close

Enter

Log in using OpenID

26/04/2014 - Il Nuovo Torrazzo

embedDownload
SABATO 26 APRILE 2014
ANNO 89 - N. 18
UNA COPIA € 1,20
ABBONAMENTO ANNUO € 42
DIREZIONE: ☎ 0373 256350
VIA GOLDANIGA 2/A CREMA
SETTIMANALE
CATTOLICO
CREMASCO
D’INFORMAZIONE
FONDATO NEL 1926
POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN
ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003
(CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46)
ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA
GIORNALE LOCALE ROC
www.ilnuovotorrazzo.it
Domani saranno santi!
Un inserto di 8 pagine
Anche in diretta su RADIO ANTENNA 5 dalle 9.30 alle 12.20
sulla frequenza FM 87.800
e in live streaming www.livestream.com/antenna5crema
Associazione Cremasca Parkinson
La Tartaruga Crema Onlus
e Gruppo Podisti Ombriano
NEL MESE DI MAGGIO
dal lunedì al venerdì
Santo Rosario
S. Maria
della Croce
ore 20,30
in Basilica
eri, 25 Aprile, era il 69° anniversario della fine della
seconda guerra mondiale in Europa. Si concluderà
definitivamente con la resa del Giappone il 15 agosto.
60 milioni i morti, 6 milioni le vittime dell’olocausto e
uno strascico di odi a fatica rimarginato.
Ma quest’anno è anche il centenario dello scoppio
della prima guerra mondiale. Il 28 luglio 1914 l’Impero austro-ungarico accese la miccia contro il Regno di
Serbia, in seguito all’assassinio a Sarajevo dell’arciduca Ferdinando d’Asburgo. L’Italia vi entrò il 24 maggio 1915. Uscimmo “vincitori” con tanta retorica canticchiata in celebri marcette. In realtà 9 milioni furono
le vittime sui campi di battaglia, circa 7 quelle civili,
per le operazioni di guerra, le carestie e le epidemie.
“Un’inutile strage”, scrisse Benedetto XV in una coraggiosa lettera ai belligeranti del 1º agosto 1917: “E
l’Europa, così gloriosa e fiorente – si chiedeva – correrà, quasi travolta da una follia universale, incontro a
un vero e proprio suicidio?”
Quante inutili stragi! Non celebriamo vittorie di
sorta, per carità. Davanti a una guerra del passato e
a tante purtroppo ancora in atto, siamo tutti sconfitti.
Eleviamo preghiere come ha chiesto papa Francesco
a Pasqua: “Ti preghiamo, Gesù glorioso, fa’ cessare
ogni guerra, ogni ostilità grande o piccola, antica o
recente!” E ha ricordato quella della Siria, le violenze
fratricide in Iraq, gli scontri nella Repubblica Centroafricana, in Nigeria, in Sud Sudan e in Venezuela.
Domani due grandi papi diventano santi. Non possiamo non ricordare lo straordinario ruolo che ebbero
nel vincere la guerra e portare la pace.
Giovanni XXIII fu determinante per la soluzione
della celeberrima crisi di Cuba (15-28 ottobre 1962),
un momento drammatico, in cui il mondo rischiò un
terzo conflitto mondiale. Inviò una lettera a Kennedy e a Krusciov e rivolse un accorato appello per la
pace ai microfoni della Radio Vaticana. Il suo carisma
fermò i missili inviati dal leader russo e già nei pressi
dell’isola caraibica. Al mondo tornò il sorriso.
E papa Giovanni Paolo II, il cardinale di Cracovia? Dobbiamo a lui se l’Europa e il mondo sono oggi
come sono. Nella sua gioventù soffrì i dolori e le persecuzioni prima nel Nazismo e poi nel Comunismo,
le due ideologie che hanno distrutto il Vecchio Continente. Egli, come un leone di Dio, ha fatto implodere
dal di dentro il gigante d’argilla del Comunismo reale,
cancellando la guerra fredda e portando al mondo la
serenità. Santi della pace, pregate per noi!
pagina 5
pagina 7
OGGI
Concerti
Fusione
Il pane
Libera
per il duomo dei Comuni in piazza
Artigiani
Il 4 maggio la prima
dei Vesperi di Cavalli
I pareri di alcuni
sindaci cremaschi
Organizza il Gruppo
Panificatori dell’Ascom
A cura della Libera
Associazione Artigiani
Uniamoci alla gioia di tutta la Chiesa
C
KM 5 - KM 10
ritrovo e partenza
ore 9.30
da piazza Duomo
Crema
I
Domani Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II saranno santi
RUN FOR PARKINSON
Domenica 27 aprile
pagina 3
I papi della pace
Diretta FM 87.800
e in live streaming
www.livestream.com/antenna5crema
le bs
Libreria Editrice Buona Stampa
Presentazione dell’ultimo
libro di Pino Farinotti
E l’angelo partì da lei
Martedì 29 aprile - ore 21
Centro San Luigi
via Bottesini, Crema
Interverranno:
Pino Farinotti - autore
don Roberto Di Diodato - direttore Editoriale San Paolo Edizioni
Daniela Azzola - giornalista per la lettura di alcuni brani del libro
Francesco Martelli
Modera: don Giorgio Zucchelli
i uniamo alla gioia di tutta la Chiesa nel giorno della santificazione dei due papi: Giovanni
XXIII e Giovanni Paolo II, due personalità tanto
diverse tra loro, ma unite da un grande amore per
il Signore e da una intensa passione per l’umanità.
È proprio vero che il Signore guida efficacemente la storia del mondo, della Chiesa, come
quella di ogni singolo, e al momento opportuno
suscita le persone appropriate per affrontare le diverse situazioni e dare così un’impronta ben precisa, secondo la sua volontà. Dio prepara i suoi
collaboratori cominciando da molto lontano, fa
percorrere loro sentieri impervi, lungo le diverse
tappe dell’esistenza, per poi metterli in grado di
affrontare i pesi e le responsabilità che Egli affida
a ciascuno.
La storia personale dei due Papi santi è ricca di
avvenimenti che a prima vista sembrerebbero insignificanti, a volte inquietanti, eppure sono tutti da
interpretare come una via misteriosa che la Provvidenza ha riservato a ciascuno, al di là di ogni
progetto immediato e di ogni umana attesa,
per poi giungere a una mèta che solo
Dio poteva conoscere.
L’immagine ufficiale della canonizzazione
Riguardo a papa Giovanni si pensava che fosse
stato eletto per una fase di transizione della Chiesa; eppure nei pochi anni del suo ministero petrino, con l’audace scelta di dar vita al Concilio,
il vero grande evento del XX secolo, ha messo le
basi perché la Chiesa si aprisse a nuovi orizzonti,
attraverso un rinnovamento che a tutt’oggi non è
ancora terminato.
E che dire di Giovanni Paolo II? Il suo lungo pontificato, ricco di eventi che hanno sconvolto il mondo, resterà nella storia come una pagina luminosa
che ha
permesso di dare un’impronta inaudita alla Chiesa, volta a difendere la dignità di ogni uomo e a
promuovere una civiltà dell’amore, della giustizia
e della pace, il tutto alla luce della categoria fondamentale della misericordia.
I miei ricordi di papa Giovanni risalgono alla
mia infanzia: lo vidi per la prima volta in San
Pietro durante un incontro con i ministranti e ne
rimasi subito affascinato. Ricordo un particolare
curioso: il mio parroco mi sollevò da terra perché
lo potessi intravedere meglio. A un certo punto, il
volto di papa Giovanni si diresse verso di me, mi
fissò e io mi sentii consolato da quello sguardo
intenso e pieno di bontà.
Diverse volte ebbi l’occasione, da sacerdote, di
vedere da vicino papa Giovanni Paolo II, ho studiato a lungo i suoi insegnamenti, soprattutto ho
respirato il profumo della sua santità perché con
la preghiera era intimamente sempre immerso in
Dio. Ciò che mi colpisce di più sta nel fatto che
egli mi ha chiamato all’episcopato. Quando penso che all’origine di questo mio servizio ecclesiale
c’è un santo, mi sento rassicurato, poiché confido
nella sua potente intercessione.
Viviamo con gioia questi giorni di luce e sperimentiamo la fedeltà di Dio che non cessa mai di
inviarci ulteriori segni del suo amore per aprirci
a nuovi orizzonti, sostenuti dalla preghiera dei
Santi e dai loro luminosi esempi.
+ Vescovo Oscar
2
SABATO 26 APRILE 2014
In primo piano
SABATO 26 APRILE 2014
Tre concerti nella cattedrale restaurata



la prima assoluta
dei vesperi di f. cavalli
LA SERA DI DOMENICA 4 MAGGIO.
MAIN SPONSOR L’ASSOCIAZIONE
POPOLARE CREMA PER IL TERRITORIO
dedicate alle celebrazioni per
la riapertura della Cattedrale di
Crema dopo gli importanti restauri. Erano presenti don Giorgio Zucchelli (in rappresentanza
del Comitato per le celebrazioni
di riapertura), don Gianfranco
Mariconti (presidente del Centro
Culturale diocesano Gabriele
Lucchi), Aronne Mariani (coordinamento Commissione Musica
del Centro Culturale stesso) e
i direttori delle tre formazioni
corali e strumentali cui sono stati
affidati I Concerti nella Cattedrale
restaurata: Bruno Gini (Coro
Claudio Manteverdi), don Giacomo Carniti (Coro PregarCantando) e Alberto Dossena (Polifonica
Cavalli).
Dopo il saluto di don Zucchelli che ha ricordato brevemente
le principali tappe dei lavori, ha
preso la parola don Mariconti
che ha illustrato il programma
complessivo delle iniziative
che riguardano sia le proposte
musicali, sia le iniziative di
presentazione storico-artistica
dei simboli sacri presenti nella
cattedrale. Quindi, Aronne
Mariani ha presentato nello
specifico le scelte musicali messe
in atto con la collaborazione del
Centro Lucchi e con il sostegno
di alcuni sponsor – in particolare
l’Associazione Popolare Crema
per il Territorio – che hanno reso
possibile la terna di iniziative
d’alto livello.
Poi è toccato ai tre direttori
dei Cori protagonisti illustrare
nel dettaglio le scelte musicali
adottate per ciascun concerto.
Il primo, eccezionale, appuntamento è per le ore 21 di
domenica 4 maggio: il concerto
inaugurale prevede l’esecuzione
del Vespero delle domeniche con i
Salmi correnti di tutto l’Anno, tra
poesia sacra e “rito veneziano”.
L’evento – a cura del Coro Monteverdi di Crema e del Gruppo
strumentale La Pifarescha, con
all’organo Alberto Dossena e
la direzione di Bruno Gini –
riguarda la prima proposizione,
in epoca moderna, di un’opera di
Francesco Cavalli (Crema, 1602
- Venezia, 1676), eseguita da un
doppio coro a 8 voci, 6 tromboni,
2 cornetti e organo.
Quella del 4 maggio sarà
un’esecuzione filologica basata
sull’edizione critica del 1995 di
Francesco Bussi (ossia come la
si faceva nel Rinascimento e nel
Barocco) con la riproposizione
della specificità delle tradizioni
veneziane, al gusto del fasto e del
grandioso, alla ricerca del magico effetto sonoro che la prodiga
architettura della basilica di San
Marco offriva a piene mani.
Il concerto vedrà la riproposizione dei “cori battenti” o
“spezzati”, suddivisi secondo la
prassi di posizionare da un lato
un “choro favorito” (formato da
un ristretto gruppo di solisti) e,
dall’altro, un “choro di ripieno”
(coincidente col coro vero e
proprio). Ciascun coro è accompagnato da un gruppo di strumenti che, in questo caso – non
essendo la partitura in questione
“concertante”, ossia dotata di
specifiche parti scritte per gli
strumenti – raddoppiano le voci.
Strepitoso il livello degli esecutori: coro, solisti e, soprattutto,
strumentisti sono tra i migliori
esistenti sulla piazza.
Gli strumenti utilizzati sono ricostruzioni fedeli di pezzi antichi
e ripropongono una tipica compagine di strumenti aerofoni: tre
coppie di tromboni (alto, tenore e
basso) e una coppia di cornetti.
L’esecuzione dei Salmi – come
avveniva regolarmente a Venezia
– è intervallata, in due punti,
con due brani strumentali: una
Canzone a 8 voci e la trascrizione
strumentale del Libera me Domine
tratto dalla Missa pro defunctis, il
testamento musicale del Cavalli,
scritta negli stessi anni di pubblicazione dei Vesperi.
Il secondo appuntamento con
I Concerti nella Cattedrale restaurata
è fissato, invece, per le ore 21 di
domenica 25 maggio e ha per
titolo In preghiera con Maria e il
Papa pellegrino in Terra Santa:
l’evento, infatti, è programmato
in occasione del pellegrinaggio
di papa Francesco in Terra Santa
nel 50° anniversario dell’incontro
a Gerusalemme tra Paolo VI e il
patriarca Atenagora. Il concerto
sarà eseguito dal Coro PregarCantando, con l’Orchestra G.M.
Da Crema e la direzione di don
Giacomo Carniti, con musiche
di Bach, Cimarosa, Haydn e Mozart. Protagonisti il soprano Zara
Dimitrova, il mezzo soprano
Giovanna Caravaggio, il tenore
Andrea Semeraro e il baritono
Corrado Cappitta.
Domenica 8 giugno, alle
ore 21, l’ultimo concerto dal
titolo Omaggio a San Pantaleone,
eseguito dalla Polifonica Cavalli
diretta da Alberto Dossena. Ne
riparleremo.
LA GRANDE
MUSICA DEL
CENTRO LUCCHI



A
lla fine della conferenza stampa di giovedì,
Aronne Mariani ha colto l’occasione per
ricordare anche i due incontri con la grande musica che nel mese di maggio il Centro Culturale
Diocesano Gabriele Lucchi proporrà presso l’Auditorium Manenti-Chiesa di San Bernardino,
sempre con inizio alle ore 21: giovedì 8 maggio
il Concerto del NovoSaxEnsemble che presenterà
un’accattivante trascrizione per orchestra di sassofoni della I Sinfonia di Beethoven e i Quadri di
un’esposizione di Modest Moussorgsky; sabato 17
maggio il Concerto Polifonico del Coro Calycanthus
di Treviglio (Bg) in occasione del suo gemellaggio con il Coro PregarCantando di Crema.
Il NovoSaxEnsemble, diretto da Angelo Nolciaghi, è una formazione recente piuttosto
rara, composta da dodici saxofoni e percussioni. L’omogeneità timbrica, la grande
escursione dinamica unite a una altrettanto
grande estensione e duttilità, fanno di questo
organico un unicum che non trova eguali in
altre famiglie di strumenti.



IL GRUPPO “LA PIFARESCHA”
I
l Gruppo Strumentale La Pifarescha nasce come formazione di Alta cappella, organico
strumentale di fiati e percussioni diffuso, con il nome di ‘piffari’, nell’Europa del Medioevo e del Rinascimento. L’ensemble unisce le ricche sonorità dell’‘alta’ con quelle più
morbide della ‘bassa cappella’, attraverso l’utilizzo di un ampio strumentario: tromboni,
cornetti, trombe diritte e da tirarsi, bombarde, cornamuse, ghironda, flauti, viella, viola
da gamba, percussioni, salterio, e molti altri… Le scelte esecutive e il caratteristico sound
dell’ensemble sono supportate da un’attenta ricerca sia sul tessuto storico, artistico e sociale in cui operavano i musicisti dell’epoca, sia sulle contaminazioni con le tradizioni
popolari, spesso conservate inalterate dal Rinascimento fino ai giorni nostri. La Pifarescha
segue inoltre la progressiva evoluzione che porterà il gruppo di alta cappella a trasformarsi nel consort nobile per eccellenza tra Rinascimento e Barocco: i cornetti e tromboni.
In seguito la formazione viene ulteriormente ampliata con l’integrazione di strumenti a
tastiera, archi e voci.
Attiva in ogni campo dello spettacolo e presente in festival di rilievo in Italia e all’estero, La Pifarescha si è esibita non solo in programmi da concerto, ma anche in spettacoli
con compagnie di danza, attori, ricostruzioni storiche e spettacoli teatrali. In questa ultima veste, ha realizzato, tra l’altro, nel 2006 le musiche per La fabula di Orfeo di Angelo
Poliziano. I musicisti dell’ensemble sono regolarmente presenti nei maggiori festival internazionali, collaborano e hanno svolto un’intensa attività artistica con prestigiose formazioni quali La Petite Bande, Freiburger Barockorchester, Ensemble Micrologus, Il Giardino
Armonico, La Reverdie, The Harp Consort, Concerto Palatino, Accademia Bizantina, Venice Baroque Orchestra, La Stagione Armonica, Cappella della Pietà dei Turchini, La Venexiana, Ensemble
Orologio, Cantar Lontano, La Risonanza, De Labyrintho, Cantica Symphonia, Bach Collegium
Japan, Hilliard Ensemble, Concerto Italiano, Musiciens du Louvre, Amsterdam Baroque Orchestra… Numerose le registrazioni per le maggiori Tv e radio e le incisioni discografiche.
Un momento della conferenza stampa di giovedì
iovedì 24 aprile si è svolta
G
la conferenza stampa per
la presentazione delle iniziative
3
Il NovoSaxEnsemble si è costituito grazie ai
tre docenti di Conservatorio – i maestri Daniele Berdini, Leonardo Sbaffi e Michele Spadoni
– che vantano una collaborazione ventennale,
avendo studiato insieme e avendo suonato insieme per molti anni. Trattasi di docenti la cui
attività artistica si esprime da tempo ai massimi
livelli essendo continuamente invitati nei più importanti festival ed essendo risultati vincitori dei
più importanti concorsi nazionali e internazionali di musica.
Il Coro Calycanthus, diretto da Franco Forloni, sarà come detto a Crema la sera di sabato
17 maggio, dove proporrà brani di Mozart, des
Prez, Gounod, Bruckner, Arhamgelskji, Monteverdi, da Palestrina, Debussy e altri. Minimo
comune denominatore del gruppo trevigliese è la
musica corale a cappella, in cui la voce sola, lo
strumento più bello, è la protagonista del lavoro
corale: un lavoro che predilige assolutamente il
collettivo. Il Coro, eterogeneo, è nato pochi anni
fa: è rigorosamente non selezionato musicalmente; solo pochi dei presenti hanno o hanno
avuto un vissuto corale significativo. I più sono
alla loro prima esperienza musicale; esperienza
del tutto particolare e assai impegnativa.
Il concerto del 17 maggio nella chiesa di San
Bernardino-Auditorium Manenti inizierà con alcuni brani di benvenuto eseguiti dal Coro PregarCantando diretto da don Giacomo Carniti.
In promozione la NEW.GREEN “Prato” a 16,00 €/mq
4
Opinioni e commenti
Rinnovi in Pro Loco
Egr. direttore,
ho la fortuna di avere alle spalle
un periodo di circa 50 anni ricco di
tante esperienze, quelle lavorative
in ambito scolastico e sindacale,
le altre da volontario in molte associazioni, da giovane in associazioni cattoliche, per arrivare agli
ultimi 15 anni al Centro Ricerca Galmozzi di cui sono onorato di aver
svolto l’incarico di presidente.
Esperienze che mi hanno formato a un principio primario, quello
di “star bene con gli altri”, in ogni
occasione con le mie idee, ma
sempre consapevole di dover fare i
conti con le idee degli altri, spesso
diverse dalle proprie.
Nel 1977 mi sono iscritto al
Pci aderendo alle varie tappe che
hanno portato al PD, condividendo pienamente quanto denunciato
da Enrico Berlinguer circa l’occupazione impropria da parte dei
partiti, compreso il Pci, di spazi
nel sistema economico, sociale e
del volontariato. Ritengo che, soprattutto oggi, ogni partito debba
svolgere fondamentalmente un
ruolo di proposta di programmi,
di controllo democratico e di partecipazione dei cittadini, come da
Carta Costituzionale, superando
quindi logiche vecchie e sbagliate
di “cinghia di trasmissione”.
È in questa condivisa logica che
è nato e si è sviluppato il Centro Ricerca Galmozzi, grazie al lavoro di
decine di persone, tra cui un gruppo di bravi giovani, associazione la
cui presidenza lascerò il prossimo
mese, passando il testimone.
La programmata uscita dal Centro Galmozzi è stato il punto di raccordo con l’ipotesi di un mio impegno nella Pro Loco, avendo avuto
modo di conoscere direttamente
questa realtà dal 2007 al 2013, nominato dal Consiglio comunale nel
Direttivo della stessa.
Già dallo scorso anno non ho
fatto mistero di questa ipotesi informando tante persone, tra cui
alcuni volontari della stessa Pro
Loco e alcuni consiglieri comunali, ad esempio Ancorotti e Agazzi,
precisando a tutti che ne parlavo “a
titolo personale”.
SABATO 26 APRILE 2014
La penna ai lettori
No al declino del Cremasco
Egregio Direttore,
la situazione venutasi a creare, a seguito della intervenuta soppressione del Tribunale di Crema, presuppone una chiara presa di
posizione delle istituzioni e delle forze politiche, sociali ed economiche della realtà cremasca.
Come abbiamo avuto modo di rilevare non basta constatare un
processo di decadenza inarrestabile del territorio cremasco, ma è
necessario uno sforzo comune per invertire la linea di tendenza:
l’occasione del prossimo confronto elettorale impegna sempre di
più coloro che hanno sensibilità e consapevolezza per la difesa degli
interessi cremaschi.
Già le avvisaglie di tale declino sono apparse anche in ordine
al tema della sopravvivenza del nostro ospedale col rischio di un
declassamento alla funzione di solo importante presidio di pronto
soccorso e di interventi sempre meno di specializzazione medica,
ma non solo: si è aperto il tema dei presìdi di ordine pubblico, quale
la sede della Tenenza dei carabinieri, del Commissariato di P. S.
e degli Uffici dell’Agenzia del Territorio, già Ufficio del Registro.
Vero è che la linea di tendenza è di sopprimere i servizi essenziali
decentrati a sostegno di una forte politica di accentramento dei servizi in genere unitamente ad una inarrestabile politica di oneri e di
imposte, da quelle locali a quelle centrali, sempre più a carico del
cittadino. In pratica è che la conseguenza della riduzione dei servizi
e dei tagli sono gli aumenti al cittadino.
Non è un caso che gli operatori del diritto e gli ordini professionali abbiano preso posizione per garantire la sopravvivenza del Tribunale di Crema, nella consapevolezza che tolto di mezzo questo
importante servizio della giustizia a cascata sarebbero seguiti ulteriori tagli. Così è stato e così sembra essere in atto tale meccanismo.
Ma chiedo alle forze politiche: è proprio inarrestabile tale processo? Ma il Cremasco va relegato a modesto borgo di campagna
sempre più depauperato di servizi e sguarnito di presidi di tutela e
Le precondizioni, che ho sempre evidenziato, erano ovviamente
la decisione di Ferrigno di non ricandidarsi e il consenso del Direttivo. Evidentemente ho peccato di
ingenuità.
Tralascio volutamente di fare riferimento a fatti, dinamiche, prese
di posizione e movimenti avvenuti in preparazione dell’assemblea
del 22 c.m. Fatti che, ovviamente,
hanno fatto decadere la mia disponibilità, al punto di scegliere di
non iscrivermi alla Pro Loco, automaticamente auto escludendomi
da ogni possibilità di essere eletto
a qualsiasi livello. Dico semplicemente che è maturo il tempo per
lasciare alle nostre spalle il ridicolo
spauracchio di “orde barbariche di
radice comunista” alla conquista,
nel caso specifico, della Pro Loco.
Crema ha finalmente bisogno di
un clima culturale laico, clima in
cui si confrontino semplicemente
idee e progetti, anche perché di
✍
Elezioni Ue, Lista green
di ordine pubblico?
Ma le istituzioni Regione, Provincia e Comuni stanno a guardare
in silenzioso raccoglimento in una sorta di fatalismo?
L’analisi della realtà che ci circonda attende risposte adeguate
proprio perché sarebbe miope pensare che il Cremasco si confonda
con la realtà cremonese.
Invero l’occasione del dibattito sul futuro delle Province ci pone
una serie di opzioni, quali una strategia di alleanze tra il territorio
cremasco e quello lodigiano, di Treviglio e di Cassano d’Adda.
È in questo contesto che ci si deve muovere anche come forze
politiche, economiche e sociali e come istituzioni. Si deve pensare ad una sorta di grande alleanza di questi territori per recuperare terreno e servizi oltre che per garantirne la sopravvivenza non
solo dei Tribunali ma anche degli ospedali e di tutti gli altri servizi,
demolendo l’idea perversa che siano i cittadini a pagare i costi del
centralismo.
Come non pensare a referendum per nuove aggregazioni di Comuni e di territori che possano diventare interlocutori autorevoli del
cambiamento di assetti territoriali proprio per difendere la storia e
l’autenticità di terre, come il Cremasco, il Lodigiano e il Trevigliese?
Con questa prospettiva appare una scelta di retroguardia aprire
un contenzioso giudiziario tra istituzioni e pensare di ridurre sul
piano personale una querelle che, almeno per come è stata posta,
attende una risposta: che cosa hanno fatto o non hanno fatto i Comuni e i sindaci del Cremasco per difendere i loro territori e i servizi
operanti per i loro cittadini?
Da parte nostra ci impegnamo a dare credito all’idea di un processo di aggregazione dei territori, anche con il ricorso agli strumenti
delle consultazioni referendarie, preludio a garanzia per la sopravvivenza dei servizi e scacco matto all’idea di declino.
avv. Martino Boschiroli
paure, di ansie e di tensioni abbondiamo.
Concludo con un sincero buon
lavoro al nuovo Direttivo e al nuovo presidente, augurando che la
Pro Loco di Crema possa ampliare
la base associativa, possa diventare
punto di raccordo costante di Pro
Loco e Uffici turistici locali, e possa rafforzare la collaborazione con
associazioni ed enti che si occupano del rilancio del Cremasco, terra
ricca di bellezze naturali, artistiche
e culturali, allestendo una vetrina che attragga nuovo turismo,
cogliendo l’occasione dell’EXPO
2015. Per il futuro una proposta:
inserire nello Statuto “l’autocandidatura”, accompagnata da proposte di programma, sostenuta
da un certo numero di soci. Una
procedura questa, già presente in
altri statuti, chiara, trasparente,
occasione di ricambio del gruppo
dirigente.
TENDE
Felice Lopopolo
DA
Per la prima volta l’appartenenza a un partito Ue legittima la
partecipazione al voto. Siamo molto contenti della decisione della
Cassazione che dimostra in modo
molto chiaro che ormai esiste uno
spazio di competizione europeo e
una legittimità imprescindibile dei
partiti Ue.
Grazie anche ai partiti, ai leader
e ai militanti dei Verdi Europei.
Grazie a Reinhard Bütikofer, coPresidente del Partito Verde Europeo, a José Bové e Ska Keller,
candidati Verdi alla Commisione
Ue, a Daniel Cohn-Bendit, co-Presidente del Gruppo dei Verdi, agli
ex ministri francesi Cecile Dufflot
e Pascal Canfin, alla Presidente
di EELV, Emmanuelle Cosse, a
Equo, a ICV, alla Federazione dei
Giovani Verdi Europei, ai Grünen
e a tutti coloro che hanno partecipato numerosi alla campagna online #VoglioVotareGreen!… Citando la nostra campagna comune:
L’Europa siamo noi!
Con la nostra mobilitazione
online, e non solo, siamo riusciti a
far riconoscere per la prima volta
che l’appartenenza a un partito
europeo legittima la partecipazione al voto. Adesso comincia per
Green Italia/Verdi Europei una
partita difficile, la campagna sarà
tutta in salita, data anche l’insensata barriera del 4% che non trova
giustificazione in una competizione europea.
È molto importante, però, potere ora partecipare con i nostri
temi e i nostri candidati. Oggi è
una tappa importante in vista del
consolidamento anche in Italia
di un soggetto politico ecologista
forte, un impegno dove il nostro
obiettivo è offrire agli elettori italiani un’altra scelta da quelle oggi
disponibili: la scelta di un progetto politico fondato sull’idea di un
green new deal per l’Italia, sulla
convinzione che questa prospettiva sia la più efficace e realistica
per il nostro Paese, sulla speranza
che la nostra presenza renda più
green anche le forze politiche tradizionali.
Gianemilio Ardigò
SOLE
®
S U N C O L O R
FINO AL 30 APRILE 2014
MOTORE IN OMAGGIO
per la tua
ole
tenda da s
Un’occasione unica per avere una tenda motorizzata allo stesso costo
di una tenda ad argano, noi ci siamo sempre.
OPPURE Tenda manuale
mod. Profil 240x150 in promozione
€ 485
via Macello, 40 Crema
Tel. 0373 82295
www.tessileriacavallini.it
5
SABATO 26 APRILE 2014
FUSIONE DEI COMUNI CREMASCHI/5
I pareri di alcuni sindaci
ul tema è opportuna una premessa che ristabilisca alcune
verità rispetto alle demagogiche generalizzazioni tanto di
moda in questi ultimi anni.
I piccoli Comuni – ripetutamente oggetto di proposte aggregative, che di fatto tendono solo a una spoliazione in senso lato
delle loro funzioni – a differenza di quanto si tende a ingenerare nella opinione pubblica, non sono infatti per nulla invisi
ai cittadini, né tanto meno sono additati come fonti di spreco.
Nella prolungata e inconsistente fase politica in corso, a mio
avviso si stanno attuando decisioni antidemocratiche e fortemente limitanti la rappresentanza storicamente riconosciuta ai
Comuni italiani.
In nome di un efficientismo cieco, si impongono delle aggregazioni tramite convenzioni, unioni o fusioni, ai piccoli Comuni, senza alcun obbligo invece per quelli con una popolazione
superiore ai 5.000, magari confinanti, di partecipare ai nuovi
assetti.
Ciò detto, e considerato altresì che in prospettiva anziché
ridimensionare le Regioni, in
Parlamento s’è votato un disegno di legge che mira maldestramente a svuotare le competenze delle Province, è del
tutto evidente che anche nel
nostro territorio si debba urgentemente ripensare l’assetto istituzionale esistente, per
poter gestire al meglio i nuovi
compiti che verranno delegati
ai Comuni.
In questi mesi, occorre ammetterlo, nelle gestioni associate, ci siamo mossi senza alcun
progetto strategico, con una unica preoccupazione: quella di
rispettare le scadenze previste dalla legge.
I Comuni principali del Cremasco, non hanno mostrato
grande progettualità e interesse alla costituzione di ambiti aggregativi ampi, alla “unione” delle funzioni amministrative
con le comunità vicine, con cui peraltro più razionalmente
condividere, anche economicamente, i servizi connessi.
In questa ottica da anni è mancato oggettivamente e soprattutto il ruolo trainante della città di Crema, oggi ancora senza
alcuna ipotesi strategica da perseguire nella definizione delle
nuove “aree vaste” che la nuova normativa, un vero pastrocchio, prevede di istituire in sostituzione delle soppresse Province.
La dimensione territoriale e demografica del Cremasco non
ha i presupposti per essere un ambito ottimale in grado di organizzare efficientemente i principali servizi di rilevanza economica in capo ai Comuni, per cui dobbiamo porci il problema se
restare nell’area provinciale oggi di riferimento, oppure cercare
altre soluzioni.
Prima che sia ancora una volta troppo tardi, non le società
partecipate, ma i sindaci devono decidere urgentemente il destino e il futuro del nostro territorio.
*sindaco di Madignano
14/02/2006
14/02/2006
18.26
18.26
14/02/2006
18.26
Pagina
Dovera
3.970
Monte
2.372
Trescore
Cremasco
2.940
Cremosano
1.687
Pianengo
2.626
Vaiano
Cremasco
3.897
Chieve
2.267
Capergnanica
2.114
Pagina
Pagina
1
1
Soncino
7.769
Romanengo
3.069
Offanengo
5.941
Crema
34.429
Bagnolo
Cremasco
4.877
Casaletto di Sopra
557
Ricengo
1.797
Campagnola
684
Credera
Rubbiano
1.649
*sindaco di Romanengo
Il tuo
Hai problemi
problemi
di
udito?
Hai
problemi di
didi
udito?
Hai
udito?
Hai problemi
udito?
udito
problemi
di
udito?
Hai problemi di
udito?
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
Casaletto Vaprio
1.800
Palazzo
Pignano
3.946
Camisano
1.320
Sergnano
3.669
Pieranica
1.159
Quintano
913
Ticengo
453
Izano
2.078
Ripalta
Guerina
537
Moscazzano
831
Ripalta
Arpina
1.059
Fiesco
1.212
così bello.
APPARECCHI ACUSTICI DIGITALI IN PROVA GRATUITA
AZIENDA AUTORIZZATA ALLE FORNITURE ASL/INAIL
ASSISTENZA A DOMICILIO GRATUITA
PILE, ASSISTENZA E RIPARAZIONI
DI APPARECCHI ACUSTICI
Aguzza
l’ingegno... non
non le
le orecchie!!!
orecchie!!!
DI TUTTE LE MARCHE
Aguzza Aguzza
l’ingegno...non
le orecchie!!!
orecchie!!!
l’ingegno...
Aguzza
l’ingegno...non
le
PAGAMENTI RATEALI PERSONALIZZATI
Aguzza
l’ingegno...
non
le
orecchie!!!
l’ingegno...non le orecchie!!!
APERTO TUTTI I GIORNI dalle 9 alle 12,30
pomeriggio su appuntamento
Via Beltrami, 1 - CREMONA - Tel. 0372 26757 - 0372 36123
Convenzionato ASL/INAIL
Convenzionato ASL/INAIL
Via Beltrami,
- CREMONA
Tel.PREVENIRE!
0372 26757 - 0372 36123
E’1 IL
MOMENTO- DI
sentire
Convenzionato
ASL/INAIL
Gratuitamente
per
accurato esame
ed un simpatico omaggio.
E’voiILun
MOMENTO
DIdell’udito
PREVENIRE!
ed
essere
Gratuitamente
voi un
accurato
esame
dell’udito ed un simpatico omaggio.
Via Beltrami, 1 - CREMONA
- ascoltati
Tel.per0372
26757
- 0372
36123
E’ IL MOMENTO DI PREVENIRE!
Gratuitamente per voi un accurato esame dell’udito ed un simpatico omaggio.
Via Borgo S. Pietro, 15
CREMA
Tel. 0373 81432
CREMONA - Via Beltrami, 1 - Tel. 0372 26757 - 0372
36123
CREMONA
Via
Beltrami,
E S-A
M
E D E1L- Tel.
L’0372
U D26757
I T O - 0372
G R36123
AT U I T O
CREMA - Via Borgo S. Pietro, 39 Tel. 0373 81432
- ViaCREMA
Beltrami,-1Via
- Tel.
0372S.
26757
- 0372
36123
Borgo
Pietro,
39 Tel.
0373 81432
E’
IL
MESE
DELLA
PREVENZIONE
- Via Borgo
Pietro, DELLA
39 Tel. 0373
81432
E’ ILS.MESE
PREVENZIONE
Gratuitamente
per
voi un
un accurato
accurato esame
esame dell’udito
dell’udito
L MESE
DELLA per
PREVENZIONE
Gratuitamente
voi
Genivolta
1.211
Trigolo
1.805
Castelleone
9.651
Montodine
2.630
Gombito
641
I COMUNI DEVONO RESTARE VICINO
ALLE PERSONE PER OFFRIRE SERVIZI MIGLIORI
di ACHILLE ZANINI*
T
rovo anch’io piuttosto stimolante la provocazione avanzata da “Il Nuovo
Torrazzo” su un’ipotesi di riordino dei Comuni. È sicuramente un buono
spunto di riflessione, che mi trova concorde se l’obiettivo è di “evitare di farsi
trovare impreparati e con calate dall’alto soluzioni basate su meri aspetti
dimensionali in termini di abitanti piuttosto che di estensione territoriale”.
Mentre ho molte riserve che l’eventuale accorpamento di più municipalità,
con aggregazioni di ampi territori, possa produrre un contenimento della
spesa pubblica, consentendo per un’ottimizzazione amministrativa ed economie di scala.
Non credo neanche sia tanto facile che
con il processo di digitalizzazione molti servizi potranno essere prestati non in “front
office” (sportello) e dunque che potrà venir
meno la necessità di avere uffici preposti
in ogni paese. Con conseguenti disagi per
i cittadini, aggravati fra l’altro anche dalla
mancanza di un servizio di trasporto pubblico locale di collegamento tra diversi nostri
Comuni.
Non condivido affatto che l’auspicata
omogeneità territoriale sia sacrificata sull’altare della economicità. Al centro dell’attenzione deve sempre restare il servizio alle
persone.
Il risparmio non deve essere conseguito a discapito di quello che è il compito dei Comuni: ovvero essere vicini alle persone, offrire loro sempre maggiori e migliori servizi.
Senza dimenticare, inoltre, che monitorare e garantire la sicurezza su un
territorio ampio è molto più problematico.
A mio parere, quindi, è determinate, per l’unione o aggregazione delle
funzioni, la vicinanza dei vari centri abitati. Per questo ho forti dubbi che
l’ipotesi di macro fusioni possa essere una soluzione applicabile alla nostra
realtà.
Comunità contigue e territori omogenei presentano le stesse problematiche e anche i cittadini hanno necessità ed esigenze alquanto simili.
Se due o più Comuni uniscono le rispettive forze per svolgere in forma aggregata le funzioni obbligatorie, possono mettere in rete i vari servizi, omogeneizzare i regolamenti e coordinare le aperture degli sportelli in modo che
gli utenti possano accedere agli uffici sia a mattino che al pomeriggio.
Si riuscirebbe a migliorare tutti i servizi, tenendo inalterata la territorialità
degli uffici pubblici e senza gravare sui costi.
Si attuerebbe una riforma epocale senza aggravio di spese, finalizzata però
al soddisfacimento delle esigenze della cittadinanza.
Ritengo che così formulata, una simile complessa riforma sarebbe gradita,
compresa e accettata da tutti. Anche da coloro che fieramente sostengono
la loro singola identità o che orgogliosamente difendono i loro “storici campanilismi”
*sindaco di Monte Cremasco
DESIDERI una macchina del caffè
in comodato GRATUITO per casa?
1
non è mai stato
Cumignano
S/N
451
Salvirola
1.166
Madignano
2.949
Ripalta Cremasca
3.426
Casaletto
Ceredano
1.189
l tema della gestione associata dei servizi e delle aggregazioni è inserito già nella legge 142 del 1990. È da allora che
se ne parla e in questi oltre vent’anni il legislatore ha posto in
maniera sempre più perentoria l’obiettivo in capo ai Comuni
di piccole dimensioni di gestire assieme, attraverso la formula
o delle unioni o delle gestioni associate, le funzioni comunali.
Qualcuno ha colto l’opportunità della forma dell’unione
e nel Cremasco l’unica che abbia resistito in queste dinamiche è l’“Unione dei fontanili”, costituita nel 2003 – pur
ridimensionata nel 2008 dopo l’uscita di Offanengo, Izano
e Salvirola – che vede ancora coinvolti i Comuni di Romanengo, Ticengo e Casaletto di Sopra. Oggi saremmo molto
avanti se qualcuno, nello specifico Offanengo, non avesse
deciso diversamente.
Ovvio che, guardandola con gli occhi di oggi, la vicenda
risulta ancor più paradossale, perché se avessimo mantenuta questa aggregazione, avremmo già dato soddisfazione a quanto la norma richiede: cioé che i Comuni sotto i
5.000 abitanti mettano insieme tutte le funzioni. Ora infatti
abbiamo scadenze temporali definite – per quanto già più
volte prorogate – di cui l’ultima al 31 dicembre 2014.
Il processo amministrativo dovrebbe teoricamente seguire questo termine. Quindi il territorio, se vuole autodeterminarsi definendo una
prospettiva futura coordinata, deve decidere come
organizzarsi alla luce di
questo quadro normativo.
Il problema è che si fa
confusione tra il rischio di
perdere le caratteristiche e
le tradizioni dei nostri 50
campanili e la riorganizzazione amministrativa, che
è tutt’altra cosa. Per cui le
prime resteranno comunque.
Dobbiamo solo immaginare un modello nuovo,
dal punto di vista amministrativo, offrendo servizi ai cittadini attraverso infrastrutture e persone, che devono essere
efficientati. Obiettivo possibile solo unendo le forze; perché
un Comune con un dipendente e mezzo è inevitabilmente
inefficiente in ordine all’offerta dei servizi. Quindi si deve
puntare a una riorganizzazione attraverso la definizione di
perimetri stabili di collaborazione, che non possano variare
al cambio di amministrazione, in modo da offrire servizi
di qualità.
C’è già un modello elaborato dall’amministrazione
provinciale su cui si può cominciare a ragionare, che ha
ripartito il territorio in Afi-Area a funzione integrata, ipotizzando 11 aree vaste all’interno della provincia in cui
soddisfare le esigenze aggregative nel rispetto della vigente
normativa. E il Cremasco verrebbe riorganizzato istituzionalmente e amministrativamente in 6 Afi all’interno delle
quali saranno organizzate tutte le nove funzioni fondamentali di competenza dei Comuni.
Bisogna che gli amministratori – sia quelli in carica o che
saranno riconfermati, sia i nuovi – dei nostri Comuni definiscano una strategia territoriale, guardando oltre i confini
del proprio paese. E che il Comune di Crema giochi il ruolo
di leadership politica, ma anche organizzativa.
S
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
Spino
d’Adda
7.049
Casale Cr.
Vidolasco
1.832
Capralba
2.482
I
di VIRGINIO VENTURELLI*
l’Udito Naturale:
Spatial Sound
4.545
Pandino
9.136
di MARCO CAVALLI*
ABOLITE LE PROVINCE VA RIPENSATO
L’ASSETTO ISTITUZIONALE ESISTENTE
Vailate
Agnadello
3.808
Torlino
Vimercati
452
È UN PROCESSO RICHIESTO DALLA
LEGGE. SI PARTA DAL MODELLO AFI
FAVOREVOLI O MENO, CONFERMANO
LA NECESSITÀ DI PROSEGUIRE IL DIBATTITO.
TUTTI POSSONO INVIARE UN PROPRIO, BREVE,
CONTRIBUTO A [email protected]
Castel Gabbiano
580
Rivolta
d’Adda
8.106
DA OGGI PUOI!
Ti aspettiamo nel nostro
Showroom EOS Point
per una degustazione
gratuita!
Siamo a Crema
in via Stazione 5/a
EOS Srl
Tel. 0373.630.516 - www.eospoint.it - coff[email protected]
6
Dall’Italia e dal mondo
SBARCHI
Mondo in movimento
di GIANCARLO PEREGO
Direttore Generale Fondazione Migrantes
C
ontinuano gli sbarchi di persone e famiglie
dell’Africa e del Medio Oriente sulle coste
siciliane. I nostri vicini, dalle altre coste dello stesso
Mare Mediterraneo non si rassegnano a vivere in
situazione di guerra, di povertà, di persecuzione, ma
si sono messi in cammino. A muoverli talora è la
rabbia di essere vittime di Governi che investono più
in armi che in salute e scuola, di multinazionali che
sfruttano le loro terre, ma anche il desiderio di nuove
situazioni di pace e di lavoro per costruire un futuro
migliore. Per questo, gli sbarchi continueranno. Cosa
fare? Come Migrantes proponiamo tre azioni.
1. Anzitutto, non smobilitare, ma continuare
e rafforzare a livello europeo l’operazione Mare
nostrum, che ha permesso di presidiare il Mediterraneo, salvando centinaia di famiglie e persone e,
al tempo stesso, di controllare e catturare scafisti e
trafficanti di essere umani. Inoltre, attraverso navi
militari, si è realizzata una straordinaria, nuova
operazione di pace, sottolineando che le barche che
solcano il Mediterraneo sono colme soprattutto di
persone in fuga da situazioni di guerra (pensiamo
solo alla situazione della Siria, al Medio Oriente
e al Corno d’Africa). Chiudere questa operazione
significa non solo indebolire la sicurezza nostra e
di chi attraversa il Mediterraneo, ma significa anche
ridare il Mediterraneo ai trafficanti di esseri umani.
Semmai l’operazione dovrà essere accompagnata da
un ulteriore rafforzamento del progetto SPRAR, che
apra i nostri 8.000 comuni a un’accoglienza come
progetto politico, per rinnovare le nostre comunità a partire dai giovani migranti. Inoltre, si dovrà
investire nell’adeguamento e nella sicurezza dei porti
importanti per gli arrivi dei migranti, oltre che in
personale necessario per l’accompagnamento e la
mediazione culturale, la tutela sanitaria.
2. Da subito investire in cooperazione e sviluppo.
Oggi l’emergenza ha anzitutto un nome: la povertà,
la fame e la sete, le guerre di un Continente come
l’Africa al di là del Mediterraneo. La drammatica
mobilità delle persone, destinata ad aumentare nei
prossimi anni, potrà essere gestita solo con grossi
investimenti non in armi e in progetti di sfruttamento di queste terre, ma in azioni diplomatiche di mediazioni dei conflitti, in investimenti in cooperazione
allo sviluppo, nel condono del debito estero dei Paesi
più poveri, valorizzando anche il cammino migratorio di persone e famiglie come risorsa economica e
sociale nel continente europeo, destinato nei prossimi anni – causa la denatalità – a dover far conto su
imprenditorialità e manodopera di immigrati.
3. Dall’Europa, la casa comune che andiamo a
rinnovare con il voto, sarà indispensabile che arrivi,
a partire dal semestre italiano, il segnale di una
consapevolezza politica comune della valorizzazione
delle migrazioni, con un’attenzione particolare alla
mobilità delle persone, alla tutela di chi chiede una
protezione internazionale, allo scambio di buone
prassi (penso alla protezione sociale delle vittime di
tratta, all’operazione Mare nostrum, a esperienze di
tutela dei minori e delle famiglie…). Come scrivono
i vescovi della COMECE nella dichiarazione in vista
delle prossime elezioni europee, “la responsabilità
dell’accoglienza e dell’integrazione dei migranti e
dei richiedenti asilo deve essere condivisa in maniera proporzionale dagli Stati membri. È vitale
che il trattamento dei migranti al punto d’accesso al
territorio sia umano, che i loro diritti vengano scrupolosamente rispettati e che di conseguenza ogni
sforzo venga compiuto anche da parte delle Chiese,
per assicurare un’integrazione efficace nelle società
riceventi all’interno dell’UE”.
Ogni caduta in letture culturali, sociali e politiche delle migrazioni viziate da pregiudizi che
alimentano conflittualità minano le nostre città e
non costruiscono il futuro insieme.
SABATO 26 APRILE 2014
REPORTAGE DA KIEV
Piazza Euro-Majdan: aspettando il voto
di MARIA CHIARA BIAGIONI
nostra inviata a Kiev
È
ancora viva Euro-Majdan, la
piazza di Kiev che è stata il cuore pulsante della “Rivoluzione della
dignità”. Il luogo in cui si è deciso,
con la deposizione del presidente Viktor Ianukovich e l’insediamento di un
nuovo Governo ad interim il destino
dell’Ucraina, il paese che con i suoi
45 milioni di abitanti è tra i più estesi
dell’Est Europeo.
Ci sono ancora circa 2mila persone che la presidiano giorno e notte.
Dormono, mangiano, parlano. C’è
anche chi suona un pianoforte a coda.
Sono accampati dentro enormi tende
militari. Ce ne sono circa una ventina
disseminate in tutta la piazza e dentro
si scorgono letti, coperte, vettovaglie e
soprattutto tanti volti giovani. La domenica qui si tengono i comizi in vista
delle elezioni presidenziali del 25 maggio. La piazza è popolata da tantissime persone: alcuni hanno partecipato
alle proteste, altri invece sono arrivati
dopo perché qui trovano rifugio e pasti caldi gratuiti. C’è dunque un po’ di
tutto. C’è anche il rischio che qualche
ubriaco di sera faccia partire qualche
colpo d’arma da fuoco. Dicono però
di voler rimanere in Majdan fino alle
elezioni presidenziali per continuare a
dire al popolo ucraino: “Noi ci siamo
ancora e non dimentichiamo quanto è
successo nel passato e i valori per cui
abbiamo lottato”.
Majdan Nezaleznosti (piazza Indipendenza) si trova tra viale Khrescatyk e via Instytuts’ta. La statua
d’oro che raffigura l’Indipendenza
è ancora lì alta e maestosa, al centro
di un complesso architettonico imponente. Ma dello stile neo-classico staliniano, la piazza oggi non ha più nulla.
Euro-Majdan – così è stata ribattezzata dagli studenti – è rimasta intatta.
È rimasta esattamente com’era alla
fine delle manifestazioni: barricate,
sacchetti di sabbia e pneumatici. Sono
come ferite di una battaglia che ancora brucia. C’è odore di bruciato nell’aria e il palazzo che era la sede dei sindacati, è completamente sventrato e
annerito dal fuoco. È da lì che le forze
speciali della polizia hanno cacciato
gli studenti costringendoli ad allontanarsi appiccando l’incendio. Sono
morte più di 100 persone durante le
battaglie: alcune di loro sono state
colpite a morte dai cecchini appostati sopra i palazzi che costeggiano le
strade principali. I volti dei morti sono
ritratti nelle foto che ora campeggiano sui marciapiedi: di tanto in tanto
la gente si ferma a guardarli e rimane
in silenzio. C’è un ragazzo che si inginocchia davanti a loro e si fa il segno
della croce.
Tensione altissima in Ucraina orientale. Come è cambiata la vita a Kiev?
“Non ha fatto in tempo a festeggiare
perché si è ritrovata prima a perdere
la Crimea e adesso a fronteggiare la
situazione di crisi nell’est del Paese”,
risponde padre Mikhaylo Melnyk,
RISCHIO GUERRA CIVILE
di STEFANO COSTALLI
opo lunghi mesi di aspri confronti e scontri armati, la crisi in Ucraina
D
è ormai arrivata al nodo centrale: il futuro della regione orientale, abitata da una rilevante minoranza russa. Persa la partita per il controllo del
Governo centrale di Kiev, la Russia di Putin si è assicurata il controllo della
Crimea con un’operazione ben orchestrata dal punto di vista militare e in
definitiva poco rischiosa. La Crimea è popolata in maggioranza da russi,
è una regione ben circoscritta, ospita importanti basi militari delle forze
armate di Mosca e rappresenta un trampolino fondamentale per far accedere la Russia direttamente al Mar Nero. Per Putin si trattava di un tassello
geopolitico troppo importante e per l’Ucraina (come per l’Occidente) di
una perdita tutto sommato tollerabile, se con essa fosse stata garantita la
stabilità dell’intera regione. Adesso però il confronto sta cambiando faccia.
Dinanzi alle indecisioni occidentali, Putin sta giocando al rialzo e per
chiudere definitivamente a proprio favore una partita iniziata male sta mettendo cinicamente a repentaglio la stabilità e l’ordine interno dell’Ucraina
orientale. Se il Governo di Kiev, l’Unione europea e gli Stati Uniti non acconsentiranno al volere di Mosca, le minoranze russe potrebbero “magicamente” mobilitarsi e sostenere l’indipendenza delle loro regioni anche attraverso l’uso della forza. La tregua di Pasqua ha vacillato a causa di alcuni
episodi di violenza, mentre l’accordo sul disarmo dei gruppi paramilitari di
entrambe le parti firmato a Ginevra venerdì scorso è rimasto, per ora, solo
sulla carta.
Si sta ormai oltrepassando il limite fra la realpolitik e il cinico machiavellismo. Putin scherza con il fuoco e lo sa perfettamente. Sostiene di essere
guidato dalla volontà di proteggere le minoranze russe, ma in realtà le sta
utilizzando come strumento per mettere in difficoltà l’Europa e gli Stati
Uniti, senza preoccuparsi troppo di cosa potrebbe effettivamente accadere
se scoppiasse una guerra civile. Gli esperti di questo tipo di conflitti sanno
bene che la situazione ucraina comporta un rischio reale ma non drammatico di scoppio della violenza, se il contesto non viene alterato appositamente. Il problema è che la strategia russa per ottenere una soluzione
gradita della crisi prevede che l’equilibrio interno possa essere modificato
per far salire la tensione, sottovalutando il problema che nel momento in cui
scoppiano le guerre civili risultano molto difficili da dirigere e controllare,
anche per chi le ha ispirate.
Certo, se davvero scoppiasse un conflitto, probabilmente anche Mosca
voterebbe a favore di una risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che decidesse di inviare una forza di peacekeeping, qualora questa contenesse un corposo contingente russo. La sistemazione geopolitica
successiva a un simile conflitto sarebbe probabilmente più stabile dell’attuale, ma nel frattempo sarebbero state mietute molte vittime. Ci hanno pensato gli odierni difensori del revival ottocentesco di Putin che ogni tanto si
affacciano sui mezzi di comunicazione? Le crociate utopistiche che dimenticano gli interessi delle grandi potenze sacrificano spesso molte vite sugli
altari di ideali politici astratti, ma anche le politiche estere completamente
determinate dagli interessi di potenza raramente garantiscono la pace alle
popolazioni. Nell’Ottocento ogni tanto si faceva la guerra, ed era normale. I
governanti raramente morivano, gli editorialisti non esistevano, ma qualcuno veniva sacrificato. Oggi dovremmo aspirare a qualcosa di meglio.
della Commissione Iustitia et Pax della Chiesa greco-cattolica Ucraina.
In effetti la situazione in Ucraina
orientale e in particolare nelle città
di Donetsk, Lugansk, Sloviansk e
Kramatorsk, la tensione è altissima.
A Donetsk, per esempio, città che si
è già auto-proclamata “Repubblica
popolare” sono stati messi in prigione
3 giornalisti stranieri, un giornalista
bielorusso e 4 giornalisti ucraini. In
realtà di loro non si hanno notizie,
sono ufficialmente scomparsi.
Mercoledì il ministro degli Esteri
ucraino ha chiesto alla Federazione
Russa di rispettare l’accordo di Ginevra firmato lo scorso 17 aprile da
Stati Uniti, Russia, Ucraina e Unione
Europa per una de-escalation della
crisi ucraina. Il ministro ha anche
denunciato la Federazione Russa di
intensificare le sue forze armate al
confine ucraino. Sempre mercoledì
nella città di Kramatorsk uomini non
identificati hanno sparato contro un
elicottero delle forze armate ucraine
mentre nella città di Kharkiv si sono
svolte per fortuna in modo pacifico e
senza scontri 2 manifestazioni, una
pro Ucraina e l’altra per la Federalizzazione del Paese.
Un futuro non facile. Molto si giocherà con le elezioni presidenziali del
25 maggio. Ma il compito di risollevare il Paese per chiunque andrà al
potere non sarà per niente facile: le
casse dello Stato sono a zero, anzi
sotto zero sebbene gli aiuti della Bce,
del Fondo monetario internazionale e
dell’Europa abbiano ridato un po’ di
fiato alla valuta locale, la gryvnia. Risuonano forti, in un contesto ancora
così fragile e ferito, le parole di papa
Francesco che a Pasqua ha dedicato
un appello di pace anche all’Ucraina,
“perché – ha detto – tutte le parti interessate, sostenute dalla comunità internazionale, intraprendano ogni sforzo per impedire la violenza e costruire
in uno spirito di unità e di dialogo, il
futuro del Paese”. E c’è dunque anche
molta attesa per l’incontro che oggi,
sabato 26 aprile, il premier a interim
Arseny Yatsenyuk avrà con papa
Francesco.
RISTORANTE GOMEDO
Via provinciale Adda n° 60 Gombito (Cr)
☎ 0374 350556
Crema - piazza Garibaldi, 18 - ☎ e  0373 257480
CREMA
ENEL
KWh prodotti
DETRAZIONI
FISCALI
ENEL
=
DETRAZIONI
FISCALI
inverter
SEMPLICE E ROBUSTA
,00
A soli € 1 6 9 0
,0
anziché € 259
KWh prodotti
3 kW
=
€ 7.000
CHIAVI IN MANO
DETRAZIONI FISCALI 50%
RECUPERO
100% BOLLETTA
iva
e installazione incluse
3 kW € 7.000
IMPIANTO CHIAVI IN MANO
www.elettroecology.com
DETRAZIONI FISCALI
Elettroecology
Group
S.r.l. - Via Diaz 18, 26013 Crema (CR)
RECUPERO
100%
BOLLETA
Tel. 0373 257640
www.elettroecology.com
[email protected]
tel.email:
0373 257640
Elettroecology Group S.r.l. - via Diaz, 18 26013 Crema (CR)
impianto
struttura in acciaio piegato
fotovoltaico
impianto
IMPIANTO
3 kW € 7.000
email: [email protected]
serie 120
CREMA
impianto
iva e installazione
inverter
incluse
www.gomedo.com e-mail: [email protected]
360
LA MACCHINA DI PRIMA QUALITÀ
Tua con lo
SCONTO ROTTAMAZIONE
€ 200,00
Il locale ideale per matrimoni, (dispone di due sale climatizzate,
una da 160 posti e una da 250 posti) cresime, comunioni
ed ogni ricorrenza in genere. Ampio giardino estivo.
Venite a scoprire il nuovo giardino di 14.000 mq.
PERMUTA USATO-OFFERTE PROMOZIONALI
Consultateci senza impegno o visitate il nostro sito internet,
dove troverete interessanti proposte per tutte le vostre occasioni.
CENTRO RIPARAZIONI MACCHINE Lane e cotoni
PER CUCIRE DI OGNI MARCA filati, merceria
Menù per ricorrenze a partire da euro 22 tutto compreso
Menù per matrimoni a partire da euro 40 tutto compreso
di
sabato 26 aprile 2014
10 A EDIZIONE
LA MANIFESTAZIONE,
ORGANIZZATA
DA ASCOM CREMA
E DAL SUO GRUPPO
PANIFICATORI,
È IN CORSO
IN PIAZZA DUOMO
FINO A GIOVEDÌ
1° MAGGIO.
DUE COME SEMPRE
GLI OBIETTIVI:
SOLIDARIETÀ
E DIDATTICA
Fragranze de
Il Pane in piazza
di ANGELO MARAZZI
S
ta richiamando, come ogni volta, un gran numero di cittadini
la manifestazione biennale “Il pane in piazza”, promossa dal
Gruppo panificatori del Cremasco in collaborazione con l’AscomAssociazione commercianti di Crema.
Efficiente quanto ineccepibile l’organizzazione, ormai collaudata
e affinata dall’esperienza maturata nelle nove precedenti edizioni.
Sotto la tensostruttura, allestita nella centralissima piazza Duomo, i
maestri panificatori – alcuni tuttora in attività, altri in pensione ma
con immutata passione per questo mestiere – affiancati da studenti
delle classi 3a e 4a del corso Ristorazione dell’istituto Sraffa stanno
da giovedì mattina lavorando a ritmo serrato, per sfornare fragranti
pani di vario tipo e pizzette; ma anche – novità di quest’anno – biscotti, tortine, dolcetti, pasticcini e brioches nell’Angolo dei golosi.
All’inaugurazione, l’altro ieri alle 17, il presidente dell’Ascom
Antonio Zaninelli – incapace di trattenere la commozione – ha ribadito ai convenuti “l’orgoglio e la soddisfazione che la manifestazione abbia ottenuto, per prima nel territorio cremasco, il prestigioso
patrocinio dell’EXPO 2015, quale evento che sposa pienamente gli
obiettivi: la produzione e la distribuzione del cibo, in questo caso,
del cibo ‘per eccellenza’ e ‘bene primario’, il pane”.
Ribadendo che è “la prima iniziativa del territorio a potersi presentare con questo prestigioso logo”.
“In questa incantevole piazza, accanto al Duomo da poco riaperto, restituito alla città ancora più splendido – ha tenuto a sottolineare
– l’Ascom di Crema ha voluto nuovamente alzare il sipario e testimoniare il suo forte legame alla città, alla gente, all’arte bianca della
panificazione e alla solidarietà.”
Ha quindi richiamato l’attenzione su una delle novità di questa X
edizione: l’Angolo del pensiero, un vecchio banco di scuola, sotto una
lavagna in ardesia, con un quaderno sul quale – ha spiegato Zaninelli – gli studenti, ma anche gli adulti, sono invitati a scrivere “le
emozioni suscitate in loro dalle fragranze del pane fresco”.
Nel ringraziare il presidente dei Panettieri dell’associazione, Sergio Mussi, per l’impegno profuso nell’organizzazione e attuazione
dell’iniziativa – che proseguirà fino a giovedì 1° Maggio prossimo
– Zaninelli ha evidenziato come la stessa sia “il bel risultato di un
grande lavoro di squadra”.
E il presidente Mussi, richiamando i due scopi dell’iniziativa – la
solidarietà, quest’anno finalizzata a “sostenere l’erogazione di ‘prestiti micro-crediti’ a famiglie bosniache in difficoltà”; e far conoscere
il prodotto fresco – ha espresso gratitudine ai panettieri in pensione
“che mantengono l’amore per questo lavoro, che resta nel sangue”,
agli studenti ai quali s’è augurato di poter trasmettere la passione e
ai volontari per l’indispensabile collaborazione nella distribuzione.
Dalla grande tensostruttura – in cui sono installati attrezzature e
macchinari d’un vero e proprio panificio – nell’arco delle otto giornate passeranno oltre a migliaia di cittadini, anche centinaia di alunni delle scuole primarie e secondarie di Crema e del circondario,
tutti irresistibilmente curiosi di seguire in diretta le diverse suggestive
fasi della lavorazione di un alimento base che compare su tutte le
tavole, ma soprattutto dal profumo e dalla fragranza delle sfornate.
Da parte loro i rappresentanti delle istituzioni ai vari livelli – il sindaco Stefania Bonaldi, il parlamentare Franco Bordo, il consigliere
regionale Carlo Malvezzi e l’assessore provinciale Matteo Soccini
– hanno espresso il loro plauso alla manifestazione che esalta un alimento fondamentale come il pane, simbolo di unione; e che si svolge
in piazza, da sempre luogo d’incontro. Congratulandosi inoltre per
il grande lavoro di squadra messo in campo.
La cerimonia inaugurale è stata poi conclusa dalla benedizione
impartita dal vescovo Oscar, che ha sottolineato la valenza del lavoro, di quello artigiano in particolare, e il profondo significato del
“pane” che ogni giorno è anche fondamentale per l’azione sacramentale dell’eucaristia.
7
Il bancone di distribuzione
del pane e – in alto – le autorità
ai discorsi d’apertura
69° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE
Santa Messa in cattedrale e cerimonia ufficiale al famedio
R
appresentanti delle istituzioni ai vari
livelli locali, unitamente alle associazioni combattentistiche, d’arma e di
servizio, e dei partigiane e a numerosi
cittadini hanno partecipato ieri alle celebrazioni del XXV Aprile, 69° anniversario della Liberazione.
Il programma della significativa ricorrenza – predisposto dal Comitato per la
promozione della Costituzione, costituito lo scorso mese di febbraio dall’amministrazione comunale cittadina – ha
previsto il raduno delle autorità in piazza
Duomo intorno alle 10, per poi partecipare alla santa Messa nella cattedrale.
I convenuti sono quindi passati nel
vicino famedio per la rituale deposizione della corona d’alloro ai caduti, con
l’intervento ufficiale del sindaco Stefania Bonaldi. La quale ha sottolineato
come questa giornata – “una delle più
luminose della storia del nostro Paese”
– sopravviva “purtroppo con difficoltà
nella nostra memoria, perché molte delle attese generate dal sangue versato dai
combattenti per la libertà, la nostra libertà, sono state tradite da tutti noi che di
quelle lotte siamo stati i beneficiari”.
E nel ricordare il sacrificio di molti
giovani che “scelsero di mettere in gioco
la propria vita per un ideale che oggi ci
appare scontato: la Liberazione”, ha citato in particolare quello dei 4 partigiani
fucilati il 29 novembre 1944 allo Stadio
Voltini, “dei quali ogni anno facciamo
memoria apponendo una corona di alloro davanti a quel luogo, orgogliosi e deferenti di fronte a questa parte di noi che
ancora oggi ci obbliga a essere migliori”.
“Non possiamo evocare la Liberazione del 1945 – ha osservato ancora il sin-
daco, contestualizzando la ricorrenza –
senza chiederci quali siano, oggi, le tante
Liberazioni cui ancora siamo chiamati e
a cui i resistenti, con il loro sforzo corale,
ci spingono.”
“In questi giorni – ha riferito – anche
la nostra comunità cremasca ha accolto
alcuni profughi, arrivati direttamente da
Lampedusa. Il tema dell’accoglienza è
al centro del dibattito in tutto il nostro
Paese ed è giusto che l’Italia rivendichi,
anche in vista delle prossime elezioni
europee, l’attenzione dell’Europa su un
tema così delicato e drammatico, di fronte al quale la comunità europea è colpevolmente indifferente e silenziosa.”
“Il nostro 25 Aprile non può trascorrere in pace – ha concluso – se ignoriamo
il grido di dolore di padri, madri e figli
che bussano alle nostre porte. Se dimentichiamo che quanto chiediamo per noi
stessi vale anche per loro.”
Di seguito, nella soprastante sala Ricevimenti è stato proiettato il documentario di Daniele Grosso La donna, la Resistenza, la Guerra: esperienze, fatti e ricordi
da interviste raccolte nel Cremasco.
La giornata ha avuto quest’anno anche
un evento pomeridiano: la “Pedalata per
la Resistenza”, con partenza alle 14,30
da Largo Partigiani d’Italia, deposizione
di corone in vari luoghi partigiani, per
poi raggiungere Izano, dove le Anpi di
Crema e di Romanengo hanno offerto
a tutti i partecipanti un buffet, allietato
dalle musiche di Gio Bressanelli.
A.M.
La Città
8
SABATO 26 APRILE 2014
PARCO DEL SERIO
DENTIERA ROTTA!!!
“Campi natura”
nuova edizione
DAL 9 AL 14 GIUGNO A RICENGO
E DAL 16 AL 21 GIUGNO A CASALE
di ANGELO MARAZZI
A
nche per la prossima estate il presidente
del Parco del Serio Dimitri Donati e il
consigliere Basilio Monaci puntano su una
nuova edizione dei Campi Natura.
I primi due si terranno nel tratto cremasco
del Parco, rispettivamente dal 9 al 14 giugno,
alla cascina Valseriana, in frazione Castello
nel Comune di Ricengo; e dal 16 al 21 giugno al Centro Parco “Salice Bianco” a Casale Cremasco.
Gli altri due in terra bergamasca: dal 23 al
28 giugno, presso l’Orto Botanico del Parco,
in frazione Pascolo di Romano di Lombardia; e all’Oasi Verde 1 di Seriate, dal 30 giugno al 5 luglio.
La quota per l’iscrizione a una settimana è
di 85 euro, comprensiva di 5 pasti a mezzogiorno e la cena del venerdì sera.
Sono inoltre previsti “Mini campi”: dal
30 giugno al 25 luglio per tre mattine a settimana a Grassobbio, presso la “ex Cascina”
Ghezzi (per informazioni e iscrizioni: ufficio Cultura del Comune di Grassobbio tel.
035 3843481, e-mail [email protected]).
Costo: 55 euro per non residenti e 30 per i
residenti.
E “Campi Natura” al Museo dell’acqua
di Casale Cremasco organizzati da A.D.M.
“Siamo tutti esplora Jones… sul Serio !”: dal
23 al 27 giugno e dal 1 al 5 settembre (tutte
le info sul sito Internet www.assodidatticamuseale.it/ADM/ e-mail [email protected]; tel. 02 88463337). Costo: 120 euro.
“Abbiamo voluto riconfermare anche
quest’anno l’organizzazione di settimane
immersi nell’ambiente per scoprirne gli ambienti e conoscere gli animali e le piante che
vivono al suo interno. Un’occasione unica –
sottolinea il presidente Donati – per trascorrere una vacanza a pochi metri da casa, nel
verde del Parco del Serio.”
“Un ringraziamento particolare – aggiunge
Monaci – va all’Associazione Popolare Crema per il Territorio, che anche quest’anno ha
voluto riconfermare la propria fiducia al Parco, co-finanziando l’iniziativa. Siamo lieti anche che grazie alla nuova gestione del centro
parco ‘Museo dell’Acqua’ di Casale Cremasco da parte dell’Associazione Didattica Museale saranno proposte due nuove settimane.”
RIPARAZIONE
IMMEDIATA
Pulitura, lucidatura
rimessa a nuovo protesi mobili
Per tutti un utile OMAGGIO telefonando allo
0373•83385
RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO
CREMA: Via Podgora, 3 (zona Villette Ferriera)
Il Museo dell’acqua di Casale Cremasco
Le attività pratiche proposte andranno
dall’analisi della qualità dell’acqua, ai laboratori creativi, ai percorsi avventura in bici, ai
trekking a piedi, all’orienteering; non mancheranno giochi e momenti di svago.
Le attività sono dedicate ai bambini dai 7
ai 13 anni. La “tana” dove potersi riposare
e ristorare saranno delle tende che permetteranno di stare all’asciutto anche in caso di
pioggia.
I pranzi saranno forniti caldi sul posto a
mezzogiorno. Sarà organizzata una festa
nell’ambito della serata di venerdì per scoprire il fascino di una notte “fuori casa”, che si
concluderà con un pernottamento muniti di
sacco a pelo.
Molte attività saranno svolte all’aperto
– avvertono gli organizzatori – e quindi bisognerà vestire con abiti e scarpe comode
e portare giacca impermeabile, cappello e
zainetto.
Le settimane si svolgeranno su turni di 5
giorni dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle
17.30, a seguire è previsto il pernottamento
venerdì sera e la conclusione del campo il
successivo sabato mattina.
METALMECCANICI
La ripresa? 1° trimestre
dell’anno ancora negativo
I
l segretario generale della
Fim-Cisl asse del Po – Cremona, Mantova, Lodi – Omar
Cattaneo analizza i dati relativi
all’andamento delle aziende metalmeccaniche nei diversi ambiti
territoriali in questo primo trimestre dell’anno. E la situazione si
conferma purtroppo ancora negativa.
Questo il quadro del Cremasco: le aziende del settore metalmeccanico che son ricorse
alla Cig in deroga sono state 16,
nelle quale i lavoratori coinvolti
son stati 63 su un totale di 85, per
28.692 ore richieste. Una sola ha
chiesto la cassa integrazione straordinaria per tutti i 35 dipendenti
su una durata di 52 settimane.
Un paio han messo in mobilità
Installazione e riparazione
di zanzariere,
tende da sole, tende da interno,
veneziane, tapparelle
e porte a soffietto.
I DATI COMMENTATI
DA OMAR CATTANEO
SEGRETARIO GENERALE
FIM-CISL ASSE DEL PO
Omar Cattaneo, segretario
generale Fim-Cisl asse del Po
12 dipendenti sui 130 totali. In 14
invece quelle che han richiesto la
Cig ordinaria per 175 settimane,
con coinvolti 283 lavoratori su
294 complessivi. Una ha ricorso
al contratto di solidarietà coinvolgendo tutti i 35 dipendenti.
“Ormai non fa più notizia –
osserva Cattaneo – ma le cose
continuano a peggiorare. Dati
allarmanti, che non lasciano presagire nulla di buono per il 2014.
Eppure qualcuno parla di ripre-
sa, ma nel nostro territorio questi
segnali non si vedono.”
“Penso che sia il momento più
buio di sempre e tutto sembra
non servire. Non esistono ricette
precostituite – sostiene il segretario Fim-Cisl – ma importa solo
rimboccarsi le maniche. Più volte
si è detto che è necessario affrontare di petto i problemi e allora
facciamolo, finalmente.”
“Perché – aggiunge in termini
di proposta – non attivarci per
promuovere una contrattazione
territoriale in grado di rendere
il nostro territorio attrattivo? È
necessario operare in questo senso, evidenziando e costruendo
tutti insieme i presupposti per un
cambiamento, che deve essere
radicale nell’agire, nel pensare,
nell’educare a una dignità del
lavoro.”
“Ci si deve mettere in discussione, muoversi con altri parametri, essere imprenditori virtuosi e
sindacati – aggiunge senza farsi
sconti – in grado di trovare soluzioni che da un lato mantengano
l’occupazione e dell’altro sviluppino in un piano d’azione territoriale che si fonda sullo sviluppo
di nuovi meccanismi di welfare,
di conciliazione tempi famiglia
lavoro, di flessibilità vera di orario di lavoro, di part time, di patto generazionale fra chi è vicino
alla pensione e giovani in attesa
di occupazione. Il tutto nell’ottica di permettere al territorio di
potere creare le condizioni per
promuovere nuovi investimenti.
Tutto ciò con l’obiettivo più
generale di creare una vera contrattazione dell’intero tessuto
industriale, al di là del settore
merceologico con l’impronta e
l’impegno delle confederazioni.
Via Garibaldi, 7 - Tel. 0373 238146 - Cell. 335 6262490
26010 CAPERGNANICA (CR)
L’UOMO NON INSEGUE PIÙ SEMPLICEMENTE LA MODA
MA CERCA UN SUO STILE PERSONALE
SCELTA DI STILE
FORMEN
ABBIGLIAMENTO MASCHILE
1
e GIOVEDì
27 APRILE
IO
G
IG
R
DOMENICA
E
POM
APERTO IL
CREMA
GALLERIA V. EMANUELE, 5
(PIAZZA ALDO MORO)
Agenzia
Investigativa
security
Aziendale
...Tecnica, astuzia e capacità
al servizio della Verità.
Informazione Pubblicitaria
N
uova Ford EcoSport è intelligente, funzionale,
potente ed efficiente. Dotata del sistema SYNC
con AppLink®, che consente di accedere alle App
dello smartphone, è diversa dal solito SUV: un vero e
proprio Smart Utility Vehicle
Basta uno sguardo per capire che ogni dettaglio di
Nuova Ford EcoSport è stato progettato per uno scopo preciso. L’altezza dal suolo elevata, le protezioni
anteriori e posteriori e la ruota di scorta posizionata
sul retro sono alcune delle caratteristiche che la rendono unica.
Oltre a consentire l’accesso alle App preferite dello smartphone, la tecnologia SYNC con AppLink®
permette di effettuare e ricevere chiamate e di controllare la musica con l’uso della voce. Quando si riceve
un SMS, è sufficiente pronunciare un comando vocale e il SYNC lo leggerà a voce alta.
Ford EcoSport è anche dotata di una serie di tecnologie per rendere la guida sempre più sicura, confortevole e piacevole. I motori di ultima generazione
disponibili offrono poi una combinazione ideale tra
prestazioni, efficienza e consumi ridotti. Il nuovo e
rivoluzionario motore benzina EcoBoost da 1.0 litri
e 3 cilindri sviluppa tutta la potenza di un 1.6 benzina convenzionale, riducendo i consumi fino al 24% e
La nuova Ford EcoSport
abbassando le emissioni di CO2 del 25% (solo 125
g/km). Come riconoscimento della tecnologia avanzata e dell’eccezionale efficienza, il motore benzina
EcoBoost ha ricevuto due volte il premio “Engine of
the Year”. Inoltre è disponibile anche un motore benzina 1.5 110CV con cambio manuale o automatico
Powershift.
