsa
domanda, incapacità dell’Opec di frenare la
discesa dei prezzi…) tutti concorrenti a un fenomeno che a noi italiani automobilisti – ma non
solo – non può fare che piacere.
Vi sarete accorti che, dopo tanto tempo, i
prezzi di benzina e gasolio stanno calando. Con
calma, certo non nella misura di quanto sta succedendo alla materia prima: si sa che i rialzi dei
carburanti sono fulminei, i cali assai ponderati e
diluiti nel tempo.
Ma sappiate anche che siamo all’inizio. Salvo
imprevisti, caleranno di ulteriori 10 centesimi al
litro nei prossimi mesi: nelle stazioni di servizio
più economiche, troveremo gasolio a 1,38 euro,
e benzina a 1,50 al litro.
Tutto bene, dunque? Sì e no, perché questa
netta flessione del prezzo degli idrocarburi è
come una medaglia: ha due facce. Quella sorridente guarda soprattutto i consumatori: meno
soldi spesi alla pompa sono più soldi in tasca
per le altre spese. E il calo influirà pure sulla
quotazione del metano, strettamente collegata
a quella del petrolio: costerà un po’ di meno
riscaldarsi, ma pure produrre elettricità dalle
centrali a gas.
Tutto questo farà calare pure i costi di molte
aziende, da quelle di autotrasporto a quelle
energivore. Una diminuzione che probabilmente
si scaricherà, in piccola parte, pure sui prodotti
finali.
E qui s’intravvede l’altro lato della medaglia,
quello che farà sorridere meno l’Italia intera, e
piangere lo Stato italiano. Vista l’incidenza dei
costi energetici sull’inflazione, questa calerà
ulteriormente. Ma siccome siamo già attorno
a quota zero, significa uno scivolo sempre più
ripido verso la deflazione. Che in economia è
come un cancro: fa solo danni, è difficilissimo
da debellare.
Ma a piangere a stretto giro di posta sarà
soprattutto lo Stato italiano, che da Iva e accise
sui carburanti trova buona parte della “benzina”
che gli permette di funzionare. Un’enorme fetta
del costo di gasolio, benzina, metano, energia
elettrica, infatti, è composta da tasse varie, tante
e pesanti. Più ne consumiamo, più soldi versiamo alle casse statali. In caso contrario, come
questo, l’Erario vedrà allontanarsi qualcosa
come 2 miliardi di euro pronta cassa. Noccioline? Mica tanto. Per una cifra di poco superiore
(che dovremmo pagare) stiamo facendo a botte
con l’Unione europea…
Rimane il fatto che la faccia della medaglia
più sorridente primeggia sui mugugni fiscali.
Tra una cosa e l’altra, ci rimarranno in tasca
qualcosa come 10 miliardi di euro: siamo un Paese che importa normalmente fiumi di petrolio e
gas. Se questi soldi si riversassero nell’economia
domestica, invece che nelle tasche di Putin e
sceicchi vari, questa ne avrebbe una tonificante
iniezione di adrenalina. E lo Stato recupererebbe con l’altra mano (leggi Irpef, Irap e Iva)
quello che sta perdendo con questa.
Salvo l’ipotesi più agghiacciante, che è l’esatto
panorama odierno: tutti si tengono ben stretti i
soldi sotto il materasso. Niente maggiori consumi, niente maggiori investimenti. Butteremmo
la medaglia bella dentro un pozzo che rischia di
inghiottirci.
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
ELEZIONI PRESIDENZIALI
Brasile: la rielezione di Dilma
di PATRIZIA CAIFFA
U
na vittoria sul filo di lana, con un Paese quasi
spaccato in due e ancora tanti problemi: violenza,
povertà, corruzione, scuola e sanità poco efficienti, ingiustizie sociali. Questo è il Brasile del secondo mandato della presidente brasiliana Dilma Rousseff, del
Partito dei lavoratori (Pt) rieletta domenica 26 ottobre
con il 51,64% dei voti, pari a 54.498.042 voti. L’erede
di Lula governerà altri quattro anni. Il suo sfidante, il
conservatore Aecio Neves, ha ottenuto il 48,36%, ossia
51.040.588 preferenze. “Sono disposta al dialogo e questo sarò il mio primo impegno di questo secondo mandato: dialogare”. Questa è stata la prima dichiarazione
della Rousseff all’avversario. “Governerò in maniera
pacifica e democratica”’, ha aggiunto, dimostrando una
volontà di costruire ponti con l’opposizione.
La campagna elettorale non è stata facile per gli scandali legati alla corruzione e lo scambio di accuse tra i
candidati. Dilma – in Brasile la chiamano per nome – sa
che le sfide che dovrà affrontare non saranno facili, anche perché il Paese è entrato in recessione e nel 2013 ha
dovuto affrontare dure proteste popolari a causa dei tanti
soldi spesi nella costruzione degli stadi per i Mondiali di
calcio. E anche le Olimpiadi previste tra due anni non
sono così ben viste dalla popolazione. La gente vorrebbe
maggiori investimenti in scuole, ospedali, progetti sociali, nonostante da Lula in poi, tutti governi progressisti,
una buona fetta di brasiliani – secondo le stime ufficiali circa 36 milioni – siano riusciti a uscire dalla povertà
estrema grazie a progetti come “Fame zero” e attualmente “Borsa famiglia”, che garantisce sussidi alle famiglie
più povere. Il ceto medio è cresciuto e consuma più del
necessario indebitandosi, ma le città non sono vivibili, a
causa della criminalità – il Brasile è il quinto Paese più
violento del mondo, con 56mila omicidi l’anno – e degli
estremi contrasti tra ricchi che vivono blindati e poveri
che faticano a sopravvivere dignitosamente nelle favelas.
Nelle zone rurali ancora non risolto è il problema della
terra e della riforma agraria. Non mancano poi enormi
discriminazioni tra afrobrasiliani e indigeni e bianchi.
“La rielezione di Dilma non è stata facile – commenta al
Sir padre Claudio Pighin, missionario del Pime e direttore
della pastorale della comunicazione ‘Pascom’ dell’arcidiocesi di Bèlem, nello Stato brasiliano del Parà –. Certamente si è dimostrata una evidente spaccatura tra il mondo del capitale e la povera gente. Sembra che il popolo
semplice e non fortunato abbia avuto la meglio in questa
disputa di potere per il presidente”. “Dilma – prosegue
padre Pighin – certamente non ha il carisma di Lula ma
si è dimostrata determinata e decisiva nei suoi intenti.
Tutti gli scandali che sono sorti durante il suo governo
non sono riusciti a farla fuori. Credo che la gente semplice e umile abbia capito che Dilma era innocente, però
ha capito benissimo che la loro vita è cambiata un po’ e
soprattutto è piena di speranza per una vita migliore”.
I vescovi brasiliani al momento non si sono ancora pronunciati, ma nei giorni scorsi hanno diffuso dei
video, realizzati dall’arcidiocesi di Belo Horizonte, per
spiegare alla popolazione (i livelli di scolarizzazione
sono molto bassi) il sistema della delega e della rappresentanza democratica, per invitarli a recarsi alle urne:
la percentuale di votanti è stata del 78,9%, quella degli astenuti del 21,1%. In realtà il mondo cattolico, da
sempre in prima linea nella difesa dei poveri, non si è
espresso più di tanto, ha solamente ricordato l’importanza di far prevalere nella scelta del candidato i valori
cristiani. All’indomani dell’elezione “il clima in Brasile
è tranquillo – aggiunge il missionario – è c’è la volontà
di consolidare la democrazia e continuare nell’opera di
promozione umana”. Tra le poche voci cattoliche che
hanno commentato pubblicamente le elezioni, Antonio
Correa de Lacerda, docente della Pontificia Università
Cattolica a Rio de Janeiro, il quale ha raccomandato alla
presidente l’urgenza di una riforma politica.
Dilma Rousseff, del Partito dei lavoratori,
rieletta presidente del Brasile per un secondo mandato
Reyhaneh impiccata
di CRISTIANA DOBNER
L
a notizia di Reyhaneh, giustiziata barbaramente, non può che indurre a tristezza
per il fondo toccato da persone che avrebbero dovuto garantire giustizia. Indubbiamente
il diritto iraniano conosce la sua prassi ma,
a quanto è dato di sapere, il processo si è dimostrato una farsa, una giostra di argomenti
insostenibili, un tutto dominato da pregiudizi
pseudo-religiosi.
Se si considera, da donne, la ricaduta di sofferenza di uno stupro o di un tentato stupro,
non ci si può che indignare contro chi non
riconosce la legittima difesa dinanzi ad un gesto di violazione così grave e irrimediabile. La
donna, nella sua femminilità, nel suo sentire,
nel suo collaborare alla vita della società, è
stata, una volta di più, negata nella sua libera
scelta.
Anche lasciando agli esperti di diritto internazionale di pronunciarsi sulla legittimità del
processo e ancor più sulla legittimità dell’esecuzione, monta la preoccupazione per la
strada, nettamente in discesa nella scala dei
valori.
La testimonianza della giovane iraniana,
emancipata e lavoratrice, nel corso dell’ultima telefonata con la propria madre, apre uno
spiraglio che, probabilmente, è l’unico che ci
consenta di sopravvivere e di poter pensare a
un’umanità che collabori e viva insieme, senza
dover ricorrere solo a difendersi e a prepararsi
per una guerra.
Al “diyeh”, il prezzo del sangue, cioè il
“conto” che il condannato deve pagare alla
famiglia della vittima in risarcimento della
morte per giungere a una sorta di patteggiamento, che avrebbe modificato la sentenza da
pena capitale a detenzione, noi cristiani opponiamo nelle tenebre questo spiraglio e vogliamo percorrerlo. La certezza di “ritrovarsi
lassù insieme” non cancella il percorso della
giustizia, non annulla l’interrogarsi obiettivo e
dimostrato sulla realtà dei fatti.
La preghiera è la nostra risposta, non intesa
come esorcismo, talismano, o ottundimento
della ragione a favore di una giustizia celeste
che salderebbe in parità i conti, ma come una
postura profonda che imprime al vivere un
moto altro.
Alla forca opponiamo il cuore in ascolto
dell’Altissimo, con qualsiasi denominazione
lo si chiami (per noi cristiani il Padre del Signore Gesù), al Suo gesto creatore che continua a creare e a chiedere libera risposta.
Non ci resta altro, dopo aver mobilitato tutte le voci autorevoli della nostra società, dopo
aver chiamato in causa Francesco, vescovo di
Roma, perché la vita fosse rispettata. Siamo
ad una svolta.
Nella mancanza di rispetto per l’autodifesa,
per la parola inascoltata di una donna offesa, per le voci di numerose associazioni che
si sono prodigate, manifestiamo un grande e
lungo silenzio che non significa obliterazione,
nascondimento ma elevazione del grido muto
all’Altissimo.
Egli ascolta ma chiede che venga mutato il
cuore, chiede che, nell’assoluta libertà, le persone si guardino con occhi diversi e la violenza che impera venga sbriciolata, resa innocua
e la sua forza diventi costruttiva.
I musulmani pregano, si prostrano visibilmente nel corso della giornata. Noi cristiani
preghiamo, ci inchiniamo dinanzi a Dio, alla
Sua Presenza eucaristica nella storia.
Credenti di ogni religione, di ogni credo,
nella cocente lacerazione inflitta a tutti con
questa esecuzione, reagiscono con un grido
che implora aiuto perché un nuovo fiotto di
educazione, di attenzione, percorra menti e
cuori.
Si deve creare una rete di solidarietà reciproca, mutua, che ci affratelli nello slancio
profondo verso la Luce che sconfigge le nebbie
delle tenebre.
Non abbiamo scampo: le più autorevoli
voci internazionali della nostra società hanno espresso appelli, richiami, suppliche. Tutti
inascoltati. Tutti falliti.
Il rullo del tamburo che annuncia la morte
si è fatto sempre più incalzante, insistente, impermeabile ad ogni sollecitazione.
Una giovane vita è stata brutalmente spenta
ma la battaglia contro la pena di morte deve
farne un trampolino di lancio, deve arrivare a
conquistare tutti.
In primo piano 5
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
PRESENTIAMO
SEDE ETIOPIA E OLTRE
Testi a cura
di Rosalba
Torretta
via Mons. Zuvadelli, 9 - 26013 CREMA (CR)- Tel. 0373 25 58 47
Segreteria aperta la domenica dalle 11.15 alle 12.15
Per donazioni: C/C intestato a ETIOPIA E OLTRE
IBAN IT33 H033 5901 6001 0000 0012 104,
presso la banca PROSSIMA S.P.A.
(Gruppo Intesa Sanpaolo, indicare causale del versamento).
E-mail: [email protected] Web: www.etiopiaeoltre.it
I NUOVI PROGETTI
DI SOLIDARIETÀ 2015
FARE COMUNITÀ, QUI E OLTRE
Etiopia e Oltre
continua la sua
attività di sostegno: i recenti obiettivi (“Diamo luce alla vita”: in Etiopia
pannelli solari a Mandura e aiuto alle
mamme della Casa di Emmaus; in Niger microcredito alle donne di ’Ngoula)
sono stati raggiunti!
Continuando a occuparci di queste e
altre realtà, domenica 19 ottobre, in
occasione della Giornata Mondiale per
le Missioni, abbiamo presentato il progetto 2014/2015, sicuri del sostegno dei
numerosissimi benefattori che in tutti
questi anni hanno contribuito a “pezzetti di vita”.
➊
Questo è il titolo del nuovo progetto
che congiunge Etiopia e Niger a Crema, in un concreto triangolo di solidarietà. Proponiamo tre iniziative molto
importanti:
PROGETTO 1
➌
➋
“QUI” A CREMA
è una significativa novità. L’Unità Pastorale
di S. Bartolomeo e S. Giacomo, attivamente
sinergica con Etiopia e Oltre, è referente del
progetto di sostegno alla Comunità Alloggio, per il diritto alla professionalità dell’assistenza. La comunità-alloggio – spiegano
Alberto Fugazzola e Nico Mainardi (rispettivamente responsabile e presidente della
comunità ) – nasce per volontà della cooperativa San Giacomo scarl onlus, costituita
a fine 2002, e trae origine dalle esperienze
delle case-famiglia, attivate sin dalla seconda metà degli anni ’70 nell’ambito della
Comunità parrocchiale di S. Giacomo in
Crema per garantire un ambiente favorevole alla crescita personale e sociale dei disabili ospiti privi di sostegno famigliare e per
promuovere un’efficace integrazione con i
servizi sociali istituzionali e del privato sociale. La novità di questo servizio di comunità risiede nella capacità di far convivere
in modo vincente e sinergico due modelli:
il modello sociale, più attento ai bisogni di
integrazione sociale e al clima educativo e
il modello abilitativo, più attento invece alle
Fai un regalo
“BUONO”
odotti
Acquista i pr etto!
og
pr
il
ni
ie
st
so
e
➊ Padre Gigi con la comunità di ’Ngoula in Niger davanti al dispensario ➋ Il
dispensario medico - sala parto costruito
da Etiopia e oltre ad ’Ngoula ➌ Bambini con le taniche per la raccolta dell’acqua ➍ Sr. Mariolina con il calendario 2014
dell’associazione ➎ Sr. Vicenta all’asilo di
Manjare in attesa della costruzione del pozzo
componenti d’intervento finalizzate al miglioramento delle abilità personali. Questi
due modelli hanno il medesimo obiettivo:
migliorare e garantire il benessere sociale e
personale della persona disabile. La peculiarità della nostra realtà è lo stile familiare
che attraverso l’accoglienza, il clima affettivo, la rassicurazione e il conforto, l’intimità
e le numerevoli occasioni di incontro rendono l’atmosfera della comunità piu simile
possibile a quella di “casa”. La Comunità
alloggio è una struttura residenziale aperta
365 giorni all’anno, attualmente accoglie
7 amici, massima capacità ricettiva. Con
l’avvento dell’Unità Pastorale fra San Bartolomeo e San Giacomo è nata l’occasione
di condividere e scambiare le esperienze di
carità presenti nelle due realtà precedenti,
ponendo le basi per creare collaborazioni significative e ricche di rapporti umani
come il progetto “Fare comunità, qui e
oltre”. Cerchiamo sostegno per gli operatori professionisti che assistono i residenti
della comunità alloggio (per info cell. 328
6735924, Alberto)
“OLTRE”:
PERCHÈ L’ACQUA, PERCHÈ
ANCORA DUE POZZI?
Il diritto all’acqua è un diritto umano universale e fondamentale, che dona dignità
alla persona, essenziale al pieno godimento della vita e base di tutti gli altri diritti
umani (risoluzione ONU del 28 luglio
2010). Nelson Mandela a Johannesburg
nel settembre 2002 disse: No Water, no
Future; nel 2006 José Luis Sampedro affermò: “Spendiamo milioni e milioni per
cercare acqua su Marte e non facciamo
niente per conservarla qui e per cercarne
di più!”. Parliamo di acqua, quella pulita
dei pozzi, e non di quella torrenziale della
stagione delle piogge!
“OLTRE” IN ETIOPIA
Ecco uno stralcio dalla recentissima lettera
di Sr. Mariolina Cattaneo, superiora delle
Comboniane d’Etiopia:
“Carissimi amici e amiche di Etiopia e Oltre,
➎
carissimi amici della comunità di Crema, un
saluto caloroso dall’Etiopia... che dopo quattro
mesi di pioggia finalmente rivede il sole!!!! È arrivata un’altra giornata missionaria mondiale e
vi scrivo con il cuore pieno di gioia per l’amicizia
che ci lega e che da anni fa incrociare le nostre
strade, Crema e Addis Abeba, Haro Wato, Mandura, Hawassa.... nomi e volti che si incrociano
nella stessa grande passione per la vita! La vostra
amicizia e il vostro aiuto sono un dono prezioso
per tutte noi, e soprattutto per la gente di qui, per
le mamme che trovano un posto sicuro per far
nascere i loro bambini, per i piccoli che fanno i
primi passi all’asilo e alla scuola elementare, per
i ragazzi che trovano un luogo sicuro per crescere
nella loro educazione e contribuire sempre più a
far crescere questo paese! La vita in missione è
un dono, un dono grande per cui possiamo solo
ringraziare il Signore, un dono che ci permette
di incontrare la sofferenza e il dolore, la miseria
e la povertà ma anche che ci fa dono dell’altro e
degli altri, del sorriso dei bambini, della dignità
delle donne, della voglia incredibile di crescere
dei giovani. Vorrei invitarvi tutti qui, a condividere con noi quest’esperienza.... nella fatica
della lingua, delle strade dissestate e delle tante
sfide che ci vengono dalla realtà... e nella gioia
dell’incontro, del saluto, del recupero dei tanti
valori piccoli e quotidiani. Come sapete bene la
nostra missione più lontana è Mandura, nella re-
LE NOSTRE PROPOSTE DI SOSTEGNO
* PASTI PER I BAMBINI DELLA SCUOLA MATERNA DI SOLLAMO
(codice E20)  15 euro per bambino all’anno
* KIT ALLATTAMENTO ARTIFICIALE PER 2 MESI (codice E30)  50 euro
* KIT PAPPE PER MANDURA (codice E30)  50 euro
* TRASPORTO DI UN MALATO IN AMBULANZA (codice E40)  30 euro
* SOSTEGNO DI UNA CLINICA PER UN GIORNO (codice E50)  30 euro
* PASTO PER LE DONNE DEL CARCERE DI AWASA E PER I LORO BAMBINI
(codice E80)  1 euro al giorno per persona
C
LE NOSTRE PROPOSTE DI ADOZIONE
Marmellate, miele, pasta, golosità
come creme e salsine, sughi, vino, distillati, olio, riso, pasta, caffè e tanto
altro! Prepariamo anche magnifiche
CONFEZIONI REGALO per ogni occasione, nonché CESTI NATALIZI per
ogni esigenza, anche aziendale. Vieni
a trovarci in sede ogni domenica mattina dalle ore 11.15 alle 12.15. Per
qualsiasi informazione: Marco 339
2902880, Evelina 335 8067260,
Stefania 335 7552013, Comunità Alloggio 328 6735924 (Alberto).
Noi tutti di Etiopia e Oltre ricordiamo con
grande affetto il nostro amico Nicola Salatti
Salatti,
la sua gioia di vivere e il suo temperamento scherzoso. Con Simona e i bambini era
sempre presente alla festa di maggio, attivo
in cucina e vivacemente propositivo. Daremo
vita a un piccolo grande progetto che porterà
il suo nome; a breve la relativa comunicazione. Grazie Nicola!
“OLTRE” IN NIGER
Così anche in Niger: abbiamo individuato la necessità di un pozzo vicino
al Dispensario e speriamo di poterlo
costruire al più presto. È già iniziata
la raccolta fondi per questi importanti
progetti. Persino bambini e ragazzi delle
classi di catechismo dell’Unità Pastorale
S. Bartolomeo e S. Giacomo stanno offrendo un aiuto straordinario ai progetti
di Etiopia e Oltre!
In collaborazione con i responsabili del
catechismo, si è spiegato cosa voglia dire
avere una Comunità Alloggio che accoglie le persone in una casa come in famiglia. Si è poi focalizzata l’attenzione
sull’importanza di avere acqua pulita e
sui rischi di bere acqua sporca, di cosa
voglia dire un pozzo vicino alla scuola,
al villaggio e al dispensario, sul risparmio di tempo e di fatica per i bambini
dell’Africa, impegnati in questo gravoso
compito. Ne sono scaturiti una riflessione di gruppo e il successivo aiuto concreto di bambini e ragazzi. Domenica 19
alle bancarelle grande il loro entusiasmo
e ottima la vendita, tanto che la raccolta
fondi è stata un successo che auspichiamo si replichi.
La classe 5a: “Noi bambini vogliamo
aiutare quelli che sono meno fortunati di noi. Ci impegniamo a partecipare
nell’impresa del progetto!”.
I ragazzi di 1a media: “Anche noi vogliamo partecipare al progetto ‘Fare comunità, qui e oltre’. In Africa l’acqua pulita
potrebbe migliorare tante altre cose: la
gione del Beneshangul- Gumuz, al nord ovest del salute, il lavoro, la possibilità di andare
paese. Una regione molto povera e una delle più a scuola. Abbiamo visto come i bambini
arretrate del paese. Siamo presenti da 15 anni africani partecipano alla vita della loro
e lavoriamo soprattutto con la popolazione Gu- famiglia e della loro comunità facendo
muz. Fino a pochi anni fa non esistevano scuole tanta strada a piedi per trovare acqua puo cliniche... e noi ci siamo messe di buona lena... lita. Anche noi vogliamo fare la nostra
cercando di aiutare i Gumuz a capire l’impor- parte nella comunità, offrendo il nostro
tanza dell’educazione per il futuro dei loro figli. servizio alla bancarella e rinunciando a
a chi ha bisogno”.
Oggi dopo 15 anni, cominciamo a vederne i ri- qualcosa per donare
a
sultati e i bambini cominciano a venire all’asilo Una ragazza di 2 media: “Alcune volte
e alla scuola... Uno dei due asili è a 40 km dalla non ci rendiamo conto di quanto siamo
missione, Manjare... ed è lì che da diversi anni fortunati. Anche se siamo tutti uguali,
abbiamo un asilo che le sorelle seguono costan- ci sono persone che non hanno diritto a
temente. Da diversi anni abbiamo un problema cibo, acqua e, ancor peggio, non hanno
con l’acqua perchè bisogna mandare qualcuno a diritto alla vita”. a
prenderla al fiume tutti i giorni.... e non è mai Un ragazzo di 2 media: “Il bambino
abbastanza con i bambini in giro! Così abbiamo con la tanica mi ha fatto capire quanpensato che se costruiamo un pozzo risolviamo il ta fatica devono fare per prendere l’acproblema per noi e per la gente del villaggio. Ed qua”.
Ancora i ragazzi di 2a media: “Per noi
è per questo che, ancora una volta, ci rivolgiamo
l’acqua è qualcosa di scontato... Ci siaa voi.... sapendo che malgrado la grande fatica
mo chiesti perché noi così ricchi e loro
che fate oggi in Italia c’è ancora posto nel vostro
no... quali meriti abbiamo per essere
cuore anche per questa realtà... Vi mando il mio
nati qui? L’unica risposta che abbiasaluto a nome di tutte le sorelle: Sr. Tilde, Sr.
mo trovato è che dobbiamo scoprire
Angela, Sr. Veronica, Sr. Daniela, Sr. Dolores,
quale è la nostra missione”. E infine i
Sr. Lydia, Sr. Bertilla, Sr. Rita, Sr. Vicenta, e da
ragazzi di 3a media: “Ci resta solo una
tutte le altre... Un abbraccio di cuore nel Signore
perplessità: se usassimo meno soldi per
della vita...accompagnandovi ogni giorno con la
i calciatori 1e i 29/10/14
politici quante
cose popubblicita torrazzo 2014.pdf
10:41
nostra preghiera.
tremmo fare?!”.
Sr. Mariolina
➍
“FARE COMUNITÀ,
QUI E OLTRE”
“QUI” a Crema serve aiuto per la Comunità Alloggio dell’Unità Pastorale
S. Giacomo- S. Bartolomeo, vera “famiglia” per alcune persone qui accolte.
PROGETTO 2
“OLTRE” a Manjare (missione di
Mandura delle nostre Comboniane
d’Etiopia) serve un pozzo per l’asilo.
PROGETTO 3
“OLTRE” a ’Ngoula, in Niger, serve
un altro pozzo vicino al Dispensario
medico da noi edificato grazie all’intervento del missionario della SMA padre
Gigi Maccalli.
Pozzo in Etiopia + Pozzo in Niger
+ Aiuto alla Comunità Alloggio di Crema =
utilità, concretezza, senso civile,
solidarietà
Carissimo Nicola…
M
Y
* ALUNNO DELLA SCUOLA MATERNA DI SOLLAMO E DI MANDURA (ciclo scolastico 3
anni). Durata adozione da 1 a 3 anni (codice E11)  100 euro all’anno
* ALUNNO DELLA SCUOLA ELEMENTARE DI EMMA E DON LINO A SOLLAMO (ciclo
scolastico 4 anni). Durata adozione da 1 a 4 anni (codice E12)  120 euro all’anno
* ALUNNO DELLA SCUOLA SUPERIORE COMBONI DI AWASA (ciclo scolastico 4 anni).
Durata adozione da 1 a 4 anni (codice E14)  150 euro all’anno
* INSEGNANTE DELLA SCUOLA ELEMENTARE DI SOLLAMO: STIPENDIO
(codice E90)  50 euro al mese
* INSEGNANTE DELLA SCUOLA SUPERIORE COMBONI DI AWASA: STIPENDIO
(codice E60)  167 euro all’anno
* INSEGNANTE DELLA SCUOLA PROFESSIONALE: COMPENSO
(codice E70)  50 euro per un modulo di 20 ore
CM
MY
CY
CMY
K
È fondamentale inserire nella causale del versamento il CODICE assegnato a ciascun progetto o adozione. L’associazione può rilasciare la dichiarazione fiscale del costo sostenuto, ma solo a fronte di
un pagamento con bonifico bancario (IBAN IT33 H033 5901 6001 00000012104) o con assegno
6
Opinioni e commenti
Maturità stressata
Confusione o serio ripensamento? Viene da chiederselo pensando
alla “questione maturità”, prima
con l’annuncio della riforma delle
commissioni d’esame nella direzione dei soli docenti interni e poi
con l’esclusione della modifica nel
disegno di legge di stabilità.
Nel primo caso saremmo di
fronte a un segnale non proprio
rassicurante sulla tenuta delle dichiarate buone intenzioni a proposito della riforma della scuola,
della centralità dell’istruzione nel
Paese, della decisione del Governo
di puntare seriamente su di essa.
Meglio, allora, pensare al ripensamento, magari in seguito all’ascolto delle molte voci che si sono
levate nelle scorse settimane per
contestare l’annuncio del ministro
Giannini sulla volontà di escludere
i commissari esterni dall’esame di
Stato.
L’ipotesi del tentennamento o
della confusione, tuttavia – e poi
proviamo ad archiviarla – non è
del tutto peregrina, visto l’andamento della vicenda: annunci e
dimenticanze e poi l’ipotesi che
la riforma esclusa dal disegno di
legge di stabilità rifaccia capolino
in fase di attuazione della “Buona
scuola”. Vedremo come andrà a
finire... Legittime le domande di
chi osserva: cosa devono aspettarsi
gli studenti – è la prima – che stanno preparandosi all’esame? E che
serietà ha una scuola che ancora
una volta cambia regole in corsa?
E quale credibilità ha lo stesso ministro che annuncia deciso riforme
importanti e non riesce a difenderle sino in fondo?
Meglio pensare all’ipotesi ripensamento. Nel caso dei commissari
di maturità l’annuncio del ministro aveva provocato una vera e
propria sollevazione che in buona
sostanza controbatteva in questo
modo: vanno bene i risparmi (il
ricorso a docenti interni dovrebbe
permettere economie per oltre 100
milioni di euro), ma non a tutti i
costi e soprattutto non a scapito
di un processo di valutazione che,
con i commissari esterni, potrebbe
garantire maggiore validità. Una
petizione online avviata subito
dopo l’annuncio del ministro sui
commissari interni ha raccolto migliaia di firme in brevissimo tempo
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
La penna ai lettori
✍
La “Casa giovani” di Ombriano
la grande ora della Chiesa. Questo è il “kairos”, il tempo
“È
dell’intervento di Dio è giunto, il vento è favorevole, però bisogna dare una mossa creativa. I nostri ragazzi, i nostri piccoli an-
geli crocifissi, i nostri barboni che andiamo a prendere tutte le sere
alla stazione, in realtà sono i soggetti attivi e creativi di umanità. Il
bene che fanno loro ai giovani è incalcolabile.”
Così il 19 ottobre 2007 don Oreste Benzi concludeva il suo intervento alla settimana sociale dei cattolici italiani a Pisa.
A 7 anni di distanza quella sua “provocazione” viene ora raccolta
nella prima periferia della nostra città di Crema, nel quartiere dei
Sabbioni, da tre giovani dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, che dopo aver loro stessi sperimentato in varie esperienze
il bene donato dai piccoli, dagli ultimi, scelgono ora di essere casa
accogliente per giovani che al termine degli ordinari percorsi di accoglienza familiare cercano di affacciarsi da giovani nel mondo del
lavoro, dello studio e della vita sociale.
Sarà così inaugurata domenica 2 novembre la “Casa giovani”
dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII che sorgerà ai
Sabbioni nel complesso dell’housing sociale Casa Crema+. Nello
stesso edificio aprirà i battenti anche la segreteria operativa della
Comunità per il territorio di Crema e della Lombardia.
Il programma prevede la celebrazione alle ore 15 della Santa Messa nella piazza dell’housing sociale, a seguire benedizione dei locali
e condivisione fraterna al termine.
La scelta del 2 novembre coincide con il settimo anniversario della nascita al cielo di don Oreste Benzi, per il quale il 28 settembre
scorso c’è stata l’apertura ufficiale del processo diocesano di beatificazione. Pensando che il discorso di Pisa sia stato una sorta di testa-
(alcune molto autorevoli) e diceva
così: “Che senso ha emanare una
direttiva che prevede la valutazione esterna delle scuole, quando nel
merito della preparazione degli
alunni si torna alla totale autoreferenzialità dei Consigli di classe?”. Sottolineando tra l’altro che
così facendo si andrebbe “in palese
contraddizione con le indicazioni
dell’Ocse, che segnala gli effetti positivi degli esami esterni sui livelli
di apprendimento degli alunni,
con le Raccomandazioni ufficiali
dell’Unione europea, che richiede l’impiego di esaminatori ‘terzi’
per la verifica degli apprendimenti
acquisiti dagli alunni, e con le pratiche in uso nei principali sistemi
scolastici europei”.
Insomma, la credibilità della
valutazione e dello stesso sistema
scuola – così chi si oppone alla novità Giannini – passa attraverso la
“regola fondamentale” di una certificazione effettuata da “soggetti
terzi”.
Obiezioni sostenute da uomini di scuola, studiosi, insegnanti,
presidi. Con anche i sindacati sul
piede di guerra (c’è infatti una questione compensi tutta da chiarire) e
che non sarebbe affatto “vergognoso” considerare, come potrebbe essere successo nell’ipotesi del ripensamento e dell’archiviazione (se
fosse così) della possibile riforma.
Cambiare idea – magari affrontando con chiarezza il dibattito,
dovunque porti – non è un male
mento spirituale di don Oreste per la società e la Chiesa di oggi, non
vi era occasione migliore per darne una piccola attuazione concreta
proprio nel giorno del ricordo della sua nascita al cielo.
Don Oreste non avrebbe amato essere ridotto a un santino da
onorare, infatti fino al giorno prima della sua nascita al cielo ha
esortato ad essere santi nella vita qui sulla terra...
Don Oreste parlò sempre a Pisa di “una Chiesa unita e concreta, solo così amiamo i poveri”. Appare profezia pensando a quanto
oggi papa Francesco scrive e dice, invitando a uscire, ad andare nelle
periferie esistenziali. È la concretezza di cui parlava don Oreste...
La Casa giovani e la sede operativa della Comunità Papa Giovanni XXIII si pongono in questo solco e desiderano essere l’inizio
di una graduale ma sempre più gioiosa e decisa uscita della Chiesa
anche nel nostro territorio per incontrare i giovani e lasciarsi sporcare dalle loro ferite e tormentare dalle loro domande, così come
don Oreste tormentava quanti lo incontravano personalmente o in
pubblico con il suo “Dai ci stai? Che il Signore vi tormenti!”.
E allora davvero ci auguriamo che questo piccolo starci in un
quartiere di periferia diventi cassa di risonanza di quel contagioso
starci di cui don Oreste ha dato testimonianza con la sua vita e che
trasmetteva con il suo disarmante sorriso. Pertanto a nome suo, siamo sicuri che lui dal cielo sorride e conferma, diciamo al territorio
e alla Chiesa di Crema: “ Dai ci state? Usciamo insieme incontro al
povero per dare ciò che gli spetta non per carità, ma per giustizia”.
Vi aspettiamo a fare festa con noi il 2 novembre alle ore 15 ai Sabbioni di Crema!
Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII
di per sé. Anzi, può essere segno
di serietà e capacità di ascolto e
confronto. La confusione e i tentennamenti no. Proprio non ce n’è
bisogno.
Alberto Campoleoni
“Voglio la mamma”
Spett.le Direttore,
il 15 ottobre 2014 a Cremona 350 persone si sono riunite
per un incontro-testimonianza
con Mario Adinolfi a partire
dal suo libro Voglio la Mamma –
Contro i falsi miti di progresso
della sinistra.
Si tratta di un avvenimento
non scontato, reso possibile
dalla volontà di coloro che, insieme al Circolo Voglio la mamma di Cremona-Mantova, si
stanno muovendo da mesi sul
nostro territorio per risvegliare
le coscienze: l’Ufficio per la Pastorale familiare della Diocesi
di Cremona, il Movimento per
la vita e il Centro culturale S.
Omobono.
Centinaia di persone, di origine e formazione diverse, si
sono incontrate per affermare
e testimoniare due cose solo
apparentemente banali: le persone non sono cose; i bambini
non si comprano e non si vendono. E per riconoscere una
cosa che dovrebbe essere ovvia: tutti gli esseri umani sono
nati e (speriamo) nasceranno
sempre e solo da un uomo e da
una donna. Siamo sempre più
consapevoli di essere in tanti a
volere testimoniare queste verità in un mondo in cui le politiche sociali stentano a rispondere ai bisogni complessi della
quotidianità e alle urgenze di
famiglie con figli, con persone
anziane o disabili.
Ci dispiace molto che tutto
questo accada nel silenzio dei
mass media locali che, per ragioni a noi sconosciute, hanno
ritenuto che questa serata non
avesse importanza.
Come ci dispiace rilevare
l’assenza dei rappresentanti
dell’amministrazione comunale, che pure ci ha benevolmente
concesso l’utilizzo di Palazzo
Cittanova.
Speriamo
davvero
che
nell’immediato futuro ci siano
altre occasioni per discutere liberamente di tali questioni che
ci riguardano tutti da vicino.
Massimiliano Esposito
Presidente
Circolo Voglio La Mamma
Referendum moschea?
Egregio direttore,
in merito all’eventuale costruzione di una nuova moschea a
Crema, faccio presente che costruire un luogo di culto per qualsiasi
religione monoteista è una cosa da
accettare; ma quando si costruisce
un luogo per musulmani che sarà
luogo di riunione, di discussione,
di politica, e – perché no – un luogo di proselitismo islamico, allora
non sono d’accordo.
Poiché in Europa ci sono fra
moschee e luoghi di culto 13.412
unità, in Italia 749 di cui 123 in
Lombardia (dati fermi al 2012,
pubblicati su un quotidiano nazionale) e recentemente un iman
ha spiegato: “Vogliamo piantare
la bandiera islamica in Europa”,
spero che le forze politiche locali e nazionali prendano in considerazione questa affermazione
prima che sia troppo tardi.
Ma poiché in democrazia il
popolo è sovrano, allora un referendum al proposito è la migliore decisione.
dr. Antoun Mechahwar
Siamo aperti anche
sabato 1 novembre
con una promozione speciale.
Ti aspettiamo!
venerdì 31 ottobre 2014
PARCO DEL SERIO
IL PRESIDENTE
DIMITRI DONATI
ILLUSTRA
IL PROGETTO EXPO,
CON INTERVENTI
VOLTI A MIGLIORARE
E INCREMENTARE
LA FRUIZIONE
DEL TERRITORIO,
LA RIQUALIFICAZIONE
DELLA STRADA
DEL MARZALE E
DELLA “FORRA FUGA”
A RIPALTA GUERINA
Significative azioni
nell’area cremasca
di ANGELO MARAZZI
I
l Cda del Parco del Serio ha in cantiere una serie di azioni sulle aree di
sua competenza nel tratto del fiume in territorio cremasco. Alcune già
da tempo in atto e a cui viene data continuità anche nel prossimo anno,
altre programmate per il 2015, come in specifico il Progetto Expo. Nel cui
ambito, con “Viaggio... sul Serio” – fa osservare il presidente Dimitri Donati – “sono previsti interventi mirati a migliorare e incrementare le possibilità di fruizione del territorio del Parco, attraverso il coinvolgimento
degli attori locali – quali l’amministrazione comunale di Crema e l’associazione Fiab-Federazione Italiana amici della bicicletta – nella manutenzione di arredi per le aree di sosta: piccole strutture porticate, staccionate,
segnaletica direzionale e comportamentale, bacheche informative”.
Attraverso il sito Internet del Parco, fa sapere, si svilupperanno azioni
di marketing territoriale. Verranno inoltre stampate cartine escursionistiche e una piccola guida d’ausilio alla scoperta del Parco; proposti itinerari
a tour operator e promosso il marchio dei prodotti agroalimentari del Parco e dei servizi ecosostenibili attuati all’interno dell’area protetta.
E in concomitanza con l’Expo sarà anche programmata una serie di
eventi culturali, escursioni, biciclettate e laboratori didattici.
Il Cda, riferisce sempre il presidente, ha poi confermato l’impegno a valorizzare la strada del Marzale, in collaborazione con i Comuni di Crema,
Madignano e Ripalta Arpina. La recente realizzazione del progetto degli
“Affacci panoramici” – la serie di punti di sosta dai quali poter osservare
e apprezzare le due valli del Serio e del Serio Morto e comprenderne l’evoluzione nei secoli – impone infatti che sia favorita la fruizione pubblica
di questo interessante percorso.
“Il Parco – assicura Donati – metterà a disposizione guide ambientali e
organizzerà eventi specifici, volti a promuovere la conoscenza dell’area e
offrire esperienze specifiche nel sito.”
Il presidente tiene a evidenziare inoltre le attività didattiche in corso
ormai da diversi anni al “Museo dell’acqua” di Casale Cremasco e proposte a tutte le scuole del territorio nel progetto di Educazione ambientale.
Si tratta di un “ampio ventaglio di attività, basate su laboratori didattico scientifici – spiega il presidente – svolte da personale del Parco, dalle
Guardie Ecologiche Volontarie e dagli esperti dell’Associazione didattica
museale di Milano, che organizza anche il calendario delle aperture del
fine settimana”. Che nel corso del 2015, saranno in tutto ben 14, tra cui
– in particolare – la prima domenica di ogni mese da aprile a ottobre, in
concomitanza con l’Expo. Dal momento che il centro Parco di Casale
è utilizzato anche come punto di interesse eco-museale dal quale poter
partire alla scoperta del territorio tramite escursioni da attuare sia a piedi
che in bicicletta. Motivo per cui è stato fra l’altro richiesto alla Galbani di
arretrare di un paio di metri la recinzione dell’impianto di depurazione,
attualmente esistente sulla sponda del fiume, per dare continuità verso
sud ai percorsi.
Il Parco, informa da ultimo il presidente, ha inoltre ottenuto dalla Regione Lombardia il finanziamento per realizzare un intervento di “manutenzione straordinaria e riqualificazione ambientale della forra Rio Fuga
in Comune di Ripalta Guerina”.
“Il progetto riguarda un ambito che, dal punto di vista morfologico, è di
grande interesse – spiega Donati – ma occupato da una vegetazione non
inclusa nelle essenze autoctone.”
Sulla porzione, già di proprietà comunale, della testa della forra Rio
Fuga – che sfocia poco più a valle nel corso principale del Serio – è già
stato realizzato dal Parco, puntualizza, un intervento di riqualificazione
con l’apertura di una lanca. Ora, anche grazie al concorso delle proprietà
private che su di essa si affacciano, a seguito della prevista dismissione del
depuratore comunale, si interverrà sulla rimanente asta della forra.
“Tutelare – tiene a precisare, concludendo, il presidente del Parco regionale del Serio – significa non solo mantenere l’esistente, ma anche operare per favorire le potenzialità di alcuni luoghi in passato abbandonati e
degradati dalla presenza di rifiuti o, come in questo caso, dalla presenza
di acque con carichi inquinanti, visto che la forra è il corpo recettore degli
scarichi del depuratore comunale.”
Il centro Museo dell’acqua
di Casale e il presidente
del Parco Serio Dimitri Donati
NUOVO CANILE: MA CHI LO POTRÀ GESTIRE?
La “Randagi si diventa” onlus ha forti preoccupazioni
S
ono iniziati i lavori per il nuovo canile
rifugio consortile nell’ex area di cantiere – lasciata libera dalla Carron ultimata
la riqualificazione del tratto di Paullese
Bagnolo-Dovera – a Vaiano Cremasco.
La realizzazione, come si sa, è stata assegnato in toto alla società patrimoniale
dei Comuni, compreso quindi anche l’affidamento della successiva gestione della
struttura, che dovrebbe essere pronta entro fine anno.
Proprio riguardo a questo la neo costituita associazione “Randagi si diventa”
– onlus cui al momento raggruppa una
quarantina di volontari, per la gran parte
impegnati in Enpa – ha inviato ai sindaci
una nota, in cui sulla base dell’esperienza
decennale maturata nella gestione giornaliera dell’attuale canile in piazza Croce
Rossa evidenziano alcune grosse criticità.
Relative sia al bando che alla nuova struttura, che è stata concepita in modo “minimale”: funzionale esclusivamente al contenimento dei costi e per niente alle funzioni
della medesima né al benessere degli animali ospitati. A partire dalle dimensioni
dei box, previsti di numero pari agli attuali
e ugualmente privi di un sistema di riscaldamento, che poteva essere alimentato –
fanno osservare – con l’eventuale installazione di un impianto a energia alternativa.
I componenti la nuova associazione
esprimono inoltre forti perplessità circa
il bando – che, fra l’altro i sindaci erano
tenuti a ratificare entro l’altro ieri – che
ritengono renda “molto difficile a qualsiasi soggetto, sia esso privato, pubblico o
di volontariato, partecipare alla gara per
occuparsi della nuova struttura”.
“Innanzi tutto – sostengono Giovanna
Bresciano, Silvia Cattaneo, Marco Di Ni-
Ferramenta
RISCALDATORI
ELETTRICI A
RAGGI INFRAROSSI
di G. DOSSENA
VAERRINMTEARNTAZEIOCNALE
®
LEAD
AMENTO
DEL RISCALD AROSSI
FR
A RAGGI IN
+ CALORE
+ RISPARMIO ENERGETICO
+ ECOLOGIA
– CONSUMI
– COSTI
+ AREA RISCALDATA
+ SICUREZZA
CREMA (CR) - Via IV Novembre, 33 - Tel. 0373.256236 - Fax 0373.256393
coli e Alessandro Perolini – per le imprecise richieste formulate nel bando stesso,
sia in ordine ai compiti che il gestore è
chiamato a ottemperare, sia soprattutto
alle garanzie e all’impegno economico richiesti.”
A fronte degli attuali costi complessivi
di gestione – intorno ai 160 mila euro l’anno – com’è pensabile, si chiedono, possa
essere presa in considerazione la proposta
economica inferiore del 60% prevista nel
bando? Caricando oltre tutto l’eventuale
nuovo gestore di onerose incombenze, alcune delle quali – fra l’altro – assolutamente non pertinenti a rigor di legge. E nella
puntuale analisi costi-spettanze del capitolato d’appalto i cinque evidenziano quali
aggravi di spesa la stipula della convenzione con veterinario/clinica per una reperibilità 24 ore, o la raccolta e invio alla ter-
A.M.
^
La casa: luogo di vita e di incontri solidali
BANDO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE
PER LA SELEZIONE DI 2 VOLONTARI DAI 18 AI 28 ANNI
^
dal 1923
I cinque rappresentanti della neo costituita
associazione “Randagi si diventa” onlus
modistruzione delle carcasse di cani non
solo della struttura, ma anche di proprietà
di privati; piuttosto che la ricerca dei proprietari, o garantire la reperibilità costante
per ricezioni 24 ore su 24, “di difficile attuazione, stante anche l’ubicazione periferica del canile” – che potrebbe oltre tutto
comportare il rischio, mettono in guardia,
di trovare cani e non solo, abbandonati legati alla recinzione –; o ancora l’attivazione di un presidio telefonico per almeno 7
ore giornaliere, per informazioni ai cittadini sull’attività del canile, che richiederebbe
più personale. In ordine al quale, fanno poi
osservare, non risulta nemmeno affatto
chiaro come l’appaltatore – Scrp – intenda
regolarsi rispetto al reimpiego degli attuali
5 dipendenti del canile.
Insomma, l’impressione dei componenti l’associazione “Randagi si diventa”
– che per farsi conoscere in città ha fatto
stampare, dando continuità a una tradizione, il nuovo calendario 2015, con immagini di cani ospiti dell’attuale struttura – è
che questo capitolato sia stilato con “scarsa conoscenza delle modalità previste
nella convenzione in essere, e manchi di
un approfondimento delle problematiche
quotidiane per poter migliorare, semmai,
la gestione”. E nutrono, anzi, grosse preoccupazioni, perché “a fronte di richieste
elevate – tra cui ad esempio anche l’acquisito di elementi riscaldanti e sostegno dei
costi di funzionamento degli stessi – viene
ridotto drasticamente il budget.
“Condizioni – osservano – che finiranno per determinare una gestione al ribasso, o mandare deserto il bando, lasciando
la nuova struttura inutilizzabile, in attesa
di una nuova più realistica formulazione.”
Fondazione Benefattori
Cremaschi Onlus
VOLTINI
Calore subito...
a basso costo
7
^
Per informazioni e contatti visita il nostro sito:
www.fbconlus.it
La Città
8
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
ISTITUTO PACIOLI
BOTTEGA DEI MESTIERI
Giovani: tirocinio
presso 9 aziende
UN’OPPORTUNITÀ FORMATIVA
E D’INSERIMENTO LAVORATIVO
di ANGELO MARAZZI
I
l progetto “Ricostruire attraverso i mestieri”,
finalizzato all’attivazione di percorsi di tirocinio per l’inserimento – o reinserimento – di
giovani in aziende, ha conseguito nel nostro territorio risultati molto positivi.
L’iniziativa, finanziata dal bando Botteghe di
mestiere, è stata promossa da Italia Lavoro – la
società operativa del ministero del Lavoro – e
attuata in ambito locale da Reindustria, ha coinvolto una decina di imprese operanti nei settori
metalmeccanico e degli impianti elettrici. Che
si son rese disponibili ad accogliere in azienda i
tirocinanti, accompagnandoli nella formazione
sul campo per un semestre.
“Come Reindustria – ha puntualizzato il direttore Alessandra Ginelli nell’incontro stampa di
martedì, a chiusura del progetto – abbiamo svolto un ruolo di facilitatore della messa in rete delle
aziende e offerto di questa opportunità per giovani in cerca di una prima esperienza lavorativa.”
L’iniziativa della Bottega di mestiere, “l’unica attivata nella provincia di Cremona”, ha
evidenziato la Ginelli – coadiuvata in questa
azione da Alice Dondoni – “era una sperimen-
Tra riconoscimenti
e premi internazionali
L’
Imprenditori e tirocinanti delle “Botteghe di mestiere”
nell’incontro finale di martedì a Reindustria
tazione voluta da Italia Lavoro, su indicazione
dell’Unione europea, che si sta preoccupando
con Garanzia Giovani di favorire l’inserimento
nell’attività produttiva entro un breve periodo
dalla fine del percorso scolastico”.
Il progetto, ha aggiunto Andrea Bergami, in
veste di consulente per conto di Italia Lavoro,
“ha dato la possibilità a 17 ragazzi, sull’ottantina di candidati, di fare tirocinio presso queste
imprese, in alcuni casi – pari a circa il 40% – trasformatosi in un inserimento lavorativo presso
la stessa azienda o in altra, avendo acquisito un
minimo di formazione. Tutti – ha aggiunto –
hanno comunque un curriculum più ricco”.
L’opportunità era offerta a giovani dai 18 ai
25 anni, inoccupati o disoccupati, a prescindere
se in possesso di titolo di studio o meno, purché
volonterosi e motivati ad apprendere, appunto,
un mestiere direttamente in azienda. Il progetto
prevedeva inoltre 40 ore di formazione trasversale, nell’arco dei sei mesi, su sicurezza, logistica... affidata a Servimpresa, l’azienda speciale
della Camera di commercio di Cremona. A
ogni tirocinante Italia Lavoro ha erogato una
“borsa” mensile di 500 euro, mentre alle imprese un contributo per la formazione di 250 euro.
L’esperienza è stata ritenuta positiva da alcuni dei titolari delle 9 aziende che hanno aderito
al progetto. A partire dall’ingegner Gianpaolo
Romanello, della Elex Italia, il quale ha assicurato ai giovani che “all’estero ci sono grosse
opportunità occupazionali e anche ben pagate:
basta sapere un po’ di inglese e avere voglia di
andare lontano”.
L’utilità del progetto – sia per i giovani di
formarsi sul campo, sia per le aziende di verificarne direttamente le capacità e deciderne
l’inserimento nell’organico – è stata confermata poi anche da Monica Denti della TICI Srl di
Montodine, Alberto Bellani della Bellani Fratelli carpenteria metallica di Castelleone, Federico
Bressanelli della Omb fresature e torniture di
Montodine, Simone Drera della X-On automazione industriale di Crema,
Silvia Valoti, coordinatrice dell’area occupazione e sviluppo economico di Italia Lavoro per
la Lombardia, nel rilevare che le imprese hanno potuto constatare che “formare i ragazzi in
azienda è un patrimonio del territorio”, ha osservato come i ragazzi “hanno non solo imparato un mestiere ma anche acquisito una crescita
personale”.
Tavole Cremasche: 2 edizione di Tortelli&Tortelli autunno
a
L
e Tavole Cremasche si apprestano
ad allestire la seconda edizione di
“Tortelli&Tortelli Autunno”; manifestazione alla quale collabora anche il nostro
settimanale. Come lo scorso anno la tensostruttura riscaldata in grado di ospitare fino
a 500 persone verrà innalzata nell’area di
Cremarena, presso il Museo Civico, con la
precisa volontà di valorizzare questa sede
ancora in parte non conosciuta dagli stessi
cittadini di Crema.
La manifestazione si terrà da giovedi 13
a lunedì 17 novembre prossimi, in concomitanza con la “Maratonina” che domenica 16 novembre richiamerà un gran numero di sportivi e spettatori da molte parti
fuori città. La collaborazione con gli organizzatori dell’evento è ormai consolidata.
La tensostruttura sarà aperta dalle 18,30
alle 24 e, domenica 16, anche a pranzo.
In menu, oltre agli immancabili tortelli
dolci, i classici della tradizione cremasca –
salva e tighe, salame, foiolo – e i tipici piatti
della stagione fredda: stracotto con polenta, crema di zucca, cotechino con pipetto.
Mentre per i bambini sono previsti: lasagne
e cotoletta con patatine.
Come nella scorsa edizione saranno i
pasticcieri cremaschi a preparare i dolci offerti nel menu: Spongarda, Treccia d’oro,
Mattonella del Duomo, Gagèt duls, Salame di cioccolato e altro ancora.
Anche stavolta sarà possibile scegliere
piatti da asporto e acquistare dolci e prodotti tipici. In concomitanza verranno infatti allestite bancarelle in collaborazione
col consorzio Made in Crema e altri produttori locali.
Durante tutta la manifestazione verrà organizzato da International Web Radio l’intrattenimento musicale e la presentazione
della serata conclusiva, che vedrà nuovamente un vincitore del concorso “Tortello
Bellobuono”.
Tra le iniziative previste, oltre al concorso – che quest’anno si svolgerà nel pomeriggio di lunedì 17, lasciando le ore serali
per la premiazione e l’intrattenimento –
anche una lotteria a premi, laboratori di
cucina per bambini e adulti e show cooking
delle ricette tradizionali da parte dei cuochi
delle Tavole Cremasche.
In occasione di questa manifestazione
verrà presentata inoltre la prima iniziativa
dell’associazione in memoria dell’amico
e collega Nicola Salatti, improvvisamente
scomparso questa estate: mercoledi 26 novembre verrà infatti organizzata una cena
di beneficienza a favore dell’associazione
“Etiopia e oltre”, di cui Nicola faceva par-
te, presso Villa Toscanini. La cena, preparata dai cuochi delle Tavole con la collaborazione degli amici pasticcieri, riproporrà
alcune delle ricette di Nicola.
Per tutte le informazioni utili, menu,
prezzi, collaboratori si rimanda al sito
www.tortellietortelli.it
Il concorso “Tortello Bellobuono” è
aperto a tutti coloro che desiderano cimentarsi con la propria ricetta dei tortelli,
facendo conoscere al pubblico le mille sfumature di un piatto tradizionale con radici
ormai antiche. Le candidature devono essere presentate entro le ore 24 di venerdì
14 novembre presso la trattoria Quin di
via Racchetti, il ristorante Ridottino di via
Alemanio Fino e la sede del Nuovo Torrazzo in via Goldaniga a Crema, o il palatortelli – da giovedì 13 – in Cremarena.
All’iscrizione verranno chiesti: generalità del singolo o del gruppo partecipante, lista scritta degli ingredienti e tempi di cottura, una campionatura di almeno 15 pezzi.
La finale si terrà lunedì 17 novembre, dalle 15, dove i concorrenti ammessi sono tenuti a portare 2 porzioni di tortelli e relativo
condimento, cucinarli e servirli alla giuria.
La premiazione è prevista nella serata di
lunedì 17, a partire dalle 21, con intrattenimento musicale.
Istituto di Istruzione superiore L. Pacioli di Crema
sta raggiungendo ottimi risultati;
in quest’ambito internazionalizzazione e innovazione tecnologica sono i due sostantivi che
meglio caratterizzano, nell’immaginario collettivo, l’identità
della scuola. La proiezione internazionale, l’apprendimento
linguistico di alto livello, accompagnato dall’uso diffuso della
tecnologia, della rete e della
nuvola, fanno del Pacioli una
scuola all’avanguardia nella ricerca didattica. Tanto da essere
considerata scuola leader nel
ristretto gruppo delle 21 scuole
d’Italia che il Ministero ha unito
a Firenze nella rete delle Avanguardie Educative.
I riconoscimenti per l’alto
livello di qualità raggiunto dal
Pacioli sono sempre stati numerosi. Ma il 23 e il 24 ottobre due
manifestazioni internazionali
hanno certificato, ancora una
volta, l’alta considerazione che
la scuola di Crema ha raggiunto anche al di fuori dell’Italia. E
sono stati riconoscimenti e premi ottenuti pressoché contemporaneamente proprio nei due settori che caratterizzano l’identità
del Pacioli: l’internazionalizzazione e la tecnologia al servizio
della didattica.
Il primo riconoscimento è sta-
to assegnato il 23 ottobre durante la Conferenza Internazionale
Certilingua 2014. È una conferenza annuale, che coinvolge la
maggior parte degli Stati europei
e che, quest’anno, era organizzata in Italia dal Ministero dell’Istruzione e dalla Regione Lombardia. Serve per fare il punto
sullo stato dell’apprendimento
linguistico nei vari Stati europei
e per premiare le eccellenze, per
i risultati raggiunti dagli studenti di ogni nazione. Quest’anno,
per iniziativa del Ministero, la
Conferenza Internazionale ha
voluto premiare anche i migliori
progetti di internazionalizzazione delle scuole, riconoscendo
un certificato di eccellenza ai
dirigenti degli Istituti che questi
progetti di eccellenza hanno realizzato negli anni. È così che
all’ex preside del Pacioli, Giuseppe Strada, è stato assegnato
un ‘Attestato di eccellenza per
la carriera dirigente (Certicareer
2014)’(una specie di Oscar alla
carriera), per “la promozione
dell’insegnamento qualitativo
delle lingue e culture straniere”.
Per una casualità di concomitanze, un altro premio è stato
assegnato alla scuola il giorno
successivo, 24 ottobre, presso
la Fiera di Milano, allo SMAU,
come abbiamo riferito sul nostro
giornale la scorsa settimana.
CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE:
prosegue la campagna di sensibilizzazione
P
roseguono le attività avviate, grazie al finanziamento regionale,
lo scorso mese di marzo, durante le celebrazioni dedicate alla
donna.
“L’auspicio – sottolinea l’assessore Paola Vailati – è una riflessione comunitaria che porti alla modifica dei comportamenti sociali.”
Ai corsi di formazione, ai numerosi incontri e dibattiti svoltosi,
l’amministrazione comunale ha deciso di affiancare una campagna
di sensibilizzazione, silenziosa, ma ben visibile ai cittadini che vivono
la comunità e i suoi spazi.
In questi giorni tra bar e locali pubblici sono state distribuite centinaia di bustine di zucchero che riportano messaggi di non violenza.
Un segnale chiaro, che vuole ricordare a tutti come la prepotenza sia
sempre da combattere e denunciare.
A questa seguirà presto la distribuzione di sottobicchieri di cartone
con frasi o citazioni che richiamino l’attenzione sulla stessa tematica.
“La nostra scelta è ricaduta su oggetti del quotidiano, della vita
urbana cittadina, che andiamo incontrando nei luoghi pubblici. Proprio perché il pubblico, la comunità, l’unione – spiega – rappresentano un punto di forza, una risposta alla violenza. Di qualsiasi tipo
essa possa essere. L’isolamento, il segreto, non è la soluzione a un
problema che non va mai risolvendosi da solo.”
“Abbiamo scelto di carpire l’interesse delle persone nei momenti di
pausa: durante la chiacchiera al bar, il momento del caffè. Questo per
cogliere l’attenzione e creare, attraverso una riflessione, una consapevolezza che possa maturare nel tempo giungendo a una opposizione
sociale contro ogni violenza di genere”, conclude l’assessore Vailati,
illustrando l’iniziativa e ringraziando la collega di Giunta Morena
Saltini, precedente titolare della delega alle Pari Opportunità, che ha
dato il via al progetto del bando “Progettare la Parità” in cui rientra
la distribuzione di gadget.
COLORIFICIO DOSSENA PONTE SERIO
Via Stazione, 50 CREMA • Tel.
SABATO
8
0373 31431 [email protected]
novembre 2014
DIMOSTRAZIONE GRATUITA:
Pitture per l’edilizia e l’industria -Hobbistica - Belle arti - Bricolage
Vi aspettiamo
numerosi!
9
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
Galleria
CHIUSURA
PER IMMINENTE
d’arte
TAPPETI ORIENTALI
70%
NUOVI, VECCHI E ANTICHI
CON SCONTI
FINO AL
Tappeti periziati
dal perito del Tribunale
NOVEMBRE
E DICEMBRE
APERTO
ANCHE LA
DOMENICA
POMERIGGIO
TANTISSIMI TAPPETI A PREZZO DI SOTTOCOSTO
TABRIZ vecchio (Persia) - Dim. 300x200 € 1.800
€ 750
TO
SOTTOCOS
VERAMIN (Persia) - Dim. 200x200
KASAK antico SHULAVAR
Caucaso Russia fine ’800 € 3.900
Dim. 160x130
€ 1.850
€ 550
TO
SARUK antico, fine ’800 (Persia)
Dim. 150x100
SOTTOCOS
€ 1950
BELUCISTAN vecchio - Dim. 140x0,90 € 190
GABBEH KASHKULI fine (Persia) - Dim. 200x140
GABBEH KASHKULI fine (Persia) - Dim. 160x120
€ 1.300
€ 980
€ 90
€ 1.350
€ 1.200 € 500
PATCH WORK vecchio (Persia) - Dim. 250x170 € 2.700
HERIZ vecchio (Persia) - Dim. 180x124
ENGELAS vecchio (Persia) - Dim. 200x140 € 950
PASSATOIE (Persia) - Dim. 300x80
DA
€ 380
€ 250
KASHAN vecchio (Persia) - Dim. 240X150 € 1.500
FERAHAN EXTRA - Dim. 250x200 € 2.800
€ 650
€ 450
€ 680
€ 1.250
€ 870
€ 1.900 € 450
HERIZ vecchio (Persia) - Dim. 300x200 € 1.900
HERIZ vecchio (Persia) - Dim. 200x150
CREMA via Forte, 21 (dietro il Duomo) Tel. 0373 85543
orario: 10-12,30 e 16-19,30
10
La Città
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
PRESENTAZIONE A SANTA MARIA
DOMENICA 9 NOVEMBRE
Gornj Vakuf:
semi di pace
Rete di Cure Palliative:
Il momento del ricordo
I
IL GRUPPO CREMASCO SEMPRE
ATTIVO IN BOSNIA ERZEGOVINA
di GIAMBA LONGARI
“I
l prezzo della pace è la fatica del perdono”.
Sta in questa frase del Santo Padre Giovanni Paolo II il fondamento su cui poggia l’azione
umanitaria del gruppo cremasco Gornj Vakuf
1993 onlus e della Fondazione Fabio Moreni onlus
di Cremona, da anni impegnate per aiutare e sostenere le popolazioni della Bosnia Erzegovina,
prima dilaniate dalla guerra e oggi ancora strette nella morsa della miseria e della distruzione
– materiale e anche morale – che il conflitto ha
lasciato. Non dimenticare è un dovere, sostenuto da una certezza: dove ci sono tracce di dolore
e morte, possono sempre germogliare semi di
speranza e di pace.