Tutto questo, aggiunto ad interni flessibili e silenziosi, con tanti, ingegnosi vani portaoggetti, dà vita
ad un SUV non soltanto progettato per la giungla urbana, ma costruito per evitarla.
Scopri di più su Ford EcoSport alla concessionaria
RS Auto di Crema.
News della Giunta
comunale
a Giunta comunale di
L
Crema nella seduta di
martedì ha approvato, tra
gli altri, i seguenti punti
all’odg:
1. patrocinio alla 2a
edizione della marcia podistica a scopo benefico
“Aperunning” il 5 giugno
prossimo;
2. adozione del piano
attuativo
residenziale
presso i Sabbioni denominato “Via Camporelle
29” conforme alle previsioni del Pgt (PE n.
4742013);
3. elezioni del Parlamento Europeo, determinazione spazi destinati
alle affissioni per propaganda elettorale e disposizioni per utilizzo delle
sale e piazze durante le
campagna elettorale;
4. patrocinio a “Il Nuovo Torrazzo” per la realizzazione di una targa in
memoria dell’Olocausto.
Indagini Difensive
➢indagini per difesa penale
➢investigazioni private
➢indagini commerciali
➢competitive intelligence
➢security audit
➢controspionaggio industriale
➢consulenza security
➢recupero crediti stragiudiziale
e giudiziale
Crema (CR) - via Mazzini n. 19 - Tel. 0373 202644
www.aisainvestigazioni.it
Nuova Ford EcoSport: in anteprima nazionale
alla RS Auto di Crema
MAGGIO
[email protected]
FALEGNAMERIA
Bolzoni Samuele
•
Portoncini blindati - Porte interne
• Arredamenti su misura
• Sostituzione di porte
e serramenti senza opere murarie
• Serramenti legno-alluminio
Sostituzione dei vecchi serramenti
con
e
RISPARMIO ENERGETICO
RECUPERO FISCALE DEL 65%
grazie agli incentivi statali.
PAGAM
ENT
A RATE
I
ESPOSIZIONE
CREMA - Via Cadorna 33 - Tel. 0373 259699
Orari apertura: DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ 9.30 - 11.30
FALEGNAMERIA:
via Cremona, 44 - Crema - Tel. 0373 83472
SABATO 26 APRILE 2014
RISORSE ASL
CORSO
Ridistribuzione,
si chiede equità
INVIATA UNA LETTERA ALL’ASSESSORE
REGIONALE MARIO MANTOVANI
L
o scorso marzo si è svolto a Crema un
incontro tra il sindaco Stefania Bonaldi,
il direttore generale dell’ASL di Cremona
Gilberto Compagnoni e il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Crema Luigi
Ablondi. In quell’occasione è stato affrontato uno dei principali ambiti di debolezza
del Cremasco, sul piano
delle risorse, che riguarda
il dipartimento di Salute
mentale, in particolare il
Centro psico sociale, e la
Neuropsichiatria infantile.
Per la psichiatria la disparità di risorse dipende
da una maggiore presenza
storica di istituzionalizzazioni nell’area cremonese,
circostanza che determina
ancora oggi una differenziazione nella distribuzione dei fondi, a fronte di un orientamento sanitario cremasco che da tempo
punta molto invece sulla cura domiciliare
dei propri pazienti
Il sindaco di Crema Stefania Bonaldi, per
dare concreto e immediato riscontro a quan-
A
L’assessore regionale alla
Sanità, Mario Mantovani
to anticipato nell’incontro di marzo, raccolto il sostegno formale di altri primi cittadini
del circondario, ha inviato all’assessore regionale alla Sanità Mario Mantovani una
lettera in cui si richiede un interessamento
finalizzato a favorire una migliore ridistribuzione delle risorse nel nostro territorio.
“Chiediamo all’assessore – spiega il sindaco
Bonaldi – un intervento
nei confronti delle competenti direzioni generali
delle aziende ospedaliere
e dell’ASL provinciale,
affinché partano azioni di
riequilibrio nell’area della
Psichiatria della Npi, che
consideriamo
assolutamente prioritaria. Senza
dimenticare la residenzialità per anziani,
dove peraltro sappiamo essere in corso valutazioni e modifiche di prospettiva a livello
regionale.”
Nella lettera i primi cittadini auspicano
anche un incontro con l’assessore regionale
e i suoi più stretti collaboratori, rivolto a so-
Il sindaco di Crema,
Stefania Bonaldi
stenere la rapida necessità di intervento.
“Senza una decisa azione dall’alto il rischio è che la spesa storica venga stratificata
e che nuovi bisogni non vengano mai letti,
perché mai serviti e mai gestiti”, osserva il
sindaco di Crema. “A maggior ragione ritengo importante l’incontro con l’assessore
Mantovani e i sindaci del territorio, ora che,
accanto al tema della redistribuzione delle
risorse nel settore sanitario e socio sanitario,
si rincorrono nuove voci sulla riforma sanitaria lombarda e sul rischio della perdita di
autonomia dell’Ospedale di Crema.”
“Ipotesi, questa, che la nostra amministrazione e che il territorio – sostiene con forza
Stefania Bonaldi – reputano inaccettabile e
non suscettibile di alcuna soluzione mediatoria. L’esempio della distribuzione delle
risorse dell’ASL è evidente: più i centri di
direzione e distribuzione delle risorse si allontanano, più diventa difficile per i presidi
‘periferici’ mantenere i livelli di servizio, di
qualità, di risposta ai bisogni dei cittadini
e l’investimento delle risorse sul territorio.
Anche queste ragioni porteremo all’assessore Mantovani.”
Museo: s’inaugura la Sezione di arte moderna e contemporanea
S
Una delle sale predisposte per la nuova sezione
La sezione dedicata allo scorso secolo vanta
anche una significativa presenza di pittori locali quali i numerosi esponenti della famiglia
Bacchetta, Francesco Arata, Giannetto Biondini, Carlo Martini ed Enrico Fayer.
Eterogeneo o prestigioso, dunque, il patrimonio artistico che i visitatori possono già ammirare da domani nelle rinnovate sale dedicate
alla sezione di arte moderna e contemporanea.
Il curatore dell’esposizione ha scelto di privilegiare la semplicità delle soluzioni espositive senza però sacrificare in alcun modo la valorizzazione estetica delle opere esposte.
Per rendere più leggibile l’esposizione è stato studiato un nuovo sistema di segnaletica sia
Mulino d’oro a Santa Maria
S
i scaldano i motori, nel quartiere di Santa Maria della Croce, per la terza edizione del “Mulino d’oro”, manifestazione canora organizzata e ideata da Luca Angelini, che si avvale di un nutrito staff di collaboratori per quest’evento che sta
diventando un appuntamento fisso nel panorama musicale di
casa nostra.
L’appuntamento è per questa sera sabato 26 aprile alle ore 21
presso il palco del teatro dell’oratorio parrocchiale, dove 15 tra
cantanti e cantautori si sfideranno all’ultima nota per aggiudicarsi il primo posto nella competizione, che sin dalla prima
edizione è piaciuta al pubblico e a chi si è esibito.
Fuori gara si potrà assistere anche a tre esecuzioni di altrettanti baby cantanti del Cremasco. Non sarà della gara la plurivincitrice Francesca Grassi Scalvini, voce che ha fatto il pieno
di applausi sin dagli esordi dell’evento. I partecipanti della terza replica del concorso sono tutti cremaschi, all’infuori di una
concorrente di Albino (Bergamo): si esibiranno su basi musicali o accompagnati dalla chitarra acustica.
Rinnovata la giuria che assegnerà i riconoscimenti, il “Mulino d’oro” e un premio alla critica intitolato alla memoria di
Paolo Panigada (il Feiez di “Elio e le storie tese”, che era originario proprio di S. Maria): sarà consegnato dalla sorella a capo
dell’associazione omonima.
Con lei a giudicare i cantanti Francesco Zuvadelli, musicista
e insegnante al “Folcioni” (presidente), Giorgio Marchetti e
Andrea Zenone, musicisti cremaschi, Jessica Sole Negri, cantante e insegnante al “Folcioni”. Buona serata e... che vinca
il milgiore.
LG
per l’orientamento sia a didascalia delle opere.
“Non posso che ringraziare di cuore – commenta l’assessore alla Cultura Paola Vailati
– tutte le persone che hanno messo a disposizione la loro professionalità e competenza per
collaborare con l’amministrazione nell’arrivare a questo importante risultato per la città di
Crema. Di concerto con l’associazione Il Ghirlo, che ringrazio, ritengo questo nuovo assetto
espositivo incentivante alla fruizione del Museo da parte dei visitatori. La nuova sezione
è bellissima e prestigiosa, sono estremamente
lieta di poterla inaugurare. È stato davvero un
lavoro sinergico quello alla base della realizzazione di uno dei nostri desideri più importanti:
la riapertura e il potenziamento dello spazio
dedicato all’arte più recente. Perché riqualificare il principale contenitore culturale cittadino significa soprattutto valorizzare il nostro
patrimonio identitario territoriale.”
Il museo, dal 10 aprile scorso, è aperto nei
seguenti orari: lunedì chiuso; martedì solo il
pomeriggio, dalle 14 alle 17.30; mercoledì e
giovedì dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 17.30;
venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 17.30;
sabato dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30.
Domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle
15.30 alle 17. Chiusura il lunedì e martedì matino. Ultimo ingresso: 20 minuti prima della
chiusura.
INTERMEETING LIONS: ospite l’avv. Della Valle
N
9
Donna Sicura, si passa
a un livello più alto!
IL DIPARTIMENTO
DI SALUTE MENTALE
DEL DISTRETTO
CREMASCO
È PENALIZZATO
abato 3 maggio prossimo, il Museo di Crema e del Cremasco inaugura la Sezione di
arte moderna e contemporanea (SAM).
L’appuntamento per il taglio del nastro
è alle ore 17, in piazzetta Winifred Terni de
Gregorj.
Sinergico l’intenso lavoro che ha permesso
la riapertura dello spazio: da un lato l’importante impegno economico da parte del Comune di Crema, dall’altro la convenzione stipulata con l’associazione Artisti & Associati,
guidata da Mario Fraschini. Un’alchimia che
ha visto anche la collaborazione professionale
dell’architetto Carlo Schira, e la consulenza –
nella scelta delle opere da esporre – del professor Cesare Alpini, critico d’arte e conoscitore
della storia artistica del Cremasco.
Tutte le operazioni che hanno portato alla
riapertura sono state condotte sotto la supervisione della Soprintendenza per i Beni Storici
Artistici ed Etnoantropologici delle province
di Mantova, Brescia e Cremona, in capo alla
dottoressa Renata Casarin.
Nella SAM sono esposte opere di importanti artisti cremaschi dell’Ottocento, quali i
pittori Angelo Bacchetta ed Eugenio Giuseppe
Conti e di scultura di Amos Edallo (tra i padri
fondatori dello stesso Museo cremasco), Enrico Girbafranti ma anche di Achille Barbaro,
uno dei più fulgidi artisti del Novecento locale.
La Città
ell’intermeeting d’aprile dei Lions club Crema Host, Pandino
Gera d’Adda Viscontea e Crema Gerundo è stato ospite relatore l’avvocato Raffaele Della Valle – ben noto per l’impegno profuso
come penalista in molti processi importanti e in particolare per l’appassionata attività difensiva prestata in favore di Enzo Tortora – che
ha sviluppato il tema “L’ingerenza dei media sui processi penali”.
Nel suo intervento ha presentato un quadro piuttosto sconfortante
della giustizia penale italiana, dove in virtù di un malinteso principio di libertà di stampa, l’ingerenza di alcuni mass media, l’assoluto
disprezzo del segreto investigativo, l’esecuzione in diretta Tv di ordinanze di custodia cautelare e la divulgazione di intercettazioni telefoniche fanno di ogni indagine uno spettacolo e trasformano l’indagato
in condannato ben prima dello svolgimento del processo. L’humus su
cui è germogliato e si è sviluppato questo malcostume è rappresentato
da varie circostanze tra le quali le più rilevanti sono il vuoto legislativo
lasciato dalla politica, la cultura personalistica di una parte di coloro
che sono istituzionalmente incaricati di applicare le leggi, la disponibilità di alcuni pubblici ministeri a rilasciare informazioni invece
riservate e la scarsa deontologia di chi presenta come fatti conclamati
semplici ipotesi sprovviste di alcun circostanziato elemento di sostegno. In queste circostanze, si è chiesto retoricamente l’avvocato Della
Valle, quale strategia può adottare l’avvocato difensore per tutelare il
suo assistito? Cosa si dovrebbe fare per arginare il fiume delle notizie
che fuoriescono e danneggiano le persone e le loro famiglie? Siamo sicuri che tutte queste notizie divulgate non finiscano con l’influenzare
i giudici, compromettendone l’autonomia e l’imparzialità?
Forse l’introduzione di norme sulla responsabilità oggettiva per
mancata vigilanza delle informazioni coperte dal segreto istruttorio
potrebbe contenere la questione, ma ad avviso dell’avvocato Della
Valle il problema cruciale non è quello di una scarsa adeguatezza della normativa vigente, ma la cultura di una parte di coloro che sono
chiamati ad applicarla.
partire da martedì 6 maggio il Progetto “Donna Sicura”
compirà un altro passo in avanti. Dopo il primo Corso Livello Base, attivato a gennaio, e la riproposizione dello stesso a
marzo, per dare la possibilità a tutte le donne del Cremasco di
poter imparare teorie e tecniche fondamentali dell’autodifesa, il
Progetto “Donna Sicura” continua a offrire possibilità e opportunità di crescita.
La psicologa dott.ssa Sara Varone, che ha illustrato il linguaggio
del corpo dell’aggressore e dato utili consigli sotto tutti i punti di
vista, e Daniele Ramponi, cintura nera 3° clan di karate, master
di Krav Maga e coordinatore nazionale Fesik per il settore di difesa personale sono stati gli illustri ospiti che hanno impreziosito
il Livello Base. Il passo successivo sarà quello di una migliore
preparazione tecnica alla difesa.
La solida collaborazione tra Polisportiva San Luigi Crema e
Kick Boxing Fighter Crema, la disponibilità degli istruttori, ma
soprattutto l’entusiasmo e la passione delle partecipanti, hanno
indotto i responsabili organizzativi a chiudere la stagione sportiva con il Progetto “Donna Sicura” – Corso 2° livello. A partite
dal 6 maggio dunque, per quattro settimane consecutive (chiusura martedì 27 maggio p.v.) le donne cremasche proveranno a migliorare le proprie doti di combattimento e le proprie abilità nel
krav maga. Confermata la formula vincente che vedrà le iscritte
impegnate nelle serate di martedì, dalle 20 alle 22, presso le palestre del Centro Giovanile “San Luigi” a Crema, al solo costo
di € 30 (trenta).
“Si tratterà di un corso dalla più elevata intensità, sia atletica,
sia di insegnamento: non per niente sarà aperto solamente alle
donne che abbiano conseguito il Livello Base del nostro percorso”, ci ha spiegato Daniele Castellucchio. “Lo scopo del Livello
Base era quello di infondere nelle iscritte i rudimenti dell’autodifesa, come comportarsi in situazioni di pericolo, come capire ed
evitare situazioni potenzialmente minacciose”, ha detto Dalmazio Sandrini, “Con il 2° Livello, dal punto di vista delle prese e
delle mosse, inizieremo a fare davvero sul serio!”.
Imparare a difendersi è importante, oggi più che mai! Per info
e iscrizioni: Daniele 338 8169181 - Dalmazio 339 1385545 - Fabio 328 0516968 [email protected]
PANTELÙ: un uovo di cioccolato per l’Elo
S
abato mattina, presso il Centro commerciale Gran Rondò,
i Pantelù, capitanati dall’instancabile Renato Stanghellini,
hanno donato un enorme uovo di Pasqua ai rappresentanti
dell’Elo, Epilessia Lombardia Onlus, associazione che verrà aiutata anche in futuro con altre donazioni economiche frutto di
altre iniziative organizzate durante l’anno. Da quest’anno l’Elo
è stata riattivata su Crema e ha come obiettivo quello di sostenere le famiglie toccate da questa malattia. Una malattia frequente
che fa ancora molta paura. Proprio per questo l’Elo vuole sensibilizzare le persone e a tal proposito sarà con uno stand in
piazza Duomo, il prossimo 4 maggio, dalle ore 9 alle ore 18, per
dare tutte le informazioni utili a chi vuole saperne di più.
F.Daverio
Concorso Soroptimist d’Italia
I
l Soroptimist Internazional d’Italia ha indetto un concorso per
l’assegnazione di un contributo di 5.000 euro per la pubblicazione di una ricerca scientifica monografica e inedita di una giovane
studiosa italiana o straniera sul tema: Storia e cultura di genere.
Le candidate dovranno inoltrare domanda di partecipazione con
lettera raccomandata, allegando in cinque copie e in carta libera:
curriculum vitae con indicazione degli studi e delle eventuali attività di ricerca scientifica svolte; certificato di laurea ed eventuali
altri titoli di studio conseguiti in Italia e all’estero; la ricerca monografica svolta sul tema indicato nel bando (5 copie su supporto
cartaceo e 1 su supporto digitale); lettera di referenze rilasciata da
un docente o altra personalità dell’ambito scientifico sotto la cui
guida la candidata conduce attività di ricerca o abbia precedentemente studiato o lavorato; elenco eventuali pubblicazioni con indicazione dell’editore, del luogo, dell’anno di pubblicazione e del
numero delle pagine di riferimento; copia di documento di identità;
autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lgs.
n196/2003 ai fini dell’espletamento della selezione.
Nella domanda deve essere indicato il recapito postale per qualsiasi comunicazione riguardante il bando, il numero di telefono e
l’indirizzo e-mail.
Il procedimento di valutazione avverrà, a insindacabile giudizio
a cura della commissione giudicatrice. L’assegnazione del contributo avverrà al momento della stipula del contratto con l’editore
incaricato dal Soroptimist Internazional.
Le domande e gli allegati devono pervenire entro il 1° febbraio
2015 al Segretariato permanente del Soroptimist International d’Italia, via E. Cernuschi 4 – 20129 Milano.
Per informazioni contattare il SEP e-mail [email protected]
La Città
SABATO 26 APRILE 2014
t
e
u
l
a
s
i
o
z
a
p
S
RIFLESSIONE
1° Maggio: anche
non lavorare stanca
Dott. Tommaso Riccardi
medico chirurgo - specialista in neurologia
Malattie neurodegenerative dell’anziano: Parkinson, Alzhemier
Riceve su appuntamento al n. 0373 84975 - Cell. 339 7478573
Studio medico dott.ssa Golfari Maria Giulia
esperta in medicina naturale e nutrizione biologica
Riceve su appuntamento cell. 349 1868192
Ripalta Cremasca - via Civerchio 2
[email protected]
[email protected]
Dott.
di ANDREA BORTOLOTTI*
www.docvadis.it/dottoressagolfarimariagiulia
www.docvadis.it/dottoressagolfarimariagiulia
C
Arancio Francesco
SPECIALISTA
IN OSTETRICIA-GINECOLOGIA
Riceve per appuntamento a Crema via Marazzi n. 8
Tel. 0373 84197 - Cell. 335 6564860
Dott. Gianfranco Beghi
Specialista in Malattie dell’Apparato Respiratorio
Direttore U.O. Riabilitazione Pneumologica e U. O. Riabilitazione Generale Geriatrica
VISITE PNEUMOLOGICHE ED ALLERGOLOGICHE PER ADULTI E BAMBINI
Per appuntamento telefonare al n. 0373 976129
STUDIO PODOLOGICO
Dott.ssa Chiara Caravaggi
Dott.ssa
Chiara Caravaggi
Crema - Via Desti n. 7
☎ 0373 259432 - 338 5028139
Dr. Walter Fontanella
Specialista in Otorinolaringoiatria
CREMA
- VIA CIVERCHI 22
Per appuntamenti 331-8662592
Dott. Fugazza Damiano - DIETISTA
- Diete ipocaloriche personalizzate per patologie, allergie e intolleranze
- Consulenze ed educazione alimentare
- Alimentazione per lo sportivo e in gravidanza
Riceve a Crema e Castelleone - Per appuntamento tel. 320 0553951
Dr
ALBERTO SOLIANI
Specialista
& Ginecologia
Specialista Ostetricia
Ostetricia &
Ginecologia
Dirigente 1° Livello Ospedale di Lodi
Dirigente 1° Livello Ospedale di Lodi
347-2411659
CremaininVia
ViaCiverchi,
Civerchi,20
20
347-2411659 a a
Crema
Dott. BASSO PAOLO
Spec. Ostetricia e Ginecologia
Riceve in via Del Ginnasio n. 28 - CREMA
Tel. 333 3234835 - 0373 83959
VISITE OSTETRICHE E GINECOLOGICHE, ECOGRAFIE
VISITE SENOLOGICHE
3D - 4D
ome è tradizione, in occasione della festività
del prossimo 1° Maggio, la vicina arcidiocesi
di Milano, ha organizzato un momento di preghiera per tutti coloro che sentono l’importanza di
affidare al Signore le sorti del mondo del lavoro,
con una particolare attenzione in questo 2014 a chi
vive l’incertezza di un impiego precario, e ha voluto
utilizzare proprio questo titolo emblematico e rappresentativo dello stato d’animo delle persone nelle
nostre comunità.
Oltre un milione di famiglie nel 2013 non ha portato a casa uno stipendio (+18% nell’ultimo anno),
il ricorso agli ammortizzatori sociali è ancora elevato, le imprese non vedono ancora la luce in fondo
a un tunnel che pare infinito.
Nei giorni scorsi s’è discusso in Parlamento il
decreto legge del Governo Renzi in termini di riorganizzazione della pubblica amministrazione e di
riforme che interessano Mercato del Lavoro e Welfare, incentrato sul Jobs Act, che ha il compito di
andare a “sanare i danni”, o meglio… i difetti, della
Riforma del Lavoro del Governo Monti elaborata
dal ministro Fornero e le successive modifiche e
integrazioni operate dal Governo Letta (ministro
Giovannini).
Il ministro del Lavoro Poletti ha definito gli
obiettivi del Jobs Act sulle modifiche in materia
di nuovi contratti per dare all’impresa strumenti
alternativi per l’ingresso dei dipendenti, sull’apprendistato, sulle agevolazioni per le assunzioni di
giovani lavoratori, su una maggiore flessibilità volta
alla realizzazione, a regime, di un contratto unico
con forme di tutela progressiva e sulle innovazioni.
Il tutto garantendo la libertà di scelta dell’imprenditore, i livelli salariali per i lavoratori e, pure, tenendo
conto nei provvedimenti sulla fiscalità, dei “carichi
familiari”. Addirittura il vice ministro per l’Economia Morando è arrivato a evocare il carcere per chi
non rispetta il salario minimo.
I propositi sono i migliori, ma…, in fondo non
era così anche per i ministri Fornero e Giovannini?
Se leggiamo l’art. 1 della legge Monti-Fornero,
vediamo che era stata concepita per realizzare un
mercato del lavoro inclusivo e dinamico, in grado di
contribuire alla creazione di occupazione, in quantità e qualità, alla crescita sociale ed economica e alla
riduzione permanente del tasso di disoccupazione,
in particolare favorendo l’instaurazione di rapporti
di lavoro più stabili, valorizzando l’apprendistato
come modalità prevalente di ingresso dei giovani
nel mondo del lavoro, ridistribuendo in modo più
equo le tutele dell’impiego, rendendo più efficiente, coerente ed equo l’assetto degli ammortizzatori
- ECOG. MAMMARIA
- APPARATI - DOPPLER
ECOG. DI TUTTI GLI ORGANI
Medico Chirurgo Dr.
Autorizzazione
Autorizzazionen°
n°40/2000
40/2000Prot.
Prot.n.
n.40/II°/AL/an
40/II°/AL/an
e-mail: [email protected]
Specialista in clinica dermosifilopatica
NB:
Il 1° Maggio, che nel calendario liturgico coincide con la festa di S. Giuseppe Lavoratore, la
commissione diocesana per la Pastorale sociale
chiede ai parroci “di riservare durante la celebrazione eucaristica del giorno un momento di riflessione e una preghiera per il mondo del lavoro”.
Riceve per appuntamento: lun. - merc.- ven.- h. 14.30 - 18.00
Riceve per appuntamento al n. 0373 257706
via Mazzini, 65 - Crema
ANTONIA
CARLINO
Medico Chirurgo
Qilongdao Medical SPA
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
via Suor Maria Crocifissa di Rosa, 8/B - CREMA
Direttore sanitario
80343
w Visite ostetrico-ginecologiche
w Ecografie 3D e 4D
medico chirurgo - specialista in OSTETRICIA-GINECOLOGIA
Riceve per appuntamento 347 0195768
Dott. BONARA
MEDICO CHIRURGO
SPECIALISTA IN CARDIOLOGIA
SPECIALISTA IN MEDICINA INTERNA
PSICOTERAPEUTA
Riceve per appuntamento in via Urbino 32,
CREMA • Tel. 0373 / 82202
(si eseguono visite a domicilio)
Largo della Pace, 2 - 26013 Crema (CR)
Medical SPA
SPA
Medical
www.qilongdao.it
Per appuntamenti: 347.0474378 - 327.0442606
0373.630564
Medicina Estetica
Estetica
Medicina
Direttore sanitario
sanitario
Direttore
Dott.Donesana Paolo
Paolo Mario
Mario
Dott.Donesana
www.qilongdao.it
www.qilongdao.it
Medicina Estetica
Tricologia Medica (Cura e benessere capelli)
Dietetica / Intolleranze alimentari
Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese
Ozonoterapia antalgica ed estetica
Massaggi orientali energetici
ALCAT Test
Test per
per intolleranze
intolleranze alimentari
alimentari
ALCAT
Agopuntura ee Medicina
Medicina Tradizionale
Tradizionale Cinese
Cinese
per:
Agopuntura
Chirurgia Rifrattiva Laser ad Eccimeri per:
Protocolli per
per disassuefazione
disassuefazione dal
dal fumo,
fumo,
Protocolli
controllo della
della fame,
fame, ansia,
ansia, insonnia
insonnia
controllo
Medicina antalgica
antalgica (mesoterapia,
(mesoterapia, omeotossicologia)
omeotossicologia)
Medicina
Ozonoterapia antalgica
antalgica ed
ed estetica
estetica
Ozonoterapia
Massaggi: shiatsu,
shiatsu, thai,
thai, filipino
filipino hilot,
hilot, bamboo,
bamboo,
Massaggi:
stone, con
con compresse
compresse di
di erbe
erbe ed
ed olii
olii essenziali
essenziali
stone,
Visite Oculistiche - Visite Ortottiche
SI RICEVE SU APPUNTAMENTO
da lunedì
lunedì aa venerdì
venerdì dalle
dalle 9.00
9.00 alle
alle 12.00
12.00 ee dalle
dalle 14.00
14.00 alle
alle 19.00
19.00 ilil sabato
sabato dalle
dalle 9.00
9.00 alle
alle 12.00
12.00
da
Crema - via Capergnanica, 8/h (zona Ospedale)
Tel. 0373.200520/0373.201767 - Fax 0373.200703
E-mail: [email protected]
[email protected]
E-mail:
AUT
AUT. .PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀSANITARIA
SANITARIANN°°64166
64166DEL
DEL08/10/2004
08/10/2004
s.r.l.
s.r.l.
DANIELE
Dott. Donesana Paolo Mario
Biorivitalizzazione cutanea
cutanea con
con Laser
Laser Co2
Co2 frazionato
frazionato
Resp. Sanitario
Sanitario Dr.
Dr. Marco
Marco Cesarini
Cesarini Biorivitalizzazione
Resp.
Tricologia Medica
Medica (Cura
(Cura ee benessere
benessere capelli)
capelli)
Tricologia
Specialista in
in Oftalmologia
Oftalmologia
Specialista
Dietetica ed
ed educazione
educazione alimentare
alimentare
Dietetica
MIOPIA - IPERMETROPIA
ASTIGMATISMO
[email protected]
VISITE ED ECOGRAFIE OSTETRICO-GINECOLOGICHE
PRONTO SOCCORSO
Largo della
della Pace,2
Pace,2 -- 26013
26013 Crema
Crema (CR)
(CR)
Largo
per app:
app: 347.0474378
347.0474378 -- 327.0442606
327.0442606 -- 0373.630564(segr.tel.)
0373.630564(segr.tel.)
per
CENTROMEDICO
CENTROMEDICO
n gruppo di cittadini del
Cremasco si è autonomamente aggregato e organizzato nel gruppo “Ricicliamali” per creare una rete
di sensibilizzazione sul tema
rifiuti e chiedere alle amministrazioni comunali di adottare atti di indirizzo verso la
massimizzazione del riciclo.
Il primo passo è la richiesta
d’integrazione nel capitolato
tecnico della gara per la Gestione del servizio – che i Comuni hanno deciso di affidare
a Scrp quale stazione appaltante – di specifici punti: 1.
indicare un mandato preciso
a Scrp per indire una gara
d’intenti volta alla valutazione di soluzioni di riciclo, entro il termine ragionevole di 6
mesi; 2. nei metodi di smaltimento si indichi che il ricorso
all’incenerimento sarà ammesso solo fino alla messa in
funzione dell’alternativa; 3.
si tolga ogni riferimento alla
produzione di energia e si introduca la pratica del compostaggio individuale, di prossimità e territoriale; 4. saranno
i Comuni a individuare gli
impianti di trattamento; 5.
divieto assoluto di miscelazione di rifiuti già conferiti
dagli utenti in maniera differenziata; 6. prevedere la possibilità dei Comuni di variare
unilateralmente le modalità
di servizio e conferimento,
passare a “tariffa puntuale’’
entro fine 2014.
Il gruppo ha già scritto a
tutte le amministrazioni del
territorio, senza però ricevere
alcun riscontro. Per cui il timore è che i consigli comunali adottino l’attuale versione
di capitolato tecnico. E torna
perciò a cercare di sensibilizzare i cittadini perché abbiano
consapevolezza che “i rifiuti
sono di proprietà dei cittadini, sono una nostra risorsa, e
pretendiamo che vengano gestiti al meglio, minimizzando
costi, impatto ambientale e
favorendo nuove opportunità.
Più voci chiedono, più è possibile che ci ascoltino!”.
Per ulteriori informazioni
si possono contattare: ricicli.
[email protected],
https://
www.facebook.com/ricicliamali, sito web: https://sites.google.
com/site/ricicliamali/
D.ssa Giovanna Stellato
Bassi Mauro
Visite ostetrico - ginecologiche
Ecografie - 3D e 4D
via Diaz, 32 - CREMA
Tel. 0373 / 82357
tel. 0373
* a nome della Commissione
diocesana per la Pastorale sociale
Dott.ssa M.G. Mazzari
medico chirurgo
Specialista in ostetricia e ginecologia
Medico Chirurgo
Dermatologo
Dott.ssa
sociali e delle politiche attive in una prospettiva di
universalizzazione e di rafforzamento dell’occupabilità delle persone, contrastando usi elusivi di obblighi contributivi e fiscali, promuovendo una maggiore inclusione delle donne nella vita economica,
favorendo nuove opportunità di impiego ovvero di
tutela del reddito per i lavoratori ultra cinquantenni
in caso di perdita del posto di lavoro, promuovendo
modalità partecipative di relazioni industriali al fine
di migliorare il processo competitivo delle imprese.
Le modifiche Letta-Giovannini e Renzi-Poletti
probabilmente non sono e non saranno, allora, “rivoluzionarie”! Concedetemi di potere pensare che
continuiamo a cucinare un piatto per il quale la ricetta, quella “vera”, non esiste ancora.
Il ministro Poletti ha già messo le mani avanti
dicendo che il 2014 sarà ancora un anno difficile
per l’occupazione: “Scontiamo crisi aziendali di 3 o
4 anni fa”. Già! È bene sottolinearlo: la situazione
attuale dipende principalmente da una crisi economica che, negli ultimi anni, ha visto una perdita di
posti di lavoro enorme e, quel che è peggio, la capacità delle imprese di potersi rivolgere a un mercato
ricettivo non è un problema di concorrenza o di
costo del lavoro. Manca il mercato!
È tutto inutile allora? No! Non facciamoci prendere dallo sconforto o da facili entusiami. Allacciamo le cinture di sicurezza e, restando attaccati alla
realtà, reagiamo agli eventi, positivi e non, rimanendo vicini alle persone che ci stanno accanto, sostenendole nelle difficoltà, incitandole nel reagire e
ricordando a tutti ogni giorno che il lavoro è diritto
elementare per la realizzazione della persona ed è
fondamento di tutta la società
Come comunità cristiana, lavoriamo per fare
comprendere il senso vero del lavoro, che rimane
tale anche quando non c’è e, attraverso il linguaggio
della preghiera che la Chiesa sente proprio, sosteniamo la speranza che nasce dalla fede in Gesù Cristo.
Non lavorare stanca, è vero, ma permettetemi di
chiudere questo pensiero con le parole che fanno
da esortazione in occasione della veglia della Chiesa ambrosiana e cioè che l’essere cristiani ci porta a
credere che per ogni uomo ci sia ancora un pertugio di luce che si apre al futuro.
Specialista in
in Chirurgia
Chirurgia Generale
Generale -- Master
Master Universitario
Universitario di
di IIII livello
livello in
in Chirurgia
Chirurgia Plastica
Plastica Estetica
Estetica
Specialista
Visita Chirurgia Generale - Visita Senologica
Asportazione ambulatoriale lesioni cutanee (nei e cisti)
TRESCORE CREMASCO c/o Poliambulatorio sant’Agata, via Alzeni, 39 - Tel. 0373 273054
(ex ancelle)
ancelle) via Medaglie d’Oro - Tel. 0373 84975
CREMA c/o Poliambulatorio Medicina Domani (ex
DOTT. ALDA PILONI
Ricicli-amali
RICCARDI
U
VUOLE ANDARE
A SINISTRA
IN ALTO
Autorizzazione
Autorizzazionen°
n°41/2000
41/2000Prot.
Prot.n.
n.41/II°/AL/an
41/II°/AL/an
10
Open day
day informativo
informativo
Open
20-21-22-23 gennaio
gennaio 2012
2012
20-21-22-23
in occasione
occasione del
del Capodanno
Capodanno Cinese
Cinese
in
Anno del
del Drago
Drago
Anno
Protocolli di agopuntura e auricoloterapia
per la disassuefazione dal FUMO,
CONTROLLO FAME, ANSIA, INSONNIA
Musica per il tuo sorriso
ODONTOIATRICO
Aperto tutti i giorni dalle 8,00 alle 20,00
388 4222117
Il TEAM di PROFESSIONISTI del tuo
territorio SEMPRE AL TUO FIANCO
Dott. Barbati
Barbati Sante
Sante
·· Dott.
Tel. 0373
0373 86709
86709
Crema Tel.
Crema
Dott. Carlino
Carlino Enrico
Enrico
·· Dott.
Tel. 0372
0372 24450
24450
Cremona Tel.
Cremona
Dott. Carlino
Carlino Massimo
Massimo
·· Dott.
Tel. 0372
0372 460125
460125
Cremona Tel.
Cremona
Dott. De
De Micheli
Micheli Federica
Federica
·· Dott.
Tel. 0372
0372 30212
30212
Cremona Tel.
Cremona
Dott. Della
Della Nave
Nave Cesare
Cesare
·· Dott.
Casalmorano Tel.
Tel. 0374
0374 374056
374056
Casalmorano
Dott. Duchi
Duchi Lorenzo
Lorenzo
·· Dott.
Tel. 0372
0372 410290
410290
Cremona Tel.
Cremona
Dott. Fiorentini
Fiorentini Anna
Anna
·· Dott.
Tel. 0373
0373 257766
257766
Crema Tel.
Crema
Dott. Flora
Flora Francesco
Francesco
·· Dott.
Tel. 0372
0372 451611
451611
Cremona Tel.
Cremona
Dott. Furlani
Furlani Paolo
Paolo
·· Dott.
Tel. 0372
0372 411234
411234
Cremona Tel.
Cremona
Dott. Ghilardi
Ghilardi Lanfranco
Lanfranco
·· Dott.
Tel. 0372
0372 412786
412786
Cremona Tel.
Cremona
Dott. Grassi
Grassi Gianluca
Gianluca
·· Dott.
Cremona Tel.
Tel. 0372
0372 452788
452788
Cremona
Dott. Guerrini
Guerrini Ermanno
Ermanno
·· Dott.
Tel. 0372
0372 457721
457721
Cremona Tel.
Cremona
Dott. Pelagatti
Pelagatti Saverio
Saverio
·· Dott.
Tel. 0372
0372 22407
22407
Cremona Tel.
Cremona
Dott. Pini
Pini Mauro
Mauro
·· Dott.
Tel. 0372
0372 412167
412167
Cremona Tel.
Cremona
Dott. Sanella
Sanella Massimo
Massimo
·· Dott.
Tel.
0373
31994
Crema
Crema Tel. 0373 31994
Dott. Sangalli
Sangalli Michele
Michele
·· Dott.
Tel. 0373
0373 94584
94584
Dovera Tel.
Dovera
Dott. Santarsiero
Santarsiero Angelo
Angelo
·· Dott.
Soresina
Tel.
0374
342666
Soresina Tel. 0374 342666
·· Dott.
Dott. Serventi
Serventi Ferruccio
Ferruccio
Tel. 0372
0372 457355
457355
Cremona Tel.
Cremona
Dott. Tartari
Tartari Elisabetta
Elisabetta
·· Dott.
Tel.
0372
457745
Cremona
Cremona Tel. 0372 457745
www.associazionedentistidelcremonese.it
sabato 26 aprile 2014
11
PASQUA: LE CELEBRAZIONI DEL VESCOVO
Una luce donata
e da annunciare
di GIAMBA LONGARI
D
opo il lungo periodo quaresimale, dopo i giorni della
Passione e dopo il silenzio del
Sabato Santo, è risuonato forte in
ogni comunità cristiana e in ogni
cuore il canto dell’alleluia: il Signore è risorto!
In Cattedrale a Crema, il
vescovo Oscar ha presieduto la
Veglia pasquale e il Pontificale
della domenica di Pasqua. La
suggestiva celebrazione della tarda
serata del Sabato Santo è iniziata
sotto il portico dell’Episcopio con
la benedizione del fuoco nuovo
e l’accensione del cero, simbolo
del Cristo luce del mondo: come
da tradizione, poi, il Vescovo
è entrato nella Cattedrale buia
portando il cero, mentre l’accolito
cantava tre volte: Cristo luce del
mondo. Dopo l’intronizzazione del
cero e la sua incensazione, l’accolito ha cantato il preconio che
annuncia la Risurrezione di Gesù.
È seguita la lettura della Parola di
Dio: il racconto della Creazione,
del sacrificio di Isacco quando
l’angelo fermò il braccio del padre
Abramo; del passaggio del popolo
ebraico tra le acque del Mar
Rosso, profezia del Battesimo;
un brano del profeta Ezechiele.
Quindi il solenne canto del Gloria
con il suono delle campane e l’accensione di tutte le luci; un brano
della lettera ai Romani di san
Paolo, l’alleluia solenne – dopo
quaranta giorni nei quali era stato
taciuto – e, infine, la proclamazione del Vangelo della Risurrezione
di Gesù.
Nell’omelia, monsignor Cantoni ha detto che, ogni anno, la
Quaresima ci prepara sempre meglio a seguire il Signore perché, ha
aggiunto, “l’uomo, che giace nelle
tenebre e nell’ombra di morte, è
attirato dalla luce, unico rimedio
per vivere consapevolmente,
realizzando in pienezza la nostra
umanità. In questa santissima
notte, siamo stati attratti dalla
luce del cero pasquale, simbolo di
Cristo risorto che ci fa dono della
sua luce se lo vogliamo, se riconosciamo umilmente che senza di lui
viviamo nell’oscurità della notte.
Riconosciamo le nostre doppiezze
e il nostro peccato: Cristo crocifisso e risorto ci salva dalle nostre
tenebre e ci viene incontro con la
sua luce, una luce che progressivamente si propaga”.
Con le letture proclamate, ha
continuato il vescovo Oscar, Dio
ha illustrato a tutti quel disegno
che, fin dalla Creazione, ci ha salvato. “Sembrava che con la morte
di Gesù tutto fosse finito e invece
il Padre lo ha risuscitato. Ed egli
affida a umili donne la straordinaria notizia della sua risurrezione.
Il Signore ha confermato i suoi
deboli discepoli per essere suoi
testimoni: anche noi, discepoli
dell’ultima ora, siamo chiamati a
portare e testimoniare nel mondo
la gioia del Vangelo”.
La Veglia è continuata con la
liturgia battesimale: monsignor
Cantoni ha innanzitutto benedetto
l’acqua per la celebrazione del
Battesimo, quindi i fedeli hanno
rinnovato le promesse battesimali
e alla fine il celebrante ha benedetto tutti con l’acqua a ricordo appunto del Battesimo, mentre ogni
fedele teneva in mano una candela
accesa. La Messa è poi proseguita
normalmente. Al termine, la benedizione solenne e il doppio alleluia
al saluto di congedo.
Il mattino di Pasqua, alle ore
11, il Vescovo ha presieduto il
Pontificale e nell’omelia ha ripreso
un’espressione della prima lettura
– gli Atti degli Apostoli – con
una parte del discorso di Pietro
ai pagani di Cesarea. “Anche a
noi è chiesto, come a Pietro – ha
detto il vescovo Oscar – di portare
senza esitazione il Vangelo alle
persone con cui ciascuno ha a che
fare, tanto ai più vicini quanto agli
sconosciuti, innanzitutto entrando
con rispetto e con amicizia nella
loro storia personale; quindi,
ricordando loro l’annuncio fondamentale: l’amore personale di
Dio che si è fatto uomo, ha dato
se stesso per noi e, vivente, offre
la sua salvezza e la sua amicizia.
A noi non spetta il compito di
spiegare come è avvenuta la risurrezione, ma di annunciare come la
risurrezione di Cristo ha trasformato la nostra vita, l’ha resa più
bella, più completa, più umana.
Una vita degna e piena: è questo il
desiderio che Dio ha per noi e per
ogni uomo; questa è la vita nuova
nello Spirito che sgorga dal cuore
di Cristo risorto”.
Tre momenti della solenne Veglia pasquale del Sabato Santo:
il rito del fuoco nuovo, la proclamazione del Vangelo
e la benedizione dell’acqua durante la liturgia battesimale
AZIONE CATTOLICA DIOCESANA - CREMA
Al via il tempo estivo: proposte di campiscuola per tutte le età
L
e équipe diocesane sono al lavoro per
organizzare al meglio il tradizionale momento di condivisione e incontro caratteristico dei campiscuola estivi proposti dall’Azione Cattolica. Alcuni dettagli sono ancora da
definire, ma è tempo di cominciare a invitare: “Quelli che troverete, chiamateli” è il versetto
guida di quest’anno associativo, versetto che
l’AC intende fare ancor più suo nell’ultimo
periodo dell’anno, tempo di missione e testimonianza.
Ecco alcune proposte. L’Azione Cattolica
dei Ragazzi ha come sede dei campiscuola la
Casa Alpina Cremasca di Avolasio (Bg), con
le seguenti date: 30 giugno-7 luglio (quinta
elementare), 7-14 luglio (prima e seconda
media), 14-21 luglio (prima e seconda media), 21-28 luglio (terza media), 28 luglio-4
agosto (prima e seconda media). Il costo è di
195 euro e le iscrizioni si ricevono da subito:
per informazioni, l’indirizzo di posta elettronica è [email protected]
Il Settore Giovani, invece, propone due
campi: dal 24 al 27 luglio (per terza, quarta e
quinta superiore) a Rimini con l’Associazione Papa Giovanni XXIII; dal 4 all’11 agosto
ad Avolasio (per prima e seconda superiore).
Per Rimini il costo è da definire, mentre per
Avolasio è di 195 euro. Per informazioni e
iscrizioni, l’indirizzo e-mail è [email protected]
Infine, il Settore Adulti propone un momento per le famiglie dall’11 al 17 agosto ad
Avolasio (costo da definire). Per le informazioni, l’e-mail è [email protected]
R
lenti a contatto apparecchi acustici
VEDERE E SENTIRE BENE RICCI
NOVITÀ PER L’UDITO !
Non perdere
i momenti che contano
Scopri com’è INVISIBILE sentire meglio
• L’unico apparecchio acustico
che SCOMPARE nel condotto uditivo
Qualità
della vita
Ricci Group
Vip Crema
• Ideale per chi è alla ricerca
di buon udito ed invisibilità
· Informazioni
· Mutuabili ASL
Da noi e consigli sull’udito
· Controllo gratuito specialistico
i:
trovera · Prova gratuita per un mese · Servizio Assistenza tutti i giorni
CREMA - via Mazzini, 82 - Tel. 0373 / 257055
SERGNANO (CR) - via Giana, 3 - Tel. 0373 / 41700
Due immagini tratte
dall’archivio
dell’Azione
Cattolica cremasca:
momenti
di campiscuola con
la Messa celebrata
dall’assistente
don Stefano Savoia
MANTIENI IL TUO UDITO IN FORMA
PROVA
GRATUITA
20% di SCONTO
PAGAMENTI PERSONALIZZATI
CASTELLEONE (CR) - via Garibaldi, 29 - Tel. 0374 / 350969 CARAVAGGIO (BG) - P.zza Locatelli, 14 - Tel. 0363 / 350322
TRESCORE CR. (CR) - via Carioni, 15 - Tel. 0373 / 274473
La Chiesa
12
SABATO 26 APRILE 2014
LA PASQUA DEL PAPA - 2
LA PASQUA DEL PAPA - 1
Ritorniamo
in Galilea
INVITO A NON AVER PAURA
DELLA SPERANZA DI GESÙ
N
ella Veglia di Pasqua, papa Francesco
aveva invitato a “ritornare in Galilea”, il
messaggio affidato da Cristo alle donne perché
lo portino ai discepoli, che si erano dispersi, e
la cui fede sembrava infranta, spente le speranze. Ma in quell’andate in Galilea, perché “là
mi vedranno”, c’è l’invito a non temere, a non
aver paura. È questo il messaggio di Pasqua
per Francesco: la pietra tombale diventa porta,
il muro via di accesso. “Questo può far paura,
può addirittura stordire e inquietare. Ma abbiamo bisogno di essere scossi per intraprendere un
nuovo cammino”, diceva il cardinale Jorge Mario Bergoglio nell’omelia della Pasqua del 2004.
Perché il sepolcro è un luogo chiuso, sicuro e le
bende sono come una coperta, tengono caldo;
e così a volte “preferiamo rifugiarci nei nostri
limiti, meschinità e peccati, nei dubbi e nelle negazioni che, giusto o sbagliato, ci impegniamo
a gestire”. Preferiamo la sicurezza del sepolcro
chiuso all’insicurezza della speranza.
Papa Francesco ci dice invece di osare, di non
aver paura della dolcezza di Dio, della speranza. Perché “in Gesù l’amore ha vinto sull’odio,
la misericordia sul peccato, il bene sul male,
la verità sulla menzogna, la vita sulla morte”.
Urbi et Orbi: “L’Amore
fa fiorire la speranza”
“G
Papa Francesco, a Pasqua, durante la benedizione “Urbi et Orbi”
Pasqua è la notizia per eccellenza, è il Cristo
risorto e, se così non fosse, “il Cristianesimo
perderebbe il suo valore; tutta la missione della Chiesa esaurirebbe la sua spinta”. E allora
la Buona Notizia non è solo una parola, ma è
testimonianza di amore la dove sono le croci
dell’umanità, in ogni situazione “segnata dalla
fragilità, dal peccato e dalla morte”.
Messaggio che diventa preghiera, invito a
uscire, ad andare incontro all’altro, stare vicino
a chi è ferito dalla vita, a chi manca il necessario. La sua preghiera è richiesta di aiuto per
sconfiggere “la piaga della fame, aggravata dai
conflitti e dagli immensi sprechi di cui spesso
siamo complici”. Impegno a proteggere gli indifesi, soprattutto i bambini, le donne e gli anziani, “a volte fatti oggetto di sfruttamento e di
abbandono”.
Ma ci sono altre ferite, altre croci: quelle dei
malati colpiti dall’epidemia di ebola in Guinea Conakri, Sierra Leone, Liberia, e da altre
malattie che si diffondono anche per incuria e
povertà estrema. Quelle delle persone che non
possono trascorrere la Pasqua con i propri cari
perché sequestrati, laici e sacerdoti, in varie parti del mondo; o di coloro che hanno lasciato le
proprie case in cerca di una nuova patria e un
futuro lontano da povertà, violenza e guerra, a
rischio, spesso, della loro vita.
La preghiera di Francesco è contro ogni
guerra, ogni ostilità grande o piccola, antica o
recente.
La Pasqua, quest’anno, è comune a cattolici,
ortodossi ed ebrei; messaggio di unità che non
può passare in secondo piano. Messaggio che
ci chiama a una rinnovata libertà, libertà dalle
nostre tombe, dalle pietre che chiudono i nostri
passi.
La libertà, diceva Giovanni Paolo II, “non è
un lasciapassare. Chi trasforma la libertà in un
lasciapassare le ha già inferto un colpo mortale.
L’uomo libero è tenuto alla verità, altrimenti la
sua libertà non è più concreta di un bel sogno,
che si dissolve al risveglio”.
Ecco che allora l’invito a tornare in Galilea
non è un ritorno nostalgico, ma l’inizio di un
cammino nuovo che proprio il tempo di Quaresima e la Pasqua appena vissuta hanno messo
davanti ai nostri passi. Perché Pasqua è un movimento, un camminare; è un andare incontro
all’altro, lungo quella stessa strada percorsa dal
Cireneo, dal Samaritano.
PAPA: IL SENSO DI UNA CONTINUITÀ
Francesco al fianco dei giganti della pace
“A
LITURGIA DEL GIORNO DEL SIGNORE
girà con la parola, intervenendo ogni volta che la pace è minacciata”, parola di Segretario di Stato. “Senza curarsi del
rischio di venire strumentalizzato, e soprattutto indicando le cause
della violenza e delle guerre”. Il cardinale Parolin parla di papa
Francesco, del suo impegno per la pace, ribadito nel
messaggio Urbi et Orbi il giorno di Pasqua. “Lo farà
– prosegue – testimoniando l’amore alla pace anche
con la sua eventuale presenza, magari improvvisata,
sui luoghi dei conflitti”. Già, perché il Papa ci ha
abituato alle sorprese, in nome della coerenza della
testimonianza del Vangelo. “Papa Francesco – prosegue il Segretario di Stato – seguirà la propria sensibilità e troverà anche in questo campo i gesti più
efficaci e forse sorprendenti, per far sentire la sua
presenza e la sua sollecitudine per la pace”.
Parla di Francesco, il cardinale Parolin, della sua
azione, che lo ha portato immediatamente a giocare
un ruolo-chiave, superando le incertezze e le contraddizioni delle cancellerie su alcuni dossier delicatissimi, a partire da quello siriano, su cui ha agito
con la forza antichissima ma sempre nuova ed efficace della preghiera, che “di fatto, ha scosso anche i potenti della terra e coloro
che non credono”.
Ma parlando di Francesco, dell’oggi e del prossimo futuro, traccia anche una precisa linea di continuità con i due grandi Papi Santi
e più in generale con l’azione della Santa Sede nel tormentato e
drammatico ventesimo secolo. In effetti, ciascuno con il proprio
stile, nel quadro di situazioni storiche diverse, tanto Giovanni
XXIII che Giovanni Paolo II sono stati due giganti della pace. Ne
hanno interpretato, in particolare in due fasi della guerra fredda,
due strade, diverse e convergenti.
Quella di Giovanni XXIII apparentemente è stata
più testimoniale, con l’inerme forza della parola, del
convincimento, del magistero, dell’invito al dialogo,
così in particolare da impedire che la guerra fredda
diventasse cruenta. Quella di Giovanni Paolo II è stata più atletica, con lo storico risultato di determinare
pacificamente la fine di un conflitto, la guerra fredda
appunto e l’oppressione comunista, che durava da
quasi cinquant’anni. Di più: il suo pellegrinare nel
mondo – riprendendo il testimone di un altro grande
Papa del secolo scorso, Paolo VI, primo pellegrino a
Gerusalemme – è diventato segno concreto di vicinanza a tutti i popoli, per la pace, per l’affermazione
di quella che chiamava la “soggettività” dei popoli e
delle nazioni in una grande famiglia umana.
Con i suoi modi propri, “il linguaggio diretto e,
diciamo ‘popolare’ che ha sinora riscosso tanto successo” c’è qui
il senso di una continuità che Francesco appunto traguarda verso
i complessi orizzonti di un mondo globale, con le nuove insidie
alla pace, la tratta, lo sfruttamento, le grandi ingiustizie sociali ed
economiche. E così sempre “la Chiesa non si muove per tutelare i
propri diritti o invocare privilegi per se, ma per difendere i diritti di
ogni uomo e di ogni donna”.
esù, il crocifisso, è risorto!”. “Questo è il culmine del Vangelo,
è la Buona Notizia per eccellenza”. Lo ha detto, la domenica
di Pasqua, papa Francesco, affacciandosi dalla loggia centrale della
basilica vaticana, nel tradizionale messaggio Urbi et Orbi, pronunciato
dopo la Messa celebrata in piazza San Pietro. “Questo avvenimento
– ha spiegato il Pontefice – è alla base della nostra fede e della nostra
speranza: se Cristo non fosse risorto, il Cristianesimo perderebbe il
suo valore; tutta la missione della Chiesa esaurirebbe la sua spinta,
perché è da lì che è partita e che sempre riparte”. Ed è questo il messaggio che i cristiani portano al mondo: “Gesù, l’Amore incarnato, è
morto sulla croce per i nostri peccati, ma Dio Padre lo ha risuscitato
e lo ha fatto Signore della vita e della morte. In Gesù, l’Amore ha
vinto sull’odio, la misericordia sul peccato, il bene sul male, la verità
sulla menzogna, la vita sulla morte”. Per questo “noi diciamo a tutti:
‘Venite e vedete!’. In ogni situazione umana, segnata dalla fragilità,
dal peccato e dalla morte, la Buona Notizia non è soltanto una parola, ma è una testimonianza di amore gratuito e fedele: è uscire da sé
per andare incontro all’altro, è stare vicino a chi è ferito dalla vita, è
condividere con chi manca del necessario, è rimanere accanto a chi è
malato o vecchio o escluso...”.
Sì, “venite e vedete!” perché “l’Amore è più forte, l’Amore dona
vita, l’Amore fa fiorire la speranza nel deserto”. Il Santo Padre si è,
quindi, rivolto direttamente al Signore per affidarGli le nostre difficoltà: “Con questa gioiosa certezza nel cuore, noi oggi ci rivolgiamo
a te, Signore Risorto! Aiutaci a cercarti affinché tutti possiamo incontrarti, sapere che abbiamo un Padre e non ci sentiamo orfani; che
possiamo amarti e adorarti. Aiutaci a sconfiggere la piaga della fame,
aggravata dai conflitti e dagli immensi sprechi di cui spesso siamo
complici. Rendici capaci di proteggere gli indifesi, soprattutto i bambini, le donne e gli anziani, a volte fatti oggetto di sfruttamento e di
abbandono”. Papa Francesco ha poi proseguito, facendo riferimento
a varie emergenze che ci sono nel mondo: “Fa’ che possiamo curare
i fratelli colpiti dall’epidemia di ebola in Guinea Conakry, Sierra Leone e Liberia, e quelli affetti da tante altre malattie, che si diffondono
anche per l’incuria e la povertà estrema. Consola quanti oggi non
possono celebrare la Pasqua con i propri cari perché strappati ingiustamente ai loro affetti, come le numerose persone, sacerdoti e laici,
che in diverse parti del mondo sono state sequestrate”, ha aggiunto.
“Conforta coloro che hanno lasciato le proprie terre per migrare in
luoghi dove poter sperare in un futuro migliore, vivere la propria vita
con dignità e, non di rado, professare liberamente la propria fede”, ha
affermato il Pontefice, che ha proseguito chiedendo la pace: “Ti preghiamo, Gesù glorioso, fa’ cessare ogni guerra, ogni ostilità grande
o piccola, antica o recente! Ti supplichiamo, in particolare, per la Siria, l’amata Siria, perché quanti soffrono le conseguenze del conflitto
possano ricevere i necessari aiuti umanitari e le parti in causa non usino più la forza per seminare morte, soprattutto contro la popolazione
inerme, ma abbiano l’audacia di negoziare la pace, ormai da troppo
tempo attesa!”. Il Santo Padre ha chiesto a Gesù glorioso anche “di
confortare le vittime delle violenze fratricide in Iraq e di sostenere le
speranze suscitate dalla ripresa dei negoziati tra israeliani e palestinesi. Ti imploriamo che venga posta fine agli scontri nella Repubblica
Centroafricana e che si fermino gli efferati attentati terroristici in alcune zone della Nigeria e le violenze in Sud Sudan”, ha continuato.
E ancora: “Ti chiediamo che gli animi si volgano alla riconciliazione
e alla concordia fraterna in Venezuela”.
Francesco ha poi ricordato il dramma dell’Ucraina: “Per la tua
Risurrezione, che quest’anno celebriamo insieme con le Chiese che
seguono il calendario giuliano, ti preghiamo di illuminare e ispirare
iniziative di pacificazione in Ucraina, perché tutte le parti interessate,
sostenute dalla Comunità internazionale, intraprendano ogni sforzo
per impedire la violenza e costruire, in uno spirito di unità e di dialogo, il futuro del Paese”. Il Papa ha rivolto un’ulteriore supplica: “Per
tutti i popoli della Terra ti preghiamo, Signore: tu che hai vinto la
morte, donaci la tua vita, donaci la tua pace! Christus surrexit, venite et
videte!. Cari fratelli e sorelle, Buona Pasqua!”.
Dopo la benedizione il Papa ha rinnovato il suo “augurio di Buona
Pasqua” ai pellegrini presenti in piazza. “Estendo gli auguri pasquali
a quanti, da vari Paesi, sono collegati attraverso i mezzi di comunicazione sociale. Portate nelle vostre famiglie e nelle vostre comunità
il lieto annuncio che Cristo nostra pace e nostra speranza è risorto!”,
ha dichiarato. Poi ha concluso: “Grazie per la vostra presenza, per la
vostra preghiera e per la vostra testimonianza di fede. Un pensiero
particolare e riconoscente per il dono dei bellissimi fiori, che provengono dai Paesi Bassi”.
OTTO GIORNI DOPO GESÙ VENNE IN MEZZO A LORO
Prima lettura: AT 2,42-47
Salmo: 117
Seconda lettura: 1PT 1,3-9
Vangelo: GV 20,19-31
La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo
dove si trovavano i discepoli per timore dei
Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse
loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le
mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere
il Signore. Gesù disse loro di nuovo: «Pace a
voi! Come il Padre ha mandato me, anche io
mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro:
«Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro
a cui non perdonerete, non saranno perdonati».
Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli
dicevano gli altri discepoli: «Abbiamo visto il
Signore!». Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle
sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio
dito nel segno dei chiodi e non metto la mia
mano nel suo fianco, io non credo». Otto giorni
dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c’era
con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a por-
te chiuse, stette in mezzo e disse: «Pace a voi!».
Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e
guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma
credente!». Gli rispose Tommaso: «Mio Signore
e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché
mi hai veduto, tu hai creduto; beati
quelli che non hanno visto e hanno
creduto!».
Gesù, in presenza dei suoi discepoli, fece molti altri segni che non
sono stati scritti in questo libro. Ma
questi sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di
Dio, e perché, credendo, abbiate la
vita nel suo nome.
M
entre i discepoli erano riuniti a
porte chiuse per paura dei Giudei,
Gesù Risorto venne in mezzo a loro e
disse: “Pace a Voi!”. Poi Gesù mostrò ai
discepoli i segni della Croce, di fronte ai
quali essi lo riconobbero come il Signore
e passarono dalla paura alla gioia. Quindi
Gesù disse: “Come il Padre ha mandato
me, anche io mando voi”. La missione
dei discepoli trova la sua origine e il suo
modello proprio in quella di Gesù e la sorgente della missione è la comunione tra il
Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. L’invio
dei discepoli in missione non è solo un
prolungamento nel tempo e
nello spazio della missione del
Figlio: è la trasparenza visibile
di Cristo che continua a essere il
vero e unico missionario.
Gesù soffiò sui discepoli e
disse: “Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete
i peccati, saranno perdonati; a
coloro a cui non perdonerete,
non saranno perdonati”. Gesù
Risorto, donando lo Spirito Santo ai discepoli, li ricrea per la specifica missione
di perdonare i peccati mediante la presenza e l’azione dello Spirito stesso che trasforma il cuore dell’uomo.
Tommaso, che non era presente alla prima venuta di Gesù, aveva chiesto di toccare i segni della Croce, ma nel Vangelo
di Giovanni non si legge che li abbia toccati. Gli è bastato vedere questi segni per
SABBIONI
A Sotto il Monte
riconoscere il Risorto ed esclamare: “Mio
Signore e mio Dio!”. La confessione di
Tommaso dichiara la personale e totale
appartenenza del discepolo al suo Signore. Tommaso ha conosciuto il dubbio, ma
questo non gli ha impedito di approdare
alla fede; in lui però c’è stata una pretesa che Gesù ha sottolineato: “Perché mi
hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che
non hanno visto e hanno creduto!”.
Nella vicenda di Tommaso, Gesù indica una nuova possibilità nell’itinerario di
fede, proclamando beati coloro che credono senza vedere. L’esperienza ci aiuta a
capire che, nel tempo della Chiesa, il credente è colui che, superato il dubbio e la
pretesa di vedere, si pone in docile ascolto della parola di chi è stato autorevole
testimone. Nell’oggi della Chiesa siamo
chiamati ad accogliere Cristo che ci viene presentato dalla tradizione apostolica
e dai testi sacri che – spiega l’evangelista
Giovanni – sono stati scritti perché possiamo credere che Gesù è il Cristo e perché,
credendo, abbiamo la vita nel suo nome.
II Domenica di Pasqua - della Divina Misericordia (Anno A) Domenica 27 aprile 2014
A.P.
L
a parrocchia dei Sabbioni
organizza, per martedì 20
maggio, il pellegrinaggio di
un giorno a Sotto il Monte. Il
programma prevede la visita
del paese, la casa natale e il
museo che conserva tutti i ricordi di San Giovanni XXIII.
In mattinata sarà celebrata la
santa Messa.
Il costo: 20 euro per pullman, visita guidata, video
percorso e visita al museo che
conserva i principali ricordi
del Papa, naturalmente con il
pranzo al sacco. Per chi desidera il pranzo al ristorante, il
costo è di 40 euro.
La partenza sarà alle ore
7.30 dalla chiesa dei Sabbioni,
mentre il ritorno è previsto per
le ore 17 circa.
Per informazioni contattare
Francesca Brazzoli chiamando
il numero 340 3036422, tutti i
mercoledì o venerdì presso
la biblioteca dell’oratorio dei
Sabbioni (orario 15 - 17). Il termine delle iscrizioni è fissato a
venerdì 16 maggio.
amenti
Aggiorn ni
quotidia to
ro si
sul nost rrazzo.it
uovoto
www.iln

CREMA/DOVERA
S
ono bande di specialisti, alle quali a volte i piani non riescono alla perfezione,
quelle entrate in azione a Crema e Dovera
nel weekend Pasquale.
Nel quartiere cittadino di San Bernardino mentre il parroco era in chiesa per la
Messa, i ladri sono entrati nella sua abitazione per ripulirla di contanti e preziosi.
È accaduto sabato sera, durante la celebrazione della veglia pasquale. Nel mirino
dei soliti ignoti don Natale Grassi Scalvini
derubato di 7.000 euro in contanti e dei ricordi di famiglia.
I ladri hanno preso di mira l’abitazione
del sacerdote, situata dall’altra parte della piazza sulla quale si affaccia la chiesa
del quartiere cittadino. Vi hanno fatto irruzione, forzando la serratura della porta
d’ingresso, tra le 21.30 e le 24 della sera
di sabato. Hanno rovistato nei cassetti e
hanno trovato la chiave di riserva della
86enne
aggredita
cassaforte. L’hanno aperta e hanno prelevato 7.000 euro in contanti, che sarebbero
serviti per completare i lavori all’impianto
di riscaldamento oltre che monili e preziosi appartenuti al papà e alla mamma del
sacerdote.
Il furto è stato denunciato alla Polizia di
Crema. Indagini avviate.
Nello stesso arco della giornata raid anche a Dovera dove ignoti hanno tentato la
spaccata ma la porta del bar preso di mira
ha resistito e i malviventi sono stati costretti a darsela a gambe.
È accaduto all’alba di sabato scorso a
Dovera. Nel mirino dei ladri il bar ‘Il biffo’
di via 14 Maggio. I predoni, con una mazza, hanno cercato di sfondare la porta di
ingresso che ha però resistito al tentavo di
sfondamento. Il traffico intenso nella via li
ha poi consigliati di desistere.
Le telecamere a circuito chiuso del sistema di videosorveglianza hanno ripreso
tutte le fasi della spaccata andata a vuoto.
A disturbare i ladri il continuo via vai di
auto e persone. Dopo qualche colpo inferto alla vetrata del bar, che ha retto, i soliti
ignoti hanno pensato bene di balzare su
un Audi A4 station wagon per darsi alla
fuga. I Carabinieri indagano. Ad aiutarli
nel lavoro investigativo potrebbero essere
proprio i filmati presi in consegna.
Incidente mortale sulla 415
Lodigiano perde la vita
I
ncidente mortale mercoledì
sera intorno alle 21 lungo la
Paullese in territorio di Dovera in un tratto interessato dai
lavori di raddoppio della ex
strada statale. Daniele Casali,
26enne di Boffalora d’Adda,
ha perso la vita alla guida della
sua Alfa 147 andata a centrare
un manufatto che delimita l’area di cantiere.
L’impatto è stato devastante. La vettura è andata praticamente distrutta nell’impatto
contro il new jersey in cemento. L’auto, ormai ridotta a un
ammasso di rottami, ha fermato la propria corsa in mezzo
alla carreggiata lungo la direzione di marcia Spino d’AddaCrema.
A
La tentata spaccata a danno
del bar ‘Il Biffo’ di Dovera
DOVERA
L
e baby gang tornano a far
paura a Crema. Dopo
i casi che hanno avuto luogo in piazza Garibaldi, nei
giorni scorsi è stato il sottopasso che porta al cimitero
il teatro di un’aggressione.
Questa volta tre teppistelli
di 16 anni circa hanno preso
di mira una 86enne che è stata strattonata nel tentativo
di furto, andato a vuote per
la reazione della donna. La
pensionata cremasca stava
recandosi di primo mattino,
come d’abitudine, verso il
camposanto. Lungo il sottopasso è stata affrontata da
tre ragazzini che le hanno
sbarrato la strada con le biciclette cercando di strapparle
la borsa. L’anziana ha reagito iniziando a urlare e a cercare di divincolarsi. I tre a
quel punto, dopo un secondo
tentativo, hanno desistito.
NEL PRIMO CASO IL COLPO
RIESCE, VIA 7.000 EURO;
NEL SECONDO
LA VETRINA DEL BAR
RESISTE ALLE MAZZATE
IL 26ENNE ALLA
GUIDA DI UN’ALFA
147 HA CENTRATO
UN MANUFATTO
CHE DELIMITAVA
IL CANTIERE
DI RADDOPPIO
Sul posto 118, Vigili del fuoco e Polstrada di Crema. Le
condizioni di salute del giovane
si sono presentate subito nella
loro drammaticità. Purtroppo i
sanitari non hanno potuto fare
nulla per strapparlo alla morte
e ogni intervento per cercare
di rianimarlo è risultato essere vano. Il 26enne lodigiano è
spirato praticamente sul colpo
a causa dell’impatto.
Gli agenti della stradale hanno effettuato i rilievi per ricostruire la dinamica del sinistro.
Verifiche anche all’allestimento del cantiere per capire se
siano state adottate tutte le precauzioni per la segnalazione
dell’area di lavoro e della presenza dei manufatti nel rispetto
del codice della strada.
C’è da capire se il giovane
abbia visto l’ostacolo, a che
velocità viaggiasse e, non da
ultimo, se sia stato colto da
malore perdendo il controllo
della vettura andata a schiantarsi contro lo spartitraffico.
Pare, stando ad alcune testimonianze rese, che il giovane non
si sia accorto di nulla. Sull’asfalto non vi sarebbero segni di
frenata.
L’arteria stradale è rimasta
chiusa per circa tre ore. Sul
posto, in ausilio agli uomini
della stradale di Crema, i colleghi del distaccamento di Pizzighettone e una pattuglia dei
Carabinieri della stazione di
Bagnolo Cremasco.
Sorgente del Mobile
Arredamento
COMPLETO - YOUNG
cucina completa di elettrodomestici classe “A”
parete soggiorno, tavolo con 4 sedie,
camera matrimoniale, divano con pouf e bagno
€ 9.994
13
CREMA: 16enne rapina un coetaneo
Furti e spaccate
Specialisti in azione
RAID A CASA DEL PARROCO
DI SAN BERNARDINO E DAL ‘BIFFO’
sabato 26 aprile 2014
IVA, TRASPORTO E MONTAGGIO COMPRESO
ttende un coetaneo studente all’uscita dalla scuola, lo
minaccia, lo rapina e pensa di farla franca. Ma non è
così. Alcuni testimoni lo incastrano e la Polizia lo denuncia
per rapina in concorso con un amico che lo accompagnava
pur non partecipando attivamente al reato. Il 16enne, non
nuovo a episodi di criminalità, finirà davanti a un giudice del
Tribunale Minorile di Brescia.
L’episodio risale a due settimane fa, all’uscita da un istituto scolastico cittadino, dove il nostro ha avvicinato un ragazzino cremasco intimandogli di consegnargli 5 euro. Alla
risposta negativa del ragazzo, l’altro giovane ha aggredito il
coetaneo, strattonandolo per la maglietta e frugando nelle sue
tasche, e riuscendo infine ad asportargli il telefono cellulare;
utilizzando anche questo oggetto come strumento di ricatto,
il violento aggressore ha più volte preteso la consegna della
somma di denaro e, una volta che lo studente preso di mira ha
estratto il portafogli dalla tasca, glielo ha strappato di mano
e ha prelevato 40 euro, allontanandosi successivamente con
tutta calma.
Gli investigatori della Polizia di Stato del Commissariato
di Crema, dopo aver sentito i numerosi testimoni presenti
sul luogo della rapina, hanno identificato l’aggressore, riconosciuto senza ombra di dubbio dalla vittima. L’aggressore,
residente a Crema poco distante dal luogo della rapina, è stato accompagnato presso gli uffici della squadra investigativa
insieme alla madre, esercente la potestà genitoriale, da dove è
uscito con una denuncia a piede libero.
DOVERA: ‘coca’
‘coca’ scadente, auto incendiata
A
perta e chiusa nel giro di 24 ore dai Carabinieri l’indagine
per l’incendio doloso di un’auto nelle campagne di Dovera. Si trattava della vettura di un 38enne cremasco che avrebbe
ceduto cocaina, per sua stessa ammissione, a due doveresi pregiudicati i quali, non soddisfatti dell’acquisto, l’avrebbero fatta
pagare al loro pusher.
Tutto avviene nel fine settimana di Pasqua. Prima la cessione
di due dosi di cocaina al disoccupato 26enne e al magazziniere
30enne noti alle Forze dell’Ordine. Quindi la ritorsione. I due,
infatti, si sarebbero lamentati con il loro spacciatore, il cremasco residente in città, per la scarsa qualità dello stupefacente e
avrebbero chiesto di essere rimborsati. Il 38enne non ha però
consegnato loro i 100 euro richiesti e si è visto derubare dell’auto. Vettura data alle fiamme, verosimilmente dal duo, alle porte
di Dovera. Incendio domato dai Vigili del Fuoco.
Mentre i pompieri spegnevano l’incendio il derubato si rivolgeva ai Carabinieri e dopo aver ammesso la cessione dello
stupefacente indicava i due doveresi come gli autori del furto
a suo danno. I militari hanno fatto visita anche alla coppia di
assuntori e alla fine hanno denunciato tutti e tre, il cremasco per
lo spaccio e il duo di Dovera per estorsione e danneggiamento.
PANDINO: rubano tutto, anche i sanitari
P
roprietari in vacanza, abitazione ripulita. Il cliché è il solito ma
questa volta i ladri, che hanno potuto contare su un’assenza prolungata dei padroni di casa, hanno davvero portato via tutto, anche i
sanitari. È accaduto a Pandino a danno di una coppia di pensionati
residente in viale Europa.
I due trascorrono buona parte dell’inverno in Spagna per stare
vicini ai familiari. I topi d’appartamento dovevano conoscere bene
le abitudini della coppia e hanno potuto fare con calma arrivando a
smurare la cassaforte, a rubare monili e preziosi, a prelevare mobili e
arredi sino ai sanitari del bagno. Ad accorgersi del colpo è stato uno
dei due coniugi, l’altra si trova ancora nella penisola iberica. Rientrato
a casa l’ha trovata completamente svuotata e si è rivolto ai Carabinieri
che hanno avviato le indagini di rito.
CREMA: furto allo Shakespeare, un arresto
F
urto nella notte tra martedì e mercoledì al Liceo Shakespeare di
Crema e un 38enne, S.M. tossicodipendente residente a Crema, è finito in manette. L’uomo ha cercato di portarsi via l’incasso dei
distributori di merendine ma è stato scoperto. I Carabinieri di Romanengo in servizio nel territorio, giunti prontamente, lo hanno bloccato
e tratto in arresto. Il 38enne ha danneggiato porte degli uffici e altri
arredi nel tentativo d’arrivare alle macchinette.
Se stai ristrutturando
PUOI USUFRUIRE
delle agevolazioni fiscali
Dal 1962 mobilieri con reparto di falegnameria
VAIANO CREMASCO
Via Gianfranco Miglio 22
Tel. 0373 791159 - Fax 0373 276259
e-mail: [email protected]
seguici anche su facebook
14
Necrologi
È mancato all'affetto dei suoi cari
SABATO 26 APRILE 2014
È mancato all'affetto dei suoi cari
Il fratello Abramo con la moglie Sandra e le figlie Paola, Federica e Claudia
ringraziano di cuore quanti con fiori e
scritti hanno partecipato al loro dolore
per la scomparsa della cara
A funerali avvenuti, la moglie Maria, il
fratello Ernesto, le sorelle Angela, Maria, Claudina, suor Rosangela Canossiana, le cognate, gli affezionati nipoti, i
pronipoti e i parenti tutti, nell’impossibilità di farlo singolarmente, ringraziano tutti coloro che con preghiere, fiori,
scritti e la partecipazione ai funerali,
hanno condiviso il loro dolore per la
perdita del caro
"Nessuno muore finché vive
nei cuori delle persone che
restano".