Attivo da parecchio tempo, il gruppo Gornj
Vakuf 1993 onlus s’è presentato la sera di martedì 27 ottobre a Santa Maria della Croce, presso
la Casa del Pellegrino. A far gli onori di casa, in
mezzo a tanti amici, il presidente Pino Doldi:
è lui che ha fortemente voluto il gruppo, è lui
che per anni – durante la guerra – ha portato
aiuti nell’ex Jugoslavia. “La nostra associazione
– ha spiegato, emozionato, lo stesso Doldi – è
nata per commemorare Fabio Moreni, Sergio
Lana e Guido Puletti, i tre volontari lombardi
assassinati il 29 maggio 1993 mentre cercavano
di raggiungere Zavidovich, per scaricare generi
di prima necessità alla popolazione affamata e
sofferente. Gornj Vakuf è un luogo di frontiera,
al tempo del conflitto un centro nevralgico per il
passaggio dei convogli umanitari che cercavano
di raggiungere il nord della Bosnia Erzegovina
dilaniata dalla guerra fratricida”.
Solo per un soffio, quel 29 maggio 1993, il
destino di Pino Doldi ha avuto un esito diverso
da quello dei suoi tre amici sequestrati e poi assassinati: il suo furgone, infatti, era incolonnato
nello stesso convoglio.
“Per noi – ha aggiunto il signor Doldi – ‘Gornj
Vakuf 1993’ è un nome legato al passato, alla
memoria di persone straordinarie che abbiamo
voluto commemorare creando questo gruppo.
Nel nome di Fabio, Sergio e Guido, quindi, la
nostra associazione si prodiga per portare aiuti e generi indispensabili per i bambini, oltre a
medicinali specifici su richiesta degli ospedali di
Sarajevo, Tuzla e Mostar. Inoltre, insegniamo la
lingua italiana e facciamo attività d’animazione nei diciotto campi profughi della zona. Solo
quest’anno, siamo stati laggiù già otto volte”.
MIOBUS
Anche per San Michele,
Zappello e Bolzone
L’assessore Fabio Bergamaschi
IL SERVIZIO
EXTRAURBANO
AVVIATO
PER AGEVOLARE
I COLLEGAMENTI
DURANTE I LAVORI
DI RIFACIMENTO
DEL SOVRAPPASSO
DELLA TANGENZIALE
Golf: tante gare al Podere
S
Pino Doldi e Giancarlo Rovati durante l’incontro
ul green del Golf Crema Resort è andata in scena la ‘Golf italiano Winter Cup race to Turchia’, 18 buche Stableford per
tre categorie e nc, che è stata giocata sul percorso Mummy. Nel
Lordo, vittoria dello junior Marco Gramuglia del Garda Golf.
Primo Netto per lo stesso Gramuglia, davanti a Ermes Silvestri
del Golf Club Crema. Nella Seconda categoria, invece, la palma
del migliore è stata appannaggio di Filippo Vogelezang del Golf
Club Il Torrazzo.
A seguire si è disputato il Campionato interprovinciale, competizione a 18 buche Medal. Nel Lordo Stableford doppietta degli atleti del Golf Club Crema, con Jacopo De Micheli che ha
preceduto Marco Gnalducci. Nella Prima categoria Netto Medal, Marco Gramuglia si è rifatto superando De Micheli.
Lorenzo Cipelletti del Golf Club Terre del Po ha trionfato nella Seconda categoria davanti a Graziano Gentili del Golf Club
Crema. Nella Terza categoria, infine, c’è stato spazio sul podio
per Carlo Omini e Fabio Todisco del Golf Club Crema. Alla gara
hanno partecipato 61 atleti.
In conclusione si è giocata la seconda tappa della ‘Double race
to Marrakech’, 18 buche Stableford per categoria unica, 4 palle
la migliore a coppie, aperta ai nc. Nella Prima categoria Netto
hanno trionfato Albertina Pavesi e Simone Michelotti. Nel Lordo, invece, i cremaschi Gnalducci-Barbieri hanno messo in fila
Pallavicini-Agati e Pavesi-Michelotti.
L’attività agonistica sul green di Ombrianello prosegue domani con la terza tappa della ‘Double race to Marrakech’, gara a 18
buche Stableford per categoria unica, 4 palle la migliore a coppie,
aperta ai nc. Domenica sarà la volta della ‘Golden four winter by
Cristian Events’.
dr
L
Per il 2015 il gruppo Gornj Vakuf 1993 onlus
ha programmato la realizzazione di un orto
umanitario di 1.100 metri, unitamente all’organizzazione – a fine maggio – di un viaggio
di cinque giorni con tappe a Srebrenica, Zavidovich (con visita e benedizione alle lapidi che
ricordano i tre volontari uccisi), Sarajevo (dove
è previsto l’incontro con il primate di Bosnia
Erzegovina, il cardinale Vinko Puljic), Mostar
e Medjugorje. Dal 1° al 12 agosto, invece, l’animazione nei campi profughi.
Durante l’incontro di lunedì a Santa Maria è
intervenuta anche Dajana, oggi 23enne e da 19
anni in Italia, salvata dagli orrori della guerra da
Doldi e da altri volontari. A seguire gli interventi di Giancarlo Rovati, presidente della Fondazione Fabio Moreni onlus di Cremona e di Davide
Pagliarini, fondatore e presidente del Gruppo
Fabio Moreni di Soncino-Gallignano: entrambi
hanno portato la loro esperienza e ricordato il
valore del sacrificio compiuto dai tre volontari
uccisi. Prima della benedizione impartita da padre Lucio, il saluto di Paola Freddi, presidente
della Casa di Ale: sostenuta anche da Pino Doldi, accoglie donne in difficoltà e sta per avviare
un progetto d’inserimento lavorativo.
unedì ha preso avvio il servizio Miobus che Crema mette
a disposizione del Comune di
Ripalta Cremasca per agevolare i
collegamenti in seguito ai disagi
alla mobilità causati dai lavori
di rifacimento del sovrappasso
della tangenziale, integrativo
rispetto al servizio di linea svolto
da Star.
Il servizio – che funzionerà
fino al 31 dicembre prossimo,
o fino al termine dei lavori del
nuovo sovrappasso – non può
essere prenotato se, 20 minuti
prima o dopo l’ora richiesta, c’è
già una corsa della linea.
Le nuove fermate del Miobus
extraurbano sono: a Bolzone e a
Zappello agli ingressi dei rispettivi abitati, sulla strada provinciale
54, che nel tratto prende la denominazione di via De Gasperi;
mentre a San Michele in piazza
Chiesa.
Per usufruire del servizio
occorre la prenotazione al 800
134 746 e 0373 204012 entro le
ore 17 del giorno precedente al
viaggio e il sabato entro le 11.
Non può essere effettuata la prenotazione via e-mail e ricevere
la conferma del servizio tramite
SMS. La centrale operativa è
attiva dal lunedì al venerdi, dalle
8.45 alle 12.30 e dalle 14.30 alle
18.30; il sabato dalle 8.45 alle
12. E darà conferma della prenotazione entro le 18.30 dal lunedì
al venerdì, ed entro mezzogiorno il sabato.
L’operatore chiederà al
cliente: il codice utente – che
viene attribuito alla prima
prenotazione e resta poi valido
per le successive – la fermata
di partenza e di arrivo (numero
civico o nome della fermata) e
l’orario di partenza o di arrivo
desiderato.
La tariffa è la A1 per tutte e tre
le località – Bolzone, Zappello e
San Michele – per cui il biglietto
venduto a bordo costa 3 euro.
Ulteriori informazioni sono
possibili consultando il sito:
www.autoguidovie.it.
“È un gesto di attenzione
nei confronti dei residenti del
Comune di Ripalta Cremasca,
penalizzati dai lavori di rifacimento del sovrappasso della
tangenziale – commenta l’assessore alla Viabilità del Comune
cittadino, Fabio Bergamaschi
– ma anche un’agevolazione per
chi vorrà scegliere per i propri
spostamenti, da e verso la città,
i mezzi di trasporto pubblico
rispetto all’auto privata.”
NUOTO: Gam Team Crema, s’inizia bene
N
on poteva andare meglio l’apertura della stagione agonistica
2014/15 della squadra Master di coach Muletti che nell’ambito
del 14° Trofeo Città di Verolanuova di domenica scorsa, di fronte ai quotatissimi squadroni presenti (Brescia, Cremona, Treviglio, Trento) e
nonostante i pochi allenamenti nelle braccia, ha subito fatto il pieno
di medaglie e di buoni piazzamenti. Nella vasca corta dell’impianto
verolese gli atleti cremaschi hanno saputo dire la loro. In mattinata,
ad aprire le “vasche” sono state le batterie dei 100 stile, dove Francesco Benelli ha stampato un 1.01.94
che gli ha fruttato il terzo grandino
del podio, seguite dalle serie dei
50 rana dove Sofia Poletti portava
a casa la medaglia di bronzo con
0.45.02; nel prosieguo di gara una
squalifica per una discutibilissima
falsa partenza a carico di Abele
Viviani.
Nella tarda mattinata ancora
cremaschi sul podio, nella breve distanza dei 50 stile Elena Alloni con
una gara in rimonta segnava un buon 0.41.87, suo migliore di sempre e
che le regalava il bronzo aprendo la strada a Mauro Fortini che caricatosi in camera di lancio sparava un 0.27.35 con un secondo posto assoluto. Da segnalare infine gli incoraggianti risultati di Filippo Dell’Uomo nei 50 ra 0.43.52 e 50 sl 0.34.49, Alessandra Losio che si cimentava
per la prima volta nei 50 do con 1.04.55 (quarta), Cesare Delfini che nei
50 sl e fermava il tempo in 0.35.73 e, ancora, un inesauribile Francesco
Benelli con 0.31.45 nei 50 farfalla, dai quali ci si aspettano miglioramenti già dalla prossima manifestazione.
Soddisfatto il coach Muletti: “Siamo alla prima gara dell’anno, la
condizione non è ancora quella ottimale, ma vedo i miei ragazzi già
carichi, il clima è molto positivo e con queste premesse confido di poter
regalare alla società e ai miei atleti delle ottime soddisfazioni”.
familiari delle persone che sono state assistite a domicilio e in
Hospice dalla Rete delle Cure Palliative, si ritroveranno insieme
domenica 9 novembre, alle ore 15.30, per vivere Il momento del ricordo. L’appuntamento è presso la chiesa parrocchiale di Ombriano per la santa Messa, cui seguirà un piccolo incontro conviviale:
tutti sono invitati, unitamente ai medici, agli operatori e ai tanti
volontari della Rete – ospedaliera e della Fondazione Benefattori
Cremaschi – e dell’Associazione cremasca Alfio Privitera.
“Questo per noi è un momento importante – puntualizza il
dottor Sergio Defendi, direttore facente funzioni dell’Unità operativa di Cure Palliative dell’Ospedale Maggiore di Crema – utile
per ritrovare persone che, dopo la fase assistenziale nelle case o in
ospedale, poi perdiamo un po’ di vista. Noi, infatti, entriamo nelle
abitazioni dei malati terminali e facciamo un servizio di accompagnamento e assistenza legato al ‘fine vita’ che, inevitabilmente, si esaurisce. Il momento del ricordo, un’iniziativa bella e ormai
consolidata, è un modo per dare continuità al percorso-incontro
avviato con i familiari del malato in un periodo delicato e difficile
dell’esistenza: noi diamo assistenza, ma la relazione umana non
si esaurisce e, incontrandoci, possiamo condividere tutti insieme
(operatori e famiglie) un’esperienza vissuta”.
L’avere alle spalle un momento di dolore e di sofferenza genera
inevitabilmente delle emozioni, ma il ritrovarsi con altre persone
aiuta ad aprire un’ottica diversa sul futuro. “Per noi delle Cure Palliative – rileva il dottor Defendi – conclusa la fase di assistenza vera
e propria, incontrare in amicizia i parenti dei pazienti rappresenta
anche un’opportunità di verifica sul dopo, su come le cose sono
andate e come le famiglie hanno metabolizzato l’esperienza della
malattia e del distacco. Per noi medici, operatori e volontari, l’incontro è pure un modo per dire ‘c’eravamo prima, ma ci siamo
anche adesso’ nel vissuto quotidiano delle persone”.
La Rete di Cure Palliative – una realtà profondamente radicata
nel nostro territorio, apprezzata da tutti anche oltre i confini provinciali e regionali – segue e cura annualmente circa 450 pazienti,
di cui 300 a domicilio e 150 all’Hospice presso il Kennedy in via
Matteotti a Crema: numeri importanti, che racchiudono soprattutto un aspetto umano non trascurabile.
Giamba
REGIONE: non a rischio chiusura il “S. Marta”
I
n relazione alla notizia, circolata nei giorni scorsi, di un rischio che
l’ospedale Santa Marta” di Rivolta d’Adda possa chiudere in seguito ai tagli nella Legge di Stabilità, il consigliere regionale del Nuovo
Centrodestra, eletto nella nostra circoscrizione provinciale, Carlo
Malvezzi, rassicura: “Non mi risulta che, a oggi, la struttura sanitaria di Rivolta d’Adda sia a rischio di chiusura,
né che circoli un elenco di presidi minori che
potrebbero essere soppressi. Maroni si è detto
fiducioso, la manovra dovrà cambiare”.
“Il Nuovo Centrodestra – evidenzia – ha già
provveduto a sensibilizzare i suoi rappresentanti nel Governo e ha raccolto, in Lombardia, l’adesione di tutti i gruppi consiliari alla
mozione sull’utilizzo dei costi standard con
indici di efficienza, presentata al tavolo StatoRegioni. Non serve alimentare spauracchi –
aggiunge – ma avviare un percorso deciso che
porti all’adozione dei costi standard nella ri- Carlo Malvezzi
partizione dei fondi alle Regioni. La Lombardia lo chiede da anni ed è tornata a farlo per evitare gli assurdi tagli
lineari previsti nella Legge di Stabilità, che ci vedrebbero mancare
quasi un miliardo di euro di risorse.”
“Voglio ricordare – ribadisce Malvezzi – che le Regioni sono a
oggi le istituzioni pubbliche che hanno subito i maggiori tagli. La nostra disponibilità a rendere ancor più efficiente la spesa c’è, ma farlo
con tagli indiscriminati sarebbe iniquo verso chi ha applicato politiche virtuose, come la Lombardia, oltre che improduttivo nell’erogazione dei servizi. Gli esponenti politici che fin qui si sono stracciati
le vesti – conclude – orientino la loro indignazione verso chi sta portando avanti una politica di tagli indiscriminati e attivino le dovute
pressioni politiche per evitarla. Se la Legge di Stabilità sarà approvata
così com’è, sarà inevitabile una ricaduta sui servizi.”
I cioccolatini benefici di Airc
D
al 3 al 9 novembre – anche nel Cremasco – ecco l’appuntamento promosso dall’Associazione Italiana per
la Ricerca sul Cancro per informare l’opinione pubblica sui
risultati ottenuti nei laboratori e raccogliere fondi con iniziative sui media e sul territorio per finanziare progetti dedicati
al percorso di crescita di giovani ricercatori italiani di talento.
Uno degli appuntamenti più golosi è quello con “I Cioccolatini della Ricerca” in distribuzione nelle città sabato 8
novembre. Con una donazione di 10 euro è possibile sostenere il lavoro dei ricercatori che si battono per migliorare la
curabilità del cancro e ricevere dai volontari AIRC un’elegante confezione di cioccolatini, creata appositamente da Lindt
che ne garantisce la qualità. Insieme a 200 grammi di cioccolato, viene distribuita una preziosa guida con informazioni
utili sulla prevenzione, la diagnosi e la cura del cancro. Che
i golosi si rassicurino! Il cioccolato non è un vizio, sempre se
non si esagera.
In particolare il cioccolato fondente contenente come minimo il 70 per cento di cacao è stato inserito dall’American
Institute for Cancer Research tra i cibi protettivi contro i tumori, perché ricco di flavonoidi e con proprietà antiossidanti.
Senza esagerare può far parte di una dieta sana ed equilibrata.
È infatti ricchissimo di polifenoli: un solo quadratino di cioccolato nero ne contiene due volte più di un bicchiere di vino
rosso e altrettanto di una tazza di tè verde.
Negli ultimi anni sempre più crescente è, dunque, l’interesse verso il cacao quale agente terapeutico e preventivo nei
confronti del cancro. Per trovare “I Cioccolatini della Ricerca” si può visitare il sito www.airc.it, oppure rivolgersi al
numero verde 800 350 350.
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
FORZA ITALIA
CONSIGLIO/1
Modifica al piano
opere pubbliche
DIVERGENZE SUGLI INTERVENTI
DI MANUTENZIONI ALLE “VAILATI”
di ANGELO MARAZZI
A
ll’ordine del giorno del consiglio comunale cittadino, lunedì, un unico punto
strettamente amministrativo: la modifica
al programma delle opere pubbliche, resasi
necessaria a seguito del “ripescaggio” della
richiesta dell’amministrazione sul bando
#scuolesicure e la concessione di un contributo – “giunto quale gradita sorpresa”, ha
sottolineato l’assessore Fabio Bergamaschi
– di 189 mila euro da parte del Governo. Un
finanziamento “aggiuntivo”, che consentirà
di completare in modo ancor più significativo gli interventi di manutenzione e messa in
sicurezza previsti sul plesso delle Scuole medie Vailati e per i quali era stato già ottenuto
– sul bando #scuolenuove – lo sblocco del patto di stabilità per 450 mila euro nel biennio:
230 mila nel 2014, da destinare all’edificio
ex Folcioni; e 220 mila nel 2015, per lavori
sul corpo centrale dell’istituto.
I consiglieri di minoranza del centrodestra hanno espresso forti riserve sulla scelta,
motivando il successivo voto contrario.
“State certificando come questa amministrazione non abbia voluto sostenere il progetto di razionalizzazione della Provincia di
Cremona”, ha stigmatizzato Antonio Agazzi, di Servire il cittadino. “Quella progettualità – ha rammentato – prevedeva di unificare
le attuali tre sedi del liceo Racchetti nella
nuova a San Bartolomeo, liberando le ex
Magistrali in cui avrebbero trovato adeguata
allocazione le Vailati; ma anche di dotare lo
La TASI: “tassa odiosa
e iniqua, da togliere”
F
L’assessore Fabio Bergamaschi, nel consiglio di lunedì,
mentre illustra le modifiche al piano delle opere pubbliche
Sraffa delle cucine e una palestra a servizio
di altri istituti limitrofi.”
Un’opportunità persa per inseguire il “riutilizzo in termini scolastici della struttura
lasciata incompiuta dalla Charis” all’ex cascina Valcarenga, “non solo per motivi ideologici, ma per interessi di altra natura sulle
volumetrie delle aree attigue, che scattano se
resta confermata la destinazione di questa”,
ha sostenuto esplicito.
“Con questo intervento – ha incalzato Laura Zanibelli, di Ncd – non si dà soluzione che a una sola parte dell’edificio
delle Vailati, perché le dimensioni delle
aule nell’ex Folcioni sono inadeguate. E il
dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale
aveva accettato l’utilizzo solo in vista della
soluzione prospettata dalla Provincia.”
Da parte sua Simone Beretta di FI, nel
dare atto che la situazione dei Comuni è
quella che è, ha contestato all’amministrazione “l’incapacità di fare scelte ormai ineludibili, come vendere le farmacie, per poter
realizzare almeno delle buone manutenzioni e mantenere decorosa la città”.
Quanto al voler insistere sul riutilizzo
della scuola di CL, ha pronosticato che la
struttura incompiuta “finirà per quattro lire
in mano a chi la terrà in attesa che qualcuno
cambi la destinazione d’uso”.
Perplessità condivise anche dal capogruppo dei 5 Stelle, Alessandro Boldi, che ha
rammentato come “nel 2016 scadranno le
convenzioni e quell’area resterà inutilizzata,
come purtroppo già diverse altre in città”.
La Città 11
Di parere diverso il capogruppo del Pd
Gianluca Giossi, il quale ha liquidato come
“pretestuose” le critiche mosse dalle minoranze. Mentre la collega di partito Teresa
Caso ha rilanciato l’accusa – che ha irritato
fortemente la Zanibelli – di “una grande responsabilità di chi ha permesso di incassare
un milione di euro dalla Regione ai signori
della Charis”. Chiedendo inoltre se fosse poi
così ponderata la scelta di trasferire le Vailati nelle ex Magistrali, concentrando tutte
le scuole medie in una sola zona della città.
Così come mettere diversi istituti superiori
in via Libero Comune, creando grossi problemi alla viabilità.
In sede di dichiarazione di voto, Beretta
ha tenuto a precisare che “il milione della
Regione, se non a Crema sarebbe andato da
un’altra parte, ma sempre su una scuola paritaria, perché erogato da quel fondo”.
Mentre Agazzi ha voluto ricordare che la
concentrazione di scuole a San Bartolomeo
“son state realizzate dalle giunte provinciali
di Corada e Torchio” e che il progetto del
nuovo Racchetti nell’area attigua a Sraffa
e Munari, proposto dalla giunta Salini, ha
avuto il voto favorevole degli allora consiglieri provinciali del Pd Agostino Alloni ed
Eugenio Vailati.
A favore della modifica del Piano delle
opere hanno quindi votato tutti i 14 consiglieri della maggioranza, mentre i 5 delle
minoranze di centrodestra si sono espressi
contro e 3 – il leghista e i due pentastellati –
si sono astenuti.
orza Italia cittadina si scaglia decisa contro l’amministrazione comunale, a prescindere di “dove andrà o come finirà il partito a livello nazionale”, sottolinea con autoironia il
coordinatore Enzo Bettinelli.
“La Tasi – osserva – è una tassa odiosa e ancor più inaccettabile, in particolare, sulla prima casa, perché appartiene ai
sacrifici veri delle famiglie.”
“Oltre tutto il settore edile è in estrema difficoltà ed è, fra
l’altro, quello intorno a cui ruota gran parte dell’economia del
Paese. E non si può certo pensare – aggiunge – di far riprendere gli investimenti se la tassazione sul bene casa continua a
crescere.”
Bettinelli ha tenuto a sottolineare “l’assoluta mancanza di
fantasia dell’amministrazione, che per far quadrare il bilancio
ha saputo solo applicare al massimo del 3.3 per mille previsto
dalla legge la cosiddetta tassa sui servizi; di fatto una patrimoniale a tutti gli effetti, che si somma a tante altre mini patrimoniali come gli aumenti dell’IVA e delle accise che massacrano
i consumi, o la tassa sul risparmio gestito per finanziare parte
degli 80 euro di squisito sapore elettorale”.
Mentre Beretta, nel definirla una “scelta ragionieristica,
priva di strategie alternative sia amministrative che politiche”, ha messo in guardia, che “sta privando tante famiglie
del necessario per una vita decorosa”. Auspicando, di contro,
una “politica della tassazione più equa, ovvero che uno paghi
rispetto a ciò che ha”, ha chiosato con una battuta caustica:
“Ma è questo che vuole la maggioranza di centrosinistra: il
suicidio creativo della gente?”.
Nell’attuale situazione, ha osservato ancora Bettinelli, “certi servizi il Comune non è più in grado di sostenerli e l’amministrazione deve avere il coraggio di tagliarli”.
“Non basta che il sindaco Bonaldi vada a Roma a sparare
contro Renzi – ha osservato – mettendolo davanti alle sue responsabilità, che sono tante. Si assuma le sue che non sono
poche. Metta mano alla politica sociale facendo pagare chi
può permettersi di farlo.”
E Beretta gli ha fatto subito eco, richiamando “il caso delle
insolvenze relative alle case comunali per oltre 300 mila euro,
che non è tollerabile”.
“Non è credibile quando attacca Renzi – hanno sostenuto
concordi – perché dalle nostre parti ha dimostrato, nei suoi
oltre due anni alla guida della città, di fare anche peggio.”
E Bettinelli incalza sulle risorse mal spese, rammentando i
recenti richiami fatti dai revisori dei conti: “è la prima volta
nella storia del Comune di Crema, che un’amministrazione
sia criticata così da chi ha lei stessa nominato”.
A.M.
Consiglio/2: commemorato il dottor Camillo Lucchi
L
a riunione di consiglio di lunedì è stata aperta
dal presidente dell’assemblea Vincenzo Cappelli
con la “doverosa commemorazione per il compianto
dottor Camillo Lucchi”. Nell’esprimere la “corale
riconoscenza a un cittadino che ha onorato questa
terra con un impegno in amministrazione ma anche nella professione come medico di base”, ha evidenziato i tratti distintivi di persona buona e mite,
incline al dialogo e alla mediazione. Declinati in
modo esemplare nella sua esperienza di apostolato
laicale: come presidente diocesano della Giac-Gioventù di Azione Cattolica e cofondatore della Fuci,
ma anche nell’impegno pluridecennale come consigliere comunale in aula degli Ostaggi e poi nell’assemblea regionale, di cui è stato vicepresidente.
Oltre che nella funzione di presidente degli allora
Istituti di Ricovero, esercitata a titolo gratuito.
Il grande spirito di servizio e la sollecitudine del
dottor Lucchi son stati rimarcati anche da Antonio
Agazzi. Il quale ha tenuto a puntualizzare come pur
essendo stato “antifascista e altrettanto convinto
anticomunista”, la sua propensione alla coesione
l’abbia portato ad avere rapporti di stima con gli avversari politici di entrambi gli schieramenti.
È stata poi affrontata la mozione presentata da
Emanuele Coti Zelati, di Sel, in merito al Protocollo legalità per contrastare infiltrazioni mafiose negli
appalti. Iniziativa condivisa da tutti in linea di principio, ma che – stante la complessità della materia
– è stato concordato di procedere in una “conferenza
di settore” all’elaborazione del documento da sottoporre all’esame della commissione Regolamenti e
quindi all’approvazione del consiglio.
Mentre la successiva, sempre di Coti Zelati, in
merito al disastroso servizio della linea ferroviaria
Cremona-Treviglio-Milano, a fronte di una serie di
emendamenti presentati dal 5 Stelle Christian Di
Feo, è stata rinviata al prossimo consiglio, anche
per l’impossibilità del proponente a vagliare eventuali modifiche al testo, essendo stato colto da improvvisa indisposizione.
A.M.
COLDIRETTI
Gruppo Pensionati
al rinnovo cariche
I
l presidente uscente Giovanni Rota ha “lanciato” le assemblee zonali dell’associazione provinciale Pensionati Coldiretti Cremona. “Abbiamo
condiviso anni di grande impegno, grande lavoro,
operando sempre al fianco della nostra federazione e della nostra organizzazione, per tutelare e
valorizzare i diritti dei pensionati e per portare il
nostro contributo all’azione di Coldiretti, a difesa
di tutte le imprese agricole e della nostra agricoltura”, ha sostenuto con forza, aprendo martedì
mattina, presso la sede di Crema, le consultazioni
nell’area cremasca.
“Abbiamo lavorato con grande passione e convinzione. E così la nostra associazione deve continuare a fare”, ha incitato suscitando l’applauso di
piena adesione da parte degli associati.
Il passaggio nelle assemblee di zona è finalizzato
all’elezione dei delegati che costituiranno l’assemblea provinciale. Che sarà chiamata a introdurre le
modifiche statutarie e a proseguire nel rinnovo delle cariche sociali, con l’elezione del nuovo Consi-
L’assemblea di mercoledì nella sede di Crema
glio direttivo e presidente provinciale per i prossimi
quattro anni, ovvero fino al novembre 2018.
Gli interventi nelle assemblee del presidente di
Coldiretti Cremona Paolo Voltini e del direttore Tino Arosio – presenti accanto ai segretari di
Zona, al referente provinciale del Patronato Epaca
Damiano Talamazzini e alla segretaria dell’associazione Maria Luisa Parmigiani – hanno evidenziato il valore e la stima per una realtà, quella
dei pensionati Coldiretti, che è “portatrice sana”
di esperienza e di saperi da trasmettere alle nuove
generazioni, ma anche di uno spirito di sacrificio
e di solidarietà che da sempre rende l’associazione
Pensionati una grande risorsa per l’organizzazione e per la società”.
FALL WINTER 2014 DA
EUROSPORT
CREMA
viale Repubblica, 53
Tel. 0373 81349
Your life, your style
La Città
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
PELLEGRINAGGIO
MARIA GRAZIA COLOMBO A CREMA
Mondo del lavoro
in Cattedrale
aziende, o dalla chiusura delle stesse”.
Nell’omelia monsignor Cantoni, prima di
commentare le letture della liturgia prefestiva, s’è soffermato sulla Cattedrale – “il luogo dove Dio invisibile si fa visibile”, secondo le parole pronunciate da papa Benedetto
XVI alla dedicazione della Sagrada Famiglia di Barcellona, il 7 novembre 2010 – che
“risplende in tutta la sua bellezza, grazie al
lavoro e alle competenze di operai e tecnici
che qui hanno collaborato all’opera di Dio
che si rivela attraverso segni visibili e luoghi
particolari”.
“Come queste pietre vive son tornate a
splendere, ciascuno di voi testimoni la sua
bellezza con la propria fede e larghezza della
carità.”
Nel Vangelo di Matteo, della 30a domenica del tempo ordinario, Gesù risponde al
dottore della legge quale sia il comandamento più grande. E tra i 613 precetti della legge
mosaica Gesù sceglie due comandamenti
che invitano a grandi ideali: “Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con
tutta la tua anima e con tutta la tua mente”
e “Amerai il tuo prossimo come te stesso”.
Spazio salute
Dott.ssa Emanuela Vailati - PSICOLOGA
Sostegno adolescenti, adulti, anziani, coppia
Ansia e stress, comportamenti alimentari
D.ssa Giovanna Stellato
CREMA 327 5470338
medico chirurgo - specialista in OSTETRICIA-GINECOLOGIA
Riceve per appuntamento 347 0195768
Insegnando, ha osservato, che “il modo di
amare è non avere misure donando se stesso”. E nell’attuale contesto,questo si declina
– ha spiegato – “nell’affrontare la crisi che
non cessa”. Perché chi resta senza lavoro
“non perde solo il sostegno economico ma
anche spirituale, soffrendo per non poter più
garantire dignità alla propria famiglia”.
“Amare il prossimo – ha aggiunto – significa provare compassione per il loro dramma e
intervenire, promuovendo la cultura della solidarietà, per distribuire risorse in modo equo”.
E ha concluso augurandosi che il pellegrinaggio “serva a risvegliare l’amore attivo
che Gesù ha additato al dottore come il più
grande comandamento. Con la forza dello
Spirito preghiamo di esserne capaci.”
Al termine della santa Messa – concelebrata dagli assistenti ecclesiastici di Acli e
Mcl, don Mario Pavesi e don Angelo Frassi
– il parroco e presidente del Capitolo della
Cattedrale don Emilio Lingiardi ha quindi
illustrato ai convenuti le bellezze dell’edificio sacro, sia dal punto di vista artistico, sia
soprattutto da quello dei significati simbolici
di queste “architetture dello spirito”.
Dott.ssa
Dr. Walter Fontanella
Specialista in Otorinolaringoiatria
CREMA
Dott.
Dott. Gianfranco Beghi
Specialista in Malattie dell’Apparato Respiratorio
Direttore U.O. Riabilitazione Pneumologica e U. O. Riabilitazione Generale Geriatrica
VISITE PNEUMOLOGICHE ED ALLERGOLOGICHE PER ADULTI E BAMBINI
Per appuntamento telefonare al n. 0373 976129
Autorizzazione n° 40/2000 Prot. n. 40/II°/AL/an
Riceve su appuntamento al n. 0373 84975 - Cell. 339 7478573
esperta in medicina naturale e nutrizione biologica
Riceve su appuntamento cell. 349 1868192
Ripalta Cremasca - via Civerchio 2
Autorizzazione n° 41/2000 Prot. n. 41/II°/AL/an
[email protected]
www.docvadis.it/dottoressagolfarimariagiulia
Dott. BONARA
DANIELE
MEDICO CHIRURGO
SPECIALISTA IN CARDIOLOGIA
SPECIALISTA IN MEDICINA INTERNA
PSICOTERAPEUTA
Riceve per appuntamento in via Urbino 32,
CREMA • Tel. 0373 / 82202
(si eseguono visite a domicilio)
PRONTO SOCCORSO
ODONTOIATRICO
Aperto tutti i giorni dalle 8,00 alle 20,00
Musica per il tuo sorriso
388 4222117
Il TEAM di PROFESSIONISTI del tuo
territorio SEMPRE AL TUO FIANCO
· Dott. Barbati Sante
Crema Tel. 0373 86709
· Dott. Carlino Enrico
Cremona Tel. 0372 24450
· Dott. Carlino Massimo
Cremona Tel. 0372 460125
· Dott. Chiragarula Faustin
Crema Tel. 0373 630578
· Dott. De Micheli Federica
Cremona Tel. 0372 30212
· Dott. Della Nave Cesare
Casalmorano Tel. 0374 374056
· Dott. Duchi Lorenzo
Cremona Tel. 0372 410290
· Dott. Fiorentini Anna
Crema Tel. 0373 257766
· Dott. Flora Francesco
Cremona Tel. 0372 451611
· Dott. Furlani Paolo
Cremona Tel. 0372 411234
· Dott. Ghilardi Lanfranco
Cremona Tel. 0372 412786
· Dott. Grassi Gianluca
Cremona Tel. 0372 452788
· Dott. Guerrini Ermanno
Cremona Tel. 0372 457721
· Dott. Pelagatti Saverio
Cremona Tel. 0372 22407
· Dott. Pini Mauro
Cremona Tel. 0372 412167
· Dott. Sanella Massimo
Crema Tel. 0373 31994
· Dott. Sangalli Michele
Dovera Tel. 0373 94584
· Dott. Santarsiero Angelo
Soresina Tel. 0374 342666
· Dott. Serventi Ferruccio
Cremona Tel. 0372 457355
· Dott. Tartari Elisabetta
Cremona Tel. 0372 457745
www.associazionedentistidelcremonese.it
IN OSTETRICIA-GINECOLOGIA
Riceve per appuntamento a Crema via Marazzi n. 8
Tel. 0373 84197 - Cell. 335 6564860
Dott.ssa
DOTT. ALDA PILONI
ANTONIA
CARLINO
Medico Chirurgo
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Medico Chirurgo
Dermatologo
via Suor Maria Crocifissa di Rosa, 8/B - CREMA
tel. 0373
80343
w Visite ostetrico-ginecologiche
w Ecografie 3D e 4D
Specialista in clinica dermosifilopatica
via Diaz, 32 - CREMA
Tel. 0373 / 82357
Riceve per appuntamento: lun. - merc.- ven.- h. 14.30 - 18.00
Studio medico dott.ssa Golfari Maria Giulia
Arancio Francesco
SPECIALISTA
Chiara Caravaggi
medico chirurgo - specialista in neurologia
Malattie neurodegenerative dell’anziano: Parkinson, Alzhemier
- VIA CIVERCHI 22
Per appuntamenti 331-8662592
Crema - Via Desti n. 7
☎ 0373 259432 - 338 5028139
Dott. Tommaso Riccardi
aria Grazia Colombo,
già presidente nazionale
Agesc (Associazione Genitori
Scuole Cattoliche) a Crema
mercoledì pomeriggio. Invitata
appunto dall’Agesc (presente
il nuovo presidente Badini), ha
parlato presso la Fondazione
Manziana di via Dante 24, sul
tema della Buona Scuola.
“Di fronte al rapporto del
Governo Renzi, noi associazioni cattoliche non possiamo non
far nulla. L’abbiamo quindi letto, valutato insieme e ci siamo
chiesti: qual è il motivo di fondo
del rapporto? È la questione
insegnanti e, in particoolare,
l’assunzione dei 150.000 precari. Il resto è una sorta di libro
dei sogni”.
Abbastanza critica la posizione della Colombo e dell’Agesc
in complesso: “Mancano
infatti, nel rapporto, i genitori,
ha sottolineato. Ma chi sceglie
- [email protected]
STUDIO PODOLOGICO
[email protected]
VISITE ED ECOGRAFIE OSTETRICO-GINECOLOGICHE
M
la scuola? La Costituzione dice
chiarissimo che i genitori hanno
il dovere e il diritto di educare e
istruire i propri figli.
Il rapporto del Governo inoltre non usa l’aggettivo ‘pubblica’, perché sarebbero state ipso
facto coinvolte anche le paritarie.
Si parla di scuola astratta senza
inserirla nel sistema di istruzione nazionale. Lo dimostra il
fatto che non è stato affrontato
il tema dei corsi professionali”.
La Colombo ha fatto notare
che molte parole vengono dedicate all’autonomia scolastica,
quella che hanno le scuole
paritarie, ma senza la possibilità
di scegliere gli insegnanti. Una
autonomia sbandierata più che
reale. Infine viene completamente disattesa l’esperienza
della paritaria. In occasione
dell’assunzione dei 150.000
insegnanti, non potranno
essere penalizzati quelli delle
paritarie: bisognerà garantire
anche ad essi pari diritti. Infine
una sottolineatura dell’esistente
discriminazione fra le scuole
statali e quelle paritarie (ambedue pubbliche), diversamente da
quanto succede all’estero.
Dott.ssa M.G. Mazzari
medico chirurgo
Specialista in ostetricia e ginecologia
Visite ostetrico - ginecologiche
Ecografie - 3D e 4D
Resp. Sanitario Dr. Marco Cesarini
Specialista in Oftalmologia
Chirurgia Rifrattiva Laser ad Eccimeri per:
CENTROMEDICO
s.r.l.
MIOPIA - IPERMETROPIA
ASTIGMATISMO
Visite Oculistiche - Visite Ortottiche
SI RICEVE SU APPUNTAMENTO
da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 il sabato dalle 9.00 alle 12.00
Riceve per appuntamento al n. 0373 257706
via Mazzini, 65 - Crema
Crema - via Capergnanica, 8/h (zona Ospedale)
Tel. 0373.200520/0373.201767 - Fax 0373.200703
E-mail: [email protected]
64166 DEL 08/10/2004
M
Il presidente Agesc Crema
e Maria Grazia Colombo
Il vescovo Oscar mentre
impartisce la benedizione
alla fine della santa Messa
di ANGELO MARAZZI
ondo del lavoro cremasco in pellegrinaggio alla Cattedrale, sabato sera, per
pregare con il vescovo Oscar “affinché ogni
persona si senta rispettata nella sua dignità
e nei suoi diritti e perché sempre il lavoro
sia per l’uomo e mai l’uomo venga ridotto
a merce”. Questo il senso dell’iniziativa,
evidenziato da Mario Cadisco – presidente
della commissione diocesana per la Pastorale sociale – in apertura della celebrazione a
cui erano invitate tutte le espressioni del lavoro: imprenditori, artigiani, commercianti,
agricoltori, sindacati, dipendenti, professionisti e le tre associazioni cattoliche d’ambito
Acli, Mcl e Ucid.
“Il mondo del lavoro oggi – ha sottolineato ancora – ha bisogno di grande solidarietà,
perché cambia velocemente nei ritmi e nella
produzione, richiede grandi competenze,
flessibilità, capacità di adattamenti alle esigenze del mercato.”
Anche perché nell’attuale contesto, ha
osservato con preoccupazione, “il lavoro
rischia concretamente di perdere tutela,
dignità e valore”. Va infatti “aumentando
sempre più la schiera dei precari, per lo più
giovani, e degli adulti estromessi dagli interminabili processi di ristrutturazione delle
L’Agesc non è tenero
con la Buona Scuola
AUT. PUBBLICITÀ SANITARIA N°
12
Qilongdao Medical SPA
Direttore sanitario
Dott. Donesana Paolo Mario
11 MAGGIO 2013
RIABILITAZIONE - FISIOTERAPIA - MASSAGGIO
Largo della Pace, 2 - 26013 Crema (CR)
direttore sanitario Dott. Adriano Tango
Medical SPA
Centro convenzionato con S.S.N.
Dott.Donesana Paolo Mario
11 MAGGIO 2013
www.qilongdao.it
Per appuntamenti: 347.0474378 - 327.0442606
0373.630564
Medicina Estetica
Direttore sanitario
Largo della Pace,2 - 26013 Crema (CR)
per app: 347.0474378 - 327.0442606 - 0373.630564(segr.tel.)
RIDUZIONE MASSIMA TEMPI D’ATTESA
www.qilongdao.it
Medicina Estetica
Medica (Cura e benessere capelli)
- Visite ortopediche Tricologia
Dietetica ed educazione alimentare
ALCAT Test Tricologia
per intolleranze alimentari
Medica (Cura e benessere capelli)
- Visite ortopediche Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese
- Visite neurologiche
Protocolli per disassuefazione dal fumo,
controllo
della
fame,
ansia,
insonnia
pediatriche
Dietetica / Intolleranze alimentari
Medicina antalgica (mesoterapia, omeotossicologia)
- Visite cardiologiche
Ozonoterapia antalgica ed estetica
- Terapie fisioterapiche
Massaggi: shiatsu,
thai, filipino hilot, bamboo,
Agopuntura
e Medicina Tradizionale Cinese
- Onde d’urto focali
e fisiche strumentali stone, con compresse di erbe ed olii essenziali
Ozonoterapia antalgica ed estetica
- Visite dermatologiche - Trattamenti podologici
Massaggi orientali energetici
Consulenze psicologiche per la gestione del dolore,
stress e disturbi dell’ansia
NOVITÀ:
NOVITÀ: Laser agopuntura - Acutaping
- Visite fisiatriche
Biorivitalizzazione cutanea con Laser Co2 frazionato
Open day informativo
20-21-22-23 gennaio 2012
in occasione del Capodanno Cinese
Anno del Drago
Viale Repubblica n. 20/22 Crema 0373 87974
www.riabilitacrema.it e.mail: [email protected]
Laser vascolare - Trattamento laser smagliature
Corsi massaggio Thai
RIC
VU
AS
IN
venerdì 31 ottobre 2014
CONGRESSO DELLA FUCI
ANCHE I CREMASCHI
HANNO PARTECIPATO
ALLA RIUNIONE
STRAORDINARIA
DI AREZZO
E POI A ROMA
ALLA BEATIFICAZIONE
DI PAPA PAOLO VI,
CHE FU ASSISTENTE
CENTRALE
DELLA FEDERAZIONE
UNIVERSITARIA
DAL 1925 AL 1933.
È STATA UNA RICCA
ESPERIENZA
“In Spiritu
et Veritate”
S
tudio, ricerca e frontiera. Queste
le tre parole che papa Francesco affida ai giovani universitari
della FUCI all’inizio del Congresso
Straordinario, tenutosi ad Arezzo
dal 16 ottobre e terminato con la
partecipazione alla santa Messa del
19 ottobre durante la quale Paolo VI
è stato beatificato.
Il Congresso, centrato sulla
riscoperta della figura di Giovanni
Battista Montini che fu assistente
centrale della FUCI dal 1925 al 1933,
si è aperto con l’intervento del cardinale Giovanni Battista Re, prefetto emerito della Congregazione per
i Vescovi e storico collaboratore di
papa Paolo VI: ha ricordato quanto
Montini fosse legato alla FUCI e di
come gli anni in cui fu assistente
centrale siano stati per lui “anni di
grande soddisfazione sacerdotale
e di grande gioia, perché aveva un
trasporto a dedicarsi ai giovani”.
La riscoperta e l’approfondimento della figura di Paolo VI hanno
caretterizzato una tavola rotonda
durante la quale sono intervenuti: il
professor Xenio Toscani che ha tracciato la biografia di Giovanni Battista Montini, la professoressa Maria
Pia Sacchi Mussini sul rapporto di
Montini con l’università e la cultura
e, infine, il professor Paolo Nepi
che ha messo in luce il laicato e la
formazione sociale di Paolo VI.
Dopo un momento dedicato
alla formazione federativa, i fucini
hanno raggiunto la comunità monastica di Camaldoli per una veglia
di preghiera. Il sabato si è svolta
l’assemblea plenaria e i lavori del
Congresso si sono conclusi con la
celebrazione eucaristica presieduta
da monsignor Riccardo Fontana,
Vescovo di Arezzo. Nel pomeriggio
il gruppo si è spostato a Roma,
presso l’Università La Sapienza,
dove i fucini hanno condiviso con i
giovani della diocesi di Roma una
veglia di preghiera. L’esperienza
si è conclusa domenica 19 ottobre
con la partecipazione al solenne rito
di beatificazione di papa Paolo VI,
presieduto dal Santo Padre Francesco in piazza San Pietro.
Partecipare al Congresso FUCI è
stato tutto questo, ma anche molto
di più. Non è stata solo un’occasione per (ri)scoprire la figura di Paolo
VI, il suo grande “spessore” culturale e spirituale, il suo grande amore
per la FUCI e per i giovani universitari, ma è stata anche un’opportunità
per incontrare tanti giovani fucini
di tutta Italia, condividere riflessioni, confrontarsi sulle rispettive
esperienze, sulle fatiche e le gioie di
appartenere a questa federazione.
Il Congresso è anche un momento
di grande gioia: metti insieme una
chitarra, un gruppo di giovani e il
divertimento è assicurato! E improvvisamente ecco che dormire solo tre
ore, spostarsi continuamente da una
parte all’altra, il pullman che si rompe, dormire sotto la Cappella della
Sapienza... Tutto diventa un pretesto
per farsi una gran risata! Perché alla
fine essere giovani vuol dire saper
ridere pure di fronte alle disavventure e capire che la condivisione rende
davvero tutto più bello.
In questi momenti nazionali
scopri ancora più a fondo quale
sia il significato di appartenere
alla FUCI: avere la possibilità di
crescere culturalmente e spiritualmente con il tuo gruppo sotto la
guida del tuo assistente, avere uno
spazio di confronto con altri giovani
universitari che diventa momento
di arricchimento personale, avere
la possibilità di instaurare relazioni
vere e profonde con giovani non
solo del tuo gruppo, ma di tutta Italia. Essere fucino significa vivere gli
anni dell’Università con una marcia
in più, con la consapevolezza che
davvero questi sono gli anni che
determineranno quello che tu sarai.
Essere fucini significa anche essere
coscienti di avere una grande responsabilità verso la società perché,
come ci ha detto papa Francesco,
“nello studio e nelle forme di comunicazione digitale i vostri amici
talvolta sperimentano la solitudine,
la mancanza di speranza e di fiducia nelle proprie capacità. Portate
speranza e aprite sempre agli altri
il vostro lavoro, apritevi sempre
alla condivisione, al dialogo! Nella
cultura, soprattutto oggi, abbiamo
bisogno di metterci a fianco di tutti.
Potrete superare lo scontro tra i popoli, solo se riuscirete ad alimentare
una cultura dell’incontro e della
fraternità. Vi esorto a continuare a
portate il Vangelo nell’Università
e la cultura nella Chiesa! Abbiate
sempre gli occhi rivolti verso il futuro. Siate terreno fertile in cammino
con l’umanità, siate rinnovamento
nella cultura, nella società e nella
Chiesa. Ci vuole coraggio, umiltà
e ascolto per dare espressione al
rinnovamento”.
PASTICCERIA
·
Foto di gruppo per i giovani
della FUCI a Roma
SOLENNITÀ DEI SANTI E DEI DEFUNTI
Le celebrazioni al Cimitero Maggiore di Crema
CARITAS
Veglia per la pace
S
ono giorni tanto cari alla pietà e alla devozione popolare quelli che ci apprestiamo
a vivere, sabato 1 e domenica 2 novembre, in
occasione della solennità di tutti i Santi e della
commemorazione di tutti i defunti. In ogni parrocchia non mancano momenti celebrativi appropriati, soprattutto nei cimiteri dove ognuno
ritrova i propri cari.
Al Cimitero Maggiore di Crema, sabato 1°
novembre ci saranno due sante Messe: alle ore
10 e alle ore 15, quest’ultima presieduta dal
vescovo Oscar. Stessi orari domenica 2 novembre: alle 10 la santa Messa per i Caduti di tutte
le guerra celebrata dal Vescovo, quindi un’altra
Messa alle ore 15.
Nei giorni successivi, l’Ottavario dei defunti
per le comunità parrocchiali della città e della
cintura suburbana, con il seguente calendario.
• Lunedì 3 novembre: ore 15 per San Benedetto, San Pietro e Castelnuovo; ore 16 per i
Sabbioni.
• Martedì 4 novembre: ore 15 per San Carlo;
ore 16 per San Michele.
• Mercoledì 5 novembre: ore 15 per la Cattedrale; ore 16 per Ombriano.
• Giovedì 6 novembre: ore 15 per Sacro Cuore
e Santa Maria dei Mosi; ore 16 per la Santissima
Trinità.
• Venerdì 7 novembre: ore 15 per Santo Stefano e Sant’Angela Merici.
• Sabato 8 novembre: ore 15 santa Messa per
tutti i defunti.
COS’È IL MORIRE?
Me ne sto sulla riva del mare, una nave apre le
vele alla brezza del mattino e parte per l’oceano.
È uno spettacolo di rara bellezza e io rimango
a osservarla fino a che svanisce all’orizzonte e
N
Il vescovo Oscar e il cappellano don Pedrinelli
durante una celebrazione al cimitero di Crema
qualcuno accanto a me dice: ‘È andata!’.
Andata! Dove? È sparita dalla mia vista: questo è tutto. Nei suoi alberi, nella carena e nei
pennoni essa è ancora grande come quando la
vedevo, e come allora è in grado di portare a destinazione il suo carico di esseri viventi. Che le
sue misure si riducano fino a sparire del tutto è
qualcosa che riguarda me, non lei, e proprio nel
momento in cui qualcuno accanto a me dice, ‘È
andata!’ ci sono altri che stanno scrutando il suo
arrivo e altri voci levano un grido di gioia: ‘Eccola che arriva!’.
E questo è il morire.
La Treccia d’Oro
Comm. Vittorio Maccalli
Crema piazza Garibaldi, 77
Tel. 0373.257.643
13
ell’ambito dei pellegrinaggi alla Cattedrale dei vari gruppi,
associazioni e realtà operanti nella nostra diocesi,
venerdì 7 novembre sarà
il turno delle Caritas parrocchiali, convocate dal
vescovo Oscar.
Per l’occasione la Caritas Diocesana ha programmato una Veglia per
la pace, che partirà alle
ore 20.30 con una fiaccolata che, dal Rifugio-dormitorio San Martino di
via Civerchi a Crema, raggiungerà appunto la Cattedrale. Durante la Veglia,
poi, ci saranno momenti
di testimonianza affidati
a persone accolte (anche
profughi) presso le strutture della Caritas.
L’incontro, come detto rivolto in particolare a
quanti operano nei gruppi caritativi delle nostre
parrocchie, è aperto a
tutti coloro che desiderano vivere un momento di
preghiera e di riflessione,
invocando il dono della
pace e della condivisione
fraterna da vivere con passione e amore per il prossimo nella quotidianità
dell’esistenza.
TIPICO
ARTIGIANALE
CREMASCO
14
La Chiesa
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
IL VESCOVO AGLI INSEGNANTI
VERSO L’INCONTRO DI PRAGA
Taizé: fiducia
nel cuore
La scuola è il vostro
luogo per amare
A SANT’ANGELA MERICI
PREGHIERA CON FRÈRE JOHN
S
abato pomeriggio, nella chiesa parrocchiale di San Carlo, il vescovo Oscar ha celebrato la Messa delle ore 18 per gli insegnanti e gli
operatori scolastici di tutti gli Istituti del territorio cremasco, salutato
– a nome di tutti i presenti – dal presidente della Commissione diocesana della Pastorale Scolastica professor Edoardo Capoferrri.
Commentando il Vangelo della domenica, nel quale Gesù riassume
tutta la legge nell’amore verso Dio e verso il prossimo, mons. Cantoni
ha parlato così agli operatori scolastici: “Per voi insegnanti, il vostro
servizio nella scuola è lo spazio che Dio ha riservato per voi, dentro il
quale esercitarsi ad amare ogni figlio di Dio, riconoscendolo fratello.”
“La scuola – ha aggiunto – è innanzitutto un luogo da amare perché è uno spazio in cui vivere esperienze fondamentali di umanità,
con i ragazzi e con i colleghi, un ambiente in cui siete invitati a investire le vostre migliori energie, a intessere relazioni di grande spessore
educativo, a condividere con i vostri studenti la freschezza e l’entusiasmo di una personalità che si forma, che accetta di coltivare con loro
quella curiositas, virtù che porta a cercare sempre meglio, a esplorare
la ricchezza del reale, a porre domande sempre nuove.”
“Il vostro servizio – ha concluso – consiste nel promuovere e servire
quell’umanesimo cristiano tanto necessario per una vita buona. Vorrei che foste capaci di empatia, ossia, come ha detto Papa Francesco:
Non solo ascoltare le parole che gli altri pronunciano, ma anche cogliere la
comunicazione non detta delle loro esperienze, delle loro difficoltà e di ciò
che sta loro più a cuore.”
50° DI SACERDOZIO E 40° AL “KENNEDY”
Messa per dire grazie
a don Gino Mussi
LITURGIA DEL GIORNO DEL SIGNORE
Don Gino, al centro, e i concelebranti
C
ondividere il cammino di fiducia sulla
terra, l’invito che da sempre sta al cuore della Comunità internazionale di Taizé.
Sabato scorso, nella parrocchia cittadina di
Sant’Angela Merici, i molti partecipanti hanno ritrovato questo atteggiamento nella preghiera vissuta con partecipazione accanto a
Frère John, da Taizé venuto in Italia per circa
una settimana. Insieme a lui molti giovani, la
comunità, il parroco di Sant’Angela don Francesco e padre Viorel, responsabile diocesano
per l’ecumenismo.
Alcuni giovani degli Amici di Taizé di Crema avevano partecipato nel pomeriggio a Milano, nella basilica di sant’Ambrogio, a un momento di riflessione con altri giovani lombardi
e dell’Italia del Nord. Alcuni di questi hanno
partecipato anche alla preghiera di Sant’Angela. Una preghiera raccolta nell’approfondimento della parola del Vangelo, dei salmi e di
alcuni pensieri di Frère Roger, fondatore della
Comunità. Preghiera accompagnata anche
dal silenzio, dalle intenzioni e dall’adorazione
della croce nello stile di Taizé.
Rispetto al brano del Vangelo sui due Comandamenti essenziali, Frère John ha detto:
N
ella cornice della nuova e artistica cappella dell’ospedale
di riabilitazione geriatrica Kennedy, in via Matteotti a Crema, don
Gino Mussi ha ricordato il suo
50° di ordinazione sacerdotale e,
contemporaneamente, 40 anni
di servizio spesi tra il Kennedy, la
Casa Albergo e al Misericordia.
Il dottor Foina e il dottor
Vailati, a nome della Fondazione
Benefattori Cremaschi, si sono
fatti promotori dell’organizzazione e sabato 25 ottobre, nel
pomeriggio, si è svolta la solenne
celebrazione concelebrata da tutti
i sacerdoti che cooperano nella
struttura ospedaliera geriatrica:
don Giusepe Degli Agosti, don
Natale Severgnini, don Simone
Valerani e don Isacco Dognini, unitamente a don Andrea
Rusconi.
All’inizio della Messa, dopo la
lettura del messaggio inviato dal
vescovo Oscar, la presidenza –
rappresentata dal consigliere dottoressa Anna Acerbi – ha rivolto
un cordiale ringraziamento al
cappellano per il lungo servizio
offerto a che quotidianamente
svolge, augurando a don Gino
che continui a lungo questo sua
preziosa collaborazione.
Un momento dell’incontro di sabato scorso con Frère John
“Il rischio attuale è che interpretiamo questo
come un sentimento. Ma è un modo di vivere, scelte con le quali mettiamo al centro della
nostra vita Dio. A Taizé tre volte al giorno la
vita si ferma per mettersi in ascolto davanti al
Signore. Si condividono i momenti vari con le
altre persone per essere una grande famiglia in
Dio”. Anche nella vita normale – ha detto in
sostanza Frère John – dobbiamo chiedere di
ricevere questo dono. Nella preghiera vi è stato l’invito ai giovani di partecipare all’incontro
di fine anno a Praga.
A questo momento era idealmente presente anche il nostro vescovo Oscar, impegnato
in un altro incontro ecclesiale. Monsignor
Cantoni aveva salutato gli Amici di Taizé, intervenendo e accompagnando una preghiera
d’inizio estate svoltasi presso il Centro di Spiritualità e aveva incoraggiato i presenti a continuare a condividere la spiritualità di Taizé
all’interno della diocesi.
Taizé vivrà un periodo straordinario l’anno
prossimo ricordando i 100 anni dalla nascita
di Frère Roger, i 75 anni dalla nascita della
Comunità e i 10 anni dalla tragica scomparsa
dello stesso Frère Roger: Frère John ha invita-
In una chiesa affollata erano
presenti, oltre al rappresentante
dell’amministrazione comunale,
anche diversi presidenti che si
sono susseguiti nella guida dell’Istituto ospedaliero, il direttore
sanitario dottor Diego Dolci,
numerosi amici, parenti e conoscenti e anche alcuni ricoverati,
che si sono stretti attorno al celebrante per manifestagli la loro
stima e amicizia per il traguardo
raggiunto.
Dopo uno scrosciante applauso iniziale, la celebrazione si è
svolta nel raccoglimento e nella
preghiera. Don Mussi nell’omelia, oltre ai ringraziamenti
alla Fondazione Benefattori
Cremaschi, al rappresentante del
sindaco signor Sebastiano Guerini e a tutti i presenti, ha chiesto
di continuare ad amare e servire
con carità il nostro Kennedy,
richiamando l’esempio di gradi
santi, dal poverello di Assisi a
padre Pio.
Al termine della santa Messa
tutti hanno potuto esprimere
personalmente i propri auguri a
don Gino durante un simpatico
rinfresco, offerto ai presenti e a
tutto il personale.
Grazie don Gino!
Vangelo: MT 5,1-12
In quel tempo, vedendo le folle, Gesù
salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a
parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i
poveri in spirito, perché di essi è il regno
dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto, perché
saranno consolati.
Beati i miti, perché avranno in eredità
la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della
giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno
Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per la giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi
perseguiteranno e, mentendo, diranno
ogni sorta di male contro di voi per causa
mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».
G
esù guarda le folle, come prima i
pescatori. Davanti ha una moltitudine povera e bisognosa di salvezza che lo sta
seguendo. Guarda le folle, ma parla ai discepoli
che gli si sono avvicinati.
Lo sguardo alle folle ora
è per loro, ma dovranno
ricordare la destinazione
universale del Vangelo.
Inizia il grande discorso della montagna,
riferito al monte su cui si
trovano e Gesù sembra
rivolgersi a tutti quelli che s’incontreranno con lui, in ogni tempo e in
ogni terra dove sarà annunciato il
Vangelo.
Si dice “le Beatitudini”, perché
otto volte torna la parola “Beato”.
Non è un merito conquistato, ma un
dono di Dio che raggiunge l’uomo
e lo fa nuovo. Le Beatitudini sono
l’indice della vita cristiana perché
mettono insieme il dono di Dio e il
volto profondo della vita cristiana.
Otto parole da chiarire, illuminare e
spiegare. Ci vuole una
vita intera, molte vite.
Ci vuole la vita di tutti i santi per spiegare il
grande segreto del Figlio
di Dio che le incarna
tutte.
Siamo davanti all’immensa Assemblea dei
Santi e degli Angeli nella gloria celeste (prima
lettura).
Incalcolabile
assemblea di comunione, di vita e di gioia stracolma. È la
destinazione: per i Santi che ci hanno
preceduto; per noi che siamo in cammino. Il Vangelo ci indica la via per
arrivarci. Oggi è la festa della gioia
dei Santi; immensamente più gran-
Solennità di tutti i Santi sabato 1° novembre 2014
Grazia Mazzini
Per informazioni circa l’incontro di
Praga, rivolgersi agli Amici di Taizé di
Crema: Simona (333.4828698) o Stefania
(340.7135277); e-mail: [email protected];
Facebook: Amici Di Taizè Crema.
L’iniziativa è rivolta a giovani dai 17 ai 35
anni. Le iscrizioni sono aperte e si raccolgono sul sito www.upgcrema.it entro e non
oltre il 21 novembre.
I costi prevedono una quota di partecipazione di 75 euro (comprendente le spese legate all’accoglienza, i pasti e i trasporti locali)
più il prezzo del trasporto in pullman per e
da Praga ancora da definire.
SAN BENEDETTO
Festa degli anniversari di matrimonio
B
ella festa degli anniversari di matrimonio, domenica nella
parrocchia di San Benedetto. Diciotto le coppie che la comunità ha festeggiato: ricordavano l’anniversario del proprio
matrimonio, dai cinque ai 55 anni. Un’iniziativa che ha come
scopo quella di promuovere la bellezza del matrimonio cristiano
e riscuote sempre numerosi consensi. La santa Messa è stata celebrata dal parroco don Luigi Agazzi che ha consegnato a tutte
le coppie una foto ricordo e un’icona della Sacra Famiglia; l’ha
solennizzata il coro parrocchiale diretto dal maestro Tansini.
È seguito un piccolo rinfresco nel cortiletto della casa parrocchiale, preparato dal gruppo della cucina. Felicitazioni a tutti!
(Foto La Nuova Immagine)
“DAVVERO GRANDE È LA VOSTRA RICOMPENSA NEI CIELI”
Prima lettura: AP 7,2-4.9-14
Salmo: 23
Seconda lettura: 1GV 3,1-3
to fin da adesso i cremaschi ad andare a Taizé
o comunque a vivere questo evento anche nel
nostro territorio.
I prossimi appuntamenti per prepararsi
all’incontro di Praga sono le preghiere di venerdì 21 novembre e del 19 dicembre alle ore
21.15, presso il Centro di Spiritualità. L’incontro di Praga, dal 29 dicembre al 2 gennaio,
sarà una nuova, felice esperienza per vivere il
“pellegrinaggio di fiducia sulla terra”.
de di quanto possiamo immaginare.
Come un bambino prima di nascere,
chiuso nell’utero materno, non può
immaginare il multiforme spettacolo
di questo mondo che lo attende dopo
la nascita, così noi non possiamo
comprendere e descrivere l’arrivo,
ma solo averne un vago presentimento attraverso le esperienze di meraviglia, di amore e di gioia che qualche
volta ci capita di fare e che restano
frammenti: il cielo sereno, la città di
pietre preziose, il giardino, il convito,
le nozze, la festosa liturgia, il canto.
Festa difficile, quella di oggi, in
un contesto culturale chiuso in un
orizzonte solo terreno, sprangato alla
trascendenza. Si vive come se Dio
non ci fosse, illudendoci di inseguire
il piacere, la ricchezza, il potere, il
successo.
È come essere in un treno dimenticando di viaggiare e, soprattutto, di
dove stiamo andando. Sì, perché anche noi siamo attesi in Paradiso.
Angelo Sceppacerca
PALAZZO PIGNANO: sagra
2014, eventi molto speciali
C
i siamo. La sagra di San Martino si
sta avvicinando a grandi passi e la
comunità s’appresta a festeggiarla al meglio. Quest’anno le iniziative in programma, se possibile, sono ancor più del solito. Ai classici mercatini, al luna park, alla
cuccagna e alle esposizioni, si sono infatti
aggiunti due eventi particolari.