I genitori, gli atleti e i master della
G.A.M. Team sez. di Crema si uniscono
in un abbraccio sincero a Cesare e Loredana e porgono sentite condoglianze
per la perdita del loro caro
ANNIVERSARI
2012
1 maggio
2014
Nell'anniversario della scomparsa del
caro
Maurizio Giuseppe
Vailati
Rinaldo Ricetti
Dante Paolo
Cavalli
di anni 80
Ne danno il triste annuncio i figli Valentina con Luca, Marco con Monica, gli
affezionati nipoti Veronica, Giuseppe,
Francesco, Vittoria e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti hanno partecipato al loro
dolore.
Esprimono un particolare ringraziamento al personale medico e infermieristico del reparto di Terapia Intensiva
dell'Ospedale Maggiore di Crema.
San Michele di Ripalta Cremasca,
21 aprile 2014
L'amministratore del condominio
Cappellazzi-Zavaglio, sito in Crema
via Zavaglio n. 6 e i signori condomini,
porgono sentite condoglianze a Valentina e Marco e alle loro famiglie per la
scomparsa del padre signor
di anni 71
Ne danno il triste annuncio la moglie
Maria, il figlio Antonio, i nipotini Manuele e Andrea, i fratelli Luigi e Bruno
e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari rivolgono
un sentito ringraziamento a tutti coloro che con la preghiera e in qualsiasi
modo hanno condiviso il loro dolore.
In particolare alla dott.ssa Mariconti e a
tutto il personale delle Cure Palliative e
del reparto di Oncologia dell'Ospedale
Maggiore di Crema per le premurose
cure prestate.
Postino di Dovera, 16 aprile 2014
Crema, 19 aprile 2014
Vincenzina Riviera
Partecipa al lutto:
- Alfredo Mosconi
È mancata all'affetto dei suoi cari
Rinaldo Ricetti
Maddalena Ferla
ved. Maianti
(Pina)
È mancato all'affetto dei suoi cari
di anni 83
Stefana Carelli
ved. Premoli
di anni 89
Gianni Bettini
di anni 60
Ne danno il triste annuncio la moglie
Lucia, le figlie Silvia con Alessandro e
Luisa con Matteo, la nipote Giulia, le
sorelle, i cognati, i nipoti e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti
e preghiere hanno partecipato al loro
dolore.
Spino d'adda, 24 aprile 2014
Ne danno il triste annuncio la figlia
Linapiera, i generi Giovanni e Angelo,
i cari nipoti, i pronipoti, i cognati, le
cognate, i nipoti e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate ai
medici e al personale infermieristico
della Casa di Riposo di Soncino.
Bagnolo Cremasco, 22 aprile 2014
“Dio ricco di misericordia
concedimi di partecipare alla
gloria del Cristo Risorto.”
Ne danno il triste annuncio i figli Silvana e Gigi, la nuora Caterina, il genero
Domenico, i nipoti Cristian, Alessandro, Christian, la sorella Paola, il pronipote Cristian e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano tutte le persone che hanno partecipato al loro dolore.
Trescore Cremasco, 22 aprile 2014
A funerali avvenuti, i figli Fabrizio
con Liliana, Marilisa con Pietro, Silvana con Luigi, gli affezionati nipoti
Alice con Marco e il piccolo Mattia,
Andrea, Giorgio, Marco, Stefano e
i parenti tutti, nell’impossibilità di
farlo singolarmente, ringraziano tutti
coloro che con preghiere, fiori, scritti
e la partecipazione ai funerali, hanno
condiviso il loro dolore per la perdita
della cara
Nella luce della Risurrezione di Cristo,
sorgente di speranza e di pace,
A funerali avvenuti del caro
Anna Carini ved. Maffi
di anni 83
Giovanni Parati
di anni 85
i familiari tutti ringraziano sentitamente tutti coloro che con preghiere, fiori,
scritti e con la partecipazione alla cerimonia funebre hanno condiviso il loro
dolore.
Un grazie particolare ai medici e a
tutto il personale delle Cure Palliative
dell'Ospedale maggiore di Crema per le
premurose cure prestate.
S. Maria della Croce, 19 aprile 2014
Ditta
individuale
Preventivi
senza impegno
suor
Irene Bosio
è entrata nella vita che non conosce
tramonto.
Le Suore del Buon Pastore, i nipoti e
tutti i parenti l’affidano al ricordo nella
preghiera.
Un grazie a tutte le persone che, in
modi diversi, hanno avuto un affettuoso
ricordo verso la defunta.
In particolare si ringraziano i medici e
gli infermieri che l’hanno assistita durante la lunga malattia.
Crema, 26 aprile 2014
Il Presidente dell'Hospital Services di
Crema Matteo Gramignoli, il Consiglio
di Amministrazione, il Direttore Sanitario e tutti i collaboratori sono vicini alle
suore dell'Istituto del Buon Pastore per
la scomparsa della cara
Ditta
individuale
IZANO via Roma 83/a Preventivi
Cellulare
340 0851664
Per informazioni:
Abitazione 0373 789359
Ditta individuale
suor
Irene Bosio
senza impegno
Preventivi senza impegno
stringono
83/a con particolare affetto
IZANO viaSiRoma
alla Madre Generale suor Angioletta e
IZANO,Cellulare
via Roma 83 340 0851664
suor Mariarosa per le assidue cure
Abitazione 0373a 789359
Per informazioni:
Per informazioni:
Cellulare 340 0851664
Abitazione 0373 789359
prestate.
Crema, 26 aprile 2014
Rivolgono un particolare ringraziamento a Eva per tutte le premurose e
amorevoli attenzioni, ai medici e al
personale infermieristico dell’Unità
Operativa Cure Palliative dell’Ospedale
Maggiore di Crema, al medico curante
dott. Massari, e a tutti coloro che con
visite, parole e gesti sono stati vicini.
Madignano, 23 aprile 2014
Il Gruppo dei Pantelù è vicino ai familiari tutti per la perdita della loro cara
Anna Carini
ved. Maffi
Crema, 20 aprile 2014
La dirigente, le insegnanti, i genitori, i
collaboratori scolastici e tutti i bambini
della Scuola Infanzia di Castelnuovo
sono vicini con affetto a Marilisa e
famiglia in questo momento di dolore,
per la scomparsa della cara mamma
Anna Carini
ved. Maffi
Castelnuovo, 20 aprile 2014
Ermanno Piloni
Antonio Vaccari
la moglie, i figli, i generi e le nipoti lo
ricordano con immutato affetto e rimpianto.
Una s. messa di suffragio sarà celebrata mercoledì 30 aprile alle ore 18 nella
chiesa parrocchiale di Ombriano.
di anni 81
Esprimono un particolare ringraziamento ai medici e al personale infermieristico della Fondazione Benefattori
Cremaschi (Kennedy) per tutte le premurose e amorevoli cure prestate.
Crema, 24 aprile 2014
"Cristo non è morto ma è risorto a vita nuova".
Circondata dall'affetto dei suoi cari è
mancata
Crema, 21 aprile 2014
Circondato dall'affetto dei suoi cari è
mancato
Esprimono un ringraziamento particolare ad Alina.
Crema, 23 aprile 2014
Le amiche e gli amici della classe 1937
di San Bernardino sono vicini a Maria e
la stringono in un grande abbraccio per
infonderle coraggio in questo momento
doloroso per la perdita del caro e amato
marito
Cecilio Groppelli
2003
29 aprile
2014
di anni 84
Ne danno il triste annuncio i figli Giovanni, Francesca, Emanuele e Ferrante,
le nuore, il genero, i cognati, i nipoti e
tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Crema, 23 aprile 2014
Antonio Vaccari
e asssicurano preghiere.
Crema, 23 aprile 2014
Dolores Donarini
Boschiroli
I condomini di via Miglioli 3 partecipano al dolore di Maria per la perdita del
caro marito
ORARIO UFFICI:
dal lunedì al venerdì
Antonio
ore 8.30-12.30 e 14-18
Crema, 22 aprile 2014
"...Profondi e scuri sono i boschi e belli, ma ho promesse da mantenere e miglia da percorrere prima di dormire..."
(Robert Frost): è solo per dirti che ti sto
ancora pensando.
Andrea, Sara, Elisa e Martino
sabato chiuso
È mancato all’affetto dei suoi cari
Maurizio Giuseppe
Vailati
di anni 50
Ne danno il triste annuncio la moglie Tiziana, i figli
Devis con Kathy, Erika, Natan, le nipoti Jemina, Sharika, Gaia, Jolene e Noemi, la mamma Apollonia, la
sorella Loredana, i cognati, i nipoti e tutti i parenti.
La moglie e i figli ringraziano sentitamente la sorella
Loredana con Cesare, il cognato Luciano con Elvira, i
nipoti, le zie Gina, Tina e Franco, Tommaso e Regina,
Maria ed Ermanno, Graziella e Marino, Bruna e Domenica. Gli amici, i cugini e i parenti.
Elena, Lidia, Petra, Anna con i rispettivi mariti, Simona, Federica e Simona. La classe del ‘63.
Al quartiere di Chieve, Pina e Monica con la famiglia,
Pino e Daniela, alla congregazione dei testimoni di Geova in particolare Enrico e Maddy.
Un grazie ai medici e a tutto il personale dell’unità coronarica, alla dott.ssa Daniela Tovena, al
Pronto Soccorso, al reparto di Oncologia e Day Hospital dell’Ospedale Maggiore di Crema, alle
Cure Palliative: Sergio, Rita, Raffaella e la dott.ssa Mariuccia Rebecchi.
E a tutti quelli che hanno partecipato al nostro lutto.
[\ [\ [\
Ciao Amore, mi manchi già tantissimo. In questo momento non ho le parole giuste per
esprimere l’intensità del mio dolore. Non potrò mai dimenticarti. Ti ho amato tantissimo e ti amerò per sempre, sarai sempre mio. Un bacione grosso grosso!
Tua moglie
[\ [\ [\
Ti ricorderemo sempre, in ogni situazione sapremo ciò che avresti fatto o detto, le tue
battute saranno sempre dentro di noi, sei stato un grande papà, marito e nonno, sempre presente
affettuoso e orgoglioso, ci hai accompagnato in ogni decisione sostenendoci e difendendoci sempre. Nessuno potrà mai sostituire la tua presenza, la tua autenticità, la tua freschezza nel rendere
anche la situazione più difficile in un momento da ricordare allegramente fino alla fine e... oltre!
Con amore i tuoi figli Devis con Kathy, Erika e Natan
[\ [\ [\
Maury ti ricordo con gli Eagles, mi ricordo uno dei primi giorni che ero a casa tua, hai
visto che avevo il Cd degli Eagles e mi hai raccontato tutto su di loro. Tanti tanti ricordi di te,
ricordi che nessuno può cancellare, ricordi che mi fanno sentire ancora che sei tra di noi.
Il tuo genero Luciano
[\ [\ [\
Ci ricorderemo sempre di te!
Delle tue battute, dei tuoi sorrisi, delle tue risate, dei tuoi commenti e giudizi su ogni cosa, ma
soprattutto il modo in cui dicevi quanto ci volevi bene!
La frase che dicevi spesso a noi: “Voi siete le mie bimbe, le bimbe più belle del mondo”.
Sei stato un nonno straordinario e lo sarai per sempre!
Ti vogliamo un mondo di bene.
Le tue nipotine, Jemina, Sharika, Gaia, Jolene e Noemi
sabato 26 aprile 2014
RIPALTA GUERINA
IL CONSIGLIO
COMUNALE
HA GIÀ ESPRESSO
UN PARERE
FAVOREVOLE.
NON MANCANO
PERÒ LE POLEMICHE
INTORNO
ALLA NUOVA
CENTRALE DELLA
“STOGIT”: È GIUSTO
SACRIFICARE
40.000 MQ
DI TERRENO?
Gas, soldi
e ambiente...
di GIAMBA LONGARI
L
a nuova centrale di trattamento del gas metano nel territorio
del Comune di Ripalta Guerina
si farà.
La “Stogit” ha già presentato
la richiesta agli Enti competenti,
mentre il Consiglio comunale –
con la sola maggioranza presente
– ha espresso parere favorevole
al progetto a condizione che la
centrale sia realizzata, appunto,
sul suolo guerinese e non, come
previsto in precedenza, nell’esistente area impiantistica che sorge
a pochi metri, ma già a Ripalta
Cremasca. Ora una commissione
di “super esperti” sta valutando
tutti gli aspetti, compresi i possibili
rischi legati a eventi sismici, ma
è solo questione di tempo: la
centrale si farà. Il metano, dunque,
porterà soldi e, forse, altri vantaggi
in termini di “compensazioni”,
ma intanto un’area verde guerinese, vicina al cimitero e al paese,
andrà perduta: già montano le
polemiche.
La nuova centrale di trattamento del gas sostituirà quella
esistente, che sarà a breve dismessa. “Il nuovo impianto industriale
– scrive la ‘Stogit’ – dovrà essere
ubicato in un’area che sia il più
possibile adiacente agli impianti di
compressione esistenti nel vicino
Comune di Ripalta Cremasca, al
fine di ottimizzare le sinergie tra i
vari impianti e diminuire eventuali
rischi derivanti dalle fasi produttive e dalle distanze tra gli stessi”.
La scelta della “Stogit”, dopo il
no del sindaco Gian Pietro Denti
a Ripalta Cremasca, è caduta su
un’area di 40.000 metri quadrati
che si trova a ridosso del cimitero
guerinese e, andando verso la
cascina De Angeli e la cascina
“Dama”, dietro l’area pozzi esistente. L’accesso avverrà dal lato
della centrale di Ripalta Cremasca, sfruttando l’attuale ingresso
all’area pozzi che sarà modificato
e ampliato, ottenendo così un unico attraversamento della Roggia
Comuna.
La nuova centrale, fa sapere
sempre la “Stogit”, sarà dotata di
“tutte le più moderne tipologie
d’impianto al fine di minimizzare
gli impatti con l’ambiente e gli
eventuali rischi di lavorazione
del gas, attualmente presenti
nella centrale esistente”. Lungo
il perimetro della centrale sarà
realizzata una fascia di mitigazione ambientale piantumata, con
funzione di schermo sia visivo che
acustico.
Il sindaco Denti e la sua maggioranza ritengono un successo
l’aver lottato contro l’ubicazione a
Ripalta Cremasca e, in tal modo,
aver ottenuto lo spostamento della
nuova centrale a Ripalta Guerina.
Una condizione, è la riflessione di Denti, quasi di “vita o di
morte” per il proprio paese: i soldi
derivanti dalla “Stogit” (in termini
d’imposte versate al Comune) e
le promesse “compensazioni”
sotto forma di opere finanziate,
sono elementi fondamentali per
consentire al Comune di disporre
di quelle economie necessarie a
blindare il Bilancio e assicurare
servizi e investimenti.
L’amministrazione comunale
ne è talmente convinta che, fatta la
propria battaglia “contro” Ripalta
Cremasca, ha già espresso parere
favorevole alla nuova centrale e
deliberato, inoltre, pure un parere
preliminare favorevole di compatibilità ambientale e urbanistica.
Perché, si legge in un passaggio
della delibera consiliare, “l’attività
di stoccaggio del gas nel Comune
di Ripalta Guerina ha determinato
da sempre lo sviluppo economico e sociale di tale territorio,
salvaguardando in primis la
salute e l’incolumità pubblica e
l’ambiente”.
Punti oscuri e di disaccordo,
però, non mancano. Accanto a
dubbi circa la sicurezza – che
esistono nonostante le ovvie rassicurazioni della “Stogit” – è certo
che 40.000 metri quadrati di terreno guerinese, vicini a una cascina
e al cimitero, saranno sacrificati
“sull’altare del gas”: è un “giusto”
prezzo da pagare? Che ne sarà poi
della centrale dismessa? Resterà
un’area degradata?
Polemiche aleggiano anche a
Ripalta Cremasca, dove l’amministrazione fa le sue valutazioni
e pone una semplice domanda:
“Perché la ‘Stogit’, che qui può
disporre gratuitamente di un’area
già sua, senza occupare nuova
terra, si sposta di 150 metri circa
pagando 40.000 metri quadrati
di terreno agricolo a Ripalta
Guerina?”.
15
L’area, alle spalle del cimitero,
sulla quale verrà costruita
la nuova centrale della “Stogit”
POLIZIA LOCALE: BILANCIO DI UN ANNO
Servizio associato Monte, Vaiano, Bagnolo, Chieve
di LUCA GUERINI
I
l coordinatore del servizio associato di Polizia Locale e amministrativa – che raggruppa i Comuni di Monte Cremasco, Vaiano
Cremasco, Bagnolo Cremasco e Chieve – ha reso noti i dati della
funzione per l’anno 2013. Nel presentarli, l’agente Augusto Sponchioni cita le parole di Papa Giovanni Paolo II (Giubileo 2000): “Voi
rendete alla comunità un non facile ma indispensabile servizio, spendendo le vostre energie per assicurare l’ordinato svolgimento della
vita nelle città. Grazie a voi, gli abitanti dei centri urbani e del territorio circostante vengono aiutati a rispettare le leggi che presiedono
a una convivenza serena e armoniosa”.
Diversi i settori di cui si occupa la PL, in un’azione determinante
per dare ai cittadini certezza e legalità. “I principi con i quali vogliamo caratterizzare il nostro servizio sono uguaglianza, imparzialità,
continuità, territorialità, efficienza ed efficacia nei differenti ambiti
operativi”. Il servizio associato dei quattro Comuni copre un’area
pari a 25.07 kmq, con una popolazione di 13.255 abitanti. Sei gli
agenti attivi: prestano servizio per 36 ore settimanali (da lunedì a
sabato), suddivisi in due turni da sei ore (mattina e pomeriggio). La
Polizia Locale, infatti, svolge il suo servizio nei giorni feriali dalle
ore 7.30 alle ore 18.30 (la domenica e nelle altre giornate festive vengono svolti servizi in orario straordinario secondo le esigenze, feste,
gare sportive, manifestazioni, ecc.).
Tra le attività, il pattugliamento stradale finalizzato al rispetto
delle norme del Codice della Strada e dei regolamenti comunali.
Nello specifico, sono state emesse 825 sanzioni e 21 verbali di contestazione alle norme inerenti ordinanze e regolamenti.
Durante l’anno scolastico viene svolto anche il servizio viabilità a
tutela degli alunni della scuola primaria e della scuola dell’infanzia:
in particolare, per garantire la sicurezza degli studenti durante il deflusso, s’è mantenuta la presenza di un agente. Solo questa funzione
comporta un impegno di circa 810 ore all’anno.
I servizi di Sponchioni e colleghi riguardano anche la notifica degli
atti, la presenza a tutte le manifestazioni svolte sul territorio e fuori
(Carnevale, XXV Aprile, feste patronali, IV Novembre, celebrazioni
religiose, Grest e sagre di paese). Aperta, inoltre, la collaborazione
con gli Uffici Tecnici e dei Servizi sociali: i dati parlano di decine
di controlli e sopralluoghi, ma pure di accertamenti di residenza e
Onoranze Funebri
Servizio 24 ore Diurno - Notturno - Festivo
Abitazioni, Ospedali e Case di Riposo
Preventivi senza impegno
Tel.
0373 203020
Crema - Via Pascoli, 3 (zona S. Maria)
Augusto Sponchioni, coordinatore del servizio associato di PL
verifica di situazioni familiari (519) con l’Anagrafe.
Anche nel 2013 è stato garantito il controllo del territorio: da giugno a settembre è stato effettuato il servizio serale Estate Sicura, per
un totale di 24 servizi di controllo nella fascia oraria 20.30-24.
“Al fine di scoraggiare il fenomeno dei furti in abitazione e
degli atti vandalici a tutela del patrimonio comunale, sono stati
effettuati ulteriori servizi di pattugliamento automontati di presenza sul territorio comunale. Qualche cifra: verbali infrazione
C.d.S. 825, verbali a regolamenti e ordinanze 21, punti decurtati
568, persone identificate 158, veicoli controllati 68, sequestrati,
rimossi o abbandonati 19.
L’ufficio di Polizia Locale di Chieve segue anche le attività commerciali e dei pubblici esercizi, gli altri uffici collaborano con lo
Sportello Unico per le Attività Produttive per controlli e verifiche.
Sempre nel 2013 è stato mantenuto anche l’aggiornamento professionale mediante la partecipazione a corsi, convegni e giornate di
studio organizzate da vari enti. “Nonostante l’impegnativo lavoro –
conclude Sponchioni – non ci sono stati disservizi nel mantenimento
degli orari di apertura al pubblico. Si evidenzia inoltre di aver sempre
ricevuto e dato risposte ai cittadini anche al di fuori degli orari”.
16
Necrologi
SABATO 26 APRILE 2014
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
A diciotto anni dalla scomparsa del
caro papà
2009
30 aprile
2014
Gino e Laura Capoferri con Enrico e
Cristina, Pierbattista e Maruzza Gasparini con Maria Luisa e Chiara, Stefano
Agostino con Anna sono vicini alla zia
Gina, Lalla e Federico nel ricordare con
tanta nostalgia e affetto il carissimo e
indimenticabile cognato e zio
2013
28 aprile
2014
"Nous
t'aimerons
toujours".
pour
2013
26 aprile
2014
1999
1 maggio
A un anno dalla scomparsa della cara
Nel primo anniversario della scomparsa di
2014
"Nel pensiero di ogni giorno
vive un dolcissimo ricordo di
te che il tempo non cancellerà
mai".
2009
17 aprile
2014
Nel quinto anniversario della scomparsa della cara mamma
Nell'anniversario della scomparsa del
caro
Mario Martini
Francesco De Simoni
Annibale, Rosa con le rispettive famiglie e i parenti tutti lo ricordano con
immutato affetto.
Un ufficio funebre sarà celebrato lunedì 28 aprile alle ore 20.15 nella chiesa
parrocchiale di Ripalta Arpina.
2007
nel quinto anniversario della sua scomparsa.
Crema, 30 aprile 2014
Teresa Ada Barbati
Nel terzo anniversario della scomparsa
della cara
2014
Nel settimo anniversario della scomparsa del caro
Maddalena (Nina)
Merletti
ved. Vanelli
Mario Andrea Riseri
lo ricordano con affetto e nostalgia
Francesca, Viviana con Samuel e Andress e i parenti tutti.
Una s. messa in sua memoria verrà celebrata domani, domenica 27 aprile alle
ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di
Credera.
David Nyarwaya
la mamma, il papà, i fratelli, la sorella
e i parenti tutti ti ricordano con amore
immenso.
Una s.messa sarà celebrata lunedì 28
aprile alle ore 20.30 nella Chiesa dei
Sabbioni.
La famiglia ringrazia di cuore tutti coloro che tengono vivo il suo ricordo.
i familiari tutti la ricordano sempre con
grande affetto.
Una s. messa sarà celebrata mercoledì
30 aprile alle ore 20 nella chiesa di San
Rocco a Montodine.
2013
1 maggio
2014
"Nel silenzio dei ricordi siete
sempre con me".
Francesco Ogliari
la mamma, il papà, Paola, Francesco,
Elisabetta lo ricordano con l'immutato
amore di sempre e gli saranno vicini
nella s. messa di giovedì 1 maggio alle
ore 18 nella chiesa parrocchiale del Sacro Cuore di Crema Nuova.
2005
A un anno dalla scomparsa della cara
Rosi Biondi Pagliari
e con lei, il marito
il fratello Battista con i familiari e i
nipoti la ricordano con affetto e nelle
preghiere.
Una s. messa verrà celebrata in suffragio domani, domenica 27 aprile alle
ore 18.30 nella chiesa parrocchiale di
Offanengo.
Nel primo anniversario della scomparsa della cara mamma
Sempre cocente il rimpianto, per la
moglie Maria Dolores e la figlia Silvia.
Pregheremo per lui in una messa
martedì 29 aprile alle ore 18 presso la
chiesa parrocchiale di San Giacomo
Maggiore in Crema.
Nel primo anniversario della scomparsa della cara
Franca Pellegrini
la sorella Mercede, i nipoti con le rispettive famiglie e i parenti tutti la ricordano con affetto a quanti la conobbero
e l'ebbero cara.
Un ufficio funebre sarà celebrato martedì 29 aprile alle ore 20.30 nella chiesa
parrocchiale di Sergnano.
2004
Luigina Marazzi
i figli Tarcisio, Teodoro e Maria Teresa
con gli amati nipoti e pronipoti, il fratello Lorenzo con Maria la ricordano con
amore, unitamente al caro papà
2 maggio
immaturamente scomparsa.
Una s. messa di suffragio sarà celebrata domani, domenica 27 aprile alle
ore 10.30 nella chiesa parrocchiale di
Capralba.
Pasquale Pagliari
Marco Gatti
ringrazio di cuore chi avrà per loro un
pensiero o una preghiera.
Ss. messe saranno celebrate sabato 3
maggio alle ore 18 nel Duomo di Crema e martedì 6 maggio alle ore 16.30
nella chiesa Madonna del Pozzo di
Offanengo.
Nel 34° anniversario della scomparsa
del caro papà
Agostino Casazza
e nel 29° anniversario della scomparsa
della cara mamma
Elisabetta Comandulli
Annibale Rovida
Un ufficio funebre sarà celebrato venerdì 2 maggio alle ore 20.30 nella chiesa
parrocchiale di Sergnano.
e
2014
Ringraziano di cuore gli amici e quanti
tengono vivo il ricordo dei loro cari.
Un ufficio funebre sarà celebrato martedì 29 aprile alle ore 20.30 nella chiesa
parrocchiale di Bagnolo Cremasco.
Carla Nichetti
in Tosetti
Pietro Vailati
il marito Giuseppe, i figli Marco, Sofia
con Antonio, Enrica con Matteo, i fratelli, i nipoti e i parenti tutti la ricordano
con amore.
Una s. messa sarà celebrata domani,
domenica 27 aprile alle ore 18 nella
chiesa parrocchiale di Capergnanica.
la moglie Piera, i figli Fabio e Luca, la
sorella Graziella, la nuora Francesca, le
care nipoti Vanessa e Martina lo ricordano con tanto amore.
Crema, 2 maggio 2014
2 maggio
2014
"Tu hai cantato per me nei
momenti felici della mia vita,
e io ho dimenticato di farlo
per te...".
(Tagore)
29 aprile
i figli, le nuore, i generi, i nipoti e i parenti tutti li ricordano sempre con tanto
amore e tanta nostalgia.
Un ufficio funebre sarà celebrato venerdì 2 maggio alle ore 20.15 nella chiesa
di S. Giovanni di Ripalta Arpina.
Guido
Alberti
La mamma e il papà ti ricordano sempre con tanto affetto e tanta nostalgia.
Crema, 2 maggio 2014
1993
27 aprile
2014
"Cristo è risorto, Alleluia".
2014
Nel secondo anniversario della scomparsa della carissima
Chiara Donida Maglio
Un filo unisce ciò che siamo stati e ciò
che siamo, un filo che non si spezza e
che resiste a ogni avversità, è l'amore
che continuiamo a condividere.
Un bacio da mamma, da papà e da Andrea.
Offanengo, 27 aprile 2014
Giovanna Fasoli
Adriana
Alberto Fusar Poli
Nel decimo anniversario della scomparsa del caro
2012
Lino Valerani
2014
Le mamme Marisa e Rosa Bruna con
i familiari tutti ricordano con amore i
cari figli
1990
I figli, la figlia con le rispettive famiglie
lo ricordano con grande affetto.
Nel ricordo uniscono anche la figlia
23 aprile
"Il tempo scorre velocemente,
ma il ricordo è come il sole
che nasce e non tramonta
mai".
"La morte vince sulla vita, l'amore vice su tutto".
Nel primo anniversario della sua scomparsa, ricordo con profonda nostalgia
la mia carissima sorella
Avv.
Sergio Franceschini
"L'alba di ogni mattino ci regala il vostro ricordo e non c'è
nessun tramonto che lo possa
scalfire".
Ricorre l'anniversario della scomparsa
del carissimo papà
30 aprile
"Per quanto bianchi e belli
nella ricca fioritura di maggio si ergono gli alberi, tutto
il piacere della fioritura dovrà
disperdersi al prossimo vento".
(H. Hesse)
2014
madre Angela Nigroni
canossiana
i figli, le nuore, i nipoti e i parenti tutti lo ricordano con immutato affetto e
rimpianto.
Crema, 27 aprile 2014
1993
Ermelinda Bertolotti
i figli Gianbattista, Giordano e Luigi, le
sorelle suor Teresina e Agostina la ricordano con immutato affetto ai nipoti,
parenti e conoscenti.
Una s. messa in memoria sarà celebrata
domani, domenica 27 aprile alle ore 18
nella chiesa del Sacro Cuore di Crema
Nuova.
A due anni dalla morte della sorella
Nel ventesimo anniversario della
scomparsa del caro
Antonino Aiello
il marito Anacleto, i figli, le nuore, il genero, i nipoti, la pronipote e i parenti la
ricordano con l'amore di sempre.
Una s. messa sarà celebrata domani,
domenica 27 aprile alle ore 10 nella
chiesa parrocchiale di Cremosano.
L'onestà fu il tuo ideale, la finezza, l'umanità la tua vita. Hai vissuto una vita
retta ora tocca a noi colmare il vuoto
che hai lasciato.
Nei nostri cuori è sempre vivo il tuo
ricordo con immutato e costante affetto.
Un ufficio funebre di suffragio sarà celebrato lunedì 28 aprile alle ore 20.15
nella chiesa parrocchiale in Casaletto
Ceredano.
Carissima
Chiara
il tuo dolce sorriso rimarrà sempre nel
cuore di chi ti ama come invito alla speranza e all'amore per la vita.
Ti vogliamo bene.
I tuoi cugini e gli zii
Offanengo, 27 aprile 2014
SABATO 26 APRILE 2014
MOSCAZZANO
Monte
Stefanini
Aldo Bellandi
per “Insieme”
L’ATTUALE ASSESSORE IN CORSA
PER IL DOPO BRAMBINI
di GIAMBA LONGARI
A
lle elezioni amministrative del 25 maggio
l’attuale lista di maggioranza Insieme per Moscazzano sarà ancora in corsa e candiderà a sindaco Aldo Bellandi, ora assessore all’Ambiente
dell’amministrazione uscente guidata da Giuseppe Brambini che, come annunciato da tempo,
dopo due mandati da primo cittadino e una lunga
esperienza a servizio del paese cede il passo.
La lista che candida Bellandi è costituita principalmente da giovani ed è composta da cinque consiglieri dell’attuale amministrazione (Ines Agardi,
Paola Calzi, Andrea Bertesago, Lucio Bianchi e
Arrigo Piloni), ai quali s’aggiungono tre nuovi
candidati (Antonio Groppelli, Silvia Spoldi e Veruska Stanga) con paritaria rappresentanza maschile e femminile.
“Ho deciso di dare questa disponibilità alla
candidatura di sindaco – sostiene Bellandi – perché nei prossimi anni saranno ridisegnate le nuove
funzioni sia organizzative che associative di tutti i
piccoli Comuni. Credo che un’esperienza maturata
in diversi anni di attività amministrativa e politica
possa servire alla nostra piccola comunità per essere protagonista in questo importante cambiamento
sul proprio futuro”.
La scelta di avviare gestioni associate delle funzioni, oltre che a rispondere a un obbligo di legge,
si basa sulla reale necessità di offrire servizi sempre più qualificati e rispondenti alle esigenze dei
cittadini.
“È per noi fondamentale governare questo processo di transizione – sottolinea il candidato sindaco – senza sacrificare in nessun modo i criteri
di equità, identità e partecipazione che hanno da
PIERANICA
Benzoni commenta
le dimissioni di Mazzini
O
Aldo Bellandi,
candidato sindacio della lista
“Insieme per Moscazzano”
sempre caratterizzato la nostra attività amministrativa”.
Nel programma di Bellandi e della sua lista, che
ha già elaborato un documento programmatico,
ogni azione sarà dettata dal principio della trasparenza. Tra gli impegni precisi che Insieme intende
concretizzare spiccano: il sostegno alla scuola materna e all’asilo nido, la tutela dell’ambiente, la formazione politica, uno stretto rapporto con la cittadinanza, l’attenzione ai giovani, la pianificazione
territoriale, la cura dell’urbanistica, i servizi alla
persona, il sostegno e la sinergia con tutte le realtà
associative presenti nella comunità per promuovere iniziative comuni e, infine, la partecipazione
attiva dei cittadini alla vita amministrativa.
“Nella nostra lista – conclude Bellandi – abbiamo cercato di rappresentare una serie di competenze specifiche, necessarie oggi per gestire un’amministrazione: informatiche, gestionali, Bilancio,
servizi alla persona, ambientali, urbanistiche, normative e amministrative, che risulteranno fondamentali nell’esercizio ordinario del nostro lavoro,
in quanto oggi, anche un piccolo Comune come il
nostro, dev’essere amministrato come un’impresa
e le competenze saranno importanti per garantire
la qualità nei diversi servizi che dovremo offrire
ai nostri cittadini, incidendo il meno possibile sui
bilanci delle famiglie”.
Accanto a Insieme per Moscazzano, in lizza per
le amministrative ci sarà quasi certamente anche
un’altra lista, il cui candidato sindaco dovrebbe
essere Gianluca Savoldi: oggi, 26 aprile, è l’ultimo
giorno per la presentazione di candidature e programmi, pertanto la prossima settimana sarà possibile avere un quadro completo e definitivo della
corsa elettorale moscazzanese.
scar Stefanini, capogruppo consigliare di
Insieme per Monte Cremasco, ha inviato una lettera
aperta ai suoi concittadini
per spiegare le ragioni che
guidano la scelta di non ripresentarsi alle imminenti
elezioni comunali.
“Rivolgo questa riflessione alle persone che mi
hanno sempre votato in
questi anni. Alle elezioni
del 25 maggio sarà, come
sempre, presente una componente ambientalista. In
questa occasione non più
come lista autonoma, ma
come presenza all’interno
della lista ViviAMonte, che
candiderà alla poltrona di
sindaco Moreno Golani”.
Stefanini chiarisce le
motivazioni della sua decisione: evitare la presenza
di un eccessivo numero di
liste per un Comune piccolo come Monte; valorizzare l’esperienza fatta in
questi anni in Consiglio
attraverso la collaborazione con settori nuovi della
cittadinanza; diffondere
la sensibilità per la difesa
dell’ambiente a un gruppo più vasto di persone;
impegnarsi con l’obiettivo
di dare un contributo nel
governo del paese e continuare l’impegno civico
“perché mi sta a cuore che
il mio paese funzioni al
meglio. Mi farò promotore
del massimo sforzo affinché Monte torni a essere un
paese più vivibile, con una
miglior qualità della vita, a
cominciare dallo stop assoluto a un ulteriore consumo di suolo agricolo”.
Luca Guerini
Il Cremasco 17
A
un mese dalle elezioni, il
vicesindaco e assessore
Giuseppe Mazzini s’è dimesso
dai propri incarichi per incomprensioni con il sindaco Antonio
Benzoni, che ha così commentato la vicenda: “Ho appreso
dalla stampa delle dimissioni di
Mazzini, in quanto ho trovato, la
mattina del sabato, contemporaneamente all’uscita dei giornali,
la lettera depositata in Comune.
Invece di imbucarla e ‘scappare’,
perché così è accaduto, si sarebbe anche potuto parlare, come
forse era corretto fare”.
Il sindaco in carica – che si
ripresenterà il 25 maggio per il
terzo mandato dopo che il decreto Delrio lo ha permesso – aggiunge che “per dire la verità, ho
saputo dai giornali anche delle
nostre incomprensioni: prima,
mai mi è stato detto nulla”.
Salomonica la conclusione
in merito alla situazione, anche
considerando che ora Mazzini
s’è reso disponibile per impegnarsi nell’altra squadra di Pieranica Futura che parteciperà alle
elezioni amministrative candidando Valter Raimondi: “I miei
genitori mi hanno insegnato tante cose, ma una delle lezioni di
vita che ricordo meglio è quella
di ‘non sputare nel piatto in cui
hai mangiato’. Ognuno fa le
sue scelte, ma questo non era il
modo. In ogni caso, sarà la gente, saranno gli elettori a giudicare, anche in sede di voto”.
Mazzini aveva parlato di “un
rapporto di fiducia venuto meno
con Benzoni, condizione necessaria per lavorare insieme”, sottolineando la necessità “di un
cambio di passo per il paese, di
Antonio Benzoni, sindaco
uscente di Pieranica
sindaco e un’amministrazione
attenta alle esigenze della comunità e che, soprattutto, sappia lavorare in squadra, caratteristiche
che sono venute meno”.
Oggi sabato 26 aprile entro le
ore 12, intanto, saranno presentate le liste per partecipare alle
elezioni, ma sentito ieri, Benzoni ha mantenuto uno stretto riserbo sui nomi della sua “rosa”.
“Posso solo dire che sarò io
il candidato alla poltrona di
sindaco, ma non per mia scelta,
bensì perché il gruppo me lo ha
chiesto e mi ha dato tutto il suo
supporto”.
A proposito di nomi, ribadendo che ci sarà qualche sorpresa, il primo cittadino in carica
conferma “d’aver costruito una
formazione di dieci nomi con
il 40% di donne, quasi tutti volti nuovi nello scenario politico
pieranichese. Persone giovani,
che hanno voglia di fare e dare il
proprio supporto per governare
il paese con me e farlo crescere
ulteriormente”.
Palazzo e frazioni: maggio, mese ricco di eventi
D
opo i festeggiamenti del XXV Aprile, la comunità si prepara a vivere un maggio colmo di
altre proposte e momenti socio-culturali. Amministrazione e Parrocchia, infatti, regaleranno ancora
un mese intenso, tutto da vivere.
Il calendario degli eventi si aprirà domenica 4
maggio nella frazione di Scannabue quando, al
pomeriggio, ci sarà la processione religiosa seguita
dalla scalata all’albero della cuccagna. Sabato 10
maggio alle ore 21, nel capoluogo Palazzo Pignano, all’interno della bellissima Pieve di San Martino (nella foto),
foto) il maestro Filippetti proporrà una
serata su Van Gogh. Domenica 11, spazio all’ambiente e alla manifestazione organizzata con SCS
Rifiutando, ma anche a importanti celebrazioni coRifiutando
munitarie: a Palazzo alle ore 10.30 la Messa delle
Prime comunioni, a Scannabue, sempre al mattino,
le Sante Cresime (qui le Comunioni saranno, invece, domenica 18 maggio).
Per venerdì 23 maggio, da Cascine Gandini (ore
21) è stato organizzato il pellegrinaggio zonale
al santuario della Madonna delle Assi di Monte
Cremasco. Domenica 25, di nuovo a Scannabue,
pomeriggio all’insegna dello sport con un torneo
di pallavolo, mentre venerdì 30 ecco la Messa nella cappella “Oratorio della Madonna del Riposo”
(di fronte al cimitero). Il mese si chiuderà venerdì
30 e sabato 31 maggio con l’attesa Festa dello Sport
dell’U.S. Scannabuese nel piazzale di via dello
Sport. Ma torneremo di certo a parlarne.
CHIEVE
Zaboia: “Il Consuntivo
ci soddisfa appieno”
A
nche il Consiglio comunale
chievese – di recente – ha
esaminato e approvato il Conto
consuntivo 2013, l’ultimo del
sindaco Luigi Zaboia (ha già
comunicato da tempo che non
si ripresenterà all elezioni del 25
maggio, ndr).
Il documento ha ricevuto il sì
di sei consiglieri, con zero astensioni; voto contrario dei consiglieri Davide Bettinelli, Gaetano
Calicchio, Elia Lupo Stanghellini e Marco Maraschi.
Nel suo intervento Zaboia ha
spiegato che “per quanto riguarda l’andamento degli abitanti,
c’è un avvicendamento: tanti
se ne vanno e tanti ne arrivano:
Chieve è un paese che si rinnova, l’andamento demografico va
studiato bene”.
Il sindaco uscente ha poi ribadito che, per quanto riguarda le
spese correnti, “questi sono anni
in cui le normative sono mutate,
l’inflazione c’è per tutti, anche
per il Comune di Chieve: noi –
ha concluso – abbiamo fatto il
massimo che ci è stato consentito fare, e questo mi lascia molto
soddisfatto. Stenderemo un rendiconto in cui elencheremo le
cose fatte e i servizi istituiti, poi
la gente giudicherà”.
Tra meno di un mese, è noto,
anche da queste parti si andrà
alle elezioni del nuovo Consiglio
comunale. Vedremo se la squadra di maggioranza incasserà di
nuovo la fiducia della gente.
L’amministrazione in carica
ha mostrato cifre e dati di un
Bilancio con la parte corrente in regola e che ha prodotto
un avanzo amministrativo di
68.000 euro. Un risultato definito da Zaboia “eccezionale:
abbiamo fatto del nostro meglio,
utilizziamo le nuove normative,
cercando di capirle e approfondirle; l’auspico è quello di fare
sempre meglio”.
Voltando pagina, è fissata per
domenica 18 maggio, con ritrovo nel cortile del municipio,
l’iniziativa “verde” Rifiutando,
promossa dai Comuni cremaschi in sinergia con Scs (Società
Cremasca Servizi).
I gruppi chievesi, armati di palette e sacchi, ripuliranno alcune
zone del paese con la voglia di
impegnarsi per sensibilizzare e
responsabilizzare tutti i cittadini sulle tematiche della tutela
ambientale. La manifestazione
è anche un aiuto a combattere
i comportamenti incivili, primo
fra tutti proprio l’abbandono dei
rifiuti, problema che attanaglia
il terriorio da più parti. Il materiale necessario per la raccolta
dei rifiuti sarà fornito dal Comune per mezzo della SCS.
LG
mercoledì 30 aprile
CIAPA LA
CIOCA
giovedì 1 maggio
NORMA
liscio tradizionale, latinoamericano,
successi italiani
LG
18
Il Cremasco
SABATO 26 APRILE 2014
BAGNOLO CREMASCO
Rinnoviamo Bagnolo
presenta la squadra
NOMI E PROGRAMMA DEL NUOVO GRUPPO.
AGOSTINO CANIDIO NON FIGURA IN LISTA
di LUCA GUERINI
R
innoviamo Bagnolo Insieme, con
candidato sindaco Andreina
Broglio, presenta in lista numerosi volti nuovi. L’età media è di 40
anni. Insieme alla 52enne, educatrice, il gruppo ha presentato una
compagine plurale, tra cui anche
tre giovanissimi: Federico Agazzi,
Christian Bassi e Simone Premoli.
Insieme a loro Paolo Aiolfi, Andrea Berti, Marco Cadisco, Manuela Fasoli, Francesco Fusar Poli,
Guido Groppelli, Luigi Pedrabissi,
Andrea Venuto e Luca Zuccotti,
rappresentanti di tutte le fasce d’età, categorie “e soprattutto di tutte
le esigenze” riferisce la Broglio.
La lista civica ha in cantiere importanti iniziative, di cui si faranno
promotori i candidati.
“Illustreremo alla gente il nostro programma e le nostre idee
per Bagnolo. Oltre alle assemblee
pubbliche, abbiamo fissato una
serie di incontri a tema. Puntiamo
a un’amministrazione che programmi la propria attività, senza
rispondere solamente alle urgenze.
Se la gente ci darà fiducia, avvieremo seri piani di lavoro sia ordinari
che straordinari per migliorare il
paese”.
Il programma elettorale si presenta molto nutrito. Nel documento depositato emergono numerose
indicazioni, che ruotano attorno
soprattutto ai seguenti concetti:
territorio, identità del paese, visione d’insieme, energia sostenibile,
sicurezza, porre la persona al centro, scuola, trasparenza, partecipazione e dialogo, imprese e lavoro,
giovani e sport.
Per il territorio l’obiettivo dichiarato è il collegamento Bagnolo-Ombriano-Crema tramite ciclabile; si punta anche su efficienza
QUINTANO
energetica ed energie rinnovabili.
Il gruppo conferma la necessità di
mettere mano alla viabilità “per un
serio riordino”.
“In ambito urbanistico l’obiettivo è uno sviluppo d’insieme del
paese, senza deturparlo e recuperando l’esistente; particolare attenzione è dedicata agli insediamenti
produttivi. Uno sguardo è rivolto
anche alla necessità di aumentare la sicurezza, sia viabilistica sia
come presidio del territorio”, spiegano quelli di Rinnoviamo.
Dal punto di vista culturale,
spiega la candidata sindaco, “punteremo su iniziative culturali per
la valorizzazione dell’identità del
paese, soprattutto attraverso una
robusta collaborazione con le associazioni di Bagnolo”.
Le iniziative saranno ispirate anche alla figura dell’Innominato e in
generale si porranno la finalità di
coinvolgere gli esercizi commerciali per creare un circolo economico
virtuoso.
Scuola:
“L’amministrazione
dev’essere disponibile ad ascoltare e intervenire con rapidità
per rispondere alle necessità del
mondo scolastico, dove crescono
tutti i nostri figli”, afferma ancora
la Broglio. Nelle politiche sociali l’obiettivo è porre la persona al
centro, migliorando i servizi e aggiungendone di nuovi; una particolare attenzione sarà riservata al
mondo giovanile. Una sezione del
programma è stata dedicata anche
alle imprese e al lavoro. Il momento è difficile; proprio per questo si
vuole agevolare l’insediamento di
nuove attività e favorire l’incrocio
tra domanda e offerta di lavoro
attraverso una rete territoriale con
associazioni di categoria, sindacati, Camera di Commercio, Reindustria, ecc... Trasparenza, partecipazione e dialogo saranno il cardine
dello stile amministrativo.
Camisano: scuola più bella!
“Quintano Unita”
ricandida Emi Zecchini
E
di LUCA GUERINI
A
due giorni dal termine ultimo di presentazione delle liste elettorali (oggi entro le ore 12, ndr), il sindaco quintanese Emi Zecchini
ha chiamato a raccolta la stampa locale – presso le ex scuole – per
presentare il gruppo che lo supporterà per cercare d’essere confermato sulla poltrona di primo cittadino il prossimo 25 maggio.
“Innanzitutto intendo ringraziare chi per diversi motivi non farà
più parte del nostro progetto, perché si è trasferito o perchè ha rinunciato per impegni personali. La collaborazione è stata ottima e
il contributo molto importante. Ai nuovi, invece, auguro di vivere
un’esperienza positiva come l’ho vissuta io e di riuscire a migliorare
ancora di più il nostro paese”.
Questo l’esordio di Zecchini, 52enne, che cercherà di ottenere di
nuovo la fiducia dei cittadini per proseguire il lavoro svolto con un
secondo mandato. È a capo della lista civica Quintano Unita, nata
cinque anni fa: con lui in lista Luisa Manini, attuale capogruppo di
maggioranza, Luca Fusi, Rino Fontana, vicesindaco di quest’ultimo
quinquennio, Michela Barbieri, Marco Vailati, Agostina Scura, Michele Vailati, Luigi Cazzulani, Rodolfo Di Marzo e Angelo Lameri.
“Il programma è già completato, ma ci riserviamo di presentarlo
ai cittadini in appositi incontri in via di calendarizzazione”, spiega il
sindaco. “Veniamo da un’esperienza più che positiva: abbiamo realizzato prima della scadenza del mandato tutti i progetti e le opere che
erano in programma, anche quelle di una certa entità e migliorato i
servizi per la gente. Ci sono voluti sacrifico e fatica, ma le soddisfazioni sono state molte. Non ci siamo risparmiati su niente e i risultati
sono sotto gli occhi di tutti (pedociclabile illuminata per Sant’Ippolito, sala polifunzionale, installazione del semaforo sul provinciale,
Casa dell’Acqua solo per fare degli esempi).
La squadra è giovane “e tutti hanno molta voglia di mettersi al servizio dei cittadini di Quintano con nuove idee e proposte”, aggiunge
Zecchini. I giovani non mancano, su tutti Michela Barbieri, 22 anni
laureata in Scienze dell’educazione e Michele Vailati, studente universitario, alla primissima esperienza e molto emozionati. Nel simbolo della lista civica Quintano Unita si vedono delle spighe su un fondo
verde, a rappresentare il territorio cremasco, racchiusi in un cerchio
tricolore, “che ci fa sentire parte dello Stato italiano”.
Zecchini, al timone del paese da cinque anni, è stato anche vicesindaco nell’era di Luigi Vailati. Con lui c’erano anche la Manini e Fontana. A oggi (ieri per chi legge, ndr) nessun’altra notizia è trapelata in paese per quanto riguarda la possibilità di vedere in corsa anche un’altra
squadra, ma voci di corridoio davano per scontata la presentazione di
una lista civica con candidato sindaco Michele Curcio. Alle ore 12 la
conferma o la smentita.
cco alcuni genitori che in
modo del tutto volontario e
gratuito hanno dedicato il loro
tempo per abbellire l’ingresso
della scuola primaria camisanese. “Abbiamo molto apprezzato
il lavoro svolto e il risultato è
davvero grazioso”, commenta il
sindaco Ornella Scaini, felice per
la collaborazione. In un momento così difficile dal punto di vista
economico, per i piccoli Comuni
il volontariato assume ancor più
importanza.
LG
CAMISANO
Ornella Scaini ci ripensa
e si rimette in gioco
“C
omunico la decisione
di ricandidarmi per il
secondo mandato in seguito
agli apprezzamenti e alla stima ricevuti dalla cittadinanza
e dal gruppo che mi ha accompagnato e sostenuto in questi
cinque anni. Avevo espresso
l’intenzione di non ripresentarmi, ma molte persone confidavano per il prosieguo del
mio percorso dichiarandomi
fiducia, di conseguenza, per
non volerle deludere, ho deciso di rimettermi in gioco”.
Con tali parole il sindaco
Ornella Scaini (nella foto) ha
annunciato all’ultimo la partecipazione alle elezioni.
“Un secondo mandato che
sarà affrontato, sempre che
ne riceva il consenso, con intensità e determinazione, consapevole che se da una parte
sarà più agevole grazie alla
partecipazione di una squadra
capace e rodata in grado d’assumersi responsabilità, dall’altra parte vi saranno maggiori
difficoltà dovute alla necessità
di ripensare la struttura amministrativa del territorio con
l’obiettivo di fornire servizi
migliori ed efficienti con costi
minori”.
L’amministrazione Scaini,
intanto, dopo le parole dell’ex
sindaco Adelio Valerani sulle
nostre colonne, s’interroga
“su quale possa essere la continuità che egli vorrebbe riportare presentandosi alle elezioni dopo i suoi anni di vuoto e
immobilismo e i nostri spesi a
recuperare il tempo perduto”.
Soddisfatta del quinquennio,
la maggioranza ricorda alcuni
punti chiave.
Cimitero. “La prima cosa
a cui pensa Valerani è la costruzione di nuovi loculi. Non
ricorda il mutuo, con rata di
23.000 euro annui, acceso nel
2004 con scadenza 2034 per la
costruzione di loculi ormai in
esaurimento? È mancata un’adeguata
programmazione?
Anziché costruirne di nuovi,
si potrebbe continuare nel recupero dei vecchi e incentivare l’uso delle tombe a terra che
noi abbiano regolamentato”.
Anche sul patrimonio pubblico il sindaco ribatte: “Basta
guardare gli interventi da noi
eseguiti per ricavarne lo stato
di abbandono in cui ci sono
stati consegnati; alla scuola
d’infanzia l’eliminazione del
pericoloso controsoffitto segnalato dall’autorità scolastica. Si è inoltre provveduto a
fornire agli immobili le certificazioni mancanti”.
Polemica anche sulla Bre.
DOVERA
CC hanno deferito due prostitute bulgare, una 36enne
e una 27enne di Ombriano,
ritenute responsabili in concorso di estorsione, reclutamento,
induzione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Avrebbero chiesto denaro a
due connazionali per l’utilizzo
di postazioni lungo la Paullese
minacciandole di raccontare
tutto ai familiari.
Lungo la Paullese, in territorio comunale di Dovera, al
fine di ottenere il pagamento
della postazione di lavoro da
due connazionali, le due le ritraevano con clienti attraverso
l’uso dei propri palmari minacciandole di pubblicare le foto
su ‘facebook’ in modo da far
DUE BULGARE
DEFERITE
PER AZIONE
INTIMIDATORIA
A DANNO DI DUE
CONNAZIONALI
sapere anche ai parenti la loro
vera attività in Italia.
A raccogliere la denuncia
delle due giovani minacciate,
un 29enne e un 32enne, sono
stati i Carabinieri. Accompagnate in caserma, le ragazze
raccontavano l’episodio for-
Luca Guerini
Trescore
Controllo del marciapiede
tra estorsione e ricatti
I
Be.Mi: “L’ex sindaco l’ha indirizzata lontano dal paese (il
progresso non interessava al
nostro Comune?), l’ha fatta
passare su un capofonte, non
ha ottenuto compensazioni.
L’amministrazione uscente,
a giochi ormai fatti, ha ottenuto un sottopasso ciclopedonale e la riqualificazione
di una delle vie di accesso”.
Rispedite al mittente anche
le considerazioni sul PGT e il
calo demografico.
Sul tema dei giovani, Scaini evidenzia che “Valerani
non ne parla affatto, mentre
noi abbiamo aperto l’uso del
campo d’allenamento a tutti,
rendendo usufruibili e regolamentando i parchi pubblici,
attrezzandoli con giochi per i
più piccoli”.
Tra i servizi regolamentati
(“e non concessi per simpatia”) l’assistenza domiciliare
tramite personale qualificato
con accesso ai servizi sociali
tramite presentazione ISEE,
il trasporto pubblico: “Forse
a Valerani è sfuggito il piano
provinciale dei trasporti per
cui, oltre al servizio per studenti, l’utenza oggi può muoversi dopo una prenotazione
del servizio autobus? Chi è
al governo ricorda inoltre la
prevista realizzazione della
ciclabile per Casale Cremasco
bloccata dal Patto di stabilità,
ma con risorse disponibili.
“Con programmazione e metodo abbiamo riportato Camisano al passo con i tempi e al
pari dei paesi limitrofi”.
Per guidare il paese, insieme alla Scaini correrà lo stesso Valerani: cinque anni fa il
testa a testa si risolse con uno
scarto minimo.
Dopo l’esperienza in minoranza, l’ex primo cittadino
cercherà, dunque, di tornare al
timone. Vedremo chi sceglierà
l’elettorato camisanese. Certo,
chi salirà al governo non avrà
vita facile, visti i tagli statali e
le novità normative.
L
nendo precise indicazioni in
merito alle rivali.
I militari le hanno rintracciate il giorno successivo lungo
la Paullese. A entrambe hanno
sequestrato i telefoni per rilevare tracce dei collegamenti effettuati e le hanno deferite.
Anche le denuncianti non
sono state molto collaborative,
hanno taciuto ai Cc particolari importanti per ricostruire
le modalità d’immigrazione
e l’aiuto che ricevono per la
permanenza e l’esercizio della
prostituzione in Italia.
Alla stregua delle precedenti
indagini condotte nel settore, i
militari dell’Arma non escludono che le coppie di bulgare siano
collegabili a clan contrapposti.
o scorso 12 aprile, la
Giunta Barbati ha
provveduto a modificare lo
schema di Programma dei
Lavori Pubblici relativo al
triennio 2014-2016, nonché
l’elenco annuale 2014 precedentemente adottato.
Il documento punta alla
ristrutturazione e al rilancio del centro sportivo con
investimenti economici importanti. Del nuovo schema
di programma si dà idonea
e opportuna informazione
sul sutito web dell’ente per
permettere ai cittadini di
visionarlo. Il documento
comprende anche un quarto
stralcio funzionale previsto
nel 2017, per la realizzazione del parcheggio dedicato
alla zona sportiva: 100.000
euro l’impegno finanziario
previsto. Rimangono validi
modalità, termini e tempistiche per avanzare osservazioni, possibili entro il
10 maggio prossimo.
a
d
n
Age
SABATO 26 APRILE 2014
SABATO 26
CREMA
PANE IN PIAZZA
In piazza Duomo 10a edizione di Pane in Piazza a cura dell’Ascom in
collaborazione con il Gruppo panificatori del cremasco. L’iniziativa proseguirà fino al 1° maggio e sarà aperta tutti i giorni dalle ore 9 alle 13 e dalle
15 alle 19. Il ricavato servirà per sostenere l’erogazione di “prestiti-microcrediti” alle famiglie bosniache in difficoltà.
CREMA
MOSTRA
Al teatro S. Domenico in piazza Trento e Trieste mostra di Alberto Besson Specchi infranti. Esposizione visitabile fino al 27 aprile dalle ore 16 alle
19. Ingresso libero.
SONCINO
MOSTRA
Al Museo della Stampa personale di incisioni di Beatrice Palazzetti,
Frammenti. Esposizione visitabile fino al 27 aprile dalle ore 10 alle 13 e
dalle 15 alle 19.
VAIANO CR.
MOSTRA
Nella Sala polifunzionale Un paese si racconta, mostra fotografica a cura
di G. Sponchioni. Esposizione visitabile fino al 27 aprile. (ns. servizio pag. 23)
CASTELLEONE
MOSTRA
Fino al 1° maggio l’Ufficio Turistico castelleonese ospita le creazioni su
vetro di Cristian Grosu, romeno di nascita e italiano d’adozione. Esposizione visitabile dal martedì al sabato dalle ore 9,30 alle 12, il venerdì e sabato
anche dalle 15 alle 17.
GRUMELLO CREMONESE
FIERA
Da oggi e fino al 17 aprile, 39a Fiera regionale agricola di primavera di
Grumello Cremonese FierAgrumello 2014. Area espositiva e iniziative presso Cascina Castello: esibizioni di cavalli, cani, trattori d’epoca... presso
il Palazzo comunale mostre di pittura, poesia, modellismo e serata Villa
Affaitati. Domani, domenica 27 presso il centro storico mostra mercato
e ancora esposizioni e iniziative a Cascina Castello, Palazzo comunale,
scuola primaria...
SPINO D’ADDA
CREMA
ORE 21
S. MARIA
Oggi, sabato 26 aprile non
saranno attivi i Centri Prenotazioni (CUP) di Crema, Rivolta d’Adda; Radiologia, Ufficio accettazione ricoveri e il settore Libera
professione.
CENTRO DIURNO
UNITALSI - CREMA
Appuntamenti al Centro
Diurno volontariato 2000 di via
Zurla 1, tel. 0373.257637: ✔ lunedì
28 aprile ginnastica; ✔ martedì 29
aprile carte e altro; ✔ mercoledì 30
tombola; ✔ venerdì 2 pomeriggio
in musica.
L’Unitalsi di Crema organizza pellegrinaggi aperti a tutti,
anche agli ammalati, ai diversamente abili e alle persone anziane.
Programmi: Loreto dal 21 al 24
maggio, in treno con Italico; Caravaggio, domenica 15 giugno; Lourdes in treno dal 7 al 13 agosto e in
aereo dall’8 al 12 agosto; Fatima
dal 10 al 14 ottobre, in aereo. Per il
pellegrinaggio a Lourdes sono disponibili anche altri periodi, come
pure per Loreto. Iscrizioni aperte in
sede a Crema, via Forte 2, il martedì
dalle 10,30 alle 12 e il giovedì dalle
17,30 alle 19 oppure telefonando a
Giuseppina Manfredi 347.9099383
Iniziative varie
19-22 SETTEMBRE
A Lourdes
È stato organizzato un viaggio a Lourdes dal 19 al 22 settembre. Trasferimento in bus privato
da Crema/Offanengo all’aeroporto
di Bergamo e viceversa; volo, si-
Pellegrinaggi aperti a tutti
MULINO D’ORO
Auto Futura
Bagnolo Cremasco - S.S. Paullese Km 31 - tel. 0373 648164
ORE 21
CREMA
MERCATO
Fino alle 12.30 in via Terni, Mercato di Campagna Amica.
CREMA
MARCIA SOLIDALE
In piazza Duomo partenza/arrivo Run for Parkinson, marcia solidale a
cura dell’Associazione “La Tartaruga Crema” onlus in collaborazione con
i podisti di Ombriano. Iscrizione € 5 (anche la mattina della marcia).
CREMA
CONCERTO
Nella Sala della Musica, in piazza Moro, concerto Classical opera & jazz.
Il ricavato verrà devoluto al Centro Galmozzi.
(ns. servizio pag. 36)
ORARIO CONTINUATO
8.30 - 19.30 dal lunedì al sabato
MARTEDÌ 29
ORE 21
CREMA
MERCOLEDÌ 7 MAGGIO
trattamento viso gratuito
GIORNATA
...e per tutte le mamme sconto € 10,00!!!
PARROCCHIA SS. TRINITÀ
Madonna delle Grazie
La parrocchia della SS. Trinità organizza per lunedì 26 maggio un pellegrinaggio al Santuario
Madonna delle Grazie (Legnano).
Partenza ore 7,30 da piazza Giovanni XIII e rientro entro le ore 19.
S. Messa e visita alla città. Quota
di partecipazione per il viaggio €
20 da versare in parrocchia al momento dell’iscrizione (entro il 10
maggio). Pranzo a scelta presso il
self service del Centro culturale S.
Magno di Legnano (da € 8 a € 12).
C.T.G. S. BERNARDINO
25 maggio a Selvino
Il gruppo Ctg S. Bernardino ha organizzato per domenica
25 maggio una gita di mezza giornata al Santuario della Madonna
del Perello a Selvino. Partenza
PRESENTAZIONE LIBRO
ORE 21
ROMANENGO FESTA VOLONTARIATO
ORE 21
CREMA
Nella Sala Ricevimenti del Comune presentazione del libro di Ercole
Ongaro Resistenza Non Violenta 1943-1945.
Da oggi e fino al 18 maggio 11a Festa del Volontariato. Questa sera presso
la Sala Civica Casa del Volontariato Cure palliative, perchè?
PRESENTAZIONE LIBRO
Al centro S. Luigi presentazione dell’ultimo libro di Pino Farinotti
E l’angelo partì da lei. Interverranno: l’autore, don Roberto Di Diodato,
direttore editoriale S. Paolo edizioni, Daniela Azzola giornalista per la
lettura di alcuni brani del libro, Francesco Martelli. Moderatore: don
Giorgio Zucchelli.
MERCOLEDÌ 30
ORE 18
CREMA
PRESENTAZIONE
ORE 21
CREMA
PRESENTAZIONE VOLUME
All’istituto Folcioni, sala Bottesini, in via Verdelli 6 Editoria d’arte. “Pulcinoelefante” presenta le proprie edizioni artistiche. L’incontro con Alda Merini; conversazione con Alberto Casiraghi, intervento musicale di Gabriele
Duranti, a cura di Enrico Tansini.
Nella Sala Ricevimenti del Comune presentazione del volume di Renato Ancorotti e Tiziano Guerini Giustizia e Vendetta. Aprile 1945 a Crema.
Presentazione prof. Silvano Allasia con gli autori. Ai presenti verrà consegnata una copia del volume.
GIOVEDÌ 1° MAGGIO
ORE 14,30
MONTODINE
FESTA BAMBINI
ORE 17
BAGNOLO CR.
ORE 20,30
FARINATE
In piazza XXV Aprile oggi La piazza dei bambini. Gonfiabili e trucca
bimbi. Seguiranno giochi di squadra in piazza e laboratori di colori. Dalle
16,30 alle 17 teatrino con le marionette e, a seguire, sculture di palloncini e
chiusura dei gonfiabili. A tutti un dolce spuntino.
INAUGURAZIONE
ore 12,20 da S. Bernardino e alle
12,30 da Crema. Quota di partecipazione € 26 e comprende.
Durante la visita si parteciperà
alla s. Messa. Nel ritorno sosta a
Nembro. Iscrizioni presso la sede
Ctg di via XI Febbraio 11/A (mercoledì sera) tel. 392.2168885, G.
Fascina 392.2168885, G. Stabilini
0373.81647, T. Aiolfi 0373.85025,
F. Riboli 389.8199868, A. Pellegrini 335.6143128, A. Ghiussi
0373.230348.
CENTRO TURISTICO ACLI
Gite e viaggi
Il Centro Turistico Acli
(CTA), con sede in piazza Manziana 17 tel. 0373.250064 propone:
Bellagio 11 maggio € 75 (compreso
pranzo in ristorante); Tuscia e Maremma dal 1° al 4 maggio € 375;
Lago di Garda, il Trenino e i suoi
borghi (Riva del Garda, Tenno,
Cascate del Varone) 25 maggio €
70 compreso pranzi in ristorante;
rievocazione storica “Pomposa imperialis abbatia” 7-8 giugno € 200
(Ferrara, Comacchio, Abbazia di
Pomposa); Praga dal 29 maggio al 2
giugno € 620; Provenza (MarsigliaCassis-Ciotat...) 13 al 15 giugno €
380... Soggiorni estivi in montagna:
Andalo hotel Stella Alpina dal 12
luglio al 9 agosto € 1.020 primo turno; € 1.100 secondo turno. Soggiorni estivi al mare: Basilicata mare
villaggio Portogreco 4 stelle, Scanzano Ionico... Super offerta Ischia
da € 399 - 15 giorni. Tante proposte
cataloghi e locandine presso la sede.
Tessera socio annuale € 13.
SPETTACOLO
Il Comune organizza presso il Centro di Farinate Lettura partigiana. La
vicenda dei 4 partigiani catturati a Caravaggio e fucilati a Capralba. Spettacolo messo in scena dal Teatro Caverna di Bariano. Al termine, fiaccolata
e deposizione di una corona alla lapide dei quattro partigiani in via Roma.
VENERDÌ 2
CREMA - VIA MATTEOTTI, 17
TEL. 0373.256233
e 0373.791282 - e-mail: [email protected] o ancora
Elda Zambiasi 335.70081350373.274733-0373.273028.
CINEMA
Nella sala T. Patroni del Centro culturale del Comune inaugurazione della mostra dell’artista Aldo Spoldi.
(ns. servizio pag. 33)
LUNEDÌ 28
ORE 21
CREMA
Per Amenic Cinema in sala Alessandrini proiezione del film
drammatico Nodo alla gola di A. Hitchock. Per accedere alla proiezione necessario iscriversi versando una quota annuale di € 7.
DOMENICA 27
i
t
a
c
i
n
Comu
Sabato 26 Cup non attivo
COMMEDIA
Concorso canoro Mulino d’oro, presso l’oratorio di S. Maria della Croce.
Iniziativa aperta a cantanti, cantautori duo/trio acustico.
SOLIDARIETÀ COOPI
stemazione in hotel con pensione
completa, assistenza spirituale,
accompagnatore,
assicurazione
medico bagaglio. Quota di partecipazione (minimo 25 partecipanti)
€ 600, supplemento singola € 120.
Prenotazioni entro il 30 aprile con
acconto di € 200 chiamando Celestina, 339.5979968, oppure Angela,
347.2439542.
COMMEDIA DIALETTALE
Per “Remulàs Òt”, al teatro S. Giovanni Bosco commedia dialettale
Al baöl dal Mago ovvero “Al mago Angiulì... tant lader e poc induì”;
commedia dialettale proposta dalla compagnia I Sbrufù da Pandì. Biglietto € 5 (ingresso gratuito fino a 14 anni).
SONCINO
OSPEDALE MAGGIORE DI CREMA
FIERA
CAPERGNANICA
ORE 10
CREMA
MARZALE
ORE 21
ORE 9,30
Fino alle ore 17 in piazza Duomo, mostra Dimenticando il Ciad.
Esposizione di 13 immagini scattate dal fotoreporter Alessandro
Gandolfi durante la missione insieme allo scrittore Gianni Biondillo. Le immagini riguardano il problema della malnutrizione infantile in Ciad. Un paese dove da molti anni Coopi opera concretamente
per portare cure ai bambini. Il gruppo Coopi Crema ha organizzato nella stessa giornata la visita guidata grandi amici alberi cittadini
INAUGURAZIONE
Al teatro di Crema Nuova ultima commedia della stagione per “Stelline”
commedia Ta saludi Casimiro della compagnia filodrammatica “Carlo Bertolazzi” di Rivolta d’Adda. Biglietti al botteghino dalle ore 20,30, intero €
6 ridotto per minori di 14 anni € 4. Info 392.4414647.
CREMA
ORE 10
TREVIGLIO
Oggi, domenica e lunedì 28 aprile Fiera del Marzale. Quest’anno si festeggerà la Festa della divina Misericordia, la canonizzazione dei beati papa
Giovanni XXIII e papa Giovanni Paolo II e il 50° di sacerdozio di don
Gino Mussi. Oggi alle 17,30 s. Rosario e alle 18 s. Messa. Domenica 27
alle 10,30 s. Messa solenne celebrata da don Mussi nel 50° anniversario di
sacerdozio con la partecipazione del Coro Melos di Montodine, alle 17,30
s. Rosario e alle 18 s. Messa. Per tutta la giornata bancarelle, pesca di beneficenza, area ristoro e nel pomeriggio escursione guidata alla riserva del
Marzale. Lunedì 28 alle 10,30 e alle 18 s. Messa.
ORE 10
GIORNATE FANTASY
Inserto di informazioni
per usare la città e il circondario
ORE 17,30
ORE 8
Alla Rocca Soncino Fantasy, evento dedicato al fantasy e al Medioevo
fantastico. Oggi e domani 27 aprile la manifestazione sarà dedicata al fantasy più in generale e al mondo delle fiabe con “Harry Potter” e “Alice nel
Paese delle Meraviglie”. Biglietto d’ingresso € 10, bambini fino a 5 anni
gratis. Possibilità di prenotazione ad ingresso ridotto direttamente dal sito
Internet: www.soncinofantasy.it. In caso di maltempo la manifestazione si
svolgerà comunque regolarmente. Vietato l’ingresso ai cani. Per informazioni tel. 0374.83675.
UFFICIALE DEL CREMASCO
Il Ministro Maurizio Martina inaugura la 33a Fiera Agricola di Treviglio
e della bassa pianura bergamasca. La manifestazione si svolgerà presso il
Quartiere fieristico in viale Merisio. Esposizione visitabile fino al 1° maggio. Incontri, dibattiti, convegni, degustazioni e presentazioni prodotti...
MOSTRA
MOSTRA
CONCESSIONARIA
ORE 11
ORE 21
Auto Futura
UNICA
il con prof. Franco Giordana, per imparare a conoscere e riconoscere le bellezze naturali del territorio cremasco. Per info: Mimmo
348.4084821, Maddalena 335.8300631.
Presso il Centro di documentazione “Cecilia Guerini Rocco” mostra I
tre mesi dell’arte. 11 artisti presentano le loro opere. Esposizione visitabile
fino al 30 maggio nei consueti orari di apertura della Biblioteca.
Fino al 1° maggio, nella sala dell’oratorio del Duomo in via Forte, esposizione delle opere di Luciano Perolini. Apertura: ore 10- 12 e 16 -19.
CONCESSIONARIA
ORE 21
OFFANENGO
ORE 21
CREMA
ORE 21
CREMONA
SPETTACOLO
L’oratorio S. Giovanni Bosco e la parrocchia presentano presso la Sala
polifunzionale dell’oratorio La strada della Bellezza. Lo straordinario cammino di Giovanni Paolo II verso la Santità riassunto attraverso musiche,
immagini, emozioni... Al pianoforte Paolo Pezzotti. Ingresso € 5 (ragazzi
e adolescenti fino ai 16 anni ingresso gratuito). Ricavato verrà interamente
devoluto per il nuovo l’oratorio.
INCONTRO
Nella chiesa di S. Giovanni Battista suor Loredana Zabai illustrerà la
figura del beato Francesco Spinelli, fondatore delle suore Adoratrici del SS.
Sacramento, preziose custodi della chiesa di S. Giovanni Battista.
FESTIVAL C. MONTEVERDI
Al teatro Ponchielli apertura del Festival C. Monteverdi.
(ns. servizio pag. 36)
TEATRO SAN DOMENICO CREMA
Informazioni in segreteria
della Fondazione S. Domenico
via Matteotti, 39 - tel. 0373.85418
Per Cremainscena 2014
Sabato 26 aprile ore 21 “Giovani talenti in scena”,
spettacolo eseguito da allievi del Conservatorio L.
Campiani di Mantova con il Folcioni di Crema.
Domenica 27 aprile ore 21 “Pinocchio”, musical con
un pizzico di bresciano e vari stili di danza.
Mercoledì 30 aprile ore 21 “Il cavallino azzurro”, colloqui e divagazioni sull’arte e la poesia di Tonino
Guerra. A cura di Luigi Ottoni.
Giovedì 1° maggio ore 21 “Portobello road Avana
tour”, musica con Riccardo Bonfadini, Paolo Caccialanza, Massimo Ottini, Claudia Galvani, Andrea
Allegri, Adalberto Cogrossi e Sergio Dell’Olio.
Venerdì 2 maggio ore 21 “Fiabe per non dormire”,
racconti di fiabe per il gusto di narrare. Regista Andrea Carabelli con la partecipazione “Dei Navigatori
di Ulisse”, 40 ragazzi di I, II, III media.
Per ogni singolo appuntamento: ingresso € 9
L’Approdo
Associazione Gruppi di Alcolisti in Trattamento
Alcool-Parliamone insieme 800 010886
Libreria
Editrice
Buona Stampa Srl
via Dante, 24 - CREMA
0373 257312 -  0373 80530
☎
0373 256265
via Civerchi, 7 - Crema
 0373 256994
Per altre info: Il Nuovo Torrazzo
Fondazione “Carlo Manziana”
SCUOLA DIOCESANA
www.fondazionemanziana.it

via Mazzini, 12
CREMA
Bonifico bancario: Banco Popolare
via XX Settembre Crema
IT 32N0503456841000000584575
L’apertura del palazzo non comporta automaticamente anche l’apertura al pubblico dei vari uffici
CONSULTORIO FAMILIARE
tel. 0373 82723
e-mail: [email protected]
Distribuzione
numeri e attività
di sportello
Crema - via Frecavalli 16 (a pochi passi dal Duomo): al mattino ore 9-12
il lun., merc., ven. e sab. Il pomeriggio ore 14-18,30 dal mart. al ven.
OSPEDALE MAGGIORE CENTRALINO 0373 2801
ORARI VISITA PAZIENTI: lun., mart., giov. e ven.: ore 19.15-20.15
• Merc. e sab.: ore 15-16 e 19.15-20.15 • Domenica e festività infrasettimanali: ore 11-12 e 15-18. Rianimazione: tutti i giorni dalle ore 11 alle 23.
CAMERA ARDENTE: ore 8-18 (orario continuato tutti i giorni, festivi
compresi). Entrata solo da via Capergnanica.
ATTIVITÀ DEGLI SPORTELLI CUP
• Ore 7: PRELIEVI ingresso 1 - distrib. numeri fino alle ore 9.30.