Momento clou sarà la santa Messa celebrata dal vescovo Oscar Cantoni domenica 9 novembre alle ore 16, che è stato
invitato anche per “inaugurare” l’intervento di restauro degli affreschi dell’abside e dell’arco trionfale, terminati proprio
in questi giorni a cura del team guidato
da Paolo Mariani (illustreremo i lavori la
prossima settimana in una pagina speciale, ndr). L’ultimo sopralluogo della funzionaria della Sovrintendenza, dott.ssa
Renata Casarin, è di venerdì scorso.
La sera, alle 21, un concerto del Coro
polifonico “Gabrieli” del direttore Albertomaria Piacentini Scotti onorerà in
musica le antiche pitture recuperate. Sabato 8 novembre alle ore 21, invece, la
comunità è invitata allo spettacolo della
Compagnia tetarale “Poiesis” Assassinio
nella Cattedrale di Thomas S. Eliot. Per
entrambe le proposte l’ingresso è libero.
LG
amenti
Aggiorn ni
quotidia to
ro si
sul nost rrazzo.it
uovoto
www.iln

venerdì 31 ottobre 2014
VAIANO CREMASCO
PANDINO: Wind e Tre, i ladri fanno il bis
Kebab e hashish
binomio da galera
ind e Tre ancora nel mirino dei ladri. A distanza di un mese
W
dal colpo da 10mila euro, i ladri sono tornati ad agire a
danno delle due rivendite di telefonia di via Milano a Pandino. Il
colpo nella notte di giovedì della scorsa settimana quando i soliti
ignoti sono riusciti a entrare nei locali andandosene con accessori
per telefonia e alcuni smartphone.
Tutto è avvenuto nella stessa notte, come un mese fa. Questa
volta però i malavitosi sono entrati forzando le serrature d’ingresso dei negozi, senza quindi dover ricorrere alle maniere forti come
accadde a settembre. Dal punto vendita Tre sono spariti accessori
per cellulari, dalla Wind anche alcuni telefoni. Danno quantificato in un migliaio di euro circa.
AMIANTO E MAZZETTE: Nicoli patteggia
GESTORE DI UN NEGOZIO IN CENTRO
VIENE ARRESTATO PER SPACCIO
endeva kebab e per arrotondare anche qualche dose di hashish. Questo
è quanto sarebbero riusciti a ricostruire i
Carabinieri dopo due mesi di indagini culminate con l'arresto di un
22enne di origine egiziana
gestore di una rivendita di
kebab nel centro di Vaiano
Cremasco. L'uomo sarebbe
stato sorpreso durante la
cessione di droga a una minorenne del paese.
Erano mesi che i militari
dell'Arma lo tenevano d'occhio. Numerose segnalazioni avevano infatti indicato
un via vai sospetto dal locale. In avvio di
weekend i Carabinieri si sono appostati
e avrebbero sorpreso il 22enne fuori dal
negozio nell’atto di cedere una dose di
hashish a una 16enne.
I Cc della stazione del vicino centro di
Bagnolo Cremasco sono entrati immediatamente in azione bloccandolo e perquisendolo. L'uomo ha negato
ogni addebito ma ci sono
quattro militari che avrebbero visto la cessione dello
stupefacente alla giovanissima consumatrice. Inoltre
l'uomo in tasca aveva altro
hashish, marijuana e un
coltello sporco di droga, verosimilmente utilizzato per
tagliare le dosi.
Tutto quanto rinvenuto
è stato sottoposto a sequestro. Il 22enne
nordafricano è stato arrestato e associato al carcere di Cremona a disposizione
dell'Autorità Giudiziaria.
22ENNE
AVREBBE
CEDUTO
STUPEFACENTE
A UNA 16ENNE
PIACENZA
gominata dai Carabinieri di Piacenza una banda dedita
ai furti della quale faceva parte anche una Cremasca, la
29enne E.B. La donna è finita in carcere insieme ad altre sette
persone ree, secondo quanto ricostruito dall'Arma, di
colpi da svariate migliaia
di euro messi a segno tra le
province di Piacenza, Lodi e
Cremona.
Si tratterebbe di una associazione a delinquere finalizzata ai furti alla quale
sono contestati 21 episodi.
Nel mirino della banda principalmente abitazioni ma
anche alcune imprese. In ogni occasione le incursioni avrebbero fruttato bottini tra i 10mila e i 15mila euro di valore.
Oltre agli arresti l'operazione, ancora in corso, ha portato
a 19 denunce per ricettazione e informazioni fornite occasionalmente che avrebbero reso più facile alla gang centrare i
propri obiettivi.
Quanto sequestrato al 22enne egiziano
Offanengo
Furto in villa
L
C
assaforte svuotata sabato pomeriggio in una villa di Offanengo.
I ladri sono entrati approfittando
dell'assenza da casa del proprietario,
probabilmente tenuto sotto controllo, e dopo aver smurato il forziere lo
hanno sventrato e svuotato. Spariti
alcuni preziosi di valore economico e
affettivo. I Carabinieri, ai quali è stato denunciato il furto, hanno avviato
le indagini.
i finge Carabiniere e deruba
tre giovani. È accaduto sabato notte a Crema nei pressi
di piazzale Rimembranze. Una
25enne residente in città, senza
lavoro, si sarebbe fatta consegnare tre cellulari da altrettanti
giovani fingendosi impegnata
in un'operazione di servizio.
La donna è poi stata scoperta
e denunciata.
La ladruncola ha scelto
infatti la notte sbagliata per
agire, la stessa nella quale il
Comando Compagnia dell'Arma di Crema ha disposto una
vasta operazione di controllo
nella zona di Porta Serio per
prevenire le risse del weekend.
La donna, qualificandosi come
Carabiniere in borghese, si sa-
a calma e l’attenzione del responsabile della centrale operativa
dei Carabinieri e la rapidità d’intervento hanno scongiurato una
tragedia. Un uomo, ieri sera, era pronto a gettarsi nelle acque del Vacchelli ma è stato tratto in salvo dai militari.
Tutto ha inizio alle 19 quando al Comando Compagnia dei Carabinieri arriva la telefonata di un soggetto in palese stato di ebbrezza.
L’uomo manifesta al militare della centrale operativa l’intenzione di
uccidersi. Il Carabiniere cerca di dissuaderlo, lo fa parlare e nel frattempo riesce a individuare il punto dal quale arriva la chiamata.
Una pattuglia dei Carabinieri di quartiere viene così fatta convergere all’incrocio tra le vie Gaeta e Caravaggio. I militari al loro arrivo
trovano l’uomo a cavalcioni della balaustra sul ponte del canale Vacchelli pronto a gettarsi nelle gelide acque. Dopo un fitto dialogo gli
uomini dell’Arma riescono a carpire la fiducia dell’interlocutore tanto
da riuscire ad avvicinarsi e a bloccarlo traendolo in salvo.
Sul posto viene chiamato il 118. I sanitari si occupano del trasferimento del cremasco in ospedale.
L’uomo avrebbe tentato l’insano gesto perché vittima di una crisi
depressiva verosimilmente riconducibile a problemi famigliari.
CREMA: rapina a scuola, denunciati in quattro
Finta Carabiniere
deruba tre giovani
S
nell’ambito dell’iter autorizzativo per la realizzazione della discarica di amianto di Cappella Cantone da parte della ditta bergamasca Locatelli. Procedura bloccata proprio in conseguenza dell’indagine che ha portato ad arresti illustri.
CREMA: ”Mi getto nel canale”, salvato dai Cc
CREMA
Banda dei furti, anche
una cremasca in manette
S
a patteggiato una pena a due anni Franco Nicoli Cristiani,
H
ex vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia. Il
politico era indagato per una presunta mazzetta da 110mila euro
I
rebbe fatta consegnare i telefoni dicendo ai giovani che non
li avrebbero potuti utilizzare
perché in corso un'importante
operazione. Entrata in possesso degli smartphone se ne è andata ma a quel punto è iniziata
la caccia.
I veri militari, informati di
quanto accaduto e raccolte le
testimonianze dei derubati,
hanno iniziato a perlustrare la
zona. Alle due della notte hanno bussato alla porta di quella
che avevano individuato come
l'autrice dei colpi e nella dimora hanno trovato i cellulari di
proprietà dei tre giovani derubati. La 25enne è stata immediatamente denunciata per furto aggravato.
dentificati, segnalati e, in un caso, denunciati i quattro complici del giovanissimo nordafricano autore di una rapina a danno
di uno studente in un istituto cittadino. Si tratta di tre minorenni
e un maggiorenne ai quali la Polizia è arrivata al termine di cinque mesi di indagini, per la buona riuscita delle quali un ruolo
determinante l’hanno avuto i social network.
L’episodio risale al 19 maggio scorso quando nei corridoi di
un plesso cremasco cinque giovani, fra i quali due ragazze, rapinarono uno studente percuotendolo e sottraendogli venti euro.
Le indagini consentirono agli investigatori della Polizia di Stato
di individuare un minorenne straniero residente in città quale
principale autore della rapina. Il ragazzino venne poi associato
su ordinanza del Tribunale per i minorenni di Brescia in custodia cautelare presso una comunità per minori.
“Le indagini – spiega il vicequestore Daniel Segre – hanno
condotto all’identificazione certa anche degli altri quattro complici, tre dei quali minorenni, che avevano comunque avuto un
ruolo secondario nella rapina. Tre di loro, fra i quali una ragazza, sono stati segnalati al Tribunale minorile di Brescia; la quarta, maggiorenne, è stata denunciata al Tribunale di Cremona”.
Per tutti l’accusa è di concorso in rapina e in lesioni personali.
GASOLIO RUBATO: deferiti tre albanesi
re albanesi residenti nel Bresciano sono finiti nella rete di conT
trolli di routine tesa dai Carabinieri del Comando Compagnia
di Crema. Gli stranieri sono stati controllati a Ricengo la scorsa
notte. Sull’auto avevano taniche di gasolio contenenti complessivamente 200 litri di carburante. Non riuscendo a giustificarne
plausibilmente la presenza, i tre sono stati deferiti a piede libero
per ricettazione. Il gasolio è stato sequestrato.
Più acquisti,
Dal 26/10 al 9/11 partecipa* al CONCORSO
più leggi, più navighi... più
VINCI!
Seguici anche su
TROVACI ANCHE SU:
in collaborazione con
Concessionaria OPEL - CHEVROLET per Cremona e Provincia
Via Castelleone 77 - 26100, Cremona Telefono: 0372.20343
*Vedi regolamento punto gioco. Valore totale montepremi Euro 21.050,00 iva esclusa. Immagine puramente a scopo illustrativo
V
15
16
Necrologi
È mancata all'affetto dei suoi cari
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
Dopo una vita dedicata agli affetti familiari è mancata
Il Presidente, il Consiglio e i Soci tutti
dell'Associazione ex Dipendenti dell'Ospedale Maggiore di Crema partecipano al lutto dei figli, della compagna e
dei parenti del
È mancata all'affetto dei suoi cari
Jolanda, Marco e Irene, con Ginevra,
Beatrice e Vittoria Terni de' Gregory, e
con Carlo Sforza Francia da Cadestellano
piangono la scomparsa dell'amata
Giuliana
Terni de' Gregory Stramezzi
rag. Sergio Guerrini
e porgono sentite condoglianze.
Crema, 28 ottobre 2014
Adolfa Assandri
ved. Bonizzoni
Attilia Bettinelli
ved. Livraghi
di anni 88
Ne danno il triste annuncio la figlia
Catuscia, il nipote Marcello, i fratelli
Marino e Giancarlo, la sorella Lucia,
le cognate, il cognato, i nipoti e tutti i
parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti
e preghiere hanno partecipato al loro
dolore.
Crema, 30 ottobre 2014
Ne danno il triste annuncio il fratello
Giovanni, la sorella Angela, il nipote
Oreste e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti,
preghiere e la partecipazione al rito funebre hanno preso parte al loro dolore.
Pianengo, 27 ottobre 2014
Circondata dall'affetto dei suoi cari è
mancata
Gli ex colleghi degli uffici Ragioneria,
Economato e Personale dell’ Azienda
Ospedaliera “Ospedale Maggiore” di
Crema, nel ricordo di molti anni trascorsi insieme ricordano con affetto il
rag. Sergio Guerrini
Rievocando la sua umanità, grande
dote per un responsabile, porgono
sentite condoglianze a tutti i familiari.
Crema, 28 ottobre 2014
Circondata dall'affetto dei suoi cari è
mancata
Partecipa al lutto:
- Antonio Agazzi
Crema, 29.10.2014
esequie 31.10.2014, ore 9.30, Chiesa
di S. Giacomo Maggiore in Crema
Lina Galbignani
ved. Cantoni
di anni 93
Ne danno il triste annuncio i figli Anna
Maria, Agostino e Gian Franco, le nuore, il genero, i nipoti, la sorella Gianna
e i parenti tutti.
Il funerale avrà luogo nella chiesa parrocchiale di Bagnolo Cremasco oggi,
venerdì 31 ottobre alle ore 15, partendo
dall'abitazione in via Lago Gerundo n.
16, indi proseguirà per il cimitero locale.
Si ringraziano quanti parteciperanno
alla cerimonia funebre.
Nella triste circostanza i figli ricordano
il caro papà
Attilia Bettinelli
di anni 85
Ne danno il triste annuncio i figli Daniela e Daniele con la moglie Miriam,
i cari nipoti Ylenia con Fabio, Simone
e Sabrina, le sorelle Bianca e Rosaria,
il cognato, le cognate, i nipoti e tutti i
parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti
e preghiere hanno partecipato al loro
dolore.
Scannabue, 27 ottobre 2014
Attilia Bettinelli
e porgono sentite condoglianze.
Crema, 30 ottobre 2014
Il Direttore e i collaboratori tutti di Radio Antenna 5 e de Il Nuovo Torrazzo
sono vicini a Catuscia per la perdita
della carissima mamma
Circondato dall'affetto dei suoi cari è
mancato
Attilia Bettinelli
Ne assicurano il ricordo nella preghiera.
Crema, 30 ottobre 214
Rosa Gritti
ved. Vigani
di anni 86
Ne danno il triste annuncio i figli Agostino con Anna, Antonio con Claudia,
i cari nipoti Davide e Chiara, il fratello
Pietro, i nipoti e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate ai
medici e al personale infermieristico
della casa di Riposo Opera Pia Vezzoli
di Romanengo.
Ricengo, 31 ottobre 2014
di anni 90
Pierangelo Sanzanni
di anni 58
Ne danno il triste annuncio la figlia
Antonella con Fiorenzo, i cari nipoti
Rosanna e Alessandro, i fratelli Luigi e
Cesare, le cognate e tutti i parenti.
La cerimonia funebre si svolgerà oggi,
venerdì 31 ottobre alle ore 10.30 partendo dall'abitazione in via Piacenza
n. 55 per la chiesa parrocchiale di San
Bartolomeo; la tumulazione avverrà nel
cimitero locale.
I familiari ringraziano di cuore quanti
partecipano al loro dolore.
Crema, 29 ottobre 2014
Il Presidente e le volontarie ringraziano
Attilia per la sua forza di volontà nel
collaborare per la Lega Italiana per la
Lotta contro i Tumori-Delegazione di
Crema; e la sua voglia di vivere ci sarà
sempre di esempio. Grazie
Attilia
tutti noi ti ricorderemo e sarai sempre
con noi.
Crema, 30 ottobre 2014
Piero con Maria Carla Conca, Luisella
Conca con Edoardo Fiorentino, Giuliano con Graziella, Sergio con Donatella
Conca Bonizzoni partecipano all'immenso dolore di Marco per la scomparsa della cara mamma
Improvvisamente è mancato all'affetto
dei suoi cari
Anna e Beppe Bossi partecipano commossi al dolore di Jolanda, Marco e familiari per la scomparsa della contessa
Giuseppe Cantoni
nel diciottesimo anniversario della sua
scomparsa.
Bagnolo Cremasco, 30 ottobre 2014
Circondato dall'affetto dei suoi cari è
mancato l'Artista
Giuliana Stramezzi
Terni de' Gregory
Crema, 29 ottobre 2014
Anna Premoli con i figli Guido, Cristina
e Maria Pia prendono viva parte al dolore dei familiari per la perdita della cugina
Contessa Giuliana
Terni de' Gregory
Crema, 29 ottobre 2014
Circondata dall'affetto dei suoi cari è
mancata
Ercole Bonizzoni
di anni 91
Ne danno il triste annuncio la moglie
Angela, Giovanni, Camillo, Corinna e
Loredana con le rispettive famiglie, le
sorelle, il cognato, i nipoti, i pronipoti
e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti
e preghiere hanno partecipato al loro
dolore.
Salvirola, 31 ottobre 2014
È mancato all'affetto dei suoi cari
Prof. Giovanni Govoni
Attilia
Pietro Muletti
e assicurano preghiere.
Crema, 29 ottobre 2014
di anni 96
Ne danno il triste annuncio i nipoti e i
parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti hanno partecipato al loro
dolore. Esprimono un ringraziamento
particolare al personale medico, paramedico, ausiliario del primo piano, alle
rev.de Suore a don Silvio della Casa di
riposo Brunenghi per le amorevoli cure
e l'assistenza prestata.
Montodine, 29 ottobre 2014
Circondato dall'affetto dei suoi cari, è
mancato
Anna Bocci e figli condividono e comprendono il dolore della cara signora
Lucia per la perdita dell'amata sorella
Crema, 30 ottobre 2014
Contessa Giuliana
Terni de' Gregory
Giacomo Bonfanti
fraterna amica della loro mamma Anna
Conca Donati de Conti.
Crema, 29 ottobre 2014
e sono vicine a Catu e Marcello.
Crema, 30 ottobre 2014
Il Presidente, il Consiglio e i soci tutti
dell'Associazione ex dipendenti dell'Ospedale Maggiore di Crema partecipano al lutto della socia Lucia Bettinelli
e dei familiari tutti per la morte della
sorella
Costanza, Marinella, Maurizia Premoli
con Pio e figli profondamente addolorate partecipano al dolore di Jolanda,
Marco e famiglia per la scomparsa della carissima cugina
Giuliana Stramezzi
Terni de' Gregory
Laura e Alice ricordano con affetto la
cara
Emma Raggi
ved. Bornago
È mancato all'affetto dei suoi cari
Ne danno il triste annuncio il figlio Tomas con Alessia, l'adorata piccola Lavinia, Anna, i fratelli, le sorelle, i cognati,
le cognate, i nipoti e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e
la partecipazione al rito funebre hanno
preso parte al loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare alla sig.ra Flavia, ai medici e a tutto
il personale del reparto Otorino per le
amorevoli cure prestate.
Scannabue, 29 ottobre 2014
Ne danno il triste annuncio la moglie
Dina, la cognata Orsola con Ivan, i nipoti e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato
al loro dolore. Esprimono un sentito
ringraziamento al dott. Dolci, al dott.
Bombelli e a tutto il personale infermieristico dell'Ospedale Kennedy per l'assidua e umana assistenza prestata. Un
grazie di cuore a don Emilio Lingiardi
per il conforto e la vicinanza dimostrata. Un ringraziamento particolare alla
signora Luisa Barbieri per la sua preziosa e affettuosa vicinanza.
Crema, 31 ottobre 2014
Il Presidente e il Consiglio Direttivo
dell’Associazione Cremasca Cure Palliative “Alfio Privitera” onlus, esprimono profondo cordoglio alla signora
Orsola Fornaroli Privitera, per la scomparsa del cognato
prof. Giovanni Govoni
Crema, 31 ottobre 2014
Alice Acerbi
in Mazzini
Ne danno il triste annuncio il marito
Giovanni, i figli Carla con Riccardo,
Flavia, Mauro con Silvia, gli adorati
nipoti Giulia e Andrea, le sorelle, il fratello e tutti i parenti.
La cerimonia funebre si svolgerà oggi,
venerdì 31 ottobre alle ore 15.30 partendo dall'abitazione in via Treviglio n.
72 per la chiesa parrocchiale di Cremosano, la tumulazione avverrà nel cimitero locale.
I familiari ringraziano di cuore quanti
partecipano al loro dolore. Un grazie di
cuore alla dott.ssa Alessandra Brazzoli.
Cremosano, 30 ottobre 2014
Francesco Bonizzi
di anni 91
Ne danno il triste annuncio i figli Mariuccia, Giuseppe con Stefania, Tersilio
con Attilia, le care nipoti Federica, Elena con Elvis e il piccolo Ethan, i cognati, le cognate, i nipoti e tutti i parenti.
La cerimonia funebre si svolgerà oggi,
venerdì 31 ottobre alle ore 10 partendo
dall'abitazione in via Brune n. 1 per la
chiesa parrocchiale di Bolzone; la tumulazione avverrà nel cimitero locale.
I familiari ringraziano di cuore quanti
partecipano al loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare alla signora Natalina e al signor
Luciano per le premurose cure prestate.
Bolzone, 31 ottobre 2014
SAN CARLO Tel. 0373.970509
AGENZIA FUNEBRE
dal 1970
DISBRIGO PRATICHE
PREVENTIVI SENZA IMPEGNO
Trasporti anche a cassa aperta
SERVIZIO 24h
CREMAZIONI
TRASPORTI OVUNQUE
PANDINO (CR)
via Milano, 12
www.sancarlo-tofas.it
www.paginegialle.it/tofas
Magni Gilberto e C. snc
Imprese Funebri
Centralini 24 ore su 24
Servizi diurni, notturni
festivi
Allestimenti
per cerimonie
AGNADELLO (CR) Via Dante, 5
Tel. e Fax: 0373 976386
Arzago d’Adda - Muzza C.L.
[email protected]
venerdì 31 ottobre 2014
CAMPAGNOLA – CREMOSANO – PIANENGO
I COMUNI
DI CAMPAGNOLA,
CREMOSANO
E PIANENGO
UNISCONO
LE FORZE
PER FAR FRONTE
ALLE DIVERSE
PROBLEMATICHE
E DARE SUPPORTO
SOPRATTUTTO
A GIOVANISSIMI
E ANZIANI
Fasce deboli,
progetto a tre
di LUCA GUERINI
U
n progetto a supporto delle
fasce deboli – in particolare
giovanissimi e anziani – che vede
insieme le tre amministrazioni
comunali di Campagnola Cremasca, Cremosano e Pianengo: ben
volentieri collaborano per contrastare problemi rilevanti come le
dipendenze, la ludopatia, l’abuso
dei social network, le insisdie della
Rete e fare chiarezza sulle competenze riguardanti il sostegno agli
anziani.
Incontriamoci il titolo della serie
di serate formative-informative
rivolte a tutta la popolazione,
su queste tematiche d’estrema
attualità. Il tutto è stato presentato
martedì pomeriggio presso il palazzo municipale di Campagnola,
presenti il sindaco di casa Agostino Guerini Rocco e i “colleghi” di
Cremosano Marco Fornaroli e di
Pinanego Ivan Cernuschi, nonché
il vicesindaco e delegato per il
Sociale a Campagnola Mauro
Baratta.
“Abbiamo unito le forze,
proseguendo nella collaborazione avviata anche su altri fronti.
L’idea è stata del nostro consigliere Raffaele Carrara, che l’ha poi
discussa con l’assistente sociale
Chiara Boschiroli (la quale opera
anche a Cremosano, ndr), che ha
poi organizzato gli incontri”, ha
specificato Guerini Rocco.
Il primo sarà venerdì prossimo,
7 novembre, dalle ore 20.30 alle
22.30 presso la sala polifunzionale
di via Ponte Rino a Campagnola,
sul tema L’anziano a casa e nei
servizi. Gli esperti relatori, dopo i
saluti delle autorità e la presentazione del percorso, interverranno
su Chi è l’anziano e i suoi principali
bisogni-La competenza del medico di
base, i servizi domiciliari, con descrizione delle principali competenze
di ADI e SAD e sui servizi diurni e
residenziali
Venerdì 21 novembre, stessa
ora, appuntamento alla sala
polifunzionale di piazza Garibaldi
a Cremosano, per discutere su Le
nuove dipendenze: gioco e alcol, con
introduzione a cura dell’arma dei
Carabinieri, tematica vista anche
in prospettiva “nuove generazioni”. In tale occasione spazio
anche al medico di base, che
spiegherà l’incidenza del fenomeno sul territorio, chiarendo pure
le attività svolte a 360 gradi per
contrastare queste problematiche,
quanto mai d’attualità (si parlerà
anche di Consultorio e Ser.D). Il
terzo incontro si terrà a Pianengo
venerdì 5 dicembre, sul tema I nuovi mezzi di comunicazione e i giovani:
Facebook e i social network, sempre
dalle 20.30 alle 22.30 (presso il
centro diurno di via Roma). Per
analizzare il fenomeno, che al di
là degli aspetti positivi sta creando
veri e propri “mostri”, saranno
presenti la Polizia di Stato e la
Cooperativa “Koala”.
“Il costo del progetto per i
tre Comuni è pari a zero, anche
perché i docenti e relatori invitati
a parlare hanno rinunciato anche
al rimborso spese”, è stato detto in
conferenza.
“Finalità della collaborazione
a tre è quella di avere un pubblico
vasto; anzi, sono invitati cittadini
di tutto il territorio. La volontà è
quella di sensibilizzare su tematiche spesso sconosciute e far capire
alla persone le diverse competenze
e opportunità che ci sono anche
nel Cremasco per risolvere o
affrontare i problemi”, ha spiegato
Fornaroli.
“A Pianengo parleremo di
Facebook e social network, dopo
che l’oratorio parrocchiale ha
già organizzato tre incontri sulle
dipendenze per ragazzi e genitori.
La proposta aggiuntiva si cala alla
perfezione nel cammino intrapreso”, ha aggiunto Cernuschi.
Dopo gli incontri sarà avviata
un’attività di monitoraggio per capire se dare continuità al progetto,
come si spera. “Spesso alle persone si danno risposte incomplete,
cosa che vogliamo superare con
queste serate – ha affermato Baratta –. Ringrazio i tre Comuni per
aver accettato subito senza riserve
l’idea partita da Campagnola”.
Certamente, le fasce che hanno
più bisogno d’assistenza sono
quelle dei ragazzi e degli anziani,
in crescita nel Cremasco. Alcuni
dati. L’età media di Campagnola
è pari a 41,1 anni nel 2013, mentre
nel 2002 era di 37,6. A Pianengo
c’è la popolazione più anziana del
territorio, con una media di 41,6
anni nel 2013. A Cremosano è di
40,3: qui, grazie al forte aumento
della natalità degli altimi anni, la
“vecchiaia” ha rallentato la corsa.
Onoranze Funebri
Servizio 24 ore Diurno - Notturno - Festivo
Abitazioni, Ospedali e Case di Riposo
Preventivi senza impegno
Tel.
0373 203020
Crema - Via Pascoli, 3 (zona S. Maria)
17
Da sinistra: Fornaroli, Guerini
Rocco e Cernuschi, sindaci
dei tre paesi. A destra, Baratta
delegato ai Servizi sociali
del Comune di Campagnola
CREDERA: ACQUA CALDA GRATIS DAL BIOGAS
Accordo fra Comune e Azienda agricola “Rover”
di GIAMBA LONGARI
P
er vent’anni le scuole e le strutture sportive di Credera avranno
acqua calda gratis – estate e inverno – e anche i necessari allacci
saranno realizzati a costo zero per il Comune. È questo il frutto
concreto dell’accordo tra l’amministrazione comunale e il professor
Antonio Ottaviani, titolare dell’Azienda agricola “Rover”, attiva
nella frazione di Rovereto e presso la quale sta per essere realizzato
un impianto di biogas: la produzione di energia sarà in parte “ceduta” all’Ente pubblico come forma di “compensazione ambientale”
prevista dalla normativa vigente.
La soddisfazione sul volto del sindaco Matteo Guerini Rocco e
della sua maggioranza è evidente: “Il Comune – spiegano – non può
entrare nel merito del progetto, seguito e approvato da organismi
superiori nel rispetto della legge, ma la piena disponibilità del professor Ottaviani nei confronti dell’amministrazione ha permesso di
avviare e concludere nel migliore dei modi la trattativa riguardante
le compensazioni dovute. Oggi possiamo affermare d’aver ‘portato
a casa’ un risultato eccezionale per la nostra comunità”.
L’architetto Aldo Assandri, tecnico comunale, entra nel merito
dell’iter procedurale. “Circa un anno fa – precisa – il Parco Adda
ha informato l’amministrazione dell’intento dell’azienda ‘Rover’ di
costruire, nelle vicinanze della cascina, in zona agricola, una centrale di biogas. Il PGT crederese, nello specifico, non pone vincoli:
la zona, del resto, rientra nelle competenze dell’Ente Parco che ha
indicato al richiedente tutta una serie di prescrizioni, ovviamente
accolte per il buon esito del progetto”.
Va detto, come chiarito dall’architetto Assandri, che oggi la normativa che regola gli impianti di biogas è mutata rispetto al passato
e sono sempre più incisive le disposizioni legate al “Protocollo di
Kyoto” sulla salvaguardia dell’ambiente. I nuovi dispositivi di legge, infatti, vietano l’uso totale di biomasse (come mais o scarti vari):
queste ultime non devono superare una piccola quantità, in quanto
il 70% delle materie utili per il funzionamento dell’impianto deve
provenire da deiezioni animali. In pratica, il professor Ottaviani
utilizzerà i liquami delle sue aziende (oltre che a Rovereto ne possiede altre nei paesi limitrofi) per il funzionamento dell’impianto che,
va detto, sarà di piccole dimensioni – vicino a circa 200 Kilowatt – e
composto da un silos e da una cabina-motore dove, “bruciando” i
liquami, si produce energia elettrica. Energia che scalderà l’acqua
Il sindaco Matteo Guerini Rocco e la maggioranza consiliare
dell’azienda agricola e, come detto, anche delle scuole e della palestra comunali.
“La trattativa con il professor Ottaviani – rilevano il sindaco
Guerini Rocco e i suoi collaboratori – è stata serena, improntata alla
massima collaborazione. Insieme abbiamo concordato che, oltre a
una serie di piantumazioni e di mitigazioni ambientali a favore del
Parco Adda, il Comune riceverà 40.000 euro da utilizzare per il collegamento e l’impiantistica necessaria per portare al plesso scolastico e alle strutture sportive (spogliatoi compresi) l’acqua calda, che
sarà poi erogata gratuitamente per i prossimi 20 anni. Le tubazioni,
tra l’altro, passeranno sul terreno di proprietà Ottaviani, mentre noi
provvederemo inoltre alla sostituzione della caldaia. In pratica, il
Comune ‘riceve in regalo’ l’allaccio all’impianto di biogas e l’acqua
calda per un ventennio: ciò significa un notevole risparmio energetico ed economico”.
Ottenuti i contributi statali, i lavori per la realizzazione dell’impianto di biogas sono iniziati in questi giorni per concludersi entro
la fine dell’anno. “Queste sono le opere cui teniamo e per le quali
ci diamo da fare – precisano il sindaco e la sua maggioranza – senza
badare alle critiche inutili. Le ‘operette’ le lasciamo ad altri: noi,
con attenzione e collaborando con chi di dovere, guardiamo ai fatti e
ai risultati concreti, che vanno a beneficio dell’interesse collettivo”.
18
Necrologi
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
2011
29 ottobre
2014
Dimenticarti è impossibile
Luigi Guerini
Orsola, Matteo, Davide con Laura e Federico ti ricordano nelle ss. messe che
saranno celebrate nella chiesa parrocchiale di Scannabue.
Quintano, 29 ottobre 2014
1999
3 novembre
2014
Da 15 anni non sei più con noi, ma il
ricordo di te illumina ogni giorno il nostro cammino
Gli amici della classe 1944 dei Sabbioni ricorderanno con vivo rimpianto
i compagni
Lidia Brazzoli
Lena Tomella
Giuseppe Arpini
Leonardo Tomella
Franco Fusar Bassini
Angelo Dolci
Battista Piloni
Franco Marazzi
Michele Cerioli
Mario Sirotti
Franco Vailati
durante la s. messa di domenica 9
novembre alle ore 10.30 nella chiesa
parrocchiale dei Sabbioni.
1998
7 novembre
2014
2011
Nel sedicesimo anniversario della
scomparsa del caro
7 novembre
2014
"Nulla di te sarà mai dimenticato perché grande è stata la
gioia di averti avuta e chiuso
nei nostri cuori quello che di
te non potrà mai morire".
Cara
2009
1 novembre
2014
Il ricordo di
Alfredo Maddeo
Ida
"Nessuno muore sulla terra
finché vive nel cuore di tutti
noi".
e
Nel quinto anniversario della scomparsa della cara mamma e nonna
Angelo
è sempre vivo nel cuore di Luciano,
Simonetta, Luca, Margherita.
Una s. messa di suffragio sarà celebrata martedì 4 novembre alle ore 18
in Cattedrale.
2013
dott. Domenico
Cattaneo
le sorelle Alba e Mina, i nipoti Giovanna ed Enrico, lo ricordano con tanto
affetto e nostalgia.
Una s. messa sarà celebrata venerdì 7
novembre alle ore 15 nel cimitero di
Capralba.
"Tu eri il fiore più bello del nostro giardino, ma il Signore ti
ha voluta a Lui vicino".
"Nessuno muore sulla terra
finché vive nel cuore di chi
resta".
Nel terzo anniversario della scomparsa
della cara
Nel terzo anniversario della scomparsa
del caro
a tre anni dalla scomparsa la mamma
Maria, il papà Mario, le zie, gli zii, i
cugini, i parenti e gli amici tutti ti ricordano con grande affetto e con un ufficio
funebre che sarà celebrato venerdì 7
novembre alle ore 20.15 nella chiesa
parrocchiale di Bagnolo Cremasco.
le tue figlie, i generi, i nipoti, i pronipoti
e i parenti tutti ti ricordano con immenso
affetto. Uniscono nel ricordo il caro papà
Nel primo anniversario della scomparsa del caro
A quattro anni dalla scomparsa della
cara mamma
Angelo Stringo
Giuseppe Perolini
la moglie Lorenza, il figlio Andrea con
Simona, i nipoti Thomas e Camilla e i
parenti tutti lo ricordano con l'amore di
sempre.
Una s. messa in memoria sarà celebrata
mercoledì 5 novembre alle ore 20 nella
chiesa parrocchiale di Capergnanica.
Rosi Moneda
in Corlazzoli
2013
9 novembre
Luciana Rossetti
in Ferla
il marito, i figli, il genero, la nuora, i
nipoti e i parenti tutti la ricordano con
grande amore.
Crema, 3 novembre 2014
2014
Nell'ottavo anniversario della scomparsa del caro
Vincenza Pagani
Giovanni Rizza
la moglie Pina, le figlie Desiree e Jessica, il genero Morris lo ricordano con
immenso affetto.
Una s. messa sarà celebrata domani
sabato, 1 novembre alle ore 11 presso
la chiesa dell'Ospedale Maggiore di
Crema.
1995
6 novembre
2014
"Signore non ti chiediamo
perché ce l'hai tolto, ma ti ringraziamo per il tempo che ce
l'hai lasciato".
Giulia Pozzali Stringo
Mara
e la cara zia
Ti ricordano tuo marito Vincenzo, i tuoi
figli Ivan con Monica e Diego con Manuela, papà e i tuoi cari tutti.
Una messa in suffragio sarà celebrata
lunedì 3 novembre alle ore 18.30 presso
la chiesa parrocchiale di Romanengo.
5 novembre
i figli Giuseppe e Maria Teresa e i parenti tutti la ricordano con immenso
affetto unitamente al caro papà
2010
2014
"Non esiste separazione definitiva fino a quando c'è il
ricordo".
Maria Pozzali
Una s. messa sarà celebrata martedì 4
novembre alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di San Pietro.
2014
3 novembre
A quattro anni dalla scomparsa del caro
Nel primo anniversario della scomparsa del caro
Cesare Pollastri
a 27 anni dalla sua dipartita.
Una s. messa in memoria sarà celebrata giovedì 6 novembre alle ore 15 nella
chiesetta del cimitero di Chieve.
Giulia Reboani
Sei sempre nei nostri cuori e non ti
scorderemo mai.
Il marito Giuseppe unitamente a figli,
figlia, nuore, generi e parenti tutti la
ricordano con affetto.
Una s. messa in suffragio verrà celebrata giovedì 6 novembre alle ore
18.30 presso la chiesa parrocchiale di
Romanengo.
Felice Pesenti
Augusto Zucca
i nipoti Martina, Tommaso Felice, Michele e la famiglia lo ricordano con
immenso affetto a tutti coloro che lo
conobbero e l'amarono.
Bagnolo Cremasco, 29 ottobre 2014
Sei amorevole presenza, benevola guida, tenero ricordo per tutti noi.
Con l'affetto di sempre, Alba, Ida, Giuseppe, Mauro e Valentina.
Crema, 6 novembre 2014
1996
5 novembre
Giuseppe Andrea
Aschedamini
2014
"Le anime dei giusti sono nelle mani di Dio".
Nel diciottesimo anniversario della
scomparsa della carissima
Angelo Zanini
i figli e i parenti tutti lo ricordano con
immutato affetto e nostalgia.
Ss. messe saranno celebrate nella chiesa parrocchiale di Castelnuovo.
la moglie Anna Maria, le figlie Stefania
con Roberto, Simona con Iones, i nipoti
Elena, Erica, Marika e Gionata lo ricordano con immenso affetto.
Una s. messa in memoria sarà celebrata mercoledì 5 novembre alle ore 17.30
nel Santuario della Madonna delle
Grazie.
2013
VIA ROSSIGNOLI 22 - OMBRIANO
CREMA (CR)
T. 0373.230082
[email protected]
2009
1 novembre
2014
Nel quinto anniversario della scomparsa del caro
6 novembre
2014
"Nessuno muore sulla terra
finché vive nel cuore di chi
resta".
Nel primo anniversario della scomparsa del caro
Jole Gritti
i figli Armando e Luisa con Pierangelo
la ricordano con tanto affetto insieme al
carissimo papà
Vincenzo Poletti
ARTE FUNERARIA
MODELLI A RICHIESTA
FUSIONI UNICHE IN BRONZO
RESTAURI E PULITURE PROFESSIONALI
Pietro Chioda
Una s. messa di suffragio sarà celebrata
domenica 9 novembre alle ore 10 nella
chiesa parrocchiale di Montodine.
Il tempo non cancella dolore e rimpianto ma l'amore vince la morte e tu sei
sempre in contatto con noi, con il tuo
carattere forte, il tuo esempio di vita e
l'affetto incondizionato che avevi per la
famiglia...
Ciao Enzo
Nella, Romy con Giovanni e i piccoli
Sara e Mattia, i cognati, le cognate e le
loro famiglie.
Una s. messa in suffragio sarà celebrata domani, sabato 1° novembre alle ore
10 nella Pieve di Palazzo Pignano.
Alfiero Mangoni
la moglie Pierangela, i figli Massimiliano, Matteo e Mara, il genero, le nuore, i
nipoti, la sorella, i parenti e gli amici lo
ricordano sempre con immutato affetto.
Accomunano nel ricordo il caro figlio
Giorgio
Una s. messa sarà celebrata sabato 8
novembre alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Martino a Sergnano.
Il Cremasco 19
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
MONTE CREMASCO
Santa Croce, solennità
sempre molto attesa
LA TRADIZIONE SI RINNOVA OGNI ANNO
L’ULTIMA DOMENICA DI OTTOBRE
L
a solennità di Santa Croce è un momento di
grande festa a Monte Cremasco. Si celebra
l’ultima domenica di ottobre e l’evento è sempre
atteso dai muccesi: bancarelle, degustazioni, esposizioni, beneficenza, benedizione dei mezzi agricoli e musica sono gli ingredienti della tradizionale “festa del raccolto”, forse la più partecipata
ricorrenza della comunità, che si unisce nel ricordo del tradizionale ringraziamento degli agricoltori per i frutti della terra.
Domenica scorsa, 26 novembre, numerose sono
state le iniziative che hanno coinvolto l’intera
comunità, dalla parrocchia ai rappresentanti del
mondo agricolo, fino alle associazioni culturali e
di volontariato.
La giornata è iniziata dopo la santa Messa delle
10.30, quando il parroco don Roberto Sangiovanni, con uno stuolo di chierichetti, ha impartito la
benedizione ai trattori parcheggiati nei pressi del
sagrato della chiesa. Presenti, oltre al sindaco Giuseppe Lupo Stanghellini, alcuni degli imprenditori
agricoli del paese: Giuseppe e Giorgio Bertazzoli,
Lorenzo e Camillo Bertazzoli, Giulio e Davide
Lucca ed Eugenio Polastri. Il momento di ringraziamento del mondo dell’agricoltura per i frutti
della terra, è terminato con un aperitivo conviviale
a base di polenta, preparata con maestria dall’instancabile Giovanni.
In mattinata, gratuitamente, era possibile effettuare la misurazione di pressione arteriosa,
glicemia e colesterolo, grazie ai volontari dell’Associazione Diabetici del Territorio Cremasco presieduta da Franco Maestri. Presenti all’iniziativa
pure i rappresentanti dell’AVIS.
Al centro parrocchiale, inoltre, era allestita la
pesca di beneficenza, mentre all’esterno, il Grup-
po Spontaneo delle Donne distribuiva ottime torte
e zucche. Molto attive anche le giovani giocatrici
della “Valetudo”, che hanno allestito uno stand di
raccolta fondi per finanziare l’attività sportiva della società. Non sono sfuggiti ai flash dei fotografi
i sorrisi di Arianna, Ambra, Jessica e Anamika
(solo per citarne alcune).
È poi una tradizione il banchetto del gruppo di
“Chèi da la Pulènta”, il cui ricavato viene sempre
devoluto in beneficenza, così come immancabile,
di fronte al municipio, è lo stand della onlus “Amici di Diego” per la lotta alle leucemie.
Nel pomeriggio, i numerosi visitatori della festa di Santa Croce sono stati allietati dal concerto
della Fanfara dei Bersaglieri, uno spettacolo che
coinvolge e affascina sempre.
La solennità di Santa Croce è culminata con la
Messa solenne delle ore 18, seguita dalla processione lungo le principali vie del paese.
LG
Monte Cr.
Concorso
L
a Grande Guerra: l’eroismo degli umili è il tema
che l’amministrazione comunale muccese ha scelto
per promuovere un concorso sullla Prima Guerra
Mondiale. Venne definita
“Grande Guerra” in quanto fu il più grande conflitto
armato mai combattuto fino
a quel tempo. Cominciò
nell’estate del 1914 (come
noto, siamo nell’anno del
centenario) e si concluse
nell’inverno del 1918, generando diversi Stati nazionali
che ridisegnarono completamente la geografia politica dell’Europa.
Il concorso riguarda lo
svolgimento di una produzione letteraria sull’argomento e gode del patrocinio
dell’Istituto Comprensivo
di Bagnolo Cremasco. Sono
ammessi a partecipare gli
alunni iscritti alla classe
quinta della scuola primaria
di Monte. La prova si è svolta mercoledì 29 ottobre e la
commissione esaminatrice
(dirigente scolastico Paola
Orini, sindaco Giuseppe
Lupo Stanghellini e consigliere delegato alla Cultura,
Rosa Gabriella Vanazzi) ha
già corretto gli elaborati. La
premiazione avverrà il 4 novembre a scuola.
Due giorni prima, domenica 2, la commemorazione
dei Caduti: dopo la Messa
delle ore 10.30, il corteo
si dirigerà al Monumento,
dove sono previsti la deposizione di una corona d’alloro
e i discorsi di rito. Il sindaco
e l’associazione Combattenti e Reduci invitano la
comunità a partecipare.
LG
PALAZZO PIGNANO – SCANNABUE
Agli alunni il Quaderno
di Educazione Civica
N
ella mattinata di martedì scorso 21 ottobre, gran bella iniziativa dell’amministrazione comunale, ovvero la consegna del
Quaderno dell’Educazione Civica agli alunni della quinta elementare
di Scannabue e di Palazzo Pignano.
Il Quaderno verrà consegnato questa settimana anche alle altre
classi. Si tratta di un volumetto tematico pubblicato dal Comune,
ma redatto in realtà, a costo zero per l’amministrazione, dalla società “Brt Factory” di Villongo (Bg), grazie al contributo di numerose attività e aziende locali.
“Un progetto formativo che cercherà, attraverso uno strumento
di facile lettura, ricco di illustrazioni accattivanti, test, giochi, di
spiegare come funziona la nostra società civile”, spiega l’assessore
alla Cultura Francesca Sangiovanni.
Le due classi sono state accolte dall’amministrazione comunale al completo nella sala consiliare del municipio di Palazzo
Pignano. Sono intervenuti il sindaco Rosolino Bertoni, Virgilio
Uberti, vicesindaco nonché volontario della Protezione Civile,
Pietro Rossi, assessore all’Istruzione e ai Lavori pubblici, il già
citato assessore alla Cultura e Maria Rosa Nichetti, assessore al
Sociale. Ciascuno ha spiegato i propri compiti e la propria attività
all’interno del Comune.
Sono, inoltre, intervenuti tre dipendenti comunali per spiegare il
funzionamento degli uffici: il vigile Guido Bianchi, la responsabile dell’Ufficio Segreteria Antonietta Ghidelli e quella del servizio
finanziario Giovanna Federici. Infine, erano presenti anche l’architetto Massimiliano Aschedamini (che ha proiettato alcune slide con le immagini dei principali progetti che verranno realizzati
nel nostro territorio) e Alessandro Virtuani, membro del Consiglio
di Circolo e rappresentante della minoranza consigliare.
Le insegnanti non hanno mancato di ringraziare gli amministratori per la interessante iniziativa. Sono seguite numerosissime
domande rivolte al sindaco Bertoni da parte dei piccoli studenti.
Al termine la consegna dell’opuscolo e il rientro a scuola.
C’è sempre qualcuno pronto a sfidarci. Quel qualcuno, siamo noi.
La continua attitudine all'innovazione di Mercedes-Benz ha cambiato per sempre il concetto di berlina. Il design e le linee sportive
di Nuova CLA ne esaltano l'anima sportiva, senza rinunciare a tutto il comfort di una 5 posti. Con motore 1800 e fino a 23,8 km con un litro.
Nuova CLA 200 CDI. Never stop performing.
Da 34.000 euro.* Vieni a provarla.
Consumi ciclo combinato (km/l): 22,2 e 23,8 (CLA 200 CDI). Emissioni CO2 (g/km): 118 e 109 (CLA 200 CDI). *Il prezzo si riferisce a CLA 200 CDI EXECUTIVE. La vettura raffigurata è una versione PREMIUM.
LG
20
Necrologi
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
"Ogni giorno c'è per voi un
pensiero e una preghiera".
Nella ricorrenza dei Santi e Defunti la
mamma Liliana, la sorella Paola con
Damiano e le nipotine Asia e Kristel, gli
zii e le zie ricordano con grande amore
il caro
2011
7 novembre
"Ogni giorno c'è per te un
pensiero e una preghiera".
2014
Nel terzo anniversario del caro
2009
1 novembre
CREMOSANO: commemorati i Caduti
2014
"Con te parla il nostro ricordo, per te è sempre il nostro
affetto".
Nel primo anniversario della scomparsa del caro
Nel quinto anniversario della scomparsa del caro
C
Ferrante Castelli
lo ricordano con immutato amore la
moglie Antonia, i figli Gianmario e
Alessandro con la moglie Mara.
Alla memoria venerdì 7 novembre alle
ore 20 presso la chiesa parrocchiale di
Montodine sarà celebrata una s. messa
di suffragio.
Devis Cravero
unitamente al caro papà
"Sii fedele sino alla morte,
dice il Signore, e ti darò la
corona della vita".
Innocente Dossena
(Tino)
Luciano Gargioni
la moglie Ginetta, il figlio Giancarlo, la
sorella Libera e i parenti tutti lo ricordano con l'amore di sempre.
Ss. messe saranno celebrate in sua
memoria.
Crema, 2 novembre 2014
i familiari lo ricordano con tanto affetto.
Una s. messa sarà celebrata sabato 1
novembre alle ore 19 nella Cattedrale
di Crema.
Nel trentaquattresimo anniversario della scomparsa del caro
A nove anni dalla scomparsa della cara
Nel terzo anniversario della scomparsa
della cara
Moreno
allo zio
Maria Bianchessi
Agostino Taino
Giuseppina
Severgnini
i nipoti Monica, Francesca con Pietro,
Marco con Marina, i cari pronipoti Paolo, Filippo, Matteo, Stefano e i parenti
tutti la ricordano con immutato affetto.
Un ufficio funebre in suffragio sarà celebrato venerdì 7 novembre alle ore 20
nella chiesa parrocchiale di Izano.
Marino
e ai nonni
"Ogni giorno c'è per te un
pensiero e una preghiera".
la famiglia e i parenti tutti lo ricordano
con sempre vivo affetto a quanti lo conobbero e l'ebbero caro.
Una s. messa in suffragio sarà celebrata
domani, sabato 1 novembre alle ore 18
in Cattedrale.
1999
2 novembre
i figli, i nipoti, Giusy, Pino, Elena e Melissa la ricordano con affetto.
Uniscono nel ricordo il caro papà
a 40 anni dalla sua scomparsa.
Casaletto Vaprio, 1 novembre 2014
Nel quindicesimo anniversario della
scomparsa del caro
2006
2 novembre
Luca Guerini
KICKBOXING: Ylenia Vernaci campionessa!
Luigi Girardi
2014
"Riposa nel suo giaciglio chi
ha seguito il retto cammino".
ommemorazione del IV Novembre anticipata a Cremosano. La
locale Associazione Combattenti e Reduci ha, infatti, chiamato
a raccolta i residenti nella giornata di domenica 26 ottobre. All’invito
hanno risposto in tanti. A partire dalle autorità: a fianco del presidente AMCR Gian Franco Piana c’erano il sindaco Marco Fornaroli,
altri rappresentanti del Comune e il parroco don Achille Viviani; ad
animare i solenni momenti del ricordo è giunta la banda di Sergnano.
“Siamo di fronte al monumento dei Caduti per ricordare una data
storica molto importante, il IV Novembre 1918, per ricordare l’Unità
d’Italia e la fine della Prima Guerra Mondiale – ha detto il sindaco nel discorso prima della deposizione delle corone d’alloro –. La
Grande Guerra è stata una delle più grandi tragedie dell’umanità a
cui è stato pagato il pesante tributo di 8 milioni e mezzo di morti, di
cui 650 mila italiani; un milione i mutilati e i feriti; cifre che devono
far riflettere, numeri impressionanti e da ricordare”. Il primo cittadino ha sottolineato come dal sangue di questi valorosi, spinti dall’amore per la Patria, si sia costruito il sogno di pace, libertà, rispetto e
senso di dovere su cui si fonda il nostro Paese.
“La giornata del IV Novembre deve essere l’occasione non soltanto per rinnovare il commosso ricordo dei Caduti e la nostra gratitudine ai combattenti della libertà, ma dev’essere anche un momento
di profonda riflessione su quegli eventi e per trasmettere ai nostri figli
l’importanza delle parole libertà e pace, esortando i giovani a mantenere viva la memoria di queste pagine di storia affinché tali tragedie
non si ripetano mai più”, ha concluso Fornaroli.
Un grazie è stato rivolto anche a quanti, anche oggi, militando
nella Polizia, nei Carabinieri e in tutte le Forze armate, affrontano
ogni giorno il pericolo per difendere la legalità, garantire la sicurezza
dei cittadini, tutelare la giustizia e la pace.
“Ringrazio di cuore l’amministrazione, l’AUSER (che ha anche curato il “rancio” finale) e i numerosi gruppi che hanno partecipato
alla cerimonia, compreso il corpo bandistico sergnanese, davvero eccellente. È stato bello vedere tante bandiere nella nostra piazza, bandiere che sono il simbolo di ideali e valori per cui s’è combattuto con
sacrificio per la libertà e la pace”, il commento soddisfatto di Piana.
2014
Nell'ottavo anniversario della morte del
caro
Nel primo anniversario della scomparsa del caro
Italo
H
a parlato cremasco il podio dei Campionati Europei di kickboxing disputatisi a Pescara. A salire sul gradino più alto nella categoria Light Contact fino a 60 chilogrammi è stata Ylenia Vernaci,
atleta della Kickboxing Fighter Crema.
La giovane fighter cremasca ha battuto in finale Lucia Stabile
conquistando il titolo continentale IAKSA, la International amateur
karate-kickboxing sport association. Il combattimento conclusivo è
durato meno di un minuto. Grazie all’intensa preparazione svolta nei
mesi scorsi, sotto la guida del tecnico Marco Verdelli e la direzione
di Armando Carvelli, Ylenia ha disputato un Campionato Europeo
straordinario, mostrandosi lucida negli spostamenti e molto presente
nei contrattacchi, oltre che inarrestabile nella propria azione e determinata al massimo.
La gioia di Ylenia Vernaci e dello staff tecnico della Nazionale
azzurra per questo titolo europeo è stata incontenibile. Il risultato di
assoluto prestigio della ventenne atleta cremasca riempie d’orgoglio
anche alla Kickboxing Fighter Crema e l’intero movimento sportivo
della nostra città.
dr
e
Giovanni Zacchetti
Vincenzo
Ferrari
la moglie, i figli, i nipoti e i parenti tutti
lo pensano con infinito affetto.
Una s. messa in memoria sarà celebrata domenica 2 novembre alle ore
10.45 nella chiesa parrocchiale di San
Giacomo.
Angelo Anisetti
PIANENGO: tre nuove Lim alla Primaria
Sei sempre con noi. Ti portiamo nel nostro cuore con l'amore di sempre.
Tua moglie Osanna e i figli con le rispettive famiglie.
Uniamo al tuo ricordo i cari suoceri Angelo Tambani e Rosa Bottelli.
Pianengo, 2 novembre 2014
la figlia Antonietta, il genero Pietro e i
nipoti Devis e Gianmario lo ricordano
con immutato affetto.
Ombriano, 1 novembre 2014
Caterina
Madignano, 1 novembre 2014
“U
Ditta
individuale
Preventivi
senza impegno
IZANO via Roma 83/a
Cellulare
340 0851664
Abitazione 0373 789359
Per informazioni:
ORARIO UFFICI:
dal lunedì al venerdì
ore 8.30-12.30
Oggi, venerdì 31 ottobre
siamo aperti
e 14-17.30
dalle ore 8.30 - alle ore 12.30
sabato chiuso
POMERIGGIO CHIUSO
Marmi e graniti per edilizia
ed arte funeraria
Si eseguono
sopralluoghi
e preventivi gratuiti
sabato
mattina
aperto
CREMA - V. De Chirico, 8 (Zona P.I.P.)
☎ (0373) 20 43 39
na iniziativa davvero ben riuscita grazie all’impegno delle varie associazioni di volontariato del paese e dei genitori, che
ringrazio di cuore”. Firmato: Ivan Cernuschi, sindaco di Pianengo.
Il riferimento è alla festa della scuola, riproposta domenica scorsa, “a
distanza di tre anni, se non erro, dalla prima edizione. L’amministrazione comunale ha lanciato l’idea, che ha potuto camminare proprio
per volontà di compaesani motivati”. La giornata si è svolta in oratorio dove, attorno a tavoli imbanditi, “eravamo in 260, quindi un
numero importante. I bambini si sono divertiti e gli adulti con loro”.
Insomma, è stata una bella giornata, che aveva un obiettivo importante: il ricavato – alle ore 16 è giunto l’annuncio che i 5.500 euro necessari per l’acquisto era stato raggiunti – è servito per le spese riguardanti l’acquisto di tre Lim (lavagne interattive multimediali) installate
alla scuola primaria. Il pranzo è stato universalmente apprezzato per
la soddisfazione di chi tanto si è dato da fare ai fornelli e di chi ha
agito, con bella disinvoltura, in sala.
L’elementare, quindi, ora ha a disposizione tre nuove lavagne
multimediali, strumenti importanti per una formazione innovativa,
per l’attività didattica. La compagine amministrativa guidata da Cernuschi, qualche mese fa, aveva presentato qualche un progetto per
l’ampliamento della primaria, ma dal Ministero (programma 6.000
Campanili) non è arrivato alcun contributo, quindi l’edificio inaugurato solo qualche anno fa resta così com’è.
“Per realizzare la nostra idea servirebbero 800.000 euro – sottolinea il primo cittadino – che non abbiamo. In questa fase ci sono
altre priorità”. Ad esempio? “Diciamolo, la nostra ciclabile è messa
male”. Da tempo ormai. “Stiamo valutando i costi per un’adeguata
sistemazione. A breve acquisiremo i preventivi, quindi vedremo il da
farsi”. Asfalto in arrivo, dunque?
El
a
d
n
Age
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
MOSTRA F. AGELLO
Fino al 2 novembre nella sala Agello del Museo, piazza Terni, mostra Il
più veloce del mondo. Dal record di velocità di Francesco Agello agli aeropittori. “1934-2014. Ottant’anni dal record del pilota Agello. Apertura dalle
ore 9,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19. Per info: ilpiuvelocedelmondo.it.
CREMA
ORE 18,30
SONCINO
CONFERENZA
ORE 21
CAPRALBA
FESTA
Presso la sala convegni La Filanda di via C. Cattaneo 1 conferenza promossa dal Lions club Soncino sul tema Lo stoccaggio del gas nel nostro territorio. Relatore il dott. Giancarlo Dossena geologo e dirigente Eni e l’ing.
Paolo Bacchetta amministratore delegato Stogit.
All’oratorio festa con truccabimbi, giochi di gruppo, balli e spettacolo
di fuoco. Ingresso libero.
ORE 21,15
CASTELLEONE
APPUNTAMENTI
Alice nella città in via Cappi 26 invita alla proiezione del film dedicato
al pianeta musica Sound City di Dave Grohl. Sabato 1° novembre alle ore
22,30 live con l’indie-kolk di Cortex. Apertura prevista per le ore 21,30.
Ingresso gratuito presentando tessera valida per il 2014.
SABATO 1 NOVEMBRE
ORE 17,30
CREMA
INCONTRO
Nella sala Cremonesi del Museo per l’iniziativa “Il più veloce del mondo” dal record di velocità di F. Agello agli aeropittori, incontro aperto al
pubblico La velocità, il futurismo e gli aeropittori a cura di Eva Coti Zelati.
Domenica 2 novembre dalle ore 14 alle 17 in piazza Terni, esposizione d’automobili d’epoca. Alle 17,30 nella sala Cremonesi, incontro La
tecnologia aeronautica e il contesto storico a cura di A. Scotti e G. Formenti.
ORE 21
CONCESSIONARIA
UFFICIALE DEL CREMASCO
Inserto di informazioni
per usare la città e il circondario
CAPERGNANICA
MADIGNANO
ORE 21
CREMA
MARTEDÌ 4
ORE 9
CREMA
SABBIONI
CREMA
MERCATO AGRICOLO
ORE 10
CREMA S. MESSA CADUTI E DISPERSI
Fino alle 12.30 in via Terni “Mercato di Campagna Amica”.
Al Cimitero cittadino, nella ricorrenza della commemorazione dei defunti, celebrazione di una s. Messa al campo in suffragio dei Caduti di tutte
le guerre officiata dal vescovo Oscar Cantoni. Dopo la celebrazione un
corteo raggiungerà la Cappella dei Caduti per la benedizione.
ORE 15
OFFANENGO
CENTRO EDEN
Al Centro anziani Eden salamini per tutti offerti dalla famiglia Giovanni Poletti.
ORE 21
CREMA RICORDO MONS. PIANTELLI
ORE 21
CREMA
ORE 21
BAGNOLO
Nella sala della Provincia incontro sulla figura di Francesco Piantelli.
Un sepolcro ed un’anima (1915-1918). Testimonianza di A. Piantelli. Iniziativa del G. Lucchi con il centro A. Galmozzi.
Iscrizioni per il 2015
Il G.T.A. Crema ricorda a
soci e simpatizzanti che prossimamente verranno richiesti i nominativi per l’iscrizione alla Fidal-Fiasp
e alla società per l’anno 2015. Si
anticipa che, come lo scorso anno,
nel mese di dicembre ci si ritroverà
per la riunione conviviale. Per info
335.6533768.
ORATORIO DI MADIGNANO
Decoupage, pittura...
Presso l’oratorio sono stati organizzati corsi di decoupage
palline di Natale, lavori con pannolenci, pittura su stoffa e altro. Appuntamento martedì 4 novembre
dalle 14 alle 16. Per informazioni
tel. 0373.65203, Egidia.
SPILLE D’ORO OLIVETTI
Pranzo sociale a dicembre
L’Assoc. Spille d’Oro Olivetti, delegazione di Crema, invita
tesserati, familiari e amici al Pranzo
di fine anno con auguri domenica 14
dicembre alle ore 12,30 presso un
noto ristorante di Crema. Iscrizioni
presso la sede di via Borgo S. Pietro
14 tel. 0373.202797 aperta il mercoledì e il venerdì dalle ore 14,30
alle 17. Termine ultimo di prenota-
zione il 12 dicembre. Si ricorda che
è aperto il tesseramento 2015.
ORFEO - ASS. CULTURALE
Iniziative varie
L’assoc. “Orfeo” di via Medaglie d’Oro 1, tel. 0373.250087, email: [email protected] informa che
ha organizzato una serie di appuntamenti in occasione dei Mercatini
di Natale. Domenica 7 dicembre a
Lucerna, Svizzera € 50. Dal 5 all’8
dicembre (4 giorni), Belgio, Bruxelles, Burg, Gand € 380, mezza pensione, pullman, accompagnatore e
assicurazione. Dal 6 all’8 dicembre
(3 giorni) in Alsazia € 270 mezza
pensione, pullman, accompagnatore assicurazione. Tour dei mercatini della Slovenia dall’11 al 14
dicembre, quota di partecipazione
€ 470 comprensiva di: viaggio in
bus, pensione completa in alberghi
e ristoranti con bevande, guide specializzate, accompagnatore, assicurazione. Soggiorni termali ad Ischia
di due e tre settimane. Grand hotel
re Ferdinando: 4 stelle lusso, dall’11
al 25 gennaio, 15 giorni € 650, singola € 280; dall’11 gennaio al 1°
febbraio, 22 giorni € 890, singola €
420. Grand hotel Terme di Augusto
5 stelle dall’11 al 25 gennaio, 15
giorni € 580, singola € 295; dall’11
gennaio al 1° febbraio, 22 giorni €
890, singola € 420. Grand hotel Terme di Augusto: 5 stelle, dall’11 al 25
gennaio, 15 giorni € 580, singola €
PROIEZIONE FILM
Il gruppo Fai Giovani con il Multisala Porta Nova invita alla proiezione
di Into the wild. Ingresso € 5,70, per gli iscritti al Fai € 3,50.
MERCOLEDÌ 5
ORE 21
CREMA
INCONTRO
Al Museo civico, sala Cremonesi, #Cremaperlemura. Una serata
dedicata alla storia delle Mura venete e alle ipotesi di recupero e
ORARIO CONTINUATO
8.30 - 19.30 dal lunedì al sabato
CREMA - VIA MATTEOTTI, 17
TEL. 0373.256233
TEST INTOLLERANZE ALIMENTARI
(con metodo ELISA)
NOVEMBRE MESE DELLA PREVENZIONE
SCONTO 10%
295; dall’11 gennaio al 1° febbraio
22 giorni € 880 singola € 420. Soggiorno a Sorrento hotel 5 stelle dal
19 gennaio al 2 febbraio, 15 giorni, €
520. Iniziative per gli iscritti. Tessera
annuale € 10.