AMBULATORI TAO (ingresso 2) - distrib. numeri fino alle ore 8.30
• Ore 7.30: ACCETTAZIONI ESAMI DI
LABORATORIO
• Ore 8.00: RITIRO REFERTI, ACCETTAZIONE
AMMINISTRATIVA DELLE PRENOTAZIONI
TELEF., REGISTRAZIONE PRESTAZIONI
ESEGUITE, ATTIVITÀ DI CASSA
• Ore 9.15: PRENOTAZIONI DIRETTE
PER PRESTAZIONI AMBULATORIALI
E DI LABORATORIO
• Ore 16.45: FINE DELL’EROGAZIONE DEI NUMERI
• IL SABATO: non vengono effettuati i prelievi. La consegna del materiale biologico avviene dalle ore 7.30 alle ore 9.30. Le restanti attività inizieranno alle ore 7.15 con la distribuzione dei numeri e termineranno alle ore 12.30
• Prenotazioni telefoniche al numero verde 800.638.638 (SENZA
prefisso): dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 20, esclusi festivi
OSPEDALE VIA KENNEDY ☎ 0373 2061 (centralino)
Feriale: ore 11.30-13.30 e 17-19.30 • Festivo: 11-13 e 16.30-19.30
CAMERA ARDENTE: lun.-sab. ore 8-18.15. Dom. ore 8-19.15
OSPEDALE RIVOLTA D’ADDA ☎ 0363 3781 (centralino)
Lun.-Merc.-Ven.-Sab. dalle 12.30 alle 13.30. Dal lun. al sab.
dalle 19 alle 20. Dom. e festivi dalle 10 alle 11 e dalle 15 alle 17
cinema · ricetta · meteo · orari uffici · notizie utili · farmacie di turno
SANTE MESSE IN CITTÀ
CONFESSIONI
DUOMO (S. BERNARDINO)
Lunedì ore 8.30-10.30 e 16-17.30
Martedì ore 8.30-10 e 16-18
Mercoledì ore 8.30-10 e 16-17.30
Giovedì ore 8.30-10.30
Venerdì ore 8.30-10 e 16-18
Sabato ore 8.30-10.30 e 16-18.30
Domenica ore 9-11 e 18-19
SANTA MARIA DELLA CROCE
Giovedì ore 10-12 e 15-18
Sabato ore 15-18
MADONNA DELLE GRAZIE
Dal lunedì al sabato ore 9-12 e 16-17.15
SANTUARIO DEL PILASTRELLO
Sabato ore 9-12
Tutte le sere ore 21-24
CIMITERI DELLA CITTÀ Uff. Cimiteriale ☎ 0373 202807 via Camporelle
Maggiore - S. Maria della Croce - S. Bernardino - S. Bartolomeo: i cimiteri cittadini sono aperti tutti i giorni con orario continuato dalle ore 8 alle ore 19
PIATTAFORMA RIFIUTI via Colombo - ☎ 0373 89711 - SCS ☎ 800 904858:
Lun., mar., giov., sab. 8-12 e 13.30-17.30. Merc. e ven. 13.30-17.30. Domenica 8-12
UFFICI TRIBUTI COMMERCIO E CATASTO ☎ 0373 894239
Presso il palazzo comunale in piazza Duomo (2° piano)
e-mail: [email protected] - www.comunecrema.it
Dal lunedì al venerdì ore 9-12 - Martedì 14.30-16.30 - Mercoledì 14-17
INPS - CREMA ☎ 0373 281111
via Laris, 11 Crema - [email protected]
Dal lun. al ven 8,45-12. Il mercoledì anche al pomeriggio 14-15
BIBLIOTECA COMUNALE ☎ 0373 893331-329
Via Civerchi, 9 - Crema. Lunedì: mattino chiuso; pomeriggio apertura
sala studio ore 14.30/18.30 senza servizi bibliotecari; sala ragazzi chiuso. Dal martedì al venerdì 9.30-18.30 (continuato). Sabato ore 9-12.30.
Sala ragazzi da lunedì a venerdì 14.30-18. Sabato 9-12.
ORIENTAGIOVANI ☎ 0373.893325-324 - fax 0373.893323
Via Civerchi, 9 - Crema - Lunedì ore 15-18, martedì-giovedì-venerdì
10-12 e 15-18, mercoledì 10-18, sabato 10-12.
MUSEO CIVICO ☎ 0373 257161-256414 - fax 0373 86849
www.comunecrema.it e-mail: [email protected]
(ORARIO IN VIGORE DA LUN. 31/3) Lun. chiuso. Mart.:
14/17.30, mattino chiuso. Merc. e giov.10-12 e 14-17.30. Ven. 10-12 e
14.30-17.30. Sab. 10-12 e 15.30-18.30. Dom. e festivi 10-12 e 15.30-17.
ARCHIVIO STORICO DIOCESANO ☎ 0373 85385
Via Matteotti 41, Crema - al 1° piano. Martedì ore 9.30-12,
giovedì ore 15.30-18, sabato ore 9.30-12.
CENTRI SPORTIVI CREMA
Piscina comunale, via Indipendenza ☎ 0373.202940
Palestra PalaBertoni, via Sinigaglia 6 ☎ 0373.84189
Stadio Voltini, viale De Gasperi 67 ☎ 0373.202956
Campi sportivi: via Serio 1 (S. Maria) ☎ 0373.257728
via Ragazzi del ’99 n. 14 ☎ 0373.200196
PRO LOCO CREMA - UFFICIO IAT
Piazza Duomo, 22 - Crema - ☎ 0373.81020: lunedì 15-18; dal martedì al
sabato 9-12.30 e 15-18; domenica e festivi 10-12.
TURNI D’APERTURA
FARMACIE
Dalle ore 8.30 di venerdì 25/4 fino 2/5:
– Farmacia Vergine dr. Rizzi
via Cremona 3 - CREMA
tel. 0373 84906
– Palazzo Pignano/Scannabue
– Castel Gabbiano turno fino h. 24,00.
Riapre tutto il giorno dopo anche se
festivo
Dalle ore 8.30 di venerdì 2/5 fino 9/5:
– Farmacia Granata
via Matteotti 17 - CREMA
- tel. 0373 256233
– Offanengo
– Nosadello
DISTRIBUTORI CREMA
Apertura con presenza del gestore
Domenica 27 aprile: TAMOIL viale Europa e via Milano. Giovedì 1
maggio: ENI via Milano, TOTAL
ERG viale De Gasperi
EDICOLE
CREMA: via Verdi - piazza Giovanni
XXIII - piazza Garibaldi - Ospedale
Maggiore - piazza Mons. Manziana Stazione - via Kennedy. S. M. DELLA
CROCE: via Bramante. OMBRIANO:
v.le Europa 129; piazza Benvenuti 13.
SABBIONI: via Cappuccini. S. BERNARDINO: via Brescia.
9.30 Villette Ferriera, S. Giacomo
9.45 Vergonzana, Casalbergo
10.00 Cattedrale, SS. Trinità, Ombriano
Cappella Cimitero Maggiore, S. Maria dei Mosi
10.30 S. Benedetto, S. Pietro, S. Stefano, Sabbioni, S. Carlo,
S. Bernardino, Kennedy,
S. Maria della Croce, Santuario delle Grazie,
Crema Nuova
10.45 S. Angela Merici - via Bramante,
S. Bartolomeo ai Morti, S. Giacomo
11.00 Cattedrale, Castelnuovo, SS. Trinità,
Ospedale, Ombriano
12.00 Santuario delle Grazie
17.30 Santuario delle Grazie
18.00 S. Benedetto, S. Giacomo,
Ombriano, SS. Trinità, Cattedrale
S. Carlo, Crema Nuova, S. Stefano,
S. Bernardino, S. Maria della Croce, Marzale
19.00 Cattedrale
20.30 Sabbioni
REGIONE LOMBARDIA
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
Posta Elettronica Certificata (P.E.C.)
L’Azienda Ospedaliere di Crema è dotata di casella
di Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) con indirizzo
[email protected]
Si ricorda che la casella P.E.C. può ricevere soltanto
i messaggi provenienti da altre caselle di posta certificata
Se si dispone di una casella di posta non certificata,
è comunque possibile indirizzare una mail
all’indirizzo dell’Ufficio Protocollo aziendale
[email protected] (casella non certificata)
• Gigolo per caso • Rio 2 • Grand Budapest Hotel • Noah • Transcendence
• Un fidanzato per mia moglie • Violetta: backstage pass
• Over 60: sospeso
• Cineforum mar. (29 aprile) ore
21: Nessuno mi pettina bene come il
vento
• Cinemimosa lun. (28 aprile) ore
21.30: Transcendence
Moderno ☎ 0371 / 420017
• The amazing Spider-Man 2: il potere
di Electro • Gran Budapest Hotel • La
sedia della felicità
• Nuovo cineclub mart. (29/4 ore
21): Tir
Pieve Fissiraga (Lodi)
Cinelandia ☎ 0371 237012
di Electro • La sedia della felicità • Gigolò per caso • Rio 2 - Missione Amazzonia • Noah • Grand Budapest Hotel
• Transcendence • Storia di una ladra
di libri • Francesco da Buenos Aires La Rivoluzione dell’uglianza (28-29 e
30 aprile) • Original Movie Passion:
The Butler (v.o. inglese con sottotitoli
in italiano mar. 29/4 ore 21) • Il film
d’essai: Ida (merc. 30/4 - ore 21.15)
• Violetta - Backstage Pass (merc. 30
aprile) • Rio 2: Missione Amazzonia • Spino d’Adda
The Amazing Spider-Man 2: Il potere Vittoria ☎ 0373 980106
Cineteatro ☎ 0374 350882
• The monuments man • Saving mr. di Electro (2 e 3D) • Oculus • Noah • • Captain America - The winter soliGigolo per caso • Transcendence
dier
Banks (lun. 28 aprile ore 21)
Castelleone
San
Emilia Lepre con un coetaneo davanti alla chiesa di
Bernardino in Crema. 10 febbraio 1946
Via Antonietti, 1
CAPERGNANICA (CR)
Tel. 0373 76022
[email protected]
Crema è in attesa della dedica
di un luogo o via cittadina,
come da raccolta di oltre 700 firme
AL NÒST DIALÈT
A la memòria dal Vinticìnq Aprìl 1945
Al nòst dialèt, che è sempre vestito di memoria, oggi indossa la tunica “in bianche vesti” come per la “Domenica in Albis”
e lo fa per ripercorrere, con solenne rispetto, una pagina della Storia fra le più drammatiche e disonorevoli al mondo intero.
Attraverso il commovente racconto della signora Mariangela Stringo Maglio, noi consegniamo ai lettori e a
tutti i giovani di Crema e del territorio cremasco, l’eredità di una favola al contrario (per fortuna a lieto fine)
vissuta in prima persona dal marito Luigi Maglio conosciutissimo in Città per i lunghi anni di attività svolta
nel prestigioso negozio di via Desti.
Caro, carissimo “nonno Gigi” Crema ti manda i suoi saluti e la sua carezza.
“Chèsta l ’è la pastòcia véra dal nóno Gigi”
L’éra da léa, al gh’ìa desdòt àn. L’éra ‘n dal “Repàrt Artiglieria Costiera” a Bóca da Magra.
Dòpo l’òt da Setémbre dal 1943 l’è stàt arestàt ansèma ai sò amìs da Bagnól, cumè dizertùr pulìtich.
Dòpo tànt girà ‘n dièrse prezù an töta Italia, i à purtàt töi an da la Furtèsa da Peschiera.
I sò genitùr, al nóno Rìno e la nóna Irene, i sìa mia ‘ndù i éra stàt mandàt, tant l’è éra che dièrse persùne
i ga dizìa che i éra bèa füzilàt.
Lùr anvéce, Gigi e i so amìs, al sìf cuza i g’à fàt?
Daànti a la prezù gh’éra ‘na filànda ‘ndù lauràa tante fióle.
Isé i g’à scriìt an biglièt con l’ìndiris dai sò genitùr per fàga saì ‘ndù i éra, e i l’à sbatìt zó da la finèstra.
Öna da chèle fióle che lauràa lé i l’à truàt e la g’à scriìt söbet ai sò genitùr da lur per fàga saì che i éra
‘mprezunàt a Peschiera.
Figuràs!! Al nóno Rino e la zia Antunièta, sò surèla, i è partìt söbet an biciclèta per andà a Peschiera.
Per la stràda dal dé gh’éra pié da Tedèsch, pò gh’éra i bumbardamént, da nòt i durmìa an da le stàle.
Dòpo ès stàt a Verùna a fà ‘l permès, finalmént i è riesìt a vèdel.
Pasàt an pó da témp, ‘ste póre bagài i è stàt prucesàt e cundanàt a mòrt.
Però lùr i g’à mia credìt, i s’è mia scuràgiàt e i g’à mandàt an Ricurs con la dumànda da gràsia al Generàl
Kesserling da pudì ‘ndà ‘n prima linea.
Ma ‘l vintinóf da Febràr dal 1945 i è stàt internàt an Germania e i è stàt purtàt al dal càmp da
cuncentramént da Mauthausen.
E lé g’à cuminciàt al sò calvario
Töte le matìne ga tucàa ‘ndà ‘n da ‘n camp per scaà da le büze grànde per pudì sutrà i póre fiói mòrt per
töt chèl che i gh’ìa fàt pasà le SS. La magiùr pàrt i éra ebrei.
Ga tucàa sistemài có e pé per fàghen stà tanti; a le ólte i éra amò vìf e i ga cercàa l’àqua. Lùr i pudìa mia
dàghela, perché senò i éra bastunàde!
Altre ólte ga tucàa cargài söi carèt per purtài an dai fùrne crematòi.
I éra ròbe mia da crèt!
Per pudì mangià argóta ga tucàa rügà ‘n da la spasadüra da le SS. per cercà ‘n pó da rösche da patàte,
senò i pudìa mia stà ‘n pé.
Chèsta l’è ‘ndóma ‘na pàrt da chèl che i g’à fàt pasà.
Finalmént al 5 da Màc gh’è riàt la Terza Armata Americana che i à liberàt.
Dòpo ‘n pó da témp i gà riesìt a rientrà ‘n Italia.
I éra tanti,
i è restàt póchi,
i éra gióen
i éra bèi,
ma dòpo töt chèl che i gh’ìa pasàt
i éra mia pö chèi.
Al nóno Gigi al ma l’à cüntàda ….. e me va l’ó scriìda.
Mariangela Stringo Maglio
...va salüda i “Cüntastòrie”
TRIBUNALE PER LA TUTELA DELLA SALUTE www.tribunaletutelasalute.it
Presso l’ospedale di Crema (venerdì dalle ore 9 alle 11) ☎ 0373 280873
PREFESTIVE
16.30 Kennedy
17.00 S. Antonio Abate
17.30 Ospedale, Santuario delle Grazie
18.00 SS. Trinità, S. Maria della Croce, Cattedrale,
S. Pietro, S. Carlo, Crema Nuova, S. Giacomo,
Ombriano, S. Bernardino, Castelnuovo,
S. Stefano, Sabbioni, Vergonzana, Marzale
18.30 S. Benedetto, S. Angela Merici via Bramante
20.30 S. Bartolomeo ai Morti
23.00 Santuario Madonna del Pilastrello
FESTIVE
7.00 S. Benedetto
7.30 Cattedrale
8.00 SS. Trinità, S. Carlo, Sabbioni,
S. Bernardino, S. Maria della Croce
8.30 S. Antonio Abate, Crema Nuova, Ospedale,
Ombriano
9.00 Cattedrale, S. Benedetto, Castelnuovo,
S. Bartolomeo ai Morti
Il giornale non è responsabile degli eventuali cambiamenti di programmazione
IL S
ERV
CINEMA
IZI
FA
LA O
DIF
FEfino
Lodi
Crema
Treviglio fino al 29 aprile
RalE30Naprile
Fanfulla
☎
0371
/
30740
Porta Nova ☎ 0373
Z218411
Ariston ☎ 0363 419503
A
• The Amazing Spiderman 2 (2 e 3D) • Gigolo per caso
• The amazing Spider Man 2: il potere
· I · M · M · A · G · I · N · I ·
COMUNE DI CREMA CENTRALINO 0373 8941 www.comunecrema.it
Apertura Palazzo Comunale: lun., mart., giov. 8.30-12/14.3016.30. Merc. 8.30-17.30. Ven. 8.30-12. Sab. 9-12
VENDITA E ASSISTENZA
TECNICA
SABATO 26 APRILE 2014
· I · M · M · A · G · I · N · I ·
Guida Utile
Emergenza sanitaria..................................................118
Guardia Medica...........................................800.567.866
Carabinieri .........................................112 - 0373.893700
Polizia ................................................113 - 0373.897311
Vigili del fuoco ...................................115 - 0373.256222
Soccorso stradale ................................................ 803803
Ospedale Maggiore (centralino).......................... 0373 2801
Polizia stradale ........................................... 0373 897311
Vigili urbani................................................ 0373 894212
Associazione Fraternità.................................0373 80756
SCS ..............................................................800-904858
Linea Più (gas) - via Stazione 9 - Crema ........800-189600
Guasti elettrici (ENEL) ....................................... 803500
Etiopia e Oltre ............................................ 0373 255847
Giudici di Pace ........................ 0373 250571-0373 250587
Treni: Stazione ferroviaria di Crema:
piazzale Martiri della Libertà 1 (senza prefisso) 892021
Autobus: Autoguidovie
piazzale Martiri della Libertà 8 - Crema ......... 0373 204524
Taxi Crema: ................................................ 333 1212888
Miobus: Prenotazioni: ....................(gratuito) 800-907700
0373 287728 da cellulare - Informazioni: 840-620000
Via Antonietti, 1 - CAPERGNANICA (CR)
Tel. 0373 76022 - [email protected]
SCACCHIERANDO
SCACCHI
ERANDO
CRONACA D’ORO
Rubrica di scacchi a cura dell’A.D. Scacchi Città di Crema
info: [email protected]
Notizie dal Circolo
Venerdì 11 aprile presso la sede del Circolo è iniziato il corso di tre lezioni sui Finali di partita;
alle spiegazioni di Roberto Masotti sui finali di
Pedone erano presenti una decina di partecipanti,
tra i quali i nuovi soci Giovanni Esposito e Hanza Bannouri. La prossima lezione sui finali di
Torre+Pedone vs. Torre sarà tenuta il 9 maggio da
Gianluca Distratis.
Lo stesso Esposito, al suo primo torneo ufficiale,
si è reso protagonista di un brillante Campionato Provinciale 2014 organizzato dall’Accademia
Scacchistica Cremonese. I 2.5 punti ottenuti gli
hanno, infatti, permesso di ottenere il quarto posto assoluto e il primo della sua categoria. Nello
stesso torneo, con 4.5 punti, Giovanni Righini si
è classificato al secondo posto assoluto, ottenendo la qualificazione per i prossimi Campionati
Regionali.
Sabato 12 aprile, le classi seconde della Scuola
Media di Pandino hanno dato vita a due partite di
scacchi viventi sotto la supervisione dei soci Lucenti e Rovida.
Aldo Rovida
OFFERTE per il
RESTAURO
del DUOMO
– 300 gr di paccheri
– 250 gr di ricotta di bufala
– 1 mozzarella di bufala
– 150 gr di prosciutto
di Praga
– una decina di pomodorini
– ½ cipolla
– qualche foglia di basilico
– sale e pepe
– formaggio grattuggiato
Preparazione
Fate cuocere i paccheri e teneteli al dente. Nel frattempo preparate
il ripieno frullando la ricotta con la mozzarella, il prosciutto, sale e
pepe (se serve aggiungete un goccio di latte). Riempite i paccheri con
2/3 cucchiaini circa di ripieno e sistemateli in piedi in una pirofila,
precedentemente oliata, che li contenga perfettamente (così rimangono in piedi tra loro ben vicini). Preparate un sughetto veloce con
un soffritto di cipolla, i pomodorini tagliati e il basilico. Versatelo sopra i paccheri, cospargete con il formaggio e fate gratinare in forno.
●
I soci del Circolo Scacchistico
“Città di Crema”
vogliono ricordare con affetto
l’amico cremonese Angelo Mussap,
venuto a mancare a inizio aprile
e protagonista di ottime prestazioni
in diverse edizioni dell’Open di Crema
I MERCATI DI CREMONA
Temperature stazionarie nei valori minimi, in lieve aumento in quelli massimi. In pianura minime intorno a
11°C, massime intorno a 24°C.
DOMENICA 27 APRILE
Fin dal mattino coperto sui settori occidentali, molto nuvoloso o coperto sui settori centrorientali. Nuvolosità più irregolare sulla bassa pianura con ampie
schiarite. Nel corso della giornata molto nuvoloso o
coperto ovunque, con nuvolosità più irregolare sulla
bassa pianura.
Precipitazioni, nella notte e al mattino deboli, a tratti
moderate, sui settori occidentali; assenti altrove. Nel
corso della mattinata probabilità di precipitazioni crescente su tutti i settori.
Temperature: minime stazionarie o in lieve aumento,
massime in sensibile calo.
TENDENZA PER LUNEDÌ E MARTEDÌ
Lunedì e martedì tempo ancora instabile, con probabilità di precipitazioni diffuse, in particolare lunedì.
Temperature stazionarie sia nei valori minimi che in
quelli massimi. Venti in pianura deboli da est lunedì,
deboli e di direzione variabile martedì.
Domenica ore 12:
l’arrosto che hai cucinato
ti è riuscito meglio delle altre volte?
Fotografalo e invaiaci
foto e ricett e
n
per la pubblicazio
IL NOSTRO GIORNALE LASCIA LO SPAZIO DELLA RICETTA AI NOSTRI LETTORI
Invitiamo quindi tutti i lettori a consegnare le loro ricette presso i nostri uffici
in via Goldaniga 2/a - Crema
Vi ringrazieremo con un omaggio
Della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura
CEREALI: Frumenti nazionali teneri con 14% di umidità Varietà speciali n.q.;
Fino (peso specifico da 79) 199-203; Buono mercantile (peso specifico da
75 a 78) 192-199; Mercantile (peso specifico fino a 74) 182-188 Frumenti
nazionali duri (produzione Nord Italia): Fino (peso specifico da 80 e oltre) n.q.;
Buono mercantile (peso specifico 77/79) n.q.; Mercantile (p.s. 74/76) n.q.
Cruscami franco domicilio acquirente: Farinaccio alla rinfusa 198-200; Tritello
alla rinfusa 197-199; Crusca alla rinfusa 181-183; Crusca in sacchi n.q; Cruschello alla rinfusa 190-192. Granoturco ibrido nazionale (con il 14% di umidità):
Comune 185-186; Semivitreo n.q. Orzo nazionale: peso specifico da 61 a 64
n.q.; peso specifico da 55 a 60 n.q. Orzo estero pesante (da commerciante-franco
acquirente) n.q. Semi di soia nazionale n.q. Semi da prato selezionati (da commerciante): Trifoglio violetto 2,80-3,20; Ladino nostrano (Lodigiano gigante) 8-9; Erba medica di varietà 2,90-3,30; Lolium italicum 1,40-1,70; Lolium
italicum tetraploide 1,40-1,70.
BESTIAME BOVINO: Vitelli da allevamento baliotti (peso vivo in kg): Da incrocio (50-60 kg) 3,00-4,00; Frisona (50-60 kg) 1,10-1,55. Maschi da ristallo
biracchi (peso vivo): Frisona (180-250 kg) 1,30-1,50. Bovini da macello (prezzo
indicativo - peso morto in kg): Cat. B - Tori (maggiori di 24 mesi) P2 (50%) - O3
(55%) 2,20-2,45; Cat. E - Manze scottone (fino a 24 mesi) P3 (47%) - O3
(50%) 2,20-2,70; Cat. E - Manze scottone (sup. a 24 mesi) P2 (45%) - O3
(48%) 2,05-2,40; Cat. E - Vitellone femmine da incrocio O3 (54%) - R3
(57%) 3,35-3,85; Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità P3 (44%) - O2/O3
(46%) 2,15-2,40; Cat. D - Vacche frisona di 2° qualità P2 (42%) - P3 (43%)
1,65-1,85; Cat. D - Vacche frisona di 3° qualità P1 (39%) - P1 (41%) 1,00-
Iniziative Ecclesiali
ADORAZIONE COMUNITARIA
della signora
Silvia
Ingredienti per 4 persone:
Presso gli uffici amministrativi della Curia
Vescovile piazza Duomo, 25 - Crema
Versamento in c/c bancario intestato a:
Chiesa Cattedrale S. Maria Assunta Comitato raccolta
fondi per il restauro della Cattedrale
c/o Curia Vescovile piazza Duomo, 25 Crema presso:
Banco Popolare via XX Settembre 18 Crema,
Codice IBAN: IT13U 05034 56841
000000000317
Banca Cremasca credito cooperativo
soc. coop.
piazza Garibaldi 29 Crema,
Codice IBAN:
IT66 C 07076 56841 000000024746
Ricetta dei nostri lettori
Paccheri ripieni
●
PREVISIONI METEO
EVOLUZIONE GENERALE
La Lombardia è stata interessata marginalmente dal
transito di una perturbazione atlantica in sede mediterranea. Da domani il graduale avvicinamento di
una profonda circolazione depressionaria porterà a un
significativo cambiamento della circolazione atmosferica sulla regione, con precipitazioni diffuse e anche di
moderata intensità. Sensibile calo termico nei valori
massimi.
SABATO 26 APRILE
Nella notte e fino alle prime ore della mattinata da
poco nuvoloso a nuvoloso in pianura; da nuvoloso a
molto nuvoloso sui rilievi. Nel corso della mattinata
rapido sviluppo di nuvolosità cumuliforme lungo la
fascia prealpina, appenninica e sui settori più orientali
della pianura; poco nuvoloso o al più nuvoloso altrove, con ampie schiarite su pianura centroccidentale.
In serata attenuazione della nuvolosità cumuliforme e
lento e graduale aumento della nuvolosità di tipo medio basso ovunque.
Brevi e isolati rovesci possibili sui rilievi prealpini e
appenninici durante le ore centrali della giornata.
- Per la Fondazione Benefattori Cremaschi: le sorelle e i nipoti in memoria della
signora Giovanna Mussini € 270 al reparto Hospice
- Per il Centro di Aiuto alla Vita: il condominio in memoria di Rosa Albertini
€ 100, NN in memoria di Franca € 100
INVITO A PRANZO
1,20; Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità (peso vivo) 0,95-1,10; Cat. D
- Vacche frisona di 2° qualità (peso vivo) 0,69-0,80; Cat. D - Vacche frisona
di 3° qualità (peso vivo) 0,39-0,49; Cat. A - Vitelloni incrocio nazionali di 1°
qualità R3 (55%) - U3 (56%) 3,35-3,60; Cat. A - Vitelloni incrocio nazionali
di 2° qualità O3 (53%) - R2 (54%) 3,00-3,20; Cat. A - Vitelloni frisona di
1° qualità O2 (51%) - O3 (52%) 3,05-3,22; Cat. A - Vitelloni frisona di 2°
qualità P1 (49%) - P3 (50%) 2,30-2,65.
FORAGGI: Fieno e paglia (da commerciante-franco azienda acquirente): Fieno
maggengo 160-180; Loietto 160-180; Fieno di 2a qualità 140-150; Fieno di
erba medica 210-245; Paglia 115-125.
SUINI: Suini vivi (escluso il premio) da allevamento (muniti di marchio di tutela):
15 kg 4,46; 25 kg 3,35; 30 kg 3,02; 40 kg 2,49; 50 kg 2,09; 65 kg 1,77; 80 kg
1,60; 100 kg n.q. Magri da macelleria: 90-115 kg n.q. Grassi da macello (muniti
di marchio di tutela): 130-145 kg 1,370; 145-160 kg 1,400; 160-180 kg 1,460;
oltre 180 kg 1,425.
CASEARI: Burro: pastorizzato 3,15; zangolato di creme fresche n.q.; crema di latte centrifugata e pastorizzata (reg. Cee n. 1547/87) n.q. Provolone
Valpadana: dolce 5,55-5,70; piccante 5,75-6,00 Grana: stagionatura tra 60-90
giorni fuori sale n.q. Grana Padano: stagionatura di 9 mesi 7,00-7,15; stagionatura tra 12-15 mesi 7,60-7,75; stagionatura oltre 15 mesi 7,95-8,50.
LEGNAMI: Legna da ardere (franco magazzino acquirente): Legna in pezzatura da stufa: 60% forte e 40% dolce 100 kg 12-13; legna in pezzatura da stufa:
forte 100 kg 14-15 Pioppo in piedi: da pioppeto 4,80-6,70; da ripa 2,70-3,20
Tronchi di pioppo: trancia 21 cm 10-12,50; per cartiera 10 cm 5,50-6,50.
■ Nella chiesa di S. Giovanni (tranne il sabato mattina e la domenica) ore 9-12 e 15-18.
■ Lunedì 28 ore 17,30 Rosario e vespri per la Vita.
INCONTRO FORMATIVO CATECHISTI
■ Domenica 27 aprile dalle ore 16 alle 18 presso
il Seminario di Vergonzana incontro formativo per
Catechisti battesimali.
Municipio di Crema
CONSIGLIO PRESBITERALE DIOCESANO
■ Lunedì 28 aprile alle ore 9,30 presso la Casa
vescovile Consiglio presbiterale diocesano. Tema:
Ricadute presbiterali dell’esortazione apostolica “Evangelii gaudium” di papa Francesco.
SOSPESO INCONTRO ANIMATORI CANTO
■ L’appuntamento formativo per animatori del
canto liturgico e gruppi giovanili, organizzato per
sabato 3 maggio alle ore 15 al S. Luigi, è stato sospeso.
L’URP INFORMA...
Consulenza gratuita materie notarili
14,30-18, sabato ore 9-12. La biblioteca resterà
chiusa oggi, sabato 26 aprile.
■ Presso l’Urp, giovedì 8, 15, 22, 29 maggio
dalle ore 9,30 alle 12 (senza appuntamento), un
notaio della città di Crema sarà gratuitamente
a disposizione di ogni cittadino per consultazioni in materia notarile. Per informazioni rivolgersi all’Urp 0373.894241-357-269.
Autoguidovie - Miobus
Domande assegnazione dote scuola
■ Presso l’Ufficio servizi educativi di piazza
Duomo 25 è disponibile uno spazio informativo, di
consulenza e di assistenza informatica per la compilazione on-line della domanda di Dote Scuola.
Servizio attivo fino al 22 maggio dalle ore 9 alle 12.
Per informazioni tel. 0373.894356/894267 - www.
comunecrema.it. Lo sportello è attivo il lunedì,
martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle 12 e
mercoledì dalle 14,30 alle 16,30.
Cimiteri cittadini
■ I quattro cimiteri cittadini sono aperti con orario
continuato dalle 8 alle 19.
Biblioteca: avvisi e orari apertura
■ La consultazione del materiale archivistico è temporaneamente possibile unicamente su
appuntamento scrivendo all’indirizzo: [email protected] oppure il martedì
mattina dalle ore 9.30 alle ore 12.30. Telefono: sezione adulti 0373.893331-329, fax 0373.893322.
Sala ragazzi tel. 0373.893335 salaragazzi@
comune.crema.cr.it. Orari apertura: Sala adultiemeroteca: lunedì 14.30-18.30 (apertura solo sale
studio nessun servizio bibliotecario); da martedì
a venerdì ore 9,30-18,30; sabato ore 9-12,30. Sala
ragazzi: lunedì chiusa; da martedì a venerdì ore
■ Giovedì 1° maggio sospensione del servizio
di trasporto urbano, extraurbano.
■ Sabato 3 maggio la corsa delle ore 13,20
K501 Crema-Verolanuova terminerà alla fermata posta sulla SP11 in prossimità dalla via
Circonvallazione. Tale modifica si è resa necessaria causa gara calcistica nel centro abitato di
Verolanuova. Tutte le altre corse dei bus saranno regolarmente svolte.
Bergamo Trasporti
■ Dal 23 aprile gli orari della linea M Bergamo-Crema sono così modificati: corsa Fer6 ore
12,15 Bergamo – Crema posticipata alle ore
12,20; corsa Fer5 ore 17,40 Bergamo – Mozzanica posticipata alle ore 17,45.
■ Giovedì 1° maggio sospensione del servizio
di trasporto della linea M - Bergamo-Crema.
Sportello dei diritti
■ Lo sportello è un servizio di orientamento
legale voluto dalla Consulta per le Pari Opportunità del Comune di Crema in collaborazione
con l’assessorato alle Pari Opportunità e all’Ordine degli Avvocati di Crema.
Lo sportello è attivo su appuntamento: il
mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 17,30 - 4/5
utenti - presso l’Orientagiovani, in via Civerchio 9, Palazzo Benzoni (Biblioteca Comunale) piano terra.
Info:
[email protected]
tel. 0373/893324 – 893325.
22
Il Cremasco
SABATO 26 APRILE 2014
OFFANENGO
OFFANENGO
Itinerari Offanenghesi
tutti da scoprire!
Recuperato il Fontanone:
un grazie ai volontari!
UN BEL VOLUME CHE È ANCHE LA PRIMA
“GUIDA TURISTICA” DEL PAESE
N
onostante il tempo, non proprio clemente,
lunedì 21 aprile, si è svolta a Offanengo la
bella iniziativa organizzata dalla Pro Loco con
la salita al campanile e il concerto a cura della
Federazione Campanari Bergamaschi.
Un’occasione anche per scoprire il libro Itinerari Offanenghesi fresco di stampa, presentato
venerdì scorso, 18 aprile, presso la sede della
Pro Loco dal presidente dell’associazone Rodolfo Cappelli affiancato da Antonio Vailati,
Stefano Cotizelati, Marilena Casirani e Valeriano Vanenti.
“La pubblicazione del libro, che si propone
anche come la pima ‘guida’ di Offanengo – ha
esordito Cappelli – è nata dall’idea di raccogliere e pubblicare il materiale relativo alle
iniziative proposte negli ultimi tre anni Andar
per…, molto apprezzate e partecipate. Via via
che si raccoglievano sia gli interventi che le
fotografie, è emersa l’idea di pubblicare una
guida turistica per colmare un vuoto con una
pubblicazione che, auspichiamo, venga apprezzata”.
Sfogliando la guida si ripercorrono gli itinerari proposti: le cascine, le ville e le chiese
visitate vengono presentate con dovizia di
particolari, ma anche tramite una descrizio-
Il gruppo della Pro Loco alla presentazione
del volume (in alto, la copertina)
ne fruibile. Eccellenti le immagini a cura di
Giuseppe Bianchessi (presidente del “Gruppo
Fotografico Offanengo”), Valerio Vanenti e
Stefano Cotizelati. In particolare, l’archeologa
e conservatrice del Museo della Civiltà Contadina Marilena Casirani ha sottolineato come
al materiale fotografico già in dotazione siano
state aggiunte altre fotografie realizzate anche
per gli itinerari turistici.
VAIANO: una Biblioteca tutta da vivere
L’
assessorato alla Cultura e allo Spettacolo di Manuela Moroni ha senz’altro contribuito al rilancio della Biblioteca comunale con iniziative e incontri. La sala di lettura è stata anche
parzialmente sistemata e arredata con nuovi espositori e tavoli,
specie nel reparto dedicato ai piccoli. Le scuole sono state coinvolte e i servizi potenziati e migliorati. Ma non solo. In Biblioteca
è presente anche un gruppo di lettura composto da volontari che
si ritrovano all’incirca ogni due mesi per commentare un libro
scelto e letto da tutti i componenti del gruppo.
Per partecipare o ricevere maggiori informazioni: 0373.278015.
CASALETTO VAPRIO: Pgt, sì alla variante
I
l Consiglio comunale casalettese ha votato la variante al Piano
di Governo del Territorio. Il documento urbanistico, redatto per
l’amministrazione da parte dell’architetto Paolo Monaci di Crema, non ha aggiunto nuovi ambiti residenziali, ma ha recepito gli
adeguamenti normativi e corretto alcuni errori cartografici.
Il capogruppo di maggioranza Amedeo Giuliani, in sede di
voto s’è astenuto, pur riconoscendo alla variante alcune positività
come aver eliminato i vincoli su alcune proprietà comunali. Secondo il suo giudizio si sarebbe anche dovuto puntare su un’area
di edilizia convenzionata e applicare incentivi sulle costruzioni in
centro storico e sulle volumetrie.
Una curiosità: il libro riporta la foto in bianco e nero pubblicata per la prima volta dei lavori in zona presbiterale realizzati nella chiesa
parrocchiale negli anni Sessanta. Tra le pagine
del volume, la cui copertina propone il bel rosone della chiesetta di San Rocco, vero gioiello
architettonico offanenghese, si scoprono tanti
particolari e scorci che confermano la bellezza di alcuni angoli del borgo. Il volume è stato
curato in stretta collaborazione con la prof.ssa
e storica Maria Verga Bandirali. È stato inoltre
realizzato un CD che riporta tutte le fotografie
dell’Andar per... ed è disponibile sia in combinata con la guida sia da solo.
La pubblicazine del volume ha impegnato i
soci della Pro Loco che hanno aperto un fido
per coprire i costi, potendo contare solo sulla
sensibile collaborazione della Cassa Rurale
Banca di Credito Cooperativo di Treviglio. I
soci si appellano, dunque, a tutti gli offanenghesi e agli interessati che possono recuperare
Itinerari Offanenghesi presso la sede della Pro
Loco, Comune di Offanengo, aperta tutti i
sabato mattina; una bella opportunità per conoscere la lunga storia artistica e non solo del
paese e per… continuare a guardare avanti!
M.Z.
U
n’altra utile e significativa iniziativa realizzata dalla Commissione Comunale Ambiente e Territorio presso il Fontanone di Offanengo, nei pressi della cascina Becchilsù (via Ricengo) per recuperare l’area danneggiata lo scorso anno da un taglio
a raso irregolare che aveva compromesso la copertura vegetale
del fontanile stesso e fatto scattare una sanzione a carico di privati dalla polizia Provinciale. L’intervento di recupero è stato
possibile grazie al lavoro dei volontari, in particolare di Andrea
Paloschi, che ha prodotto – a costo zero – oltre 250 nuove piante
autoctone per talea durante l’inverno.
La Commissione, molto attenta in questi anni di attività alla
tutela e alla valorizzazione e promozione del territorio naturalistico offanenghese, attende i nuovi bandi di finanziamento del
Piano di Sviluppo Rurale (PSR) anche per intervenire sulla parte
idraulica del capofonte, al momento in secca.
Gli interventi sono stati autorizzati grazie a una convenzione
sottoscritta tra l’amministrazione comunale di Offanengo e il
Consorzio di Irrigazione Tironcello.
I fontanili, presenti in discreto numero anche sul territorio offanenghese, con il loro fascino e la loro storia rurale, saranno
oggetto degli itinerari turistici Andar per..., curati dalla Pro Loco.
Questo intervento della Commissione Comunale Ambiente e
Territorio, presieduta da Emanuele Cabini, è dunque giunto ad
hoc, per tutti i visitatori che scopriranno questo piccolo e curato
angolo di natura.
(Galleria fotografica su www.ilnuovotorrazzo.it)
M.Z.
Offanengo: Giovanni Paolo II in musica, parole, emozioni...
A
pochi giorni dalla canonizzazione, l’Oratorio e la Parrocchia di Offanengo propongono un
concerto/occasione per celebrare
la figura di Giovanni Paolo II, santificato accanto a un altro “grande”
della storia della Chiesa: Papa Giovanni XXIII. L’appuntamento per
ricordare la figura dell’amato papa
Wojtyla è per venerdì 2 maggio alle
ore 21 nella sala polifunzionale
del nuovo oratorio. Interverrà in
pianista Paolo Pezzotti (nella foto),
impegnato in questo periodo insieme Davide Pandini presso la RSA
di via Zurla a Crema nella rassegna
Tutte le età dell’opera.
dell’opera
La strada della bellezza:
bellezza questo il
titolo della proposta, un affascinante viaggio per rivivere la straordinario cammino di Giovanni
Paolo II verso la santità. La serata
prevede la proiezione di toccan-
ti immagini della storia di Karol
Wojtyla accompagnate al pianoforte da Pezzotti, che proporrà un
ampio repertorio, dalle più celebri
musiche da film ai brani simbolo
delle GMG, ai classici senza tempo… Ciascuna “tappa” della vita
del beato Giovanni Paolo verrà
aperta dalla lettura di una sua fra-
se, quindi spazio alle immagini,
alla musica e alle emozioni. Un
condensato di colori e suoni in grado di scandire i momenti di gioia,
sofferenza, luce e oscurità di questo straordinario “Uomo di Dio”.
Un percorso nel tempo e nella
storia che toccherà certamente il
cuore di tutti i presenti.
Il costo del biglietto d’ingresso
è di 5 euro (ragazzi e adolescenti
sino ai 16 anni gratis) e il ricavato
verrà interamente devoluto a favore del mutuo acceso per la costruzione del nuovo oratorio, una bella
e dinamica realtà che Papa Giovanni Paolo II avrebbe senza dubbio amato. Si tratta di un’iniziativa
unica nel suo genere che costituirà
un momento di condivisione per
la Parrocchia organizzatrice e per
tutta la Diocesi di Crema, invitata
a partecipare con gioia e stupore.
Il Cremasco 23
SABATO 26 APRILE 2014
VAIANO CREMASCO
MONTODINE: “La piazza dei bambini”
Il passato
... in mostra
I
l Comune di Montodine ha organizzato per giovedì 1° maggio
La piazza dei bambini, tradizionale appuntamento che caratterizza
in allegria la giornata di festa. L’iniziativa si svolge in piazza XXV
Aprile, con il seguente programma: dalle ore 14.30 alle 15.50 l’apertura dei giochi gonfiabili e lo spazio “Truccabimbi”, dalle 15.50 alle
16.30 i giochi di squadra e il laboratorio dei colori, dalle 16.30 alle
17 il teatrino con le marionette, dalle 17 alle 17.30 le sculture con i
palloncini e la chiusura dei gonfiabili. Al termine, per tutti i presenti,
un dolce spuntino.
G.L.
CASALE – VIDOLASCO: Grassi candidato
ULTIMI DUE GIORNI
DI APERTURA AL PUBBLICO
C
In chiesa (1959) Don Tessadori (’59) Processione (1960)
i sarà tempo ancora oggi e domani – sabato 26 e domenica
27 aprile – per ammirare la mostra
Rivediamo momenti del passato del
nostro paese ospitata presso la sala
polifunzionale dell’oratorio parrocchiale (nella foto accanto al titolo).
L’appassionato di storia e folclore locali Gianni Sponchioni, non
nuovo a collaborazioni con l’amministrazione comunale, ha raccolto ben 870 fotografie in bianco
e nero (solo due sono a colori, tutte
della dimensione di 20x30 cm) che
riguardano la vita della comunità
vaianese. Un lavoro di anni che
l’ex agente di Polizia Locale ha
inserito in un interessantissimo
percorso espositivo, lungo ben 100
metri e ricco di sorprese. Non solo
per la sua professione del passato,
Sponchioni conosce Vaiano in tutti
i suoi angoli e volti e nella raccolta
di immagini i cittadini si possono
riconoscere nei diversi momenti
della vita. “La mostra parla del
periodo compreso tra i primi del
Novecento sino agli Anni Sessanta-Settanta, prendendo in esame
tutte le fasi dell’esistenza: l’asilo, le
scuole, le feste, i ritrovi di classe, gli
anziani, la leva militare, il lavoro
e molto altro”, spiega il curatore
Sponchioni. Di fatto l’esposizione di scatti – recuperati da privati
cittadini, associazioni, anziani – è
A
ccanto al candidato del gruppo di maggioranza, per la carica di
sindaco il 25 maggio correrà anche Antonio Grassi, giornalista e
scrittore cremasco. Noti anche i dieci nomi che compongono la lista,
svincolata dai partiti: Luigi Ambrosini, Matteo Arpini, Antonio Bisleri, Enemesio Boschiroli, Marco Focaccia, Zaverio Lucini, Massimiliano Riboni, Fabio Ronchetti, Antonio Rovida e Alice Saronni. Il
simbolo sotto la scritta Grassi sindaco mostra una bella immagine del
palazzo comunale visto dal portale d’ingresso della piazza.
Il gruppo presenterà il proprio programma elettorale in un incontro che si terrà in Biblioteca a Casale il 9 maggio alle ore 21. Seguirà
una data anche a Vidolasco. La lista civica è composta da persone che hanno deciso di impegnarsi per la propria comunità, con
l’obiettivo di farla crescere ulteriormente. Appartengono a diverse
categorie e qualcuno ha già maturato un’esperienza amministrativa
come consigliere comunale. La maggior parte, però, è alla sua prima sfida elettorale.
Sfiderà Grassi Michele Boffelli di Insieme per Casale-Vidolasco, squadra che ha governato negli ultimi due mandati. Chi dopo il primo
cittadino Maria Grazia Maghini? Lo sapremo tra meno di un mese.
Intanto oggi è l’ultimo giorno utile per depositare i documenti per
partecipare alle elezioni.
LG
VAIANO: vialibilità, investiti 15.000 euro
l’insieme di quattro mostre organizzate in passato: quella sulla storia religiosa del paese, con le processioni e i sacerdoti che si sono
succeduti alla guida della Parrocchia, e quelle sulle gente di Vaiano Cremasco, tra gite, cerimonie,
funerali, cresime, ecc. Insomma un
po’ di tutto, per fare un salto indietro nel tempo e rivedere volti oggi
un po’ cambiati, oppure non più in
mezzo a noi.
Sponchioni è noto per le sue mostre fotografiche e molto apprezzato in tutto il territorio cremasco: tra
le ultime ricordiamo quella sulla
storia della Repubblica organizza-
ta per la recente inaugurazione del
nuovo municipio di Monte Cremasco, dove furono esposti ben 27
pannelli.
Sin dall’inaugurazione, alle ore
15 del giorno di “Pasquetta”, la
mostra è stata presa d’assalto da
tanta gente, smaniosa di riconoscersi, trovare qualche faccia nota
o semplicemente sapere come era
Vaiano una volta.
Molto soddisfatta per l’esito
dell’iniziativa l’assessore alla Cultura e allo Spettacolo Manuela
Moroni che invita la cittadinanza
a sfruttare anche oggi e domani
per la visita. Ma non sarà l’ulti-
mo evento organizzato dall’attivo
assessorato prima del rinnovo del
Consiglio comunale. Nella stessa
giornata delle elezioni amministrative, infatti, si svolgerà l’ormai
tradizionale “Fiera di Primavera”
intitolata “Profumi, colori e sapori
della nostra terra”, appuntamento sempre molto atteso. “Anche
quest’anno, nonostante la crisi,
quasi un centinaio di espositori e
hobbysti saranno presenti in centro
storico il prossimo 25 maggio. Gli
ingredienti per vivere un’ottima
fiera ci sono tutti, ma torneremo
presto a parlarne”.
Luca Guerini
I
n paese è pronta una mini-rivoluzione viabilistica, promossa anche per la sicurezza della mobilità “dolce”.
L’amministrazione Calzi, infatti, ha deciso di investire ben
15.000 euro per una serie di opere: collocazione di dissuasori
di velocità in alcune vie del centro storico, posizionamento di
nuovi cartelli e nuova segnaletica orizzontale, comprese le fermate per i bus.
Si metterà mano pure a via Leopardi, anche dopo le pressioni
dei residenti (è di sabato scorso, su queste stesse colonne, l’ennesima richiesta di intervento indirizzata al Comune, ndr). Si parla, da
queste parti, di nuovo senso unico e di un percorso per ciclisti e pedoni per risolvere una volta per tutte i problemi legati al passaggio
dei pullman di linea e dei trattori (rumore e danni alle abitazioni
che presentano crepe nei muri), come era stato promesso dall’assessore Graziano Baldassarre mesi fa. I dossi esistenti saranno sistemati dove necessario e installati per la prima volta ad esempio
nella zona del centro sportivo, a tutto vantaggio della sicurezza.
All inclusive? A like it.
Solo da Crema Diesel Classe A con finanziamento
all inclusive*: navigatore satellitare e tre anni
di manutenzione ordinaria.
• Anticipo da 6.000 euro
• TAN fisso 2,90% TAEG 3,85%
• 35 canoni da 275,05 euro
• Manutenzione ordinaria
• Navigatore satellitare
Becker® MAP PILOT
*Esempio di finanziamento per Classe A 180 CDI Sport. Prezzo chiavi in mano 26.900 euro (IVA, MSS e IPT incluse).
Maxi Rata Finale 13.120 euro. Importo totale finanziato 21.248 euro, importo totale dovuto dal consumatore 23.185 euro
(anticipo escluso), incluse spese istruttoria 300 euro, imposta di bollo 16 euro e spese incasso RID 3,50 euro.
Valori IVA inclusa. Con assicurazione Credito Protetto e Service Plus Compact che prevede manutenzione ordinaria
per 36 mesi/100.000 km. Salvo approvazione Mercedes-Benz Financial Services Italia S.p.A. È un’iniziativa di
Crema Diesel S.p.A. soggetta a disponibilità limitata valida per contratti sottoscritti entro il 30/04/2014 e non
cumulabile con altre iniziative in corso. Fogli informativi disponibili presso la concessionaria e sul sito internet della
Società. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. La vettura raffigurata è una PREMIUM. Consumi ciclo
combinato (km/l): 16,1 (A 250 automatico, cerchi 18”) e 26,3 (A 180 CDI manuale, cerchi 16”). Emissioni CO2 (g/Km):
145 (A 250 automatico, cerchi 18”) e 98 (A 180 CDI manuale, cerchi 16”).
Crema Diesel S.p.A
Concessionaria Ufficiale di Vendita Mercedes-Benz
Bagnolo Cremasco (CR), Via Leonardo da Vinci 53/55, tel. 0373.237111 - Cremona, Via del Brolo 1, tel. 0372.443611
Pieve Fissiraga (LO), Via Leonardo da Vinci 17/19, tel. 0371.232411
www.cremadiesel.mercedes-benz.it
24
Il Cremasco
SABATO 26 APRILE 2014
TRESCORE CREMASCO
BAGNOLO CREMASCO
Elezioni: Progetto
vuole il confronto
Concorso fotografico
amatoriale 1a edizione
P
DORIANO AIOLFI SI AUGURA
CHE L’INVITO VENGA RACCOLTO
di LUCA GUERINI
L
a campagna elettorale è ormai nel vivo.
Il gruppo di Progetto Bagnolo, al termine
dei primi quattro incontri pubblici finalizzati
al massimo coinvolgimento dei cittadini per
la stesura del programma amministrativo
del futuro, esprime soddisfazione per l’esito
delle serate.
Il primo incontro è stato dedicato alla politiche sociali, scolastiche e giovanili. Il secondo a cultura, sport e tempo libero, il terzo a urbanistica, opere pubbliche, Bilancio e
utilizzo delle risorse comunali.
Il quarto e ultimo incontro si è tenuto con
commercianti, artigiani e piccoli imprenditori del paese e si è svolto alla presenza di
rappresentanti di Confcommercio e del manager del Distretto del Commercio Visconteo, Ente al quale l’amministrazione comunale di Bagnolo Cremasco ha recentemente
aderito.
“Tali incontri, uniti ai questionari distribuiti porta a porta, al portale facebook e
all’indirizzo e-mail di Progetto Bagnolo – spiega il candidato alla guida del paese e attuale
sindaco Doriano Aiolfi – ci permetteranno
di LUCA GUERINI
I
l Cremasco è terra di fontanili, specie nella zona nord,
dove le risorgive abbondano e
le amministrazioni comunali
e le associazioni ambientaliste
si attrezzano per recuperarle al
meglio.
È accaduto anche a Cremosano, dove il fontanile “Le oride” – che porta il nome della
località in cui sorge – è stato
recuperato in tutta la sua funzionalità e bellezza: il ripristino idrologico è terminato a
fine marzo e per completare il
bell’intervento manca solo la
piantumazione circostante con
essenze autoctone.
Una risorgiva, o fontanile, è, come noto, una sorgente d’acqua dolce di origine
naturale-artificiale
(talvolta
fatta emergere dall’intervento
dell’uomo), tipica dei terreni di
piana alluvionale, come gran
parte delle pianure italiane,
imn primis la nostra Padana.
L’uso del termine risorgiva è
corretto quando l’affioramento
è spontaneo, mentre si dovrebbe usare il termine fontanile
quando l’affioramento è di origine antropica. La sovrappo-
Cremosano
Crocifisso
C
ome ormai da sei anni
a questa parte, anche
per il 2014 gli “Amici del
Crocifisso” ripropongono
nella festa del 1° maggio
la santa Messa nel luogo
dove è stata collocata la
croce vicino al canale Vacchelli, nei pressi della zona
industriale “San Benedetto”. La celebrazione verrà officiata alle ore 16. Al
termine della Messa ci si
recherà all’oratorio “Madonna del Campo” per un
momento conviviale.
“Cogliamo l’occasione
per ringraziare tutti coloro
che si adoperano per mantenere in ordine questo
luogo, meta di tanti ciclisti e pedoni che transitano
quotidianamente lungo la
ciclabile”.
LG
di raccogliere i suggerimenti della cittadinanza in modo da preparare un programma
che sia il più partecipato e condiviso possibile; in questi giorni metteremo insieme le
idee e valuteremo le proposte, dopo di che
verrà fatta una sintesi che sarà l’ossatura del
programma elettorale che andremo a depositare, impegnandoci a realizzarlo nei prossimi cinque anni, qualora saremo chiamati
ancora ad amministrare il nostro paese”.
Una volta depositato il programma, Progetto Bagnolo riprenderà la propria serie di
appuntamenti pubblici dove verranno incontrati i cittadini e verrà distribuito il programma stesso.
Gli incontri saranno in ogni caso ulteriore
momento di confronto e di suggerimenti. Il
fitto programma prevede la presenza in piazza Moro le domeniche 27 aprile (domani), 4
maggio, 11 maggio e 18 maggio; al mercato
i lunedì 28 aprile, 5 maggio,12 maggio e 19
maggio.
“La nostra lista verrà ufficialmente presentata a tutti i nostri concittadini giovedì 8
maggio alle ore 21 presso il Centro culturale,
mentre concluderemo la nostra campagna
elettorale venerdì 23 maggio, sempre presso
Uno degli incontri pubblici
proposti da “Progetto Bagnolo”
il Centro culturale”, prosegue Aiolfi.
Progetto Bagnolo organizzerà anche una
“cena elettorale” per venerdì 16 maggio
presso lo “Style Cafè”, finalizzata alla raccolta fondi. Ci saranno poi altri momenti di
confronto pubblico che verranno di volta in
volta comunicati.
“Per quanto riguarda gli incontri pubblici
– conclude Aiolfi – quello più importante e
che ci sta particolarmente a cuore è il confronto tra i candidati sindaci. Ci auguriamo
quindi che, a differenza di quanto successo
cinque anni fa, l’attuale candidato sindaco
Adreina Broglio (in corsa per “Rinnoviamo
Bagnolo Insieme”, che a sorpresa ha unito i due
gruppi di minoranza, ndr) voglia accettare l’invito che nei prossimi giorni verrà ufficializzato affinché si possa svolgere un confronto
pubblico davanti ai cittadini. Riteniamo,
infatti, che il confronto, nel merito e sul programma, sia il modo migliore per mettere i
cittadini di Bagnolo nelle migliori condizioni possibili per scegliere il proprio sindaco e
i propri rappresentanti”.
Per contatti: [email protected]
com, oppure la pagina Facebook, www.facebook.com/Progetto.Bagnolo.
CREMOSANO
Il fontanile “Le oride”
è tornato a risplendere
sizione dei due termini deriva
dal fatto che spesso i fontanili
venivano scavati in aree già interessate da risorgive.
Ma torniamo a noi. Per la
sistemazione delle “bocche di
fonte” (in tutto dieci) de “Le
oride”, il Comune cremosanese
RIPALTA GUERINA
Per la carica di sindaco
è sfida Denti-Guerini
di GIAMBA LONGARI
G
ian Pietro Denti “sfida” Luca
Guerini: è questa la corsa
verso la poltrona di sindaco di
Ripalta Guerina. Due, dunque, le
liste in campo per le elezioni del
25 maggio: oggi, sabato 26 aprile,
entro mezzogiorno, tutto assumerà i crismi dell’ufficialità, ma la
situazione è ormai chiara. Il sindaco uscente Denti – alla sua terza candidatura, vista la possibilità
concessa dal decreto Delrio – sarà
ancora alla guida della lista Continuità e trasparenza, mentre la new
entry Guerini sarà a capo della lista Idee e futuro.
Dopo le schermaglie delle scorse settimane e gli scambi di accuse,
sorte anche intorno alla questione
della nuova centrale della Stogit (di
cui riferiamo a pagina 15), il quadro
delle candidature s’è quindi definito: ognuno per la sua strada, senza
accordi e senza rancore. Il voto dei
cittadini, come sempre e senza ap-
s’è avvalso di un finanziamento
giunto da un bando regionaleeuropeo. L’importo dei lavori,
pari a circa 20.000 euro, è stato coperto per il 90%: davvero
un’ottima entrata in questo periodo di “magra” un po’ per tutti, compresi i piccoli Comuni.
“Ora il fontanile, che copre
una lunghezza di cento metri
circa e sorge su un’area di proprietà non comunale, è tornato
a splendere e regala davvero un
bel colpo d’occhio”, commenta
Raffaele Perrino, vicesindaco e
assessore ai Lavori pubblici e
all’Urbanistica.
Già in passato la sua amministrazione e quella del successore, sindaco in carica Marco
Fornaroli, hanno dimostrato
grande attenzione nei confronti
dell’ambiente.
Basti ricordare le annuali
Feste dell’Albero, proposte per
sensibilizzare i residenti e le
nuove generazioni al rispetto
della natura, con distribuzioni
di fiori e piante da mettere a dimora, oppure la promozione di
piste ciclabili: molto impiegata
quella che collega a Crema, tra
le prime realizzate dai Comuni
del circondario per raggiungere
la città.
pello, dirà chi ha avuto ragione.
Denti si presenta con poche
novità. La sua compagine rimane
quasi invariata (volto nuovo è il signor Marini), ma quasi certamente
cambierà – in caso di vittoria – il
vicesindaco: dopo il recente tira e
molla, infatti, Oscar Carioni dovrebbe fare un passo indietro (per
Morelli?).
Lista civica e squadra giovane
per il candidato sindaco Guerini:
rientrano in gruppo Roberto De
Angeli e Tony Maraffino, rimangono dalla precedente esperienza
Mario Uselli, Chiara Valdameri,
Marco Fusar Imperatore, Mauro Soardi e altri, mentre entrano
parecchi giovani tra cui Gabriele
Longari, Francesca Scandelli, Tiziana De Angeli, Roberto Passeri
e altri che, in questi mesi, hanno
partecipato agli incontri e alla
stesura del programma. Proprio il
programma della lista Idee e futuro
è preciso e snello: fortissima attenzione al sociale e azioni chiare per
il coinvolgimento della popolazione, badando a poche e indispensabili opere pubbliche.
Oggi, come detto, si conosceranno ufficialmente nomi, simboli
e programmi, ma la corsa è ormai
partita: i guerinesi saranno conservatori o volteranno pagina?
rimo concorso fotografico amatoriale “a tema libero” in paese.
La “gara”, promossa dall’amministrazione comunale insieme
ad alcuni partner nell’ambito delle proprie attività culturali è aperta
a tutti i non professionisti. L’esposizione degli scatti in piazza e la
premiazione (ore 18) avverranno domenica 15 giugno in occasione
della Festa di Giugno. Ma prima, tutti pronti a catturare immagini sui
temi più disparati: natura, vacanze, ritratti, paesaggi...
Il concorso si propone di promuovere e avvicinare la gente al mondo della fotografia e alle sue espressioni. Non vi è limitazione territoriale per i luoghi da ritrarre. L’iscrizione comporta il versamento
di 5 euro per ogni foto presentata e comprende la stampa delle stesse
in formato 20x30 e il loro posizionamento su cartoncino nero con
riportati titolo dell’opera e nome dell’autore.
Le opere fotografiche dovranno essere presentate con queste caratteristiche: immagini in formato JPG con risoluzione minima di
3.000x2.000 pixel e dimensioni del file non superiori a 10 Mb ciascuna (adatte a un dimensione di stampa non superiore a cm 30x45);
scatti esenti da manipolazione digitale (a esclusione di opere di ritaglio e/o lieve modifica dei parametri quali contrasto, luminosità,
ecc.). Ogni partecipante potrà presentare al massimo due fotografie
e la scheda di adesione compilata (è disponibile sul sito dell’ente)
all’indirizzo [email protected], presso gli uffici comunali o nello studio video-foto di via Karol Wojtyla 15 in paese, versando la
quota. Gli scatti dovranno pervenire entro e non oltre venerdì 30
maggio. Il materiale inviato non verrà restituito e i titolari concederanno i diritti dell’utilizzo degli stessi al Comune di Trescore, che si
impegnerà a nominare gli autori, escludendo però ogni riscontro di
natura economica.
Le opere verranno valutate da una giuria popolare, composta dai
visitatori della mostra attraverso una scheda di valutazione. Saranno
premiati i premi tre classificati: al 1° andranno una targa, un buono
per due persone per un corso di fotografia base, oppure un buono per
una persona per il corso di fotografia avanzato offerto dalla “Digital
Camera School”; al 2° targa e un buono per un corso base; al 3° una
targa.
Per informazioni: cell. 338.7456007 (riferimento Salvatore, email: [email protected]). Partecipate numerosi!
Luca Guerini
CAPRALBA: Torneo Estivo Notturno di calcio
L’
Unione Sportiva Capralbese,
di nuovo in collaborazione
con l’oratorio “San Pio X”, organizza la sedicesima edizione
dell’ormai classico Torneo Estivo Notturno di calcio, evento
sempre preso in considerazione da atleti e team di ottimo
livello. La manifestazione si
terrà sul campo in erba del centro parrocchiale dal 30 giugno al
19 luglio prossimi, con due gare in
ogni serata.
Nell’anno del cinquantesimo del sodalizio nerazzurro il torneo, patrocinato e sostenuto dal Comune
e dalla Banca dell’Adda e del Cremasco-Cassa Rurale, assume
un’importanza ancor maggiore e si colloca all’interno delle diverse iniziative che la società polisportiva di casa sta promuovendo per fare festa insieme a tutta la comunità e agli sportivi
capralbesi e cremaschi.
Le iscrizioni al “notturno” sono già aperte: la quota per aderire è di 180 euro per ogni squadra, più 30 di cauzione, compresi
14 cartellini del CSI, numero massimo di atleti che ogni formazione può tesserare. Il termine delle iscrizioni è fissato in lunedì
16 giugno. Per informazioni questi sono i contatti dell’attivo
Comitato organizzatore: Fabio Calvi 328.0342497, Roberto
Cattaneo 333.4064390, Diego Marcialli 392.3333201, Andrea
Resmini 347.1606818 e Daniele Marazzi 349.5465706.
Come sempre, in palio coppe e trofei e quest’anno la soddisfazione di entrare nell’albo d’oro del torneo nell’anno del Cinquantesimo. Davvero niente male!
LG
PORTONI SEZIONALI PER GARAGE
PORTONI
SEZIONALI
PER
GARAGE
PORTONI
SEZIONALI
PER
GARAGE
PORTONI SEZIONALI PER GARAGE
PORTONI SEZIONALI PER GARAGE
CANCELLI E RECINZIONI SU MISURA
CANCELLI
EE
RECINZIONI
SU
CANCELLI
SCORREVOLI
SENZA GUIDA
AMISURA
PAVIMENTO
CANCELLI
RECINZIONI
SU
MISURA
CANCELLI
SCORREVOLI
SENZA
GUIDA
A
PAVIMENTO
ViaCANCELLI
A. Canova, 14 SCORREVOLI
– 26010 – Fiesco (CR)
Tel
347 0136014
SENZA
GUIDA
A
PAVIMENTO
CANCELLI
RECINZIONI
SU MISURA
Via
A. Canova, 14 –E
26010
– Fiesco (CR)
Tel 347
0136014
mail:
Fax
0374
770075
[email protected]
A. Canova, 14 – 26010 – Fiesco (CR)
Tel
347
0136014
mail:
[email protected]
Fax
0374 770075
sitomail:
internet:
www.fiescoautomazioni.com
Visitaci
su
appuntamento
CANCELLI
SCORREVOLI
SENZA GUIDA
A PAVIMENTO
[email protected]
Fax 0374 770075
sito internet: www.fiescoautomazioni.com
Visitaci su appuntamento
internet:
Visitaci
Via A.sito
Canova,
14 –www.fiescoautomazioni.com
26010 – Fiesco (CR)
Telsu
347appuntamento
0136014
mail: [email protected]
Fax 0374 770075
CANCELLI
SCORREVOLI SENZA GUIDA
PAVIMENTO
sito
internet: www.fiescoautomazioni.com
VisitaciAsu
appuntamento
Via A. Canova, 14 – 26010 – Fiesco (CR)
Tel 347 0136014
mail: [email protected]
Fax 0374 770075
sito internet: www.fiescoautomazioni.com
Visitaci su appuntamento
CANCELLI E RECINZIONI SU MISURA
Il Cremasco 25
SABATO 26 APRILE 2014
MONTODINE
PALAZZO PIGNANO: “Casa dell’Acqua”?
Campagna elettorale,
prime schermaglie
IL CANDIDATO NODARI VA PER LA SUA STRADA.
CENTRODESTRA SPACCATO, NO AD ALLEANZE
di GIAMBA LONGARI
S’
infiamma a Montodine la
campagna elettorale che,
con il voto del 25 maggio, darà
al paese un nuovo sindaco.
Mentre i tre candidati –
Alessandro Pandini, Giovanni
Nodari e Diego Capone – proseguono nelle loro iniziative
di propaganda, la spaccatura
all’interno del centrodestra tiene banco tra una dichiarazione
e l’altra, tra una smentita e una
controsmentita.
Dopo le dichiarazioni rilasciate la scorsa settimana al nostro giornale da Diego Capone,
in paese è apparso un manifesto
inequivocabile firmato da Marco Boffini, attuale esponente
d’opposizione del PDL-UDC e
coordinatore di F.I.: “Forza Italia e il gruppo PDL-UDC – vi si
legge – non riconoscono e non
hanno mai riconosciuto la lista
di Capone. Tutto il centrodestra
è compatto e sostiene la lista civica Progetto Montodine. Votate
tutti Nodari sindaco”.
Pronta la replica di Progetto
Montodine, che si dissocia da
tali affermazioni. “Riguardo
alla mancata alleanza con Forza Italia – afferma il capolista
Francesco Chioda – faccio pre-
sente con rammarico che parte
del centrodestra non ha creduto nella candidatura di Nodari.
L’unica richiesta pervenuta a
Progetto Montodine è stata quella
di cambiare il candidato sindaco: proposta che non abbiamo
neppure preso in considerazione
e di cui, sinceramente, non comprendo il motivo. Noi di Progetto
ragioniamo in termini di capacità personali e di trasparenza, non
in termini di mera convenienza
elettorale. Questa differenza ci
discosta nettamente da chi ci ha
contattato”.
Chioda aggiunge che “all’in-
terno del centrodestra continua
ormai da tempo una guerra intestina che non accenna a placarsi: motivo in più per proseguire
la nostra iniziativa in completa
autonomia, senza dipendere da
‘altri’ che, evidentemente, non
hanno più nulla di concreto da
proporre ai montodinesi”.
Sulla faccenda, lo stesso
Chioda rincara la dose: “In
questi giorni sono apparsi dei
manifesti provenienti sempre
dall’area di centrodestra, ormai
allo sbando. Purtroppo, il mandante ha ritenuto di utilizzare il
nostro logo senza interpellarci
L
a Casa dell’Acqua potrebbe arrivare anche a Palazzo Pignano
e nelle frazioni. Dove il servizio è già in funzione nel Cremasco, dati alla mano, è molto apprezzato e utilizzato.
L’amministrazione comunale ha già ottenuto diversi preventivi per la realizzazione della struttura che distribuisce, dietro
versamento di un piccolo investimento (si parla di 5 centesimi al
litro), acqua naturale e gasata. In realtà, una “Casa” dovrebbe
sorgere nel capoluogo, un’altra è stata ipotizzata a Scannabue:
la prima, forse, in piazza dei Caduti, nella frazione nei pressi
dell’ambulatorio. Due luoghi frequentati e con la possibilità del
parcheggio. Il Comune ora valuterà bene il da farsi.
LG
TRESCORE: stop all’abbandono dei rifiuti
Il manifesto affisso in paese
e i candidati
di “Progetto Montodine”
e senza chiedere la nostra autorizzazione: noi non rifiutiamo
l’appoggio esterno di nessuno,
persone o rappresentanti politici
che siano, ma allo stesso tempo
non tollereremo ulteriori utilizzi
non autorizzati della nostra immagine. Cari ex pidiellini – conclude Chioda – se volete farvi la
guerra, fate pure, ma non tirate
in ballo Progetto Montodine, che
non ha tempo da perdere e, soprattutto, lavora in completa autonomia!”.
La lista guidata da Nodari si
è presentata ai cittadini montodinesi a più riprese con incontri
pubblici e iniziative a tema, illustrando un programma elettorale che ha come capisaldi la
sicurezza (prevista la posa di
sistemi di videosorveglianza),
l’assistenza sociale (è risaputo
che il sindaco e tutta l’amministrazione lavoreranno, se eletti,
a costo zero, devolvendo ogni
euro percepito al sociale) e le
strade, con particolare attenzione alla viabilità esterna e alla
messa in sicurezza degli accessi
con la Provinciale.
Progetto Montodine presenterà
il programma elettorale e i candidati in lista venerdì 9 maggio,
alle ore 21, presso la sala assemblee del municipio.
I
l Comune vuole dire basta all’abbandono dei rifiuti in via Zanini e nel resto del centro storico.
I residenti, con una missiva, hanno segnalato il problema, non
nuovo, all’amministrazione Barbati, che intende intervenire.
All’ingresso del parcheggio denominato “La Giasera”, intanto,
è stato eliminato il cestino meta dei soliti ignoti per l’abbandono
dei sacchetti dell’immondizia.
Ma pare che ciò non sia bastato. Le “indagini” son in corso
per capire chi non paga la tassa rifiuti e individuare tra questi
chi lascia i rifiuti per strada. La volontà, Bilancio permettendo,
è pure quella di installare videocamere che funzionino come deterrente.
LG
VAIANO: filtri nuovi per la piscina comunale
1
6.000 euro di filtri nuovi per la piscina comunale. Questo
l’investimento dell’amministrazione vaianese guidata dal sindaco Domenico Calzi, che ha così messo in salvo la stagione
balneare estiva in paese. I lavori sono stati portati a termine in
tempi record da una ditta piacentina specializzata e i gestori
del centro natatorio, il “Soncino Sporting Club”, possono ora
progettare la stagione dei tuffi 2013-2014. I controlli della ASL
daranno l’agibilità all’impianto.
Per il Comune un impegnativo finanziamento straordinario,
utile però a non creare disservizi ai cittadini all’arrivo del sole.
LG
26
Il Cremasco
SABATO 26 APRILE 2014
SERGNANO
La Regione
per i disabili
Maggio Sergnanese,
sette squadre in gara
a preso ufficialmente il via ieri il Maggio Sergnanese, appuntamento che vanta una lunga storia e
che ha sempre coinvolto un po’ tutto il paese. È d’attualità dagli anni ’70 e ha già scritto tantissime e interessanti pagine. La tenacia, intraprendenza, fantasia,
voglia di consentire a giovani e meno di stare assieme
di un apposito comitato che agisce all’interno dell’oratorio parrocchiale, favoriranno la riuscita di una serie
di momenti sportivi, ricreativi, di puro divertimento,
che esauriranno il loro percorso solamente il 31 del
mese venturo, quando si tireranno le somme, quando
scatterà l’applauso all’indirizzo della squadra che ha
fatto vedere le cose migliori, meritando il gradino più
alto del podio.
Per far sì che gli ingranaggi girino al meglio, sono
al lavoro da tempo Alberto Galvagni, Paolo Galvagni,
Marco Borgonovo, Luca Scarpelli, Fabio Anelli, che
meritano un plauso per l’impegno già profuso e per le
fatiche che dovranno affrontare ancora.
Sette le compagini impegnate quest’anno nella
competizione, decise a darsi battaglia senza esclusione di colpi. Sono: “Ristonello Bai se puede”, “Plaza”,
“Avis”, “Copa Cabana”, “Clean Energy”, “A.C. picchia” e “Break food”.
Il via al Maggio edizione 2014, come detto, è stato dato ieri con la gara di tiro al piattello dedicato
ad Alessandro Riva e Gianbattista Galvagni, un me-
morial sentito. Martedì prossimo inizierà il torneo di
calcio in oratorio dove si assisterà a gare vibranti, entusiasmanti, combattute. Il 2 maggio le “sette sorelle”
si confronteranno al gioco delle freccette, manifestazione che si esaurirà in giornata. Domenica 4 maggio,
come bella tradizione, Sergnano si recherà in pellegrinaggio a Caravaggio per iniziativa della parrocchia e
al santuario mariano che tutti ben conoscono parteciperanno alla santa Messa. Il 7 maggio è dedicato alla
briscola in oratorio e anche questo torneo ha sempre
regalato forti emozioni. Il pomeriggio del 10 maggio
gli “atleti” si porteranno a Mozzanica per la gara di
pesca e, sempre nello stesso giorno, ci saranno le qualificazioni del torneo di bocce, che si concluderà con
le finali a distanza di 24 ore presso il centro sportivo. Il
16 prossimo sarà dedicato al calcetto al volo, il 17 (in
serata) ai giochi in piazza.
Domenica 18 si disputa la Strasergnano in memoria
di Paolo Carpani. Alle ore 8 è previsto il ritrovo sul
piazzale della chiesa parrocchiale, alle 8.30 tutti in
marcia (due i percorsi disegnati, da 6 e 14 chilometri).
Il 23 le sette formazioni che hanno aderito al Maggio Sergnanese si batteranno a ping-pong; il 27 sono,
invece, in calendario le semifinali di calcio, il 29 le
semifinali di calcio, il 31 maggio le finali e festa conclusiva con premiazioni.
El
Credera: il Consiglio approva il Consuntivo
R
apido Consiglio comunale la sera di mercoledì 23 aprile a Credera-Rubbiano (nella
foto),, con cinque punti all’ordine del giorno, tra i
quali il Conto consuntivo dell’esercizio finanziario 2013. La terza assenza per motivi di lavoro
dell’esponente d’opposizione Fulvio Facchi ha
privato la riunione di quella dialettica e confronto che, al di là di tutto, sono il sale della democrazia e rendono da sempre vivaci e interessanti
le riunioni consiliari crederesi.
Approvati i verbali della seduta precedente, il
Consiglio è entrato nel vivo con il Consuntivo
inerente il Bilancio dello scorso anno. Il sindaco Matteo Guerini Rocco ha sottolineato che
l’azione amministrativa, al netto di tutte le difficoltà economiche del momento, ha garantito
l’erogazione dei servizi alla cittadinanza, con
un particolare impegno nel settore del sociale e
della scuola. Il responsabile finanziario del Comune, dottor Zanara, ha illustrato brevemente
alcune cifre: alla fine, considerata la riduzione
dei residui attivi e passivi e tenuto conto dei vincoli del Patto di Stabilità, il Consuntivo 2013
chiude con un avanzo d’amministrazione reale
di 87.172,44 euro.
Voto contrario è stato espresso dalla minoranza, rappresentata nella serata di mercoledì dal
solo consigliere Maria Pia Oneta: ha votato negativamente in considerazione dell’elevata pressione fiscale e della mancanza di pur sollecitate
agevolazioni per le famiglie con redditi bassi,
ma anche per quanto la maggioranza ha portato
avanti in termini di aste sul versante della possibile cessione di immobili o proprietà comunali.
Un’azione, quest’ultima, che il sindaco ha
però nuovamente difeso e motivato.
Archiviato il Conto consuntivo, i punti successivi sono stati approvati all’unanimità: riguardavano il regolamento e la convenzione tra più
Comuni per la gestione dello sportello unico per
le attività produttive e l’affidamento a Società
Cremasca Reti e Patrimonio (SCRP), sempre con
il coinvolgimento di varie amministrazioni, del
bando per giungere alla gestione del servizio di
ritiro e smaltimento rifiuti sul territorio, servizio
ora affidato a Scs ma prossimo alla scadenza.
Cibo Made in Cremona:
export in costante crescita
agroalimentare traina il
Made in Italy all’estero. A
livello nazionale, l’aumento del
4% dall’inizio dell’anno delle
esportazioni agroalimentari rispetto allo scorso anno ha fatto
segnare un nuovo record per il
periodo.
È quanto emerge dall’analisi
della Coldiretti, sulla base dei dati
ISTAT sul commercio estero relativi a febbraio 2014, che conferma
il trend positivo per l’agroalimentare nazionale già visto nel 2013
(con un valore di 33,4 miliardi di
euro, mai registrato prima). Una
situazione che compensa parzialmente la crisi dei consumi sul
mercato interno che ha colpito
anche i prodotti della tavola.
Anche in provincia di Cremona
iutare concretamente le
famiglie ad avere una
casa adeguata significa anche agevolare l’abbattimento delle barriere architettoniche per quei nuclei in cui
sono presenti soggetti con
disabilità. Per questo Regione Lombardia, su proposta
dell’assessore alla Casa,
Housing Sociale e Pari
Opportunità, ha stanziato
4.150.000 euro per sostenere
economicamente le famiglie
a basso reddito che devono
affrontare spese ingenti per
adeguare l’abitazione.
Spesso basta davvero
poco per semplificare la vita
delle persone diversamente
abili all’interno delle mura
domestiche. L’installazione
del servoscala o dell’ascensore, l’adeguamento dei
servizi igienici, ad esempio,
sono interventi che possono
essere finanziati da questa
misura sperimentale e che
soprattutto possono portare
grande benefici all’intera
famiglia.
La Regione mette a disposizione un contributo per finanziare circa 1.000 domande, che vanno presentate ai
Comuni della Lombardia,
che poi verificheranno i requisiti. L’approvazione finale e la graduatoria per l’erogazione dei finanziamenti
ai territori spetterà poi alla
Direzione Generale Casa.
H
a appena preso il via l’Aprile pianenghese, progetto che coinvolge ragazze e ragazzi delle scuole medie dell’obbligo, e
mercoledì inizierà il Maggio. Ma andiamo con ordine. Caccia al
tesoro, gimcana con bicicletta, “Crea il piatto” e altri giochi interessanti caratterizzano la tre giorni con protagonisti i giovanissimi che esauriranno le loro fatiche domani, domenica 27 aprile.
L’ultimo giorno del mese verrà, invece, dato il fischio d’inizio
del Maggio Pianenghese. “In serata presenteremo le sette squadre
che vedremo in azione per la conquista del gradino più alto del
podio e che saranno chiamate a confrontarsi a più riprese in svariate discipline. Per l’inaugurazione abbiamo pensato a momenti di puro divertimento con protagonisti proprio i tesserati delle
varie compagini”.
Atletica, palla prigioniera, lancio dell’uovo, sci di fondo, gli
impegni del 1° maggio. Il giorno successivo sarà dedicato alla
creazione del piatto, sfida culinaria che si svolgerà sotto lo sguardo attento di una giuria qualificata, esigente. Sabato 3 prenderà
il via il torneo di pallavolo, che proseguirà il 10 per concludersi
il 17 con la finalissima in palestra.
Il 10 maggio è in calendario anche la gara canora. Al microfono si esibiranno, prima un’ugola per squadra, quindi sarà la
volta del duo (maschio e femmina), infine l’intera compagine.
Il calcetto sarà d’attualità domenica 11 e quella successiva,
quando si disputeranno le finali.
“C’è grande attesa – affermano con convinzione in seno al
comitato appositamente costituitosi in oratorio, teatro di svariati momenti –. Dobbiamo aspettarci confronti entusiasmanti,
dall’esito incerto sino alla fine. Siamo convinti che anche il pubblico avrà modo di divertirsi”.
Queste le squadre che si batteranno con impegno per ben figurare: “Abbronzatissimi”, “Luney Tunes”, “Padèla”, “Durian &
Durian”, “Terzo Tempo”, “I Sopravissuti” e “Scantarex”.
Nel 2013 il gradino più alto del podio l’hanno conquistato i
“Padèla”. Quest’anno? Lo sapremo sabato 24 maggio in serata,
quando gli atleti delle sette compagini dovranno dimostrare di
essere anche dei bravi attori, quindi saper infiammare il pubblico interpretando scene di film più o meno noti.
El
BAGNOLO CREMASCO
Sindaco e vice replicano a Canidio
sulla ciclabile per Crema, tema caldo
“C
COLDIRETTI
L’
Dall’Aprile al Maggio
divertimento non stop
A
IERI IL VIA DELL’ATTESA MANIFESTAZIONE
CHE VANTA ORMAI UNA LUNGA STORIA
H
PIANENGO
l’agroalimentare è determinante
(e vincente) alla voce “export”.
Le esportazioni di prodotti
lattiero-caseari sono passate, ad
esempio, dal dato di 104.655.627
euro del 2011 a 125.925.661 del
2012 per approdare a 141.433.732
nell’anno 2013.
Carne lavorata e prodotti a
base di carne sono passati da
47.414.918 euro di esportazioni
nell’anno 2011, a 48.405.486 del
2013. L’export di frutta e ortaggi
lavorati e conservati è aumentato da 11.951.085 euro del 2011 a
18.155.458 euro del 2013. Sempre
in tema alimentare, le bevande
sono salite da 8.570.329 euro a
21.265.159.
La voce “altri prodotti alimentari” passa da 122.447.589 euro
Giamba
(export anno 2011) a 139.454.270
(export 2013).
Anche puntando la lente d’ingrandimento sul solo anno 2013,
si osserva un’indubbia crescita:
la voce complessiva “export prodotti alimentari, bevande e tabacco” lievita da un ammontare di
105.629.000 del primo trimestre
2013 a 134.804.000 euro nel quarto trimestre dell’anno.
“Dati positivi, per tutte le voci
dell’agroalimentare
cremonese,
che attestano il valore e l’appeal
del Made in Italy: questi risultati
giungono perché l’agroalimentare
italiano è sinonimo di eccellenza,
qualità, ma soprattutto distintività
e legame con i territori più belli del
mondo – sottolinea Paolo Voltini,
presidente di Coldiretti Cremona –. Cogliamo in questi numeri
anche un segnale positivo in vista
dell’Expo, che deve rappresentare
l’occasione per fare conoscere la
vera identità del prodotto italiano
all’estero, dove il nemico maggiore è rappresentato dalle imitazioni
low cost, con il cosiddetto Italian
sounding che colpisce i prodotti più
rappresentativi dell’identità alimentare nazionale e ruba alle nostre aziende e alla nostra economia
oltre 60 miliardi di euro l’anno”.
ercheremo in tutti i modi di non entrare in
polemica durante la campagna elettorale per
concentrarci, piuttosto, sui temi che stanno a cuore ai cittadini. Visti però gli ultimi interventi sulla
stampa del consigliere di minoranza Agostino Canidio riteniamo doverso fare alcune precisazioni nel
solo intento di fare chiarezza perché è giusto che i
cittadini siano informati sulla vera realtà dei fatti”.
Alla premessa il sindaco Doriano Aiolfi e il vice Lorenzo Pollastri fanno seguire alcune considerazioni
sull’argomento “ciclabili”.
“Intanto un’ultima puntualizzazione sul completamento del tratto di via Da Vinci, per cui secondo
l’esponente di Bagnolo Insieme dovremmo chiedere
scusa alla gente. Canidio è stato anche un ex assessore e dovrebbe sapere bene i tempi per gli iter d’esproprio; tanto è vero che progettò soluzioni alternative per superare
quel punto”. Il cuore della discussione
è, comunque, la ciclabile per Crema,
che, s’intuisce, sarà
al centro anche della campagna elettorale. “Rimaniamo
indignati per certe
critiche che arrivano da un consigliere che fece parte
anche dell’amministrazione Peretti. È incredibile come affermi cose
non vere: sa che tutto il tratto che descrive è di competenza del Comune di Crema. Noi la nostra parte
l’abbiamo fatta e siamo giunti con la ciclabile sino
alle porte della città, come peraltro hanno fatto anche altri Comuni del territorio”, afferma Aiolfi.
“Canidio fa sue nostre intuizioni – sostiene Pollastri –. Il cavalcavia che spunta in via Montenevoso
a Ombriano (raggiungibile costeggiando la strada di
immissione alla tangenziale o costeggiando la roggia
Quarantina) è stato da noi preso in considerazione
già nel 2010, quando abbiamo avuto i primi contatti
con Crema (Giunta Bruttomesso) per far inserire la
ciclabile Bagnolo-Crema nel Pgt della città in fase
di stesura: grazie a questo nostro atto l’opera è stata
definitivamente inserita nel documento programmatico (verificabile sui documenti scaricabili dal
sito Internet istituzionale del Comune di Crema)”.
“C’è quindi qualcosa da cui partire e sono state poste le basi per il futuro – gli fa eco il primo cittadino
–. L’amministrazione sta lavorando per sottoscrivere un protocollo d’intesa per avere la ciclabile”. Dai
banchi della minoranza, chiariscono Aiolfi e Pollastri, il capogruppo Canidio non ha mai avanzato
una mozione o un’interrogazione sul tema, chissà
perché oggi lo fa in campagna elettorale… Lo stesso
dicasi dei vari collegamenti che abbiamo attuato tra
le piste ciclopedonali, mai criticate prima, neppure
“I CITTADINI
MERITANO
CHIAREZZA:
ABBIAMO
GIÀ FATTO LA
NOSTRA PARTE”
Uno dei tratti di ciclabile realizzati
dall’amministrazione in carica
nei costi. “Abbiamo anche analizzato con attenzione il Triennale delle opere pubbliche del periodo in
cui Canidio è stato assessore, ma il progetto per la
ciclabile per Crema non è mai stato inserito. Forse
perché non è sul territorio di Bagnolo?”.
Piuttosto il sindaco sottolinea l’interessamento
del locale Movimento 5 stelle, “che ha richiesto documentazione e informazioni sui contatti avuti con
Crema, offrendosi, tramite gli stessi consiglieri di
Crema, di fare ulteriori pressioni e richieste di stato
di avanzamento del progetto ciclabili sulla periferia
cittadina”.
La conclusione è affidata al vicesindaco: “Canidio afferma che la ciclabile da noi realizzata in via
Crema è un progetto talmente scoordinato dalla
viabilità interna di Bagnolo che la loro amministrazione la inserì come fattibile nel PGT elaborato.
Non bisogna dimenticare che solo oggi si accorgono
dell’utilità di tale ciclabile. Siamo indecisi se considerare l’intervento di Bagnolo Insieme un gesto di
furbizia o di incompetenza: la ciclabile risulterebbe
completamente sul territorio non di Bagnolo, ma su
quello di Crema. Gli investimenti si fanno sul proprio Comune e non su quello degli altri”.
LG
Il Cremasco 27
SABATO 26 APRILE 2014
CASTELLEONE
CASTELLEONE/FIESCO: Comuni offrono impiego
Nuova scuola
Partiti i lavori
I
INTERVENTO DA 3.400.000 EURO
MATERNA PRONTA TRA UN ANNO
di BRUNO TIBERI
U
n lungo pannello divide la scuola
elementare Beccadello dall’area che
si affaccia su via Castel Manzano e piazza dei Divertimenti sulla quale sorgerà la
nuova scuola materna. All’interno dell’area cintata, ruspe all’opera. Sono iniziati
così gli interventi di realizzazione del nuovo plesso.
Una struttura da 3.400.000
euro che è frutto di un progetto condiviso che ha coinvolto la dirigenza scolastica
e i rappresentanti di insegnanti e genitori, dei quali
sono state accolte tutte le
precise indicazioni.
La presentazione è avvenuta alcune settimane fa
quando sono stati tolti i veli allo studio
definitivo. L’opera avrà il compito di risolvere la situazione di promiscuità tra materna ed elementare venutasi a creare dopo
l’abbandono della scuola dell’Infanza di
piazza Trieste.
Sarà un plesso avveniristico che punta
su particolari educativi e di socializzazione del tutto nuovi per la realtà castelleonese. Tanti piccoli e tranquilli refettori all’interno delle classi anziché la tradizionale e
rumorosa sala mensa; un ampio ventaglio
di atelier multidisciplinari nei quali i bambini potranno cimentarsi in attività motorie e libere, con la punta di
diamante rappresentata dalla sala multimediale; la suddivisione delle aree esterne
per sezioni e l’ottimale illuminazione delle aule garantita dall’orientamento delle
stesse, che verranno realizzate nel rispetto dei migliori
standard.
A costruire la scuola sarà
la ditta Bacchiocchi di Somaglia. Il desiderio della Giunta comunale è sempre stato quello di consegnarla
ai piccoli entro il settembre di quest’anno.
Verosimilmente sarà impossibile ma è certo che per l’anno didattico 2015-2016 la
nuova scuola aprirà i battenti.
SORGERÀ
ACCANTO
ALLA PRIMARIA
DI VIA
BECCADELLO
CASTELLEONE
Fare impresa,
premi ai giovani
I
l ‘Futuro (è) in Cantiere’ per un gruppo
di giovani aspiranti imprenditori. Marco
e Paolo Visigalli con Davide Borsotti da un
lato e Paolo Caldi, Marco Caramatti, Matteo Carlini, Christian Di Feo con Michela
Dalmiani dall’altro, sono stati premiati dal
concorso promosso da ‘Cantiere Castelleone’ per sostenere l’imprenditoria giovane.
I progetti dei due team sono stati scelti
sui 16 complessivi. Riguardano, il primo il
mercato agroalimentare del Made in Italy
con uno sguardo all’estero attraverso Internet e il secondo il comparto rifiuti con il
oro utilizzo come risorsa. Entrambi saranno premiati dal sostegno gratuito in fase di
start-up per due anni con assistenza professionale e consulenze.
Tib
CASTELLEONE: nutrirsi come si deve
U
n corso di educazione alimentare mirato alla salute delle ossa, indirizzato alle donne con familiarità all’osteoporosi, a quelle che
si trovano a ridosso della menopausa e per tutte quelle che vogliono
prendersi cura della propria salute. Questa la proposta firmata dalla
Late (Libera associazione terza età) in collaborazione con la dietista
Elena Piovanelli e il patrocinio del Comune di Castelleone.
Agire su dieta, attività fisica e psiche per prevenire. Questo lo scopo
del corso aperto a tutte le donne di età compresa tra 35 e 70 anni. Tre
incontri presso la sede Late di via San Giuseppe 22, con la dietista, la
psicologa-psicoterapeuta Clara Pelizzari e la fisioterapista Ilena Moretti.
Gli appuntamenti, rivolti a un massimo di 25 persone, sono in programma martedì 29 aprile, martedì 6 maggio e venerdì 9 maggio dalle
20.30 alle 22. Il costo di partecipazione a persona ammonta a 5 euro.
Per le iscrizioni c’è tempo sino al 26 aprile. Al fine di ricevere il
materiale informativo con la brochure del corso è possibile rivolgersi
presso i Servizi sociali del Comune di Castelleone (via Virgilio Brocchi), presso le farmacie Pesadori e Chiodo, presso la sede Late oppure
contattando Antonietta Pedrinazzi al 3407215698.
Tib
RIPALTA VECCHIA
È
arrivata l’ufficialità. Camillo Comandulli, sindaco uscente del borgo turrito, si ricandida alla guida del Centrodestra
per Castelleone completando il quadro delle forze in campo per
le prossime elezioni. Il primo cittadino, che inizialmente aveva
comunicato di non voler più proseguire l’esperienza al timone
della macchina amministrativa comunale, non ha retto al pressing dei suoi.
Squadra compatta e riconfermata in toto (da Dusi a Micheletti, da De Luca a Camozzi a Spadari), eccezion fatta per il lascio
di Lia Dondoni, e un sostegno forte dalla Lega e da Forza Italia.
La presentazione della lista è avvenuta in settimana. La volontà dichiarata è quella di proseguire nel solco del lavoro svolto e
dell’indirizzo tracciato. Diversi interventi sono in corso e Comandulli e i suoi vorrebbero portarli a compimento rilanciando
su altri fronti, tra i quali la sicurezza.
Comandulli se la vedrà con l’altra lista che ha quale riferimento la medesima area politica, Vero centrodestra – Castelleone sicura
di Serena Mallai e con la lista Fare per Castelleone guidata da Pietro Fiori e la coalizione che si ispira alle idee del centrosinistra
Per Corada sindaco che vede al timone Giancarlo Coarda.
Tib
GOMBITO: elezioni, Baruelli vs Caravaggio
C
orsa a due a Gombito per la
poltrona di sindaco. A contendere al gruppo di maggioranza uscente Impegno e democrazia
il governo del paese sarà Ascolto e
Dialogo con Gombito che candida a
sindaco Massimo Caravaggio. Artigiano 42enne presenterà la propria lista il 5 e il 15 maggio alle 21
nella sala Polifunzionale di piazza
Roma.
Con un’esperienza amministrative alle spalle Caravaggio (nella
foto sotto) si pone come alternativa a Bianca Baruelli (foto in alto),
attuale primo cittadino che grazie
al decreto Delrio potrà candidarsi
per la terza volta come guida del
paese. Depositata la lista, anche la
Baruelli si presenterà all’elettorato gombitese nelle prossime settimane
Tib
GOMBITO: merenda con i libri
na domenica diversa in compagnia dei libri, per sfogliarli, leggerli e divertirsi insieme. La proposta porta
la firma del Comune che invita bambini e ragazzi domenica 27 aprile alle 15 presso il parco ‘La corte dei giochi’.
Ad attenderli l’attrice Manuela Varani e tanti divertentissimi volumi con i quali trascorrere un pomeriggio diverso.
Tib
Madignano
Mercatino
occasioni
Marzale, Fiera
nel segno di don Gino
Elezioni, Comandulli c’è
Chi sarà il sindaco?
U
Il cantiere aperto a ridosso della scuola primaria
per la costruzione della nuova materna
l Comune di Castelleone, in convenzione con Anci Lombardia, partecipa al progetto di intervento formativo con tirocinio
denominato ‘Dote Comune’. L’ente locale, in pratica, mette a
disposizione tre doti, oltre a una quarta presso il Comune di
Fiesco, corrispondenti a un impegno di 20 ore settimanali per
un’indennità mensile forfetaria di 300 euro. Un’opportunità
d’impiego della durata di 12 mesi.
Gli interessati dovranno presentare le domande all’Ufficio
protocollo del Comune di Castelleone entro le ore 12,30 di venerdì 2 maggio 2014. Va utilizzata esclusivamente la modulistica relativa all’Avviso 2/2014, scaricabile dal portale dell’ente
locale. I candidati devono specificare il settore prescelto tra Amministrativo/Biblioteca, Urbanistica/Suap e Sociale/Pubblica Istruzione. Seguirà un colloquio individuale tra i candidati
aventi i requisiti al fine di stilare la graduatoria degli idonei. La
mancata partecipazione al colloquio – che si svolgerà martedì
6 maggio alle ore 8,30 presso la sala consiliare del comune di
Castelleone – comporta l’esclusione dalla graduatoria.
Possono partecipare alla selezione per l’assegnazione di una
‘Dote’ cittadini italiani, dei paesi dell’Unione Europea ed extracomunitari con regolare permesso di soggiorno, residenti o
domiciliati in Regione Lombardia, in particolare: inoccupati
e disoccupati, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, lavoratori
percettori di ammortizzatori, disoccupati e inoccupati con età
superiore a 50 anni.
Tib
S
arà una Fiera del Marzale dal
significato particolare quella
in programma dal 26 al 28 aprile. Nel giorno in cui la Chiesa
celebra la festa della Divina Misericordia, il Santuario si vestirà a festa e la comunità coglierà
l’occasione per stringersi attorno
a don Gino Mussi nel 50° di sacerdozio. Parroco di Ripalta Vecchia e rettore del luogo di culto
che si trova lungo la provinciale
che porta a Ripalta Arpina, don
Gino venne ordinato nel 1964, il
27 giugno.
La Fiera si aprirà sabato 26 con
la Messa preceduta dalla recita del
rosario. Domenica 27 alle 10.30
celebrazione liturgica animata dal
coro Melos diretto dal maestro
Luca Tommaseo. Nell’occasione
L’APPUNTAMENTO
DI PRIMAVERA
AL SANTUARIO
COINCIDE CON IL
50° DI SACERDOZIO
DEL PARROCO
sarà festeggiato il 50° di sacerdozio di don Gino. Nella giornata
di festa non mancheranno le bancarelle di dolciumi, giocattoli e
curiosità nelle aree che si aprono
attorno al piccolo quanto splendido Santuario. Punto ristoro, pesca
di beneficenza e la visita guidata
Gombito: I Maggio, che festa
È
una tradizione che solo il maltempo può mettere in ginocchio. Il primo Maggio a Gombito è giornata di festa
e di aggregazione. Il Comune, anche quest’anno, coglie l’occasione del festivo per ringraziare i volontari delle associazioni, dare il benvenuto ai nuovi residenti e ai nuovi nati
e stimolare il senso civico e l’appartenenza alla comunità
dei neo diciottenni. Ci sarà anche tempo per brindare e divertirsi insieme in un programma che, volendo, accompagna
l’intera giornata.
Il via alle 11.15 davanti al municipio dove il sindaco Bianca Baruelli attende gruppi e associazioni che operano nel
territorio, dalla Protezione Civile al Servizio Civico, dalla
Croce Verde al team di Cacciatori, per tributare loro un riconoscimento all’impegno profuso a beneficio del paese e dei
suoi residenti. Quindi il benvenuto a chi ha scelto Gombito
nel 2013 come borgo piacevole in cui vivere e il saluto ai
6 bimbi nati nello stesso anno. Per ognuno dei piccoli sarà
piantumato un alberello, un modo per sottolineare l’importanza del senso di comunità. A chiusura dei momenti ufficiali la consegna di un omaggio ai ragazzi che nel 2014 festeggeranno o hanno già festeggiato il 18°.
La banda ‘Verdi’ di Castelleone accompagnerò tutti al
parco ‘Il Salto’ dove verrà servito un rinfresco prima dell’arrivederci al pomeriggio. Alle 14, infatti, il ritrovo è presso
l’area verde attrezzata ‘La corte dei giochi’ per la partenza
della tradizionale biciclettata nelle campagne bagnate dalle
acque dell’Adda. Al rientro, verso le ore 16, merenda per
tutti.
Tib
D
Don Gino Mussi
della riserva naturale della valle
del Serio, nella quale è immersa la
sacra costruzione, completeranno
l’offerta.
La chiusura della fiera lunedì
28 con il rosario delle 17.30 e la
Messa che ne seguirà.
Tib
ue fine settimana per
cercare l’affare e dare
una mano alla parrocchia.
È il ‘Mercatino delle occasioni’ edizione primaverile. L’appuntamento,
dopo il successo di quello
tradizionale dicembrino,
viene proposto il 3, 4, 10 e
11 maggio presso l’auditorium di piazza Garibaldi.
In mostra/vendita curiosità, oggetti vintage e articoli di piccolo artigianato.
Insomma, di tutto un po’.
Il mercatino terrà i battenti aperti nei pomeriggio
di sabato 3 e 10 maggio,
dalle 14.30 alle 19, mentre
domenica 4 e 11 sarà full
time dalle 9 alle 12 e dalle
14.30 alle 19.
Tib
MADIGNANO: Giornata della felicità
C
omune e Parrocchia pensano alla terza età. Torna il primo maggio la ‘Giornata della felicità 2014’ dedicata ai madignanesi dai
capelli d’argento.
Il festivo si aprirà alle 11.30 con la celebrazione della Messa, presieduta da don Remo Tedoldi, nella chiesa parrocchiale intitolata a San
Pietro in Vincoli. A seguire tutti al ristorante, a Izano, per un ritrovo
conviviale condito da musica e momenti amarcord.
Il Comune ospiterà a proprie spese tutti i residenti che abbiano già
compiuto 80 anni. Agli ultrasessantacinquenni sarà invece richiesto
un contributo pari a 15 euro; 30 euro per gli under 65 che desidereranno aggregarsi alla comitiva. Sarà garantito il trasporto per i non
automuniti.
Informazioni e adesioni in Comune.
Tib
IZANO: Camminata della Liberazione
L
’assessorato allo Sport ed ecologia del Comune di Izano, guidato da Alberto Maccalli, in collaborazione con la locale sezione
dell’Auser, ha organizzato per la giornata di ieri la seconda edizione
della ‘Camminata della Liberazione’.
L’input all’iniziativa è arrivato dalla consapevolezza che uno stile
di vita scorretto, unitamente alla sedentarietà, aumentano il rischio di
sviluppare malattie cardiovascolari e non solo.
Tutti i partecipanti alla ‘Camminata’ di ieri, sono partiti nel primo
pomeriggio di ieri dalla cascina comunale in piazza Marconi per un
percorso a passo sostenuto sulle strade di campagna, all’insegna del
buonumore e della compagnia di tanti amici. Arrivo come da programma verso le 16.30, dopo aver seguito un tragitto ad anello, lungo
il canale Vacchelli, con tanto di sosta per la merenda presso l’allevamento di struzzi di Salvirola.
Silvia Bissa
28
Il Cremasco
SABATO 26 APRILE 2014
ROMANENGO
- DENTIERE -
Volontariato
pronto a far festa
AL VIA LA KERMESSE PRIMAVERILE
CHE COINVOLGE LE ASSOCIAZIONI
di BRUNO TIBERI
T
orna da martedì, per l’undicesimo
anno consecutivo, la Festa del Volontariato. Caritas Parrocchiale, Croce Verde,
Auser, Avis, Aido, Admo e Amici di Crema delle missioni Onlus, con il patrocinio
del Comune di Romanengo e la collaborazione della Parrocchia e del Cisvol, propongono una serie di momenti finalizzati
all’approfondimento di tematiche di stretta attualità volti a far conoscere le diverse
realtà operanti nel territorio.
Si parte martedì 29 aprile alle 21 presso
la sala civica della Casa del Volontariato di
via Vezzoli con ‘Cure palliative, perché?’
Serata di approfondimento con la dottoressa Maria Assunta Mariconti, dell’U.O.
Cure Palliative del Maggiore di Crema, e
la signora Anna Porcheria, dell’associazione Privitera.
Venerdì 9 maggio alle 21 in oratorio
‘Quale Giustizia?’, con gli interventi
dell’educatrice Sabrina Ferrari, del rappresentante di ‘Diritti per tutti’ Claudio
Facciola e di don Francesco Gipponi del-
Soncino
Lions Day
Silvia Bissa
RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO
- GIORDANO RAFFAELE -
CREMA - p.zza C. Manziana, 16 (zona S. Carlo)
- Telefonare al 0373/202722. Cell. 339 5969024 -
SMALTIMENTO
AMIANTO
& COPERTURE
IN GENERE
La Festa del Volontariato in una foto di repertorio
la Caritas diocesana cremasca. Il giorno
successivo alle 14.30 terza ‘Caminata Rsa
Vezzoli’ con ritrovo presso la fondazione e
passeggiata non competitiva di 1 o 3 chilometri.
Intensa la giornata di domenica 11 con
‘Rifiutando’, dalle 9, ovvero la mattinata
di sensibilizzazione sul problema dell’abbandono dei rifiuti; i volontari si impegneranno per pulire il paese. Nel pomeriggio,
alle 15, ‘Concerto’ della Junior Band e
dell’Orchestra Indirizzo Musicale dell’istituto comprensivo ‘Falcone e Borsellino’
nella sala civica della centralissima Casa
del Volontariato.
Una settimana più tardi, domenica 18
maggio, la kermesse di chiusura con ‘Volontario??? Volentieri!!!’. Alle 10.30 Messa
presso la Rsa Vezzoli, seguita da un aperitivo. Alle 16, presso l’auditorium Galilei,
Cantar con gioia concerto del coro Cantarcipiace diretto dal maestro Italo Volpe. Per
tutta la mattinata, in via Castello, verranno allestiti i gazebo delle associazioni di
volontariato e le bancarelle del mercatino
no-profit.
Estate giovane
N
on avranno tempo di annoiarsi bambini, ragazzi e giovani nell’estate romanenghese promossa dalla parrocchia. Dal 3
giugno al 7 settembre una serie di iniziative
saprà coinvolgere, far crescere e divertire.
Il via con gli incontri di preparazione per
gli animatori del Grest, dal 3 al 13 giugno.
Dal 16 dello stesso mese, sino all’11 luglio,
in oratorio terrà banco il Grest per gli iscritti a elementari e medie.
Dal 30 luglio al 16 agosto i ragazzi delle scuole medie e delle superiori potranno
soggiornare in Val Rendena nel campeggio
di Sant’Antonio di Mavignola, a due passi
da Madonna di Campiglio e a ridosso delle
Dolomiti di Brenta. Dal 3 al 10 agosto, l’alternativa è il Campo Scuola dell’AC.
Al rientro dalla villeggiatura, dal 25 agosto al 5 settembre, pre-scuola presso il centro parrocchiale di via Vezzoli. Oratorio
protagonista con la tradizionale festa dall’1
al 7 settembre.
ECOSÌ 25
CS CPR
CALDAIA MURALE A GAS
AD ARIA ASPIRATA
A CAMERA STAGNA
DISPONIBILE ANCHE INCASSO
€ 699,00*
SONCINO
Rotary e Lions insieme
per ‘non finire nella rete’
W
eek-end ricco di
emozioni per il
Lions Club di Soncino,
con una conviviale dedicata al viaggio a Roma
con udienza dal Papa e al
‘Lions Day’ che ha preso
vita domenica all’ombra
della rocca sforzesca.
Aprire la serata è toccato al presidente Maurizio
Chizzoli con il cerimoniere Adriano Corradini e il segretario Mauro
Bodini, che hanno accolto i soci Lions, ospiti ed
amici nel ristorante ‘Da
Jaga’. La conviviale ha
avuto come momento
clou la proiezione delle
immagini, assemblate dai
soci Corradini e Vedrietti
i quali hanno documentato il viaggio a Roma
di metà marzo culminato
con l’emozionante e indimenticabile udienza di
papa Francesco.
Nella giornata di domenica, sempre nelle vie del
borgo, si è tenuto il ‘Lions
Day’. Per l’occasione un
gazebo è stato allestito
al fine di informare e illustrare alla cittadinanza
cosa vuol dire appartenere
al ‘Lions Club’ , con soci
a disposizione dei visitatori, sia per un contatto
diretto sia per distribuire
materiale divulgativo, con
opuscoli e depliant. Nel
pomeriggio ad animare
l’atmosfera di festa, una
sfilata per le vie del centro di due gruppi di Majorettes ‘Stella Granata’
di Trenzano ed ‘Eliana’
di Montodine, accompagnati dalla Banda Civica
Musicale di Soncino e dal
Corpo Bandistico ‘Santa
Cecilia’ di Trescore Cremasco.
Complice la bella giornata, la città di Soncino
ha partecipato numerosa
all’evento manifestando
più volte il proprio apprezzamento per le iniziative proposte.
RIPARAZIONI - MANUTENZIONI
E MODIFICHE
- Pulitura e Lucidatura Gratis -
S
i è svolta la scorsa settimana nel
castello di Padernello una conviviale alquanto eccezionale, che
ha visto il Rotary Club di Soncino,
il Leo Club e il Lions Club di Orzinuovi Rocca San Giorgio incontrarsi per iniziare una collaborazione con il Centro della Famiglia
di Orzinuovi, per far fronte all’uso
sbagliato del web e dei social network da parte degli adolescenti.
Oltre ad Andrea Battaglia e Paolo
Lombardi, rispettivamente presidenti Lions di Orzinuovi e Rotary
di Soncino, erano presenti per l’occasione anche Ettore Botti, presidente del Centro Famiglia insieme
al past president Guido Marni e
padre Antonio Consonni direttore
del centro educativo Santa Paola
Elisabetta Cerioli di Orzinuovi.
CASALETTO SOPRA:
bella la scuola
A
nche la scuola può
essere divertente. Lo
hanno scoperto, dallo
scorso mercoledì, i bambini di Casaletto di Sopra
e Melotta invitati a pomeriggi in cui i compiti non
sono l’unico tema dello
stare insieme.
Presso
la
Fantasy
Island del Comune dalle
17 alle 19 di tutti i mercoledì e venerdì i piccoli
dai 5 anni in su, oltre a
svolgere le quotidiane
consegne in preparazione
alle lezioni dei giorni successivi, potranno divertirsi con giochi all’aperto, di
società e tante altre attività. Senza dimenticare il
momento della merenda.
Provare per credere.
L’iniziativa è aperta a
tutti i bimbi residenti nel
capoluogo comunale e
nella frazione Melotta.
Proposta
aggregativa,
educativa e di crescita.
Tib
USO CORRETTO
DEI ‘SOCIAL’.
COLLABORAZIONE
CON IL ‘CENTRO
DELLA FAMIGLIA’
“Furti d’identità, pedopornografia, adescamenti, sono sempre
dietro l’angolo perché nella rete
c’è di tutto – hanno sottolineato
i relatori all’unisono –. Il mondo
virtuale può sì rappresentare una
grande opportunità per ampliare
il proprio bagaglio culturale ma
se non si naviga a occhi ben aperti
può costituire purtroppo un rischio
dalle enormi dimensioni. Ormai
*IVA E INSTALLAZIONE ESCLUSA
sono all’ordine del giorno i tragici
eventi che seminano vittime tra gli
VISITA A DOMICILIO PER PREVENTIVO GRATUITA
adolescenti i quali vengono adescati, insultati e magari indotti a
gesti estremi, proprio attraverso i
social network, per mano di persoTel. 0373 86856 Fax 0373 251312
ne senza scrupoli”.
[email protected]
www.plantservicesrl.it
Il presidente Lombardi nel suo
intervento si è detto soddisfatto
della collaborazione iniziataCALDAIA
con
ECOBLU 25 CPR
così tanto entusiasmo “Lions e
Rotary uniti attorno a un progetto
di grande attualità, al fine di far
fronte a tutti i pericoli che tutti e in
RISPARMI ENERGETICI FINO AL 15% ANNUI
particolare gli adolescenti possono
incontrare in Internet rappresenta
un evento il cui obiettivo sarà*sicuIVA E INSTALLAZIONE ESCLUSA
ramente raggiunto, grazie alla solida volontà e determinatezzaVISITA
dei
A DOMICILIO PER PREVENTIVO GRATUITA
presenti”.
Nel corso della serata è stata presentata anche la mostra
dell’artista di fama internazionale Alec Von Bargen, organizzata
CREMA - VIA EVEREST 24/26
dal Rotary, la cui inaugurazione
si terrà sabato 3 maggio alle ore
TEL 0373 86856
FAX 0373251312
17.30 presso la ex Filanda Meroni. Tema della mostra saranno le
[email protected]
donne emarginate, rappresentate
dall’artista attraverso 12 ritratti
delle 12 donne che hanno avuto
maggiore influenza nella sua vita
professionale.
CREMA: via Everest 24/26
RITIRO ORO
€
CREMA
Piazza Marconi, 36
Silvia Bissa
Castelleone: Lions e terza età
I
l LC Castelleone ha programmato il Lions Day in due momenti distinti: la raccolta degli occhiali usati, effettuata in precedenza, con
grande successo, in collaborazione con la Parrocchia, con gli ottici
della città, con la casa di riposo ‘Brunenghi’ e con la Scuola Canossa, e uno sguardo al mondo della terza età.
La settimana scorsa, infatti, proprio in concomitanza con il Lions
Day mondiale, il Club ha presentato un importante service, dedicato
agli over65: la presentazione del volume Anziani oggi, una rivalutazione dell’essere, i cui testi sono stati scritti dai Lions Adriana Cortinovis
Sangiovanni, attuale presidente del LC Castelleone e referente distrettuale per il tema di studio relativo alle nuove povertà, e Riccardo Tacconi, referente della newsletter distrettuale. I relatori si sono
alternati nel rispondere alle domande sui contenuti e sulle finalità
del libro, poste da Eugenio Clerici, past President del club: il testo è
nato, come stesura, nel 2012-2013, arco di tempo dedicato agli anziani ed alle problematiche relative. In esso vengono analizzati, da un
punto vista letterario, i rapporti di cooperazione tra giovani e vecchi
nell’antichità classica e la visuale moderna della dimensione dell’anzianità alla luce della rivalutazione di questa categoria.
Si tratta di una pubblicazione che ha saputo “riscoprire” la dimensione di chi, non più giovane, deve essere tenuto in considerazione
per il suo patrimonio di esperienza, per la sua funzione di “libro
della memoria e delle tradizioni”e come tramite di insegnamenti di
vita. Il Lions Day, che si prefigge di proporre alla gente alcuni services di cui i Lions si occupano, è stato scelto dal LC Castelleone come
momento forte per porre l’accento su un’età critica, ma importante
per il nostro futuro di uomini e cittadini. I poeti-attori Franco Maestri e Lina Casalini, a conclusione della giornata, hanno offerto a
tutti i presenti una sintesi del libro in forma dialogata.
C
M
Y
CM
MY
CY
CMY
K
Per info:
Tel 348.7808491
PAGO CONTANTI
xecur_torrazzo_90x92_bn.pdf
1
11/02/14
14:23
1.130,00
SABATO 26 APRILE 2014
PANDINO
PANDINO
Turismo,
per la rinascita
Elezioni, in campo
anche Vanazzi e Sau
O
AMBITO DA SFRUTTARE ANCHE PER
AIUTARE LA RIPRESA ECONOMICA
N
ella relazione finale di legislatura, la compagine amministrativa guidata dall’ex sindaco Donato Dolini ha riservato un capitolo a
sé al turismo, da più parti ritenuto fondamentale
per la ripresa economica, da sfruttare anche se
probabilmente non si fa abbastanza per valorizzare l’enorme patrimonio del Bel Paese.
“Il Modello elaborato da noi ha individuato
nel Turismo uno dei fattori critici di successo
della strategia di Sviluppo Economico dell’intero territorio. Per questa ragione si è cercato di
attribuire a queste attività tutte le risorse possibili: in questi anni difficili si è trattato soprattutto
di risorse intellettuali, avendo avuto pochissime
possibilità di fare veri e propri investimenti,
con l’eccezione dell’Ufficio Turistico – spiega
dalla Giunta dimissionaria –. Piccoli passi, più
una semina che un raccolto, ma siamo convinti
che questa sia la direzione giusta verso la quale
andare e qualunque progresso, anche piccolo,
è comunque utile a raggiungere, in un tempo
speriamo non troppo lontano, una diffusa consapevolezza del nostro potenziale e, quindi, la
capacità collettiva di sfruttarla positivamente”.
Per chi ha governato Pandino negli ultimi 9
anni “tutta questa parte di territorio lombardo
non è mai stato considerato a valenza turistica.
Il Cremasco 29
Uffici all’interno del Castello Visconteo
Per questo le precedenti amministrazioni non
hanno mai neppure immaginato di investire
tempo e risorse nella valorizzazione delle nostre
peculiarità storiche, architettoniche e ambientali, allo scopo di farle diventare altrettante opportunità di crescita e di sviluppo sostenibile del
territorio. Il risultato è la quasi totale assenza sul
nostro territorio di infrastrutture atte alla ricettività di visitatori”.
Per Dolini e i suoi collaboratori, “una qualche attenzione a questi aspetti ha incominciato
a manifestarsi a partire da una decina di anni
con la partecipazione del Comune a circuiti turistici locali come ‘Le Città Murate e Castellate
della Provincia di Cremona’ e il ‘Sistema Po di
Lombardia’, con l’ingresso nella primavera del
2005 nel ‘Club dei Borghi più Belli d’Italia’, e,
più recentemente, con la partecipazione al ‘Sistema turistico locale Pianura da Scoprire’ per la
crescita della nostra comunità”.
Per l’ex assessore Alessio Marazzi, “l’impegno profuso in questi anni nello sviluppo di
una Politica Turistica nel nostro territorio si è
concretizzato nel 2012 con l’apertura, nei locali
dell’ex Sala Polifunzionale del Castello Visconteo, dell’Ufficio Turistico, finanziato con un
Bando Cariplo, che ha come obiettivo primario
la valorizzazione della realtà storico-monumentale di Pandino, in particolare del Castello Visconteo e della frazione di Gradella. Ha inoltre
il compito di fornire informazioni turistiche e
culturali, gestire le prenotazioni di gruppi in visita al territorio, proporre e organizzare le visite
di gruppi prenotati, proporre laboratori didattici
per le scolaresche in visita”.
Marazzi ricorda che “L’Ufficio Turistico è
stato inserito come punto di eccellenza nel programma di implementazione del Distretto del
Commercio Visconteo, ed è previsto che diventi
l’Ufficio del Turismo di tutti i paesi aderenti al
Distretto, promuovendone le peculiarità e gestendo in convenzione le attività di guide. Altra
funzione in pieno sviluppo è la raccolta in un’unica banca dati di tutte le iniziative e manifestazioni locali. L’Ufficio Turistico è così candidato
a diventare il centro informativo non solo di
Pandino ma dell’intero territorio, per quanto riguarda le proposte turistiche e le manifestazioni
Culturali”.
La sede è condivisa con il Parco Sovracomunale del Fiume Tormo, in modo da favorire la
collaborazione tra questi due soggetti nella promozione del territorio.
El
ltre alle candidature già ufficializzata di Maria Luise Polig per il Gruppo Civico in settimana altre due coalizioni
sono uscite allo scoperto senza attendere le ultime ore. Si tratta di
‘Per Pandino’ e di ‘Insieme Nosadello Pandino Gradella’.
Quest’ultima è la coalizione che candida a sindaco Francesco
Vanazzi. Lista civica alla quale viene attribuita il centrodestra
come area di riferimento, guidata da un volto nuovo della politica locale. 44 anni, dirigente d’azienda è attivo da anni nel sociale
e nel volontariato pandinese. Con lui alcuni uomini di esperienza
sotto il profilo amministrativo e molti volti nuovi. La parola d’ordine del team è infatti “rinnovamento” attraverso forze nuove che
vogliano mettersi in gioco per il bene del paese, per farlo crescere
e, magari, per amministrarlo in futuro.
‘Per Pandino’ e Francesca Sau avevano già comunicato la loro
partecipazione alla competizione elettorale alcune settimane or
sono. Negli ultimi giorni sono arrivati indirizzi di programma e
nomi dei componenti la lista.“Lista aperta – dice la candidata –
composta da persone provenienti da esperienze e culture diverse
che si mettono a disposizione del Comune e dei suoi cittadini.
Impegno e partecipazione sono le linee guida che metteremo nella nostra attività e nei prossimi 5 anni di amministrazione. Il programma proposto agli elettori è il frutto di un’attenta valutazione
dell’attuale realtà locale dei cittadini”.
La Sau rileva che è “un programma fatto per la gente e con
la gente, che vuole ascoltare e utilizzare le opinioni dei cittadini
come stimolo per fare meglio, come risorsa per una politica nuova. Il nostro deve essere un percorso da attuare nel pieno rispetto
della trasparenza amministrativa, aperto al confronto, all’arricchimento e all’approfondimento, ispirato ai principi della democrazia partecipata, della solidarietà e della tolleranza”.
Con la Sau, candidata a sindaco, sono in campo: Bondioli Federico detto “Chicco”, Cassani Consuelo, Coti Zelati Anna Maria, Feraboli Carlo detto “Carlito”, Galasi Damiano Giuseppe,
Loda Alberto, Marchesi Emanuele detto “Lele”, Messina Claudia, Pandini Andreina, Pizzamiglio Alberto, Resconi Gianfranco
detto “Giglio”, Vitari Nicola.
Al momento della stampa del giornale non sono pervenute informazioni in merito ad altre liste.
El
SPINO D’ADDA
Pea, Luigi Passarella (presidente),
mentre per l’amministrazione comunale sono intervenuti il sindaco
l 28 aprile, lunedì prossimo, prenderà il via a Pandino il corso
Paolo Riccaboni e l’assessore Luca
pratico di inglese destinato agli esercenti. L’organizzazione è
Rossini, nonché la responsabile
a cura della Confcommercio e prevede cinque lezioni da due ore
dell’Ufficio Ecologia, Angela Fonciascuna.
drini. Zanoni, illustrando l’idea
Il Comitato commercianti del paese ricorda ai propri membri
che sta camminando ha rilevato
che c’è questa opportunità da considerare.
che è stato avvertito il bisogno di
avere un paese più pulito definendo l’operazione intrapresa un servizio di accompagnamento all’educazione. Per il responsabile del
aduno di motociclette d’epoca in Castello Visconteo il 7 e
progetto si devono aiutare i cittadil’8 giugno prossimi. L’iniziativa è della Pro Loco con la colaccolta delle deiezioni canine
ni a comportarsi in modo corretto
laborazione del Moto Club Pandino, che si auspica una bella
Nella foto di repertorio il centro
con l’Ape Ronda, ‘tre ruote’
educandoli, in questo caso, alla
risposta da parte degli appassionati delle due ruote con motore.
di Spino d’Adda
utilizzato
da
volontari
motivati.
Il
pulizia.
Chi intende partecipare per impreziosire così l’evento, può
servizio ha preso il via lunedì della
L’ape-aspiratore fungerà da decontattare i soci del moto club Pandino presieduto da Enrico
scorsa settimana grazie all’impeterrente per chi non tiene un comBianchi, oppure rivolgersi ai numeri: 392-3178908 o 349gno dell’associazione ‘La Solidaportamento corretto consentendo
6634351.
rietà’ che collabora con l’Ufficio
ra esagerata a Spino”. Non solo in ai cani di sporcare ovunque. L’imEcologia.
questo paese in riva all’Adda pur- pegno dei volontari non consiste
L’operazione intrapresa vede
troppo.
solo nella pulizia, ma anche nella
protagonisti Giacomo Brusa ed
Responsabile del ‘progetto’ che fornitura di cassettine per la raccolNArivolta ONLUS, associazione animalista, annuncia che
Elisabeth Osaghae, che si danno
è stato presentato nei giorni scor- ta delle deiezioni, nonché fare opela battaglia intrapresa dal sindaco di Spino d’Adda Paolo
un gran da fare a titolo gratuito.
si è Giordano Zanoni (fa parte ra di sensibilizzazione e invitare i
Riccaboni, sostenuto dal collega di Rivolta Fabio Calvi, all’inHanno iniziato la campagna dal
dell’associazione ‘La Solidarietà’). proprietari dei loro amici animali
terno del Consiglio Parco Adda Sud è stata vinta: il primo cittacentro commerciale di viale Vit- mattina e pomeriggio in base a un L’Ape, attrezzato con apposito a raccogliere le feci qualora colti
dino ha presentato una mozione in cui si richiedeva il divieto ad
toria per risalire sulla ex Statale programma che verrà stabilito di aspiratore, di proprietà della citata in flagrante. Potranno anche fare
allevamenti di animali da pelliccia di aprire nell’area del Parco.
‘Paullese’ sino alla ciclabile per il volta in volta.
associazione, circolerà sicuramen- foto, filmare situazioni antipatiche,
La proposta, dopo un acceso dibattito che ha visto Riccaboni
cimitero, passando da via XXV
Verrà passato al setaccio l’intero te tutta l’estate grazie alla generosi- ma non sono autorizzati a elevare
lottare per far passare la mozione, è stata votata a maggioranza
Aprile, via Roma, piazza Casati, territorio comunale anche perché, tà di alcuni sponsor.
contravvenzioni. Il sindaco Paolo
ed è entrata a far parte del nuovo Ptc del Parco Adda Sud.
vie
Castello,
Neruda
e
Di
Vittorio.
a
quanto
risulta
agli
amministratoAll’inaugurazione
erano
presenRiccaboni auspica la collaborazioOfferta valida per immatricolazioni fino al 30/04/2014 per Ford Fiesta 3 porte 1.2 60CV a fronte di rottamazione o permuta di qualsiasi vettura. Solo per vetture in stock, grazie al contributo dei Ford Partner. IPT e contributo per lo smaltimento pneumatici esclusi. Ford Fiesta: consumi da 4,1 a 7,1 litri/100 km (ciclo misto); emissioni CO2 da 105 a 129
UNArivolta
si felicita
di Esempio
quanto
accaduto,
ringrazia
leAnticipo
autoriL’intervento
sarà24diquote
attualità
comunali,
“lefinaledeiezioni
canine
pertotale
la ‘Solidarietà’
anche
Antodel terzo
settore.
g/km. Messaggio
pubblicitario con finalità
promozionale.
di finanziamento
per Ford
Fiesta a € 9.950.
zero (grazie al contributo
dei Ford Partner),
da € 225,46,luneescluse speseri
incasso
Rid € 3, più quota
denominata VFG
pari a € 5.700.ti
Importo
del credito di € 10.608,82
comprensivo
dei servizine
facoltativi
Guida Protetta,
Assicurazione
vita,
Invalidità
e disoccupazione.
daFord
rimborsare
11.183,04
Spese
gestione
pratica € 300.oImposta
in misura
di legge
della
prima
TAN
TAEG 5,53%.
L’offerta
finanziaria
nonin
è valida
per Fiestaesclusi.
Plus
3 Ford
porte
1.4 GPLconsumi
92 CV.Rino
Solo
per
i concessionari
aderenti
all’iniziativa.
approvatàvalida
delperParco,
i sindaci
e inTotale
particolare
Riccaboni.
Offerta
immatricolazioni
fino al 30/04/2014
per
Fiesta 3€porte
1.2 60CV
a fronte
di rottamazione
permutadidibollo
qualsiasi
vettura.
Soloall'interno
per vetture
in stock,
grazie
almensile.
contributo
dei2,95%,
Ford
Partner.
IPT e contributo
per lo smaltimento
pneumatici
Fiesta:
da 4,1
aFerri,
7,1
litri/100
km (ciclo
misto);
emissioniSalvo
CO2 da
105 a 129
dì,
mercoledì,
giovedì
equota
venerdì,
proliferano
a dismisura,
manienio
Milanesi,
Giovanni
El
zione FCE Bank plc. Documentazione precontrattuale in concessionaria. Per condizioni e termini dell'offerta finanziaria e delle coperture assicurative fare riferimento alla brochure informativa disponibile presso il Ford Partner o sul sito www.fordcredit.it. Le immagini presentate sono a titolo puramente illustrativo e possono contenere accessori a pagamento.
PANDINO: il commercio parla inglese
Paese pulito?
Ci pensa l’Apecar
I
PANDINO: moto d’epoca nel maniero
R
R
MEZZO MESSO
IN CAMPO DA
‘LA SOLIDARIETÀ’
PER RACCOGLIERE
DEIEZIONI...
MA NON SOLO
SPINO/RIVOLTA: tutele nel Parco Adda
U
Offerta valida per immatricolazioni fino al 30/04/2014 per Ford Fiesta 3 porte 1.2 60CV a fronte di rottamazione o permuta di
qualsiasi vettura. Solo per vetture in stock, grazie al contributo dei Ford Partner. IPT e contributo per lo smaltimento pneumatici
esclusi. Ford Fiesta: consumi da 4,1 a 7,1 litri/100 km (ciclo misto); emissioni CO2 da 105 a 129 g/km. Messaggio pubblicitario con
finalità promozionale. Esempio di finanziamento per Ford Fiesta a € 9.950. Anticipo zero (grazie al contributo dei Ford Partner), 24
quote da € 225,46, escluse spese incasso Rid € 3, più quota finale denominata VFG pari a € 5.700. Importo totale del credito di €
10.608,82 comprensivo dei servizi facoltativi Guida Protetta, Assicurazione vita, Invalidità e disoccupazione. Totale da rimborsare
€ 11.183,04 Spese gestione pratica € 300. Imposta di bollo in misura di legge all’interno della prima quota mensile. TAN 2,95%,
TAEG 5,53%. L’offerta finanziaria non è valida per Fiesta Plus 3 porte 1.4 GPL 92 CV. Solo per i concessionari aderenti all’iniziativa. Salvo approvazione FCE Bank plc. Documentazione precontrattuale in concessionaria. Per condizioni e termini dell’offerta
finanziaria e delle coperture assicurative fare riferimento alla brochure informativa disponibile presso il Ford Partner o sul sito
www.fordcredit.it. Le immagini presentate sono a titolo puramente illustrativo e possono contenere accessori a pagamento.
g/km. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Esempio di finanziamento per Ford Fiesta a € 9.950. Anticipo zero (grazie al contributo dei Ford Partner), 24 quote da € 225,46, escluse spese incasso Rid € 3, più quota finale denominata VFG pari a € 5.700. Importo totale del credito di € 10.608,82 comprensivo dei servizi facoltativi Guida ProOfferta
valida per immatricolazioni
al 30/04/2014
per da
Ford
Fiesta 3 porte
1.2 60CV
a fronte
di rottamazione
o permuta
vettura.
vetture in
stock,
grazie
al contributo
dei Ford
Partner.
e contributo
lo smaltimento
pneumatici
esclusi.
Fiesta:
consumi
4,1 per
a 7,1i litri/100
km (ciclo
misto);
emissioni CO2
daapprova105 a 129
tetta,
Assicurazione
vita, Invalidità e fino
disoccupazione.
Totale
rimborsare
€ 11.183,04
Spese
gestione
pratica € 300.
Imposta di
di qualsiasi
bollo in misura
di Solo
leggeper
all'interno
della
prima
quota
mensile. TAN
2,95%,
TAEG IPT
5,53%.
L’offerta per
finanziaria
non è valida
per Fiesta
Plus Ford
3 porte
1.4 GPL
92 CV.da
Solo
concessionari
aderenti
all’iniziativa.
Salvo
g/km.
Messaggio
con finalità
Esempio
finanziamento
Fordadell'offerta
Fiesta
9.950.
Anticipo
zero
(grazie
al
contributo
dei riferimento
Ford
€ 225,46,
escluse
spese
incasso
RidPartner
€IPT
3, più
VFG
pari a € 5.700.
Importo
totale
del
creditoda
di €
10.608,82
dei
servizi
facoltativi
Guida
Prozione
FCE
Bank
plc. pubblicitario
Documentazione
precontrattuale
in concessionaria.
Per condizioni
eper
termini
finanziaria
e delle
coperture
assicurative
fare
alla24
brochure
informativa
disponibile
il Ford
oquota
sul sitofinale
www.fordcredit.it.
Le pneumatici
immagini
presentate
sono
a titolo
puramente
illustrativo
ecomprensivo
possono
contenere
accessori
a CO2
pagamento.
Offerta
valida
per
immatricolazioni
finopromozionale.
al 30/04/2014
per ForddiFiesta
3 porte 1.2
60CV
fronteadi€rottamazione
o permuta
di qualsiasi
vettura.
Solo Partner),
per vetture
inquote
stock,da
grazie
al contributo
deipresso
Ford
Partner.
e contributo
perdenominata
lo smaltimento
esclusi.
Ford
Fiesta:
consumi
4,1
a 7,1 litri/100
km (ciclo
misto);
emissioni
da 105
a 129
tetta,
Assicurazione
Invaliditàcon
e disoccupazione.
Totale da
rimborsare
€ 11.183,04 Spese
gestione
€ 300.
Imposta
bollo in
di legge
all'interno
della
mensile.
TAN 2,95%,
TAEG 5,53%.
finanziaria
non è valida
per
Fiesta
Plus 3Importo
porte 1.4totale
GPL 92
Solo per
concessionari
aderenti all’iniziativa.
Salvo approvag/km.
Messaggiovita,
pubblicitario
finalità promozionale.
Esempio
di finanziamento
per Ford
Fiestapratica
a € 9.950.
Anticipo
zerodi(grazie
almisura
contributo
dei Ford
Partner),
24prima
quote quota
da € 225,46,
escluse
spese incasso
Rid € 3,L’offerta
più quota
finale denominata
VFG
pari
a € 5.700.
delCV.
credito
di €i10.608,82
comprensivo
dei servizi facoltativi
Guida Prozione
FCE
Bank
plc.
Documentazione
precontrattuale
in
concessionaria.
Per
condizioni
e
termini
dell'offerta
finanziaria
e
delle
coperture
assicurative
fare
riferimento
alla
brochure
informativa
disponibile
presso
il
Ford
Partner
o
sul
sito
www.fordcredit.it.
Le
immagini
presentate
sono
a
titolo
puramente
illustrativo
e
possono
contenere
accessori
a
pagamento.
tetta, Assicurazione
vita, Invalidità efino
disoccupazione.
Totale
da rimborsare
€ 11.183,04
gestione
pratica € 300.
Impostadidiqualsiasi
bollo in vettura.
misura diSolo
legge
mensile. dei
TANFord
2,95%,
TAEGIPT
5,53%.
L’offertaper
finanziaria
non è valida
per Fiesta
PlusFord
3 porte
1.4 GPL
92 CV.
i concessionari
aderenti
Salvo
approvaOfferta
valida per immatricolazioni
al 30/04/2014
per Ford
Fiesta 3 porte
1.2 60CVSpese
a fronte
di rottamazione
o permuta
perall'interno
vetture indella
stock,prima
graziequota
al contributo
Partner.
e contributo
lo smaltimento
pneumatici
esclusi.
Fiesta:
consumi
daSolo
4,1 aper
7,1 litri/100
km (ciclo
misto);all’iniziativa.
emissioni CO2
da 105
a 129
zione
Bankper
plc.pubblicitario
Documentazione
precontrattuale
in concessionaria.
Per
condizioni
e termini
dell'offerta
finanziaria
e delle
fareFord
riferimento
brochure
disponibile
il Ford
o sul sito
www.fordcredit.it.
Lepari
immagini
presentate
sono
aconsumi
titolo
puramente
illustrativo
e possono
contenere
accessori
pagamento.
g/km.FCE
Messaggio
con finalità
promozionale.
Esempio
di finanziamento
per
Ford
Fiesta
a € 9.950.
Anticipo
zerocoperture
(grazie
alassicurative
contributo
quote
dainformativa
€ al
225,46,
escluse
incasso
Rid
più quota
finale
denominata VFG
a € esclusi.
5.700.
Importo
totale
del credito
di a€ 7,1
10.608,82
dei servizi
facoltativi
Guida
Offerta
valida
immatricolazioni
fino
al 30/04/2014
per
Ford Fiesta
3 porte
1.2 60CV
a fronte
di rottamazione
o permuta
di qualsiasi
vettura. dei
Solo
perPartner),
vetturealla
in24
stock,
grazie
contributo
deispese
Fordpresso
Partner.
IPT€Partner
e3,contributo
per
lo smaltimento
pneumatici
Ford Fiesta:
da 4,1
litri/100comprensivo
km
(ciclo misto);
emissioni
CO2a da
105 aPro129
tetta, Assicurazione
vita, Invalidità
e disoccupazione.
Totale
da rimborsare
€ 11.183,04
gestione
300. Imposta
di bollo
in misura didei
legge
della
prima
quota
mensile.
TAN
2,95%,
TAEG
finanziaria
non è valida
peraFiesta
Plus
3 portetotale
1.4 GPL
CV. Solo
i concessionari
aderenti
SalvoGuida
approvag/km.
Messaggio pubblicitario
con finalità
promozionale.
Esempio
di finanziamento
perSpese
Ford Fiesta
a €pratica
9.950. €
Anticipo
zero (grazie
al contributo
Fordall'interno
Partner), 24
quote
da €
225,46,
escluse
spese
incasso
Rid5,53%.
€ 3, piùL’offerta
quota finale
denominata
VFG pari
€ 5.700.
Importo
del92
credito
di €per
10.608,82
comprensivo
deiall’iniziativa.
servizi facoltativi
Prozione
FCE
Bank
plc.
Documentazione
precontrattuale
in
concessionaria.
Per
condizioni
e
termini
dell'offerta
finanziaria
e
delle
coperture
assicurative
fare
riferimento
alla
brochure
informativa
disponibile
presso
il
Ford
Partner
o
sul
sito
www.fordcredit.it.
Le
immagini
presentate
sono
a
titolo
puramente
illustrativo
e
possono
contenere
accessori
a
pagamento.
tetta, Assicurazione vita, Invalidità e disoccupazione. Totale da rimborsare € 11.183,04 Spese gestione pratica € 300. Imposta di bollo in misura di legge all'interno della prima quota mensile. TAN 2,95%, TAEG 5,53%. L’offerta finanziaria non è valida per Fiesta Plus 3 porte 1.4 GPL 92 CV. Solo per i concessionari aderenti all’iniziativa. Salvo approvazione FCE Bank plc. Documentazione precontrattuale in concessionaria. Per condizioni e termini dell'offerta finanziaria e delle coperture assicurative fare riferimento alla brochure informativa disponibile presso il Ford Partner o sul sito www.fordcredit.it. Le immagini presentate sono a titolo puramente illustrativo e possono contenere accessori a pagamento.
Non saprà
leggere
il futuro,il
mafuturo,ma
gli SMS sì.
Non
saprà
leggere
gli
SMS sì.
Non
saprà
leggere
ilil futuro,ma
gli
SMS sì.
Non
saprà
leggere
futuro,ma
gli
SMS sì.
> Non saprà leggere il futuro,ma gli SMS sì.
saprà
leggere
il
futuro,ma
gli
SMS
sì.
ANCHE SABATO
> Non
Non
saprà
leggere
il
futuro,ma
gli
SMS
sì.
>
SYNC® con Text Reader
Grazie alla tecnologia
SYNC puoi ascoltare gli SMS
SYNC® con Text
Reader
senza distogliere
l’attenzione dalla guida e visualizzarli
®
Grazie
alla tecnologia
SYNC puoi
ascoltare gli SMS
SYNC
con
Text
Reader
in tutta sicurezza
® sul display della tua auto.
distogliere
l’attenzione
dalla
guida
e visualizzarli
SYNC
con
Text
Reader
Grazie
alla tecnologia
SYNC
puoi
ascoltare
gli SMS
>senza
®
in
tutta
sicurezza
sul
display
della
tua
auto.
Grazie
alla
tecnologia
SYNC
puoi
ascoltare
gli SMS
senza
distogliere
l’attenzione
guida e visualizzarli
SYNC
Textdalla
Reader
>
® con
con
Text
Reader
senza
distogliere
l’attenzione
dalla
guida
e visualizzarli
>in SYNC
tutta sicurezza
sul
display
della
tua
auto.
Grazie
alla tecnologia
SYNC
puoi
ascoltare
gli SMS
ANCHE
SABATO
ESYNC
DOMENICA
RS
AUTO
CONSIGLIA
Grazie
alla
tecnologia
puoiguida
ascoltare
gli SMS
in
tutta
sicurezza
sul display
della
tua auto.
senza
distogliere
l’attenzione
dalla
e visualizzarli
SEMPRE
DI
PROVARE
senza
distogliere
l’attenzione
dalla
e visualizzarli
ANCHE
SABATO
E DOMENICA
in
tutta
sicurezza
sul display
dellaguida
tua auto.
L’AUTOVETTURA
in tutta sicurezza
sul display
della tua auto.
ANCHE
SABATO
E VENDITA
DOMENICA
PRIMA
DELL’ACQUISTO
DOMENICA
AUTOANCHE
ABCSABATO EVENDITA
www.autoabc.it
ANCHE
SABATO
E
DOMENICA
AUTO
ABC
ANCHE
SABATO E DOMENICA
VENDITA
www.autoabc.it
VENDITA
AUTO ABC
AUTO
ABC
www.autoabc.it
VENDITA
www.autoabc.it
VENDITA
AUTO
ABC
FORD FIESTA
con
Clima eFIESTA
SYNC®
FORD
con
Clima
e
SYNC®
FORD FIESTA
FORD
con
Clima eFIESTA
SYNC®
con
ClimaFIESTA
e SYNC®
FORD
FORD
FIESTA
con Clima e SYNC®
€ 9.950
€
€€9.950
9.950
9.950
€
€ 9.950
9.950
con Clima e SYNC®
E in più con IdeaFord:
E in più con
IdeaFord:
Anticipo
zero,
TAN
TAEG
5,53%
E in2,95%
più con
IdeaFord:
Anticipo
zero,
E in più con IdeaFord:
TAN
2,95%
TAEG 5,53%
Anticipo
zero,
E
in2,95%
più con
IdeaFord:
Anticipo
zero,
TAN
TAEG
5,53%
E in più Il
con
IdeaFord:
tuo
Ford
Partner
TAN
2,95%
TAEG
5,53%
Anticipo zero,
Anticipo
zero,
TAN 2,95%
TAEG 5,53%
in CREMA
Via Visconti, 1
TAN 2,95% TAEG 5,53%
ASSISTENZA E RICAMBI
Tel. 0373 257054
via delle ruote sgonfie, 12b tel. 06 55 55 555
via dei bulloni spanati, 12b tel. 06 55 55 555
ASSISTENZA E RICAMBI
via delle catalitiche,
12b tel. 06 55 55 555
via delle catalitiche,
12b tel. 06 55 55 555
via delle ruote sgonfie, 12b tel. 06 55 55 555
via dei bulloni spanati, 12b tel. 06 55 55 555
ASSISTENZA E RICAMBI
via delle catalitiche,
12b tel. 06 55 55 555
via delle catalitiche,
12b tel. 06 55 55 555
E RICAMBI
via delle ruote sgonfie, 12b tel. 06 55 55 555
viaASSISTENZA
dei bulloni spanati,
12b tel. 06 55 55 555
delle
ruote sgonfie,12b
12b
555
dei catalitiche,
bulloni spanati,12b
12b
555
viavia
delle
catalitiche,
tel.tel.
0606
5555
5555
555
viavia
delle
tel.tel.
0606
5555
5555
555
ASSISTENZA E RICAMBI
via delle catalitiche,
12b tel. 06 55 55 555
via
delle catalitiche,
12b tel. 06 55 55 555
ASSISTENZA
E RICAMBI
via delle ruote sgonfie, 12b tel. 06 55 55 555
via
dei bulloni spanati,
12b tel. 06 55 55 555
in CREMONA Via Lago Gerundo, 24
(zona Costa S. Abramo)
Tel. 0372 471864
30
Il Cremasco
RIVOLTA D’ADDA
Castelleone
60° Avis
roseguono domani, con
uno dei momenti più
attesi, i festeggiamenti per
il 60° di fondazione dell’Avis di Castelleone. In programma l’inaugurazione del
monumento del donatore
denominato ‘Stele della memoria’ posizionato presso il
camposanto. Un’opera che
vuole testimoniare la presenza ieri, oggi e nel futuro
dell’associazione degli avisini.
La mattinata prenderà
avvio alle 9.30 con il ritrovo presso la sede Avis di
via Mura Manfredi. Quindi
trasferimento in sala Leone
per l’illustrazione del monumento e del suo significato.
A seguire in corteo i partecipanti, guidati dal presidente
della sezione di donatori
della torre Rosolino Valesi,
raggiungeranno il cimitero
per l’inaugurazione del monumento. Chiusura di mattinata ancora al Leone per il
rinfresco.
BT
ITA
ND E
VE
RA IAR
MP OBIL
M
IM
...DAL 1975
AGNADELLO: Giroletti per il Domani
Costituzione ed enti locali
Lezioni in classe per i più piccoli
P
CO
SABATO 26 APRILE 2014
I
bambini delle classi quinte della scuola primaria di Rivolta
D’Adda ‘E. Calvi’ hanno realizzato alcune attività volte al potenziamento delle nozioni relative
allo studio dello Stato Italiano,
la Costituzione e gli Enti Locali. “Hanno partecipato a un’esperienza pratica che li ha visti
protagonisti di un vero e proprio
processo elettorale. Si sono impegnati per la realizzazione di liste,
hanno scelto tra di loro dei candidati alla carica di sindaco, hanno
elaborato degli slogans e dei programmi e svolto nelle varie classi
una sorta di campagna elettorale
presentandosi ai compagni e illustrando le loro scelte”.
L’impegno profuso ha portato
alla realizzazione di una piccola
Costituzione scolastica contenente alcune regole sul comportamento da tenere a scuola.
Al termine della campagna
ALLA PRIMARIA
SIMULATE
LE ELEZIONI,
DALLE LISTE
ALLA PROMOZIONE
SINO AL VOTO
elettorale hanno simulato le elezioni votando e mettendo le schede in un’urna. Successivamente è
stato effettuato lo spoglio e sono
stati nominati il sindaco e i suoi
consiglieri che hanno formato la
Giunta Scolastica. Tutto in piena
regola insomma.
“Gli alunni hanno concluso
tale percorso di potenziamento
partecipando a una visita guidata all’interno del Municipio dove
CREMA
CREMA - via Matteotti
0373 83554
IN PALAZZO STORICO
Via IV Novembre, 51/F
RISTRUTTURATO
www.studiocasacrema.it
CREMA
SABBIONI
TRILOCALE
85 mq
Esente
da mediazione
Raro, unico
termoautonomo,
posto auto interrato
CLASSE
ENERGETICA “B”
· BILOCALE con box ......................................................€ 112 mila
· TRILOCALE con cantina e box ..................................€ 175 mila
· QUADRILOCALI con cantina, box e posto auto......€ 248 mila
· ATTICI con cantina, posto auto e box......................€ 260 mila
· VILLINO con box doppio ............................................€ 198 mila
C.E. G - IPE 203,68
arco case
190 mila €
☎ 0373.200588
snc
Via Griffini, 26 - CREMA (Cr)
tel. 0373 25.77.78 - fax 0373 81171 e-mail: [email protected]
CREMA CENTRO STORICO
In posizione riservata, prestigiosa casa
indipendente di valore storico dei primi del ’600,
completamente ristrutturata con finiture di grande
pregio. Tre livelli per un totale di 270 mq oltre al
portico, cortile interno, box e veranda. Climatizzatore e allarme. CL G (256,07 kwh/mqa). Rif. 4032
CREMA Luminosissimo appartamento in con-
RICENGO CENTRO PAESE
testo riservato, ricavato da ristrutturazione di
in piccolo fabbricato di sole due unità di recente
ex convento con parco comune piantumato. Al costruzione trilocale di 78 mq con giardino privato di
primo piano vendiamo quadrilocale di 125 mq circa 60 mq e vialetto d’ingresso pavimentato, oltre ad
con splendida esposizione grande zona giorno,
cucina abitabile, disimpegno, tre camere, doppi area esterna. L’appartamento al piano terra è composto
servizi e box. Parquet, tende da sole, allarme da soggiorno, cucina, due camere, doppi servizi, cantina
e box. Spese condominiali 250 €/anno.
volumetrico, ottime finiture.
Richiesta 158.000 €. CL F (163,41 kwh/mqa)
CL G (179,72 kwh/mqa). Richiesta € 220.000.
Rif. VT04
Rif. 1350
CREMA: p.za Garibaldi
SAN MICHELE
Grazioso e curatissimo appartamento mansarappartamento di 115 mq circa con terrazzo
dato al secondo e ultimo piano composto da:
di 80 mq, composto da soggiorno, cucina separata, ingresso, soggiorno, cucina abitabile separata
con porte a vetro Scrigno, due camere, due
disimpegno, camera matrimoniale con bagno
bagni, terrazzino e box doppio. Caratterizzapadronale, seconda camera con terrazzino
to da travi a vista sbiancate, parquet Iroko,
e bagno ospiti, oltre al terrazzo sviluppato su
predisposizione allarme, parabola Tv Sat,
climatizzato con pompa di calore.
due lati. Box, cantina, aria condizionata. Possibilità
CL E (118,81 kwh/mqa).
secondo box. CL F (170,97 kwh/mqa). Rif. 1326B
Richiesta € 185.000. Rif. 1315
VAILATE
nel
centro storico, vendiamo casa
PIANENGO al confine con Crema villa singola
disposta su 3 livelli, per una metratura
realizzata di recente disposta su due piani, oltre a ta- singola
totale di 160 mq. L’immobile è composto: al
verna, libera sui 4 lati. Giardino privato (270 mq), box piano terra ingresso, locale lavanderia/stireria,
(36 mq), salone con camino, ampia cucina abitabile, sottoscala e portico chiuso; al piano primo sogbagno-lavanderia e ripostiglio al pian terreno (80 mq); giorno con camino a legna e cucina abitabile,
tre camere, un bagno, balcone e terrazzino al piano loggia e balcone; al piano secondo, mansardato
con travi a vista, camera matrimoniale, camera
primo (90 mq).Taverna al piano interrato di 80 mq. singola ed ampio bagno, balconcino. Zanzariere
CL G (181,38 kwh/mqa). Richiesta € 280.000.
e doppi vetri sugli infissi esterni. CL G (415,78
Rif. 2153
kwh/mqa). Richiesta € 170.000. Rif. 4033
COMUNE DI FIESCO
PROVINCIA DI CREMONA
ASTA PUBBLICA
ESTRATTO DEL BANDO
PER LA VENDITA TERRENO ARTIGIANALE
DI PROPRIETÀ COMUNALE
IN LOCALITÀ GEROLA
In esecuzione della deliberazione di Consiglio Comunale n. 7 del
25.03.2014 ed alla determinazione n. 26 del 09/04/2014 si rende
noto che è indetta un’asta pubblica per la vendita del terreno artigianale di proprietà comunale posto in Fiesco in località Gerola
della superficie complessiva di m2 3.901,00 e identificato nel Catasto terreni al foglio 7 – mappali n. 612-613-615-617-623-627 nel
vigente P.G.T. come “Tessuti produttivi – piani attuativi vigenti”.
Prezzo a corpo a base d’asta €. 234.060,00 (duecentotrentaquattromilasessanta/00).
Il termine ultimo per la presentazione delle offerte ore 12,00 del
30 aprile 2014.
Il bando integrale potrà essere ritirato in copia presso gli uffici
comunali o presso il sito www.comune.fiesco.cr.it
Il Responsabile del servizio tecnico
Dott. Arch. Fiorenzo Lodi
OMBRIANO
In contesto riservato con bellissima vista su area verde, vendiamo
bilocale al piano terra con ingresso
indipendente, composto da soggiorno con parete cucina, disimpegno,
camera, bagno con rivestimenti in
ceramica e cantina al piano interrato. CL G (313,40 kwh/mqa).