PRO LOCO CASALETTO CEREDANO
Sottoscrizione a premi
In occasione della Sagra di
Sant’Orsola è stata effettuata una
sottoscrizione a premi. I numeri
estratti sono: 1.686, 28, 314, 1.702,
1.936, 954, 1.421, 78, 965, 473.
Per il ritiro dei premi contattare il
signor Giovanni Tamagni, via Piazzano 16, tel. 348.8203704.
CTG - S. BERNARDINO
Iniziative varie
Il Ctg ha organizzato per venerdì 7 novembre ore 21 l’Assemblea presso la propria sede di via
XI Febbraio 11/a; in tale occasione
aprirà anche il tesseramento per il
2015. Si rammenta che sono state
programmate per domenica 7 dicembre una gita turistico-culturale
a Trento con visita al Castello del
Buonconsiglio e Torre d’Aquila;
tempo libero anche per visitare i
mercatini di Natale. Quota di partecipazione € 57. Capodanno in
relax a S. Pellegrino Terme, hotel
Centrale con centro benessere a
disposizione degli ospiti. Periodo:
31 dicembre -1° gennaio. Quota di
Bagnolo Cremasco - S.S. Paullese Km 31 - tel. 0373 648164
valorizzazione. Iniziativa del Comune, Fai, Gruppo Antropologico,
studio Moruzzi e Rotary Cremasco San Marco.
GIOVEDÌ 6
ORE 9
CREMA
MEDIAEXPO
ORE 17
CREMA
INCONTRO
ORE 17
CREMA
C’ERA UNA VOLTA...
ORE 21
CREMA
PRESENTAZIONE LIBRO
Oggi, domani e sabato 8 presso l’Università d’Informatica a Crema in
via Bramante, Mediaexpo. Manifestazione rivolta a scolaresche dai 3 anni
in poi; a docenti di ogni ordine di scuola; a operatori culturali ed educativi;
alle famiglie interessate alle tematiche. La partecipazione è libera.
Al centro S. Luigi di via Bottesini l’Associazione professionale
cattolica di insegnanti, dirigenti e formatori invita al dibattito sul
tema: La buona scuola. Facciamo crescere il Paese. Relatori: dott. Giuseppe Bonelli, prof. Stefano Pierantoni, Silvia Malacarne. Moderatore: Giacinto Bosoni. Iniziativa promossa dall’Uciim sezione provinciale di Lodi e sezione di Crema.
Alla Biblioteca anche quest’anno appuntamento con i più piccoli dove
la gioia di leggere e ascoltare si intreccia con la magia dei colori. Viaggio
alla scoperta dei libri più belli e curiosi presso la Sala ragazzi. Info e prenotazioni (obbligatorie e gratuite) tel. 0373.893335 da martedì a venerdì
ore 14,30-18 e sabato ore 9-12, e-mail: [email protected]
Alla Biblioteca comunale presentazione del libro Non è la fine del mondo
di Silvia Bragonzi e Marco Viviani. Testo che affronta la separazione alla
luce della legge sull’affido condiviso. Un manuale di auto-aiuto.
INCONTRO PER SPOSI
La parrocchia, la zona pastorale Ovest e l’Ufficio per la pastorale della
Famiglia invitano all’incontro Dal sinodo dei Vescovi un rinnovato impegno per
la famiglia. Relatore: don Renzo Bonetti già direttore dell’Ufficio per la Pastorale della Famiglia della Cei. Appuntamento al Cineteatro dell’oratorio.
i
t
a
c
i
n
Comu
G.T.A. CREMA
LEGGIAMO IL VANGELO
Nell’eremo del convento-parrocchia dei Sabbioni Leggiamo il Vangelo con
Francesco d’Assisi; appuntamento per giovani e adulti.
TOMBOLATA
ORE 8
FESTA FORZE ARMATE
Manifestazione celebrativa dalla Giornata dell’Unità nazionale e festa delle
Forze armate. Ritrovo in piazzale Rimembranze e piazza Duomo presso
la lapide dei Caduti per la deposizione delle corone d’alloro. Alle 9,45 in
piazza Trento e Trieste raduno autorità, alza bandiera, deposizione corona
alloro, lettura del Bollettino della vittoria e al Mercato Austroungarico s.
Messa. Alle 11 al S. Domenico premiazione concorso “IV Novembre”.
ORE 20,45
Auto Futura
FESTIVAL GHISLANDI
Nella chiesa di S. Bernardino auditorium B. Manenti, XXXI Festival
pianistico internazionale “Mario Ghislandi”. Questa sera suona Federico
Ercoli 19 anni. Iniziativa promossa dal Centro culturale G. Lucchi.
Presso l’oratorio tombolata gastronomica con ricchi e gustosi premi.
DOMENICA 2
FILM
Nella Sala dei Fauni di Palazzo Robati proiezione di Il capitale umano.
MOSTRA
Al S. Domenico mostra di Paolo Mezzadri. Esposizione visitabile da
martedì a sabato ore 16-19 e la domenica ore 10-12 e 16-19.
Auto Futura
UNICA
ORE 20,45
VENERDÌ 31
CREMA
CONCESSIONARIA
VENERDÌ 7
ORE 15
CREMA
ABITARE LA CASA
ORE 21
CAPERGNANICA
ORE 21
CASTELLEONE
ORE 21
CASALE CREMASCO
Da oggi e fino a domenica 16 novembre presso la sala Agello del Museo civico Abitare la casa, mostra esposizione organizzata dalla Pro Loco.
Inaugurazione ufficiale sabato 8 alle ore 11. Esposizione visitabile sabato
e domenica ore 10-12 e 15,30-18,30, da martedì a venerdì ore 15,30-18,30.
CONCERTO
Nella chiesa parrocchiale concerto dell’Opera omnia per organo di
Bach. Organista: A. Dossena; partecipazione dell’oboista P. Pinferetti.
INCONTRO
Nella sala A. Moro, Cantiere Castelleone presenta vari appuntamenti
sul tema “Una stagione dedicata all’energia”. Questa sera La bolletta energetica e il mercato libero dell’energia. Relatori: Francesco Casella e Lino Morbi.
TEATRO
Presso l’oratorio Canti d’osteria a cura del Gruppo di canto popolare del regista F. Rossetti. Titolo della serata Quando la gente cantava.
Il giornale non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma
partecipazione € 230 comprensiva di cenone, bevande e brindisi
di mezzanotte; musica dal vivo;
supplemento camera singola
€ 35. Per iscrizioni e informazioni: Gabriella 392.2168885,
Gianni
0373.81647,
Fulvia
389.8199868, Terry 0373.85025,
Adina 335.6143128, Andrea
0373.230348.
CIMITERO MAGGIORE CREMA
Apertura uffici
Sabato 1° e domenica 2
novembre gli uffici del Cimitero Maggiore di Crema saranno
aperti dalle ore 8,30 alle 12,30 e
dalle 13,30 alle 16,30.
CENTRO TURISTICO ACLI
Gite e viaggi
Il CTA propone: outlet
Serravalle domenica 9 novembre
€ 20; Roma 13-16 novembre €
450; weekend in val Sugana soggiorno sul Lago di Levico Terme
e visita ai mercatini di Natale €
210, weekend in Trentino: soggiorno sul lago di Molveno e visita ai mercatini di Natale € 198 da
fine novembre a metà dicembre.
Svernare al mare! Liguria 2015:
Alassio, Pietra Ligure, Bordighera, Diano Marina, Finale Ligure, Spotorno. Capodanno 2014:
Ischia dal 29 dicembre al 3 gennaio da € 399 oppure 21 dicembre
4 gennaio € 595; Croazia dal 29
dicembre al 2 gennaio, 5 giorni €
395; Toscana Tirrenia con visite
a Pisa, Grosseto, Livorno, Viareggio, Massa Marittina e Firenze dal 30 dicembre al 2 gennaio
€ 395; Barcellona 29 dicembre 2
gennaio € 560; Terre ascolane con
visita a S. Benedetto del Tronto,
Ascoli Piceno, Acquaviva Picena e Offida dal 30 dicembre al 2
gennaio € 430; Tuscia e Maremma
con visite a Montefiascone, Capodimonte, Tuscania, Civita di Bagnoregio, Viterbo, Sorano e Pitigliano
dal 30 dicembre al 2 gennaio € 455.
Ischia tutto l’anno: 15 giorni da €
410, pensione completa comprese
bevande ai pasti in hotel 4 stelle,
reparto termale convenzionato Asl,
uso gratuito in hotel delle piscine
termali interne ed esterne, idromassaggio, palestra, sauna, bagno turco,
solarium e lettini. Tante altre proposte presso la sede di piazza Manziana 17 (martedì, giovedì, venerdì
ore 9-12) tel. 0373.250064 (interno
6) cell. 338.1123282, e-mail: [email protected]
CENTRO DIURNO
Iniziative varie
Il Centro Diurno volontariato 2000 di via Zurla 1 a Cre-
ma, tel. 0373.257637 propone
per il mese di novembre le seguenti iniziative: ✔ lunedì 3
ginnastica (dopo si giocherà a
carte); ✔ martedì 4 gioco delle
carte; ✔ mercoledì 5 tombola;
✔ giovedì 6 ginnastica (dopo si
giocherà a carte); ✔ venerdì 7
si balla con la voce di Mary. Vi
aspettiamo numerosi.
Mercatini di Natale
➜ 30 novembre Bolzano €
59,00 pranzo incluso;
➜ 6-8 dicembre Provenza:
Avignone, Marsiglia, Aix en
Provence, Nizza hotel 4 stelle,
pensione completa € 360 + €
15 iscrizione/assicurazione.
Per info Celestina 339.5979968
o Angela 347.2439542 o Agenzia
BlueLine Viaggi 0373.80574.
Ss. Messe - Cimitero Maggiore di Crema
Novembre 2014 - Ottavario dei defunti
Sabato 1° solennità di tutti i Santi
➦Ss. Messe ore 10 e 15. Alle 15 celebra il Vescovo.
Domenica 2 commemorazione dei defunti
➦Ore 10 s. Messa per i Caduti, celebra il Vescovo.
➦Ore 15 s. Messa.
Ss. messe a ricordo dei defunti delle parrocchie
3 novembre: ore 15 S. Benedetto, S. Pietro, Castelnuovo;
ore 16 parrocchia dei Sabbioni
4 novembre: ore 15 parrocchia di S. Carlo; ore 16 S. Michele
5 novembre: ore 15 Cattedrale; ore 16 Ombriano
6 novembre: ore 15 S. Cuore, S. Maria dei Mosi; ore 16 S. Trinità
7 novembre: ore 15 parrocchia di S. Stefano e S. Angela Merici
8 novembre: ore 15 s. Messa per tutti i defunti
L’Approdo
via Bottesini 4
c/o Centro S. Luigi CREMA
Associazione Gruppi di Alcolisti in Trattamento
Libreria Editrice
Buona Stampa Srl
Alcool-Parliamone insieme 800 010886
via Civerchi, 7 - Crema
 0373 256994
Per altre info: Il Nuovo Torrazzo
Fondazione “Carlo Manziana”
SCUOLA DIOCESANA
www.fondazionemanziana.it
via Dante, 24 - CREMA

Tel. 0373 256265
Orari: lun. 15,30-18,30
dal mart. al ven. 9-12
sabato 9-12 e 15,30-18,30
Bonifico bancario: Banco Popolare
via XX Settembre Crema
IT 32N0503456841000000584575
0373 257312 -  0373 80530
L’apertura del palazzo non comporta automaticamente anche l’apertura al pubblico dei vari uffici
CONSULTORIO FAMILIARE
tel. 0373 82723
e-mail: [email protected]
Sabato
Dal lunedì al venerdì
Crema - via Frecavalli 16 (a pochi passi dal Duomo): al mattino ore 9-12
il lun., merc., ven. e sab. Il pomeriggio ore 14-18,30 dal mart. al ven.
OSPEDALE MAGGIORE CENTRALINO 0373 2801
ORARI VISITA PAZIENTI: lun., mart., giov. e ven.: ore 19.15-20.15
• Merc. e sab.: ore 15-16 e 19.15-20.15 • Domenica e festività infrasettimanali: ore 11-12 e 15-18. Rianimazione: tutti i giorni dalle ore 11 alle 23.
CAMERA ARDENTE: ore 8-18 (orario continuato tutti i giorni, festivi
compresi). Entrata solo da via Capergnanica.
ATTIVITÀ E ORARI SPORTELLI CUP
distribuzione numeri per prelievi e per consegna
dalle ore 7 alle ore 9.30 materiale biologico
accettazione amministrativa per prelievi e per condalle ore 7.30 alle ore 9.30 segna materiale biologico
distribuzione numeri e attività di sportello per ritiro
referti, accettazione amministrativa delle prenotazioni telefoniche, registrazione prestazioni eseguidalle ore 8 alle ore 16.45 te, attività di cassa tranne la prenotazione;
distribuzione numeri per prenotazioni agli sportelli
Cup per prestazioni ambulatoriali e di laboratorio
inizio attività di prenotazioni agli sportelli Cup
dalle ore 9.15
per prestazioni ambulatoriali e di laboratorio
Distribuzione numeri
dalle ore 7
dalle ore 7.30 alle ore 9 Prelievi
Prenotazioni, consegna referti clinici, pagamenti e
dalle ore 7.30 alle ore 12.30 altre attività di sportello
dalle ore 7.30 alle ore 9.30 Accettazione materiali biologici (feci-urine)
OSPEDALE VIA KENNEDY ☎ 0373 2061 (centralino)
Feriale: ore 11.30-13.30 e 17-19.30 • Festivo: 11-13 e 16.30-19.30
CAMERA ARDENTE: lun.-sab. ore 8-18.15. Dom. ore 8-19.15
OSPEDALE RIVOLTA D’ADDA ☎ 0363 3781 (centralino)
Lun.-Merc.-Ven.-Sab. dalle 12.30 alle 13.30. Dal lun. al sab.
dalle 19 alle 20. Dom. e festivi dalle 10 alle 11 e dalle 15 alle 17
TRIBUNALE PER LA TUTELA DELLA SALUTE www.tribunaletutelasalute.it
Presso l’ospedale di Crema (venerdì dalle ore 9 alle 11) ☎ 0373 280873
CIMITERI DELLA CITTÀ Uff. Cimiteriale ☎ 0373 202807 via Camporelle
Maggiore - S. Maria della Croce - S. Bernardino - S. Bartolomeo: i cimiteri cittadini sono aperti tutti i giorni con orario continuato dalle ore 8 alle ore 18.
PIATTAFORMA RIFIUTI via Colombo - ☎ 0373 89711 - SCS ☎ 800 904858:
Lun., mar., giov., sab. 8-12 e 13.30-17.30. Merc. e ven. 13.30-17.30. Domenica 8-12
UFFICI TRIBUTI COMMERCIO E CATASTO ☎ 0373 894239
Presso il palazzo comunale in piazza Duomo (2° piano)
e-mail: [email protected] - www.comunecrema.it
Dal lunedì al venerdì ore 9-12 - Martedì 14.30-16.30 - Mercoledì 14-17
INPS - CREMA ☎ 0373 281111
via Laris, 11 Crema - [email protected]
Dal lun. al ven 8,45-12. Il mercoledì anche al pomeriggio 14-15
BIBLIOTECA COMUNALE ☎ 0373 893331-329
Via Civerchi, 9 - Crema. Lunedì: mattino chiuso; pomeriggio apertura
sala studio ore 14.30/18.30 senza servizi bibliotecari; sala ragazzi chiuso. Dal martedì al venerdì 9.30-18.30 (continuato). Sabato ore 9-12.30.
Sala ragazzi da lunedì a venerdì 14.30-18. Sabato 9-12.
ORIENTAGIOVANI ☎ 0373.893325-324 - fax 0373.893323
Via Civerchi, 9 - Crema - Lunedì ore 15-18, martedì-giovedì-venerdì
10-12 e 15-18, mercoledì 10-18, sabato 10-12.
MUSEO CIVICO ☎ 0373 257161-256414 - fax 0373 86849
www.comunecrema.it e-mail: [email protected]
Da lunedì 1 settembre: Lun. chiuso. Mart.: 14/17.30, mattino chiuso.
Merc. e giov.10-12 e 14-17.30. Ven. 10-12 e 14.30-17.30. Sab. 10-12 e
15.30-18.30. Dom. e festivi 10-12 e 15.30-17.
ARCHIVIO STORICO DIOCESANO ☎ 0373 85385
Via Matteotti 41, Crema - al 1° piano. Martedì ore 9.30-12,
giovedì ore 15.30-18, sabato ore 9.30-12.
CENTRI SPORTIVI CREMA
Piscina comunale, via Indipendenza ☎ 0373.202940
Palestra PalaBertoni, via Sinigaglia 6 ☎ 0373.84189
Stadio Voltini, viale De Gasperi 67 ☎ 0373.202956
Campi sportivi: via Serio 1 (S. Maria) ☎ 0373.257728
via Ragazzi del ’99 n. 14 ☎ 0373.200196
PRO LOCO CREMA - UFFICIO IAT
Piazza Duomo, 22 - Crema - ☎ 0373.81020: lunedì 15-18; dal martedì al
sabato 9-12.30 e 15-18; domenica e festivi 10-12.
TURNI D’APERTURA
FARMACIE
Dalle ore 8.30 di venerdì 31/10 fino 7/11:
– Farmacia Bertolini
piazza Garibaldi 49 - CREMA
tel. 0373 256279
– Montodine
– Pieranica
– Soncino (dott. Bernelli)
Dalle ore 8.30 di venerdì 7/11 fino 14/11:
– Farmacia Conte Negri
via Kennedy 26/b - CREMA
tel. 0373 256059
– Ripalta Arpina
– Spino d’Adda
DISTRIBUTORI CREMA
Apertura con presenza del gestore
Sabato 1 novembre: SHELL viale
Libero Comune, TOTAL ERG via
Milano. Domenica 2 novembre:
ENI viale Europa, Q8 via Libero
Comune
EDICOLE
CREMA: piazza Duomo - via Cadorna
- via Kennedy - piazza Fulcheria - Ospedale Maggiore. SANTA MARIA DELLA CROCE: via Bramante. OMBRIANO: piazza Benvenuti 13.
cinema · ricetta · meteo · orari uffici · notizie utili · farmacie di turno
CONFESSIONI
DUOMO
Tutti i giorni ore 11-12
Lunedì ore 8.30-10.30 e 16-17.30
Martedì ore 8.30-10 e 16-18
Mercoledì ore 8.30-10 e 16-17.30
Giovedì ore 8.30-10.30 e 16-18
Venerdì ore 8.30-10 e 16-18
Sabato ore 8.30-10.30 e 16-18.30
Domenica ore 9-11 e 18-19
SANTA MARIA DELLA CROCE
Giovedì ore 10-12 e 15-18
Sabato ore 15-18
MADONNA DELLE GRAZIE
Dal lunedì al sabato ore 9-12 e 16-17.15
SANTUARIO DEL PILASTRELLO
Sabato ore 9-12. Tutte le sere ore 21-24
SABBIONI - FRATI CAPPUCCINI
Tutti i giorni, escluso il lunedì
ore 9-11.30 e 15-17.30
SANTE MESSE IN CITTÀ
PREFESTIVE
16.30 Kennedy
17.00 S. Antonio Abate
17.30 Ospedale, Santuario delle Grazie
18.00 SS. Trinità, S. Maria della Croce, Cattedrale,
S. Pietro, S. Carlo, Crema Nuova, S. Giacomo,
Ombriano, S. Bernardino, Castelnuovo,
S. Stefano, Sabbioni, Vergonzana,
18.30 S. Benedetto, S. Angela Merici via Bramante
20.30 S. Bartolomeo ai Morti
23.00 Santuario Madonna del Pilastrello
FESTIVE
7.00 S. Benedetto
7.30 Cattedrale
8.00 SS. Trinità, S. Carlo, Sabbioni,
S. Bernardino, S. Maria della Croce
8.30 S. Antonio Abate, Crema Nuova, Ospedale,
Ombriano
9.00 Cattedrale, S. Benedetto, Castelnuovo,
S. Bartolomeo ai Morti
9.30 Villette Ferriera, S. Giacomo
9.45 Vergonzana, Casalbergo
10.00 Cattedrale, SS. Trinità, Ombriano
Cappella Cimitero Maggiore, S. Maria dei Mosi
10.30 S. Benedetto, S. Pietro, S. Stefano, Sabbioni, S. Carlo,
S. Bernardino, Kennedy,
S. Maria della Croce, Santuario delle Grazie,
Crema Nuova
10.45 S. Angela Merici - via Bramante,
S. Bartolomeo ai Morti, S. Giacomo
11.00 Cattedrale, Castelnuovo, SS. Trinità, Ospedale
11.15 Ombriano
12.00 Santuario delle Grazie
17.30 Santuario delle Grazie
18.00 S. Benedetto, S. Giacomo, Cattedrale
SS. Trinità, S. Carlo, Ombriano
Crema Nuova, S. Stefano,
S. Bernardino, S. Maria della Croce,
19.00 Cattedrale
20.30 Sabbioni
REGIONE LOMBARDIA
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
“Ascoltare il cittadino per migliorare i servizi”
A tutti i cittadini viene rivolto l’invito a partecipare all’iniziativa.
Dal 6 ottobre al 9 novembre viene effettuata la periodica indagine
di gradimento in tutte le Unità Operative, Servizi e Ambulatori
dell’Azienda Ospedaliera di Crema, nelle sue strutture di Crema
e Rivolta d’Adda, Castelleone e Soncino. I questionari saranno distribuiti
a tutti i pazienti ricoverati nei reparti e a tutti i cittadini che si presenteranno
per prestazioni ambulatoriali.
L’iniziativa rappresenta un’importante occasione e un canale di ascolto relativo alle soddisfazioni e insoddisfazioni dei cittadini che si rivolgono alle varie strutture ospedaliere dell’azienda. I dati raccolti successivamente, saranno elaborati dall’Ufficio Relazioni col Pubblico
e, insieme a reclami ed elogi ricevuti, costituiranno una base di partenza per una riflessione
che, con il coinvolgimento dell’Ufficio Qualità, delle Unità Operative, dei Servizi e degli Uffici
della nostra Azienda ospedaliera, potrà favorire la progettazione di azioni di miglioramento.
A tutti i cittadini viene rivolto l’invito a partecipare all’iniziativa
attraverso la compilazione dei questionari (anonimi) che verranno messi
a loro disposizione. Un ringraziamento, sin da ora,
per l’aiuto che vorranno dare con le loro utili indicazioni.
Rubrica dell’Associazione Bridge e Burraco Crema di via Cesare Battisti,1 - Crema
www.bridgeburracocrema.it
BRIDGE
Dopo l’inizio del corso di Bridge frequentato da un buon numero di allievi, il Circolo Bridge e Burraco di Crema
organizza un Corso di Burraco per coloro che desiderassero imparare questo gioco che appassiona un numero
sempre maggiore di persone. Il corso inizierà martedì 18 novembre alle ore 15, verrà articolato in tre lezioni
teorico-pratiche e metterà in grado i partecipanti di impadronirsi di tutte le nozioni e le tecniche necessarie per
praticare questo gioco in modo intelligente e divertente. Il costo del corso è di 30 €, che saranno considerati un
anticipo della quota sociale 2015 per tutti i partecipanti che decidessero di iscriversi al Circolo.
Proseguendo nella sua opera di aiuto alle Associazioni di Beneficenza cremasche, il Circolo organizza domenica 16 novembre un torneo di burraco a favore della ONLUS “No Limits”, una Associazione che promuove e
organizza gruppi di attività motoria e sportiva per persone, soprattuto giovani, con disabilità intellettiva e non.
Mercoledì 12 novembre alle ore 19.30 inizierà una collaborazione con l’Associazione culturale “Circolo delle Muse”
che organizzerà nella nostra sede una serie di quattro concerti lirici. Il primo concerto, intitolato “Il baritono nell’opera
buffa”, verrà eseguito dal baritono D. Caputo accompagnato dal pianoforte del Maestro Tansini.
Domenica 16 novembre - ore 15
Torneo di Burraco
a favore della Onlus No Limits
Martedì 18 novembre - ore 15
CORSO di BURRACO
presso il Circolo Bridge e Burraco
via Cesare Battisti, 1 - Crema
Quota di partecipazione: euro 15 a persona
Compredente aperitivo/cena a buffet
Il corso si svolgerà in TRE LEZIONI teorico-pratiche.
Costo dell’iscrizione: 30 euro
È gradita la prenotazione:
Tel. 320 422 6006 - [email protected]
Per informazioni e prenotazioni: tel. 320 4226006
e-mail: [email protected]
CITTÀ E UNIVERSITÀ
[email protected]
123 - IL LAVORO PIÙ BELLO DEL MONDO
“Scegliti un lavoro che ti piace e non dovrai lavorare nemmeno
un giorno della tua vita”, consigliava Confucio. Lo trovo un ottimo consiglio, ma oltre alla valorizzazione dei talenti personali
è utile anche dare un’occhiata ad alcuni dati oggettivi sulle prospettive che si aprono a seconda del lavoro che si sceglie. Ogni
valutazione è ovviamente soggettiva, poiché sono mille i fattori
che possono entrare in gioco. Ma questo non toglie interesse ad
alcuni esercizi di classificazione delle varie professioni che ogni
anno vengono svolti da apposite agenzie. Più che confrontare i
lavori tra di loro è interessante vedere come le valutazioni variano di anno in anno, per cogliere le tendenze in atto. Avevo già
citato (nel numero 41 di questa rubrica) la classifica Jobs Rated
2009 che vedeva ai primi tre posti le professioni di matematico,
attuario e statistico. A distanza di un quinquennio nella classifica Jobs Rated 2014 troviamo le seguenti professioni rispettivamente al primo, terzo e quarto posto: matematico, statistico e
attuario (al secondo posto si è infilato il “professore universitario”). La classifica è compilata pesando (in modo arbitrario
e discutibile, ovviamente) diversi indicatori quali il salario, lo
stress, la fatica, l’ambiente di lavoro, le prospettive di crescita
professionale. I dati sono desunti da tutto il mondo. Nell’arco
del quinquennio altre professioni sono salite e scese in questa
classifica: ad esempio la professione di ingegnere del software
ha conquistato il primo posto quattro anni fa, spinta dalla domanda per i servizi cloud, e poi è ridiscesa: ora è al settimo posto.
Resta invece significativa nell’arco del quinquennio la limpida
conferma delle tre professioni matematiche come “professioni
top”, che non hanno mai abbandonato le prime posizioni di questa speciale classifica.
Concordo con chi obiettasse che i numeri non significano nulla
se non siamo in grado di comprenderne i motivi e immagino
che il lettore gradisca qualche lume in più a questo riguardo.
Quindi nelle prossime settimane proverò a gettare un po’ di luce
sulle cause per cui le competenze matematiche sono così richieste e così preziose e soprattutto perché lo sono stabilmente nel
tempo.
Anzitutto, devo sgombrare il campo dal solito equivoco, dovuto
alla nostra esperienza di alunni delle scuole italiane: la matematica a cui si allude qui non è quella che abbiamo imparato
ad odiare sui banchi di scuola. La definizione di “matematico”
che viene data in Jobs Rated è questa: “Applica teorie e formule
matematiche per insegnare o per risolvere problemi in ambito
gestionale, formativo o industriale”. Noto en passant che questo profilo professionale risulta anche intascare mediamente
101.360 dollari USA all’anno.
La chiave per comprendere il fenomeno sta nelle due parole
“risolvere problemi”: il matematico è un esperto in problem solving. Ma qui si intende la capacità di risolvere problemi veri,
non esercizi scolastici o accademici. Non si tratta di dimostrare
teoremi, ma di supportare in modo scientifico, efficace ed efficiente i processi decisionali “in ambito gestionale, formativo
o industriale”. Questo occorre dappertutto, trasversalmente a
qualsiasi settore. Ecco perché la domanda è e rimane così alta.
Giovanni Righini
IL S
ERV
CINEMA
IZI
F
DIF A LA O
F R
CremaEfino
alE
5 novembre
N A
Porta Nova ☎ 0373Z218411
• Confusi e felici • Dracula - Le origini
• Il giovane favoloso • The judge • I
guardiani della galassia • Soap opera
• Cinemimosa: Soap opera (lun.
3/11 ore 21.30)
• Over 60: The judge (merc. 5/11 ore
15.30)
• Cineforum: Into the wild (mart.
4/11 ore 21)
Castelleone
Via Antonietti, 1
CAPERGNANICA (CR)
Tel. 0373 76022
[email protected]
Il giornale non è responsabile degli eventuali cambiamenti di programmazione
fantasma per amico • Guardiani della
Fanfulla ☎ 0371 / 30740
• Il giovane favoloso • Yves Saint Lau- galassia • The judge • Soap opera • Il
giovane favoloso • Pongo il cane mirent (4, 5 e 6 novembre)
lionario • I musei vaticani • Original
Moderno ☎ 0371 / 4200 17
Movie Passion: Lucy - v.o. inglese con
Guardiani della galassia • The judge • sottotitoli in italiano (mar. 4/11 ore
Confusi e felici
21) Il film d’Essai: Torneranno i prati
(merc. 5/11 - ore 20.45)
Pieve Fissiraga (Lodi)
Cinelandia ☎ 0371 237012
Spino d’Adda
• Un fantasma per amico • Dracula
untold • Confusi e felici • Scrivimi an- Vittoria ☎ 0373 980106
cora • Guardiani della galassia • The • Guardiani della galassia • The gijudge • Soap opera
ver - Il mondo di Jonas (mart. 4/11
ore 21)
Treviglio fino al 5 novembre
Cineteatro ☎ 0374 350882
• L’ape Maia (2/11 ore 16) • La buca Ariston ☎ 0363 419503
(Rassegna “Lunedì d’essai”: lun. • Dracula untold • Confusi e felici •
La spia - A most wanted man • Un
3/11 ore 21)
CRONACA D’ORO
Per l’Associazione Cremasca Cure Palliative
“Alfio Privitera” Onlus donazione dalle affezionate amiche della piazza Fulcheria in
ricordo di Ilma Della Giustina ved. Roderi
OFFERTE per il
RESTAURO del DUOMO
● Presso gli uffici amministrativi della Curia
Vescovile piazza Duomo, 25 - Crema
● Versamento in c/c bancario intestato a:
Chiesa Cattedrale S. Maria Assunta Comitato
raccolta fondi per il restauro della Cattedrale
c/o Curia Vescovile piazza Duomo, 25 Crema
presso:
Banco Popolare
via XX Settembre 18 Crema,
Codice IBAN: IT13U 05034 56841
000000000317
Banca Cremasca credito cooperativo
soc. coop.
piazza Garibaldi 29 Crema,
Codice IBAN:
IT66 C 07076 56841 000000024746
I MERCATI DI CREMONA
Colonia
di Finalpia.
Anno 1957.
Aiutanti cuoca:
Angela Cecilia Ferri
e Carmen Cotizelati
Fra i Sànt e i mòrt … Nuémbre ‘l rìa… con la sò puezìa d’aötön
Nel pieno d’autunno ecco “l’estate fredda dei morti” con novembre che ci invita a ripensare la vita,
riflettendo sul suo valore “dentro il cuore del mondo”. Impossibile non lasciarsi prendere dai ricordi
e il dialetto fa ancora tramite fra “oggi e ieri” rendendo giustizia al “nòst bröt parlà”, soprattutto
quando la lingua poetica, lasciando da parte i rimpianti (a volte dannosi) ripassa come una
moviola quadri di vita vissuta e fa emergere “la famiglia”, “la madre”, radici profonde per sempre.
La bellissima Poesia di Laura Piloni Arlondi
“A mé màma Angela” (angelo del focolare)
An mès a le scartòfie
g’ó truàt ‘na fotografìa
an biànch e nìgre
con sö té màma cara
e le tò bèle bagaìne.
M’à vegnìt zó ‘n gusù
pò g’ó seràt i òc
e g’ó cuminciàt a ricurdà:
…quànt le matìne d’invèrne
ta sa alsàet prèst per ampisà la stüa
per fà sculdà la cà,
ma se la lègna l’éra vìrda,
gh’éra nigót da fà
tra la sèner e ‘l calézen
ta caregnàet preocupàda
perché le bagàine le sa svegliàa
e la cà l’éra amò zelàda.
a nótre ta ma dàet al cici
e te ta ciurlàet i òs.
…Quànt ta gh’ìet dó bagàe per mà,
dó tacàde a là èsta, öna ‘n cùna
e öna ‘n pànsa;
e quànt l’éra ùra da parturì
al pupà setàt sóta ‘l pòrtech
al sunàa l’urganì
per circà d’anganà ‘l témp
e sént mia i tò laménc.
…Quànt ta ma pariét ècia
ma ta sìet amò gióina
la tò éta l’éra töta lé
la cà, al tò òm, le tò bagaìne
e per ültima ta venìet tè…
…Quànt sa setàem zó töc
antùrne al tàol per mangià ‘l tò rizòt
a nótre ta ma ‘mpienìet i piàc
e te ta respàet al padelòt,
grasie màma
“Quando i nonni erano bambini”
riproponiamo la preghiera
che “NONNA BIANCA” recitava ogni sera a memoria da più di novant’anni.
Lei è stata la “Principessa” di Santo Stefano
Sulla sua tomba, nel piccolo cimitero di Santa Maria della Croce, c’è scritto così:
O Maria, Madre del bell’Amore
regola gli affetti del mio cuore
veglia su me e i miei cari... (e li nominava tutti)
L’ultimo bacio
ecco, è per Te.
...va salüda i “Cüntastòrie”
ASPETTANDO EXPO 2015
PRODOTTI DI STAGIONE
II PARTE
perché e cosa mangiare in questo periodo dell’anno
Sabato scorso abbiamo già analizzato alcune delle ragioni per le quali nelle raccomandazioni di una corretta alimentazione si fa
riferimento agli ortaggi di stagione. Ci siamo
soffermati sugli aspetti legati al “gusto” e alla
“salute”, ma esistono altri motivi.
Gli ortaggi di stagione costano meno e rispettano la terra: non hanno bisogno di serre, non si consuma energia
aggiuntiva per farli crescere
e maturare. Se poi scegliamo
prodotti a chilometri zero,
coltivati cioè vicino al luogo di residenza, il risparmio
è ancora maggiore, perché
abbatteremo anche i costi di
imballaggio e trasporto, e inquineremo meno.
Varietà: uno dei principi più
importanti di una dieta sana ed equilibrata è la
varietà, perché non esiste un alimento completo, ovvero in grado di fornire al corpo tutte le
sostanze di cui ha bisogno. Seguendo la logica
di consumare solo alimenti di stagione non
correremo il rischio di mangiare tutto l’anno
sempre gli stessi alimenti.
Nell’articolo precedente vi ho illustrato le
caratteristiche di alcuni alimenti di stagione
“amici della salute”, zucca e melagrana, ed
Crema è in attesa della dedica
di un luogo o via cittadina,
come da raccolta di oltre 700 firme
AL NÒST DIALÈT
Lodi
· I · M · M · A · G · I · N · I ·
COMUNE DI CREMA CENTRALINO 0373 8941 www.comunecrema.it
Apertura Palazzo Comunale: lun., mart., giov. 8.30-12/14.3016.30. Merc. 8.30-17.30. Ven. 8.30-12. Sab. 9-12
VENDITA E ASSISTENZA
TECNICA
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
· I · M · M · A · G · I · N · I ·
Guida Utile
Emergenza sanitaria..................................................118
Guardia Medica...........................................800.567.866
Carabinieri .........................................112 - 0373.893700
Polizia ................................................113 - 0373.897311
Vigili del fuoco ...................................115 - 0373.256222
Soccorso stradale ................................................ 803803
Ospedale Maggiore (centralino).......................... 0373 2801
Polizia stradale ........................................... 0373 897311
Vigili urbani................................................ 0373 894212
Associazione Fraternità.................................0373 80756
SCS ..............................................................800-904858
Linea Più (gas) - via Stazione 9 - Crema ........800-189600
Guasti elettrici (ENEL) ....................................... 803500
Etiopia e Oltre ............................................ 0373 255847
Giudici di Pace ........................ 0373 250571-0373 250587
Treni: Stazione ferroviaria di Crema:
piazzale Martiri della Libertà 1 (senza prefisso) 892021
Autobus: Autoguidovie
piazzale Martiri della Libertà 8 - Crema ......... 0373 204524
Taxi Crema: ................................................ 333 1212888
Miobus: Prenotazioni: ....................(gratuito) 800-907700
0373 287728 da cellulare - Informazioni: 840-620000
Via Antonietti, 1 - CAPERGNANICA (CR)
Tel. 0373 76022 - [email protected]
oggi concludo questo argomento parlandovi
di una famiglia di ortaggi che non deve assolutamente mancare nella vostra spesa settimanale: la FAMIGLIA DEI CAVOLI!
Cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolo verza,
cavolo nero, cavolo rosso, cavolo riccio, cavolini di Bruxelles, broccoli, cime di rapa e rapa,
appartengono tutti alla famiglia delle “crucifere”, chiamate così per la forma del fiore, che con i suoi
quattro petali ricorda appunto una croce.
Tutte queste verdure sono
una fonte preziosa di vitamine, acido folico, minerali,
fibre e fitocomposti (sostanze
chimiche prodotte naturalmente dalle piante, dall’effetto estremamente favorevole
per la nostra salute). Il loro consumo è associato con la riduzione del rischio di cancro in
molti organi e tessuti; inoltre sono un’ottima
fonte di calcio altamente assimilabile, e di
vitamina C. È importante consumare queste
verdure sia crude, che poco cotte (la cottura
eccessiva altera i nutrienti, producendo nel
caso delle crucifere un forte odore di zolfo).
E voi questa settimana che cavolo mangerete?
Dr. Elena Piovanelli, dietista
Iniziative Ecclesiali
ADORAZIONE COMUNITARIA
■ Nella chiesa di S. Giovanni (tranne il sabato mattina e la domenica) ore 9-12 e 15-18.
ESERCIZI SPIRITUALI PER I GIOVANI
■ Da venerdì 31 ottobre al 2 novembre esercizi spirituali cura dell’Upg, Cdv e Ac settore Giovani.
tadina di S. Bernardino primo appuntamento con il
31° Festival pianistico internazionale M. Ghislandi.
CONCERTO A CAPERGNANICA
■ Venerdì 7 alle 21 presso la chiesa parrocchiale,
concerto con musiche di Bach. Organista A. Dossena.
PELLEGRINAGGIO OPERATORI CARITÀ
■ Venerdì 7 alle ore 21 in Cattedrale pellegrinaggio
diocesano operatori della carità. Presiede il Vescovo.
SCUOLA DELLA PAROLA A OFFANENGO
ROSARIO E MESSA PER LE VOCAZIONI
PREPARAZIONE CONFERMAZIONE ADULTI
RITIRO SPIRITUALE PER RELIGIOSE
INCONTRO RICORDO MONS. F. PIANTELLI
PERCORSO SEPARATI, DIVORZIATI...
■ Lunedì 3 novembre alle ore 21 nella chiesa di S.
Rocco Scuola della Parola sul Vangelo di Marco Tra fede
e incredulità. Mc 3,7 - 6,6 a cura di don Pier Luigi Ferrari.
■ Sabato 8 novembre alle 7,30 al Santuario della
Pallavicina ad Izano Rosario e Messa per le vocazioni. Animeranno l’incontro la zona Ovest e il Mcl.
■ Lunedì 3 novembre alle ore 21 presso l’Ufficio catechistico preparazione al sacramento della confermazione degli adulti. Tema L’uomo alla ricerca di Dio.
■ Sabato 8 novembre dalle 9,15 alle 12 presso
l’Istituto Buon Pastore ritiro spirituale delle religiose. Predicatore padre Alberto Grandi, cappuccino.
■ Martedì 4 alle ore 21 nella sala della Provincia incontro sulla figura di mons. Francesco Piantelli Un sepolcro e un’anima (1915-1918). Testimonianza di A. Piantelli. Iniziativa del G. Lucchi con il Centro A. Galmozzi.
■ Giovedì 6 novembre ore 21 presso il Centro di
spiritualità incontro per separati, divorziati e nuove
unioni. Il gruppo “Al pozzo di Giacobbe (Giov. 4) si
riunisce con don Alberto Guerini una volta al mese.
■ Mercoledì 5 novembre alle ore 21 presso l’oratorio
di S. Benedetto percorso di formazione-aggiornamento
per tutti i catechisti della zona città.
■ Vi invita a condividere un’esperienza di preghiera
gioiosa. Ogni sabato alle 16 oratorio SS. Trinità.
FORMAZIONE AGGIORNAMENTO CATECHISTI RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO
FESTIVAL INTERNAZIONALE GHISLANDI
■ Domenica 2 novembre alle 21 presso la chiesa cit-
GRUPPO REGINA DELLA PACE
■ Ogni lunedì dalle ore 21 nella chiesa di San
Bartolomeo dei Morti s. Rosario e s. Messa.
Della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura
CEREALI: Frumenti nazionali teneri con 14% di umidità Varietà speciali n.q.;
Fino (peso specifico da 78) 173-175; Buono mercantile (peso specifico da 75
a 77) 165-169; Mercantile (peso specifico fino a 74) 162-163 Frumenti nazionali duri (produzione Nord Italia): Fino (peso specifico da 80 e oltre) n.q.; Buono
mercantile (peso specifico 77/79) n.q.; Mercantile (p.s. 74/76) n.q. Cruscami
franco domicilio acquirente: Farinaccio alla rinfusa 128-130; Tritello alla rinfusa
127-129; Crusca alla rinfusa 111-113; Crusca in sacchi n.q; Cruschello alla
rinfusa 120-122. Granoturco ibrido nazionale (con il 14% di umidità): Comune
148-150; Semivitreo n.q. Orzo nazionale: peso specifico da 61 a 64 160-165;
peso specifico da 55 a 60 n.q. Orzo estero pesante (da commerciante-franco acquirente) n.q. Semi di soia nazionale 313 Semi da prato selezionati (da commerciante): Trifoglio violetto 2,80-3,20; Ladino nostrano (Lodigiano gigante)
8-9; Erba medica di varietà 2,90-3,30; Lolium italicum 1,40-1,70; Lolium
italicum tetraploide 1,40-1,70.
BESTIAME BOVINO: Vitelli da allevamento baliotti (peso vivo in kg): Da incrocio (50-60 kg) 2,50-4,00; Frisona (50-60 kg) 1,00-1,10. Maschi da ristallo biracchi
(peso vivo): Frisona (180-250 kg) n.q.
Bovini da macello (prezzo indicativo - peso morto in kg): Cat. B - Tori (maggiori
di 24 mesi) P2 (50%) - O3 (55%) 2,00-2,25; Cat. E - Manze scottone (fino a
24 mesi) P3 (47%) - O3 (50%) 1,90-2,40; Cat. E - Manze scottone (sup. a 24
mesi) P2 (45%) - O3 (48%) 1,90-2,20; Cat. E - Vitellone femmine da incrocio
O3 (54%) - R3 (57%) 3,15-3,65; Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità P3 (44%)
- O2/O3 (46%) 1,90-2,15; Cat. D - Vacche frisona di 2° qualità P2 (42%) - P3
(43%) 1,45-1,55; Cat. D - Vacche frisona di 3° qualità P1 (39%) - P1 (41%)
0,85-1,05; Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità (peso vivo) 0,84-0,99; Cat.
D - Vacche frisona di 2° qualità (peso vivo) 0,61-0,67; Cat. D - Vacche frisona
di 3° qualità (peso vivo) 0,33-0,43; Cat. A - Vitelloni incrocio nazionali di 1°
qualità R3 (55%) - U3 (56%) 3,10-3,35; Cat. A - Vitelloni incrocio nazionali
di 2° qualità O3 (53%) - R2 (54%) 2,90-3,05; Cat. A - Vitelloni frisona di 1°
qualità O2 (51%) - O3 (52%) 2,80-3,00; Cat. A - Vitelloni frisona di 2° qualità
P1 (49%) - P3 (50%) 2,20-2,45.
FORAGGI: Fieno e paglia (da commerciante-franco azienda acquirente): Fieno
maggengo 2014 105-115; Loietto 2014 105-115; Fieno di 2a qualità 2014 90100; Fieno di erba medica 2014 130-170; Paglia 80-100.
SUINI: Suini vivi (escluso il premio) da allevamento (muniti di marchio di tutela):
15 kg 3,75; 25 kg 2,42; 30 kg 2,12; 40 kg 1,75; 50 kg 1,58; 65 kg 1,51; 80 kg
1,44; 100 kg n.q. Magri da macelleria: 90-115 kg n.q. Grassi da macello (muniti di
marchio di tutela): 130-145 kg 1,320; 145-160 kg 1,350; 160-176 kg 1,410; oltre
176 kg 1,340.
CASEARI: Burro: pastorizzato 2,65; zangolato di creme fresche n.q.; crema
di latte centrifugata e pastorizzata (reg. Cee n. 1547/87) n.q. Provolone Valpadana: dolce 5,55-5,70; piccante 5,75-6,00 Grana: stagionatura tra 60-90 giorni
fuori sale n.q. Grana Padano: stagionatura di 9 mesi 6,40-6,60; stagionatura
tra 12-15 mesi 7,00-7,20; stagionatura oltre 15 mesi 7,35-7,95.
LEGNAMI: Legna da ardere (franco magazzino acquirente): Legna in pezzatura
da stufa: 60% forte e 40% dolce 100 kg 12-13; legna in pezzatura da stufa:
forte 100 kg 14-15 Pioppo in piedi: da pioppeto 4,8-6,5; da ripa 2,7-3,2 Tronchi
di pioppo: trancia 21 cm 10,0-12,0; per cartiera 10 cm 5,0-5,5.
Municipio di Crema
Consulenza materie giuridiche-notarili
■ Giovedì 6 novembre sospensione del servizio
consulenza materie giuridiche presso il Municipio.
Orari apertura cimiteri: 8-18
■ Apertura cimiteri cittadini dalle ore 8-18.
Apertura uffici cimitero 1-2 novembre
■ Il 1° e il 2 novembre gli uffici del Cimitero Maggiore saranno aperti nelle ore 8,30-12,30 e 13,30 -16,30.
Miobus-Autoguidovie: 1° novembre
■ Miobus: sabato 1° novembre sarà in vigore il
servizio chiamata Miobus. Il servizio di linea è sospeso. Autoguidovie: sabato 1° sarà in vigore il servizio festivo. Consultare gli orari del servizio festivo
sul sito: http://cremona.autoguidovie.it/
L’URP INFORMA...
Miobus: orari in vigore dal 3 novembre
■ Lunedì 3 saranno disponibili gli orari aggiornati del servizio di linea urbano di Crema. Consultare
i nuovi orari sul sito: http://crema.autoguidovie.it/
Bergamo trasporti: anticipo orario corsa
■ Da lunedì 3 novembre la corsa dal lunedì al venerdì delle 7,15 Crema-Bergamo verrà anticipata alle 7.
Autoguidovie: 1° apertura S. Donato
■ Sabato 1° e domenica 2 novembre l’Infopoint
di S. Donato M3 effettuerà un’apertura straordinaria dalle ore 14 alle 18. Presso l’Infopoint è possibile: ricaricare abbonamenti Sitam, Ivol e Ivop
su tessera elettronica; richiedere informazioni; acquistare biglietti e abbonamenti; pagare sanzioni;
richiedere le tessere di riconoscimento.
24
Il Cremasco
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
MOSCAZZANO
PIERANICA: Ringraziamento e Caduti
Piazzola rifiuti,
il vicesindaco replica
FRANCESCA GIPPONI RESPINGE LE ACCUSE
DELLA MINORANZA: “NO A STERILI POLEMICHE”
di GIAMBA LONGARI
L
a gestione della piazzola ecologica comunale di Moscazzano è finita in questi giorni
al centro di una discussione tra maggioranza
e minoranza. Da una parte c’è il capogruppo
d’opposizione Aldo Bellandi che segnala alcune anomalie, dall’altra ci sono il sindaco Gianluca Savoldi e i suoi stretti collaboratori che
ribattono colpo su colpo auspicando, invece di
“sterili polemiche”, idee e azioni concrete.
In un comunicato, Bellandi parla di una
piazzola “piena oltre misura di rifiuti che sono
abbandonati al di fuori dei cassoni, con i cittadini che non sanno come smaltire alcune tipologie di rifiuti quali olio esausto, neon, piccole
quantità di inerti e via dicendo”.
Tale situazione è stata segnalata da alcuni
cittadini, “stanchi – a detta di Bellandi – di
non ricevere il necessario supporto e risposte
chiare e adeguate”. Francamente, prosegue
il capogruppo di minoranza, ricordando che
Moscazzano è stato uno dei primi Comuni ad
avviare la raccolta differenziata dei rifiuti, “non
si comprende come l’attuale amministrazione
rimanga del tutto ferma e non attenta su un servizio così delicato, fondamentale e importante
Quintano
Chiesa
D
opo gli importanti lavori di ristrutturazione
e restauro – non più procrastinabili per le infiltrazioni
d’acqua piovana dal tetto,
che hanno rovinato gli affreschi e le decorazioni degli
altari laterali, ma anche per
l’umidità di risalita – la Parrocchia di San Pietro Apostolo ha restituito ai quintanesi la propria chiesa.
Aperto da qualche giorno,
l’edificio sacro ospiterà domani, domenica 1° novembre, un concerto, che di fatto
fungerà da “inaugurazione”
ufficiale dei lavori. Restano da completare le parti
basse dell’aula, dove sono
stati rifatti gli intonaci fino
all’altezza di circa un metro
e mezzo.
Sarà l’occasione per ammirare il bell’intervento di
restauro avviato quest’estate
dal parroco don Piergiorgio
Renzi con il sostegno degli
organismi pastorali. Una
radicale sistemazione della
chiesa che ha riguardato la
copertura, il campanile, l’ingresso e le pareti, così come
la pavimentazione. Sotto il
marmo chiaro del pavimento – dove campeggiano i due
simboli del patrono San Pietro e di San Paolo – è stato
installato anche il riscaldamento a pavimento, impianto che preserverà le opere
d’arte da ogni problematica
futura.
Oggi alle ore 17, come
detto, il concerto del duo di
archi “Rolla” de “I Solisti
Laudensi”, appuntamento
inserito tra le proposte legate
all’Expo 2015, ma che ben
accompagna il significativo
momento comunitario.
Al termine dell’esibizione
l’amministrazione comunale
offrirà un rinfresco sul piazzale della chiesa a tutti i presenti. L’anno venturo il Comune ha anche intenzione
di mettere mano alla piazza
per completare al meglio il
recupero della chiesa di San
Pietro Apostolo.
Luca Guerini
per la nostra comunità. La corretta gestione
dei rifiuti, oltre a essere un importante gesto di
civiltà, rappresenta un aspetto altamente qualificante per ogni amministrazione con lo specifico obiettivo del recupero di risorse dai rifiuti,
rappresentando inoltre un’importante azione di
rispetto, difesa e tutela ambientale”.
La maggioranza risponde all’opposizione
per voce di Francesca “Franca” Gipponi, vicesindaco e assessore con delega al Welfare e al
Bilancio. “Guardare sempre al passato – attacca – significa restare ancorati a ‘ieri’. Noi invece guardiamo avanti, come ci hanno chiesto di
fare i cittadini che ci hanno votati, mandando
a casa la vecchia amministrazione ‘che ha fatto
sempre tutto bene’… Entrando nello specifico,
lo smaltimento dei rifiuti e la gestione della
piazzola ecologica sono due argomenti che
stiamo gestendo: educare le persone non è cosa
facile, così come dar vita a comportamenti virtuosi all’insegna del vivere civile all’interno di
comunità”.
La minoranza, prosegue decisa Francesca
Gipponi, “dovrebbe conoscere bene le problematiche riguardanti la gestione dei rifiuti: la
situazione da loro registrata, infatti, si replica
ormai da tempo, anche con le amministrazioni
L
a Festa del Ringraziamento di domenica scorsa ha visto anche
la benedizione – da parte del parroco don Santino Costi – del
Crocifisso del monumento ai Caduti del paese, tornato in sede
a seguito di un intervento di restauro resosi necessario dopo i
vandalismi perpetrati dai soliti ignoti.
Tanti i cittadini e i fedeli che hanno preso parte alla Messa, alla successiva processione e alla benedizione (in pratica
l’“inaugurazione” del restauro). L’intervento è stato eseguito da
un privato, che l’ha offerto, così come gratuita è stata anche l’opera di ricollocazione curata dalla locale ditta “CMP” di Biagio
Carioni. Il sindaco Walter Raimondi ha ringraziato tutti, anche
a nome della comunità, compreso l’assessore Giuseppe Mazzini
che ha seguito da vicino le operazioni di sistemazione del manufatto. La festa della quarta domenica d’ottobre, organizzata
dall’oratorio “San Biagio”, è stata caratterizzata anche da una
castagnata e da un corteo di trattori e mezzi agricoli.
LG
Francesca Gipponi,
vicesindaco di Moscazzano
precedenti. Vi sono periodi dell’anno nei quali, tra grandi pulizie di giardini e di cantine, la
piazzola si riempie rapidamente di diverse tipologie di rifiuti, fino a quando interviene SCS
a svuotare tutti i cassoni e, purtroppo, anche
a smaltire tutti quei rifiuti (frigoriferi, televisori, calcinacci, ecc.) che i cittadini dovrebbero
portare alla vicina piazzola consortile di Montodine”.
Per quest’ultima situazione, due volte l’anno
(“così come stabilito dalla vecchia amministrazione”), il Comune di Moscazzano fa intervenire nuovamente – dietro ulteriore pagamento
– SCS, così vengono smaltiti anche quei rifiuti.
“Siamo convinti – termina decisa la vicesindaco Gipponi – che i moscazzanesi non siano
diventati ‘smemorati’ nei primi cinque mesi di
attività della nuova amministrazione comunale, ma che vi sia la necessità di definire e attuare
una nuova strategia che coinvolga la popolazione al fine di effettuare uno smaltimento corretto dei rifiuti, a salvaguardia dell’ambiente e
quindi della salute dei cittadini stessi. Abbiamo
bisogno d’idee e non di polemiche sterili e gratuite: se la minoranza vuole essere propositiva,
avanzi nuove idee e un piano d’azione utile ad
aumentare la cultura della cittadinanza”.
Bagnolo: Il canto della cicala, grande successo
A
nche la quinta edizione della rassegna teatrale per bambini e famiglie Il canto della cicala sta riscuotendo un enorme successo.
I primi due spettacoli del cartellone hanno fatto registrare il tutto esaurito, con oltre 400 spettatori presenti nella sala del cineteatro dell’oratorio bagnolese.
Soddisfatta l’amministrazione comunale guidata da Doriano Aiolfi, così come l’associazione
“Alice nella città” che, insieme alla Biblioteca,
promuove la manifestazione.
Domenica scorsa, prima della rappresentazione della fiaba de I tre porcellini a cura del “Centro
Teatrale Corniani”, l’attore e regista Nicola Cazzalini di “Alice nella città” ha ringraziato il folto
pubblico presente per l’affetto che sempre dimostra verso la rassegna e per la grande affluenza
anche in occasione del secondo appuntamento
del 2014. Spazio poi a Maurizio Corniani, che
con i suoi grandi pupazzi ha narrato la celebre
storia dei fratelli porcellini, tra canzoni ed effetti coinvolgenti: molto divertiti i piccoli presenti,
ma anche le mamme e i papà.
Il canto della cicala,
cicala dunque, si conferma quale
importante momento per i ragazzi del paese e di
tutto il territorio, non solo sotto l’aspetto ricreativo, ma anche culturale ed educativo.
Il calendario di questa quinta edizione vedrà
domani, domenica 2 novembre, una sosta per la
festa di commemorazione dei defunti. Gli spet-
C’
erano anche una trentina di Podisti bagnolesi alla Marcia
Perugia-Assisi di domenica 19 ottobre. Eccoli nella foto
insieme al loro presidente Luigi Barbati. Per il gruppo si tratta
della seconda partecipazione alla marcia: dalle scarse adesioni di due anni fa s’è passati alle 30 di quest’anno. Forse anche
perché il 2014 è stato un anno speciale per questa bella realtà,
con il festeggiamento del 40° anniversario di fondazione. Una
mostra fotografica presso il Centro culturale, nei mesi scorsi, ha
mostrato a tutti la storia dei Podisti, in cui rientra di diritto anche
quest’ultima significativa partecipazione alla Marcia per la Pace.
LG
CASALE – VIDOLASCO: Teatro in riva al Serio
P
rosegue la rassegna teatrale organizzata dal Comune in collaborazione con l’Oratorio “Santo Stefano”, che ospita sul
proprio palco gli spettacoli alle ore 21.
Il Teatro in riva al Serio – così s’intitola questa prima stagione teatrale – sta portando in paese le migliori Compagnie del
territorio. Scattata venerdì 19 settembre con Il delitto Viganò del
compianto Francesco Edallo, la serie di appuntamenti teatrali
proseguirà venerdì 7 novembre con la serata dedicata ai “Canti
d’osteria” a cura del Gruppo di canto popolare del regista Francesco Rossetti. Quando la gente cantava il titolo della rappresentazione, che riporterà la mente e il cuore indietro nel tempo.
LG
VAIANO: servizio Tesoreria, indetta la gara
tacoli riprenderanno domenica prossima, 9 novembre, quando sul palco del centro parrocchiale “Don Bosco” sbarcherà la divertente epopea
dei “Nanirossi” con i loro Equilibri di coppia, lavoro brillante nato sulla strada e portato in tutto
il mondo. Acrobatica, giocoleria e comicità per
un circo a portata di sipario. Una vera e propria
ventata d’aria fresca nel repertorio del teatro
di strada italiano. Non mancherà, tra numeri e
acrobazie, un po’ di follia.
Lo show ha vinto il primo premio al “Milano
Clown Fest 2013” e ha ricevuto altri riconoscimenti, non solo in Italia.
Torneremo dunque a parlare della rassegna e
delle sue due ultime date in calendario: il 16 e il
23 novembre prossimi.
PIERANICA
Bando 2013-2014
per le borse di studio
L’
amministrazione comunale
di Pieranica, con il sostegno
della Banca Popolare di Crema,
bandisce un concorso per l’assegnazione di borse di studio per
l’anno scolastico 2013-2014 riservate a studenti residenti in paese.
Per partecipare è necessario aver
frequentato il 3° anno della scuola secondaria di 1° grado, oppure
istituti secondari di 2° grado o corsi universitari di laurea. I premi in
denaro sono istituiti con l’intento
di premiare gli studenti meritevoli
per i risultati conseguiti.
Il concorso è aperto a tutti i
ragazzi promossi con giudizio finale e che proseguiranno gli studi, così come agli iscritti a corsi
di laurea, anche breve, purché
abbiano rispettato il programma
BAGNOLO: i Podisti alla Marcia della Pace
di esami previsto dal relativo piano di studi. È anche necessario
non aver usufruito dei ticket dote
scuola componente al merito o
aver vinto il concorso per due volte consecutive.
Le domande, redatte in carta
Luca Guerini
semplice e su apposito modulo da
ritirarsi presso gli uffici comunali
(via G. Marconi, 6; tel. 0373.71016)
o scaricabili dal sito www.comune.
pieranica.cr.it/, dovranno essere
presentate in municipio entro il 15
novembre prossimo.
Per prendere parte al bando servono anche i seguenti documenti:
copia dell’attestato comprovante la
votazione riportata per gli studenti che hanno frequentato il terzo
anno della scuola secondaria di
primo grado e gli istituti secondari
di secondo grado; copia del piano
di studi e del relativo libretto che
attesti gli esami per gli studenti
universitari. La mancanza anche
di uno solo dei documenti richiesti
sopra riportati comporterà l’automatica esclusione della domanda
dalla partecipazione al bando.
Fra tutti gli iscritti verrà poi stilata una graduatoria in base alla votazione riportata; a parità di condizioni, si procederà all’estrazione a
sorte. Le domande saranno esaminate dalla Commissione pubblica
istruzione e approvate dalla Giunta comunale. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’assessore all’Istruzione Cinzia Riboli
presso gli uffici comunali.
LG
L’
amministrazione Calzi ha indetto la gara per l’affidamento
in concessione del servizio di Tesoreria Comunale per gli
anni 2015-2019. Si tratta di una gara con procedura negoziata
senza previa pubblicazione di un bando. La scadenza di presentazione delle offerte è alle ore 12 del 26 novembre prossimo. L’apertura delle offerte avverrà alle ore 15.30 del 27 novembre. La
documentazione è disponibile sul sito web dell’Ente.
Per informazioni si può contattare l’Ufficio Ragioneria (dott.
ssa Giovanna Manara) al numero 0373.278015, int. 5/3; e-mail:
[email protected]
PALAZZO E FRAZIONI: festa del IV Novembre
M
entre a Palazzo la commemorazione del IV Novembre s’è
svolta in anticipo, con l’associazione Combattenti, Reduci
e Simpatizzanti che ha chiamato a raccolta tutti per il 26 ottobre, nelle frazioni la festa delle forze armate è in calendario per
domenica 9 novembre, nel giorno della sagra di San Martino del
“capoluogo”. A Scannabue alle ore 9.30 il ritrovo, alle 9.45 il
corteo e alle 10.30 l’Ufficio in suffragio dei Caduti, seguito da un
altro corteo verso il Monumento in loro memoria.
A Cascine Gandini la ricorrenza sarà invece celebrata alle ore
11 presso il Monumento ai Caduti.
VAIANO CREMASCO: Festa del Ringraziamento
L
a macchina organizzativa è partita da tempo. Siamo arrivati alla
quinta edizione: è la Festa del Ringraziamento, quest’anno fissata per
il 9 novembre. In campo il Comune, gli agricoltori, la Parrocchia e i
Donatori di Sangue. Dalle ore 8.30 alle ore 16 si terrà l’esposizione dei
mezzi agricoli, bendetti alle ore 11.45 (dopo la Messa) dal parroco don
Attilio Premoli. Nella giornata distribuzione di caldarroste e torte casalinghe, mazzolini di fieno e presenza del recinto con gli animali da
corte. Per i più piccoli, nel pomeriggio, “Battesimo della sella” con il
pony Biscotto e merenda con pane e nutella. Inoltre, per giovani e non,
ci sarà la possibilità di salire su un carro agricolo per un breve giro in
paese. Polenta e gorgonzola saranno offerti da Andrea e Anna del Mulì:
il ricavato della festa andrà alla Parrocchia.
Piazza Gloriosi Caduti e parte della via centrale saranno chiuse al
traffico per permettere lo svolgimento dell’iniziativa. “Un sentito ringraziamento al parroco, ai numerosi agricoltori che partecipano sempre
con lo stesso, immutato entusiasmo, all’Ass. Donatori di Sangue sezione di Vaiano, in particolare al presidente Gianfranco Cazzamali, ad
Alfredo Spoldi e ai ragazzi della Cascina Spoldi che si rendono sempre
disponibili, affinché tutto si possa svolgere al meglio, rendendo preziosa
la loro partecipazione”, afferma l’assessore alla Cultura e Spettacolo
Emanuela Moroni. Gli organizzatori auspicano una nutrita partecipazione per condividere i vari momenti d’aggregazione e valorizzazione
delle tradizioni locali, senza dimenticare lo scopo benefico dell’iniziativa, che unisce tutti per il bene della collettività.