Richiesta € 65.000. Rif. VB10
Angelo Giroletti il candidato sindaco di Agnadello DoÈ
mani. Classe 1956, di professione direttore logistico,
è stato assessore della
hanno avuto modo di osservare
gli uffici comunali e la sala consiliare e presentato le loro proposte
al sindaco del paese, Fabio Calvi
e all’assessore alla Pubblica Istruzione, Angelo Cirtoli, che li hanno accolti con entusiasmo, ascoltato le loro proposte che erano
inerenti al miglioramento della
scuola e in particolare la pulizia
e la sistemazione dell’area verde
dove poter giocare in tranquillità.
Si è parlato anche della realizzazione di una sala dove poter mettere in scena le loro rappresentazioni teatrali”.
Gli insegnanti sottolineano che
“grazie a questa esperienza i bambini hanno avuto modo di imparare facendo”.
Gli scolari, attraverso i loro
rappresentanti, avanzeranno altre
proposte alla giunta comunale,
nell’interesse collettivo.
giunta Tirloni nei primi anni Novanta.
L’ufficializzazione
è arrivata nei giorni
scorsi assieme ai nomi
che compongono la lista: Gianfranco Tirloni, Carlo Facchinetti,
Agostino Brambilla,
Luca Dognini, Adriana Criscuolo, Marcello
Polgati, Amalia Malagoli, Elvira Castellini,
Gilberta
Castellani,
Manuela Bolis, Ferruccio Vai e Igor Madonini. A breve la
presentazione ufficiale del programma elettorale.
Ram
VAILATE: Costituzione ai neodiciottenni
ome ogni anno anche i vailatesi hanno commemorato,
C
venerdì 25 Aprile, la festa della Liberazione. Il corteo
è partito alle ore 10 con il corpo bandistico del paese e si
è diretto al monumento dedicato alla memoria dei Caduti di tutte le guerre in piazza Cavour per un momento di
preghiera e riflessione. Quindi il ritorno al palazzo municipale, dove, alle ore 10.30 il sindaco Pierangelo Cofferati
e l’amministrazione comunale, come da tradizione, hanno
consegnato ai neo diciottenni una copia della Costituzione italiana. Un momento di particolare significato per chi
deve rappresentare il domani del paese e della nazione.
Ram
el
Ragazza italiana, affidabile,
con pluriennale esperienza,
in grado di gestire
autonomamente
l’attività di
BARISTA
cerca lavoro
in Crema e paesi limitrofi
☎ 346 6839425
Primaria azienda
elettromeccanica cerca
PERITO
ELETTROTECNICO
per ufficio
tecnico-commerciale
Indispensabile conoscenza
lingua francese.
Sede di lavoro: Lodi.
Inviare CV a: [email protected]
VILLETTA
IN CREMA
Residence signorile
ex casa padronale
con giardini interni,
4 vani, doppi servizi,
box
C.E. F - IPE 163,27
175 mila €
Valuto ritiro
vostro appartamento
☎ 0373.200588
Tribunale di Cremona
AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI (sesto esperimento)
Esec. Civ. R.G.E. n. 181/2010 già Tribunale di Crema - R.I. 38/2012 - G.E. dott. Benedetto Sieff - Professionista delegato: avv. Giulio Cerioli, Via Diaz n. 1/A Crema, tel.
0373 256131 fax. 0373 86119 e-mail [email protected] Vendita senza incanto: 09 giugno 2014 alle ore 14,30, presso lo studio del delegato. Lotto Unico,
In Comune di Vaiano Cremasco (CR), Vicolo Dosso Mattina, 37, piena proprietà di
casa di civile abitazione posta su tre piani collegati da una scala interna e costituito al piano terra da ingresso, soggiorno pranzo con angolo cottura e ripostiglio
nel sottoscala; al piano primo da bagno e camera da letto; al piano secondo da
camera da letto con ripostiglio – immobile non soggetto all’obbligo di certificazione energetica - Prezzo base euro 10.275,29. Offerte da depositare in bollo e
in busta chiusa presso lo studio del professionista delegato Avv. Giulio Cerioli in
Crema, Via A. Diaz n. 1/A, entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la
vendita, con unito assegno circolare, per cauzione, non trasferibile, dell’importo
pari al 10% del prezzo offerto, intestato alla Proc. Esec. Imm. n. 181/2010 R.G.E.
ex Tribunale di Crema. Vendita all’incanto: 25 giugno 2014 alle ore 14,30 presso
lo studio del professionista delegato al prezzo base di euro 10.275,29. Offerte in
aumento non inferiori ad euro 1.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo, dovrà essere depositata nello studio del delegato Avv. Giulio Cerioli
in Crema, Via A. Diaz 1/A, entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la
vendita, unitamente all’ assegno circolare, non trasferibile, per cauzione, dell’importo pari al 10% del prezzo base, medesima intestazione. Custode Giudiziario:
Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta Srl tel. 0373 80250, anche per visionare l’immobile. Maggiori informazioni potranno essere fornite dalla Cancelleria Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Cremona. Sui siti www.crema.astagiudiziaria.
com – www.astegiudiziarie.it, www.giustizia.brescia.it è pubblicata la relazione
di stima dell’immobile unitamente all’ordinanza di vendita e alla versione integrale del presente avviso.
Crema, 18 aprile 2014
avv. Giulio Cerioli
Studio dentistico RICERCA
ASSISTENTE ALLA POLTRONA CON ESPERIENZA
Inviare C.V. con foto a: [email protected]
Privato vicinanze Crema
VENDESI VILLA DI 200 MQ IN PIANO
Ottime condizioni con annesso 80 mq di garage,
ripostiglio e pollaio circondata da 1000 mq di verde edificabile.
Classe energetica G 385,02 kwh/mqa. ☎ 0373 258551 (ore pasti)
ITALCASA CREMA
Via IV Novembre, 56 - Tel.
0373·83566
visitaci su: www.italcasacrema.it
CI TROVI ANCHE SU FACEBOOK ALLA PAGINA ITALCASA CREMA
IDEALE PER COPPIA
COMODO PER IL CENTRO
NON PIÙ GIOVANE
Signorile con terrazza, ultimo piano
ottimo 3 locali + servizi e box.
Termoautonomo,
richiesta molto interessante
Bilocale in palazzina signorile con ascensore,
cucina separata e terrazzino, box e cantina.
Recente costruzione. € 135.000
C.E. “G” - I.P.E. 221,97 Kw/mq
C.E. “G” - I.P.E. 181,65 Kwh/mq
CREMA 5 MINUTI
A POCHI PASSI DAL CENTRO
C.E. “F” - I.P.E. 123,09 Kw/mq
Appartamento “Terrazzato” (70 mq
in totale), ¾ locali con doppi servizi oltre
a box, cantina e posto auto. € 180.000
C.E. “F” - I.P.E. 163,7 Kwh/mq
PARI AL NUOVO
BILOCALE GRAZIOSISSIMO
Servita da pista ciclabile, bellissima
e spaziosa porzione di bifamiliare come
nuova, su unico piano con giardino
su 3 lati, porticato oltre a 40 mq di locali
uso box e lavanderia. € 169.000
Signorile appartamento in piccolo
contesto, 4 locali + doppi servizi
per 160 mq + box doppio. Da rivista!
Prezzo ribassato per cambio città.
€ 210.000
C.E. “D” - I.P.E. 108,26 Kw/mq
COUNTRY CHIC
Densa di storia soluzione unica
con giardino e veranda.
Pronta da abitare. Info solo in studio
C.E. “G” - I.P.E. 177,40 Kwh/mq
INVESTI I TUOI RISPARMI...
Ampia metratura, mansardato
travi a vista, balconato con posto
auto coperto e senza spese comuni.
€ 95.000
C.E. “G” - I.P.E. 258,17 Kwh/mq
RIPALTA CR.
Con 2 terrazze appartamento cucina,
sala, 2 camere, bagno, box di 40 mq.
€ 135.000. LIbero subito,
termoautonomo.
C.E. “F” - I.P.E. 144,6 Kwh/mq
UN GIOIELLINO!
Monolocale con cucinotto separato,
terrazza, cantina, completo di arredo.
€ 84.000. A piedi in centro
In contesto storico graziosa mansarda
travi a vista, 2 locali + servizi.
Ideale per single. € 114.000
C.E. “G” - I.P.E. 194,45 Kwh/mq
C.E. “G” - I.P.E. 232,85 Kwh/mq
CONSORZIO DI IRRIGAZIONE
ROGGE COMUNA ED UNITE
Presso: Consorzio di Bonifica Dugali Naviglio Adda Serio
Distretto di Crema via G. Verdi, 16 - CREMA
Tel. e Fax 0373 259693 e-mail: [email protected]
AVVISO DI CONVOCAZIONE
ASSEMBLEA GENERALE DEI CONSORTISTI
A termini di Statuto i sigg. Consortisti sono invitati a partecipare
all’Assemblea Generale che si terrà a Crema presso la Sala Achilli in
via Frecavalli n. 2/A (g.c.) alle ore 8 in prima convocazione il giorno
28 aprile 2014, valida in seconda convocazione, qualunque sarà il
numero degli intervenuti e delle superfici rappresentate, il giorno di
MARTEDÌ 29 APRILE 2014 ALLE ORE 10
per la trattazione del seguente O.d.G.:
1. Discussione e approvazione del conto consuntivo dell’anno 2013
2. Discussione e approvazione del bilancio preventivo dell’anno 2014
3. Nomina dei revisori dei Conti per l’anno 2014
4. Varie ed eventuali
Ogni Consorziato potrà rappresentare altro o altri Consorziati mediante
delega scritta.
La documentazione inerente all’ordine del giorno è disponibile per la
consultazione presso la sede del Consorzio previo avviso telefonico di
1 giorno.
Crema, lì 1 aprile 2014
IL SINDACATO CENTRALE
Il Cremasco 31
SABATO 26 APRILE 2014
RIVOLTA D’ADDA
RIVOLTA D’ADDA
Patrini ce l’ha
con Carera & C
Marianna Patrini
Ai Calvi i timoni
A Tommaso la Consulta
ALZO ZERO CONTRO L’ASSESSORE
E IL LAVORO DELLA GIUNTA
di ELISA LORENZETTI
È
nuovamente polemica sulla pavimentazione di piazza Vittorio Emanuele
II. Al consigliere di opposizione Marianna Patrini sono andate di traverso “alcune
dichiarazioni rese dall’assessore ai lavori
pubblici Milo Carera. A suo dire la piazza
‘ha bisogno di manutenzioni continue in
quanto la precedente amministrazione (la
Patrini era assessore alla Cultura, ndr) autorizzando la circolazione del traffico cittadino ha di fatto stravolto il suo utilizzo’.
Se così fosse perché non è stata denunciata la scelta operata dall’amministrazione
Grillotti? Se così fosse, ci sarebbero stati
tutti gli estremi per chiederne l’immediata
chiusura”.
“Va bene che ultimamente alcuni membri della nostra Amministrazione comunale hanno scoperto la comunicazione moderna fatta di proiezioni in Power Point,
video e giornalini vari, che sembrano
usciti più da un’agenzia di pubblicità, che
da una maggioranza politica – afferma la
Patrini –, ma alcune uscite recenti assomigliano a mio avviso sempre di più a delle
televendite che a comunicazioni politicoamministrative”.
“Uno su tutti – aggiunge – è il nostro assessore ai Lavori pubblici Milo Francesco
Carera che, vantando anche una preparazione tecnica di prim’ordine, pretende di
propinarci teorie e affabulazioni sui problemi che oramai sempre più spesso affliggono la nostra piazza”.
Per l’esponente del centro-destra,
“un’altra perla del nostro assessore è relativa all’enorme risparmio che si sarebbe
ottenuto realizzando la piazza in pietra
anziché in asfalto, poiché l’asfalto richiede
una totale manutenzione ogni 10-13 anni
con un costo di circa 200.000 euro per ogni
intervento, quindi avvicinandoci a tale termine, tra 2 o 3 anni dovrebbero essere spesi questi soldi. Quello che dice l’assessore
è fondamentalmente vero, se fosse una
televendita, ma poiché stiamo parlando di
lavori pubblici, ci preme ricordargli che se
avessimo asfaltato la piazza oggi avremmo
circa 1.800.000 euro in cassa poiché i lavori all’epoca sono costati circa 2.000.000 di
euro (a conti fatti, sufficienti per 1 secolo e
mezzo di interventi manutentivi). Denaro
che sicuramente ci farebbe molto comodo,
visto che non abbiamo soldi nemmeno per
fare le fotocopie”.
La Patrini, “senza fare polemiche” chiede “sia fatta chiarezza su alcuni punti
dell’azione amministrativa come sul pasticcio delle assunzioni alla scuola materna, gli aumenti tariffari alla stessa scuola,
mascherati dalle fasce ISEE, la sciagurata
gestione del centro estivo, la nuova scuola
materna che secondo l’amministrazione
doveva essere già in via di realizzazione,
la tanto sbandierata creazione di un fondo
di solidarietà miseramente fallito, il totale
fallimento dell’ufficio scuola e, non da ultimo, il graduale peggioramento del servizio Piedibus”.
Infine domanda: “Quali sono i punti veramente qualificanti del programma della
Giunta Calvi che già possono dirsi realizzati?”.
E
letti presidente e vice della Consulta dei giovani di Rivolta
d’Adda, organismo voluto dall’amministrazione comunale
guidata dal sindaco Fabio Calvi. Venerdì della scorsa settimana
il consiglio direttivo di questo organismo, che si era insediato
qualche giorno prima, ha proceduto all’elezione dei ‘vertici’.
Si è trattato di un atto dovuto e previsto dallo statuto vigente,
che fissa a due anni la durata delle cariche rappresentative della
Consulta.
I membri del Consiglio che hanno avanzato la loro candidatura sono stati Marco Fadda, Marta Andreola e Tommaso Calvi.
Il consiglio ha assegnato 7 voti a Tommaso Calvi, eletto presidente, 3 a Marta Andreola e 3 a Marco Fadda (il totale di 13 voti
sta a ‘ricordare’ che i due rappresentanti dell’amministrazione
comunale, Nava e Vergani, sono privi di diritto di voto). ‘La carica di vicepresidente è stata assunta da Marco Fadda, che ha
collezionato 7 voti, uno in più di Marta Andreola.
Rinnovata in tutti i suoi organi interni, la Consulta può ora
tornare a dedicarsi alle iniziative in programma, fra le quali spicca la fondazione e gestione di una web-radio e una collaborazione con l’associazione Ildebranda all’interno della prossima
edizione di ‘Ildelirium’.
Del consiglio direttivo della Consulta giovani di Rivolta d’Adda, organismo che ha cominciato ad agire di recente, oltre che
al presidente e vice, fanno parte Elisabetta Nava, assessore-vicesindaco e Andrea Vergani, consigliere comunale delegato alle
Politiche giovanili, rappresentanti del Comune, e ancora Marco
Fadda, Giada Cataldi, Michele Tozzi, Carlotta Nava, Benedetta
Villa, Paolo Cassani, Federico Strepparola, Pietro Moltani, Carlotta Valeri, Paolo Messaggi e Riccardo Capelli.
Come già ricordato su queste colonne, il consiglio direttivo,
composto da 15 giovani, di norma, si riunisce ogni due mesi.
Ogni tre mesi è invece prevista la convocazione dell’assemblea
aperta a tutti i ragazzi.
Ed ora, al lavoro!
el
Gli annunci di questa rubrica sono gratuiti (con foto) per le persone che festeggiano le nozze di diamante (60 anni) e più e i 95 anni e oltre. Tutte le altre ricorrenze sono a pagamento: per gli auguri,
lauree, ringraziamenti e simili, senza foto € 1,00 a parola, con foto € 30,00; per i festeggiamenti di classe € 70,00; per i matrimoni, gli anniversari di matrimonio e le quattro generazioni (con foto)
€ 50,00. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente ogni inserzione non consona alla linea del giornale. Gli annunci saranno pubblicati fino a esaurimento dello spazio disponibile.
BAGNOLO CREMASCO - CAPRALBA: ERA ORA!
Finalmente
dopo
5.211 giorni
si sono
decisi.
Giovedì
1/5/2014
Barbara
Rocca
e Diego
Viviani
si uniscono
in matrimonio.
Tantissimi
auguri da...
(immaginate
chi è stato).
ROMANENGO: GLI 80 ANNI DI MARIA!
Domenica 20 aprile Maria
Mizzotti ha festeggiato con gioia
le sue 80 primavere.
A lei gli auguri più cari e affet-
tuosi dalle figlie, dal figlio, dai ge-
neri e dagli amatissimi nipoti Gloria, Alberto, Federico e Andrea.
Buon compleanno!
Friendly
Caro papà, marito, nonno,
suocero, GIANFRANCO, semplicemente auguri di buon compleanno per domani, domenica
27 aprile, quando raggiungerai il
traguardo dei tre quarti di secolo
vissuti con onestà, dignità, dedizione al lavoro e alla famiglia
e ritrovato artista, dove navighi
nel tuo “mare immaginario” con
le tue barchette di carta colorate.
Con affetto dai tuoi cari Elena,
Alessandro, Zemira, Zvonimir,
Nadia e Pierangelo.
Animali
REGALO dolcissimo GATTINO bianco con coda nera, abituato in casa. ☎ 0373 258769
REGALIAMO GATTINI
svezzati, colori diversi. ☎ 0373
81242 (ore pasti)
Arredamento
e accessori per la casa
VENDO a € 100, QUATTRO SEDIE, molto belle, color
cuoio. ☎ 0373 83923 (ore pasti)
VENDO LETTO MATRIMONIALE in ferro battuto
nero, modello capriccio, linea
cosatto, con rete ortopedica a €
700 complessivi. Se interessati
posso inviare fotografie. ☎ 377
3001388
VENDO LAMPADARIO
con gocce di cristallo, diametro cm
68, 2 giri di luci, parte inferiore 8
luci, parte superiore 4 luci, perfettamente funzionante a € 190.
☎ 035 878400
Auto, cicli e motocicli
VENDO BICICLETTA da
ragazza di colore verde con cestino posteriore e anteriore, marca Atala € 100. ☎ 347 0043731
VENDO BICI bambino
(usata pochissimo) 10/12 anni a
€ 45. ☎ 340 4983864
VENDO BICICLETTA da
donna city, marca Camillina Veneta, 7 rapporti, con cesto, porta
cesto e porta pacchi, seminuova
di colore nero a € 140. ☎ 0373
31957
VENDO MOUTAIN BIKE
da ragazzo seminuova in ottimo
stato, ruota misura 24, marca
Elios, cambio Shimano a € 70.
☎ 339 7557142
Varie
CONDIZIONATORE,
DEUMIDIFICATORE POR-
TATILE Kennex, come nuovo
usato una sola estate VENDO a
€ 176 trattabili. ☎ 340 5121042
VENDO CUCCIA mai usata, per cane di taglia media € 70.
☎ 347 0043731
Collezionista
compra,
scambia, MODELLINI DI
AUTO in scala 1:43 in metallo
(anche obsolete), MODELLINI
DI TRENI in H:0 e vari kit di
montaggio. ☎ 339 4145719
VENDO VALIGIA IN
PELLE, grande, quasi nuova a
€ 20; MACCHINA DA CUCIRE Singer dei primi del ’900, a
pedale, ancora funzionante a €
50 trattabili. ☎ 0373 80157
CERCO BIMBY modello
TM31 con accessori, in buone
condizioni a prezzo ragionevole.
☎ 349 1507621
VENDO LAVATRICE bosch
maxx7 1000 giri 7 chilogrammi,
appena revisionata, da vedere, qualsiasi prova € 170, sei mesi di garanzia. ☎ 0373 649444
VENDO TAVOLINO da
salotto lungo mt 1,50; panca per
addominali a € 25 come nuova; attrezzo per glutei con istruzioni a € 20; Colnago da adulto
MOUNTAIN BIKE a € 35;
SEGGIOLINO per auto (fino a
20 kg) come nuovo a € 25 e regalo primi passi con giochi e luci;
macchina per fare la salsa € 10;
MACCHINA DA CUCIRE marca Borletti con mobile in radica
funzionante e bella a € 40. ☎ 346
2869977
CHITARRA ELETTRICA non funzionante o difettosa
COMPRO a basso costo. ☎ 348
5639814 (Ricky)
CERCO CARROZZELLA
GIOCO per bimba, bambole e
giochi vari. ☎ 348 7937607
Laurea
MADIGNANO
Mercoledì 9 aprile Mattia Bragonzi si è brillantemente laureato
presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano interfacoltà
di Scienze della Formazione - Medicina e Chirurgia corso di laurea
in Scienze Motorie e dello sport discutendo la tesi: “Patologie e rischi
legati a una postura scorretta”. Relatore: chiar.mo prof. Matteo Merati.
Al neo dottore un augurio speciale di un radioso futuro dai nonni.
OFFANENGO: BUON COMPLEANNO VERONICA!
Oggi, sabato 26 aprile, è il compleanno
della nostra Veronica.
Un mondo di auguri da Mattia, Vanessa,
Romeo, Elisa, Marco, Claudia, Gabriele e
la nonna.
OFFANENGO: ANNIVERSARIO DI MATRIMONIO!
Abbigliamento
SOPRABITO PER CERIMONIA da donna, colore glicine, tg. 42, firmato Luisa Spagnoli, usato solo un giorno € 150
trattabili. ☎ 333 5916478
Oggetti smarriti/ritrovati
Giovedì 17 aprile, nel tragitto mercato coperto di Crema - cimitero Maggiore, è stato
SMARRITO UN ORECCHINO d’oro (oro rosso e bianco)
di grande valore affettivo. Chi
l’avesse ritrovato è pregato di
contattare il n. 338 2745069 (ricompensa)
Venerdì 28 marzo, zona Ipercoop, è stato SMARRITO UN
PAIO DI OCCHIALI DA SOLE
Polaroid. Chi li avesse trovati può
cortesemente chiamare il n. 338
6708440. Grazie.
Mercoledì 30 aprile, i coniugi Sofia Adriana e Piero Benelli,
festeggeranno i 55 anni di vita insieme.
I migliori auguri dai nipoti Lucrezia, Filippo, Anastasia e Virginia, dalle figlie e dai generi.
È stata SMARRITA, zona
porta Ombriano, CHIAVE DI
AUTOMOBILE con portachiavi. Chi l’avesse ritrovata può
contattare il n. 348 1558421 (ricompensa)
Venerdì 21 marzo, a Crema,
in via Carrera è stata SMARRITA UNA SCIARPINA con
frangette con la scritta “Guess”
all’interno di un triangolo disegnato. Effetto stropicciato, grigio
scuro e chiaro. Pur non essendo
nuova, ha un grande valore affettivo. Chi l’avesse ritrovata
è pregato di contattare il n. 339
3385878
Nella serata di venerdì 4
aprile, zona teatro San Domenico, è stato SMARRITO UN
BORSELLO da uomo con
all’interno tutti i documenti e il
portafoglio. Chi l’avesse trovato
può cortesemente chiamare Radio Antenna 5 al n. 0373 83960
Lunedì 7 aprile a Crema, è
stata SMARRITA CHIAVE DI
AUTOMOBILE Mercedes. Chi
l’avesse ritrovata è pregato di
contattare il n. 348 1558420
32
SABATO 26 APRILE 2014
Coopi, mostra
dedicata
al Ciad
E20 del Nodo: dal cortile di
Borgo San Pietro... alla città
di MARA ZANOTTI
Libri:
Giustizia
e Vendetta
“I
O
ggi, sabato 26 aprile si
svolgerà la giornata di solidarietà con il gruppo COOPI
(Cooperazione Internazionale)
Crema. Dalle ore 10 alle 17, in
piazza Duomo, sarà possibile
visitare la mostra Dimenticando
il Ciad. La mostra, costituita da
13 immagini scattate dal fotoreporter Alessandro Gandolfi
durante la missione insieme allo
scrittore milanese Gianni Biondillo, è dedicata al problema
della malnutrizione infantile in
Ciad. Nel Paese, da molti anni,
COOPI opera concretamente per
portare cure ai migliaia di bambini che soffrono la fame e sono
gravemente malnutriti. Gli scatti
rappresentano la vita all’interno dei distretti sanitari che accolgono e curano i rifugiati del
Darfur, autoctoni e sfollati. Il
gruppo COOPI Crema ha organizzato nella stessa giornata, la visita guidata “grandi amici alberi
cittadini” con il prof. Franco
Giordana, per imparare a conoscere e riconoscere le bellezze
naturali del territorio cremasco.
Per informazioni: Mimmo cell.
3484084821, Maddalena cell.
3358300631. COOPI Cooperazione Internazionale è una Organizzazione umanitaria italiana,
laica e indipendente, che lotta
contro ogni forma di povertà per
migliorare il mondo. Fondata
nel 1965, oggi è presente in 24
paesi di Africa, America latina
e Medio Oriente, con progetti di
emergenza, Sviluppo e Sostegno
a distanza, raggiungendo circa
3.5 milioni di beneficiari.
l desiderio è l’essenza dell’uomo” scriveva Spinoza, citato dall’assessore alla Cultura del Comune Paola Vailati in
apertura della presentazione del Festival E20 del Nodo, la rassegna di appuntamenti organizzata dalla realtà culturale cremasca
Il Nodo dei desideri che quest’anno celebra i suoi 20 anni di
attività. “Il Nodo (acronimo di ‘dono’) – ha affermato la Vailati – ha afferrato questa essenza, in una pluralità di vissuto e
di linguaggi che riproporrà alla città nei prossimi giorni; maggio vedrà Crema coinvolta in un turbine culturale fra cui anche
l’ampia proposta del Nodo che si innesta in ambiti artistici che
donano un grande valore all’intera operazione che rende così la
cultura accessibile a tutti, aspetto questo sempre curato dall’assessorato alla Cultura e dall’Amministrazione tutta”; Paola Vailati, in chiusura del suo intervento, ha anche felicemente citato
due degli artisti cari al Nodo, Alda Merini (“Nessuna mi pettina
bene come il vento”) e Tonino Guerra (Non è vero che uno più
uno fa due, una goccia più una goccia fa una goccia più grande),
interpretando alla perfezione il “sentire” del Nodo.
È intervenuta quindi Marilisa Leone, fra i fondatori dell’Associazione dei desideri: “Un ringraziamento a Paola Vailati, che,
non mi vergogno a dire, ha seguito e garantito una ‘vicinanza’
al Nodo, prima mai sentita. Il Festival, che andiamo a proporre,
permetterà di aprirci alla città. Le nostre proposte abbracciano un ampio contesto artistico, dalle arti visive, agli atelier e
ancora il cinema, poesia, danza, scrittura d’arte, editoria. Sono
grata agli artisti che doneranno le loro competenze, tutti. Ricordo che interverranno giovani promesse quali Gabriele Duranti
e artisti che saranno a Crema per preparare la loro mostra, quali
Luca Bray e Alec Von Barger che il 10 maggio inaugureranno
la mostra di arti visive insieme ad altri 15 artisti (Carol Burger,
Antonio Catalano, Marcello Chiarenza, Pietro Coletta, Italo
Lanfradini, Marilisa Leone, Anna Mainardi, Margherita Martinelli, Tonino Negri, Angelo Noce, Francesco Panceri, Vittoria
Parrinello, Mario Piacentini – grande musicista ma ‘scoperto’
dal Nodo anche pittore – Valerio Righini, Maruska Ronchi e
Olga Varalli).
Silvia Merico ha invece ricordato che in 20 anni di attività,
condotta con discrezione e la scrivente aggiungerebbe “eleganza”, questa significativa realtà ha fatto nascere e crescere un tessuto culturale ormai consolidato in città. Con il Festival il Nodo
esce dal suo cortile di via Borgo San Pietro, che rimane comunque il cuore pulsante della realtà culturale, e incontra la città.
Anche Angelo Noce è intervenuto ricordando come ci si sia
mossi su due piani di lavoro: ha invitato degli artisti che hanno
portato la loro consapevole esperienza e con i bambini curando
quindi la creatività come terreno fertile. Si tratta quindi di un’esperienza unica e personale nella nostra città. Mentre Olga Varalli ha richiamato il concetto di “regalo”importante alla città:
“In un periodo di crisi tutto viene riportato al livello economico
ma si tratta e si rischia anche la ristrettezza culturale; invece la
speranza e la bellezza sono come il pane”, Anna Mainardi ha
parlato di intreccio tra i linguaggi che si esprimeranno in diversi
luoghi.
Un evento dunque che – anche grazie alla vicinanza di sensibili e numerosi sponsor – propone a Crema una carrellata di 13
eventi che inizieranno mercoledì prossimo 30 aprile seguendo
un calendario che non mancheremo di proporre sulle pagine del
nostro settimanale nella rubrica Cremaintasca.
I primi appuntamenti tratteranno di editoria, letteratura e
Da sinistra Varalli, Mainardi, Vailati, Leone, Merico e Noce
teatro: mercoledì prossimo alle ore 18 presso la sala Bottesini
dell’Istituto L. Folcioni si terrà Editoria d’Arte, “Pulcionoelefante” presenta le proprie edizioni artistiche cui seguirà L’incontro con Alda Merini, conversazione con Alberto Casiraghi,
con l’intervento musicale di Gabriele Duranti, a cura di Enrico
Tansini. Alle ore 21, presso il teatro San Domenico per la rassegna Cremainscena verrà proposto Il cavallino azzurro, colloqui e
divagazioni sull’arte e la poesia di Tonino Guerra, dal Diario di
Marilisa Leone, a cura di Gigi Ottoni.
Gli appuntamenti si susseguiranno poi dal 6 al 20 maggio
toccando diverse location, dalla sede del Nodo dei desideri alla
sala Alessandrini, sino al liceo scientifico Dante della Fondazione Manziana. In particolare segnaliamo, fin da ora l’appuntamento di sabato 3 maggio quando, alle ore 18, ancora presso
la sala Bottesini si terrà Suono, materia colore, musiche per pianoforte e violoncello eseguite da Enrico Tansini, Gemma Pedrini,
Emanuele Fiammetti con installazioni artistiche di “accompagnamento”. Dopo l’inaugurazione della mostra delle arti visive
appuntamento con un momento Dedicato a Tonino Guerra: lunedì
12 maggio in sala Alessandrini, proiezione di lavori del celebre
poeta, sceneggiatore e autore ligure (Il tempo di viaggio, Il lungo
viaggio, il leone con la barba bianca). Presso il liceo Dante della
Fondazione Manziana si terrà invece, venerdì 16 maggio alle
14.30 Scrivere d’arte, conversazione del prof. Claudio Cerritelli,
docente di storia dell’arte presso l’Accademia di Brera a Milano.
La fine del Festival E20 del Nodo è affidata a Venti di chiusura con testi di Silvia Merico e musiche originali composte ed
eseguite da Mario Piacentini, prima esecuzione assoluta, in
programma per martedì 20 maggio alle ore 18 presso la sede
dell’associazione, in via Borgo San Pietro, 43 a Crema.
Una lunga e ‘memorabile’ storia quella del Nodo, nato nel
1994 e del quale molti, allora giovani che si affacciavano per la
prima volta sul panorama culturale della città, ben ricordano. E
con loro le famiglie che scoprivano una così bella risorsa per la
crescita dei figli e gli artisti stessi che hanno così potuto vivere
momenti di vicinanza con tanti Maestri. Vent’anni di attività,
ben spesi, per i protagonisti e per chi ne ha captato l’impegno.
Un approdo da cui il tempo passa... e prosegue. Approfondimenti sul sito www.ilnuovotorrazzo.it, nell’apposita sezione.
F
ine aprile, giorni particolari:
ricorrono e ricorreranno molte
date importanti: fra queste, certamente il 25 Aprile, festa della liberazione dal nazifascismo. Fra le
iniziative promosse dal Comune
di Crema anche la presentazione
del libro di Renato Ancorotti e Tiziano Guerini Giustizia e vendetta,
aprile 1945 a Crema, edito da Leva
Artigrafiche che si terrà mercoledì
30 aprile, alle ore 21 nella sala dei
Ricevimenti del Comune, con presentazione a cura del prof. di Storia e Filosofia del liceo classico A.
Racchetti, Silvano Allasia.
Il libro merita una lettura attenta
e partecipata: vengono narrate le
vicende che accaddero a Crema
nei giorni della Liberazione, dettate da senso di giustizia e di vendetta, da qui il titolo: senza giri di
parole si narra di partigiani e fascisti, di attentati ai tedeschi e fucilazioni, di ‘ordini’ di umiliazioni; il
dopoguerra e il swing americano
in quei giorni era ancora lontano.
Accanto alla narrazione, tante
testimonianze di chi allora c’era,
tanti documenti e fotografie, sia
quelle dei quattro partigiani fucilati, sia quelle dei quattro fascisti
che hanno avuto la stessa sorte. E
in questo tragedia, anche le donne
hanno trovato il loro triste spazio.
Crema ha vissuto così un drammatico pezzo di storia, che ancora molti anziani ricordano. Si può
iniziare con la presentazione di lunedì, quando agli intervenuti verrà
consegnata una copia del libro; poi
si proseguirà con la sua lettura.
M. Zanotti
Ferramenta
di CREMA
L’emporio degli animali
da compagnia e non
VOLTINI
di G. Dossena
dal 1923
OFFERTA SPECIALE
QUANDO L’INNOVAZIONE
INCONTRA LA QUALITÀ
Tosatura
e Toelettatura cani
Accessori per animali
IL FASCINO DEGLI UTENSILI
Via IV Novembre, 33 - CREMA
Tel. 0373 25.62.36 - Fax 25.63.93
Mangimi
ed alimenti dietetici
QUALITÀ - COMPETENZA - SERVIZIO
CREMA - via IV Novembre, 47 - ☎ 0373 83307
La Cultura 33
SABATO 26 APRILE 2014
BANCA ETICA - LIBRI
ARTE
Una terra per
una scultura
Guerra di liberazione:
storie di nonviolenza
F
DALLA FACTORY DI WARHOL
ALL’ACCADEMIA DI SPOLDI
di SILVIA MERICO
“U
na terra per una scultura - Dalla Factory di Andy Warhol all’Accademia dello Scivolo di Aldo Spoldi”: con questa mostra
il Comune di Bagnolo Cremasco accoglierà da
giovedì 1° maggio nei suoi spazi istituzionali
(ore 17, Sala Tino Patroni, Centro Culturale
del Comune) una vera e propria manifestazione di arte contemporanea germogliata in seno
al paese stesso, grazie all’intervento dell’artista Aldo Spoldi (alias Angelo Spettacoli) che
ha favorito l’incontro tra due
enti, l’Accademia dello Scivolo
(da lui fondata nel 2007, con
sede legale a Bagnolo Cremasco) e il Comune stesso.
Il concetto della mostra (curata da Eleonora Petrò) segue il
filo di una riflessione sull’arte
contemporanea e sulla sua evoluzione, dal boom economico
degli anni Sessanta (rappresentato dalla “Campbell’s Soup” di Warhol, 1964
–resterà esposto solo per l’inaugurazione)
alla crisi iniziata con il default della Lehman
Brothers e diffusa poi in tutto l’Occidente. Lo
“spostamento” di significati di cui parla Spoldi si è tradotto nella creazione dell’Accademia
e va “dalla società per azioni alla banda”, ispirata ai Ragazzi della via Pal, con regole civili e uno statuto interno, dotata di un timbro
stampante il suo logo, di una bandierina, di
una collezione di arte moderna e di un camper (sua sede mobile nonché spazio espositivo
ambulante). È mossa dal motto: qui non si
lavora, si gioca e il valore scaturisce dall’aspetto umano del gruppo, dalla cricca di persone
magari disarticolata e carnevalesca ma indubbiamente (e seriamente) alla ricerca di nuovi
significati artistici ed esistenziali.
Questo – suggerisce Spoldi – è il bagno di
realtà di cui il mondo ha bisogno dopo essere stato scottato dalle ‘bolle virtuali’ che, per
l’appunto, lo hanno messo in ginocchio.
Da sempre le sue azioni artistiche guardano
alla politica e alla finanza per trarre ispirazioni
e suggerimenti che le pongano
in linea col contemporaneo. E
di solito – a ben guardare – lui
è sempre qualche passo avanti.
L’Accademia dello Scivolo
è costituita e pensata sui fondamenti estetici e formativi di
un mondo rinnovato, meno
virtuale e più concreto; è un
contesto formativo che si propone come punto di riferimento (anche se poco ‘scolastico’), che restituisce
senso all’immagine (anche se il quadro va
ormai stretto) e realizza spostamenti e gesti
concreti. Un esempio: ha acquisito in comodato d’uso gratuito dal Comune di Bagnolo il
campo “Vasca Volano”, per il quale esistono
già tre progetti architettonici che si sono susseguiti e implementati e che saranno esposti in
mostra (firmati Ermentini, Ferrari, Galvani,
quest’ultimo in collaborazione con gli studenti
di Brera). In cambio l’Accademia ha donato il
carro-scultura Il mangiatore di mondi (particolare
BAGNOLO
CREMASCO:
LA MOSTRA
CURATA DA
ALDO SPOLDI
nella foto a cura dello studio Publica) realizzata da
Aldo Spoldi in collaborazione con il carrista
Luca Bertozzi per il Carnevale di Viareggio
del 2011. La finalità dello scambio è di trasformare una terra desolata in una madre terra
popolata dalla banda detta “Accademia dello
Scivolo”, la quale si è impegnata a scavare un
pozzo che costituirà la fonte di sostentamento
del campo stesso. Il terreno è destinato a diventare lo spazio d’azione dell’Accademia: ne
accoglierà le opere, le installazioni e le esercitazioni in dialogo con la Land Art, ponendosi
in relazione al contesto ambientale e umano
circostante.
Quindi la mostra di Bagnolo concretizza
una scelta ben precisa: l’arte decide di dedicarsi non solo alla contemplazione ma alla vita.
Partendo dalla serigrafia di Warhol (proprietà dell’Accademia) la riflessione delle opere
esposte si muove sulla sostenibilità di un’arte
che ripensa alla terra, scenario irrinunciabile e reale che va difeso, agli elementi (come
l’acqua) e alla natura, sempre nella concretezza del fare, del vivere in modo consapevole,
del nutrire dubbi, del ricercare per costruire
un mondo nuovo, interpretato attraverso linguaggi artistici forti (autori sono gli studenti
di Aldo Spoldi del ‘Laboratorio didattico’
all’Accademia di Brera, Luo Xi, Laura Locatelli, Marianna Lodi, Valentina Sonzogni e
altri ancora).
In conclusione “fare un quadro –ammette
candidamente il Maestro- è costruire coi colori un mondo che c’è già ma che non viene
notato”.
Luciano Perolini, mostra e opere per i santi Pontefici
P
ittura Sacra in mostra presso la sala
dell’Oratorio del Duomo, in via Forte a
Crema: le opere sono di Luciano Perolini,
grande ritrattista cremasco, conosciuto non
solo nel nostro territorio per la sua capacità
di proporre e riproporre soggetti classici, sia
sacri che profani. La scelta del soggetto per
questa sua nuova mostra cremasca non poteva che cadere sulla sacralità, essendo stata
aperta alla vigilia di Pasqua, sabato scorso
19 aprile, per chiudersi il 1° maggio, dopo la
santificazione di Papa Giovanni XXIII e di
papa Giovanni Paolo II, che si terrà domani,
domenica 27 aprile. Alcune delle belle opere
in mostra sono proprio dedicate alla santificazione dei due pontefici e, una di queste,
verrà affissa in Duomo domani, su iniziativa
del parroco don Emilio Lingiardi. Scorrendo
la mostra, che è stata visitata da molti anche
di MARA ZANOTTI
M
artedì scorso si è riunito il
consiglio della Pro Loco di
Crema. All’ordine del giorno la
presentazione del Bilancio, la relazione della segreteria e, in particolare, le elezioni per il rinnovo del
consiglio che porterà, non prima
del 6 di maggio, alla nomina del
nuovo presidente della Pro Loco.
Il dott. Luigi Ferrigno infatti, presidente dell’associazione fin dalla
sua fondazione, nel 1997, ha deciso di declinare questo prestigioso
incarico. In apertura proprio il presidente Ferrigno ha salutato e ringraziato i consiglieri e lo staff della
Pro Loco, ha ricordato e ringraziato gli sponsor che, nel corso degli
anni hanno contribuito, di fatto
rendendo possibili, le innumerevoli iniziative promosse e ha rivolto
un ringraziamento anche ai collaboratori del Comune di Crema, fra
cui gli operatori e i responsabili del
Centro Culturale Sant’Agostino –
Museo Civico e della Biblioteca
Comunale.
Per quanto concerne il bilancio
le entrate per l’anno 2013 si sono
attesate su 56.627,06 euro (fra
contratti pubblicitari, contributi
vari e il Contratto e convenzione
nel weekend pasquale, si può constatare su
ogni lavoro la grande capacità di Perolini di
cogliere e tradurre con maestria l’espressività di un volto, sia esso quello di un Santo
Padre o quello di Gesù in croce o durante
la flagellazione: una salda mano regge quel
con il Comune che si attesta su
14.866,00 euro. Le uscite sono
state di 56.205,12 euro e comprendono i 31.414,29 euro delle spese
generali e i 24.614,83 euro per le
spese dirette per le manifestazioni). Un pareggio dunque che registra un utile di esercizio di 421,94
euro. La segretaria Velia Polenghi
ha invece ‘firmato’ la relazione
sulle attività 2013 curate dalla
Pro Loco, numerose e articolate:
“Il lavoro svolto tende a valorizzare divulgare e rendere fruibile
il patrimonio artistico, culturale e
ambientale della città... Il numero
dei soci regolarmente iscritti risulta
essere, al 31 dicembre 2013, di 133
mentre l’afflusso turistico registrato nel 2013 risulta di 1.373 turisti
italiani e 148 turisti stranieri” dato
questo di particolare interesse. Fra
le diverse manifestazioni ricordate,
le numerose mostre tenute presso
gli spazi della Pro Loco, i pieghevoli e le pubblicazioni curate, le
uscite organizzate, le ormai consolidate iniziative Tutto bimbi e
Crema in Fiore, la mostra My home,
la sfilata L’alta moda sfila a Crema e
la mostra dei libri Pop-Up, organizzata nel mese di dicembre. Si è
quindi proceduto all’elezione del
nuovo Consiglio dell’associazione:
pennello che sa interpretare la cromia scelta
nonché la luce che illumina, anche metaforicamente, il soggetto sacro. Un allestimento
che bene si inserisce negli spazi messi a disposizione dalla parrocchia del Duomo e che
rimarrà aperto, tutti i giorni, con i seguenti
orari: dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 16
alle ore 19. Ricordiamo, brevemente, chi è
Luciano Perolini: nato a Crema nel 1944,
vive e lavora nella nostra città. Ha partecipato a varie mostre d’arte del nostro territorio e
oltre, con risultati decisamente positivi. Si è
spesso distinto in mostre-concorso nazionali
e internazionali, conseguendo diversi premi
e segnalazioni. Sue opere si trovano in collezioni private in Italia e all’estero. Guardate
i lavori in mostra nella nostra Galleria fotografica sul sito www.ilnuovotorrazzo.it.
Mara Zanotti
u un’esperienza corale e popolare, non adeguatamente valorizzata nella narrazione del periodo 1943-1945, essa spesso
affiancò, a volte sostenne, molte volte si fece largo in modo autonomo, rispetto alla lotta armata delle formazioni partigiane.
Fu un fenomeno numericamente imponente e come tale ancora
in parte sommerso.
È tutto in un libro di storia, ma potrebbe essere libro di meditazione per credenti e non credenti. Un libro che fa bene e dà
coraggio. L’autore è Ercole Ongaro, storico lodigiano, il volume
è intitolato Resistenza non violenta 1943-1945.
L’autore lo presenterà in un reading nella sala dei ricevimenti
in Comune a Crema il prossimo 29 aprile, alle ore 21. Il libro
esce dagli stereotipi e racconta quell’impossibile, che accade
ogni volta che le fedi si mettono in dialogo con la pietà verso i
propri simili. Sono storie personali che piacevolmente straripano dagli steccati sociali, politici, di classe, di fede religiosa. La
catastrofe del paese mise in moto le coscienze, portò all’agire, a
rompere con un regime dittatoriale che aveva passato il limite:
con la disobbedienza, con la dissociazione, con la partecipazione attiva a reti di protezione di prigionieri alleati evasi, di perseguitati politici, di ebrei, di renitenti alla leva avviati ai campi
di lavoro in Germania. Reti di sabotaggio addirittura nelle fabbriche germaniche a opera dei reclusi nei lager, che pensavano
così di aumentare le difficoltà al “nemico” e accelerare la sua
sconfitta.
Si dispiegava così la resistenza degli Italiani in cui confluivano
insieme coscienza politica e coscienza morale, in un variegato
conglomerato, che poi divenne base d’appoggio sufficiente alla
successiva ricostruzione.
Chi ne fece parte, chi ne trasse motivo di salvezza personale,
ritengo, non dimenticò più, e nella dura contrapposizione tra
comunisti e anticomunisti dei decenni successivi, quell’esperienza comune consentì, io credo, di non giungere mai alla rottura
irrecuperabile.
È cronaca di queste settimane il riconoscimento di giusto tra
le nazioni alla memoria di don Francesco Bossi, prete cremasco, non un partigiano, non un oppositore politico del fascismo,
eppure per molti mesi con un ebreo nascosto in casa propria;
questa notizia richiama l’attenzione su una figura e un fatto che
dovranno essere storicamente contestualizzati, ma che potrebbero proprio inserirsi in quello spaccato di paese che ha dovuto a
un certo punto scegliere tra fascismo e carità-fratellanza e prendersi anche dei rischi.
Tornando però al volume citato e tentando di attualizzarlo
vorrei sottolineare il bisogno di valorizzare oggi quelle storie di
ieri. Micro e macro conflittualità attraversano oggi stati e continenti, per cui sembra che quando si chiude una crisi se ne debbano per forza aprire o acutizzarsi altre. Mi sembra che quella
nonviolenza praticata diffusamente in un periodo eccezionale,
resta un paradigma anche per il nostro presente.
Essa trasmette un’energia vitale, una convinzione indistruttibile che anche nelle situazioni più difficili la dignità e la speranza sono più forti. Essa è il contrario della rassegnazione, è il
soffio dello Spirito, è potente creazione di occasioni che fanno
vivere una comunità.
Essa infatti esige una presa di consapevolezza maggiore sulla
necessità di mantenere e arricchire le relazioni culturali, economiche, sociali, spirituali tra i gruppi sociali. Essa è anzitutto
un’opera di prevenzione, di buona cura del nostro ecosistema.
Un’autentica ricetta per l’Italia, per l’Europa, che può aprire
scenari diversi da quelli avvitati e immiseriti in bilanci squassati
dagli interessi privati anteposti a quelli di tutti.
I soci della Banca etica hanno segnalato questo libro al Comitato per la promozione della Costituzione, proprio perché al
fondo del loro movimento c’è l’idea che la nonviolenza, come
la partecipazione diffusa, insieme al rispetto per l’ambiente e
per ogni persona, siano valori che meritano di essere costruiti
e sperimentati a 360°, non ultimo nelle relazioni economiche e
finanziarie, le quali non possono sottrarsi a un giudizio di valore
superiore. Il prezioso contributo di questi anni di Ercole Ongaro, allo sviluppo della Banca Etica, documenta bene la ricchezza
di questo mondo che riesce a incrociare provenienze diverse, vivaci, multiformi, ed essere una frontiera interessante, la quale in
questi mesi, in particolare nella nostra provincia, tenta un maggior radicamento e cerca nuovi compagni di viaggio.
Piero Cattaneo
PRO LOCO - NUOVO CONSIGLIO
Il ‘dopo Ferrigno’ sarà
nominato il 6 maggio
sono stati eletti Franco Bianchessi,
Silvia Bongioli, Claudia Bonomi,
Marco Costi, Gianmario Donida, Carlo Fasoli, Luigi Ferrigno,
Gabriella Fondrini, Silvia Merico,
Elena Moretti, Margherita Nichetti e Aldo Pedrini. Faranno inoltre
parte del Consiglio i rappresentanti
dell’Amministrazione Comunale:
Matteo Gramignoli, Teresa Caso
e Paolo Patrini. Sono rimasti fuori
dalla lista dei 12 consiglieri Giuseppe Polloni e Velia Polenghi che
potranno però rientrare nell’eventualità che, al momento del 1° consiglio, emergano ripensamenti o
rinunce da parte di qualcuno degli
eletti. Teniamo a sottolineare che
si tratta di un impegno totalmente
volontario che non prevede alcuna
A sinistra il notaio Luigi Ferrigno, presidente Pro Loco Crema
per 17 anni, sopra una foto di repertorio,
particolare della manifestazione “Crema in fiore”
retribuzione e nessun rimborso.
La vita culturale di Crema, da
quando è nata la Pro Loco, è stata
indubbiamente arricchita e viva-
cizzata da eventi che, passo dopo
passo sono entrati nella storia della
nostra città: uno su tutti Crema in
fiore che quest’anno tornerà domenica 1° giugno: previsti ancora il
concorso La più bella vetrina di Primavera e quello di pittura; a tal proposito ricordiamo che sono disponibili presso la Pro Loco i moduli
di partecipazione, le tele dovranno
essere consegnate in Pro Loco il 22
e 23 maggio dove saranno esposte
la settimana successiva.
Ora si attende l’elezione del
nuovo presidente della Pro Loco
di Crema, auspicando che il merito prevalga, confermando così
il clima collaborativo e di gratuita
partecipazione, volta solo alla valorizzazione della nostra città, che
ha sempre caratterizzato l’associazione.
34 Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione
sabato
domenica
lunedì
martedì
mercoledì
giovedì
26
27
28
29
30
1
TG1 ore 7-9-13.30-17-20-0.30
7.05 Unomattina in famiglia. Conten
10.20 Linea Verde Orizzonti. Rb
11.15 Unomattina storie vere. Rb
11.45 La prova del cuoco. Rb
14.00 Easy driver. Rb
14.30 Le amiche del sabato. Talk show
17.15 A sua immagine. Rb religiosa
17.45 Credo, Giovanni Paolo II. Docum
18.50 L'eredità / Affari tuoi
21.10 Ti lascio una canzone–I campioni.
venerdì 2
TV
TG1 ore 7-8-9-13.30-16.30-20 e nella notte TG1 ore 6.30-7-8-9-10-13.30-17-20-0.50
6.30 Unomattina in famiglia. Conten
6.45 Unomattina. Contenitore
10.10 Santa Messa e canonizzazione dei 10.00 Unomattina storie vere. Rb
beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II e 10.30 Unomattina verde. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
recita del Regina coeli
14.10 Verdetto finale. Talk show
12.25 Linea verde. Rb
15.20 La vita in diretta. Contenitore
14.00 L'Arena. Talk show
16.50 Rai Parlamento. Rb
16.35 Domenica in. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Si può fare. Show
20.35 Affari tuoi. Gioco
21.30 Non avere paura–Un'amicizia con 21.15 Purché finisca bene–La tempesta.
Film comm
Papa Wojtyla. Film biografico
23.30 Porta a porta. Talk show
23.30 Speciale Tg1. Rb
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.30 Unomattina verde. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Talk show
15.20 La vita in diretta. Contenitore
16.50 Rai Parlamento. Rb
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 Una buona stagione. Serie Tv
23.20 Porta a porta. Talk show
1.30 Sottovoce. Rb
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.30 Unomattina verde. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Talk show
15.20 La vita in diretta. Contenitore
16.50 Rai Parlamento. Rb
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Expo 2015–Conto alla rovescia
21.20 Hachiko–Il tuo migliore amico.
23.15 Porta a porta. Talk show
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-1.00
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.55
6.45 Unomattina. Contenitore
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.30 Unomattina verde. Rb
10.30 Unomattina verde. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
11.30 Unomattina magazine. Rb
14.10 Non dire mai addio. Film dramm 12.00 La prova del cuoco. Rb
16.50 Rai Parlamento. Rb
14.10 Verdetto finale. Talk show
17.15 Una tata e tre nipoti. Film comm 15.20 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
16.50 Rai Parlamento. Rb
20.30 Affari tuoi. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 Un medico in famiglia 9. Serie Tv 21.15 Si può fare. Show
23.20 Porta a porta. Talk show
23.35 Tv7. Settimanale del Tg1
1.30 Sottovoce. Rb
1.15 Cinematografo. Rb
TG2 ore 13-18-20.30-23.30
9.40 Inside the world. Documentari
10.30 Cronache animali. Rb
11.30 Mezzogiorno in famiglia. Conten
13.25 Dribbling. Rb sportiva
14.00 Voyager Factory. Contenitore
15.40 Sea Patrol. Tel
17.10 Sereno variabile. Rb
18.10 90° minuto–Serie B. Rb sportiva
18.50 Countdown. Tel
21.10 Castle. Tel
21.50 Elementary. Tel
23.00 Sabato sprint. Rb sportiva
TG2 ore 13-17.05-20.30-1.00
8.15 Inside the world. Docum
9.05 Il nostro amico Charly. Tel
10.30 Cronache animali. Rb
11.30 Mezzogiorno in famiglia. Conten
13.45 Quelli che aspettano. Talk show
15.40 Quelli che il calcio. Talk show
17.10 Stadio sprint. Rb sportiva
18.10 90° minuto. Rb sportiva
19.35 Countdown. Tel
21.05 NCIS. Tel
21.45 Hawaii Five-0. Tel
22.40 La domenica sportiva. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.10
8.05 Sorgente di vita. Rb religiosa
8.35 Desperate Housewives. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Rb
16.15 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.45 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 Lol:-). Sketch comici
21.10 Rex. Tel
23.30 Intelligence. Tel
0.15 Rai Parlamento. Rb
TG2 ore 13-18-15-20.30-23.25
8.15 Due uomini e mezzo. Sitcom
8.35 Desperate Housewives. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Rb
16.15 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.45 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 Lol:-). Sketch comici
21.10 Made in Sud. Show
24.00 2Next–Economia e futuro. Rb
0.55 Rai Parlamento. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.05
8.15 Due uomini e mezzo. Sitcom
8.35 Desperate Housewives. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Rb
16.15 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.45 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 Lol:-). Sketch comici
21.10 The Voice of Italy. Talent show
0.10 Il musichione. Game show
1.20 Rai Parlamento. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-0.10
8.15 Due uomini e mezzo. Sitcom
8.35 Desperate Housewives. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
10.55 Celebrazione della Festa del Lavoro
12.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Rb
16.15 The good wife. Tel
18.45 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 Lol:-). Sketch comici
21.10 Top Gun. Film avv
23.30 Bunraku. Film azione
TG3 (+TG Regione) ore 12-14-19-23.35
7.50 Due soldi di speranza. Film comm
9.30 L'Elisir del sabato. Rb
11.00 Rubriche varie
12.55 Ambiente Italia. Attualità
15.00 Un caso per due. Tel
16.05 Agenzia matrimoniale.
TG3-TG Regione ore 12-14-19-23.35-0.50
8.10 La contessa Alessandra. Film
9.50 Correva l'anno. Docum
10.45 Rubriche varie
12.55 Rai Educational–12 idee per la
crescita. Rb
13.25 Fuori quadro. Magazine
14.30 In 1/2 ora. Rb
15.05 Ciclismo. Liegi-Bastogne-Liegi
17.00 Geo. Docum
17.25 È già ieri. Film comm
20.10 Che tempo che fa. Talk show
23.30 Glob–Diversamente italiani. Show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.00 Mi manda Rai Tre. Rb
11.15 Elisir. Rb
12.25 Fuori Tg. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra. Telenovela
16.00 Geo. Rb e docum
20.10 Pane quotidiano. Rb
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Report. Inchieste
23.00 Visionari. Ludwig Van Beethoven
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.00 Mi manda Rai Tre. Rb
11.15 Elisir. Rb
12.25 Fuori Tg. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra. Telenovela
16.00 Geo. Rb e docum
20.00 Blob. Magazine
20.10 Un posto al sole. Soap
21.05 Ballarò. Talk show
23.20 Blob. Magazine
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.00 Mi manda Rai Tre. Rb
11.15 Elisir. Rb
12.25 Fuori Tg. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra. Telenovela
16.00 Geo. Rb e docum
20.10 Pane quotidiano. Rb
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Chi l'ha visto?. Inchieste
23.15 Le storie di " Chi l'ha visto?"
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
7.55 I compagni. Film dramm
11.10 Lavori in corso. Il cantiere verso
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.50 Le frontiere dello spirito.
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.15 Il segreto. Telenovela
17.10 Pomeriggio Cinque. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Grande Fratello. Reality show
0.15 Grande Fratello Live. Reality show
1.00 Rassegna stampa
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino Cinque. Contenitore
8.50 Mattino Cinque. Contenitore
8.45 Dave–Presidente per un giorno. Film
11.00 Forum. Rb
11.00 Forum. Rb
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
13.40 Beautiful. Soap
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
14.45 Uomini e donne. Talk show
14.45 Vacanza in paradiso. Film comm
16.15 Il segreto. Telenovela
16.10 Il segreto. Telenovela
16.15 Inga Lindstrom: l'eredità di
17.10 Pomeriggio Cinque. Contenitore 17.10 Pomeriggio Cinque. Contenitore
Granlunda. Film comm
18.50 Avanti un altro!. Gioco
18.50 Avanti un altro!. Gioco
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
20.40 Striscia la notizia. Show
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Buona giornata. Film comm
21.10 Il segreto. Telenovela
21.05 Calcio Europa League.
23.20 Matrix. Talk show
23.30 Angel Eyes–Occhi d'angelo.
Juventus-Benfica
1.50 Rassegna stampa
23.00 Europa League. Rb sportiva
Film pol
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 La scelta del cuore. Film dramm
16.15 Il segreto. Telenovela
17.10 Pomeriggio Cinque. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Qualcosa di straordinario.
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
8.30 Urban Wild / Come mi vorrei. (R)
10.05 Dr House–Medical Division. Tel
13.40 Grande Fratello. Reality show
14.10 Cartoni animati
15.20 Vecchi bastardi. Real Tv
16.15 Urban Wild. Real Tv
17.15 Come mi vorrei. Real Tv
18.05 I Simpson. Cartoni animati
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
21.10 Arrow. Tel
22.00 The tomorrow people. Tel
22.55 Nikita. Tel
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
8.30 Urban Wild / Come mi vorrei. (R)
10.05 Dr House–Medical Division. Tel
13.40 Grande Fratello. Reality show
14.10 Cartoni animati
15.20 Vecchi bastardi. Real Tv
16.15 Urban Wild. Real Tv
17.15 Come mi vorrei. Real Tv
18.05 I Simpson. Cartoni animati
19.00 Urban Wild. Real Tv
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
21.10 Wild–Oltrenatura. Reportage
0.35 Tremors 4–La leggenda. Film horror
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
8.30 Urban Wild. (R)
9.30 Come mi vorrei. (R)
10.05 Dr House–Medical Division. Tel
13.40 Grande Fratello. Reality show
14.10 Cartoni animati
15.20 Vecchi bastardi. Real Tv
16.15 Urban Wild. Real Tv
17.15 Come mi vorrei. Real Tv
18.05 I Simpson. Cartoni animati
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
21.10 Colorado. Show
0.20 Sport Mediaset. "Senna". Speciale
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.40 Carabinieri. Tel
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 La tigre è ancora viva: Sandokan
alla riscossa!. Film avv
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.15 Poliziotto Superpiù. Film
23.30 Payback–La rivincita di Porter. Film
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.15 Hunter. Tel
9.40 Carabinieri. Tel
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 Sentieri selvaggi. Film western
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.15 Quarto grado. Inchieste
0.05 Fuori orario. Film grottesco
Show
0.10 Speciale "A sua immagine"
Film comm
17.45 Per un pugno di libri. Gioco
20.10 Che tempo che fa. Talk show
21.05 Ulisse–Il piacere della scoperta.
Documenti
23.55 Un giorno in Pretura. Docum
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
9.10 Superpartes. Rb
10.00 Meleverde. Rb
11.00 Forum. Rb
13.40 Oltre la loavagna: la scuola
della speranza. Film comm
15.25 Il segreto. Telenovela
16.10 Verissimo. Talk show
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Amici. Talent show
0.20 Speciale Tg5. Rb
1.50 Rassegna stampa
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.50 True Jackson, VP. Tel
8.45 Glee. Tel
10.30 Hair Spray–Grasso è bello. Film
13.40 Grande Fratello. Reality show
14.10 I Simpson. cartoni animati
14.45 Motociclismo. Camp. Mondiale
15.55 Wild Wild West. Film comm
18.05 Urban Wild / Vecchi bastardi
19.30 Underdog. Film comm
21.10 Shrek. Film animazione
22.55 Kangaroo Jack–Prendi i soldi
e salta. Film com
Rb religiosa
10.05 La vita dei mammiferi. Docum
11.10 Supercinema. Rb
12.00 Melaverde. Rb
13.40 L'arca di Noè. Rb
14.00 Domenica Live. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Paperissima sprint. Show
21.10 Il segreto. Telenovela
23.50 X-Style. Rb
1.20 Rassegna stampa
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
8.20 Scooby-Doo e gli invasori alieni. 8.30 Urban Wild. (R)
9.30 Come mi vorrei. (R)
Film animazione
10.00 Motociclismo. Camp. Mondiale 10.05 Dr House–Medical Division. Tel
13.50 Fuori giri. Rb sportiva
13.40 Grande Fratello. Reality show
14.05 Grande Fratello. Reality show
14.10 Cartoni animati
14.30 The Beast–Abissi di paura. Film 15.20 Vecchi bastardi. Real Tv
17.40 Vecchi bastardi. Real Tv
16.15 Urban Wild. Real Tv
19.00 Il mondo perduto–Jurassic Park.
17.15 Come mi vorrei. Real Tv
18.05 I Simpson. Cartoni animati
Film fantasy
21.30 Lucignolo. Magazine
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
0.30 Confessione reporter. Inchieste
21.10 Senna. Film documentario
23.25 Tiki Taka. Talk show sportivo
e reportage
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.20 Magazine Champions League. Rb 8.50 Magnifica Italia. Docum
9.50 Donnavventura. Rb
9.25 Santi. Docum
10.45 Ricette all'italiana. Rb
10.00 Santa Messa
12.00 Telefilm vari
10.50 Speciale Tg4
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
13.00 Ricette all'italiana. Rb
15.30 Come si cambia celebrity. Rb
13.55 Blue Peach Paradise Story
16.10 Ieri e oggi in Tv. Varietà
14.55 Zorro. Tel
17.00 Poirot: testimone silenzioso. Film
16.05 Vite straordinarie. Docum
19.35 Il segreto. Telenovela
17.20 Karol, un Papa rimasto uomo. Film
20.30 Karol, un uomo diventato Papa.
21.15 The Departed–Il bene e il male.
Film biografico
24.00 Il profeta disarmato. Docum
Film dramm
23.10 Guida per riconoscere... Film
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.40 Carabinieri. Tel
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.30 My Life-Segreti e passioni. Soap
16.50 Il comandante Florent. Tel
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
20.10 Quinta colonna. Talk show
23.55 Terra!. Rb di approfondimento
Film dramm
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
8.30 Urban Wild / Come mi vorrei. (R)
10.05 Dr House–Medical Division. Tel
13.40 Grande Fratello. Reality show
14.10 Cartoni animati
15.20 Vecchi bastardi. Real Tv
16.15 Urban Wild. Real Tv
17.15 Come mi vorrei. Real Tv
18.05 I Simpson. Cartoni animati
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
20.20 Calcio Champions League.
Chelsea-Atlético Madrid
23.00 Champions League. Rb sportiva
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.40 Carabinieri. Tel
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Telefilm vari
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.30 My Life–Segreti e passioni. Soap
16.50 L'indiana bianca. Film western
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.15 Il tempo del coraggio e dell'amore.
TG4 ore 11.30-18.55 e nella notte
8.15 Hunter. Tel
9.40 Carabinieri. Tel
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
12.55 La signora in giallo. Tel
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 La sciarada. Film giallo
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Telenovela
21.15 True Lies. Film spion
Serie Tv
23.15 Nuove scene da un matrimonio. Show 24.00 Dentro la notizia. Rb
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
16.00 Borghi d'Italia. Docum
16.30 Basiliche papali di Roma
17.00 Vade retro. Rb
17.30 Nel cuore della domenica
18.00 Santo Rosario
18.50 Il tempo vola?
19.55 Storie da Lourdes
20.00 Santo Rosario
20.30 Nel cuore dei giorni
21.20 E venne un uomo. Film
22.50 Effetto notte
23.20 Nel cuore della domenica
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
12.20 Nel cuore dei giorni
13.10 Borghi d'Italia. Docum
13.45 Terre sante. Docum
14.40 Alla soglia del cuore
15.20 La canzone di noi: gara
18.00 Santo Rosario
18.30 I passi del silenzio
19.55 Storie da Lourdes
20.00 Santo Rosario
20.30 I santi nell'arte. Rb
21.00 E venne un uomo. Film
22.30 La canzone di noi: gara
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
16.10 Quel che passa il convento.
11.15 Quel che passa il convento. Rb
16.00 Quel che passa il convento. (R)
Rb di cucina
16.30 Nel cuore dei giorni
16.30 Nel cuore dei giorni
17.30 La canzone di noi
17.30 La canzone di noi
18.00 Santo Rosario
18.00 Santo Rosario
18.50 Il tempo vola?. Rb
18.50 Il tempo vola?. Rb
19.55 Storie da Lourdes
19.55 Storie da Lourdes
20.00 Santo Rosario
20.00 Santo Rosario
20.30 Nel cuore dei giorni
20.30 Nel cuore dei giorni
21.20 Lancillotto e Ginevra. Film
21.20 Sorelle Materassi. Film
22.40 Kojak. Tel
22.40 Kojak. Tel
23.30 Adorazione Eucaristica
23.30 Adorazione Eucaristica
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
6.15 Goodlife. Rb
7.15 Cartoni animati
7.45 La chiesa nella città. (R)
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
13.30 Sanford & Son. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Goodlife. Rb
19.00 Transport. Rb
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Vie verdi. Rb
24.00 Affari con le ruote. Rb
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
6.15 Sanford & Son. Tel
6.45 Occasioni da shopping
13.00 Salutesanità. Rb
13.30 Novastadio. Rb sportiva
18.00 Occasioni da shopping
18.30 90° minuto. Rb sportiva
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Kestorie!. Talk show
24.00 Goodlife. Rb
1.00 Occasioni da shopping
1.30 Ora musica!. Videoclip
1.45 Passo in Tivù. Antologia
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.45 Cartoni animati
8.15 Guerrino consiglia. Rb
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
13.30 Sanford & Son. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Pane al pane. Attualità
18.30 CISL. Speciale
19.45 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Supercross USA. Rb sportiva
0.15 Meteo Live
0.30 Il mito Ferrari. Rb sportiva
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.15 Cartoni animati
8.15 Guerrino consiglia. Rb
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm vari
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Pane al pane. Attualità
18.30 Il fatto del giorno
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.45 Linea d'ombra Lombardia.
Talk show
23.00 Goodlife. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.25
8.15 Due uomini e mezzo. Sitcom
8.35 Desperate Housewives. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
14.00 Detto fatto. Rb
16.15 The good life. Tel
17.50 Rai Player. Magazine
18.45 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 Lol:-). Sketch comici
21.10 Virus–Il contagio delle idee.
Talk show
23.35 La Pantera Rosa. Film comm
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.00 Mi manda Rai Tre. Rb
11.15 Elisir. Rb
Expo Milano 2015. Speciale
12.25 Fuori Tg. Rb
12.25 Fuori Tg. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia 13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
14.40 TgR Leonardo. Rb
15.10 Terra nostra. Telenovela
14.55 Concerto del Primo Maggio
16.00 Geo. Rb e docum
16.00 Concerto del Primo Maggio. Le
20.15 Un posto al sole. Soap
nostre storie. Accordi e disaccordi delle 21.05 Sfide. I nostri avversari
nostre radici, della nostra memoria e
del nostro domani (fino alle ore 24)
amatissimi: Italia-Francia. Docum
23.10 La tredicesima ora. Documenti
Film dramm
23.30 Supercinema. Rb
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
11.15 Quel che passa il convento. Rb
16.10 Quel che passa il convento. (R)
16.30 Nel cuore dei giorni
17.30 La canzone di noi
18.00 Santo Rosario
18.50 Il tempo vola?. Rb
19.55 Storie da Lourdes
20.00 Santo Rosario
20.30 Nel cuore dei giorni
21.20 Buonasera con Papa Francesco
22.30 Kojak. Tel
23.20 Adorazione Eucaristica
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
11.15 Quel che passa il convento. Rb
11.15 Quel che passa il convento. Rb
16.10 Quel che passa il convento. (R)
14.40 Alla soglia del cuore
16.30 Nel cuore dei giorni
15.20 Kojak. Tel
17.30 La canzone di noi
16.10 Nel cuore dei giorni
18.00 Santo Rosario
18.00 Santo Rosario
19.55 Storie da Lourdes
18.50 Il tempo vola?
20.00 Santo Rosario
19.55 Storie da Lourdes
20.30 Nel cuore dei giorni
20.00 Santo Rosario
21.20 Cristo si è fermato a Eboli.
20.30 Nel cuore dei giorni
21.20 La canzone di noi: gara
Miniserie Tv
22.20 Buonasera con Papa Francesco
23.20 Effetto notte
23.30 Vade retro. Rb
23.45 Adorazione Eucaristica
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
6.15 Mondo agricolo. Rb
7.15 Cartoni animati
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Pane al pane. Attualità
18.30 CISL. Speciale
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Due fuggitivi e mezzo.
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.15 Cartoni animati
8.15 Guerrino consiglia. Rb
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Cartoni animati
18.30 La chiesa nella città. Rb
19.15 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Supercross USA. Rb sportiva
22.30 La donna degli altri è sempre più
bella. Film comm
Film comm
1.00 Occasioni da shopping
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.15 Cartoni animati
8.15 Guerrino consiglia. Rb
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
13.30 Sanford & Son. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Cartoni animati
19.00 Meteo Live
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Linea d'ombra. Talk show
23.00 Affari con le ruote. Rb
0.15 Meteo Live
V
TELEVISIONE
Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche ·
Rubriche · Rubriche
CINEMA
I corpi estranei,
Una suora da urlo
a “The Voice of Italy” un film intenso
di MARCO DERIU (AgenSIR)
di PAOLA DALLA TORRE (AgenSIR)
N
on sarà sembrato vero agli autori di The Voice of Italy (Rai Due,
mercoledì ore 21.10) poter fare esibire sul palco una suora vera,
giovane e simpatica. E immaginiamo che, quando si è presentata
alle audizioni suor Cristina Scuccia, l’abbiano accolta a braccia
aperte, consapevoli che avrebbe costituito un grandissimo richiamo
in termini di audience. Anche i giudici Raffaella Carrà, Piero Pelù,
J-Ax e Noemi si sono lasciati travolgere dallo stupore quando, girandosi in seguito all’apprezzamento dell’esibizione della cantante,
ne hanno scoperto la vera identità. La diretta interessata li ha tolti
dall’imbarazzo, con una disinvoltura genuina e travolgente (ma per
niente sguaiata), accompagnata dall’entusiasmo delle consorelle
che osservavano l’esibizione in diretta dietro le quinte. La sua interpretazione di No one di Alicia Keys è stata intonata, grintosa e
non priva di qualche virtuosismo vocale.
Nata a Comiso ( Ragusa)
25 anni fa, suor Cristina
ha raccontato di aver avuto
fin da piccola la passione
del canto. La sua storia
come suora è cominciata
indirettamente nel 2008,
quando le Orsoline a Palermo hanno organizzato
un musical sulla vita della
loro fondatrice, Sant’Angela Merici affidandole il ruolo della protagonista.
Prima classificata nella 5a edizione del concorso di musica cristiana Good News Festival, lo scorso luglio suor Cristina ha cantato in
piazza del Campidoglio durante il concerto-testimonianza inserito
nel pellegrinaggio alla tomba di Pietro. Perché ha deciso di salire
sul palco di un talent show? La risposta è nelle sue stesse parole,
semplici ed entusiaste: “Ho capito che il mio è un bel messaggio da
trasmettere. Papa Francesco parla di una Chiesa madre. Mi piacerebbe che la gente pensasse che la Chiesa è ovunque. Solo perché
siamo suore non possiamo esibirci? È un messaggio forte quello di
una giovane che consacra la propria vita a Dio e continua a fare cose
come qualsiasi persona della mia età”.
Dal punto di vista televisivo e mediatico si tratta effettivamente di
un personaggio che richiama la curiosità e l’attenzione del pubblico,
e che quindi i mezzi di comunicazione sfruttano a piene mani. Lei
canta bene e, nell’era della comunicazione multimediale, non è detto che la Tv non possa essere un luogo in cui far passare anche un
messaggio di fede. Dipende da quanto i protagonisti si lasciano trascinare dalle logiche commerciali e, soprattutto, da quanto i media
riescono a non spettacolarizzare troppo una presenza decisamente
“insolita” come quella di questa religiosa sorridente.
EducAzione
REGIONE LOMBARDIA
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
SANITARIA
A VOLTE FA BENE...
La febbre nel bambino
È
mia esperienza, evidenziata però anche dalla letteratura medica, che genitori che non possiedono adeguate
informazioni sulla gestione del bambino con febbre spesso
hanno una “fever-phobia” (paura della febbre).
La febbre non è una malattia in sé, ma un meccanismo
di difesa, particolarmente vigoroso nel bambino, in risposta
agli agenti infettivi: la febbre attiva la risposta immunitaria
specifica, quella aspecifica e interferisce direttamente con la
moltiplicazione di alcuni virus che non si replicano sopra i
38° di temperatura. Ne consegue che occorre combattere la
causa della febbre con farmaci volti ad attenuare il malessere generale che l’accompagna: l’obbiettivo non è togliere
il sintomo febbre, perché così facendo si attenuano le difese
naturali particolarmente efficaci nel bambino. La febbre,
quindi, non dovrebbe essere abbassata sotto i 38°.
La paura spesso riferita alle convulsioni. Nel bambino
sotto i 5 anni esistono delle convulsioni febbrili che colpiscono circa il 2,5% dei bimbi. Questa patologia è legata a
una complessa predisposizione dei soggetti, ma non all’entità della febbre. Anche per i bambini soggetti a convulsioni
febbrili valgono le regole generali sopra citate.
Per la misurazione della febbre a casa viene raccomandato il termometro elettronico in sede ascellare, perché altri
tipi di termometri sono meno affidabili e molto più costosi.
L’OMS definisce normale la temperatura ascellare tra 36 °e
37°. Qualche volta, soprattutto negli adolescenti, la temperatura è più alta e in questi casi è utile effettuare una verifica
utilizzando la misurazione rettale.