LG
Il Cremasco 25
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
OFFANENGO
OFFANENGO
Nuove soluzioni
per la viabilità
Odori molesti,
task force per abbatterli
G
OBIETTIVO PRIMARIO
LA SICUREZZA DEGLI ALUNNI
C
hi frequenta il centro di Offanengo, per
svariati motivi, si sarà accorto delle evidenti ciclabili azzurre che sono state create in
via Dante e in via Monteverdi. Non solo: via
Dante è divenuta senso unico (verso via Lupo
Stanghellini) per una ridefinizione complessiva della viabilità nel centro paese.
È stata quindi confermata, a circa un mese
dal suo avvio, la scelta della nuova amministrazione guidata da Gianni Rossoni, in particolare degli assessorati all’Urbanistica retto
da Emanuele Cabini e da quello all’Istruzione di Silvia Cremonesi, di creare una sorta di
“Cittadella dell’Educazione”: durante l’orario
d’ingresso e uscita dalle primarie, parte di via
Dante rimane chiusa per permettere ai bambini di raggiungere la scuola in tutta sicurezza.
Questa nuova soluzione, pur creando alcune iniziali perplessità (in particolare per i ragazzini delle scuole superiori di 1° grado che
non possono raggiungere la scuola in bicicletta o a piedi) è stata comunque apprezzata: Polizia Locale sempre presente, più tranquillità
per i bimbi delle primarie e del nido comunale
(che ha sede ancora presso le primarie, in attesa che l’annosa e problematica situazione della costruzione del nuovo asilo nido, lasciato a
metà dell’opera, trovi una soluzione) e un disagio gestibile per l’utenza delle scuole medie.
La realizzazione delle nuove ciclabili ha ridotto il numero di stalli per il parcheggio in via
Dante, con una valorizzazione dei parcheggi
che affiancano l’oratorio, soprattutto del primo, essendo il secondo all’interno dell’area
pedonale. Inoltre, in via Monteverdi sono stati
realizzati gli annunciati stalli a spina pesce che
hanno fatto recuperare 16 posti auto in più rispetto a prima.
L’assessore Cabini conferma: “Le ciclabili
in via Dante e Monteverdi sono il primo tassello del ‘Passante Ciclabile’ Crema-Offanengo.
Nostra intenzione, infatti, è rendere possibile e
sicuro andare da piazza Duomo a piazza Sen.
Patrini… in bicicletta. Abbiamo ottenuto soluzioni che contribuiscono a questo progetto:
stanno completando anche la ciclabile esterna
e verrà realizzata l’illuminazione a LED e una
passerella a sbalzo sul Canale Vacchelli”.
Come state rispondendo alle esigenze dei
commercianti del paese e a quelle degli ambulanti dopo lo spostamento del mercato in
via Leopardi?
“Per quanto riguarda la locazione del mercato non abbiamo nessuna lamentela, è una
soluzione che funziona anche grazie all’incontro fatto in precedenza con gli ambulanti. Il
problema dei commercianti è che molto spesso i privati parcheggiano negli spazi destinati
a carico e scarico: renderemo più visibile le
segnaletica e cresceranno i controlli dei vigili”.
Avete sempre puntato anche sul decoro del
paese. Come rientra in questi provvedimenti?
“Per rendere Offanengo sempre più ordinato, introduciamo il passaggio dello spazzamento delle strade (quasi tutte) una volta alla settimana, in orari molto mattutini; sarà quindi
introdotto un divieto di parcheggio nelle ore di
spazzamento per garantire un servizio più efficiente e un maggior decoro urbano; non mancherà l’installazione dei primi nuovi cestini”.
Dietro a questi progetti c’è un’idea di riorganizzazione complessiva del sistema della
Le nuove ciclabili azzurre di via Dante
e via Monteverdi a Offanengo
viabilità, privilegiando la mobilità dolce e la
sicurezza presso le scuole, e non solo interventi spot di manutenzione straordinaria della segnaletica su alcune vie.
Dunque, una “presa in carico” dell’urbanistica, della manutenzione del territorio e delle
opere pubbliche a 360 gradi.
M.Z.
Capergnanica: “Remulàs Nóf”, tutti a teatro!
T
aglia il traguardo delle nove edizioni Remulàs,
la rassegna di teatro dialettale organizzata dal
Comune di Capergnanica in collaborazione con la
Parrocchia di san Martino vescovo. Il sipario sulla
stagione 2014-2015 s’alzerà ufficialmente sabato 1°
novembre alle ore 21, nella consueta – e bellissima –
cornice del Teatro “San Giovanni Bosco”.
L’iniziativa, che porta il nome dialettale degli abitanti di Capergnanica – i remulàs, appunto – è nata
nel 2007 e nel corso delle passate edizioni ha messo
in scena più di 90 spettacoli, con oltre 11.000 spettatori totali.
La stagione di Remulàs Nóf
Nóf, come detto, inizierà
sabato 1° novembre: in scena la “Compagnia dello
Schizzaidee” dei giovani di Bolzone con lo spettacolo Sperèm che i dorme,
dorme ultima fatica teatrale di questo
gruppo sempre più apprezzato sul territorio.
La prima parte della stagione prevede poi altri
due appuntamenti: sabato 15 novembre salirà sul
palco la “Compagnia I Barlafüss” di Agnadello con
la commedia Sücet a Gnidel... an cà dé du marèi, men-
tre sabato 29 novembre la “Compagnia Instabile” di
Vailate presenterà la commedia Doroty & Co.
La stagione di Remulàs riprenderà, poi, a inizio
2015 con la sua seconda parte. Il Teatro San Giovanni
Bosco ospiterà le commedie della Compagnia Amatoriale di Ripalta Cremasca, della Compagnia “La Bottega delle donne” di Ricengo, della Compagnia “Carlo Bertolazzi” di Rivolta d’Adda, della Compagnia
“La Carabèla” di Spino d’Adda e altre sorprese che,
certamente, saranno gradite dall’affezionato pubblico.
Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21 e i
biglietti sono acquistabili direttamente al botteghino
o in prevendita presso la Biblioteca comunale di Capergnanica (tel. 0373.238237): il costo è di 5 euro,
mentre l’ingresso è gratuito fino a 14 anni.
Come già avvenuto lo scorso anno, in collaborazione con la locale pizzeria “Doppio Zero” sarà proposta
la promozione Cena e Teatro: presentando il biglietto
d’ingresso di un qualunque spettacolo, sarà possibile
cenare con pizza, bibita, caffè e coperto a soli 10 euro.
iovedì 23 ottobre, nella sala “A. Moro” del municipio di Offanengo
si è svolto l’incontro tecnico-formativo per la corretta gestione dei
reflui zootecnici e prevenzione odori molesti, organizzato dal Comune in collaborazione con ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione
dell’Ambiente) Lombardia del Dipartimento di Cremona, ASL-Distretto Veterinario di Crema e ASL-Unità Igiene Pubblica. All’incontro sono
stati invitati tutti gli imprenditori agricoli del territorio offanenghese e i
relativi affittuari e, tramite la collaborazione con i sindaci dei paesi limitrofi, sono stati coinvolti anche i Comuni di Ricengo, Casale Cremasco,
Camisano e Casaletto di Sopra. Da precedenti studi, infatti, era emerso
che i venti dominanti che portano gli odori molesti nei vari paesi soffiano prevalentemente da Nord verso Sud.
Discreta la partecipazione, ma purtroppo al di sotto delle aspettative
(anche se gli inviti erano stati notificati personalmente a tutti gli allevatori), considerando l’importanza della questione affrontata che riguarda
la qualità della vita di molti residenti. Il sindaco Rossoni ha introdotto
l’incontro dichiarando: “La serata non ha scopo repressivo, ma, a seguito dei fenomeni molesti persistenti di quest’estate, questa vuole essere
l’occasione per l’amministrazione di avviare un dialogo direttamente
con gli imprenditori agricoli e prevenire un disagio percepito dalla cittadinanza. Ognuno deve fare la propria parte per risolvere il problema”.
L’assessore Emanuele Cabini ha richiamato l’attenzione su più
aspetti: “Grazie alla proficua collaborazione con gli enti preposti presenti, sarà previsto un maggiore controllo e parallelamente una revisione delle fasce orarie di spandimento, spostando i divieti in vigore nelle
ore serali e nei weekend e permettendo gli spandimenti in altre fasce
orari, meno sensibili. Con i precedenti provvedimenti avevamo ottenuto
ottimi risultati, ma nei mesi di agosto e settembre il problema si è ripresentato; così, per colpa della scarsa attenzione di qualcuno, ci vanno di
mezzo tutti, cittadini compresi, che subiscono i cattivi odori. Peccato
anche per la mancanza di una partecipazione maggiore: probabilmente
si tratta di insensibilità nei confronti della questione”.
Anche Leonardo Provana dell’ASL ha sottolineato: “È un peccato
che gli allevatori non abbiano colto questa occasione di formazione e
confronto aperto con gli enti spesso temuti, che invece hanno come unico scopo la volontà di aiutarli a migliorare la convivenza con i centri
abitati e l’ambiente”. Infine, è intervenuto Renato Rossetti dell’Unità
Operativa Attività Produttive e Controlli dell’ARPA di Cremona: “Sappiamo che la situazione economica è pesante – ha dichiarato – ma sappiamo anche che i piccoli e medi imprenditori agricoli spesso hanno
strutture e stoccaggi non adeguati alle necessità aziendali; gradualmente dovremo riuscire a passare alle migliori tecniche disponibili e adottare i sistemi gestionali previsti dal Codice di Buona Pratica Agricola per
evitare le emissioni odorifere”.
L’amministrazione comunale sta lavorando sulla questione da alcuni
mesi, ottenendo anche discreti risultati; inoltre nei prossimi incontri formativi previsti per il 2015 vorrebbe coinvolgere anche le Associazioni di
categoria per facilitare la sensibilizzazione sul tema degli odori molesti.
M.Z.
AVVISO ALLA CLIENTELA SI COMUNICA HE AVVISO
ALLA CCLIENTELA
L’AGENZIA AFFIDATA ALLA GCHE
ESTIONE DI SI COMUNICA
FUSAR IL’AGENZIA
MPERATORE SANTINA & C. GESTIONE
SNC (BASTICI) AFFIDATA
ALLA
DI
HA C
ESSATO D
I O
PERARE P
ER C
ONTO D
ELLA FUSAR IMPERATORE SANTINA & C. SNC (BASTICI)
ZURICH ADI
SSICURAZIONI HA CESSATO
OPERARE PER CONTO
ASSICURAZIONI
DELLA ZURICH
DA LUNEDI 13 13
OTTOBRE 2014 DA
LUNEDÌ
OTTOBRE
2014
L’INTERO P
ORTAFOGLIO E
’ S
TATO T
RASFERITO ALLA Giamba
L’INTERO PORTAFOGLIO È STATO TRASFERITO
ALLA
ASSINNOVATION SRL DI PDI
AOLO MICHELINI ASSINNOVATION
SRL
PAOLO
MICHELINI
CON S
EDE I
N V
IA C
APERGNANICA 8
H A
C
REMA CON SEDE IN VIA CAPERGNANICA 8H
A CREMA
C/O CENTRO DIREZIONALE DUE C/O CENTRO DIREZIONALE DUE
PER OGNI NECESSITÀ
PER OGNI NECESSITA’ LA GENTILE CLIENTELA È INVITATA A RIVOLGERSI
LA GENTILE CLIENTELA E’ INVITATA A RIVOLGERSI AL NUOVO AGENTE ZURICH
AL NUOVO AGENTE ZURICH TEL. 0373.81210 - FAX 0373.84406
TEL 0373.81210 FAX 0373.84406 MAIL [email protected] e-mail: [email protected]
Capergnanica: commosso ricordo dei Caduti
L
a sezione di Capergnanica dell’Associazione
Combattenti e Reduci ha celebrato domenica 26
ottobre l’annuale ricordo dei Caduti delle due guerre
mondiali.
La bella cerimonia, curata dal presidente Elia “Severino” Fusar Imperatore e dai suoi collaboratori, è
iniziata con il ritrovo di fronte al municipio e la formazione del corteo che ha raggiunto la chiesa parrocchiale per la santa Messa. A seguire, la deposizione
delle corone al Monumento ai Caduti e alla Cappella
cimiteriale, con la significativa presenza dei reduci
medagliati Domenico Venturelli e Pietro Rossi.
Il sindaco Alex Severgnini, nel suo discorso commemorativo, ha detto: “Essere qui oggi significa rendere
onore a coloro che hanno dato se stessi nel nome di
ideali che trascendevano ogni egoismo e ogni indivi-
dualità, quali la libertà, la democrazia, la pace come
chiave per un futuro migliore per le generazioni a
venire”. Ripetendo il grido del beato papa Paolo VI
all’O
ONU nel 1965 – “Mai più la guerra” – il sindaco ha
concluso: “I Caduti, cui dedichiamo la nostra commemorazione sincera, ci hanno mostrato che la strada da
seguire è quella dell’incontro, della condivisione e del
dialogo. Così si costruisce la pace, così si onora la loro
memoria, così si dà senso compiuto alla Patria come
fulcro della nostra coscienza civile e democratica”.
Dopo la cerimonia a Capergnanica, anche la sezione dei Combattenti e Reduci di Passarera ha in
programma la propria festa: si terrà domenica 9 novembre, con la santa Messa e poi la deposizione delle
corone al Monumento dei Caduti.
Giamba
26
Il Cremasco
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
TRESCORE CREMASCO
Graphicprint
Graphicprint
Sicurezza e sociale,
Rossi fa il punto
IL DELEGATO AI DUE SETTORI NE ILLUSTRA
LE PROBLEMATICHE E LE PROSPETTIVE
di LUCA GUERINI
R
educe dalla fortunata iniziativa del camposcuola di Protezione civile, che due
settimane fa ha coinvolto presso l’area feste del paese centinaia di ragazzi e bambini
dell’Istituto Comprensivo di Trescore Cremasco e otto gruppi di volontari, incontriamo oggi Marco Rossi, delegato del sindaco
Angelo Barbati per i settori Servizi sociali e
sicurezza. In paese ha creato anche un nucleo dell’Associaizone Nazionale Carabinieri, in collaborazione con Caravaggio, che
ha funzione di monitoraggio del territorio e
delle problematiche.
“Non abbiamo una divisa – precisa Rossi – e il nostro compito è quello di vigilare,
per esempio, anche contro l’abbandono dei
rifiuti, per poi segnalare a chi di dovere, evitando di intervenire in prima persona”.
Partiamo proprio dalla sicurezza. Da subito avete avviato controlli residenziali per
la legalità. Quale il bilancio?
“Nel 2014 abbiamo operato quattro sgomberi grazie alla collaborazione con la Polizia Locale e l’ASL. Siamo entrati in appartamenti inagibili per ripristinare la legalità.
Ora stiamo facendo altri controlli per verificare il rispetto delle norme igienico-sanitarie. Tengo a precisare che le regole valgono
per tutti, stranieri e non”.
È vero che presto metterete mano alla
videosorveglianza comunale?
“Esatto. Installeremo sette telecamere ad
alta definizione, di ultima generazione. Il costo dell’intervento è pari a 10.000 euro, con
due apparecchiature che ci saranno donate
da un privato. Tre telecamere saranno posizionate alla piazzola ecologica e sostituiranno quelle attuali, ormai obsolete, una sarà
posta in via Verdelli, un’altra in via Zanini,
all’altezza del parcheggio Giasera, altre due
in via Milano e via Verdi. Abbiamo già dato
mandato alla società fornitrice di verificare
l’impianto wi-fi esistente”.
E riguardo la sicurezza viabilistica?
Molte sono state anche le operazioni in tal
senso.
“Stiamo pian piano rivedendo la pianta
viabilistica del paese. I prossimi sensi unici
da regolamentare sono quelli di via Mulino
e via Asilo, strade strette ma molto trafficate. La trasformazione di queste due arterie è
ormai decisa”.
BOLZONE
Combattenti, Reduci
e Simpatizzanti in festa
La commemorazione del IV Novembre
L
Spaccio
Abbigliamento
Marco Rossi, delegato
a Servizi sociali e Sicurezza
Veniamo ai servizi sociali. Per i Comuni
sono tempi difficili…
“Qui iniziano le note dolenti. Abbiamo
sempre più richieste ma sempre meno soldi a disposizione, come tutti i Comuni. C’è
stato un incremento di richieste di supporto, molti casi di persone che hanno perso il
lavoro e diverse famiglie che chiedono aiuti
economici per pagare il mutuo o le bollette.
Facciamo il possibile, ma non è una situazione semplice. Stiamo cercando di approntare un regolamento riguardante chi chiede
un contributo per avere in cambio piccoli
lavori per il Comune, impiegando voucher
lavoro o quant’altro. La strada è, comunque,
quella di rendere protagoniste queste persone e di non fare del puro assistenzialismo”.
Per fortuna nei nostri paesi esistono i
volontari.
“Colgo l’occasione per ringraziarli tutti.
Anche i nuovi: l’aspetto positivo, infatti, è
che ne abbiamo avuto qualcuno in più, anche se non sono mai a sufficienza. Faccio un
appello ai giovani, agli universitari e a chi ha
la possibilità di prestare un po’ del proprio
tempo. Serve una mano, anche per favorire
un necessario ricambio generazionale”.
a sezione dei Combattenti, Reduci e Simpatizzanti di Bolzone ha celebrato, la scorsa domenica, la ricorrenza del IV Novembre
con la quale ogni anno si ricorda
l’anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale, unitamente
alla Giornata dell’Unità nazionale
e delle Forze Armate.
Una ventina le associazioni e i
gruppi d’Arma che, rispondendo
all’invito del presidente Claudio
Tacchini e dei suoi attivi collaboratori, hanno preso parte alla cerimonia, intervenendo con le loro
bandiere e stendardi: tra i presenti,
anche il cavalier Mario Scarpazza, presidente dell’Associazione
Nazionale Polizia di Stato sezione
di Crema, il signor Mario Guerini
Rocco in rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri
sezione di Crema e il signor Giovanni Quartani, presidente dei
Combattenti e Reduci di Crema ed
esponente del direttivo provinciale.
Quella di quest’anno è stata una
festa densa di significati per il gruppo di Bolzone, che conta ben 116
iscritti: nell’occasione, infatti, sono
stati ricordati i 60 anni della bandiera dei Combattenti e Reduci e i
20 di quella dei Simpatizzanti.
Dopo aver edificato il Monumento ai Caduti nel 1948, nell’a-
gosto del 1954 una quindicina di
reduci – già trentenni – decisero di
realizzare quella bandiera tricolore
che ancora oggi sventola con orgoglio e gratitudine nelle occasioni
patriottiche più importanti. Nel
1994, invece, “giovani speranze”
hanno dato vita alla bandiera dei
Simpatizzanti.
La commemorazione di domenica scorsa è iniziata con il ritrovo
all’oratorio: da qui il corteo, accompagnato dal Corpo bandistico
“Santa Cecilia” di Trescore Cremasco, ha raggiunto il cimitero,
dove il parroco don Franco Crotti
ha celebrato la santa Messa, affiancato dai confratelli del Santissimo Sacramento dei Sabbioni. Al
termine della Messa, il ritorno in
paese dove, davanti al Monumento
ai Caduti, si è svolta la cerimonia
ufficiale con vari interventi, tra i
quali il discorso del sindaco Aries
Bonazza. Sono poi state consegnate alcune targhe: ai soci di lunga
militanza Giovanni Bettinelli e
Adriano Fusari, a un noto sostenitore della sezione bolzonese e
al sindaco stesso che, per la prima
volta, ha partecipato alla cerimonia. La domenica di festa è proseguita con l’ottimo pranzo presso
un noto ristorante cremasco.
Giamba
Bagnolo Cremasco: “Atletica Estrada”, avanti a gonfie vele!
“A
” come atletica, “E” come Estrada.
A Bagnolo, da otto anni, l’attività
della società sportiva va a gonfie vele. Il
gruppone degli 80 atleti (una trentina, da
quattro anni, praticano le varie discipline
sportive a Ripalta Cremasca) s’è ritrovato
la scorsa settimana, con amici e parenti per
salutare la stagione estiva che si conclude
proprio in questi giorni. L’ultima gara cui
i cremaschi hanno partecipato s’è tenuta a
Lodi il 12 ottobre.
Molto soddisfatto il responsabile Marcello De Bernardis (con lui ci sono gli allenatori Andrea Cacopardo, anche addetto
stampa, Anna Marchesi, che cura pure i
progetti con le scuole e la segretaria “factotum” Daria Francesconi), che in occasione
della festa ha premiato tutti con una medaglia e quattro giovani atleti che si sono
particolarmente distinti negli ultimi tempi
con un riconoscimento speciale: le mezzofondiste Elisa Rossoni e Francesca Riboni
e i saltatori in lungo Federica Chiodo e
Agostino Doneda.
“Cerchiamo di insegnare tutte le discipline dell’atletica, sfruttando al meglio la capacità e la disponibilità dei ragazzi e d’indirizzarli a due specialità in base alle loro
caratteristiche e peculiarità. Ho scelto di
lavorare con la società trevigliese ‘Estrada’
Bambini
SUPER SCONTI
FINO
AL
70%
PASSARERA (Capergnanica) Via Guelfi 21 - Tel. 348 9273687
e m a i l : p a r a t i g i u s e p p i n a @ h o t m a i l. i t
Mattino chiuso (aperto solo su appuntamento). Pomeriggio dal lunedì al sabato dalle 15 alle 19
- DENTIERE -
RIPARAZIONI - MANUTENZIONI
E MODIFICHE
- Pulitura e Lucidatura Gratis RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO
- GIORDANO RAFFAELE -
CREMA - p.zza C. Manziana, 16 (zona S. Carlo)
- Telefonare al 0373/202722. Cell. 339 5969024 -
PIZZIGHETTONE (Cremona)
nelle Antiche Mura
“Fasulin de l’öc cun le cudeghe”
®
(Fagiolini dall’occhio con le cotenne)
“Per chi ama riscoprire i sapori di una volta”
XXII Edizione: 31 Ottobre
1-2 e 8-9 Novembre 2014
Dalle ore 11,00 alle ore 23,00 orario continuato
Venerdì 7 novembre dalle ore 19 alle ore 23
solo per gruppi su prenotazione tel. 339 5278336
Fagiolini dall’occhio di Pizzighettone, prodotto da agricoltura locale
info: www.fasulin.com - [email protected]
IL RICAVATO VERRÀ DESTINATO AL RECUPERO DELLA CERCHIA MURARIA
HAI MAI PENSATO ALLA RADIO
PER PROMUOVERE LA TUA ATTIVITÀ?
masco
perché garantisce sviluppi futuri a quanti hanno le possibilità di andare avanti. Il
Cremasco, in questo senso, non ci dà certo
una mano dal punto di vista delle strutture
sportive”, spiega De Bernardis.
Tra i risultati migliori di questa stagione
la partecipazione della mezzofondista Rossoni ai Campionati Italiani per la categoria
Cadette (1999-2000), dove s’è classificata al
settimo posto assoluto. L’atleta aveva ottenuto il pass per gli Italiani sia per i 1.000
sia per i 2.000 metri; l’allenatore ha deciso
di farla gareggiare nella distanza più breve,
scelta che ha pagato. Dopo i brindisi e il
bel momento di socializzazione con i familiari, l’attività della “Estrada” prosegue: gli
allenamenti continuano al chiuso per i più
piccoli, nelle palestre comunali di Bagnolo
e Ripalta, e all’aperto per i più grandi. L’atletica non si ferma. Nuovi record personali
sono dietro l’angolo!
Luca Guerini
Il quotidiano parlato del cre
Siamo l’unica emittente del Cremasco.
Con il collegamento live-stream... Ovunque nel mondo
4 spot al giorno negli orari di miglior ascolto
e uno spazio sul sito per un mese a soli € 200.
La realizzazione del messaggio pubblicitario
è compresa nel prezzo. Per info 335 8382744
Vieni a conoscere Opifici 22...
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
15 e 16
novembre
2014
+
VI ASPETTIAMO
ALL’OPEN DAY
DI OPIFICI 22
PER VISITARE
GLI APPARTAMENTI
PRESSO IL
PUNTO INFORMATIVO
OPIFICI POINT
SARÀ OFFERTO
UN RICCO APERITIVO!
27
28
Il Cremasco
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
CASTELLEONE
Energia, sei incontri
per conoscerla
PROPOSTA DI ‘CANTIERE CASTELLEONE’
VOLTA AL MIGLIOR UTILIZZO, MA NON SOLO
di BRUNO TIBERI
E
nergia: come risparmiarla, come produrla,
certificarla e renderla più efficiente. Di tutto
questo, e ancora di più, si parlerà in sei incontri
promossi dall’associazione ‘Cantiere Castelleone’ con il patrocinio del Comune
di Castelleone. ‘Una stagione dedicata all’energia’ lo slogan con
il quale è stata lanciata la serie di
appuntamenti, ospitati dalla Sala
Moro di palazzo Brunenghi in
prima serata, che si apriranno la
prossima settimana per chiudersi
in primavera.
Il via sarà venerdì 7 novembre
de La bolletta energetica e il mercato
libero dell’energia; Francesca Casella e Lino Morbi (CoEnergia) spiegheranno quali
siano le componenti delle bollette di gas ed elettricità e come ci si possa muovere all’interno di
gruppi d’acquisto.
Il 21 novembre toccherà invece a La certificazione energetica – obiettivi e lettura del certificato,
un ambito che verrà illustrato da Massimiliano Busnelli (Energia di Classe), mentre il nuo-
vo anno si aprirà il 16 gennaio con L’efficienza
energetica, ovvero strutture ad alta efficienza,
impianti energivori e comportamenti virtuosi;
in cattedra Roberto Armani e Chiara Valenzano
(Energia di Classe).
Si passerà quindi al 6 febbraio con Francesca Mazzocchi (Ricerca Servizio
Energetico) pronta a dipanare il
tema de Le fonti rinnovabili e l’innovazione tecnologica; incontro
al quale farà seguito, il 27 dello
stesso mese, Diagnosi energetica
in regime dinamico, con i risultati
dell’indagine condotta dall’ingegner Davide Bisceglie su due edifici pubblici.
Il percorso si chiuderà venerdì
20 marzo con [email protected]: studiare con aria pulita, ovvero i risultati e gli sviluppi del progetto [email protected], nato a Castelleone
e diffuso anche in altri Comuni. A evidenziare
gli obiettivi centrati e le peculiarità del progetto
sarà Massimiliano Busnelli.
La partecipazione agli incontri è libera e aperta
a tutti. È un’occasione per incrementare le proprie conoscenze su un tema di grande attualità.
ESPERTI
PARLERANNO
DI RISPARMIO,
ENERGIE PULITE
E BOLLETTE
Gombito
4 Novembre
nel ricordo
di Sali
DENTIERA ROTTA!!!
RIPARAZIONE
IMMEDIATA
Pulitura, lucidatura
rimessa a nuovo protesi mobili
Per tutti un utile OMAGGIO telefonando allo
0373•83385
RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO
CREMA: Via Podgora, 3 (zona Villette Ferriera)
S
arà un 4 novembre particolare quello che si
avvicina per la comunità
gombitese. La festa delle
Forze Armate e dell’Unità nazionale nell’ambito della quale il paese è
solito ricordare i Caduti
di tutte le guerre sarà caratterizzata quest’anno
da un momento ulteriormente significativo per il
borgo. Accanto al monumento in memoria di chi
ha perso la vita durante i
due conflitti bellici sarà
posizionata una targa con
l’immagine di Giovanni
Sali, il carabiniere gombitese d’origine ucciso nel
novembre del 2012 a Lodi
durante l’adempimento
del proprio dovere.
La Messa delle 18.30 in
suffragio dei caduti sarà
pertanto seguita da un
corteo verso il monumento che ricorda i soldati
deceduti in guerra. Con
la deposizione della corona d’alloro vi sarà anche
la scopertura dell’effige
in memoria di Giovanni
Sali.
Tib
CASTELLEONE
Installazione e riparazione
di zanzariere,
tende da sole, tende da interno,
veneziane, tapparelle
e porte a soffietto.
Via Garibaldi, 7 - Tel. 0373 238146 - Cell. 335 6262490
26010 CAPERGNANICA (CR)
L’UOMO NON INSEGUE PIÙ SEMPLICEMENTE LA MODA,
MA CERCA UN SUO STILE PERSONALE
SCELTA DI STILE
FORMEN
ABBIGLIAMENTO MASCHILE
NO
TO IL GIOR
PERTO TUT
A
E
R
B
M
E
NOV
OMERIGGIO
SABATO 1
PERTO IL P
A
E
R
B
M
E
2 NOV
DOMENICA
Palazzo Brunenghi,
make-up partecipato
CREMA
GALLERIA V. EMANUELE, 5
(PIAZZA ALDO MORO)
In edicola
il numero 4-5/2014
R
istrutturare Palazzo Brunenghi si può. Con l’aiuto
dei cittadini. L’impresa sfiorata
dalle amministrazioni comunali
degli ultimi due mandati sembra fattibile per Fiori e la sua
squadra facendo leva sul progetto varato dal Governo denominato ‘Art Bonus’. Ovvero la
possibilità di beneficiare di una
detrazione fiscale pari al 65%
sulle somme donate per la salvaguardia del patrimonio artisticoculturale italiano.
Palazzo Brunenghi, sede della biblioteca e del Museo Civico, rientra in questa categoria.
Immobile di pregio che chiude
via Roma ha da tempo bisogno
di un make-up. Operazione resa
impossibile, sino ad oggi, dalla
PROGETTO
PER RIQUALIFICARE
IL PALAZZO
DI VIA ROMA
CON L’AIUTO
DEI CITTADINI
carenza di risorse. Il Comune
crede però che il paese abbia
le potenzialità di riqualificare
l’edificio e apre le porte alla costituzione di un tavolo di lavoro
per la definizione di un progetto di sistemazione. Intervento
che dovrà essere sostenuto con
la fomula dell’Art Bonus, con-
CASTELLEONE: corso di teatro
R
iapre con un nuovo docente il ‘Corso di teatro’ che l’amministrazione comunale propone da alcuni anni. In cattedra
Gionata Agisti pronto ad accogliere tutti gli interessati sabato 8
novembre dalle 15 alle 18 in sala Leone per una prima lezione
gratuita e aperta a tutti. Quindi chi deciderà di partecipare alla
scuola di recitazione seguirà un percorso che si concluderà ad
aprile con la messa in scena di uno spettacolo.
La quota di partecipazione ammonta a 30 euro al mese. Appuntamenti al sabato per le lezioni che serviranno al docente a
trasmettere le fondamentali tecniche di consapevolezza di sé,
far conoscere il corretto utilizzo della maschera neutra, praticare l’arte dell’improvvisazione, insegnare la dizione e l’interpretazione di un testo teatrale. Per informazioni e adesioni è
possibile rivolgersi in Comune.
CREMONAPRODUCE
Bimestrale d’Attualità e Cultura
I paesi
Soresina
Palazzo Brunenghi, sede della biblioteca ‘Virgilio Brocchi’
e del Museo Civico
cedendo a chi donerà somme
di beneficiare di una detrazione
fiscale del 65% e di altre agevolazioni allo studio degli uffici comunali. Chi tenderà una
mano all’ente locale riceverà
inoltre un attestato di gratitudine o, se la donazione sarà particolarmente consistente, potrà
vedere il proprio nome inciso
su una targa esposta nel palazzo con l’elenco dei benefattori
più munifici.
La prima opera da portare a
compimento è senz’altro la manutenzione delle coperture. Costo stimato: 100mila euro.
Tib
nche a novembre gli amanti del ballo liscio avranno di
che divertirsi. Cinque domeniche, cinque serate proposte
come sempre presso la palestra della scuola elementare di via
Cappi a partire dalle 21, in compagnia delle migliori orchestre.
Si parte il 2 novembre con ‘Cesare’, al quale faranno seguito,
una settimana più tardi, ‘Giorgio, Marco e Chiara’. Il 16 toccherà a ‘Bazza e Genny’, mentre domenica 23 sarà la volta di
‘Pierluigi’. A chiudere il mese, domenica 30, ci sarà la ‘Gino
band’.
Durante le serate un piccolo momento di ristoro.
Tib
E FFETTO NOTTE
a cura del Fotoclub Ombriano - Crema
ECOSÌ 25
P
A
FOTOGRAFIA
Tortello cremasco, ‘te quiero’
Tib
CASTELLEONE: si balla il liscio
Cremonarchitettura
L'ex Casa littoria
sede del Catasto
iacevole sorpresa nella vacanza in Spagna nei pressi di Altea. Nel menù del ristorante La Villa Romana, in località La Nucia nel cuore della Costa Blanca, abbiamo trovato il
Tortello Cremasco. Lo chef Josephine Mc Elravy, originaria di
Crema e per anni residente a Castelleone, l’ha esportato proponendolo nella carta del ristorante gestito con il figlio Niccolò e
con il compagno Giovanni, coadiuvati, per il periodo estivo, da
Maria e da un’altra cremasca, la giovanissima Angelica Strada.
Insomma un piccolo angolo di Crema tra Valencia e Alicante.
La tipica pasta ripiena dall’inconfondibile gusto dolce ha
raccolto consensi anche nella penisola iberica. Pizzicata a
mano, e fatta in casa seguendo l’antica ricetta, è apprezzata non solo dai residenti ma anche dai turisti provenienti da
mezza Europa.
CS CPR
CALDAIA MURALE A GAS
AD ARIA ASPIRATA
A CAMERA STAGNA
DISPONIBILE ANCHE INCASSO
€ 699,00*
*IVA E INSTALLAZIONE ESCLUSA
VISITA A DOMICILIO PER PREVENTIVO GRATUITA
CREMA: via Everest 24/26
Tel. 0373 86856 Fax 0373 251312
[email protected] www.plantservicesrl.it
CALDAIA ECOBLU 25 CPR
€
1.130,00
Il Cremasco 29
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
ROMANENGO
Madignano
Cineforum
Ex Inar giù, al via
la riqualificazione
N
DELL’AZIENDA CHE HA SEGNATO UN’EPOCA
RESTERÀ SOLO LA CASA PADRONALE
di BRUNO TIBERI
H
a preso avvio la riqualificazione
dell’area ex Inar. In questi giorni
infatti sono state avviate le procedure
per la demolizione dei capannoni. Unico edificio che resterà in piedi dell’ex
azienda che ha segnato, nel bene e nel
male, un’epoca, la casa
padronale della famiglia
Angele, quella che si affaccia lungo via XXV
Aprile.
I lavori porteranno
alla rinascita di un intero
comparto che da sede di
industria dismessa diverrà residenziale con un
centinaio di alloggi che
verranno ricavati. Un intervento che cambierà il volto del paese
e che nell’ultimo Consiglio comunale
è stato giudicato sovradimensionato
dall’attuale maggioranza ViviAmoRomanengo e dal gruppo d’opposizione
Romanengo nel cuore.
Soddisfatto l’ex sindaco Marco Cavalli che, durante il decennio alla guida del paese, sostenne e seguì da vicino
l’evolversi della situazione legata alla
bonifica dell’area, all’ottenimento del
risarcimento da parte dei familiari e
alla definizione del progetto di riqualificazione del comparto. “È stato un iter
lungo e condiviso – precisa l’ex primo cittadino
– che è partito dal lontano 2005 per poi conoscere la messa in sicurezza
dell’area, i risarcimenti
e, nel 2011, l’approvazione del piano integrato di
intervento. Un piano che
poi, a causa del decesso
di uno degli eredi, è stato ripreso tale e quale e
ripresentato nel 2014 per arrivare alla
definizione dell’atto notarile. Non una
corsa frenetica ma un percorso lungo e
tortuoso che non può, è ovvio, ridare
gli affetti persi a nessuna delle famiglie
coinvolte e sanare ferite che resteranno
STAGIONE
DEI LAVORI:
MAKE-UP ANCHE
ALLA PIAZZOLA
ECOLOGICA
per sempre aperte, ma consente di far
rinascere la speranza e crescere il nostro
paese”.
PIAZZOLA, SI PARTE
Via ai lavori di adeguamento e potenziamento della piazzola per la raccolta
differenziata dei rifiuti urbani e assimilati, situata nella zona Pip del Comune
di Romanengo. Un progetto che vedrà
l’ente locale impegnarsi per poco meno
di 60mila euro, 42mila dei quali derivanti da un contributo regionale Frisl.
L’intervento ha un duplice scopo:
quello di razionalizzare la viabilità interna e gli accessi e quello di potenziare
il centro di raccolta. Obiettivi che il Comune intende centrare nell’arco dei 30
giorni di lavori, che non comporteranno chiusura della piattaforma.
“A livello tecnico – spiegano in seno
alla Giunta – il progetto prevede la realizzazione di un secondo accesso al fine
di razionalizzare la viabilità interna,
che sarà anche regolamentata da segna-
letica orizzontale. Gli accessi saranno
dotati di sistemi di telecontrollo, di videosorveglianza e barriere. Il sistema di
controllo accessi sarà costituito da un
lettore badge magnetico che comanderà le barriere automatiche sia in entrata
che in uscita. Si prevede anche la realizzazione di una platea impermeabilizzata delimitata da trincea per gli scarti
vegetali e sfalci. Infine, per mitigare
l’impatto visivo del centro, la recinzione sarà mascherata da una siepe”.
Oltre a questo il centro sarà potenziato consentendo lo stoccaggio, oltre che
delle attuali tipologie di rifiuti, anche
di altro. Undici in tutto le categorie che
saranno aggiunte tra le quali: cartucce toner esaurite, pneumatici dismessi
(solo utenze domestiche), tubi fluorescenti, olii e grassi vegetali diversi da
quelli commestibili, filtri olio, gas in
contenitori a pressione (limitatamente
a estintori e aerosol o a uso domestico),
scarti di lavorazioni edili (per piccoli
interventi eseguiti direttamente dal proprietario e non da imprese).
MADIGNANO
angiar sano ed educazione
stradale. Due momenti distinti che hanno coinvolto in specifici progetti gli alunni della scuola
primaria di Madignano.
Riscoprire il piacere dei buoni
sapori, dei frutti, scrivere una ricetta in inglese e in italiano sono alcuni degli obiettivi che hanno spinto
le classi quarte della scuola primaria di Madignano a sperimentare,
nell’ambito del progetto accoglienza, una delle ricette del famoso
cuoco biologico Marco Bianchi,
studioso dello staff di Umberto
Veronesi e promotore di un laboratorio di cucina sana per bambini
lo scorso anno nello stesso comune.
Gli alunni hanno preparato spiedini di frutta ricoperti di ottimo cioc-
Tib
MADIGNANO: ‘Manualmente’
‘Manualmente’
Quando la scuola
insegna la vita
M
on si è spenta la
voglia di cinema a
Madignano. Torna infatti per la seconda edizione ‘Quanto è spessa
una pellicola’ cineforum
proposto da un gruppo di
cinofili del paese con il
supporto della Pro Loco,
del centro parrocchiale
‘Don Bosco’, di Avis e
Comune.
Quattro le proiezioni in
cartellone. A ospitarle
sarà la Sala delle Capriate della centralissima
piazza Portici, alle 21
delle domeniche di novembre.
Il ciclo, titolato E se
per caso, mette in palinsesto pellicole che parlano di inattese pieghe
degli eventi. Si partirà il
9 con Come un tuono, regia di Derek Cianfrance;
si proseguirà domenica
16 novembre con Match
Point, regia di Woody
Allen, per passare domenica 23 novembre da
Questione di cuore, regia
di Francesca Archibugi
e arrivare domenica 30
novembre a Miracolo a Le
Havre, regia di Aki Kaurismäki.
Ogni pellicola sarà introdotta da un’esperta di
cinema, la dott.sa Daniela Ronchetti.
anualmente, ovvero corsi per imparare il fai da te artistiM
co. È quanto verrà proposto all’oratorio Don Bosco di
Madignano martedì 4 novembre dalle 14 alle 16. Egidia accompagnerà i presenti alla scoperta di decoupage, pittura su
stoffa, composizioni floreali, realizzazione di palline di Natale e lavori con pannolenci. Per informazioni 0373/65203.
SALVIROLA: Pc, ora ti conosco
uona partecipazione al corso gratuito di 4 ore per impaB
rare a utilizzare il personal computer. Una iniziativa promossa dal Comune e indirizzata agli over40.
PROGETTI
SULLA CORRETTA
ALIMENTAZIONE
E SULLA
SICUREZZA
STRADALE
colato fondente e granelle di mandorle. La classe si è trasformata in
un colorato laboratorio di cucina,
dove una lunga tavolata festante
ed eccitata ha concluso la giornata
con qualche baffo di goloso cioccolato e una merenda energetica.
Per un giorno anche i vigili sono
Mangiar sano e Vigili in classe
saliti in cattedra per spiegare ai più
piccoli i rischi che si possono correre in strada, anche passeggiando
verso casa o verso scuola. Questo
il succo del corso di educazione
stradale mirato a sensibilizzare gli
alunni della primaria sui comportamenti corretti da seguire per evitare
pericoli ed eventi anche dolorosi.
Così i ghisa di Izano e Madignano, Giuseppe Mineri e Fabrizio
Galli, hanno fatto visita alle classi
quarta della primaria madignanese.
Un incontro che è servito, oltre che
a elencare i potenziali pericoli che
si corrono lungo le nostre strade, a
fornire ai giovanissimi utenti consigli per evitare pericoli. Lezione teorica alla quale farà seguito, una fase
sperimentale sul campo, ovvero
una passeggiata guidata dai ghisa.
RISTORANTE GOMEDO
☎ 0374 350556
www.gomedo.com e-mail: [email protected]
Venite a scoprire il nuovo giardino di 14.000 mq.
La vostra
vecchia
pelliccia
può essere
trasformata
così
Consultateci senza impegno o visitate il nostro sito internet,
dove troverete interessanti proposte per tutte le vostre occasioni.
Menù per ricorrenze a partire da euro 22 tutto compreso
Menù per matrimoni a partire da euro 40 tutto compreso
Tib
LABORATORIO
ARTIGIANALE
Via provinciale Adda n° 60 Gombito (Cr)
Il locale ideale per matrimoni, (dispone di due sale climatizzate,
una da 160 posti e una da 250 posti) cresime, comunioni
ed ogni ricorrenza in genere. Ampio giardino estivo.
Tib
Una ventina di salvirolesi si sono dati appuntamento nella sala
consiliare per ascoltare
quanto i docenti della
scuola 2F avevano da
illustrare per consentire a tutti di avvicinarsi,
anche in modo semplice, al Pc. La lezione è
andata talmente bene
che a conclusione delle 4 ore alcuni ‘allievi’
hanno chiesto ai referenti dell’istituto scolastico la possibilità di poter dar continuità all’iniziativa e avviare un approfondimento. Il Comune
si è detto disposto a mettere a disposizione la sala consiliare
a questo scopo.
MOSCAZZANO
Pellicce pronte
e su misura
o
l
l
e
d
o
m
a
e
s
s
Rime
e
c
c
i
l
l
e
p
e
n
o
i
z
Ripara
a
r
u
t
i
l
u
p
e
i
n
o
t
e mon
piazza Gambazzocchi, 6 tel. 0373 66414
30
Il Cremasco
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
SONCINO
IZANO
Gli sposi
fanno festa
Bolzoni: “Giunta,
promesse da marinaio”
“L
CELEBRAZIONE PER GLI
ANNIVERSARI, DAL 5° AL 50°
di GIAMBA LONGARI
L
a celebrazione degli anniversari di matrimonio è un momento sempre molto
bello e assai sentito. La scorsa domenica s’è
svolto nell’Unità pastorale di Izano e Salvirola, dove tante coppie di sposi hanno rinnovato il loro “sì” e reso grazie per i benefici
ottenuti negli anni del cammino insieme.
L’appuntamento è stato preparato dal parroco don Giancarlo Scotti che, insieme al
vicario don Andrea Rusconi, ha presieduto
la santa Messa nella chiesa di Salvirola, per
poi proseguire la festa con il pranzo presso
l’oratorio di Izano.
Queste le coppie che hanno ricordato le
date più significative della loro vita coniugale.
• 50° anniversario: Mario Toppio ed Emilia Fossati, Giuseppe Francesconi e Carla
Denti, Giacomo Poli e Domenica Fusar
Poli.
• 45° anniversario: Pietro Ceruti e Antonia Ferrari, Camillo Domenico Vailati e
Rosanna Pizzasegola, Giuseppe Agnelli e
Agnese Pizzaetti, Andrea Parmigiani e Bru-
Foto di gruppo per i festeggiati
nella giornata degli anniversari di matrimonio
na Balbo.
• 40° anniversario: Graziano Brunetti
e Palmira Dondoni, Angelo Gritti e Rita
Chiodi, Ersilio Tolasi e Gabriella Cigognini,
Gian Battista Sperlari e Maria Rosa Casagrande.
• 35° anniversario: Aldo Gorlani e Patrizia Costa, Casimiro Massari e Gabriella
Braga, Luigi Bandera e Paola Panti.
• 30° anniversario: Gian Paolo Riboli e
Mariangela Spoldi, Giorgio Maccagnola e
Nicoletta Sambusida.
• 25° anniversario: Angelo Ghidoni e Aurora Depredo, Pier Angelo Barbisoni e Dina
Benzi, Antonio Dedda e Carla Boem, Gerardo Tambasco e Marinella Facchi.
• 20° anniversario: Alfonso Gaboardi ed
Emanuela Leva, Gregorio Ceruti ed Erika
Bonizzoni, Angelo Assandri ed Eleonora
Tolasi.
• 15° anniversario: Matteo Bellini e Amelia Veraldi.
• 10° anniversario: Domingo Rostici e Valeria Riini.
• 5° anniversario: Umberto Comandulli e
Laura Maccalli.
AGNADELLO
È
tutto pronto a Izano per celebrare la ricorrenza patriottica del IV
Novembre, che si svolgerà domenica 2
novembre. Il programma prevede: il ritrovo alle ore 10.30, nel cortile del municipio, delle autorità, capeggiate dal
sindaco Luca Giambelli, dei rappresentanti delle associazioni dei Combattenti
e Reduci e degli studenti. Si procederà
in seguito con la sfilata e il corteo che
giungerà alla chiesa parocchiale. Qui
alle 11 il parroco don Giancarlo Scotti
celebrerà la santa Messa di suffragio per
i defunti di tutte le guerre.
La manifestazione si concluderà con
la deposizione della corona d’alloro sulla tomba dei Caduti al cimitero. Sarà
data lettura del messaggio di pace e il
parroco impartirà la benedizione solenne.
G.L.
RIVOLTA D’ADDA
IV Novembre, mostra
per non dimenticare
A
gnadello non dimentica di commemorare il IV Novembre, ricorrenza dedicata alla vittoria nella Prima Guerra Mondiale.
Lo farà domenica 2 novembre con un corteo che partirà alla volta
della chiesa parrocchiale accompagnato dal corpo bandistico.
Il ritrovo è fissato sul piazzale della palestra comunale alle ore
9.30. Alle 11.30, dopo la Messa, il corteo si incamminerà verso il
cimitero dove una corona di alloro verrà deposta sul monumento
ai Caduti. Nell’occasione il primo cittadino Giovanni Calderara
pronuncerà un discorso commemorativo.
L’amministrazione comunale e la sezione locale dell’associazione nazionale combattenti e reduci invitano a esporre il tricolore e a visitare la mostra presso piazza Chiesa dedicata all’inizio
della Grande Guerra. Della sua realizzazione si è occupata la
professoressa Serenella Polenghi con la collaborazione di Danilo
Borghini, che già da prima dell’estate hanno passato ore negli archivi comunali a cercare documenti relativi ai soldati agnadellesi
ispirati da un forte senso di onore e appartenenza.
“Invito tutti gli agnadellesi a visitarla – commenta l’assessore
alla Cutura Deborah Zanotti – perché potranno trovare documenti ufficiali e lettere private dei lori cari che sono partiti per il fronte
e hanno combattuto per assicurarci un futuro migliore”.
Ram
V
olontari della protezione
civile in cattedra, con discrezione, per una lezione agli
scolari delle elementari, davvero
ben riuscita.
I bambini coinvolti, hanno potuto seguire, passo dopo passo,
l’allestimento di un campo base
per le emergenze. In azione,
oltre al gruppo locale di protezione civile ‘La Torre’, anche il
gruppo di protezione civile Anai
di San Bassano e il gruppo di
Spino d’Adda, oltre alla Croce
Bianca di Rivolta. Insomma,
molte e qualificate le forze in
campo per una esercitazione che
ha pienamente coinvolto i bambini della primaria, che hanno
avuto l’opportunità di toccare
BAMBINI
DELLA PRIMARIA
IMPEGNATI IN
UN’ESERCITAZIONE
CON IL GRUPPO
‘LA TORRE’
con mano come si affrontano le
situazioni di rischio ambientale
e gli allarmi per eventi sismici e
alluvioni.
I motivatissimi volontari della protezione civile, indossati i
panni dell’insegnante, hanno accompagnato le classi coinvolte
L
’unità di riabilitazione
delle dipendenze dell’ospedale Santa Marta di Rivolta d’Adda ha dato il suo
contributo alla Nazionale
Italiana Solidale che ha preso parte, dal 19 al 26 ottobre
a Santiago del Cile, alla Homeless World Cup 2014 di
calcio. Una manifestazione
che ha visto disputarsi oltre
500 partite in 9 giorni.
Del contingente italiano
hanno fatto parte anche 5
giocatori, ospiti della struttura facente capo al Maggiore di Crema, oltre al dottor
Giorgio Cerizza, direttore
dell’Unità Operativa di Riabilitazione rivoltana, e all’allenatore Emiliano Mondonico. I ragazzi provengono
dagli appartamenti per il
reinserimento post riabilitativo e dal dormitorio comunale Enzo Jannacci di Milano.
Grazie a loro la squadra
azzurra ha ottenuto il 3° posto. Ma ciò che più conta è la
straordinaria esperienza maturata da tutto il team.
Un momento dell’esercitazione
nella lezione, a visitare il campo
base, dove hanno potuto venire
a contatto, quindi toccare da vicino, i macchinari che vengono
utilizzati nei casi di emergenza
e le attrezzature impiegate dai
volontari, che hanno confermato, semmai ce ne fosse stato bisogno, di conoscere molto bene
il loro mestiere.
Una lezione veramente coinvolgente che ha svelato un mondo agli occhi attenti e interessati
dei giovanissimi studenti. Ora
più consapevoli di rischi e interventi salvavita come quelli che
spesso vedono nei telegiornali.
el
Tib
DETRAZIONI FISCALI FINO AL 65%
Unità nazionale
si celebra la giornata
È
RIVOLTA: S. Marta 3°
Protezione civile
“Ora sappiamo cos’è”
RIVOLTA D’ADDA
Ticengo
Prelievi
sulla rampa di lancio
il servizio prelievi in
paese. Fortemente voluta dall’amministrazione
comunale, l’iniziativa è
volta a consentire ai ticenghesi di effettuare prelievi ematici senza doversi
recare in città, e di ritirare, allo stesso indirizzo
locale, anche gli esiti degli esami ai quali si sono
sottoposti.
L’Asl avrebbe dato
il benestare all’utilizzo
dell’ambulatorio medico
e il Comune avrebbe quindi chiesto e ottenuto la
disponibilità agli operatori della Casa di riposo di
Casalmorano per l’effettuazione del servizio. Per
i ticenghesi il prelievo e
il ritiro dell’esito saranno
gratuiti.
IV Novembre
’approvazione del Bilancio preventivo è diventata l’occasione annuale per l’amministrazione comunale guidata da Pedretti e Gallina di fare un po’ di campagna elettorale, nulla più”.
Caustico Francesco Bolzoni, consigliere del gruppo di minoranza Apertamente. L’esponente del team guidato da Ulivi
critica la Giunta del sindaco Pedretti per aver portato in consiglio a pochi mesi dalla fine dell’anno un documento che
“non può essere altro che un insieme di promesse che non
potranno essere mantenute. Ciascun cittadino pensi ai tanti
progetti la cui realizzazione è inutilmente attesa da anni, promossi dall’assessore di turno, e si accorgerà che questa è ormai una prassi consolidata negli anni. Prendiamo l’esempio
dell’asilo nido: da cinque anni viene inserita in ogni bilancio
preventivo la realizzazione di un nuovo asilo e da cinque anni
quest’opera viene puntualmente rimandata. Lo stesso discorso vale per la famigerata ‘tangenziale’ di Gallignano e per
tante altre opere”.
Bolzoni stigmatizza inoltre come “per le opere mancate la
colpa è sempre degli altri – dice rivolgendosi all’amministrazione comunale – in un ‘gioco’ che, purtroppo, ogni anno si
ripete inesorabile. Qualcuno però dovrebbe ricordare agli assessori i tanti soldi mal spesi. Tanti soldi, di cui l’esempio più
eclatante è la strada delle Lame – definita ‘finta-ciclabile’ dal
consigliere d’opposizione – che termina in una buca di fianco
a un parcheggio privato”.
Apertamente e Bolzoni, chiudendo la loro analisi, gettano
uno sguardo anche sulle tasse che i cittadini di Soncino sono
chiamati a pagare. “In pieno stile da campagna elettorale –
spiega – il proclama del centrodestra che ricorda ai nostri
concittadini che a Soncino non si pagherà la Tasi. Nessuno
però dice ai soncinesi che il mancato introito della Tasi verrà
compensato aumentando del 50% l’addizionale Irpef. Il Comune aumenta così una tassa che storicamente a pagare sono
sempre i soliti, quelli che le tasse le versano regolarmente.
Nel complesso un Bilancio che peserà come un macigno su
chi nel 2015 si troverà a districarsi nel quadro lasciato dalla
Giunta Pedretti”.
INVESTIRE SUGLI EDIFICI
NON È MAI STATO COSÌ CONVENIENTE
Puoi beneficiare delle agevolazioni fiscali della
finanziaria 2014 per il risparmio energetico.
I
l 4 novembre, giorno dell’Unità nazionale e giornata delle
Forze Armate non passerà inosservato a Rivolta d’Adda, ma
degnamente ricordato. Dopodomani l’amministrazione comunale ha in calendario una manifestazione, cui tutti sono invitati,
per ricordare in special modo tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale
di Patria e di attaccamento al dovere: valori che sono rimasti
immutati nel tempo, per i militari di allora, così come per quelli
di oggi.
La cerimonia prenderà il via alle 9.15 con l’omaggio sulle
tombe dei Caduti al cimitero comunale. Alle 9.45 è previsto
il ritrovo e l’alzabandiera presso il monumento dei Caduti in
piazza Vittorio Emanuele II, quindi in corteo si raggiungerà
il monumento dei Caduti di viale Rimembranze per la deposizione della corona d’alloro e, sempre in corteo, si ritornerà
al monumento di piazza Vittorio Emanuele II, accompagnati
dalla Banda Cittadina ‘Sant’Alberto’ per gli onori ai valorosi
di tutte le guerre.
Alle 11 verrà celebrata la santa Messa nella basilica parrocchiale.
EL
Potrai così sostituire la vecchia caldaia
o l’impianto di riscaldamento
RISPARMIANDO FINO AL
65%
Tepoerservice in collaborazione con Riello ti offre soluzioni immediate
e vantaggiose per rispettare l’ambiente con una moderata spesa
AGENZIA E SERVIZIO
TECNICO AUTORIZZATO
caldaia a condensazione
FAMILY CONDENS
Teporservice
S.r.l.
per Crema e Cremona
CREMA (zona PIP - S. Maria) via Raffaello Sanzio ☎ 0373 203311
CREMONA via S. Ambrogio 44 ☎ 0372 569570 [email protected]
AZIENDA CERTIFICATA
Visita il nostro nuovo sito www.teporservice.com
ISO 9001 - CERT. N. 0386
Il Cremasco 31
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
VAIANO CREMASCO
Bagnolo
Oratorio
Udp tira le somme
a cinque mesi dal voto
L
avori in corso all’oratorio di Bagnolo Cremasco per creare uno spazio
sempre più accogliente per
bambini, giovani e famiglie.
Mentre procedono già a
pieno ritmo tutte le attività pastorali, presso il centro “Don Bosco” si lavora
sodo: alla sistemazione
dell’impianto fognario è
seguita la realizzazione di
un nuovo portico, “struttura che ha unificato gli
spazi all’aperto, creando un
luogo al coperto adatto alle
esigenze dei giovani”, spiega il coadiutore don Stefano
Savoia. L’oratorio sarà poi
completamente ritinteggiato. “Avrà un volto nuovo:
stiamo cercando di renderlo
ancor più accogliente, certi
del fatto che i primi a doverlo essere sono le persone che
lo frequentano”.
Davvero numerosi i gruppi, i ragazzi, le associazioni
e le famiglie che vivono momenti significativi al’interno del centro parrocchiale:
la sua sistemazione migliorerà ancor più i “servizi”
offerti e la qualità degli
stessi.
A inaugurare e benedire
i lavori, il prossimo 16 novembre, interverrà il vescovo Oscar Cantoni, presente
in paese per la Festa provinciale del Ringraziamento.
D
opo qualche tempo torniamo a sentire la minoranza di UDP, incontrando il capogruppo Marco Corti.
Siete sempre impegnati nel controllo di quanto accade in paese. Quali i temi che vi stanno a cuore?
“Il lavoro di una minoranza in Consiglio è fondamentale. Noi abbiamo iniziato questo mandato all’insegna
dell’apertura e del dialogo, specialmente sui temi che
più ci stanno a cuore, come l’istruzione e i servizi sociali, sui quali siamo prontissimi a dialogare con la maggioranza, ognuno nelle proprie vesti, nel solo interesse
del cittadino. Credo che l’aver insistito tanto per istituire
un contributo per tutti i ragazzi che frequentano le scuole medie abbia portato a un ottimo risultato. Certo, le
divergenze restano tante, ma il dialogo porta sempre i
frutti migliori”.
Canile. Vi siete battuti perché non si facesse in paese. Il cantiere, però, è in corso…
“Dire che UDP sia contraria al canile consortile è sbagliato. Crediamo sia un errore quella ubicazione, soprattutto perchè è stato necessario modificare tutte le norme
del PGT. Ci siamo sentiti un po’ presi in giro, specialmente perchè si era detto che era l’unica area idonea su
cui realizzarlo. Ma come poteva essere idonea se è stato
necessario modificare tutta la cartografia e le norme in
merito? Un cittadino viene controllato pesantemente se
vuol recuperare o restaurare casa, ha imponenti norme
da rispettare. Perchè il pubblico può? Non va poi dimenticato che l’iter burocratico non è ancora terminato.
Manca, infatti, l’approvazione della VAS e non si è mai
votato il verbale del Consiglio del 22 maggio, quello in
cui mancava il segretario. A mio avviso, l’amministrazione ha colto al balzo il progetto ‘canile’ solo per aver in
cambio soldi per asfaltare le strade, cosa fatta, in modo
sgradevole, credo, due giorni prima del voto”.
Come va il rapporto con l’amministrazione Calzi?
LG
l progetto Scuola-Biblioteca
proposto dall’amministrazione comunale è realtà.
Quest’anno il “dialogo” tra
gli istituti scolastici presenti sul
territorio casalettese e il Gruppo
Biblioteca del paese è già iniziato. “Avendo accolto la richiesta
delle insegnanti, prendendo
spunto dai paesi vicini e da una
nota pubblicata dal Ministero
dell’Istruzione,
dell’Università e della Ricerca, che ha promosso la prima edizione delle
Giornate Nazionali della Lettura
per mercoledì 29, giovedì 30 e
venerdì 31 ottobre per le scuole
di ogni ordine e grado, ha preso
il via la stretta collaborazione
tra la scuola e la Biblioteca, fortemente voluta e sostenuta dal
sindaco Ilaria Dioli”, spiegano
i responsabili dell’attivo Gruppo
che anima la sala di lettura della
“Chiesa Vecchia”.
L’obiettivo è quello di suscitare nei bambini il piacere della
lettura, stimolare la loro curiosità e aiutarli a scoprire la bellezza dei libri, capaci di sviluppare
la loro fantasia e arricchire l’espressione orale e scritta.
Il “viaggio” è cominciato con
Scuola-Biblioteca,
ora il progetto è realtà
i “grandi” della scuola dell’infanzia, che hanno visitato la Biblioteca il 15 ottobre. Poi è stata
la volta dei bambini di classe
I
ladri di rame hanno oscurato le ciclabili Sergnano-Pianengo
e Sergnano-Casale, obbligano il Comune a rimettere mani al
portafoglio per illuminarle nuovamente. “Provvederemo proprio
in questo periodo a ridare la luce ai percorsi ciclopedonabili rimasti spenti causa furto – annuncia Lodovico Landena, assessore al
Bilancio –. I lavori, che comporteranno una spesa quantificata in
8.500 euro, saranno portati a termine in breve tempo”.
Già che si siamo: la Lista Civica La Casa di Vetro, sabato scorso
su queste colonne ha invitato la Giunta a impegnarsi per garantire “una maggiore sicurezza lungo la strada provinciale ex ss n.
591” e prevedere un progetto per il completamento funzionale di
una pista ciclabile che possa affiancare la strada provinciale lungo tutto il territorio comunale di Sergnano e possa collegarsi poi
con i tratti già esistenti negli altri comuni limitrofi, in particolare
verso Mozzanica”.
Per Landena si tratta fuori di dubbio di progetto ambizioso,
difficile da realizzare in questa fase, stante oltretutto il periodo di
grave crisi economica che sta attraversando il nostro Paese.
“Il tratto in questione, da Sergnano a Trezzolasco, è lungo due
chilometri e mezzo e attualmente le nostre risorse ci impediscono di centrare l’obiettivo – precisa l’assessore –. Bisogna trovare
sinergie tra diverse amministrazioni, sicuramente anche con la
Provincia e la Regione Lombardia, ma visti i Bilanci è un’impresa difficile”. I consiglieri de La Casa di Vetro hanno evidenziato
che c’è anche l’attraversamento pedonale della strada provinciale, a Trezzolasco, da risolvere: “A suo tempo abbiamo già sollevato la questione, ma la Provincia ci ha risposto che non esistono
i presupposti. Ma una soluzione va trovata”.
L’assessore al Bilancio del Comune di Sergnano fa notare che,
nonostante le scarse risorse a disposizione, “sono appena stati
ultimati alcuni interventi sulle strade e ora bisogna provvedere
illuminare nuovamente le ciclabili oscurate dai ladri di rame”.
Intanto in settimana si è riunita anche la Commissione Cultura, presieduta da Giorgio Benelli, per definire il programma da
realizzare nei prossimi mesi e per l’imminente sagra patronale
di San Martino Vescovo, che vivrà il suo giorno clou domenica
prossima, 9 novembre. In calendario ci saranno con ogni probabilità, come in passato, momenti religiosi, di riflessione e di puro
divertimento. La comunità sergnanese ha sempre vissuto con entusiasmo la sua sagra e c’è da scommettere che sarà così anche
stavolta, che prenderà seriemente in considerazione i momenti di
interesse collettivo che verranno proposti.
“Sembra esserci maggior spazio per il dialogo, almeno finora. Ma non vorrei sottolinearlo troppo prima che
cambino idea! Scherzi a parte, spero che si continui su
questa strada. Vogliamo essere rispettati e ascoltati: in
questi primi mesi di nuova amministrazione sta avvenendo, nello scorso mandato no”.
Cosa “non va assolutamente” in paese?
“La viabilità in primis. Si deve fare un piano strategico del traffico; o meglio, andava fatto prima di instaurare
il senso unico sulla via centrale. Tutti i cittadini si sono
lamentati. Ci sono persone che per uscire dal paese devono compiere un giro di 3 km. Noi avevamo proposto
di fare questo studio al più presto, se non ricordo male
anche gli altri gruppi erano intenzionati a farlo. Ora sul
tema tutto tace. Mi auguro che s’intervenga presto. Così
come serve più attenzione su parchi pubblici e pulizia
delle strade. Senza dimenticare la sosta selvaggia in centro. Non mi è piaciuta la scelta della Giunta di lasciare
le indennità di sindaco e assessori ai massimi di legge”.
Alcuni progetti che avete condiviso?
“Per ora si è fatto un buon lavoro sul tema dei contributi per i libri di testo delle scuole medie. Un buon modo
di operare, a mio avviso. Spero si possa continuare così”.
Ha qualche sassolino da togliersi a cinque mesi dal
voto che l’ha vista sconfitto?
“Assolutamente no! Ho troppo rispetto dei vaianesi
per non accettare il risultato delle elezioni. Certo, alcuni
hanno lavorato solo per farci perdere. Altri non hanno
capito il rinnovamento che c’è stato in UDP: noi preferiamo cambiare le persone all’interno del gruppo, altri
invece tentano di riciclarsi cambiando nome, oppure
passando a lista civica. Vogliamo continuare sul percorso tracciato: la vetta è lontana, ma la nostra forza di
volontà ci porterà sicuramente in cima”.
CASALETTO VAPRIO
di LUCA GUERINI
I
Sergnano: ciclabili buie, colpa
dei ladri. Il Comune interviene
prima e in questa settimana saranno accolte tutte le altre classi
della scuola.
“Le due ore che gli alunni tra-
Luca Guerini
scorrono in nostra compagnia
sono dedicate all’ascolto di una
storia, alla quale partecipano in
prima persona con voci o movimenti, e all’esecuzione di attività manipolative, come la produzione di biglietti con la tecnica
pop-up, la costruzione di marionette con materiale povero o
la creazione di un cattura-sogni
per esercitare anche la manualità di ciascuno”.
Ovviamente, tutti i bambini scelgono anche un libro da
leggere a casa durante il mese
successivo e da riportare poi a
scuola: torneranno in Biblioteca
nei prossimi mesi.
“Speriamo di poter proporre
anche altri momenti dedicati
alla valorizzazione della lettura
nel corso dell’anno scolastico,
ma certamente cogliamo l’occasione per un ringraziamento
ufficiale alle persone del Gruppo Biblioteca, che dedicano il
loro tempo a questo interessante
percorso e a molti altri eventi,
alle insegnanti che hanno creduto in questa iniziativa e a tutti
i cittadini casalettesi che hanno
risposto positivamente al nostro
invito e ci hanno donato libri per
bambini e ragazzi”, il commento finale dell’amministrazione.
El
RIPALTA ARPINA: bene la “Sagra d’utobre”
G
rande successo la scorsa domenica a Ripalta Arpina per l’edizione 2014 della tradizionale Sagra d’utobre, organizzata dalla Commissione Biblioteca con il preziosissimo supporto dell’Associazione
Amici del Museo e del Gruppo Volontari AUSER.
Dopo la santa Messa del mattino con la Festa del Ringraziamento e la
benedizione dei trattori, nel pomeriggio la manifestazione è entrata
nel vivo grazie a un ricco programma. In molti – bambini, ragazzi,
adulti e intere famiglie – hanno preso parte alla serie di eventi organizzati in piazza Caduti, nelle ex scuole e nell’adiacente parco: per i
più piccoli la giostra, i gonfiabili e il “Truccabimbi”.
Allestita anche una mostra di funghi a cura del Gruppo Micologico di Castelleone, unitamente a un’esposizione del pittore Gianni
Corte e a una mostra di radio d’epoca di Luigi Fiammelli. Inoltre,
vendita di castagne, stand dell’AUSER ed esposizione di trattori e oggetti del Museo Etnografico, nell’occasione aperto per la visita.
G.L.
aperto tutti i giorni dalle 8 alle 20
VINO ROSATO
DEL SALENTO
bottiglione lt 2
“Caldirola”
POMODORI PELATI
VERDITALIA 800 gr
PANE SFORNATO
1,75 € al kg.
ANCHE
LA DOMENICA
MELE GOLDEN
ITALIA
€ 0,98
al kg
PRUGNE ITALIA
€ 0,98
al kg
Si accettano tutti i BUONI PASTO
32
Il Cremasco
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
SPINO D’ADDA
SPINO D’ADDA
Vecchia scuola
primaria, si vende
SINDACO SPIEGA: “L’AREA POTRÀ
OSPITARE UN SUPERMERCATO”
di ELISA LORENZETTI
C
hi ha interesse all’acquisto dell’immobile comunale costituente l’attuale
scuola primaria, è invitato a comunicarlo
all’Ufficio Tecnico entro e non oltre il 15
dicembre, compilando un apposito modulo predisposto dall’amministrazione
comunale.
Iniziativa che consentirebbe
all’Ente locale di introitare
risorse importante per gli
importanti progetti che riguardano la nuova scuola.
“L’area può risultare appetibile, essendo stata convertita a media struttura di
vendita. Per intenderci, consente la realizzazione anche
di un supermercato”, riflette il sindaco Paolo Riccaboni.
C’è tempo un mese e mezzo per la presentazione delle manifestazioni di interesse finalizzate all’acquisto dell’immobile.
Gli uffici comunali sono a disposizione
per qualsiasi informazioni sia ritenuta uti-
le da chi vorrà farsi avanti.
La superficie complessiva dell’area è di
5.080 metri quadrati, mentre la superficie
utile realizzabile è stimata in 1.855 metri
quadrati. In subordine all’intervento di
media struttura di vendita, l’area in questione può essere sfruttata a scopo residenziale.
“Dopo aver acquisito le
aree per la nuova scuola,
ecco un altro passo in avanti
verso un obiettivo importante per la nostra comunità, qual è quello della nuova
scuola primaria”. L’idea è
di creare 20 classi, laboratori e un grande giardino nel
campus di via Ungaretti, per
una spesa che oscilla tra i 3 e
i 3,2 milioni di euro. Dopo l’avvenuta approvazione definitiva del piano ‘Pradone
del Platano’ il Comune di Spino ha potuto
acquisire l’area su cui edificare la scuola.
Amministrazione comunale e Federlegno
hanno sottoscritto da poco la convenzione per la progettazione della nuova scuola
IL RICAVATO
SERVIRÀ PER
COSTRUIRE
IL CAMPUS
SCOLASTICO
PANDINO
iceviamo e pubblichiamo un breve intervento del dottor Andrea
Wojnar che cerca di dare una risposta, e insieme un consiglio a
chi ha il compito di mantenere il patrimonio pubblico, in merito al
taglio degli aceri nei pressi del castello.
“A Pandino, lungo la via circonvallazione B che costeggia il lato
Est e Nord del castello, è presente un’alberatura di aceri americani; disposta a filare parallelo alla strada era costituita da almeno
24 esemplari. Era, perché gradualmente ma inesorabilmente ogni
anno muore qualche esemplare che per questo viene abbattuto, ma
finora non è mai stato rimpiazzato.
Come dottore forestale espongo in via breve i risultati di un’analisi dell’alberatura.
Dopo l’ultimo abbattimento di settembre gli
alberi superstiti sono 19
di cui 15 presentano già
sintomi di deperimento
da lieve a marcato mentre
4 sembrano non mostrare
ancora particolari problemi. L’esame delle chiome
evidenzia come tutti gli
alberi siano stati storicamente interessati da 3-4
interventi di potatura molto drastici che ne hanno stravolto il portamento naturale, facendogli assumere forma più espansa con impalcatura a candelabro. Gli
alberi hanno ottenuto una forma ornamentale artificiale ma, non
tollerando potature così invasive, dalle ferite prodotte coi tagli hanno contratto funghi patogeni che lentamente li stanno uccidendo.
Gli aceri di Pandino sono stati condannati a morte da chi ha voluto gestirli ‘piegandoli’ con potature eccessivamente forti e saltuarie
e come tali non sopportate da questa specie arborea. È così che alle
passate spese per impiantare l’alberatura e poi a quelle per gestirla,
oggi si sommano i costi degli abbattimenti. Gli alberi gradualmente
muoiono facendo venir meno tutte le loro funzioni, da quella estetico-ornamentale a quella bioecologica (ombreggiamento, miglioramento del microclima, avifauna etc.). Vent’anni fa, come studente
di Scienze Forestali aborrivo nel vedere in diretta quelle potature,
oggi che se ne manifestano le conseguenze è doveroso spendersi per
far comprendere ad amministratori e alla collettività, a quale caro
prezzo si paghino gli errori nella gestione del verde urbano come del
territorio in genere.
La potatura deve assecondare la crescita armonica e naturale
dell’albero, eliminandone le parti malate, morte o comunque pericolose, al fine di garantirgli salute e sicurezza per il periodo di tempo più lungo possibile; non deve stravolgerne il portamento naturale
facendolo ammalare accorciandone così le prospettive di vita. La
potatura è quindi più spesso un’esigenza degli uomini che degli alberi per i quali, a seconda di come venga eseguita, può risultare
tollerabile, dannosa o addirittura fatale; gli aceri di Pandino, che
non ne avevano necessità, lo dimostrano morendo e il conto delle
spese lo pagano tutti i cittadini pandinesi, gli stessi sui quali sono
gravati gli oneri dell’abbattimento di altri 10 aceri americani presenti nel polo scolastico morti/ammalati dopo aver subìto sempre
drastiche potature che, anziché cercare di contenerne le chiome, ne
favorivano l’invadenza aumentandone l’inadeguatezza agli spazi
disponibili”.
T
Il sindaco di Spino d’Adda Paolo Riccaboni
primaria, opera pubblica ambiziosa su cui
s’è tanto discusso (e non sono mancate le
polemiche).
La Federlegno, come ha avuto modo di
spiegare in più occasioni il sindaco Paolo
Riccaboni, mette a disposizione il proprio
ufficio tecnico e i massimi esperti nazionali per costruzioni di questo genere. “Il
legno è la risposta a tante domande – spiega il primo cittadino spinese –. È infatti
inutile, a mio avviso, aderire al Patto dei
Sindaci, fare una buona, attenta e oculata
amministrazione, preoccuparsi dell’educazione dei nostri figli e della sicurezza
degli edifici scolastici senza perseguire la
sostenibilità dei costi, avere un pensiero
ecologico e biocompatibile, costruire un
edificio antisismico. In più, il legno è certamente un materiale non dannoso, salubre, che non comporta e mai comporterà
problemi”.
Riccaboni sostiene da tempo che “aggiungendovi la nuova primaria, il campo
vuoto di viale Ungaretti diverrà Campus
scolastico: tensioni ideali devono tramutarsi in scelte reali”.
PANDINO
Un asilo a misura
di piccini, ma non solo
Gli aceri muoiono
Colpa delle potature?
R
Il Gruppo Fotografico
torna a esporre
P
orte aperte a tutti all’asilo
nido di Pandino. Questa realtà vuole offrire al territorio intero
una serie di attività “a misura di
bambino!” e non solo.
In programma ha anche laboratori creativi per adulti. Si tratta
di incontri rivolti ai famigliari e
volontari “per la costruzione di
materiale ludico/didattico utile
a favorire gli apprendimenti dei
bambini”. Il primo appuntamento avrà luogo presso l’asilo nido
‘Girasole’ di via Baracca, il 4 novembre prossimo (la frequenza è
gratuita).
Ogni lunedì e giovedì di novembre e dicembre, dalle 9.30
alle 11 sono in calendario delle
attività creative per i bambini dai
18 ai 36 mesi non frequentanti
l’asilo nido e accompagnati da un
adulto. “Verranno proposte attività di costruzione, giochi a incastro, attività grafiche e pittoriche,
creazioni di pasta di mais, pane e
lettura di storie. Proponiamo uno
spazio in cui i bambini possano
stare insieme divertendosi e imparare giocando coordinati da un
educatore. I laboratori avranno
avvio con un minimo di 5 iscritti
e massimo di 10 partecipanti”.
Viene richiesto un contributo
di 30 euro per ciclo di incontri
quindicinali (2 appuntamenti a
settimana per due settimane) e di
50 euro per ciclo di incontri mensili (2 appuntamenti a settimana
per quattro settimane).
Nei mesi scorsi sono state realizzate alcune iniziative prese in
ra pellicola e digitale, è il tema della mostra fotografica
organizzata dal Gruppo Fotografico Spinese, bella realtà all’opera da tempo. Le immagini, senz’altro da gustare,
sono frutto dell’impegno dei componenti del team che hanno
pensato a questa iniziativa e saranno esposte oggi e domani
presso la Sala consiliare del Municipio. La mostra, che ha ottenuto il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune
di Spino d’Adda, si potrà visitare dalle 9 alle 12 e dalle 15
alle 18.
Il Gruppo Fotografico Spinese ha incominciato a muovere
i primi passi all’inizio degli anni ’70 dalla passione di alcuni
amici per la ripresa e la stampa fotografica. “Il mitico box
messo a disposizione dai genitori di Mino e Franco Guercilena, viene attrezzato a camera oscura, assieme a Giovanni
Grana, Roberto Leoni, Fabio Luca e Angelo Rossini”. L’esordio è avvenuto con una mostra di fotografie sull’atletica
leggera giovanile (a Spino d’Adda questa attività è di attualità
da qualche decennio), seguita nel novembre 1973 da una collettiva a tema libero.
Nell’autunno – inverno 1974 ha posto in bella mostra la
raccolta di immagini Spino ieri. La sperimentazione tecnica
sul bianco & nero ha raggiunto il massimo livello con la stampa di gigantografie che sono state proposte nel maggio del
1975 presso il santuario della Madonna del Bosco, teatro di
alcune iniziative nel corso dell’anno, atte al coinvolgimento
di tutti. Nei giorni seguenti il 18 agosto 1977, il gruppo fotografico ha documentato la distruzione e la desolazione delle
zone colpite dalla tromba d’aria.
Negli anni successivi il lavoro di gruppo ha subìto una pausa, anche se numerose pubblicazioni su Spino hanno attinto
al nostro archivio, il silenzio fu interrotto nell’aprile 1995 con
la riproposizione di Spino Ieri, integrata proprio dalle immagini dei disastri causati dalla tromba d’aria.
Oggi e domani in sala consigliare si può visitare la mostra
Tra pellicola e digitale. Ottimo lavoro del Gruppo Fotografico
Spinese.
El
seria considerazione, quali ‘Nido
sotto le stelle’, ‘Saturday spazio
gioco’ e ‘L’aperitivo al nido’.
In luglio è stata proposta l’apertura straordinaria dell’asilo
in fascia serale, dalle 20.30 alle
23, rivolta ai soli bambini già
frequentanti il nido “per condividere i rituali di preparazione
al sonno e permettere ai genitori
qualche ora di svago e relax”.
Un sabato al mese l’asilo nido ha
aperto le porte al territorio offrendo uno spazio di incontro e attività laboratoriali per tutti i bambini
da 1 a 3 anni accompagnati da un
adulto.
Per l’aperitivo al nido sono stati proposti incontri informali per
genitori e figli per approfondire la
loro conoscenza e “conversare”
liberamente sui temi dell’educazione ma non solo.
Per informazioni e prenotazioni ai prossimi incontri è
possibile contattare Manuela ed
Erika (tel 0373/91758). L’asilo
nido ‘Il Girasole’ spalanca nuovamente le porte per una serie di
attività “a misura di bambino!”.
In programma iniziative atte a
coinvolgere pienamente anche
adulti, genitori, ma anche volontari.
El
SPINO D’ADDA: cimitero, ampliamento ok
SONCINO: primarie
L
e prossime elezioni amministrative, previste per la
primavera 2015, vedranno a
Soncino competere una nuova coalizione di forze che si
propongono come alternative
all’amministrazione di centro
destra che per gli ultimi due
mandati ha guidato il paese. I
movimenti civici ApertaMente e
La Svolta e i partiti Democratico
e Sinistra Ecologia e Libertà, non
solo decidono di correre insieme con l’obiettivo di imprimere
un forte cambiamento alla vita
amministrativa soncinese, ma
annunciano le primarie di coalizione, che si svolgeranno domenica 11 gennaio 2015, con
seggi anche nelle frazioni, per
scegliere il candidato sindaco.
Primarie aperte, le cui caratteristiche e regole verranno illustrate alla cittadinanza in due
incontri pubblici nel mese di
novembre (le date saranno rese
note a breve).
Nel frattempo però qualche
scricchiolio si è avvertito nel
laboratorio di Apertamente, fucina di idee ma anche, a quanto
pare, di qualche malumore.
Rivolta: superticket
“S
C
on la conclusione dei lavori del settimo lotto, è terminato
l’intervento sul cimitero. Come ricordato nei giorni scorsi
in occasione della benedizione dell’opera da parte del coadiutore don Maurizio Bizzoni, a Spino da un paio d’anni proveniente dall’esperienza di missionario in Costa d’Avorio, in
questo periodo sono stati realizzati loculi pubblici e cappelle
gentilizie per un importo di 230mila euro.
“È stata l’occasione anche per una manutenzione straordinaria e quindi il cimitero è a posto, pulito – la riflessione
del sindaco Paolo Riccaboni a margine della breve cerimonia
–. Da annotare inoltre che l’operazione legata alle cappelle
gentilizie ha permesso di completare questa importante opera
pubblica a costo zero per la comunità”.
El
uperticket alla Regione Lombardia!”. La denuncia
è dell’assessore comunale di Rivolta d’Adda, Angelo
Cirtoli, “dopo averlo sperimentato sulla mia pelle, ma è sicuramente capitato a molte altre persone in Lombardia. Ho
riscontrato un’incongruenza sul pagamento di ticket per esami di laboratorio”.
“Il caso prevedeva tre ricette (perché ogni ricetta non può
superare un certo numero di esami) – spiega Cirtoli –. Ho
chiesto all’operatrice dell’ospedale che venisse verificato
quanto sarebbe costata l’operazione con il SSN e quanto
da privato: nel primo caso 62 euro e rotti, nel secondo caso
50,95 euro. Credo che non si possa e non si debba pagare
più del costo reale della prestazione, ma questo purtroppo
accade in Lombardia”.
Cirtoli si è rivolto al Gruppo PD in Regione, che “mi ha
già risposto”. Nel testo inviatomi dal Partito Democratico
si rileva che “ la Regione ha deciso di applicare una quota fissa aggiuntiva al valore reale delle singole prestazioni
e questo comporta il fatto che i cittadini, per tutti gli esami
del sangue, diagnostici, le visite ambulatoriali eccetera, che
hanno un valore sotto i 50 euro, pagano paradossalmente più
di quanto la Regione rimborserà poi alla struttura che effettua l’esame”.
L’assessore rivoltano crede di “intravedere la possibilità
di un’azione di classe (“class action”) e chiude commentando: “chissà quanti quattrini dovrebbe rimborsare la Regione
Lombarda!?”.
El
i
o
u
t
i
r
pe
o
i
z
a
p
s
Lo
ci
n
u
n
n
a
piccoli
Friendly
Animali
Per ENZA di Sergnano
che domenica 26 ottobre ha
festeggiato 50 anni. Tanti cari
auguri dal marito Giuseppe,
dai figli Laura ed Enzo, dal
nipote Denny e dalla sua cara
amica.
Per CHIARA SELIATO
di Roma che sabato 25 ottobre ha compiuto i suoi primi 10 anni. Nonna Carmela,
nonno Giorgio, nonna Mariuccia e nonno Domenico, i
cugini e gli zii le porgono i
più affettuosi e sinceri auguri
di un felice compleanno.
Ripalta Arpina. 2 novembre. Per LORENZO FROSI,
un simpaticissimo bimbo che
spegnerà ben 7 candeline. Sei
diventato grande! Per il tuo
compleanno gli auguri più
belli con un mondo di baci
dalla nonna bis Cecchina, zii
e cugini. Auguroni Lorenzo!
Ti vogliamo un bene immenso. Sei la nostra gioia.
Ciao LORENZO! Per
il tuo 7° compleanno ti mandiamo tantissimi bacetti, ti
vogliamo un mondo di bene,
sei il nostro adorato fratellino.
Auguroni dalla tua Vittoria,
dal piccolo Simone, con mamma, papà, nonni, zii e cugini.
Il gruppo operativo “Mai
vinti” sclerosi multipla, presso ospedale di Crema, CERCA VOLONTARI AUTISTI per accompagnamento
malati. ☎ 334 1412608
VENDO 4 OCHE di circa
6 kg l’una a € 35 cad. ☎ 328
3767124
Arredamento
e accessori per la casa
VENDO MOBILE da sala
compatibile coloro legno scuro, 4 pezzi di cui uno ad angolo
a € 300 trattabili; ARMADIO
a 6 ante, molto spazioso, color
nocciola laccato con cassettiera all’interno a € 250 trattabili.
☎ 392 8205916
VENDO POLTRONA
con massaggio, praticamente nuova a € 500. ☎ 345
7674354
LIBRERIA VETRINA
liberty 1920, piuma di noce,
4 ripiani alta cm 205, lunga
cm 120, profonda cm 50, in
perfetto stato, eleganti intarsi
nella parte alta e sul cassetto
con segreto VENDO a € 450;
VENDO COMÒ anni ’70 in
perfetto stato, 3 cassetti, il primo cassetto con serratura funzionante, lunghezza cm 120,
profondità cm 50, altezza cm
80 € 30. ☎ 035 878400
VENDO CONGELATORE in ottimo stato cm 120x60
a € 50. ☎ 339 5284780
VENDO STUFA A PELLET marca Extra Flame modello Graziosa, colore nero e
bordeaux compresa di aspiracenere a € 600; SCALDA-
azienda farmaceutica
municipalizzata
L’AFM di Crema
RICERCA
FARMACISTA
con esperienza
almeno triennale da inserire
nel proprio organico.
Inviare il curriculum a:
Libri usati
VENDO DIVINA COMMEDIA completa, Le Monnier,
mai usata a metà prezzo. ☎ 0373
31090
Auto, cicli e motocicli
VENDO BICICLETTA
da corsa marca Legnano, usata
solo 3 volte a € 775. ☎ 345
7674354
VENDO BICICLETTA
da donna sport marca Albatros
rimessa a nuovo con cesto anteriore e posteriore a € 80. ☎ 0373
31957
CERCO BAULETTO
posteriore per scooter possibilmente a ottimo prezzo. ☎ 340
5526840
Privato VENDE SCOOTER SCARABEO 50 cc in
ottime condizioni € 350 trattabili. ☎ 345 4683280
Varie
VENDO BRANDINA
rialzata con rete a molle per
letto singolo a € 50; VENDO
PIUMINO beige, vera piuma
taglia 9/10 anni e CAPPOTTINO viola modello trapezio
marca Benetton taglia 9/10 anni
a € 25 cad. ☎ 340 9681183
SCAMBIO vecchi SANTINI. ☎ 347 7425879
VENDO
CARRELLO PORTA TELEVISORE
molto originale a € 250 trat.;
STUFA A LEGNA con refrattario a € 150. ☎ 0373 203052
VENDO DISCHI 45 giri
di La ragazza dell’ombrellone
accanto mi guardano di Mina;
Mio fratello è figlio unico di
Rino Gaetano; Fantastic Fly
dei Pooh; Yesterday the night
before dei Beatles a € 25 cad.
☎ 335 8382744
VENDO SCIVOLO della Chicco a 5 gradini a € 50.
☎ 392 6472374
VENDO LAMPADARIO
in vetro colorato (bianco e beige) per soggiorno o sala con
5 luci, molto bello e originale
a € 50; FORNO A MICROONDE De Longhi a 900 wat e
timer, usato pochissimo, utile
anche per cottura a € 50. ☎
346 8406138
Ragazzo appassionato di
biciclette CERCA VECCHIA
BICI da corsa degli anni ’30,
’40, ’50. ☎ 338 4284285
VENDO MACCHINA
DA CUCIRE Singer anni ’90
rientrante a € 50; DUE FERRI DA STIRO antichi (con
la brace) € 10 cad. ☎ 340
7023568
Causa cessata attività
VENDO 3 COLONNE di
onice alte cm 98 a € 150 cad.;
DUE SPECCHI onice cm
76x49 a € 50 cad.; LAMPADARIO a 6 luci in ceramica
capodimonte con 2 apliques
doppie a muro € 250; n. 20
NICRO S.p.A.
RICERCA per potenziamento proprio organico:
RESPONSABILE DI OFFICINA
La persona deve avere padronanza
della saldatura con metodi TIG-MIG-PLASMA,
esperienza lavorativa di almeno 15-20 anni nel settore
della carpenteria media in Acciaio INOX
ASSEMBLATORI
con conoscenza del disegno meccanico
SALDATORI
con esperienza di almeno 15 anni di carpenteria
in acciaio inox
Età 35 - 45 anni. Zona di lavoro: VAILATE (Cr)
Inviare CV dettagliato completo di autorizzazione trattamento dati personali
all’indirizzo e-mail: [email protected] oppure tramite fax al n. 0363 350549
Astenersi dal telefonare. Solo i candidati di nostro interesse saranno contattati
[email protected]
entro il 13 novembre 2014
VENDO VILLE - 0373.200588
130mila €
2) PIANENGO - Pronta consegna 150mila €
3) IZANO - Come nuova
145mila €
4) CREMA - Zona Piscina, pronta
175mila €
5) ZAPPELLO - Singola, area 600 mq175mila €
6) CREMA, VIA CREMONA
270mila €
Singola 300 mq, per 2 famiglie
1) CASALE CREMASCO - Nuova
CE C 71.7
CE F 154.84
CE F 194.43
CE F 164.35
CE G 452.58
CE G 457.75
7) VILLE - via Piacenza e Ombriano
su lotto di 600 mq
SALVIETTE alto cm 180, largo cm 60, color grigio perla
€ 50. ☎ 388 7428671
350mila €
CE G 276.25
Studio Casa Crema, via De Gasperi, 19
TRIBUNALE DI CREMONA
Esec. Imm.re R.G.E. 21/2011 (ex Tribunale Crema) - Reg. Inc. 26/2014
G.E. dott. Benedetto Sieff
ESTRATTO DI AVVISO DI VENDITA (I esperimento)
Professionista delegato: Avv. Laura Moruzzi, con studio in Crema – via Tensini n. 4 (tel. 0373 85732, fax 0373 252682, e-mail [email protected]). Vendita senza incanto: 23 dicembre 2014, ore 16.00, presso
lo studio del delegato. Lotto unico: in Comune di Crema (CR), Via Attilio
Boldori n. 64, appartamento posto al primo piano composto da ingresso,
soggiorno con angolo cottura, una camera, bagno e con annessa cantina
al piano cantinato. L’accesso pedonale avviene dalla via Boldori, carrale
dalla via Del Fante. Classe energetica “G”, prestazione energetica per la
climatizzazione invernale 313.95 kWh/m2a e prestazione raffrescamento
27.46 kWh/m2a. PREZZO BASE euro 27.000,00 con offerte in aumento
di euro 1.500,00. Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso
lo studio dell’avv. Laura Moruzzi, in Crema Via Tensini n. 4, nei tre giorni
antecedenti la vendita (esclusi il sabato e i festivi), dalle ore 9.30 alle 12.00,
con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo offerto,
intestato alla Procedura Esecutiva Immobiliare n. 21/2011. Vendita all’incanto: 13 gennaio 2015, alle ore 16.00 sempre nello studio dell’avv. Laura Moruzzi al prezzo base di euro 27.000,00 con offerte in aumento di
euro 1.500,00. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in
busta chiusa, dovrà essere depositata presso lo studio dell’avv. Laura Moruzzi, in Crema Via Tensini n. 4, nei tre giorni antecedenti la vendita (esclusi
il sabato e i festivi), dalle ore 9.30 alle 12.00, con allegato assegno circolare
per cauzione di euro 2.700,00, intestato come sopra. In ogni caso sui siti
www.tribunale.cremona.giustizia.it, www.astalegale.net, www.asteimmobili.it, www.portaleaste.com e www.publicomonline.it è pubblicata la relazione di stima dell’immobile per cui è la presente procedura di vendita.
La presentazione dell’offerta implica la conoscenza integrale e l’accettazione incondizionata di quanto contenuto nella relazione peritale e nei suoi
allegati, negli atti del fascicolo processuale, nonché nell’avviso affisso, in
forma integrale, all’Albo del Tribunale di Cremona. Sono a carico dell’aggiudicatario le spese, i diritti e le competenze successive alla vendita, ai
sensi dell’art. 179 bis disp. att. cod. proc. civ. e dell’art. 7 D.M. 25 maggio
1999 n. 313.
Crema, 22 ottobre 2014
(avv. Laura Moruzzi)
venerdì 31 ottobre 2014
SOPRAMMOBILI assortiti
amorini, piattini in cobalto e
oro a partire da € 5. ☎ 0373
273291 (ore serali)
VENDO SEGGIOLINO
AUTO con riduttore 0-9 kg
e 9-18 kg, SEGGIOLONE,
PASSEGGINO, VASINO e
riduttore water come nuovi,
SEGGIOLINO anteriore per
BICICLETTA tutto a € 50
(vendo anche separatamente).
☎ 346 2869977
Collezionista compra,
scambia, MODELLINI DI
AUTO in scala 1:43 in metallo
(anche obsolete), MODELLINI DI TRENI in H:0 e vari kit
di montaggio. ☎ 339 4145719
VENDO DUE GOMME
nuove invernali Opel Corsa
175/65 R14 € 120 trattabili.
☎ 0373 688884
VENDO 15 quintali di
LEGNA DA ARDERE già
stagionata a € 13 il quintale
per pizzerie e privati. ☎ 338
1649737
Oggetti smarriti/ritrovati
Nel tratto basilica S. Maria, viale S. Maria, p.zza Garibaldi, via Mazzini, p.zza
Duomo, via XX Settembre e
p.zza Giovanni XXIII è stato
SMARRITO un BRACCIALETTO di quarzo rosa, di
grande valore affettivo. Chi
l’avesse ritrovato è pregato di
contattare il n. 345 7837123
Nella serata di domenica
21 settembre, in piazza Rimembranze è stato SMARRISignora cerca lavoro come
BADANTE 24h su 24.
Con esperienza (da 9 anni
in Italia). Disponibile subito
☎ 324 5832789
33
TO UN MAZZO DI CHIAVI.
Chiunque le avesse ritrovate è
pregato di contattare il n. 346
3441189
Nelle giornate di lunedì
6 o martedì 7 ottobre, nella
zona tra via Diaz e via Mazzini, è stato SMARRITO UN
BRACCIALETTO
D’ARGENTO “Acquaviva” di
grande valore affettivo. Chi
l’avesse ritrovato è pregato di
contattare il n. 347 9072818
Sulla ciclabile di Campagnola Cremasca è stato
RITROVATO UN MEDAGLIONE D’ORO antico con
raffigurata una persona. Chi
l’avesse smarrito può contattare il n. 0373 74639
SMARRITO ASTUCCIO NERO formato bustina
contenente una chiavetta nera
marca Verbatim. Zone CremaSergnano-Pianengo-Capralba.
☎ 339 8611559
Abbigliamento
VENDO PELLICCIA 3/4
di agnellino taglia comoda a €
500; copriletto matrimoniale
di Lupin marrone e beige a €
500 trattabili. ☎ 392 8205916
VENDO GIACCONE da
uomo, in vera pelle, nero, tg.
52 praticamente nuovo a €
40; per errata taglia VENDO
GIACCONE da uomo in vera
pelle marrone con collo in pelo
staccabile imbottito, nuovo
con cartellino a € 70. ☎ 346
8406138
Signora con attestato di
OPERATORE SOCIO SANITARIO
con esperienza nel settore
OFFRESI come BADANTE
per anziani o malati nel Cremasco
☎ 393 1592950
RAGIONIERA CONTABILE con esperienza in prima nota,
clienti/forn., liquidazioni IVA, riconciliazioni bancarie, cespiti,
Enasarco, scritture di assestamento, bilancio cerca lavoro.
Disponibilità sia part time che full time. ☎ 340 9139157
Azienda informatica della provincia di Cremona con venti anni di esperienza
nel settore software gestionale ricerca per inserimento nel proprio organico
UNA FIGURA PROFESSIONALE
con esperienza nel settore software gestionale.
Richiesta esperienza nella consulenza, assistenza al cliente ed esperienza
nella programmazione client/server. Inviare cv a: [email protected]
COSTRUIAMO A PIERANICA
VILLE SINGOLE
O BIFAMILIARE
a richiesta dell’acquirente.
☎ 0373 71020 - Cell. 348 3642288
Privato
AFFITTA
BOX DOPPIO
zona p.le Rimembranze/Stazione
☎ 348 2419400
TRIBUNALE DI CREMONA
Esec. Civ. R.G.E. N. 64/2004 già Tribunale di Crema - G.E. Dr. Giulio Borella
Registro incarichi N. 8/2014 - Avv. Giuseppe Moretti
AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI (primo esperimento)
Vendita senza incanto: 13 gennaio 2015, alle ore 15,30 nello studio
dell’Avv. Giuseppe Moretti, professionista delegato, in Crema, Via Frecavalli,
30. Lotto unico, in Comune di Bagnolo Cremasco (CR), Strada Statale 415
Paullese, piena proprietà di vivaio con piccolo spazio di vendita, costituito
da: area di pertinenza adibita a parcheggi, ingressi e aree di manovra di mq.
3.600 circa; serra in acciaio e vetro di mq. 751 circa; due capannoni ad uso
esposizione e magazzino, uno di mq. 972 circa e l’altro di mq. 355 circa; serre multi tunnel ad uso vivaio di mq. 4.311 circa; terreno agricolo di pertinenza coltivato a parco botanico di mq. 12.761 circa. Pertinenze costituite da:
portichetto di mq. 220 circa, stazione di pompaggio con sottostante vasca
interrata di accumulo acqua di mq. 21 circa, piccoli fabbricati metallici di
mq. 34 circa ad uso ricovero attrezzi e centrale termica. Trattasi di immobile
esente dall’obbligo dell’attestato di prestazione energetica. Prezzo base €
1.800.000,00. Offerte da depositare in bollo ed in busta chiusa, presso lo
studio del delegato Avv. Giuseppe Moretti, in Crema, Via Frecavalli, 30, entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, nella quale
va inserito l’assegno circolare, per cauzione, non trasferibile, dell’importo
pari al 10% del prezzo offerto, intestato a Tribunale di Cremona Proc. Es.
Imm. N. 64/2004 R.G.E. ex Tribunale Crema. Vendita all’incanto: 29 gennaio 2015, alle ore 15,30 nello studio dell’Avvocato delegato, prezzo base
€ 1.800.000,00, offerte in aumento non inferiori ad € 10.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo, va depositata presso lo studio del
delegato, Avv. Giuseppe Moretti, entro le ore 12,00 del giorno non festivo
precedente la vendita, unitamente all’assegno circolare, come sopra indicato, dell’ importo pari al 10% del prezzo base e medesima intestazione.
Maggiori informazioni presso: l’Avv. Giuseppe Moretti, Tel. 0373/84938Fax 0373/86357, e-mail [email protected]; il custode giudiziario nominato, Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta Srl, Tel. 0373/80250,
anche per visionare l’immobile; la Cancelleria del Giudice dell’Esecuzione
ove potranno essere chieste anche informazioni relative alle generalità del
debitore. Relazione di stima, ordinanza di vendita e avviso di vendita con
le modalità di partecipazione alla vendita sono pubblicati sui siti internet
www.tribunale.cremona.giustizia.it, www.astalegale.net, www.asteimmobili.it, www.portaleaste.com.
Crema, lì 24 ottobre 2014
Avv. Giuseppe Moretti
34 venerdì 31 ottobre 2014
Gli annunci di questa rubrica sono gratuiti (con foto) per le persone che festeggiano le nozze di diamante (60 anni) e più e i 95 anni e oltre. Tutte le altre ricorrenze sono a pagamento: per gli auguri,
lauree, ringraziamenti e simili, senza foto € 1,00 a parola, con foto € 30,00; per i festeggiamenti di classe € 70,00; per i matrimoni, gli anniversari di matrimonio e le quattro generazioni (con foto)
€ 50,00. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente ogni inserzione non consona alla linea del giornale. Gli annunci saranno pubblicati fino a esaurimento dello spazio disponibile.
Laurea
MONTODINE: 7 CANDELINE!
CREMA: 93 ANNI!
Mercoledì 5 novembre grande
ZAPPELLO
festa per il 7° compleanno del
Martedì 28 ottobre Giulia Merico si è brillantemente laureata in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di
Bergamo.
Alla neo dottoressa i rallegramenti più vivi e i nostri più sinceri
complimenti per il brillante risultato che degnamente corona il
tuo impegno e la tua perseveranza. Congratulazioni.
Papà, mamma, nonni, zii e cugini
CREMA
Mercoledì 22 ottobre presso la Facoltà di Economia dell’Università Cà Foscari di Venezia, Tiziano Pandini ha conseguito
con la valutazione di 110 e lode, la Laurea Magistrale in Marketing e Comunicazione.
Siamo orgogliosi del nostro neo dottore e gli auguriamo un
futuro ricco di soddisfazioni.
I nonni Teresa e Mario
nostro ometto Giorgio Castelli.
I migliori auguri di tanta fe-
licità da mamma, papà, nonni,
bis nonna, zii, cuginetti e parenti
tutti.
Buon compleanno!
Per Rita di Crema che domenica 2 noTanti cari auguri di serenità da Claudio,
Maria, Marco e Mina.
Oggi, venerdì 31 ottobre, Carla e Marino festeggiano i 50 anni di
vita insieme. Congratulazioni e tantissimi auguri da Angelo, Roby,
Michela e dalla nipotina Beatrice.
VAIANO CREMASCO: NOZZE D’ORO!
compleanno.
Tanti auguri dal figlio Angelo
con Marcella, Enrica, Luca, Stefano, Vera, zia Rina, zia Yvonne,
Vittorio, Miriam, gli amici e tutto il personale del Centro Diurno
Zurla.
OFFANENGO: LAUREA!
OMBRIANO: NOZZE D’ORO!
BUON COMPLEANNO!
vembre festeggerà il compleanno.
Oggi, venerdì 31 ottobre Libe-
ro Pennacchi festeggia il suo 93°
CREMA: NOZZE D’ORO!
Martedì 21 ottobre presso l’Universitù degli Studi di Milano-Bicocca,
Facoltà di Psicologia, Sara Valdameri,
ha conseguito a pieni voti la laurea magistrale in Psicologia clinica, sviluppo
e neuropsicologia discutendo la tesi:
“Empatia e comportamento prosociale
nei primi anni di vita: una rassegna critica della letteratura”.
Relatore chiar.ma prof.ssa Ilaria
Grazzani.
Questo era il tuo obiettivo, l’hai raggiunto, brava siamo orgogliosi di te e
condividiamo la tua gioia.
Papà, mamma, Irene, Roberto e
come dici tu chi non tieni più per mano
ma tieni nel cuore (nonna Maddalena).
TORLINO VIMERCATI:
LAUREA!
Congratulazioni dagli zii
Angela, Mario, Enzo, Lele e
dalla sorella Nicole alla neo
dottoressa Jessica Pedrinazzi che mercoledì 22 ottobre,
Martedì 28 ottobre Agostina e Francesco Bombelli hanno festeggiato il loro 50° anniversario di matrimonio. Tanti cari auguri per questo importante traguardo dai figli Roberto e Raul, dalle
nuore, dalla nipote Giulia, dai fratelli, dalle sorelle e dai cognati.
Sabato 25 ottobre Emi e Gigi hanno tagliato il prestigioso traguardo dei 50 anni di vita insieme.
I migliori auguri di ancora tanti anni felici da Luca e Astra.
Buon anniversario!
si è brillantemente laureata
in Psicologia all’Università
di Milano - Bicocca.
OMBRIANO
50enni in festa!
Ai nuovi abbonati
S
I
T
A
R
G
2015
gli ultimi mesi
del 2014
Promozione valida solo in Italia
Domenica 26 ottobre la classe 1964 ha festeggiato i suoi 50 anni.
Grazie a tutti i partecipanti.
Visto la buona riuscita non rimane che dire... alla prossima.
venerdì 31 ottobre 2014
INIZIATIVA
L’ATTESISSIMO
EVENTO
SI SVOLGERÀ
PRESSO IL POLO
DI VIA BRAMANTE
IL 6, 7 E 8
NOVEMBRE.
È STATO
ORGANIZZATO
UN PROGRAMMA
MOLTO RICCO
Mediaexpo
alle porte!
di FEDERICA DAVERIO
“T
re giorni pieni di fervore... se uno non ci è mai stato di persona non
può comprendere cosa sia Mediaexpo”: abbiamo preso in prestito
le parole di uno dei tanti docenti intervenuti alla presentazione di questa
bella e consolidata iniziativa, a prova di crisi visti i tanti partner e sponsor
che ne riconoscono un’utilità innegabile. Giunta ormai alla diciassettesima edizione, Mediaexpo 2014 si svolgerà dunque presso il Polo Didattico
di Crema - Dipartimento d’Informatica in via Bramante il 6, 7 e 8 novembre. L’attesissima manifestazione è stata presentata mercoledì mattina
presso la Banca Popolare di Crema (l’Associazione è uno dei principali
partner) dall’anima tuttofare Tullia Guerini Rocco, dirigente scolastico
dell’Istituto comprensivo di Trescore Cremasco, che ha sottolineato “il
nostro ormai è solo un lavoro organizzativo! Ci cercano, ritornano e portano altre persone con altri progetti... in questa maniera siamo riusciti a
creare una macchina che praticamente cammina da sola”. Un entusiastico plauso è venuto dal sindaco Stefania Bonaldi che ha definito Mediaexpo “un’occasione di crescita per i ragazzi e per gli adulti che pensano, si
pongono domande e creano nessi”.
Padrone di casa nella sede di via XX Settembre Pietro Ferrari, responsabile sviluppo, che ha portato i saluti del dottor Olmo, presidente dell’Associazione Popolare Crema per il Territorio, ha poi illustrato cosa farà
nella tre giorni di concreto l’Associazione: “Abbiamo preparato un laboratorio multimediale per bambini dai 7 ai 12 anni. L’obiettivo è quello di
dare ai ragazzi i primi rudimenti su guadagno, spesa e risparmio, dare la
consapevolezza di appartenere a un bilancio. Con me in questo progetto
ci sarà Roberto Ciniselli”. Naturalmente l’edizione 2014 guarda al futuro
e non poteva non collegarsi con i temi di Expo 2015. Proposte che spaziano dalla fauna alla flora, agli orti, ai semi, al cibo, alla spesa sana con
percorsi scientifici, socioculturali e narrativi.
Nel 2014, anno internazionale della luce, è stato lanciato il primo
concorso “Adotta scienze e arte”, declinato in conferenza stampa dalla
docente Silvia Donati De Conti. Ci sarà anche la premiazione dei disegni (un premio da parte anche dell’Associazione Popolare) dove si sono
espressi i bambini sul tema. Per appprofondire l’argomento alcuni laboratori si occuperanno di ottica. Una lezione imperdibile, quella di Michela
Prest, docente dell’Università dell’Insubria. E poi laboratori tecnologici,
esperienze di robotica, tablet, Lapbooks e software adatti a bambini con
criticità. Ma anche una riflessione sulla filosofia nella scuola primaria
quanto mai accattivante! Partner importanti sono anche l’ASL (con “Gli
stili di vita” e tematiche che spaziano dal gioco d’azzardo alle zanzare),
presente con la dottoressa Maria Mercatelli e il FATF (con Gloria Angelotti
ed Emanuela Groppelli). Spettacoli e mostre arricchiscono ulteriormente
un calendario che accontenta i più piccoli e i loro accompagnatori per
tutte le giornate. Impossibile citare tutto il programma, ma un consiglio
spassionato: fateci un salto! Mediaexpo racchiude veramente riflessioni a
360 gradi e spunti molto interessanti e innovativi. Alla mattina ci saranno le scolaresche (prenotazioni 0373/272120) e il pomeriggio del sabato
sicuramente anche i tanti accompagnatori dei bambini troveranno ‘il loro
bel da fare’. L’organizzazione è di ottimo livello anche al contributo dei
ragazzi di Itis, Stanga, Sraffa e Aselli di Cremona. La Guerini Rocco ha
poi voluto ringraziare di cuore l’Università che ospita l’evento... ‘sopportando’ ben volentieri il gran fermento che si crea nella tre giorni e tutti i
docenti che verranno da lontano a fare i formatori dei loro colleghi cremaschi e ad animare queste mattine che i ragazzini troveranno sicuramente
indimenticabili.
STANGA: PRESENTAZIONE E-BOOK
S
abato 8 novembre presso l’Istituto Agrario Stanga di viale Santa Maria
verrà presentato l’e-book dal titolo Tutela dell’accesso all’acqua nel sistema
irriguo padano, le nuove tecnologie nella scuola delle competenze, realizzato dalla classe IID dell’Istituto. Tutta la cittadinanza è invitata.
FALEGNAMERIA
Bolzoni Samuele
•
Portoncini blindati - Porte interne
• Arredamenti su misura
• Sostituzione di porte
e serramenti senza opere murarie
• Serramenti legno-alluminio
Sostituzione dei vecchi serramenti
con
e
RISPARMIO ENERGETICO
RECUPERO FISCALE DEL 65%
grazie agli incentivi statali.
PAGAM
ENT
A RATE
I
ESPOSIZIONE
CREMA - Via Cadorna 33 - Tel. 0373 259699
Orari apertura: DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ 9.30 - 11.30
FALEGNAMERIA:
via Cremona, 44 - Crema - Tel. 0373 83472
35
Da sinistra, Angelotti, Groppelli, Donati de’ Conti, il sindaco
Bonaldi, la dirigente Guerini
Rocco e Ferrari dell’Associazione
Popolare Crema per il Territorio
alla conferenza di Mediaexpo
T
Verso una buona scuola?
ra tante incertezze della
società contemporanea in
tempo di crisi, una garanzia
assoluta almeno c’è: mettere le
mani sulla scuola in Italia è più
pericoloso che parlar male di
Garibaldi! Qualunque sbandierata riforma o timido tentativo
di “ritocco” applicato a essa ha
sempre incontrato il dirompente fuoco incrociato di diffidenti,
dissidenti, difensori di interessi
corporativi o sinceri critici costruttivi. Allo stesso destino
pare non stiano sfuggendo le linee del documento su La buona
scuola, facciamo crescere il Paese
che il Governo Renzi ha diffuso on line per sottoporle a interventi critici o propositivi da parte
di addetti ai lavori e non. Apriti cielo! Chi ha criticato il metodo,
chi la sostanza, chi ha ostentato disinteresse. Tuttavia lavarsi le
mani è troppo facile e comodo! Almeno le associazioni di settore
non possono esimersi da una riflessione seria sulle proposte, senza
pregiudizi, né facili entusiasmi. Ecco che per la prima volta due sezioni dell’UCIIM, Associazione professionale cattolica di insegnanti,
dirigenti e formatori, quella provinciale di Lodi e quella di Crema,
si sono unite per organizzare un dibattito pubblico sull’argomento,
confidando in un’ampia e ispirata partecipazione di chi ha a cuore la
scuola italiana. Giovedì 6 novembre alle ore 17 presso la sala Convegni del Centro S. Luigi a Crema, un gruppo qualificato di relatori, il
dott. Giuseppe Bonelli, Direttore Ufficio III USR Lombardia, il prof.
Stefano Pierantoni, Presidente Regionale UCIIM Lombardia, Dirigente scolastico, Silvia Malacarne, Responsabile Regionale Movimento Studenti di Azione Cattolica MSAC, coordinati da un noto
giornalista dell’Avvenire, Giacinto Bosoni, discuterà del documento
cercando di individuarne gli aspetti più significativi, condivisibili e
realizzabili. A coloro che interverranno sarà data la possibilità di
partecipare al dibattito con le proprie riflessioni. L’UCIIM si impegna
a non concludere con questo incontro la sua presenza attiva in questo passaggio fondamentale per la scuola italiana. Vigilerà su tutto
l’iter prossimo venturo, dal documento agli atti legislativi, poi alle
norme attuative, poi all’attuazione concreta, il tutto per vedere quali valori e criteri vengono rispettati o non rispettati. Nella speranza
che la scuola italiana possa cambiare in meglio.
RICENGO
via Campo Gavazo, 2
Tel. 0373 267893
335 6472294
ARTE: Panceri dal Munari alla Cina!
V
i è un’isola, in Cina, dove sorge un grande parco dedicato all’arte della scultura. Si chiama Pingtan, si trova non troppo lontano
da Taiwan e diventerà, secondo il governo locale, un nuovo grande
centro di riferimento per l’arte e l’architettura contemporanea mondiale. Su di essa, da poche settimane, si trova una scultura del giovane, ma già assai affermato anche a livello internazionale, scultore
cremasco Francesco Panceri (nella foto, accanto alla sua opera).
È stato infatti lui, unico artista italiano, a essere stato selezionato per installare in modo permanente una sua opera nel parco di
Pingtan, dopo che ha vinto il premio al primo concorso internazionale di scultura indetto dagli organizzatori locali. Non è la prima
volta che Panceri – che ha studiato presso il liceo artistico Munari
di Crema, dove attualmente è docente di discipline plastiche – partecipa, vincendo, a concorsi internazionali. Nel maggio del 2013 ha
vinto un importante premio a Seul, in Corea del Sud. Numerose sue
opere pubbliche sono esposte, oltre che in Italia, anche all’estero: in
India, in Turchia, in Georgia, Siria, Albania e Olanda.
L’opera collocata sull’isola di Pingtan è di acciaio Cor-ten ed è
alta 6 metri. Si chiama Eye of wind (Cruna nel vento), ed è composta
da un elemento verticale con una apertura nella parte centrale che
rappresenta un passaggio, una cruna dalla quale il vento, attraversandola, cuce insieme idealmente il cielo e la terra. L’opera, su progetto e bozzetto dell’artista cremasco, è stata realizzata direttamente
in Cina, da abili maestranze locali.
RITIRO ORO
[email protected]
SEGUI I NOSTRI EVENTI SU FACEBOOK
la locanda degli amici Crema
L’INVERNO
ALLA LOCANDA
con salame, formaggio Salva,
pasta fresca, tortelli Cremaschi,
cappelletti in brodo, foiolo,
polenta, bolliti e gallina lessa
con mostarde, brasati stracotti e
i nostri dolci
TUTTE LE SERE
E LA DOMENICA A PRANZO
Menù degustazione a partire
da € 20
È gradita la prenotazione
ogni
mercoledì
sera...
CREMA
RISO
E RISOTTI
€ 15
Piazza Marconi, 36
ogni
venerdì
sera...
Per info:
GUSTANDO
LA CARNE
€ 18
CHIUSO LUNEDÌ SERA E MARTEDÌ SERA
Tel 348.7808491
PAGO CONTANTI
36
La Scuola
Liceo
da Vinci
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
SECONDO CIRCOLO
Cipolla, Ferrari, Bacecchi
e Bertulini in conferenza
ASSEMBLEA ANNUALE
Nuovo laboratorio scientifico grazie
FIDAE Lombardia:
all’Ass. Popolare Crema per il Territorio La Buona scuola
“S
U
T
utte le classi V del liceo
scientifico L. da Vinci
di Crema hanno assistito,
giovedì mattina presso la
sala Angelo Cremonesi ex
biblioteca conventuale del
museo civico di Crema e
del Cremasco alla conferenza tenuta dal dott.or
Giordano Formenti dal
titolo La velocità nell’arte
e nella stoira. Un excursus
interdisciplinare tra storia, arte, letteratura che ha
coinvolto i ragazzi soffermandosi sui diversi aspetti
che il mito della velocità
ebbe durante gli anni Venti,
Trenta e Quaranta del ‘secolo breve’, il Novecento
segnato dalla dittatura fascista. Formenti ha iniziato l’incontro soffermandosi
sull’approccio del Regime
al mito della velocità: l’aeronautica era considerata,
almeo in facciata, la nuova
arma ‘fascistissima’, mentre l’aviatore era visto come
un autentico eroe, elementi
utili per la propaganda del
Regime stesso. Quindi una
carrellata dei personaggi
che il Fascismo utilizzò per
auto promuoversi a partire da Italo Balbo, politico,
generale e aviatore che fu
uno dei quadrumviri della marcia su Roma. Nel
1929 fu nominato ministro
dell’Aeronautica, veste in
cui guidò la crociera aerea
transatlantica Italia-Brasile e la crociera aerea del
Decennale.
Considerato
come un potenziale rivale
politico di Benito Mussolini a causa della grande
popolarità. L’incontro che
si è anche soffermato sul
significato del Futurismo,
si è inserito nelle iniziative
promosse per celebrare la
figura di Francesco agello
e il suo celebre record di
velocità.
M.Zanotti
n nuovo laboratorio scientifico per la scuola secondaria
di primo grado – le medie – del
secondo circolo di Ombriano. Sarà
atrezzato grazie al contributo di
1.500 euro elargito dall’Associazione Popolare Crema per il Territorio, di fatto “figlia” della Banca
Popolare di Crema, realtà sempre
molto vicine alle richieste della comunità. A presentare il progetto –
ieri mattina alla Primaria ombrianese – il dirigente scolastico Pietro
Bacecchi, accompagnato dalla
docente di Matematica e Fisica
Alessia Bertulini. Alla conferenza
stampa sono intervenuti anche il
responsabile sviluppo della Banca
Popolare cittadina, Pietro Ferrari
– che ha portato i saluti del presidente dell’Associazione Popolare
Crema per il Territorio Giorgio
Olmo – e Gianmario Cipolla, responsabile della filiale di Ombriano dell’istituto di credito.
“Si tratta della prima collaborazione tra l’Istituto Comprensivo
Crema 2 e l’Associazione Popolare
Crema per il Territorio, sperando
di proseguire in futuro. Vogliamo
rendere noto il contributo che servirà per l’allestimento di un laboratorio scientifico presso le medie di
via Rampazzini, dopo che l’anno
scorso abbiamo sistemato l’aula
d’informatica, dotandola di un pc
per ogni bambino. È la strategia
dei piccoli passi, che funziona: nella scuola non potrebbe essere altrimenti”, ha affermato Bacecchi,
introducendo i graditi ospiti.
Il laboratorio sarà utilizzato sia
nelle ore curricolari, sia nell’ambito delle attività opzionali del pomeriggio, quindi da molte classi.
“Amplieremo la vetreria, stiamo
valutando l’acquisto di macchinari
e attrezzature, strumenti di misura
e quant’altro, cercando di spendere i soldi al meglio”, ha chiarito
la Bertulini. Ferrari da parte sua
ha sottolineato il binomio Banca
Popolare-Associazione per il Territorio, “che hanno il dovere d’imprimere sul territorio un’azione di
sviluppo ognuna nelle sue competenze. Siamo attenti alle esigenze
della comunità e dei giovani, che
rappresentano il nostro futuro”. Il
rapporto banca-scuola è ottimo –
gli ha fatto eco Cipolla –. Abbiamo
concretizzato un progetto discusso
da tempo, confermando l’idilliaca sinergia tra la scuola e la filiale
ombrianese dell’istituto di credito.
Vogliamo essere vicini al territorio
e siamo felici per il progetto”.
Luca Guerini
Comprensivo Crema 1: la scuola si mette in marcia
I
l recente riordino delle scuole di Crema ha fatto
nascere tre istituti comprensivi, ossia che raggruppano altrettante scuole secondarie di 1° grado
e alcuni plassi delle Primarie. Di fatto genitori di
zone anche distanti di Crema fanno capo a una
medesima dirigenza; necessaria dunque una collaborazione per far sì che tutte le scuole dell’istituto
camminino insieme verso una scuola di qualità e di
ricchezza formativa.
In quest’ottica sempre più genitori si riuniscono
in comitati, gruppi, associazioni che si danno da
fare per contribuire all’arricchimento della didattica delle scuola dei propri figli. Fra questi anche
l’eccellente esempio dell’Istituto Comprensivo
Crema 1 che lancia la prima marcia delle scuole di
Santa Maria, San Bernardino, Castelnuovo, Borgo
San Pietro e la Secondaria di 1° grado G. Vailati
per il 9 maggio prossimo. La decisione, che aveva
già ricevuto il parere favorevole del Consiglio di
Istituto del 30 giugno scorso, al quale il Consigliere Elisa Moretti l’aveva proposta, è stata confermata nell’ambito dell’incontro avvenuto venerdì
24 ottobre presso la sede centrale delle Vailati di
Crema (nella
(
foto) dove si sono riuniti alcuni genitori in rappresentanza delle scuole dell’Istituto
Comprensivo Crema 1. L’idea che ha ricevuto il
benestare del Consiglio di circolo è quella di istituire una Marcia dell’Istituto che aggregasse tutte
le scuole del Comprensivo al fine di creare senso di
appartenenza e collaborazione tra i vari plessi che
ne fanno parte e, perché no, di raccogliere fondi
olo chi conosce la difficoltà e la profonda problematicità del suo desiderio, e
conosce il malinconico e persistente canto delle sirene dello
sconforto, che invitano alla fuga
codarda della nostra responsabilità storica che saprà continuare
a camminare in una azione decisa alla ricerca di una verità o di
una giustizia”.
È un’affermazione del cardinal Bergoglio, oggi papa Francesco, che la FIDAE Lombarda
(Federazione Istituti di Attività
Educative, in pratica l’associazione della scuole paritarie cattoliche) ha posto in capo alla
propia assemblea che si terrà a
Milano il prossimo 7 novembre,
dalle 14 alle 18.15, nella sala Sales via Copernico 9, a Milano,
sul tema Buona Scuola e corresponsabilità educativa.
PROGRAMMA
Ore 14 - 14.30: Prima convocazione. Accreditamento e ritiro
del materiale.
Ore 14.30 - 14.40: Seconda
convocazione. Saluti e introduzione ai lavori.
• Prima sessione
Ore 14.40 - 15.30: Presentazione del documento La Buona
Scuola del Governo Renzi.
Intervento del prof. Alessandro Leto (Segretario particolare
Ministro Stefania Giannini).
Ore 15.30 - 16.15: Rilettura
del MSC e dell’AGesc del documento La Buona Scuola.
Intervengono: Renato Lavezzi (coord. MSC Area Nord);
Francesca Altimari MSC Regione Lombardia); arch. Michele
Ricupati (presidente Provinciale
Agesc Milano). È stata invitata la dott.ssa Delia Campanelli
(D.G. USR Lombardia).
Ore 16.15- 17
Dibattito e Confronto in Aula
Modera don Giorgio Zucchelli (Referente Fidae Crema - Direttore del settimanale diocesano Il Nuovo Torrazzo).
• Seconda sessione
Ore 17 - 17.30: Relazione del
Presidente Fidae Lombardia, sr.
Anna Monia Alfieri: La Buona
Scuola e la corresponsabilità educativa.
• Terza sessione
Ore 17.30: Presentazione del
progetto: Presenza della scuola tutta all’Expo 2015.
Intervengono don Stefano
Mascazzini, sr. Alba Comolatti,
sr. Anna Monia Alfieri.
Ore 17.50: Educarci per educare
alla comunicazione multimediale.
Dott. Gabriele Torresan
Ore 18.15: Conclusione dei
lavori.
Tutti i responsabili degli istituti iscritti, dirigenti scolastici
e gli insegnati sono caldamente
invitati a partecipare.
MATERNA SAN BERNARDINO: castagnata!
da destinare alla didattica e alle esigenze avanzate
dagli insegnanti. Il progetto va ad aggiungersi al
concorso indetto dal Consiglio di Istituto Dai un
nome alla tua scuola per l’intitolazione dello stesso Comprensivo: unione e appartenenza sono gli
obiettivi cui si mira.
Proprio con questi obiettivi e per la buona riuscita di questa iniziativa si è condivisa la necessità
del prezioso coinvolgimento, in collaborazione
tra loro, di tutte le associazioni e/o Comitati dei
genitori dei vari plessi che si auspica accettino
congiuntamente e con grande entusiasmo tale
proposta! All’esito dell’incontro sono stati ripartiti compiti e competenze in vista di quella che, si
spera, possa essere una giornata di festa per tutti
gli alunni, i genitori, gli insegnanti e tutti gli affezionati ai singoli Plessi e, d’ora in poi, all’Istituto
Comprensivo Crema 1.
V
enerdì 24 ottobre alla Scuola Materna di San Bernardino si è svolta una strepitosa “festa delle castagne”. Gli
alunni della scuola materna con le loro insegnanti Ornella ed
Elisa, hanno organizzato un pomeriggio di festa, per gustare
con genitori e nonni, deliziose caldarroste e squisiti castagnacci. In tutto il quartiere, si è sparso il profumo di castagne,
che ha richiamato moltissime persone, giunte ad applaudire i
bambini, che hanno recitato simpatiche poesie e filastrocche
dal sapore autunnale.
Progetto Carlo Fayer: Rotary Club e Munari GRASSI CONFEZIONI
H
a preso il via martedì scorso, 28 ottobre, la
terza edizione del concorso intitolato alla memoria del pittore e artista cremasco Carlo Fayer,
organizzata dal Rotary Club di Crema in collaborazione con il liceo artistico Munari. Nell’aula
magna della scuola, gremita dagli studenti rappresentanti di tutte le classi, il Preside dell’istituto,
prof. Pierluigi Tadi, ha accolto sia i dirigenti del
club, il presidente avv. Bonfanti e l’ex presidente
Mario Scaramuzza, nonché la rappresentante della Fondazione del San Domenico, la prof.ssa Ombretta Cè. Il dirigente, nel ringraziare il Rotary
per la sua generosa partecipazione all’iniziativa,
ha sottolineato l’importanza dell’evento, il cui
fine è quello di incoraggiare i giovani di talento
nella loro formazione artistica. “Un fatto molto
importante in questo momento di crisi economica e sociale. Valorizzare le giovani generazioni è
la chiave di volta per migliorare tutta la società”,
ha aggiunto. La prof.ssa Elena Bugini, “madrina”
dell’iniziativa, ha ricordato la convenzione che
esiste ormai da tre anni tra il Rotary e l’Artistico,
grazie alla quale due studenti della scuola, autori delle opere premiate da una apposita commissione, riceveranno una borsa studio di 1.000 euro
ciascuno.
Tutti gli allievi del triennio saranno infatti invitati a interpretare, con tecnica artistica libera,
il tema che ogni anno viene proposto dal presidente internazionale del Club. L’argomento di
quest’anno – annunciato dal presidente Bonfanti
– è “Accendi una luce del Rotary”. “Un tema abbastanza facile da capire – ha spiegato l’avvocato
– e che riguarda il ruolo che ciascuno di noi può
e deve svolgere per migliorare l’intera comunità.