Il primo criterio con cui giudicare un bambino febbrile è l’età. In caso di febbre sotto il mese di vita il neonato
dev’essere ricoverato con urgenza, sotto i 6 mesi va valutato
con una rapidità maggiore quanto più è piccolo. Per i bimbi sopra i 6 mesi non è raccomandato considerare l’entità
della febbre come fattore isolato per valutare il rischio di
infezione grave, ben più importanti sono i sintomi che accompagnano la febbre e il più importante riguarda le condizioni generali del bambino. Se la febbre è intorno ai 38° ma
il bambino è solo un po’ più noioso, non è preoccupante,
mentre se continua a essere abbattuto e meno reattivo è utile una valutazione più precoce.
I farmaci utilizzabili in pediatria a scopo antipiretico
sono solamente paracetamolo e ibuprofen e devono essere
somministrati solo quando alla febbre si associ un quadro
di malessere generale: il consiglio è di utilizzarli sopra i
38°-38,5°. È stato osservato che la via di somministrazione
rettale del paracetamolo determina picchi plasmatici del
farmaco ampiamente variabili, in quanto non si raggiungono le concentrazioni costanti necessarie per ottenere l’effetto antipiretico, inoltre necessita di un tempo maggiore
per raggiungere un livello plasmatico efficace. La somministrazione per via orale del paracetamolo è preferibile per
l’assorbimento più costante e la maggior precisione nei dosaggi in base al peso corporeo. Si consiglia quindi l’impiego
della via rettale solo in caso di vomito o altre condizioni
che impediscano l’assunzione di farmaci per via orale. La
dose degli antipiretici dev’essere calcolata in base al peso
del bambino e non all’età. Per i bambini obesi occorre riferirsi al peso ideale, in quanto calcolare la dose in base al
peso reale può esporre al rischio di sovra-dosaggio.
Il dosaggio del paracetamolo nel bambino può essere al
massimo di 60-80 mg/kg/die, suddiviso in 4-6 somministrazioni, mentre l’ibuprofene può essere utilizzato come
antipiretico a partire dai 3 mesi di vita al dosaggio di 20-30
mg/kg/die, suddiviso in 3 o 4 somministrazioni.
L’ibuprofene non è consigliato per bambini con varicella. Si raccomanda di utilizzare gli specifici dosatori allegati
alla confezione, evitando l’uso di cucchiaia e cucchiaini.
Per un bambino in età scolare, in buone condizioni e non
particolarmente abbattuto dalla febbre, è possibile interpellare il medico dopo tre giorni dall’inizio dei sintomi.
Un’ultima raccomandazione: non accettate mai il consiglio di iniziare l’antibiotico se dopo tre giorni la febbre non
è passata. Se la febbre non passa, è indispensabile capire
qual è la sua origine, quindi ci dovrà essere una rivalutazione obbligatoria da parte del pediatra curante.
* Direttore dell’Unità Operativa di Pediatria
PROMOZIONE DI APRILE
SCONTO SUI SOLARI
pari al fattore di protezione -50% -30% -20%
ES. Crema SPF 50+
€ 16,90 — € 8,45
VIA KENNEDY 26/B • TEL. 0373 256059 - CREMA
[email protected] - www.farmaciacontenegri.it
ORARIO:
si è cimentato nel ruolo di un padre che fa di tutto per difendere suo figlio all’interno del mondo
disumano di un campo di concentramento nel
capolavoro Premio Oscar La vita è bella. Nanni
Moretti ne La stanza del figlio non riesce a riprendersi dalla morte improvvisa dell’amato primogenito. Le chiavi di casa descrive il riavvicinamento tra un giovane genitore (Kim Rossi Stuart) e il
figlio malato durante un viaggio della speranza
in una clinica berlinese che dovrebbe curarlo.
Oggi Filippo Timi è un altro giovane genitore che combatte per proteggere il suo bambino
e salvarlo. Un film introspettivo, fatto di silenzi,
sguardi, tempi morti, che mette in scena, anche,
il confronto tra questo padre e un ragazzo immigrato che è in ospedale a vegliare un amico malato. L’incontro tra i due non è dei migliori, ma
dopo l’iniziale diffidenza, s’instaura un rapporto
d’amicizia fra due individui che vivono la stessa
sensazione di solitudine e impotenza di fronte
alla malattita di una persona cara.
Due mondi che sembravano lontanissimi e
che, invece, si aprono al dialogo, riconoscendosi
simili. I corpi estranei è un film intenso e vero, che
emoziona e commuove.
6.30: Inizio programmi
6.50: Il Vangelo del giorno
7.12: Il Santo del giorno
7.20: Orizzonti Cristiani
8.00: Santa Messa in diretta
dal Duomo di Crema
9.00: GR flash. A seguire, “Vai
col liscio”
10.08: Informazione locale
11.00: GR flash. A seguire,
“Radio mattina”
12.00: GR flash
12.30: Gazzettino Cremasco,
edizione principale
13.00: GR 2000
13.15 – 17.00: Musica e intrattenimento
14.30: Notiziario Flash
16.30: Notiziario Flash
17.00: Musica
17.30: Notiziario Regionale
18.00: GR 2000 ediz. serale
18.30: Gazzettino Cremasco
della sera
In neretto le trasmissioni in
contemporanea con “InBlu”
RUBRICHE
DOMENICA ORE 14.30: “Domenica Sport”, aggiornamenti in
diretta dal mondo del calcio.
LUNEDÌ ORE 19: “Sala Stampa Sport”, approfondimenti,
commenti e interviste della
domenica sportiva.
MERCOLEDÌ ORE 21.30: “ERadio” con Max Fabretto.
VENERDÌ ORE 21.30: “La Classifica” con dj Flash.
Città Solidale
CREMA
a cura dei Medici dell’Ospedale Maggiore di Crema
dott. EMILIO CANIDIO *
Programmi
U
n padre, un figlio e un male da combattere.
Due individui rinchiusi in un ospedale che
lottano contro la solitudine e il dolore. I corpi
estranei di Mirko Locatelli racconta una storia
semplice ma intensa, che parte da un’immagine
precisa, quella di un omone con in braccio un
bambino indifeso. Ma più che raccontare la malattia, il film vuole mettere in scena la fragilità
di chi è accanto al malato, la sua solitudine, il
suo senso di impotenza e, al tempo stesso, la sua
forza e la sua speranza. Un film pensato apposta
sulla figura di Filippo Timi, attore sensibile e di
grande talento, che è in scena per tutta la durata
della storia. Il suo volto sofferto racconta la potenza dell’amore di un genitore nei confronti del
proprio figlioletto, ma anche la debolezza degli
adulti di fronte al dolore e alla malattia.
Il rapporto tra padri e figli è uno dei soggetti
preferiti dal cinema, che lo ha trattato nel corso
della sua storia in tanti modi differenti. C’è la via
melodrammatica, come quella usata da Charlie
Chaplin ne Il monello, in cui il vagabondo Charlot incontra un piccolo orfano e inizia a fargli da
genitore putativo. C’è poi quella comica, come
in Mrs Doubtfire, dove Dustin Hoffman, dopo il
divorzio dalla moglie, pur di rimanere accanto
ai suoi bambini, si finge “tata”, travestendosi
da donna, con tutte le conseguenze comiche del
caso. Parlando del cinema italiano non si può
non ricordare la coppia Sordi e Verdone ne In
viaggio con papà, dove l’anziano cerca di insegnare l’arte di vivere al giovane timido e impacciato.
La via più utilizzata, però, è quella drammatica.
Nel cinema americano, James Dean ha offerto il
suo volto per interpretare figli difficili e incompresi, in lotta con l’autorità paterna, ne La valle
dell’Eden e Gioventù bruciata.
Ma è soprattutto il cinema italiano ad aver realizzato molteplici pellicole su questo argomento.
In Ladri di biciclette, capolavoro del Neorealismo,
un bambino salva il proprio papà dal linciaggio
della folla. Incompreso di Luigi Comencini, racconta la straziante storia dell’incomunicabilità
tra un padre e il figlio maggiore, dopo la tragica
morte della madre. In Un borghese piccolo piccolo
Alberto Sordi racconta la vendetta di un uomo a
cui hanno ucciso l’unico figlio. Roberto Benigni
8.30-12.30 E 15.00-19.30. SABATO 8.30 - 12.30 E 15.00-19.00
COME COMPORTARSI E COME TUTELARSI
Liti condominiali ed extracondominiali
L
e liti condominiali. Rumori e odori molesti, ma
anche uso disinvolto delle parti comuni, dispute con l’amministratore… La lista delle
doglianze condominiali è infinita e molto spesso tendiamo
a essere poco tolleranti nei
confronti dei condomini disturbatori. Pur di farla pagare
al vicino, siamo disposti a scatenare cause che, secondo i dati
del Ministero della Giustizia,
hanno una durata lunghissima
(in media, tre anni solo per il
primo grado), costi significativi
e risultati tutt’altro che definitivi.
Quindi, prima di rivolgersi a
un avvocato e attivare un meccanismo giudiziario farraginoso e dagli esiti incerti, meglio
valutare la possibilità di risolvere la cosa in via amichevole.
La prima figura che è tenuta
ad attivarsi è l’amministratore
di condominio, che comunque
non può intervenire in controversie private tra due condomini. Il suo preciso dovere è
quello di far rispettare il regolamento condominiale.
Ogni condomino può rivolgersi al giudice nel caso in cui
ritenga che il regolamento sia
stato violato da uno dei vicini: prima di ricorrere all’arma
finale della giustizia civile, meglio attivare l’amministratore,
che non è una figura del tutto
priva di poteri. Quest’ultimo
può, infatti, avvisare verbalmente il colpevole e, se non
basta, richiamarlo all’ordine
L’avvocato Marta Guerini Rocco
in via formale con una raccomandata.
Nel caso di richiesta d’intervento alla magistratura, generalmente l’organo coinvolto
è il giudice di pace. Chi vuole
intentare una causa condominiale ha, comunque, l’obbligo
di tentare un accordo di mediazione prima di andare in giudizio. La mediazione è obbligatoria solo per dispute relative a
cause che riguardano il condominio: uso parti comuni, regolamento condominiale, ecc.
Le liti extracondominiali.
Se i problemi esulano dai comportamenti elencati nel regolamento condominiale, si entra
nel campo delle controversie
tra i vicini. In questo caso, i
punti che ne determinano la
deflagrazione sono più comunemente le immissioni (odori,
vapori, esalazioni) e i rumori
molesti.
Secondo la giurisprudenza,
chi può innescare il giudizio è
soltanto colui che ritiene di essere molestato, sia che si tratti
del proprietario dell’immobile
sia che si tratti dell’inquilino.
Per i disturbi che provengono da un’attività commerciale
o artigianale, il primo passo è
rivolgersi all’ASL o alla Polizia
Municipale. Se questo però
non basta, bisogna ricorrere al
giudice. Sempre meglio, prima
di andare in giudizio, avvisare
il disturbatore con una raccomandata a/r, nella quale lo si
invita a porre fine ai disturbi.
Il giudice ha poteri molto
ampi: se i rumori o le immissioni derivano da un’attività
commerciale o artigianale, può
anche decidere di chiuderla
e disporre il risarcimento del
danno.
Su quali parametri decide?
Anzitutto sui regolamenti comunali e le norme di legge
(come quelle sull’inquinamento acustico) ma tiene conto anche degli aspetti particolari di
luoghi e situazioni, spesso rivolgendosi a un consulente tecnico d’ufficio o basandosi sulle
dichiarazioni di testimoni.
Avv. Marta
Guerini Rocco
▼ Associazione Consumatori
Campo di Marte-L’Ufficio dei Diritti, piazza Premoli, 4 – Crema. Si
riceve il mercoledì dalle ore 15.30
alle ore 18 previo appuntamento
telefonico al n. 0373.81580 ▲
35
36
La Cultura
SABATO 26 APRILE 2014
CENTRO RICERCA “A. GALMOZZI”
TEATRO SAN DOMENICO
Cremainscena,
le prossime date
QUESTA SERA: GIOVANI TALENTI
TRA CREMA E MANTOVA
di MARA ZANOTTI
D
opo l’avvio, giovedì, scorso con lo spettacolo il Giardino del gigante, la rassegna
Cremainscena prosegue oggi con lo spettacolo Giovani Talenti in scena: nata dalla collaborazione tra Istituto Musicale L. Folcioni,
Fondazione San Domenico e l’associazione
Melodica Armonia di Mantova, ospiterà
stasera Gabriele Duranti, l’ormai celebre
allievo di Enrico Tansini e altri studenti della Folcioni, anche Marco e Matteo Della
Torre, seguiti dal prof. Simone Bellucci. La
parte artistica del concerto che è affidata alla
professoressa Roberta Bambace, docente di
pianoforte al conservatorio mantovano “Lucio Campiani” e direttrice artistica dell’associazione Melodica Armonia. In programma
brani di Mozart, Massenet, Chopin, Bloch,
Puccini, Debussy, Rossini, Demersseman,
Albeniz, Brahms, Barrios, Pugnani-Kresler,
Sancan, Donizetti, Fürstenau, Prokofiev
e Verdi. Biglietti: posto unico 9 euro come
tutti gli appuntamenti di Cremainscena
che segnaliamo (info e prenotazioni tel.
037385418).
Altro appuntamento per domenica 27
Roby Facchinetti
Ma che vita la mia
Nella fotografia Roby
Facchinetti, che verrà
ospitato a Castelleone
per la ‘data zero’
del suo nuovo tour
FACCHINETTI
(POOH) SARÀ
A CASTELLEONE
PER LA DATA ZERO
DEL SUO NUOVO
TOUR. PREVENDITE
DEI BIGLIETTI
ANCORA APERTE
L’
inaugurazione del Festival
“Claudio Monteverdi” di
Cremona è affidata al suo nume
tutelare: venerdì prossimo, 2
maggio, alle ore 21, presso il teatro A. Ponchielli di Cremona
verrà proposto Il combattimento
di Tancredi e Clorinda (Fulvio Bettini testo, Silvia Frigato Clorinda, Massimo Altieri, Tancredi)
e Il ballo delle Ingrate (Salvo Vitale, Plutone Marta Fumagalli, Venere Silvia Frigato, Amore), due
capolavori a metà tra il genere
rappresentativo e il madrigale
(sui testi del Tasso e del Rinuccini rispettivamente) che saranno eseguiti in una veste del tutto
inedita, in un progetto che unisce
l’esecuzione rigorosa de Il canto
di Orfeo all’assoluta autorità nel
campo delle marionette della storica compagnia diretta da Eugenio Monti Colla. Le suggestioni
visive, gli spazi illusori, le infinite
possibilità fantastiche, le gestualità scandite di ritmi lontani che
le marionette evocano trasporteranno il pubblico al campo dei
cristiani sotto le mura di Gerusalemme o nelle fauci orrendi di
Cocito.
Un momento dello spettacolo “Pinocchio” in scena
domani, domenica 30 aprile
aprile quando, sempre alle ore 21 sul palco
del teatro San Domenico verrà proposto Pinocchio, liberamente di Carlo Collodi ispirato
al romanzo; si tratta di un musical, nel quale
a seriosi momenti di riflessione e morale, si
alternano sane risate e spezzoni di ilarità e
umorismo. La faranno da padroni i colori,
il divertimento e il coinvolgimento garantito
della platea! Mercoledì 30 aprile sarà la volta
di Il cavallino Azzurro (promossa in collaborazione con Il Nodo dei desideri, cfr. p. 32),
dal Diario di Marilisa Leone (a cura di Luigi
Ottoni, in scena Luigi Ottoni e Marilisa Leone).
Un viaggio che non porta da nessuna parte.
Una ricerca che non approda a nulla. Un incontro tra una artista pittrice e un attore, ma
commedianti entrambi, che tentano di sbrogliare matasse intricate di fili lasciate loro in
dono da un grande Burattinaio un Mago bizzarro che a un tratto è scomparso: partito a
cavallo, forse, o imbarcato per la mitica isola
di Citèra verso il passato o l’amore scomparso nel fumo di qualche trucco del cinema o
semplicemente smarritosi dentro la sua casa
tra libri, tele e disegni. Con intrigante discrezione, ironia, furfanteria e soprattutto bugie,
TEATRO DI CASTELLEONE
a cura di MARA ZANOTTI
ClassicalOpera & Jazz:
concerto... per la storia
che possono raccontare attori e artisti, i due
commedianti tentano di raccontare l’essenza
profonda di questo Ulisse di campagna. E se,
per caso, a essi si aggiunge un musicante, allora si alza un sipario di pura poesia.
Portobello road avan tour è invece calendarizzato per giovedì 1° maggio: in scena Voce
e Chitarra Riccardo Bonfadini, Basso Paolo
Caccialanza, chitarra solista Massimo Ottini, viola e violino Claudia Galvani, pianoforte e tastiere Andrea Allegri, chitarre
ritmiche e Cori Adalberto Cogrossi, batteria
e percussioni Sergio Dell’Olio, tutti intepreti
dal lungo curriculum e dalle molte collaborazioni con musicisti nazionali. All’attivo
del gruppo il 1° CD Tutto come prima (2012)
attendendo il secondo che uscirà quest’anno. Infine venerdì 2 maggio tocca a Fiabe per
non dormire (regia Andrea Carabelli), con la
partecipazione dei Navigatori di Ulisse 40
ragazzi di I, II e III media che racconteranno
“alcune fiabe per il gusto di narrare. Per imparare ad apprezzare il vero senso delle fiabe.
Fiabe sconosciute ma preziose come perle,
tratte dalla tradizione popolare e rielaborate
da quella letteraria, si rivolgono ai bambini e
agli adulti, come ogni cosa bella e di valore”.
A
nche quest’anno il Cineteatro Giovanni Paolo II e
il Teatro del Viale sono riuscite
nell’intento di dare continuità a
quella che è ormai divenuta una
bella tradizione, proporre nel
teatro di viale Santuario un appuntamento musicale di grande
spessore. Un altro artista, oltre
a Grignani, Mengoni, Annalisa,
Virginio, Mannarino, ha scelto
la sala castelleonese e l’organizzazione curata da Teatro del Viale e Gruppo Cineteatro per prove
e data zero del suo tour primaverile. Si tratta di Roby Facchinetti, anima dei Pooh. L’artista sarà
ospite dell’organizzazione dal 4
all’8 maggio per prove d’allestimento del tour e per la data zero
aperta al pubblico programmata
per la serata di giovedì 8 maggio.
Roby Facchinetti proporrà i brani del suo nuovo album da solista e i grandi successi dei Pooh.
La serata, promossa da Teatro
del Viale e dal Cineteatro Giovanni Paolo II di Castelleone,
vive anche della collaborazione
e del sostegno di: arredamenti
Chateau d’Ax Vaiano Cremasco-Cremona, Duemme Madignano, Più Stile Outlet Grandi
Firme Castelleone e di Ferrari
TEATRO “A. PONCHIELLI”
Al via il Festival
Claudio Monteverdi
DANZA, MADRIGALI
E LA COMPAGNIA
CARLO COLLA:
GRANDE INIZIO
Il gruppo musicale che esegue
“Il ballo delle Ingrate”
Il ballo delle Ingrate è un balletto rappresentato a Mantova nel
1608, per le celebrazioni del matrimonio di Francesco Gonzaga e
Margherita di Savoia. Ispirato ai
balletti di corte francese, il testo
è di Ottavio Rinuccini, poeta e
letterato fiorentino, frequentatore
della celebre Camerata de’ Bardi
e librettista della Dafne e dell’Euridice. Dunque il primo librettista
d’opera!
Nella bocca dell’Inferno, Venere e Amore visitano Plutone, che
lamentano la crudeltà delle donne mantovane, insensibili ai dardi
Mobili, Laura Hair Style, Farmacia Pesadori, Bertolasi Impresa Edile, Bonizzi Germano
e Panzetti Carrozzeria. Il 18
marzo è uscito Ma che vita la mia,
terzo album di inediti di Roby
Facchinetti, che arriva oltre 20
anni dopo Fai col cuore (1993) e
30 anni dopo l’omonimo Roby
Facchinetti (1984).
Anticipato dal primo singolo
Un mondo che non c’è, in radio
dal 14 marzo, Ma che vita la mia
(etichetta e distribuzione Carosello Records) conterrà gli ultimi
brani nati dalla collaborazione
tra Roby Facchinetti (musiche)
e Valerio Negrini (testi), fondatore e storico paroliere dei Pooh
scomparso un anno fa.
A maggio Roby Facchinetti
tornerà live con Ma che vita la
mia - anteprima tour, quattro concerti (una produzione Massimo
Levantini per Live Nation) in cui
interpreterà per la prima volta i
brani del nuovo album, oltre ai
suoi più grandi successi.
Quattro date alle quali si è
aggiunta la data zero di Castelleone. Infoline per i biglietti: 0374/350944, 3486566386,
[email protected],
www.teatrodelviale.it).
di Cupido. Plutone mostrerà alle
Ingrate – che entrano in scena
danzanti – quale sarà il loro destino dopo la morte. Il combattimento di Tancredi e Clorinda è un
madrigale rappresentativo composto nel 1624 in occasione del
carnevale, poi stampato nell’Ottavo libro di madrigali guerrieri et
amorosi (Venezia, 1638). Il testo
è tratto dal canto XII della Gerusalemme liberata di Torquato Tasso: il cavaliere cristiano Tancredi,
innamorato di Clorinda, guerriera musulmana, viene costretto
dalla sorte a battersi in duello
proprio con lei e a ucciderla. In
punto di morte Clorinda si converte e, battezzata, affronta con
serenità il trapasso.
Entrambe le composizioni,
stampate nell’Ottavo libro di madrigali guerrieri et amorosi (Venezia, 1638), sono i primi esempi
di madrigali ‘rappresentativi’,
pietre miliari della storia della
musica drammatica del Seicento. Monteverdi sperimenta nuovi stili musicali, arricchendo la
tavolozza timbrica e rafforzando
il rapporto tra musica e testo. Informazioni e prenotazioni telefoniche ai numeri tel: 0372.022.001
e 0372.022.002.
Da sinistra D. Severgnini, C. Bressanelli e F. Lopopolo
di MARA ZANOTTI
C
oncerto classico organizzato, per la prima volta, dal Centro
Ricerca A. Galmozzi, per raccogliere i fondi a sostegno della
sua, ampia, attività: appuntamento per lunedì 28 aprile alle ore
21 presso la sala della Musica dell’ex Istituto musicale “Folcioni” di piazza Aldo Moro. Interverranno il M° Alessandro Lupo
Pasini, il mezzosoprano Giovanna Caravaggio e la jazz singer
Deborah Matarrese. In programma pagine di Giuseppe Verdi
riproposte sia in chiave classica che jazzistica. L’iniziativa si
avvale del patrocinio del Comune di Crema, che ha concesso
gratuitamente la sala e della collaborazione, anch’essa gratuita
degli interpreti. I biglietti (ingresso posto unico 15 euro) sono
in vendita presso la biglietteria della Fondazione San Domenico
aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 12 e al giovedì
anche dalle ore 18 alle ore 19.
Si tratta di una ‘prima volta’ per il Centro Galmozzi che ieri,
25 Aprile ha compiuto 15 anni, essendo stato fondato il 25 aprile 1999 dopo alcuni mesi dalla scomparsa di Alfredo Galmozzi
(partigiano, consigliere comunale, presidente dell’Ospedale di
Crema) per valorizzare e conservare il suo immenso archivio
documentario e fotografico. L’iniziativa è finalizzata alla raccolta fondi; sono infatti tanti i progetti su cui il Centro di Ricerca sta lavorando anche in questo 2014 e che sono stati ricordati
e segnalati da Felice Lopopolo martedì mattina presso la sede
del Centro, in piazza Premoli: “I nostri giovani stanno portando avanti e realizzando importanti iniziative; con loro diversi
esperti lavorano ai testi e alle ricerche che verranno pubblicate
quest’anno – ha esordito Lopopolo – fra questi segnalo subito
la pubblicazione a fine maggio, inizio giugno del libro dedicato
alla COIM di Offanengo, nella collana Fabbriche Paese, che conta
già una dozzina di titoli. Si tratta di recuperare la storia delle fabbriche nate nei paesi cremaschi che spesso ne hanno scandito la
vita, offrendo ampie opportunità di lavoro. Ora sarà la volta della
COIM, la multinazionale della chimica che ha compiuto 50 anni”.
Uno dei prossimi lavori che verranno pubblicati, corredati di
CD, sarà dedicato al Fascismo a Crema dagli anni Trenta; curato
da Romano Dasti verrà presentato a fine anno.
Da pochi mesi è partito il lavoro della storia del Partito Comunista Federazione di Crema, cui seguiranno altri studi dedicati ai partiti di massa quali la Democrazia Cristiana e il Partito
Socialista, mentre i progetti che coinvolgono altri protagonisti e
che sono seguiti dai giovani del Centro Galmozzi sono, in particolare, due.
In collaborazione con la Pro Loco e con l’associazione l’Araldo verrà organizzata una mostra-evento sul tema della velocità
nell’ottantesimo anniversario del record di Francesco Agello.
Considerata l’importante ricorrenza il Comune di Crema ha appoggiato la proposta alla realizzazzione della quale collaborerà.
Del resto “velocità”, nella storia del Novecento, ha assunto e
avuto diversi significati, da quello prettamente artistico-letterario
del Futurismo a quello proprio della tecnologia: aerei, automobile, ma aggiungeremmo anche ‘comunicazione’ viaggiano ormai
a una velocità che, in passato, era del tutto inimmaginabile. La
scelta dunque di un passaggio storico fondamentale, in parte ‘segnato’ da un cremasco.
Secondo progetto su cui il Centro Galmozzi sta lavorando è
quello relativo a Expo 2015 che si chiamerà A ovest di Itaca: molti
i protagonisti coinvolti, dalle Tavole Cremasche al Comune, da
Made in Crema ai Soci Coop Lombardia, sezione di Crema per
una serie di eventi che prevedono una riflessione sul concetto
portato avanti da Expo “nutrire il pianeta”: spazio quindi alle
nuove tendenze in fatto di alimentazione, dall’attenzione rivolta
alla produzione biologica alla nuova nutrizione che punta non
tanto o solo al “sapore” piuttosto alla genuinità dei prodotti. Anche il “Made in Crema” si è inserito in queste tendenze: sarà
quindi interessante, ad esempio, scoprire la storia del Salva cremasco o dell’ancor più conosciuto Grana Padano, dando agli
eventi un taglio storico, grazie al proprio della Centro Galmozzi
che sta avviando una ricerca storico-antropologica sulle ricette
cremasche ‘tipiche’, ora anche contaminate sia da chi si è stabilito a Crema dal sud Italia sia dai nuovi residenti, comunemente
detti ‘stranieri’, per una storia, anche gastronomico, sempre in
evoluzione. Sarà indispensabile la collaborazione con le scuole
che inizierà a settembre per approdare al culmine dell’evento
nel maggio 2015. In corso anche la quinta edizione del progetto
Raccontare per vivere, seguito da Gabriele Pavesi, Daniele Grosso
e Ottavio Bolzoni, che, per quattro anni è stato finanziato dalla
Tavola Valdese mentre, per la prima volta, quest’anno ha trovato
finanziamenti dai Comuni di Crema, Castelleone, Romanengo
e Pandino e dalle RSA dove il progetto si sviluppa: l’incontro tra
gli studenti delle scuole (IIS G. Galilei, P. Sraffa, liceo scientifico Leonardo da Vinci, liceo classico A. Racchetti, Istituto L.
Pacioli e Casearia di Pandino, nonché le scuole secondarie di
1° grado dell’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino, sede di
Romanengo) e gli ospiti delle Residenze Sanitarie Assistenziali
porta a una conoscenza ‘diretta’ della storia e a uno scambio, un
arricchimento fatto di curiosità soddisfatti e di ricordi che emergono, da tempi lontani. Un invito dunque viene rivolto, anche
da Cecilia Bressanelli e Davide Severgnini che hanno affiancato
Lopopolo ai cremaschi a sostenere il Centro Galmozzi, anche
partecipando al concerto di lunedì prossimo.
SABATO 26 APRILE 2014
LEGA PRO 2 DIVISIONE
A
di FEDERICA DAVERIO
I
l congedo da questa amara stagione segnata dalla
retrocessione, la Pergolettese lo darà domani alle
ore 15 allo stadio Voltini quando, contro il Castiglione,
si disputerà l’ultima sfida casalinga della stagione (il campionato terminerà la settimana successiva in quel di Forlì
ndr). Dopo la sosta pasquale la truppa di mister Firicano ha
ndr
ripreso ad allenarsi al Bertolotti e giovedì ha disputato un’amichevole ‘in famiglia’ con la formazione della Berretti. Domani
non saranno della partita molto probabilmente Zanola, Giovannini, Bertazzoli, Ferrara e Tiboni.
Ma vista ‘la discesa agli inferi’ già sancita una decina di giorni
fa dopo il match contro il Renate, a tenere banco in città erano i
‘rumors’ che volevano patron Cesare Fogliazza coinvolto in fusioni
con il Piacenza o addirittura pronto a lasciare la società cremasca per
una nuova avventura calcistica. Nei giorni scorsi quindi la società ha
diramato un comunicato ufficiale per gettare acqua sul fuoco: “Smentisco nel modo più assoluto di essere coinvolto nella trattativa per una
fusione tra le due squadre di Piacenza, né come mediatore, né come
futuro amministratore delegato, tutto quello che hanno pubblicato nei
miei riguardi, sono fantasie di chi ha scritto”, questo il commento di
Fogliazza in risposta alle notizie apparse su siti Internet su un suo
futuro a Piacenza. “Io da oltre trent’anni ho la mia attività lavorativa
nella città di Piacenza e mi reco ovviamente spesso lì. L’unica persona che conosco bene e con cui ritengo di essere in buona amicizia è
Pietro Tacchini che è stato con me a gestire il Pizzighettone e conosco
anche uno dei due fratelli Gatti, con cui abbiamo anche organizzato
un’amichevole la scorsa stagione. Con questo voglio fare i miei complimenti al Pro Piacenza per la bella vittoria del campionato: sapranno sicuramente cosa fare per il futuro, fusioni o non fusioni. Io ho già
i miei problemi da risolvere per gestire la mia società che é e rimarrà
la Pergolettese e sarei pazzo a buttarmi in altre avventure calcistiche.
Abbiamo organizzato un notevole settore giovanile con cui intendo
proseguire, credo che per Crema sia una bella realtà. Con il Comune
ho un accordo di gestione del Bertolotti, nel quale stiamo mettendo
tutta la nostra capacità per renderlo utilizzabile al meglio e poi, ovviamente, ci sarà da affontare la prossima stagione in serie D con una
squadra che dovrà essere – spero – protagonista ma vorrei allargare la
società, magari con qualche ingresso cremasco”.
Radiocronaca, alle ore 15, sugli 87.800 di Radio Antenna 5 e in
livestream: www.livestream.com/antenna5crema.
“PERGO MEMORIES”
I
l Moto Club Crema organizza per la giornata del primo
maggio, come da consolidata
tradizione, la benedizione delle
moto e la santa messa che avranno luogo presso la propria sede
di via Bergamo situata presso
il circolo Mcl di Santa Maria
della Croce. Nei giorni scorsi,
una ventina di soci del Moto
Club ha partecipato alla gita di
apertura della stagione, che ha
avuto come meta Verona. I centauri cremaschi hanno visitato
le bellezze della città di Romeo
e Giulietta, dall’Arena al centro
storico al castello, prima di radunarsi attorno a un tavolo per
un’allegra conviviale. A seguire, i
prossimi appuntamenti in calendario sono i seguenti: 11 maggio,
gita alla Grotta del vento, situata nella zona della Garfagnana;
25 maggio, Motoraduno FMI
Internazionale d’eccellenza a
Rapallo, sulle rive del golfo del
Tigullio in Liguria.
Sono inoltre previste partecipazioni al Rally Fim internazionale in Finlandia e alla rievocazione storica Milano-Taranto.
dr
L
a ciclista Antonella Rutigliano, che risiede a Spino d’Adda, ha vinto il titolo di campionessa italiana di mountain bike
nella categoria WC4 ai Campionati nazionali paralimpici che
si sono svolti a Spilimbergo. La
prova si è corsa su 25,6 km con
un dislivello di 310 metri.
La 52enne cremasca Patrizia Spadaccini ha gareggiato in
tandem con Giulia Oblach, una
ragazza di 19 anni residente a
Spilimbergo.
La Spadaccini, che vanta una
brillante carriera nel ciclismo
e che da anni gareggia in coppia con diversamente abili, si è
classificata al secondo posto. Da
quest’anno la Spadaccini difende i colori del Team Pulinet di
Lodi.
La Spadaccini aveva vinto un
argento nel Campionato Italiano
Master a cronometro e un oro e
due argenti ai World Master Games di Torino. In seguito si era
distinta con la cremasca Maria
Cristina Luisiani, atleta non vedente, in manifestazioni di livello nazionale.
dr
Bassano-Renate
Pergolettese-Castiglione
Bellaria Igea-Cuneo
Bra-Alessandria
Mantova-Spal
Monza-Santarcangelo
Porto Tolle-Forlì
Rimini-Torres
Virtus Verona-Real Vicenza
Volley B2: gran rush finale per l’Abo
ovranno dar fondo a tutte le residue energie sia fisiche che mentali, senza risparmiare neppure una goccia di sudore, le ragazze
dell’Abo Offanengo nelle ultime tre giornate
della stagione per assicurarsi la permanenza
nel campionato di serie B2. Un’impresa, certo,
non facile ma neppure impossibile visto che le
ragazze di coach Marini hanno ampiamente
dimostrato di valere la categoria. A tre turni
dal termine la compagine offanenghese è virtualmente salva, occupando la 9a posizione con
32 punti, tanti quanti ne vanta il Brembo Volley che però ha vinto una gara in meno rispetto
alle cremasche. Alle loro spalle, in grado di
potersi inserire ancora nella corsa salvezza, è
rimasto solo il Brembate Sopra, quart’ultimo
con 31 punti, mentre già condannate alla serie
C sono Fratte Santa Giustina, Torri Quartesolo e Pallavolo Curtatone. L’Abo Offanengo,
quindi, dovrà trarre il massimo profitto dalle
ultime tre gare, due delle quali in casa, contro
avversarie sicuramente insidiose e toste ma decisamente alla portata.
Oggi alla ripresa delle ostilità dopo la pausa
pasquale, le “blues” cremasche torneranno a
esibirsi al PalaCoim ospitando le vicentine del
San Vitale Montecchio. Un successo sul San
Vitale consentirebbe alla squadra di Marini
di respingere il tentativo di sorpasso che effettuerà il Brembate, impegnato in casa contro
il fanalino di coda Curtatone, e di affrontare
con spirito più sereno il confronto spareggio
in programma sabato prossimo in casa del
DIVERSAMENTE ABILI
PROSSIMO TURNO
A sinistra Zanola
in allenamento; nella foto
sopra patron Fogliazza che
in questi giorni ha chiarito
alcune voci sul suo conto
che circolavano in città
D
I nomi dei dirigenti del Pergocrema del 1980.
MOTOCLUB
Pergolettese, Fogliazza
in cerca di nuovi soci
37
Brembo Volley. Per preparare al meglio la gara
odierna l’Abo ha sostenuto venerdì della scorsa settimana un’amichevole con il Lurano che
milita nel girone B della serie B2. Carbone e
compagne si sono imposte per 3-1 con i parziali di 25-23, 25-23, 24-26 e 25-21. Martedì sera,
invece, ne ha sostenuta un’altra con il Don
Colleoni Trescore Balneario, stessa categoria,
vincendo per 3-2 (17-25, 17-25, 25-21, 25-23,
16-14). Il rush finale della stagione sarà fondamentale anche per la compagine maschile del
Volley Offanengo 2011 in lotta per il passaggio
in serie B2. Il team di coach Mazzoleri a quattro giornate dal termine della “poule promozione, occupa la terza posizione con 23 punti,
distanziato di 2 lunghezze dalla Besanese e di
4 dalla capolista Bresso. Al termine della corsa
le prime due classificate saranno promosse direttamente in B2, mentre la terza dovrà giocare un’ulteriore fase contro la terza classificata
dell’altro girone promozione. Silvi e compagni
oggi saranno di scena sul campo del fanalino di
coda Cus Pavia beneficiando anche dello scontro diretto tra Bresso e Besanese.
SERIE C: DESTINO ALKIM
In tre partite, nelle ultime tre gare della regoular season, la Alkim Banca Cremasca si
gioca il proprio destino e futuro immediato. Le
biancorosse del presidente Paolo Stabilini a tre
turni dalla conclusione si trovano al secondo
posto della graduatoria del girone C della serie
C con 58 punti all’attivo, uno in meno della
VOLLEY SERIE D: la Branchi vuol chiudere bene
A
tre turni dalla fine del campionato di serie D, la Branchi Cr
Transport di Ripalta Cremasca si trova al quinto posto del
girone C, condividendo i 44 punti all’attivo con il Centro Schuster Milano che però gode del vantaggio di un una partita in più
vinta. Di fatto irraggiungibile il platonico terzo gradino del podio (occupato da Opera che vanta 49 punti), le ripaltesi di coach
Marianna Bettinelli vogliono finire nel modo migliore possibile
il torneo, aumentando la striscia di partite vinte e cercando di tagliare la linea del traguardo con una prestigiosa quarta posizione. Questa sera a Ripalta Cremasca sarà di scena l’Adolescere
Rivanazzano “progetto giovani”, ultima della classe, mentre nei
prossimi due sabati la Branchi giocherà in terra pavese: prima
a Siziano, ospite della Banca Generali, e quindi a Casteggio in
casa della Fata Assicurazioni, due compagini ormai tranquille
che veleggiano a metà classifica. “In queste ultime tre partite
vogliamo regalare ancora delle belle soddisfazioni ai nostri tifosi
– ha sottolineato il dirigente ripaltese Valentino Brunetti – provando a migliorare ulteriormente la nostra classifica”. Si può già
trarre un primo bilancio dell’annata che si sta concludendo? “Il
bilancio della stagione è sicuramente positivo, visto che dopo la
delusione della passata stagione la società si era posta il traguardo di una salvezza tranquilla. La conferma in serie D è giunta
con ampio anticipo e la squadra ha saputo ritagliarsi un posto di
primo piano nelle zone importanti della graduatoria”.
Le partite da oggi al 10 maggio saranno, invece, fondamentali
per la Walcor Soresina chiamata a conservare la seconda piazza
del raggruppamento, confermandosi inoltre tra le migliori quattro seconde dei sei gironi di D che verrebbero alla fine promosse.
Le soresinesi avranno il vantaggio di giocare in casa tutte e tre le
contese contro avversarie che non hanno più niente da chiedere
al torneo: Banca Generali, questa sera, Fata Assicurazioni sabato prossimo e Lame Perrel nell’ultimo turno.
Giuba
capolista Uniabita Cinisello Balsamo e due in
più della Nuova Euromotaggi di Porto Mantovano. E proprio in casa di queste due avversarie dirette, oltre che nel derby casalingo con la
Pallavolo Castelleone, Bonizzoni e compagne
saranno impegnate da questa sera al 10 maggio con l’obiettivo di conquistare direttamente
il “paradiso” della B2. L’ultima emozionante
volata comincerà questa sera alle 20.30 da Porto Mantovano. La vittoria è d’obbligo, sia per
staccare ulteriormente le mantovane in classifica provando a blindare la seconda piazza ma
anche per non perdere terreno dalla battistrada
Uniabita.
Per quanto riguarda la Pallavolo Castelleone, questa sera la formazione del tecnico Finali giocherà in casa ospitando il Venegono a
caccia di punti playoff. Nel girone B la Pallavolo Vailate è chiamata nelle ultime tre gare a
riscattare il periodo negativo culminato in sei
sconfitte consecutive. Questa sera le ragazze di
coach Zanotti avranno un compito tutt’altro
che agevole visto che ospiteranno l’Oro Volley Nembro, terzo della classe e in piena corsa
playoff.
Julius
GOLF: al Podere di Ombriano tante gare
I
ntense giornate di gara al Golf Crema Resort. Nella ‘Francorosso
Costa Adeje Cup’, competizione a 18 buche Stableford per atleti di
tre categorie e non classificati, Marco Ferani del Golf Club Crema è
risultato primo Netto davanti ai compagni di circolo Antonio Maioli e
Patrizio Spediacci. Nel Lordo nella prima categoria, Maioli ha messo in
fila a sua volta Ferani e Spediacci.
Edoardo Vailati del Golf Club Benessere si è imposto nella Seconda categoria precedendo Nadia Ausenda del Golf Club Crema e Fabio
Vailati del Castelconturbia Golf Club. Nella Terza categoria, infine, il
migliore è risultato Fabio Zaniboni del Golf Club Crema che ha messo
in riga i compagni di circolo Carlo Zaniboni e Singh Major.
Premi speciali per Nadia Ausenda, prima tra le ladies e per Patrizio
Spediacci, primo senior. Alla gara hanno partecipato 57 giocatori.
Nell’Italian Golf Challenge, 18 buche Stableford per tre categorie e
nc, il primo Netto della Prima categoria è stato Giorgio Aroldi del Golf
Club Crema, seguito da Luca Sagrada del Golf Club Salsomaggiore e
da Marco Testini del Golf Club Il Laghetto. Nel Loro, successo di Testini davanti ad Aroldi e Francesco Marsili del Golf Club Il Laghetto.
Nella Seconda categoria, Paolo Chizzoli del Golf Club Crema ha preceduto Gianmarco Giassi e Viviana Rizzo del Golf Club Orsini, mentre
Davide Negroni del Golf Terre del Po ha vinto nella Terza categoria
precedendo Leovigildo Albuge e Federico Comassi, entrambi del Golf
Club Crema. Tra gli 87 partecipanti, Viviana Rizzo ha vinto la coppa
come prima lady, Damiano Maccagni quella per il migliore tra i senior e
Fabrizio Borelli il premio nearest to the pin.
Nella ‘Coppa Esagonale Agis’, Louisiana a squadre riservata ai Seniores, c’è stata la vittoria della squadra cremasca composta da Cinzia
Cerutti, Daniela Griffini, Leovigildo Albuge e Pierluigi Rossetto sui
bresciani Azzi, Pasinetti, Santulli e Zuccari. Prima coppia lordo ArosioMadini, prima coppia netta quella dei cremaschi Romano Fontanini e
Antonio Samanni, prima coppia super senior Maurizio Riganelli-Stefano Severgnini.
dr
38 Calcio
SABATO 26 APRILE 2014
ECCELLENZA
PROMOZIONE
Crema: la salvezza
ora passa dai playout
NEL RECUPERO DI MERCOLEDÌ SERA NEROBIANCHI PUNITI 2-0 DAL DESIO.
LA SETTIMANA PROSSIMA, SQUADRE IN CAMPO ANCHE IL 1° MAGGIO
L
a salvezza, salvo miracoli nelle
ultime tre sfide di regular season, passerà attraverso lo spareggio dell’11 maggio. Il Crema nel
recupero serale di mercoledì è stato
punito dal Desio che, già in acque
tranquille, ha colpito due volte nella ripresa (la prima quasi per caso)
dopo aver rischiato grosso più di
una volta, lasciando il “Voltini” con
l’intera posta in palio.
Mancato l’aggancio al Real Milano, domani la compagine di Maurizio Lucchetti sarà impegnata sul
campo della Galbiatese, reduce dal
bel successo infrasettimanale col
Sondrio, che i nerobianchi affronteranno il 1° maggio. Ultima giornata
del girone di ritorno fra 8 giorni in
casa col Fanfulla.
C’era grande attesa per la sfida
infrasettimanale, necessaria per
consentire ai giovani Oprandi e
Buonaiuto di partecipare al torneo
delle Regioni, ma “la più bella partita tra le mura di casa della mia
squadra” non è bastata ad addomesticare un avversario alla portata.
R��������-G��. B
Verdello-Ardor Lazzate
Mariano-Base 96
Rivoltana-Cavenago
Trevigliese-Cisanese
Fanfulla-Ciserano
Crema-Desio
Villa d’Almè-Real Milano
Galbiatese-Sondrio
1-1
4-1
2-0
3-0
3-2
2-0
1-0
2-1
Troppi errori sottoporta, “un paio
di rigori netti negati incredibilmente”, come ha sottolineato mister
Lucchetti a fine match, le cause di
una sconfitta che brucia.
“Dovremmo conquistare 9 punti in 3 gare, impresa francamente improbabile. Al termine della
partita anche il collega ospite s’è
congratulato per l’ottima prova dei
miei ragazzi, cui non ho nulla da
rimproverare, anche se dovrebbero
imparare a tenere le bocche cucite.
Sono comunque fiducioso per gli
spareggi perché la squadra lotta su
C���������
Ciserano 55; Sondrio 55; Galbiatese 48; Mariano 45; Fanfulla 43;
Cavenago 41; Trevigliese 39; Desio 38; Verdello 36; Villa d’Almè
33; Ardor Lazzate 30; Real Milano 30; Base 96 27; Crema 1908
27; Cisanese 24; Rivoltana 20
ogni pallone”. Il Crema ha dominato la scena per lunghi tratti, ha sbagliato subito un gol con Fiorentini
imbeccato magistralmente da Piacentini (13’). Verso il 30’, l’undici di
casa nostra ha reclamato due calci
di rigore, “nettissimi”, quindi un
bel destro di Pagano su assist di Piacentini. Al 65’ il Desio ha gelato il
“Voltini” con un tiro senza pretese
di Napoli da centrocampo e quando Fornaroli 7’ più tardi ha ciccato dall’altezza del rigore, s’è capito
che sarebbe finita male. Dopo un
paio di tiri da fermo di Piacentini,
L
Per il resto, la 22a giornata
metterà a confronto anche Sergnanese e Calcio Crema, con i
padroni di casa alla ricerca della certezza playoff. Dietro, anche Casale Cremasco e Bagnolo intendono conquistare i 3
punti per accedere agli scontri
post season: attualmente occupano l’ultimo gradino utile in
coabitazione a quota 36.
Il Casale se la vedrà con la
Pianenghese in un derby sempre molto sentito, mentre il
Bagnolo ha il turno di riposo
imposto dal calendario: andrà
certamente a “gufare” in quel
di Casale. Buon calcio a tutti!
Luca Guerini
R��������-G��. A
Pianenghese-Bagnolo
Or. Frassati-Casale Crem.
Calcio Crema-Ombriano A.
Madignan.-S. Luigi Crema
Offanengo-S. Carlo
Vailate-Sergnanese
Riposa: Agnadello
Matteo Fornaroli, Crema 1908
(Foto Simone Branchi,
Istituto “Sraffa”)
P������� T����
Galbiatese-Crema 1908
Desio-Fanfulla
Ardor Lazzate-Mariano
Sondio-Real Milano
Ciserano-Rivoltana
Base 96-Trevigliese
Cavenago-Verdello
Cisanese-Villa d’Almè
al 90’ gli ospiti hanno usufruito di
un rigore, respinto da Mazzetti, ma
ribadito in rete da Pellizzoli. “È stata forse la nostra miglior partita…”.
Fatto sta che i playout sono dietro
l’angolo.
Il Ciserano, che al pari del Sondrio vuole la categoria superiore, fra
poco più di 24 ore se la vedrà con la
Rivoltana, reduce dal bel successo
ottenuto a spese del Cavenago. Una
vittoria che ha ridato morale all’ambiente rivierasco, ma che non farà
drammi in caso di retrocessione.
El
Dopo la sosta,
si riaprono i giochi
Domani la sfida scudetto
utto è pronto a Ombriano
(qui sopra, il terreno di gioco)
per l’appassionante sfida “scudetto” tra la formazione di
casa e il CSO Offanengo.
A due giornate dal termine,
non si sa ancora quale sarà la
squadra che il 4 maggio potrà
passare direttamente in Seconda Categoria e alzare al cielo
il titolo 2013-2014, in bilico
come non mai. La stagione,
infatti, ha regalato, e continua
a farlo, grosse emozioni, con
l’undici di Sacchi che ha perso la vetta in luogo del Vailate
qualche domenica fa, ma con
grinta e determinazione è tornato davanti a tutte.
Brava anche l’Aurora Ombriano a restare attaccata alla
vetta: il match-verità di domani vale il 1° posto, con Offanengo a 43 punti e gli ombrianesi di Chiodo a 41. In caso di
vittoria, il club offanenghese
potrebbe già raggiungere l’obiettivo, ma perché questo
avvenga serve anche una sconfitta del Vailate con il S. Luigi
Crema: ultimi, i nostri hanno
comunque dimostrato di poter
mettere in difficoltà le grandi.
Tornando al big-match, bisognerà capire quale delle due
formazioni ha mantenuto la
forma pre festività pasquali.
Entrambe le squadre hanno
vinto quest’anno 12 gare, ma
“Gazza” Rancati e compagni
hanno ottenuto 2 pareggi in
più, 7 contro 5. L’Offanengo
ha segnato anche molti più gol,
48 contro 32, ma ne ha subiti 3
in più degli ombrianesi.
Gli ingredienti per un’ottima gara, dunque, ci sono tutti, a partire dai due pacchetti
avanzati con nomi (e piedi!)
che valgono la categoria superiore, da entrambe le parti.
L’
PRIMA CATEGORIA
TERZA CATEGORIA
T
Luisiana: playoff,
vietato rilassarsi!
1-1
1-1
1-6
0-0
3-0
1-1
C���������
Offanengo 43; Ombriano Aur.
41; Vailate 40; Sergnanese 38;
Casale Crem. 36; Bagnolo 36;
Or. Frassati 31; Agnadello
28; S. Carlo 26; Pianenghese
24; Madignanese 23; S. Luigi
Crema 13; Calcio Crema 10
P������� T����
Sergnanese-Calcio Crema
Agnadello-Madignanese
Ombriano Aurora-Offanengo
S. Carlo-Or. Frassati
Casale Crem.-Pianenghese
S. Luigi Crema-Vailate
Riposa: Bagnolo
e festività pasquali hanno tenuto le squadre ferme ai box, ma
da domani si tornerà a fare sul serio, con due delle nostre formazioni ancora in corsa per obiettivi importanti. Il campionato 2013-2014
– lo ribadiamo – rimane uno dei
più avvincenti degli ultimi tempi.
Avevamo lasciato l’Offanenghese in trionfo per la vittoria
contro il Montanaso: una tripletta
di bomber Severgnini e un gol di
Sacchi avevano permesso ai ragazzi di Vito Pedrini di portarsi
a meno uno dalla vetta, occupata
dal Real Qcm. In una delle giornate più importanti, i cremaschi non
hanno sbagliato nulla, sfoderando una delle migliori prestazioni
della stagione. Tra 24 ore, Viviani
e soci se la vedranno con il Real
Pizzighettone, formazione altalenante ma di buon livello, costruita
per obiettivi d’alta classifica, ma
mai decollata.
L’ex Formigara nell’ultimo
match disputato aveva bloccato il
Castelleone sull’1-1 con una buona gara, dimostrando di essere cresciuto, specie nel pacchetto arretrato. Per l’Offanenghese, però, c’è
solo un risultato per rimanere attaccata al Real Qcm, che incrocerà
nel turno successivo in un confronto che vale l’intera stagione.
Intanto, però, si devono ottenere i tre punti con i cremonesi
del Pizzighettone. Sembra incredibile, ma nel corso dell’anno i
cremaschi hanno vinto due gare
SECONDA CATEGORIA
Entusiasmante
finale di campionato
S
i preannuncia un finale di campionato entusiasmante. I giochi
sono aperti per la promozione diretta. Tre le squadre racchiuse in
4 punti: Excelsior, Castelnuovo e
Scannabuese, in ordine di “grandezza”. Anche per i playoff il
quadro non è completo e nulla è
deciso per retrocessione e playout.
Insomma, tante cose possono ancora succedere.
“Sarà dura salvarsi, non possiamo più rimandare l’appuntamento con la vittoria – afferma
Pasqualino Gusmaroli, presidente
della Spinese –. Adesso avremmo
il diritto a giocarcela agli spareggi
in quanto non abbiamo 10 punti
meno della quint’ultima ma, se
dovessimo perdere altro terreno,
rischieremmo di scendere in Terza
senza disputare lo spareggio” (è infatti prevista una partita secca in casa
della meglio classificata, ndr).
La Spinese, in questo finale di regular season, dovrà vedersela con S.
Paolo Soncino, Pieranica e Trescore. “E non sarà facile, come non lo
è stato da inizio campionato. C’è la
consapevolezza di poter far bene in
queste ultime sfide. Non siamo abituati a drammatizzare le situazioni,
ma è chiaro che ce le metteremo tutta per conservare la categoria”.
Nel girone di ritorno, tra le
squadre che hanno sofferto maggiormente va annoverata la Doverese di mister Mario Caccialanza,
che non s’era mai illuso quando la
classifica era migliore: “Purtroppo,
accesso ai playoff non è
ancora sicuro, quindi è
vietato rilassarsi. A tre giornate
dalla conclusione del girone di
ritorno, la Luisiana, che aveva come obiettivo principale la
salvezza, vanta 4 lunghezze di
vantaggio sul Casalbuttano, che
ha accorciato le distanze, avendo
vinto prima della pausa pasquale
mentre i nerazzurri hanno steccato a Pontirolo.
Domani la squadra di Luciano Ferla tornerà a esprimersi tra
le mura di casa e dovrà vedersela
con il Fara con Sola, “squadra
con una gran fame di punti, essendo impegnata nella lotta per
la salvezza – avverte il mister
della formazione pandinese, che
non potrà contare sull’apporto
dello squalificato Bonizzi –. Siamo caduti dopo quattro vittorie
di fila perché la prestazione è stata altalenante. Nel conto va però
messa anche qualche ingenuità”.
La truppa ha ripreso ad allenarsi martedì, quando Ferla ha
ricordato a tutti che la società,
ovviamente molto soddisfatta
dei risultati sin qui raggiunti, sarebbe ben felice di vivere i playoff, quindi è indispensabile conservare la giusta concentrazione
per centrare un obiettivo insperato alla vigilia della stagione.
“I giochi si sono riaperti,
pertanto dovremo tornare a
in più dei lodigiani attualmente
primi, ma pareggiando solo una
volta a dispetto degli 8 segni “x”
ottenuti dal Real; i lodigiani hanno trovato continuità anche nel
girone d’andata.
Il Castelleone potrebbe fare un
grosso regalo ai boys di Pedrini
sconfiggendo la prima della classe
tra le mura amiche.
Non nuovo a imprese, il club
gialloblù guidato da Oscar Miglioli è alla ricerca di punti pesanti per
rimanere in zona playoff. Davanti
ha il Senna, che troverà sulla sua
strada il Montanaso.
Oriese e San Biagio sono pronte
ad approfittare di un passo falso
dei nostri, che con l’avvento del
nuovo mister hanno trovato continuità, equilibrio e risultati.
Chieve e Salvirola, nel turno
del 14 aprile, avevano ottenuto
due belle vittorie, rispettivamente
contro Polisportiva Sordio (annientata per 4-1 in trasferta) e Terranova 1992. Domani i salvirolesi
dovrebbero avere vita facile con il
Villatavazzano, ultimo anche se
non ancora rassegnato alla retrocessione diretta. A Forcati e soci,
invece, toccherà proprio il Terranova, formazione ostica.
LG
siamo rimasti senza centrocampo
o quasi. Ho perso alcune pedine
e inevitabilmente il gioco ne ha
risentito. Vedremo di risalire la china in quest’ultimo scorcio di ritorno, poi tireremo le somme”.
Il campionato è apertissimo
anche per quanto riguarda la promozione...
“Proprio così. Il Castelnuovo,
a -2 dalla vetta, con Romanengo
e Fornovo, che ha vinto la gara di
recupero con l’Oratorio Sabbioni,
è la più in forma, quindi l’Excelsior
non può rilassarsi, ma lo sa benissimo. L’undici di Franco Ogliari ha
vinto sette gare in rapida successione e ciò significa che ha mezzi.
Vedo un bel finale di stagione”.
Domani la capolista è attesa dal
Fontanella, data in salute anche se
ha quasi perso il carro playoff, su
cui è salito di prepotenza il Fornovo, che ospiterà la Scannabuese. Il
Castelnuovo andrà a far visita al
Palazzo Pignano, che ha bisogno
di muovere la classifica per evitare
gli spareggi-salvezza.
La Spinese ospiterà il San Paolo
Soncino e la Ripaltese il Trescore.
Tra le mura amiche anche la Montodinese, che per sperare nei playoff dovrà sempre vincere.
El
R��������-G��. F
Romanese-Casalbuttano
Acc. Sandonatese-Codogno
Pontirolese-Luisiana
Fara con Sola-Zanconti
Soresinese-Melegnano
Rudianese-Pagazzanese
Real Casal-Paullese
Casalmaiocco-Tribiano
0-1
3-3
2-1
0-2
3-0
0-1
3-1
1-5
C���������
Acc. Sandonatese 60; Soresinese 47;
Luisiana 45; Zanconti 45; Paullese
43; Csalbuttano 41; Tribiano 38; Rudianese 37; Codogno 35; Real Casal
35; Pontirolese 33; Pagazzanese 32;
Romanese 30; Fara con Sola 26;
Casalmaiocco 26; Melegnano 22
P������� �����
Tribiano-Acc. Sandonatese
Paullese-Rudianese
Casalbuttano-Casalmaiocco
Melegnano-Codogno
Luisiana-Fara con Sola
Soresinese-Pontirolese
Zanconti-Real Casal
Pagazzanese-Romanese
esprimerci com’è successo quasi
sempre, cioè ai massimi livelli”,
l’auspicio di Ferla che, intanto,
plaude all’Accademia Sandonatese, promossa matematicamente a tre giornate dall’epilogo:
“Non ha avuto rivali, è stata davvero brava. Gioca un bel calcio,
bisogna riconoscerlo”.
el
R��������-G��. H
Real Qcm-Casalpusterlengo 4-1
Real Pizzighett.-Castelleone 1-1
Pol. Sordio-Chieve
1-4
Montanaso-Offanenghese 1-4
C. S. Stefano-Or. Senna Lod. 2-3
Pro Marudo-Oriese
0-1
Salvirola-Terranova
1-0
S. Biagio-Villatavazzano
3-0
C���������
Real Qcm 53; Offanenghese 52;
Montanaso 49; Or. Senna Lod. 46;
Castelleone 42; Oriese 41; S. Biagio 40; Chieve 37; Salvirola 37;
Real Pizzighettone 33; Pol. Sordio
32; Terranova 31; C. S. Stefano 27;
Casalpusterlengo 27; Pro Marudo
24; Villatavazzano 22
P������� T����
Oriese-C. S. Stefano
Or. Senna Lod.-Montanaso
Pol. Sordio-Pro Marudo
Offanenghese-R. Pizzighettone
Castelleone-Real Qcm
Casalpusterlengo-S. Biagio
Villatavazzano-Salvirola
Chieve-Terranova
R��������-G��. I
Doverese-Fontanella
Palazzo P.-Fornovo
Romanengo-Monte Crem.
S. P. Soncino-Montodinese
Trescore-Or. Sabbioni
Pieranica-Ripaltese
Excelsior-Scannabuese
Castelnuovo-Spinese
1-1
1-4
2-0
0-4
0-2
1-0
2-1
5-0
C���������
Excelsior 56; Castelnuovo 54;
Scannabuese 52; Romanengo 49;
Fornovo 43; Montodinese 43;
Fontanella 41; Or. Sabbioni 39;
Pieranica 33; Monte Crem. 32;
S. Paolo Soncino 31; Palazzo P.
30; Doverese 26; Trescore 24;
Spinese 21; Ripaltese 19
P������� T����
Palazzo P.-Castelnuovo
Monte Crem.-Doverese
Fontanella-Excelsior
Montodinese-Pieranica
Or. Sabbioni-Romanengo
Spinese-S. Paolo Soncino
Fornovo-Scannabuese
Ripaltese-Trescore
Sport 39
SABATO 26 APRILE 2014
VOLLEY DIVISIONI PROVINCIALI: le partite
Q
uesta sera a Cicognolo la Conad Joy Volley Casalmaggiore potrebbe festeggiare con una giornata d’anticipo la promozione
diretta in serie D. Le casalasche di coach Vecchi, guidano la classifica di Prima Divisione con 56 punti, 4 in più delle dirette inseguitrici
e pertanto, a due giornate dal termine, un successo pieno in casa
della Fadigati, regalerebbe al team di Casalmaggiore la certezza della promozione nel torneo regionale indipendentemente dal risultato
delle dirette inseguitrici. Qualora dovesse fallire il “salto” oggi la Conad avrà un altro match point a disposizione giovedì nel derby casalingo con la Granarolo Cingia. Bisognerà, invece, attendere sino
alla fine dell’ultima giornata, in programma giovedì 1 maggio, per
conoscere la griglia delle quattro partecipanti ai playoff che dovranno designare la squadra che cercherà di strappare il lasciapassare per
la serie D nei successivi spareggi regionali.
A oggi alle spalle della capolista Conad troviamo la Rama Ostiano con 52 punti, che giocherà due gare casalinghe contro MgKvis
e la diretta concorrente Domus Agnadello attualmente quinta a
quota 50. Il terzo gradino del podio è invece occupato da Ricambi
Industriali Frassati Crema e Zoo Green Capergnanica. La Frassati
questa sera avrà uno scontro diretto con la Domus Agnadello, mentre giovedì chiuderà in casa della Fadigati. La Zoo Green Capergnanica sembrerebbe avere un calendario decisamente più agevole
dovendo affrontare questa sera in trasferta la già retrocessa Esperia
e giovedì 1 maggio il fanalino di coda Arcicoop Vaiano in casa. Potrebbe inserirsi ancora nel discorso spareggi la Rozzi Vescovato, che
occupa oggi la sesta posizione con 48 punti. Questa sera le vescovatine saranno di scena a Vaiano Cremasco mentre giovedì chiuderanno in casa con l’Esperia. Il programma della giornata odierna
sarà completato sa Segi Spino-Valetudo Monte e Trony Offanengo Granarolo, mentre le altre partite dell’ultimo turno di giovedì
1 maggio saranno MgKVis-Segi e Valetudo-Trony Offanengo. La
“poule promozione” del torneo di Seconda Divisione riprenderà
oggi il cammino con la disputa del quart’ultimo turno. Queste le
partite in programma: Crema Volley 2013-Idroblocchi, Cremona
Gronde-Italbimbi, San Luigi-Pallavolo Montodine e Gussola-Pallavolo Vailate. Solo l’Idroblocchi Bagnolo, attualmente terzo con
21 punti, tra le quattro squadre cremasche è in rimasto in corsa
per il passaggio nel massimo campionato provinciale. Per quanto
riguarda, invece, la “poule salvezza” il calendario della 11a giornata prevede: Bar Marty-Bcc Dovera e Postino (giocata mercoledì 23
aprile), Castelleone-Bcc Rivolta, Trony Pandino-Solarolo e EsperiaSoncino. Attualmente il girone è guidato dal Soncino con 25 punti,
seguito dal Bar Marty a 22 e quindi dalla Trony Pandino che, grazie
al successo per 3-1 (25-18, 25-22, 27-29, 25-17) sulla Bcc Dovera e
Postino nel posticipo di lunedì ha agguantato a quota 16 proprio il
Solarolo prossimo avversario delle pandinesi.
Junior
BOCCE: i risultati del Campionato Cremasco
L
a terna Guerrini-Visconti-Zagheno (Mcl Achille Grandi) nella
categoria A, la coppia Ferrari-Pandolfi (Bar Bocciodromo) nella
B, la terna Tagliaferri-Cazzaniga-Lucchetti (Bar Bocciodromo) nella C e l’individualista Samuele Oiraw (Mcl Achille Grandi) nella D
hanno vinto la seconda prova del Campionato Cremasco. Questa
competizione, organizzata dal Comitato cittadino di via Indipendenza, era valida per la selezione delle formazioni che parteciperanno
ai prossimi Campionati Regionali, che avranno luogo il 25 maggio
a Vigevano.
Tra i big, il trio della Grandi ha vinto battendo nella terzina finale i sergnanesi Salini-Manclossi-Vassalli e gli offanenghesi RupoMaccalli-Geroldi. Tra i cadetti, invece, la vittoria è andata al duo
Ferrari-Pandolfi che ha regolato gli offanenghesi Coti-Zelati-Pianta
e i pieranichesi Benzoni-Lotti. Nella categoria C, i tre alfieri del Bar
Bocciodromo hanno superato nel match conclusivo i pieranichesi
Tripepi-Degli Agosti-Lupo Pasini (12 a 10). Infine, nella categoria
D, Oiraw ha conquistato il pass per i Regionali a spese del compagno
di società Lorenzo Sponchioni (12 a 6) e del pieranichese Edoardo
Padovani (12 a 2).
Le classifiche finali sono state stilate dall’arbitro provinciale Francesco Lanzi e sono risultate le seguenti: Categoria A: 1) GuerriniVisconti-Zagheno (Mcl Achille Grandi), 2) Salini-Manclossi-Vassalli
(Sergnanese), 3) Rupo-Maccalli-Geroldi (Mcl Offanenghese). Categoria B: 1) Ferrari-Pandolfi (Bar Bocciodromo), 2) Benzoni-Lotti
(Pieranica), 3) Coti-Zelati-Pianta (Mcl Offanenghese). Categoria C:
1) Tagliaferri-Cazzaniga-Lucchetti (Bar Bocciodromo), 2) TripepiDegli Agosti-Lupo Pasini (Pieranica), 3) Testa-Todeselli-Vailati (Vis
Trescore), 4) Moioli-Gusmini-Sonzogni (Casiratese). Categoria D:
1) Samuele Oiraw (Mcl Achille Grandi), 2) Edoardo Padovani (Piedr
ranica), 3) Lorenzo Sponchioni (Mcl Achille Grandi).
CALCIO A 5: Videoton, pari alla prima playoff
P
areggio interno per Videoton nel primo match playoff,
appendice del campionato di Serie C1 di calcio a 5. Al
PalaToffetti, ieri sera, la formazione di casa, dopo essere
passata in vantaggio, si è vista raggiungere dalla Sangalli
Brembate. Ora il ritorno, il 30 aprile, in terra bergamasca.
Serve solo vincere. Un altro pareggio garantirebbe, infatti, il
passaggio del turno alla Sangalli che vanta una miglior posizione nella graduatoria conclusiva della regular season.
BASKET DNC
Erogasmet,
l’ora della verità
di TOMMASO GIPPONI
È
arrivato il giorno della verità per l’Erogasmet
Crema, che questa sera alle 21 debutterà nei
playoff di Divisione Nazionale C ospitando alla
Cremonesi di via Pandino il Milanotre Basiglio
in Gara 1 dei quarti di finale. Il secondo episodio
della serie è poi in programma per mercoledì 30
a Basiglio, sempre alle 21, mentre l’eventuale bella è schedulata per sabato prossimo 3 maggio di
nuovo a Crema, con lo stesso orario per la palla
a due. Ai playoff i biancorossi arrivano sull’onda di sette vittorie nelle ultime 8 gare di stagione
regolare, dimostrandosi la squadra più in forma
dell’ultimo periodo, con vittime illustri quali anche in trasferta la capolista Bergamo, poi comunque vincente e già direttamente promossa in Dnb.
Milanotre invece nelle ultime 8 giornate ha un bilancio di quattro vinte e altrettante perse, ma non
basta certo questo per dire che Crema ha la strada
spianata verso la semifinale.
Sarà una serie durissima, all’insegna dell’equilibrio, come peraltro è di 1-1 il bilancio in stagione
regolare tra le due formazioni.
All’andata in terra milanese vinse l’Erogasmet
in overtime, mentre al ritorno alla Cremonesi passò Milanotre con bell’autorità. Era però quello il
momento culmine del periodo negativo di Crema,
che da allora però ha cambiato decisamente passo. Sono stati ricreati nuovi equilibri all’interno
del gruppo, con la cessione di Bosio e l’arrivo del
cavallo di ritorno Rambaldi.
Ora la squadra dipende meno dalle prestazioni di un singolo giocatore, ma vince solo quando
tutti riescono a dare un contributo sostanziale.
PODISMO: gara a Spino
D
omani 27 aprile l’Avis comunale di Spino D’Adda organizza
l’ottava CamminAdda, gara con percorsi di km 8, 13, 20 o 30. La partenza di tutti i percorsi sarà tra le 7
e le 9, mentre per i percorsi di 8 e 13
km tra le 7 e le 10. Il contributo con
riconoscimento (la tortionata tipica
di Lodi) per i soci è di 4 euro e non
soci 4.50, mentre senza riconoscimento 2 euro oppure non soci 2.50.
Per informazioni e iscrizioni si può
telefonare ai numeri 0373.965987
oppure 338.6568441 (Carlo Brioschi), oppure scrivere alla e-mail
[email protected]
* Giovedì 1° maggio il GSR Ticengo, insieme all’amministrazione
comunale allla biblioteca hanno
organizzato la 42a Marcia 2 Mulini con percorsi di km 6, 12 o 18. Il
contributo con riconoscimento
(un gelato) è di 4 euro per i soci e
4.50 per i non soci, senza riconoscimento è di 2 euro e 2.50 per i
non soci. Meglio iscriversi entro
la sera del 30 aprile telefonando ai
numeri: 0374.71143 e 340.3509032
(Gianni), 338.5827212 (Andrea),
329.2170252 (Piera), 0374.71072
(Giusi) oppure [email protected]
I
Attacco quindi equilibratissimo ora per Crema,
da cui trae energia anche la difesa, che quando
è intensa e di squadra davvero mette in difficoltà
chiunque.
E sarà proprio a partire dalla prestazione difensiva che i biancorossi dovranno provare a costruire il proprio successo in questa serie, contro una
squadra che per punti segnati è risultata essere la
terza di tutta la regular season, essendo mediamente molto giovane e prediligendo quindi ritmi
molto alti.
Un altro fattore importante sarà quello dell’esperienza. In casa cremasca infatti ci sono tanti
giocatori che hanno diversi anni di sfide playoff
alle spalle anche a livelli superiori.
Fondamentale poi sarà soprattutto la partita di
stasera. In una serie al meglio delle tre partite la
vittoria in gara 1 dà un vantaggio anche psicologico davvero grandissimo. Crema ha comunque
ampiamente tutti i mezzi per far propria questa
serie, e anche per fare molta strada in questi playoff. Questo è un gruppo che era accreditato per
lottare per il vertice fino alla fine, e solo un ritardo
nel trovare la chimica ideale ha fatto concludere
la stagione regolare al quinto posto, avendo quindi il fattore campo favorevole eventualmente solo
per questa prima serie playoff.
Post season che come sempre, però, sarà un
campionato a parte.
I cremaschi si sono preparati bene sfruttando
anche il weekend di sosta pasquale e si presenteranno stasera con tutti gli effettivi a disposizione,
vogliosi di regalare al proprio pubblico (che non
mancherà certo per numero ed entusiasmo) la prima, si spera, di una lunga serie di gioie.
nizia domani il campionato
nazionale a squadre di serie
B maschile, che vede impegnato
anche il Tc Crema. Per la prima
giornata, il team cittadino sarà
in trasferta sui campi dell’Eurotennis Club di Cordenons.
Nella neopromossa formazione cremasca giocano Nicola Remedi (categoria 2.4), Alessandro
Pagani (2.5), Filippo Mora (2.6),
Michele Bonizzoni (2.7), Alessandro Coppini (2.8), Tommaso
Pietrarelli (3.1), Armando Zanotti (3.1) e Fabio Delfini (3.4).
L’impegno che attende il Tc
Crema è di quelli difficili, vista
la caratura dei tennisti friulani.
Il confronto avrà inizio alle ore
10 e sarà imperniato su quattro
incontri di singolare e due di
doppio. Domenica 4 maggio per
il team cremasco sarà giornata
di riposo, mentre l’11 è previsto
il debutto casalingo contro i romani dell’Eur Sporting Club. Il
18 maggio trasferta a Bologna,
seguita il 25 da quella a Sassari.
Chiuderanno le sfide del girone
eliminatorio due incontri casalinghi: l’1 giugno contro l’Anzio
e l’8 contro il Foligno. Playout
e playoff andranno in scena il
15, 22 e 29 giugno. Alla serie B
maschile sono iscritte 56 squadre divise in otto gironi da sette
squadre ciascuno. Le prime classificate di ogni girone, disputano
un incontro con formula andata
e ritorno per la promozione in
A2 contro le vincenti tra le seconde e le terze classificate. Le
quarte classificate giocano contro le quinte per la permanenza
in serie B; le perdenti di questo
incontro giocano contro le seste
classificate del girone. Le settime
classificate retrocedono direttamente in C.
dr
Ciclismo: ottimi risultati per i giovani corridori cremaschi
di TOMMASO GIPPONI
O
ttimi risultati per i giovani ciclisti cremaschi
nelle gare dello scorso weekend pasquale. È arrivata infatti anche la prima vittoria dalla categoria
esordienti, con Anselmo Francesconi dell’UC Cremasca nella volata conclusiva del 6° Trofeo Cooperativa Nazionale di Senago. Decisiva una fuga di 11
corridori, con Francesconi e anche l’altro cremasco
Paolo Rocco della Corbellini, purtroppo caduto
all’ultimo giro.
CICLISMO GIOVANISSIMI
Ottimo campo di partecipanti sabato scorso per il
5° Trofeo ‘Gs San Bassano’, magistralmente organizzato dall’Unione Ciclistica Cremasca, con ben 90
ragazzi al via. Grandi protagonisti sono stati i piccoli corridori cremaschi, che hanno saputo essere protagonisti in tutte e sei le categorie, con l’Imbalplast
Soncino che ha fatto sua sia la classifica a punti che
quella per il maggior numero di partenti, in entrambi
i casi precedento la Corbellini di Crespiatica. Nella
G1 ottimo secondo posto per Yann Siene della Madignanese), seguito da Stefano Ganini (Cremasca)
con quinto Gabriele Fornoni (Imbalplast). Il primo
successo dei nostri nella G2, con Gabriele Durelli
della Cremasca che si è messo alle spalle nell’ordine Giuseppe Grazioli (Madignanese), Nicolò Moriggia (Imbalplast) e Lorenzo Mussi (Cremasca).
Nella G3 invece
il primo sei successi dei soncinesi
dell’Imbalplast grazie a Mirko Coloberti (Imbalplast), col
compagno di colori
Marco Dadda quarto
seguito da Lorenzo
Celano (Cremasca).
Bis soncinese nella G4, dove è stata
addirittura doppietta Imbalplast con
nell’ordine Manuel
Mosconi e Luca Pollini, e l’altro soncinese Simone
Barbieri al quinto posto. In una combattuta G5 ottimo il secondo posto di Riccardo Tomasoni della
Madignanese, seguito tra gli altri in quinta piazza da
Matteo Bertesago (Imbalplast). Infine una combattutissima G6, risolta con lo sprint a due vincente di
Andrea Morandi dell’Imbalplast sul chievese Mattia Chiodo della Corbellini, con gli altri cremaschi
Davide Distasio (Imbalplast), Mattia Vanelli (Corbellini) e Gabriele Coloberti (Imbalplast) a seguire.