Un titolo che riprende una frase di Confucio, che
potrebbe essere considerato un rotariano ante lit-
dal 1959
SORESINA
Presentazione della III edizione del progetto Fayer
teram”. Tutte le opere, che dovranno essere realizzate entro la fine del marzo 2015, saranno poi
esposte nella sale del San Domenico, dal 18 aprile
al 3 maggio del prossimo anno. “Siamo felici da
fare da location di una iniziativa così preziosa per
la città”, ha dichiarato la prof.ssa Ombretta Cè.
La quale ha ricordato il tremendo temporale che,
due anni fa, accolse la vernice della prima mostra,
che poi in realtà fu assai fortunata. L’ex dirigente del Munari, il prof. Flavio Arpini, intervenuto
alla cerimonia, ha invitato i presenti a riflettere
sullo suggestivo ed emozionante dialogo intergenerazionale che questa iniziativa mette in atto.
“L’esperienza di un grande artista come Carlo
Fayer – ha detto – si rinnova, attraverso le opere
d’arte, nei lavori dei giovani artisti, i quali posseggono la necessaria leggerezza e serenità di sguardo
verso il mondo, ma, al tempo stesso, devono essere
fermi nelle loro intuizioni e nel loro nuovo sguardo su di esso”. Ha chiuso i lavori il Preside Tadi,
che ha ricordato come in un mondo illuminato dalla positiva presenza di ogni singolo soggetto si può
tutti vivere meglio.
nto
e
m
a
i
l
g
i
b
Ab
Lui e Lei nto
e
m
i
t
r
o
s
s
a
o
Vast
SABATO 1 NOVEMBRE
APERTO TUTTO IL GIORNO
DOMENICA 2 NOVEMBRE
APERTO AL POMERIGGIO
PIUMINI D’OCA – GIUBBINI PELLE – GIACCONI PELLE
PELLICCE - GIACCONI E GIUBBINI MICROFIBRA
JEANS - GONNE - ABITI UOMO E DONNA
MAGLIERIA - CAMICIE - CAPPOTTINI - MONTONI
CALZONI - COMPLETI DONNA
☎ 0374 342018 - CHIUSO DOMENICA MATTINA E LUNEDÌ POMERIGGIO
37
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
Cremona
Produce
è in edicola
L’uomo più veloce del mondo:
è la settimana di Agello
di MARA ZANOTTI
Centenario
I Guerra
Mondiale
È
L’
edizione di luglio/settembre del trimestrale di cultura e società Cremona Produce offre
ai suoi lettori un inserto sempre
atteso per l’autunno: Andiamo a
Tavola 2014/15 è giunto alla 24a
edizione e, nel corso degli anni,
è diventato punto di riferimento
per cremonesi e non per la scelta
di un locale per motivi di lavoro
o di svago. Una pubblicazione
corposa e ricca di indicazioni
per trascorre piacevoli momenti
autunnali... ma anche invernali,
con i piedi sotto il tavolo!
La rivista prosegue invece con
il suo tour nella provincia: questa volta sotto l’attenta lente dei
giornalisti di Cremona Produce è
finita Soresina, una realtà al limite tra l’essere Paese o piccola
cittadina. Soresina ha un’anima
contadina, ma anche una storia
culturale e umana che rende ricco il nostro territorio.
Attenzione riservata come di
consueto alla civiltà rurale, alla
fotografia (splendide le foto dedicate agli ‘attimi di natura’ autunnale), ma anche all’economia
e all’attualità.
Una sorta di ‘monografia’
dunque questo numero, che i
soresinesi apprezzeranno moltissimo: ma del resto tutto il nostro
territorio ha una sua storia antica e un forte desiderio di lanciarsi nel futuro, basta scoprirlo
e conoscerlo meglio. Infine una
raccomandazione: scorrete la
rubrica Andar per mostre... tante
belle idee per i vostri weekend!
M. Zanotti
in corso la settimana dedicata al ricordo del record mondiale di
velocità per idrovolanti di Francesco Agello che il 23 ottobre del
1934 raggiunse i 709,209 km/h a Desenzano a bordo del Macchi
MC-72, record ancora imbattuto. Un traguardo, un’epoca tutta volta
alla conquista della velocità che significava anche ‘vittoria’, affermazione di sé, del proprio essere, del proprio Paese. Per comprendere al
meglio quei momenti, che fanno inscindibilmente parte della storia
italiana, Enti istituzionali e associazionismo culturale, hanno lavorato con coordinazione ed efficacia per proporre alla città, a chi allora
c’era, ma soprattutto alle nuove generazioni, una serie di appuntamenti e iniziative di interesse. Nell’ambito degli aspetti storici emerge così anche quello artistico: furono infatti gli anni della nascita e
dell’affermarsi del Futurismo.
Dopo l’incontro Arte e poesie futuriste nel territorio, svoltosi venerdì
24 ottobre presso la libreria Il Viaggiatore curioso a cura di Eva Coti
Zelati, sabato 25, alle ore 16.30, dinanzi a moltissime persone, è stata
inaugurata la mostra Il più veloce del mondo, presso la Sala Agello del
Museo Civico di Crema e del Cremasco, spazio espositivo comunale dedicato proprio alla memoria del ‘nostro’ aviatore. L’interesse
dimostrato dai partecipanti ha confermato la convinzione espressa
dagli intervenuti che la volontà di recuperare alla memoria cittadina
quell’evento è ancora fortemente sentita e, storicamente, significativa. Il sindaco Stefania Bonaldi, la sig.ra Giulia Duse in rappresentanza della famiglia Agello (la zia materna, cremasca, era la moglie
dell’aviatore di Casalpusterlengo), l’ing. Aldo Scotti e Romano Dasti, per il Centro Ricerca Alfredo Galmozzi, e l’assessore alla Cultura Paola Vailati hanno aperto la mostra ricordando il mito della
velocità, la volontà di proporre un programma interdisciplinare (tra
storia, arte, musica, didattica…) e la presenza dell’aeronautica militare con il ten. coll. Giovanni Fuochi (piacentino, ma con un ottimo
ricordo della nostra città dove ha frequentato il liceo classico Dante
Alighieri). In particolare tutti si sono soffermati e hanno ringraziato
l’eccellente lavoro svolto da Attilio Bianchi – e consorte – nell’allestire la mostra: un’intelligente scelta cromatica tra il grigio e l’argento
e una disposizione dei molti oggetti esposti (aeroplani, riproduzioni
di celebri opere, fotografie, pannelli espositivi, documenti) che rende
la visita molto gradevole e altrettanto istruttiva. Un ‘grazie’ è stato
anche rivolto all’indispensabile contributo di sensibili sponsor.
Soffermandosi sui diversi pezzi incontriamo anche la figlia della
pittrice Barbara Olga Biglieri celebre per la sua areopittura, moglie
dello scrittore Ignazio Scurto ed esponente Futurista (Marinetti la
conobbe per caso e la invitò da subito alla XXI Biennale di Venezia
del 1938). E ancora si scopre il quadro futurista di Ivanhoe Gambini, dedicato al record di Agello (la sua famiglia ha collaborato fattivamente all’allestimento della mostra, curata negli indispensabili
pannelli esplicativi da Eva Coti Zelati). È stato anche possibile l’annullo postale con un timbro creato per l’evento e recuperare l’ormai
ricercatissimo fumetto dedicato ad Agello e creato per l’80°. Una
piacevole visita che anche diversi studenti hanno compiuto, essendo
stato organizzato per loro l’incontro di giovedì mattina (cfr p. 36).
Tra gli eventi segnaliamo anche la deposizione della corona presso
il cimitero Maggiore a cura dell’Asso Arma di Crema, l’esposizione
di auto d’epoca, il concerto del coro Monteverdi di Crema, tenutosi
domenica 26 ottobre, l’incontro aperto al pubblico di domani, sabato
1° novembre alle ore 17.30 presso sala Cremonesi del Museo civico,
dove Eva coti Zelati interverrà sul tema La velocità, il Futurismo e gli
aeropittori.
Infine domani, domenica 2 novembre alle 17.30 sempre presso la
sala Cremonesi si terrà l’incontro La tecnologia aeronautica e il contesto
MUSICA
30 anni di Coro: le Voci
Bianche sono nella storia
L
a vicepresidente della Fondazione “San Domenico”
Ida Zucca ha introdotto sabato
25 ottobre alle ore 21 la serata
commemorativa dei 30 anni di
fondazione del Coro di Voci
Bianche del Civico Istituto Musicale “L. Folcioni” di Crema,
insieme al direttore di questo,
maestro Alessandro Lupo Pasini, il quale ha subito sottolineato l’importanza di tale realtà
musicale, fondata nel 1984 dal
maestro Giuseppe Costi.
I più piccoli, presi dal vivaio
delle diverse classi della scuola
musicale civica, dal 2009 sono
ora affidati al maestro Marco
Marasco, mentre il maestro
Costi ha proseguito con il Coro
Giovanile, ideale continuazione
di quello di voci bianche. Entrambi i maestri erano presenti
sul palco sabato sera, di fronte a
un pubblico numeroso, per molti una rimpatriata piena di emozioni, un affettuoso “amarcord”
scandito da filmati e fotografie
che sono scivolate sotto gli occhi dei presenti, sovrapposte
alle registrazioni vocali: candide
voci bianche impegnate in molti
brani di diverso repertorio, presenti a svariate manifestazioni,
ognuna con il suo valore e il suo
significato.
I presenti hanno seguito con
attenzione, lasciandosi sfuggire
ora risate ora esclamazioni tra
commosse e divertite, certamente da parte dei numerosi ex
coristi intervenuti, che hanno
potuto rivedersi bambini. Sono
stati infatti più di 210 gli allievi passati dal coro nel corso di
trent’anni, formandosi in una
disciplina in grado di educare e
di plasmare la personalità anche
dei non musicisti. Emozionato e
molto coinvolto nell’illustrare le
diverse tappe di tale lungo percorso il maestro Costi, che ha
diretto il Coro Giovanile in un
brano che sapeva di benvenuto,
lasciando più avanti la scena
alle nuove voci bianche, guidate
da Marasco in tre titoli classici
che hanno attraversato le varie
formazioni corali nei trent’anni
di attività.
Grandi e piccoli poi insieme
per un pezzo di Antonio Salieri
e altri motivi classici, oltre alla
poesia delle canzoni di Simon
e Garfunkel. Per il gran finale
sul palco sono stati invitati tutti
gli ex coristi presenti in sala per
interpretare A mia mamma di
Kodaly, un brano di Mendelssohn ed Hey, Jude dei Beatles,
concludendo con l’Inno alla gioia di Beethoven, quale festoso
momento di commiato in attesa
di ritrovarsi per ulteriori anniversari.
Luisa Guerini Rocco
Sopra il momento
dell’inaugurazione
della mostra
“L’uomo più veloce
del mondo” presso la sala
Agello del Museo Civico di
Crema e Cremasco: da sinistra
Aldo Scotti, Giulia Duse
Polenghi, Stefania Bonaldi,
Paola Vailati e Romano Dasti;
sotto il momento
dell’annullo postale
S
storico a cura dell’ing. Aldo Scotti e di Giordano Formenti.
La mostra Il più veloce del mondo rimarrà aperta fino a domani,
domenica 2 novembre (ore 9.30-12.30 e 15.30 – 19); un’occasione
per conoscere quel periodo, come è stato vissuto… dai nonni e come
è definitivamente, cambiato.
Galleria fotografica sul sito www.ilnuovotorrazzo.it.
Commemorazione Agello
S
abato 18 ottobre, alle ore 16.30, in collaborazione con il TCI e il
Comune di Crema, si è tenuta presso la bella sala Angelo Cremonesi del Museo una commemorazione e conferenza per l’80° anniversario del Record Mondiale di alta velocità di Francesco Agello.
La commemorazione è iniziata con la lettura della motivazione del
riconoscimento e con la consegna al Medagliere Provinciale ANCR
della copia della Medaglia d’Oro al Valore Aeronautico nominativa
da parte del col. Angelo Vasta presidente dell’Associazione Artiglieri
di Crema, in qualità di presidente di Associazione con il più alto grado Militare. Mario Cassi presidente dell’Araldo che da lustri ricorda
e commemora con il Gruppo Culturale la figura magnifica “dell’Uomo più veloce del Mondo” e come lo definì Tazio Nuvolari “L’Uomo ardimentoso”, dopo avere ringraziato i parenti di Agello per il
materiale originale presente come il giubbino da volo del record la
cuffia e gli occhiali, ha introdotto Anna Maria Messaggi Coordinatrice e Vice Console TCI e la relatrice Chiara Gnesi. Dopo una prima
serie di diapositive con immagini inedite, è stato proiettato un breve
ma importante filmato d’epoca del Record di Francesco Agello, le
tappe della carriera, il matrimonio, l’impegno sportivo, fino alla
morte del 24 novembre del 1942 nel cielo di Bresso.
i terrà martedì prossimo 4 novembre alle ore 21 presso la
sala della Provincia di via Matteotti l’incontro Francesco Piantelli,
un uomo di fede tra le trincee, organizzato dal Centro Ricerca Alfredo Galmozzi e dal Centro Culturale diocesano Gabriele Lucchi in
occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale 1914-2014.
Don Francesco Piantelli (18911968) è certamente uno dei preti
più noti della diocesi di Crema,
per la sua molteplice attività prima di educatore, di insegnante, di
giornalista e di scrittore e, successivamente, di parroco. Noti sono
la sua partecipazione alla prima
guerra mondiale e il suo contributo alla resistenza nella seconda
guerra mondiale, così come il suo
atteggiamento antifascista, che gli
procurò non pochi disagi e sofferenze. Della sua drammatica partecipazione alla Grande Guerra,
mentre ancora era in seminario, è
testimonianza il libro Un sepolcro
ed un’anima. Pagine di un ufficiale
prigioniero in Austria, pubblicato
nel 1923, che gli attirò immediatamente una furibonda ostilità dei
fascisti e dei nazionalisti dell’epoca. Dal processo che ne scaturì
don Piantelli uscì assolto ma duramente provato. Nella prefazione
della seconda edizione a proposito del libro afferma: “Frutto di
uno squisito dolore che, a volte, ha
rasentato la disperazione, quando
il turbamento delle giornate grigie
minacciava di travolgermi cuore
ed intelligenza, i suoi primi passi alla luce del sole furono anche
più tragici”.
Ex alunni Classico Racchetti: poesia tra amici...
V
enerdì 24 ottobre, presso il Palazzo Vimercati
di Crema, l’Associazione degli ex alunni del
Liceo Classico Racchetti ha organizzato un evento
dal titolo Serata di poesia tra amici. La prof.ssa Zaira
Zuffetti ha introdotto e guidato questo incontro,
presentando e commentando le due raccolte di
poesie scritte e pubblicate da Elisabetta Cantoni e
da Edoardo Edallo. I due autori, presenti in sala,
sono amici di lunga data. Questa amicizia trae
origine non solo dall’aver condiviso gran parte
del medesimo percorso scolastico ma anche dalla frequentazione di uno clima culturale e per la
condivisione dello stesso amore per la propria città e per il territorio cremasco. Tuttavia, l’insieme
piuttosto omogeneo di tali esperienze formative
viene espresso in termini letterari dissimili, seguendo propensioni e modalità alquanto diverse,
con composizioni personali del tutto originali e
caratteristiche formali di differente effetto poetico.
Elisabetta Cantoni si esprime con un verso il più
delle volte spezzato, talvolta contratto, ciò nonostante sorretto da una ritmica costante, risolto attraverso soluzioni stilistiche di notevole incisività e
impatto espressivo. Edoardo Edallo sviluppa contenuti lirici più vicini alle forme classiche, attento
a trattenere l’emozione e la sua accesa, pulsante
forza poetica entro i canoni metrici e gli equilibri
formali di uno stile più rigoroso, con una aperta
predilezione per il sonetto. Certamente comune a
entrambi è il sentimento del trascorrere del tem-
po, dello svolgersi di esperienze personali, familiari, interne a una comunità civile di valori e di
esperienze via via trasfigurate dallo scorrere delle
generazioni, dal mutare dei luoghi, da una consapevolezza sofferta del proprio senso di perdita,
di straniamento, di smarrimento di fronte a cambiamenti spesso temuti come ablativi di memorie,
tradizioni, persone care. Ma mentre in Elisabetta
Cantoni questo sentimento del tempo e della temuta dispersione della memoria vibra di un tono
spesso doloroso, colorandosi a volte di vera e propria angoscia, in Edoardo Edallo la coscienza del
tempo e del suo fluire trova un qualche ancoraggio
in una ricerca di senso compiuto, in una sorta di
accettazione virile del reale e dei suoi mutamenti
che, senza sfociare in fatalismo, pare fornire almeno la consolazione di aver percorso con intensità e
nel modo umanamente più accettabile la propria
strada e la propria esistenza.
Molto puntuali e apprezzate dal pubblico sono
state le osservazioni della prof.ssa Zuffetti, tali da
facilitare ai presenti la comprensione dei temi, dei
passaggi poetici, delle forme stilistiche utilizzate
dai due autori. In questo ha giovato grandemente
l’ottima lettura di tutte le poesie proposte ad opera
di Mariangela Torrisi, che ha saputo offrire la miglior resa dei testi presentati nel corso della serata,
dando sempre prova di misura espressiva e aderenza ai significati più veri e profondi dei componimenti da lei recitati.
38 Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione
sabato
1
domenica 2 lunedì 3
martedì 4 mercoledì 5 giovedì 6
venerdì 7
TV
TG1 ore 7-9-13.30-17-20-0.30
8.25 Unomattina in famiglia. Conten
10.30 A sua immagine. Rb religiosa
10.55 Santa Messa e recita dell'Angelus
11.45 Sabato con "La prova del cuoco"
14.00 LineaBlu. Rb
15.35 Legàmi. Telenovela
16.30 QB–All'estero quanto basta. Rb
17.15 A sua immagine. Rb religiosa
17.45 Passaggio a Nord-Ovest. Docum
18.50 L'eredità / Affari tuoi
21.15 Ballando con le stelle. Show
0.30 S'è fatta notte. Talk show
TG1 ore 7-8-9-13.30-16.30-20 e nella notte
6.30 Unomattina in famiglia. Conten
10.00 Buongiorno benessere. Rb
10.30 A sua immagine. Rb religiosa
10.55 Santa Messa e recita dell'Angelus
12.20 Linea Verde. Rb
14.00 L'Arena. Talk show
16.45 Le voci di dentro. Commedia
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45 TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-1.00
6.45 Unomattina. Contenitore
6.45 Unomattina. Contenitore
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.00 Unomattina storie vere. Rb
11.10 Unomattina a conti fatti. Rb
11.10 Unomattina a conti fatti. Rb
11.10 Unomattina a conti fatti. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.05 Dolci dopo il tiggì. Rb
14.05 Dolci dopo il tiggì. Rb
14.05 Dolci dopo il tiggì. Rb
14.40 Torto o ragione? Il verdetto finale. 14.40 Torto o ragione? Il verdetto finale. 14.40 Torto o ragione? Il verdetto finale.
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.55
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
11.10 Unomattina a conti fatti. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.05 Dolci dopo il tiggì. Rb
14.40 Torto o ragione? Il verdetto finale.
di Eduardo De Filippo
18.50 L'eredità. Gioco
20.25 Auto F1. GP degli Stati Uniti
23.05 Canzone. Speciale Emma
0.05 Speciale Tg1. Settimanale
TG1 ore 6.30-7-8-9-10-13.30-17-20-0.50
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
11.10 Unomattina a conti fatti. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.05 Dolci dopo il tiggì. Rb
14.40 Torto o ragione? Il verdetto finale
16.00 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.15 Una pallottola nel cuore:
la ragazza del parco. Film Tv
23.20 Petrolio. Inchieste
16.00 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.15 Questo nostro amore 70. Serie Tv
23.25 Porta a porta. Talk show
16.00 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità / Affari tuoi
21.15 Velvet. Serie Tv
22.45 Miss Fisher–Delitti e misteri. Tel
23.40 Porta a porta. Talk show
16.00 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.15 Che Dio ci aiuti 3. Serie Tv
23.35 Porta a porta. Talk show
16.00 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.15 Tale e quale Show. Talent show
23.45 Tv7. Settimanale del Tg1
TG2 ore 13-18-20.30-23.30
9.30 Rai Parlamento. Punto Europa
10.00 Avventure con i piranha. Docum
10.45 Cronache animali. Rb
11.30 Mezzogiorno in famiglia. Conten
13.25 Dribbling. Rb sportiva
14.00 Fattore ALFA
15.40 Telefilm vari
17.10 Sereno variabile. Rb
18.05 90° mnuto Serie B. Rb sportiva
18.40 Auto F1. GP Stati Uniti (qualif)
21.05 Castle / Elementary. Tel
23.00 Sabato sprint. Rb sportiva
TG2 ore 13-17.05-20.30-1.00
8.35 Il nostro amico Charly. Tel
10.00 Culto evangelico domenica in
occasione della domenica della Riforma
10.45 Cronache animali. Rb
11.30 Mezzogiorno in famiglia. Conten
13.45 Quelli che il calcio. Talk show
17.10 Stadio sprint. Rb sportiva
18.10 90° minuto. Rb sportiva
19.35 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 NCIS. Tel
21.45 Hawaii Five-O. Tel
22.40 La domenica sportiva. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.10
8.35 Le sorelle McLeod. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Contenitore
16.15 Castle. Tel
17.00 Supermax Tv
18.50 NCIS Los Angeles. Tel
19.40 NCIS. Tel
21.00 Impazienti. Sitcom
21.10 Pechino Express. Reality show
24.00 Quanto manca. Show
TG2 ore 13-18-15-20.30-23.25
8.35 Le sorelle McLeod. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Contenitore
16.15 Castle. Tel
17.00 Supermax Tv
18.50 NCIS Los Angeles. Tel
19.40 NCIS. Tel
21.00 Impazienti. Sitcom
21.10 Made in Sud. Show
24.00 2Next–Econimia e futuro. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.05
8.35 Le sorelle McLeod. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Contenitore
16.15 Castle. Tel
17.00 Supermax Tv
18.50 NCIS Los Angeles. Tel
19.40 NCIS. Tel
21.00 Impazienti. Sitcom
21.10 Soul Surfer. Film azione
23.25 Emozioni. Mino Reitano
TG2 ore 13-18.15-20.30-0.10
8.35 Le sorelle McLeod. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Contenitore
16.15 Castle. Tel
17.00 Supermax Tv
18.50 NCIS Los Angeles. Tel
19.40 NCIS. Tel
21.00 Impazienti. Sitcom
21.10 Virus. Talk show
0.05 Obiettivo pianeta. Reportage
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.25
8.35 Le sorelle McLeod. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Contenitore
16.15 Castle. Tel
17.00 Supermax Tv
18.50 NCIS Los Angeles. Tel
19.40 NCIS. Tel
21.00 Impazienti. Sitcom
21.10 Criminal Minds. Tel
22.45 The good wife. Tel
TG3 (+TG Regione) ore 12-14-19-23.35
TG3-TG Regione ore 12-14-19-23.35-0.50
7.10 Ai confini dell'Arizona. Tel
7.45 L'angelo bianco. Film dramm
8.00 Fra' Diavolo. Film com
9.20 Metropoli. Documenti
9.25 Hocus Pocus. Film com
11.10 Rubriche varie
11.00 Rubriche varie
12.55 Geo. Docum
12.55 Ambiente Italia. Attualità
13.10 Colpo di scena. Dario Fo. Rb
14.45 Tv Talk. Talk show
14.30 In 1/2 ora. Rb
16.35 The Mighty Macs. Film dramm
15.05 Kilimangiaro–Il borgo dei borghi
18.10 Squadra Speciale Vienna. Tel
15.45 Kilimangiaro–Ci divertiremo un
20.10 Che fuori tempo che fa. Talk show
mondo. Rb
21.30 Ulisse–Il piacere della scoperta.
20.10 Che tempo che fa. Talk show
Docum
21.45 Report. Inchieste
24.00 Un giorno in Pretura
23.45 Gazebo. Show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.00 Mi manda RaiTre. Rb
11.00 Elisir. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.15 Terra nostra 2. Telenovela
15.55 Aspettando "Geo". Rb
16.40 Geo. Rb
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Amore criminale. Documenti
23.10 Gazebo. Show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
8.00 Agorà. Talk show
10.00 Mi manda RaiTre / Elisir. Rb
10.00 Mi manda RaiTre. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
11.00 Elisir. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia 12.45 Pane quotidiano. Rb
15.10 Terra nostra 2. Telenovela
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.50 Calcio. Italia-Slovacchia Under 21 15.10 Terra nostra 2. Telenovela
18.00 Aspettando "Geo". Rb
15.55 Aspettando "Geo". Rb
18.10 Geo. Rb
16.40 Geo. Rb
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Ballarò. Talk show
21.05 Chi l'ha visto?. Inchieste
24.00 Linea Notte Estate. Rb
24.00 Linea Notte. Rb
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.00 Mi manda RaiTre. Rb
11.00 Elisir. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra 2. Telenovela
15.55 Aspettando "Geo". Rb
16.40 Geo. Rb
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Bella addormentata. Film dramm
23.10 Extant. Tel
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.00 Mi manda RaiTre. Rb
11.00 Elisir. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra 2. Telenovela
15.55 Aspettando "Geo". Rb
16.40 Geo. Rb
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 L'arte di vincere. Film sportivo
23.25 I dieci comandamenti. Inchieste
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
9.10 Melaverde. Rb
10.00 La corsa dei santi. Speciale
11.00 Forum. Rb
13.40 Rosamunde Pilcher: le bianche
dune della Cornovaglia. Film
15.30 Il segreto. Telenovela
16.00 Verissimo. Talk show
18.45 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Tú sì que vales. Talent show
0.50 Rassegna stampa
1.00 Striscia la notizia. (R)
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.45 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.15 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Il segreto. Telenovela
17.00 Pomeriggio Cinque. Contenitore
18.45 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Squadra Antimafia 6. Serie Tv
23.30 Dracula. Serie Tv
0.45 Rassegna stampa
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.45 Mattino Cinque. Contenitore
8.45 Mattino Cinque. Contenitore
8.45 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
11.00 Forum. Rb
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
13.40 Beautiful. Soap
13.40 Beautiful. Soap
14.15 Centovetrine. Soap
14.15 Centovetrine. Soap
14.15 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
14.45 Uomini e donne. Talk show
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Il segreto. Telenovela
16.15 Il segreto. Telenovela
16.15 Il segreto. Telenovela
17.00 Pomeriggio Cinque. Contenitore 17.00 Pomeriggio Cinque. Contenitore 17.00 Pomeriggio Cinque. Contenitore
18.45 Avanti un altro!. Gioco
18.45 Avanti un altro!. Gioco
18.45 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
20.20 Striscia la notizia. Show
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 La peggior settimana della mia
20.40 Calcio Champions League.
21.10 Zelig. Show
vita. Film comm
23.40 Matrix. Talk show
Bayern Monaco-Roma
23.30 Champions League. Rb sportiva 22.45 Champions League. Rb sportiva
1.50 Rassegna stampa
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.45 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.15 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Il segreto. Telenovela
17.00 Pomeriggio Cinque. Contenitore
18.45 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Il segreto. Telenovela
23.30 L'altra donna del re. Film storico
1.15 Magazine Champions League. Rb
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
8.35 A-Team. Tel
7.30 Mike & Molly. Sitcom
10.30 Il maggiore Payne. Film comm
8.25 Psych. Tel
Film comm
13.00 Sport Mediaset XXL. Rb
10.25 The Closer. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
14.00 I Simpson. Cartoni animati
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
14.00 Pretty little liars. Tel
14.25 Missione eroica–I pompieri 2. Film 14.05 Cartoni animati
16.30 Save the last dance 2. Film dramm 16.30 Motociclismo. Camp. Mondiale 15.00 2 broke girls. Sitcom
19.00 Happy Feet. Film animazione
17.50 Fuori giri. Rb sportiva
15.50 Big Bang Theory. Sitcom
21.10 Gnomeo & Giulietta.
18.05 Mike & Molly. Sitcom
16.45 Chuck. Tel
Film animazione
19.00 Love bugs. Sitcom
19.20 CSI New York. Tel
22.50 Sport night. Rb sportiva
19.30 Motociclismo. Camp. Mondiale 21.10 Un'impresa da Dio. Film comm
23.45 Pugilato. De Carolis-Ajetovic.
21.00 Adam Kadmon: rivelazioni
23.00 Tiki Taka.Rb sportiva
Titolo intercont. IBF- supemedi
0.15 Surviving disaster. Docum
1.35 Sport Mediaset. Rb sportiva
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.30 Mike & Molly. Sitcom
7.30 Mike & Molly. Sitcom
7.30 Mike & Molly. Sitcom
8.25 Psych. Tel
8.25 Psych. Tel
8.25 Psych. Tel
10.25 The Closer. Tel
10.25 The Closer. Tel
10.25 The Closer. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
14.05 Cartoni animati
14.05 Cartoni animati
14.05 Cartoni animati
15.00 2 broke girls. Sitcom
15.00 2 broke girls. Sitcom
15.00 2 broke girls. Sitcom
15.50 Big Bang Theory. Sitcom
15.50 Big Bang Theory. Sitcom
15.50 Big Bang Theory. Sitcom
16.45 Chuck. Tel
16.45 Chuck. Tel
16.45 Chuck. Tel
19.20 CSI New York. Tel
19.20 CSI New York. Tel
19.20 CSI New York. Tel
21.10 CSI: scena del crimine. Tel
21.10 Le Iene Show
20.20 Calcio Europa League.
24.00 Invincibili. Real Tv
23.05 The Following. Tel
Napoli-Young Boys
0.50 Do no harm. Tel
1.45 Sport Mediaset. Rb sportiva
23.05 Europa League. Rb sportiva
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.30 Mike & Molly. Sitcom
8.25 Psych. Tel
10.25 The Closer. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
14.05 Cartoni animati
15.00 2 broke girls. Sitcom
15.50 Big Bang Theory. Sitcom
16.45 Chuck. Tel
19.20 CSI New York. Tel
21.10 Colombiana. Film azione
23.20 Le Iene. Show
1.05 Sport Mediaset. Rb sportiva
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
7.40 Hunter. Tel
9.40 Carabinieri. Serie Tv
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
13.00 La signora in giallo. Tel
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Come si cambia celebrity. Rb
16.10 Ieri e oggi in Tv. Varietà
16.50 Poirot e la salma. Film giallo
19.35 Tempesta d'amore. Soap
21.30 L'ultima partita. Film azione
23.35 Zodiac. Film pol
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.00 Modo sommerso. Docum
8.05 Cuore ribelle / Carabinieri
9.00 Terra!. (R)
10.35 Sai cosa mangi?. Rb
10.00 Santa Messa
10.45 Ricette all'italiana. Rb
10.50 I grandi della fede. Docum
12.00 Telefilm vari
13.00 Pianeta mare. Rb
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
13.55 Donnavventura. Reportage
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
14.40 L'inferno di cristallo. Film dramm 16.35 Ieri e oggi in Tv. Varietà
17.35 Lucky Luke. Serie Tv
16.50 Il comandante Florent. Tel
19.35 Tempesta d'amore. Soap
19.35 Il segreto. Telenovela
21.30 Colpevole d'innocenza.
20.30 Tempesta d'amore. Soap
20.15 Quinta colonna. Talk show
Film thriller
23.45 La giusta causa. Film thriller
23.55 Terra!. Rb
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.05 Cuore ribelle / Carabinieri
10.35 Sai cosa mangi?. Rb
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Telefilm vari
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 Ieri e oggi in Tv. Varietà
17.00 Là dove scende il fiume. Film west
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.15 Die Hard–Duri a morire. Film
23.50 Il senso di Smilla per la neve. Film
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.05 Cuore ribelle / Carabinieri
10.35 Sai cosa mangi?. Rb
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
13.00 La signora in giallo. Tel
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Ieri e oggi in Tv. Rb
16.10 El Dorado. Film western
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.15 Quarto grado. Inchieste
0.25 Paura. Film dramm
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
15.20 Salmi. Preghiere
15.25 Borghi d'Italia. Docum
15.50 Miss Marple. Tel
17.35 Nel cuore della domenica
18.00 Santo Rosario
19.00 L'ispettore Derrick. Tel
20.00 Santo Rosario
20.30 Tg a confronto. Rb
21.00 Sant'Antonio di Padova.
22.40 Nel cuore della domenica
23.10 La compagnia del libro
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
11.15 Quel che passa il convento.
11.15 Quel che passa il convento.
11.15 Quel che passa il convento.
11.15 Quel che passa il convento.
11.15 Quel che passa il convento. Rb
15.20 Salmi. Preghiere
Rb di cucina
Rb di cucina
Rb di cucina
Rb di cucina
15.50 Enrico Caruso, leggenda di una
15.20 Salmi. Preghiere
15.20 Salmi. Preghiere
15.25 Siamo noi. Rb
15.25 Siamo noi. Rb
voce. Film
15.25 Siamo noi. Rb
15.25 Siamo noi. Rb
17.30 Diario di Papa Francesco
17.30 Diario di Papa Francesco
17.40 Recita dell'Angelus
17.30 Diario di Papa Francesco
17.30 Diario di Papa Francesco
18.00 Santo Rosario
18.00 Santo Rosario
18.00 Santo Rosario
18.00 Santo Rosario
18.00 Santo Rosario
19.00 Attenti al lupo
19.00 Attenti al lupo
18.30 Vatican Magazine
19.00 Reparto maternità
19.00 Attenti al lupo
19.30 Reparto maternità
19.30 Reparto maternità
19.00 Post Magazine
20.00 Santo Rosario
19.30 Reparto maternità
20.00 Santo Rosario
20.00 Santo Rosario
20.00 Santo Rosario
20.30 Tg a confronto. Rb
20.00 Santo Rosario
20.30 Tg a confronto. Rb
20.30 Tg a confronto. Rb
21.00 Help. Talk show
21.00 Nati ieri. Serie Tv
20.30 Don Gnocchi l'angelo dei bambini. 21.00 Miss Marple. Tel
20.30 Tg a confronto. Rb
22.45 La grande storia
21.00 Totò le Mokò. Film com
22.30 Lettere a Tacloban. Speciale
22.30 Post Magazine
Film biografico
0.20 Santo Rosario. Da Pompei
23.35 Santo Rosario. Da Pompei
22.20 Retroscena Memory
23.10 Santo Rosario. Da Pompei
23.30 Santo Rosario. Da Pompei
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
7.15 La chiesa nella città. Rb
8.00 Guerrino consiglia. Rb
8.15 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 Mondo agricolo. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Sanford & Son. Tel
19.00 Transport. Rb
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Vie verdi. Rb
24.00 L'arca del dottor Bayer. Tel
1.00 Occasioni da shopping
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
6.00 Musica e spettacolo
6.15 Borghi d'Italia. Rb
6.45 Occasioni da shopping
13.00 Salutesanità. Rb
13.30 Novastadio. Rb sportiva
18.00 Occasioni da shopping
18.00 91° minuto. Rb sportiva
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Supercross USA. Rb
24.00 Goodlife. Rb
1.00 Occasioni da shopping
1.30 Ora musica. Videoclip
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.50 Le frontiere dello spirito. Rb rel
10.00 The Chef. Talent show
11.00 Le storie di "Melaverde". Rb
12.00 Melaverde. Rb
13.40 L'arca di Noè. Rb
14.00 Domenica Live. Contenitore
18.45 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Paperissima sprint. Show
21.10 Baarìa. Film dramm
0.05 X-Style. Rb
1.05 Maurizio Costanzo Show–La storia
2.15 Rassegna stampa
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
8.35 A-Team. Tel
10.30 Fantasmagoriche avventure.
Miniserie Tv (1a parte)
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.15 Vie verdi. Rb
8.00 Guerrino consiglia. Rb
8.15 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 Mondo agricolo. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Sanford & Son. Tel
18.30 CISL. Speciale
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.45 Linea d'ombra Lombardia.
Talk show
23.00 Supercross USA. Rb sportiva
Talk show
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.15 Mondo agricolo. Rb
8.00 Guerrino consiglia. Rb
8.15 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 Mondo agricolo. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Vie verdi. Rb
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Goodlife. Rb
23.30 Mondo agricolo. Rb
0.30 Terre del Garda. Rb
Talk show
TG4 ore 11.30-18.55 e nella notte
8.05 Cuore ribelle / Carabinieri
10.35 Sai cosa mangi?. Rb
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Telefilm vari
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.40 U-112: assalto al "Queen Mary".
Film guerra
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.15 The Mentalist. Tel
23.05 Bones. Tel
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.15 Mondo agricolo. Rb
8.00 Guerrino consiglia. Rb
8.15 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 Mondo agricolo. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Sanford & Son. Tel
18.30 CISL. Speciale
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio. Rb sportiva
23.00 L'arca del dottor Bayer. Film
24.00 Mondo agricolo. Rb
Talk show
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.05 Cuore ribelle. Telenovela
9.30 Carabinieri. Serie Tv
10.35 Sai cosa mangi?. Rb
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Telefilm vari
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.30 Vento caldo. Film comm
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.15 Life–Uomo e natura. Reportage
0.30 Teresa. Film comm
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.15 Mondo agricolo. Rb
8.00 Guerrino consiglia. Rb
8.15 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 Goodlife. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Parananza
18.30 La chiesa nella città. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Griglia di partenza. Rb sportiva
23.00 Goodlife. Rb
23.30 L'arca del dottor Bayer. Tel
Talk show
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
11.15 Quel che passa il convento. Rb
15.20 Salmi. Preghiere
15.25 Siamo noi. Rb
17.30 Diario di Papa Francesco
18.00 Santo Rosario
19.00 Attenti al lupo
19.30 Reparto maternità
20.00 Santo Rosario
20.30 Tg a confronto. Rb
21.00 Uomo e galantuomo. Teatro
22.40 Effetto notte. Rb
23.00 Santo Rosario. Da Pompei
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.15 Mondo agricolo. Rb
8.00 Guerrino consiglia. Rb
8.15 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 Goodlife. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Vie verdi. Rb
19.00 Meteo Live
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Linea d'ombra. Talk show
23.00 Affari con le ruote. Rb
0.15 Mondo agricolo. Rb
V
Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche
EducAzione
Città Solidale
REGIONE LOMBARDIA
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
SANITARIA
CREMA
a cura dei Medici dell’Ospedale Maggiore di Crema
COME SI RICONOSCE E COME SI MANIFESTA
IL PUNTO SULLA SITUAZIONE E SUGLI SCENARI FUTURI
Conoscere l’emicrania / 1
dott. FABIO BRUSAFERRI *
accesso di emicrania, in genere, ha caratteristiU• sinchemanifesta
ben precise che si possono così sintetizzare:
con dolore unilaterale alla testa che,
di solito, riguarda la zona occhio-fronte-tempia, e altre
inizia dalla nuca (in un terzo dei casi è bilaterale);
• compare ad attacchi (da 4 ore a 3 giorni);
• il dolore è pulsante (come un martello che batte);
• il dolore può essere accompagnato da nausea, inappentenza, vomito, pallore, fastidio per la luce e i rumori
intensi (il paziente cerca spesso di isolarsi al buio);
• il dolore resiste ai comuni analgesici;
• spesso compare al risveglio;
• ha una frequenza variabile: da alcuni episodi
all’anno ad episodi quasi giornalieri; nella maggior
parte dei casi, comunque, la frequenza è compresa tra
1 e 4 episodi al mese;
• l’attacco è scatenato soprattutto da stress, variazioni ormonali, climatiche, alcool, digiuno e in alcuni casi
da cibi particolari (ad esempio il cioccolato);
• è molto disabilitante (spesso il paziente deve smettere di fare le proprie attività giornaliere);
• peggiora con l’esercizio fisico.
L’emicrania si manifesta più frequentemente nel
sesso femminile. In genere l’esordio è intorno alla pubertà e diminuisce verso i 60 anni. Può migliorare in
gravidanza e a volte può scomparire, o migliorare, con
la menopausa.
Quali sono i primi segnali?
In un malato su quattro vi sono dei sintomi premonitori (detti prodromi), che possono presentarsi anche 2
o 3 giorni prima, quali: irritabilità, sonnolenza, difficoltà a concentrarsi, stanchezza, tendenza a cambiare
spesso umore, iperattività fisica, insonnia, sensazione
di eccessivo benessere, sbadigli frequenti. Il 20% circa
dei malati presenta, inoltre, un disturbo chiamato aura,
un fenomeno bizzarro, legato a un calo improvviso
Trattamento fine rapporto in busta paga
e reversibile del consumo energetico del cervello. Di
solito inizia 30 minuti prima del mal di testa per poi
scomparire entro 2 o 3 ore, lasciando il posto al dolore.
La sua forma più tipica è quella visiva con fenomeni
come: abbagliamento visivo; presenza di flash come
quelli della macchine fotografiche; presenza di zig zag
luminosi bianchi o colorati e spesso tremolanti in una
metà del campo visivo; presenza di macchie nere nel
campo visivo. Altre volte, invece, durante l’aura possiamo avere: formicolii che iniziano alla mano e poi possono progredire al braccio e interessare viso e lingua;
disturbi nella conversazione con difficoltà a pronunciare correttamente le parole.
Dopo l’aura arriva la fase del dolore, che si può sviluppare nel corso di ore o giorni e, quando esplode in
tutta la sua gravità, non consente all’individuo di svolgere la propria attività. Nel 70% dei malati compare,
inoltre, una sensazione di fastidio, anche solo nel toccare il cuoio capelluto o la cute della testa, chiamata
allodinia. In questa fase la persona evita di pettinarsi,
legarsi i capelli, preferisce non mettersi gli orecchini,
evita di indossare occhiali ecc. Questo stato, se non
trattato adeguatamente, può durare anche 72 ore.
Come si trasforma nel tempo?
L’attacco emicranico è come un temporale: se ne intravvede l’arrivo ore prima (prodromi); in alcuni casi osserviamo dei fulmini (aura), poi compare in tutta la sua
violenza (fase del dolore) per poi scomparire lentamente
lasciando le conseguenze. Nel soggetto emicranico tra
un attacco e l’altro la testa è libera e non vi è dolore.
Purtroppo, in alcuni malati, nel corso degli anni, l’emicrania può trasformarsi diventando meno forte, ma
con una frequenza quotidiana e pertanto più logorante.
La cosa importante, da tener ben presente, è la reversibilità e quindi la completa scomparsa del disturbo alla
fine dell’attacco emicranico.
(1–continua)
* Medico dell’Unità Operativa di Neurologia
LUNEDÌ 10 NOVEMBRE
cosmesi e trucco ipoallergenici
GIORNATA
PROMOZIONALE
nickel tested, senza glutine,
senza parabeni, senza profumo
VIA KENNEDY 26/B • TEL. 0373 256059 - CREMA
[email protected] - www.farmaciacontenegri.it
ORARIO:
8.30-12.30 E 15.00-19.30. SABATO 8.30 - 12.30 E 15.00-19.00
CINEMA
La fantascienza
si fa commedia
di PAOLA DALLA TORRE (AgenSIR)
A
rriva in Italia, dopo aver sbancato i botteghini americani, il nuovo film di fantascienza I
guardiani della galassia, tratto da un fumetto di culto
negli Stati Uniti e prodotto dalla Marvel Studios
con la distribuzione della Disney. Un’accoppiata
ormai vincente, visti i successi sempre più eclatanti
dei film tratti dai fumetti e legati a un immaginario
fantascientifico.
Ma I guardiani della galassia, diretto da James
Gunn, ha una particolarità che lo distingue da tutti
i cine-comic che lo hanno preceduto: non ci trovia-
mo di fronte a una storia cupa, drammatica, con
super-eroi tormentati e afflitti da grandi problemi
esistenziali, bensì siamo nel regime della commedia, con protagonisti scanzonati, sempre pronti alla
battuta, in un clima che a molti ha ricordato quello
gioioso, colorato e retrò dell’inimitabile Star Wars
di George Lucas, capolavoro del 1977 che, insieme
a Incontri ravvicinati del terzo tipo di Steven Spielberg,
aveva permesso alla fantascienza di diventare un
genere di serie A nel mercato cinematografico.
Questa pellicola inaugura, dunque, un nuovo
fecondo sotto-genere del cine-comic: il cine-comic
comico e non drammatico, pieno di citazioni, di
musica, di divertimento e, naturalmente, effetti
speciali. I guardiani della galassia è, infatti, realizzato
con le moderne tecniche 3D e offre agli spettatori
una visione immersiva e totalizzante.
Il giorno in cui sua madre muore, il piccolo Peter
Quill viene misteriosamente risucchiato nello spazio. Yondu, un umanoide dalla pelle blu, non lo
consegna a chi di dovere e lo alleva insieme alla sua
squadra di fuorilegge noti come Ravager. Ventisei
anni dopo, nel 2014, Peter è un audace avventuriero dello spazio che si fa chiamare Spacelord e va
a zonzo su una nave lercia, dove ascolta sempre e
soltanto la musicassetta che aveva con sé quel fati-
22
a
CANTONI
via Maggiore, 3 - Rubbiano
Credera Rubbiano (Cr)
Tel. 0373 61909
chiuso mercoledì
Rassegna: giovedì, venerdì, sabato ore 20
domenica ore 12,30-20
Vi offre...
dico giorno del 1988. Entrato per caso in possesso
di una sfera misteriosa, Quill scopre che il feroce
Ronan è determinato ad averla per distruggere il
pianeta Xandar e molto probabilmente non solo
LAVORO DURANTE LA MALATTIA
GIUSTIFICA LICENZIAMENTO
È legittimo licenziare il lavoratore che durante la
malattia presta la propria opera, seppur gratuita e presso il negozio di un familiare. Così ha deciso la Corte
di Cassazione con la sentenza n. 21093 del 3 ottobre
scorso rigettando l’impugnativa proposta da un lavoratore, licenziato dopo essere stato scoperto, mediante
apposite indagini, a lavorare presso il negozio di casalinghi del fratello durante il periodo di malattia.
Il ricorso del lavoratore, infatti, si incentrava sul
fatto che lo svolgimento di alcune semplici prestazioni gratuite in favore di familiari non potevano essere
considerate come attività lavorativa, in quanto si erano concretizzate nello svolgimento di piccoli lavori
di riparazione. Questa attività, inoltre, non avrebbe
compromesso o ritardato la propria guarigione e non
si trattava nemmeno di una simulazione dello stato
patologico, così come non era un’attività espletata in
contrasto con il divieto di concorrenza.
Dalle verifiche, invece, è emerso che il lavoro svolto
presso il fratello dal dipendente durante la malattia, oltre a non essere occasionale ma sistematico, riguardava l’esposizione della merce negli scaffali, la vigilanza
della merce esposta e in vendita e l’assistenza ai clienti
del negozio.
Tutte queste attività risultavano in contrasto sia con
la patologia (cervicobranchialgia da ernia discale), sia
con la denunciata depressione psichica.
Sulla base di queste valutazioni, la Corte di Cassazione ha escluso, non solo che l’ernia discale fosse
compatibile con l’attività di riparazione di elettrodomestici, ma anche che l’attività di sorveglianza contro
i furti potesse conciliarsi con la denunciata depressione. Questo in quanto tale compito richiede una focalizzazione costante dell’attenzione e contatti, anche
antagonistici, con la clientela in genere e con persone
sconosciute.
La Corte, nella sentenza in esame, ha ricordato
che, nel caso di specie, grava sul datore di lavoro la
prova (ampiamente assolta) dello svolgimento di altra
attività lavorativa da parte del dipendente ammalato,
mentre grava sul lavoratore la prova (non fornita) che
tale diversa attività lavorativa risulti compatibile con
il suo stato di malattia e a ogni modo coerente con gli
obblighi gravanti su di lui.
Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia
di Cremona, via Palestro, 66 26100 Cremona –
Tel. 0372.535411
[email protected]
quello. Per sventare il piano apocalittico di Ronan,
Peter si allea quindi con una squadra di ricercati
come lui: il procione Rocket, mago della meccanica, il suo amico Groot, una creatura dalle sembianze d’albero, la bella e dannata Gamora e il grosso
Drax, assetato di vendetta.
Se il dosaggio indovinato di avventura, dramma
e commedia è ciò che salta all’occhio, il merito di
Gunn sta anche nel non aver affidato l’escalation
dello spettacolo soltanto agli effetti speciali, ma di
essersi ancorato allo spirito sincero e dissacrante
che sta dietro ai personaggi.
I protagonisti, infatti, sono tutti disadattati, fuorilegge che hanno ben poco a che fare con la figura
canonica dell’eroe, egoisti a cui non interessa il bene
altrui, anarchici in cerca solo della loro fortuna, ma
che, alla fine, riuniti insieme dal caso, troveranno
una forza inaspettata, facendo gruppo, e saranno in
grado di compiere azioni mai immaginate.
Una pellicola in cui si respira l’atmosfera scanzonata dei film di Spielberg e Lucas, nostalgica
e citazionista (anche nella musica della bella colonna sonora), che arricchisce il parco cinematografico Marvel-Disney, dando linfa vitale a un
genere che, come succede sempre, sta rischiando
di diventare troppo ripetitivo.
Dal 1993 la Rassegna Eno-Gastronomica del Cremasco
DAL 19 OTTOBRE AL 7 DICEMBRE 2014
DEL CACCIATORE
Via Cascina Colombare, 5
Chieve (Cr)
Tel. 0373 648353
€ 35,00 (tutto compreso)
DOSSENA ARREDAMENTI s.a.s. DA GINO E TERESA
Tel. 0373 230250 - Fax 0373 230266
FR
Sulla proposta legislativa, Fondazione Studi dei
Consulenti del Lavoro ha tracciato, con il parere n.
3/14, il quadro della situazione e gli scenari futuri.
Sapendo che per le imprese che superano i 49 dipendenti il TFR rimasto in azienda viene destinato
al Fondo di Tesoreria INPS, dal quale non è possibile
sottrarlo per non incorrere in problemi di gettito,
questa proposta riguarderebbe solo la metà dei lavoratori privati, ovvero i 6 milioni e 500 mila dipendenti di aziende private con meno di 50 dipendenti.
Il TFR, sia che venga corrisposto al termine del
rapporto, sia che venga in parte anticipato durante
il rapporto, gode di un’agevolazione fiscale e previdenziale. La prima riguarda un regime di tassazione
agevolata che va dal 23 al 25% della somma percepita; la seconda è invece la totale esenzione, in quanto
la somma del TFR non alimenta il trattamento pensionistico dei lavoratori. Per conservare l’agevolazione fiscale e contributiva bisogna necessariamente
prevedere un’adeguata copertura finanziaria.
Secondo i calcoli effettuati da Fondazione Studi
Consulenti del Lavoro, questa proposta del Governo metterebbe nelle buste paga dei lavoratori circa
40 euro al mese (in caso di TFR erogato al 50%), circa 62 euro al mese (in caso di TFR erogato al 75%)
e circa 82 euro al mese (in caso di TFR erogato al
100%). Se si decidesse di mantenere l’odierna agevolazione fiscale, l’ammontare mensile varierebbe
di circa 5 euro in eccesso.
Se si scegliesse di anticipare la somma o parte di
essa in busta paga, si creerebbe un danno al sistema
pensionistico direttamente proporzionale al numero degli anni per cui viene percepito l’anticipo.
Secondo quanto è emerso da un’indagine effettuata dalla Fondazione Studi sulle microimprese,
gli imprenditori vorrebbero liquidare il TFR per favorire il clima aziendale e al tempo stesso evitare
di dover versare somme superiori al loro volume
d’affari al termine del rapporto di lavoro del dipendente.
Ma è necessario sottolineare che questa proposta
non porterà a un aumento delle retribuzioni. Si tratta, infatti, solo di un sistema di autofinanziamento
con cui i lavoratori si anticipano indennità future,
mettendo però a rischio gli equilibri pensionistici.
Certo è che si darebbe liquidità da un lato, togliendone dall’altro.
chiuso lunedì, martedì e mercoledì alla sera
Rassegna: giovedì, venerdì ore 20
sabato e domenica ore 12,30-20
€ 30,00 (tutto compreso)
Ombriano di Crema (CR)
ai 40 agli 82 euro al mese verrebbero messi nelD
le buste paga dei lavoratori italiani nel caso passasse la proposta del governo del T in busta paga.
A Tavola con la Tradizione Cremasca!
Questa settimana
via L. D’Andrea, 13
39
GLI OLEANDRI
Via Venturelli, 17 - Castelleone (Cr)
Tel. 0374 351363
“Locale Storico”
Via 4 Novembre, 27
Marzano di Merlino (Lo)
Tel. 02 90658967 - www.daginoeteresa.it
chiuso martedì
Rassegna: mercoledì, giovedì, venerdì, sabato ore 20
domenica ore 12,30-20
€ 35,00 (tutto compreso)
€ 35,00 (tutto compreso)
chiuso giovedì
Rassegna: venerdì, sabato ore 20 - domenica ore 12,30-20
Il programma
è in distribuzione presso:
LA SORGENTE
Via Gramsci - Montodine (Cr)
Tel. 334 3856378
www.agriturismolasorgente.info
chiuso lunedì
Rassegna: giovedì, venerdì e sabato ore 20
domenica ore 12,30
€ 35,00 (tutto compreso)
LA TORRETTA
Via Maggiore, 16
Località Farinate - Capralba (Cr)
Tel. 0373 450263
chiuso martedì
Rassegna: lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato ore 20
domenica ore 12,30-20
€ 35,00 (tutto compreso)
Enoteca Nonsolovino viale Europa, 103 Ombriano - Crema
Tel. 0373 31122 E-mail: [email protected] www.nonsolovino.it
OSTERIA DEL CHIURLO
Via Libertà, 14
Località Bolzone Ripalta Cr. (Cr)
Tel. 0373 68117
chiuso martedì
Rassegna: il menu della rassegna
è disponibile tutti i giorni su prenotazione
€ 33,00 (tutto compreso)
ROSARY
Via IV Novembre, 14 - Quintano (Cr)
Tel. 0373 71164
chiuso la sera nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì
Rassegna: giovedì e venerdì ore 20
domenica ore 12,30-20
€ 35,00 (tutto compreso)
È NECESSARIO
PRENOTARE
40
La Cultura
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
MUSICA
LETTERATURA: Lauro Zanchi vince ancora
Al via il Festival
M. Ghislandi
L
SARÀ FEDERICO ERCOLI, DOMENICA
PROSSIMA, IL PRIMO ESECUTORE
di LUISA GUERINI ROCCO
A
l giovane pianista cremasco Federico
Ercoli il compito di aprire domenica 2
novembre alle ore 21 presso la chiesa di San
Bernardino - auditorium Manenti la XXXI
edizione del Festival Pianistico “Mario
Ghislandi”. Ercoli inizierà
la propria esibizione alla
tastiera scaldandosi le dita
nella Toccata n.2 in do minore BWV 911 di Bach, brano
per clavicembalo scritto fra
il 1709 e il 1712 circa, dove
l’autore si accosta con libertà a tecniche diverse come il
ricercare, lo stile da concerto
e l’andamento rapsodico.
La pagina di Bach sarà seguita da un autentico colosso della letteratura pianistica di Schubert:
la Fantasia in do maggiore op.15 “WandererFantasie”, composta nel 1822 durante un
periodo di malattia del compositore.
Si tratta di una splendida pagina dall’imponente architettura, divisa in quattro movimenti come una grande Sonata, ma dal
Il pianista Federico Ercoli
carattere ciclico in quanto le sezioni sono
collegate e interdipendenti fra loro, originate dalla cellula ritmica tratta dall’omonimo
Lied dello stesso autore, ripresa in particolare nell’Adagio, attorno al quale ruota la
composizione.
Una pagina musicalmente elevatissima
che presenta Schubert in
un’inconsueta ed eccentrica
veste per la straordinaria carica virtuosistica trascendentale, che la rende il pezzo tecnicamente più impegnativo
dell’autore, rappresentando
spesso un approdo ambizioso
per i concertisti.
La sua portata visionaria
ben precede Waldszenen op.82
di Schumann, scene della foresta in nove pezzi scritti fra
il 1848 e il 1849. Il titolo rimanda a un’ispirazione scaturita dal mondo della natura,
ma non superficiale o semplicemente descrittiva, quanto finalizzata a una profonda
introspezione.
L’Entrata e l’Addio finale suggeriscono
un viaggio iniziatico in cui il bosco rappre-
SONO IN
PROGRAMMA
BRANI
DI SCHUBERT,
BACH, LISZT
PRO LOCO
di MARA ZANOTTI
Abitare la casa, dentro
e fuori, 3a edizione!
I relatori della conferenza stampa: da sinistra Silvia Bongioli,
Elena Moretti, Matteo Piloni e il M° De Micheli
P
romossa dall’IC ‘Falcone e
Borsellino’ di Offanengo, è
ripartita con successo la rassegna che in cinque anni porterà a
compimento l’esecuzione integrale dell’opera organistica di J.
S. Bach, insuperato monumento
della letteratura musicale per il più
complesso degli strumenti. È toccato a Stefano Molardi inaugurare
il III ciclo sull’organo Inzoli messo
a disposizione della Parrocchia di
Izano e unico esempio sul territorio di strumento ispirato agli organi tedeschi del XVIII (Silberman).
Il programma ha messo il pubblico di fronte a un ‘concerto di
capolavori’ tra i quali ha spiccato, per la sua densità speculativa
e complessità contrappuntistica,
forse il più sbalorditivo preludio su
corale scritto da Bach, quello a 5
voci dedicato al Padre Nostro tedesco (Vater unser im Himmelreich)
tratto dalla terza sezione della
Clavier-Übung III.
A precederlo l’instancabile e
maestoso dinamismo del Preludio-Fantasia che apre il celebre
autografo di Lipsia (Fantasia super Komm, Heiliger Geist, Herre
Gott BWV651) la 3a Trio-sonata e
i cinque preludi-corali che chiudono la grande ‘incompiuta’ ba-
senta la parte oscura dell’uomo, che giunge
alla conoscenza di sé e alla liberazione della sua fantasia.
Nella scrittura tecnicamente impegnativa
diventa quindi complesso rendere il messaggio profondo del brano secondo il quale
uscendo dal bosco, importante elemento
simbolico del Romanticismo tedesco, si diventa più ricchi spiritualmente.
In chiusura di concerto Ercoli propone la
Rapsodia n.12 in do diesis minore di Liszt, dedicata al celebre violinista Joseph Joachim
nel 1847.
Qui l’autore ungherese ha dichiarato di
aver voluto realizzare una specie di epopea
nazionale della musica tzigana, plasmando
al fuoco del suo prorompente pianismo elementi del folclore sonoro da lui assimilati,
riallacciandosi alle tradizioni musicali
tzigane.
Si prende il via da uno spunto di canto
austero, scandito da note ripercosse e articolato in vari frammenti, che portano con
estro dalla calma solenne dell’esordio a una
veemenza di accenti e di ritmi sempre più
trascinante, per una potenza e una ricchezza di colori che risultano quasi sinfoniche.
S
e da tre anni la proposta si ripete, significa che funziona,
sia per gli organizzatori, sia per
gli espositori, sia per i visitatori:
si tratta di Abitare la casa, mostrafiera dell’arredo che si terrà anche
quest’anno presso gli spazi espositivi del Museo Civico di Crema
(piazza Terni De Gregorj) da venerdì 7 novembre a domenica 16
dicembre.
La Pro Loco organizza l’evento
con la collaborazione del Comune
di Crema e il sostegno dello sponsor unico Banca Mediolanum.
Lunedì pomeriggio la presidente
Elena Moretti ha illustrato la manifestazione definendola ‘piuttosto
animata’. Non si tratterà, infatti, di
una mostra tradizionale, piuttosto
di una lunga settimana di eventi
che affiancheranno l’esposizione
che quest’anno lancia anche un occhio all’arredo esterno. Silvia Bongioli, l’architetto che cura l’intero
allestimento, ha infatti ricordato
come la tendenza di oggi sia arredare e vivere il più possibile anche
l’esterno, sia esso giardino o terrazza. “Proporremo solo spazi-giorno,
con una particolare attenzione agli
angoli hobby-relax, ai pavimenti,
MUSICA - OPERA OMNIA DI BACH
Grande prova di Stefano
Molardi a Izano
IL TESTIMONE
PASSA AD
ALBERTO DOSSENA,
CHE SI ESIBIRÀ
IL 7 NOVEMBRE
A CAPERGNANICA
Alberto Dossena
chiana dell’Orgelbüchlein preceduti
da una suggestiva e inappuntabile
esecuzione delle melodie corali
armonizzate a cura del recente
Ensemble Concinentes diretto da
Daniele Scolari.
Chiusura in grande spolvero
con il travolgente trittico Preludio,
Adagio e Fuga in do maggiore.
Non c’è dubbio che Stefano Molardi sia stato all’altezza tanto delle
esigentissime partiture quanto del
suo prestigiosissimo curriculum
che lo pone tra i più completi e intelligenti interpreti dell’intera opera bachiana, e non solo di quella
ai nuovi materiali e ad abbinamenti
intelligenti”, ha concluso l’architetto. L’assessore al Turismo Matteo
Piloni, nel ringraziare gli organizzatori, ha sottolineato come
arredare con gusto significa anche
puntare a una qualità della vita migliore e come questa manifestazione sia in costante crescita.
Ampio e variegato il programma che vede anche Banca Mediolanum, offrire domenica 9 novembre un aperitivo in allegria.
L’esposizione verrà inaugurata
ufficialmente sabato 8 novembre alle
ore 11, nel pomeriggio intrattenimento musicale a cura del Maestro
De Micheli, che proporrà durante
l’intero svolgimento di Abitare la casa,
momenti di musica sia antica che
moderna, in una logica di alternanza
tra stili classici e moderni che si ritroverà anche nell’allestimento. Questi
gli espositori: Cremarreda, Bertolotti
Illuminazioni, Indoor, Morandi Tappeti, Tessileria Cavallini, Antichità
Gatti, Gallini L & GV, Centrolegno
Rossini, Easy, Paral, Marmi Ceruti,
Vivaio Dordoni, Bonizzi Stefano
Antiquario, Pavesi 1927.
Abitare la Casa sarà visitabile
sabato e domenica ore 10-12 e 1518.30, e da martedì a venerdì ore
15.30-18.30
organistica. Gliene ha reso merito
uno scrosciante applauso al quale
l’interprete cremonese ha risposto
con un brillante bis: un’improvvisazione in perfetto stile bachiano.
Il prossimo appuntamento vede
il passaggio del testimone ad Alberto Dossena, organista titolare
della Cattedrale di Crema, interprete assai stimato nonché grande
esperto di organologia.
Di scena il piccolo ma eccellente strumento costruito dalla
ditta olandese Fama & Raadgever
che proprio Alberto Dossena ha
scoperto fatto sì che approdasse
presso la Parrocchiale di Capergnanica dove è stato riallestito
con indiscutibile maestria dalla
Bottega organaria di Cremonesi
& D’Arpino. La presenza di un
solo manuale impone alcuni limiti
nella scelta del repertorio. Tuttavia sono presenti nel programma
alcune delle pagine più significative della produzione bachiana:
dal Preludio e Fuga in La maggiore
BWV 536 (fulgido esempio di “polifonia cantabile”) alla Fuga in sol
minore BWV 578 (lavoro di svolta
nella crescita artistica del giovane
Bach), al Duetto III in sol maggiore BWV 804 (uno dei vertici della
scrittura a 2 voci).
a scorsa settimana l’autore
cremasco Lauro Zanchi
ha vinto il primo premio alla
10a Edizione del Concorso
letterario Nazionale Narrativa “Il Trebbo” di Riolunato
(MO). Il racconto Viaggiatori
dei libri perduti è risultato vincitore tra le circa 170 opere
pervenute da tutta Italia. La
cerimonia di premiazione si
è svolta nel teatro dello splendido borgo medievale di Riolunato, dove è molto viva l’attenzione verso il mondo della cultura.
“Ho preso spunto da una frase del mio romanzo, Assoluto Incontro,
per costruire un racconto basato sull’imprevisto ritrovamento di un
libro, dimenticato sul sedile di un treno – racconta l’autore – Ogni
libro spesso porta la storia di chi l’ha posseduto. Un libro ritrovato
racconta due storie”. Ancora un riconoscimento a questo scrittore
cremasco ormai affermatosi ben più che localmente.
M. Zanotti
MUSICA: Vincenzo Petrali, il grande
S
ulla prestigiosa rivista Musica, cultura musicale e discografica, numero di ottobre 2014, è stato segnalato e recensito il CD
Opera Omnia per Organo (edizione Tactus) del cremasco Vincenzo
Petrali, definito “il più acclamato organista del Regno d’Italia,
esecutore Giulio Piovani”.
Il giudizio si attesta sulle cinque stelle, che, nel linguaggio adottato dalla rivista significa: Eccezionale! Il CD propone “un campionario amplissimo dell’inesauribile vena creativa dell’autore
cremasco, capace di infiammare l’animo degli uditori mediante
mirabolanti collaudi d’organo ricchi di effetti plateali”. Una segnalazione di rilievo in ambito di critica musicale che conferma
ancora una volta il valore di Vincenzo Petrali, un musicista, anche
a Crema da riscoprire e valorizzare ulteriormente.
M. Zanotti
FONDAZIONE S. DOMENICO: Peso d’uomo
U
n saxofono in sottofondo, un gustoso ed elegante rinfresco, il
pomeriggio gradevole, ma soprattutto opere, tante opere, dall’anima di ferro. La mostra Peso d’uomo di Paolo Mezzadri è stata inaugurata sabato 25 ottobre, alle ore 17 negli spazi interni ed esterni
della Fondazione San Domenico di via Verdelli: hanno affiancato
l’artista il consigliere della Fondazione Paolo Mariani e il consigliere
del comune di Crema Antonio Agazzi. Entrambi hanno speso parole di apprezzamento nei confronti dell’opera di Mezzadri e della
sua ‘prima’ personale (alle spalle invece diverse collettive). Con un
materiale povero come può essere il ferro, per altro recuperato da un
uso che ne ha colorato, di ruggine, la superficie, Mezzadri riesce ad
evocare emozioni: l’arte contemporanea si offre a un’interpretazione
soggettiva e le opere esposte, ideali sia per interni, soprattutto quelle
di piccole dimensioni, che per esterni, hanno la capacità di narrare
stati d’animo differenti, che ognuno interiorizza e riconosce.
Nei chiostri interni le mille scale che ognuno nella vita deve percorrere, poi le sue lettere, approdo dopo anni dedicati ai numeri e
l’urlo che desidera uscire da dentro noi. Sorprende la leggerezza del
ferro nei lavori che nell’aria trovano la loro collocazione: la capacità
di far parlare al nostro sentire il ‘caro e vecchio ferro’, ormai così
spesso sostituito dall’acciaio, ci riporta non tanto indietro nel tempo
a un’epoca dove il ferro serviva anche a costruire la Tour Eiffel, piuttosto a un’intimità emotiva, la ruggine in particolare, quella che segnava i cerchioni delle nostre biciclette di bambini, o i catenacci delle
porte per la cantina, o i tubi della stufa… quella ruggine che andava
‘combattuta’, dipinta, ma che tornava sempre lì, proprio come fa il
nostro riflettere sull’esistenza. Peccato che con l’amministrazione comunale non sia stata raggiunta una soluzione per permettere a Mezzadri, come erano le intenzioni, di esporre anche sotto il Mercato
Austroungarico, una proposta che avrebbe certamente incuriosito gli
amanti della buona arte.
La mostra Peso d’uomo rimarrà aperta fino a domenica 9 novembre
con i seguenti orari: martedì-sabato dalle ore 16 alle ore 19, sabato e
domenica anche dalle ore 10 alle ore 12.
Mara Zanotti
Galleria fotografica sul nostro sito

www.ilnuovotorrazzo.it
CONCORSI: successi per la cremasca Groppelli
N
uovi successi per l’autrice cremasca Valeria Groppelli che,
grazie alle sue ultime fatiche letterarie, s’è vista assegnare
premi e riconoscimenti in tutta la Lombardia.
A luglio ha centrato il 2° posto ex-aequo al concorso “Racconti d’estate” presso al Museo Must di Vimercate col racconto
Il quadro (nella foto mentre ritira l’attestato), poi pubblicato anche
sulle testate giornalistiche locali. A fine agosto altro secondo
posto al prestigioso concorso “Sirmione in love” a Lugana di
Sirmione, nella sezione dedicata alla poesia con i versi Noi due a
Sirmione. Infine il 19 ottobre ecco il 3° premio, sempre per una
poesia in lingua italiana alla rassegna poetica di Acquafredda
(Bs) con il componimento Il viso di mia nonna. Il tema del concorso era “La donna come simbolo di coraggio e vita, portatrice
di valori”. Non resta che aggiungere... Compimenti!
41
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
NUOTO
Gare Rari Nantes
CALCIO SERIE D
di FEDERICA DAVERIO
U
n pomeriggio “di ordinaria follia”: non
c’è altra maniera per definire quello
trascorso dalla Pergolettese la passata domenica a Villafranca di Verona. I gialloblù infatti sono
usciti sconfitti con l’inglorioso punteggio di 6 a 1. Un
tonfo fin troppo sonoro che non può essere giustificato
solamente dall’assenza di capitan Scietti, baluardo della
difesa, che doveva scontare un turno di squalifica. “Vita”
facile per il giocatore veronese Vita che nella prima frazione
di gioco è andato in gol ai minuti 8, 21 e 45. Sempre nel primo
tempo al minuto 25 ha siglato una rete anche Antinori. Un
temporaneo 4 a 0 che ha lasciato basiti i numerosi cremaschi
sugli spalti. A onor del vero se nei primissimi minuti di gioco
fosse entrato un tiro del nostro Tacchinardi, magari il match
avrebbe preso una piega diversa...
L’incubo però non era ancora finito, poiché nel secondo tempo sono arrivati i gol anche di Calli e Cenzato ai minuti 34 e 40,
inframezzati dalla rete della bandiera messa a segno dal gialloblù
Lorenzi al minuto 38.
A mister Venturato è toccato spiegare al termine della gara il
pesante, quanto inatteso, passivo: “Oggi è difficile per me trovare
una causa per questa prestazione. Loro sono sembrati più vivi,
con più determinazione, più corsa, arrivavano sempre primi sulla
palla. È una cosa sulla quale dobbiamo porre una riflessione. Io
personalmente chiedo scusa ai tifosi, alla gente che ci segue per
questa prestazione. Non è stato il Pergo che fino ad ora siamo
stati abituati a vedere e che fino a oggi aveva espresso qualcosa
di importante. Ognuno deve prendersi le proprie responsabilità,
io per primo lo farò, cercando di mantenere un po’ di serenità e
guardare avanti, dimenticando in fretta questo brutto pomeriggio.
Quando si parte con un gruppo tutto nuovo, come quest’anno,
bisogna avere pazienza e dare del tempo per crescere, sapendo
che si può incappare anche in giornate così. Dobbiamo ricordarci
della cose buone fatte fino ad ora da questa squadra, ricompattarci e ripartire. A volte queste batoste possono servire per crescere”.
E non mancherà il tempo per riflettere poiché domenica sarà
proprio la Pergolettese a riposare mentre le altre squadre del girone si sfideranno.
La compagine cremasca dunque rimane ferma 12 punti verso la metà della classifica. Castiglione e Seregno sembrano aver
messo il turbo, ma i cremaschi hanno ancora la possibilità di riagganciare il treno di testa. Questi giorni e quelli della prossima
settimana saranno importantissimi per recuperare energie in vista
di un trittico ravvicinato che potrebbe essere fondamentale per
rilanciarsi.
Domenica 9 novembre infatti al Voltini arriverà il Ciserano; nel
turno infrasettimanale di mercoledì 12 novembre, ci sarà l’insidiosa trasferta a Mapello contro il Mapellobonate (che come il Ciserano ha un punto in più della Pergolettese, ndr); infine domenica
16 novembre, gara ancora al Voltini contro la Folgore Caratese.
CLASSIFICA
PROSSIMO TURNO
Castiglione 23; Seregno
22; Inveruno 19; Lecco 15;
Pro Sesto 14, Ponte Isola
14; Sondrio 13, Ciserano
13, Mapellobonate 13; Seriate 12, Pergolettese 12;
Verona 11, Villafranca 11;
Caravaggio 9; Caratese 6;
Castelgoff. 5; Olginatese
4; Ciliverghe 3; Montichiari 0.
Ciserano-Villafranca
Sondrio-Castiglione
Virtus Verona-Castellana
Caratese-Ciliverghe
Lecco-Aurora Seriate
Montichiari-Seregno
Inveruno-Pro Sesto
Caravaggio-Pontisola
Mapellobonate-Olginatese
Pergolettese riposa
VOLLEY B2: doccia fredda per l’Alkim
D
opo la bella prestazione nella gara
inaugurale sul campo del Picco Lecco,
l’Alkim Banca Cremasca ha subìto sabato
scorso la prima “doccia
fredda” del torneo di
B2, esordendo con una
sconfitta tra le mura
amiche. Davanti al numeroso pubblico del
“PalaBertoni” le biancorosse, infatti, hanno ceduto in quattro
set (21-25/27-25/2426/21-25) al Sanda
Volley Brugherio. Coach Verderio schierava il sestetto composto dalla
palleggiatrice Mazzini in diagonale con l’opposta Castellotti, Ginelli e
Fumagalli schiacciatrici, Fusar Imperatore e Danesi al centro, con Zulberti libero. Prime fasi del match equilibrate fino al momento in cui le
brianzole allungavano sino al 25-21 finale. Partenza ad handicap della
“Golden” nella seconda frazione, ma l’innesto di Buccarini per Mazzini
in palleggio coincideva con l’inizio della rimonta cremasca che si concretizzava a quota 23. Danesi chiudeva quindi il conto (27-25) con un
muro e sfruttando una ricezione non perfetta sul servizio di Castellotti.
Anche nel terzo parziale le cremasche non partivano bene: Fusar Imperatore e compagne riuscivano a ricucire nuovamente lo strappo (22-22),
annullando poi altri due set ball alle avversarie (22-24) prima di cedere 24-26. Incoraggiante l’inizio del quarto gioco per i colori cremaschi
(11-6), ma un successivo break ospite di 3-10 spalancava le porte del
successo alle portacolori del Brugherio che chiudevano il conto con un
ultimo 21-25. “Come nella scorsa stagione anche quest’anno l’esordio
al PalaBertoni é bagnato da una sconfitta – ha commentato al termine
il dirigente cremasco Luca Piantelli – che rappresenta un piccolo passo
indietro rispetto alla prestazione della scorsa settimana sul campo della
Picco Lecco. Peccato perché avremmo potuto smuovere la classifica e
affrontare con maggior serenità la prossima trasferta sul difficile campo
romagnolo dell’Imola”. Domani infatti il team di Verderio, che si trova
in 10a posizione con 2 punti all’attivo, sarà impegnato sul campo dell’Imola.
Giulio Baroni
Alkim Banca Cremasca: Mazzini (2), Danesi (14), Ginelli (20), Fusar
Imperatore (10), Zulberti (L), Fumagalli (16), Castellotti (7), Montesi,
Bergomi (2), Buccarini, Strada ne. All. Vittorio Verderio
Disastro Pergolettese...
a Verona rimediati sei gol
Sopra il portiere gialloblù Montaperto... per lui una giornata decisamente infelice
S
abato scorso si è svolta la
prima cena sociale della stagione 2014-15 della Rari Nantes Crema. Numerosi i genitori
e atleti presenti. Il presidente
Barbara Zaniboni ha rinnovato
la stima e la fiducia al Consiglio
Direttivo, riconfermato in toto
per il quarto anno, e ai tecnici
che quest’anno vedono affiancare al dott. Paolo Basso Ricci,
oltre gli storici Marco Sfolciaghi
e Michela Ogliari, anche l’esperto Alessandro Ronchi e la
giovane Chiara Venturelli.
Durante la serata il presidente ha consegnato ai numerosi
atleti i cartellini di iscrizione
alla Federazione Italiana Nuoto
per l’anno agonistico 2014-15.
Sono stati anche brevemente illustrati gli impegni di inizio stagione. Le prime gare infatti saranno in occasione della Prima
Prova Provinciale il 23 novembre a Cremona. In particolare
gli atleti Esordienti della Rari
Nantes di Crema si confronteranno con i pari categoria dello
Sporting Club di Soncino e delle società Cremonesi Baldesio,
Bissolati, Centro Fin, Flora, e
Stradivari.
Il 29 novembre sarà il momento dei Categoria che a Cremona gareggeranno con tutti
gli atleti Lombardi per la Coppa
Rio. La stagione dei Master inizierà invece il 30 novembre in
quel di Casale Monferrato.
Il 14 dicembre, inoltre, i categoria parteciperanno ancora
alla Coppa Rio in quel di Piacenza. In bocca al lupo Rari
Nantes!
Volley B2: ancora una bella vittoria per Offanengo
C
on 6 punti conquistati nelle prime due partite la Abo Offanengo si trova al comando
del girone B della serie B2 in compagnia della
Sanda Volley Brugherio e della Pavidea Fiorenzuola D’Arda. Dopo il positivo esordio
casalingo contro la neo promossa Ferrara Nel
Cuore, la compagine di coach Marini sabato
sera ha concesso il bis ottenendo la prima vittoria lontano dal PalaCoim della stagione, sul
parquet del “PalaValla” di Volta Mantovana
imponendosi per 3-0 (25-18, 25-17 e 25-23).
Con il morale alle stelle per i due convincenti
successi consecutivi ottenuti e per il primato
in classifica, domani Micheletti e compagne
cercheranno di allungare la striscia positiva
ospitando il Forlì. Al secondo turno di campionato non è arrivata la tanto attesa prima
vittoria in serie B2, ma perlomeno l’Imecon
Offanengo è riuscito a smuovere la classifica ottenendo il primo punto della stagione
uscendo sconfitto per 2-3 dal match casalingo
contro la Cassa Rurale Cantù. Il primo set era
ad appannaggio dei locali che si imponevano
25-22, ma gli ospiti rispondevano prontamente pareggiando il conto con identico punteggio
(22-25). Un black out dei ragazzi di Egeste nella terza partita consentiva ai canturini di guadagnare facilmente il set (15-25), ma Faccioli
e compagni era bravi a reagire nella frazione
successiva e con determinazione rimettere sui
binari dell’equilibrio la contesa (26-24). Nel tie
break, però, il Cantù riusciva a mettere subito
qualche punto tra sé e i cremaschi, aggiudicandosi quindi il match con un ultimo 12-15. Confortati dai progressi importanti evidenziati nel
turno precedente, domani la Imecon Offanengo proverà a togliersi qualche soddisfazione
importante sul non facile campo del Montichiari, che vanta 4 punti all’attivo ed è reduce
dalla sconfitta per 3-2 sul campo del Busseto.
DIVISIONI PROVINCIALI
Due sole squadre sono rimaste al comando
del torneo di Prima Divisione femminile dopo
la seconda giornata. Si tratta della matricola
Italbimbi Pizzighettone e della Domus Agnadello, con la possibilità che nel frattempo la
coppia si sia trasformata in terzetto visto che
giovedì sera hanno recuperato la gara del primo turno MgKVis e Rama Ostiano entrambe
vittoriose nello scorso weekend. La Domus
Agnadello si è imposta in rimonta per 1-3 (2523, 18-25, 21-25, 17-25) in casa del San Luigi,
mentre l’altra squadra di Pizzighettone ha bissato il successo della settimana precedente contro la Segi andando a vincere per 0-3 sul campo
della Cremona Gronde. Al terzo posto con 5
punti troviamo poi la Rocca 2000 Vescovato
vittoriosa in casa al quinto set contro l’Esperia, rimasta solitaria a quota 4. Nel loro esor-
BASKET D: torna alla vittoria la SimeComm
T
orna alla vittoria una SimeComm Ombriano, che supera in rimonta
la Gardonese 79-77. I locali, privi di 3 lunghi su quattro (Bonacina,
Ghiretti e Ussi), si aggrappano alle larghe spalle di Baggi, mvp della
gara, in campo per 45 minuti filati e decisivo in ogni fase del gioco. Ombriano parte forte con Manenti e Baggi ma Gardone, in pochi minuti,
mette a nudo in problemi dei rossoneri, andando al riposo lungo sul 2939 con i padroni di casa ai minimi storici in percentuale realizzativa. La
ripresa, dopo un 4-0 beneaugurante firmato Zoljan, sembra incanalarsi
verso un facile successo esterno sul 35-49 firmato De Marco ma Baggi
prende per mano i compagni (19 con 8/11 e 19 rimbalzi alla fine), trascinandoli a una lenta ma inesorabile rimonta. Piloni, Cerioli e Manenti
segnano dalla distanza e al 30’ la gara è in equilibrio (54-57). Niente da
fare però; i ragazzi di Poli si riportano a più 7 e la gara sembra compromessa per i padroni di casa, rimasti con soli 7 effettivi disponibili nel
frattempo. Piloni subisce 3 sfondamenti difensivi che ridanno la carica
ai ragazzi di Malaraggia, il classe ‘96 Guarnieri inventa una tripla e la
precisione di Zoljan dalla lunetta (9/9) manda addirittura avanti la Simecomm al 39’. Feroldi mostra però classe cristallina e a 10 secondi dal
termine impatta da 8 metri rimandando il verdetto al supplementare.
Nell’overtime Cerioli si riprende dopo una gara opaca e mette 7 punti
quasi consecutivi che, uniti a un bel canestro di Guarnieri, danno ai cremaschi il 79-77 con soli 5 secondi da giocare. Pedretti trova con soli 42
centesimi sul cronometro il fallo del diretto avversario ma, sbagliando
il primo libero, si vede costretto a mandare volontariamente sul ferro il
secondo: rimbalzo di Baggi e gara chiusa. Stasera i cremaschi sono di
scena sul campo del San Pio mentre venerdì prossimo ospiteranno alla
Cremonesi il Quistell con palla a 2 alle 21.30.
tm
SimeComm Ombriano-Gardonese 79-77 Dts (13-21; 29-39; 54-57;
68-68)
Ombriano: Manenti 13, Cerioli 15, Zoljan 16, Piloni 7, Passanisi,
Guercilena 1, Furiosi, Baggi 19, Broglia ne, Guarnieri 5, Totaro 3. All.
Malaraggia.
dio stagionale (prima del match di recupero di
giovedì) la MgKvis ha espugnato in quattro
set (17-25, 25-13, 20-25, 16-25) il campo della
Valetudo Monte Cremasco, mentre la Rama
Ostiano ha avuto ragione dell’Agrinord Offanengo per 3-0 (25-11, 25-21, 25-17). Infine la
Segi Spino d’Adda ha ottenuto il primo successo imponendosi 3-1 (25-14, 23-25, 25-19, 2515) nel derby con il Bagnolo Cremasco, mentre
Cingia De Botti ha liquidato con un secco 3-0
(25-21, 25-18, 25-19) il Bar Marty Romanengo. Il terso turno prevede i seguenti incontri:
Agrinord-Valetudo, Bagnolo-La Rocca 2000,
Domus-Segi Spino, Italbimbi-Esperia, Bar
Marty-Cremona Gronde, MgKVis-Le Nuvole Cingia e Rama Ostiano-San Luigi. Anche
il girone unico di Seconda Divisione è guidato
da sole squadre: Esperia Cremona e Fadigati
Cicognolo. L’Esperia si è imposta 3-1 sulla
Trony Pandino, mentre la Fadigati ha regolato
in 3 set la Enercom Crema. Gli altri risultati:
Corona-Bcc Dovera 1-3, La Clochette-Cova
Gomme 3-1, Valetudo-Montodine 3-2 e Vicentini Cremona-Arcicoop Vaiano 1-3 con Cr81
Credera-Inox Dadi Soncino che si giocherà
il 10 novembre. Le gare di questo fine settimana saranno: Arciccop-Bcc Dovera, Cova
Gomme-Fadigati, Enercom-Corona, EsperiaMontodine, Inox Dadi-Vicentini, Trony-Cr81
Credera e Valetudo-La Clochette.
Junior
VOLLEY C/D: secondo ko per Vailate
S
econda sconfitta in altrettante partite per la Pallavolo Vailate in questo avvio di stagione nel girone B della serie C femminile. Le ragazze
di coach Balestra, dopo lo stop nella gara inaugurale in quel di Orsenigo, hanno rimediato una sconfitta di fronte al pubblico amico contro la
Pierre Fornaci (1-3). Le vailatesi partivano con il piede giusto, imponendosi con il punteggio di 25-18, ma poi erano le ospiti che prendevano in
mano l’andamento del match ribaltando la situazione grazie ai parziali
di 19-25, 15-25 e 22-25. La Pallavolo Vailate si trova così in fondo alla
classifica ancora a quota 0 e oggi farà visita al Castellanza.
Nel raggruppamento A la Walcor Soresina ha piegato 3-1 (25-17,
23-25, 25-19, 25-13) l’Essegibi Orago conquistando i primi 3 punti della
stagione. Le soresinesi domani cercheranno il bis nuovamente di fronte al pubblico amico ospitando il Colombo. Poca gloria nella seconda
giornata anche per la Branchi Castelleone nel girone C della serie C
visto che è stata sconfitta nettamente in casa della quotata Porto Mantovano per 0-3 (22-25, 34-36, 19-25). Nel match casalingo contro il Bedizzole, le ragazze di coach Finali cercheranno domani un pronto riscatto.
Nel girone C della serie D femminile la Cr Transport Ripalta Cremasca ha centrato il secondo successo consecutivo imponendosi con
autorità tra le mura amiche sulla PiùVolley con il risultato di 3-0 (29-27,
25-20, 25-19). Le ripaltesi di Marianna Bettinelli, che guidano la classifica a punteggio pieno saranno impegnate domani nel big match con
il Vizzolo. Nello stesso girone la Zoo Green Capergnanica ha trovato
la prima vittoria in serie D superando il Segrate per 3-1 (25-8, 16-25,
25-26, 25-16). Per il turno odierno il team di Bonizzoni, andrà a far visita allo Stradella. Niente da fare, invece, per la Enercom Crema Volley
sconfitta 3-0 (25-15, 25-15, 25-11) sul campo di Casteggio. Le giovanissime atlete di coach Moschetti proveranno a smuovere la classifica
domani andando a far visita al Rozzano. Nel girone C maschile la Pallavolo Castelleone si è imposta nel primo derby provinciale della stagione contro lo Spazio Fitness Pizzighettone (19-25, 28-26, 15-25, 25-18 e
15-9). Domani andranno a far visita al Curno.
Julius
42 Calcio
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
ECCELLENZA
Momento... Travagliato
per il Crema 1908
R��������-G��. C
Cavenago-Orsa
Darfo Boario-Palazzolo
Grumellese-Fanfulla
Orceana-Vallecamonica
Pedrocca-Asola
Rigamonti-Rezzato
Villongo-Sarnico
Crema 1908-Travagliato
NEROBIANCHI SCONFITTI 1-0. CAMPANA, GALLARINI E FIORENTINI
CACCIATI PER “CATTIVA CONDOTTA” A CAUSA DI UNA CENA
S
C���������
re scritto dell’avvocato e, qualora confermata l’ipotesi di reato,
si invieranno gli atti alla Procura
federale, che si pronuncerà sulla
vicenda”.
Il campo ha poi dato ragione
alla giovane e spregiudicata nidiata bresciana. La squadra di
casa nostra le ha agevolato il
compito, combinando davvero
poco, quindi non ha attenuanti,
semmai il dovere di far tesoro
degli errori commessi e cercare
di invertire la rotta. Già da dopodomani al “Voltini” contro il
Rezzato, rimasto a secco domenica in casa della Rigamonti. A
confronto, quindi, vedremo due
formazioni col dente avvelenato.
Riavvolgendo il nastro della sfida appena archiviata, da
conservare c’è poco o nulla. La
partita l’hanno fatta i ragazzi
di Lucchetti, decisamente più
determinati, che avrebbero potuto sbloccare il risultato già al
quarto d’ora, quando hanno
usufruito di un calcio di rigore
TERZA CATEGORIA
per fallo di Carminati, ma ancora una volta l’estremo difensore
nerobianco Barbieri si è esaltato
mandando in angolo il tiro di
Paghera. Scampato il pericolo, il
Crema non s’è però svegliato, rischiando grosso ancora un paio
di volte prima del riposo. Dopo
il tè, Nicolini ha gettato nella
mischia Dell’Anna per Piacentini, ma lo spartito intonato ha
continuato a interpretarlo il
Travagliato, che ha colpito col
Peli al 74’. Nel finale, Longari,
rientrato dopo un lungo stop per
infortunio, ha sfiorato l’1-1.
“Abbiamo disputato una brutta partita, giochiamo un po’
contratti e manca un po’ di serenità”, la riflessione del dg Masimiliano Gnatta, che ribadisce la
“piena fiducia a mister Nicolini,
persona squisita, onesta”.
Tornando al pre-partita, alla
suddetta cena, i dirigenti nerobianchi sostengono che “il Crema 1908 ritiene che l’incontro
organizzato dal signor Mazzani
I
Seturri, coach
del Calcio Crema
Tra 24 ore il Paderno proverà a fermare la capolista,
ma i big-match di giornata
rimangono
Agnadello-Acquanegra e Casale CremascoCasaletto Ceredano, che potrebbero cambiare i giochi là
davanti.
Luca Guerini
R��������-G��. A
Acquanegra-Or. Castelleone 3-1
Casaletto Cer.-Crema
4-1
Madignanese-Casale Crem. 3-1
Or. Cava-Agnadello
0-4
Or. Frassati-Paderno
0-2
Pianenghese-S. Carlo Crema 0-0
Ripaltese-Annicchese
2-1
Sergnanese-Bagnolo
1-0
C���������
Sergnanese 19; Acquanegra 15;
Casaletto Cer. 15; Or. Castelleone 13; Madignanese 13; Casale
Crem. 12; Agnadello 12; Ripaltese 11; Annicchese 10; Bagnolo
10; Or. Frassati 9; Paderno 7;
Or. Cava 6; Pianenghese 4; S.
Carlo Crema 2; Crema 1
P������� T����
Agnadello-Acquanegra
Annicchese-Or. Frassati
Bagnolo-S. Carlo Crema
Casale Crem.-Casaletto Cer.
Crema-Or. Cava
Madignanese-Pianenghese
Or. Castelleone-Ripaltese
Paderno-Sergnanese
Darfo Boario 20; Orceana 18;
Grumellese 17; Orsa 14; Vallecamonica 14; Pedrocca 13;
Sarnico 12; Rigamonti 11; Travagliato 10; Villongo 9; Fanfulla 9; Rezzato 9; Crema 1908
8; Cavenago 5; Palazzolo 4;
Asola 2
(esponente dell’Aurora Travagliato) abbia sicuramente rappresentato un’azione di disturbo
alla gara: contattare direttamente o indirettamente otto giocatori della squadra avversaria a ridosso della partita non è usuale
nel panorama sportivo”. Per mister Lucchetti si è trattato invece
soltanto di “una rimpatriata tra
amici e compagni di squadra, di
una serata in compagnia e nulla
più. L’incontro è stato organizzato dai ragazzi stessi”.
El
Castelleone vola
al secondo posto
L
l Castelleone, con un secco 5-0
inflitto al Robecco tra le mura
amiche, vola e agguanta la seconda posizione; 16 i punti della
compagine gialloblù guidata da
Oscar Miglioli, che in questa nuova stagione sembra aver trovato il
passo giusto. Grazie ai tre punti
conquistati domenica, ha affiancato – subito dietro la capolista
– l’Oratorio Senna, piegato dal Pescarolo, squadra con pochi punti
in classifica (a dimostrazione che è
sempre difficile trovare conferme e
risultati).
Per il resto, un solo punto, del
Chieve, nel girone “L” (col Mazzola, gol di Recenti al 40’), e un
altro nel raggruppamento “H”,
grazie all’1-1 ottenuto dal Salvior-
la a Casapusterlengo.
Il Romanengo s’è arreso all’Oriese per 1 a 2: i nostri si sono sbilanciati dopo aver raggiunto il pari
al 20’ della ripresa con Ogliari e
hanno subìto il gol del kappaò da
parte dell’Oriese.
L’1-1 del Salvirola a Casalpusterlengo è un buon esito, considerando che Zigliani ha parato un
rigore al 90’, salvando il risultato.
Per la saracinesca salvirolese si
tratta del terzo penalty neutralizzato in questa stagione. Bravo! I boys
di mister Dossena s’erano portati
avanti al 2’ di gioco con Guerini
Rocco, per poi subire la rete del
pari al 21’. Nel finale è stata evitata la beffa.
L’Excelsior ha perso col mini-
SECONDA CATEGORIA
Montodinese lassù
insieme al Fornovo
L
a Montodinese l’ha spuntata
sul filo del rasoio con la rete
firmata da Confortini, e con la
complicità del Monte (ha stoppato sullo 0-0 il S. Paolo Soncino), è
balzata in vetta in compagnia del
Fornovo, corsaro, seppur a fatica,
sul campo del tenace e mai domo
Oratorio Offanengo.
Una coppia in testa, sempre
tre squadre racchiuse in un solo
punto. Alle loro spalle la Spinese,
dopo il poker calato a Trescore. E
dopodomani a Spino sbarcherà la
Montodinese di mister Cagnana.
Sarà una sfida avvincente, dai contenuti tecnici e agonistici elevati?
Le premesse ci sono tutte, le due
contendenti in questo primo scorcio di stagione hanno dimostrato
La Luisiana
non si ferma più
L
PRIMA CATEGORIA
Agnadellese, molto bene!
a Sergnanese non molla,
anzi ha incrementato il
vantaggio sulla seconda in
classifica (+4). La più vicina
alla battistrada cremasca è
una cremonese, l’Acquanegra, che sul proprio campo
ha avuto la meglio del pur
lanciato Oratorio Castelleone: pesante il 3-1 con cui ha
superato i boys di Cavalli,
che dovevano essere una delle
formazioni più in forma del
torneo. I nostri hanno segnato solo al 47’, peraltro su rigore, con Carioni.
Bene, anzi benissimo, l’Agnadellese, che è andata a
vincere a Cremona contro
l’Oratorio Cava. Lo ha fatto
con una prestazione convincente che ha fruttato quattro
gol: Campa, Nado (2) e Uberti i marcatori di giornata.
L’undici di mister Tomella ha
pure sbagliato due penalty…
Territorio cremonese superiore, invece, in FrassatiPaderno, con i nostri a fare la
gara, ma senza rendersi particolarmente pericolosi.
Pianenghese e San Carlo
si sono divise la posta a reti
bianche, mentre il Casaletto Ceredano ha piegato alla
grande il Calcio Crema, che
aveva dato segnali di ripresa:
i cremini di mister Seturri
anche domenica hanno accorciato le distanze e sbagliato
un rigore. Più cinici i padroni di casa, a segno con Ventaglio, Barbaro (doppietta) e
Moretti nel finale. Grazie a
questi tre punti i casalettesi
hanno compiuto davvero un
bel balzo, portandosi in terza
posizione di gradutraira.
Pollice in sù anche per Ripaltese e Madignanese: hanno sconfitto Annicchese e Casale Cremasco. In particolare,
la vittoria della compagine
madignanese va sottolineata
perché ottenuta contro un’ottima formazione come quella
casalese: Gobbetti (autore di
una doppietta) e soci hanno
sfoderato una prestazione
perfetta, non fosse per qualche palla gol buttata al vento.
0-0
2-0
3-0
0-4
0-0
2-1
1-1
0-1
P������� T����
Asola-Grumellese
Darfo Boario-Orceana
Fanfulla-Villongo
Orsa-Rigamonti
Palazzolo-Pedrocca
Crema 1908-Rezzato
Sarnico-Cavenago
Travagliato-Vallecamonica
confitta a domicilio contro il
Travagliato imbottito di ex,
mister Maurizio Lucchetti incluso, e il piatto piange.
Una battuta d’arresto... indigesta anche per l’invito a una cena
organizzata, secondo l’A.C.
Crema, dal team manager del
Travagliato Eugenio Mazzani
(ex Crema) a tre giorni dalla sfida del “Voltini”, accolto da tre
(otto gli invitati) atleti nerobianchi (Campana, Gallarini e Fiorentini), ora esclusi dalla prima
squadra.
“La decisione, sofferta, è stata
presa all’unanimità dal Consiglio direttivo nella tarda notte
di sabato”. La società, in un
comunicato stampa, sostiene di
aver chiesto un parere legale per
“verificare se ci sono i presupposti per rubricare un illecito sportivo da parte dell’esponente del
Travagliato; la risposta verbale
dell’avvocato è stata inequivocabile: da un’analisi sommaria sì.
Si attende ora di ricevere il pare-
PROMOZIONE
di saper giocare bene, riuscendo
spesso a infiammare il pubblico.
Il Fornovo ospiterà il Castelnuovo, che ha pareggiato a Fontanella,
dove si è nuovamente e seriamente infortunato Nava, rientrato nei
ranghi otto giorni prima dopo un
lungo stop. Non ci voleva proprio!
Gol a grappoli (3-4) in Oratorio
Sabbioni-Palazzo Pignano. L’ha
spuntata la formazione guidata
da Cereda che, ingranate le marce alte fin dall’inizio, s’è portata
sul 2-0 tra il 21’ e il 33’ con Urso e
Corini, quest’ultimo autore di una
doppietta. La reazione dei ragazzi
di Fusar Imperatore è stata veemente e, dopo aver dimezzato lo
svantaggio con Cotelli al 38’, nella
ripresa ha ribaltato la situazione
a Luisiana ha vinto sia il derby in casa dell’Offanenghese,
riscattatasi pienamente nel turno
infrasettimanale (5-1 allo Sporting), sia mercoledì sera in casa
con la Paullese.
La Rivoltana è invece andata
sempre in bianco. Sabato, sotto
i riflettori di Offanengo, ha fatto
festa la Luisiana grazie al rigore,
contestato, che il fantasista Dognini s’è procurato e trasformato
a 5’ dalla fine. I pandinesi hanno
impresso subito una bella accelerazione, poi l’Offanenghese ha
preso in mano il boccino, senza
però riuscire però a incidere. Al
15’ l’occasionissima dei locali
su azione d’angolo, sciupata da
Rizzetti. Al 25’ gli ospiti ci hanno
provato con Abbà e al 37’ Rizzetti
ha calciato debolmente da ottima posizione. In avvio di ripresa
l’undici di Ferla ha colpito il palo
con Dognini (54’), vicino al gol 1’
dopo (parte alta della traversa su
tiro da fermo). Al 64’ e 84’ i giovanotti di Pedrini, pur in 10 per l’espulsione di Spinelli (55’), hanno
osato con Lucifero ed El Haddad;
all’86’ la rete di Dognini che ha
dato i 3 punti ai nerazzurri.
La Luisiana, l’altra sera, ha
prolungato la striscia con un
perentorio 3-0 sulla Paullese
(Dognini, Bellebono, Granata)
e l’Offanenghese ha travolto lo
Sporting (Beccali, Hel Haddad,
mo scarto a Pantigliate: un rigore
molto dubbio ha condannato Aiolfi e compagni. Tra 24 ore, difficile
compito col Rozzano, terzo.
Veniamo alla nota più lieta di
giornata, ovvero il Castelleone.
Gorlani e Dragoni hanno realizzato una doppietta ciascuno, Cavalli
a 15’ dal termine l’ultimo gol e i tre
punti sono stati messi in cassaforte. Al 38’ i gialloblù erano già sul
3-0: il Robecco, fanalino di coda,
ha mostrato tutta la sua debolezza,
non incassando altri gol per le strepitose parate del numero 1 Conter,
che ha respinto almeno tre conclusioni dell’ispiratissimo Viviani.
Domenica, con la prima gara segnata dal vero freddo dell’inverno,
il Castelleone affronterà il S. Biagio, quart’ultimo, ma ben messo in
campo. Domenica scorsa ha perso,
ma ha segnato due reti alla capolista Santo Stefano.
Pizzighettone-Romanengo vale
la doppia cifra in classifica, mentre Salvirola-Castelverde nasconde
diverse insidie per i nostri. I cremonesi hanno appena cambiato guida
tecnica, ma Alan Saldini ha esordito subendo quattro reti. La voglia
di riscatto sarà alle stelle. Vinca il
migliore, come sempre.
LG
con Raimondi (50’) e Cotelli (65’).
Il Palazzo, mai domo, ha trovato la
parità trasformando dal dischetto
con Corini (75’) e a 3’ dal termine
ha liberato l’hurrà grazie al gol, su
azione di rimessa, di Sperolini.
Non è stata una passeggiata per
la Montodinese con la Casiratese.
Sono stati gli ospiti a sbloccare il
risultato al 17’ con Verardi. Alla
mezz’ora Guerini ha pareggiato il
conto e solo al 91’ Confortini ha
insaccato per il definitivo 2-1.
Il Pieranica ha espugnato Scannubue con le reti di Alberto Pelizzari (48’) e Soldati al 75’ (Colla, al
54’, l’autore del momentaneo 1-1).
La Spinese ha portato a casa
l’intera posta da Trescore grazie ai
gol di Franchi, Lorenzetti, Manclossi e Giavari. Per l’undici di
Ardemagni sono andati a segno
Ogliari e Poiaghi.
L’Oratorio Offanengo ha riparato con Uberti Foppa (60’) al primo
vantaggio del Fornovo, ma non al
secondo e, pur convincendo, è rimasta a mani vuote.
L’Ombriano ha rimandato a
casa la Doverese a mani vuote, insaccando con Ferrari (8’) e Cirak
(25’). Solo al 91’ gli ospiti hanno
trovato la via del gol con Bettini.
El
R��������-G��. E
Calcio-Casalbuttano
Calvairate-Vignate
Codogno-Soresinese
Luisiana-Paullese
Offanenghese-Sporting L e B
Real Qcm-Fara Olivana
Rivolta-Gessate
Tribiano-S. Giuliano
Riposa: Settalese
2-0
4-1
3-3
3-0
5-1
1-1
0-3
1-0
C���������
Gessate 19; Settalese 18; Calcio
18; Luisiana 16; Rivoltana 13;
Codogno 13; S. Giuliano 13;
Calvairate 12; Real Qcm 12; Tribiano 11; Soresinese 11; Paullese 11; Vignate 9; Offanenghese
8; Fara Olivana 5; Casalbuttano
3; Sporting L e B 2
P������� �����
Calcio-Tribiano
Fara Olivana-S. Giuliano
Gessate-Soresinese
Luisiana-Codogno
Offanenghese-Calvairate
Paullese-Sporting L e B
Real Qcm-Vignate
Rivoltana-Settalese
Riposa: Casalbuttano
doppietta di Viviani, Rusconi).
La Rivoltana è stata sculacciata
prima dal Codogno, poi dalla capolista Gessate (0-3).
Dopodomani le nostre saranno impegnate tra le mura di casa.
Sarà festa bella per tutte?
el
R��������-G��. H
Romanengo-Oriese
1-2
Castelleone-Robecco
5-0
Casalpusterlengo-Salvirola 1-1
R��������-G��. L
Pantigliate-Excelsior
Chieve-Mazzola
1-0
1-1
C����������
GIR. H: S. Stefano 17; Castelleone
16; Or. Senna Lod. 16; Castelvetro
15; Leoncelli 14; Casalpusterlengo
14; Oriese 12; Salvirola 11; Gloria
Lod. 11; Romanengo 9; Pescarolo
8; Pizzighettone 8; S. Biagio 7; Castelverde 7; Terranova 6; Robecco 3
GIR. L: Montanaso 20; Melegnano 18; Rozzano 18; Pantigliate 16;
Valleambrosia 15; Chieve 15; Pievese 13; Locate 13; Borgolombardo
11; Casalmaiocco 8; Zelo B.P. 7;
Savorelli 6; Medigliese 5; Usom 4;
Excelsior 3; Mazzola 2
P������� T���� G��. H
Romanengo-Robecco
S. Biagio-Castelleone
Salvirola-Castelverde
P������� T���� G��. L
Chieve-Pantigliate
Rozzano-Excelsior
R��������-G��. H
Fontanella-Castelnuovo
Montodinese-Casiratese
Offanengo-Fornovo
Ombriano-Doverese
S. Paolo Soncino-Monte Cr.
Sabbioni C.-Palazzo P.
Scannabuese-Pieranica
Trescore-Spinese Or.
1-1
2-1
1-2
2-1
0-0
3-4
1-2
2-4
C���������
Fornovo 19; Montodinese 19; S.
Paolo Soncino 18; Spinese Or.
12; Pieranica 12; Fontanella 12;
Ombriano 12; Doverese 11; Castelnuovo 11; Sabbioni Crema
9; Trescore 9; Monte Crem. 8;
Palazzo P. 8; Casiratese 6; Scannabuese 6; Offanengo 6
P������� T����
Casiratese-Sabbioni Crema
Doverese-S. Paolo Soncino
Fornovo-Castelnuovo
Monte Crem.-Scannabuese
Ombriano-Fontanella
Palazzo P.-Offanengo
Pieranica-Trescore
Spinese Or.-Montodinese
Sport 43
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
BASKET A2
TENNIS:: ko prevedibile
TENNIS
L
a squadra del Tc Crema che
partecipa al campionato nazionale di serie A1 è stata battuta in casa dal Tc Parioli di Roma,
nella prima giornata del girone
di ritorno e deve dire addio alle
speranze di salvezza diretta. Per
rimanere in A1, i tennisti cremaschi dovranno vincere i playout.
Nel primo singolare, Filippo
Mora è stato battuto da Valenti
in due set, col punteggio di 6-2,
6-1.
Nel secondo, Riccardo Sinicropi, opposto a Fago, si è arreso soltanto al terzo set per 6-2.
Il primo punto per il Tc Crema
è arrivato grazie ad Adrian Ungur, che ha regolato agevolmente Dustov per 6-0, 6-4. Nell’ultimo singolare, infine, c’è stata la
sconfitta di Beppe Menga contro il romano Caruso, impostosi
per 6-3, 6-0.
Sul punteggio di 1-3, sui campi di via del Fante sono andati
in scena i doppi, entrambi conclusisi al super tiebreak nel terzo
set. Remedi-Sinicropi sono stati
sconfitti da Caruso-Dustov per
10-3 dopo essere stati battuti al
tie break nel primo set e aver
vinto 6-3 il secondo. CoppiniUngur, invece, hanno superato
Fago-Valenti in rimonta per 5-7,
6-2, 10-7.
Questa sconfitta condanna
matematicamente il Tc Crema
ai playout con due turni di anticipo. Domani, la squadra cremasca sarà impegnata in trasferta a Bassano, mentre domenica
9 giocherà a Barletta.
L’obiettivo diventa il terzo posto, per poter giocare lo spareggio salvezza da una posizione
privilegiata e contro una quarta
classificata.
dr
La TecMar vola
sempre più in alto
di TOMMASO GIPPONI
V
ola sempre più in alto la TecMar Crema, che
grazie al larghissimo successo di sabato scorso
a Biassono per 23-63 è ora sola al secondo posto in
classifica, due lunghezze dietro la capolista Ferrara
già passata con merito alla Cremonesi tre settimane fa, ma a cui si vorrà sicuramente dare del filo da
torcere nel ritorno in programma il prossimo 6 dicembre in Emilia. L’ultima partita in terra monzese
doveva essere una formalità per le biancoblù. I valori
a livello teorico tra le due squadre erano diametralmente diversi. Le partite però non si vincono sulla
carta, bisogna comunque giocarle, e il Basket Team
lo ha fatto davvero nel migliore dei modi. Sin dall’inizio le biancoblù hanno messo in campo l’intensità
massima, e anche in un primo quarto dove l’attacco
non girava al meglio è stata la difesa a compensare,
con soli sei punti subiti. Non appena però qualche
pallone in più ha iniziato a entrare il margine si è
fatto importantissimo, con un più 22 cremasco già
all’intervallo e soli 16 punti subiti. Si poteva fare meglio? Evidentemente sì, visto che nel terzo periodo
le cremasche hanno ulteriormente stretto le maglie
nella propria metà campo e hanno compiuto l’impresa di non subire nemmeno un punto. Con un più
40 raggiunto senza nemmeno troppo sforzo coach
Visconti ha potuto dare dei bei minuti di riposo a
tutte le sue ragazze, facendo ampio uso della panchina, e regalando l’esordio e i primi minuti anche
alle due Under 17 al seguito, Carolina Cerri e Alice
Donzelli. Un buon allenamento quindi, e due punti
importantissimi in attesa di impegni più probanti. A
partire da domenica per esempio, quando alla Cre-
ATLETICA: Itzà Vailati campionessa provinciale
BOCCE: terne per la “Targa Bar Bocciodromo”
S
pazio per le terne, dopo tanto tempo, al bocciodromo comunale.
L’occasione per riproporre questa specialità ormai poco praticata
l’ha data la ‘Targa Bar Bocciodromo’, messa in palio dall’omonimo sodalizio che ha sede in via Indipendenza. A salire sul gradino più alto del
podio di questa competizione a carattere provinciale serale è stata la terna composta da Giovanni Gaudenzi, Silvano Renesto e Mario Ferranti
della società Zeni di Lodi. I tre portacolori lodigiani in finale hanno
regolato per 12 a 2 il trio soresinese formato da Vitaliano Brocchieri,
Andrea Raccagni e Franco Nicolini
La classifica finale della competizione è stata stilata dall’arbitro regionale Arturo Casazza – che ha diretto con l’ausilio dei giudici di corsia
Eugenio Barbieri ed Erminio Erba – ed è risultata la seguente: 1) Gaudenzi-Renesto-Ferranti (Zeni, Lodi), 2) Brocchieri-Raccagni-Nicolini
(Tranquillo, Cremona), 3) Pietrobelli-Belli-Sangiovanni (Scannabuese),
4) Novati-Lamantea-Rescali (Codognese ’88, Lodi), 5) Pedrignani-SeriFrattini (Mcl Achille Grandi), 6) Quadrini-Manzoni-Merlini (Amica,
Cremona), 7) Guerrini-Zagheno-Bettinelli (Mcl Achille Grandi), 8)
Della Torre-Marazzi-Vailati (Cremosanese).
NICOLAS TESTA SECONDO AL TROFEO TOP 10
Secondo posto per Nicolas Testa nella fase finale del Trofeo Top 10
interregionale, che si è disputata presso il bocciodromo Sperone Neirano di Cusano Milanino, nel Comitato Alto Milanese. Il giovane bocciofilo della società Vis Trescore si è arreso soltanto in finale in una competizione che ha visto in lizza i migliori atleti juniores del raggruppamento
Lombardia-Piemonte. Il portacolori della Vis era in gara nella categoria
Under 14, come testa di serie numero due, posizione acquisita dopo le
sei prove di qualificazione che si erano disputate la scorsa primavera.
In lizza, nella finale del Top 10, c’era anche il vaianese Mattia Visconti della Mcl Achille Grandi di Crema. Visconti, che gareggiava tra gli
Under 18 e che dopo le sei gare di qualificazione era risultato al primo
posto, partiva come favorito, ma non ha saputo rispettare il pronostico e
non è riuscito a salire sul podio.
Sempre tra le gare extracomitato, passando in ambito Seniores, Alberto Pedrignani si è aggiudicato il ‘Trofeo Lombardia Sud’. Per lui è
stata l’ultima gara con la maglia della Vis Trescore, prima di passare alla
Mcl Grandi. Pedrignani ha preceduto 250 individualisti appartenenti ai
Comitati di Crema, Cremona, Lodi e Mantova.
dr
Arbitri: ecco i nuovi 13!
S
i allarga la famiglia degli arbitri di calcio cremaschi. La sezione cittadina dell’Aia ‘Cristian Bertolotti’ si è arricchita di 13 nuovi soci effettivi. Si tratta
dei giovani che hanno superato il corso: Alberto Antonelli (16 anni), Marta Galli (19), Enrico Longhi (15),
Matteo Lorenzini (24), Hamaza Nahas (15), Pier Giacomo Tagliani (24), Omar Bassani (21), Luca Bonisoli
(25), Simone Cavallaro (17), Cinzia Cattaneo (16),
Lorenzo Di Maggio (16), Matteo Toppio (15) e Pietro
Zola (16). Con questi nuovi ingressi, l’organico sezionale sale a quota 84 associati di cui 66 arbitri effettivi, 13
osservatori arbitrali e 5 arbitri benemeriti. In 35 invece
si sono iscritti al nuovo corso.
dr
A
ltri due successi per le cremasche di Promozione, con la Jokosport Izano che ha agevolmente superato la Floris per 73-53
con 19 di Masseroli. A punteggio pieno anche Offanengo, andata
a vincere sul campo del LeonBasket per 69-80 allungando nel finale. Tornerà in campo domenica invece la Banca dell’Adda Rivolta,
in casa alle 17.30 contro il Baby Santos Milano. In C femminile
invece sconfitta in volata per 41-39 del Basket Femminile Crema a
Garbagnate. Per le biancoblù ieri sera lunga trasferta a Sustinente.
ENDURO: a Grigis il “Coste da Ceff 2014”
V
a all’orobico Patrick Grigis il ‘Coste da Ceff 2014’, gara interregionale valida anche quale prova del Campionato Sociale del Mc
Chieve organizzatore. Secondo Luca Ghislandi del Chieve per poco
meno di due secondi con a seguire Alessandro De Vecchi (Chieve),
Oscar Barbieri (Chieve) ed Edoardo Corrù (Amc93). Andando nelle
singole classi, nella E1 dietro Grigis e Ghislandi, dal quarto posto in
poi troviamo Alberto Pagliari (Chieve), Andrea Zanenga (Amc), Nicolò Castelli (Chieve), Manuel Occhio (id.), Andrea Bergamaschini (id.),
Alessio Olivreri (id.), Riccardo Padovani. Nella E2 (250 2t – 450 4t)
primo Alessandro De Vecchi (Ktm-Chieve), 2° Edoardo Corrù (KtmAmc) 3° Riccardo Barbaglio (Husaberg-Chieve) con quinto l’altro
chievede Nicola Chiari, mentre nella E3 (oltre 250 2t e 450 4t) vittoria
per Oscar Barbieri (Kawasaki-Chieve) davanti a Stiven Carrara (KtmChieve) e la coppia Amc Giuseppe Fiorentini-Massimo Milani. In gara
anche i giovani per il regionale di mini enduro, con unico cremasco
presente Manuel Albergoni, mentre terzo è stato nella classe Z Alessandro Brusati dell’AMC. I partenti sono stati più di 100.
tm
BOXE: i risultati della riunione a Treviglio
B
el successo per la riunione che l’Accademia Pugilistica Cremasca
ha organizzato a Treviglio. Dopo 8 sconfitte, molte immeritate, ha
finalmente trovato il successo Giulia Nichetti, che ha dominato per 4
riprese la Corso. Segnaliamo poi la bella esibizione di Martina Scorsetti contro la Russo. Tra i maschi, la differenza fisica ha penalizzato
sia Silver Maksuti che Riccardo Bertolotti, sconfitti nonostante buoni
incontri. È venuto fuori troppo tardi invece il Davide Benelli battuto
immeritatamente, così come Manuel Alongi in un match da pari. Nei
massimi invece bel match tra il trevigliese Alessandro Spinoni e Flena,
con vittoria dell’ultimo anche se Spinoni aveva fatto meglio all’inizio.
Infine, sconfitta immeritata per El Mouaddine Rida della Rallyauto.
RUGBY: Crema sconfitta, ma a testa alta
DNB: Erogasmet, regalo ai tifosi!
D
omenica scorsa si è disputato a Cremona il 10° Trofeo “Tutto
di corsa”, campionato provinciale di corsa su strada e marcia
riservato alle categorie giovanili. Tra i numerosissimi atleti che si
sono presentati al via c’erano anche un folto gruppo di cremaschi
che hanno ottenuto risultati di tutto rispetto. Tra tutti spicca la
splendida vittoria di Itzà Vailati nei mt. 2.199 riservati alla categoria allieve: la portacolori virtussina infatti si è aggiudicata questo prestigioso titolo per ben 8 volte a partire dal lontano 2006,
palmares di tutto rispetto che dimostra il grande valore dell’atleta.
Bissa il titolo nei mt 733 di marcia riservati alla cat. esordienti A
anche Marta Cattaneo seguita al secondo posto da Chiara Lambertini mentre Chiara Righini si aggiudica l’argento nei mt. 1.466 di
marcia categoria ragazze. Ottima prova anche per la giovanissima
Sofia Branchesi giunta al secondo posto nella corsa tra le esordienti
C mentre tra gli esordienti B mt. 733 Francesco Monfrini si è aggiudicato la medaglia di bronzo. Hanno terminato le loro fatiche
a un soffio dal podio Badr El Ghazi giunto al 4° posto tra i ragazzi mt. 1.466 e Letizia Moroni nei mt. 733 esordienti A seguita
al 5° posto da Camilla Torsa. Nella Maratonina di Cremona il
più veloce virtussino è stato Alan Vailati in 1h19’56”, seguito da
Tommaso Bricca con 1h26’34”, da Paolo Doldi con 1h26’45”, da
Michele Checchia con 1h27’03, Sergio Zuccotti 1h29’14, Stefano
Sarzana 1h34’35, Alessandro Ciaberna 1h38’40, Giorgio Bisceglia
1h40’12, Giuseppe Bravetti 1h47’38, Roberto Parolari 1h51’57,
Angela Vailati 1h54’35, Giuseppina Inzoli 2h13’00 e Anna Stabilini che con 2h17’09” è giunta al primo posto di categoria tra le
Silvia Panzetti
SF70.
monesi scenderà l’Astro Cagliari (alle 17 in anticipo
di un’ora rispetto al solito, per favorire il ritorno delle
sarde in serata), squadra sorpresa di questo inizio di
campionato. Sarà questo l’inizio di un ciclo molto
impegnativo per Caccialanza e compagne, visto che
poi ci sarà il turno infrasettimanale a Muggia, per
poi tornare in campo ancora solo due giorni dopo
a Villafranca contro l’Alpo, in una settimana molto
dispendiosa dal punto di vista degli spostamenti.
Basket Biassono-TecMar Crema 23-63 (6-12, 1638, 16-53)
TecMar Crema: C. Cerri, Conti 2 (0/1 da tre), Zagni 11 (5/6), Mandelli 3 (1/4, 0/1), Capoferri 8 (2/6,
1/2), Caccialanza 8 (3/4, 0/1), Parmesani 7 (3/5),
G. Cerri 6 (3/9), Donzelli, Rizzi 8 (4/8), Picotti 6
(3/6), Minali 4 (2/5). All. Visconti.
BASKET PROMOZIONE/SERIE C: i risultati
U
T
orna davanti al proprio pubblico dopo due trasferte consecutive
e lo fa regalando ai tifosi cremaschi una grande gioia l’Erogasmet Crema, che ha brillantemente superato per 73-63 la Vivigas
Alto Sebino in quello che era un vero e proprio derby per diversi motivi. Lombardo senza dubbio, ma anche di sponsorizzazioni, visto
che la Vivigas fa ancora capo alla società Erogasmet della famiglia
cremasca Duse, e pure in panchina, con l’Alto Sebino guidato dal
cremasco doc Alessandro Crotti, per la prima volta a Crema da
avversario come capo allenatore a livello nazionale. Ce n’era abbastanza dunque per una partita interessante, e lo è stata, anche per il
pubblico che ha gremito nuovamente la Cremonesi in ogni ordine
di posti. L’inizio dei biancorossi è stato molto buono. Cardellini e
Tardito hanno subito mostrato la propria ottima serata realizzativa
permettendo ai cremaschi di condurre anche fino alla doppia cifra di
margine al 13’ (24-14). Poi il loro riposo in panchina e qualche situazione sfortunata (tiri da tre punti comodi da una parte non entrati e
dall’altra sì), hanno permesso alla Vivigas di recuperare e di arrivare
alla pausa lunga in parità. L’Erogasmet però aveva decisamente più
energia ed efficacia in fase difensiva, e così minuto dopo minuto riusciva a riprendere un buon margine di vantaggio, di 12 lunghezze al
30’, e di 16 al 33’. Gli ospiti provavano la rimonta, sfruttando anche
i problemi di falli biancorossi (incredibile il dato dei falli fischiati,
più del doppio contro Crema, 23-11) ma i cremaschi reggevano mentalmente e riuscivano a portare a casa un successo che vale oro. Per il
morale e per la classifica, considerando oltretutto che si doveva fare
a meno di un elemento importantissimo come Paolo Colnago, fermo
ai box per un problema alla caviglia e che si spera di recuperare per il
prossimo match. Crema ha vinto perché ha saputo muovere meglio
la palla oltre che difendere, fornendo quindi una prova di squadra a
tutto tondo. Da non lasciare isolata però. Questo campionato, che
peraltro si sta rivelando molto equilibrato, non ammette soste e così
domenica pomeriggio Tagliaferri e compagni faranno visita a un Arzignano che sta avendo un inizio di campionato difficile, e che vuole
assolutamente riscattarsi in casa propria. Gara difficile quindi, come
lo saranno però anche tutte le altre di questo avvincente campionato.
La Pallacanestro Crema ha partecipato anche alla racconta fondi
per la parrocchia genovese di Sanpierdarena colpita dall’alluvione,
da dove proviene il proprio giocatore Manuelli.
tm
Erogasmet -Vivigas 73-63 (14-10; 34-34; 58-46)
Erogasmet Crema: Zanella 11 (5/17, 0/1), Del Sorbo 12 (3/7,
2/5), Tagliaferri, Tardito 20 (10/18), Manuelli 8 (1/8, 2/2), Dedda
ne, Persico (0/4), Cardellini 18 (2/3, 4/6), Fontana ne, Ferri 4 (0/3
da tre). All. Baldiraghi.
Classifica: Udine 10; Lugo 8; Cento 6, Fortitudo Bologna 6, Orzinuovi 6, Crema 6 Pordenone 6,Urania Milano 6; Bergamo 4, Montichiari 4; Lecco 2, Vivigas Alto Sebino 2, Desio 2, Garcia Moreno
Arzignano 2; Franco Trieste 0.
n Crema rimaneggiato esce sconfitto 34-16 ma a testa alta
dal big match di giornata in casa della capolista Mantova.
Per tutta la prima metà sono stati i cremaschi a condurre il gioco, rimanendo in vantaggio fino alla mezz’ora, per poi calare alla
distanza consentendo l’allungo degli avversari. Crema falcidiato
da infortuni soprattutto nel pacchetto di mischia già in emergenza
numerico. Alle assenze di capitan Fontanella, fuori per tutta la stagione per la rottura di un tendine, si aggiungono quelle di Salini,
Barolo e Ferri, mentre sono fuori anche Andrea Crotti e Pizzetti
tra i trequarti. I sostituti, tutti della promettentissima under 18,
non hanno fatto però rimpiangere gli assenti e anzi si sono messi in luce sciorinando una prestazione di ottimo livello: su tutti
Riboli, figlio d’arte e promessa del rugby cremasco. Parte forte il
Crema che sorprende i biancorossi avversari e al minuto venti si
trova in vantaggio per 10-0 grazie alla meta di Riboli (suo anche
un piazzato) e alla trasformazione di Locatelli. Di qui la reazione
del Mantova che va in meta per due volte intervallate ancora da
un piazzato di Riboli. Poi una disattenzione neroverde regala al
minuto 36 la meta del sorpasso mantovano, 19-13 all’intervallo.
La ripresa vede il Mantova approfittare dell’inevitabile calo fisico dei cremaschi prendendo le redini del gioco soprattutto nelle
fasi statiche, e segnando subito la meta del break per poi controllare la partita senza difficoltà, con due piazzati e un’altra meta locale
ad arrotondare il risultato. Soddisfatto a fine gara mister Zaini per
la prestazione dei suoi ragazzi che hanno disputato ancora una
prestazione convincente. Domenica alle 14.30 al campo di via Toffetti arriverà il Cologno in una partita che sarà decisiva per il prosieguo della stagione.
tm
GIORGIO ZUCCHELLI Direttore responsabile
Angelo Marazzi Coordinatore di direzione
IN REDAZIONE
Gian Battista Longari (redattore editoriale)
Bruno Tiberi (redattore editoriale)
Mara Zanotti (redattore editoriale)
Registrazione del Tribunale di Crema n. 18 del 02-01-1965
Direzione, redazione e amministrazione: via Goldaniga 2/A - 26013 Crema
Tel. 0373 256350 - Fax 0373 257136
Posta elettronica: [email protected]
C.C. postale 10.35.1260 - CCIAA Cremona 119560
Progetto grafico: Il Nuovo Torrazzo
Tipografia: Industria Grafica Editoriale Pizzorni, via Castelleone 152 Cremona Tel. 0372 471004 - 471008 Fax 0372 471175
Membro della FISC
Federazione Italiana
Settimanali Cattolici
Associato all’USPI
Unione Stampa
Periodica Italiana
Abbonamento 2015: anno euro 42, semestre euro 26
Pubblicità: uffici Il Nuovo Torrazzo via Goldaniga 2/A Crema Tel. 0373 256350
Fax 0373 257136 e-mail: [email protected]
www.ilnuovotorrazzo.it
U.P. Uggeri Pubblicità srl corso XX Settembre 18 Cremona Tel. 0372 20586 Fax
0372 26610 e-mail: [email protected] - sito: www.uggeripubblicita.it
Manoscritti e fotografie non richiesti dalla direzione, anche se non pubblicati, non vengono
restituiti. La direzione si riserva di condensare le lettere che a suo giudizio risultassero troppo
lunghe o di interesse non generale. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente qualsiasi inserzione anche pubblicitaria non consona all’indirizzo del giornale.
La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 90 n. 250
44
VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014
Straordinario e quotidiano
20
ANNI
CON TE
L’AUTUNNO È SERVITO

1° NOVEMBRE
APERTO
8,30-20
Dal 31 ottobre
al 9 novembre
MERCATINI
D’AUTUNNO
OGGETTI D’ARTIGIANATO
E PRODOTTI TIPICI
per celebrare le ricchezze autunnali.
Venerdì 31 ottobre alle 16.30
HALLOWEEN
MAGIC SHOW
Per tutti i bambini un fantasmagorico
show con un MAGO PRESTIGIATORE
e il TRUCCABIMBI per diventare
una vera creatura di Halloween.
CREMA - VIA MILANO (TANG. USCITA CREMA OVEST)
www.granrondo.it
www.granrondo.it
seguici su
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
9 922 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content