Per domattina invece l’Imbalplast proporrà presso lo
stadio comunale di Soncino una manifestazione tipo
sprint per giovanissimi.
tm
CALCIO: “Città di Crema”, ecco chi ha vinto!
GIORGIO ZUCCHELLI Direttore responsabile
Angelo Marazzi Coordinatore di direzione
TIRO CON L’ARCO: trasferta in Garfagnana
IN REDAZIONE
Gian Battista Longari (redattore editoriale)
Bruno Tiberi (redattore editoriale)
Mara Zanotti (redattore editoriale)
Registrazione del Tribunale di Crema n. 18 del 02-01-1965
L
unedì dell’Angelo in trasferta per gli arcieri della compagnia
Cremarchery che hanno disputato una gara 3D con il nuovo
regolamento a 24 piazzole nelle montagne della Garfagnana, presso il campo di Fivizzano. Ambientata nei boschi appenninici che
circondano il monastero quattrocentesco di Cerignano, i bersagli
rappresentati in questa modalità di gara da sagome di animali selvatici hanno impegnato non poco gli atleti cremaschi anche per l’atmosfera “selvatica” del campo di tiro, complice pure la situazione
meteorologica estremamente variabile. Soddisfazioni comunque
dalla classifica anche in questa occasione. Bottino completo per la
sezione giovanile che porta a casa l’oro con tutti i suoi atleti: Andrea Grassi nell’arco Compound Maschile Under 20 che vince con
377 punti, Yuri Bombelli anche lui sul gradino più alto nell’arco
Nudo Maschile Under 20 con 359 punti e Paola Natale anche lei
d’oro nell’arco Compound Femminile Under 20 che tocca quota
322 punti.
Nelle categorie Over 20, Antonio Zaniboni nell’arco Compound
si ferma a un soffio dal podio, conquistando la quarta posizione con
478 punti, seguito a poche posizioni di distanza da Giancarlo Cividati a 415 punti e Danilo Pedrinazzi con 410 punti; da segnalare
l’esordio in gara di Andrea Natale che raccoglie 352 punti. Grande
soddisfazione per Gianni Grassi che nell’arco Nudo riesce a stabilire il suo nuovo personale a ben 398 punti. Adesso gli arcieri del
Cremarchery si preparano a ospitare domani 27 aprile il primo dei
due 3D in programma sul campo della Pierina.
TENNIS: inizia la B
Direzione, redazione e amministrazione: via Goldaniga 2/A - 26013 Crema
Tel. 0373 256350 - Fax 0373 257136
Posta elettronica: [email protected]
C.C. postale 10.35.1260 - CCIAA Cremona 119560
G
rande successo, nonostante il ‘meteo ballerino’, per il torneo di calcio
Città di Crema, giunto alla 44esima edizione e intitolato da quattro
anni anche a Giuseppe Merico e Rosolo Paiardi. Gli organizzatori dell’Albacrema si sono letteralmente ‘fatti in quattro’ per la buona riuscita della
manifestazione. Le qualificazioni si sono disputate al campo Dossena il
sabato di Pasqua, le semifinali domenica al Voltini, mentre a Pasquetta il
maltempo ha costretto dapprima a trasferirsi tutti presso il Bertolotti e poi
a ritornare al Voltini quando nel pomeriggio finalmente il cielo si è rischiarato. Questi, dunque, i risultati del torneo che ha visto coinvolte ben 31
società sportive per un totale di 45 formazioni: per quanto riguarda i Piccoli
Amici 2006/07 a trionfare è stato il Castelleone; la Pro Sesto ha fatto il bis
risultando prima sia nei Pulcini 2005, sia nei Pulcini 2004 dove la vincente
è stata sorteggiata con il tiro della monetina. Nei Pulcini 2003 invece la
meglio l’ha avuta la compagine dell’Oratorio Sabbioni. Infine per quanto
riguarda l’attesissimo mini torneo fra le squadre dei Pulcini 2004 Professionisti, a farla da padrone è stato il Milan (nella foto) che ha superato in finale
l’Atalanta. Terza l’Inter.
Progetto grafico: Il Nuovo Torrazzo
Tipografia: Industria Grafica Editoriale Pizzorni, via Castelleone 152 Cremona Tel. 0372 471004 - 471008 Fax 0372 471175
Membro della FISC
Federazione Italiana
Settimanali Cattolici
Associato all’USPI
Unione Stampa
Periodica Italiana
Abbonamento 2014: anno euro 42, semestre euro 26
Pubblicità: uffici Il Nuovo Torrazzo via Goldaniga 2/A Crema Tel. 0373 256350
Fax 0373 257136 e-mail: [email protected]
www.ilnuovotorrazzo.it
U.P. Uggeri Pubblicità srl corso XX Settembre 18 Cremona Tel. 0372 20586 Fax
0372 26610 e-mail: [email protected] - sito: www.uggeripubblicita.it
Manoscritti e fotografie non richiesti dalla direzione, anche se non pubblicati, non vengono
restituiti. La direzione si riserva di condensare le lettere che a suo giudizio risultassero troppo
lunghe o di interesse non generale. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente qualsiasi inserzione anche pubblicitaria non consona all’indirizzo del giornale.
La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 90 n. 250
40
SABATO 26 APRILE 2014
ARTIGIANATO
Libera Associazione
Artigiani
Supplemento gratuito n. 16 a Il Nuovo Torrazzo n. 18 del
26 aprile 2014
POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE
D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46)
ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA
GIORNALE LOCALE ROC
E-mail: [email protected] - Queste pagine anche su Internet: http://www.liberartigiani.it
Ma c’è chi vorrebbe cancellare le associazioni di categoria
Perché fidarsi della Libera artigiani
Confidi, contributi, formazione a costi competitivi. E, a breve, anche il lavoro.
In questi momenti di crisi, c’è chi
sta mettendo in discussione la validità delle associazioni di categoria, alle quali sono iscritti milioni
di imprenditori. Basti pensare, per
esempio, che Rete Imprese Italia la quale associa Casartigiani, Cna,
Confartigianato, Confcommercio
e Confesercenti - rappresenta oltre
due milioni di imprese (almeno il
50% del totale delle aziende italiane), mentre a Crema e nel Cremasco, con i suoi 2mila associati. la
Libera artigiani è l’associazione più
rappresentativa della micro e piccola azienda.
E’ preferibile, dunque, chiudere queste organizzazioni che rappresentano più mestieri lasciando
che un artigiano se la sbrighi da
solo? Lo abbiamo chiesto a Marco Bressanelli e a Giuseppe Zucchetti, rispettivamente presidente
e segretario della Libera artigiani,
un’organizzazione nata 61 anni fa,
esattamente il 23 maggio del 1953
quando, dopo la seconda guerra
mondiale, anche Crema e il Cremasco iniziavano il loro faticoso
percorso di ricostruzione che ha
avuto come protagonisti gli artigiani e la loro principale associazione
territoriale.
«Tornando allo spirito di 60 anni
fa» dicono, «non si può dimenticare che la Libera artigiani si assunse
da subito la responsabilità di essere un valido supporto alla crescita
delle imprese. Anche allora erano
tempi terribili, come quelli attuali,
ma i micro e piccoli imprenditori
riuscirono a superarli grazie a flessibilità e tenacia. Oggi, però, a differenza di quel periodo antecedente
gli anni del «miracolo economico»,
per un artigiano è più difficile stare
sul mercato da solo».
Che cosa gli serve?
«Deve investire in innovazione,
formazione e tecnologia e puntare all’estero; ma per riuscirci deve
poter contare su una associazione
diretta da titolari d’azienda come
lui e di fare rete con altre realtà
imprenditoriali, pur mantenendo
la propria autonomia decisionale.
Chi può rendere, infatti, la vita più
Da sinistra: Marco Bressanelli e Giuseppe Zucchetti, rispettivamente presidente e segretario della Libera artigiani di Crema.
facile a un artigiano se non un’organizzazione che conta 60 anni di
storia come la nostra? In caso contrario, a vincere saranno i forconi,
cioè gruppi che spargono benzina
in modo irresponsabile sull’esasperazione popolare».
Le associazioni di categoria, invece?
«Sono di supporto e di sostegno
soprattutto alle imprese di piccola dimensione. Parliamoci chiaro:
quanti micro imprenditori riuscirebbero oggi ad avere credito
dalle banche senza le garanzie dei
Confidi artigiani? Quanti saprebbero ottenere, in tempo reale, le
informazioni di cui necessitano
per fare business, ottenere un’assistenza effettiva per richiedere e
ottenere contributi regionali, nazionali e comunitari, partecipare
a corsi strategici di formazione a
prezzi competitivi, l’essere dentro
in organizzazioni nazionali di categoria per diventare professionisti
eccellenti sui mercati come sta suc-
cedendo con l’Evo agli idraulici più
evoluti del Cremasco? E chi si sta
battendo con forza, a favore degli
artigiani, contro una burocrazia
inefficiente, un fisco eccessivo, la
mancanza di liquidità dovuta anche ai tempi biblici dei pagamenti.
E abbiamo citato solo alcuni esempi. Visibili».
Ci sono anche quelli meno percepibili?
«Certamente. Le associazioni di
categoria come la Libera sono anche espressione di democrazia al
proprio interno: sono gli artigianisoci, infatti, a votare i loro rappresentanti di categoria e sono questi
che eleggono i dirigenti dell’associazione. E tutti lavorano gratis per
la Libera artigiani».
In poche parole…
«A differenza di altri, noi siamo
un’aggregazione di piccoli imprenditori che hanno una storia e una
tradizione alle spalle, e sanno bene
di rappresentare un futuro importante per l’Italia. Continuiamo,
inoltre, a svolgere bene il nostro
compito sociale di rappresentanza
d’interessi economici importanti
e di forte equilibrio in una società che è scossa da grandi tensioni.
Questi sono ruoli che ci assumiamo, ma che pochi conoscono».
Ma c’è un’altra percezione. Ed
è questa: di solito le associazioni
di categoria sono più conosciute e
utilizzate per servizi quali la tenuta della contabilità, la consulenza fiscale, finanziaria, del lavoro,
assicurativa e di avvio attività, e
per il disbrigo degli adempimenti
burocratico-amministrativi. Con
ogni probabilità, oggi le aziende chiedono altri tipi di servizi a
maggior valore aggiunto alle loro
associazioni.
«E’ vero: fino a qualche anno fa,
il rapporto del micro e piccolo imprenditore con l’associazione di categoria era più che altro di ordine
burocratico. La maggioranza degli
imprenditori associati si limitava,
infatti, a portare negli uffici dell’as-
sociazione le fatture per la tenuta
della contabilità. E’ un settore che
seguiamo ancora oggi perché grazie
a 60 anni di esperienza, il lavoratore
autonomo può sempre contare sulla Libera artigiani se gli serve una
fattiva consulenza nell’area delle
paghe e della contabilità, della dichiarazione dei redditi, del contenzioso fiscale e tributario. Ma siamo
anche dei consulenti di provata
professionalità in materia del lavoro, di organizzazione aziendale,
legale e assicurativa. Così come
siamo esperti nell’assistenza tecnica
sui temi della sicurezza e dell’igiene, dell’ecologia e dell’ambiente, di
organizzazione aziendale, legale e
assicurativa. Tutte queste questioni
sopra citate, sono importanti per le
aziende».
La domanda è: sono sufficienti queste competenze per aiutare
gli artigiani a reggere le sfide dei
mercati?
«La risposta è di no. Ed è per questo che la Libera artigiani oggi è un
grado di organizzare e gestire corsi
importanti nel campo della formazione e riqualificazione, di supportare chi vuole costruire il proprio
business all’estero, di garantire i
crediti delle banche alle imprese, di
canalizzare alle aziende artigiane i
fondi emanati da regione Lombardia e dalla Camera di commercio.
Ma non è finita.»
Cioè?
«Stiamo lavorando per portare
aziende nel nostro territorio che
diano lavoro ai nostri artigiani e
creino occupazione. E, a breve, ci
riusciremo. Il nostro motto è diventato questo: portare a casa risultati
tangibili. In tutti i campi: credito alle
aziende, supporto all’internazionalizzazione, reti d’impresa, nuove
infrastrutture viarie, attrattività del
nostro territorio per l’arrivo di imprese innovative, formazione, istruzione professionale, partecipazione
degli artigiani cremaschi a Expo
2015, realizzazione della banda larga, sportello unico per le imprese.
E’ tempo di portare a casa risultati
concreti. Anche battendo i pugni
sul tavolo, se serve per il lavoro e
l’occupazione».
La TUA IMPRESA è al centro delle attenzioni
A NE
R
BE AZIO NI
I
L I IA to
OC TIG daca
S
AS AR o sin
u
il t
ZI
I
RV
SE enze
TO nsul
A
AN ue co che
I
IG le t ecifi
T
p
AR per s
SA e
E
n
PR azio line
M
TI form e on
R
A r la ale
n
pe izio
d
tra
ria
I
a
i
D
FI nanz lato
T
o
AR a fi gev
z
en ito a
t
s
ssi ed
l’a il cr
e
SA ante
A
E ost
TO a e c ti
A
N ert ona
O
R esp nsi
T
PA ano r i pe
a m pe
n
u
2 SABATO 26 APRILE 2014
ARTIGIANATO - LIBERA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI
IL NUOVO
Arrivano gli 80 euro in busta paga
Cosa bisogna sapere su Irpef, Irap, investimenti, pagamenti della Pa.
Arrivano gli 80 euro nelle buste
paga di 10 milioni di lavoratori dipendenti: il decreto legge è stato
approvato dal governo. Il premier
Matteo Renzi: «Smentiti i gufi».
Niente sconti sotto gli 8mila euro
di reddito; incapienti e partite Iva
saranno oggetto di un prossimo
provvedimento. Tra le altre misure, sale il prelievo sulle quote Bankitalia: per le banche conto da 1,8
miliardi. L’aliquota sulle rendite
finanziarie (BoT esclusi) salirà al
26% da luglio. Per i dirigenti della Pubblica amministrazione, tetto unico sugli stipendi a 240mila
euro. Ma andiamo con odine: ecco
le principali misure previste nel
decreto del governo (sul prossimo
numero chiederemo ai componenti il direttivo dell’associazione
un parere su queste misure varate
dal governo).
Da maggio 80 euro in busta
paga. Ottanta euro in più al mese,
a partire da maggio, per i circa sei
milioni di lavoratori dipendenti
con un reddito che si attesta tra i
16mila e i 24mila euro l’anno. È
quanto prevede il decreto legge
approvato dal governo. Agli altri
lavoratori dipendenti viene riconosciuto un bonus pari al 4% del
reddito complessivo se la dichiarazione si ferma sotto quota 16mila
euro all’anno. Il bonus diminuisce
in via proporzionale per chi guadagna poco più di 24mila euro.
Taglio Irap del 10%. «Confermiamo il taglio del 10% dell’Irap
attraverso una misura strutturale per le aziende» ha detto Renzi. L’aliquota principale dell’Irap
scenderà dal 3,9% al 3,5%. Il beneficio finanziario per le imprese
nell’anno 2014 è pari a 700 milioni.
Beni e servizi Pa: risparmi per
2,1 miliardi. Recuperare 2,1 miliardi nel 2014 (e altri 5 miliardi nel
2015). È il target nello schema delle coperture indicato dal Governo
per il settore degli acquisti di beni
e servizi della pubblica amministrazione. Un traguardo da tagliare
con un’operazione che non prevede
riferimenti espliciti alla sanità ma
fissa obiettivi di risparmio precisi
per Stato, Regioni ed enti locali dai
quali sono attesi quest’anno 700
milioni a testa. E nel caso in cui le
misure di razionalizzazione non
dovessero essere definite entro i 60
giorni successivi all’entrata in vigore del decreto taglia-cuneo fiscale,
scatterà automaticamente un taglio
lineare d’importo equivalente per
mano del commissario straordinario alla “spending”, Carlo Cottarelli. Il tutto tenendo conto dei costi
standard e quindi con una probabile ricaduta sulla sanità, almeno
per quel che riguarda le forniture
di regioni ed enti locali.
Sbloccati 8 miliardi di debiti
Pa. Annunciato dal premier un
ulteriore «sblocco nei pagamenti
dei debiti della Pa» da «8 miliardi». Inoltre viene istituito il meccanismo che agevola la cessione del
credito delle imprese agli istituti finanziari, grazie a una garanzia dello Stato e al ruolo di Cassa Depositi
e Prestiti.
Rendite, imposta sale al 26%.
Passa dal 20 al 26% l’aliquota sulle
rendite finanziarie con l’esclusione
dei titoli di Stato. Obiettivo: coprire il taglio Irap per le imprese.
Dirigenti Pa: tetto a 240mila
euro. Confermato il «tetto di 240
mila euro insormontabile per i
dirigenti della pubblica amministrazione». Una norma ribattezzata «norma Olivetti», che richiama
il «grande principio sacrosanto
secondo cui in un’azienda nessuno può guadagnare 10 volte più
dell’ultimo lavoratore».
Matteo Renzi, premier. Suo è il decreto sul credito per i dipendenti.
Massimo 5 auto blu a ministero. «Ogni ministero potrà poi avere al massimo 5 auto blu. Questo
vuol dire che i sottosegretari vanno a piedi» ha detto Renzi.
Online spese enti o taglio trasferimenti. «Tutte le spese degli
enti locali e anche di quelli centrali
saranno online entro 60 giorni» ha
annunciato Renzi, spiegando: «La
previsione di legge già c’era, ma
non era sanzionata. Ora se il singolo comune non mi dà tutti i dati,
noi riduciamo i trasferimenti».
Con il decreto Irpef «inizia il percorso di aggregazione dei centri di
costo che ora sono 32.000. Vogliamo arrivare a 40-50 in un anno»
ha commentato Renzi.
Imposta quote Bankitalia sale
al 26%. Tra le principali coperture, confermata l’imposta fiscale
sulla rivalutazione delle quote di
Bankitalia sale dal 12 al 26%. Una
Mi stavi aspettando!
È stata dura lo so
ma ora sono arrivata
misura che dovrebbe fruttare 1,8
miliardi alle casse dello Stato.
Difesa: taglio di 400 milioni.
Tra le coperture, «la Difesa contribuisce per 400 milioni di euro,
di cui 150 con lo spostamento del
programma dei cacciabombardieri F35». I ministeri concorrono
alla copertura del bonus Irpef «con
200 milioni di euro in più rispetto
a tagli già fatti».
Province: 100 milioni di risparmio. La stima «molto bassa e
molto prudente» della cancellazione delle Province è di 100 milioni
per l’addio a indennità e gettoni.
Proventi dalla lotta all’evasione. «Dalla lotta all’evasione fiscale
in questi primi tre mesi abbiamo
raccolto 300 milioni di euro. Sono
già certificati» ha detto il presidente del consiglio. Il governo intende
rafforzare la lotta all’evasione realizzando, anche su indicazioni del-
le Camere - cui presenterà entro
60 giorni dall’entrata in vigore del
decreto un rapporto di monitoraggio - un programma di ulteriori
misure ed interventi di prevenzione e di contrasto e allo scopo
di conseguire nell’anno 2015 un
incremento di almeno 2 miliardi
di euro di entrate rispetto a quelle
ottenute nell’anno 2013.
Via obbligo pubblicazione
bandi su quotidiani. È previsto un ulteriore incremento della
digitalizzazione della macchina
pubblica, con 100 milioni di euro
di risparmi, e con l’anticipazione dell’obbligo per la fatturazione
elettronica e la pubblicazione telematica di avvisi e bandi di gara.
Con la spending review vengono
abolite le tariffe postali agevolate
per i partiti durante la campagna
elettorale. Una misura che vale 10
milioni di risparmi.
Da Rai, risparmi per 150 milioni. Anche la Rai è coinvolta nella spending review. «È chiamata
a concorrere al risanamento con
150 milioni di euro, è autorizzata a
vendere Rai Way e riorganizzare le
sedi regionali, ma deciderà lei che
cosa fare».
Taglio municipalizzate, da
8.000 a mille. «Sfoltire e semplificare» le municipalizzate, «passando da 8.000 a 1.000 aziende partecipate» è un altro degli obiettivi del
decreto.
Organi costituzionali: - 50
milioni. Per l’anno 2014 si prevede una spending review da parte
degli organi costituzionali (presidenza della Repubblica, Camera
dei Deputati, Senato della Repubblica, Corte Costituzionale) per
50 milioni di euro. In attesa della
Riforma costituzionale. Per il Cnel
è previsto nel 2014 un minor stanziamento di 5 milioni di euro.
WWW.SUCCESSIONICREMA.IT
Piazza Garibaldi 53 Crema
Pratiche di Successione
Maccalli Gianpietro - Dr.ssa Calegari Alessandra
Tel/Fax 0373 83100 - [email protected]
PASTICCERIA
La Treccia d’Oro
Cav. Vittorio Maccalli
Crema · piazza Garibaldi, 77 Tel. 0373.257.643
TIPICO
ARTIGIANALE
CREMASCO
Nuova
1.500 c.c Bz/Gpl
L’auto ke non c’era
presentando questa pagina un pieno di GPL
all’acquisto per te IN OMAGGIO
MADIGNANO
Via Oriolo, 1
vicino al
Dal 1987 una squadra, uno scopo... IL CLIENTE SODDISFATTO!
Tel. 0373·658833-438040
· CARPENTERIA IN FERRO E INOX
· SERRAMENTI E FACCIATE CONTINUE IN ALLUMINIO
· PORTONI, CANCELLI E CANCELLATE
· SEMILAVORATI A MISURA E TENSOSTRUTTURE
preventivi e consulenze gratuite
VIA DELL’ARTIGIANATO, 15 - ZONA P.I.P. - MONTODINE (CR) ☎ 0373 66274  0373 668021
e-mail: [email protected]
ARTIGIANATO - LIBERA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI
TORRAZZO
SABATO 26 APRILE 2014
3
«Evo»: per i cremaschi, ha parlato Doldi. Un albero per ogni caldaia sostituita
Convention idraulici, è un successo
Gianpaolo Doldi, responsabile della categoria idraulici e termotecnici della Libera artigiani
Si è svolta con successo il 21
marzo scorso, in Fiera a MilanoRho, all’«Mce 2014» (acronimo di
«Mostra convegno expocomfort»),
la manifestazione strategica per gli
idraulici e termotecnici anche del
nostro territorio: c’è stata, cioè, la
prima convention nazionale degli
idraulici evoluti e in continua evoluzione riuniti nella «Casa di Evo»,
ideata e organizzata esclusivamente
dagli stessi idraulici delle - per ora
- otto associazioni non a scopo di
lucro, sparse in tutta Italia (tra cui,
appunto, la Libera artigiani di Crema).
Questa convention è servita da
importante trampolino di lancio di
«Evo», e sarà l’inizio di un percorso
di collaborazione tra le varie associazioni che vogliono rivalutare la
figura degli idraulici, categoria da
troppo tempo divisa, ma con una
grande voglia di tornare a riorganizzarsi, complici il periodo di crisi
e la consapevolezza che solo l’unione tra idraulici-installatori-manu-
tentori e progettisti può mettere in
risalto l’importante ruolo di questa
filiera produttiva, nella quale operano gli idraulici.
C’erano oltre 150 persone al convegno milanese che è stato supportato dagli sponsor, rappresentati dai
costruttori degli impianti idrotermosanitari, dei sistemi di climatizzazione e delle energie rinnovabili
che continuano a investire in innovazione e tecnologia offrendole a
un pubblico evoluto di installatori e
progettisti alla ricerca di sistemi in
grado di assicurare alte performance e bassi consumi energetici.
Ed è proprio questo che chiedono
i moderni idraulici: coniugare l’incremento del fatturato e degli utili
con l’aggiornamento professionale,
l’innovazione e lo sviluppo, ma anche cogliere nuove relazioni tra di
loro per trovare ulteriori opportunità di crescita. Nel convegno sono
state, infatti, raccontate belle storie
di idraulici, un tempo concorrenti e
«quasi nemici», che si sono trasfor-
mati «in veri amici» capaci di ideare
rapporti di business dopo un fruttuoso scambio di idee e proposte.
Gli obiettivi concreti di «Evo» li
aveva spiegati Gianpaolo Doldi,
responsabile per la Libera artigiani
della categoria degli idraulici e termotecnici, prima di partecipare alla
prima convention nazionale degli
idraulici. «Evo potrà servire a tante finalità» aveva detto. «Fra queste,
per esempio, fare sinergia tra le associazioni per riqualificare l’immagine dell’idraulico nei confronti del
mercato, sia civile che industriale;
dobbiamo, insomma, essere più visibili e la prima convention alla Fiera di Milano servirà anche a questo.
Un altro traguardo sarà quello di
incrementare la nostra formazione tecnica coinvolgendo enti che,
attraverso corsi appositi per gli
imprenditori e il personale, ci potranno fornire gli aggiornamenti
normativi e la documentazione
tecnica di nuovi impianti. Corsi
che verranno svolti, ovviamente, in
sinergia con le associazioni legate a
Evo. In sintesi, l’obiettivo finale sarà
quello di rivalutare l’idraulico dal
punto di vista tecnico e della sua
vita lavorativa».
Il convegno alla Fiera di Milano non ha disatteso le aspettative.
Doldi, invitato al microfono, ha
spiegato che cosa è la Libera artigiani di Crema («una struttura che
rappresenta tutti gli artigiani, di cui
gli idraulici sono una branca importante»). L’essere diventati soci di
Evo, ha rivitalizzato le energie che
stavano scemando in questo momento particolare di crisi sul mercato. L’idraulico si è quasi rinchiuso
nei suoi problemi personali. L’essere
stati coinvolti in corsa, illustrandoci
i propositi di Evo, è stato rivitalizzante per noi: c’è stata, infatti, la scoperta che siamo, noi idraulici, una
comunità in grado, collaborando
PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE APPARECCHI A PRESSIONE - PACKAGE PREMONTATI
Cremosano - via dei Tigli, 3/A - Tel. 0373 273003 - Fax 0373 274367
proprietario che l’ha sostituita con
un prodotto più efficiente dal punto di vista ambientale e dei consumi. L’altra iniziativa, ancora in fase
embrionale è questa: approfondire
dal punto di vista legale se è possibile fornire a «Evo» un peso maggiore a livello istituzionale, ma è un
tema delicato e complesso nelle sue
varie implicazioni.
IL GRUPPO ANZIANI DELLA
LIBERA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI
DI CREMA
Organizza per il giorno
25 MAGGIO 2014
UNA GITA A TRIESTE
PROGRAMMA:
ORE 5.00 PARTENZA DA PANDINO;
ORE 5.30 PARTENZA DA CREMA
dal piazzale davanti la sede dell’Associazione in via G.Di Vittorio n. 36;
ORE 10.00 ARRIVO A TRIESTE
incontro con la guida e visita della città;
ORE 13.00 PRANZO PRESSO IL RISTORANE “LA MARINELLA”;
ORE 15.00 PARTENZA PER VISITA AL “CASTELLO DI MIRAMARE”;
ORE 17.00 PARTENZA PER “REDIPUGLIA”;
ORE 18.00 PARTENZA PER CREMA
Arrivo previsto a crema ore 22.00
SI PREGA DI MUNIRSI DI UN DOCUMENTO D’IDENTITA’
COSTO: 45 € a persona
PRENOTAZIONI PRESSO UFFICIO PATRONATO
LIBERA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI ALLO 0373207219
“ ABITI
Oltre 50 anni di esperienza
DAL 1956
insieme, di diventare sempre migliori professionisti al servizio dei
clienti e di avere una vita migliore».
Un discorso, quello di Doldi, che
è stato applaudito dai colleghi. Programmi immediati? Uno è sicuramente vincente dal punto di vista
mediatico: l’idraulico si impegna a
piantare un albero, per ogni vecchia
caldaia dimessa, con il nome del
DA LAVORO ”
medicale, alberghiero, scolastico
CRESPIATICO MARINO DOMENICO
IMPIANTI ELETTRICI - CIVILI - INDUSTRIALI - TECNOLOGICI
IMPIANTI FOTOVOLTAICI - MONITORAGGI ENERGETICI
MANUTENZIONE ED ASSISTENZE PROGRAMMATE
BAGNOLO CREMASCO (CR)
Certificazione SOA-OS30 di 2° Livello
Via delle Industrie, 18
Tel. 0373 648043
Cell. 335 5331954 - Cell. 335 7721748
[email protected]
www.crespiaticoimpiantielettrici.it
PIANETA
Motorizzazione Cancelli
Assistenza Autorizzata
BICI
di Stefano
Pasquini
RIPARAZIONI DI OGNI TIPO
Rivenditore
www.bicimoon.it
COSTRUISCE
BICI SU MISURA
MOON
via Primo Maggio, 8 - BAGNOLO CREMASCO (CR)
Tel./Fax 0373 234112 -E-mail: [email protected]
Prossima aper tura NUOVO PUNTO VENDITA A BAGNOLO
PER TRASFERIMENTO
via Macello, 40 - CREMA - Tel. 0373 82295
4 SABATO 26 APRILE 2014
ARTIGIANATO - LIBERA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI
IL NUOVO TORRAZZO
Categoria «Arti, mestieri e attività varie»: rappresenta 100 aziende circa. I problemi
«Credito, insoluti, burocrazia»
I responsabili sono due: Samuele Vailati e Stefano Pasquini. Ecco chi sono e che cosa fanno.
Stefano Pasquini: le sue bici, fatte a mano, sono vendute anche in Australia.
Una categoria di grande importanza per la Libera artigiani di Crema è
quella denominata «Arti, mestieri e
attività varie». Raccoglie, al proprio
interno, un centinaio di aziende e
molte professionalità che vanno, tanto
per fare alcuni esempi, dal calzolaio
al “ciclista” come si chiama da noi chi
vende e ripara le bici, dal lattoniere
all’elettrauto, dal tipografo al consulente della sicurezza. All’interno di
questi mestieri, poi, ci sono particolari specializzazioni: per esempio, c’è
una differenza tra il rivenditore tradizionale di biciclette e chi le sa costruire a mano.
Stiamo parlando di una categoria,
insomma, nella quale la competenza,
la professionalità e la creatività possono raggiungere altissimi livelli. I responsabili sono due e fanno parte del
Consiglio direttivo della Libera: Sa-
muele Vailati (che è anche membro
della giunta dell’associazione) e Stefano Pasquini. Sono loro che portano
le esigenze e le problematiche dei vari
settori all’attenzione del Consiglio che
si riunisce con un’assidua frequenza.
«Approfondiamo e ci impegniamo a
trovare le soluzioni alle difficoltà in
cui si dibattono gli associati alla nostra categoria. Gli scogli sono gli stessi contro i quali rischiano di cozzare
tutti gli artigiani: come accedere al
credito, come recuperare gli insoluti,
come superare le trappole create dalla
burocrazia». Oltre a questo ci sono
le informazioni sulle normative che
vengono trasmesse ai soci attraverso
e-mail, o per telefono. O ancora si organizzano corsi di formazione che interessano molteplici comparti come la
sicurezza nei luoghi di lavoro.
Due imprenditori che si sono di-
mostrati innovativi. Titolare della
SSL Consulting, di Samuele Vailati si
è parlato anche ultimamente perché
la sua azienda, leader nel settore della sicurezza sul lavoro, ha stretto un
rapporto di collaborazione con un’altra impresa leader nel comparto della
vendita e dell’assistenza dei mezzi e
impianti antincendio e antinfortunistica: la Seprin Sas. Dal settembre
scorso, infatti, hanno unito le rispettive competenze e risorse per offrire ad
aziende e professionisti le conoscenze,
i servizi e gli strumenti necessari per
lavorare in serenità.
Con questa alleanza, SSL Consulting e Seprin si sono proposti l’obiettivo di servire ancora meglio i clienti
a costi competitivi in diversi settori:
impianti e mezzi antincendio, sicurezza sul lavoro, medicina del lavoro,
corsi di formazione specifici, analisi
ambientali, certificazioni della qualità
anche in campo agroalimentare. Una
scelta, quella delle due aziende, che
va nella giusta direzione perché gli
imprenditori si rendono sempre più
conto che i mercati nei quali operano
sono diventati molto complessi, articolati e la concorrenza, solo rispetto a
qualche anno fa, si è fatta aggressiva.
Che fare, allora? Due sono le soluzioni. La prima: non far niente, sperando
erroneamente che la situazione migliori. La seconda: passare dal modello competitivo al modello collaborativo tra aziende.
Stefano Pasquini ha vinto il premio
di «Mastro Artigiano», un corcorso
organizzato da «Bici Sport» e «Cicloturismo», quale miglior meccanico:
La soluzione specifica
per Artigiani e Micro Imprese
� PREVENTIVI -DDT - FATTURE - EFFETTI
MAGAZZINO
� INVIO DOCUMENTI VIA E-MAIL
� SCADENZIARIO E PRIMA NOTA
� POSSIBILITÀ DI PASSARE I DATI ALLA
LIBERA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI
IL TUTTO A EURO 20 MENSILI
concessionario
Libera Associazione
Artigiani di Crema
CREMA ☎ 0373.202796
www.ecosystemsrl.com
Marco Lapris (Seprin) a sinistra, con Samuele Vailati (presidente SSL Consulting Srl).
è risultato, infatti, vincitore in Lombardia e si è piazzato al terzo posto
in Italia. Pasquini ha iniziato facendo il meccanico dei campioni ai Giri
d’Italia, ai Tour de France, alle Vuelta
spagnole e alle memorabili corse in
Belgio. Poi, alla nascita della figlia, ha
scelto di abbandonare il mondo delle
corse che lo portava lontano da casa,
e in giro per l’Europa, e ha aperto un
suo negozio a Bagnolo Cremasco che
ha chiamato «Pianeta Bici».
Che cosa ha di particolare Stefano
Pasquini? Questo: non è il tradizionale venditore di due ruote, e se le vende si tratta di brand rinomati come
le Atala. No, lui le bici le costruisce a
mano, mettendo in moto così tutto un
mondo dell’indotto formato da piccoli artigiani, ma anche di importanti
aziende (le verniciature, per esempio,
vengono eseguite con prodotti Cu-
stom). Lui costruisce i telai su misura,
personalizzati sull’acquirente, e poi li
arricchisce di tutti gli allestimenti necessari. Ogni sua bici è un’opera unica.
Una creazione. Secondo i desideri e la
fantasia dei clienti.
Ed ecco la sua seconda caratteristica innovativa: Pasquini ha cominciato
a vendere le sue bici anche all’estero, e
una ventina sono già state acquistate
in Australia; è solo l’inizio di una strada che porta all’internazionalizzazione. La terza caratteristica innovativa:
questo artigiano sta depositando il
brevetto di un nuovo modello di bicicletta con trasmissione a cinghia.
In queste pratiche tecniche e burocratiche è assistito dalla Libera artigiani di Crema che ha le adeguate
competenze per supportare gli artigiani che vanno alla conquista di nuovi mercati.
DOMANI 27 APRILE PAPA FRANCESCO PROCLAMA SANTI
PAPA
GIOVANNI XXIII
PAPA
GIOVANNI PAOLO II
Supplemento gratuito n. 17 a Il Nuovo Torrazzo n. 18 del 26 aprile 2014 - POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE D.L. 353/2003
(CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA GIORNALE LOCALE ROC
PER LA SICUREZZA DEL FABBRICATO
E DEI TUOI BENI CONTRO I DANNI
DA FURTO, RAPINA E SCIPPO,
LA SICUREZZA DEL FABBRICATO PER LA PER SICUREZZA DEL FABBRICATO E D
EI T
UOI B
ENI C
ONTRO I DANNI DI CREMA
AFFIDATI
ALLA
ZURICH
E DEI TUOI BENI CONTRO I DANNI DA F
URTO, R
APINA E
S
CIPPO, DA FURTO, R APINA E SCIPPO, AFFIDATI LLA ZURICH DI CREMA AGENZIA
ASSINNOVATION
SRL
AFFIDATI ALLA Z AURICH DI CREMA AGENZIA A
SSINNOVATION SRL AGENZIA A
SSINNOVATION S
RL Zurich For Family
ZURICH INSURANCE PLC -­‐ AGENTE PRINCIPALE: PAOLO MICHELINI ZURICH INSURANCE PLC -­‐ A
GENTE PRINCIPALE: PAOLO MICHELINI Via CAPERGNANICA, 8H C-­‐ REMA 26013 p
CREMA resso CENTRO DIREZIONALE tel. 0373/81210 e 81100 ax 0373/84406 -­‐ email [email protected] Via CAPERGNANICA, 8H -­‐ 26013 resso CpENTRO DIREZIONALE 2 -­‐ tel. 20 -­‐373/81210 e 81100 -­‐ fax -­‐0 f373/84406 -­‐ email [email protected] ZURICH INSURANCE PLC
AGENTE PRINCIPALE: PAOLO MICHELINI
Via CAPERGNANICA, 8H - 26013 CREMA
presso CENTRO DIREZIONALE 2
Tel. 0373/81210 - 0373/81100
Fax 0373/84406
email: [email protected]
CANONIZZAZIONE DI GIOVANNI XXIII E GIOVANNI PAOLO II
2
Il Papa del
Vaticano II
ella santità di Papa Ron“D
calli migliaia di fedeli nel
mondo sentirono il profumo sin
dalla sua morte, il 3 giugno 1963.”
Così ha presentato il Beato
Giovanni XXIII, il postulatore
della sua causa di canonizzazione,
padre Giovan Giuseppe Califano,
intervenendo martedì nel primo
briefing svoltosi in Sala stampa vaticana in vista della canonizzazione di domani, domenica 27 aprile,
dei papi Roncalli e Wojtyla.
La santità di Giovanni XXIII
era un proposito da lui coltivato
in ogni stagione della vita, da
sacerdote, da vescovo e da Papa, e
sempre rinnovato. Già da giovane
seminarista, a 15 anni, scriveva:
“Io rinnovo il proponimento di
volermi fare santo davvero, e lo
farò attraverso quattro risoluzioni
che propongo di praticare: spirito
di unione con Gesù, raccoglimento nel suo cuore, recita del
Rosario, essere sempre in tutte le
mie azioni presente a me stesso”.
La spiritualità di Papa Roncalli,
secondo il postulatore, era fatta di
“profonda unità e abbandono alla
Provvidenza”. La sua era “una
spiritualità semplice, mite”, come
testimonia il suo diario spirituale,
il Giornale dell’anima. In uno dei
passi, a fine giornata, nel 1925
scrive: “Dio è tutto, io sono nulla.
E questo oggi mi basta”.
Di Giovanni XXIII ricordiamo
“i gesti di paternità straordinari
che commossero il mondo”, come
la visita ai piccoli del Bambin
Gesù “con doni e carezze” o quella a Regina Coeli. Papa Roncalli,
inoltre, “visitò le periferie romane
e aprì alla Chiesa nuovi orizzonti,
prima convocando il Sinodo e poi
il Concilio”.
Altro elemento essenziale per
capire quello che – ha ricordato il
postulatore – fu subito identificato
come “il Papa buono”, sta nel
binomio obbedienza e pace. “Queste parole – annotava nel Giornale
dell’anima – sono un po’ la mia
storia e la mia vita”. “Era un
uomo pacificato e pacificatore”,
ha commentato padre Califano:
la “radice” della spiritualità di
Giovanni XXIII, ha concluso il
postulatore, sta nella “obbedienza
alla voce del suo Signore”.
LA VITA
Angelo Giuseppe Roncalli è
nato il 25 novembre 1881 a Sotto
il Monte, località che oggi conserva con geloso amore tutti i ricordi
dell’illustre concittadino. Entrò
nel seminario di Bergamo nel
1892. Venne ordinato sacerdote
il 10 agosto 1904 a Roma, come
alunno (dal 1901) del Pontificio
Seminario Romano. Nel 1905
venne scelto come segretario dal
vescovo di Bergamo mons. Radini
Tedeschi che morì nel 1914. L’anno successivo – scoppiata la prima
guerra mondiale – venne chiamato come cappellano militare negli
ospedali di retrovia.
Nel 1921 Benedetto XV lo volle
a Roma come Presidente della
Pontificia Opera della Propagazione della fede. Nel 1925 Pio XI
lo nominò Visitatore Apostolico
per la Bulgaria, facendolo vescovo
(venne consacrato il 19 marzo
1925 a Roma). A Sofia rimase
fino al 1934 e il 27 novembre
1935 venne nominato Delegato
Apostolico in Turchia e Grecia.
Dove rimase anche durante la
seconda guerra mondiale: luoghi
e momenti difficili che misero a
dura prova il vescovo Roncalli.
Il 20 dicembre 1944 Pio XII lo
scelse come Nunzio Apostolico a
Parigi. Il 15 gennaio 1953 venne
creato cardinale e il successivo
25 gennaio nominato patriarca di
Venezia.
Pio XII morì il 9 ottobre 1958
e lo Spirito Santo scelse come suo
successore – con sorpresa di tutti
– il patriarca Roncalli che assunse
il nome di Giovanni XXIII. Era il
28 ottobre 1958.
Saranno cinque anni di pontificato straordinario. Papa Roncalli
guadagnò l’affetto e l’ammirazione di tutti i credenti. Indisse
il Concilio il 25.1.1959, a soli
tre mesi dalla sua elezione, nella
basilica di San Paolo, insieme
all’annuncio del sinodo di Roma
e dell’aggiornamento del Codice
di Diritto Canonico. Il Concilio
venne aperto l’11 ottobre 1962.
Alla sera Giovanni XXIII pronunciò il celebre discorso della luna.
Il “papa buono” riuscì a vedere
solo la prima sessione della storica
assise ecclesiale. Morì infatti il 3
giugno 1963. Giovanni Paolo II lo
proclamò beato il 3.9.2000.
#enjoyseat
NUOVA LEON ST
Per quelli che vedono
sempre il bagagliaio
mezzo pieno.
CONCESSIONARIA ESCLUSIVA
MADIGNANO
ENJOYNEERING
Tua a 16.850€ oppure a 199€ / mese in 60 mesi TAN 2,99% TAEG 4,96%
FARI FULL LED
BAGAGLIAIO DA 587 LITRI ESPANDIBILI FINO A 1470 LITRI
SISTEMA MULTIMEDIALE
TOUCHSCREEN CON NAVIGATORE
con 1 anno di polizza furto/incendio e 4 anni di garanzia.
Cont at t aci al 8 0 0.10 0.30 0
SEGUICI SU:
SE AT- ITA LIA .IT
Prezzo promozionato valido per Leon ST 1.2 TSI REFERENCE 86 CV (chiavi in mano IPT esclusa). Esempio finanziamento: Anticipo € 5.772,00 + Spese istruttoria pratica € 300. Finanziamento di € 11.078 in 60 rate da € 199,01. 1 anno di assicurazione Incendio e furto (pacchetto First Trip) in omaggio. Interessi € 862,60. TAN 2,99% fisso, TAEG 4,96%. Importo totale del credito €
11.078. Spese di incasso rata € 3/mese, costo comunicazioni periodiche € 1/anno, imposta di bollo/sostitutiva € 27,69 come per legge addebitata sulla prima rata. Importo totale dovuto dal richiedente € 12.153,29. Gli importi fin qui indicati sono da considerarsi IVA inclusa ove previsto. Informazioni europee di base/Fogli informativi e condizioni assicurative disponibili presso
le Concessionarie SEAT. Salvo approvazione SEAT Financial Services. Servizio incluso: 2 anni di garanzia aggiuntiva oppure 40.000 km. Offerta valida sino al 30/06/2014, grazie al contributo delle Concessionarie aderenti all’iniziativa. Consumo di carburante urbano/extraurbano/combinato l/100km: 6,5/4,4/5,2; emissioni di CO2 g/km:119. L’immagine è puramente indicativa.
Via Oriolo, 41
Tel. 0373 65.82.83
CREMONA
Via Dante, 78
Tel. 0372 46.30.00
www.carulli.com
3
CANONIZZAZIONE DI GIOVANNI XXIII E GIOVANNI PAOLO II
LO STORICO DI GIOVANNI XXIII
LA PROPOSTA
DI ALBERTO MELLONI,
ORDINARIO DI STORIA
DEL CRISTIANESIMO
E DIRETTORE
DELLA FONDAZIONE
GIOVANNI XXIII:
“È QUESTA LA CIFRA
DI PAPA RONCALLI”
Chiamiamo Papa Roncalli
“S. Giovanni del Concilio”
di M. MICHELA NICOLAIS
P
apa Francesco? “È figlio del
Concilio, è figlio di Giovanni
XXIII. Come Giovanni Paolo II”.
Parola di Alberto Melloni, ordinario di storia del cristianesimo
all’Università di Modena e Reggio
Emilia e direttore della Fondazione Giovanni XXIII, che a proposito della doppia canonizzazione
del 27 aprile ricorda un precedente
illustre montiniano. E a proposito
di Papa Roncalli, lancia a Papa
Francesco una proposta precisa e
suggestiva: che scelga, come nome
del nuovo santo, “San Giovanni
del Concilio”.
Professore, cominciamo con
la doppia canonizzazione di due
Papi. Un evento senza precedenti, nella storia della Chiesa?
“In verità un precedente per la
doppia canonizzazione esiste, e
risale al 19 marzo 1965, quando
Paolo VI rifiutò le richieste fatte
da alcuni vescovi, della Polonia in
particolare, di una canonizzazione
conciliare di Roncalli e rifiutò
nel contempo la minaccia di altri
vescovi di reagire tramite una
canonizzazione a furor di popolo
di Pio XII. Paolo VI optò per due
processi ordinari, uno per Pio
XII e uno per Roncalli. Quando
nel 1993 Papa Wojtyla sbloccò
la causa di Roncalli, scelse di
vincolarla a quella di Pio XII. E,
successivamente, fissò la beatificazione di Papa Roncalli insieme
a quella di Pio IX. La stessa cosa,
ma alla rovescia, l’ha fatta Papa
Francesco: davanti alle pressioni
per una canonizzazione superrapida di Giovanni Paolo II, ha
ripreso l’iter della beatificazione
di Roncalli e lo ha fatto procedere
in via straordinaria, saltando le
ulteriori fasi del processo di canonizzazione. Hanno denominato
questa procedura ‘pro gratia’, ma
in realtà si tratta di una pratica antica come il mondo: fa parte delle
prerogative del Papa e della sua infallibilità scegliere i candidati alla
canonizzazione e indicarli al culto
della Chiesa universale. E può
farlo anche saltando i passaggi
intermedi”.
Se dovesse indicare la cifra e
l’eredità di Giovanni XXIII, da
dove partirebbe?
“Giovanni XXIII è stato il
Papa del Concilio: come c’è stato
un san Giovanni della Croce,
c’è stato un ‘san Giovanni del
Li ho
ammirati
per la pietà
e l’umanità
di LUIGI BETTAZZI
oi salutiamo il Papa come “Vicario” di Cristo. E se è vero che ogni
N
cristiano per il battesimo è inserito in
Cristo, e il sacerdote, per la sua ordinazione e il suo compito, è – come si
diceva un tempo – un “altro Cristo”, il
Papa è in misura particolare “Vicario
di Cristo” in quanto ne rappresenta e
ne continua il compito di grande Profeta, grande Sacerdote, grande Pastore.
Assurto a un compito immenso, il Papa
resta uomo, con tutte le caratteristiche e
i limiti di un’umanità che, pur al servi-
Concilio’. Sarebbe bello che Papa
Francesco scegliesse questo nome
per il nuovo Santo... È questa la
cifra di Papa Roncalli a cui fare
riferimento, come ha riconosciuto
Giovanni Paolo II quando ha parlato del Concilio come ‘la grande
grazia del secolo ventesimo’. Una
grazia che è passata dalla santa
obbedienza di Giovanni XXIII.
Roncalli ha sempre rifiutato, per
la Chiesa, l’idea della ‘cultura del
progetto’: l’immagine, cioè, della
riforma della Chiesa come corrispondente a un disegno architettonico che va rispettato modulandosi ad esso piano piano. Giovanni
XXIII ha accettato la condizione
peregrinante della Chiesa, e ha voluto rimettere l’umanità su quella
lunghezza d’onda”.
Ha senso oggi parlare di Concilio Vaticano II, quando c’è chi
a più riprese chiede un “Vaticano
III”?
“Nel 1909, quando Roncalli
era prete da soli cinque anni,
l’enciclopedia cattolica più in voga
all’epoca, ‘Catholicisme’, alla fine
sentenziava che non ci sarebbe
stato più bisogno di Concili
nella Chiesa, perché il Papa aveva
ormai acquisito l’infallibilità e
zio dell’umanità perfetta di un Dio che
si è fatto uomo, rimane un’umanità imperfetta. Il grande insegnamento che ci
ha dato Papa Benedetto con le sue dimissioni è stata la coscienza dei propri
limiti, derivata dall’età e dalla situazione concreta, che gli ha fatto trasmettere
il “ministero” a c ui arrivava a sentirsi
inadeguato, al nuovo “servitore” che lo
Spirito avrebbe designato.
Ed è così che a suo tempo i cardinali, trovatisi a designare il successore di
Papa Pio XII, avevano nominato il cardinale Roncalli come “Papa di transizione” che preparasse il papato all’arcivescovo di Milano, il non ancora cardinale
monsignor Montini. Non ebbi modo
di incontrare Giovanni perché, accordatosi col mio arcivescovo, il cardinale
Lercaro, sulla sostituzione del vescovo
ausiliare di Bologna, aveva già firmato
la nomina di mons. Baroni a vescovo di
Albenga – il che permise ai cardinali di
renderla pubblica – ma non aveva firmato la mia, e dovetti attendere la conferma di Paolo VI.
Avevo incontrato il nunzio Roncalli
nel 1951 a Parigi, dove m’ero recato per
esercitarmi un po’ nel francese, in una
visita, suggeritami dal mio arcivescovo
di allora (il cardinale Nasalli Rocca).
Monsignor Roncalli mi aveva intrattenuto parlando del più e del meno (i
francesi dicevano che “era un gran di-
la giurisdizione universale. Poco
dopo, nello stesso anno, Bonomelli chiese il Concilio. Ai tempi del
Concilio Vaticano II, c’era l’idea
che avrebbe dovuto risolvere molto presto i problemi, mentre l’idea
del Concilio Vaticano III è nata
grazie a chi – come il cardinale
Martini nel 1999 – sosteneva che
c’era bisogno di un altro Concilio
per andare oltre. Bisogna considerare il Concilio non tanto come
‘exploit’, ma come espressione
della sinodalità nella vita della
Chiesa. Il Concilio non è una
macchina che prende decisioni:
paradossalmente, il Vaticano II ha
funzionato proprio perché la sua
impostazione è fallita”.
plomatico”, perché era capace di parlare
per due ore... senza dire niente!) e comunicandomi che uno dei suoi due hobby,
accanto a quello dei libri antichi, era
l’interessamento alle visite pastorali di
san Carlo Borromeo nella diocesi di Bergamo, dove portava il Concilio di Trento; e Roncalli si rendeva conto di quanto
fosse importante un Concilio ecumenico
per la vita della Chiesa.
Va detto che anche l’importanza del
Concilio Vaticano II emerse nel suo
svolgersi. I documenti preparati riassumevano più o meno quanto si era già
detto o fatto; e fu l’assemblea a sollecitare un rinnovamento che guardasse
l’avvenire, pur partendo dal passato; e
papa Giovanni ne confermò la volontà. Avremmo voluto che il Concilio lo
proclamasse Santo “per acclamazione”,
e furono diversi gli interventi e le iniziative in questo senso. Ma Paolo VI, che
veniva sollecitato anche perché promuovesse la beatificazione di Pio XII, preferì
avviare per ambedue il processo normale di beatificazione.
Lo stemma scelto da Papa Roncalli
quando era diventato vescovo si rifaceva al motto del cardinale Baronio
“obbedientia e pax”. E aveva sempre
accettato tutto per obbedienza. Mi disse
una nipote del famoso padre Lombardi,
il “microfono di Dio” nel dopoguerra,
che questi, recatosi da Papa Giovanni
Quale “lezione” ha voluto
dare Giovanni XXIII convocando il Concilio?
“Ha voluto far vivere alla Chiesa l’esperienza della collegialità:
una lezione attuale ancora oggi. Il
nuovo Concilio dovrà porsi di più
il tema del rapporto con le altre
Chiese. Nel 2016 è stato convocato il Concilio panortodosso: è la
risposta a una seminagione, e paradossalmente viene dalle Chiese
orientali. È stato il cattolicesimo
romano a insegnare loro a trovare
la fiducia nella ‘conciliarità’. Papa
Francesco sta già percorrendo
questa strada: il Consiglio degli
otto, ad esempio, non è un organo
consultivo, ma una realtà colle-
per suggerirgli le innovazioni da portare
nella Chiesa, si sentì rispondere: “Ma lei
crede che sia qui per governare la Chiesa? Io sono qui per vedere cosa fa lo Spirito Santo”.
E la pace fu la seconda grande transizione indotta da Giovanni XXIII.
L’essere stato determinante per bloccare
lo scontro tra Usa e Urss nella “crisi di
Cuba” del 1962 gli suggerì di scrivere la
Pacem in terris, un’enciclica sulla pace, rivolta “a tutti gli uomini di buona volontà”. Questo rivolgersi a tutta l’umanità
anche al di fuori dei limiti della Chiesa
confermava l’invito ai cristiani a non rinchiudersi in se stessi, ma a sentirsi lievito
e fermento entro un’umanità in cammino verso il Regno di Dio.
Quest’ultimo aspetto fu da me particolarmente sentito da quando dall’alto
mi si propose di assumermi responsabilità all’interno di Pax Christi, Movimento cattolico internazionale per la pace. E
questo ha segnato anche il mio rapporto
con Papa Giovanni Paolo II, venuto dal
mondo dominato dal comunismo. Anche il mio primo incontro, al termine di
un’udienza pubblica in cui il segretario
italiano fece notare che ero “un vescovo
noto in Italia” (aveva fatto clamore lo
scambio di lettere con l’on. Berlinguer,
segretario del Partito comunista italiano) e il Papa rispose, incrociando le
braccia e con atteggiamento di riprova-
ARTE FUNERARIA
ARTE FUNERARIA
MODELLI
A RICHIESTA
MODELLI
A RICHIESTA
FUSIONI
UNICHE
IN BRONZO
FUSIONI UNICHE
IN BRONZO
RESTAURI
RESTAURI
VIA ROSSIGNOLI 22 - OMBRIANO
VIA ROSSIGNOLI
22 - OMBRIANO
CREMA
(CR)
CREMA
(CR)
T.
0373.230082
T. 0373.230082
[email protected]
[email protected]
giale che risponde all’idea di una
Chiesa non come democrazia, ma
come pneumatologia. L’unità tra
le Chiese, il primato della liturgia,
il profondissimo radicamento
nella tradizione: questi altri tratti
caratteristici del Concilio. Per
Roncalli la tradizione non era
la ‘valigia della nostalgia’, ma il
lunghissimo fluire della Chiesa
nel tempo, che insegna a gioire del
presente come occasione e non
come minaccia”.
Cosa risponde a chi tende
ad accostare Giovanni XXIII
e Francesco, nel loro tratto
pastorale?
“Ci abbiamo messo 50 anni
a liberarci dalla vulgata di
Roncalli come ‘il Papa buono’!
L’eloquenza del papato è solo
l’eloquenza del Vangelo: tutto
il resto sono trappole da leader
di partito. Di Giovanni XXIII
come di Francesco, la gente apprezza l’autenticità, la coerenza
tra ciò che dice e ciò che vive.
Parafrasando Paolo VI, possiamo dire che il nostro tempo ha
bisogno di maestri che siano
anche testimoni. Per aiutarci a
scoprire e leggere, da cristiani, i
segni dei tempi”.
zione, che “è noto in tutto il mondo!”.
Volle anche che lo incontrassi a Castel
Gandolfo insieme all’allora presidente
italiano di giustizia e pace per rammaricarsi che esprimessimo più critiche verso
il mondo occidentale – che era quello in
cui vivevamo – che non verso quello comunista, prevedendo – lui che “lo conosceva dal di dentro” – che il comunismo
non sarebbe finito se non con una guerra! Ed invece è caduto senza una guerra,
grazie a Dio, ma anche grazie al Papa
polacco, che ha saputo in vari modi far
crescere e difendere l’aspirazione alla libertà al di dentro di quel mondo.
Devo anche aggiungere che Giovanni
Paolo II accettò di venire a Ivrea per una
delle visite pastorali che faceva il giorno
di san Giuseppe in luoghi tipici del lavoro. E venne il 19 marzo 1990 per il mondo dell’informatica (l’Olivetti) a Ivrea, a
cui aggiunsi quello dell’automobile (la
Lancia) di Chivasso, e la Messa del 19
all’Abbazia di san Benigno Canavese
(l’agricoltura e il terziario). Il Papa fu
molto soddisfatto della visita, tanto da
ricordarmelo due mesi dopo a Roma,
alla beatificazione di Pier Giorgio Frassati.
Sono due Papi che hanno dato tanto
alla Chiesa e al mondo. Li ho ammirati
per la loro pietà e la loro umanità. Ora
li prego per la Chiesa, per il mondo, e
anche per me.
SAN
SAN
GIOVANNI PAOLO II
GIOVANNI XXIII
Salva il buon gusto
Salva Cremasco Tazzi:
il gusto che fa la differenza
www.tazzi.it
via Scaini 7/9 - Trescore Cr. Tel. 0373 273021
www.tazzi.it
via Scaini 7/9 - Trescore Cr. Tel. 0373 273021
CANONIZZAZIONE DI GIOVANNI XXIII E GIOVANNI PAOLO II
6
Il Papa
polacco che
ha cambiato
il mondo
veva la percezione del peso
“A
di qualità che doveva dare
lui stesso alla propria vita”. Con
queste parole monsignor Slawomir Oder, postulatore della causa,
ha ricordato Giovanni Paolo II,
martedì scorso nel primo briefing
svoltosi in Sala stampa vaticana in
vista della canonizzazione di domani, domenica 27 aprile, dei papi
Roncalli e Wojtyla.
Rimandando alla sua opera
teatrale giovanile La Bottega
dell’orefice, ha citato una frase del
“programma di vita giovanile”
di Karol Wojtyla: “L’uomo deve
organizzare la propria vita in
modo tale che sia tutto in ogni
suo aspetto, manifestazione della
gloria di Dio”.
Mons. Oder si è soffermato su
tre “linee portanti” della spiritualità del Papa polacco: “La fede
semplice, la profondità mistica, il
coraggio di affrontare le difficoltà
della vita con tenacia e coraggio,
attraverso la capacità di vedere
nella storia l’intervento di Dio”.
La “fede semplice” di Giovanni
Paolo II, ha proseguito il postulatore, “comportava che aveva bisogno della gente”, mentre la sua
profondità mistica “lo spingeva a
vivere il mistero di Dio in prima
persona. Era un uomo di Dio, ha
saputo trovare in Dio l’acqua della
vita. Con la preghiera, abitava
nello spazio eucaristico”.
Mons. Oder, a questo proposito, ha ricordato ciò che disse
Benedetto XVI pochi giorni dopo
la morte di Giovanni Paolo II,
soffermandosi sul fatto che poco
prima di morire era stata celebrata
un’Eucaristia davanti al letto del
Papa morente. “Non può non
colpire il fatto che nel suo ultimo
istante sia stato coinvolto in quel
sacramento che è stato tutto la
sua vita”. “Giovanni Paolo II – ha
concluso – ha vissuto nella sua
vita le conseguenze di due regimi,
quello nazista e quello comunista, e grazie a suor Faustina
Kowalska ha riletto il messaggio
della Divina Misericordia come
risposta all’iniquità umana”. “Un
messaggio molto attuale, ripreso
da Papa Francesco”, ha commentato il postulatore.
LA VITA
Karol Wojtyla nasce a Wadowice, una cittadina vicina a
Cracovia in Polonia, il 18 maggio
1920. Perde la madre a nove
anni, il fratello maggiore a 12 e il
padre a 21.
Nel 1938 si iscrive all’università Jagellonica di Cracovia.
Ma nel settembre 1939 avviene
tunno del 1989 il Comunismo
dell’Est si sbriciolò come un
gigante d’argilla: a uno a uno
caddero tutti i regimi, compreso
quello polacco. Il mondo riconobbe il merito a papa Giovanni
Paolo II, la cui elezione aveva
preoccupato non da poco lo
stesso Cremlino.
Papa Wojtyla si è fatto
missionario del Vangelo in
tutto il mondo. 146 le sue Visite
pastorali in Italia (a Crema
venne il 20 giugno 1992), 104
quelle all’estero. Praticamente
visitò quasi tutte le diocesi del
mondo. Scrisse 14 encicliche,
15 Esortazioni apostoliche, 11
Costituzioni apostoliche e 45
Lettere apostoliche.
Ha convocato 15 assemblee
del Sinodo dei vescovi, ha inventato le Giornate Mondiali della
Gioventù (GMG), di cui papa
Francesco l’ha proclamato patrono: straordinaria invenzione
di un papa che ebbe un rapporto
privilegiato con i giovani.
È impossibile anche solo
elencare quanto è stato e quanto
ha fatto Giovanni Paolo II. Gli
ultimi anni della sua vita furono
segnati dalla sofferenza, culminata nella famosa apparizione
alla finestra del palazzo apostolico per l’Angelus, senza poter
pronunciare una sola parola.
Muore a Roma il 2 aprile
2005, dopo 28 anni di pontificato, per quanto riguarda la
durata, il secondo nella storia
della Chiesa.
Benedetto XVI l’ha proclamato beato il 1° maggio 2011.
l’invasione della Polonia da parte
di Hitler. L’università è chiusa e
Karol deve cercare lavoro, prima
in una cava e poi un una fabbrica
chimica.
Sente la vocazione al sacerdozio e nel 1942, con tanti pericoli,
frequenta il seminario clandestino. Clandestinamente si dedica
anche al teatro.
Terminata la guerra, l’università viene riaperta. Wojtyla
frequenta la Facoltà Teologica
fino all’ordinazione sacerdotale
che avviene il 1° novembre 1946.
A Roma otterrà in seguito il
CONTATTACI PER UN
PREVENTIVO
PERSONALIZZATO
AL NETTO DELLA DOTE SCUOLA
dottorato in Teologia.
Ritornato in patria, prima
svolge il servizio pastorale come
coadiutore in una parrocchia e
poi come insegnante di Teologia
Morale nel seminario di Cracovia
e all’Università di Lublino.
Il 4 luglio 1958 Pio XI lo nomina Vescovo ausiliare di Cracovia.
Paolo VI lo sceglie poi come
arcivescovo della stessa Cracovia
il 13 gennaio 1964 (diverrà cardinale il 26 giugno 1967).
Giovane vescovo partecipa al
Concilio Ecumenico. In Polonia
si oppone chiaramente al regime
comunista. Dopo la morte imprevista di Giovanni Paolo I, a soli
33 giorni dalla sua elezione, il 16
ottobre 1978 viene eletto pontefice, fra la sorpresa generale. È
il primo papa non italiano dopo
diversi secoli ed è giovanissimo:
ha solo 58 anni!
Il suo pontificato è stato un fiume in piena, fin dal primo giorno
quando gridò a tutti i credenti:
“Non abbiate paura!”.
Si capì subito che avrebbe
dato filo da torcere al regime
comunista del suo Paese e non
solo. Le sue oceaniche visite
in Polonia e il suo appoggio al
nuovo sindacato Solidarnosc
portarono a scardinare dal di
dentro il regime.
Il 13 maggio 1981 subì un grave attentato in piazza San Pietro.
Venne fatto bersaglio da colpi di
pistola sparati da un turco (Alì
Acga), qualcuno disse assoldato
dai servizi segreti dell’est. La
Madonna protesse il Papa che
dopo una lunga degenza potè
tornare in Vaticano. Giovanni
Paolo II perdonò all’attentatore
e lo visitò il carcere.
Dopo pochi anni, nell’au-
MARTINI NON SI OPPOSE
La “presunta opposizione” del
cardinale Carlo Maria Martini
alla canonizzazione di Giovanni
Paolo II “è assolutamente non
giusta e non vera”. Lo ha detto il
postulatore della causa, monsignor Slawomir Oder, durante il
citato briefing. “Posso dire che la
chiave di lettura dell’opposizione
– ha dichiarato – è assolutamente non giusta e non vera. Anzi
era stato proprio l’arcivescovo a
definire Wojtyla “padre spirituale
dell’umanità”.
7
CANONIZZAZIONE DI GIOVANNI XXIII E GIOVANNI PAOLO II
LO STORICO DI GIOVANNI PAOLO II
Le grandi celebrazioni
Wojtyla ha fatto dei cristiani
un popolo che non ha paura
“I
Beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II saranno iscritti nell’Albo dei Santi
il 27 aprile 2014, Domenica II di Pasqua, della Divina Misericordia.” A decretarlo è stato il Papa, durante il Concistoro ordinario pubblico per la canonizzazione dei due Papi, svoltosi il 30 settembre 2013 appunto nella Sala del Concistoro
del Palazzo apostolico vaticano. La data scelta dal Santo Padre è quella della festività istituita da Giovanni Paolo II, la domenica della Divina Misericordia, tema
caro al cuore di Papa Francesco. In precedenza, venerdì 5 luglio 2013, durante
un’udienza privata al cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle
Cause dei Santi, aveva autorizzato la Congregazione a promulgare i decreti riguardanti un miracolo, attribuito all’intercessione del beato Giovanni Paolo II.
Ora il 27 aprile è arrivato e l’immagine scelta per la canonizzazione dei due
Papi, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, li fissa entrambi con uno sguardo buono e sereno, che reggono la croce di Cristo, il famoso pastorale che fu per primo di
Paolo VI. Sono ritratti insieme due Pontefici molto diversi per storia, provenienza
ecclesiale, indole e carattere, che verranno fatti Santi domani da Papa Francesco in
una giornata che si preannuncia “storica” per la Chiesa cattolica.
Alla cerimonia in San Pietro si attendono, infatti, centinaia di migliaia di persone: dall’Italia, da Bergamo in particolare, diocesi natia di Roncalli, ma poi naturalmente dalla Polonia dove Wojtyla è giustamente venerato per il suo ruolo non
solo ecclesiale ma anche storico (la “caduta del muro” e l’uscita dalla dittatura
comunista).
Roma si prepara dunque a vivere una nuova settimana di passione in vista
dell’evento che il sindaco della
Capitale, Ignazio Marino, non
ha esitato a definire “storico e
di natura planetaria”. Roma
da sempre è stata promotrice
di grandi eventi, soprattutto
spirituali, e anche stavolta sarà
all’altezza della sua storia. E
allora ben vengano le 61 delegazioni in rappresentanza di
54 Paesi, i 19 capi di Stato, i
24 primi ministri e i 23 ministri ma soprattutto gli 800mila
pellegrini attesi per il fine settimana. Da casa due miliardi di persone in tutto il mondo seguiranno l’evento.
Nella conferenza stampa di presentazione delle iniziative per la cerimonia, tenuta il 31 marzo scorso, il vicario del Papa per Roma, il cardinale Agostino Vallini,
ha parlato di “grande attenzione e gioia in tutto il mondo” per questi due “vescovi
di Roma” che diventano Santi insieme. Di Giovanni XXIII ha ricordato la forza
interiore serena e la “particolare ispirazione divina” che lo ha spinto a indire il
Concilio Vaticano II, che purtroppo non ha fatto a tempo a vedere concluso. Di
Giovanni Paolo II ha richiamato il “coraggio indomito” e il grande servizio alla
Chiesa di Roma, della quale ha visitato quasi tutte le parrocchie.
di MARIA CHIARA BIAGIONI
“S
CANONIZZAZIONE WEB 2.0
altro aspetto: Giovanni Paolo II ha
convocato i cristiani come popolo e ne
ha fatto un popolo. In una condizione
un po’ di dispersione dei cristiani qual
era, ne ha fatto un popolo in mezzo ai
popoli del mondo”.
Ci sono state critiche a questa
canonizzazione. Alcuni ritengono
che il pontificato di Giovanni Paolo
II abbia valorizzato troppo i movimenti. Altri che abbia trascurato le
Chiese locali. Da storico, le letture
critiche sulla storia di un personaggio
cosa indicano?
“Sono state fatte queste critiche ma
anche critiche peggiori rispetto a quelle adesso elencate. È ovvio che siano
state fatte delle critiche. In un pontificato lunghissimo come quello di Giovanni Paolo II, durato 28 anni, pieno
di problemi, è chiaro che quest’uomo
possa aver fatto degli errori. Non
è che il suo sia stato un pontificato
senza errori o senza omissioni. Ma lo
storico guarda la realtà complessiva e
da questo punto di vista non può che
emergere un grande pontificato”.
Che tipo di santità, allora, ha
vissuto Giovanni Paolo II?
“Era un uomo che non aveva paura
perché sapeva che Dio è con gli uomini. Questo, mi sembra, è il cuore della
sua santità, vissuta anche in momenti
di abbandono come quelli della sua
giovinezza, in momenti durissimi
come quelli della sua vita polacca
sotto il comunismo. In questo senso
è un uomo che ha riscoperto il valore
del martirio. Lui stesso ha rischiato di
essere martire esponendosi dopo il suo
attentato. La storia del suo attentato
è una storia molto importante perché
questo uomo andò a Istanbul nel 1979
nonostante le minacce. E quando
dopo l’attentato, volevano prendere
maggiori misure di sicurezza, lui disse:
no, continuiamo come prima”.
Cosa lascia in eredità agli uomini
del nostro tempo?
“Lascia per sempre il messaggio:
‘Non abbiate paura e confidate in
Gesù’. E lo lascia in un tempo di
grigiore, in cui si fa fatica a guardare
lontano. Ecco un’altra caratteristica di
Giovanni Paolo II: era un uomo che
guardava lontano, un uomo di visione.
Non per nulla in un verso di poesia
scritto negli anni di Cracovia diceva:
l’uomo soffre soprattutto per mancanza di visione”.
Giovanni Paolo II il giorno della sua visita a Crema, 20 giugno 1992
anto subito”, gridò la piazza nel
2005 al momento della sua morte. Fu dunque il popolo ad acclamare
“santo” Giovanni Paolo II.
E Papa Ratzinger sentì la voce di
quella piazza e avviò immediatamente
il processo per la sua canonizzazione.
Giovanni Paolo II: non basteranno
i libri di storia per afferrarne tutte le
dimensioni. Troppo ampia la sua azione, troppo complesso il tempo in cui
ha vissuto. Per questo uno storico del
calibro di Andrea Riccardi ha deciso
di accettare la sfida e scrivere un libro
Giovanni Paolo II santo. La biografia.
(edizioni San Paolo).
Perché professore?
“Ho conosciuto Giovanni Paolo II,
ho vissuto il suo pontificato, ma mi
sono posto il problema di capire il suo
ruolo storico e la sua complessità. Mi
sono messo a studiarlo e ho scritto il
libro che ora è uscito. È una ricostruzione storica della sua figura. Perché?
Perché Giovanni Paolo II ha cambiato
la storia del suo tempo, la storia dei
credenti, dei cattolici, facendoli uscire
dalla paura. Ha aiutato a realizzare
una rivoluzione senza spargimento di
sangue nel 1989. Ha dilatato la Chiesa
sulla dimensione globale. Quest’uomo
spirituale è stato anche un grande personaggio storico. Quella di Giovanni
Paolo II è stata una personalità dalle
molte dimensioni”.
Quando un personaggio della
storia diventa Santo?
“La figura di Giovanni Paolo II
è impastata della dimensione della
santità, della dimensione pastorale e
religiosa, del senso storico e politico,
del senso del popolo, della dimensione
mistica. Giovanni Paolo II è un uomo
dalle molte dimensioni ma è stato
soprattutto un uomo di Dio. Questo
è il cuore della sua figura. Quando lo
abbiamo visto spogliato di tutte le sue
capacità umane, alla fine della vita,
l’abbiamo visto uomo di Dio”.
Era quindi necessario renderlo
pubblicamente Santo? Non bastava
questa testimonianza per ricordarlo
nella storia?
“È una scelta che è stata fatta con
altri Papi. È stata fatta con Pio X, con
Giovanni XXIII. È stato soprattutto
il popolo di Dio nel 2005 al momento
della sua morte, a sentirlo Santo. La
gente percepiva che era morto un
Santo. Non che era morto un politico.
Era morto un Santo. E Papa Ratzinger
volle immediatamente dare seguito a
questo senso del popolo di Dio”.
È un fatto inedito nella storia questa acclamazione di popolo?
“Nei tempi contemporanei è un
fatto inedito. Ma è rivelatore di un
L’evento della doppia canonizzazione porterà una grossa novità sul piano comunicativo. Su Internet sarà probabilmente la cerimonia sacra più “social” e “2.0”
che si possa immaginare. Come ha spiegato il direttore della Sala stampa della
Santa sede, padre Federico Lombardi, per l’occasione scendono in campo tutti
i “social” più amati a livello mondiale: Twitter, Facebook, YouTube, Instagram,
Storify, un sito ufficiale curato dall’Università Lumsa www.2papisanti.org, con
versione inglese www.2popesaints.org, un’applicazione sia per Android sia per Ios
intitolata “Santo Subito” in varie lingue; e ancora potenziamento dei siti già esistenti (ad esempio, su Facebook “PapaGiovanniPaoloII”, su Twitter “santowojtyla”, su YouTube “adminkarol”, il portale in 7 lingue www.karol-wojtyla.org ecc.).
I mass media tradizionali, stampa, radio e tv, saranno comunque presenti in
massa. Sono già registrati oltre 400 giornalisti di testate di tutto il mondo e si allestirà uno speciale “media center” nell’atrio dell’aula Paolo VI, che potrà ospitare
centinaia di operatori.
NIENTE BIGLIETTI O “PASS”
Per quella che è stata definita una “festa della santità”, un “grande evento spirituale” per onorare “due giganti della fede”, la partecipazione dei fedeli sarà libera: non
sono previsti biglietti o particolari permessi di accesso. Chi vorrà partecipare dovrà
arrivare presto, perché si prevedono alcune centinaia di migliaia di persone e piazza
San Pietro e via Conciliazione potrebbero riempirsi presto, sin dalla prima mattina.
C’è la “possibilità” che alla cerimonia sia presente anche il Papa emerito Benedetto
XVI, ha detto padre Lombardi. Diversi gruppi vocali (Cappella Sistina, Vicariato,
Cracovia e altre) daranno vita a una sorta di “corale multipla” che accompagnerà
il rito. Sono previsti oltre 1.000 tra cardinali e vescovi e 5mila preti concelebranti,
insieme a migliaia tra capi di Stato, diplomatici, politici, autorità varie.
La mattina di lunedì 28 verrà celebrata in San Pietro una Messa di ringraziamento presieduta dal cardinale Angelo Comastri.
CANONIZZAZIONE DI GIOVANNI XXIII E GIOVANNI PAOLO II
8
il Salva Cremasco
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
10
File Size
11 069 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content